e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

mercoledì 22 luglio 2015

Ai Post(er) l’Ardua Sentenza…

Vignetta Poster nelle Vetrine a Chianciano Terme

La soluzione escogitata dall’Amministrazione per “nascondere” la continua emorragia di attività chiuse a Chianciano Terme (come ironizzato nella vignetta del blog) è quella di mettere dei poster sulle vetrine dei negozi chiusi per migliorare il “decoro”.
Certo, dal punto di vista di chi amministra è sicuramente importante salvaguardare l'immagine complessiva del tessuto urbano, ma sarebbe più importante affrontare e cercare di risolvere il reale problema, cioè creare le condizioni per cui questi negozi possano essere riaperti, ogni attività chiusa è un grave danno per l'economia cittadina, ma anche per le entrate comunali.
Nel frattempo Tari alle stelle e servizi sempre più scadenti, ma il cambio di marcia quando arriva?
Ai poster l'ardua sentenza.

Saluti,


Valtubo

130 commenti:

Toscanamedianews.it ha detto...

I conti della Regione promossi con riserva

La Corte dei Conti ha approvato il rendiconto generale 2014: bene la riorganizzazione del personale e del sistema sanitario; malissimo le partecipate

Le criticità principali, secondo la Sezione regionale di controllo per la Toscana della Corte dei Conti, sono tre e hanno un nome preciso: Fidi Toscana, le Fiere e le Terme.
A destare particolare preoccupazione è il fatto che la Regione non abbia ancora presentato un piano di razionalizzazione delle società partecipate, che però il governatore Enrico Rossi si è detto intenzionato a redigere a breve.
Nel 2014 il valore delle partecipate dalla Regione valeva 149,9 milioni di euro, ma molte di loro hanno chiuso l'esercizio in passivo. Risultato: un buco da 5,3 milioni. Più della metà di queste perdite 2,8 milioni sono relativi a Fidi Toscana su cui anche la Banca d'Italia ha aperto un 'istruttoria, come di routine. Un buco che non preoccupa però Rossi, secondo Fidi rimane strategica per il finanziamento delle politiche di sostegno al lavoro e in ogni caso, ha detto il presidente, il passivo è minore rispetto a quello di molte altre banche.
Non ci sta a farsi fare la morale Rossi nemmeno sulla vicenda delle Terme che fanno perdere alla Regione circa 1 milione di euro e nemmeno sulle Fiere che ne fanno perdere quasi 2 di milioni. Secondo Rossi non si possono dismettere dall'oggi al domani lasciando a spasso centinaia di persone e intere comunità, da Casciana a Chianciano a Montecatini.
Tutto questo per quanto riguarda le note negative. La Corte ha voluto però sottolineare anche gli aspetti positivi a partire dalla razionalizzazione del personale interno alla Regione, che è passata da 2.873 dipendenti a 2.540 con un riduzione del numero di dirigenti da 192 a 133.
Per quanto riguarda il sistema sanitario la Corte ha sottolineato come la Regione abbia dovuto sopperire con risorse proprie al taglio dei trasferimenti statali e questo senza ridurre l'efficienza delle prestazioni certificate dai livelli essenziali dei servizi che collocano la Toscana al top in Italia.
Sanità che costa 1963 per ogni toscano, 100 euro in più rispetto alla media nazionale, ma questo non ha impedito alla Regione di chiudere i conti in pareggio.
L'ultima nota dolente riguarda i ritardi nei pagamenti alle imprese, che sforano ancora i limiti dei 60 giorni. Ma questo, come ha sottolineato la stessa Corte, dipende dal patto di stabilità interno che dal prossimo anno non ci sarà più.

Anonimo ha detto...

Ci so' proprietari di negozi che nemmeno con l'IMU al massimo pensano di abbassa' l'affitto. E continuano a chiede cifre esorbitanti. Vuole di che a loro della crisi non gliene frega niente. Loro non la sentono.

Anonimo ha detto...

L'idea dei poster sulle vetrine dei negozi sfitti è uno scopiazzato di quello che già fanno all'Outlet o al Centro Commerciale Etrusco, la differenza è che li c'è un solo proprietario dei locali, qui a Chianciano sono di singoli privati.
Siamo sicuri che i proprietari di negozi vuoti siano d'accordo a tappare tutto e a far attaccare i poster nei propri locali?
Staremo a vedè!

Anonimo ha detto...

A Chianciano è partito il progetto 1 euro solidale verso il prossimo che prevede la raccolta di fondi in occasione di iniziative sociali, culturali, ricreative accompagnate da eventi gastronomici.

Progetto lodevole che merita l'adesione di tutte le associazioni di Chianciano che svolgono eventi nel nostro territorio raccogliendo fondi per persone in difficoltà economica.

Adesso voglio proprio vedere se anche il Collettivo Fabrica (che ricordo ha preso ben 10.000 euro dal Comune) aderirà al progetto raccogliendo fondi durante i cinque giorni della Festa della Musica.

Marcello Piscitello coordinatore della Lega Nord della Valdichiana ha detto...

Chianciano Terme è sempre più in basso. La giunta di Andrea Marchetti, eletta con i voti del Centro Destra sta deludendo: dall’accoglienza dei presunti profughi negli alberghi alla mancata ripresa turistica sono molte le cose che non vanno. Occorre un segnale forte, una moratoria sulle tasse per far ripartire l’economia senza buttare al macero centinaia di migliaia di euro in un ‘ inutile e fino ad oggi improduttiva promozione del territorio. Aiutiamo i giovani ed il popolo delle partite Iva, degli artigiani e delle piccole e medie imprese. Un popolo tartassato di tasse, bistrattato e spremuto fino all’osso, che, nonostante tutto, vuole credere ancora nel sistema paese. È stanco dei proclami, dei cambi di rotta, dell’incertezza. Vuol pagare le tasse, onorare i propri impegni, contribuire al benessere economico, ma si trova davanti un muro invalicabile e scivoloso che si chiama ora Stato, ora burocrazia, ora banche. Deve finire l’ora dei progetti spot, spesso e volentieri fini a se stessi, spot “di vetrina”, che sta cercando anche questa Amministrazione comunale e che non hanno portato ad alcun risultato.Non ultimo l’aumento, vergognoso, della TARI, che va a colpire un territorio nel quale calano gli abitanti, chiudono le attività commerciali, diminuiscono le opportunità lavorative e gli alberghi chiudono o si trovano costretti, per tirare a campare, a partecipare ai bandi per l’accoglienza degli immigrati in piena stagione turistica.

Marcello Piscitello
coordinatore della Lega Nord della Valdichiana

Anonimo ha detto...

Giustamente -25% alle aziende. Oppure si vogliono far chiudere definitivamente? E chi la manda avanti l'economia di chianciano?

Simona Ercolani Enrico Grillo dalla pagina FB del Gruppo Valtubo ha detto...

Dico una cosa che se i negozi a Chianciano sono chiusi è colpa anche di noi chiancianesi mi ci metto anch'io che andiamo a comprare fuori Chianciano nn c entra x niente il sindaco Andrea Marchetti

Luca Cicala ha detto...

Simona Ercolani Enrico Grillo, ma voi unn'eri del movimento 5 stelle? E adesso parate il culo al Marchetti?

canguasto ha detto...

Allora ancora meglio sono dele sagome finte e un po' di voci registrate.
Almeno fanno "vita".
In certe occasioni, all'estero, è già stata sperimentato con successo l'uso di ologrammi.

Anonimo ha detto...

Come è scappato l'argomento degli alberghi che assumevano in modo non regolare e che non pagano la tasi Valerio ha subito messo un altro post...tra l'altro non mi sembra nemmeno di importanza fondamentale per Chianciano.

Anonimo ha detto...

Ma ancora non lo avete capito che il m5s ha all'interno dell'a.c. più di un rappresentante? L'opposizione non c'è, come non c'è mai stata prima.
So tutti bolscevichi e sinistri.

Anonimo ha detto...

Caro Enrico, la colpa di Marchetti & C. non è quella della chiusura dei negozi, ognuno spende dove può per quello che può. La colpa di Marchetti & C. è quella di amministrare male sia per le scelte amministrative sia per l'uso delle risorse.
In oltre un anno, Chianciano è andata indietro, solo progetti insulsi, messi in atto dai soliti che negli anni stanno sempre lì e che non hanno mai prodotto nulla di buono. Non c'è capacità progettuale. La smart city non c'è. Anche l'idea dei poster andrebbe vista in un ottica costi/benefici. Quanto costa? direi che più di un euro è troppo. Si dovrebbe iniziare con un'ordinanza per il decoro pubblico ciò non solo per i negozi sfitti ma anche per molti palazzi che cadono a pezzi!
Per il resto che dire del casottino all'inizio del viadotto? quello non è dei privati eppure indegnamente circondato dalla plastica arancione per pericolo crollo. mettiamo un poster anche lì?
anche la sede dei vigili urbani non offe un bello spettacolo....
Il Garden? mettiamo un mega poster???

L'unico poster lo metterai al comune, quello si che potrebbe chiudere.

Anonimo ha detto...

Come fate a dire che l'attuale amm. non c'entra con la situazione di Chianciano. Per anni non hanno fatto opposizione, anzi quasi sempre li appoggiavano anche votandoli, quelli che non erano all'opposizione spalleggiavano e presenziavano ai vari tagli dei nastri con le vecchie maggioranze. Si sono messi insieme facendo praticamente un partito unico, tant'è che ad oggi nessuno dice niente sulla Tari e su altre scelte a dir poco peregrine, ne inventano una al giorno pur di non attuare il programma pre elettorale. Cambia il vento. Si, ma per i cittadini resta sempre la puzza.

Anonimo ha detto...

Forse stasera si dorme co st'acquata i bracaloni la festa non la faranno mica?

Anonimo ha detto...

Valerio il cambio di marcia c'è già stato. Tutta retromarcia. Si va solo all'indietro. Che ti volevi aspetta, so partiti per farci anda tutti in bicicletta o col trenino.

Anonimo ha detto...

ALMENO UN ESPONENTE POLITICO della Valdichiana - Marcello Piscitello Lega Nord ha espresso un pensiero politico su Chianciano Terme.
Complimenti
Beppe Grillo
Questo è il mio precedente post (17 luglio)
ASSOLUTO SILENZIO DELLE FORZE POLITICHE ... COMPLICI
Dispiace sottolineare che le inesistenti forze politiche di Chianciano stanno appoggiando questo stato attuale di crisi. Questo perchè? Perchè sono complici di chi ha amministrato prima ed oggi, l'attuale Amministrazione Comunale. Partiti inesistenti per delineare scelte politiche in tutti i settori e quando manca questo ruolo: l'inesperienza, l'affidabilità, la capacità a volte l'arroganza porta all'anarchia più assoluta. Non esistono liste civiche che non siano costruite e poi appoggiate da Partiti Politici. La Lista "Punto e a capo" fu appoggiata da PD - Socialisti - Forza Italia - UDC - Fratelli d'Italia - AN. Oggi dopo le dimissioni di Davide Rossi non si riesce a trovare un nominativo per il Partito Democratico. Eppure nella lista PD "Chianciano Riparte" i nomi sono tanti,Torelli, Rondoni, M.A. Frizzi, Mazzolai, Massai, Serini, Mencarelli, Figuretti, Manfredi, Pellegrini, Bertini, Marini, Bartolomei, Fallarino l'uomo ombra, la candidata alle primarie Licia Rossi, Fulvia Mazzuoli. M5S Consigliere Fabiano De Angeli? Un movimento nuovo quali proposte? Aspettano eventuali accordi programmatici e politici con il PD? I Socialisti di Chianciano se ne stanno in silenzio? A. Sanchini. R. Mannucci, O. Chiezzi, F. Nardi ci siete? FdI-AN Dirigente Provinciale Linda Pallecchi? Va tutto bene? Eppure il Sindaco Marchetti è stato da voi candidato. Forza Italia, scomparsa dalla scena politica. Dopo l'appoggio alla lista civica in campagna elettorale di Paolo Giglioni - il "vuoto "! Un motivo ci sarà! Invece, si è fatto strada nell'UDC l'amico Francesco d'Amico che ha avuto la sua meritata poltrona. PERCHE' QUESTO SILENZIO-ASSENSO? Incapacità? Si parla di Commissario, sarebbe questa la soluzione? E l'Unione dei Comuni, quali programmi per la rinascita della zona? Una spinta maggiore verrà dall'ingresso della "Lista Civica" guidata da Fabrizio Fè Sindaco di Pienza "tutto cambia per non cambiare niente". E ALLORA chiediamoci, COME POTRA' CAMBIARE LA "VALDICHIANA SENESE"? MA DAVVERO CREDIAMO CHE LA CRISI di CHIANCIANO, non abbia ripercussioni anche in altri Comuni? Se pensate questo siete poco lungimiranti, o aspettate che il Presidente Rossi dalla Regione Toscana e Stefano Scaramelli possa incidere nel futuro della zona senza la Fondazione MPS? E se cade Renzi al Governo che facciamo, ancora un rimpasto?
Beppe Grillo-17 luglio 2015 19:03

Anonimo ha detto...

DOMANDA al Presidente della Regione Toscana Rossi (PD)
CI SONO QUESTI 5 milioni di euro?
Da Blog Valtubo
Piano industriale delle Terme di Chianciano, nell’incontro organizzato alla Fellini dal Comune di Chianciano Terme, pochi gli spettatori, se si esclude le figure istituzionali presenti a vario titolo, sicuramente l’orario scelto non era dei migliori.L’incontro, cominciato con mezzora di ritardo, vedeva seduti sul palco il Sindaco Marchetti, che ha fatto una breve presentazione, il Presidente Cassi, Carminati ed il Direttore Della Lena.Il piano triennale presentato, approvato dai soci, ma che ancora non ha trovato il finanziamento definitivo, prevede un intervento nelle Piscine Termali per aprire un’area dedicata e mirata ai bambini in modo da diventare attrattivo per le famiglie, probabilmente useranno parte dei 5 milioni già in cassa e sborsati dalla Regione che erano in attesa del piano industriale, poi prevede la creazione di una sala fisiatrica nell’area Sillene, già una prima fase attiva per metà giugno, specializzata e convenzionata con il servizio sanitario.
Comitato Promotore per i posters vetrine di Chianciano

Corriere di Siena ha detto...

Chiancia-Si al Fuori Expo

Chianciano Terme - Non poteva mancare come soggetto turistico in ascesa, nella straordinaria vetrina milanese dell’Expo, il consorzio Chiancia-Sì che il 23 luglio parteciperà alla settimana dedicata alle Terre di Siena con la Camera di Commercio di Siena al fianco di Chiusi come Consorzio turistico operativo su tutto il territorio della Valdichiana, proponendo un'offerta diretta ai visitatori di Expo. Chiancia–sì che è costituito da Terme di Chianciano, UPMC e da numerosi alberghi, ristoranti ed esercizi commerciali, è presente appunto il 23 luglio al Fuori Expo, presso il Chiostro dell’Umanitaria in via Daverio n.7 dalle 18 alle 23 con una serata unica per degustare un aperitivo a base di vini del territorio e di prodotti di filiera corta. Proprio in questi giorni Chiancia –Si è impegnato nella partecipazione in Germania al RDA-Workshop di Colonia per far conoscere marchio e destinazione al pubblico tedesco.

Il Tirreno ha detto...

Società partecipate, Rossi: «Privatizzazioni fallite ma chiuderle è sbagliato»

Il giovernatore: «A Montecatini, Casciana e Chianciano perderemmo posti di lavoro e identità». E difende Fidi Toscana come volano per aiutare le piccole imprese in crisi

FIRENZE. Nessuno tocchi Fidi Toscana. Neppure la Corte dei Conti. Il disavanzo di 6 milioni, quasi 3 a carico della Regione - dice il governatore Enrico Rossi - non è frutto di cattiva gestione. È il risultato della «crisi economica». Sono le sofferenze, i prestiti che i piccoli imprenditori, non riescono a restituire alla banca pubblica di cui la Regione è socio e garante.
Presidente Rossi, la Corte dei Conti è critica verso Fidi Toscana. Troppi debiti, ma lei la difende a spada tratta.
«Non nego le criticità delle partecipazioni, ma mentre su tutte le società credo si possa e si debba ragionare, su Fidi Toscana non si arretra».
Sulle partecipate la Regione è obbligata a per legge a intervenire: la Corte vi ha censurato perché non avete presentato il piano di razionalizzazione entro il 31 marzo.
«Abbiamo rimandato il piano a dopo le elezioni. Ma l’invito della Corte è uno stimolo a predisporre subito il piano, a decidere cosa è strategico e cosa non lo è. Fidi Toscana lo è».
Perché questa difesa, malgrado il maxi-disavanzo?
«Il disavanzo di Fidi è il contributo della Regione all’economia della Toscana: in un momento di crisi, di difficoltà di accesso al credito per le piccole e medie imprese, per gli artigiani noi vogliamo continuare a tutelare il nostro tessuto economico. E aver mantenuto attivo questo canale ci ha pure consentito di ottenere una buona parte dei 2 miliardi che lo Stato a Fidi e Confidi. Anche senza questo risultato, comunque, la Regione non avrebbe potuto e non potrebbe rinunciare al ruolo di garanzia nella richiesta di prestiti».
E come pensa, invece, di risolvere il problema del disavanzo di bilancio di 2,7 miliardi?
«È un disavanzo tecnico».
Un disavanzo tecnico?
«Esatto. Significa che siamo indebitati perché abbiamo utilizzato la nostra liquidità per pagare i conti, senza ricorrere a prestiti. Se utilizzassimo la nostra reale capacità di indebitamento, superiore a 3 miliardi, azzereremmo subito il debito e ci resterebbero soldi da spendere. Invece, agendo come abbiamo fatto, abbiamo consentito ai toscani di risparmiare decine di milioni l’anno di interessi sul costo del denaro (oggi la Toscana spende circa 42 milioni l’anno di interessi su mutui)».
Sentendo lei, sembra che la Corte dei conti non abbia motivo di criticare la finanza toscana.
«Ci sono anche in Toscana elementi di criticità, legati alle criticità del paese».
Infatti la magistratura contabile vi contesta un’eccessiva lentezza nei pagamenti. «La Regione in cassa ha 600 milioni e potrebbe liquidare i creditori entro 60 giorni. Non può farlo per i blocchi imposti dal patto di stabilità. Se anche il resto delle Regioni fosse come la Toscana, l’Italia assomiglierebbe molto alla Germania».
Austera?
«Virtuosa. Infatti noi approviamo sempre il bilancio di previsione entro il 31 dicembre. Poi facciamo aggiustamenti in corsa, perché lo Stato ci comunica tagli e trasferimenti solo a giugno. Noi, però, vogliamo insistiamo con i nostri tempi. Anzi ho dato mandato al direttore generale di scrivere una lettera a tutti gli enti partecipati per adeguarsi dal 2016: prenderò provvedimenti nei confronti di chi non approverà il preventivo entro dicembre».
Risolverà le difficoltà delle partecipate?
«Programmare migliora».
Per fiere e terme ci vuole di più.
«Il processo di privatizzazione delle terme è fallito, ma rinunciare alle società per tre cittadine - Montecatini, Casciana e Chianciano - non significa solo perdere centinaia di posti di lavoro: significa smarrire la propria identità. Non lo possiamo accettare».

Anonimo ha detto...

Dal profilo FB di Damiano Rocchi

Questa notte è stato divelto e rubato posacenere appena installato in Via Dante. E poi si parla di senso civico...

La mamma degli imbecilli è sempre incinta !!!

Er Pompa

canguasto ha detto...

Come dicevo l'idea di popolare le vetrine con realtà virtuale (ologrammi) la suggerisce quest'episodio:
La manifestazione con gli ologrammi a Madrid
Gli organizzatori sostengono che sia la prima di questo tipo nel mondo: si è tenuta di fronte al Parlamento spagnolo, contro la cosiddetta "legge bavaglio"


http://goo.gl/4FWzQi

Anonimo ha detto...

Ma di questa Tari iniqua per la maggior parte dei cittadini e pro solo per pochi altri non ne da spiegazione nessuuno? Opposizione esisti o servi solo per le merende? Certo questi sono giorni pieni di impegni per tutti voi, c'avete da ritrovarvi tutte le sere a fa casino ai fucoli.

Anonimo ha detto...

Ma ivece di scrivere tra amici su fb perchè non parlate pubblicamente delle tasse spropositate che avete messo e degli aiutini che continuate a dare a chi vi ruota intorno?

Anonimo ha detto...

Donzelli (Fdi – An) va all’attacco: “Fidi da chiudere subito, basta coi finanziamenti agli amici del Pd”“Dopo l’ammonimento di Bankitalia ora su Fidi Toscana interviene anche la Corte dei Conti. Nonostante ciò la Regione Toscana e il governatore e Enrico Rossi si ostinano a tenere aperta la finanziaria della Regione come balocchino per gli amici degli amici del Partito democratico, tutto mentre ci sono piccoli e medi imprenditori onesti che falliscono o che fanno sacrifici per portare aventi le loro aziende.

Fidi Toscana deve essere chiusa immediatamente”. Così il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Giovanni Donzelli commenta la relazione della Magistratura contabile sulla gestione contabile della Regione Toscana e la reazione del governatore Rossi.

“Abbiamo più volte sottolineato le incongruità e le disparità nell’utilizzo di Fidi Toscana – sottolinea – a partire dal clamoroso caso dei debiti della famiglia Renzi ripagati con i soldi della Regione e mai restituiti alle casse pubbliche.

Oggi la Corte dei Conti rileva degli ammanchi nelle casse e questo è certamente uno dei motivi, oltre che un caso emblematico: la Regione non chiude la finanziaria perché serve come leva per fare i soliti favori ai soliti noti.

E’ una vergogna che queste manovre ricadano sulle casse pubbliche, finanziate coi soldi dei cittadini – conclude Donzelli – noi non ci rassegniamo e vogliamo che si faccia chiarezza su queste azioni e che a pagare siano i responsabili delle scelte politiche e non i toscani che pagano onestamente le tasse”.

Anonimo ha detto...

RISOLVIAMO il "Reale Problema" dei Posters all'Ing. Damiano Rocchi PLURI Assessore, Emerito Sindaco, Pluri Delegato alle varie esigenze della Giunta, Pluri Coordinatore del PD, M5Stelle e Il Coraggio delle proprie idee. A) ZONA PIAZZA ITALIA: dopo i fiori ora Posters ed porta ceneri. B) Ordinato un Poster gigantesco in sostituzione dell'attuale da collocare presso la Topaia dell'Ex Sip-Telecom, accanto al Parco Avventura. C) Posters vari, sparsi a coprire il vergognoso edificio dell’albergo Continentale. D) Posters multiuso da gestire per ex Cinema Garden.o eventuale Teatro Polivalente. E) Consegnati vari Posters da collocare a retro dei vari negozi chiusi ed inagibili, del Condominio di Piazza Italia. F) Poster veneziano per addobbi Albergo San Marco. G) Posters per abbellire zona centrale e commerciale ex Ramella Votta tra Melton e Albergo San Marco. H) ZONA TERMALE salita per “Le Piane”: A) Posters natura morta vari alberghi Ex Majestic, Ex H. Bagni, Ex H.Marconi. B) Poster raffigurante Decadentismo Edificio sopra “Barbiere”. C) Posters Termali da porre in ogni negozio adiacente allo Stabilimento Sillene. ZONA INGRESSO RINASCENTE: a seguito delle varie richieste di ristrutturazione degli alberghi posti in Via Alfieri, Verdi, Pascoli, e zona Concetto Marchesi sarà posto all’Odg per il prossimo Piano Strutturale la relazione programmatica del Presidente dell’Associazione Albergatori Dott. Daniele Barbetti. Si informa che per i pagamenti dei Posters sopra elencati, seguirà FATTURA a 3,6,9 mesi anno 2016 (a seguito delle riscossioni della tassa di soggiorno). Fiduciario Dott. Francesco D’Amico (amico di tutte le Amministrazioni ieri, oggi e domani).
Sperando di essere stati di aiuto
Il Comitato Promotore Posters Chiancianesi in collaborazione con i firmatari del Progetto Tari/Tasi/Imu/Ici

Anonimo ha detto...

Valerio, sarebbe possibile mettere i mi piace ai commenti?

Anonimo ha detto...

Per anonimo
23 luglio 2015 22:01

Sieeee !!! e che è feisbucche ???

Valbucche !!!!

Anonimo ha detto...

Invece ora si inizia a ragiona' con la Tari. Finalmente qualcuno s'e' accorto che la tassa era quasi tutta sulle spalle degli albergatori!! I costi continuano ad esse alti anche troppo, ma almeno ora è più equa. E prima di chiacchiera' guardiamo quanto pagano negli altri comuni e ci accorgiamo che c'è ancora chi paga più di noi.

valtubo ha detto...

Anonimo 23 luglio 2015 22:01, usiamo un nick se possibile, ho controllato le impostazioni e non esiste la funzione "mi piace" nel blog.

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

Per anonimo della 23.55 la tari dovrebbe essere pagata per quanto si produce.
Purtroppo siamo in italia e si paga con altro criterio.
Ma secondo te un albergo di 40/50 camere produce quanto una famiglia di 3 persone????
Per un solo mese di pieno produce spazzatura per 90*30=2700
In 1 solo mese produce 3 volte di più di una famiglia in un intero anno!!!!
Il passaggio del costo sui cittadini è ingiustificato!

Anonimo ha detto...

RINFRESCATE LE STRISCE BIANCHE
Ad un anno e mezzo dal mandato amministrativo della Lista Marchetti constatiamo un netto miglioramento della viabilità e della sicurezza stradale. Oltre le varie "multe preventive" per la sicurezza in Viale delle Terme, rileviamo una maggiore “visibilà” lungo il manto stradale della nostra cittadina, atte alla sicurezza e viabilità dei molti turisti che frequenteranno la nostra cittadina in agosto e settembre. Questo è il primo radicale segnale di cambiamento, seguiranno poi i vari posters per denotare una maggiore "visibilità di decadenza" dei nostri esercizi commerciali.
Tutto il percorso stradale sarà allietato dal nuovo trenino che percorrerà le nostre vie cittadine.

Anonimo ha detto...

Per l'anonimo delle 10:13 i conti che fai mi sembrano fatti a "membro di segugio" non dal punto della matematica ma proprio è dall'inizio del discorso che ci sono cose che non vanno....

pretorius ha detto...

il settore spazzatura come altri va liberalizzato, le cifre aumentano per mantenere i soliti del pd.
i privati devono gestire il settore con bandi di gara come avviene o dovrebbe avvenire per altri ambiti!

Anonimo ha detto...

Tornando alla TARi:
Famiglia 2 persone mq 90 anno 2015 intero anno

Chianciano euro 311
Chiusi euro 181
Montepulciano 245
Sarteano 259

Secondo voi le famiglie sono quelle che pagano di meno?
Marchetti studiati o fatti insegnare la gestione dei rifiuti dagli altri comuni.

Anonimo ha detto...

Oltre ad aver rinfrescato le strisce, in alcuni casi neppure quello, di alcune linee pedonali sono state fatte solo le prime ad ambo i lati, vogliamo dire qualcosa sulle buche? Loro diranno anche che non hanno i soldi, ma le tasse le hanno aumentate, dicono ai vigili di fare più multe, a chi gli fa comodo danno i contributi. Ma per tutti gli altri secondo loro chi ci deve pensare. L'idea di un unico Comune con Chiusi o Montepulciano non era male, solo che a noi chi ci piglia.

Anonimo ha detto...

Se gli alberghi non riescono a pagare le tasse, chiudono .eacapo. Come purtroppo sono costretti a fare decine di commercianti, artigiani e professionisti. Ci sono alberghi che non hanno mai pagato neanche la prima ICI eppure ancora sono aperti e possono far concorrenza sleale contro quelli più onesti. Si fa come per qualsiasi altro ente o società che sia debitrice verso un'altra che le fornisce un qualsiasi servizio, passa la prima, passa la seconda, ma non c'è la terza, si riducono i servizi al minimo e poi si va per vie legali e alla fine si vende, ma visto che probalminte nessuno comprerà, il Comune in questo caso diventa proprietario e dove è giusto poter gestire lo si fa, dove non ne vale la pena si demolisce, sai a quel punto quanto verde in più ci si ritrova.

Anonimo ha detto...

Il Comune unico con Chiusi è la sola soluzione per salvare capra e cavoli un comune più grande con maggiori possibilità di collegamento ferroviario, servizio urbano chiusi-chianciano, possibile sforamento del patto di stabilità, maggiori contributi dallo stato, risparmi amministrativi e maggiori risorse. Ha ragione quello che dice a noi chi ci piglia ma forse i vantaggi ci sarebbero per entrambi i comuni. Spero che se ne possa discutere SERIAMENTE perchè potrebbe essere davvero una buona occasione di ristrutturazione positiva del territorio.
Al momento è l'unica vera iniziativa che porterebbe vantaggi.

Anonimo ha detto...

Finalmente qualcuno ha impostato una discussione seria.
bravo anonimo delle 16.12

Anonimo ha detto...

E' vero chi non paga chiuda. Chiusa una porta si apre un portone e più che altro si comincia a vedere un pò di giustizia. Finiamola con questi sciacalli che vivono alle spalle degli altri, anche se forse loro si sentono più volpi fino a che qualcuno glielo permette.

Anonimo ha detto...

L'Amministrazione deve pensare a tutti non solo ai pochi che gli sono vicini e non può riversare, in questo caso vessare i più che hanno sia il senso civico, che quello dello stato,si ma che sia giusto e forse ancora per poco, però, il senso di patria. Anche se qui ormai hai più diritti se sei immigrato, profugo, straniero ed anche clandestino. L'importante che non dichiari di essere italiano.

Anonimo ha detto...

Secondo la teoria di come hanno rifatto i conti per la Tari, visto che un pochi non la pagavano è stata aumentata a gli altri. Come ha già detto un altro se nel paese restano in due a pagare, che fanno se la dividono tra loro?

Anonimo ha detto...

Forse il comune unico ce lo farebbero anche fare ma nella squadra di governo ai nostri non li tengono nemmeno come riserve. Forse ma giusto forse li tengono come raccatta palle.

Anonimo ha detto...

Risposta per anonimo del 24 luglio 2015 ore 15:29:

Sarebbe già buono se fosse come dici tu, io con abitazione 75 mq, 3 persone mi sono beccato 300 euro come acconto...non tutto l'anno!

Anonimo ha detto...

Complimenti per la festa ai Fucoli, la musica non è un granchè ma da quelli della selvaggina in tavola si mangia veramente bene, da favola. Bravi, bravi.
Peccato che gli volete dare per forza un'appartenenza politica.
Poteva essere l'occasione per farla diventare la festa di tutti i chiancianesi.
Occasione persa.

Anonimo ha detto...

La festa della musica un evento carino simpatico ma certo non da finanziere con soldi pubblici come é stato fatto. 'evento fà sorridere i chiancianesi a suon di suoni, musica, buon mangiare anzi ottimo mangiare a prezzi giusti, ma pur essendoci tante persone io ho visto solo chiancianesi e gente dalle zone limitrofe, forse ci saranno stati massimo 4/5 clienti turisti...
Se vogliamo differenziarci come destinazione turistica tali eventi si devono organizzare in grande e far arrivare a chianciano migliaia di persone per il Vero Festival della musica, altrimenti diventa solo una "Nuova festa dell'unità" rivisitata e con qualche giovane in piu' con il bicchiere di birra in mano...
ma di certo cosi non risolve e non aiuta il paese e soprattutto NON PUO' E NON DEVE essere finanziata con soldi pubblici...

Anonimo ha detto...

Un'aministrazione seria e competente avrebbe dato dei chiarimenti già da un pezzo sia sulla tari che sulle altre scelte di nomine ed incarichi a dir poco repentine e dubbie. Solo che questo governo con il partito unico gli permette di fare tutto il cattivo tempo che vogliono. Peggio di sempre ora non amministrano tutti insieme.

Anonimo ha detto...

Vero a Fucoli si è mangiato benissimo da leccarsi i baffi anche se non ce l'ho!

Anonimo ha detto...

Che dire di 60 mq. scarsi e due persone per € 162 come acconto e se tanto mi da tanto ci vorranno altrettanti per saldare il conto. In più si deve fare un km con la spazzatura in macchina. Avete toppato e siete così pavidi che non replicate neppure. La colpa è anche la mia che ci avevo creduto. Siete la più grossa delusione dell'anno insieme alle squadre milanesi che non sono pervenute.
Però voi venite primi. Qui ci vuole una squadra intera di commissari.

Anonimo ha detto...

Strano che con la smania di protagonismo che hanno alcuni della giunta e loro amici e congiunti nelle vetrine spot non ci mettono la loro fotografia. Può essere un suggerimento, più visibilità di questa.

Anonimo ha detto...

Bella location e ottima cena alla festa della musica. Complimenti. La musica è un pò scarsina e tanto rumore per nulla, ma tutto nonn si può avere. L'importante per noi era mangiare bene.

Anonimo ha detto...

A proposito dei poster da mettere nei negozi ecc.
Trovo inopportuno che il comune finanzi una cosa del genere.
Normalmente il comune dovrebbe obbligare i prorpietari a tenere in ordine il negozio, anche se vuoto, esattamente come accade per i terreni incolti lungo le strade, il proprietario deve comunque falciare l'erba e tenere in maniera decente il terreno.
Ma siamo alle solite si ragiona al contrario, se il proprietario non si cura delle sue proprietà ci pensa il comune tanto ci pensano i cittadini. Come per la TARI.
Il sindaco faccia un'ordinanza per il pubblico decoro e faccia tenere in ordine, oltre ai vari cantieri alla rinascente ecc. obblighi anche i proprietari di negozi sfitti a curarne l'aspetto esterno.

Stefano ha detto...

La festa della musica è ben organizzata e si vede che sono tutti molto volenterosi, concordo con l'anonimo delle 18:33, poteva essere la festa di tutti i Chiancianesi e invece è organizzata da due associazioni schieratissime a sinistra...da un collettivo (quindi COMUNISTI) e dall'arci caccia (quindi COMUNISTI).

Anonimo ha detto...

CHE FINE HA FATTO LA PRO LOCO???
Chi l’ha visti???? Cosa ne Pensano della Tari??? Domanda rivolta a Presidente Barbini, Paoletti e signora Valori, Loddo, Aurora e Luciano Corona, Lombardelli, Ludovico Perroni, Palazzi, Maria Nicolini (la zia Maria), Antonio Marchetti (lo zio), Soili Tarquini, Michela La Miche Marcomigni
Comitato Promotore Firmatari NO TARI (pagatela voi)

Anonimo ha detto...

La festa della musica finanziata con soldi pubblici, babbo natale soldi pubblici, e poi abbiamo aumento tari per favorire gli alberghi, MA CI VOLEVANO QUESTI ASSOLUTI INCAPACI per "sistemare" chianciano???
Marchetti & C. chiudete tutto e ritiratevi ! siate il peggio del peggio!
Prima di voi si stava male ma ora state portando miseria anche nelle famiglie.
Dopo la distruzione degli alberghi puntate alla distruzione delle famiglie?
Avete ampiamente dimostrato di non saper gestire, di non saper rinnovare, di avete fatto scelte quanto meno discutibili come tacere e non intervenire sul taglio dell'acqua ai fucoli in combutta con la gestione delle terme...
A questo proposito una bella indagine della procura per possibile danno erariale non la si fa???
Speriamo che un PM si SVEGLI!
L'opposizione è connivente?????

Anonimo ha detto...

E' giusto criticare e brontolare anzi è giustissimo essere incazzatissimi con questo gruppetto di amministratori e come si diceva una volta di nani e ballerine. Solo che questi più si criticano e ci vedono incazzati e più ci godono. Hanno dimostrato che del paese poco gli importa figurarsi dei cittadini se non intesi come bischerotti da mungere fino all'ultima stilla di sangue,in questo caso euro.

Anonimo ha detto...

Poteva essere la festa di tutto il paese senza connotazioni politiche ne di altro genere. Tutti chiancianesi volontari e partecepi per dimostrare anche ai paesi vicini, che quando si vuole siamo capaci di far quadrato e di saperci fare.
In tutti gli altri posti hanno sagre o feste organizzate da tutti e senza appartenenza se non quella fiera al proprio paese. Ai fucoli adesso anche la proloro ci metterà il cappello come se fosse un loro evento. Il comune ha sbagliato in maniera assoluta a farsi sponsor ed a dare un contributo ad una festa praticamente privata e con grossa connotazione politica.
Mica si vorrà dire che il Bravio a M.Pulciano è di dx o di dx, che la Giostra del Saracino a Sarteano o anche ad Arezzo sono di dx o di sx, o che lo siano tutte le altre nei dintorni, compresa quella della granocchia.
A Chianciano siamo riusciti a rifare una grande festa dell'unità pagata anche da chi all'unità intesa come festa o giornale viene l'orticaria solo a sentirla. Tra l'altro tale festa non la fa più nemmeno il PD stesso. Noi si, siamo sempre più avanti, in effetti doveva cambiare vento, ma a sventolare è sempre la stessa bandiera.
Complimenti per il mangiare, ottimo.

mazzetti-stefano ha detto...

anche se spesso anche io mi interrogo ( e rimango perplesso.......)su cosa viene finanziato dalle amministrazioni......nel caso di babbo natale e festa musica(non so cosa altro) credo si tratti di soldi della tassa soggiorno, quella per cui ci obbligano a essere sceriffi e perdere un infinità di tempo non retribuito,per incassarla,comunicarla,etc........,ma tolto lo sfogo, credo che il problema non è se hanno finanziato babboemusica........MA CHE NON ABBIANO ALTRE COSE DA FINANZIARE....., nel senso che, siccome ha una specifica destinazione di spesa(promozione turismo), è l'assenza di potenziali richiedenti che la fanno rimanere giacente non spesa il problema, non 2 eventi che se anche non apprezzati da tutti, erano sulla carta in regola per ottenere "aiuti", certo che dopo l'annullamento del finanziamento a chianciasi appena insediata, motivandola che siccome consorzio non rappresentava tutti e non poteva essere finanziata con i soldi di quella tassa specifica (io ho condiviso), qualunque concessione sia rispettosa dei fini per i quali puo essere concessa, ma sicuramente si, altrimenti in troppi si arrabbierebbero giustamente, cmq, ripeto, secondo me il problema è che altri non la spendono(dopo che gli è stata concessa), non chi ne ha speso piccolissima parte(e se ragiono a 360 g, ...."meritevolmente ").
-tari.....boooh, io non capisco perchè vi fate il sangue amaro?????????, succede perchè la pensate una tassa......è SUFFICIENTE CHE LA RITENIATE COSA E DAVVERO, "UN ESTORSIONE",la rabbia magari rimane ma almeno ci sarebbero denunce e appoggio a chi lotta per vedere chiaro su questo MEGAINTRALLAZZO di seisededitrombatipoliticidisinistradanoistrapagatipernonfareuncazzoefaremaleanchequello.......
-festa musica e selvaggina.......RIBRAVI..... tutti, e di qualunque colore siano, per quanto se ne conosce bene l'indirizzo politico, mi sembra che tantissimi volontari e supporter vari siano trasversali, eppure appoggiano, quando le cose sono fatte bene.....le idee politiche di parte di chi le organizza, NON SIGNIFICANO NIENTE (almeno secondo me), poi vero che non smuovono "turisti", che farebbero comodo anche a me, ma, almeno io, non mi lamento che collettivo e selvaggina non lo fanno, a loro dico grazie per quello che fanno, e mi lamento con me stesso e altri colleghi, PERCHE MI SEMBRA CHE NOI NON SIAMO IN GRADO DI FARE ALTRETTANTO E + SPECIFICO PER ATTRARRE TURISTI..........ma che centrano loro se i turisti non ci sono????? o almeno io la penso cosi, e fregandomene anche di perdere incassi , ritenendole belle cose, ci mando anche miei clienti a visitare e mangiare .....perche se anche qualcuno li accomuna a "festa unità"....conoscendoli so bene che non è cosi....gli incassi li spendono per l'organizzazione, come dovrebbero fare tutte le associazioni no profit,......non fanno "cassa per il partito", magari ce ne fossero di + di capaci e volenterosi in grado di organizzare cose del genere, SEMPRE SECONDO ME E QUEL NULLA CHE VALGONO LE MIE IDEE.

Anonimo ha detto...

Dal blog dei Chiancianesi “Valtubo”
BRAVI TUTTI – Massimo Altaluce
Passiamo dai commenti sui Posters alla Tari, ora il tema principale sono le Feste. Ogni Festa se ben organizzata è bella, si mangia bene ed ha un grande successo. Tutti i paesi limitrofi ed anche Chianciano Terme ha le sue tradizioni, tante Associazioni Culturali che promuovono varie manifestazioni. A tutti quanti vada il nostro apprezzamento, molto bravi, tanti volontari capaci e preparati, senza colore politico. Però pensiamo a manifestazioni più importanti, pìù grandi e di prestigio. Anche se provocherò delle discussioni - non certo di parte - ritengo che Chianciano Terme possa essere rappresentata da una sola Festa popolare e culturale, quella di San Giovanni Battista il nostro Patrono. E allora perché non pensare ad una grande manifestazione in tutta la Città, dal Centro Storico a Via di Vittorio, da Piazza Italia alla Rinascente. Ripensiamo ai Quartieri. Una grande manifestazione per far conoscere la nostra cultura, parlando di sport di gastronomia, di termalismo ed altro. Comune, Terme, Associazione Albergatori, Commercianti TUTTI UNITI. Facciamo troppe manifestazioni apprezzabili ma poco producenti. NON SERVONO A NIENTE. Concentriamo nei mesi solo EVENTI importanti, ricerchiamo più la QUALITA’. Non curiamo solo il nostro piccolo orticello. NON CI VUOLE TANTO, persone giuste nei posti giusti e si riparte. Rivediamo se dagli “errori” si ricostruisce e si ricompatta questa nostra città. Si può fare. Si deve fare. HO LANCIATO UN’IDEA? FORSE - PROVIAMOCI.
Massimo

Anonimo ha detto...

Dovemo lavora' dovete lavora'annate tutti a lavora'........

Anonimo ha detto...

Lodevole iniziativa Massimo, potrebbe essere un inizio.
A patto che, tutti gli attuali capi e capetti, amministratori e presidenti vari, facciano un passo indietro. "Non curiamo solo il nostro piccolo orticello. NON CI VUOLE TANTO, persone giuste nei posti giusti e si riparte".
Ecco Massimo, persone giuste e capaci. Un passo indietro lo dovrebbe fare in particolare l'attuale giunta, sicuramente volenterosa, più che altro di mettersi in mostra e comunque non capace di cambiare rotta, tant'è cha ha affidato incarichi a persone troppo vicine ma che soprattutto hanno già fatto qualcosa per Chianciano. Grazie, se ne poteva fare a meno.
Se veramente deve cambiare il vento, se veramente tutti si devono impegnare per il Paese, ci vuole una bufera, una bella tromba d'aria che ci ripulisca in maniera definitiva da politici e politicanti.
Ci vorrà del tempo, ma solo così Chianciano ritorna ai chiancianesi.

Un albergatore ha detto...

Sulla TaRi se vi domandate perché il PD sta' zitto capirete anche perché quella della giunta Marchetti è stata una scelta doverosa e giusta. Meditate gente meditate.

Anonimo ha detto...


Per anonimo
26 luglio 2015 12:02

....è proprio questa la disgrazia " Chianciano ritorna ai chiancianesi "
se non l'hai capito il cancro di Chianciano sono proprio i chiancianesi stessi , il loro sentirsi superiori , la loro infinita polemica distruttiva su tutto e su tutti il loro modo di vedere sempre le cose con il paraocchi e non avere la lungimiranza di vedere le cose con obiettività .
A Chianciano siete messi male ma in fondo ve la siete cercata .

Er Curreggia
( tornato dal Brasile )

Anonimo ha detto...

Il pd sta zitto perchè è sempre al governo. Quello che non hanno avuto il coraggio di fare come giunte di sinistra lo fanno fare a questi che si sono camuffati da persone di centro destra, almeno alcuni. La realtà è che sono sempre gli stessi sinistri, anche peggio. Sulla Tari hanno comunque fatto una grande cavolata .capo!
No puntoeacapo.

Anonimo ha detto...

er curreggia
solo dal nome si rintraccia da dove possono venire le tue affermazioni.
Si sperava che in Brasile ti si aprissero anche le idee, invece...

Anonimo ha detto...

Chianciano deve ritornare il paese di una volta dove ci venivano apposta a villeggiare non tanto per l'acqua. Ma dove si mangiava bene, si dormiva bene, ma soprattutto si tr....va bene!

cane di betto

Anonimo ha detto...

Per anonimo
26 luglio 2015 15:52

le mie affermazione arrivano dallo stesso posto da dove arrivano la maggior parte di quelle scritte qui nel blog...fai un po te !!!!

Er Curreggia

Anonimo ha detto...

Hai confermato che le idee ti sono rimaste le stesse.
Speriamo per te anche anche il resto. O forse no.
Bentornato.

Anonimo ha detto...

Avete visto che opera d'arte hanno lasciato per la macerina? Ieri sera qualche bracalone ha digerito poco la cena.....una bella spagliata in mezzo alla passeggiata della macerina era proprio quello che ci voleva!!! Ci sarà un poster anche x coprire quello schifo?

Anonimo ha detto...

Ma il trenino è deragliato o c'è stato un assalto degli indiani?
Gli manca un vagone. Certo che i due passeggeri fissi fanno giusto ridere.

Anonimo ha detto...

Se alla Festa della Musica la musica è scarsa, inizia tardi, l'hangar dove vengono fatti i concerti con una delle acustiche peggiori del globo non si riempie, ma i tavoli sono al completo e tutti parlano delle cene, c'è qualcosa che non torna.

MAZZETTI STEFANO ha detto...

Massimo Altaluce- nella sostanza hai ragione.....ma la vedo difficile, ogni associazione, ente, etc, ha i suoi interessi specifici, l'unico denominatore comune è appunto il comune di appartenenza, e mentre piccole cose gestite dalle associazioni e volontari hanno fini ricreativi ed alcuni culturali, principalmente per locali e poco +, contribuiscono in parte nella misura in cui se necessitano acquisti questi vengano fatti in Chianciano, quindi alcuni commercianti, ma per il tessuto turistico poco e niente attrattivo e spendibile in pubblicità finalizzata ad attrarre prenotazioni.
-caro massimo, non ci potrà mai essere una volontà condivisa, fino a che tutti gli interessati giocheranno con le stesse carte, prima di chiede o proporre di fare qualcosa tutti insieme, devi IMPORRE, che tutte le strutture ricettive e ristorative siano rispettose di prezzi minimi e servizi garantiti in base al loro livello.......senza questo,non ci può essere unione,rispetto le singole scelte di chiunque, a patto che non ledano me, e siccome i prezzi pazzi, ledono tutto Chianciano, ledono anche me, e questo succede senza che l'amministrazione faccia QUELLO CHE PUò PER LIMITARE SE NON ELIMINARE IL PROBLEMA, e la stessa proloco, fatta per fare il contrario di prima, nell'occasione di babbo natale , meritevole ed eccellente come evento, ha pubblicizzato incaming di colleghi ai quali venivano dati 2 spiccioli non sufficienti a coprire spese, ed ho visto il logo del nostro comune in bella mostra a rappresentarli ---ora, siccome se anche non responsabile l'amministrazione dei prezzi che fanno le strutture, visto che se ne fregano le loro associazioni(si vede che a qualcuno fa pro), l'amministrazione avrebbe il potere per intervenire, certo non sui prezzi, ma incisivamente collegato su altre cose...tasse, taglio servizi di fronte a non pagamenti, e non farli essere presenti nelle varie iniziative......in passato era perchè tutti avevano il loro tornaconto il motivo per cui non c'era unione, ORA è PERCHE DI FRONTE A PALESI INIQUITà E INGIUSTIZIE, CHI ANCHE PROPOSITIVO E PROPENSO A FARE,FA I CAZZI SUOI ALLA GRANDE, SIAMO GIA BECCHI CORNUTI E BASTONATI...E SE PER "PUBBLICIZZARE CHIANCIANO" BISOGNA PUBBLICIZZARE ANCHE CHI LO STA DISTRUGGENDO, SENZA CHE NESSUNO CHE PUO, FACCIA QUALCOSA PER IMPEDIRLO,CAPISCI bene che la voglia di essere collaborativi per forza viene meno....come puo essere il contrario???? sarebbe masochismo.

Anonimo ha detto...

che ci propone di buono la proloco per ferragosto? Immagino qualcosa di bello ed importante, lo spero

Anonimo ha detto...

Per far si, che ci sia un coordimanto e delle manifestazioni degne di questo nome e che facciano anche promozione a Chianciano, bisogna avere un organismo che per l'appunto coordini e metta insieme tutte le risorse. A questo proposito la costituzione della pro-loco era quanto di meglio, almeno sulla carta si potesse fare.Ma perche' la pro-loco stessa abbia la forza e l'autorevolezza per fare tutto cio', bisogna che coinvolga al suo interno le altre associazioni e organismi. Sembra riduttivo che venga formato un consiglio cosi' come e' adesso, forse era il caso di chiamare nel direttivo tutti i presidenti di tutte le altre associazioni, o loro delegati. In ogni caso coinvolgere di piu'gli operatori e comunque fare eventi che portino a tutti dei risultati.Forse siamo ancora in tempo per una svolta.......
KEATON

Anonimo ha detto...

Non sono i singoli eventi a portare su chianciano e l'economia di chianciano. poi se le scarse risorse si sprecano in elargizioni di contributi per le feste paesane non andiamo da nessuna parte. capisco i patrocinio per queste iniziative (private) ma da qui a sprecare i soldi della tassa di soggiorno ce ne corre.
i 40/50.000 euro gettati potevano essere davvero usati per promuovere e migliorare chianciano!

Anonimo ha detto...

Pretendere che nella proloco confluissero i presidenti delle altre associazioni sarebbe stata cosa buona e giusta, appunto, nella proloco, ma chiederlo alla proloro è una vera eresia. Come avrebbero potuto fare e disfare a loro piacimento e far dirigere a chi volevano solo loro i vari eventi.
Vi ricordate come è stata fondata? Con quattro apericena tra di loro.
Si, Sig. Keaton, saremmo anche in tempo per una svolta, a patto che molti se non tutti, dei nuovi, ma comunque vecchi, presidenti, direttori, ecc... facessero un bel passo indietro. Allora si, comincerrebbe a cambiare verso.
Amen

Anonimo ha detto...

Domanda al consigliere delegato Fabio Nardi, mi sai dire dove hai messo il terzo vagone del trenino? Mi sai dire che fine hanno fatto i colori del semaforo alla Fiat? Forse visto che sei di destra li hai messi tutti color nero? Mi sai dire che fa la Polizia Municipalizzata alle curve del cimitero controlla la velocità o progetta una rotatoria.

Anonimo ha detto...

Perchè non chiedete spiegazioni sull'hangar dei Fucoli a qualcuno che lo ha fortemente voluto li, (chissà perchè?). Rovinando uno dei parchi più belli del circondario con un panorama eccezionale.
Ma non c'erano un pò di euro per farci dei lavori di adeguamento? Perchè invece di adeguarlo, tanto resterebbe sempre inadeguato, non li spendono per buttarlo giù? Possono anche trovarne un pò rinunciando ad elargire contributi a destra e a manca, a dire il vero solo a manca.
Non sarebbe la prima volta che sono costretti a ritornare su decisioni a dir poco scellerate per il Paese, lo hanno fatto con il parcheggio del Cantinone, lo hanno fatto in parte con la comunque discutibile risistemazione di Piazza Italia, guardacaso voluta dalle stesse persone del pala mps e costretti a farlo proprio chi lo plaudiva alle plurime inaugurazioni.
Però queste persone sono sempre li e continuano a dirigere l'orechestra a vario titolo, chi all'interno della giunta e chi con incarichi plurimi. Forse è su questo che dovreste meditare compagnucci.

Anonimo ha detto...

Se devono proporre cose come nel mese di Luglio forse è meglio se restano ancora al mare o in momtagna. Fare tanto per bastafa non serve a niente. Dovevano fin da subito coinvolgere tutti, almeno tutti quelli che lo volevano e potevano portare esperienza e contribuire con il loro volontariato. Ma so bravi solo loro.
Che pedalino.
Qui servono eventi e manifestazioni che attirino turisti e persone in più oltre a quelli del posto o comunque dei paesi vicini. L'idea di una festa che coinvolga tutto il paese e senza connotazione politica, è buona.
Mai chiancianesi riusciranno mai a collaborare tra loro?
O staranno sempre li come il cane che guarda l'aglio.
Ai poster l'ardua sentenza.

Anonimo ha detto...

Caro Keaton ciò che dici lo ho risentito.......
Giovanni Fanti

Anonimo ha detto...

Stefano, al di là della buona riuscita dei vari eventi o manifestazioni, alcuni, ti rendi conto anche te che qualcosa non ha funzionato nella fondazione della
properqualcuno e nel metodo di contribuzioni da parte del Comune e più che mai che all'interno di queste manifestazizioni siano inseriti solo alcune persone o aziende.

Anonimo ha detto...

Perchè non rifate solo selvaggina in tavola per due, tre giorni anche ad Agosto?
Qualche turista dovrebbe esserci, perchè non dargli quest'occasione? Tanto la musica non serve, almeno quella di questi giorni, se non era per il mangiare la gente era pochina, a quel punto si può approfittare del tendone da circo, in questo caso può tornare utile. Bravi complimenti a tutto lo staff. Ottima cucina e ottimo servizio.

mazzetti-stefano ha detto...

26 luglio 2015 23:40----- anche io lo penso che c'è necessita di promozione, ma chi la fa?????chi sarebbe il preposto, e come mai non lo fa e non l'ha fatto???, la poca promozione è solo quella singola di un consorzio, e singoli privati,..........o pensi che "strada del vino nobile" al quale mi sembra sia stata affidata e dirottati i fondi ,.....sia interessato a "vendere Chianciano".....quindi per me, il problema è si che siano stati finanziati eventi che non attraggono turismo con fondi specifici per quel utilizzo, ma solo perchè sono avanzati e giacenti perchè cose + specifiche NON LE FA NESSUNO.

Anonimo ha detto...

In effetti gli eventi finanziati no attraggono turismo vero e proprio ma solo le persone di chianciano e zone limitrofe. Questi eventi "fatti in casa", per carità, vanno anche bene ma non finanziati con enormi risorse pubbliche che dovrebbero essere spese per migliorare l'immagine di chianciano sia a livello urbanistico sia a livello di accoglienza!
Ben inteso che quando parlo di accoglienza non mi riferisco agli alberghi (che la loro parte la devono fare da se) ma ai servizi per il turista, sarebbe interessante una programmazione luglio-agosto-settmbre con eventi teatrali nei parchi, cinema sotto le stelle, qualche cabaret da zelig o made in sud, concerti di artisti come Finardi, Mannoia, ecc.. una programmazione che vada oltre i soliti figli del pd!
Se adeguatamente pubblicizzata da attirare i turisti che inevitabilmente affollano i comuni vicini come pienza, montepulciano, ecc...
Con gli oltre 200.000 euro della tassa di soggiorno si potrebbe organizzare davvero delle belle stagioni!!!!
Basterebbe affidarsi (con gara!!!!!!!) ad un promoter professionale a non ai soliti proqualcuno senza nè arte nè parte!

mazzetti stefano ha detto...

27 luglio 2015 09:20-
-se ti riferisci a me????.......io e Fanti fummo i primi ad esprimere perplessità sul blog in merito a come si è autocostituita proloco autoeleggendosi a rappresentante di tutti senza che i tutti lo sapessero.....e purtroppo pur essendo gli autoeletti tutti impegnatissimi e ci dedicano tanto tempo e risorse,sicuramente attivi , ma non mi sembra che abbiano tutti dalla loro parte in aiuto o facendosi da loro coordinare, proprio perchè non se ne sentono rappresentati....E PERO VERO CHE E NA VITA CHE SI DICEVA PROLOCO......E MI SEMBRA CHE PRIMA NESSUNO MAI LA AVEVA FATTA......critico il come è andata, ma onestamente so anche quanto è difficile fare...e intanto loro l'hanno fatta, se riusciranno a coinvolgere sarà a pro di tutti.....altrimenti sarà l'estensione del comitato eventi di peac, associazione privata loro e loro la utilizzeranno come vogliono, d'altra parte è un associazione privata, non pubblica, quindi se vero che fanno "proloro" (IO NON LO CREDO ANCHE SE CRITICO L'AUTOELEZIONE)è solo normale........anche io nel mio piccolo faccio TANTO per promuovere Chianciano...ma lo faccio come mi pare senza chiedere niente a nessuno, sono un privato e a nessuno devo rendere conto, come private sono le associazioni.......CERTO PERò CHE SE SI VUOLE RAPPRESENTARE TUTTI?????????????????NON E PRIVATAMENTE CHE VANNO FATTE LE COSE E PRESE DECISIONI!!!!!!!!!!!!!!!!cmq a me male non lo fanno, quindi buon lavoro!, (patto che non ripubblicizzino strutture a cui viene offerto compensi sottocosto di gestione,se si vuole attrarre persone che spendono per dormire e mangiare come in Thailandia...meglio che pubblicizzino la Thailandia e non Chianciano,che è in italia non in Asia ).

Anonimo ha detto...

Ma lo volete capire che è inutile fare pubblicità a Chianciano!
Puoi far venire i turisti una volta, ma stai tranquillo che una seconda volta non tornano.
Ma li avete visti come sono combinati la maggior parte degli alberghi?
Ci andresti voi?

Anonimo ha detto...

“IMPORRE” come dice il Mazzetti
Hai ragione Stefano, ma l’Amministrazione Comunale ti ha già accontentato. Pensa quanto potrà soddisfarti ancora sino alla fine del suo mandato.
Ha imposto: la prima giunta di destra, gli assessorati di destra, il capo gruppo di destra.
Ha imposto al suo ex consigliere di spostarsi a sinistra insieme all’opposizione di destra.
Ha imposto: la proloco di destra (eccetto qualcuno di Rifondazione Comunista, del M5S e del PD) eletta democraticamente dai cittadini.
Ha imposto ed eletto illustri cittadini che si affacciavano per la prima volta sulla scena politica.ad incarichi di prestigio: Anna Duchini, Francesco D’Amico, Torrusio. Ha ricandidato per ben due volte il compagno di destra Massimiliano Galli presidente terme immobiliari.
Ha imposto: la Tassa sulla Tari, la Tassa sul cimitero, la Tassa sui terreni agricoli, la Tassa sui parcheggi, la Tassa sulle sanzioni al codice della strada.
Ha imposta alle opposizioni di abbandonare l’aula per non votare ill bilancio.
Ha imposto: di ripienare le poche buche sul manto stradale cittadino.
Ha imposto di innaffiare i fiori in piazza italia, ha imposto l’obbligo di poster nelle poche vetrine chiuse
Ha imposto l’apertura del parcheggio cantinone al centro storico e la successiva chiusura al traffico in paese.
Ha imposto i parcheggi nuovi alla coop ed a porta rivellini.
Ha imposto alla regione toscana di riproporre la rotatoria gratis.
Ha imposto: di fare foto agli assessori ad ogni manifestazione pubblica
Ha imposto la bicicletta elettrica alla festa del patrono (ad eccezione dei buoi)
Ha imposto di spostare l’acqua fucoli al parco acqua santa e conseguentemente dare in gestione il parco alla proloco confermando quella della combo all’acqua santa.
Ha imposto di tagliare l’erba dei fucoli allo zio Antonio e zia Maria al Paoletti e Loddo.
Ha imposto di far parte della maggioranza di destra dell’unione dei comuni, di votare il sindaco di pienza e il sindaco scaramelli di chiusi.
Ha imposto alla virtus della Nanda and & di eleggere la first la
Ha imposto all’amico dell’ albergo leonardo di superare la quota di oltre 30 clandestini senza problemi.
Ha imposto il finanziamento a varie manifestazioni tipo festa della musica, babbo natale.
Ha imposto di risolvere i problemi della apt turistica consegnando tutto alla clante del mannucci
Ha imposto di indossare la maglietta di .eacapo al meniconi in grecia
Ha imposto, non riuscendoci di sostituire il sugo all’aglione con quello nero di seppia. Ha imposto ai cittadini di chianciano di votare per le regionali il m5s
Ha imposto le dimissioni del segretario del pd stefano “perché rossi” ed ha suggerito stefano neri socialista, ha infine cercato di imporre all’anagrafe di siena di far cambiare il cognome a lorenzo rosso, ma anche qui senza buon esito, e che vogliamo di +
L’Orlando Furioso

Stefano ha detto...

qualcuno sa a cosa servono i locali in viale baccelli che il Comune ha concesso in comodato d'uso alla proloco?
Sono sempre chiusi...

ilfattoquotidiano.it ha detto...

Le 5 cose che un gay deve assolutamente fare alle soglie dei quarant’anni

Gli anni dei gay sono come gli anni dei cani: ognuno ne vale almeno cinque. E allora, checché ne pensino i diretti interessati, arrivati alla soglia dei quarant’anni gli omosessuali sono più vicini all’età di Matusalemme che a quella di Justin Bieber.
E visto che tempus fugit, non c’è nemmeno un minuto da perdere. Ecco le cinque cose che un gay deve assolutamente fare prima dei quarant’anni.

1. Smettere di ballare in discoteca senza maglietta. Anche perché persino il più healty e fit degli omosessuali prima o poi dovrà fare i conti con la legge di gravità, e quelli che erano sodi e vigorosi pettorali sono destinati a diventare tettine cadenti come le stelle nella notte di San Lorenzo. E alla nostra età, come se non bastasse, un refolo di vento potrebbe essere letale.
2. Organizzare una vacanza d’addio a Mykonos, promettendo di fronte a Dio e agli uomini di non tornarci più. Dal quarantesimo compleanno in poi, le ferie vanno fatte a Chianciano Terme, tra suffumigi e fangoterapia, con un tamarindo fresco nel pomeriggio e una cena leggera alle 18.30.
3. Passare dalle droghe sintetiche a sostanze chimiche dedicate. Basta MDMA, ketamina, cocaina e via cantando. Il fisico non ce la fa più. Molto meglio strafarsi di Maalox Plus dopo i pasti, di Multicentrum Select 50+ al mattino e di diuretici la sera. E soprattutto, convincersi che Popper è un grande filosofo e non un intruglio da annusare durante l’amplesso. Il coccolone tra le lenzuola è dietro l’angolo.
4. Passare da Britney Spears a Raoul Casadei. Ok, ok, Toxic l’abbiamo ballata tutti, Single Ladies ci ha fatto impazzire, Hung Up ci ricorda i nostri 30 anni. Ma adesso basta, sul serio. Ciao Ciao Mare è molto più adatta alle nostre attuali capacità fisiche. Il massimo azzardo che possiamo prendere è la Mazurka di periferia, anche se in alcuni passaggi è fin troppo ritmata.
5. Disinstallare tutte le applicazioni di dating dallo smartphone. Non per altro, cari amici quasi quarantenni, ma giusto perché non fa bene alla nostra autostima già traballante leggere risposte del tipo: “No grazie, un padre ce l’ho già!”, oppure “Scusa ma il volontariato nelle case di riposo lo faccio nei weekend”. Dignità, signori. Cominciamo a rimorchiare alla bocciofila o nelle sale bingo. Anche perché, siamo sinceri, i ventenni ormai ci guardano solo se mostriamo il portafoglio.

Anonimo ha detto...

Per Orlando Furioso
Al di là del tuo post ironico, ma veritiero se losi sa leggere.
La parola giusta è IMPOSTO. Si a questa amministrazione in effetti hanno imposto tutto. Ma era del resto tutto quello che già avevano programmato prima di essere eletti. Scambiarsi di posto con chi governava prima con loro che erano la non opposizione.

Anonimo ha detto...

.....altrimenti sarà l'estensione del comitato eventi di peac, associazione privata loro e loro la utilizzeranno come vogliono, d'altra parte è un associazione privata, non pubblica, quindi se vero che fanno "proloro" (IO NON LO CREDO ANCHE SE CRITICO L'AUTOELEZIONE)è solo normale.....

Giusto Stefano. Appunto, sarà ed è solo "l'estensione del comitato eventi di peac"
quindi i contributi ed il patrocinio del comune sembrano un pò inadeguati.
E non è neppure normale che facciano proloro, proprio perchè sono una costola dell'amministrazione dovrebbero essere pro tutti.

Anonimo ha detto...

Ore 14.11
La domanda più corretta è: Qualcuno sa a cosa è servita la Pro Loco???

Anonimo ha detto...

Che dire dell'articolo de "il fatto quotidiano", forse il futuro di chianciano è nel turismo gay???

Anonimo ha detto...

ahahahahh, ma che c*zz ... ops.

Gianluca De Marinis Muoio pagina FB del Gruppo Valtubo per Chianciano ha detto...

niente più problemi di presenze a Chianciano?

osservatore chiancianese ha detto...

Il SE ed il MA,recita un detto Chiancianese è il paradiso dei coglioni.Se s'era detto,se s'era fatto,ma come mai e ... giù giù ancora! Risolto qualcosa? Continuiamo a guardare indietro con vecchi rancori,con rabbie ,sempre con la speranza che qualcuno abbia la capacità di riportare Chianciano al vecchio splendore.Come se il mondo non fosse cambiato,il modo di fare vacanza fosse sempre lo stesso.Guardiamo avanti:se il trend delle presenze è in calo,è stata fatta una previsione di quanto può sopravvivere la nostra stazione termale? Se i negozi non vendono più nulla,basteranno due mesi a dare motivo di insistere con le attività così impostate? Non sarebbe più ragionevole che i proprietari dei negozi pretendessero affitti meno onerosi? Se e' preferibile per loro tenerli chiusi piuttosto che affittarli a prezzi che potrebbero corrispondere alle spese di gestione allora,visto che se ne fregano del decoro di Chianciano, facciamo pagare a loro la Tari più cara e se non la pagano provvedere ad espropri,così doteremo il paese di maggiori aree di verde.Stimoliamo le Terme ad organizzare congressi,meeting,a dotarsi di qualcuno che sappia come si fa marketing,quello vero però,non quello fatto da qualche vespista con caschetto!Stimoliamo gli albergatori a farci sapere quali suggerimenti darebbero per riconsegnare Chianciano al ruolo che gli compete.Ma certamente non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire!!!!

mazzetti-stefano ha detto...

OK NON SO SE SONO ADEGUATI O MENO quelli gia concessi,......ma ditemi "cosa" dovrebbero finanziare?, chi ha chiesto fondi per promozione e per farne cosa??, chi ha progetti in merito?, quali sono i promoter professionisti che operano per e in Chianciano??ci sono?? fanno?? in quali fiere sono andati e a far cosa e con chi??.............c'è una risposta da dare?------

Anonimo ha detto...


IL prossimo evento che organizza la pro-loco a Chianciano sarà il gay pride!

f.to
spalle al muro

Anonimo ha detto...

La frenata nelle mutande ha detto

Per anonimo
27 luglio 2015 17:09

Quel tipo riesce a fare scurregge con la bocca e discori con il deretano !!!
peggio del curreggia

Palabruco ha detto...

Trovo decisamente scorretto che alcuni assessori condividano eventi organizzati da Central Park che è né più né meno un bar gestito da privati.
Posso capire che pubblicizzino gli eventi organizzati dalle varie associazioni (proloco in primis), ma sbilanciarsi a "sponsorizzare" attività private a scapito di altre lo trovo decisamente scorretto.
Compimenti, questa è proprio imparzialità...perché non pubblicizzano anche gli altri 20/30 bar di Chianciano?

Anonimo ha detto...

Questi so li apposta per condividere. Basta fassi vede e che da condividere ci sia quello degli altri. Non certo il loro.
noi siamo voi ma voi restate voi

Anonimo ha detto...

Osservatore, l'idea degli espropri era già stata proposta pochi post fa, in particolare si riferiva agli alberghi, quelli poi, che non pagano anche da anni ma che ancora sono aperti e fanno concorenza sleale agli altri. Senza contare che la tari l'hanno aumentata anche per questo, meno sono quelli che pagano, più si aumenta ai soliti bischeri. Bel principio di equità. Marketing? Parola sconosciuta ai più, se guardi i personaggi che lo dovrebbero fare attualmente, hai già la risposta. Certo che chiunque dell'a.c. non deve essere sponsor di determinate attività commerciali. Ma anche qui la risposta la trovate nella fondazione della proloco. Solo parenti, amici, ed amici stretti di tali amici. Bella trasparenza.
Amen

Anonimo ha detto...

Sicuramente a loro è servita!

mazzetti-stefano ha detto...

propositivi??? ok ecco qui:
-prezzi minini imposti con servizi garantiti
-per essere presenti su pubblicita dove viene menzionato Chianciano, OBBLIGO di essere in regola con tutte le tassazioni imposte
-taglio servizi ai morosi
-obbligo di 'presenza nelle strutture di personale multilingua
-obbligo di citare nei menu, che tipo di prodotti sono utilizzati e dove vengono acquistati
-obbligo di linee internet wi-fi in tutta la struttura, pc e stampanti a disposizione.
-obbligo di sito internet almeno in inglese, multilingue meglio
-obbligo di materiale info della zona, chianciano in primis, con punti fotografici, aziende agricole,trekking,biking,maneggi,acquisti km0 etc
-per sindacati e amministrazione, studio e attuazione di un contratto di lavoro specifico per settore turismo,che ci permetta di "lavorare senza paura"
-obbligo di assunzione (con contratti adeguati) di personale professionale con documentata esperienza ,almeno 1 a capo nei ruoli principali, e comunicazione scritta (in camera o tavola o reception)ai clienti del curriculum dei capo servizio.
-studio a attuazione servizi turistici
-wi-fi libero in tutto il comune
-pagamento immondizia in base a volume di lavoro(ma chi non paga se la tiene in reception)
-pagamento imu ricalcolato in base ad attuale valore immobile(ma chi non paga sequestro)
......poche cose, che unite a un ente unico di promozione, democraticamente eletto nei vertici da tutte le parti interessate, e sottoposto a controllo risultati,dotato di manager di marketing-turistico assunto,e nucleo di controllo dei servizi e prezzi minimi, partecipazione a tutte le fiere nazionali e internazionali che vende Chianciano con garanzie certe, chi dice ma non fa......fuori dal gruppo e faccia da se quello che vuole.........................................MA COSA SUCCEDE???, NON C'è BISOGNO DI CAPIRE COME TENTARE DI FARE PERCHE SIAMO GIA ALL'ULTIMA FASE.....QUELLA DI "FUORI DAL GRUPPO E OGNUNA FACCIA DA SE QUELLO CHE VUOLE"....PERCHè??? non serve essere geni a intuire cosa migliorerebbe la situazione generale, ma manca la fiducia nel sistema Chianciano, come si recuperà?? non basta fare cene e aperitivi per aggregare mandibole a masticare....., io non lo so!!!!!!!!come fare(anzi rettifico, io farei come scritto sopra, ma siccome non è condiviso, altre strade non ne conosco)...........ma i + capaci FACCIANO!

Anonimo ha detto...

Ma perchè questa credevi che fosse l'amministrazione di tutti? Ma in che cinema vai?

Anonimo ha detto...

Propongo di far effettuare agli organi competenti una bella ispezione a tutti gli alberghi di Chianciano, e quelli non in regola che vengano chiusi, come dovrebbe essere in un mondo normale.
Ritiro della licenza per chi non paga le tasse Comunali e statali. La licenza sarà restituita al saldo dei debiti.
Chi non ottempera confisca del bene e successiva demolizione.

canguasto ha detto...

Stefano ciò che chiedi è impossibile perché "fuori dal comune".
Metà delle cose sarebbero impugnate davanti alla Consulta, un'altra metà violerebbero una qualunque direttiva europea.
Una metà residua limiterebbe il diritto alla la privacy.
... e per tutto il resto, non c'è un soldo.
Sic!

Anonimo ha detto...

Cara Anna,
nel tuo articolo odierno ripercorri la nostra storia recente. Si quella del ricorso fu' una bella storia e avevamo quasi vinto, peccato l'ultimo passaggio che ci dette torto. Ma tanti albergatori non ci seguirono, erano convinti che c'era chi faceva le "cose giuste al loro posto". Le hanno fatte le cose giuste, tanti di loro hanno chiuso e la tassa sui rifiuti e' diventetata sempre piu' insopportabile. La modifica fatta dalla giunta Marchetti va sicuramente nella giusta direzione, ma non risolve assolutamente il problema.Non lo diciamo solo noi a Chianciano, tre giorni fa' c'e' stato un editoriale di Repubblica, che denunciava a livello nazionale la sperequazione che esiste per alberghi e ristoranti e l'insostenibiltita' di tale costo. Tra l'altro il servizio a noi fornito e' piuttosto mediocre, non si dica che gli albergatori vogliono scaricare i loro costi sui privati non e' cosi'..............perche' nessuno parla di come funziona la societa' a partecipazione pubblica che gestisce tutto cio'???
KEATON

La Nazione di Siena ha detto...

Ridotta la tassa sui rifiuti sugli alberghi. Arriva invece la stangata sulle famiglie

«OGNI civiltà ha la spazzatura che si merita», tuonava all’inizio degli anni 30 George Duhamel e la questione dei rifiuti sta attraversando anche il dibattito a Chianciano. La scelta fatta è stata di rendere più equa per tutti, incluse le aziende, la tariffa con una diminuzione di circa il 25% per gli alberghi ed un corrispondente aumento per le famiglie, cercando poi di abbattere il costo sulla base dei componenti del nucleo familiare e per fascia Isee. Possiamo anche affermare che dopo 16 anni di battaglie legali gli albergatori vedono in parte accolte le loro istanze. Oggi il quadro della produzione dei rifiuti ed i relativi costi di smaltimento è cambiato profondamente; basti pensare che una struttura alberghiera di 5.000 metri quadrati, paga 20.000 euro all’anno per i rifiuti, indipendentemente dai giorni di apertura e dal numero di presenze. Una gabella insostenibile per gli albergatori, che hanno iniziato a pagare in ritardo o anche a non pagare, mentre il costo del servizio non è mai stato razionalizzato. Diminuiscono i rifiuti e aumentano i costi. A Chianciano per decenni il non-domestico, cioè alberghi, ristoranti e negozi, hanno pagato per il domestico nonostante l’evidenza dei dati . «Abbiamo fatto una scelta sull’evidenza dei fatti – spiega l’assessore all’ambiente, Damiano Rocchi - Tutto è stato scelto sulla base di uno studio complesso svolto dall’Ato che dimostra come si arriva alla produzione delle 4.800 tonnellate di rifiuti all’anno con solo il 26% prodotto dagli alberghi». Non paga più chi ha sospeso la licenza ed i fondi dei negozi che hanno staccato le utenze e che sono privi di arredamento; detrazione dal 30% al 40% anche per le utenze ad uso stagionale. Il governo municipale sta anche ripensando il servizio con l’obiettivo di arrivare al 2016 con il porta a porta sull’80% del territorio. Previsti anche 120 composter che porteranno ad uno sconto del 15% sulla parte variabile della tariffa. Sembrano lontani i tempi in cui nel 2000 ottanta alberghi citarono in giudizio il Comune; una battaglia legale fra vittorie e sconfitte che cercava di dimostrare che la scelta di fare pagare agli alberghi la spazzatura della città non poteva essere una scelta sostenibile. Sono in molti a dire “troppo tardi” perchè il dato dell’insoluto sulla città sta andando a discapito di tutti. Il movimento 5 Stelle contesta l’affidamento del servizio di riscossione a “Sei” e la fondatezza dei dati. Critica inoltre il costo a monte del servizio.

La Nazione di Siena ha detto...

La città produce 4.800 tonnellate all’anno Tariffe non pagate per 2 milioni e mezzo

ALL’ANNO Chianciano Terme produce 4.800 tonnellate di rifiuti, di cui il 26% deriva dal settore turistico-ricettivo. Uno studio svolto dall’Ato dimostra che il turista produce 1,75 kg al giorno mentre il negozio arriva a 1,35 kg ed il domestico si attesta a 1,25 kg. Con le nuove tariffe una unità immobiliare di 90 mq con 3 persone nel nucleo familiare pagherà 365 euro all’anno; cioè 0,33 al giorno per persona. Mediamente il domestico pagherà 145 euro pro-capite in linea con i comuni della provincia che hanno una media di 140 euro. Circa 2 milioni e trecentomila euro il costo per la città di Tari. E’ diminuito il costo-servizio ma è aumentato il non pagato. Il totale non riscosso ammonta a 2 milioni e mezzo di euro. Diminuirà il costo per gli alberghi del 25%. Aumenti per le abitazioni fino al 35%.

spazzino bighellone ha detto...

Ma quelli della Nazione con cosa fanno colazione?
35% di aumento per le abitazioni? Mi sa che sono male informati, si parla di aumenti medi del 60/70% .......non spiccioli!

Bravo Rocchi, in campagna elettorale ci avevi imbambolato con i tuoi discorsini imparati a memoria sul progetto per la riduzione dei costi TARI e invece alla prima occasione ci ha sparato un bel siluto con un quasi raddoppi delle tariffe.

Ritorna a chiede i voti, vedrai quanti li chiappi

Anonimo ha detto...

per le abitazioni l'aumento è molto maggiore. io ho parlato con alcuni amministratori e me lo hanno confermato, quindi è un errore di stampa o il giornalista ha preso male gli appunti. Non sono affatto contento, ma i numeri ci stanno.

Anonimo ha detto...

I dati riportati sopra sono tutti sbagliati.
Pubblicate le tariffe dello scorso anno e di quest'anno.
fate due conti e vedete.
Per i privati aumenti anche del 75% non del 35% FALSI.
GLI ALBERGHI HANNO IL RITIRO PORTA A PORTA CHE COSTA UN SACCO DI SOLDI, I PRIVATI NO.
PERCHE' PRIVATO DEVO PAGARE IL SEVIZIO DEGLI ALBERGHI?
pignorate gli alberghi che non pagano.

Nico P. ha detto...

Io sono andato in Comune ed ho chiesto spiegazioni all’assessore Rocchi (che poi è anche un amico) che devo dire molto gentilmente e numeri alla mano mi ha spiegato a cosa era dovuto un aumento così elevato della tassa sui rifiuti. Anche se pagare così tanto per un servizio così scadente mi scoccia, nei numeri se così stanno le cose credo che non abbiano poi sbagliato di molto. Ma perché allora non è stato fatto prima (o magari anche adesso) e magari in modo graduale? Quello che alla fine ho comunque chiesto, oltre ad un maggiore impegno per fare in modo che questi costi diminuiscano, visto che secondo me anche i rifiuti diminuiscono, l’importante è che non siano i cittadini a pagare per tutti quelli (soprattutto albergatori) che non hanno pagato finora.

Anonimo ha detto...

C'è qualcuno che spara cazzate (come al solito). Gli aumenti TARI per la famiglie arrivano anche al raddoppio, ossia un aumento del 100% !
Grazie Marchetti, Rocchi e alla giunta tutta.
Sicuramente sarete rieletti .... "state sereni".

Anonimo ha detto...

Fatto sta che non è giustificabile in alcun modo un aumeto del genere a scapito delle famiglie. La girano sempre a modo loro. Pensino a riscuotere il non pagato. No a fare conteggi astrusi per aumentare solo a chi paga e ha sempre pagato.
Inadeguati

Anonimo ha detto...

Caro Nico al mio paese ti direbbero che il tuo "amico" te lo ha "molto gentilmente" messo a quel servizio....

Anonimo ha detto...

un conto sò i costi, un altro come vengono ripartiti.
io da albergatore la reputo giusta. a casa mi è aumentata ma ritengo che ora ci sia più equità. e per quanto produco in albergo con le poche presenze che fò, pago comunque troppo. e ho sempre pagato. giusto però che ora paghino tutti.

Anonimo ha detto...

Ma perchè ancora non l'avevate capito come il PD si accaparrava voti? l'importante era salvare i cittadini, poi chi se ne fregava degli albergatori e dei commercianti! finalmente un pò di equità!

Anonimo ha detto...

non mi sento in linea con gli altri comuni, casomai mi sento orizzontale

Anonimo ha detto...

Si ma il problema è il costo complessivo della Tari a fronte di un servizio scadente, le ripartizioni sono un problema secondario, per quello che viene pagato dovremmo poter mangiare per terra.

contribuente medio ha detto...

Caro ci costa sto spazzino bighellone

Anonimo ha detto...

TARI
Le tariffe degli alberghi dello scorso anno (quelle di quest'anno non sono ancora pubblicate) raffrontate con quelle degli alberghi degli altri comuni limitrofi sono le più basse.

Se andate a vedere la delibera di approvazione delle tariffe 2014 approvate da questo consiglio portano tra i vari costi una voce che si chiama Costi Raccolta Differenziata
CRD pari ad euro 190.0000.
Sempre per il 2014 costi contenzioso (non pagato) euro 166.000 principalmente da alberghi fate la somma che è 356.000 di costo esclusivo degli alberghi.
Il sindaco e la giunta ha voluto punire i semplici cittadini e soprattutto chi è in affitto o è pensionato a vantaggio degli albergatori.
Per le verifiche delle cifre qui:
http://www1.finanze.gov.it/dipartimentopolitichefiscali/fiscalitalocale/tributi_locali/dati/2014/23274_DIMUNIC-09si14c608d.pdf

E' vergognoso come abbiano manipolato le cifre.

Risultato finale:

I CITTADINI DI CHIANCIANO PAGANO LA TARI PIU' ALTA DEI COMUNI LIMITROFI..
GLI ALBERGATORI LA TARI PIU' BASSA DEI COMUNI LIMITROFI.

A proposito quale è l'albergo che ha 5000 metri di superfice a Chianciano?
Circa 200 camere?

Anonimo ha detto...

Perchè non pubblicano i nomi degli albeghi che non pagano?
Così almeno sappiamo chi dobbiamo ringraziare.
E visto che noi paghiamo al posto loro siamo anche titolati per saperlo.

modesto albergatore ha detto...

La mia sorella a Montepulciano in proporzione ha sempre pagato molto più di me. Ora si paga quasi uguale. E anche se fosse che dovessimo paga' un po' di più, da piccolo albergatore dico che finora a volere o non volere si è tirata noi di più la carretta, se ora si va' a paga ognuno il nostro [che è sempre troppo] ed in modo più equilibrato, deve per forza essere sbagliato?

mazzetti-stefano ha detto...

ok girano le palle a vedere aumenti, ma attenzione a fare distinzione, non additate alberghi e ristoranti e settori non privati in genere..... noi paghiamo molto di + di quello che produciamo in immondizia.....cifre esorbitanti, il problema è chi non paga e chi si, e chi paga e bastonato 2 volte, perchè paga e paga troppo........,e altre l'azienda paghiamo aumentato la parte privata come tutti......quindi fate distinzioni, non tutterba un fascio......perche siamo in tantissimi in regola con pagamenti nonostante siano insotenibili, iniqui, ingiusti.......e per essere in regola paghiamo quote di altri.....la soluzione sarebbe in base alla produzione, si prende il totale di spesa, e si divide per l'ammontare kg prodotti da ognuno, ..........non ci sarebbero + problemi......

Anonimo ha detto...

Lo spazzino bighellone ha ragione, perché sicuramente l'aumento per le famiglie è superiore al 35. Detto questo secondo me, se queste sono le tariffe corrette e da quello che so lo sono, c'è solo da domandarsi perché fossero così sbilanciate prima e perché il costo complessivo sia così alto. Una curiosità, ma quale è la posizione del pd in merito ai costi dei rifiuti? Sentito niente da qualcuno? No, eh? Domandatevi perché

Anonimo ha detto...

Aumenti fino al 35%?
Notizia falsa al 100%!!!
Siamo proprio punto e a capo.

canguasto ha detto...

Ma che tariffa è?
Vado al supermercato. Le zucchine costano 1.30 €/kg.
Prendo 3 kg. La bilancia pesa e la cassa mi fa pagare 3.90€.
Imbusto, pago, e mi porto a casa le zucchine.
Perché per la tariffa sui rifiuti non avviene la stessa cosa?
Che razza di tariffa è quella per cui io non pago la quantità di bene o servizio percepiti?
La mia spazzatura non sono i mq di casa mia: sono i chili di monnezza che produco (o che virtuosamente faccio attenzione a non produrre).
Acqua, luce e gas hanno il contatore.
Se una municipalizzata non segue questo criterio, significa che sta operando senza perizia amministrativa (o con malizia speculativa).

Danilo Mariani ha detto...

Danilo Mariani. Neo coordinatore provinciale Forza Italia.

Un saluto a tutti.
La situazione di Chianciano, secondo me, parte da lontano molto lontano, da una non lungimiranza di chi governava già negli anni 90.
Ricordiamoci bene che Chianciano ha vissuto anni, contando sulle migliaia di persone anziane che venivano per le acque.
Persone anziane che il corso della natura ha portato inevitabilmente a miglior vita, ma nessuno a Chianciano si è mai preoccupato di pensare cosa poteva essere della cittadina termale una volta esaurita quella generazione di pazienti/turisti.
Non ci hanno pensato mai nemmeno gli albergatori, bisogna ammettere che pochi alberghi a Chianciano sono stati ammodernati con il passare degli anni, e resi sia a livello di immagine, di comfort, di tecnologia, adatti ai tempi che stiamo vivendo e della concorrenza che c'è nelle altre città, sia termali che di villeggiatura. Quando tutto andava bene, tutti hanno pensato solo a fare " cassetta " ma nessuno ha pensato di aggiornare le strutture mano mano che il tempo passava e il termalismo si evolveva come tutte le cose.
Mi dite voi che attrattiva può avere Chianciano per una clientela anche più giovane, a parte qualche albergo che propone pacchetti benessere?
La lungimiranza avrebbe dovuto ripensare un turismo anche volto alle zone limitrofe a Chianciano, sviluppare e unire, storia etrusca, prodotti tipici, terme, benessere.
Sicuramente queste cose sono state fatte e pensate ma forse non bastano, vista la situazione attuale. Abbiamo Roma e Firenze ad un'ora di autostrada, forse fare degli accordi con dei tour operator Fiorentini e Romani dove da lì passa il mondo, e dove sempre da lì, questi turisti vengono portati in ogni dove, Umbria, ecc.ecc.
La politica ha sicuramente le sue colpe, ma non solo, fare un esame di coscienza forse è opportuno da parte dei politici,degli albergatori e delle Terme.
Troppo facile stare assieme quando va tutto bene.
Per quanto riguarda Forza Italia, sono insediato da 15 giorni, e il mio lavoro è rivolto a una riorganizzazione totale del partito sia nella provincia e sia ovviamente anche a Chianciano, Sindaco incluso .
Non è un lavoro facile, non mi piace parlare politichese, mi piace dire quello che penso, senza giri di parole o sotterfugi politici, e questo so benissimo essere un difetto in politica. Ma sono così e così resto.
Un saluto a tutti.

Anonimo ha detto...

Ma nessuno vuole parlare delle serate di musica techno al bar in gestione al parco fucoli fino alle 4 di notte?
il comune ha dato delle deroghe anche per altre serate, se è questa la strada per un cambio di clientela di chianciano....allora mi pare una fossa più che una strada....
vorrei sapere quanti turisti portano queste serate, oppure se portano solo le persone della zona (e che persone...)
In nessun centro abitato è tollerabile una cosa del genere, BEN VENGANO EVENTI E MUSICA PER INTRATTERENE IL TURISTA anche quello più giovane e famiglie.....ma che utilità ha la musica da rave party fino a tarda notte?
A Senigallia organizzano il Summer Jamboree.....un altro stile direi... adatto a tutte le età e nel rispetto altrui.