e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

giovedì 30 ottobre 2014

Chianciano continua l'Opposizione 5 Stelle, ma il PD?

Fonte la rete
Il Movimento 5 Stelle di Chianciano continua nella sua opera di Opposizione, con una serie di interrogazioni, ma il PD, il partito che per 60 anni ha governato in questo paese sembra calato in una lunga fase di silenzio.
Probabilmente non hanno ancora assorbito il trauma post-voto, sicuramente la situazione nazionale non li aiuta con la "spaccatura" tra il PD della Leopolda e quello di piazza, certamente hanno difficoltà ad affrontare alcuni temi che gli si possono ritorcere contro, ma la scarsa azione politica persiste.
Nel frattempo ecco online la nuova interrogazione del M5S sulla gestione dei denari provenienti dalle multe:

Alla Cortese attenzione del sindaco
Andrea Marchetti
Alla cortese attenzione dell’assesore al bilancio
Rossana Giulianelli

OGGETTO: Interrogazione con richiesta di risposta scritta sui proventi comunali derivanti da sanzioni a infrazioni al codice della strada

Premesso che:

1. in base all'articolo 208 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, le entrate derivanti da sanzioni amministrative pecuniarie per violazione del codice stradale hanno una destinazione parzialmente vincolata;

2. la ratio di tale norma è quella non solo di destinare dei fondi a specifiche finalità inerenti soprattutto alla sicurezza stradale ma anche quella di limitare il ricorso a questo tipo di fondi, per loro natura aleatori, per coprire spese correnti.
Per le stesse motivazioni anche l'articolo 142 comma 12-ter, destina completamente i proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie rilevate con autovelox ad interventi di manutenzione e messa in sicurezza delle infrastrutture stradali, nonché al potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale affinché le sanzioni rispondano ad una logica di tutela della sicurezza stradale più che quella finanziaria;

3. le disposizioni specifiche del suddetto articolo 142 del Codice della strada, riguardanti in
particolare la ripartizione al 50 per cento tra ente accertatore ed ente proprietario dei proventi delle violazioni rilevate con autovelox (comma 12-bis), la destinazione di questi fondi (comma 12-ter), nonché le disposizioni in merito alla relazione (comma 12-quater) che gli enti locali dovrebbero inviare annualmente ai Ministeri sui proventi di tutte le sanzioni e sull'impiego dei fondi sono rimaste a lungo congelate a causa della legge 29 luglio 2010, n. 120, che prevede (con l'articolo 25, comma 3) che tali disposizioni si applichino a decorrere dal primo esercizio finanziario successivo a quello in corso alla data dell'emanazione di un decreto attuativo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con il Ministro dell'Interno, sentita la Conferenza Stato-Città ed autonomie locali;

4. sui contenuti del decreto è intervenuta la circolare del Ministero dell'interno del 24 dicembre 2012 prot. 17909 che ha specificato che dovrà contenere:
a) modello di relazione;
b) modalità di trasmissione in via informatica di tale modello, nonché alle modalità di versamento dei proventi di cui al comma 12-bis dello stesso articolo 142;
c) modalità di collocazione ed uso dei dispositivi o mezzi tecnici di controllo finalizzati al
rilevamento a distanza della violazione del ripetuto articolo 142;

5.il suddetto decreto non risulta ancora essere stato emanato sebbene il Governo sia già
intervenuto in Commissione trasporti alla Camera il 15 ottobre 2013 in sede di risposta ad
interrogazione sostenendo che lo schema di decreto fosse già stato approntato;

6. il legislatore è intervenuto nuovamente sulla questione con l'articolo 4-ter del decreto
legislativo n. 16 del 2012, convertito dalla legge n. 44 del 2012 la quale dispone che l'eventuale mancata emanazione del decreto interministeriale non preclude l'applicazione delle disposizioni. Al 31 maggio 2014 quindi tutti gli enti locali avrebbero dovuto inviare al Min. delle Infrastrutture e dei Trasporti e al Ministero dell'Interno la prevista relazione per l'anno 2013;

7. non risulta all'interrogante che sia stato reso noto un dato di sintesi sulle relazioni inviate
dagli enti locali ed in particolare sui fondi vincolati ex lege, e quale sia la percentuale di tali fondi effettivamente investiti nelle singole finalità previste dall'articolo 208 del Codice della strada ossia nell'adeguamento, ammodernamento o manutenzione delle infrastrutture e dell'arredo stradale, nel potenziamento delle attività di controllo, nei corsi di educazione stradale, nella mobilità ciclistica, nella redazione dei piani urbani del traffico.

Tutto ciò premesso

 Si chiede al Sindaco e all'Assessore al bilancio se:

Il Comune ha inviato entro la data del 31 maggio 2014 la prescritta (punto 4.) relazione per l'anno 2013 al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e al Ministero dell'Interno.

I proventi sono stati utilizzati almeno per il 50% in manutenzione e sicurezza stradale come previsto dall'articolo 208 del Codice della Strada.

Nel PEG Piano Economico di Gestione 2014 siano stati indicati l'ammontare dei
proventi da multe finora utilizzato e la sua destinazione, nonché i riferimenti ai capitoli del Bilancio Previsionale 2014 e che di queste voci venga data copia in sede di risposta all'interrogazione scritta."


Fabiano De Angelis
Consigliere Movimento Cinque Stelle ChiancianoTerme

I tagli ai comuni hanno toccato i 41 miliardi di euro, cosi gli enti locali restano a secco e cercano di finanziarsi spolpando gli automobilisti: le sanzioni sono aumentate almeno del 15% e sfiorano i due miliardi l’anno. Una tassa occulta che non ci rendiamo conto di pagare. Intanto i 5 Stelle denunciano: ”Le contravvenzioni dovrebbero servire per migliorare la sicurezza stradale. Ma accade davvero così?” (Da il Fatto Quotidiano del 27/10/2014)

Tra poco per il 6° compleanno del blog Valtubo una grande serata per tutti i lettori e cittadini di Chianciano Terme.

Saluti,

Valtubo

sabato 18 ottobre 2014

Maurizio Crozza e Chianciano Terme!

Fonte il web
Ieri sera, 17/10/2014, durante la trasmissione “Crozza Italia” in onda su La7, il comico di Regime Maurizio Crozza, nei panni del Senatore Razzi, ha nominato in maniera ingenerosa (anche se satirica) Chianciano Terme
Ritenete che l'Amministrazione debba farsi sentire a tutela del nome della nostra cittadina? 

Ecco il video, dite la vostra!


Dal Canale Valtuboblog su Youtube

Saluti,

Valtubo

venerdì 10 ottobre 2014

Correggiamo gli Errori!


Trasformazione di Piazza Italia dal 1949 ad oggi!

Toh! A 3 anni dalla presentazione del progetto della nuova Piazza Italia, in pompa magna alla sala Fellini, adesso ci si rende conto che bisogna intervenire.
Sinceramente fui tra quelli che da subito criticarono alcune problematiche di funzionalità e probabile eccessivo costo ed anche nel blog fu detto da (pochi) altri, sin dal giorno dell’inaugurazione, facendo notare i problemi di sicurezza e di manutenzione.
In questi tre anni perchè l’opposizione non ha mai contestato niente sul merito del progetto, avallando di fatto tali scelte e non ha tirato fuori prima i reali costi di funzionamento?
Adesso finalmente l'attuale Sindaco dichiara di voler intervenire sulla Piazza, ha dovuto prima precisare bene i costi eccessivi in modo di avere il “consenso” dell’opinione pubblica, bene, lecito, adesso però non commettiamo gli errori dei predecessori, prima di realizzare le varianti diamo alla gente la possibilità di esporre eventuali critiche e stavolta ascoltiamola per evitare la massima che dice “a Chianciano c’è solo una cosa peggio di quello che hanno fatto, quello che faranno”, in poche parole che la toppa non sia peggiore del buco.
Poi, visto il danno subito dall’immagine e dalle casse del comune di Chianciano, ci sono le basi per richiedere una qualche forma di risarcimento? E a chi?
Per il senso unico di Viale della Libertà ci sono voluti tre anni, la chiusura di un bar storico e la depressione economica di un’area prima di tornare indietro e comunque ancora persiste su un lato un’area parcheggi che restringe la carreggiata ed è pericolosa per il passaggio, INEVITABILE E GIUSTO, degli autobus di linea e turistici.
Per Piazza Italia sono passati altri tre anni per capire che bisogna rimetterci le mani, adesso suggerisco all’Amministrazione, cosa aspettiamo ad eliminare quell’obbrobrio del Palabruco visto che abbiamo 2 milioni della Regione da spendere su quell’area, anch’essa in agonia?

Saluti,

Valtubo

giovedì 2 ottobre 2014

Prove tecniche di dialogo!


Commento del Sindaco Andrea Marchetti dal canale valtuboblog su youtube

Martedi 30 settembre presso la “Cripta” di S.Maria della Stella, l’Amministrazione Comunale di Chianciano Terme ha incontrato i cittadini per comunicare il lavoro fin qui svolto ed i progressi fatti, un centinaio le persone presenti.
L'assemblea ha avuto inizio con un minuto di silenzio in ricordo di Gianfranco Carrino, poi il Sindaco, coadiuvato dagli Assessori Rocchi e Morganti, ha cominciato ad elencare le varie attività della sua compagine.
Molte le iniziative presentate e le idee annunciate dal Sindaco e dai vari Assessori (nei video del blog Valtubo con gli interventi del Sindaco Marchetti e degli Assessori Rocchi e Morganti, potrete ascoltare le principali iniziative), ha particolarmente colpito l'annuncio dell’Assessore Rocchi sui costi di mantenimento di Piazza Italia che ammonterebbero a 900€ a settimana (18.000€ all’anno per l’acqua e 23.000€ per la manutenzione), il Comune sta cercando di trovare soluzioni per abbatterli.
Tra le iniziative in lavorazione sono stati menzionati i bandi per le piste ciclabili finalizzati anche alla sistemazione del manto stradale dissestato, un censimento delle insegne pubblicitarie per un nuovo piano e nuova cartellonistica, misure per la protezione delle sorgenti termali ed un bando per la sistemazione delle scale interne alla Torre dell’orologio per sfruttarla turisticamente.
E' stata affrontata la questione dei lavori al parcheggio del Cantinone che dovrebbero essere terminati a fine anno, con una proroga di massimo due mesi, mentre per l'isola ecologica del Cavernano dovremmo aspettare fine 2015, come pure per la Sala polivalente. Per quel che riguarda la promozione è stata annunciata la nascita di un pacchetto turistico pilota con la Ryanair per i voli da Londra sull'aeroporto di Perugia.
Commento dell'Assessore Damiano Rocchi dal canale valtuboblog su youtube

A brevissima scadenza, per le festività natalizie il pacchetto turistico per il progetto della “casa di babbo Natale”.
Quando si è aperto il dibattito al pubblico le prime domande sono state sul destino del Parco Fucoli e sulla polemica riguardante il libro del Dott. Sorrentino nel quale l’Acquasanta viene svilita ad acqua minerale da usare per cucinare e pasteggiare con “pasta e fagioli”, al riguardo l’Amministrazione ha minimizzato il danno rimpallando alla società Terme la responsabilità.
In molti hanno chiesto che la cittadinanza venga messa a conoscenza circa la programmazione economica della società Terme per il futuro.
Nel finale c'è stata una domanda sulla neonata Pro-loco e l'uscita dalla sala in evidente segno di protesta da parte dei rappresentanti del M5S, l’Amministrazione ha risposto che la Pro-loco è un’associazione privata lasciando la parola a Vico Perrone, quale rappresentante, che ha annunciato per l’8 ottobre un’incontro con le associazioni di categoria prima di fare la presentazione ufficiale.
Sostanzialmente una serata riuscita dal punto di vista comunicativo, anche se appare evidente un certo “buco” programmatico, già presente prima delle elezioni, su iniziative forti e strutturali per il rilancio economico e turistico di Chianciano. L’Amministrazione punta molto sugli eventi culturali e ha ribadito di lavorare sul turismo sportivo, poco però che abbia dato quel senso di speranza in un futuro migliore per il comparto commerciale ed alberghiero di Chianciano Terme.

Saluti,

Valtubo

Commento dell'Assessore Andrea Morganti dal canale valtuboblog su youtube