e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

venerdì 15 settembre 2017

Chianciano città europea dello sport 2019

Vignetta "Il Clan di Fiano"
ACES Italia - Delegazione italiana di ACES Europe, Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport ha assegnato il titolo di Città Europea dello Sport a Chianciano Terme ecco la comunicazione ufficiale dal sito dell'Aces Italia: 


"ACES Europe, le comunicazioni ufficiali per i Comuni candidati ad "European Town of Sport 2019"

La Segreteria Generale ACES Europe ha inoltrato le comunicazioni ufficiali ai Comuni italiani che si sono candidati ai titoli di Comune Europeo dello Sport per il 2019.

Al termine delle visite delle Commissioni ACES Europe, i Comuni di Chianciano Terme, Livigno e Sesto Calende sono state riconosciuti European Town of Sport 2019 per essere un esempio in cui lo sport è davvero per tutti, con un occhio di riguardo alla salute, all’integrazione, all’educazione e al rispetto, che sono i principali obiettivi di ACES Europe.

I Sindaci dei rispettivi Comuni quindi prenderanno parte alla Cerimonia che si terrà a Roma al Salone d'Onore del Coni il 6 novembre 2017 mentre nel 2018 saranno invitati al Gran Gala di ACES Europe presso il Parlamento Europeo di Bruxelles."

Speriamo che per quella data, che corrisponde anche all'anno elettorale, si possa rivedere a Chianciano Terme eventi sportivi degni di nota ed impianti aperti, rimessi a nuovo e con un'assegnazione, magari pluriennale, in regola per funzionare senza intoppi tutto l'anno.

Saluti,

Valtubo

79 commenti:

Anonimo ha detto...

Ovvia, quando va detto va detto, BRAVI, ora vediamo se saprete reggere il peso di tale responsabilità e comincerete a pensare al Paese tutto e non solo al vostro cerchietto e clan di Giano.

MAZZETTI STEFANO ha detto...

chapeau......bel risultato.....speriamo poter ottimizzare servizi per sport, punto per pa e chi ha collaborato, e è un PUNTO GROSSO CHE VALE2.

Anonimo ha detto...

Mi sembra una patacca.

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

Facendo seguito ai disservizi segnalati a La Nazione dal Sindaco di Chianciano Andrea Marchetti, Nexive informa che si e' prontamente attivata nell’analisi ed ascolto delle esigenze del territorio ed ha posto in essere una serie di attività di contenimento e correzione dei casi di mancata consegna e ritardi verificatisi nel comune di Chianciano.
Con la consueta attenzione che contraddistingue l’operato dell’Azienda sul territorio, sono state poste in essere tutta una serie di azioni necessarie a garantire un maggior presidio del territorio, concordate e condivise anche con i clienti dell’area. In particolare, Nexive annuncia l’apertura di una nuova filiale a Chianciano, in via Giuseppe Sabatini 18, in cui è anche possibile ritirare le raccomandate non consegnate per assenza dei destinatari.
E’ stato inoltre predisposto il rinforzamento della struttura di Customer Service e sono stati assunti 3 postini dedicati esclusivamente ai Comuni di Chianciano, Chiusi e Sarteano, confermando il monitoraggio costante e continuativo dei flussi nell'area.
Nexive è radicata sul 73% del territorio toscano, dove continua ad investire e dove è presente con 63 punti. Offre i suoi servizi alle famiglie della Regione consegnando ogni anno più di 3 milioni di buste e centinaia di migliaia di pacchetti ad innumerevoli aziende pubbliche e private.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Chiusa la fase di gara, espletate le canoniche verifiche da parte della stazione appaltante, se non vi saranno particolari intoppi dalla prossima settimana "Virtus Buonconvento" sarà ufficialmente aggiudicatario definitivo della gestione sino a Settembre 2019 del Centro Polisportivo Comunale.
Ed entro la prima decade di ottobre saranno terminati i necessari interventi di adeguamento igienico-funzionale previsti dalla norma regionale.
A seguire l'impianto sarà quindi subito aperto per lo svolgimento delle attività sportive mentre come AC - anche sulla base ed opportunità che ci saranno date dalla fresca nomina a "Cittadina europea dello Sport 2019" - continueremo a portare avanti la valutazione di percorsi attuativi su progettualità (investimenti per riqualificazione ed implementazione di servizi nonché gestione) per il medio/lungo periodo.

Si dice che "chi cammina inciampa".
Noi, anche se oggettivamente non ci voleva, siamo caduti.
Tutti possono cadere, ma l'importante è sapersi rialzare. E noi siamo in piedi.

Anonimo ha detto...

Chianciano città Europea collo sport! Bene Bellissimo Bravi. Quello che mi preoccupa, è prematuro parlarne, sarà la gestione degli eventi ( per quello che riguarda gli alberghi)) Spero che non sarà come sempre, gestiti da gli stessi con sistemi da caporalato, approfittandosi del bisogno della gente o appoggiandosi a quelli che non pagando niente, né affitti né stipendi, anche prendendo poco, si dileguano poi con il malloppo. PREZZI E SERVIZI ADEGUATI! .Se non sarà così avremo perso anche l'ultima occasione per risollevarsi.

MAZZETTI STEFANO ha detto...

15 settembre 2017 19:51.....purtroppo è il tema dei temi, principale e prioritario, quello che influisce negativamente su, a caduta, tutto, reputazione ,immagine,finanze di tutti TUTTI ,perchè i non pagati, si riversano su minor servizi per tutti, incluso pagare spese correnti con tds e poi non aver fondi per far promozione,affidandosi per quello a ass volontarie (non me ne volete ma è la verità) senza nessun ESPERTO E PROFESSIONISTA DEL SETTORE, mille volte grazie per la volontà, ma le azioni sono totalmente inefficaci.
In mezzo a questo, ass alb e le altre, non vogliono imposizioni su prezzi minimi, proprio per poter ,giocando al ribasso, attrarre con il prezzo + basso piuttosto che con IL MIGLIOR SERVIZIO,...., pa dalla sua, se ne frega di equità, serietà,tutela, e da (non voluti ) disservizi a tutti, e i pochi servizi sempre a tutti indifferentemente si paghi o meno i dovuti, costringendo i singoli ,per salvarsi dalle concorrenze sleali,ad allinearsi alla "REGOLA" di fregarsene della correttezza e volontà di pagare tassazioni e costi vari.
30,00 euro F.B., ampiamente sotto costo gestione, riscossi da strutture per eventi spacciati come successi e per cui pa ha ampiamente pienato social di "vanti", ma nonostante uso massiccio di social, nessuno risponde su domande specifiche, ne nei social, ne nelle riunioni, che io e altri abbiamo e continuamo a fare.......so bene, che NON E SEMPLICE E FACILE, ma e per questo che è prioritario metterci testa....è opportuno una "regia" di "capocci" a risolvere, perchè se demandata la soluzione ai singoli, PUO ESSERE SOLO SMETTERE TUTTI DI PAGARE TASSE E COSTI DI GESTIONE, PER POTER ABBASSARE PREZZI FACENDO INCASSO PULITO NELLA MATEMATICA, A SCAPITO DI TUTTI, nel mio piccolissimo, non mi vergogno a dirlo, nonostante abbia lavorato e a prezzi equi, non ho + margini per pagare tutto , sto valutando cosa lasciare indietro o non pagare proprio, e le prime delle infinite voci sono tds, immondizia,indivisibili,consorzio bonifica,rai, siae,contributi(solo 5-6 delle circa 50 voci che abbiamo), .....purtroppo è solo cosi che posso-iamo, insieme a non attribuirsi stipendi che ormai è consuetudine, allinearci al sistema e chiudere si anno in passivo ma non cosi grave da dover chiudere,poi dopo, aumentare i non pagati per lo stesso risultato..... ma è davvero frustrante e triste, essere costretti a farlo consapevoli che deriva non da "attitudini delinquenziali" personali, ma obbligo dovuto a assenza di azioni di contrasto, DI CHI PREPOSTO A FARLE ,alla concorrenza sleale nel nostro settore.

Anonimo ha detto...

Costo camere aprendo il sabato d’inverno in Camera e Colazione
Applicando prezzi e servizi sopra la media di prezzo mercato in albergo medio di chianciano :

30 Camere x 1 notte x euro 60,00 = 1800,00

Costi :
Riscaldamento accesso per due giorni per garantire un soggiorno comfortevole al cliente : euro 300,00
Acqua, Luce : euro 100,00
5 dipendenti per garantire un servizio almeno discreto : euro 700,00
Costo per effettuare colazione ad euro 5,00 a persona : euro 300,00
Prodotti pulizia e sanificazione : euro 50,00
Biancheria camera : euro 250,00
Iva : euro 180,00
Totale costi euro 1880,00

Non includo naturalmente ricavi di azienda ed eventuali Varie ( come guasti, rotture, eccc..)
Queste le chiameresti le novità di questa amministrazione e la lungimiranza turistica ????

Anonimo ha detto...

Articolo 93 Centro Commerciale Naturale Chianciano Terme
30 minuti fa ·
Con riferimento a quanto scritto negli ultimi giorni in un blog circa le attività svolte dal Centro commerciale naturale Articolo 93 si precisa che il contenuto delle informazioni riportate sono del tutto infondate e false. Il Centro commerciale naturale ha stipulato un accordo di partenariato di due anni con l’Amministrazione comunale per lo svolgimento di un numeroso programma di attività ben definito e la relativa promozione.
Obiettivo principale dell’accordo e di tutte le attività connesse è quello di promuovere e sostenere le attività economiche del territorio così come previsto dallo statuto del Centro commerciale naturale anche in relazione all’indotto turistico. L’accordo prevede, quindi, a fronte di un investimento economico del Centro commerciale naturale nel biennio, una quota di compartecipazione da parte dell’Amministrazione comunale. Scrivere che l’evento di presentazione della Chianciano Card sia costato 12mila euro di risorse pubbliche, non solo rappresenta una menzogna ma è solo un modo per screditare l’attività di oltre 160 attività economiche di Chianciano Terme che, come non mai negli ultimi venti anni, hanno ritrovato unità d’intenti e collaborazione intorno ad un progetto comune. Chi utilizza strumenti di “disinformazione” anonimi non meriterebbe nemmeno una risposta ma la nostra attività è fin da subito stata impostata sulla trasparenza e pertanto dovevamo questo chiarimento a tutti i cittadini che stanno dimostrando di apprezzare il progetto di sviluppo di Articolo 93. Il Centro commerciale naturale si riserva la possibilità di tutelare la propria onorabilità e la propria attività nelle opportune sedi.

Anonimo ha detto...

Numero e data di registrazione 1010 del 07-09-2017
Oggetto Urban dinner party e progetto Chianciano card - concessione patrocinio oneroso a favore del Centro Commerciale Naturale Unico -
Provenienza Comune di Chianciano Terme
Tipo documento Deliberazione della Giunta Comunale
Inizio pubblicazione 07-09-2017
Fine pubblicazione 22-09-2017
Tipo pubblicazione Integrale
allegati 1
Note
Documento originale DG-2017-137-0 del 05-09-2017

Anonimo ha detto...

Vista la richiesta presentata in data 2.09.2017, ns. prot. n. 12456 , dalla Sig.ra Elena Intonti, Presidente del Centro Commerciale Naturale Unico di Chianciano Terme, con sede a Chianciano Terme, in Viale Roma n. 46 – codice fiscale 01291680526, con la quale è stato richiesto il patrocinio oneroso per l’evento “Urban Dinner Party” che avrà luogo il giorno 8.09.2017 e nel contempo è stato presentato il piano economico dettagliato dell’iniziativa comprensivo dei costi per la comunicazione della Chianciano card….(TUTTO IL RESTO NON SCRITTO QUI, E NELLA DELIBERA) …… Richiamato il regolamento per la Concessione del Patrocinio Comunale, approvato con deliberazione del C.C. n. 13 del 21.04.2015 ed in particolare l’Art. 6, comma 3)b; Ritenuto, per quanto sopra espresso, di concedere per l’iniziativa in questione il patrocinio oneroso ed il contributo pari a euro 12.000,00; Rilevato che la spesa sopra indicata non rientra nelle limitazioni di cui all’art.6 della L. 122/2010 di conversione del D.L. 78/2010 per i motivi sopra esposti e viene finanziata con le entrate dell’ imposta di soggiorno così come previsto dall’art.4 c.1 del Decreto Lgs. Vo 23/2011;
GENTILI colleghi ccn, è scritto nella delibera , non è invenzione, ne voler denigrare il lavoro di nessuno, è la concessione di 12.000 euro per i motivi che recita la delibera richiesti e stanziati per “Urban Dinner Party, e Chianciano Card” , e derivanti da t.d.s. il tema, non il vostro lavoro e impegno , cosa ben diversa, e se anche rientra in un piano complessivo, complimenti a voi per le iniziative, ma il come sono usati fondi t.d.s. , soldi pubblici, lasciano perplessi.

Anonimo ha detto...

Mazzetti non ti conosco,ma apprezzo lo sforzo che fai costantemente per mettere in luce il problema numero uno di questo paese.Ben vengano organizzati eventi, ma non ad ogni costo, perché se si fanno ad ogni costo ci sarà sempre chi ci rimette e chi ci guadagna e chi ci guadagna sarà sempre chi l'organizzazione e compagni.E'sempre stato così, ma prima il lavoro individuale che c'èra aChianciano ti permettevano di guardare con superficialità definendola "Mafietta locale di degne figure".Ora è diverso, bisogna mettere in evidenza la situazione(anche se la luce del sole non è amata). Perché quello che accade impoverisce tutti quelli che lavorano onestamente.

Anonimo ha detto...

Non capisco le affermazioni di c.c.n. su facebook...... sostengono false le notizie date qui.... la delibera parla chiaro, "Oggetto Urban dinner party e progetto Chianciano card - concessione patrocinio oneroso a favore del Centro Commerciale Naturale Unico", come chiaro è che in base all'articolo 5 dell'accordo di partenariato stipulato: "per ogni singolo evento richiamato
nell’accordo e facente parte della programmazione presentata dal C.C.N. , il Centro Commerciale
Naturale Unico deve presentare specifica richiesta di contributo con le modalità previste dal
regolamento comunale per la concessione dei patrocini"
quale è l'oggetto della richiesta specifica fatta in base a articolo 5?, dai documenti pubblici risulta :"è stato richiesto il patrocinio oneroso per l’evento “Urban Dinner Party” che avrà luogo il giorno 8.09.2017 e nel contempo è stato presentato il piano economico dettagliato dell’iniziativa comprensivo dei costi per la comunicazione della Chianciano card". Cena e Chianciano card è scritto sia nella richiesta, che nella concessione, ci spieghereste cosa è stato qui pubblicato di falso e diffamatorio??, la verità può essere spiacevole, ma non certo falsa e diffamatoria.

Anonimo ha detto...

Questi non sanmo più che pesci prendere sono stati trovati con le dita nella marmellata e come tutti quelli che vengono scoperti e hanno torto provano ad alzare la voce nella speranza che tutto sia dimenticato. Chiancianesi. Sveglia! È ora di rompere il cerchietto, che di magico non ha veramente nulla! Basta, Bastafá, e con i soldi degli altri, aperitivi, cene. Divertmenti vari, se li facciano a casa loro a proprie spese!

Anonimo ha detto...

Ma il CCN la ha letta la delibera? Forse sono gli unici a non averlo fatto......

MAZZETTI STEFANO ha detto...

16 settembre 2017 15:52....+o-, la penso cosi anche io, ma sono anche pratico e non ipocrita, ok se eventi meglio fatti + grandi e,o, diversi, ben cooirdinati e spendibili per promozione , certamente sarebbero opportuni e aiuterebbero molto, nostro settore, di conseguenza poi tutto o buona parte del tessuto economico, dato che turistica è l'impronta chiancianese, e a priori senza turista, non c'è ciccia per nessuno............ma, quando a fare qualcosa è qualcun altro, specialmente quando volontariato, non trovo ne corretto ne costruttivo "sputare sentenze", non faccio il finocchio col culo degli altri, quindi pur avendo le mie opinioni su potenzialità e risultati di eventi vari, distinguo, rispetto cmq e sempre il lavoro altrui,l'impegno,e i sacrifici per fare qualunque cosa,credo che si possa dissentire da operato di chi ci amministra con soldi pubblici,dissentire su come pa impiega tds, ma polemizzare o criticare o osteggiare strumentalmente eventi creati e fatti da altri lo trovo ipocrita, nulla vieterebbe che, invece di criticare altri per come loro fanno,potrei fare diversamente come credo meglio io, esponendomi io poi a critiche di chi non la vede come me...... è fare che è complicato.Diverso operato pa,puo o meno piacere risultati o cose fatte, ma in questo caso, il fatto o non fatto,deriva da soldi pubblici, di tutti, quindi tutti lecitamente possono anche solo dire senza fare(anche se è poco costruttivo) perchè indipendentemente da colori la giunta e il sindaco rappresentano e amministrano tutti, CHI LI APPOGGIA E CHI NO, e per quanto seguano una loro linea politica o meno,le loro decisioni riguardano tutti, e non sono volontari!!!!.

MAZZETTI STEFANO ha detto...

facendo questa distinzione, credo che manchino eventi di forte impatto e richiamo, credo che manchi cooirdinamento (ma non è pa sola responsabile, in maggior parte e la nostra poca propensione a collaborare) per avere calendari eventi di richiamo spendibili in promozione, dissento con pa su come impiega tds, dissento con pa perchè non ha voluto approfondire progetti presentati ufficialmente da ass alb. e non ha tenuto conto delle numerosissime richieste di altri, me incluso, sulla necessità di promozione professionale che naturalmente costa e andrebbe finanziata con tds, ma tds non disponibile perchè impiegata per spese correnti e concessa a varie associazioni,che si animano e creano colore(soggettive considerazioni su risultati)ma sono solo "animazione", NON PROMOZIONE, si puo animare solo se c'è clienti a cui offrire eventi a cui possono partecipare, senza clienti cosa animi???? serate per residenti??, bene anche quello ok, ma a noi non ci fa fare incassi e continuano a chiudere aziende!!.
nello specifico di evento ccn, doppiamente apprezzo perchè riescono a "unirsi" per un obbiettivo, cosa che settore incoming non riesce a fare, quindi chapeao..... , rispetto il lavoro fatto, poi sono onesto e non leccaculo, e dico che, personalmente avrei visto meglio un evento che coinvolgeva clienti e avesse coinvolto incoming per promuovere la serata al fine di dare "qualcosa" ai clienti, gratuita, e aperta 19-24...,in modo da promuovere la card ai clienti presenti e dare a loro l'immagine di unione, specialmente e in considerazione che, almeno dalla delibera, poi a questo punto davvero non capisco, perchè sembra che sia scritto nero su bianco, ma si sostiene non sia vero....booohhh, la pa ha finanziato 12.000 euro per copio incollo dalla delibera ufficiale protocollata : "Oggetto Urban dinner party e progetto Chianciano card - concessione patrocinio oneroso a favore del Centro Commerciale Naturale Unico"....... , ...MA IL DISSENSO LO RIPETO E SU IMPIEGO TDS!!!!, io avrei fatto diversamente ma A FARE SONO STATI ALTRI, QUINDI LE MIA SONO SOLO CHIACCHIERE, RISULTATI POSITIVI O MENO SONO A MERITO-DEMERITO DI CHI HA FATTO E NON CHIACCHIeRATO e basta COME ME....poi, ogni singola struttura incoming sceglie come promuoversi (visto che non lo fa nessuno) e paga di tasca sua senza avere o chiedere finanziamenti da tds,nonostante la incasso tds sia da settore incoming creato, ma questa è altra storia.

Anonimo ha detto...

16Settembre 15,52.Mazzetti, la penso esattamente come te, U n conto sono i rapporti fra privati. Un privato può organizzare quello che vuole,è venderlo come crede meglio. Io mi riferisco ad eventi patrocinati onerosamente dall' amministrazione, che devono avere chiarezza e beneficio per tutti.

Anonimo ha detto...

Stefano, sputare sentenze non va contro il volontario che magari ci crede, ma contro lo spreco continuo delle scarse risorse della TdS. E se il volontario però se ne serve, non mi far fare esempi che è antipatico e basta leggersi bene quello che pubblicò De Angelis, il volontario è un " paraculo" perchè sfrutta risorse che sa benissimo fini a se stesse. Animazione e non promozione, e per non fare il finocchio col culo degli altri dobbiamo continuare così perchè va salvaguardato il volontario?
Esistono da tutte le parti associazioni che si autofinanziano, pensa se venissero loro concessi anche solo la metà dei 12000 della cena....

Andrea Angeli ha detto...

Le utenze domestiche che utilizzano i sacchetti dove devono mettere i rifiuti???

L’Ass. Rocchi il 21 giugno qui sul blog nell’ambito del post “Porta a Porta tutto bene tranne che per i cittadini” aveva dichiarato:

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...
Ciao Valerio.
Posso comprendere che trascrivere un'ora di chiacchierata/confronto sarebbe stato da un lato per te oneroso e dall'altro (per questo ci sono state 4 assemblee...) non di facile e diretta lettura, ma a prescindere dalle soggettive tue considerazioni o tuo fine "giornalistico" credo che passare informazioni maggiori e più corrette sarebbe stato doveroso.
Quindi mi trovo costretto ad intervenire e cercherò di farlo nel modo più sintetico possibile.
Le utenze domestiche che dovranno gestire il proprio rifiuto con sacchetti per carta/forsu/rui una volta terminati potranno recarsi c/o al centro di raccolta o in comune per prenderne nuova dotazione e non dovranno pagare nulla. Non perché i sacchi non hanno un costo, ma perché tali costi sono già compresi nel PEF della TARI e quindi nelle bollette.
Nel caso di utenze domestiche condominiali, queste saranno dotate di un numero bidoncini la cui capacità parziale e totale è statisticamente dimensionata sulla base di quanto già attivo in altre realtà; già se effettuata una sufficiente RD la capacità dei bidoncini sarà più che pertinente.
Il rifiuto differenziato secondo contratto di servizio sarà valorizzato dal gestore, venduto ed i proventi rappresenteranno una posta di entrata e non un costo nel PEF e di conseguenza indirettamente potranno portare nel medio/lungo periodo (anche per eliminazione sanzioni di mancato raggiungimento RD) ad una riduzione delle bollettazioni.
Tema Utenze Non Domestiche.
Gran parte di tali utenze (80%) già usufruivano di tale tipo di servizio e le restanti conferivano a cassonetto stradale.
In tal caso quindi si tratta solo di una estensione ed ottimizzazione del servizio di raccolta domiciliare, ottimizzazione che contempla (e vale anche per le UD) anche bonifica di banca dati con ampliamento della base imponibile soggetta a tributo andando a recuperare - tra l'altro - complessivamente circa un 10% di utenze non a ruolo. Cosa che porterà ovviamente - a parità di PEF - una diminuzione delle singole bollette, dovendo dividere i costi totali per un numero di utenze maggiori.
L'incremento dei costi 2017 per le UND è dovuto (seguendo la logica che ci siamo dati fin dal 2015) ad un incremento di presenze turistiche e produzione di rifiuto nel 2016 ed alla tipologia di servizio in termini di frequenze di passaggio raccolta rifiuti inserito a preventivo sulla base dello storico. Frequenze di passaggio che saranno di base identiche a quelle delle utenze domestiche e che potranno essere integrate (a preventivo è stato fatto questo) con passaggi aggiuntivi - tecnicamente chiamati RUND - che sono piuttosto onerosi e che per scelta dell'amministrazione saranno attivati solo ed esclusivamente alle utenze non domestiche che saranno in linea con i pagamenti TARI o con il piano di rateizzazione degli stessi.
Questo poiché - pur riconoscendo le difficoltà economiche che il paese e le sue attività stanno affrontando - non possiamo assolutamente permetterci di attivare sevizi che poi non vengono pagati andando ad incrementare un "non riscosso" che alla luce del DL 78/2015 potrebbe in futuro rischiare di essere spalmato su tutte le utenze.

Ing. Damiano Rocchi
Assessore all'Ambiente
Comune Chianciano Terme
21 giugno 2017 10:56

Quindi se la lingua italiana ha una logica dalle parole di Rocchi si evince che le utenze domestiche, che fanno uso di sacchetti per differenziare i rifiuti, una volta terminati questi possono recarsi presso l’ufficio addetto e richiedere dei NUOVI SACCHETTI SENZA DOVER PAGARE nulla perché il costo di questi sarebbe già compreso nell’importo delle bollette.

Andrea Angeli ha detto...

Sulla base di ciò questa mattina mia mamma si è recata in comune presso l’ufficio addetto per richiedere una nuova fornitura di sacchetti in quanto quelli forniti inizialmente erano terminati.
A questa richiesta, l’impiegata addetta gli ha opposto un rifiuto affermando che la dotazione di sacchetti era limitata solamente alla fornitura iniziale e che sebbene altre persone nei giorni scorsi avevano avanzato simili richieste, loro erano stati chiari nell’affermare che i sacchetti sarebbero stati forniti solo inizialmente.
Incredula di quanto gli è stato risposto mia mamma ha anche provato più volte a chiamare il centralino del comune per vedere di parlare con l’assessore preposto ma nessuno ha risposto.

A questo punto gli interrogativi sono:
- Le utenze domestiche che utilizzano i sacchetti dove devono mettere i rifiuti? E mi riferisco in particolare alla carta, dato che in vendita nei supermercati non ho mai visto sacchetti di carta. Dobbiamo riporre la carta nei sacchetti di plastica? Che senso ha?
- Per quale motivo le utenze domestiche che già pagano per avere sacchetti in dotazione (come si evince dalle parole del Rocchi) devono acquistare al supermercato altri sacchetti per riporre i rifiuti. Cioè le utenze domestiche pagano anche per un servizio che non viene reso?

UN GRAN BEL PASSO IN AVANTI CON QUESTA RACCOLTA DIFEFERNZIATA NON C’E’ CHE DIRE….
COMUNQUE ATTENDO LUMI DAI NOSTRI GOVERNANTI….

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Continua il nostro impegno per la sicurezza della rete stradale cittadina; se sono infatti in fase di conclusione i lavori di realizzazione della rotatoria in prossimità del viadotto Ribussolaia, da questa settimana - contestualmente all'esecuzione di alcuni puntuali interventi ai manti stradali che presentavano significative criticità - sono iniziati anche i lavori per la realizzazione di attraversamenti pedonali rialzati con funzione anche di dossi rallentatori di velocità su alcune delle più importanti strade cittadine: V.le Baccelli, Via di Vittorio, V.le della Libertà e Via Trasimeno.
L'obiettivo del Comune di Chianciano Terme è garantire la sicurezza, soprattutto degli utenti deboli della strada (pedoni, ciclisti ecc...) e scoraggiare chi scambia le strade cittadine per un circuito automobilistico, dove il limite, invece, è di soli 50 km/h.
Una volta terminati, i nuovi “dossi” avranno il proposito di garantire attraversamenti più sicuri rispetto alle strisce pedonali a raso, perché la “sopraelevazione” consentirà una migliore visibilità dei pedoni. Inoltre, la realizzazione di questi nuovi presidi di sicurezza migliorerà nella maggior parte dei casi il collegamento tra il marciapiede e la strada, a favore della mobilità di disabili, persone con problemi di deambulazione o per i passeggini; l'abbattimento delle barriere architettoniche, infatti, favorirà un attraversamento più agevole.
Per scelta dell'amministrazione comunale, fatta sulla base di rilievi condotti dal servizio di Polizia Municipale, si è deciso di collocare i nuovi "dossi" su tratti viari limitrofi a luoghi di interesse o pubblica utilità e/o in cui si registrano con costanza velocità dei mezzi superiori a quelle massime consentite.
Concludo quindi con un invito a tutti gli automobilisti e motociclisti a rallentare ed a prestare la massima attenzione.

Anonimo ha detto...

I dossi sono ampiamente riconosciuti come pericolosi per ambulanze, mezzi di soccorso ed anche per le moto!
Anche La rotatoria, così come concepita, mostra l'indifferenza di questa amministrazione a porre manufatti potenzialmente pericolosi sulle nostre strade.
La sicurezza stradale non è un opinione signor Rocchi...

Anonimo ha detto...

Tanto per copiare sempre gli altri, arrivano anche i dossi. Di solito le esperienze dovrebbero servire a non commettere gli stessi errori. Negli altri comuni, i dossi come alcune rotatorie ed altre dabbenaggini simili, le stanmo togliendo. Qui, sempre per un pò di bastafà, si fa di tutto.Ridicoli. Supponenti. La raccolta differenziata è un floop assoluto e visti i costi in più anche una presa in giro verso i cittadini. Adesso con la barzelletta di cittadina dell sport sperate di scappottare il mandato e magari di farne anche un altro. La speranza non deve mai morire, se il paese non si da una sbegliata vuol proprio dire che voi si merita, il che ê veramente tutto dire. Andates avantis cosis! Geni e Giani nel senso del clan naturalmente.............

Anonimo ha detto...

Angeliiiiiiiiiii sei tornatooooooooooo...........

Anonimo ha detto...

Spesso su viale della libertà passano ambulanze e mezzi dei vigili del fuoco a sirene accese, e voi volete mettere dei dossi????????
mah!

Anonimo ha detto...

I dossi fateli sopra le buche!!

Anonimo ha detto...

Per l'appunto il primo dosso utile più per rallentare le macchine che per agevolare gli attraversamenti, è stato fatto di fronte all'albergo del vice sindaco, e la prima buca richiusa è a pochi metri da casa del tuttologo ed assessore. Ripensateci, i dossi sono inutili e pericolosi, fate le striscie più visibili ed in posti più consoni e no subito dopo le svolte, vedi semaforo, approposito, aggiustatelo, al posto dei soldi per la cena potevate sistemarlo.

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

La presente per ricordare che, ai sensi del combinato disposto degli artt. 22 e 24 del regolamento comunale per la disciplina della tassa sui rifiuti (Ta.Ri.), approvato con delibera n. 21 del 30.03.2017, il termine previsto per la presentazione delle domande di riduzione ai fini Ta.ri. da parte di utenze non domestiche adibite ad uso stagionale o non continuativo ma ricorrente è fissato per l’anno in corso al 30 settembre.
Alla domanda di riduzione deve essere allegata copia della comunicazione di sospensione temporanea dell’attività inoltrata ai competenti organi.

Scattoni Damiano ha detto...

Spero che oltre ad aggiungere dossi alle strade si prenda in considerazione il rinnovo del manto stradale di via dei colli e via Tevere che stanno peggiorando di giorno in giorno e sono un disagio per chi le attraversa quotidianamente sia con L auto che con il motorino

Marco Guidarini presidente AMI ha detto...

Buonasera, ecco il programma dettagliato del IV Meeting AMI a Chianciano Terme per parlare di sicurezza e turismo in bici e in moto; l'obiettivo è ambizioso ed è quello di farlo diventare un appuntamento sempre più importante per parlare di educazione, sicurezza sulle strade ma anche del turismo di qualità nella provincia di Siena.

PROGRAMMA IV MEETING AMI a Chianciano Terme

Cordialmente

Marco Guidarini presidente AMI (www.motociclisti-incolumi.com)

Anonimo ha detto...

Il dosso in Via Baccelli è in una posizione totalmente sbagliata !
Doveva essere posto sulle pedonali all'uscita del parcheggio che sono molto utilizzate e dove le auto tendono a una velocità eccessiva... E NON ALL'USCITA DI UNA CURVA IN SALITA... E IN CORRISPONDENZA DI UNA RECINZIONE !!!!!!
Ma vabbè ho idea che a Chianciano si continui a fare le cose a membro di segugio....

MAZZETTI STEFANO ha detto...

17 settembre 2017 23:16- vero, tanti e alcune ass. fanno senza chiedere fin da tds,e strutture incoming da sole, senza chiedere,regolarmente spendono per promozione soldi propri, qui onestamente se ci fosse condizioni per attuare quello che pa ha stimolato, sulle costole di C.B., un unione di tutti(o maggioranza) e creare un contenitore unico sarebbe ottimale, e forse + semplice finanziarlo, ma parte dalla base di stare tutti insieme e avere obbiettivi comuni, purtroppo in teoria è semplice,nella pratica MOLTO MENO, SPERO!! MA NON CREDO!!si otterrà gran che da questa linea.........io sarei per mettere a tavolino proposte e idee gia presentate da a.a., svilupparle,integrarle,adattarle, e ok non tutta, il 70% di tds, almeno 250.000 per affidare a professionisti competenti ,studio,realizzazione, di un piano di promo-commercializzazione,co-finanziato da az., per fare qualcosa di incisivo servono almeno 350.000-500,000 euro ,il resto di tds ben diviso tra le varie associazioni .......ma non ci sono questi soldi, sono impiegati per spese correnti, quindi è solo fantasia utopica irrealizzabile, e come conseguenza, senza criticare altri, ma noi, settore incoming, dopo aver creato quell'incasso, dobbiamo spendere nostri ancora, prima per crearlo, poi per promuoverci da soli perchè non c'è chi lo fa con i i soldi di tds spesi per altro..... è un po paradossale, frustrante, deludente.
-per le cose fatte da ass, finanziate o meno, hanno cmq tutte il mio rispetto, lo ripeto secondo me il problema maggiore è il non fatto, poi migliorare il fatto con calendari spendibili, ma è il NON FATTO IL PROBLEMA, o almeno io la vedo cosi, ma sono 1, e conto zero, oltre a questo, non sarei ne capace ne avrei "competenze" per fare "amministratore pubblico" quindi posso criticare cosa non mi piace ma qualcuno che poi lo faccia serve...., per questo specifico tema, purtroppo, le mie idee sono diverse da chi decide.......e vabbè.....fino che ci si fa bene, poi io come altri, quando impossibile, si chiude e festa finita, chi ci rimette non siamo noi,che gia non ci attribuiamo nemmeno stipendio e lavoriamo in perdita costante, meno del niente non esiste, ci rimettono tutti gli altri, noi già rimettiamo!fanno paginate di giornali e gridano allo scandalo per i 2-4 euro ora pagati a quelli che definiscono "schiavizzati"....... e noi piccole partite iva che lavoriamo a -(meno)15-20 euro ora cosa siamo? guadagniamo 6-8 volte in meno di quelli che i "perbenisti" chiamano schiavizzati...... noi schiavi lo siamo davvero, DI STATO E SISTEMA.

Anonimo ha detto...

Stefano, con una mano togli e con l'altra li giustifichi. L'amministrazione non deve, non ne ha il diritto, usare la tassa di soggiorno per le spese correnti, quali tra l'altro, perchė i bagni fanno schifo, l'illuminazione insesistente in alcune zone e così via, facciano pagare a chi non paga, gli tolgano i servizi, la smettano di sprecare risorse e soldi per cose inutili, non ultimi i dossi, prima dei dossi vengono le buche, la pulizia i lampioni funzionanti, il semaforo spento da anni, per quello avanzavano i soldi della cena! Basta Bastafà! La tassa di sooggiorno ha uno scopo ben preciso, pubblicizzare tutto Chianciano, e lo devono fare professionisti del settore e non associazioni e personaggi inprovvisati, questi vanno bene per organizzare una scampagnata e una gita in bici, fine. Abbassare un pò la cresta e lavorare solo e per tutto il Paese, questo devono iniziare a fare almeno in questi ultimi, speriamo, due anni, ne hanno buttati tre, almeno questi che li dedichino ai Cittadini che li abbiano votati o no!

Anonimo ha detto...

Non vedo l'ora di vedere le bollette della tari 2018 e conoscere la percentuale di aumento.
Con questo giochetto credo che il Rocchi darà il colpo finale ad un amministrazione che non verrà sicuramente rieletta

MAZZETTI STEFANO ha detto...

ancora co sta storia togli giustifichi, critichi elogi.........., o porca puttana!!, io dico la mia, ce ne sono tante altre, di non rispettate del programma e annunciate........, o di opportune e necessarie ma non considerate e programmate......io, te, altri, diciamo la nostra, io, dici anche te, li abbiamo votati, ora se non contenti possiamo dissentire(mel mio caso non strumentalizzo, dico cosa mi piace distinto da cosa non mi piace) mica possiamo rovesciare pa, 2 motivi, impossibile farlo io e te, e impossibile farlo per me perchè non voglio(preferisco stimolare e tentare di portare ragionamenti dove credo opportuno e casomai, a tempo debito, se non contento col cazzo che li rivoto), e se anche volessi,dopo rovesciata serve chi sta li e io non ci sto! se lo fai te, sei uno, ne manca parecchi insieme a te,..e non ho ben capito chi??? al momento manco opposizione c'è se non un po da 5-stelle, CHI SONO I CANDIDATI ALTERNATIVI??? poi anche per dissentire di qualcosa, ok valtubo, ma ci sono le sedi e modi preposti,quando ho avuto modo di partecipare a qualche riunione o assemblea, ho visto che MICA SIAMO IN TANTI A DIRE APERTAMENTE COME LA PENSIAMO QUANDO NON IN LINEA CON DECISIONI PRESE, io lo faccio se dissento su qualcosa ovunque e nello stesso modo siano,social,assemblee,riunioni,valtubo,mail, etc etc.....sui social dove non c'è anonimo, troverai miei commenti in disaccordo con pa su qualcosa, ma a farlo mettendoci faccia quanti siamo??, scrivo e male e pallosamente qui da tempo, piace o non piace questo blog, paradossalmente potrei essere io e basta a scrivere cambiando nome quando c'è firma e cantarmela e rispondermi da solo come anonimo.....siccome qui ne vengono riportate tante di lamentele,SONO UN SOSTENITORE che ci sia LA POSSIBILITA CHE CHI PREFERISCE SCRIVA IN ANONIMO!!!! ma anonimo commento e assenti dissensi nei modi ufficiali, equivalgono a non dire niente,e polemizzate con me che "do-tolgo"? cazzo!! ........

Anonimo ha detto...

CAMPIONATI EUROPEI DEL GIRO DELLA FONTANA.

Anonimo ha detto...

Stefano, il problema sono loro,"puntocapo" e non te, o io o altri, hanno voluto la bicicletta, allora pedalino, ma per tutti i cittadini e non solo per i quattro gatti del centro storico o del loro cerchiettino magico. Meno supponenza e presunzione, se erano tanto bravi continuavano a are i lrofessionisti nei loro rispettivi lavori, se si dedicano alla politica ci sarà un motivo! In tre anni non ne hanno azzeccata una, di ciò che hanno promesso niente o poco più. Chianciano ha bisogno di essere pubblicizzato e venduto per tutte le opportunità che può offrire e questi che fanno, utilizzano la tassa di soggiorno per pulire i cessi? Sol per questo si dovrebbero dimettere. Gagliardi in quattro e quattr'otto ha fatto un sito dove si capisce al volo cosa offre il paese e i d'intorni. Quest girano in tondo accontentano quattro amici di aperitivi e poi, basta! Il famoso Bastafá, qualcuno in giro dice, almeno qualcosa fanno! Appunto, meglio niente! Se devono fare per fare senza pensarci bene senza che sia utile senza capire perchê, vedi Giano, meglio, molto meglio niente. Resettate il cervello e dopo con calma, confrontandovi con tutti i cittadini proponete, ma ascoltate, non siete super, a mala pena siete miscela, servite per un vespino e non per una Ferrari come era Chianciano, come potrebbe ri essere Chianciano, mancano i piloti purtroppo!

Anonimo ha detto...

Mazzetti ma in che opposizione vuoi sperare, se era già tutto deciso prima e quelli di adesso uguale sono a quelli di prima. L'opposizione non c'ê, amministrano insieme, concludono le opere che avevano iniziato prima e fanno piccola ordinaria e ridicola a volte, amministrazione. In attesa di ritornare saldi al comando con un piccolo ribaltone e cambio di casacca, hanmo già il sindaco pronto, sinistri erano, sinistri sono e sinistri ritornerano. È questa la vera condanna di Chianciano. Un monocolore di settant'anni, nemmeno in Russia è durata tanto. Pensano ai dossi. Quando tra un mese chiuderanno altre quindici o venti attività e finche le banche non si rompono i coglioni sennò chiude mezzo paese, e mezzo è già chiuso. W il Commissario, qualcuno è un pò che lo chiede e forse ê proprio ciò che ci vuole per dare una sterzata a tutto altro che ChiaGiano ed il suo Fagiano.

Anonimo ha detto...

Andrea (sindaco) sveglia, guardati bene intorno e diffida molto dei collaboratori più vicini, gli sei servito per procurarsi un mucchietto di voti di cdx che in totale buona fede hanno abboccato, ma come avrai ormai notato fin da subito c'era già chi si imponeva per fare le tue veci e non solo, quello che si dice da tempo in giro è proprio vero, era tutto studiato da prima, il vecchio pd doveva, voleva perdere per rifarsi una sua verginità ma non avrebbe mai mollato del tutto e si sono inventati,i e sono stati bravi in effetti, la leggenda della lista civica, per poi metterci all'interno persone a loro vicinissime e pronte a fare il saltello della quaglia, tra due anni se non prima qualcuno farà il sindaco per il csx. Sei una brava persona, scompigliagli i piani e consegna le chiavi ad un Commissario indipendente e senza amici degli amici è l'unico modo per sapere cosa hanno fatto almeno negli ultimi vent'anni in questo Paese, prima invidiato da ogni dove e adesso ridicolizzato e preso in giro da tutto il circondario, certo, Giano ha contribuito a dare la mazzata finale, ma forse è vero anche questo, ognuno della giunta si rivede in suo pupino!
Valerio, sondaggio, quale pupazzo è da abbinare ai vari componenti di puntoeacapo!?

MAZZETTI STEFANO ha detto...

ok raga,i colori io li metto da parte,mi fanno schifo tutti alla pari, ma almeno meno peggio del settantennio passato stalinista io ritengo sia, prima fosse banche(etruria-mps)o pa, l'unica differenza con l'urss di allora, era che li la tessera serviva per avere la pagnotta di pane, qui per avere i pro-favori-benefici per poi poter comprare la pagnotta di pane.In senso generale non posso dire di non aver apprezzato sforzi vari, anche se di piccole cose, o altre utopiche e magari un po fantasiose e senza basi a priori studiate e con garanzie controllate di chi della fantasia volesse farne un attrattiva.Ultima sport,BELLA COSA DAVVERO E OPPORTUNITA VERA!!! per cui speriamo che potremo non fare figura cacina,e + che mai, che non ci siano strutture costrette a prendere chi per quello verrà sottocosto gestione come per altri eventi....in quel caso, meglio niente, quando lavorare significa dover continuare a far buffi e non pagare dovuti per impossibilità matematica dovuta al riscuotere meno di quanto si spende per dare servizi, con in benetacito di ass e pa, che da una parte si muovono per portare poi chiedono in tasse e costi quello che non puo essere pagato con quello che per lavorare "passa il convento", si torna al discorso che, SICCOME COMPLICATO, NESSUNO METTE TESATA A RISOLVERE I PROBLEMI COMPLESSI, e i buffi e disservizi aumentano a tutti.
Continuo a ritenere l'errore + grave, di non aver in 3 anni, trovato modo di fare promozione, CHE CERTO NON è FINANZIARE SVN che vende monte,o la parte di tds concessa a volontari per "animare", PROMUOVERE E UN ALTRA COSA, io non mi intendo, pa dice "OBBLIGATI" a usare tds per altro, spese di illuminazione etc etc... proprio perche buffi di non riscossi da tasse, ma è il cane che si morde la coda e è davvero non digeribile.., se si accetta che strutture vendano sotto costo gestione, poi non si puo pretendere che paghino qualcosa ....è matematica mica opinione,E CHI PAGA AL POSTO LORO??? e il frustrante poi, che indirettamente costringono poi tutti ad adeguarsi ......non pagare.....e poi??, E PROPRIO PERCHE COMPLICATO E DIFFICILE che è prioritario risolvere questo, fare promozione vera, e "fare la frittata" ANCHE (se non solo almeno anche) con le erbette sane, se si magna solo pappardelle all'ortica raccogliendola senza "diserbare"le erbacce, marcisce il frutto della semina, senza "prodotto" per "govermare" LE BESCHIE SCHIANTANO.

MAZZETTI STEFANO ha detto...

riproduzione riservata!! non posso pubblicare l'articolo intero sole 24ore,12/06/2012 che : MA LO TROVATE QUI: http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2012-06-12/chianciano-terme-chiusa-crisi-064333.shtml?uuid=AbTRrxqF
, da allora MOLTO PEGGIORATO, dove l'allora consigliere PDL Andrea Machetti, ora sindaco, DICE L'ARTICOLO, INSIEME A ALTRI, LEGGETE, DESCRIVEVANO LA SITUAZIONE, COPIO INCOLLO STRALCIO " A peggiorare le cose è la concorrenza sleale di chi offre una pensione completa a 15-20 euro al giorno. Racconta Andrea Marchetti, consigliere comunale del Pdl: «È gente che arriva dal Sud, prende in gestione strutture alberghiere, butta giù i prezzi, tratta i clienti malissimo, non versa i contributi all'Inps e dopo un po' taglia la corda». C'e' chi teme che queste incursioni mascherino attività di riciclaggio.
Il crollo dell'economia locale espone Chianciano alle infiltrazioni della criminalità organizzata. Corre voce di imprenditori finiti nelle maglie dell'usura. La Procura di Montepulciano ha indagato su un paio di incendi dolosi avvenuti nel circondario: avvertimenti mafiosi. Un frequentatore abituale di queste zone ci segnala un recente via vai settimanale di vecchietti provenienti in pullman da Cechia e Ungheria, allettati da un viaggio in Italia ad appena 300 euro e poi, dopo la sistemazione in albergo, spennati a dovere con supplementi per visite giornaliere a Roma, Firenze e altre località turistiche e con la vendita serale in hotel di oggetti per la casa e mobili recapitati a domicilio, a suon di migliaia di euro."..........
ora......., come mai 5 anni fa si sosteneva che era un problema chi offriva a 15-20 euro sua struttura.....passati 5 anni, SITUAZIONE MOLTO MOLTO PEGGIORATA, non è + un problema???e se lo è ancora, come mai nessuno ci mette la testa, e aiuta chi lavora diversamente a DIFENDERSI DA QUESTA CONCORRENZA SLEALE E DELETERIA PER TUTTI???, chi diceva questa cose dal banco dell'opposizione, ora è nel banco della giunta, quindi : "sig. sindaco Andrea Marchetti ,basandomi su quello che hai dichiarato 5 anni fa, CI AIUTI A "DIFENDERCI" DA QUESTA CONCORRENZA E SISTEMA CHE DANNEGGIA TUTTI? .........senza rancore o strumentalizzazioni , costruttivamente-Mazzetti Stefano.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Seminario tecnico sul nuovo metodo di calcolo e certificazione della raccolta differenziata in Toscana.
Il Piano Regionale - in linea con le direttive Europee - prevede il raggiungimento del 70%RD entro il 2020.
In Toscana siamo al 50%, nel nostro ambito territoriale esteso solo al 37% e nell'ambito ristretto (unione dei comuni valdichiana) al 47%.
Chianciano Terme grazie al nuovo metodo di raccolta "porta a porta" sta facendo la propria parte essendo (dati ufficiosi) dopo due mesi dall'attivazione già al 65%...
C'è ancora tanto lavoro da fare (sulla qualità della raccolta, sui costi e sulle tariffe) ma la strada è quella giusta. 😉

Anonimo ha detto...

Mazzetti, ma quale concorrenza sleale.
Ma hai visto chianciano????
Ma chi vuoi che spenda più di 15/20 euro per stare qui???
A vedere la desolazione post crisi????
E' il paese non riesce a dare nulla tra incapacità gestite a vari livelli ... .
Inoltre molti alberghi sono stati ridotti in uno stato pietoso da chi ha venduto dopo anni di sfruttamento della clientela e povero chi ci ha investito .
Vedi Mazzetti, tu fai l'albergatore ma su economia e mercato lascia stare.
In italia - e da un po anche a chianciano (anche se lo so che non sei abituato)- gli aiuti di "pantalone" sono finiti. Il mercato comanda tra imprenditori onesti, disonesti, capaci, incapaci, furbi e falliti: benvenuto alla guerra ... del mercato.


MAZZETTI STEFANO ha detto...

21 settembre 2017 15:51, se guerra deve essere, guerra sia, non mi tiro indietro, prima di questo, vorrei sapere se, chi prima proclamava problemi a chi amministrava prima, ora che amministra , e può,li vuole risolvere o no!, e sapere come, contrastare chi svende e non paga, e promuovere il sano e meno peggio!, lo fa P:A: o no???

Anonimo ha detto...

Come mai il Rocchi non ha risposto al quesito dell'Angeli?

Lucia ha detto...

15/18 euro mezza pensione con colazione rinforzata......mi dite come fanno a prendere i gruppi a questi prezzi?

Anonimo ha detto...

rocchi non ha risposto al quesito di angeli perchè angeli ha ragione

Anonimo ha detto...

Se davvero l'Angeli ha ragione sarebbe l'ennesima figuraccia del Rocchi

E comunque......quando saranno finiti i sacchi di carta in dotazione dove andremo a buttarli?

Anonimo ha detto...

I dossi almeno li potevate segnalare.
al momento se cade qualcuno in moto vi fa una causa che non dimentichere più.

Anonimo ha detto...

Commissario!!!! Un paese allo sfascio completo, sporco, buio, insicuro, strade piene di buche, per assurdo invece di chiudere le buche hanno fatto le gobbe! Sacchi di spazzatura un pò d a per tutto, cartoni davanti agli alberghi, fiori ed aiuole secche, ma di qiale Smart City volete parlare? Per essere Smart ed al passo con i tempi avete un solo modo per dimostrarlo. Dimettetevi, fatelo con quel minimo di senso civico che forse ancora avete. Siete cascati, non ce la farete mai a rialzarvi, prendetene atto e passate la mano.

viagginews.com ha detto...

La top 5 delle mete low cost italiane

Vacanze low cost in Italia: dove andare


Se vi siete ridotti all’ultimo per organizzare la vostra vacanza e avete paura di non trovare più nulla a poco prezzo non temete perchè a settembre le offerte low cost sono ancora a vostra disposizione e, soprattutto se volete dedicarvi qualche giorno di relax in Italia, Viagginews, vi suggerisce il modo e le località migliori per i vostri soggiorni. Prima di tutto occhi aperti per quanto riguarda gli hotel, gli alberghi, ma anche ristoranti e pizzerie. Con qualche furbizia potrete risparmiare e anche parecchio! Ecco un elenco delle mete low cost italiane più belle da nord a sud del nostro Bel Paese, voi quale scegliete? Quale vi piace di più?

Le 5 mete low cost italiane perfette

Sardegna: voli low cost per Olbia e Alghero così da potervi rilassare sulle spiagge più glamour e belle d’Italia. Prezzi leggermente più bassi rispetto agli ultimi anni soprattutto per quanto riguarda i trasporti. Per tutte le info clicca qui.
Campania: a Pompei, potrete immergervi nelle meravigliosa storia che caratterizza questa città con prezzi mediamente contenuti. Secondo una classifica di Trivago il prezzo medio è per 75 euro a notte. Ne vale la pena sicuramente anche perchè, da lì, in breve potrete raggiungere Napoli e ammirare la bellezza conturbante della città. In alternativa potrete scegliere un soggiorno nella regale Caserta costa, anche qui, circa 80 euro a notte. Nota soprattutto per la sua imponente e maestosa Reggia Borbonica chiamata la “Versailles d’Italia” è considerata, dal 1997 patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.
Veneto: può sembrare una meta un po’ fuori dal comune, ma la città di Treviso è considerata una delle mete low cost dell’Italia con circa 80 euro a notte come prezzo medio. Con la sua tradizione monastica e religiosa regala ai turisti al quiete e la bellezza necessaria per godere delle ottime vacanze.
Toscana: relax, immersi nelle benefiche acque termali di Chianciano Terme potrete anche risparmiare. Qui un soggiorno costa circa 80 euro a notte. Centro termale ricchissimo di acque minerali ad azione curativa, situato a circa 550 metri sul livello del mare offre tutti i vantaggi climatici e turistici derivanti dalla sua felicissima posizione geografica.

Anonimo ha detto...

viagginews.com ha fumato oppio, "free", 28-40 euro almeno 20 strutture compaiono per prime , camera doppia per 2 persone colazione inclusa, se si cerca bene, si trova chi ti paga per andare nel suo albergo, con tappeto rosso per la passerella, e per salvaguardare i sacro interessi del turismo qui ora di moda, controlli e multe a chiunque si permetta di chiedere il giusto, e sia mai che qualcuno pagasse una tassa qualunque, gli si obblighi chiusura immediata , altrimenti rovina il mercato e la reputazione con sacrificio costruita, di paese del contrario e dell'impunità , dove vive,guadagna,e prospera, chi non paga.

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

Avviso pubblico. Desideriamo rendere noto che il sito http://promo-chianciano.org/it è un sito di privati e non è un sito del Comune di Chianciano Terme ne di altro ente turistico (APT, Terre di Siena, Pro Loco Chianciano). Inoltre, avendo riscontrato diverse imprecisioni nell'impostazione delle singole categorie, si prega di contattare direttamente l'interlocutore privato. Questo l'indirizzo da contattare: info@promochianciano.org

Anonimo ha detto...

Capito Gagliardi?
Sia più preciso!
Altrimenti l'a.c. le fa una bella romanzina!
Vai a far del bene.......
Parlano loro che non ne hanno fatta una dritta!!!!!!!

Anonimo ha detto...

A questo punto, visto che manca ancora un mese e mezzo all'inizio del paese di Babbo Natale, cosa si fa nel frattempo?

Anonimo ha detto...

Marchetti perché tutta questa ostilità verso Gagliardi, in fondo ha fatto del bene e tu lo attacchi senza ragione non ti comporti da sindaco, sei geloso?

Anonimo ha detto...

Se a Chianciano votassero i topi Marchetti sarebbe sindaco a vita. I topi la fanno da padroni, spaccano i sacchi della immondizia e ingrassano alla faccia nostra. Marchetti pensa ai topi che attraversano Viale della Libertà e Viale Roma. Grazie a te abbiamo più topi che turisti

Anonimo ha detto...

Noto una certa indisponenza, per non dire arroganza. Qualcuno sente che inizia a mancare la terra sotto i piedi .

Anonimo ha detto...

anche volendo stare fuori da polemiche, davvero incomprensibile l'astio di pa nei riguardi di Gagliardi....... nel sito è ben scritto chi l'ha fatto, con nome e cognome del "privato" , indicazioni che è "gratuito" , e richiesta di comunicare eventuali errori o aziende mancanti.
" SITO CREATO DA
Gagliardi Art and Partners
LA VOSTRA AZIENDA NON È STATA INSERITA O CI SONO ERRORI DA CORREGGERE?
Scrivere a info(@)promochianciano.org o usate il modulo dei contatti
PromoChianciano è un sito gratuito creato per promuovere tutte le attività commerciali di Chianciano Terme".

Se anche fosse,che qualcuno abbia chiesto info a altri e non lui, ce ne sono tanti altri di siti che promuovono Chianciano, come mai pa fa un "avviso pubblico" sul sito in questione, e non su tutti gli altri?, idee personali a parte, davvero incomprensibile .

Anonimo ha detto...

La posa di dossi nelle strade è,secondo i punti di vista, positiva o negativa, forse era meglio un controllo più frequente con l'autovelox visto che si capisce meglio l'infrazione al codice della strada quando ci colpiscono nel portafoglio.
Per fare questo bastava far uscire dall'ufficio qualche Vigile dato che non se ne vede uno in giro.
Il dosso posizionato in zona rinascente è praticamente inutile visto che è posizionato a ridosso di una curva che permette una velocità di 30 Km/h.
Mentre a Chianciano mettiamo i dossi gli altri paesi li stanno togliendo perchè pericolosi per le ambulanze ed i motociclisti, i nostri ancora non hanno una segnalazione appropriata che andrebbe installata in contemporanea.
Anche molti attraversamenti pedonali sono pericolosi perchè posizionati dietro le curve.

Anonimo ha detto...

In compenso l'ausuliare del traffico in giro si vede, a fare multe a qualche malcapitato sul tratto dalla rinascente a sant'elena.
Si, perchè devi essere sfigato ad aver fermato la macchina nel minuto in cui passa.
Nelle altre 23 ore e 59 minuti, e in tutte le altre strade non hai problemi.
A parte che, così, tale situazione è davvero assurda, non sarebbe meglio essere più concilianti e semplicemente fare in modo che le persone rimuovino velocemente l'auto senza fare alcuna multa?
Si può fare un invito al capo della polizia ed al sindaco affinchè tali situazioni vengano gestite con maggiore ragionevolezza ?

Anonimo ha detto...

I dossi sono pericolosissimi, negli altri paesi li stanno togliendo, ma qui tanto per fare o per bastafare copiano in ritardo sempre gli altri.
Idee proprie zero o quasi, se devono essere come Giano meglio copiare, ma copiate le cose giuste no le sciocchezze ed i pericoli.
Ma un lavoro non vi riecse proprio trovarlo? Cosî lasciate libere le scrivanie del Comune!

Anonimo ha detto...

Gagliardi aggiungi i topi di Marchetti sul sito se no non è aggiornato

Anonimo ha detto...

Il sito di Gagliardi è chiaro, facile da capire e da scorrere. Mi sembra di vedere Chianciano quando ero giovane. Andrea ti comporti male a criticare una bella cosa

Anonimo ha detto...

GAGLIARDI VAI A CASA QUI TI VOGLIONO MORTO!!!

Anonimo ha detto...

Ma come mai i musei di Gagliardi non sono presenti su echianciano?

Anonimo ha detto...

Gagliardi Sindaco!
Peggio di questi sinistri non può davvero fare. Almeno lui su Chianciano ci ha investito del suo.
Questi spendono denaro pubblico per le sciocchezze e foraggiano gli aperitivi.
Viva Chianciano e abbasso ChianGiano!

Anonimo ha detto...

Il problema dei topi è serio, ho una bambina e ieri si è spaventata per 3 topi che ha visto vicino a lei. Possono portare malattie e i sacchi della spazzatura sono calamite per queste bestiacce

Anonimo ha detto...

Marchetti si sente sempre più solo, comincia a capire la serie di errori gravi che ha fatto in questi tre anni.

Una cordata capitanata dalla Torelli e famiglia sta preparando la strada per un rovesciamento della situazione. La maggioranza è allo sbando, il consenso verso il sindaco si sta sciogliendo come neve al sole. Grandi contrasti interni emergono e non sanno più che via seguire. La confusione si traduce in una paralisi dovuta alla formazione di correnti all'interno della Giunta.

Il Presidente Barbetti guarda ma ha preso le distanze e si prepara anche Lui. Esiste un enorme fermento sia nella maggioranza che nella opposizione, nuovi nomi stanno uscendo a causa del malcontento generale creato da Marchetti che, non essendo ne un politico ne un amministratore, boccheggia isolato.​

Anonimo ha detto...

La giunta ha esaurito voglia ed energia... il malcontento è giustificato e loro sanno che hanno fallito ed è chiaro che il loro programma era pura fuffa.

Anonimo ha detto...

L'analisi sulla Giunta e su Marchetti è corretta.

Barbetti è quasi obbligato a candidarsi. Ha capito che, se non dovesse avvenire un enorme cambiamento nella politica turistica di Chianciano, anche le grandi strutture, che oggi soffrono e non coprono neppure i costi di gestione, sono destinate a fallire o ridurre pesantemente la loro attività.

Il Presidente Barbetti ha pressioni per non far andare al potere incompetenti senza esperienza o personaggi riciclati. La situazione è così seria che solo una persona competente e con grande esperienza può salvare Chianciano. I Marchetti di turno devono andare a casa e fare quello che i babbi gli hanno insegnato a fare. L'improvvisazione fa danni, l'incapacità blocca l'economia. Si crea una incertezza che spaventa l'albergatore e i'imprenditore. Non esiste ricambio generazionale nella conduzione delle attività, i giovani che hanno studiato se ne vanno, rimangono coloro che dalla politica vogliono trarre dei giovamenti e dei privilegi. Questa è la ragione più importante che deve spingere le persone capaci a scendere in politica per salvare il salvabile.

Anonimo ha detto...

Basta che non scenda Natovecchio............Valtubo non pubblicare solo i commenti che piacciono a te...........

Anonimo ha detto...

Tassa di soggiorno versata dagli albergatori e spesa da AC per accontentare le piccole assciazioni per festicciole di pessimo gusto
VERGOGNA

Se vi ricandiderete non prendete nemmeno il voto di vostra moglie

Anonimo ha detto...

Marchetti si è presentato come Sindaco propositivo decisionista. Poco dopo si è scoperta la sua incapacità di gestire Chianciano. La sua promessa politica è stata un magnete che ha attirato verso di sé gran parte dell'elettorato. Non ha fatto tutto da solo, Rocchi ha portato parte dei PD e gli altri del Punto a capo hanno creato una formazione che si presentava come riformatrice, nuova e giovane. Molto presto la Giunta ha cominciato a fare acqua. Sotto uno smalto di sicurezza e professionalità in realtà c'era una struttura di carta, una armata brancaleone che Marchetti aveva messo insieme ma che non aveva nessuna possibilità di governare. Senza dubbio in buona fede ma senza capacità, senza programmi​. Ci siamo ritrovati una auto senza motore e anche se spinta era mancante del volante.

Cosa fare? Come amministrare? Dove investire per promuovere Chianciano?
Marchetti invece di circondarsi di professionisti del settore e fare le scelte razionali che l'imprenditoria si aspettava decide di delegare. Nessun professionista, nessuna persona competente, ma una Proloco formata da incompetenti a cui mette a disposizione ingenti fondi pubblici che vengono sistematicamente spesi male. Fondi alla strada del vino nobile regalati a Montepulciano, per non parlare del CCN, dell'area attrezzata per i camper, la piazzetta Piccigiano e tanto altro, non serve dilungarsi sulle Terme e il Parco Fucoli.

Per confondere le acque si propongono progetti irrealizzabili senza considerare le grandi potenzialità di Chianciano. Vengono realizzate opere senza utilità. Più aumenta il malcontento, più il cerchio magico si rinforza e cerca di combattere il disappunto della gente con la presunzione e l'arroganza. Marchetti continua a delegare e i fondi che vanno nei pranzi, cene e inutilità. Il Sindaco alla fine viene visto dalla gente e dalla borghesia per quello che realmente è: Un re nudo. Un Sindaco che non ha governato, ma a causa di mancanza di analisi, di buoni collaboratori ha peggiorato la situazione economica di Chianciano.

Anonimo ha detto...

L'importante che di questi di adesso non ce ne sia nemmeno uno, hanno giá dato. Verranno ricordati come quelli del bastafà e degli aperitivi. Il nulla. Incompetenza allo stato puro. L'ideale sarebbero persone esterne alle varie piccole lobbettine del paese. Comunque persone competenti e dedite al bene del paese e dei cittadini tutti, senza cerchiettini poco magigi del resto. Cominciando ad eliminare tutto quello fatto in questi ultimi tre anni, Giano in primis, tanto per riguadagnare un pò di rispetto dei paesi vicini. La tassa di soggiorno deve essere tutta investita per la promozione affidandola a persone del settore e con le dovute competenze. Esigere i crediti da chi non paga, arrivando a togliergli i servizi e se occorre facendoli chiudere. Basta concorrenza sleale. Chiunque al posto di questi ultimi sinistri e finti buonisti. Se hanno il coraggio si ricandidino da soli, le altre liste gli devono mettere il veto altrimenti rischieranno lo stesso floop!

Anonimo ha detto...

Se avessero un pò di quella onestá intellettuale che ogni tanto ricordano si dimetterebbero da soli chiedendo scusa a Chianciano per il tempo perso dietro alle sciocchezze. Andrea ha una sola colpa grave, aver creduto in una lista civetta che altro non era la sinistra di prima e forse anche peggio, ci ha creduto lui e purtroppo un pò di elettori di cdx che speravano nel cambiamento. Così non è stato. Se è vero che la signora Torelli si sta muovendo con famiglia a seguito, ne vedrete delle belle e sarà la conferma di quello che si è sempre saputo, un bel salto della quaglia da parte di qualcuno dell'attuale giunta!

canguasto ha detto...

Avete letto?

Tarsu ridotta del 40% a chi subisce disservizi

Anonimo ha detto...

Gagliardi non ti ci confonde con sti Chiancianesi colli torti... lascliali affogare, e' quello che si meritano.