e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

domenica 11 novembre 2018

Chianciano dati turismo 2018 positivi o negativi?

Dati Movimento Turisti 1991-2017 fonte Daniele Barbetti Pres. Federalberghi Toscana

Queste le parole pubblicate dal Sindaco Andrea Marchetti dopo l'incontro dell'Osservatorio Turistico di Destinazione della Valdichiana Senese:

Insediamento dell’Osservatorio Turistico di Destinazione della Valdichiana Senese. Bilancio positivo nel 2018 per tutti i Comuni dell’ambito segno che le scelte strategiche coraggiose e lungimiranti compiute dagli Enti territoriali qualche anno fa si stanno rivelando corrette.
Soddisfacente trend crescente anche per il nostro comune, Chianciano Terme: + 6% arrivi, +1,4% presenze.
La crescita turistica della nostra città è un dato evidente ed il trend, crescente di anno in anno, è legato alle bellezze della nostra cittadina, alle politiche di promozione, alla varietà dell’offerta e destagionalizzazione delle attività portata avanti da questa amministrazione comunale, nonché dal lavoro di Terme di Chianciano, UPMC, e dei privati in genere che negli ultimi anni hanno migliorato e reso molto più appetibile l’offerta turistico ricettiva per i crescenti e sempre più qualificati visitatori che ci raggiungono. 
In vista il 2019, anno di grande importanza per i festeggiamenti del riconoscimento ottenuto di “Town of Sport 2019”. Il che deve stimolare ancora di più tutti gli attori ad incentivare un lavoro di squadra per la valorizzazione della nostra cittadina come destinazione turistica. C’è bisogno di determinazione, volontà e competenze in questo ambito: l’auspicata creazione di nuove figure imprenditoriali in questo settore potrebbe rivolgersi con efficacia anche a migliorare le attività di comunicazione e di incoming coordinato: ci sono ampie potenzialità per farlo.
Insieme si può!

Subito arrivata al blog la risposta del Portavoce del Movimento 5 Stelle di Chianciano Terme Fabiano De Angelis:

È incomprensibile la soddisfazione espressa da questa Amministrazione per l’aumento del 6% degli arrivi a fronte di un misero 1,4 % di aumento delle presenze .
Questi dati, associati all’allarmante 2,1 giorni come media dei pernottamenti per cliente, testimonia che la stragrande maggioranza degli arrivi ha pernottato a Chianciano un periodo brevissimo… diciamo una notte sola! Proviamo a chiederci perché Chianciano abbia una media i pernottamenti così bassa. Considerando che, anche se in piccolissima parte, alcune strutture riescono ancora ad ospitare dei clienti che storicamente trascorrono nella cittadina almeno 12 notti per la cura termale, è facile dedurre che tutto il resto delle presenze, purtroppo, sia composto da chi usa Chianciano come un dormitorio!
I classici gruppi che vanno in escursione a Roma a Firenze oppure tornano dalla costiera Amalfitana e si fermano una notte a Chianciano solo perché è il posto dove si spende meno, perché, oltre al basso costo, c’è una forte concorrenza tra un albergo e l’altro. Questo non perché i nostri albergatori siano degli stupidi o dei benefattori ma solo perché si tratta dell’unico lavoro che gli permette di non chiudere.
Quindi non diteci quanto siano aumentate le presenze in totale, ma diteci quanto sia il “ricavo per presenza” perché questo è il dato che può dare un idea precisa della realtà. 
Con buona approssimazione, posso ipotizzare che il ricavo medio per presenza sia uno dei più bassi d’Italia!
Da persona seria, io non sbandiererei l’aumento delle presenze come un successo di questa Amministrazione , perché è per lo più, frutto delle dinamiche turistiche di mera sopravvivenza a cui Chianciano si è dovuta assoggettare. Bisognerebbe concentrarsi invece, su come incrementare la permanenza media. Capisco che a Puntoeacapo faccia comodo riscuotere la tassa di soggiorno (viene pagata tanto da chi spende 18 € per la mezza pensione quanto da chi ne spende 60 per una pensione completa, al netto dei pochi centesimi di differenza tra classe di alberghi), perché può disporne a piacimento per le festicciole, gli “eventi”(scusate l’esagerazione!) di una sola sera, l’inutile e triste villaggio di Babbo Natale, la pessima e infruttuosa e costosa scelta di affidare la promozione di Chianciano a Montepulciano con Valdichianaliving, i bus turistici che girano mestamente vuoti. Dovrebbe esser presa in esame la reale situazione degli operatori del turismo di Chianciano, sentirete quanti hanno riscontrato un aumento delle presenze ma una diminuzione degli incassi, questi sono i dati che andrebbero analizzati, ad esser seri. L’unico dato importante, caro Sindaco, è il ricavo per presenza, voce che manca nei vostri resoconti, quando invece è l’unico che conta veramente!

Dai dati nell'immagine si vede chiaramente che siamo penultimi nella permanenza media 2,1gg ed abbiamo la più bassa variazione di crescita di presenze mentre siamo al 5° posto come crescita di arrivi.
I due hanno una visione dei risultati praticamente opposta, secondo voi qual'è quella che meglio descrive la situazione di Chianciano Terme?

Saluti,

Valtubo

60 commenti:

Anonimo ha detto...

La soddisfazione, espressa da questa amministrazione, è incommentabile . O sono in mala fede, o folli.

mazzetti stefano ha detto...

Damiano Rocchi Caro Stefano, una AC ha il dovere di ascoltare, valutare e provare (non sempre vi è la possibilità più che la volontà) a dare le risposte. Ma una AC, nel caso delle attività, ha il dovere istituzionale di confrontarsi con le varie e pertinenti associazioni di categoria le quali nascono con l’obbiettivo principe della “rappresentatività” ovvero con il fine da risultare più rappresentative possibile delle idee/proposte/necessità dei propri associati. La nostra AC a tale confronto non si è MAI sottratta (POI IN FACEBOOK AGGIUNTA DI INCONTRI CON ACHE SINGOLE AZIENDE)
-Damiano Rocchi Che piaccia o meno è così che funziona. Una AC ha il dovere di dare risposte in modo da soddisfare richieste ed interessi della più ampia platea di cittadini/imprenditori. Poi giusto ascoltare tutti e cercare di impegnarsi per dare maggior numero di fattive risposte, ma soprattutto su certi temi non si può certo pensare di dare riscontri (passatemi il termine) ad personam. Non è così che funziona, ed a mio avviso che deve funzionare.
-Damiano Rocchi Stefano...non ho detto che era superficiale la tua considerazione...ho detto che (a mio avviso) era ed è superficiale e sommaria la considerazione: “l’amministrazione non ascolta”. Quando ritengo che tutto si può dire, men che meno che questa AC non si sia prestata e non si presti all’ascolto.
Quella dell’amministrazione “che non ascolta” la vedo più che altro come un facile alibi di rassegnazione di chi si ostina a non comprendere che c’è necessità di fare sistema sempre e comunque, anche quando le proprie idee sono in minoranza. Facendo sistema e trovando condivisione è molto più facile che tali idee vengano “ascoltate”. Avremo modo di riparlarne. A presto!
-Stefano Mazzetti Damiano Rocchi DEL SOPRA RISPONDI NO , COME VUOI........, DI "FARE SISTEMA" MI TROVI AL 100%, MA , PASSAMELA, FARE SISTEMA CON CHI E PER COSA NON SI CONDIVIDE MODI, INTENTI ,-------AZIONI, , NON è "FARE SISTEMA" MA MAGARI SBAGLIANDO RAGIONAMENTO PERSONALE, DI CUI PERò NON PAGA CONSEGUENZE NESSUNO.......... IN QUEL CASO OBBLIGARSI A FARE SISTEMA è "MASOCHISMO" ... COSI LA VEDO IO....SICURAMENTE SBAGLIO E AVETE RAGIONE VOI.
-------------------------------------------------------------
SFRUTTERO, il copia incolla sopra DI TIRAEMOLLA AVUTI CON DAMIANO ROCCHI,, di sintesi e concetti, per cercare, ne di fare politica dato che elezioni vicine, e lecitamente tanti dicono una o l'altra cosa per attrarre consensi------LE ELEZIONI NEL DUCATO DEL FOSSO DEI ROTI CI SONO GIA STATE, E POSSO ANDARE FIERO DI ESSERE STATO CONFERMATO GIULLARE DI CORTE E AUTISTA DI RISERVA PER GUIDA LE CARRETTE DI MERDA DALLE STALLE DELLE BESTIE ALLA CONCIMAIA..., essendo questa gia la mia MASSIMA aspirazione, posso parlare senza senza strumentalizzare........... ma solo miei pareri di giullare, non a rappresentanza di altri "ducati",che "FORSE" AVRANNO (???????) LORO GIULLARI.

Daniele Barbetti Presidente Federalberghi Toscana ha detto...

Recentemente sono stati pubblicati dall' Osservatorio Turistico della Valdichiana Senese dei dati parziali sull'andamento arrivi e presenze 2018.

Questo ha stimolato un po' di dibattito a Chianciano Terme: dati buoni ?? dati negativi?? siamo in ripresa?? siamo al collasso??

Ciascuno porta acqua al proprio mulino in queste circostanze: sbaglia chi si sorprende di questo.

Non entrerò quindi nel merito con nessuna analisi, perché mi sembra che, come sempre, il confronto tenda ad esulare dal merito per andare a veleggiare sulle vette altissime dell'agone politico che contraddistingue il nostro territorio da qualche tempo a questa parte.

Mi limiterò a dare qualche strumento per aiutare ciascuno a farsi la propria idea, pubblicando la serie storica (in formato di grafico) delle rilevazioni statistiche dal 1991 al 2017, così come risultano dai dati pubblicati dagli organi competenti.

Buona lettura

valtubo ha detto...

Il Grafico flussi turisti a Chianciano Terme dal 1991 al 2017 è pubblicato nelle immagini del post!

Saluti,

Valtubo

mazzetti stefano ha detto...

-1-(E QUI VEDERETE COME MI SBRANERANNO, ALCUNI!!), in senso generale, e Chianciano Parlando, molte delle cose fatte da pa, non mi dispiacciono, anzi...... alcune non le comprendo, altre pur non condividendole male non mi fanno, .
-2- il giudizio, cambia radicalmente se limito la mia analisi di autista di carrette di merda, nella gestione rapporti, e azioni mirate, a coadiuvare e supportare lavoro di settore incoming-turismo-,la mala gestione della "non promozione non fatta" che a noi serve!!! a pro della "animazione"
-3-purtroppo....i concetti espressi da Damiano sopra, LI CONDIVIDO!!, dico purtroppo perche ben comprendo per mille ragioni, che FONDAMENTALE SAREBBE essere uniti, avere associazioni strutturate a rappresentanza,avere unione di intenti, etc etc....., di questo credo che in diversi dovremmo recitare mea culpa..... E INNEGABILE CHE ATTUALE PA ABBIA AMPIAMENTE STIMOLATO QUESTO....., -4- scendo nello specifico dei miei settori lavorativi....turismo-rurale-ristorativo, se, (GIUSTO O NO NON SO!!),nei tavoli operativi, SONO AMMESSE ASCOLTATE SOLO RAPPRESENTANTI DI ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA..(e anche qui ben diverso è ascoltare-sentire.... da capire comprendere), grosso ENORME PROBLEMA, che se anche dovuto a non bravi noi ad associarsi, INNEGABILE CHE ALLORA LE DECISIONI VENGONO OK, FORSE PRESE "ASCOLTANDO"pareri della maggioranza rappresentata......MA IN TOTALE ASSENZA e senza considerare PARERI "UFFICIALI" DI TUTTO IL SETTORE RURALE SIA PARTE CIA, SIA PARTE COLDIRETTI, SIA ASSOCIAZIONI RURALI LOCALI NON ESISTENTI(piccola cosa fatta su rurale e xtrab-ma colpa nostra non loro, non operativa e strutturata, quindi NON RAPPRESENTATIVA DEI SETTORI, se pur esistente sulla carta), IN TOTALE ASSENZA DI PARERI DI SETTORE RISTORATIVO PERCHE ASSOCIAZIONE INESISTENTE, IN TOTALE ASSENZA DI PARERI DI EXTRALBERGIERO(anzi qui non vero del tutto, perchè AA rappresenta anche parte di questo).......... e quando scendiamo nello specifico di scelte che ci riguardano, tds e suo impiego,come fare promozione,destagionalizzazione bene o male, for family e pupi vari,IMMONDIZIA, eventi e quali tipi, etc etc.....cioè, "GLI STRUMENTI" decisi a cui dare priorita per "FORNIRCI" possibilita da sfruttare per attrarre turismo........, E QUI CHE PROPRIO RITENGO SCELTE PRESE E PORTATE AVANTI , OLTRE CHE SENZA ASCOLTARE E"CAPIRE"(altrimenti non serve a niente!!), SENZA CONSIDERAZIONI SULLE SPECIFICITA DELLE COMPLICANZE GESTIONALI DELLE NOSTRE AZIENDE, NOSTRE PROBLEMATICHE, NOSTRI IMPERATIVI,NOSTRE NECESSITA.
-5-SU TALI TEMI.....SPECIFICI, A.A. unica a partecipare e dire "UFFICIALMENTE" , ed ad aver presentato ufficiali proposte come richiesto, MA REPUTATE NON GRADITE, I PARERI DELLA MAGGIORANZA ASSOLUTA A.A SI UNISCONO AGLI "INUFFICIALI" DEI NON RAPPRESENTATI , E POSSO CREDO SINTETIZZARE CHE QUINDI SU N TOTALE DI sulla carta 180 aziende incoming ex-in alb., in davvero pochissimi condividono scelte e priorità decise........ (for family 1 solo albergo ha aderito )
6-da qui la differenza di lettura su un + di una statistica, credo che qualunque +, è positivo se di Chianciano in generale si parla, IL PROBLEMA E CHE QUEL PIU ,NELLO SPECIFICO DELLE AZIENDE CHE FANNO DORMIRE TURISTI PER CREARE QUEI NUMERI PSEUDOPOSITIVI-----CON LETTURA MATEMATICA AZIENDALE SI TRAFORMANO IN ------------ NEGATIVI IN ASSOLUTO........E NEL DIRLO POI VENIAMO TACCIATI DI DISFATTISTI, NEGATIVI, SENZA VISIONE, NON COLLABORATIVI, ETC ETC........ BISOGNERENNE ANDARE NOI TUTTI 180 A PAGARE LE NOSTRE TASSAZIONI COMUNALI CON IL FOGLIO DELLE STATISTICHE POSITIVE SBANDIERATE COME SUCCESSO..... VISTO CHE CHI SBANDIERE E ANCHE CHI RISCUOTE, NE DOVREBBE ESSERE CONTENTO NO???

Anonimo ha detto...

Tante chiacchiere da bar e niente altro. Rimane sempre una delle peggiori A. C. di sempre, la cosa migliore a questo punto sono i pupini di Giano, almeno essendo buffi e colorati mettono allegria. Ci rendono sempre un Paese ridicolo, però serve a far parlare la gente.
Sulle presenze, può esultare solo chi non deve vivere di questo lavoro e quindi se ne può altamente fregare. La realtà è ben altra.
Ma insieme si può e specialmente.capo, può moltissimo. Siete vicini al traguardo. Il Paese è distrutto. Se poi vi daranno anche il bis,
allora si che ci vorrà una nuova Fenice che risorga dalle vostre ceneri. Buona sgambatura dei cani a tutti.

Anonimo ha detto...

La casa di Babbo Natale di Montecatini fa pubblicità anche su Cartonito, il canale più seguito dai bambini.
Il paese di Babbo Natale di chianciano cosa fa?

corrierepievese.it ha detto...

Chianciano e la guerra dei dati

L’Osservatorio Turistico della Vadichiana Senese ha reso pubblici i dati parziali sul numero e sulla tipologia di turismo che ha interessato la nostra zona. Il dibattito politico, praticamente allo stato zero per quanto riguarda la ristrutturazione di un sistema termale in rilancio, si è subito rianimata a colpi di numeri e statistiche. Ovviamente ognuno ritiene di interpretare correttamente i segnali emersi ma, come al solito, tutti quelli che si pronunciano ufficialmente, decodificano i dati, secondo una scansione che vuole legittimare una parte politica a discapito di quella avversaria.

Ora la verità quando si parla di numeri, sembra un paradosso, è difficile da identificare. O meglio bisogna vedere quali cifre, in che ordine, con quale riferimento. Un piccolo esempio che potrei capire perfino io. Una azienda cinque anni prima sta a cento, cala fino al venti. Dopo un certo tempo arriva a 21: siamo in ripresa. Ecco, e per usare una locuzione tanto cara ai politici si potrebbe affermare: Ma di cosa stiamo parlando?

Gli albergatori, cioè il maggior traino dell’economia locale non hanno bisogno di leggere i dati. Hanno visto la realtà nelle loro aziende. Tuttavia i numeri a ben guardarli in modo contestualizzato indicherebbero un calo del 48% di presenze considerando l’arco di tempo che va dal 2003 al 20017. E anche la percentuale della permanenza media negli arrivi è in ribasso. Inoltre, abbondantemente più della metà, delle strutture alberghiere è chiusa. E con quest’ultimo dato su quella che è la maggior attività del territorio cosa altro c’è da aggiungere? Anzi: Di cosa stiamo parlando?

Anonimo ha detto...

Bravi quelli di Torrita che hanno fatto capire ai Poliziani che non sono invincibili..ma anche gli abitanti stessi di Montepulciano che hanno confermato come la politica oggi fa presa sul cittadino quanto - dicevano i nostri vecchi - il gesso ai gangheri. Questi nuovi ciarlatani che hanno sempre la bocca piena di parole come territorio, eccellenza, che passano da una poltrona all'altra, che dispensano editti e regole per poi essere i primi a non rispettarli,
ogni referendum o tornata elettorale vengono bastonati, non ammettendo mai la sconfitta e tacciando come populisti quelli che alla fine gli pagano gli stipendi e benefit vari.

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

La nomina di “Chianciano Terme European Town of Sport 2019” da parte di Aces è un riconoscimento che rende onore al sistema sportivo cittadino, a partire dalla gestione degli impianti fino all'organizzazione di tanti piccoli e grandi eventi che rendono lo sport più vivo che mai nella nostra città.
Per dodici mesi Chianciano Terme sarà centro di manifestazioni, convegni, progetti di formazione sportiva, resi possibili da una rete diffusa di associazioni, impianti e strutture pubbliche e private e dal nostro comitato promotore “Chianciano Terme European Town of Sport 2019”. Il turismo a vocazione sportiva è una grande opportunità per un territorio ma per ottenere ritorni e vantaggi serve studiare una strategia che coinvolga tutti i soggetti che operano nel territorio stesso (politici, sportivi ed economici). In questo senso ci stiamo muovendo: “Chiusi Town of Sport 2020”, Valdichiana candidata a “Community of Sport 2021”. Insieme si può!!

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

La precauzionale chiusura delle scalette (private di interesse pubblico) di collegamento tra Via Dante e Via Campo La Pace è stata richiesta dal tecnico incaricato dalla proprietà, il quale a seguito di sopralluogo ha evidenziato alcune sopraggiunte problematiche di natura strutturale. Come AC non possiamo quindi fare altro che prenderne atto, limitarne con la chiusura problemi di pubblica incolumità ed attendere le successive indagini e/o interventi che si renderanno necessari a ripristinare la corretta funzionalità strutturale e di fruibilità.

Anonimo ha detto...

....ma te pensa, un paese dove non c'è quasi mai nessuno è ''Città delle Terme'' - ''Città
della Salute''. - ''Città del Benessere'' - '' Città delle Famiglie'' - ''Città dei Pici'' - ''Città di Babbo Natale'' - ''Capitale Europea dello Sport''.....pensa se fosse stato solo Chianciano..

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Conoscere il Piano Intercomunale di Protezione Civile.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare all’incontro che si terrà Domani Giovedì 15 Novembre 2018 ore 18.00 c/o Teatro Caos (Sala Polivalente) - Giardini Pubblici - Via Dante.

Un incontro utile per conoscere i potenziali scenari di rischio (sismico, idraulico, geomorfologica, neve, incidente rilevante, ecc) e gli strumenti di cui come Unione dei Comuni della Valdichiana siamo dotati per imparare poi ad usarli in caso di necessità.

Sarà quindi occasione anche per dare approfondite informazioni anche sulla App Cittadino Informato di Anci Toscana.
Una app molto utile con cui gli enti locali comunicano alla popolazione, non solo gli stati di allerta in corso, ma anche i principali contenuti dello stesso Piano di Protezione Civile Comunale ed Intercomunale. Grazie a tale applicazione gratuita scaricabile dai market Apple ed Android i cittadini potranno consultare sui propri smartphone quali sono le aree a rischio del proprio territorio, dove sono collocate le aree sicure da raggiungere in caso di calamità naturale e soprattutto conoscere quali sono le norme comportamentali corrette da adottare per ogni tipologia di rischio.

PARTITO DEMOCRATICO UNIONE COMUNALE CHIANCIANO TERME ha detto...

PARTITO DEMOCRATICO UNIONE COMUNALE CHIANCIANO TERME

Lettera aperta al Sindaco

Ti scriviamo non come opposizione ma come forza politica responsabile.
Abbiamo visto che nel progetto dei Fucoli, con l’utilizzo dei 2milioni di euro ereditati dalla passata Amministrazione, qualcosa non quadra.
Siamo proprio sicuri che la costruzione di un nuovo Palazzo dei Congressi sia rispondente ai ns. bisogni ed al passo con i tempi?
Ce lo possiamo permettere un doppione del PalaMps?
Va considerato che la cifra a malapena, forse, coprirà il costo del solo manufatto e che ulteriori finanziamenti saranno richiesti per arredi e quant’altro servirà. Poi chi pagherà il costo della demolizione del PalaMps che a questo punto diventerebbe obbligatorio?
Ci chiediamo e Ti chiediamo se non sia il caso di ripensarci.
Vorremmo ricordare che lo stanziamento era stato concesso per servizi accessori al congressuale, non per un nuovo Palazzo dei Congressi.
Ritornare allo spirito concessorio, secondo noi, significa utilizzare i fondi per fare manutenzione, anche straordinaria, al PalaMps, allungandone la vita per ulteriori 20 anni, e fare quei servizi accessori previsti come sale a supporto ai congressi, la ristrutturazione del bar e dei servizi igienici, il ristorante.
Noi ci stiamo adoperando, come già abbiamo fatto nel recente passato, per non perdere il finanziamento, visto il colpevole allungamento dei tempi che potrebbe comunque determinare la sua revoca.
Chianciano Terme non può permettersi un doppione, anche in considerazione del fatto che il congressuale in Italia non è un target in espansione e non si può permettere un’opera che potrebbe restare incompiuta.
Tutto ciò indipendentemente da chi governerà la ns. Città nei prossimi anni.
Ripensateci e riparliamone.

Chianciano Terme, 14/11/2018

Anonimo ha detto...

E' troppo bello leggere il Rocchi, parla un bellissimo politichese

Unknown ha detto...

Reputo una giusta considerazione, prossimamente si apriranno nuove opportunità per Chianciano Terme.
Oreste Castrini

Anonimo ha detto...

Forse l’italiano però non è il suo forte e anche come politica sarà il caso di lasciar perdere. È vero vuol fare il sindaco, che comunque già un poco fa, ma speriamo nei veri Chiancianesi e non nei ChianGianes. Peggio dei sinistri di prima ci potevano solo essere i loro cugini stretti di .capo!

Anonimo ha detto...

Il buon Castagna si è fatto sentire con il Rocchi, io fossi in lui mi candiderei sindaco

Anonimo ha detto...

Silvano Castagna Sindaco

Anonimo ha detto...

Lo scorso anno ad ottobre già avevano montato le luminarie di Natale, quest'anno a 10 giorni dall'apertura del Paese di Babbo Natale non è stato fatto nulla.

Anonimo ha detto...

Ma senza ponte e con Babbo Natale come si farà a circolare per Piazza Italia? Aspettiamo le renne?

Anonimo ha detto...

Invece di chiederlo qui informati da chi se ne occupa e che sta facendo miracoli visto come li stanno boicottando quest'anno. Ma sarà grandioso alla faccia di tutti quelli che stanno remando contro.

Anonimo ha detto...

La fatica e l'impegno che ci mettono certe persone per Chianciano voi chiancianesi marci non la meritate!!!!

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Cultura: per la promozione di Chianciano Terme, un video e un libro di fiabe come attrattiva esperienziale per grandi e piccini

Presentazione durante una conferenza stampa presso la sala consiliare

L’Amministrazione comunale di Chianciano Terme prosegue nella presentazione di progetti legati alla promozione della cittadina termale e questa volta propone un video ed un libro di fiabe per bambini, il primo sulla città scritto e pensato per i più piccoli. La presentazione si è tenuta presso la sala consiliare del Comune di Chianciano Terme il 15 novembre 2018 alle ore 11. Si è trattato di un video emozionale dal titolo "Incontrarsi a Chianciano", realizzato dalla JRM Communication, e di un libro di fiabe dal titolo "Il Clan di Giano e altri racconti". Il libro, edito da Armando Editore e scritto dalla Mariella Valdiserri (insegnante, giornalista e scrittrice), contiene illustrazioni originali di Nino Tubino (architetto e vignettista satirico) ed è stato realizzato da Media Group e prodotto con il contributo del Circolo culturale Evandro Nannetti di Chianciano Terme, associazione che si adopera costantemente a realizzare progetti culturali per i bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie della città, dal Consorzio Chianciasì e Terme di Chianciano. Presenti: il Sindaco Andrea Marchetti, gli Assessori Danila Piccinelli e Rossana Giulianelli; per la presentazione del video Andrea Biagi e Fabio Nofroni di Media Group; per la presentazione del libro: il presidente del Circolo culturale Evandro nannetti, l’autrice Mariella Valdiserri e l’illustratore Nino Tubino.

Il video "Incontrarsi a Chianciano", realizzato da Media Gropu con moderne ed avanzate tecnologie - una delle tre aziende di JRM Communication di Chiusi -, mostra le caratteristiche distintive e le attrattive della cittadina termale, mettendo in evidenza la bellezza dei paesaggi, le strutture termali, la ricettività alberghiera, la tipicità enogastronomica, le attività sportive praticate all’aria aperta negli ampi spazi verdi, che fanno da cornice ad un incontro romantico, giusto epilogo per un luogo dove il sentirsi bene è al centro dell’offerta turistica. La colonna sonora che accompagna le immagini di alta qualità è stata composta da Giovanni Lindo Ferretti, cantautore e scrittore noto per essere stato cantante e paroliere nella band CCCP Fedeli e considerato uno dei padri del punk italiano. Il video è disponibile nel canale YouTube del Comune di Chianciano Terme al link: https://youtu.be/U7iSdnd5Cuw (segue)

Comune di Chianciano Terme ha detto...

“In questo momento - afferma il Sindaco Andrea Marchetti - è fondamentale l’utilizzo di strumenti per l’innovazione tecnologica per promo-commercializzare il prodotto turistico, non solo nel panorama nazionale ma è necessario intercettare anche nuovi mercati a livello internazionale per palesare le bellezze indiscusse del nostro territorio, attraverso immagini di alta qualità, che attraggano il turista e lo portino in una dimensione tale da desiderare di vivere un’esperienza reale ed emozionale.

Il libro "Il Clan di Giano e altri racconti", è rivolto ai bambini dagli otto anni in poi e si compone di tre fiabe interattive dedicate ai nativi digitali: Le avventure del Clan di Giano, La Casa di Babbo Natale e La Magia delle acque. Ai piccoli viene data la possibilità di interagire con i personaggi delle fiabe. Utilizzeranno cellulari, tablet, geolocalizzazione e altro per cercare gli animaletti nel bosco, le fatine delle acque magiche, Babbo Natale che fa il bagno in piscina con le renne, il talismano che protegge i bambini. La narrazione dei genitori è il cerchio magico che crea un momento prezioso in cui i bimbi diventano protagonisti del racconto e le novità tecnologiche uno stimolo per utilizzare e sviluppare il proprio sistema emozionale. Esplorare insieme la mitologia etrusca e romana è l’anello di congiunzione. Far conoscere modelli primordiali ai ragazzi della rete, la “mobile generation”.

I racconti, inoltre, permettono ai piccoli lettori, attraverso le vicende dei personaggi protagonisti, di scoprire usi e costumi, attrazioni e peculiarità della cittadina termale.

“Questo libro è uno strumento di apprendimento stimolante e divertente - sostiene l’Assessore alla cultura Danila Piccinelli - che si propone di destare nel bambino la curiosità di poter visitare i luoghi e vivere la magia descritta, potendo toccare e vedere i vari personaggi, oltre ad essere un momento di condivisione con la famiglia che accompagnerà i bimbi in un’avventura esperienziale alla scoperta di figure mitologiche e creature fantastiche in un territorio accogliente dove cultura, storia e benessere sono anche a misura di bambino”.

Lega Toscana ha detto...

LA LEGA DISTRIBUIRÀ GLI SPRAY AL PEPERONCINO NELLA PROVINCIA DI SIENA

Sabato 17 e Domenica 18 la Lega si riunirà in 12 piazze della provincia di Siena per il tesseramento ed il lancio della campagna #ledonnenonsitoccano, iniziativa di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne durante la quale verranno distribuiti, alle donne che si tessereranno, gli spray al peperoncino che in molti casi hanno scongiurato il consumarsi di violenze ai danni di donne indifese.

Il Commissario provinciale e Senatrice della Lega Tiziana Nisini, annuncia la sua presenza a tutti i gazebo programmati sul territorio. «Farò un tour ai gazebo di tutta la provincia per promuovere questa iniziativa che abbiamo preso a livello regionale con il commissario Susanna Ceccardi e con il gruppo politico femminile guidato da Elena Vizzotto. Purtroppo i reati contro le donne sono in aumento e vogliamo sensibilizzare l'opinione pubblica su questo allarmante fenomeno e vogliamo dare soprattutto alle donne uno strumento concreto di difesa quale può essere lo spray al peperoncino.» afferma la Senatrice leghista. «Voglio ringraziare i militanti che saranno impegnati in questo evento e mi auguro di vedere una bella partecipazione ai nostri gazebo da parte della gente comune. La Lega sarà sempre un presidio di difesa della donna e ci adoperiamo ogni giorno per incrementare il livello di sicurezza delle nostre città mettendo in campo, grazie al nostro Ministro dell'Interno Matteo Salvini, politiche che vedano destinare maggiori risorse di uomini e mezzi alle Forze dell'Ordine per contrastare questo tipo di fenomeni. Dobbiamo intervenire anche a livello legislativo per scongiurare che accadano fatti tragici sostanzialmente annunciati che invece potevano essere evitati.»

Per prendere visione degli indirizzi e degli orari dei gazebo presenti in provincia di Siena basta collegarsi al sito www.legatoscana.org ed entrare nella pagina dell'iniziativa pubblicizzata nella pagina iniziale del sito.

Questi gli orari della presenza della Senatrice Nisini ai gazebo provinciali.


SABATO 17

Cetona 9:00- 10:00

Torrita di Siena 10:50 - 12:00

Montalcino 13:00 - 14:00

Siena 14:40 - 15:40

Poggibonsi 16:30 - 17:30


DOMENICA 18

Rapolano Terme 09:30 - 10:10

Sinalunga 10:40 - 11:20

Montepulciano 12:00 - 12:30

Chianciano Terme 13:00 - 13:40

Colle di Val d’Elsa 16:00 - 17:00

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Approvato oggi in giunta il progetto di riqualificazione e miglioramento della fruibilità dell’ambiente urbano interno al centro storico, con cui poter partecipare al bando con il quale a sua volta Regione Toscana intende sostenere la realizzazione di progetti di promozione e animazione dei Centri Commerciali Naturali. Un progetto redatto sulla base degli input imposti dal bando, che per un importo di circa 25.000 €, prevede: la valorizzazione (visibilità ed illuminazione) della cisterna di raccolta delle acque piovane posta al di sotto di piazza Matteotti e l’ammodernamento dell’illuminazione della soprastante fontana, l’installazione di 2 cannocchiali su punti di vista panoramici, il posizionamento di installazioni artistiche (lampioni innamorati) ed infine la sostituzione ed ammodernamento di fioriere e panchine. Un piccolo e modesto progetto che - se finanziato come ci auspichiamo - potrebbe rivelarsi però molto importante per innalzare la qualità urbana del nostro centro storico.
Noi ci proviamo...😉🤞🏼

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Puntoeacapo è un movimento che ha sempre avuto tra le proprie prerogative partecipazione e condivisione.
Ed un contesto politico, sociale e culturale (locale e non) in cui emerge un preoccupante distacco tra cittadini e la “res pubblica”, riteniamo ancor più fondamentale la partecipazione e la sinergia finalizzate alla messa a sistema ed ottimizzazione di tutte le singole volontà di contribuire alla vita politica ed amministrativa della propria cittadina.
PuntoeaCapo e’ quindi un movimento aperto a tutti coloro intendono partecipare ed invita invita i cittadini a partecipare nella costruzione di quello che potrà essere il prossimo programma di governo per Chianciano Terme.
Il nostro programma elettorale, per essere credibile e realizzabile va costruito insieme, partendo da ciò che c’è già, percorrendo insieme nuove strade, proponendo e coltivando idee e progetti.

Vi aspettiamo MARTEDI’ 20 Novembre ORE 21 “CENTRO GIOVANI LA CRIPTA” – VIA SAN MICHELE 11 – CHIANCIANO TERME

Insieme si può!

Federico Cognome ha detto...

ora possibile che i leghisti vengano in Toscana a portare il peperoncino? il clima di Bergamo di sicuro li fa pungenti almeno quanto la sindaca di Casciana stuzzica l' intelligenza.

i leghisti storicamente la portano la violenza, con la loro ignoranza, i poveri ideali che li spingono. adesso soffiano sul fuoco dei femminicidi e della violenza di genere perchè in fondo la cultura dell' autodifesa la porta chi ha educato i figl* e la propria gente alla violenza.

sono trent' anni che lo fanno e sono stati loro i primi a degradare il genere femminile crescendo politicamente nell' ambiente puttan-berlusconiano.

immagino le aperte discussioni e l' aria pura che si respira nascendo figl* di salviñi, di bossi o della mitica ceccanti!

praticamente, donne, vi danno il peperoncino per difendervi dalla rabbia che hanno messo in giro loro e non da oggi. da una parte incattiviscono la gente facendogli credere che i problemi si risolvano con le ruspe, dall' altra vi danno gli strumenti per difendervi, il peperoncino di bergamo!

la violenza di genere è un problema di educazione e senza dubbio borghezio e salviñi non hanno mai avuto il dono della maieutica, l' uno rutta l' altro vive di tassonomie!
insomma è gente appena uscita dal medioevo e si ergono a difensori delle donne!

da una parte spingono per isolarci a livello internazionale poi puntano sui localismi, come fece mussolotto!

le letture di salviñi si fermano a twitter, quelle di borghezio non ci arrivano, la loro è una cultura dello scontro, le loro donne sono ' cresciute ' con il mito di bossi e maroni, calderoli e bonanno! sgomberano i preti ma poi vi portano il peperoncino!

mi auguro con tutto il cuore, donne, che invece di andare a ritirare la vostra dose di spry v' imponiate alla società per quanto valete e non per il ruolo di vittime degli uomini che vi vogliono appioppare.

Massimo Altaluce ha detto...

Risponderti ... federico cognome sarebbe come darti l importanza che non meriti. Ti aspettiamo alle prossime Amministrative alle Regionali ed Europee. Dimenticavo se vuoi federico ci possiamo trovare quando vuoi.

Anonimo ha detto...


Lega e peperoncino

Brava Ceccardi, tutto qui ? rappresenti la lega in toscana proponendo una bomboletta spray in cambio di una tessera e dopo quando il problema diventa più importante e coinvolge non solo le donne ma anche gli uomini, sembra che sia più opportuno non intervenire. Questo è quanto risulta da un’ interrogazione (settembre 2017) presentata dai consiglieri regionali della lega e indirizzata al presidente della giunta regionale , nella quale si fa riferimento che potrebbero essere stati commessi alcuni gravi e per la quale i cittadini ancora stanno aspettando una risposta, perché non vengano lesi i loro diritti.
Il peperoncino usiamolo come spezia, per la sicurezza occorre ben altro.

Anonimo ha detto...



Questa è buona, La lega che predica in un modo e poi razzola in un altro

Anonimo ha detto...

Voi insieme potete sempre. Giusto a ChianGiano potete.

Anonimo ha detto...

Ti immagini, il peperoncino !
Ceccardi, è un modo molto puerile per portare voti alla lega . Occorre altro !
Per esempio perché non ci dici cosa tratta l’interrogazione del febbraio 2017 che riguarda tutti i cittadini ?
perchè non siete intervenuti ?

Anonimo ha detto...

Ma davvero i leghisti (o presunti tali) pensano di accaparrarsi consensi omaggiando una bomboletta spray al peperoncino in cambio della tessera?
Ma davvero pensano che questo sia il problema locale?
Se davvero vogliono costruire qualcosa di serio per Chianciano ed il nostro territorio, trattino argomenti locali....condividere i post di Salvini o proporre il peperoncino crea solo bruciore al culo e niente più

Anonimo ha detto...

la bomboletta di peperoncini per prendere voti mi sembra una enorme cazz...., ma poi ripenso ai PCI al PSI alla DC, ecc. ecc. chh in cambio di voti hanno sistemato una valanga di gente con il posto fisso nei Comuni, Ospedali, Banche, ecc. ecc. ed ancora li paghiamo oppure sono in pensione da 10 o 20 anni...be' direi che ci sono costati molto di più...

Anonimo ha detto...

La lega si diletta a fare propaganda elettorale regalando una bomboletta spray in cambio di una tessera , mentre a fine mese scadono i tempi perchè Salvini possa denunciare Bossi e Belsito per ammanco di 49.000.000 di soldini pubblici……..
Ne dovete vendere parecchie di tessere , cara Ceccardi.
Nel frattempo nessun comunicato per metterci a conoscenza, oppure smentire, quanto riferito da un anonimo circa il contenuto di un’interrogazione che sembra riguardi i diritti dei cittadini. ?
Prima si lancia il sasso e poi si tira indietro la mano ?

Anonimo ha detto...

Che ridere, quelli della Lega con il gazebo in Piazza Italia con la bandiera Salvini Premier.
Ma lo sanno che Salvini non è premier e che fa solamente il ministro dell'Interno e che quelli dei 5 stelle non lo fanno comandare una mazza?
Ma quanti consensi pensano di raccattare in questo modo?

Deliriooooo ha detto...

Lo scorso anno sono stati spesi più di 30.000 euro per noleggiare ed installare le luminarie di Natale.
Quest'anno si va a risparmio?

Anonimo ha detto...

Ho visto la fila che c’era per prendere la tessera e lo spray al peperoncino , in due diversi comuni. Ero proprio curioso di conoscere i risultati di questa idea geniale del braccio destro di Salvini.
C’era la fila , occorreva il numerino come alla coop.
Se volete credibilità, prima fate la denuncia alla procura per i 49.000.000 milioni , dopo forse qualcuno prenderà anche la tessera. Alla fine del mese manca poco !

Anonimo ha detto...

Si ci appendiamo i chiancianesi spiritosi che durante tutto l'anno non hanno mosso un dito per il paese

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Dopo la dichiarazione di pubblica utilità su quella che secondo i nostri tecnici è risultata la migliore proposta di Project Financing tra quelle pervenute sul tema dell’efficientamento della pubblica illuminazione, oggi (finalmente, in quanto in forte ritardo rispetto a quanto ci eravamo ripromessi) pubblicato dalla centrale unica di committenza dell’Unione dei Comuni il bando di gara.

La documentazione della gara può essere visionata al link:
https://start.toscana.it/…/tenders/027528-2018/view/detail/1

40 giorni a disposizione del proponente e/o di altri soggetti interessati per migliorare il progetto posto a base di gara sia in termini tecnici che economici.
Un progetto con cui potrà essere efficientato, adeguato alle normative e migliorato l’impianto di pubblica illuminazione dell’intera area urbana comprendendo anche la sostituzione dei corpi illuminanti (con lanterne più adeguate al luogo) del centro storico.
Un impegno che avevano preso fin dal nostro insediamento e che, senza aggravio di impegno economico rispetto alla spesa annuale di energia e costi di manutenzione, al termine della concessione (che coinciderà con il tempo di ritorno dell’investimento per il concessionario) significherà una riduzione sulla spesa corrente dell’ente di oltre il 50% sui costi di acquisto dell’energia.
Abbiamo sinceramente impiegato molto più tempo di ciò che credevamo, ma in fondo l’importante è mantenere le promesse...ora incrociamo le dita...non tocca più a noi. 😉

valtubo ha detto...

Alle 17,30 sono in diretta su NTI canale 271 per parlare di Chianciano Terme!!!

Saluti,

Valtubo

Ignazio Cesaroni Centro Meteo Macciano ha detto...

MESSAGGIO IMPORTANTE

Attualmente le stazioni in tempo reale collegate al nostro network locale stanno registrando accumuli molto elevati tra i più alti in Italia ( abbiamo già superato i 50 mm ).

Poiché l'intensità oraria della pioggia si sta mantenendo costante tra i 5-8 mm/ora - dati delle ore 15 - e la previsione locale è per un mantenimento di queste condizioni almeno per le prossime sei ore, nell'arco della sera potremmo tranquillamente raggiungere i 100 mm di pioggia giornalieri.

Si tratta di un valore elevatissimo per cui - se così fosse - potrebbe seriamente verificarsi il rischio di smottamenti, frane, ingrossamento ed esondazione di corsi d'acqua a regime torrentizio, PRESTARE MASSIMA ATTENZIONE.

Si raccomanda anche la GRANDE ATTENZIONE nella guida per la presenza sulle strade di aree estese di allagamento con rischio di perdita di controllo, possibilità di scarsa aderenza dei pneumatici con conseguente allungamento degli spazi di arresto e frenata.

Staff CMM

Ance Siena ha detto...

Tornano ad ANAS alcune strade regionali di interesse nazionale: il commento del Presidente di ANCE Siena Andrea Tanzini
20.11.2018

Con la firma del verbale di consegna dello scorso 15 novembre tornano in gestione ANAS alcune strade regionali di interesse nazionale. Dei 553 km di strade toscane, la provincia di Siena è interessata per un totale di 189,6 km. Si tratta nel dettaglio di: SR “Cassia” per 80,2 km dal confine con la regione Lazio a Siena Sud, SR 68 “di Val Cecina” per 63 km da Cecina all’innesto con il raccordo Siena-Firenze a Poggibonsi, esclusi i centri abitati di Cecina e Colle Val d’Elsa e SP 146 “di Chianciano” per 46,4 km dal confine con la regione Umbria all’innesto con la SS2 a San Quirico d'Orcia. Nel territorio di Arezzo figura solo un chilometro della SR 71 “Umbro Casentinese Romagnola” per circa 1 km dal confine con la regione Umbria allo svincolo con il raccordo Perugia-Bettolle, mentre in provincia di Grosseto non ci sono tratti interessati.

“Finalmente si conclude un processo avviato più di un anno fa con l’intesa sancita dalla Conferenza Unificata dell’agosto 2017 per la revisione di circa 3.500 km di strade di 11 regioni e proseguito con l’emissione del DPCM 20 febbraio 2018 – dichiara il presidente di ANCE Siena e delegato alle infrastrutture di Confindustria Toscana Sud Andrea Tanzini”. “Abbiamo più volte ribadito l’urgenza di intervenire sulle infrastrutture viarie del nostro territorio e ci siamo adoperati molto, con le nostre professionalità interne, per supportare la provincia nel tamponamento dell’emergenza del viadotto sul fiume Paglia di pochi anni fa”. “Ora – prosegue Tanzini – alcune delle più evidenti criticità infrastrutturali del territorio, la Cassia ne è l’emblema con la sua età e il pessimo stato di viadotti e gallerie, possono trovare una soluzione grazie alle risorse e alla gestione di ANAS”. “Ci auguriamo – conclude Tanzini - che alla carta seguano tempestivamente i cantieri per mettere in sicurezza le strade, magari con interventi risolutivi che, nel caso della stessa Cassia, potrebbero riguardare il tracciato e risolvere problemi ad esso legati come l’attraversamento di molti centri urbani”.

PD Chianciano Terme ha detto...

“Serve un nuovo progetto per la promozione e la valorizzazione di Chianciano. Per questo chiediamo alla Regione Toscana di dare seguito a quanto emerso durante l’iniziativa dello scorso 13 ottobre, all’interno della Festa de L’Unità, con l’Assessore regionale Fratoni e i Consiglieri Bezzini e Scaramelli, dove sono stati impostati ipotesi di lavoro per il settore termale e dalla mozione approvata in Consiglio Regionale il 31/1/2018, a cui abbiamo dato il nostro contributo di idee e finalizzata al rilancio delle Città termali con la valorizzazione del sistema termale.In particolare, chiediamo alla Regione di aiutarci mettendo in campo le sue capacità e conoscenze per l’attrazione di investitori esterni e per interventi di rigenerazione del tessuto urbano di Chianciano, in coerenza con il Piano Regionale di Sviluppo. Così come è necessario che la Regione supporti la fase di transizione connessa alla razionalizzazione delle società partecipate, operata ai sensi della Madia, garantendo salvaguardia occupazionale e continuità nella gestione del settore. Le Città termali come Chianciano Terme vivono una crisi profonda che viene da lontano e che caratterizzano l’intero settore. La maggioranza che governa Chianciano T., dopo le speranze di cambiamento che ha saputo suscitare nel 2014, ben poco ha fatto, in generale, per il rilancio della Città, e niente per il settore termale.Riconosciamo alla Regione di aver dato, in questi anni, un contributo reale e stratetico per mitigare gli effetti della crisi con le notevoli risorse investite, tramite l’Immobiliare (in particolare con la realizzazione delle piscine termali Theia che hanno garantito la continuità aziendale e l’occupazione), ma in questa fase complicata occorre un nuovo scatto di responsabilità da parte di tutti. Per questo ci auguriamo che venga istituito quanto prima il tavolo toscano sul termalismo, in cui siano rappresentati tutti i soggetti interessati, con l’obiettivo di supportare la Regione nel definire nuove politiche di promozione e valorizzazione del sistema termale.Va ripresa con forza un vertenza nei confronti del Governo nazionale affinché si riconoscano per le città termali, misure simili a quelle attivate per le aree di crisi industriale. Occorre riconoscere il valore del termalismo legato alla cura, prevedendo un forte sostegno per la valorizzazione e promozione delle attività volte a garantire di più e meglio la salute dei cittadini. Il previsto tavolo istituzionale toscano per le città termali è una priorità non più rinviabile. La riqualificazione urbana del patrimonio edilizio esistente, pena la definitiva decadenza della ns. Città, deve poi trovare uno sbocco positivo. Il Pd di Chianciano Terme ritiene che se vogliamo dare un futuro a questa Città c’è assolutamente bisogno di capire “dove vogliamo andare”, valutando quali occasioni di sviluppo ci possono essere, anche diversificando l’offerta, ragionando quindi in termini che vadano anche oltre le nostra peculiarità turistica / termale. “

Anonimo ha detto...

leggendo il comunicato del PD di Chianciano mi domando se ancora si chiedono "dove vogliamo andare" figuriamoci dove ci vorrebbero portare ??? ancora al TAVOLO ??? ma quale tavolo ??? quello del solito MAGNA MAGNA ????
Ma per favore .... come diceva il grande Totò " ma ci faccia il piacere !!!"

Anonimo ha detto...

Il pd ha detto
“La maggioranza che governa Chianciano T., dopo le speranze di cambiamento che ha saputo suscitare nel 2014, ben poco ha fatto, in generale, per il rilancio della Città, e niente per il settore termale”.
Ma cosa blaterate, dopo aver seccato il mps avete seccato anche l’acqua termale. Ma cosa volete rilanciare !
il vostro compagno Scaramelli non ha aperto bocca quando de Angelis gli ha detto :” cosa andiamo a vendere se non sappiamo quanta acqua abbiamo ! Con la mozione di Bezzini che avete richiamato saranno spesi altri soldi per un settore certo in crisi, ma mai quanto l’acqua termale. Perché non avete mai coinvolto i Comuni di tutto il comprensorio per la protezione di tutto il bacino termale. Che senso ha se poi gli altri comuni nelle istruzioni tecniche degli i strumenti urbanistici non adottano normative analoghe a quelle di chianciano? Oppure emungono in modo indiscriminato rispetto a noi. Oppure non hanno mai installato i contatori idrici, come noi, per monitorare la sostenibilità dello sfruttamento.

Rossana Giulianelli ha detto...

CAMERA  PENALE DI  SIENA E MONTEPULCIANO

Comunicato stampa

STOP alle udienze e a tutte le attività giudiziarie per gli avvocati penalisti per dire no alla modifica della prescrizione.
La Camera penale di Siena e Montepulciano ha aderito alla astensione che si terrà dal 20 al 23 novembre 2018 dell’Unione delle Camere Penali Italiane, esprimendo la propria contrarietà all’emendamento relativo alla sospensione dei termini di prescrizione dopo la sentenza di primo grado.
Si tratta di una proposta contraria ai principi della Costituzione, in particolare all’art. 111 che sancisce il principio della ragionevole durata del processo, principio posto a garanzia dei diritti dell’imputato ma anche delle persone danneggiate, alle quali non verrebbe garantita una risposta della giustizia in tempi ragionevoli.
Un emendamento che risponde a logiche di giustizialismo ma che non risolve comunque il problema.
Oggi il 66% dei procedimenti penali matura il termine di prescrizione nella fase delle indagini preliminari, per non considerare che spesso tra la chiusura delle indagini preliminari e il dibattimento decorre – di media - anche un anno e mezzo.
Si dice che la prescrizione è l’arma dei furbi, l’artificio che gli avvocati usano per sottrarre il colpevole alla pena. Gli avvocati non sono in possesso di alcuna arma. Quando un difensore fa una richiesta di rinvio per legittimo impedimento per esempio la prescrizione si sospende.
La proposta di riforma finirebbe per produrre degli eterni giudicabili, che una volta che sono entrati sotto il radar della giustizia penale, rimarranno tali a vita.
Questa non è la battaglia dell'avvocatura, ma è la strenua difesa dei diritti di tutti noi cittadini, meritevoli di un processo che abbia una durata ragionevole, come sancito dalla Costituzione, e non essere protagonisti di una ricerca della giustizia che non ha fretta alcuna!

Vignetta Giannelli Clicca Qui!

canguasto ha detto...

Facile fare il Sindaco,
vero?

Pesaro, burocrazia folle. Tre enti e cinque delibere per 25 euro di fiori all'atleta Vandi
E’ il costo di un omaggio floreale ad Elisabetta Vandi, l'assurda odissea del sindaco
...
di ROBERTO DAMIANI


per 25€ di fiori...

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

Disneyland natalizio, atmosfera hollywoodiana, favola per bambini e per adulti in Valdichiana, nel cuore della Toscana, a Chianciano Terme, dal 24 novembre torna il Paese di Babbo Natale.

Mi piace ricordare però che la costruzione di un evento di successo non passa solo per la definizione del programma dello stesso ma anche attraverso la capacità di offrire servizi e un ambiente in grado di far vivere un’esperienza unica ai partecipanti.
Per questo l’Amministrazione Comunale, insieme alla Jolly Service Srl, alla Pro Loco e a Terme di Chianciano, ha fatto anche quest’anno uno sforzo notevole per garantire una programmazione di iniziative ed attività intensissima per assicurare il successo del “Paese di Babbo Natale 2018”, senza dimenticare l’implementazione di un’illuminazione con addobbi e luminarie di grande pregio.

Serve a questo punto uno sforzo comune.

Chiediamo quindi a tutti gli operatori economici ma anche ai semplici cittadini di buona volontà di allestire vetrine invitanti e piene d’atmosfera, di illuminare a festa e rendere accoglienti gli alberghi, le case, le vie della città.

Chianciano Terme deve essere valorizzata come merita.

Insieme si può!

Anonimo ha detto...

La cosa che mi lascia perplesso e anche inca...to è che il Sig.Marchetti dice che dobbiamo fare tutti uno sforzo e allestire vetrine ,alberghi ,case,vie della città e rendere questo paese accogliente perchè Chianciano Terme deve essere valorizzata ,ma durante la stagione estiva dove era il nostro Sindaco ?? non si è accorto lo stato di degrado in cui è rimasto abbandonato il nostro Paese ?? questa amministrazione vuole fare di tutto per il Natale e non si preoccupa di come sono ridotte le strade ,i marciapiedi,la Piazza , le Terme , i negozi ,gli alberghi ecc,ecc durante ( se ancora si può chiamare così) stagione Turistica ???
Chianciano Terme ha un solo ed unico motore ,il Turismo,ma purtroppo per supponenza e incapacità delle varie amministrazioni e per ultima questa , sono riusciti a romperlo .
Credo proprio che in questo (ancora per poco) bellissimo Paese non ci sia stato e purtroppo non ci sarà, un meccanico capace di farlo funzionare .

sienafree.it ha detto...

Arrivano i vini dalla Cina al Museo del vino di Chianciano

Un viaggio alla scoperta di tradizioni, sapori e culture diverse, grazie al nuovo museo del vino nella meravigliosa Chianciano

Il più innovativo museo del vino in Italia e uno tra i più importanti al mondo, ubicato in una location mozzafiato nel cuore della Toscana, nella bellissima piazza medievale di Chianciano, vanta una vastissima collezione di vini provenienti da tutto il mondo, aprirà i battenti ad appassionati e non, il primo giugno 2019.

Frutto dell’idea di Roberto Gagliardi, direttore del Museo d’arte di Chianciano, la Galleria del Vino si estende tra le grotte medievali e le segrete sotterranee del 12 secolo, in una location pittoresca e senza tempo. Il Museo del Vino si propone come un vero e proprio viaggio interattivo ed emozionale attraverso la cultura e la tradizione del vino, nettare per il nostro palato ma anche prodotto culturale capace di raccontare la storia di civiltà intere.
Con migliaia di bottiglie, la collezione vanta un ventaglio di scelta molto assortito: non solo i pregiati vini nostrani, ma anche eccellenti vini europei e extraeuropei.
Un percorso olfattivo, gustativo, culturale e intellettuale, che partendo dai vini più tradizionali e pregiati italiani si sposterà a quelli più esotici dell'Andalusia, della Francia fino alle eccellenze tedesche della Mosella e dell'Ahr. Inoltre il museo presenterà vini d’oltreoceano con i favolosi vini australiani (Penfolds Grange Bin 95, Cabernet-Shiraz), a quelli cileni come il famoso Sauvignonnassse, a quelli sudafricani come il Meerlust e anche ai pregiatissimi nonché considerati “i vini del futuro” ovvero i vini cinesi.
Sono proprio i vini cinesi ad attirare maggior attenzione: il mercato dei vini cinesi è in rapida evoluzione e tra il 2016 e il 2017, il numero di Grandi Medaglie d’Oro attribuite ai vini cinesi è triplicato in occasione del Concours Mondial de Bruxelle. L’anno scorso, per la prima volta, un vino cinese figurava nel prestigioso elenco di Rivelazioni CMB. Qualità, innovazione sono le parole chiave che meglio descrivono i vini cinesi presenti al museo del vino. Il vino cinese è una rivelazione, e sempre più numerose sono le richieste di questo prodotto a livello internazionale.

Grazie alla presenza di suoli e ambienti microclimatici molto differenti in Cina, i vitigni e le caratteristiche organolettiche sono completamente diverse da zona a zona, regalando ai vini peculiarità molto diverse e particolari. I vini sono da poco arrivati a Chianciano e ora si procede alla loro classificazione e ad uno studio approfondito per creare i migliori abbinamenti culinarienogastronomici.

Tantissimi i vini rari e pregiati che si potranno gustare, ricordiamo le bottiglie da 20 litri di Bordeaux che prendono il nome biblico di Melchiorre, quelle da 10 litri Batezar e di Matusalem da 6 litri, bottiglie di vodka di 60 anni e decine di bottiglie di Brunello degli anni '70.
Insomma ce ne saranno per tutti i gusti: dai più antichi e preziosi vini da collezione ai più semplici e tradizionali da gustare a casa.
Peter Gagliardi ci ha raccontato dei suoi viaggi non solo per acquistare i vini ma anche per capire la cultura legata a questa bevanda già conosciuta dai cinesi più di 2000 anni addietro.

Il percorso di visita è strutturato come una discesa in profondità nella cultura mondiale del vino: la suggestione di addentrarsi nei misteri e nei miti del frutto di Bacco proveniente da tutto il mondo con caratteristiche vibranti di ogni continente. La visita sarà un'esperienza a 360’ per i grandi intenditori ma anche per chi vorrà semplicemente gradire un calice di vino in un'atmosfera unica e suggestiva.

Partito Comunista - Valdichiana Senese ha detto...

NON RIMANERE INDIFFERENTE, LOTTA CON NOI, OGGI SEI SFRUTTATO, DOMANI SARAI SCHIACCIATO
Ascoltando il pezzo dei CCCP, leggendo IL TESTO DI SEGUITO e guardando al situazione di Chianciano Terme, viene da piangere, ci sono molte similitudini con quello che erano le Terme in Italia, la stessa cosa certamente no ma NOI DEL PARTITO COMUNISTA SIAMO CERTI CHE LA RIPRESA DELLE TERME IN ITALIA e quindi di Chianciano Terme, DEBBA PARTIRE DAI CONCETTI QUI DI SEGUITO ELENCATI MAI COME ADESSO COSI' ATTUALI: IL "DIRITTO AL RIPOSO" SANCITO DALLA COSTITUZIONE DELL' URSS PORTO' ALLA CREAZIONE DI QUESTI INCREDIBILI E MODERNISSIMI "SANATORI" (UN PO' CENTRI TERMALI, UN PO' CENTRI BENESSERE): BENVENUTI NELLA SPA DOVE LA VACANZA NON ERA UN LUSSO PER POCHI MA UNA REALTA' PER TUTTI!

Sorti nei primi anni venti del 900, i sanatori divennero i luoghi di vacanza ufficiali dei lavoratori sovietici. Lo stato provvedeva a finanziare le cure e, dall’Armenia all’Uzbekistan, dal Kirghizistan all’Ucraina, tutto il territorio dell’Urss si riempì di queste "Spa" , che rappresentavano un’avanguardia dal punto di vista medico. Ognuno con la sua storia e le sue leggende, i sanatori dovevano rappresentare i valori vacanzieri sovietici ed essere l’incarnazione del turizm: parola apparentemente traducibile come turismo e che invece indicava le attività per rigenerare il lavoratore. Esercizio fisico e cura del corpo.Non importava la collocazione geografica, la cultura o la storia dei vari paesi, ogni sanatorio socialista sul territorio dell’ex Unione sovietica doveva rispettare alcuni elementi ricorrenti obbligatori: un policlinico, dormitori, uffici amministrativi e spazi verdi per racchiudere la vacanza perfetta del lavoratore socialista. Questi giganti incantati erano il teatro della vacanza istituzionalizzata. Nella Russia imperiale, il termine sanatorio aveva tutt’altra valenza: era prerogativa delle classi più agiate, soprattutto quelli in Crimea che gli zar fecero costruire a picco sul mare. Ogni azienda aveva il suo sanatorio fuori città, dove i dipendenti potevano andare in vacanza. I sanatori di epoca sovietica sono tra gli edifici più innovativi, a volte più ornamentali del loro tempo - dall'Aurora del Kirghizistan, progettata a forma di nave, a Druzhba, un capolavoro a forma di disco volante sulla costa della Crimea ( nella foto). Il "cattivone" Stalin sancì "diritto al riposo" nella costituzione del 1936 per tutti i cittadini dell'URSS. In linea con il Primo e il Secondo piano quinquennale di Stalin, scrive Johanna Geisler nel "Sanatorio sovietico: Medicina, natura e cultura di massa", a Sochi, Il rapido sviluppo del settore fece sì che nel 1939 fossero stati costruiti 1.828 nuovi sanatori con 239.000 posti letto. Con la fine dell'URSS 1991, molte di queste strutture furono abbandonate. I costi di mantenimento proibitivi e la mancanza di interesse per la conservazione architettonica in gran parte della sfera post-sovietica hanno fatto ben poco per cambiare questa situazione. Un certo numero di sanatori ancora in funzione sono caduti in rovina, mentre altri si trovano di fronte a un futuro incerto.

Partito Comunista - Valdichiana Senese

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

IL TROFEO CONI KINDER+SPORT A CHIANCIANO TERME.

Un altro grande risultato per il rilancio economico della città e per il territorio della Valdichiana: definite le sedi del Trofeo CONI 2019 e 2020.

Ieri a Reggio Calabria, durante la riunione della Giunta Nazionale CONI sono state approvate le sedi del Trofeo CONI per il 2019 e il 2020. Nel 2019 l’importante appuntamento per i giovanissimi atleti è stato assegnato alla Calabria, con capofila Crotone e Isola Capo Rizzuto, mentre per il 2020 è stato assegnato alla Toscana con Chianciano Terme.
Il Trofeo CONI Kinder+Sport è un uno dei principali progetti nazionali multisportivi per gli atleti Under 14 (fascia d’età 10-14), tesserati presso le ASD/SSD regolarmente iscritte al Registro Nazionale del CONI.
Un progetto ispirato ai valori del fair play e del rispetto delle regole, che nasce con l’obiettivo di valorizzare la funzione promozionale dell’attività sportiva attraverso una forte sinergia tra il CONI, gli organismi sportivi e le tante società sportive affiliate. Ogni anno, migliaia di giovani atleti si sfidano nelle diverse competizioni regionali con un unico obiettivo: rappresentare la propria Regione alla Finale Nazionale del Trofeo CONI Kinder+Sport.

Un particolare ringraziamento per averci dato questa opportunità va al Presidente Coni Toscana Salvatore Sanzo.

Insieme si può!!!

La Nazione.it ha detto...

Tragedia a Chianciano: donna muore schiacciata dalla sua auto nel giardino di casa

Sul luogo dell'incidente polizia municipale e vigili del fuoco

Tragedia nella tarda mattinata di oggi a Chianciano, in una palazzina poco fuori il paese. Per cause che sono ancora da ricostruire una donna di 48 anni è morta schiacciata contro un muretto dall'auto di famiglia che sembra fosse in panne. E' accaduto nel giardino di casa. Sul luogo dell'incidente la polizia municipale per le indagini e i vigili del fuoco di Montepulciano. Un dramma che ha scosso tutta la zona, quasi incredula per quanto accaduto.

Anche il marito è stato portato in ospedale a Nottola: ha accusato un malore.

Pro Loco di Chianciano Terme ha detto...

Chianciano inaugura il “Paese di Babbo Natale”

Scenografie natalizie, attrazioni luminose, mercatini e tanti spettacoli incantevoli ; una città intera che si veste di Natale alle ore 15:00 inaugurazione del “Paese di Babbo Natale” presso il Parco Acquasanta

Verrà inaugurato oggi a Chianciano Terme, la quinta edizione de Il Paese di Babbo Natale, il parco a tema pronto ad accogliere, come ogni anno migliaia di visitatori da tutta Italia.
Un’edizione che si preannuncia straordinaria: ampliata nell’offerta degli spettacoli e soprattutto nelle scenografie, costruite appositamente all’interno del Parco, dove verrà allestita l’abitazione vera e propria di Babbo Natale, ma anche tantissime altre ambientazioni a tema natalizio, come la fabbrica dei giocattoli, percorribile tramite un trenino elettrico, i castelli all’interno dei quali verrà allestito il truccabimbi, il tunnel di luce e tanti altri. L’offerta è vastissima e non riguarda solamente il Parco Acquasanta, il secolare parco termale dove verrà allestita l’abitazione di Babbo Natale, ma riguarda l’intera città, dalle luminarie imponenti, alle attrazioni in ogni angolo della città, dai mercatini natalizi, alle incantevoli decorazioni dei negozi, con vetrine allestite a tema. E poi ancora presepi d’autore ed un delizioso trenino turistico, il Polar Express, che trasporterà i visitatori facendo tappa nei luoghi delle principali attrazioni.
Il Paese di Babbo Natale vero e proprio sorgerà nel fiabesco Parco Acqua Santa. Qui sentieri nel verde e alberi secolari custodiscono il magico “regno” del Natale con tante attrazioni per sognare a occhi aperti e scoprire la baita in cui vive Babbo Natale a cui consegnare personalmente la propria letterina.
All’interno del Parco è stato allestito anche uno spazioso e confortevole teatro al coperto, dove prenderanno vita importanti spettacoli per grandi e piccini: dalle due amate protagoniste della serie in onda su Rai Gulp, “Maggie e Bianca”, allo spettacolo di Coccole Sonore Live, il celebre Canale YouTube con milioni di visualizzazioni. Ma ci sarà anche Arnaldo Mangini, famoso per essere il sosia ufficiale internazionale di Mr. Bean e poi ancora lo spettacolo di Edwar Mani di Forbice, il sosia di Jack Sparrow e la compagnia teatrale di Voci e Progetti, con gli spettacoli di “Natale al Paese delle Favole, apprezzatissimi nella scorsa edizione.
Per i visitatori sarà anche l’occasione per rilassarsi alle Terme Sensoriali, che si trovano all’interno del Parco Acquasanta e che offrono il servizio di Baby sitting per i genitori che usufruiranno dei servizi termali (per maggiori informazioni 0578.68501).
L’evento, patrocinato dal Comune di Chianciano Terme, in collaboraziopne con la Proloco, prevede l’ingresso al parco dove sono state allestite tutte le coreografie del Natale, con spettacoli e animazioni durante tutti i fine settimana, e si concluderà il 6 gennaio.
Maggiori informazioni su www.paesedibabbonatale.it o sulla pagina facebook (https://www.facebook.com/babbonatalechianciano/).

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

Chianciano: rinviata a prossima settimana parte festeggiamenti per Natale in seguito al lutto che ha colpito la cittadina

Visto il grave lutto che ha colpito la cittadinanza tutta, Jolly Service e Pro Loco Chianciano, hanno deciso in comune accordo, di rinviare alla settimana prossima parte dei festeggiamenti previsti da oggi 24 novembre per l’inaugurazione del Paese di Babbo Natale.” Purtroppo per vari motivi organizzativi – ha spiegato il sindaco Andrea Marchetti – non ci è possibile rinviare il tutto, ci stringiamo al dolore della famiglia. Comunichiamo inoltre che, per confortare tutte le famiglie, con il biglietto di domani verrà omaggiato l’ingresso per la giornata di domenica (previa presentazione del ticket)”. “Per la comunità Chiancianese quella di ieri – ha poi detto l’assessore Damiano Rocchi -è stata una giornata terribile…due vite spezzate in altrettanti tragici incidenti.Le parole, che è comunque difficile trovare, a nulla servono in momenti come questi, momenti in cui il profondo dolore è impossibile da alleviare.
Sincere condoglianze quindi ed un forte abbraccio ad Alamo ed Andrea e le rispettive famiglie. Due stelle in più da stasera brilleranno in cielo…Sabrina e Matteo, che la terra vi sia lieve.”

Delirioooo ha detto...

Idea davvero geniale quella di posizionare i giochi per i bambini di piazza Italia a bordo strada.

Starcon nel 2019 torna a Bellaria ha detto...

Vi avevamo promesso presto nuove rivelazioni, e non ci tiriamo indietro.

Il futuro è alle porte (ma anche alle finestre, se volete), e per noi ha un nome solo: Starcon Italia 2019.

Per prima cosa le date: la nostra multicon avrà luogo dal 9 al 12 Maggio 2019. Segnatevi questi giorni sul calendario, verificate che non ci siano altri eventi importanti che si sovrappongono, non prendete altri impegni e andate subito dal vostro capo per prenotare le ferie.

E poi la location. Volete sapere dove andremo, naturalmente. Ebbene, abbiamo esplorato la galassia alla ricerca di nuovi mondi. Abbiamo trovato pianeti ospitali ma piccoli, pianeti ospitali ma troppo dispersivi, pianeti ospitali ma raggiungibili soltanto prendendo il trenino per Hogwarts, o con una slitta trainata da cani. E, proprio come la Voyager nel quadrante Delta, siamo riusciti a… tornare a casa.

Sì, avete letto bene: torniamo a casa.

La Starcon Italia 2019 si terrà di nuovo a Bellaria, la località che - ricordiamo agli ultimi arrivati - ci ha già ospitato ininterrottamente dal 1998 al 2016, e per questo ritorno dobbiamo ringraziare il gestore del Centro Congressi, che l’ha reso possibile, e Matteo Foschi, il quale è stato a tutti gli effetti il nostro Reginald Barclay, spianandoci la strada e permettendoci di arrivare a destinazione sani e salvi.

Torneremo quindi alla nostra casa di un tempo, che intanto è stata ristrutturata nella sue zone cruciali. Molte cose sono cambiate, come scoprirete (l’attrezzatura tecnica, per esempio, è completamente rinnovata), e ci saranno delle sorprese. Non sarà esattamente come prima, ma le novità non ci fanno paura. Anzi, non vediamo l’ora di (ri)scoprire la vecchia ma nuova sede.

Arrivederci sulla riviera romagnola, quindi. Restate sempre sintonizzati sui nostri canali per i nuovi annunci che, da qui al prossimo Maggio, vi sveleremo uno per uno gli ospiti.

Per tenervi aggiornati sull'evento tenete d'occhio la pagina ufficiale: www.starconitalia.it