e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

mercoledì 14 giugno 2017

Chianciano niente Enduro per incompetenza!


Con questo comunicato il PD di Chianciano accusa di incompetenza l'Amministrazione di Puntoeacapo, mentre l'altra forza di opposizione, il movimento 5 stelle, naturalmente non si fa sentire essendo questo un tema strettamente locale e non a carattere nazionale, dunque non di loro interesse.

Enduro Park: superficialità e/o incompetenza?

La Giunta Comunale, tramite lo strumento del patto di collaborazione, ha assegnato la zona dell’ex Tiro a volo alla Associazione Enduro che ha sicuramente dichiarato quale erano i progetti che intendeva realizzare.
Poi, pero’, ci sono voluti i Carabinieri (ex Guardia Forestale) a far presente al Comune e informare dell’esistenza di norme – il vincolo paesaggistico in vigore dal 1939, la L.R. n. 48/1994 e il Dlgs 42/2004 – che vietavano quello che l’Associazione intendeva e aveva dichiarato voler fare.
Tutto annullato a due giorni dalla inaugurazione e dell’evento organizzato!
Non "basta fà", come dice qualcuno, è necessario fare le cose con la testa sulle spalle senza "mettere di mezzo" nessuno e soprattutto chi ha voglia di intraprendere attività ed eventi innovativi.
Gli Amministratori di Chianciano Terme devono prendersi le loro responsabilità senza dare colpe alle leggi o a chi le conosce. Sarebbe bastata una maggiore attenzione, un miglior esame della pratica per evitare di dare aspettative e certezze a chi si è messo in moto, a seguito di una concessione/autorizzazione rilasciata dalla Giunta Comunale.
O forse dopo tre anni di amministrazione non si è ancora capito come si amministra? E non si tiene conto che le risposte e le autorizzazioni rilasciate devono essere accompagnate da un attento esame delle istanze? E quali danni economici si sono creati a chi ha messo in moto un programma per un evento?

Con dispiacere vediamo andare in fumo un'altra iniziativa. La realtà non è quella virtuale del web dove ci si fa belli prima, con post e con effetti annuncio. Amministrare oggi vuol dire essere conoscitori di tutte le normative, esaminare e vagliare tutte le proposte e valutare attentamente prima di dare risposte affermative, magari frettolose che poi obbligano a fare marcia indietro, con la ricerca di responsabilità da dare ad altri. Le responsabilità sono tutte in capo a questa Amministrazione.

Partito Democratico di Chianciano Terme

Chianciano Terme, 12/6/2017  

Saluti,

Valtubo

63 commenti:

Anonimo ha detto...

Minchia.... parlano quelli di Piazza Italia ricoperta di cristallo.... o del parcheggio del cantinone.... Quelli che in 70 anni di amministrazione hanno imparato così bene come si amministra da affossare Chianciano.... Quelli che hanno piazzato nei posti di responsabilità degli uffici comunali i loro uomini (e donne) quegli stessi posti da cui doveva arrivare l'altolà preventivo.... Facile tirare le imboscate a chi governa, del resto i comunisti in fatto di imboscate sono famosi dal 1943....

Anonimo ha detto...


il bue dice cornuto all'asino.
una cosa sacrosanta il PD però l'ha detta:
il NULLA del movimento 5 stelle
come se non bastasse non si vergognano, vanno in giro di giorno, come se niente fosse.
La DIGNITA’ non è compresa nel loro vocabolario.

Anonimo ha detto...

Da quando in qua i politici o amministratori DEVONO sapere le normative per le quali ci sono i tecnici comunali? Allora tanto vale mandarli a casa e dare i loro stipendi agli amministratori. Giusto Fallarino?

Anonimo ha detto...

Per il dott fabiano de angelis

Ma non si vergogna di fronte all’opinione pubblica?
E’ tanto che fanno su di Lei il tiro al bersaglio ! ma che fa, ci gode ad essere insultato ?

Anonimo ha detto...

Che coraggio...gli uffici comunali sono pieni di gente piazzata da loro
.. Secondo me la loro produttività è aumentata

Anonimo ha detto...

Ma non e' che qualche compagno ha dato la soffiata giusta al momento giusto....??

Anonimo ha detto...


FALLARINO CHE FIGURA DI M...A

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

“Marcello, pensavo sinceramente tu avessi una seria esperienza politico-amministrativa, invece le tue populiste esternazioni (che non hai fatto ad esempio quando gli stessi tecnici comunali sono stati analogamente poco scrupolosi nel caso delle vicende urbanistiche di Via Borgonuovo gestite da Amministrazione Comunale dal PD sostenute) non fanno altro che confermare il fatto che vi rimangono solo ed esclusivamente le polemiche strumentali. Fatti concreti e confronto politico costruttivo zero. Prima ed adesso. Noi ci prendiamo e prenderemo sempre e con serenità le nostre responsabilità, anche quelle che non dovrebbero toccarci. Dalla vostra parte personalmente non ho visto lo stesso atteggiamento…anzi ricordo diversi Consigli Comunali in cui vi siete assentati per paura di assumervi anche responsabilità marginali o perché temevate il confronto. Contenti voi. L’Amministrazione Comunale , tramite “patto di collaborazione”, ha concesso un’area sulla quale era intenzione dei promotori quella di attuare il progetto Enduro Park di cui erano primo responsabili (loro o i tecnici a cui si erano rivolti) anche delle verifiche di fattibilità. Non essendo previste edificazioni – nella fase di istruttoria preliminare e necessaria all’approvazione in giunta – l’ufficio urbanistica non è stato minimamente coinvolto, mentre per quanto concerne gli aspetti “paesaggistici” ostativi alla realizzazione del progetto l’ufficio LL.PP. era a conoscenza del vincolo ma non alla correlazione di questo – nel caso specifico – ad una norma regionale, ossia la LR 48/96 in tema di circolazione fuori strada di veicoli a motore, il cui rispetto è di competenza sostanzialmente della Forestale e non degli uffici comunali.Probabilmente (inutile affermare il contrario) gli uffici avrebbero dovuto/potuto approfondire ulteriormente, ma – ripeto – si parla di una norma di cui tutti gli appassionati di Enduro toscani (abbiamo scoperto a posteriori) sono a conoscenza ed in tal caso – probabilmente in buona fede – hanno per primi sottovalutato.Quindi, per quanto spesso discutibili le norme alle quali tutti (privati e pubblico) sono costretti a sottostare, in tal specifico caso credo che AC e propri dipendenti abbiano mostrato fin dall’inizio ampia disponibilità e volontà nel rendere possibile l’attuazione del progetto, il quale è stato “bloccato” da un doveroso avviso del corpo Forestale in riferimento alla citata normativa. Poi se si vuole affermare che il tecnico comunale avrebbe dovuto essere molto più scrupoloso di quello che è solitamente, da amministratore posso dirlo pubblicamente e serenamente anche io, ma alla ricerca di un facile consenso, la si smetta di mescolare – in modo ridicolo e patetico – le responsabilità tra parte tecnica e parte politica! Noi cerchiamo di fare il nostro meglio per amministrare questo paese e non abbiamo alcun problema ad assumerci le nostre responsabilità (che in tal caso sono solo interne ed inerenti la richiesta su nostri tecnici di un maggior scrupolo nelle istruttorie) ma se il PD vuole criticare, se riesce, lo faccia sulle nostre scelte che possono essere più o meno condivise, non strumentalmente sui tecnicismi! Anche se posso capire che essendo abituati ad anni di “non scelte” ed immobilismo, il tecnicismo è l’unica cosa che gli rimane da contestare..”..

Anonimo ha detto...

Fantastico l'anonimo del 14 giugno 2017 16:49
hai detto divinamente quello che è stato anche il mio ragionamento.

Anonimo ha detto...

Grande Damiano! L'unico con le PALLE!!

Anonimo ha detto...

Via i tecnici incompetenti dal comune!!! Abbiate voi amministratori il coraggio di mandarli via!!! Fate una scelta seria, non se ne può più il paese va a rotoli ed a loro a fine mese lo stipendio arriva... Via i responsabili dell'ufficio tecnico!!!

Anonimo ha detto...

Chi cerca trova. Bravo Rocchi.

Anonimo ha detto...

Lo sai Assessore Rocchi, quando c'erano loro governavano con questi metodi,ai compagnucci era tutto o quasi permesso e comunque "accomodato"...... gli altri erano sottoposti a lunghe trafile dove spesso la risposta era negativa o comunque "tribolata".....per fortuna quei tempi sono passati, ma i nostri comunisti a casa degl' altri...non demordono.
KEATON

zorro ha detto...

E bravi i comoagni ! Sempre pronti a criticare chi vuole far qualcosa.
Pero' quel De Angelis , le palle propio non le ha !
Comunque , speriamo che in qualche modo , l' a.c. riesca a far qualcosa per questi ragazzi , per l' Enduro.

Volevo , cambiando discorso , chiedere a Valerio , di fare un salto alle Terme , nella sala mescita , per vedere le quattro sculture che ci sono state , e che danno propio l'idea di una Chianciano Terme in salita , che si arrampica sui vetri delle bottiglie dell' Acqua Santa .

Andate a vedere , perche' e' un vero spettacolo , piace molto al Della Lena , ne va' propio fiero.

Ragazzi , e' finita anche la frutta !!!

Anonimo ha detto...

Il M5S a Chianciano, come attualmente rappresentato in Comune, non so se rappresenta altri oltre il consigliere stesso.
A quel che mi risulta la base lo ha per lo più abbandonato, direi per ovvi motivi.

Anonimo ha detto...

Per Damiano R.
Innanzitutto complimenti per la replica a Fallarino,
Il quale osa dire : “Le responsabilità sono tutte a capo di questa amministrazione”
Come chiancianese e credo di interpretare il pensiero di moltissimi concittadini ti chiedo/chiediamo di farti portavoce di tutti noi e non solo, in quanto l’acqua è un bene pubblico e pertanto potresti chiedere al segretario del PD e a chi sopra di lui, come mai, qual è il motivo per cui, chi ha governato la nostra Provincia negli ultimi decenni non ha ritenuto opportuno mettere in pratica quanto dichiarato nel 1975 dall’amministrazione provinciale di Siena, la quale asseriva della presenza di un notevole abbassamento della falda termale e che l’unica soluzione possibile era intervenire sugli emungimenti, quando poi i vari Concessionari della nostra Provincia sono stati autorizzati a realizzare nuove captazioni per aumentarne la produttività.
L’amico Fallarino e chi prima di lui (Ferranti) , con dati alla mano, non mi sembra che abbiano avuto a cuore lo sfruttamento sostenibile delle risorse idriche termali nonostante l’accorato appello del nostro concittadino Palazzi il quale a più riprese sia nel 2006 che nel 2013 in un documento pubblico aveva fatto emergere la presenza, nel nostro territorio di un fenomeno di ampie dimensioni a causa di emungimenti indiscriminati e con la complicità della scarsità delle precipitazioni per il quale secondo uno studio citato dallo stesso Palazzi , bisognava, già dagli anni sessanta intervenire sugli emungimenti a causa di un notevole abbassamento della falda termale.
Intervenire sugli emungimenti (bilancio idrico), vuol dire essere costretti a penalizzare l’occupazione, d’altro canto se non interveniamo, l’occupazione rischiamo di perderla del tutto.
Non essere intervenuti oltre quaranta anni fa, oggi ci pone davanti ad grave rischio: quando gli emungimenti superano i tempi di ricarica la superficie freatica potrebbe abbassarsi a tal punto da non essere più raggiunta. Nel 1992 avevamo 332 strutture ricettive, oggi siamo sotto 150, domani ?????? Senza acqua termale non c’è futuro per chi vive grazie a questa preziosa risorsa. L’acqua è un bene ESAUR IBILE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Qualcuno potrebbe chiedersi cosa c’ entra la falda freatica (superficiale) con l’acquifero profondo (acqua termale) : le sorgenti termali esistenti nel nostro territorio presentano variazioni nella temperatura. queste variazioni vengono attribuite ad un mescolamento di un ‘acqua di circolazione regionale, profonda, termale, con una non mineralizzata , di circolazione superficiale.
Per raggiungere certi obiettivi (sviluppo sostenibile compatibile con la salvaguardia dell’ambiente), spesso siamo costretti ad intraprendere azioni coraggiose, non condivisibili, ma necessarie per il bene della comunità con il fine di soddisfare i nostri bisogni senza però compromettere quelli delle future generazioni .
Buon lavoro, e ancora complimenti !

Anonimo ha detto...

In italia siamo bravissimi a giocare a scarica barile; con i vostri giochini politici date la zappa nei piedi a chianciano, hai ragazzi e al resto delle persone che ci abitano, ancora non si è capito che l'amministrazione esiste per far del bene alla comunità e per far si che progetti seri come questo, che portano solo che del bene, siano realizzati e non per rinfacciare al partito nemico di aver fatto male il loro lavoro ed elogiare il proprio o per mettere il bastone nelle ruote, facendo in modo che sia quasi impossibile realizzare qualcosa a chianciano, facendolo sprofondare sempre di più nell'abisso; è impossibile solamente pensare di far tornare chianciano al centro dell'attenzione dei turisti, che per chi non lo sapesse sono potenziali clienti per le terme, per gli hotel, per i distributori di carburante e per tutto cio che riguarda l'economia del paese, se non si promuovono idee nuove che portino persone.
Spero che voi comprendete le potenzialità di un progetto cosi ben studiato e che vi impegnerete a trovare una soluzione. Cordiali saluti.

Anonimo ha detto...

Bravo assessore Rocchi. Nel merito e per la schiettezza e franchezza che contraddistingue sempre i suoi interventi. Cosa confermata anche in occasione dell'assemblea di stasera sul passaggio al porta a porta a cui ho partecipato, dove in particolare le risposte politiche e tecniche date al solito polemico Sig. Della Lena, sono per me state "da applausi".

Anonimo ha detto...

Resta il fatto che questa a.c. è comunque indifendibile, bastafá, niente di più. Amministrano come possono, questo è vero, ma non hanno il coraggio di osare, non cercano la svolta, tanto peggio di così? Non è colpa deimgufi, qui mancano le aquile ed anche i pulcini, girano in tondo senza costrutto e già pensano a come arrivare ad un secondo mandato.

Anonimo ha detto...

Per Rocchi
Prendendo come riferimento l’intervento delle ore 18,26

Sono sicuro che anche tu conoscevi quanto esposto dall’anonimo delle 18,25 pertanto essendo io uno dei tantI che hanno creduto nel cambiamento e ti hanno votato, ti faccio la stessa domanda che l’anonimo delle 18,25 vorrebbe che tu facesse a Fallarino. Perché, per quale motivo puntoeacapo da inizio mandato non è mai intervenuta per salvare la risorsa termale ?
Quello che dice l’anonimo delle 18,25 è vero, intervenire vuol dire perdere occupazione, ma nel frattempo salvaguardiamo la risorsa per poterla godere anche nel futuro. Perché la ferranti non è mai intervenuta , perché non ha dato ascolto al geologo ? Perché non sono intervenuti ? Io e tutti noi abbiamo il diritto di sapere: la risorsa è vero è un bene collettivo. Non intervenire è un peccato mortale ! Perché sono stati spesi soldi pubblici, realizzate nuove piscine quando bisognava intervenire sul consumo di acqua.
Si sono seccate le Banche così come si è seccata l’acqua termale ?

Anonimo ha detto...



per de angelis

cosa c'è di nuovo su ato toscana centro ?

Anonimo ha detto...

Che legnate stamani il Rocchi ha dato su FB a Marco Rossi. Grande!! Questi compagni ancora pensano che i cittadini sono tutti scemi.

Anonimo ha detto...

La differenza in politica e nelle amministrazioni la fanno le persone.
Dalle dichiarazioni di Fallarino e dalle risposte di Rocchi si nota in modo lampante la differenza di spessore.
Sul primo ed i suoi compagni vedendo quanto fatto in passato non è che ci fossero tanti dubbi, il secondo per me è stata una positivissima scoperta.
Tutte le amministrazioni dovrebbero essere composte da persone competenti, leali, schiette e dirette come sta dimostrando qui a Chianciano, l'assessore Rocchi. Tutti possono commettere errori ma con un gruppo dirigente composto totalmente da persone con certe caratteristiche il futuro sarebbe comunque molto più roseo.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

IMPORTANTE
Aggiornamento su Attivazione Servizio di Raccolta - Porta a Porta
1. Ad oggi le consegne sono state effettuate complessivamente a 1967 utenze e lasciati 499 avvisi (centro storico - zona Via Risorgimento/Poggiofoppo - Largo Amiata-Sant'Elena - Via G.di Vittorio sino a Via Tevere). Utenti NON CONDOMINIALI che non hanno ricevuto kit o avviso in cassetta sono pregati di segnalarlo.
2. Rimangono da servire complessivamente 1841 utenze - molte delle quali condominiali - e principalmente ricadenti nelle zone ancora non coperte dagli operatori (Via di Vittorio da via Tevere - V.le Lombardia - Le Piane - La Rinascente)
Da lunedì comunque - e come da programma - parte anche il servizio di raccolta domiciliare porta a porta.
Per 2/3 settimane ci sarà quindi sovrapposizione di servizio, ciò significa che chi ha KIT o bidoncino condominiale potrà già iniziare ad utilizzarlo secondo il calendario comunicato.
Terminate le consegne e verosimilmente da lunedì 10/07 inizieranno ad essere eliminati i cassonetti stradali partendo dalle zone citate al punto 1, ovvero quelle ad oggi già servire da KIT.

Anonimo ha detto...

Damiano, un consiglio da amico,
ti hanno chiamato in causa per le terme, credo che queste interrogazioni meritino una risposta per non essere paragonati alla stessa stregua di Fallarino & C.
perché loro non sono intervenuti ? perché peac non interviene ?
Certo il commento è anonimo ma non fa una grinza.

Anonimo ha detto...

Ma avete notato che Fallarino nel profilo facebook si è messo MI PIACE da solo dopo il post sull' enduro park ?

Anonimo ha detto...

Per anonimo 16 giugno 2017 00:09

La prossima volta presentati te all'elezioni ...sicuramente avrai idee migliori .

Anonimo ha detto...

Le strade sono disastrate ma non si riparano perchè lasciate così dalla precedente ac
piazza Italia non si sistema perchè lasciata dalla precedente ac
il lampione di piazza Italia ed i faretti della stessa non si riparano perchè come sopra
il grande avvallamento davanti al bar Chianciano non è della precedente ac ma non si ripara ugualmente ( io suggerirei di farci una piscina )
l'illuminazione di molte strade fa pena ma non si provvede, avuta in eredità, forse è ora di smettere di pensare a merende varie e prendere sul serio il compito che hanno cercato con le elezioni pur sapendo che cosa avrebbero trovato

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Rispondo alle sollecitazioni in tema di risposte sulla risorsa idrica termale (prendendomi l’impegno di tornarci con più accuratezza) più avanti, per ricordare che l’Amministrazione di PuntoeaCapo ha affrontato fin dal suo insediamento tale tema con particolare attenzione alla necessità di individuare il giusto percorso che possa portare ad una risoluzione del problema inerente la tutela dello stesso ed il suo monitoraggio, coinvolgendo gli enti competenti (in primis la Regione) cosicché possano essere individuate le risorse necessarie al fine di commissionare un pertinente ed approfondito studio esteso a tutto il bacino della falda termale che si estende dal Monte Cetona sino a Rapolano.
Tutto questo con obbiettivo principe quello di andar a determinare con adeguata precisione lo stato di fatto in termini di bilancio idrico e di conseguenza poter successivamente giungere verso la redazione di un quadro normativo (in linea con quella che e' già la normativa vigente in materia) e di regolamentazione per l'utilizzo e la tutela del patrimonio idrico termale; strumenti questi indispensabili per poter individuare con chiarezza ed efficacia, nella chiara lettura di competenze e responsabilità, le azioni da compiere per la valorizzazione dell'inestimabile patrimonio idrico termale.
Seguendo quindi tale percorso, in qualità di amministratore di questo comune con delega alle risorse idriche, già dall’autunno 2014 ho tenuto incontri tecnici con il dott. Geol. Marcello Palazzi (autore degli studi e delle analisi condotti nel piano strutturale) ed con il geologo e direttore di miniera dal 1990 di Terme di Chianciano spa Dott. Giuseppe Pagano, il quale nell’Ottobre 2014 mi ha messo a disposizione una accurata relazione sul bilancio idrologico termale sulla base della quale al tempo curai una breve relazione di semplificata (ai fini della lettura) pubblicata tra l’altro anche sulle pagine su questo blog.
Colgo quindi occasione, in allegato a questo documento, per trasmettere di nuovo tale relazione sintetica ed anche quella estesa di proprietà Terme di Chianciano, che sarà a breve oggetto di pubblicazione da parte dell’autore su di una rivista scientifica a tiratura nazionale.
Da tale studio sembra emergere piuttosto chiaramente che il bacino termale del 'sistema chiancianese' ha una propria dinamica locale, non strettamente dipendente dal sistema territoriale ed il cui bilancio è annualmente tenuto 'stabilmente' in equilibrio con gli emungimenti che vengono eseguiti da pozzo al fine di garantire l'attività termale. Questo anche grazie al fatto che a Chianciano Terme, unica realtà termale toscana che con l'installazione di misuratori di portata ha di fatto attuato le misure di controllo previste da normativa, gli emungimenti sono dinamicamente tarati in virtù dell'alimentazione delle falde, dei tempi di ricarica, e del consumo di risorsa sia per cure termali che per attività riconducibili alle piscine THEIA. (Segue)

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Questo fa' si che in relazione alle precipitazioni meteoriche annue sul bacino afferente al comprensorio di riferimento, precipitazioni che alimentano le falde del 'sistema Chianciano', si ha di fatto sempre un consumo monitorato ed inferiore agli apporti positivi, scongiurando il rischio impoverimento.
Detto ciò, se questo può servire a dimostrare che l’Amministrazione Comunale su tale tema ferma non è stata, rimane saldo comunque l'impegno che come ci siamo presi e ci prenderemo nell'attuare azioni e politiche volte alla tutela della risorsa idrica termale, questo poiché riteniamo che, a prescindere dal sistema locale, sia di fondamentale importanza un monitoraggio delle risorse idriche termali a livello regionale che passa ovviamente da uno studio sul bilancio idrico complessivo che tenga conto dei rapporti tra diversi bacini di alimentazione ed permetta di pianificare una corretta gestione delle risorse al fine di limitare l’impoverimento delle sorgenti.

Sintesi Bilancio Idrico Termale Clicca Qui!

Studio Bacino Termale Clicca Qui!

Ing. Damiano Rocchi
Assessore Ambiente e Risorse Idriche
Comune di Chianciano Terme

Anonimo ha detto...

Dite quello che vi pare di questa giunta ma il Rocchi è competente, volenteroso, disponibile e per me ha anche palle e contropalle!!!!!

Anonimo ha detto...

L'onnipresente Assessore Rocchi
Formazione in campo:
Marchetti - addetto alla pubblicità su facebook
Giulianelli - ??? risponde il Rocchi
Piccinelli - ??? posta le sue foto ma risponde il Rocchi
Morganti - è sempre in montagna ma risponde il Rocchi
Ballati - ??? risponde il Rocchi
Nardi - ??? risponde il Rocchi
Meniconi - ??? risponde il Rocchi
Ottavo - Rocchi
Nono - Rocchi
Decimo - Rocchi
Undicesimo - Rocchi
Arbitro - risonde il Rocchi
In panchina:
Rocchi
Massaggiatore - Rocchi
Per ogni ulteriore chiarimento - risponde il Rocchi
Non cliccare su "Non sono un robot" ci pensa Il Rocchi



Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Siamo incappati in un incidente di percorso, siamo caduti, ci siamo rialzati e lavorando costantemente e duramente non abbiamo mollato 1 millimetro.
Oggi, anche e soprattutto grazie alla volontà ed impegno di ATS e Virtus Buonconvento ed alla disponibilità di ASL e di tutti i nostri uffici, quando in molti non ci credevano più, si apre la stagione estiva per le Piscine Comunali di Chianciano Terme. 🏊🏼

Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci.
(Mahatma Gandhi)

Anonimo ha detto...

Addirittura Gandhi! Mahatma Rocchi ringrazia la Fernanda perchè se non ci fosse stata lei a pararvi le chiappe questo sarebbe stato l'ennesimo fallimento

MAZZETTI STEFANO ha detto...

non mi meraviglio di niente......... ma nemmeno sputo sentenze su competenze altrui.., io norme regole adempimenti etc , quelle che dovrei conoscere bene, cambiando e aumentando in continuazione, non riesco a stargli dietro, .....di sicuro PECCATO!!!, e scoraggiante, detto questo, mi fa sorridere attacchi di uno o l'altro partitici......, e di quale poi!!!!!! tutti bravi!!!...ma paghiamo acqua e immondizia tra le + care d'italia, troscia italia obbrobrio immane, ma in tanti si sono fatti belli a inaugurarla 3-4 volte....., a pulirla e modificarla dopo manco uno....tutti bravi!!.siamo nel bel mezzo di 2 poteri che hanno STRONCATO TANTI, banca etruria e monte paschi, ben amministrate, dirette, da chi??.....DISTRUTTE DA CHI?? chi ci ha rimesso soldi??, ....ma è buffo come per coop...nel nord sono gia decine di migliaia i soci che HANNO PERSO TUTTI GLI INVESTIMENTI FATTI, colpa di chi?, chi gestisce coop?.....ma sono tutti bravi!!!......tutti hanno ricette per curare il male "chianciano".....parole tante, fatti???..... prima chi non pagava immondizia almeno doveva fare qualche camminata per metterla nei cassonetti.....ora??? non vogliono farli fraticare GLE LA VANNO A RITIRARE DIRETTAMENTE IN AZIENDA-CASA....., pagare è opzional solo per i coglioni....ma sono tutti bravi!!! promozione???? beh non si può fare.....i soldi tassa soggiorno servono ad altro e che cazzo....mica vorremmo fare come tutti che partecipano a fiere internazionali cooirdinando il meglio del territorio....noi siamo al di sopra di queste siocchezze....., ma sono tutti bravi!!......concorrenza sleale approvata finanziata e incentivata da chi?? forse chi non prende misure per contrastarla?....ma chi se ne frega tanto ci sono i coglioni che pagano per tutti.....ma sono tutti bravi!!.......camere in vendita a 30 euro notte 2p colazione inclusa(sotto costo gestione!!poi come pagano dovuti e quali servizi danno??).......ma sono tutti bravi!!....MENO MALE CHE SO COGLIONE E MANCO TANTO FURBO SENNO A RIFLETTERE SU QUESTE COSE VERREBBE VOGLIA DI PRENDERE LA STRADA DI TANTI AMICI-COLLEGHI........ANDARE VIA!..SIAMO RIMASTI TROPPI POCHI COGLIONI E TROPPI TROPPI "BRAVI"!.

Anonimo ha detto...

Se fosse stato per altre associazioni con il culo parato dal PD la piscina sarebbe stata chiusa. Hanno fatto finta che gli interessava...si...che stesse chiusa!

Anonimo ha detto...

Scusate, ma sono allibito: ci dovevano essere investimenti per svariati milioni di euro per il miglioramento degli impianti ed adesso celebriamo come un successo il fatto che le piscine (esterne) siano semplicemente aperte, come sempre lo sono state d'estate ?

che branco di pecoroni in questa cittadina.

Anonimo ha detto...

Commento di chi sa poco o nulla di come stiano le cose.

Anonimo ha detto...

Il Rocchi e' bello...........

Anonimo ha detto...

Terme : GRAZIE, ROCCHI !
ho apprezzato la tua sollecita risposta e vorrei far notare ai concittadini la grande responsabilità dimostrata sottraendo del tempo prezioso al riposo. : rispondendo al mio quesito alle ore 2,30 .
adesso veniamo al dunque.
.Nonostante le tue rassicurazioni, sono e dobbiamo essere preoccupati per la nostra economia e ti spiego perché:
nel 2014 il Dott Pagano ti ha messo a disposizione una accurata relazione nella quale “sembra” emergere piuttosto chiaramente che “
il bacino termale del “sistema chiancianese” ha una propria dinamica locale …che Chianciano è l’unica realtà termale toscana che con l’installazione di misuratori di portata ha di fatto attuato le misure di controllo previste dalla normativa, gli emungimenti sono in virtù dell’alimentazione delle falde, dei tempi di ricarica e del consumo di risorsa … questo fa sì che in relazione alle precipitazioni meteoriche annue sul bacino afferente di riferimento, precipitazioni che alimentano le falde del “sistema chiancianese” si ha di fatto sempre un consumo monitorato ed inferiore agli apporti positivi, scongiurando il rischio di impoverimento. “
Se così dovremmo essere in una botte di ferro, in linea con le norme di riferimento e attenti al mantenimento di una risorsa così vitale per la nostra economia.
Purtroppo non è così e ti spiego perché:
il 21 marzo 2016 e quindi circa due anni dopo da quando venisti a conoscenza dei risultati degli studi del dott Pagano, il sindaco Marchetti è stato intervistato da Radio Effe nell’occasione della Giornata Mondiale dell’acqua. Ti riporto fedelmente quanto è emerso, a riguardo, dall’intervista :
Conduttore - In occasione della Giornata mondiale dell’acqua del 22 marzo 2016, acqua e termalismo sono collegati. In alcune dichiarazioni rilasciate dal Dott Palazzi si esorta a combattere il cosiddetto emungimento indiscriminato delle risorse termali. Cosa è possibile fare, quali interventi il comune mette in campo ?
Marchetti - Ci confrontiamo con il concittadino geol palazzi che ci ha seguito e ci sta seguendo, abbiamo comunque un geologo che segue la società terme Immobiliare di proprietà della regione al 80% e 20% di proprietà del Comune. I Problemi sono abbastanza complessi. Ad oggi grossi problemi non ce ne sono, naturalmente in futuro se gli emungimenti avverranno in modo speculativo questo potrebbe provocare problemi che non si possono riferire solo a chianciano in quanto poi tutte le falde idriche sono collegate: le nostre stazioni termali, Rapolano, san Casciano. Mi sembra che abbiano collegamenti per cui è necessario che si parli di un progetto di area e non di singolo paese. ..Su questo stiamo cercando di lavorare per arrivare a percorsi, progetti condivisi che permettano di monitorare gli emungimenti nel tempo affinchè le falde acquifere non vadano in crisi. anche perchè come abbiamo visto le piogge non sono poi cosi numerose….”
Il Sindaco ha detto la sacrosanta verità.! Bravo Marchetti !
Perché non ha fatto riferimento al “sistema chiancianese”,? Perché non ha detto che a Chianciano il consumo è monitorato ? Pagano è il geologo della Regione !!!!
Che importanza ha il fatto che il nostro Comune è virtuoso (apposizione degli strumenti di misure), o che monitori il consumo dell’acqua termale per evitare l’impoverimento, quando gli altri concessionari che fanno parte dello stesso bacino idrotermale ( rapolano, sarteano, san casciano bagni) per le caratteristiche idrogeologiche della regione, non hanno apposto i contatori idrici, importanti per monitorare lo sfruttamento, pena la decadenza della Concessione ?
segue

Anonimo ha detto...

Nella relazione del concittadino Palazzi si legge : “Le acque delle sorgenti di Chianciano sono sicuramente le più vulnerabili agli effetti dell'impoverimento” “Si auspica inoltre che nelle istruzioni tecniche degli strumenti urbanistici dei Comuni di tutto il comprensorio termale si adottino normative analoghe a quelle di Chianciano per la protezione di tutto il bacino termale.”
A cosa serve il nostro sacrificio, la nostra sensibilità per la salvaguardia della risorsa termale quando i vicini di casa non fanno altrettanto ? . Noi abbiamo gli strumenti di misura, adottiamo il bilancio idrico, gli altri invece emungono in modo indiscriminato e la falda sotterranea ne risente, noi in particolar modo.
Già siamo stati penalizzati nel 1992 con la soppressione dei congedi straordinari per motivi di salute che permetteva di usufruire delle cure termali a carico dello stato. Adesso tutti emungono in modo indiscriminato e noi siamo i più penalizzati in quanto il nostro sistema è più vulnerabile.
E’ l’ora di farla finita ?

Anonimo ha detto...

Condivido anonimo delle 10.45 e 9.48.
Una giunta comunale è fatta da 5 persone e come cittadino mi aspetterei che tutte tenessero il comportamento che ha tenuto fin qui Damiano. Ammetto che sono suo amico e su di lui non avevo dubbi, ma dagli altri mi aspettavo molto di più nello stare tra la gente e con la gente.

Pecorone!!! ha detto...

un conto è aprirle per 3 mesi con magari costi a carico del comune ed un altro adeguarle tutte e farsi carico dei costi. ci hai pensato?

Anonimo ha detto...

Damiano difenditi, troppi elogi rischiano di farti montare la testa, chi si loda si imbroda!

Anonimo ha detto...

Damiano
Sembra che la teoria di Pagano non sia supportata dal sindaco il quale sembra abbia detto: “se gli emungimenti avverranno in modo speculativo questo potrebbe provocare problemi che non si possono riferire solo a chianciano in quanto poi tutte le falde idriche sono collegate:”
Allora ci dobbiamo preoccupare per colpa delle altre terme ?

Anonimo ha detto...

Si vuole trasformare un insuccesso ed una sonora sconfitta in una vittoria, (vicenda piscine). Un pò di tanta decantata onestà intellettuale poteva bastare a rendervi un pochino più simpatici, a tutti, non solo a quelli di casa vostra e del vostro vicinato, e comunque lo siete un pò meno anche a chi vi sta più vicino! La piscina scoperta apriva già d'estate, la veritá che con manovre studiate a tavolino, c'è stato il serio rischio di non aprirla per la prima volta! (Santa Fernanda!) Non ha partecipato nessuno ad un bando di gestione fatto apposta per chi doveva continuare a gestirle,ed erano sempre gli stessi degli ultimi anni. (Leggero conflitto d'interessi?) Sarete anche capaci di rialzarvi, ma non sarebbe neanche male cercare di rimanere in piedi ogni tanto. I vostri scivoloni ricadono su i cittaddini, tutti, chi vi loda e chi e no!
Sapevate benissimo dove sareste andati e cosa avreste trovato. Almeno negli ultimi vent'anni i sinistri di prima ne hanno fatte di tutti i colori, alcuni di voi però, erano comunque d'accordo e plaudivano un pò di alcune scelte ed opere fatte da loro. Va bene, come dite voi, puntoeacapo, si ricomincia, smettetela di ricorrerre sempre a, ma questo lo hanno fatto loro! Noi non c'entriamo! Abbiamo le mani legate!
Cominciate a:
Buttarte giù il Bruco, invece di spenderci altri due milioni di euro, rimettete le Vele, sistemate il Bar ed il Parco e datelo in gestione a GIovani del Paese!
Ri-asfaltate Troscia Italia e ri-dateci PIazza Italia!
Sono solo due piccole iniziative che vi porterebbero ancora più consenso e stima! Osare si può, in alcuni casi si deve non tanto per se, ma per chi verrá poi! Voler comandare è una bella responsabilità e va affrontata con gli attributi giusti, al momento non sembra che in giro ci siano molti falchi.

Anonimo ha detto...

17 Giugno 19:42
Se cerchi i falchi, qui non ci sono nemmeno i pulcini.
Ma se è serata di suggerimenti, proviamo. Quelli che hai giá citati, servirebbero a ridate lustro a Chianciano, uno a riportare in vita quello che era il Parco più bello del Centro Italia. Su ex Piazza Italia non c'è da aggiungere altro, meglio, molto meglio quella di prima, e pensare che doveva essere provvisoria!
Che dire di asfaltare le strade, o almeno nell'immediato riparare le buche e ce ne sono di molto pericolose!
Trovare un modo sicuro e legale per far curare piante, aiuole e fiori a qualche volenteroso. Anziani, pensionati, ma anche giovani con il pollice verde e perchè no, magari, anche alcuni "ospiti " forzati, ma ben voluti un pò da tutti, così si annoierebbero meno a ciondolare da una panchina all'altra.
Far pulire anche le zone meno in vista, le tasse le pagano anche lì, anzi, forse più lì che in zone più in vista.
Poi, un piccolo consiglio, basta con le citazioni, qualche libro lo abbiamo letto tutti. Ricordatevi che quel poco che fate, ma meglio poco e fatto bene che bastafá tanto per fare, è un vostro dovere, vi siete candidati apposta per farlo, tra l'altro neppure gratis, certamente non sarà molto, ma in questa penuria di opportunitå lavorative forse per alcuni è arrivato al momento opportuno!

Anonimo ha detto...

Da bar. Chiacchiere da bar. Prima informati ed acculturati. Poi parla.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Buonasera. Il pensiero del Sindaco è stato giustamente cautelativo; abbiamo uno studio approfondito che certifica per il bacino termale chiancianese un dinamica locale ed una certa indipendenza, ma questo non deve farci minimamente abbassare la guardia. E quanto affermato dal Sindaco ritengo vada proprio in tale direzione, ovvero è importante che tutti gli emungimenti delle stazioni termali del bacino di area vasta siamo monitorati con il fine principe di comprendere se ci possano essere correlazioni e di conseguenza mettere in atto un progetto unitario a tutela delle falde acquifere.

Quindi importante prevenire, ma anche - in relazione a quanto emerso dallo studio del Dott. Pagano - gestire il presente senza creare particolari allarmismi.

Ing. Damiano Rocchi

Assessore Comune di Chianciano Terme

Anonimo ha detto...

Per Rocchi
Scusami Rocchi, se diamo credito allo Studio del Dott Pagano in quanto molto accurato e recente che affronta una problematica così importante e vitale per il nostro territorio, ciò vuol dire che lo studio precedente del CNR ( che non sono gli ultimi arrivati) è sbagliato ? Ci assumiamo questa responsabilità ?
Se quanto dichiarato dal Dott Pagano ci autorizza ad essere “moderatamente ottimisti” , alla domanda del conduttore di Radio Effe, Marchetti avrebbe risposto citando lo studio di Pagano !
Non farà per caso comodo la teoria di Pagano ?

Anonimo ha detto...

Mi scusi Ing Rocchi
Se il geologo di terme imm dice che Chianciano ha un sistema indipendente, non viene spontaneo chiedersi come posso, in qualità di Amministratore, dare per certo lo studio del dott Pagano quando per decenni , sulla materia, si fa riferimento allo studio del CNR ? Guardi, esistono studi recentissimi che supportano la tesi del CNR di Pisa ! La Regione quando deve affidare uno studio pertinente alla falda sotterranea termale e non solo, si affida al CNR e non, con tutto il rispetto, al Dott Pagano.
La posta in palio è alta !

Anonimo ha detto...

Perché te non ti presenti in comune e ti rendi disponibile come volontario per pulire le aiuole? Penso proprio che saresti ben accettato. E poi falla e fatela finita sempre con queste polemiche stupide delle opportunità politiche che se siete tanto sicuri che questi ragazzi ci guadagnino economicamente candidatevi e speriamo vi votino, così magari vi rendete conto che è più una rimessa che un guadagno! Vergognatevi solo a pensarlo! Damiano, Andrea, Sindaco e gli altri, andate avanti e non vi curate di certe affermazioni.

Anonimo ha detto...

Per assessore Rocchi
Il sindaco sembra che nell’intervista abbia detto:
“..naturalmente in futuro se gli emungimenti avverranno in modo speculativo questo potrebbe provocare problemi che non si possono riferire solo a chianciano in quanto poi tutte le falde idriche sono collegate: le nostre stazioni termali, Rapolano, san Casciano”
Guardi, dal momento che lei ha detto che Chianciano è l’unica in toscana ad aver installato gli strumenti di misura, ciò vuol dire che gli emungimenti sono già speculativi e da sempre dal momento che gli strumenti di misura non sono stati mai apposti né da rapolano, né da sarteano, né da san casciano (nostri dirimpettai)
Questo vuol dire come ha detto il sindaco che dovremmo avere problemi! Come fa invece lei ad essere tranquillo ?
Poi un’altra osservazione: se come dice il sindaco le falde idriche sono tutte collegate come possiamo parlare di sistema chiuso chiancianese.?

Anonimo ha detto...

All’attenzione dell Assessore Rocchi
Come è possibile fare investimenti certi quando abbiamo dei forti dubbi in quanto uno studio parla:
-di abbassamento della falda termale, bilancio idrico, emungimenti indiscriminati, vulnerabilità del nostro territorio rispetto ad altri, bacino termale che comprende chianciano, sarteano,rapolano, san casciano bagni.
- e l’altro: problemi diretti non ce ne sono in quanto il nostro bacino è indipendente, ha una dinamica locale.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

IMPORTANTE - Attivazione NUOVO servizio di raccolta rifiuti

Ricordo che da domani lunedì 19/06 parte ufficialmente (anche) il nuovo servizio di raccolta rifiuti.
Per almeno 3/4 settimane infatti ci sarà sovrapposizione dei due servizi: a cassonetto stradale e domiciliare porta a porta. Poi saranno eliminati i cassonetti stradali.
Martedì quindi per coloro che già hanno avuto il kit potrà essere esposto il sacchetto dell'organico fuori dalla propria porta, o nel caso di condomini dotati di bidoncini, saranno effettuati i primi svuotamenti.
Si parte! Obbiettivo RD almeno 70%! 😉

Anonimo ha detto...

Non tutti sono acculturati come te e le citazioni che Rocchi ogni tanto mette secondo me servono a far capire anche come stanno le cose. Tipo per le piscine, dove qualcuno come il PD davanti chiedeva apertura e dietro sperava che l'amministrazione non ci riuscisse. E questi vogliono il bene di Chianciano? Informati vai...non tutto lo trovi nei libri che leggi!!

Anonimo ha detto...

l'ultimo commento di Rocchi è piuttosto chiaro. Va bene che gli stia particolarmente a cuore, ma se lo rilegge, ha tutte le risposte anche in linea tra quello che il sindaco AVREBBE (non che HA) detto e lo studio di Pagano a cui Rocchi fa riferimento.

Anonimo ha detto...

Per le piscine più che Gandhi scomoderei Santa Fernanda è lei da ringraziare altrimenti chi le apriva, l'assessore mentre si rialzava dal tonfo?
Per Enduro Park come sono cattivi i tecnici dell'ufficio comunale e poi sono stati assunti dal PD,dove militava il nostro prima di queste elezioni. Ma la politica dà le dritte e il tecnico realizza, o no? Qui la politica dona un pezzo di terra e poi dice fate voi, bella guida!
Le acque calano ma tanto calano anche a RAPOLANO, e va bene così.
Più che Gandhi citerei Manzoni : cadde risorse e speriamo presto giacque (amministrativamente s'intende).
avanti bastafà!!

ChianGiano ha detto...

Qualcuno sa che fine ha fatto Giano ed i suoi amichetti?

Anonimo ha detto...

La cultura non è mai abbastanza per nessuno! È che con le citazioni si va poco avanti, ci vorrebbe più farina del proprio sacco e idee chiare su cosa e come fare, non con un pò di Bastafà tanto per farsi vedere. Ma contenti voi? Chianciano è al lumicino, le tasse, come dice giustamente il Sig. Mazzetti, le paghiamo in pochi, non coglioni, perchê è giusto pagarle, si, ma quelle giuste e proporzionate ai servizi, qui invece chi è più furbo ha i servizi e non paga e si lamenta pure, ho usato furbo per puro eufemismo, perchè chi non paga le tasse in realtá è molto peggio, sarebbe perseguibile e quindi da codice.........quando leverete le bende dagli occhi sarà sempre troppo tardi.#siateserenifinchevidura!!!!!

Anonimo ha detto...

caro amico delle 21,18

mal voluto non è mai troppo !

tutti tacciono
il sindaco dice una cosa e l'assessore un'altra , non è forse il caso sentirne una terza ?

Sergio s. ha detto...

Mi scusi ing rocchi
Ma come fa ad essere sicuro che lo studio a cui lei fa riferimento è quello giusto : serbatoio indipendente ?
E se avesse invece ragione l’altro studio che dice che bisogna intervenire comprensorialmente perché sono tutti collegati ? come tra l’altro ha detto anche il primo cittadino.
Che valore ha dire: noi monitoriamo le entrate e le uscite , quando poi gli altri paesi prelevano acqua senza controllo ?
Con tutto il rispetto, lei ha le competenze per dire che uno studio è attendibile e l’altro no ? Guardi che uno dice l’opposto dell’altro !
Avere una gestione idrica indipendente e non averla fa tanta differenza quando è in gioco una risorsa da tutelare e per noi unica fonte di ricchezza.

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

Sembra uno sproloquio tutto questo chiacchiericcio sulle acque!! Dopo tanti anni ,quando le necessità sono ridotte per il forte ridimensionamento dei numeri,improvvisamente ci si ripreoccupa,come se prima il problema non fosse esistito.Imprenditori al contrario,invece di precedere i tempi si piange sul latte versato.Ma questo è un vezzo tipico :sembra che solo questa amministrazione compia errori,dimenticandoci che abbiamo Palazzetto dello Sport che è costato l'ira di dio che non ha altezze regolari,si è sciupato un Teatro invidiato ai Fucoli per fare un obbrobrio che ha deturpato anche il Bar,una Piazza che pur non bellissima dava l'impressione di essere il cuore della zona termale sostituita da un indefinibile ricettacolo di travertino dove non si sofferma nessuno,il bastafàè di oggi almeno costa poco se confrontato con gli sperperi e gli ingenti investimenti fatti da amministratori cui forse interessava che tali obbrobri(ma da loro giudicate opere d'arte) fossero riconducibili ai loro nomi.Bella soddisfazione! Sono regali che avremmo preferito non ci fossero stati fatti.