e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

venerdì 25 dicembre 2015

Chianciano Terme è un Buon Natale?

Vignetta Chianciano Terme Natale 2015
Tanti Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti i lettori del Blog, e a tutti i chiancianesi, ma per Chianciano Terme è un Buon Natale?
L'autocelebrazione che l'Amministrazione fa su Facebook, con la pubblicazione del link di un articolo de Il Tirreno, condiviso dall'Assessore Rocchi, (Clicca Qui!), dove si può leggere un'intervista a Paolo Grossi, che vanta i successi del Paese di Babbo Natale (e vorrei vedere visto che è una sua creazione!!!) cozza con la realtà, dove si è visto una forte presenza di locali, e una scarsa affluenza di ospiti, ad eccezione, in parte, nel ponte dell'Immacolata.
Per il resto di Chianciano poi, Centro Storico e Rinascente, sembrava di abitare nel deserto del mojave, infatti bastava uscire da Piazza Italia e non si vedeva un'anima in giro, per l'economia il ritorno non è stato sicuramente soddisfacente e per quanto ne sò io, neanche per i negozi di Viale Roma, pur vicini al grande evento, ma penalizzati anche dalla chiusura della strada, per favorire il parcheggio degli affittuari delle casine, ridicolo e senza che pagassero il posto blu.
Certo l'evento ha portato movimento, ma quanto conviene investirci in termini di ritorno per l'economia di Chianciano? Il ritorno reale è mirato alla città o solo per gli organizzatori? L'Investimento pubblico è valido nella misura di € 55.000,00 negli ultimi due anni, oltre a tutti i servizi messi a disposizione gratuitamente dall'Amministrazione?
La vignetta forse rende l'idea della situazione....

Saluti,


Valtubo

sabato 12 dicembre 2015

Chianciano Terme è allarme sicurezza?

Fonte la rete
La Confcommercio con un comunicato lancia un'allarme sicurezza per l'incremento di furti, anche nelle ore diurne alle aziende chiancianesi.
Nel fine settimana appena passato a Chianciano, tre furti nello stesso pomeriggio in differenti negozi e la settimana precedente serie di furti in appartamenti di Via Tevere, ecco il comunicato di Confcommercio:

Confcommercio: “Troppi furti negli esercizi commerciali di Chianciano”

L'associazione di categoria chiede agli organi preposti di incrementare controllo e vigilanza

In questo periodo natalizio si è verificato a Chianciano Terme un aumento sproporzionato di furti negli esercizi commerciali, effettuati anche durante le ore diurne, nonostante la vigilanza in genere.
Siamo preoccupati – afferma Massimo Camisa, presidente Delegazione Confcommercio di Chianciano Terme – In questi giorni anche grazie alle numerose iniziative natalizie, come quella della Casa di Babbo Natale, che hanno portato un notevole flusso di visitatori, è ancora più preoccupante l’incremento dei furti.
Per quanto sopra, la Confcommercio delegazione Chianciano Terme, confermando piena fiducia nelle forze dell’ordine, chiede agli organi preposti di incrementare controllo e vigilanza a tutela dei cittadini e dei commercianti ringraziandoli fin d’ora per l’impegno.”

Da informazioni giunte al blog il numero dei furti è nella "normalità" per Chianciano in questo periodo, sono furti soprattutto in appartamento, cercando soldi e monili. Per quanto riguarda, per esempio, i furti in via Tevere è vero che sono state sorprese due giovani donne, sicuramente senza scrupoli, grazie alla tempestiva segnalazione di residenti.
Confermato inoltre l'incremento di pattuglie nell'ultimo periodo anche per via dell'avvicinarsi delle prossime festività natalizie.
Il fenomeno è dunque sotto controllo e le pattuglie di polizia faranno di tutto per arginarlo, certo non potranno essere presenti contemporaneamente in tutto il territorio di Chianciano, quindi diventa assolutamente indispensabile l'aiuto del cittadino con segnalazioni di persone/auto sospette.
Dunque tutto nella norma, ma è bene tenere gli occhi aperti.....

Saluti,


Valtubo

lunedì 7 dicembre 2015

Chianciano Terme Protesta e niente Senso Unico!


Sindaco Marchetti a confronto con i cittadini in protesta

Arrivo operai comunali
Stamattina, 07 dicembre alle ore 7, in Via Madonna della Rosa a Chianciano si sono ritrovate una quarantina di persone, in rappresentanza di molte famiglie residenti nell'area adiacente il Centro Storico e delle Cavine e Valli, per protestare contro il senso unico che oggi doveva essere attivato lungo Madonna della Rosa in direzione del paese.
Interviene Polizia Municipale
La cronaca, alle 7,25 sono arrivati i primi operai del Comune per cominciare i lavori, che prevedevano la creazione di parcheggi a spina sul lato sinistro della carreggiata a salire verso il paese, subito stoppati dalla protesta.
Ore 7,32 è arrivata la polizia municipale, poichè la protesta non avrebbe permesso i lavori, sono stati chiamati il Consigliere Nardi ed il Sindaco, il primo ha risposto di non essere a Chianciano, il secondo ha detto che sarebbe arrivato subito, nel frattempo sono arrivati altri due camion con operai.
Altri operai bloccati in attesa
Alle 7,50 il Sindaco si è presentato, subito è stato circondato dai cittadini che hanno chiesto chiarimenti sul perchè della scelta e sulla mancata informazione, i più l'avevano saputo il giorno prima tramite il blog Valtubo, il Sindaco ha detto che è stata una valutazione della Giunta per dotare il Centro Storico di parcheggi per il suo rilancio.
I cittadini hanno motivato la loro protesta evidenziando che sarebbe stata nociva per le aziende turistiche, rurali e dell'edilizia dell'area delle Valli.
Il problema più significativo emerso è apparso quello dei trattori delle varie aziende agricole, che sarebbero stati costretti a passare per via della Libertà, anche considerando la riapertura a doppio senso di via dello stadio, come dichiarato dal Sindaco.
Dopo un ulteriore valutazione per la realizzazione di un'area di sosta, fatta con i propretari presenti alla protesta, in un campo di ulivi a fianco della via, alle 8,15, ha deciso di annullare i lavori e non attuare il senso unico.

Video le motivazioni della protesta canale Valtuboblog su Youtube

Per la prima volta si è vista a Chianciano una protesta di cittadini, che motivati da interessi più o meno personali, ma che hanno una ricaduta anche nell'interesse generale, è stata fatta sulla strada ed ha portato alla decisione, sicuramente giusta a mio parere, di annullare un senso unico non valutato attentamente da una Giunta che ha agito senza ascoltare ed informare bene le persone.
Devo dire bravo al Sindaco per essere subito presente, come era comunque suo dovere, ma pacato nell'affrontare la situazione e risoluto nel prendere la decisione di sospendere il tutto.

Saluti,


Valtubo

sabato 5 dicembre 2015

Chianciano Terme Piccoli Passi....e una Rotonda!




Sono stato in Comune alla presentazione della nuova linea urbana del servizio autobus della Tiemme, una buona operazione fatta dall'Amministrazione che riesce a coprire una vasta area di Chianciano Terme, sfruttando lo stesso chilometraggio del precedente servizio, dunque non onerosa, con nuovi orari che entreranno in vigore dal 7 dicembre. Uno sforzo congiunto con le Amministrazioni di Chiusi e Montepulciano permetterà un servizio extraurbano la domenica che collegherà la stazione di Chiusi ed arriverà anche a Nottola.

Video canale Valtuboblog su Youtube

Tutto ciò è stato ottenuto grazie alla caparbietà dell'Amministrazione che pressando la Tiemme (per ammisione del loro rappresentante), è riuscita a metterla al tavolo e a studiare bene i percorsi.
A margine dell'incontro il consigliere Nardi con delega ai trasporti mi ha rilasciato un video commento sul progetto “Terminal Bus Turistici” all'ingresso di Chianciano e sulla realizzazione della rotatoria all'inizio del viadotto Ribussolaia, progetto finanziato per il 50% e che partirà a maggio 2016.
Rendering nuova rotatoria (clicca per ingrandire)
Oltre a queste notizie relative ai trasporti, pubblico anche l'aggiornamento dei dati turistici 2015 (comprensivo di agosto-settembre) dai quali si continua a vedere un aumento di presenze, ma con un calo degli arrivi a fronte di dati generali della intera regione Toscana che evidenziano una crescita degli stessi pari al 2,3% (Clicca qui per leggere dati Toscana).
La sera sono stato anche all'incontro organizzato dal M5S sull'”Ato Sud”, era presente anche l'Assessore Rocchi che è intervenuto sulla questione della TARI a Chianciano, accennando che in sede di ATO, eseguite le dovute valutazioni legali su responsabilità giuridiche a cui si rischierebbe di andare incontro, politicamente l'intenzione è quella di prendere posizione forte anche comprensiva della richiesta su propri cittadini di non pagare la % di tariffa richiesta legalmente ma iniquamente per coprire i crediti pregressi non riscossi dai precedenti gestori del servizio.
Durante l'incontro è stato spiegato in maniera chiara come funziona, o meglio non funziona e costa molto, il sistema della raccolta e smaltimento rifiuti, ma è stata evidenziata anche la chiara impotenza e scarsa volontà delle Amministrazioni a cambiare le cose.
Vedremo, ma quello che appare è che l'Amministrazione relativamente agli ultimi argomenti si stia muovendo con buone intenzioni ed anche la giusta determinazione, vedi servizio Tiemme, il M5S ha fatto un ottimo studio, ma parla sempre di massimi sistemi senza farsi sentire sulle problematiche più locali e stringenti per i cittadini, il PD riapparso dopo tre mesi di assenza ed incapace di trovare un segretario che lo rappresenti sembra sempre più alla deriva.

Saluti,


Valtubo



venerdì 13 novembre 2015

Turismo 2015 a Chianciano Terme ecco i dati!

Arrivi e Presenze turisti 2015 Alberghiere ed Extra Alberghiere a Chianciano Terme

La “stagione” turistica chiancianese quest'anno forse ha visto uno stop all'emorragia di presenze, anche se i dati non comprendono tutto il periodo estivo, sono abbastanza indicativi per fare una prima valutazione.
Come possiamo vedere cliccando nelle immagini del post per ingrandirle, le presenze nel periodo Gennaio – Luglio 2015 divise in Alberghiere, Extra-Alberghiere e la somma di entrambe, hanno un leggero rialzo, mentre gli arrivi sono in lieve calo, probabilmente il fatto è dovuto all'allungarsi della permanenza di alcuni gruppi.
Arrivi e Presenze turisti 2015 Alberghiere a Chianciano Terme
Guardando meglio nel dettaglio si vede una crescita nei periodi di bassa stagione ed ancora una profonda emorragia nel periodo estivo.
Se guardiamo l'intera Provincia l'andamento è peggiore, con poche eccezioni, ma analizzando i dintorni l'andamento di Chiusi è peggiore, Sarteano in calo più di Chianciano, Montepulciano un po' meglio, mentre Pienza, San Casciano e San Quirico sono in forte crescita.
Questo potrebbe voler dire che in una situazione di congiuntura positiva, benzina in calo, costi dei voli contenuti e ripresa del turismo estero verso l'Italia, Chianciano viene vista ancora come una meta appetibile, ma non abbastanza attrattiva.
Arrivi e Presenze turisti 2015 Extra Alberghiere a Chianciano Terme
Mi chiedo, ma iniziative come quella con Ryanair che fine hanno fatto? L'anno scorso l'accordo sembrava ad un passo, partito tramite Anna Duchini (Asshotel) e con il Sindaco Marchetti divenuto capofila per l'Unione dei Comuni sembrava cosa fatta, poi non se ne è sentito più niente, quali iniziative, eccetto quelle delle singole aziende, stiamo realmente portando avanti per riportare i numeri che Chianciano necessita per ripartire o crediamo davvero in Babbo Natale?

Saluti,


Valtubo

sabato 31 ottobre 2015

Chianciano Terme Panem et Circenses da Halloween a Babbo Natale!


Già lo sapevano gli antichi romani, e lo sapeva il poeta latino Giovenale, i governanti hanno a propria disposizione un modo sicuro per garantirsi l’obbedienza, quello di elargire ai propri sudditi il minimo indispensabile per sopravvivere e concedere loro svaghi sfiziosi.
Stasera ci sarà la notte di Halloween festeggiata in paese poi tra 6 giorni si passa ad “il paese di Babbo Natale”, a Chianciano ormai la cosa più importante e l'unica di cui si parla, è la preparazione di eventi più o meno di successo, mai come quest'anno.
Non ci preoccupiamo più delle buche nelle strade, dell'emorogia di incassi nella stagione, dove si c'è stato nell'autunno un aumento di presenze, ma con un buco tremendo tra maggio ed agosto, non ci preoccupiamo se approvano variante per il Parco Fucoli senza avere ancora un vero progetto, ma solo per necessità di fare le cose veloci perchè in ritardo, non vediamo lo scempio del Palamontepaschi e di Piazza Italia e lo stato fatiscente degli edifici, quello si un halloween che permane tutto l'anno.
Ci piace distrarsi con eventi anche belli nulla da dire, ma che non riescono, e spero di sbagliarmi, ad attirare grandi numeri di turisti, fatta eccezione di coloro che provengono dai dintorni, certo risollevano in parte l'economia, ma ancora non lavoriamo per riattrarre una vera clientela turistica permanente.
Altro controsenso, adesso a Chianciano abbiamo un grande evento per Natale, ma nessuno all'altezza durante la stagione estiva, bah! Ma siate felici e festeggiamo con i giochi sfiziosi che ci concedono!

Saluti,


Valtubo

domenica 4 ottobre 2015

Chianciano Paese: Borgonuovo tante promesse, ma lavori mai finiti!

Scritta di protesta nel cantiere di Borgonuovo
Le promesse in campagna elettorale sono sempre facili, nella realtà i risultati lo sono un po' meno.
La nostra nuova Amministrazione, molto abile e proficua nel diffondere e reclamizzare la propria immagine tramite eventi più o meno riusciti, indaffarata ed in ritardo nella redazione del project financing riguardo i due milioni di euro in scadenza (31 gennaio 2016) da usare per il Palabruco, ed al lavoro per il bando sulle Piscine Comunali, si vede in difficoltà a terminare i lavori già iniziati (da precedenti Amministrazioni, per la verità).
Cantiere di Borgonuovo abbandonato
Davanti al cantiere di Borgonuovo è recentemente apparsa una scritta (“Vergogna”), come potete vedere dalle foto, certamente come protesta da parte di cittadini esasperati per i lavori ormai in corso da almeno 7 anni, anche dopo le promesse fatte sia prima che successivamente alle elezioni dai rappresentanti di Puntoeacapo, in special modo dal Sindaco Marchetti e dall'Assessore Rocchi che inizialmente annunciarono la conclusione dei lavori per fine 2014, poi (all'incontro del blog) posticipata di due mesi.
Ad oggi in ogni caso la situazione è quella di un cantiere abbandonato a se stesso.
Credo che sarebbe bene cercare di portare a termine i lavori iniziati oltre a dedicarsi alle grandi opere future onde evitare ulteriori danni alla già martoriata economia ed immagine di Chianciano Terme.

Saluti,


Valtubo

giovedì 24 settembre 2015

Chianciano Piano Strutturale: ecco cosa porta la teoria dello Spostamento dei Volumi

Fonte la rete


Ecco la proposta, giunta per e-mail ad alcuni alberghi chiancianesi, per poter “usufruire al meglio” della tanto decantata tesi dello spostamento dei volumi voluta dall'attuale Amministrazione all'interno del Piano Strutturale, da una società del settore ricettivo che avrebbe voluto costruire un albergo a Chianciano Terme:

“Buongiorno,

a nome della Società XXXXXXX, con sede in XXXXX, Soci accomandatari XXXXX e XXXXX, proprietaria dell’appezzamento di terreno sito in Chianciano Terme, Zona Pereta, al Catasto foglio XX mappale XX di mq. 3936, comunico che è intenzionata a vendere detto appezzamento, acquistato nel lontano 1990, con l’intenzione di costruire un albergo di ottima qualità, essendo del settore ricettivo.
Poiché uno strano e fantasioso regolamento edilizio di Chianciano Terme impone la demolizione di un albergo per poter costruire nella zona suddetta, così mi è stato detto, sono a proporVi l’acquisto di detto terreno, nel caso decidiate di demolire il Vostro albergo e costruirne uno nuovo che soddisfi maggiormente le mutate richieste di qualità del settore turistico.

Preso purtroppo atto di questa stranezza del Comune di Chianciano Terme, porgo cordiali saluti.

XXXXXXX XXXXXX”

Ecco come un possibile finanziatore viene disincentivato ad investire a Chianciano. 
Come appare evidente l'applicazione di tale “strano e fantasioso regolamento” comporta il triplicamento delle spese: acquisto terreno, demolizione edificio e costi edificazione nuova struttura.
Poi mi devono spiegare cosa ci faccio con il vecchio terreno dove avevo l'albergo......devo mantenerlo pulito con eventuali altri costi? Cosi vogliamo rilanciare economicamente Chianciano? Quanti POLLI pensiamo di trovare? Gli unici che potrebbero investire a tali condizioni sono coloro che devono “ripulire il denaro”, per rendere l'idea!

Saluti,

Valtubo

lunedì 14 settembre 2015

A Chianciano va in scena “La Grande Bellezza”

Piazzolina dei Soldati Aelita Andre si esibisce nella creazione del trittico (Fonte la rete)
La Biennale di Chianciano 2015 è stata quest'anno un evento organizzato molto bene ed in molti suoi aspetti, anche negli eventi collaterali, venerdi 11 settembre in una Piazzolina dei Soldati tutta tirata a lucido, piena di gente, in attesa della performance live della giovanissima artista Aelita Andre, talento della visual art, si respirava l'aria di una grande serata.
Da chiancianese mi ha fatto piacere l'intensità trasmessa al pubblico dalla musica, suonata con flauto ed arpa, dai manichini, con abiti di Armani, nelle arcate illuminate del Palazzo dei Vegni e dall'attesa, per un evento culturale particolare, che suscitava un'evidente curiosità.
L'attesa non è stata delusa e la serata è stata molto bella, piacevole e coinvolgente, ma la performance della giovane artista, che ha suscitato anche ilarità nel suo modo di “lanciare” i colori andando a colpire le persone sedute dal lato opposto, nel suo rischiare di scivolare sulla vernice e cadere, mi ha fatto ricordare, per certi aspetti, una scena del film “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino che vi propongo in questo video con un montaggio per rendere l'idea.

                         Dal canale Valtuboblog web tv su Youtube

Saluti,

Valtubo


PS: Il montaggio è mio, scusate la tecnica ;-)

Aelita Andre (fonte la rete)

martedì 8 settembre 2015

Chianciano Terme Flop D'Oriente

Fonte Facebook pagina evento
Mentre a Chianciano si sta svolgendo la manifestazione della Biennale D'Arte (video canale Valtuboblog), partita anni fa in sordina (per i chiancianesi) e cresciuta via via negli anni, al parco Fucoli è da poco terminata la kermesse “Filosofie D'Oriente” conclusasi con un clamoroso flop. Sulla pagina Facebook “Sei un vero Chiancianese se.....” è apparso un commento/sfogo sull'evento:

Video dal canale Valtuboblog su Youtube

Buongiorno.
A una settimana dal termine dell'Evento FILOSOFIE D'ORIENTE, mi sento in dovere di fare delle considerazioni solo mie.
Premesso che a livello personale è stato un successo su ogni aspetto, credo che finché TUTTI i chiancianesi non si metteranno in testa di progettare, lavorare, ed organizzare eventi e quant'altro in SINERGIA coesa, condivisa, mossa dal solo obiettivo di permettere, al Paese più bello del mondo, opportunità di crescita e sviluppo...non si arrivi da nessuna parte. A partire da una cerimonia di Inaugurazione fatiscente... ( non mi dilungo su altri aspetti...), permettere che durante una Meditazione al Palamontepaschi, la musica rocchettara del bar e quella del "liscio" della pista da ballo disturbi, sovrasti e "annienti" l'atmosfera mistica, di introspezione che sarebbe servita ... NON CI SONO PAROLE.
I 10,00 € di ingresso ( fossero stati almeno utili anche per il pomeriggio, tanto tanto, ma...) hanno tagliato le gambe ai già pochi operatori presenti coi loro gazebi.
- Per quello che mi riguarda posso e devo ringraziare col cuore sia Paola l'organizzatrice di Roma che la signora Maria che, non conoscendomi affatto, non solo mi hanno permesso di scegliere di posizionarmi nel posto più centrale e visibile di tutto il Parco, facendomi complimenti per l'originale allestimento prestandomi anche un tappeto rosso per mettermi ancora più in evidenza !
Certo ... per qualcuno che avrebbe voluto assaggiare piatti e cibi etnici dell'oriente, ritrovarsi a mangiare pici al ragù e/o all'aglione...
E con questo mio pensiero,
Buona domenica a tutti, con un suggerimento in più su cui riflettere.”

Cosa ne pensate della gestione e dei metodi di organizzazione degli eventi a Chianciano, elemento che doveva essere di primaria rilevanza in questo primo anno di azione dell'Amministrazione, del suo braccio operativo (Proloco) e delle varie associazioni chiancianesi?

Saluti,


Valtubo 

mercoledì 2 settembre 2015

Chianciano in Trance!

Fonte la rete
Questa Chianciano Terme di fine estate, che chiude il suo agosto con Miss Trans Toscana, appare sempre di più una città in trance e in attesa, ......di cosa ancora non è chiaro.
Amministratori che elogiano il “modello Rimini”, ma passano l'estate nel silenzio delle montagne, la ripresa, pur in un anno dove i dati nazionali sono in crescita, che stenta ad arrivare.
Dal punto di vista organizzativo, siamo in attesa di quella sincronia tra operatori privati e pubblica amministrazione, di una condivisione degli obiettivi e non solo di una costante battaglia punto su punto tra chi dovrebbe pianificare la stagione.
Dal punto di vista associativo vediamo una continua diaspora tra le associazioni, troppe, spesso doppioni, che ha avuto come apoteosi la controversa nascita della proloco.
Il quadro politico langue, in attesa di un PD ormai ombra di se stesso che non riesce neanche a trovare un segretario, di un M5S che bisticcia al'interno e che parla di argomenti nazionali o regionali e mai di Chianciano se non di riflesso, di un'Amministrazione che ancora non si capisce dove voglia andare a parare e che di smart ha fin'ora fatto vedere poco o niente.
Chissà chi farà ripartire questo paese, da troppo tempo in trance?

Saluti,


Valtubo

mercoledì 12 agosto 2015

Fusione tra Comuni, una scelta possibile?

Fonte la rete

Dal canale Valtuboblog su youtube

Come potete ascoltare nel video, il Sindaco reggente di Chiusi Juri Bettollini in un’intervista andata in onda su TELE IDEA (che mi ha gentilmente concesso le immagini) propone l’idea della fusione tra i Comuni di Chiusi e Chianciano Terme.
Il blog aveva già proposto un sondaggio su tale argomento, dopo l’intervento di Stefano Scaramelli come candidato alla Regione.
Può essere una via percorribile? Cosa ne pensa l’Amministrazione?

Saluti,


Valtubo

giovedì 30 luglio 2015

INTERVISTA DEL BLOG VALTUBO ALL’ASSESSORE ROCCHI SULLA TARI A CHIANCIANO TERME

Assessore Damiano Rocchi Puntoeacapo foto fonte FB
Da un incontro con il blog Valtubo, l’Assessore Damiano Rocchi risponde per chiarire i dati, in parte non corretti, esposti dalla Nazione sulla ripartizione e costi della TARI a Chianciano Terme.

D: Nel blog c’è molto fermento riguardo le bollette della TARI 2015 cosa vogliamo dire?

R: Innanzitutto è importante fare due premesse. La prima relativa al fatto che i costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti afferenti al Comune di Chianciano Terme e di cui al PEF 2015 non hanno globalmente subito significative variazioni rispetto all'anno precedente e la seconda che è comunque indubbia la necessità di lavorare a livello di ambito affinché tali costi totali vengano ridotti, cosa che sarà possibile esclusivamente mediante il raggiungimento di una diversa gestione del sistema rifiuti.
E’ palese che sia estremamente necessario abbattere i costi totali, cosa questa possibile esclusivamente rivedendo globalmente il sistema di gestione del rifiuto ed a tal riguardo ricordo che dal prossimo anno (presumibilmente secondo semestre) grazie ad una nostra richiesta che ha trovato sponda anche nei Comuni del nostro comprensorio, su tutto il territorio dell'Unione dei Comuni sarà attivato un servizio di raccolta Porta a Porta che, anche grazie alla contestuale riapertura del Centro di Raccolta in Loc. Cavernano, ci permetterà di raggiungere quelle % di RD che poi ci permetteranno anche di poter applicare una tariffazione puntuale.
Metteremo il nostro massimo impegno in sede di ATS (dove partecipiamo insieme ad altri 107 comuni e come singolo Comune di Chianciano Terme pesiamo solamente lo 0,54%) affinché i costi debbano essere diminuiti, ma di fondamentale importanza sarà fare 'massa critica' e crediamo che la strada intrapresa con i 9 Comuni facenti parte dell'Unione dei Comuni ai quali corrisponde un popolazione di oltre 60.000 cittadini, possa essere quella giusta.
Detto ciò quindi quello che è importante comprendere è che la manovra eseguita non ha incrementato i costi ma ha riequilibrato tra utenze domestiche e non domestiche e soprattutto in nome del principio dell'equità quei costi che fino al 2014 sono stati per diversificati motivi non equamente ripartiti in funzione di quella che è la produzione di rifiuti 'reale' a carico di tali utenze.

D: Ma la gente si lamenta degli aumenti in bolletta…

R: Siamo consapevoli che per le utenze domestiche trovarsi un aumento sostanziale della bolletta non sia cosa piacevole, ma se da un lato deve esserci la consapevolezza che finora le utenze non domestiche hanno pagato iniquamente il servizio, dall'altro deve esserci anche la consapevolezza che l'aver perseverato su tale linea avrebbe fatto si di continuare ad alimentare un circolo vizioso (e non virtuoso) ed a minare pericolosamente sia il tessuto economico chiancianese che indirettamente il bilancio comunale, il quale deve sopperire ai comunque già fin troppo elevati mancati incassi a carico delle utenze non domestiche.
Ed a tale proposito contestualmente abbiamo dato seguito ad un'attività di recupero dell'imposta non riscossa (anno 2013 e 2014) con possibilità di garantire, mediante una rateizzazione chi si trova in difficoltà economiche, il recupero di quegli importi che ove non riscossi non fanno che aumentare la tariffa in danno di chi fino ad oggi ha sempre pagato anche se con enormi sacrifici.
Quella che è stata fatta quindi è una manovra volta all'ottenimento di una TARI più correlata alla produzione specifica di rifiuto e meno dipendente (negli importi) alla dimensione delle unità servite e più funzione dei componenti del nucleo familiare nel caso delle singole utenze domestiche e delle presenze turistiche nel caso della totalità delle utenze non domestiche.
Ci teniamo inoltre a comunicare che tale ‘manovra’ contempla anche l’inserimento e modifica dell’entità di alcune agevolazioni, quali ad esempio innalzamento del limite superiore della fascia ISEE (da 8.000 a 12.000 euro annue) che consentano di ottenere riduzioni di costi sulla parte variabile della tariffa.
Manovre simili, benché dolorose, sono già state eseguite nel corso del tempo da realtà limitrofe e simili, ed assodato quindi che non era più possibile ignorare questa iniqua ripartizione dei costi come A.C.  vorremmo condurre tutti gli utenti anche a riflettere sul fatto che l’adeguamento, anche se annualmente consistente, va analizzato in termini di costo giornaliero pro-capite corrisposto.

D: Cosa è cambiato nella ripartizione della TARI  a Chianciano?

R: A Chianciano si producono mediamente 5000 tonnellate di rifiuti di cui circa 1500 t a carico delle attività turistico/ricettive, 3000 t dalle utenze domestiche ed le restanti 500 t dalle altre attività non domestiche. Il PEF per il 2015 è di circa 2.235.000 euro, ovvero una media di circa 0,45 euro a kg/prodotto.
Su base statistica nazionale, regionale e locale un cittadino (puramente domestico) produce mediamente 1,15 kg/gg ovvero 420 kg/anno, mentre alle utenze turistiche è attribuita una produzione di 2,30 kg/gg, che nel caso di Chianciano confermando le 650.000 presenze turistiche del 2014 conferma le circa 1500 t.
Solo per informazione, prendendo a riferimento situazioni di cittadine a noi limitrofe dove non si ha attività ricettiva, la produzione media è di circa 500/520 kg/anno, anch’essa in linea analizzando con i valori sopra riportati.

D: E per i costi degli utenti?

R: Per quanto riguarda i costi, ragionando solo sulle produzioni, a carico del domestico avrebbero dovuto starci 1.350.000 mentre sulle utenze non domestiche i restanti 885.000. Con le ripartizioni deliberate per parte fissa e parte variabile della tariffa, a carico dei cittadini ad oggi c’è 1.200.000 euro ed a carico delle utenze non domestiche (alberghi e tutti gli altri) 1.035.000. Ovvio che per le utenze domestiche ci sia stato aumento sostanziale in quanto sino al 2014 su esse era ‘spostato’ un costo di circa 850.000 euro che come dimostrato dallo studio di ATO ToscanaSud non era correlato alla produzione del rifiuto, erroneamente stimato in valore poco superiore alla metà.
Confrontandosi con quanto avviene nei comuni del senese, il costo procapite medio sul domestico è sulle 145 euro annue, ma ci sono realtà che sfiorano i 190 euro/procapite annui e tra l’altro presentano un non riscosso di solo il 2%.
Altra cosa importante, riferito ai dati precedentemente trasmessi, specifica che la scelta di porre a carico dei cittadini 1.200.000 dei 2.235.000 anziché i 1.350.000 (quindi un importo minore da quello che sarebbe derivato dalla mera applicazione analitica sulle produzioni di rifiuto stimate) è dovuta al fatto che le attività turistico ricettive per il periodo stagionale sono servite da un servizio porta a porta che presenta costi di raccolta superiori. Ma non deve essere tralasciato il fatto che le stesse attività, chiuse per almeno 6 mesi, pagano comunque il servizio di spazzamento che nel periodo invernale vien effettuato, ma di fatto non ne usufruiscono.

D: Qual è la situazione del non pagato a Chianciano?

R: A Chianciano il non riscosso medio sulla TARI è circa il 40%, di cui il 30% rappresenta la parte a carico delle non domestiche, ed il restante 10% su utenze domestiche.
Quella che è stata condotta, fermo restando la necessaria battaglia da fare sui costi a monte che sono elevati, è una manovra volta all’equità e quindi è esclusivamente relativa ad una diversa ripartizione degli stessi costi tra utenze domestiche e non domestiche.
Ad oggi un nucleo di 3 persone su 100 mq paga circa 0,40 €/gg procapite, ovvero 1,20 €/gg a nucleo familiare per un servizio che comprende spazzamento delle strade, raccolta, conferimento, trattamento e smaltimento.

Adesso, con il chiarimento da parte dell’Assessore Rocchi, abbiamo più delineato con quali intenzioni si è mossa l’Amministrazione, aspetto vostri commenti e se siete d’accordo con la linea presa.


Saluti,


Valtubo

mercoledì 22 luglio 2015

Ai Post(er) l’Ardua Sentenza…

Vignetta Poster nelle Vetrine a Chianciano Terme

La soluzione escogitata dall’Amministrazione per “nascondere” la continua emorragia di attività chiuse a Chianciano Terme (come ironizzato nella vignetta del blog) è quella di mettere dei poster sulle vetrine dei negozi chiusi per migliorare il “decoro”.
Certo, dal punto di vista di chi amministra è sicuramente importante salvaguardare l'immagine complessiva del tessuto urbano, ma sarebbe più importante affrontare e cercare di risolvere il reale problema, cioè creare le condizioni per cui questi negozi possano essere riaperti, ogni attività chiusa è un grave danno per l'economia cittadina, ma anche per le entrate comunali.
Nel frattempo Tari alle stelle e servizi sempre più scadenti, ma il cambio di marcia quando arriva?
Ai poster l'ardua sentenza.

Saluti,


Valtubo

venerdì 10 luglio 2015

Chianciano De-Stagionalizzata…

Grafico Variazioni presenze Turistiche in percentuale nei Comuni Toscani dal 2000 al 2014 (fonte IRPET)

Per anni siamo stati alla ricerca della destagionalizzazione della nostra economia, le Associazioni di Categoria hanno sempre sostenuto questo, le Amministrazioni idem, alla luce dei dati attuali possiamo dire che ce l’abbiamo fatta, abbiamo talmente de-stagionalizzato che la “Stagione” in questo 2015 sembra neanche essere partita, la crisi di Chianciano Terme e del Termalismo in genere è sempre più forte, come segnalato in questo articolo del Tirreno di pochi giorni fa.
Luglio, il periodo di Ferragosto e Settembre erano un tempo i mesi di punta a Chianciano, adesso sono  ridotti a mesi di transizione, come altri momenti durante l'anno, frequentati dai gruppi, spesso low cost, veri ed unici clienti della nostra cittadina.
I vari tentativi fatti dall’Amministrazione di sponsorizzare eventi e forme di intrattenimento, (nel sondaggio a fianco a destra potete votare quale giudicate migliore) non sembrano dare i frutti sperati, anche perchè non sono essi stessi motivi di attrazione, necessitando di un flusso turistico strutturale già presente per altri motivi. Le aziende stanziali sempre più in difficoltà economiche, riducono personale e servizi e questa contrazione, insieme all’immagine decadente delle vetrine e delle strutture chiuse sta facendo sprofondare Chianciano nella sua stagione “speriamo” più critica.
Eppure, secondo i dati IRPET, la Toscana quest’anno è in forte crescita, specialmente sul mercato interno, anche i dati ISTAT parlano di timida ripresa per l’Italia, ma se guardiamo nel dettaglio il termalismo è ancora posto tra i settori in crisi all’interno  del sistema Toscana e questo è il riferimento che troviamo su Chianciano Terme:

“Un’analisi territorialmente più fine mette in evidenza in effetti come siano proprio le aree turistiche balneari più mature come Massa e la Versilia le più caratterizzate da questa tipologia ricettiva “residuale”. Il rischio naturalmente è che il sistema si avviti su se stesso, ovvero che rinunci ad investire nel rinnovamento delle strutture di accoglienza per mancanza di domanda sufficiente a garantire la redditività dell‟investimento. Sembra, questo, proprio il caso delle principali località termali della regione e in particolare di Chianciano, dove un patrimonio alberghiero impressionante ma ormai “datato” non riesce ad essere adeguatamente ristrutturato per mancanza di una domanda sufficiente a garantirne una adeguato tasso di occupazione e la rimuneratività.”

Sicuramente nel tempo non ci siamo mossi nella direzione giusta, e questa Amministrazione sta effettuando tentativi spot, probabilmente effimeri e senza una linea programmatica ben precisa. Forse è arrivata l’ora delle scelte, per cercare di fare una vera programmazione e per cominciare a dettare una linea da seguire per il RILANCIO ECONOMICO di Chianciano Terme, con meno aperitivi, ma lavorando in maniera seria sui temi importanti ed informando bene i cittadini.

Saluti,


Valtubo

giovedì 25 giugno 2015

Si dimette il Segretario del PD di Chianciano!

David Rossi Segretario PD di Chianciano si dimette...(Fonte FB)



Ecco il comunicato con il quale il PD di Chianciano Terme annuncia le dimissioni del Segretario locale David Rossi eletto appena 5 mesi fa:

Comunicato dimissioni Segretario



Il Partito Democratico di Chianciano Terme rende note le dimissioni del proprio segretario David Rossi, che rinuncia all'incarico per motivi personali .
Comprendiamo le difficoltà che non gli permettono più di ricoprire questo ruolo e lo ringraziamo per il lavoro fin quì svolto , convinti che il suo contributo come iscritto rimanga tale.
L'attività politica verrà garantita dal lavoro dell'assemblea eletta che assieme agli iscritti al Partito Democratico deciderà anche il percorso verso la nuova segreteria.

Valtubo

venerdì 19 giugno 2015

Nebbie sulla Maggioranza: a Chianciano le Opposizioni abbandonano il Consiglio Comunale


Ecco in anteprima per il blog il comunicato congiunto delle Opposizioni presenti in Consiglio, con le motivazioni per cui hanno abbandonato la sala Consiliare durante l'ultimo Consiglio Comunale:

I Gruppi Consiliari “Chianciano Riparte” , “Movimento 5 Stelle”  e “il Coraggio delle proprie idee” ritengono che l'approvazione del bilancio di previsione annuale rappresenta l'appuntamento più importante per l'Amministrazione Comunale poiché in esso si definiscono non solo imposte e tasse, dalle quali deriva la pressione fiscale dei cittadini, ma anche la programmazione di attività ed interventi, annuali e pluriennali, che riguardano il tessuto economico e sociale del paese.

Pur consapevoli delle difficoltà oggettive che la preparazione degli atti presentano, e ribadendo la volontà, più  volte manifestata a non strumentalizzare i modi ed i tempi in cui le documentazioni vengono fornite ai consiglieri, manifestano il proprio  disappunto sul ritardo notevole con il quale gli atti sono stati consegnati e resi noti. Ciò non ci ha permesso una consultazione ed un esame politico serio, completo e pertinente, che invece gli argomenti avrebbero meritato.  A titolo di esempio si sottolinea che la documentazione riferita alle aliquote Tari  (punti 12 e 13 dell’odg) è pervenuta il giorno prima della seduta consiliare mentre la relazione previsionale e programmatica pervenuta in data odierna.
Tuttavia da una analisi se pur sommaria della documentazione  trasmessa ed in nostro possesso, si rilevano alcune scelte che non possono essere condivise:

L’applicazione dell'aliquota massima IMU ai terreni agricoli;

La modifica della ripartizione della TARI, fra le utenze domestiche e non, è basata su dati assolutamente non oggettivi;  ad oggi non è stato ancora codificato né applicato, nella nostra circoscrizione, un metodo di quantificazione dei rifiuti prodotti da ciascuna delle due categorie.

L’aumento delle tariffe dei servizi a domanda individuale in primis i parcheggi;

Il  forte incremento nelle previsioni di entrata da sanzioni al codice della strada (aumento in entrata di oltre il 30%);

L’esiguità del Piano delle Opere Pubbliche previste non accompagnato dal cronoprogramma

La previsione in entrata dell'imposta di soggiorno che, a nostro avviso, - purtroppo - sembrerebbe discordante dal trend delle  presenze turistico-termali  di questo primo semestre,

La previsione delle spese correnti finanziate con i proventi dell’imposta di soggiorno  presentata in modo troppo generico e sintetico che non permette di conoscere la programmazione degli interventi e i progetti che si intendono avviare e che peraltro si riferisce all’importo di € 415.000,00 mentre nella previsione del bilancio l’entrata iscritta è di € 435.000,00 –  Un’occasione mancata da parte dell’A.C. per confrontarsi su un progetto concreto che possa incidere sullo sviluppo turistico ed economico della città

La quadratura del  bilancio avvenuta con la pressoché totale applicazione degli oneri di urbanizzazione oltre all'applicazione dell'avanzo di amministrazione.
Per le  difficoltà rappresentate  e per evitare il prolungarsi ulteriore dei tempi di approvazione  del Bilancio  considerato anche che la data di approvazione originariamente programmata è già stata rinviata  ma altresì consapevoli di non poter dare un contributo utile e pertinente, dichiarano di abbandonare l’aula e non partecipare alla discussione e votazione dei punti iscritti all’odg del Consiglio Comunale dal n. 7 al n. 18 per rispetto nei confronti dei cittadini che rappresentiamo. 

Aspetto vostre considerazioni...

Saluti,

Valtubo

lunedì 8 giugno 2015

Aumentano i profughi a Chianciano?

Fonte la rete
In provincia di Siena devono trovare ubicazione altri 75 profughi attualmente, fonte la Prefettura, sono presenti nella provincia di Siena 300 profughi, di cui 13 donne, distribuiti in 17 strutture ubicate in 11 Comuni (Siena, Chianciano Terme, Chiusi, Colle Val d’Elsa, Gaiole in Chianti, Monteriggioni, Monticiano, Piancastagnaio, Poggibonsi, Sarteano, Sinalunga).
L’accordo deve essere trovato tra Prefettura ed Amministrazioni locali, ciò che salta all’occhio e che a Chianciano sono presenti attualmente 2 strutture che accolgono immigrati, dunque l’11,76% che ospitano circa 70 profughi pari al 21% di tutta la provincia, dunque se vengono mantenute le proporzioni ne potrebbero arrivare altri 15.
Eccetto Siena siamo la località con il livello turistico più alto, ed abbiamo un profugo su 5 della provincia che è “ospite” da noi, già adesso rappresentano l’1% della popolazione di Chianciano Terme, alcuni sono stati allontanati perché hanno creato piccoli problemi, niente di preoccupante, ma perché una località turistica come Chianciano deve subire il peso più grande per l’assistenza degli immigrati? Non sarebbe più giusto inserirli in maniera più equilibrata tra i vari centri? E come immagine per la stagione non sono il massimo, visto che tolto quando giocherellano a calcio al Castagnolo, spesso sono a zonzo senza fare niente, oltre che telefonare, ed in certi orari mettono un po’ di timore, specialmente alle signore che passeggiano? Quali sono le intenzioni dell’Amministrazione per gestire la situazione ed il flusso di immigrati per Chianciano nei prossimi mesi/anni?

Saluti,


Valtubo

lunedì 1 giugno 2015

Elezioni Regionali 2015 a Chianciano Terme!

Fonte la rete

Ecco i risultati delle Elezioni Regionali a Chianciano Terme:


Affluenza 2015 47,23% (precedenti Regionali 2010 58,68%)
CANDIDATO PRESIDENTEVOTI%LISTAVOTI%
Rossi Enrico1.34154,47PARTITO DEMOCRATICO1.33755,11
POPOLO TOSCANO - RIFORMISTI 2020110,45
Borghi Claudio43517,67LEGA NORD TOSCANA - SALVINI29212,04
FRATELLI D'ITALIA-ALLEANZA NAZIONALE1255,15
Giannarelli Giacomo38015,43MOVIMENTO 5 STELLE - BEPPEGRILLO.IT37315,38
Mugnai Stefano1827,39FORZA ITALIA1506,18
LEGA TOSCANA - PIU' TOSCANA160,66
Fattori Tommaso1124,55SI' - TOSCANA A SINISTRA1104,53
Chiurli Gabriele70,28DEMOCRAZIA DIRETTA - ARTICOLO 7570,29
Lamioni Giovanni50,2PASSIONE PER LA TOSCANA - LAMIONI PRESIDENTE50,21
VOTI VALIDI2.462100,0%VOTI VALIDI2.426100,0%
CONTESTATE NON ASSEGNATE0
BIANCHE42
NULLE100
Aspetto Vostri commenti ed analisi....

Saluti,

Valtubo