e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

domenica 28 febbraio 2021

Brindisi o Festa a Villa Simoneschi tutti multati, ma come è possibile?




Si sta spargendo la voce, tra i chiancianesi e nel web, su una festa a Villa Simoneschi che è durata oltre l'orario del coprifuoco.
Durante questo incontro fuori orario una ragazza si è sentita poco bene e sono intervenuti ambulanza e carabinieri, che hanno multato tutti perchè non hanno rispettato le norme anti covid.
Queste le parole dell'Assessore Rocchi per giustificare e che confermano l'evento avvenuto all'interno di Villa Simoneschi;
"Nessun party. Serata finale di un laboratorio di cinema, conclusa con un saluto ed un semplice brindisi tra i partecipanti. E con controllo delle forze dell'ordine in quanto protrattasi dopo le 22. Tutto svoltosi regolarmente e secondo le procedure Covid."
Ora non mi sembra normale che in un ambiente, gestito dal pubblico, possa essere accaduto un fatto del genere, in barba a tutti quelli che rispettando le regole rinunciano da un anno a feste ed incontri con gli amici e mi chiedo chi è il responsabile della gestione di Villa Simoneschi?


Saluti,


Valtubo


Dal canale valtuboblog su youtube Video Carabinieri Villa Simoneschi per mancato rispetto coprifuoco

lunedì 22 febbraio 2021

Daniele Barbetti risponde al dibattito del Blog, Terme aumenta debito ed altro...



Oggi volevo scrivere un post su articolo su Terme di Chianciano, abbattimento alberi in via Abetone e iniziativa Teatro Caos, in serata però mi è arrivata mail da parte di Daniele Barbetti presidente Federalberghi Chianciano Terme in risposta al dibattito nato nei commenti nel Blog ed è giusto dargli priorità, nel finale del post pubblico immagine dell'articolo della Nazione su aumento debito Terme ed allungamento tempi della trattative, le foto di via Abetone senza alberi e di un grosso albero caduto nel parco di Sant'Elena, nel primo commento potete leggere l'iniziativa del Teatro Caos che si svolgerà oggi dalle 18.00 alle 20.00.

Ecco la mail di Barbetti: 

Come ben sai, la comunità economica e sociale di Chianciano Terme sta vivendo il suo momento più difficile dal dopoguerra: la crisi connessa alla pandemia da Covid19 si è assommata a quella strutturale che caratterizza la nostra città da oltre venti anni, e ciò sta portando inevitabilmente ad acuire un disagio sociale che purtroppo era già bene presente nella nostra comunità.
Il clima nelle famiglie dei lavoratori e degli imprenditori impegnati nel settore del Turismo e delle Terme è angosciato ed a tratti, disperato.
E’ dovere di tutte le istituzioni -pubbliche e private- condividere questo dolore e queste sofferenza, lavorando incessantemente con azioni concrete per mitigarla quanto possibile.
Per questo ritengo comprensibili le critiche, anche aspre, che vengono rivolte a me, alla categoria degli albergatori, alle associazioni in genere ed alla Amministrazione Comunale. Quando il disagio e le difficoltà sono così forti ed il futuro così incerto, anche il semplice sfogarsi può essere d’aiuto e merita comprensione e rispetto.
Quando si ricoprono ruoli di visibilità pubblica è un dovere non sottrarsi alle critiche, che vanno ascoltate, comprese e rispettate. E’ infatti solo tramite l’esercizio d’ascolto di chi critica, che si realizza la possibilità di migliorare.

In questo ultimo anno molte cose sono state fatte dall’ Associazione, ma la durata e l’intensità della crisi che ci ha investito non ci consente sempre la lucidità di ricordarle tutte. Mi permetto quindi di riepilogarne alcune che riguardano più da vicino il mondo alberghiero e turistico:

- esenzione della prima e seconda rata IMU 2020 e prima rata IMU 2021 per le strutture alberghiere;

- riduzione del 50% della parte variabile della Tari per tutte le utenze alberghiere;

- credito di imposta fino al 60% per affitti e locazioni alberghiere;

- proroga al 31.12.2022 per il completamento degli adempimenti della prevenzione incendi degli alberghi;

- su nostra sollecitazione è stata spostata in autunno la scadenza della imposta comunale sulle insegne pubblicitarie;

- rivalutazione gratuita degli asset immobiliari finalizzata al miglioramento dell’accesso al credito;

- con il sostegno dei soci e dell’Amministrazione Comunale abbiamo riportato Chianciano sulle TV nazionali con uno spot trasmesso lo scorso Agosto sulle reti Mediaset;

- abbiamo sviluppato un portale di prenotazione diretta delle strutture ricettive di Chianciano Terme che permette di effettuare prenotazioni e richieste dirette agli alberghi (https://chianciano.italyhotels.it)

- assieme alle rappresentanze sindacali dei lavoratori abbiamo richiesto ed ottenuto bonus per i lavoratori stagionali del comparto turistico e termale;

- finalmente, dopo 7 anni di richieste, il Comune sta predisponendo un bando per la promozione turistica di Chianciano. Il bando avrà valore di circa 300mila€ ed il Sindaco si è impegnato a pubblicarlo in tempi brevi. Noi auspichiamo che tale termine sia entro Pasqua;

- è stata istituita una Commissione comunale speciale anche a seguito del Consiglio Comunale aperto che gli albergatori richiesero lo scorso Febbraio;

- abbiamo fatto richiesta al sindaco di convocare presso detta Commissione speciale del Consiglio Comunale il Dott. Caputi, affinché rappresenti alla città le sue idee ed i suoi impegni per lo sviluppo delle Terme di Chianciano;

- abbiamo, sempre all'interno della Commissione speciale, in accordo con le altre categorie economiche, richiesto che il comune investa altri 50mila€ aggiuntivi ai circa 200mila€ già stanziati, per la riqualificazione di Piazza Italia che versa in uno stato di degrado indecoroso;

Non è mai superfluo, inoltre, sottolineare il grande lavoro che sulle materie del credito e della assistenza sindacale è stato fatto in questi 12 mesi da parte dello staff della Associazione Albergatori e della nostra società di servizi.
Tutti i nostri Associati hanno trovato nella nostra organizzazione un luogo di ascolto e vicinanza.
Come ho detto in precedenza, in momenti tragici come quelli che stiamo vivendo, nulla di tutto ciò può bastare o essere sufficiente. Affermare però, come ho letto sul blog, che l’Associazione Albergatori è lontana degli interessi degli associati è una falsità gratuita, destituita di fondamento oggettivo.
In questo momento la nostra comunità cittadina ha bisogno di solidarietà, ascolto e condivisione. Per questo invito tutti i cittadini a vivere in modo più attivo e partecipe il dibattito pubblico della città.

Un cordiale saluto,


Daniele Barbetti Presidente Associazione Albergatori-Federalberghi
Chianciano Terme


Articolo della Nazione su Terme di Chianciano cliccare su immagine per scaricare o leggere






Albero caduto nel Parco di Sant'Elena

A voi le considerazioni...


Saluti,


Valtubo

sabato 20 febbraio 2021

Anche a Chianciano Terme arrivano le risse tra giovanissimi

Foto Angela Betti


Oggi a Chianciano Terme, in piena zona centrale, a Largo Siena è avvenuta una rissa tra giovanissimi, sono intervenute le forze dell'ordine di carabinieri e polizia.
Il fenomeno delle risse ormai dilaga in tutta Italia, spesso sono organizzate tramite social, non so se anche in questo caso.
Da giorni nel tratto difronte al parco chiuso e al tratto che porta alla macerina, chiuso anche questo, si raduna un gruppo di ragazzi che, senza rispetto delle norme anticovid, bivaccano nel pomeriggio, senza che sisiano mai visti controlli.
Oggi erano presenti in numero maggiore del solito e l'assembramento si è concluso con una rissa che ha visto disperdere i ragazzi solo all'arrivo delle forze dell'ordine.
Anche a Chianciano Terme, forse a causa della zona arancione e dell'impossibilità di spostarsi è arrivato il fenomeno delle risse tra giovani che non sapendo come passare il tempo si sfogano con questa "nuova moda," speriamo, magari anche grazie a maggiori controlli e con qualche multa di riuscire ad arginare il fenomeno almeno in ambito locale.

Saluti,

Valtubo

mercoledì 10 febbraio 2021

Terme di Chianciano bilancio disastroso ma il Pubblico dov'era?




Oggi è uscito sulla Nazione di Siena un articolo (cliccate sulla foto per leggere o scaricare) sull'evoluzione della vendita delle Terme di Chianciano e sulla CATASTROFICA situazione DEBITORIA.
Massimo Caputi è entrato acquistando le quote del MPS, costo 30.000 euro, dichiarandolo “un atto di fede”, ma adesso attenderà l'assemblea dei soci del 24 febbraio per sapere se investire realmente nella società, tutto dipenderà dal fatto che i soci stralcino i propri debiti o meno.
Caputi è l'ultima speranza per salvare le Terme re dobbiamo sperare che tutto vada bene, ma visto l'incremento del buco, si parla di 8,2 milioni di euro, l'operazione rischia ancora una volta di impantanarsi e portare la società al fallimento, per Caputi significherebbe perdere 30.000 euro, ma per Chianciano e l'economia legata al turismo il danno sarebbe incalcolabile.
Però una domanda sorge spontanea: ma la parte pubblica della società, la Regione, la Provincia ed il Sindaco che dichiarava di sentire tutti i giorni il Direttore delle Terme, invece di vigilare sul bilancio della gestione, giocavano al Fantacalcio? Come possiamo fidarci di chi ci amministra e diceva che andava tutto bene, che avevamo il “miglior Direttore” e che adesso si scopre copriva un debito ben più profondo delle peggiori previsioni?


Saluti,


Valtubo

 

martedì 9 febbraio 2021

Non possiamo votare per l'Italia, ma dobbiamo votare per Conte


Oggi scrivo un post che riguarda marginalmente Chianciano Terme, ma che descrive la confusione in cui si muove la politica.
In un articolo di oggi nel Il Sole 24ore dal titolo "Uno scranno per Conte alla Camera: già in primavera potrebbe essere deputato" si parla della possibilità che Giuseppe Conte sia candidato nel collegio uninominale Toscana 12, che comprende Chianciano Terme.
Giuseppe Conte si candiderebbe in sostituzione di Pier Carlo Padoan che ha abbandonato lo scranno di Montecitorio da deputato Pd lo scorso novembre, dopo la designazione alla presidenza di Unicredit.
E' buffo come il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nell'assegnare a Mario Draghi ci abbia spigato per 6 minuti (su un totale di 6'40") tutti i motivi per cui non potevamo votare per il Parlamento mentre per votare Conte sparisce anche il Covid....


Saluti,


Valtubo 



Ecco di seguito l'articolo:

IL FUTURO DEL PREMIER
Uno scranno per Conte alla Camera: già in primavera potrebbe essere deputato

Dopo il no alla poltrona di primo cittadino di Roma, il posto consentirebbe al professore di Volturara Appula di restare alla ribalta dello scenario politico

Che farà Giuseppe Conte, il prof di diritto privato, due volte premier, disarcionato dalla crisi di governo aperta da Matteo Renzi? Dopo il «no, grazie» alla candidatura come sindaco di Roma, tra smentite e conferme si inizia a parlare di una sua presentazione alle suppletive della Camera nel collegio uninominale di Siena. L’idea che si sta facendo avanti è quella di farlo accomodare sul seggio da deputato lasciato vacante dall’ex ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, che ha abbandonato lo scranno di Montecitorio da deputato Pd lo scorso novembre, dopo la designazione alla presidenza di Unicredit.

Data del voto, entro il 31 marzo
Dunque il due volte presidente del Consiglio Giuseppe Conte, classe 1964, cattolico devoto a padre Pio, si appresterebbe a diventare deputato.Tutto ancora da stabilire, compresa la data del voto, che sarà fissata dal nuovo esecutivo guidato da Mario Draghi. Il Conte-bis, in un articolo del decreto Ristori quater, aveva individuato una scadenza: «entro il 31 marzo».

Il collegio uninominale Toscana 12 è costituito da 35 comuni
Lo attende il collegio uninominale Toscana 12, formato dal territorio di 35 comuni fra i più belli d’Italia, Siena compresa: Abbadia San Salvatore, Asciano, Buonconvento, Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Castiglion Fiorentino, Castiglione d'Orcia, Cetona, Chianciano Terme, Chiusdino, Chiusi, Cortona, Foiano della Chiana, Gaiole in Chianti, Lucignano, Marciano della Chiana, Montalcino, Montepulciano, Monteriggioni, Monteroni d'Arbia, Monticiano, Murlo, Piancastagnaio, Pienza, Radda in Chianti, Radicofani, Rapolano Terme, San Casciano dei Bagni, San Quirico d'Orcia, Sarteano, Siena, Sinalunga, Sovicille, Torrita di Siena e Trequanda. Un posto che consentirebbe al professore di Volturara Appula di restare alla ribalta dello scenario politico.

domenica 31 gennaio 2021

PD e Peac polemica sui Fucoli



Il 27 gennaio il segretario del PD di Chianciano Marcello Fallarino ha pubblicato alcune foto dei lavori nel Parco dei Fucoli con queste parole:

"Fucoli senza il bar! Stato dell’arte e lavori fermi. O sono tutti in ferie o c’è qualche problemino (come sembra)... Chi vivrà vedrà "

Due giorni dopo ha pubblicato altre foto con altro commento:
"Parco Fucoli (parte 2). Prima ed ora! Ed il dopo? Chissà quando riprenderanno i lavori? Per ora gran “casino” non dissimile dal degrado di altre parti della nostra Chianciano Terme."




Oggi è arrivata dalle pagine dell'Assessore Damiano Rocchi la risposta di Punto e a Capo che conferma lo stop hai lavori e spiega i motivi:

"Negli ultimi giorni, da parte del solito politicante (il "politico" è ben altra cosa) di memoria corta e poca conoscenza, sono state postate su FB alcune immagini del cantiere interno al parco fucoli e relativo alla nuova struttura a servizio del PalaMPS.
Sorvolo (lo abbiamo spiegato più volte) sulle motivazioni di tale intervento, ma mi soffermo sulla situazione temporanea e sulle considerazioni strumentali allegate a tali foto.
Durante la realizzazione delle operazioni di demolizione della struttura preesistente si sono rese necessarie alcune opere impreviste (non era stato possibile in fase di progettazione rilevare alcune zone interrate/seminterrate), sono variati in modo significativo (demolizioni e rimozioni) alcuni interventi e si sono rese necessarie variazioni al progetto esecutivo strutturale già autorizzato dal Genio Civile. Tutto questo ha indotto Direzione dei Lavori, Responsabile del Procedimento ed Impresa a concordare l'immediata necessità di una variante al progetto; operazione questa che - in virtù delle lavorazioni eseguite e da eseguire - ha comportato la sospensione dei lavori. Siamo infatti da un lato in attesa che l'ufficio tecnico del Genio Civile rilasci l'autorizzazione sul progetto variato (sottoposto a controllo obbligatorio) e dall'altro che l'ufficio di direzione dei lavori predisponga la perizia suppletiva con variata distribuzione di spesa all'interno del quadro economico approvato. Tutto in linea a quelle che sono le normative previste dal Codice degli Appalti, le normative tecniche ed il contratto stipulato con l'impresa appaltante.
Se negli ultimi giorni poi il cantiere è risultato poco in ordine è stato solo ed esclusivamente a causa di recenti eventi meteo (vento) che hanno rovinato e spostato la recinzione, opera provvisionali che già mercoledì a seguito di ordine di servizio del DL da parte dell'impresa è stata completamente sostituita e ripristinata.
Passando al resto. Io posso comprendere che - soprattutto con il passare degli anni - la memoria possa fare brutti scherzi. Ma a me (per adesso) fortunatamente la memoria non tradisce...e ricordo benissimo i tanti (troppi) anni di mancate manutenzioni ordinarie e straordinarie in area urbana non attuate dalle amministrazioni sostenute dal partito del solito politicante ed anche le già oltre 500.000 € spese su tali interventi dalla nostra AC negli ultimi 5 anni per provare a far fronte al disastro lasciato sul tema da chi ci ha preceduto; così come ricordo le risorse spese su Pza Italia su cui oggi ci troviamo a dover intervenire per porre rimedio a palesi errori di progettazione e gestione.
E ricordo anche tutti gli investimenti da noi fatti direttamente ed indirettamente (sostenendo i gestori privati) nelle aree sportive e quelli che ci accingiamo a fare nell'area urbana nel corso di questo 2021 e negli anni futuri!
Cosa è che disturba? Non aver calendarizzato interventi sulla viabilità che conduce alla propria abitazione? Ricordo che in tal caso si tratta di strada privata e che - essendoci interesse pubblico - l'AC può cofinanziare sino al 20/30% dell'intervento. Se il progetto arriva magari lo valutiamo, ma la norma è questa. Forse un tempo il clientelismo partitico aiutava ad interpretarla in modo diverso?
Chiudo con la considerazione fatta tempo addietro: rispetto massimo per le idee di ognuno ma per quanto mi riguarda certi soggetti il loro tempo lo hanno già fatto ed oggi dovrebbero dedicarsi ai loro hobby, accompagnare i propri nipoti al parco e godersi serenamente la propria pensione."

Continua la polemica tra PD e Peac, già scoppiata prima della campagna elettorale, sui lavori all'interno del Parco Fucoli.

Saluti,

Valtubo

giovedì 28 gennaio 2021

Sbloccata la Trattativa per la vendita delle Terme?



Ieri sera nella trasmissione Terreno Comune in onda su Tele Idea è stata data la notizia che il socio della gestione Terme di Chianciano, Villa Maria, avrebbe rinunciato al diritto di prelazione.
Dunque dopo una settimana da quando il blog ha dato la notizia dell'intoppo nella trattativa ed aver “mosso le acque “ ed acceso le micce per il dibattito, nelle tv locali e nei giornali, con tutte le contraddizioni del Sindaco, la prelazione è caduta e si può cominciare la vera trattativa, ancora sicuramente lunga nei tempi, per l'acquisto delle quote della società di gestione.
Forse le Terme ed il Sindaco dovrebbero ringraziare il blog, che scatenando la discussione, ha probabilmente fatto guadagnare un mese, che altrimenti si sarebbe perso se si fosse mantenuto il silenzio su ciò che stava accadendo.....


Saluti,


Valtubo

sabato 23 gennaio 2021

Vendita Terme di Chianciano esce fuori il "Piano B"




Nella trasmissione l'Agenda Rossa di mercoledì 20 gennaio, andata in onda su NTI, ospiti Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme e Simone Mannucci CGIL, hanno commentato il precedente post del blog "Vendita Terme Tragico Impasse".
Come potete vedere e sentire nel video il Sindaco, dopo avermi attaccato, (la mia replica, letta dalla conduttrice, la potete ascoltare nel finale del video) ha confermato la situazione di stallo nella trattativa ed ha spiegato il "Piano B" per le Terme di Chianciano nel caso non andasse in porto l'acquisto da parte di Massimo Caputi.
Vi invito ad ascoltarlo con attenzione e eventualmente a commentarlo.


Dal canale youtube valtuboblog

Saluti,


Valtubo


Oggi 24 gennaio in un'intervista rilasciata alla Nazione di Siena il Sindaco Marchetti contraddice le proprie dichiarazioni del video negando un "Piano B". (Clicca nelle foto per ingrandire o scaricare)









Mentre il debito vola oltre i 7 Milioni di Euro:


Il commento di Marcello Fallarino segretario PD di Chianciano su vendita Terme e "Piano B":


Dal canale youtube valtuboblog

lunedì 18 gennaio 2021

Vendita Terme tragico Impasse.

 



La trattativa di vendita delle Terme di Chianciano sta attraversando una fase critica di impasse, infatti a fine gennaio doveva iniziare l'operazione vera e propria con i proprietari delle quote che cedevano la loro prelazione. 
Purtroppo una delle socie, Villa Maria, non ha ceduto la sua prelazione ed ha costretto l'allungamento dei tempi fino al massimo consentito dagli obblighi di legge cioè al 21 febbraio, ciò comporta che l'acquisto delle quote MPS da parte di Caputi per ora non possa avvenire e lui resti a guardare, intanto la liquidità della società delle Terme, che già era in difficoltà con i fornitori in questo mese di gennaio rischia di saltare con gli stipendi per i dipendenti di febbraio. 
La Regione Toscana ha offerto di ridurre la propria rata dell'affitto, ma questo non aiuta la liquidità di cassa. 
Dunque si rischia di arrivare alla data del 21 febbraio con la gestione sull'orlo del fallimento e se ci fosse un qualunque intoppo, il risultato sarebbe Terme chiuse e libri in tribunale. 
Per l'economia sarebbe l'ennesimo colpo di grazia. 


Saluti, 


Valtubo

martedì 12 gennaio 2021

Cartelle TARI andate in prescrizione a Chianciano Terme?



Pubblico segnalazione arrivata via mail al blog su cartelle TARI arrivate a Chiancianesi se volete scrivete alla mail valtuboblog@gmail.com per altre segnalazioni!

"Spett. Valtubo,

sono un chiancianese e questa mattina 12/01/2021 ho ricevuto, tramite consegna a mano del messo comunale, un avviso di accertamento esecutivo per Infedele Denuncia relativo al pagamento della TARI dell'anno 2015 con tanto di pagamento e interessi vari.

Meravigliato da quanto pernevuto, leggo velocemente quanto ricevuto e vedo che la mia abitazione, indicata esclusivamente con il semplice l'indirizzo e senza nessuna presenza dei dati catastali (tipo Foglio, Particella, Sub, Rendita, ecc.) per poterla individuare correttamente, inspiegabilmente subisce un aumento di metri quadrati da X a Y.

Allegati all'avviso anche due bollettini F24 prestampati: il primo per chi paga entro 60 gg (quota più bassa) il secondo per coloro che pagano dopo 60 gg dalla ricezione dell'avviso (quota più alta).

Partendo dal presupposto che probabilmente la nuova misura in metri quadrati accreditata potrebbe essere corretta, quindi la nuova metratura potrebbe andare bene, quello che volevo segnalare che secondo la mia modesta conoscenza, questa richiesta riguardante la TARI dell'anno 2015 è in prescrizione, infatti, ai sensi della legge 296/2006 art.1 comma 161, gli avvisi di accertamento in rettifica e d'ufficio devono essere notificati, a pena di decadenza, entro il 31 Dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati, pertanto, in base a questo, tale avviso doveva essermi consegnato entro il 31/12/2020 e non in data successiva come effettivamente è avvenuto.

Recandomi a lavoro ho parlato di quanto ricevuto con un mio collega e anche lui mi comunica che il giorno precedente ha ricevuto lo stesso avviso, quindi sempre in data successiva al 31/12/2020 pertanto a questo punto ho deciso di scrivervi per vedere se quanto ho potuto appurare, magari facendo un articolo sul vostro blog, corrisponde a realtà e, allo stesso tempo, come possiamo risolvere in maniera bonaria tale richiesta anche perchè sembra che tale avviso sia stato inoltrato a molti chiancianesi.

Speranzoso che la mia segnalazione abbia un seguito e che possa vederla inserita nel blog, per capire se altri chiancianesi hanno ricevuto lo stesso avviso e come potersi comportare seguendo una discussione ad hoc, cordialmente saluto.


Un chiancianese dalla nascita."


Saluti,


Valtubo