e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

sabato 31 luglio 2021

Grandi Eventi a Chianciano Terme


Mama Africa Meeting.....

(senza parole)


Saluti,


Valtubo


Protesta Albergatori per la confusione dell'evento.

Non ce ne libereremo mai riappare Giano:




sabato 10 luglio 2021

La Macerina resta Chiusa


Mentre Chianciano si rianima grazie ai campionati italiani di ciclismo che hanno riportato un po di turismo e vita nel paese i lavori per la sistemazione e riapertura dell'area pedonale della Macerina che dovevano cominciare il 13 luglio, leggermente in ritardo rispetto a quanto promesso dall'Assessore Rocchi, ma comunque nei tempi non partiranno.
Purtroppo i costi per la risistemazione sono lievitati a quasi 60.000 €, le Terme responsabili dell'area non hanno i soldi, la cassa si aggira intorno alle 250.000 €, il Comune che non aveva previsto questa cifra, ma circa 10.000 €  non sta facendo pressioni sulla nuova società di gestione delle Terme per ottenere la cifra mancante, inoltre sembra che serva un parere della Soprintendenza Paesaggistica e che ci vorranno 2 mesi per avere il parere, dunque risultato Macerina chiusa fino a settembre.
La cosa non è stata sicuramente gestita al meglio ed è l'ennesimo colpo alle gambe per il turismo in una “stagione” già piena di difficoltà per le aziende e per l'immagine di Chianciano Terme.


Saluti,


Valtubo

lunedì 5 luglio 2021

Chianciano che Sagome




“Avvistati cartonati di zi Maria al parco a giocare a carte”
. Una frase pronunciata con un fazzoletto davanti alla bocca per richiamare l’attenzione sulla totale assenza di clienti nel parco acqua santa. 
La pattuglia fa un sopralluogo e scopre pensionati chiancianesi a fare tornei fra carte e scacchiere per far finta di rianimare il deceduto parco dell’acqua santa.
Un decesso annunciato, per il quale (volontà di Caputi) il necrologio è stato pubblicato solo successivamente al funerale. Lo ha ufficializzato Caratozzolo ai Sindacati a concordato già depositato.
I sindacati sono usciti dalla stanza con un pugno di mosche, ma siccome devono far credere che in realtà va tutto bene, hanno ritenuto non opportuno commentare, ma piuttosto far credere a qualche stagionale che forse farà qualche ora di lavoro a ferragosto…. 
Nel frattempo sul tavolo del commissariato un altro pizzino con il prezzo stracciato per il villino della direzione, con il fastidio che magari Franceschini ci possa ripensare e bloccare tutto; difficile però che questo accada se tutta la comunità tace. E proprio il peso del silenzio, che la cultura dell’omertà siciliana ha trasmesso in questo fazzoletto di Toscana sta per fare una vittima eccellente…. Bussano alla porta ed il solito Catarella mi passa una telefonata …. 
“Commissario abbiamo trovato copia di un ricorso contro il bando per la promozione di Chianciano; l’hanno avvolto ad un sasso e scagliato contro la porta del Comune. Che faccio ?”
“E che ci faccio io ? Se tanto è già arrivato in tribunale ? ( risponde Montalbano )
“Commissario e se invece si fossero fatti persuasi di gettarlo contro il palazzo comunale proprio come avvertimento ?”
“Ma secondo te il Sindaco non conosce già tutta la storia ? Lascia perdere il foglio e vai a controllare i cartonati…. Se respirano ancora!”

Vs Salvo Montalbano


Video intervento di Nicola Bettollini PC su Terme di Chianciano:

Dal canale valtuboblog su youtube

giovedì 17 giugno 2021

Gossip Chianciano tra Terme e Promozione

 


Cosa bolle in pentola a Chianciano Terme? Intanto si attende entro fine mese la manifestazione promossa dal PD per la scelta del concordato in continuità per le Terme di Chianciano dove il Sindaco si scontra con Fallarino all'Agenda Rossa su NTI come potete vedere nel video, nel frattempo ieri il Mise (Ministero per lo sviluppo economico) ha dato l'Ok ed entrerà nelle Terme con il fondo di salvaguardia.


Dal canale Valtuboblog su youtube

Nel frattempo l'attesissimo bando di promozione ha avuto 6 partecipanti, ma 4 devono produrre entro 10 giorni dei documenti suppletivi, in corsa sono rimaste al momento solo due cordate, una con la Convention Bureau di Firenze e l'altra con la Toscana Expirience di Torrusio....qui risulta forse galeotto l'incontro a tavola (prima della scadenza del bando) alle Terme tra Caputi, il Sindaco, D'Amico e Torrusio? Direi il perfetto mix per il futuro di Chianciano tra Terme e Promozione....


Saluti,


Valtubo


Articolo della Nazione di Siena su ingresso Mise nelle Terme di Chianciano clicca per scaricare o ingrandire:




venerdì 11 giugno 2021

Chiacchierata con Daniele Barbetti su Terme, Chianciano....


Ieri pomeriggio ho incontrato Daniele Barbetti presidente di Federalberghi Toscana e Chianciano nel suo albergo Ambasciatori ed abbiamo parlato di Chianciano Terme e della sua situazione in vista della nuova stagione.
Il primo punto che abbiamo affrontato sono le prospettive a livello regionale per questa estate 2021 ed il Presidente Barbetti ha disegnato un quadro positivo per la costa ed altre situazioni diversificate fra città d’arte, montagna ed altri prodotti; la stagione turistica non solo per la ripartenza dei congressi e del turismo organizzato dovrebbe ripartire e protrarsi anche nel mese di novembre.
Il settore, ovunque, è in difficoltà a trovare il personale e questo aspetto necessità di interventi e strumenti diversi proprio a livello nazionale. Analizzando invece Chianciano la positività espressa da Daniele Barbetti è calata il giudizio espresso parte da una criticità sulla situazione urbana della città e dei disagi che eventuali turisti troverebbero in città. 
Anche se grazie ad un intervento si potrà riaprire la Macerina a fine mese, molte situazioni non offriranno ai turisti un'immagine ideale del paese ed anche in termini di intrattenimento ed animazione della città lo scenario non è roseo. 
Le Terme hanno chiesto all'Associazione Albergatori un contributo per gli l'intrattenimento nel Parco Acquasanta, ma in realtà il Presidente Barbetti è fortemente preoccupato per quello che sta accadendo alle Terme. 
Lo scenario è complesso, secondo il Presidente degli albergatori, nella nostra chiacchierata Barbetti ha raccolto le informazioni pubbliche emerse in questi giorni sulla stampa, anche in vista di un fantomatico e sconosciuto piano industriale la cui cifra ballerina, ed il totale riserbo dei contenuti, potrebbe fare sospettare che in realtà i soldi li devono mettere i soggetti pubblici ed il nuovo azionista Massimo Caputi, investirà solo poco più di due milioni di euro necessari per chiudere il concordato in tribunale. 
Ricapitoliamo le cifre: il Sindaco parla di 10 milioni di euro, 2/3 milioni concessi da Invitalia ed il resto ? I soci privati delle terme non sono stati preventivamente informati del concordato e neanche del piano industriale. 
Con quale delibera o documento ufficiale si è parlato con Giorgetti, con Invitalia, con il Mise, insomma con tutti i soggetti che dovrebbero rifinanziare il rilancio? L’associazione albergatori chiede di riportare il dibattito in consiglio comunale, da svolgere in forma pubblica ed inoltre gli albergatori lanciano la preoccupazione per le conseguenze sui fornitori locali, per i dipendenti delle Terme, che ovviamente con l’apertura di questa crisi d’impresa non hanno più certezze e più in generale sullo scenario di debolezza e crisi che si apre.
Secondo Barbetti quindi prima di prendere le “temperature” fra congelamento e fiamme è necessario conoscere ed aprire in città un dibattito.
E’ centrale secondo Barbetti difendere gli interessi generali della città e non gli interessi solo di alcuni. In questo senso è importante che l’amministrazione comunale non diventi quasi-portavoce di Caputi ma piuttosto recuperi il suo ruolo di garante per tutta la città.
Abbiamo poi parlato anche del bando di promozione per Chianciano Terme e dell'assegnazione separata per la creazione dell'ennesimo sito… poi tuonava troppo fuori dalla finestra e sul futuro di Chianciano, abbiamo dovuto interrompere.



Saluti,


Valtubo

La risposta del Sindaco Andrea Marchetti su concordato in continuità e trasparenza su passaggio Terme di Chianciano video


Dal Canale Valtuboblog su youtube

Camion brucia a Chianciano Terme dopo mercato video


Dal Canale Valtuboblog su youtube

giovedì 3 giugno 2021

Chianciano Finalmente Arriva la Promozione ma di Cosa?


Come si legge nell'articolo della Nazione di Siena (Clicca nell'immagine per ingrandire) ci sarebbero 6 concorrenti per aggiudicarsi il bando di promozione per il termalismo e Chianciano Terme.
Bene, era da tempo che a Chianciano e nel blog si chiedeva una promozione, da troppo tempo assente per rilanciare Chianciano e le sue Terme.
Adesso verrà selezionata la proposta migliore, spero si punterà sulla qualità, ma che cosa si promuoverà? Le Terme? Quali Terme? L'idropinica? Il benessere? La famiglia? Gli over 60? In questo periodo di transizione per le Terme, con il passaggio di proprietà non ancora ben definito, non sappiamo ancora se le Terme avranno un futuro e con quale piano di sviluppo e dunque in quale direzione promuoverle, si rischia di avere lo strumento quando non abbiamo più il prodotto.
Stesso discorso per Chianciano ridotto ai minimi termini con Sant'Elena chiusa, il Parco Fucoli quasi inagibile per un cantiere, il Parco Acquasanta aperto 3 ore al giorno solo la mattina, cantiere al Castagnolo, Macerina chiusa e non sappiamo se dopo il 30 giugno (data scadenza ordinanza) riaprirà, frana ai giardini molte aree degradate, anche qui cosa promuoviamo? Certo abbiamo molte cose belle, ma agli occhi dei turisti questo è quello che appare.
Anche se dopo il covid si prevede un periodo di forte crescita ho paura che siamo arrivati ad avere la promozione troppo tardi per Chianciano Terme.


Saluti,


Valtubo

giovedì 13 maggio 2021

Lo Strano caso delle Acque Calde


Montalbano si trova a dover indagare sui più vari fatti della sua terra....ma come si comporterebbe ad indagare fra le acque calde ?

Svelerebbe, per esempio un piccolo conflitto d'interessi....

E’ stato revocato, da parte delle terme di Chianciano immobiliare l'incarico al Sindaco Marchetti quale consulente del lavoro ? La lettera d’incarico è stata firmata il 29 gennaio 2007, quando Andrea Marchetti non era ancora Sindaco e quindi azionista delle Terme immobiliare:
un’ incarico fino a revoca….ma la revoca ?

Svelerebbe per esempio un piccolo intreccio....

Dalla Russia con…Italia Viva Che fine ha fatto Elena Loss, sostenuta dal Presidente della BCC di Chiusi , il giostratore Fabio vicino politicamente a Stefano Scaramelli ? E’ finita ad investire i suoi soldi a Latronico in Basicilata, dopo essere passata dalla sorgente Sant’Elena lasciata esattamente così , come nel giorno del rogito dell’acquisto.
In compenso ha fatto, prima di Caputi, quello che lo stesso Caputi pensa di fare con Chianciano e cioè indebitare i soldi…degli altri = leggi Invitalia.
Fausto de Maria Sindaco di Italia Viva di Latronico non ha dubbi e cioè, sono loro il modello di sviluppo. La CNN ha acceso i suoi riflettori su questo borgo termale in provincia di Potenza ed ha raccontato l’accordo con Geolander.it e Rurarity per uno sviluppo sostenibile; così come è diventato sostenibile a Latronico l’investimento della scaltra Elena Loss
La Giunta Regionale della Basilicata nella sua ultima riunione del 2020 ha deliberato un finanziamento di 3 milioni di euro a favore del piano di investimenti che prevede la riqualificazione e l'ampliamento di un complesso turistico e la realizzazione di un Centro Sensoriale, a seguito di interventi su fabbricati siti nel comune di Latronico in Contrada “La Calda”, già utilizzati per turismo termale. I costi complessivi del progetto, presentato da Russit srl (Elena Loss) ammontano a circa 23,58 milioni di euro, di cui 11,2 milioni finanziati dal MISE e 3 dalla Regione…..

Riuscirà Caputi a superare la Maestra ?


Vostro Salvo Montalbano


PS: AVVISO: PER VOTARE NEL SONDAGGIO CON SMARTPHONE O TABLET ACCEDERE AL SITO IN MODALITA' WEB!!!

martedì 4 maggio 2021

Lettera Aperta di un Ospite di Chianciano ai Chiancianesi



Questa la mail arrivata al blog di un cliente di Chianciano che racconta la sua nostalgia per la Chianciano che fu e che descrive come l'ha vista adesso.

Buongiorno,
seguo da tempo il tuo blog (perdonami se ti dò del tu, ma mi sei diventato familiare) ed è un modo per avere ancora notizie e legami con la "mia" Chianciano.
La prima volta che sono venuto a Chianciano era l'estate del 1974, insieme ai miei genitori. Avevo 6 anni ed era la prima volta che andavo in vacanza e lontano da casa per due settimane!
Sarebbe diventata una consuetudine nella mia famiglia: per anni e anni avremmo frequentato Chianciano, portando con noi parenti, amici, convincendoli di quanto valesse la pena passare un paio di settimane a Chianciano, in tranquillità e senza annoiarsi.
Inutile dirlo, era bellissima Chianciano negli anni '70/'80: forse un modo molto diverso da oggi di far vacanza ma... tanta gente ovunque, alberghi pieni, la routine dell'Acquasanta la mattina, i pomeriggi al Fucoli (e c'era sempre uno spettacolo, artisti importanti, pienone), le passeggiate serali passando per la Macerina, via Roma e Piazza Italia illuminate dai negozi aperti anche dopo cena. Er0 un bambino, naturalmente i ricordi dolci si amplificano; ma vivevo con grande serenità quei giorni, in compagnia dei miei genitori, felici per quei momenti. E io felice con loro.
I miei amavano profondamente Chianciano e - anche quando le cure termali non sono state più fruibili con le convenzioni di prima - hanno continuato questa tradizione. Fino al punto estremo, in cui una sera del 2005, dopo una serata passata a ballare, mio padre ha avuto un malore improvviso ed è morto. Proprio lì, mentre era felice, insieme alle persone che amava di più e nel posto che amava di più dopo casa sua. E mentre ero con lui, perché aveva invitato me e mia moglie a trascorrere un paio di giorni insieme, in ricordo dei tempi che furono.
Sono tornato anch'io, con mia moglie e mio figlio, un paio d'anni fa, per respirare ancora l'aria della mia infanzia, ma anche per un passaggio in notturna, in famiglia, alle piscine Theia.
Tutto un lungo preambolo per dirti questo: sono appena tornato da un weekend passato in casa di amici da quelle parti e sono passato per Chianciano.
Certo, era il 1 maggio, pioveva ed era tutto chiuso. Certo, c'è l'attenuante della pandemia, che ha dato una mazzata tremenda al sistema già in crisi da anni. Ma quello che ho visto va oltre. Il degrado, l'abbandono, una città fantasma, destrutturata, senza capo né coda.
Erbacce che invadono l'ingresso del Fucoli, dove una volta si giocava a tennis, a basket, a bocce, a minigolf. Un silenzio incredibile, viali spenti, un'imbarazzante sensazione di sconfitta.
E quando mio figlio mi ha chiesto, nella sua trasparente ingenuità, "Papà, quando torniamo a Chianciano?" per la prima volta nella mia vita non sarei stato felice di tornare. E ho cercato una scusa qualunque per non dire che non era in programma, che non sapevo quando saremmo tornati.
E ho provato una fitta di dolore, ho trattenuto le lacrime. Come se qualcosa di mio, di caro, di viscerale, mi fosse stato strappato via.
Non voglio addentrarmi in analisi economiche e finanziarie sulle potenzialità di Chianciano, sulle capacità ricettive, sulla cortesia e disponibilità degli albergatori, dei commercianti, di un sistema che funzionava come una macchina da guerra e che sembra sia stato sconfitto proprio da quella stessa macchina; voglio solo manifestarti il mio stato d'animo, sfruttando il tuo blog per trasmetterlo a tutta Chianciano, che amo come fosse mia, a cui mi sento legato ancora oggi, anche se soffro ad ogni articolo che leggo, sperando in buone notizie che davvero sembrano non arrivare mai.
Scusami se ti ho fatto perdere del tempo con una mail così lunga, ma avrei da scrivere un libro pieno di ricordi e volevo solo condividere le cose salienti.

Grazie per la pazienza.

Enzo Vallozza
Pescara

Questa nell'immagine la lettera (Cliccateci per ingrandirla) dell'Associazione Albergatori indirizzata a Sindaco, Presidente  di Terme Immobiliare e Presidente Terme di Chianciano, che chiede la data di riapertura della Macerina ricordo che l'ordinanza di chiusura scade il 30 giugno!



Saluti,


Valtubo

venerdì 30 aprile 2021

Delitto nella Gestione Terme......



Prefazione di Valtubo
Questo post come potete leggere è il primo non scritto e pubblicato da me ma da una nuova firma di un collaboratore del blog che ogni tanto stimolerà la discussione con notizie ed informazioni molto interessanti.

Saluti e buona lettura,

Valtubo


Quale è il vero futuro per i 45 dipendenti fissi di Terme di Chianciano? Chi pagherà i 9 milioni di euro debito? Come nella “forma dell’acqua”, primo romanzo delle indagini di Montalbano, ricostruiamo gli indizi.

Il 10 febbraio Massimo Caputi decide di comprare per poco meno di 30.000 euro le azioni del MPS delle Terme di Chianciano gestione.

Il 24 febbraio salta l’assemblea: si scopre che il debito della società è arrivato a 8 milioni e 800 mila euro

Il 31 marzo viene cancellato il CDA; dato il benservito a Fabio Cassi, è l’assemblea a maggioranza dei voti impone un deciso cambio: vengono nominati due professionisti di fiducia di Massimo Caputi esperti in fallimenti.

Si apre l’era dell’Avvocato Enrico Caratozzolo e del commercialista Speranza che hanno, per mandato dell’assemblea, 1 anno di tempo: per fare cosa?

E’ uno di quei casi nei quali si cerca di evitare il “delitto”, perché gli indizi ci portano ad un unico esito: fallimento.

Gli indizi ci portano a questo scenario: nuova linea di credito per Terme di Chianciano nella quale Massimo Caputi farà arrivare i suoi soldi, al riparo del vecchio debito ed è il luogo sicuro nel quale saranno versati gli incassi di quest’anno e contemporaneamente la società porterà i libri in tribunale per un concordato in continuità per la società di gestione. Nella crisi d’impresa c’è la possibilità, scritta nero su bianco di riorganizzare e licenziare i dipendenti e non ci sono accordi sindacali che tengano. Le future terme appalteranno all’esterno la maggior parte dei servizi: giardini, bar, marketing, fino ad arrivare a fare uno spezzatino anche per gli stabilimenti termali. Da chi andranno i dipendenti a protestare con i cartelli e megafoni: dal Sindaco ovviamente, che ha steso un tappeto rosso per l'arrivo di Caputi fino a fare pressione nei confronti del super milionario gruppo sanitario “Villa Maria” di accelerare l'uscita per fare spazio a Mister Federterme, che di finanza, spezzatini ecc. è un leader italiano, ma certamente neofita per il settore termale e sanitario.
Tutto il resto è fatto di promesse a vuoto, bugie e rassicurazioni finte.
I costi sui quale fare leva per far tornare i conti delle terme sono due: il costo dell’affitto, il costo del personale.
Pensate che in questo scenario sia credibile aumentare gli incassi? Pensate che sia possibile aumentare i clienti delle terme di Chianciano? Pensate che sia realistico aumentare il valore delle convenzioni con il Servizio Sanitario Nazionale?

Ma soprattutto pensate che riusciamo a evitare questo “delitto”?


Vostro Salvo Montalbano

giovedì 22 aprile 2021

Riapertura Terme? Ma il Sillene cade a pezzi....




Ieri in un articolo della Nazione (cliccare nella foto per ingrandire o scaricare) si parla della possibile riapertura delle Theia, senza indicare una data precisa, ma allungando comunque i tempi per le Sensoriali.




Nel frattempo mi è arrivata una segnalazione di un lettore, che mostra la situazione pericolosa in cui versano alcune parti dello stabilimento Sillene, che casca letteralmente a pezzi.
La persona che mi ha inviato le immagini sullo stato dell'immobile, mi ha scritto che un pezzo di quelli nelle foto sia caduto, rimbalzando in una terrazzina, poco dopo il suo passaggio a piedi.
Speriamo in un pronto intervento per evitare qualche incidente grave.
L'Assessore Rocchi, come pubblicato ieri nel blog, annuncia che per il 2024, se tutto va bene, avremo un nuovo ponte forse il pesce di aprile del blog ha dato lo stimolo decisivo.....


Saluti,


Valtubo