e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

lunedì 9 settembre 2019

Dove dovrebbe investire l'Amministrazione di Chianciano Terme risultati


Questo il risultato del sondaggio del blog Valtubo su "Dove dovrebbe investire l'Amministrazione di Chianciano Terme?"

Fondo per abbattimento Edifici Abbandonati 36%
Promozione della Destinazione Turistica tramite agenzia specializzata 24%
Promozione Cura Idropinica 12%
Infrastrutture per il Centro Storico 8%
Creazione di percorsi specializzati per Sportivi 8%
Rifacimento Strade 8%
Rifacimento Marciapiedi 4%
Fondo a sostegno dell'economia 0%
Sostegno eventi delle Associazioni Culturali Babbo Natale, Mercatini etc 0%
Infrastrutture per Congressi 0%

A voi le considerazioni...

Saluti,

Valtubo

69 commenti:

Zengestu ha detto...

Strade,marciapiedi, verde pubblico,parcheggi(anche abbattendo strutture fatiscenti)secondo me serve questo ...

Anonimo ha detto...

Pari pari tutto il contrario di quello che stanno facendo. Meditate amministratori, meditate, e ricordatevi che cambiare idea, è sintomo di Intelligenza e lungimiranza. Non di debolezza.

Elisabetta pallecchi ha detto...

Abbattimento edifici abbandonati 36%
Promozione turismo e cura idropinica 24+12= 36%

Lega Italiana Sbandieratori ha detto...

Il Campionato italiano sbandieratori e musici della Lega italiana sbandieratori si svolgerà quest’anno a Chianciano Terme e Montepulciano (Siena) dal 13 al 15 settembre.

Tutto pronto per le gare della XXXVIII Parata nazionale della Bandiera in cui si sfideranno circa 450 atleti provenienti da diverse regioni.
---------------------

La XXXVIII Parata nazionale della Bandiera quest’anno si svolgerà in Toscana, a Chianciano Terme, in provincia di Siena, da venerdì 13 a sabato 14 settembre e poi a Montepulciano nella giornata di domenica 15 settembre.
Si tratta del Campionato italiano sbandieratori e musici della LIS (Lega italiana sbandieratori), in cui le compagnie affiliate gareggiano in varie specialità per conquistare il titolo di Migliore compagnia d’Italia.
Sono attesi circa 450 atleti, tra sbandieratori e musici, provenienti da diverse regioni della Penisola, appartenenti a 14 compagnie. Arriveranno dalla Basilicata (Associazione culturale e ricreativa San Vito Martire di Avigliano), dal Lazio (Gruppo Sbandieratori e Musici Nobile Contrada Trinità di Soriano nel Cimino e Sbandieratrici e Gruppo Storico Musicale Città di Viterbo), dalla Lombardia (Sbandieratori e Musici Città di Legnano), dal Piemonte ("Gli Alfieri" Sbandieratori e Musici di Costigliole d'Asti), dalla Puglia (A.S.D Sbandieratori e Musici Città di Lucera), dalla Toscana (Alfieri e Musici della Val Marina di Calenzano, Gruppo Sbandieratori e Musici di Gallicano e Sbandieratori e Musici Città di Lucca - Contrada Sant'Anna in Piaggia) e dall’Umbria (Associazione culturale storica sportiva Sbandieratori Città di Amelia, Sbandieratori e Musici Città della Pieve, Sbandieratori e Musici città di Foligno, Gruppo Storico Sbandieratori e Musici Città di Montefalco e Sbandieratori e Musici dei Quartieri di Orvieto).
La manifestazione sportiva di maggiore rilievo della Lega gode del patrocinio dei Comuni di Chianciano Terme e di Montepulciano.
Già nel 2016, infatti, Chianciano ospitò sia il Campionato maggiore che l'Under 18 e quest'anno, proprio alla città termale è collegato il visual che mostra un sovrapporsi di gocce e lo slogan della manifestazione sportiva: “Ognuno di noi è una differenza. Ognuno di noi è un'unicità. Sii la goccia che riempie il mare”, che è legato al concetto dell'acqua e delle terme, nonché dell'unicità di ciascuno.
Soddisfatta della rinnovata collaborazione con il comune di Chianciano e della nuova con quello di Montepulciano si dichiara Katia Astesano, presidente della Commissione manifestazione ed eventi della LIS, “che dà prestigio e lustro a questa Parata”.
“Siamo alla 38esima edizione della Parata nazionale della Bandiera - dichiara Marco Gastoldi, presidente della Lega italiana sbandieratori - una realtà ormai storica, consolidato appuntamento nell’ambito delle manifestazioni nazionali organizzate dalla LIS, quest’anno, come già fu nell’anno 2016, gestita ed organizzata direttamente dall’Esecutivo della Lega, sempre nell’ospitale comune di Chianciano Terme. (segue)

Lega Italiana Sbandieratori ha detto...

L’obbiettivo della Parata – ricorda - è non solo quello di regalare al pubblico uno spettacolo culturale e folkloristico di alta qualità, ma soprattutto di offrire a tutti gli atleti l’emozione di una sana ed amichevole competizione attraverso la bandiera, il tamburo e la chiarina”.
Le specialità in cui si misureranno gli atleti nel corso della tre giorni sono cinque: singolo tradizionale, coppia tradizionale, piccola squadra, grande squadra e assolo musici, gara, quest’ultima, unica nel suo genere in tutto il territorio nazionale in cui ogni compagnia presenta con un massimo di dieci musici (tra timpani e fiati) un brano inedito accompagnato dalla componente coreografica. I risultati ottenuti nelle varie specialità concorreranno in combinata ad assegnare il titolo di Campione d’Italia.

PROGRAMMA GARE
Venerdì 13 settembre, alle 14.30, la Parata comincerà con la cerimonia d’apertura, seguita alle 16 dalla prima gara, quella di “Singolo tradizionale” nei Giardini comunali di Chianciano Terme. Dopo la pausa per la cena, alle 21, è prevista la “Piccola squadra” al Palamontepaschi delle Terme di Chianciano spa.
Sabato 14 settembre si ripartirà alle 9 del mattino con la gara di “Coppia tradizionale”, seguita da quella della “Grande squadra” alle 14.30, sempre al Palamontepaschi. Alle 22.30 momento di Festa per tutti al Parco AcquaSanta.
Domenica 15 settembre ci si sposterà a Montepulciano per la gara di “Assolo musici”, che avrà inizio alle 9, mentre alle 11.30 si potrà assistere alla Cerimonia dei passaggi di grado dei Maestri di bandiera e degli Istruttori musici. La kermesse sportiva si chiuderà alle 13.30 con la premiazione e alla proclamazione della compagnia Campione d’Italia 2019.
Le tre giornate, scandite da competizioni ed emozioni intense, sono aperte al pubblico che potrà seguirle liberamente.

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

La troupe televisiva del programma “A zonzo. La Toscana che non ti aspetti”, ha fatto tappa a Chianciano Terme. Appuntamento domenica ore 20.00 RTV38 canale 15 digitale terrestre.
Un Grande Grazie agli "Amatori Pici Chianciano": ogni giorno ci dimostrano (e ci ricordano) che con amore e passione si può lavorare tutti insieme per rendere più bella e vivibile la nostra cittadina.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Ciao Valerio

affinché tu possa pubblicarla, trasmetto la risposta all’interrogazione presentata dal gruppo di minoranza “insieme per Chianciano”, inviata formalmente al capogruppo Piccinelli e che sarà discussa ed anche approfondita (con ausilio del geologo Dr. Pagano) in sede del primo CC utile.

COMUNE DI CHIANCIANO

TERME
PROVINCIA DI SIENA
Prot. n. _________________

Chianciano Terme
10 Settembre 2019

OGGETTO: Risposta all’interrogazione presentata dal Gruppo Consiliare “insieme per
Chianciano Terme” sul tema “emungimenti acqua termale”

In merito all‟interrogazione presentata dal Gruppo Consiliare “Insieme per Chianciano Terme “in data 31/07/2019 al n. prot. 12056 e con la quale – facendo riferimento alla risposta data
all'interrogazione del Consigliere De Angelis in data 29/07/2014 – si chiede quali azioni sono state
intraprese per tutelare la falda acquifera e quali iniziative istituzionali sono state iniziate per promuovere a livello territoriale una programmazione coordinata e controllata degli emungimenti, con la presente si intendono fornire sia alcune delucidazioni in merito alle premesse sulla base delle quali è stata avanzata tale interrogazione, sia rispondere al quesito avanzato.
In linea con quanto enunciato nella risposta fornita nel Luglio del 2014 al Consigliere di minoranza De Angelis, poiché ritenevamo - e tuttora riteniamo - che per affrontare una qualsiasi tematica sia necessario partire dalla “conoscenza”, nel Settembre dello stesso anno l‟amministrazione comunale ha tenuto alcuni confronti (alcuni congiunti) con il geologo e direttore di miniera dal 1990 di Terme di Chianciano spa Dr. Giuseppe Pagano e con il geologo Dr. Marcello Palazzi autore della relazione geologico-idrogeologica di supporto alla redazione del Piano Strutturale. Da tali incontri, anche sulla base di un accurato studio sul bacino termale e sul relativo bilancio idrogeologico condotto dallo stesso Dr. Pagano e fornito alla AC nell‟Ottobre 2014, è emerso piuttosto chiaramente che il bacino termale del 'sistema chiancianese' è caratterizzato da una propria dinamica locale, non strettamente dipendente dal sistema territoriale ed il cui bilancio è annualmente tenuto 'stabilmente' in equilibrio con gli emungimenti che vengono eseguiti da pozzo al fine di garantire l'attività termale. E questo anche grazie al fatto che a Chianciano Terme (unica realtà termale toscana che con l'installazione di misuratori di portata ha di fatto attuato le misure di controllo previste da normativa) gli emungimenti sono dinamicamente tarati in virtù dell'alimentazione delle falde, dei tempi di ricarica, e del consumo di risorsa sia per cure termali che per attività riconducibili alle piscine THEIA. (segue)

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Tale taratura degli emungimenti fa' si che in relazione alle precipitazioni meteoriche annue sul bacino afferente al comprensorio di riferimento, precipitazioni che alimentano le falde del 'sistema Chianciano', si ha di fatto sempre un consumo monitorato ed inferiore agli apporti positivi, scongiurando il rischio impoverimento.
A seguito di tali importanti, significative e constatate notificazioni l‟amministrazione si è pertanto principalmente concentrata sulla individuazione delle più pertinenti azioni - da porre in essere all'interno del territorio comunale - finalizzate alla tutela delle sorgenti afferenti il „sistema Chianciano‟, quali ad esempio la regolamentazione del transito di mezzi trasportanti sostanze inquinanti su “vecchia senese” (ricadente questa in territorio ricco di doline e terreni permeabili), la verifica/monitoraggio di eventuali scarichi di acque reflue di tipo domestico e/o ad esse assimilabili all'interno delle aree di protezione delle sorgenti, ed a promuovere campagne tese alla riduzione di fertilizzanti agricoli inquinanti.
Le stesse informazioni hanno – di fatto – diminuito la necessità per l'Amm.ne Comunale, di porre con urgenza in essere formali iniziative istituzionali tese a promuovere una programmazione territoriale coordinata e controllata degli emungimenti che consenta uno sfruttamento sostenibile delle sorgenti termali, anche se la stessa Amm.ne (di cui questa ne è la continuazione) ha continuato e continua tuttora fermamente a ritenere che a prescindere dal sistema locale sia importante un monitoraggio delle risorse idriche termali a livello regionale che passi ovviamente da uno studio sul bilancio idrico complessivo tenente conto dei rapporti tra diversi bacini di alimentazione ed in grado di permettere di pianificare una corretta gestione delle risorse al fine di limitare l‟impoverimento delle sorgenti. A tal riguardo comunque questa si impegna, nel prossimo futuro, di portare la questione all'attenzione del Consiglio e della Giunta dell‟Unione dei Comuni, affinché si possa individuare un percorso “territorialmente “ condiviso sulla base del quale poi avanzare richiesta di impegno da parte di Regione Toscana.
Poiché comunque riteniamo che su tale tematica di fondamentale importanza sia la corretta
informazione, abbiamo sfruttato questa l‟occasione per invitare al primo Consiglio Comunale utile in cui alla presente interrogazione sarà formalmente risposto, il geologo e direttore di miniera di Terme di Chianciano spa Dr. Giuseppe Pagano, affinché lui stesso possa relazionare in modo più dettagliato a quanto in questa risposta “tecnicamente” riportato.

IL SINDACO L‟ASSESSORE DELEGATO
Andrea Marchetti Damiano Rocchi

Anonimo ha detto...

Per marchetti rocchi

Se non ci dobbiamo preoccupare in quanto il sistema chiancianese ha una propria dinamica locale e pertanto facilmente gestibile, perché il 21 marzo 2016, a distanza di 17 mesi dalla relazione di Pagano,
marchetti ha dichiarato tutto il contrario?
Siete consapevoli che state trattando la gestione di un bene pubblico ?


Anonimo ha detto...

Esiste il PD per la replica?

O dobbiamo sopportare che ci rappresenta, su un argomento così delicato, parli in due lingue diverse.?

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

alerio sarebbe opportuno pubblicare la nostra interrogazione su questa pagina, affinché tutti possano capire chi hanno davanti. Leggete attentamente la risposta del Sindaco a De Angelis, conseguentemente a quella, noi abbiamo domandato cosa avesse fatto dal 2014 ad oggi l’Amministrazione e la risposta odierna è che l’Amministrazione.. “a tal riguardo si impegna nel prossimo futuro a portare all’attenzione dell’unione dei Comuni?…

Ma è quello che ha risposto nel 2014… significa che in questi 5 anni si è dimenticato della questione?

E’ strano che Marchetti e Rocchi, dopo aver dichiarato, sull’argomento acqua, cose diametralmente opposte, oggi si firmino in coppia.

Contrariamente a quanto dice Rocchi sulla scorta dello studio di bacino fatto da Pagano nel 2014, intervistato a Radio Effe nel marzo 2016 (se volete invio la registrazione a Valerio) il Sindaco Marchetti dichiara “tutte le falde idriche sono collegate” e poi “è necessario che si parli di un progetto di area per controllare gli emungimenti”…

Ognuno tragga le proprie conclusioni.

Naturalmente io non ho competenze tecniche per dire se corrisponda al vero la relazione di Palazzi o quella di Pagano, ma se dovesse essere veritiera la teoria di Pagano, allora l’Amministrazione e vorrei includere anche le Terme, sarebbero doppiamente superficiali perché il fatto che la nostra acqua emerga da una falda tutta sua, la renderebbe ancora più unica rispetto alle altre e non si spiega perché questo non venga evidenziato e promosso e anzi, perché negli ultimi anni, (nonostante i proclami del famoso comunicato congiunto), nessuno più si occupi della parte sanitaria delle Terme.

valtubo ha detto...

Ripubblico testo su emungimenti di Insieme per Chianciano come richiesto:

Chianciano: la minoranza di “Insieme per Chianciano Terme” all’attacco sulla questione degli “emungimenti” delle acque termali . In una interrogazione il capogruppo Paolo Piccinelli, chiede “quali azioni siano state intraprese in merito alla programmazione necessaria a tutelare la falda acquifera”. Secondo Piccinelli ci potrebbero essere “emungimenti non corretti” dalla stessa falda da parte di altri comuni e sostiene che il sindaco non ha fatto “niente” fino ad ora

Partendo da una interrogazione datata 2014 e firmata dall’allora consigliere comunale del M5S Fabiano de Angelis, l’attuale capogruppo della minoranza di centrosinistra “Insieme per Chianciano terme” Paolo Piccinelli è partito all’attacco per chiedere al sindaco Andrea Marchetti “quali azioni abbia intrapreso in merito alla programmazione necessaria a tutelare la falda acquifera proprio dalla data della sua risposta a De Angelis nel 2014”. Sempre al sindaco Piccinelli in una nuova interrogazione chiede anche “quali iniziative istituzionali siano state intraprese e messe in atto dal Comune di Chianciano Terme per promuovere a livello territoriale una programmazione coordinata e controllata degli emungimenti delle acque Termali in forma corretta e coerente con l’attività Termale”. Nel documento inviato al primo cittadino Piccineli ricorda che fu proprio lui a dichiarare rispondendo a De Angelis che “in questi anni nel deficit idrogeologico ha gravato, oltre al fatto che le precipitazioni atmosferiche si sono ridotte notevolmente, anche il drenaggio provocato dagli emungimenti artificiali di acque termali effettuati nell’intero comprensorio del bacino idrotermale che si estende a sud fino a raggiungere e comprendere la zona del Monte Cetona e che alimenta le note e importanti manifestazioni di Chianciano Terme, Sarteano e San Casciano dei Bagni. In questa situazione, l’unica soluzione possibile è quella di intervenire sugli emungimenti. Tutto ciò deve rientrare nel quadro di una programmazione che tenga conto non solo dei vari interessi economici che gravitano intorno all’uso di queste acque ma, anche, del fatto che una loro corretta gestione può essere attuata soltanto comprensorialmente attraverso un continuo scambio di informazioni e di accordi precisi. E’ appunto su queste estrazioni che si può agire per cercare di ridurre gli effetti di un fenomeno, abbassamento della falda termale, che espandendosi, potrebbe finire con il danneggiare le importanti aree limitrofe”.

D.Piccinelli perché avete presentato proprio ora questa interrogazione?

R.Abbiamo presentato questa interrogazione perché crediamo che l’acqua sia per tutto il territorio, un bene prezioso che ha permesso a molti dei nostri comuni di potersi collocare nel mercato turistico sia nel contesto curativo che del benessere. Tuttavia da studi fatti, come quello allegato al Piano Strutturale di Chianciano Terme, emerge che tutti i comuni attingono dalla stessa falda acquifera ma che ci sono casi di emungimenti non corretti che potrebbero mettere a rischio la falda stessa.

valtubo ha detto...

D.Se non ricordo male è un argomento già discusso in passato

R.Si, questo tema è emerso spesso anche negli ultimi anni, il sindaco Marchetti aveva risposto ad una interrogazione dell’allora consigliere De Angelis dichiarando che l’unica soluzione era quella di intervenire sugli emungimenti e poi durante la giornata Mondiale dell’Acqua aveva ribadito che la falda dalla quale attingiamo appartiene allo stesso bacino che va da Rapolano a San Casciano, tuttavia non è dello stesso avviso il suo assessore Rocchi che ha pubblicamente dichiarato che le nostre Terme attingono da una falda a se stante.

D.Cioè ,sta dicendo che dentro la maggioranza non ci sono posizioni omogenee, che c’è una battaglia?

R.Non saprei se poterla definire una battaglia; noi vogliamo preservare il nostro futuro e crediamo che sia un interesse generale. Siamo convinti che serva una regolamentazione a tutela degli emungimenti con misure e regole certe per chiunque utilizzi la risorsa idrica termale fermando quegli utilizzi non previsti tramite concessioni.

D. Secondo lei che pericoli ci sono?

R.I vari studi pubblicati in questi anni, mettono in evidenza un calo del livello della falda acquifera dovuta tanto ad emungimenti artificiali, quanto al calo delle precipitazioni atmosferiche e quindi il pericolo stando a queste informazioni c’è e riguarda una parte consistente dell’economia del nostro territorio.

D.Secondo lei il sindaco che dovrebbe fare?

R.Il sindaco auspicava una corretta gestione degli emungimenti ed essendo il Sindaco del paese che ancora rappresenta il maggior numero di presenze turistiche deve avere la forza per imporre una maggiore attenzione sulla questione.Spero davvero di essere smentito, ma sembra aver fatto per questo tema, quello che ha fatto per il problema economico turistico del paese, niente.

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

Allora la relazione di Pagano del 2014 è una bufala se il sindaco nel 2016 ha dichiarato il contrario.

Anonimo ha detto...

Ma i 5 stelle non hanno nulla da dichiarare? Non siete quelli del CAMBIAMENTO ?

Anonimo ha detto...

In questi casi, nel caso in cui si rilascino false dichiarazioni in atto pubblico, non si commette un Reato?

Terme di Chianciano ha detto...

Chianciano Terme ha stretto un gemellaggio con la città termale ucraina di Truskavets, vicina al confine polacco. Il territorio è ricchissimo di acque fossili, con ben 14 fonti termali la più famosa delle quali, l'acqua Naftusya, è indicata per reni, fegato, vie biliari, malattie metaboliche compreso il diabete. Ecco i toscani e gli ucraini al momento della firma del gemellaggio.
L'acqua termale che fa bene e costruisce ponti....

#buildingbridges #salusperaquam

Anonimo ha detto...

Cosa hanno detto? CI prestano l'acqua?

Anonimo ha detto...

Il sondaggio evidenzia che i punti che stanno più a cuore a noi Chiancianesi sono sovrapponibili ai quelliprincipali del programma del Piccinelli.., misteri delle urne..

Luca ha detto...

Priorità assoluta all'abbattimento delle strutture fatiscenti/dismesse, se non ridiamo dignità e decoro alla città i turisti magari vengono una volta ma poi non ritornano, ci sono zone di Chianciano dove sembra ci sia stato un bombardamento SVEGLIAAAAAAA

Anonimo ha detto...

Anche io Paolo sono deluso da questa amministrazione, ma sicuramente siamo nel torto considerando che una larga maggioranza li ha scelti nuovamente. E' per questo che credo Chianciano abbia poche opportunità per risollevarsi! E' stato perso il senso dell'accoglienza, virtù che dovrebbe invece contraddistinguere un paese che ha ambizioni turistiche. Ormai il nostro è un paese squallido,con strade impercorribili,piene di buche e, con erbacce che le invadono fino sopra i marciapiedi. Si parcheggia in curva,pulman che ostruiscono le strade davanti agli alberghi, motorini che sfrecciano senza ritegno,una illuminazione fatiscente, una viabilità resa difficile dalla chiusura del Viadotto.Non si vede più un aiuola fiorita, le Terme arrancano nella desolazione che trasmette solo tristezza,non siamo in grado di dare una manutenzione minima al parco a valle e si pensa invece di costruirci la cittadella dello sport. Forse recuperando un pò queste brutture ( che non dovrebbero costare molto) Chianciano si presenterebbe un po' meglio,forse sarebbe più attraente,certamente più pulita e più ordinata e quindi più vivibile. Però fare questo significa non lasciare testimonianza della propria presenza e allora.....

Anonimo ha detto...

Ma di che si chiacchera, in un paese dove ci sono decine e decine di ruderi da abbattere qualcuno da il permesso di abbattere una pineta per costruire un casermone Vergona!!

mazzetti stefano ha detto...

MOLTO MOLTO COMPLICATO........., DA UNA PARTE LE NECESSITA DELLE P.I. + CORRETTE E MENO PEGGIO, dall'altra gli interessi dei maghi della svendita, le politiche turistiche attuate e l'attrazione del low-cost.
-acqua e olio!!! puoi anche tentare di mischiarli, ma si dividono per legge fisica, IMPOSSIBILE FARLE STARE INSIEME, per chi del nostro settore non cede a ricatti e TENTA di lavorare al meglio.
-animazioni varie, ben vengano , utili, e colorano, ma non sono ATTRATTIVI TURISTICI, sono animazioni per i turisti che gia sono qui........ paradossalmente quest'anno si è animato il low cost, che certo perchè non pagano non hanno servizi "INCLUSI" quindi gli si creano intorno........MA IL PRO DI QUESTO??? CHI LO HA???
-operai comunali per tenere in ordine e manutenuto NON CI SONO!! i pochi fanno il massimo, ma i miracoli ancora non gli riescono........strano che sono calati operai,ma non impiegati????, boooh forse zappano seduti dal computer.
-quei pupi di giano, a parte gia deteriorati, sono un boomerang allucinante, davvero non si sa che rispondere a chi chiede "dove è il parco per i bimbi" e similari
-ma, bisogna essere corretti e seri, 2200 persone hanno detto che va bene cosi e devono continuare cosi..... doveroso che chi è stato votato dicendo che faceva quello lo faccia e continui a farlo......... per chi, questo è un problema, s'attacca a stoppardi'..... se regge facendo il contrario della volontà di chi amministra bene......altrimenti si chiude, magari sarà si, come qualcuno giustamente osserva una riduzione strutture alloggi, ma al contrario di come dovrebbe.... chiuse quelle meno peggio e migliori, rimarra aperte i maghi della svendita collaboratori delle politiche turistiche attuate, CHE SI PIENANO E COLLABORANO..........MA LASCIANO BUFFI POI DA PAGARE A TUTTI...a me pare allucinante.......ma , pur non condividendo, va rispettato pareri altrui.....auguri..

PD di Chianciano Terme ha detto...

Dal 4 al 6 ottobre ritorna la "Festa de l'Unità" a Chianciano Terme.
Tre giorni di incontri politici, buona cucina e socialità.

Vi aspettiamo!

Anonimo ha detto...

Mazzetti sindaco subito!
Si è accorto anche lui della politica assurda di .capo. Fanno in modo che possano lavorare solo quelli che poi saranno i primi a mettere in ginocchio il Paese. Quelli che non pagano IMU, Tari ed altre tasse varie, per questo si possono permettere prezzi che non ci mangi nemmeno una pizza, mentre invece offrono cena, camera e colazione! Chissà come fanno? Con 12, 15, massimo 18 euro per tutto. Pizza e coca cola da sole se ti va bene, sono 10/12 €
Se questi non pagano le varie Tasse gli va tolto il servizio, se non paghi la luce, dopo poco te la staccano. Se non pagano il ritiro della spazzatura, lasciatela li per una settimana così ci va la USL e ci pensano loro a farli chiudere.
È assurdo che a breve chiuderanno gli onesti per lasciare spazio, come dice Mazzetti, ai Maghi delle Svendite.
Bastafà non basta più. La gente sta aprendo gli occhi, quasi sei anni buttati e a proposito, buttate giù Giano e tutti i suoi pupi, sono ridicoli, aberranti, inutili. Con quegli 80.000 € ci pagavi lo stipendio a tre Giardinieri Stagionali.
Altro quesito di Stefano, come mai negli anni gli operai comunali diminuiscono mentre gli impiegati se non aumentano poco ci manca?
Poi. Sindaco ed Assessori, se sono lì per il Paese, perché non rinunciano a buona parte dello stipendio e ci pagano un Giardiniere?

Anonimo ha detto...

L amministrazione comunale per tutelare gli investimenti porta avanti la relazione del geologo Pagano, quando poi in più di un'occasione, in date successive, con prove alla mano, non la sostiene.
Crede che gli investitori, se ci saranno, di fronte a prove tangibili, si lasceranno infinocchiare? Ma che figura ci facciamo?
Non sarebbe meglio dire la verità sulla questione delle acque e iniziare un percorso serio per tutelare un loro sviluppo sostenibile?








Luigi ha detto...

Concordo non ci sono parole per descrivere la porcheria fatta.

Anonimo ha detto...

Marchetti/rocchi
Le bugie hanno le gambe corte.
Carta canta






Anonimo ha detto...

Piccinelli ha sollevato un problema serio che riguarda TUTTI: la gestione di un bene comune. Ma sembra che non importi a nessuno, nemmeno alle 1230 persone che lo hanno votato Lamentatevi poi se il paese "muore".





truth ha detto...

Apparte che prevale il discorso di

Attila sugli immobili,perché non sono i suoi. Ci siamo accorti dei problemi della viabilità che al momento esiste a chianciano. Ho riapriamo il ponte oppure asfaltiamo via dei vepri e facciamo un percorso alternativo. State distruggendo la rinascente che sono quelli che vi hanno dato fiducia marchetti Rocchi.

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

Gemellaggio fra le città termali di Chianciano Terme e Truskavets in Ucraina
L’acqua termale costituisce un ponte fra le due comunità

E’ stato ufficialmente siglato l’11 settembre 2019 il gemellaggio fra le città termali di Truskavets in Ucraina e Chianciano Terme.
Truskavets si trova nella parte occidentale del paese, vicino al confine con la Polonia, a 200 chilometri circa dalla frontiera di Chop, in una valle ai piedi dei Carpazi, facilmente raggiungibile da Leopoli in autobus o in treno, e ogni anno oltre 500.000 persone la visitano per bere acqua termale. La cittadina conta oltre 26 mila abitanti è ricca e curata, con alberghi e ristoranti.
Questa terra è ricca di minerali e dal 1827 dopo la scoperta di acqua curativa vennero costruite delle canalizzazioni per portarla in superficie e renderla fruibile attraverso i "bagni", stabilimenti per la distribuzione di acqua. Nel territorio di Truskavets si sono concentrate grandi riserve di acque fossili, da cui sgorgano da 14 fonti naturali, e giacimenti di cere minerali. La più famosa fra le acque è la “Naftusya”, di tre tipi differenti per temperatura e qualità di minerali, che è indicata per le malattie dei reni, del fegato e delle vie biliari oltre che per le malattie del metabolismo, compreso il diabete mellito; efficace anche per i malati di calcolosi urinaria. Moltissime quindi le similitudini che accomunano le due realtà termali basate su acque preziose, che si evolvono verso il benessere in parallelo e accolgono famiglie, turisti in gruppo e individuali compreso il target delle famiglie grazie all’attrazione del Delfinario di Truskaev. L’acqua termale dunque fa bene e costruisce ponti fra le due comunità e cittadinanze.
“L’Italia e l’Ucraina vantano un forte legame nato poco più di 25 anni fa ma molto positivo sia nello sviluppo dei rapporti umani e socio-culturali tra i nostri paesi, sia nel cammino europeo dell’Ucraina –dichiara il Sindaco di Chianciano Terme Andrea Marchetti- Questa, quindi, è l’occasione per stringere una relazione ancor più forte tra le due nazioni e tra le nostre città con l’obiettivo di arrivare in modo concreto ad uno scambio di buone pratiche, a partire dalle politiche del turismo, ma anche culturali e sociali con una città che ha nel suo DNA come noi le Terme”.

La Delegazione ucraina era composta dal Sindaco di Truskavets Andriy Kulchinsky, omologo del Sindaco toscano Andrea Marchetti, Zoryana Skibak, segretario del Presidente, Natalia Skibak, Capo del Dipartimento di sviluppo della Città, Andrei Ostapchuk vice Direttore Medico dell’Istituto cure termali, Churbanov Sergey Direttore dell’hotel "Truskavets 365” uno dei migliori e più lussuosi della città ucraiana e Olexandr Chebanenko.
Componenti della Delegazione anche Riccardo Ferretti e Rosario Sersa Presidente e Vice Presidente Camera di Commercio e Industria Italia Ucraina, Orest Vasilko interprete e Segretario Generale della Camera di Commercio e Oleg Kozhushko Primo Segretario dell’Ambasciata Ucraina in Italia.
I rappresentanti del Comune gemellato, nel corso dei tre giorni molto intensi e ricchi di appuntamenti in Toscana, hanno visitato il Centro storico ed il Museo Etrusco, hanno visto con grande interesse le piscine Theia e effettuato una full immersion nel benessere alle Terme sensoriali con pranzo al Percorso del gusto e infine hanno avuto un appuntamento presso UPMC Institute for Health Chianciano Terme con l’imprenditoria toscana per accordi commerciali di import export e viaggi e scambi fra le due comunità; in primo piano la partecipazione agli eventi del Direttore generale di Terme Mauro della Lena, verso la cui azienda gli Ucraini hanno manifestato grandissimo interesse.

Anonimo ha detto...

In risposta al Sondaggio: l amministrazione comunale dovrebbe spendere i soldi per aggiornare il sito del Comune! Domanda, perché chiedere di togliere i simboli di Giano se ancora l assessore risulta Danila Piccinelli. Sul Sito del Comune anno 2019 troverete in “Primo Piano”, l’Amministrazione “talmente trasparente” che .eacapo è fermo al 2014 e questo era scontato! Che fine hanno fatto i nuovi assessori della giunta comunale anno 2019? E chi sono? L’accoppiata Fabio Nardi e Laura Ballati sono trasparenti? Dopo l inciucio PD – 5 Stelle cosa si prospetta per l Elezioni Regionali in Toscana? Il Giorni della Lega parlerà da Pontida, mentre le Sorelle di Forza Italia e Fratelli d Italia ritorneranno in auge. Aspettiamo la nomina del rappresentante per Chianciano, della nuova formazione politica di Toti ex forzista. Si sta delineando la scissione dal PD di Righetti, le varie correnti di Franceschini, Renzi e Zingaretti non stanno più nella pelle. Dopo l Elezioni Regionale dell’Umbria e dell’ Emilia Romagna il ruolo del Presidente del Consiglio G.Conte con tutto il Governo eletto dal Popolo, passerà alle stelle o alle stalle? Ai posteri ……

Rimondulo ha detto...

Bambole! Non c'è una lira! Questo è il paese dove dovrebbe sempre investire qualcun altro, dove dovrebbe fare qualcun altro. Le casse del comune sono vuote, quelle degli imprenditori anche, con relativi problemi di pagamenti di spese, tasse e balzelli, le terme vanno avanti con i flussi di cassa settimanali, la regione e lo stato figurati, provincia in due anni non è neanche riuscita a fare un progetto per sistemare il ponte, non a sistemarlo, neanche a fare un progetto. Si va verso il precipizio ancora pensando che "qualcuno" deve fare. Non esiste questo "qualcuno". E comunque se uno fa i conti sarebbe meglio dare i costi, immensi, delle demolizioni, tra l'altro impossibili giuridicamente, economicamente e prive di ogni senso imprenditoriale, direttamente ai proprietari, e donare tutto a quanche ente benefico. Ma vi rendete conto di quali cifre parliamo? E per far rimanere cosa? Trenta alberghi e venti negozi che non guadagnano e non guadagnerebbero comunque, e di cui almeno la metà non sono più realisticamente spendibili sul mercato turistico odierno? Auguri! Se queste sono le proposte che escono dopo trenta anni di crisi siamo a cavallo

Carlo ha detto...

Ma i lavori al castagnolo ?

Anonimo ha detto...

Ma l'illuminazione pubblica promessa da sei anni?

Anonimo ha detto...

Di tutte le cose promesse e realizzate in sei anni, si ricorderà solo la sgambatura per i cani e le casine dell’acqua inutilizzabili.eacpo!

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

PULIAMO IL MONDO 2019 🌍
Venerdì 20 Settembre 2019 - Ore 10.00 - Parco a Valle

Per il quarto anno consecutivo Comune di Chianciano Terme e Legambiente - Circolo Terra e Pace APS / Valdichiana organizzano - insieme alle scuole - l'importante manifestazione di carattere ecologico ed ambientale.
È motivo di soddisfazione essere riusciti nuovamente a sostenere ed aderire all'iniziativa che, come di consueto, è di cura e pulizia del verde pubblico e che si manifesta con una piccola azione concreta locale, tesa però a chiedere (globalmente) rispetto per le nostre cittadine ed i nostri parchi ed aree pubbliche.
Un piccolo gesto ma di grande valore educativo che ci auguriamo possa contribuire a sviluppare senso civico nei ragazzi chiancianesi che rappresentano il futuro della nostra comunità.
Ci sembra infine di grande rilevanza il fatto che lo slogan scelto per il 2019 sia “Prima che sia troppo tardi”, un motto che evidenzia l’importanza dell’impegno per la cura e la tutela dell’ambiente che ognuno di noi, anche con semplici gesti, può sostenere quotidianamente per contribuire al mantenimento/raggiungimento della necessaria sostenibilità ambientale della terra e di tutte le specie (noi umani per primi) che su essa vivono.

ChianGiano ha detto...

Giorni, se ci sei batti un colpo e dicci che ne pensi d questa bella stagione.
Tanto che ci sei, dicci anche che ne pensi dei pupi di Giano

a raf...fica ha detto...

Ma le casine dell'acqua quando verranno rimesse in fuzione?

a raf...fica ha detto...

siamo già a metà settembre, si sa niente se verrà organizzato anche quest'anno il paese di babbo Natale o qualcosa di similare?

a raf...fica ha detto...

ma della macerina si sa niente? Verrà sistemato il muro e riaperta?

a raf...fica ha detto...

nel tratto che va da piazza italia alla rotonda canebam sono stati tolti i parcheggi e messo un bel cartello di DIVIETO DI FERMATA.
Si può sapere come mai ci sono sempre le macchine posteggiate e nessuno gli dice niente? Spesso e volentieri sono alcuni negozianti a lasciarcele

a raf...fica ha detto...

Ci si decide a togliere quella schifezza di raccolta porta a porta? E' davvero indecoroso vedere tutti quei sacchettini di spazzatura in giro

a raf...fica ha detto...

Ma la proloco di Chianciano esiste sempre? Cosa sta facendo? Quale è il suo ruolo?

a raf...fica ha detto...

quando verrà pubblicata dal Picci la lista delle spese fatte con la TDS?

Carla Venturini ha detto...

Ma a proposito del ponte invece di criticare ora se facevano nei tanti anni che sono passati un po' di manutenzione, forse era meglio

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

A raffica ti sei scatenato… rispondo a ciò che mi riguarda... stiamo preparando il nuovo numero del giornalino, attendiamo delle informazioni dall’amministrazione che tardano ad arrivare per aggiungere anche altri argomenti e poi usciremo.
Già che siamo qui, avete sentito il Sindaco stamani su Radio Effe? Ha detto (cito testualmente) “dobbiamo ancora capire quale é la chiave che possa riportare Chianciano a essere scelta come destinazione turistica”…
Ma allora quanto ha detto in campagna elettorale sul fatto che questa sarebbe stata la stagione della svolta perché si sarebbero visti i risultati del duro lavoro prodotto con l’Università di Perugia, il ministero dell’economia, la Cina e tanto altro ancora…(?)

Anonimo ha detto...

Per paolo piccinelli
Si parla di come gestire il nostro futuro e come gestire le nostre acque e accusi rocchi e marchetti di avere la lingua biforcuta come gli indiani e dopo ? Tutto qui? È vero quello che dici oppure le tue sono solo illazioni gratuite per gettare fango sulla A.C?

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Anonimo 10:56 Io non accuso nessuno, abbiamo sollevato un problema ben noto a tutti ma su cui nessuno sembra voler prendere provvedimenti , oltre al fatto che sul tema, Marchetti e Rocchi si siano espressi a più riprese seguendo ognuno, una delle due “teorie” presenti. Tutti hanno potuto leggere la nostra interrogazione e la prima risposta dell’Amministrazione che però non è una risposta, ma un appuntamento a parlarne in Consiglio Comunale.

Ora pur comprendendo la tua spiccata sensibilità sull’argomento, non è parlandone ogni 2 giorni sul blog che posso anticipare le risposte dal Sindaco o aumentare la sensibilità dei cittadini sull’argomento. Dobbiamo aspettare il Consiglio Comunale e poi senza dubbio faremo le opportune riflessioni. Sono stupito anch’io che l’argomento non susciti un interesse diffuso o una dovuta preoccupazione, ma tant’è, non posso che aspettare.

Senza dubbio se non lo farà l’Amministrazione, ci faremo carico noi di portare l’argomento all’attenzione degli organi superiori affinché si prendano provvedimenti per tutelare le falde acquifere con regole certe, per tutti i comuni.

a raf...fica ha detto...

Va bene Picci, attendiamo fiduciosi la pubblicazione del nuovo numero del giornalino

Tiemme Spa ha detto...

CHIANCIANO: MODIFICA VIABILITÀ 22/9/2019

A Chianciano: domenica 22 settembre 2019 dalle ore 6.00 alle ore 24.00 saranno chiuse al transito viale Roma nel tratto a scendere e piazza Martiri Perugini lato ingresso Parco Acquasanta a Chianciano.

MODIFICA SERVIZIO EXTRAURBANO
Linea T4B: le corse in direzione Montepulciano effettuano percorso regolare, in direzione Chiusi transiteranno da viale Roma (primo tratto senso ascendente) per poi riprendere il regolare percorso.

MODIFICA SERVIZIO URBANO
Linea T31: le corse in direzione piazza Gramsci effettuano percorso regolare, in direzione autostazione transiteranno da viale Roma (primo tratto senso ascendente) per poi riprendere il regolare percorso.
Linea T32: effettuerà il capolinea presso l’autostazione da dove ripartirà con 4 minuti di anticipo rispetto all’orario dell’Acquasanta. Percorso in direzione Sillene regolare, in direzione Acquasanta transiterà da viale Roma (primo tratto senso ascendente) da dove riprenderà il regolare percorso.
Nel percorso aggiuntivo non effettua fermate.

Anonimo ha detto...

L'AC dovrebbe investire sui programmi annunciati cinque anni fa:
rifare l'illuminazione delle strade,alcune sono completamente al buio in alcuni tratti
rifacimento dei marciapiedi
il tanto sbandierato campo da golf
il parco giochi per ragazzi e adulti
risistemazione piazza Italia, ormai abbandonata a se stessa
le buche nelle strade per le quali stiamo contendendo il primato con Roma ( per non generare attriti sulla contestazione del primato suggerisco un gemellaggio ad oc )
prestare più attenzione alle lamentele della quasi totalità dei pochi turisti che ancora non ci hanno abbandonato
darsi da fare girando per la città vedendo con i propri occhi quali sono i problemi e non aspettare che vengano pubblicati su questo sito

Anonimo ha detto...

Certo che essere l'Ac ricordata per i pupi è una soddisfazione...questa si che è carriera politica!

Palabruco ha detto...

No, ma fatemi capì, si organizza la fiera proprio in concomitanza con la fiera di Torrita?
Secondo i geni che l'hanno organizzata, quanti banchi verrano? E in quanti sceglieranno la fiera di Chianciano e in quanti quella di Torrita.

Poi ci si lamenta se sarà il solito flop

La Nazione.it ha detto...

"Prostitute in vetrina per rilanciare le terme": la Lega sospende Roberto Salvini
In Toscana tiene banco la frase choc del consigliere regionale, che ha scatenato molte reazioni


Turismo, la proposta choc della Lega: "Rilanciare le terme con prostitute"

Per le «dichiarazioni del consigliere regionale Roberto Salvini ho dato indicazione alla capogruppo leghista Elisa Montemagni di procedere alla sospensione del consigliere Salvini dal gruppo stesso». Lo annuncia in una nota Daniele Belotti, commissario della Lega in Toscana, riguardo alla proposta del consigliere regionale di mettere 'donne in vetrina' per potenziare il turismo.

«Toni e contenuti delle dichiarazioni del consigliere Roberto Salvini - continua Belotti - sono di una gravità tale che non possono essere sottovalutati e presi alla leggera. La Lega da sempre ha una linea politica, con i fatti ancor più che con le parole, di assoluta difesa del ruolo delle donne».

«Il nostro Movimento vuole la riapertura delle case chiuse - aggiunge Belotti - non per mettere le donne in vetrina, ma, anzi, sull'esempio di società civilmente evolute come Svizzera e Austria, per toglierle dallo squallore delle strade al fine di garantire più sicurezza nelle città, eliminare il degrado, stroncare radicalmente l'indegno sfruttamento delle donne da parte di organizzazioni criminali, prevenire malattie a trasmissione sessuale e far emergere l'enorme ed incontrollata evasione fiscale, garantendo, in tal modo, entrate tributarie miliardarie per lo Stato».

Daniele Barbetti Presidente Federalberghi Toscana ha detto...

La Lega ha fatto bene a prendere provvedimenti nei confronti del Consigliere Salvini, le cui dichiarazioni sono di una gravità inaudita.

Invito il sig. Salvini a devolvere la propria indennità di consigliere regionale , da oggi fino alla fine del mandato , ad una delle tante associazioni che quotidianamente si adoperano per cercare di salvare le donne dalla schiavitù della prostituzione.

Dimostri di saper usare anche lei lo strumento che ha.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Regione Toscana ha emesso un Bollettino di criticità :
- GIALLO per RISCHIO IDROGEOLOGICO IDRAULICO RETICOLO MINORE e TEMPORALI FORTI dalle ore 00:00 alle ore 12,00 di domani domenica 22 settembre 2019, valido per tutti i Comuni dell'Unione ;
- ARANCIONE per RISCHIO IDROGEOLOGICO IDRAULICO RETICOLO MINORE e TEMPORALI FORTI dalle ore 12,00 alle ore 23,59 di domani domenica 22 settembre 2019 valido per tutti i Comuni dell'Unione.
Per approfondimenti consultare www.cfr.toscana.it

Anonimo ha detto...

Anche lei dimostri di saper fare il presidente per salvaguardare la categoria.
In un confronto tv su teleidea lei accenna che abbiamo problemi con acqua termale e dopo prontamente cambia discorso e non affronta il problema.
Nascondere il problema oggi salva gli alberghi ma li condanna un domAni, anche prossimo, a farli chiudere
tutti.
Abbia il coraggio di rispondere, non faccia come fa di solito quando non sa come rispondere.
Se non risponde invio la registrazione tv a valerio.
Dott. Barbetti, c è o non c é il problema acqua ?
Non si nasconda dietro un dito come fa A.C.

Anonimo ha detto...

È non venga a trovare la scusa che non risponde agli anonimi.
Risponda piuttosto agli albergatori. Vuole che tutto scorra e si facciano nuovi investimenti e mettere così di mezzo coloro che vorranno investire sul nostro territorio?

Anonimo ha detto...

Pres Albergatori
Forse sarà il caso che risponda alle provocazioni che gli hanno rivolto e pretenda chiarezza da marchetti e rocchi. Gli albergatori non possono spendere se prima non si affronta questa criticità.
Ci scusi, ma da che parte sta?
Non si lancia il sasso e poi si tira indietro la mano.!!!!








MARCELLO PALAZZI ha detto...

A seguito della varie discussioni presenti sul Vostro blog nelle quali spesso sono stato chiamato in causa, desidero, più che entrare nello merito specifico delle sorgenti termali, portare all’attenzione queste semplici considerazioni di carattere generale di ispirazione francescana:

Laudato sì, mì Signore, per sor’aqua,
la quale è multo utile et humile et preziosa et casta.

L’acqua per l’umanità è più che una sorella essa è una madre che è fonte di vita e di fecondità; essa è l’elemento primario senza il quale la Terra non sarebbe che uno sterile corpo celeste , deserto e grigio come la luna. Pertanto per il nostro territorio ed in particolare per Chianciano ha permesso non solo la vita dal punto di vista biologico ma sulle acqua la nostra cittadina ha fondato la sua economia , la sua vita materiale e forse qualche aspetto della sua cultura. E’ giunto il momento nel quale, per questo bene prezioso, in particolare l’acqua termale, si debba cambiare atteggiamento e cominciare a rispettarlo e ad amarlo, al pari di tutta la natura, con lo stesso amore che nei suoi confronti nutriva San Francesco. Marcello Palazzi

Anonimo ha detto...

Complimenti Sig.Palazzi le sue parole dovrebbero essere Vangelo per tutti coloro che vogliono bene a Chianciano Terme, soprattutto chi amministra il Comune, chi gestisce le Terme e chi vive di Turismo a Chianciano e non solo ma anche tutti i Comuni che hanno vissuto per anni e anni di Turismo riflesso da CIANCIANO TERME !!!

Anonimo ha detto...

Bravissimo dott palazzi.
A.C. dal 2014 ha detto IN sostanza le stesse cose ma non le ha mai messe in pratica.
PERCHÉ?

ASPETTIAMO DELLE RISPOSTE!!!!!
L acqua è un bene pubblico!!

Palabruco ha detto...

Come è stata la fiera dell'equinozio?

Anonimo ha detto...

Avete notato quel banchetto che vendeva formaggio e porchetta che ha occupato Piazza Italia durante il fine settimana.
Ma chi erano? E chi li ha autorizzati?
Che tristezza...

Cittadino attento ha detto...

L'avevo già segnalato qui sul blog ma evidentemente nessuno ha preso provvedimento: nel tratto che va da piazza Italia alla rotonda sono stati tolti i posteggi però ci sono due negozianti che infischiandosene del segnale di DIVIETO DI FERMATA continuano a parcheggiare li la loro auto e nessuno gli dice nulla o gli fa la multa.
Come è sta storia?
Ci sono dei permessi speciali per qualcuno?

Ettore ha detto...

risposta ad Anonimo 20 settembre 2019 10:53.
Bravo tutto vero! Vorrei far presente che alcuni clienti nel mese di agosto si sono muniti di torce per raggiungere piazza italia la sera dopo cena da viale della libertà..... Che vergogna... Si continua a sprecare un sacco di soldi nel vano tentativo di ravvivare il paese per poche ore al mese, quando con un brencio di illuminazione in più si farebbero miracoli!!

Anonimo ha detto...

Concordo in pieno con te, comunque la prossima volta manda i clienti a passeggio nel parcheggio della Coop pare di esse a Las Vegas saluti.....che zucche

Partito Comunista - Valdichiana Senese ha detto...

Partecipatissima iniziativa Giovedi scorso a Chiusi (SI) contro il carbonizzatore, un'opera inquinante, impattante ed un pericolo per tutta la popolazione, non solo di Chiusi ma di tutti i comuni limitrofi, una lavorazione che non porta nessun beneficio al territorio e ai suoi abitanti, che non porta lavoro e che può mettere in serio pericolo attività turistiche di tutta la zona e la qualità dei prodotti agricoli del territorio, mettendo in crisi piccoli e medi produttori, commercianti e artigiani e tutto ciò che gravita attorno quindi.
Il segretario della Valdichiana senese, Nicola Bettollini sta portando avanti una dura lotta e sta cercando di fare squadra con le associazioni e i comitati, il nostro esperto per le questioni ambientali, Fausto Tenti ha ben spiegato i rischi che ci sono da questa lavorazione e il segretario regionale Salvatore Catello, ha portato l'impegno del Partito a tutti i livelli per fermare questo scempio, sarà uno dei punti del programma per le elezioni regionali e ha spinto perché ci sia una mobilitazione contro questa inutile e soprattutto dannosa da tutti i punti di vista, "opera".
Tantissimi interventi di spessore hanno arricchito la serata di cittadini e di membri di comitati e associazioni. Continuiamo così.

SOLO LA LOTTA PAGA!!!
Partito Comunista