e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

lunedì 22 maggio 2017

A Chianciano niente Giochi....


Possibile che Chianciano Terme, candidata a “Comune Europeo dello sport 2019”, non riesca nel 2017 a fornire la disponibilità di almeno uno dei due campi sportivi, Stadio Maccari o Castagnolo, per permettere ai ragazzi delle scuole medie di svolgere i Giochi della Gioventù? Faccio appello all'Amministrazione ed in special modo all'Assessore allo sport Andrea Morganti, affinchè trovi il modo di poter far passare questa giornata di sport agli studenti chiancianesi!
#perunachiancianomigliore

Saluti,


Valtubo

Ass. Rocchi e i Gufi

111 commenti:

Anonimo ha detto...

Il problema non sono i gufi. Ma la mancanza di Aquile!!!
Qui si pensa al bastafà tanto per dare un pò di fumo negli occhi e provare a portarsi a casa un nuovo mandato, che adesso come adesso sarà molto duro da riconquistare, ma di concreto il nulla assoluto, senza se e senza ma!!!

Federalberghi Chianciano ha detto...

Barbetti Federalberghi: “Serve qualità a Chianciano, il solo aumento delle presenze non basta”

"Si sta purtroppo consolidando una tendenza di polarizzazione verso i weekend: gli alberghi registrano buoni tassi di occupazione il venerdì e il sabato, ma hanno scarsissimo mercato nell’infrasettimanale"

Alla fine del periodo pasquale e dei ponti che hanno caratterizzato i mesi di Aprile e di Maggio, l'Associazione Albergatori Chianciano Terme traccia un bilancio provvisorio della situazione, commentando anche le recenti dichiarazioni dell'Amministrazione Comunale.
"L'aumento delle presenze nel 2016 è un dato positivo – commenta il Presidente Daniele Barbetti – e l'obiettivo di un milione di presenze sicuramente è condivisibile, ma da solo non basta. Purtroppo all'aumento delle presenze non è seguito un aumento dei ricavi, e in molti casi è servito un numero maggiore di giorni di apertura stagionale per raggiungere gli stessi risultati del 2015, quindi con maggiori costi e nessun profitto."
Si sta purtroppo consolidando una tendenza di polarizzazione verso i weekend: gli alberghi registrano buoni tassi di occupazione il venerdì e il sabato, ma hanno scarsissimo mercato nell'infrasettimanale. A questo si unisce anche una scarsa fidelizzazione del cliente, che lamenta una immagine complessiva della città trascurata e invecchiata. La critica sul decoro della area termale è oramai la più frequente nei front desk ti tutte le strutture ricettive.
"Serve una politica di incremento delle presenze che punti anche a un miglioramento della qualità delle stesse, perché le presenze vanno 'pesate' oltre che 'contate'. – continua il Presidente Barbetti – E per raggiungere questo obiettivo serve un salto di qualità nell'accoglienza e nell'immagine della città. Gli albergatori stanno facendo la loro parte, nonostante il peggior momento economico dal dopoguerra. In questo fine mandato auspichiamo che l'amministrazione comunale concentri le proprie attenzioni su un intervento di riqualificazione straordinaria dell'area di Viale Roma, Piazza Martiri Perugini e Via della Macerina. Inutile chiedere alle strutture ricettive di investire maggiori risorse in promozione, se poi la città non è all'altezza delle aspettative dei turisti. In questo momento l'immagine complessiva della città non aiuta la vendita, che è trainata esclusivamente dalle Terme e dagli investimenti alberghieri."
Il tasso medio di occupazione delle strutture alberghiere, durante il periodo di Pasqua, che è stato ampiamente inferiore alle medie del territorio, ha messo in luce la mancanza di alcuni eventi che di solito caratterizzavano tale periodo. Le Terme sono fondamentali, ma da sole non bastano più a saturare l'offerta alberghiera, è quindi necessaria una pianificazione degli eventi lungimirante. La recente notizia dello stop al project financing sul centro sportivo desta notevoli preoccupazioni, poiché gli eventi sportivi sono sicuramente un segmento del mercato da valorizzare.
"Riteniamo che un intervento di riqualificazione della zona centrale sia improcrastinabile. – conclude Daniele Barbetti - Se non recuperiamo una piacevolezza dell'immagine della nostra città, rischiamo di vanificare anche gli sforzi compiuti per il rinnovamento dell'offerta delle Terme e degli alberghi. Chiediamo all'amministrazione comunale di trovare le risorse per finanziare questo progetto, altrimenti gli sforzi di promozione saranno vani. Non possiamo attirare i turisti a Chianciano Terme, se poi non offriamo un prodotto all'altezza. Senza fidelizzazione della clientela, i problemi del settore sono destinati ad aumentare: non possiamo ogni stagione doverci reinventare un mercato ex-novo."

Fabiano De Angelis Movimento 5 Stelle Chianciano ha detto...

E' necessario che l'Amministrazione Marchetti, di Chianciano Terme, dica qual'è la sua posizione in merito.

Rifiuti, la Regione accelera sull'Ato unico: ma monta l'opposizione dei sindaci
Rossi determinato ma i comuni frenano. «Comuni sempre più lontani da indirizzo e controllo».

Il 3 giugno un incontro decisivo

Arezzo, 21 maggio 2017 - Va avanti come un treno il progetto del governatore Enrico Rossi di creare un’Ato regionale dei rifiuti, Toscana macroarea con un organo pubblico di controllo unico. Ma la manovra si sta scontrando con l’opposizione della magggioranza dei sindaci, Ghinelli compreso.

L’opposizione non soltanto dei sindaci di centrodestra. Anche i primi cittadini targati Pd stanno frenando rispetto a un’ipotesi che vive peraltro una fase di accelerazione morbida. Il 3 giugno l'assessore Fratoni ha in programma un incontro con Anci Toscana, primo passo verso il traguardo. Le resistenze, come detto, non mancano.

Nella Toscana del Sud, con la provincia di Arezzo, molti sindaci eccepiscono che sia assolutamente azzardato andare a un Ato unico proprio nel momento in cui la gestione del servizio in questa parte di regione è alle prese con una tempesta giudiziaria che potrebbe minarne le fondamenta.

C’è poi un aspetto pratico. L’Ato unico non comporterebbe alcuna economia di scala sul servizio di pulizia ed è invece da chiedersi cosa succederebbe all’impiantistica dove Arezzo, con Aisa, è all’avanguardia. Qui abbiamo infatti le spese di smaltimento più basse. E infine i Comuni resterebbero responsabili del servizio senza poter incidere in modo concreto. Il 3 giugno il primo appuntamento di una partita ancora tutta da giocare.

Roberto Gagliardi - Art Museum ha detto...

CHIANCIANO: LA POLITICA DELL’ INCOMPETENZA

Stiamo riconsiderando i nostri programmi per la stagione 2017 a Chianciano.

La mancanza di programmazione da parte dell'Amministrazione comunale e la mancanza di informazione possono compromettere i risultati dei nostri interventi finanziari per valorizzare le nostre attività e di riflesso Chianciano stessa.

Biennale Chianciano: annullata
Servizio fotografico del Premio Pulitzer Lonnie Schlein e pubblicazione su importanti riviste estere: annullata
Mostra con la partecipazione di 150 artisti: annullata

Ciò che preoccupa maggiormente è il fatto che esiste un totale scoordinamento tra coloro che dovrebbero essere preposti alla promozione di Chianciano.

La cittadina termale viene promossa dal punto di vista turistico come se fosse un paese con 2 alberghi, un ristorante e un campo di bocce.

A Chianciano boccheggiano centinaia di alberghi, ristoranti e attività connesse al turismo che vedono a causa di una inefficace promozione, una mancanza di programmazione e una incapacità di coordinamento, il loro futuro a rischio.

Gli alberghi soffrono, continuano a chiudere, non esclusivamente per la mancanza di clientela ma anche, e questo fatto è ancora più serio, per la mancanza di un cambiamento, di una svolta: la rassegnazione regna. Da cittadina turistica, Chianciano si è trasformata in citta’ dormitorio dove pullman arrivano la sera e ripartono la mattina attirati da prezzi bassissimi che gli albergatori sono obbligati ad applicare per rimanere aperti. Aumenta un turismo che nessuno vuole, un turismo di scalo notturno che poi riparte all’alba.

I negozi e le attività commerciali resistono solo in quanto sono gestiti dai proprietari senza impiego di personale i cui costi non potrebbero essere sopportati da un giro di affari non sufficiente. Il numero di negozi chiusi è enorme, alle serrande abbassate da anni si aggiungono le attività che chiudono mese dopo mese. Si chiede ai negozianti di tenere aperto anche dopo cena. La risposta generale è che aprire in una cittadina deserta non serve e i commercianti non possono stare in negozio 14 ore al giorno ed e’ impossibile assumere personale per mancanza di clientela.

Anche le grandi strutture sono in vendita: il costo del personale, IMU, nettezza urbana e i vari costi di gestione, senza un numero adeguato di presenze li mette in ginocchio.

Manca la capacità politica di cambiare, di attivarsi, di dare risposte.

La politica a Chianciano non fa politica, cerca consenso promuovendo finanziariamente associazioni alla cui guida ci sono amici degli amici senza alcuna esperienza di marketing turistico. Gente che non sa neppure dove cominciare per promuovere una cittadina in profondo declino. La politica del fallimento delega la promozione ad organizzazioni di casalinghe.

Una realtà economica come quella di Chianciano ha bisogno di ben altro che un'amministrazione impreparata, che vive alla giornata, timida, spaventata, senza idee o con progetti irrealizzabili, cattedrali nel deserto che solo degli sprovveduti potrebbero finanziare. Una classe politica che nasconde la propria incapacita’ dietro una arroganza e una prepotenza senza pari. (segue)

Roberto Gagliardi - Art Museum ha detto...

La nostra esperienza in campo internazionale nell’organizzare manifestazioni culturali, mostre ed eventi non è stata considerata. Siamo stati emarginati e ostacolati. Organizziamo da nove anni la Biennale di Londra dove l’amministrazione londinese e il sindaco di Chelsea collaborano attivamente con la nostra società per la buona riuscita della manifestazione. A Chianciano questa collaborazione è totalmente assente a parte l’intervento di alcune persone volenterose che hanno capito l’importanza dei nostri eventi e della ricaduta positiva economica e d’immagine.

Il Sindaco Marchetti afferma che a Chianciano non c'è il prodotto da promuovere. In realtà, il prodotto è così vario che stupisce il fatto che non lo veda. Se per il Sindaco il prodotto Chianciano non esiste non si capisce per quale motivo si sia candidato e abbia fatto una enormità di promesse, regolarmente non mantenute. Questa mancanza di visione, di interventi seri, ha portato una situazione di stagnazione che diventa sempre più profonda, inarrestabile e preoccupante.

La mia non è una sterile critica, ma un invito ai cittadini ad analizzare quello che la politica ha fatto in pratica. Bisogna capire che la Giunta Marchetti non è intervenuta sul tessuto sociale ed economico migliorandolo ma ha accentuato il malessere.

Gli obiettivi politici raggiunti sono pochissimi, innumerevoli quelli mancati.

La situazione economica non è migliorata, le promesse sono rimaste promesse, la politica ha fallito e abbiamo tutto il diritto di esprimere il nostro malcontento e la nostra delusione senza timore.

La critica costruttiva serve a noi per sentirci cittadini, per far valere i nostri diritti e per esprimere le nostre opinioni, ai politici per capire la loro inadeguatezza. Il PD sotto la guida di Renzi si sta aprendo alle grandi sfide di questo secolo, Il partito Punto a capo deve cambiare nome, il più indicato è “Punto e basta”: tre anni di incompetenza sono bastati.

Roberto Gagliardi

Anonimo ha detto...


per gagliardi:

CHAPEAU !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Al signor Gagliardi , che apprezzo per il coraggio di aver investito a Chianciano centinaia di migliaia di euro, DICO :
Lei forse NON ha ben presente la differenza che c'è tra Londra e Chianciano, ed allora è inutile che gliela spieghi io.....

Anonimo ha detto...

EEE...l'astronave e' gia' passata e tu dormiviiiiiiiiiiii....meglio cosi' magari non ti divertivi....

Anonimo ha detto...


eccome se c'è differenza, e si vede !!!

Fabiano De Angelis Portavoce Consigliere Comunale M5S Chianciano Terme ha detto...

La visione politica, del signor Gagliardi, quindi, coincide con quella dello “statista” di Rignano. Bene, ognuno ha diritto all’espressione del proprio pensiero, allora, però, mi permetto di fare una breve sintesi di quello che Renzi ha fatto nei suoi quasi tre anni del suo incarico, così da avere elementi oggettivi per valutare quello che il PD renziano ha avuto come risultato nella guida della nostra Nazione. Nel 2013, Renzi annuncia accanto a Bersani “vi presento il prossimo presidente del Consiglio”; nel 2016 annuncia accanto a Giachetti “vi presento il prossimo sindaco di Roma”; partecipa al lancio della Ferrari in Borsa (“una straordinaria occasione per gli investitori”) e subito il titolo viene sospeso per eccesso di ribasso prima di perdere il 20% in sei mesi; fa gli auguri agli azzurri per i Mondiali 2014 e vince la Germania; ci riprova agli Europei 2016 e vince il Portogallo; alle Olimpiadi di Rio tempesta di sms la schermitrice Rossella Fiamingo che perde a sorpresa la finale; dice “forza Vincenzo” al ciclista Nibali che si schianta alla prima curva con due fratture; aggiunge “la mia preferita è la Pellegrini, l’ho vista in forma” e la povera nuotatrice arriva quarta. Il 22 gennaio 2016, a Porta a Porta, Renzi dà un consiglio da amico ai risparmiatori: “Su Mps si è abbattuta la speculazione ma oggi è un bell’affare, è risanata, è un bel brand”. Infatti il titolo crolla del 60% in sei mesi. Nel 2015 Renzi presenta le orrende divise del personale Alitalia, appena affidata alle sapienti mani degli arabi di Etihad e del presidente Montezemolo: “Allacciatevi le cinture, perché qui stiamo decollando davvero. Alitalia decolla per nuove destinazioni. E il decollo di Alitalia è il decollo dell’Italia”. Ora Alitalia perde mezzo milione al giorno e annuncia 1500 esuberi. Ma Renzi non c’entra: colpa delle cinture.
Nel 2016 Renzi annuncia: “2.998 lavoratori tra Roma, Napoli e Palermo rischiavano il licenziamento. Il viceministro Teresa Bellanova ha impiegato ogni energia per un accordo che sembrava impossibile – tanto che ovviamente alcuni già scrivevano di licenziamenti imminenti – e invece è arrivato: tutti i licenziamenti ritirati, mantenimento di tutti i siti produttivi. Avevo detto che : “avremmo fatto di tutto per risolvere anche questa crisi e così è stato. Brava Teresa! #dalleparoleaifatti”. Risultato: Almaviva chiude a Roma e licenzia tutti e 1666 i dipendenti. “La riforma costituzionale gli italiani la attendono da 70 anni” infatti la bocciano al Referendum. Che dire dell’Italicum? “È la migliore legge elettorale del mondo. Vedrete, tra 6 mesi ce la copieranno tanti”, annuncia Renzi nel 2015. Ora il capolavoro, mai usato, lo ha rottamato la Consulta. Renzi ha anche riformato il lavoro, abolendo l’Art 18 affermando che:
“Sale l’occupazione, alla faccia dei gufi”. Invece l’occupazione scende e i voucher, li hanno aboliti per paura di un nuovo referendum. “Approvata la riforma della PA, della Madia.#lavoltabuona. Un abbraccio agli amici gufi”. Poi la Consulta gliela boccia e ora Gentiloni deve riscriverla, ma solo per la parte gradita agli odiati sindacati: il resto, nel cestino. Che fosse Renzi, il gufo? E come dimenticare l’emergenza terremoto, quando al Consiglio dei ministri e poi in dozzine di dichiarazioni, Renzi si giocava la carta dell’efficienza “I container entro Natale e le casette in primavera”. (segue)

Fabiano De Angelis Portavoce Consigliere Comunale M5S Chianciano Terme ha detto...

Preciso. Definitivo. Poi, appena due mesi dopo, ecco che i container non arrivano, le casette chissà, le poche che ci sono state, furono assegnate a sorteggio. E ora la bella idea di mandarci Orfini con le “magliette gialle” per sentire i bisogni dei cittadini terremotati, non ricordando che tutte le quattro regioni colpite sono amministrate dal PD e anche quasi tutti i comuni del cratere sismico. Ma per favore!!! Il Bilancio dello Stato poi, la legge di stabilità bocciata dall’Europa e i conti sono sempre più al rosso.
Durante il governo del fiorentino, il debito pubblico è aumentato di 2.617 euro a persona, da 2.110 a 2.230 miliardi di euro , nonostante la promessa di Renzi di tagliarlo per ‘il bene delle generazioni future’”. La crescita nel triennio del livello pro capite di debito, è stata quindi del 7,6%. Un dato che posiziona lo “statista” di Rignano al primo posto. Neanche il governo di Silvio Berlusconi, con i suoi 42 mesi, ha saputo fare di meglio visto che in quel caso la crescita è stata del 7%. In Regione Toscana poi l’Amminstrazione PD ha fatto più danni della grandine, l’acqua pubblica è sempre più un miraggio. A Chianciano con Nuove Acque (primi ad essere privatizzati in Italia) paghiamo l’acqua cinque volte più cara che a Milano. La Tari è tra le più care e il servizio di trattamento dei rifiuti è incardinato su due direttrici, inceneritori e discariche, rendendo di fatto impossibile un reale contenimento della spesa per imprese e cittadini. Anzi il trend è quello dell’aumento dei costi. Come ultima bella pensata del governo PD, la nostra Regione ha dichiarato le terme settore non strategico per l’economia toscana. Questo è il PD, questa è la visione di governo che il signor Gagliardi auspica per Chianciano. Allegramente verso il baratro, in scioltezza, vamos!

Fabiano De Angelis
Portavoce Consigliere Comunale M5S Chianciano Terme

Marco Anemona ha detto...

Signor De Angelis, ma di tutta l'analisi fatta dal sig. Gagliardi l'unica frase che l'ha colpita è quella su Renzi e il PD ?
Ma lei come rappresentante di una delle opposizioni a questa amministrazione non trova
che il sig. Gagliardi abbia colto nel segno nelle sue critiche e che lei invece non fa alcun accenno a Chianciano ma coglie ogni occasione per promuovere il suo movimento a livello Nazionale ?

Anonimo ha detto...

De Angelis sei ridicolo sei un degno sostenitore del movimento che rappresenti.
Chianciano dovrebbe chiedere solo le tue dimissioni

Anonimo ha detto...

Condivido in parte cio' che dice Gagliardi, giustamente ha investito su Chianciano e vede che i frutti non arrivano, anzi ogni anno la situazione peggiora e quindi fà bene a preoccuparsi come ci dovremmo preoccupare tutti noi commercianti.
pero' se io oggi dovessi investire o ristruttuare la mia attività anche solo per 1000,00 euro farei piu' di un ragionamento. Invece credo a chianciano ci siano molti imprenditori allo sbaraglio prima investono poi chissà cosa sarà il futuro...

anonimo ha detto...

Caro Sig. Gagliardi....chi semina vento raccoglie tempesta!!!!!
I soldi danno la possibilità di comprare molto..... ma non tutto!!!!
Se lo ricordi sempre.

Anonimo ha detto...


non si preoccupi sig Anemona:
De Angelis l' aveva già battezzato Marchetti quando disse:
"De Angelis, gioco picche e mi rispondi cuori!"

anonimo ha detto...

Caro Sig. Gagliardi chi semina vento raccoglie tempesta!!!!
I soldi danno la possibilità di comprare molte cose ma non tutto.
I valori, quelli veri, il rispetto e la buona considerazione non ha prezzo.
Se lo ricordi....sempre.

Anonimo ha detto...

Fabiano hai dimostrato che dei problemi di chianciano non te ne frega niente, basta vedere la forte opposizione alla giunta marchetti che hai fatto !

Anonimo ha detto...

L'analisi di Gagliardi è spietata ma corretta. Non possiamo condannare sempre albergatori e commercianti. Le responsabilità politiche sono enormi.

Anonimo ha detto...

Dunque le chiacchiere le porta via il vento .....ma come e' possibile che non si riesca a realizzare qlc di attrattivo per le famiglie ,i bambini,i giovani ,i vecchi.....secondo me avremmo le possibilita' di sfruttare tutte le fasce di eta'......per esempio il parco Fucoli riportarlo al ballo il pomeriggio all'esterno e migliorare e incrementare i giochi per i bambini....risistemare i campi da tennis....i campi di bocce....il campo da basket......fare dei corsi di sport a rotazione,corsi di ballo,etc.........museo etrusco,museo privato,mostre,cultura,la sera organizzare qualcosa in centro da una parte ballo liscio da un altra parte musica per giovani e chiudere viale roma....poi visto che i costi non sarebbero eccessivi creare un polo fieristico vista anche la felice posizione geografica per poter lavorare tutto l'anno..... ecco invece di voli pindarici irrealizzabili se ripartissimo da cose fattibili (anche le cure idropiniche acqua Santa,acqua Fucoli e Sant'Elena ....potremmo rivitalizzarle con settimane naturali di sport,terme,piscine,sensoriali,eno-gastronomia,ballo,divertimento).....possibile siamo morti e sepolti?????????? Abbiamo la Ferrari ma andiamo in cinquecento.........poi uno sforzo dei negozianti tenere almeno le luci accese e le serrande su fino a mezzanotte ....a dimenticavo distruggere Palamontepaschi e rimettere la vela......Gengis Khan

Anonimo ha detto...

INVECE DI BUTTARE I SOLDI RIEMPENDO LA PANCIA DI AMICI E PARENTI BISOGNA INVESTIRLI BENE. QUEI 4 GATTI CHE PASSANO DAVANTI AL MIO NEGOZIO NON GUARDANO NEANCHE LA VETRINA E QUESTO SUCCEDE ANCHE PER I NEGOZI VICINO AL MIO.

SINDACO PROVI A STARE LEI TUTTO IL GIORNO IN NEGOZIO SENZA UN ANIMA VIVA. POI CAPISCE COSA VUOL DIRE FARE I SACRIFICI PER NIENTE

Anonimo ha detto...

De angelis hai detto ad NTI che la piscina rimaneva chiusa al 80 % ed dopo 5 minuti il sindaco ha dato ITche la piscina sarà aperta al 17 giugno.
SEI SOLO UN INCOMPETENTE
TI DEVO SOLO VERGOGNARE A STARE IN QUELLA POLTRONA
DIMMETTITI

Anonimo ha detto...

Condivido in pieno il pensiero di Genigis Khan e sono anni che dico uesto sul Parco Fucoli ma perche' l'AC non ascolta e percorre solo progetti irrealizzabili ????
Si vuole diventare Gardland senza avere i soldi , intanto valorizziamo quello che abbiamo teniamolo bene con le risorse disponibili ed apriamo questi cazzo di parchi ???

Ma anche associazione albergatori cosa dice ?? A parte di non pagare le tasse oppure di bussare al governo per rimettere il SSN ( cosa irraggiungibile ne ora e ne mai , ma non scherziamo e non ci prendiamo per il culo )

Anonimo ha detto...

Parco Fucoli :
Ristorante, piezzeria, gelateria, street food sempre aperto ( coinvolgendo le imprese locali ed i ristoratori locali), gonfiabili, minigolf, campo da calcetto in sintetico nuovo a noleggio, campi da tennis tenuti come si deve, sistemare i campi da bocce, tenere il verde del parco pulito e ben tenuto, tenerci le casine della pro loco con attività enogastronomiche sempre aperte e non solo il week end.
attività di fattorie didattiche sempre ogni giorni mettendosi d'accordo con agriturismi ci portano due polli, due conigli, due piccioni, due oche , due pecore , due pavoni
E poi chiedere ad un mangeggio di fare passeggiate a cavallo nel parco portandoci due cavalli
Chiedere a Pastrimotors di portarci vespe, bici, vespe e con guide promuovere il trekking a piedi ed in bici
GLI HOTEL LI PROMUOVONO E TUTTO IN UN UNICA DIREZIONE E TUTTO IN UN POST MAGNIFICO COME IL PARCO FUCOLI

MA CAZZOOOOOOOOOOOOOOOOOOO E'COSI DIFFICILE ED IMPOSSIBILE DA FARE ??

Natovecchio si anche te cosi dici ??? Tutte ste cazzo di RIUNIONI,PERDITE DI TEMPO e non si arriva mai ad un cazzo e qui intanto si muore asettando i progetti

O SI CAMBIA DOMANI MATTINA O SI MUOREEEEEE

Anonimo ha detto...

Ha ragione il Presidente Barbetti. Cosa ha fatto l'amministrazione per aver un turismo migliore... assolutamente niente.

130.000 EURO A ZIA MARIA E COMPAGNI.. che sono più REGALI DI NATALE che promozione turistica. Pure Babbo Natale è scappato non parliamo dei turisti.

Almeno ci salutassero quando li incontriamo per la nostra generosità.

Anonimo ha detto...

Il M5S è come punto a capo... un mare di balle e nessuna esperienza di governo. Chianciano ha bisogno di politici veri non improvvisatori e ciarlatani. Chianciano ha molte possibilità ma la politica di questi anni ci sta ammazzando.

Adesso il Sindaco Marchetti ci toglie anche il nostro museo che abbiamo creato noi Chiancianesi e vuol fare un appalto per dare la gestione a qualche amico. Se qualcuno è interessato al museo è perché è fonte di guadagno. il comune se ne vuole disfare che interessi ci sono?

Fabiano De Angelis ha detto...

Prima di tutto ringrazio il signor Anemona per aver firmato il suo commento, questo mi da l'opportunità di rispondere. Come rappresentante dell'opposizione,ho esplicato e continuo ad esplicare la mia azione attraverso gli strumenti della democrazia e cioè mozioni ed interrogazioni. Per i commenti all'azione di governo della Giunta, lo strumento principale sono le dichiarazioni di voto in sede di Consiglio Comunale . Tutto puntualmente pubblicato e disponibile sul sito del nostro Comune e pubblicato anche su questo blog e sulla pagina FB. Per quanto riguarda l’analisi proposta dal signor Gagliardi, sempre in rispetto della democrazia, mi ritengo libero di commentarne la parte che più mi ha colpito e cioè l'idea che un’Amministrazione del PD,anche targato Renzi, possa fare qui a Chianciano quello che non ha saputo fare né a livello nazionale, né a livello regionale né tantomeno a livello comunale . Non ho la pretesa di promuovere il M5S, non ho questa velleità, ne tanto meno ne avverto la necessità. Sarà la storia a fare la nostra campagna elettorale, io mi limito solo a sollecitare la memoria delle persone.
Saluti
Fabiano De Angelis

Anonimo ha detto...

De Angelis sono un elettore del M5S che ho sostenuto e votato per la tua lista (veramente!) e mi sento preso in giro. Ti ho votato per fare opposizione a questa amministrazione comunale, non per fare propaganda contro Renzi o il PD. Per fare quella ci sono già i parlamentari che stanno facendo, tra l’altro, un ottimo lavoro. Qui ci troviamo a Chianciano Terme, non a Montecitorio e vista la situazione una maggiore attinenza ai problemi di questo paese sarebbe necessaria e doverosa. Alle prossime elezioni comunali se devo rivotare per te preferisco annullare la scheda, tanto è uguale!

Anonimo ha detto...

Il messaggio dell'anonimo delle 17:13 mi ha fatto ritornare in mente la Proloco.....ma che fine ha fatto? E' sparita nel nulla? Ma non era quella che coordinava gli eventi? Non era quella che preparava (a dire il vero anche in maniera dozzinale) il calendario degli eventi? E perchè adesso lo fa il CCN? Hanno passato la palla?
E soprattutto.....mi spiegate che CAZZO CI DICE QUELLO SCHIFO DI SLITTA DI BABBO NATALE POSTEGGIATA ALL'INGRESSO DEL PARCO FUCOLI?

Anonimo ha detto...

caro de angelis
quando i commenti sono seri e pertinenti dovresti rispondere ugualmente anche se manca la firma. La verità fa male !
dammi retta torna a fare il tuo lavoro a tempo pieno, per la politica non sei tagliato.
hai preso in giro 500 concittadini. Anche se in consiglio ti mancano i numeri potresti per esempio denunciare comportamenti non in linea con le norme di riferimento : per es. il reato ambientale (legge 68/2015) per il quale ti sei prodigato durante la campagna elettorale (astoria forum, teleidea) per lo sfruttamento non sostenibile delle risorse idriche termali oramai da decenni. Sono passati 3 anni !!
Fabiano, da che parte stai ?

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 7,35

Condivido quello che hai detto !
Posso aggiungere anche questa chicca riferitami da un grillino presente alla riunione che il m5s di chianciano, rapolano etc ha recentemente organizzato invitando il Dott Palazzi Marcello perché si esprimesse sul problema della acque termali.
L’ analisi fatta dal geologo, in verità già espressa in documenti pubblici , per alcuni dei presenti è stata definita commovente per l’enfasi , il trasporto e la manifesta preoccupazione con cui un grande conoscitore dei pregi e difetti del nostro territorio, ha manifestato per le gravi criticità delle risorse termali presenti SPECIALMENTE nel nostro territorio.
Pertanto, cosa fa l’opposizione per salvaguardare una risorsa che lo stesso Dott De Angelis definisce: “volano della nostra economia” ! Mi scusi De angelis, per quanto tempo ancora volano della nostra economia ?

Anonimo ha detto...

Anche la clancianum é sparita?

Anonimo ha detto...

Concordo in tutto

Anonimo ha detto...

per DE ANGELIS

leggi commento delle 10,35 e dacci una risposta, almeno per quelli come me che ti hanno votato. Guarda che della riunione lo sapevo anch’io ! credo che tu abbia l’obbligo di chiarire la tua posizione anche nei confronti degli anonimi quando dichiarano il vero. Troppo comodo nascondersi dietro i commenti anonimi. Ti vorrei ricordare che le denunce anonime in Procura sono solitamente le più apprezzate dal magistrato in quanto da queste trae sempre spunto per aprire un fascicolo.
I tecnici sono preoccupati per la vulnerabilità del nostro territorio e l’opposizione che fa ?
Dovresti sapere che per monitorare lo sfruttamento delle acque termali occorrono gli strumenti di misura e la regione nel 2015 dice : solo 1/3 hanno apposto i contatori idrici. . Questa situazione è in atto dal 1994 da quando la regione aveva le funzioni amministrative per sanzionare e disciplinare l’uso delle risorse termali. Anche allora c’era l’obbligo degli strumenti di misura pena la decadenza della concessione. Dal 2004 con la legge n 38, la pertinenza è dei Comuni.
Una opposizione seria con queste notizie ci andrebbe a nozze.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Per rinfrescarti la memoria ti dò gli estremi delle dichiarazioni della Regione, che dovresti comunque conoscere bene: Prot. AOOGRT /18710/A.050.060 Firenze, 26/01/2015
Ricordati che l’acqua termale è un bene collettivo e dal momento che ti sei candidato la devi tutelare per tutti e in modo particolare per quelli che ti hanno votato.

Anonimo ha detto...

Rispondo a 22:07. La pro loco, feudo di Marchetti, è stata per l'amministrazione un passo falso, negativo e controproducente. Persino membri della giunta sommessamente hanno avanzato critiche al fatto che Marchetti abbia affidato il potere decisionale della pro loco a ziette varie e sostenitori. Un ente che dovrebbe essere trasparente, con una gestione dei fondi senza ombre, è di fatto un braccio economico del sindaco che ne indirizza l'attività con l'idea di creare consenso ma che invece si è dimostrato un boomerang.

La messa in frigo della pro loco è dovuta al malcontento della gente che sia nei bar sia negli uffici, anche quelli comunali, sia nell'interno delle loro case si fanno domande senza risposte. si domandano il perché di queste spese enormi per eventi male organizzati, mal fatti, senza nessuna utilità per Chianciano a parte per i soliti noti.

Caro De Angelis se vuoi fare qualcosa di utile, chiedi i rendiconti di tutte le spese della pro loco, le copie delle riunioni e dei finanziamenti del comune. Sparare su Renzi non serve, tu sei a chianciano, dimostra ai tuoi elettori che fai una opposizione seria e se trovi qualcosa di sporco nella gestione della pro loco vai alla Procura della Repubblica. Saresti molto più apprezzato se ti dovessi impegnare a vederci chiaro.

Federalberghi Chianciano ha detto...

Terme: audizione alla Camera; Federalberghi Terme favorevole alla proposta di legge per la disciplina del settore termale

“Siamo assolutamente favorevoli al ddl che prevede la riforma della legge relativa al settore termale, presentato alla Camera dagli onorevoli Fanucci e Camani insieme a molti altri parlamentari”. Sono le parole del presidente di Federalberghi Terme, Emanuele Boaretto, a commento dell’audizione che si è svolta presso la Commissione Attività Produttive alla Camera. “Vorrei anche sottolineare – ha aggiunto Boaretto – che per noi è motivo di grande soddisfazione che la X Commissione, nella persona della relatrice Vanessa Camani, abbia dato massimo ascolto alle nostre istanze, considerando favorevolmente i tre punti fondamentali della nostra proposta: la definizione dei distretti termali, la strutturazione di una cabina di regia dedicata al settore e l’istituzione dei termini di salvaguardia per le aziende termali sistemiche”.“Come Federalberghi Terme – specifica il Vice Presidente Barbetti (foto)– stiamo lavorando affinché il termalismo esca dalla sola sfera sanitaria e torni ad essere uno dei driver di crescita del turismo nazionale. Non a caso il turismo termale e le località termali hanno trovato posto all’interno del nuovo Piano Strategico Nazionale del Turismo, recentemente approvato. Ci batteremo affinché il turismo termale recuperi il proprio spazio nelle possibilità di scelta per gli italiani e stranieri.”L’audizione alla Camera si è concretizzata proprio a ridosso dell’incontro svoltosi a Strasburgo alla presenza del Presidente del Parlamento europeo, on. Antonio Tajani. E’ stata questa l’occasione in cui il nuovo sindacato delle località e delle imprese termali e del benessere ha acquisito informalmente la conferma che anche da parte del Parlamento europeo si ritiene non applicabile la “direttiva Bolkestein” alle concessioni di acque termali, in quanto finalizzate ad erogare servizi sanitari.”L’incontro di Strasburgo – specifica il presidente Boaretto – è stato determinante per sentirci garantiti riguardo al fatto che le acque minerali e da imbottigliamento hanno un regime diverso da quelle termali e non sono quindi equiparate. Noi siamo sempre stati favorevoli alla proposta di introdurre una norma interpretativa con cui si chiarisca l’esonero del nostro settore dalla cosiddetta direttiva Bolkestein. Siamo sempre più convinti quindi di muoverci nella giusta direzione”. “Nell’audizione in Commissione – ha concluso Boaretto – abbiamo avuto modo di approfondire il testo del provvedimento relativo al nostro settore che altro non è se non il prodotto di un lungo e meticoloso lavoro di consultazione e confronto tra Federalberghi Terme e l’Intergruppo parlamentare “Amici del Termalismo”. Non posso che lodare la partecipazione e l’impegno considerevole svolto dagli onorevoli che hanno firmato il provvedimento”.

Clicca qui per vedere video dell'audizione presso Commissione Attività Produttive

Martedì 23 Maggio 2017 ore 12:00

COMMISSIONE ATTIVITA' PRODUTTIVE - Audizioni in materia di disciplina del settore termale

La Commissione Attività Produttive, nell’ambito dell’esame del progetto di legge recante modifiche alla legge 24 ottobre 2000, n. 323, concernente la disciplina del settore termale e istituzione della Giornata nazionale delle terme d’Italia ha svolto le seguenti audizioni:

ore 12.00 rappresentanti dell'Associazione Nazionale Comuni Termali (A.N.CO.T.);
ore 12.30 rappresentanti di Federalberghi Terme.

Anonimo ha detto...

Ho letto con curiosità l'intervento del sig. gagliardi, molto condivisibile nelle sue critiche. In effetti non è che questa amministrazione brilli e la situazione è assai grave. Poi sono arrivato al punto in cui mi sarei aspettato la parte costruttiva, quella delle proposte o delle correzioni. Invece ho letto "Il pd sotto la guida di Renzi si sta aprendo alle grandi sfide di questo secolo". Da non credere, ancora rido. Quindi il sig. Gagliardi propone come modello uno che in tre anni non è stato capace neanche di abbozzare un piano nazionale per il turismo? Oltretutto citare come soluzione uno che si è vantato di aver risolto casi difficili come mps e alitalia non porta bene. Mi tocco, ma sarà dura

Anonimo ha detto...

Per intervento delle 21,36

se speri che De Angelis trovi qualcosa di sporco (che comunque non credo) nella gestione della pro loco e faccia una denuncia alla procura della repubblica ti sbagli di grosso. Ne ha avuto l’occasione per altre problematiche, aveva le prove, e non lo ha fatto. Lui non interviene alle sollecitazioni dei commenti, in particolar modo dietro il paravento dei commenti anonimi; intanto però ingoia il boccone amaro perché i suoi concittadini leggono e giudicano.

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

Con l’ultima conferenza tenuta ieri in Regione Toscana si è concluso definitivamente l’iter di approvazione del nuovo Piano Operativo Comunale di Chianciano Terme.
Oggi stesso chiederemo la pubblicazione nel BURT dalla quale partiranno i 30 giorni affinchè lo stesso acquisti efficacia di Legge.
Devo dire che siamo molto soddisfatti di avere completato, con quest’ultimo passaggio, la nostra pianificazione urbanistica per i prossimi cinque anni. Il primo dato che emerge è l’estrema riduzione del consumo di suolo: l’idea maggiormente diffusa era quella di trovare risposte alle esigenze della città puntando su aspetti innovativi incentrati sulla rigenerazione, la riqualificazione e il riordino dell’esistente
Questo Poc guarda al futuro e si muove in piena coerenza con la legge urbanistica e paesaggistica regionale che tende ad annullare quasi definitivamente il consumo di suolo, attraverso una pianificazione attenta e mirata. Si tratta di un nuovo concetto di pianificazione territoriale più attento all’ambiente, all’utilizzo delle risorse e alla valorizzazione del patrimonio urbano esistente.
Un ringraziamento particolare va in primis a coloro che materialmente hanno lavorato, in stretta collaborazione con la nostra Amministrazione, alla stesura del Piano e quindi al gruppo di professionisti guidato dalla’Architetto Ciampa, con il quale si è instaurato ormai un vero rapporto di amicizia oltreché di collaborazione. Grazie all’Ufficio Urbanistica del nostro comune e alla sua responsabile Anna Maria Ottaviani e all’Architetto Adele Semeraro della provincia di Siena per il contributo di conoscenze apportato. Per ultimo, ma non per ordine d’importanza, voglio ringraziare la Regione Toscana nella sua struttura della Direzione Urbanistica e Politiche Abitative nelle persone del Direttore Ing.Aldo Ianniello e del personale di riferimento Lucia Meucci, Luca Signorini, Cecilia Berengo, Anna Rotellini, Patrizio Lucci: persone gentilissime e squisite oltreché competenti e professionali.
“Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni” diceva Eleanor Roosvelt e noi continuiamo a sognare qualcosa di diverso per la nostra Chianciano Terme.

Anonimo ha detto...


per andrea Marchetti

i sogni, sia QUESTA AMMINISTRAZIONE e chi prima di te, li avete FATTI CANCELLARE

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

E mentre il manto del Comunale "Mario Maccari" è oggetto delle annuali manutenzioni ordinarie anche il "Castagnolo" si sta rifacendo un importante look per attendere nei mesi estivi le oltre 11.000 presenze turistiche sportive legate al calcio che hanno scelto Chianciano Terme per i loro camp o ritiri precampionato.
Dopo le piscine, "work in progress" anche sui campi sportivi...⚽️💪🏼

ATTIVAZIONE SERVIZIO RACCOLTA DOMICILIARE RIFIUTI DIFFERENZIATI CON SISTEMA "PORTA A PORTA" – ANTICIPAZIONE NUOVA ULTERIORE DATA INCONTRO PUBBLICO

A causa di un problema di postalizzazione che ha ritardato - ad ogni utenza – i tempi di consegna dell’informativa sul calendario dei 3 incontri pubblici – tenutosi la settimana appena trascorsa – nei quali sono state illustrate le nuove modalità di svolgimento del servizio, ferme restando le informazioni che gli operatori di SEI Toscana sono tenuti a fornire nella fase in atto di consegna dei KIT, abbiamo ritenuto importante come AC fissare una nuova data in cui la cittadinanza e tutte le utenze possano essere informate sulle modalità di svolgimento del servizio di raccolta domiciliare che sarà attivo a partire dalla terza decade di Giugno.
Scusandoci per il ritardo della consegna dell’informativa, anticipiamo quindi che entro il 20/06/2017 sarà effettuato un nuovo incontro pubblico, per il quale nei prossimi giorni sarà comunicata (volantini, web, social network) location, data ed orario.
Per ogni informazione sarà comunque già possibile rivolgersi:
• agli operatori di SEI Toscana che da lunedì 22/05 saranno impegnati nella consegna dei KIT e delle brochure informative con funzione di guida per il conferimento
• all’indirizzo email di SEI Toscana Srl: attivazioni.chiancianoterme@seitoscana.it
• all’ufficio TARI del Comune di Chianciano Terme – 0578/652220
• direttamente all’Assessore all’Ambiente del Comune di Chianciano Terme (Damiano Rocchi) concordando un appuntamento al n. 347/7539751.

Anonimo ha detto...

per il commento 25 maggio 09.22
sottoscrivo in pieno.
L'opposizione di sinistra non fa nulla perchè non ha interesse a scoprire altarini di cui sarebbe -per il passato- corresponsabile.
Ma l'opposizione di De Angelis non merita commento.Mi dispiace per il simbolo che forse meriterebbe altra rappresentanza.

Anonimo ha detto...

Il sig. Gagliardi ha ragione sull'analisi della politica di Chianciano. Questa amministrazione fa ed ha fatto solo danni e piu che cambiare il nome dovrebbero proprio cambiare lavoro.
Il punto è: non capisco come mai questa analisi arriva adesso. La situazione era la stessa anche l'anno scorso e quello prima. Mi permetterei di dire c'è stato un evidente errore nella valutazione preventiva.
Lo dico perchè il progetto originario del Gagliardi, pur accolto da tanti con estremo entusiasmo, soscitò in me una certa sorpresa ed oggi capisco che esso fu evidentemente frutto di una errata valutazione.
Detto questo concludo dicendo che oramai l'analisi delle evoluzione (o meglio involuzione) chiancianese è ben chiara a tutti. Cio che non è chiaro è il futuro.
Infatti, anche sul futuro questa amministrazione ha posto le basi per la continuazione del fallimento.
Francamente prima di avviare iniziative sul territorio sarebbe opportuno definire con NUOVI soggetti e NUOVA mministrazione un serio progetto politico di sviluppo economico/sociale/urbanistico/demografico, senza sotterfugi o scorciatoie (come pietoso il fallimento -già letto- della piscina degno della vecchia classe politica o il comitato aperitivi),valutando gli uomini non i somboli dei partiti. Se continuaiamo a scegliere i simboli ci aspettano altri 30 anni di buio.

Anonimo ha detto...

27 maggio 2017 10:39

Anche una ripassatina alla grammatica non sarebbe male.
Ha comunque ragione su tutto e soprattutto sul fatto che questa amministrazione ha continuato lo sfacelo ed il nulla di quelli di prima. Altro che i sogni che spera di realizzare il primo, o è il secondo, cittadino, visto che non si capisce bene chi è il Sindaco, qui c'è da aspettarsi anni ancora più bui.

Anonimo ha detto...

Invece di rivoluzionare il metodo di ritiro della spazzatuara non potevate pensare a tenere più pulito il paese, inteso come tutto Chianciano e non solo come centro storico, che è veramente indecente. Al posto di altri vigili, un paio di spazzini ed operai no ê?
Ma di quali sogni andate parlando, qui già larealtà ê un'agonia, in quale posto vivete, o siete giá tutti al mare? Sig. Gagliardi, prima li appoggiava e ne tesseva le lodi ed adesso se ne lamenta? Non è che sono cambiati in un anno, sono sempre gli stessi da almeno vent'anni.

Anonimo ha detto...

una domanda mi sorge spontanea ma questi della star comics quanti erano ? Non dovevano essere migliaia da riempire chianciano

Anonimo ha detto...

Non è colpa di gagliardi: pensava che fosse la piazza giusta dove investire, non facendo i conti però che il paese è in agonia. Quando il sevizio sanitario nazionale ha staccato la spina sono iniziati i problemi. Le strutture ricettiva allora erano proporzionate alle richieste del mercato, adesso nonostante la cospicua chiusura sono sempre troppe. L’unica soluzione : che il servizio sanitario si frughi nuovamente in tasca, ma questa chance è solo un’utopia. Pertanto: sarà sempre peggio, non c’è via di uscita.

Anonimo ha detto...

La strada c'è ed è pure larga ma la miopia e la presunzione hanno la meglio.
Quando si resta legati ad un passato che non torna, a dei fasti che non hanno aluna possibiltà di rivivere, e si gira e si rigira sempre con la stessa inutile solfa di vani ed inconsistenti tentativi nella ricerca della "genialata" (non so più in tre anni quante fesserie ho sentito su progetti senza storia: dalle piscine, ai fucoli, da babbo natale, ai tatuaggi, alle balle di fieno dipinte, alla proloco che avrebbe risuscitato la città...adesso non ricordo più neppure tutto!).
Continuamo a fare cose solo cose inutili senza un serio progetto di sviluppo su cui lavorare.
Altro che smart city qui siamo esattamente all'opposto.
Una giunta deludente, senza prospettiva mentre chianciano langue.
Da ultimo un accenno alla fusione con chiusi archiviata da questa amministrazione: oltre alla possibilità di accedere a maggiori fondi, avere chiuso le porte anche ad un concreto studio preliminare per l'individuzaione di un programma condiviso di crescita, significa non avere capacità e visione politica.




Roberto Gagliardi - Art Museum ha detto...

E' totalmente irrilevante quale fosse il mio giudizio sui politici all'inizio della legislatura. Molti cittadini, imprenditori, albergatori, erano entusiasti del cambiamento. Felici di avere gente giovane con idee nuove al governo di Chianciano. Io ero uno dei tanti e sono uno dei tanti che ha cambiato idea. Il mio giudizio e' cambiato perche' ho potuto constatare che l'amministrazione non e' all'altezza del compito che dovrebbe svolgere. Il dilettantismo e l'improvvisazione incidono negativamente e pesantemente sul territorio.Tutta la popolazione, a parte quelli benedetti dalla politica, vede le strade senza passanti, gli alberghi vuoti, i negozi che agonizzano, le molte vetrine vuote danno una idea di abbandono. Noi ci abituiamo a questa desolazione mentre i turisti rimangono esterrefatti. Cosa ha fatto l'amministrazione comunale per migliorare l'immagine di Chianciano, per portare una clientela diversa? Basta guardarsi intorno per capire che la situazione economica odierna e' peggiore di quando La Giunta Marchetti e' andata al potere, il potere in questo caso logora chi ce l'ha. La motivazione e' semplice, non sono capaci a governare e cio' e' sempre piu' evidente. Non si capisce che la scelta di una localita' per trascorrere le proprie vacanze e' legata ad una analisi di associazione mentale di cio' che detta localita' puo' offrire al di fuori della struttura alberghiera. Manca la capacita' di programmazione. Il turista che scopre Chianciano, oltre alle bellezze naturali, le terme, deve conoscere ed essere attratto da un programma di eventi preparato con mesi di anticipo. Cucina, musica , arte, serate, divertimento.

Sono anni che insisto sul fatto che un programma di eventi e' fondamentale per il turismo. A Chianciano la mano destra non sa cosa fa la sinistra, a volte due eventi vengono organizzati in contemporanea e le sole persone al corrente della manifestazione sono gli organizzatori, i loro amici e parenti.

Senza un coordinamento pubblico e senza la competenza di professionisti energie e soldi vengono semplicemente buttati dalla finestra.

Io come gia' ripetutamente detto, al contrario del Sindaco, credo nel prodotto Chianciano, come Lui lo definisce. Rifarei tutto cio' che ho fatto. Quest'anno tutti i fondi del centro storico che abbiamo ristrutturato saranno aperti al pubblico gratuitamente.

So che la mia decisione e' una goccia nel mare, almeno avremo Piazza Matteotti con locali aperti, serrande alzate e luci accese.

Roberto Gagliardi

Anonimo ha detto...

Invece di nascondersi dietro queste valutazioni politiche che possono anche essere le sue reali considerazioni personali, perché non dice i veri motivi per i quali sta attaccando ora l'amministrazione? Guardi che i cittadini si informano e sanno bene che alla base di questa sua posizione c'è altro. Altro che poco o nulla c'entra con ciò che sta affermando.
Non è che per caso teme di essere su tali motivazioni un po' "deboluccio" e quindi attacca in modo più generico su altro?

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

signor Gagliardi leggo on piacere quanto scrive e le assicuro condivido in pieno le sue riflessioni.Anche io ho sperato che la nuova amministrazione riuscisse a dare una svolta al trend negativo,pur consapevole delle difficoltà che avrebbe incontrato tenuti presenti i nuovi scenari che le si prospettavano: la crisi del termalismo nazionale,l'uscita di scena del MPS,una Regione che annaspava,la persistenza della crisi economica.Non ritenevo che le cose sarebbero cambiate in tre anni dal momento che,con queste premesse,era impensabile che la Nuova Amministrazione riuscisse a risolvere i danni,le disattenzioni,l'incuria e il menefreghismo che le precedenti Amministrazioni avevano lasciato a questo paese.Anche io,dicevo,sono rimasto deluso ma dissento da lei là dove lei non riesce a cogliere gli altri errori di cui questa aqmministrazione,in verità,non ha colpe.Mi riferisco alla mancanza di cultura civica che i Chiancianesi,a differenza dei vicini comuni,non hanno.Abituati a delegare sono incapaci di esprimere idee imprenditoriali,non hanno neppure il senso del decoro (basta osservare l'erba incolta che avvolge le strade,le tende dei negozi sudice all'inverosimile),l'assenza partecipativa a manifestazioni che dovrebbero ricompattare i concittadini.Anzi : più le cose vanno male più qualcuno gode.Questo autolesionismo non costruisce ma distrugge.Io lo ho scritto spesso ma le mie parole sono sempre cadute nell'indifferenza.Spero quindi che il suo appello serva a riuscire dove io non sono riuscito,a far comprendere che non c'è più qualcuno che ci risolverà i nostri problemi se non collaboreremo insieme nella ricerca di strategie che ci possano aiutare a costruire un nuovo paese perchè questo,purtroppo è già morto

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

L'anno scolastico volge al termine con una sorpresa per i "nostri" bambini...sorpresa di cui usufruiranno principalmente da Settembre 2017, ma che - vista la volontà della nostra amministrazione a mantenere gli impegni assunti per il miglioramento dei servizi scolastici - abbiamo ritenuto giusto "mettere subito in strada"...ecco infatti, finalmente, il nuovo SCUOLABUS 🚌!!
Mezzo che è stato acquistato investendo risorse di bilancio per circa 82.000 euro, che può disporre di 30 posti per alunni (più due accompagnatori e un autista) ed è di ultima generazione essendo ecologico (categoria Euro VI) e possedendo i più avanzati sistemi di sicurezza.
Tra gli obbiettivi della nostra Amministrazione - nonostante le tante difficoltà finanziarie nelle quali ci troviamo ad operare come gran parte degli enti locali - c'è senz'altro quello di erogare servizi efficienti; servizi che desideriamo efficienti in particolare modo quando a fruirne sono i nostri bambini. Con dall'inizio del nostro mandato ci siamo quindi attivati per acquistare il nuovo mezzo, sicuro e all’avanguardia, un intervento indispensabile per dare risposte concrete alle tante famiglie che usufruiscono del servizio.

Anonimo ha detto...

Finalmente il Sig. Gagliardi ha scoperto le carte, il solito "chiancianismo", critiche tante proposte zero. Lo attendo candidato sindaco del pd renziano alle prossime elezioni comunali e spero sia un plebiscito per lui che salverà Chianciano con le sue innumerevoli proposte nascoste in un cassetto!!!

Anonimo ha detto...

Per il sig. Gagliardi,

l'analisi attuale non può non condividersi, la situazione è sotto gli occhi di tutti; solo un cieco, sordo e alquanto rimbabito potrebbe dissentire.

Bene, dal Pd a Punto e a capo, dalla padella alla brace.

Non so di quali siano (e se esistano) diversi motivi dietro questo durissimo quanto giustificatissimo attacco alla amministrazione marchetti/rocchi ma non si illuda che sposando il renzismo si possa cambiare la situazione chiancianese.

Qui ci vuole prima un nuovo progetto di sviluppo del territorio. Bisogna capire quale assetto economico, sociale e demografico far assumere a tutta l'area che va da Chiusi a Chianciano come porta di ingresso e di confine tra Toscana lazio ed Umbria. Un incrocio questo che offre grandi possibilità. Considerando al contempo anche un urgente riqualificazione della stazione ferroviaria.

In quest'ottica il prodotto chianciano puo senz'altro inserirsi, ma ci vuole una visione più ampia e generale di riqualificazione e riconversione (!). Se rimaniamo statici sul prodotto chianciano si ri-fallisce in ri-partenza.


Anonimo ha detto...

A.... 07.14

Ma ci prendi per cretini con le tue dietrologie. Non pensare di spostare la discussione attaccando Gagliardi.

Pensa a cosa fare per riparare a questo sfacelo. Tu e camerati vi prendete lo stipendio noi paghiamo le tasse e non ce la facciamo più.

Lanci il sasso e nascondi la mano, non serve, la gente si sta svegliando.

I capi di punto a capo sono diventati una casta intoccabile e tu provi a far finta che i problemi se li inventa il Gagliardi?

Fai un giretto per Chianciano Terme, guardati intorno e dimmi se si può continuare in questo modo.

Anonimo ha detto...

per il Sig Gagliardi,

Una delle doti che dovrebbe avere un buon imprenditore è l’ INTUIZIONE !
Crede Sig Gagliardi di averne avuta quando ha investito nel nostro territorio.
Non sapeva che a Chianciano il declino è cominciato nel 1992 con la soppressione del congedo straordinario per motivi di salute che permetteva ai lavoratori dipendenti di usufruire delle cure termali, con spese a carico dello Stato, senza intaccare i giorni di ferie ?
Non sapeva che le strutture ricettive erano 332 nel 1992, ed oggi sono meno di 150 ?
Quando è arrivato Lei ad investire nel nostro territorio, da allora sono passati quasi venticinque anni,
Ha trovato una situazione favorevole per investire danaro ? . O forse ha trovato solo qualche chiancianese dal quale con quattro palanche ha comprato i locali per la sua Art Museum ?
Alla luce di quanto sopra, crede sia saggio criticare e dichiarare “ Il dilettantismo e l'improvvisazione incidono negativamente e pesantemente sul territorio”.
Un consiglio, non apra gratuitamente la Mostra per un anno intero. Anzi, chiuda bottega !!!

Anonimo ha detto...

Buonasera,
STARCONCOMICS, l'evento tanto acclamato, indicato come l'appuntamento dell'estate a Chianciano, come è andato? Quanti pernotti ha fatto? Presenze?

Anonimo ha detto...

Servono idee ed eventualmente i soldi per realizzarle. Come critiche siamo già a posto. Grazie

Anonimo ha detto...

per anonimo 29 maggio ore 16.

Primo: anche le critiche servono !

Secondo: non hai ancora capito che soldi non ce ne sono e servono strategie di sviluppo, politiche di rilancio del territorio.

Basta eventi, feste ed aperitivi per sputtanare le 4 lire (euro, pardon) che ancora si hanno.
Se qualcuno ha sempre voglia di fare il PR si facesse assumere da una discoteca.

Daniele ha detto...

Salve,
sono tornato a Chianciano per la Starcon dopo esserci stato a Pasqua per tre notti. Chianciano e' migliore rispetto al periodo pasquale anche se ci sono sempre molti locali con cartelli "Affittasi" e "Vendesi".

Anonimo ha detto...

29 maggio 2017 14:12

Ha ragione su tutto, ma non sui camerati, questi non sono altro che quelli di prima .capo, portano avanti il programma sinistro degli ultimi vent'anni niente più, lo dimostra la non opposizione attuale come lo era quella del passato. Vedrà che al prossimo giro alcuni ri-vestiranno la loro casacca originale, e sarà di colore rosso! Il Gagliardi ha un pò di ragione, non del tutto perchè li ha sponsorizzati fin da subito, ma gli va reso l'onore di aver cambiato idea, cosa che ancora non fanno molti cittadini che li hanno votati con grosse speranze ed ancora non si dissilludono. Ma cosa ancora deve succedere per fargli aprire gli occhi?

Andrea Morganti Assessore allo Sport ha detto...

E’ ormai pronta la nuova sentieristica di Chianciano Terme ,un progetto voluto dall’amministrazione comunale, per dare una prima risposta allo sviluppo di un turismo verde, che vuole offrire ai visitatori la possibilità di percorrere lentamente la rete degli itinerari storici, a piedi ,in mountain bike ed in alcuni percorsi anche a cavallo. I sette anelli proposti ,con varie lunghezze ,abbracciano buona parte dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese e hanno l’obiettivo di unire il territorio di Chianciano a 2 importanti direttrici ,il SENTIERO DELLA BONIFICA ad est e la VIA FRANCIGENA ad ovest .Grazie anche al collegamento con Montepulciano e’ possibile raggiungere la Via FRANCIGENA attraverso il sentiero della BARLETTAIA ,che parte da San Biagio e raggiunge Pienza e Spedaletto. Il sentiero della bonifica invece può essere raggiunto da Chianciano attraverso il nostro sentiero 7 e gli amanti della MTB possono ritornare, passando prima per il Lago di Montepulciano e percorrendo il sentiero del VINO NOBILE raggiungere Montepulciano ,dove vanno ad intercettare il nostro sentiero n°3 che ritorna a Chianciano ,così da percorrere oltre 50 km di strade, per la maggior parte sterrate, ammirando le bellezze del nostro territorio. Attraverso i nostri percorsi è possibile raggiungere anche 2 importanti riserve naturali,quella del LAGO DI MONTEPULCIANO E la RISERVA NATURALE DI PIETRAPORCIANA. Ricordo a tutti che scaricando l’app OUTDOORACTIVE potete trovare le mappe gps di tutti i nuovi percorsi, semplicemente cliccando su ITINERARI e su cerca digitare Chianciano Terme. Vi ricordo inoltre, che SABATO 10 GIUGNO ALLE 15.30 ALLE TERME S.ELENA, faremo la presentazione del progetto e DOMENICA 11 GIUGNO alle ore 9 abbiamo organizzato un giro a piedi ed in MTB per provare alcuni dei nostri percorsi .Tutti ,cittadini ed ospiti ,sono invitati a partecipare.

Andrea Morganti Assessore allo Sport ha detto...

Sinceramente io non sono mai stato interpellato per questa problematica, i campi sono gestiti dall'ATS e non dal comune.
Io non so se la scuola ha comunicato ai gestori l'evento, se cosi fosse e la risposta fosse stata negativa dovevano comunicarlo anche a me, in modo da poter trovare una soluzione.
Il campo sportivo ha bisogno di manutenzioni, che sono programmate annualmente, però a tutto c'è una soluzione, basta affrontare il problema per tempo.
Io non sono stato mai chiamato ne' dall'insegnante delle medie ne' dalla preside e nemmeno dagli attuali gestori, quindi sinceramente non saprei cosa dire.
I giochi della gioventù devono essere svolti, ma devono essere programmati in modo da poter organizzare al meglio i vari lavori di manutenzione.

Ass sport Andrea Morganti

Anonimo ha detto...

Si insiste nel ritenere che il declino prima e la fine poi di Chianciano siano iniziate con la soppressione del congedo straordinario per le cure termali,mentre già da alcuni anni questa tendenza era stata avviata ( controllare dati APT di quegli anni).Penso invece che il paese negli anni abbia perso quelli che erano i motivi di attrazione per gli ospiti,bei negozi,educazione dei propretari e delle commesse,strade pulite senza buche,marciapiedi ben tenuti con fiori nelle aiuole.Oggi i negozi si presentano vecchi,mal tenuti,con gente poco incline alla vendita,strade e marcaiapiedi dove un anziano deve essere accompagnato per passeggiare,ambienti tristi con scritte vendesi e affittasi dappertutto.Le festicciole che vengono proposte sono quelle da parrocchia non certo eventi da stazione termale che si rispetti. Gli ospiti che continuano a venire sono i vecchi affezionati clienti,non clientela nuova abituati nel ricordo di quando le Terme avevano al bar camerieri presentabili in giacca bianca e non giovanotti con magliette da discoteca.Non diamo la colpa allora alle cure sospese ma con un pò di umiltà confessiamo che non siamo capaci a gestire il nuovo turismo ma forse siamo più capaci a gestire l'accoglienza degli immigrati.

Fabiano De Angelis Portavoce Consigliere Comunale M5S Chianciano Terme ha detto...

Al Sindaco del Comune di Chianciano Terme
Andrea Marchetti

INTERROGAZIONE in merito al costo sostenuto per i lavori eseguiti dai Consorzi di bonifica 2 Alto Valdarno e Val di Chiana Romana e Val di Paglia nel Comune di Chianciano Terme.

PREMESSO CHE

Con particolare riferimento al Consorzio 2 Alto Valdarno .

in base alle linee guida dettate dalla legge regionale 79/2012, sono cambiati i criteri individuati per ripartire fra i consorziati il tributo di bonifica;
Il Consorzio di Bonifica Alto Valdarno 2, ente pubblico economico a base associativa, è disciplinato dalla legge regionale 27 dicembre 2012, n. 79 (Nuova disciplina in materia di consorzi di bonifica) e dallo statuto che detta le disposizioni per il suo funzionamento in conformità alle disposizioni della medesima legge;
Il Consorzio 2 Alto Valdarno risulta essere il secondo per estensione territoriale di tutta la Toscana, ricoprendo una superfice di ha 402.483 che interessa totalmente o parzialmente 53 Comuni delle Province di Siena ed Arezzo e della Città Metropolitana di Firenze
· non esiste alcuna legge che impone di pagare soldi ai consorzi di bonifica per il solo fatto della proprietà immobiliare. Esiste un contributo dovuto solo in presenza di precise condizioni di legge: beneficio diretto e specifico per quel determinato immobile, in rapporto causale con le opere di bonifica, tale da produrre vantaggio fondiario, ovverosia incremento di valore dello stesso;

costituiscono opere di bonifica:
a)la canalizzazione della rete scolante e le opere di stabilizzazione, difesa e regimazione dei corsi d’acqua;
b) gli impianti di sollevamento e di derivazione delle acque;
c) le opere di captazione, provvista, adduzione e distribuzione delle acque utilizzate a prevalenti fini agricoli, ivi compresi i canali demaniali di irrigazione, e quelle intese a tutelarne la qualità;
d) le opere per la sistemazione ed il consolidamento delle pendici e dei versanti dissestati da fenomeni idrogeologici;
e) le opere per il rinsaldamento e il recupero delle zone franose;
f) le opere per il contenimento del dilavamento e dell’erosione dei terreni;
g) le opere per la sistemazione idraulico-agraria e per la moderazione delle piene;
h) le opere finalizzate alla manutenzione, al ripristino ed alla protezione dalle calamità naturali;
i) le infrastrutture di supporto per la realizzazione e la gestione di tutte le opere predette.

CONSIDERATO CHE

Il bollettino recapitato a casa dei cittadini di Chianciano Terme è relativo all’anno 2016;

SI CHIEDE DI CONOSCERE

i lavori eseguiti nel Comune di Chianciano Terme dal Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno e/o dal Consorzio Val di Chiana Romana e Val di Paglia nell’anno 2016, per il quale viene richiesto il tributo, ed il costo effettivamente sostenuto per suddetti lavori.



In fede,
Fabiano De Angelis
Portavoce Consigliere Comunale M5S Chianciano Terme

Con l'occasione il M5S di Chianciano Terme invita i concittadini all'incontro che si terrà al Centro Giovani la Cripta Venerdì 16 Giugno alle ore 21.00,nel quale spiegheremo il sistema della raccolta differenziata in Ato Toscana Sud (Siena Grosseto ed Arezzo).

Saluti

Fabiano De Angelis

Anonimo ha detto...

Galiardi può essere un ottimista e un pazzo ma qualcosa di utile ha fatto con i suoi soldi. Tu con il veleno che sputi, solo perché si permette di criticare giustamente i politici del tuo partito lo attacchi e non ti fermi ma lo inviti, se le stupidaggini che scrivi si possono chiamare inviti, a chiudere bottega. Accecato da ciò che ritieni una lesa maestà, ma che rispecchia la realtà di una Chianciano alla canna del gas che avrebbe bisogno di investimenti e non di insulti, spari a zero. Leggiti tutti i commenti e le analisi dei cittadini veri, vedrai che tutti cercano di capire perché la politica ha fallito, perché il degrado aumenta, perché alberghi e negozi continuano a chiudere perché le buche nelle strade invece di sparire aumentano. Tu con la difesa ad oltranza dell'indifendibile fai male a tutto il paese e, senza rendertene conto, anche al tuo partito. Fai un giretto su settimana in Piazza Italia, alla Rinascente, vedrai il vuoto, il deserto. Se hai un po di autocritica dovresti chiederti cosa ha fatto la politica in questi anni e dovresti contribuire al suo rinnovamento e non sputare sentenze che ti targano non solo come un punto a capo ma anche come una persona incapace di pensare.

Associazione Geoarcheologica Chianciano Terme ha detto...

Associazione Geoarcheologica Chianciano Terme
53042 Chianciano Terme

COMUNICATO STAMPA

Si comunica che il giorno 25 maggio 2017 questa Associazione ha depositato presso il Comune di Chianciano Terme 897 firme, raccolte presso Cittadini ed Amici del Museo Etrusco di Chianciano Terme, a sostegno della petizione volta a sollecitare l'Amministrazione Comunale a recedere dalla volontà di procedere ad un cambio di gestione del Museo.

La gestione attuale, affidata alla Fondazione del Museo Archeologico delle Acque, ha permesso in questi ultimi 10 anni di collaborare attivamente con la nostra Associazione ottenendo ottimi risultati sia con incremento del numero di visitatori che degli incassi; ha inoltre reso vivo e vissuto il Museo stesso, con oltre 300 conferenze del ciclo "Un Tè con gli Etruschi" ed altre iniziative con una rilevante valenza sociale per l'intero territorio.

Ci auguriamo che la numerosa e consapevole partecipazione popolare alla nostra petizione possa indurre l'Amministrazione Comunale ad un ulteriore confronto al fine di non disperdere le positive esperienze acquisite in questi anni.


Chianciano Terme 30/05/2017

Anonimo ha detto...

Probabilmente per il Museo c'è già qualcuno/a pronto/a per fare il/la direttore/trice!

Anonimo ha detto...

Per non dimenticare:
A quei 4 fessi come il sottoscritto che ancora pagano le tasse fino all'ultimo centesimo, anche per quelli che non lo fanno, ricordo la Tari.
Da quest'anno in tre rate per rendere apparentemente più lieve l'inc@l@ta !!!

Anonimo ha detto...

Cari Amici del Museo, chiedete se quando avete preso in gestione, se cosi' si puo' dire,il Museo e' stato fatto un bando. E' previsto dalla legge.Il comune passa 40.000 euro l'anno e sembra che l'incasso dei biglietti porti altri 35.000 annui. E' mai possibile che si possa gestire una cosa del genere tra compagnucci della parrocchietta?
Partecipate al bando anche Voi se lo vincete buona continuazione.Lasciate perdere "la chiancianesita'" e' dietro a queste pugnette che siamo andati a fondo.
KEATON

Anonimo ha detto...

Sig. KEATON

PENSI LEI A QUANTO VIENE DATO AI VERI AMICI COMPAGNUCCI DELLA "pro loco" E DELLE ALTRE PARROCCHIETTE? PER QUELLO CHE CI FANNO POI? I BANDI SI FANNO SEMPRE CUCITI ADDOSSO A QUALCUNO SE LO RICORDI!!!

Anonimo ha detto...

Coso...ma che berci? Sei sordo?

Anonimo ha detto...

Vabbe'.... "mo' me o segno"
KEATON

Anonimo ha detto...

A PROposito di PROloco, ma che fine hanno fatto?
Ma il famoso calendario degli eventi non lo fanno più?
Siamo al 31 maggio ore 22:15 e a poco più di un ora dal nuovo mese non si conoscono gli eventi di giugno.
E' così che si fa promozione per Chianciano?

Anonimo ha detto...

Anche mandassero l'elenco eventi 15 giorni prima del mese successivo sarebbe la stessa cosa.
Gli eventi per una giusta programmazione andrebbero calendarizzati almeno 12 mesi prima e promozionati a dovere, altrimenti sono esclusivamente eventi per i paesani e non c'e' bisogno di fare nemmeno la locandina poiche' non serve a niente e nessuno.

Consiglio regionale della Toscana – Ufficio Stampa ha detto...

Terme di Chianciano: la gestione del patrimonio immobiliare in commissione controllo

La Regione Toscana, per effetto di vari aumenti di capitale a sostegno degli investimenti, ha raggiunto in Chianciano Terme Immobiliare una quota di partecipazione del 73%, con il Comune di Chianciano al 18% e Fi.Se.S. spa al 7%. Il dato è emerso nel corso dell’audizione in commissione di Controllo, presieduta da Jacopo Alberti (LN), di Massimiliano Galli, amministratore unico della società che dal 2005 si occupa della gestione del patrimonio immobiliare e degli investimenti delle Terme di Chanciano. Galli ha ricordato che la società di gestione delle terme ha risentito della crisi del settore ed ha visto diminuire del 30% l’attività legata al termalismo tradizionale. È invece cresciuta l’area del benessere, grazie anche ad investimenti specifici da parte di Chianciano Terme immobiliare, che ad aprile ha consegnato le prime piscine, parte di un investimento che si concluderà tra quattro cinque mesi, con il totale utilizzo delle risorse disponibili con l’aumento di capitale del 2013. “La società di gestione in questi anni ha avuto difficoltà a raggiungere l’equilibrio di bilancio – ha precisato Galli – Ha avuto perdite importanti, con riflessi negativi sul bilancio dell’Immobiliare, che ne detiene il 30% del capitale. La società è sostanzialmente in equilibrio, se non in utile, ma in alcuni anni è finita in perdita per questo”. Secondo l’amministratore unico, il fatto di essere staccata dalla società di gestione, rappresenta per Terme di Chianciano Immobiliare un ostacolo importante alla sua liquidazione, in quanto società non strategica. Il suo indebitamento è di 4 milioni di euro, di cui 3 milioni sono mutui legati ad investimenti fatti nel passato, a fronte di un patrimonio superiore ai 30 milioni di euro, valorizzato, ma non facilmente vendibile.

Anonimo ha detto...

Concordo, soldi buttati anche per la stampa ed affissione delle locandine

toscana24.ilsole24ore.com ha detto...

Terme, nessun interesse per Montecatini e Casciana

Nessun interessato alle Terme di Montecatini e Casciana. Secondo quanto risulta a Toscana24, il bando della regione per raccogliere le manifestazioni di interesse sulle due società partecipate si sarebbe chiuso (ieri, mercoledì 31 maggio) senza aver ricevuto offerte.
Intanto la Regione prende tempo e rimanda la comunicazione ufficiale dell'esito della gara alla prossima settimana confidando in qualche busta in arrivo (per la scadenza fa fede il timbro postale).
La Regione ha avviato il piano di razionalizzazione delle partecipate (come previsto dalla legge nazionale) il 27 aprile mettendo in vendita il 67,12% delle quote delle terme di Montecatini e il 75,66% di Casciana. Per Chianciano invece, si prospetta la liquidazione della società.
Salta anche l'ipotesi di un'offerta formale da parte del Comune di Casciana . Nei giorni scorsi infatti, l'assessore regionale alle Partecipate Vittorio Bugli, aveva già informato il Consiglio che il Comune di Casciana Terme Lari aveva presentato una proposta «di tipo informale», ma che la soluzione prospettata, dice Bugli, «non risponde a quanto richiesto nel bando di manifestazione di interesse per cui, sebbene non formalizzata, non potrebbe essere presa in considerazione ai fini del bando stesso».
In caso di offerte la Regione procederà con un'asta pubblica, altrimenti, «nel caso non vi siano manifestazioni di interesse – spiega Bugli - la Regione potrà valutare l'opportunità di procedere all'asta pubblica».

Anonimo ha detto...

Un altro bel ponte ricco di Eventi che hanno attirato migliaia di turisti. Complimenti, in particolare alla pro loro ed a tutti coloro che ancora insistono a darle fiducia, pochi, ma sono quelli che al momento contano e insistono a darle incarichi importanti. Un'altra occasione persa. Chianciano è al solito vuoto e senza turisti. Triste e sporco, buio e poco attrattivo anche per la gente del posto. #insiemecisieteriusciti

Anonimo ha detto...

Hanno un progetto a medio termine per il controllo della città e dei consensi.

Indicono bandi per piazzare gli amici, ne fanno saltare altri ad arte.

Adesso il museo passerà ad un'altra zia.

Pensano al loro futuro e a come restare al potere, di Chianciano non gliene frega niente.

Si può vedere una regia che alza barriere fumogene per nascondere i fallimenti e per prepararsi alle elezioni..

Anonimo ha detto...

Complimentoni per tutti i fondi aperti di piazza Matteotti. Mi sono piaciuti molto e la entrata libera da l'idea che sia comunale ma quelli non fanno un niente di niente. Città vuota, politica e pro loco assenti. Ho avuto quattro gatti in albergo sto weekend, niente per la prossima settimana... Situazione insostenibile.

Sindaco e compagni si nascondono, speriamo dalla vergogna. Un weekend come questo buttato alle ortiche.

Anonimo ha detto...

Scusate per l'argomento fuori tema, ma la rotonda fatta in quel modo assurdo che l'ha progettata? una cosa assurda!
Pericolosissima. ho visto gia almeno due macchine finite fuori strada.
Consiglierei a questi di parlare con un avvocato per denunciare i responsabili di una simile pericolosa viabilità, peraltro non segnalata!!!!!
Per chi viene dal viadotto trovarsi una svolta a 90° è follia pura anche a 30km/h.
Prima le vittime erano i pedoni, adesso saranno auto e passeggeri.
A chianciano neppure una normalissima rotoda stradale si riesce a fare, figuriamoci altro.
Che vergogna.

MAZZETTI STEFANO ha detto...

la parte politica dell'intervento di gagliardi........ non mi riguarda non mi interessa e sinceramente nemmeno mi è piaciuta.....anche perchè inneggia pd, cioè sinistra locale, nulla di male in questo, votato anche io spessissimo sinistra, ma con delusione poi, il dissesto attuale parte la lontano..... e prima di 2 anni fa per 60 anni qui a sempre amministrato sinistra....., ora, se hanno la ricetta magica ora, dato che sono li stessi di prima, perchè non la hanno cotta prima??, cmq a me della politica zero....per me fanno tutti schifo allo stesso modo di qualunque colore siano, siamo un popolo di paraculi perchè ce lo insegna chi + paraculo e disonesto di noi dall'alta ci da l'esempio di come comportarci......
-MENTRE CONDIVIDO TOTALMENTE LA PARTE RIGUARDANTE ASSENZA PROGRAMMAZIONE TURISTICA, PROMOZIONE,PARTECIPAZIONE FIERE,MARKETING, ETC ETC....... colpa di chi poi...... si parte pa... se può lei fare qualcosa, ma un po di tutti...... non c'è propensione a collaborare.. e per alcuni(incluso me putroppo ma per poco piu) è anche poco opportuno se??????, c'è in ballo un "contenitore", ma quel contenitore poi farà promozione indistintamente a chi è in regola con pagamenti tasse e costi aziendali e chi no..... purtroppo quindi, indipendentemente sia finanziato da quote, partecipato da pa con fondi, o altro.... i soldi di tutti quelli che pagano SERVIRANNO A PROMUOVERE QUELLI CHE NON PAGANO, SPESSO FACENDO CONCORRENZA SLEALE E RIBASSO PREZZI, pari pari come la tassa soggiorno, pagata di tasca nostra che facciamo incoming(non dei clienti motivi descritti ampiamente) poi distribuita a pioggia a chiunque o qualunque associazione-evento, meno che per far promozione turistica....QUELLA VERA!!!,....A NO SCUSATE..... CHIANCIANO PARTECIPA CON QUALCHE DECINA DI MIGLIAIA DI EURO A FINANZIARE STRADA VINO NOBILE, NON SAREBBE MALE, PECCATO CHE VALDICHIANA LIVING E NEL SITO STRADA SIANO EVIDENZIATE POI PER PRENOTAZIONI EVENTUALI MI SEMBRA 49 AZIENDE POLIZIANE, 3-4 CHIANCIANESI, 1 DI ALTRO LIDO, E NESSUNA DEGLI ALTRI COMUNI DELL'UNIONE DEI COMUNI.........fantastico!!! la giustificazione- non è vero, promuoviamo territorio.... vero!!! ma si promuove le crete sensi, la cinta senese, parte per il commercio, ma commercio ci puo essere solo se qualcuno viene e dorme......

MAZZETTI STEFANO ha detto...

.e la veicolazione a dormire, NON VIENE FATTA MANDANDOLI A DORMIRE NELLE CRETE NEL SACCO A PELO, O IN MEZZO AI MAIALI....la promozione territorio unito è vero che ha potenziale enorme.... ha un fine...quale??? mandare clienti a Montepulciano??, bohhh, saranno pippe mentali mie da incompetente ignorante..... ma io magno con con chi viene a dormire da me, se va a monte i digiuno ne dieta forzata!!!!!!!!!!!!!!.......
-purtroppo ne a pa, ne ad ass. interessa l'equità o la correttezza.... di conseguenza lasciano a noi il compito di rammaricarci , il loro non agire a fermare con ogni mezzo queste sudicerie, se non complici, li rende almeno CO-registi di queste sudicerie...... fanno campare i meno onesti, a quelli meglio solo "ZITTO COGLIONE E PAGA CHE I TUOI SOLDI CI SERVONO PER FAR RIMANERE APERTO I TUOI COLLEGHI CHE TI FANNO CONCORRENZA SLEALE"
-un esempino ........ mi risulta che ci siano circa 1,5 milioni di euro di mancati incassi per pa.....che derivano da FORSE + DELLA META (senza forse) delle strutture di incoming... BEH QUINDI L'IMMONDIZIA NON GLI VIENE RITIRATA GIUSTO,???, SE SI VA DAL BENZINAIO E NON DAI SOLDI BENZINA COL CAZZO CHE TE LA DANNO VERO?? invece no!!!!!! paghi o non paghi il servizio è lo stesso.....qualcuno mi spieghi perchè cazzo paghiamo allora, il servizio c'è anche senza pagare, smettiamo tutti o paghiamo tutti!
-dicendo questo tra colleghi mi è stato detto " beh ste ma lo sai che le aliquote sono inique"..... verissimo lo so, anche le mie sono inique ma le pago per intero.....e in effetti quelle degli alberghi non sono davvero + rapportate al reale lavoro e produzione immondizia attutale, .....ho chiesto:" avete ragione, quindi pagate solo una parte di un calcolo di equita che avete fatto in base al lavoro-incassi che effettivamente fate??"-----risposta :"no non paghiamo niente!".... quindi purtroppo se anche vero che inique, non pagando nemmeno quello che credono equo, la ragione non può essere data in assoluto(a chi cosi si comporta).....ma la pa.... non FA NIENTE!! ...... anzi FA ECCOME, PER IMMONDIZIA RIGESTISCONO SERVIZIO DIRETTAMENTE......QUINDI DANNO SERVIZIO A CHI NON PAGA A SCAPITO DEI COLLEGHI...
che non sia semplice lo so bene..ma cosi, davvero, davvero, sopportarlo è duro. MA TANTO DIRLO UN SERVE A UN CAZZO...QUI NON SERVE LA POLITICA, SERVE 5-600 INCAZZATI CHE APOLITICAMENTE TUTTI I GIORNI BLOCCANO STRADE, UFFICI, SERVIZI, FINO A CHE NON SI RIPULISCE IL SISTEMA PER RENDERLO, GIUSTO, EQUO, ONESTO, ........MA SONO PAROLE FUORIMODA PURTROPPO!:

Anonimo ha detto...

Caro amico Keaton
Le rubiamo un po’ di tempo per fornire qualche informazione in merito al Museo Etrusco perché sembra un po’ confuso e di certo poco informato:

La gestione del Museo Etrusco non stata data così alla “carlona” ai “compagnucci della parrocchietta” come dice lei ma è stata affidata dal Comune, dal 1997 (anno inaugurazione) sino ad oggi, alla Fondazione Museo Archeologico delle Acque, appositamente costituita nel 1996 proprio dall’Amministrazione Comunale.
La nomina dei Consiglieri della Fondazione non è decisa dagli “amichetti” del Museo ma è di pertinenza del Sindaco e si rinnova appunto ad ogni elezione comunale.

La gestione è stata quindi sempre di pertinenza della Fondazione.
In origine non era ancora in vigore la norma che assoggettava la Fondazione all’Ente Pubblico e quindi ad indire un bando per la gestione; infatti dal 1997 al 2002 la Fondazione ha affidato ad una cooperativa locale i servizi inerenti alla sola apertura e bigliettazione del Museo.

Dal 2003, non essendo più in essere la cooperativa, la Fondazione ha deciso di affidare l’intero complesso dei servizi inerenti l’attività museale (bigliettazione, custodia, reperibilità, pulizia, allestimento mostre, promozione del Museo nonché scavi, restauri, documentazione, catalogazione, coordinamento del volontariato, eventi culturali, piccola contabilità ecc.) alla società “Archeservice”, appositamente costituita da alcuni soci dell’Associazione Geoarcheologica e ritenuta per conoscenze, capacità e passione, la più idonea e funzionale alle esigenze della collettività per svolgere questo compito, potendo anche contare sull’indispensabile collaborazione dei Volontari della Geoarcheologica. I’Archeservice percepisce dalla Fondazione del Museo, per la globalità dei servizi offerti dai suoi tre soci, 28.689 € +IVA all’anno.

La Fondazione deve inoltre provvedere alle spese delle utenze del complesso Museo+Centro di Restauro e, fino a qualche mese fa, anche della biblioteca. (valutabili intorno ai 18-20.000€ all’anno). Tutte le entrate del Museo (valutabili intorno ai 35-38.000€ annui) vanno alla Fondazione stessa che ha potuto contare in questi anni del contributo Comunale di 36.000€.
Poiché il Museo, per restare al passo con i tempi (sono passati 20 anni dall’inaugurazione) e con gli standard imposti dalla Regione, necessita anche di interventi di manutenzione, migliorie, nuove sezioni, promozione, spese per pubblicazioni scientifiche, guide divulgative, eventi, mostre ecc., ogni anno la Fondazione deve sostenere le spese relative.

Anonimo ha detto...

Quindi, riassumendo a grandi linee (il bilancio della Fondazione è comunque pubblico ed è inviato anche al Comitato di Controllo della Regione)
Entrate:
35-38.000€ da incassi Museo
36.000€ contributo Comune

Uscite
35.000€ alla società di servizi (Museo+Laboratorio di Restauro)
20.000€ Utenze
20.000€ Varie (promozione, spese per acquisto materiali ed attrezzature per il laboratorio di restauro, manutenzioni del Museo e del Laboratorio, allestimenti mostre, organizzazione eventi, acquisto dei prodotti da vendere nel bookshop del museo ecc)

Questo per quanto riguarda una corretta informazione sulle entrate e sui costi di gestione di un museo che, seppure ubicato in una realtà di provincia come il nostro, è considerato uno dei migliori musei etruschi d’Italia.
Per fare un confronto sui costi di gestione di un museo, Il museo archeologico di Chiusi costa oltre un milione di euro all’anno.

In merito poi alla gestione dei “compagnucci della parrocchietta” che fino ad oggi hanno garantito un servizio di alta qualità per i visitatori e i cittadini, questi sono di certo disposti a partecipare ad eventuale bando, ma solo nel caso che a loro venga permesso, poiché si mormora nel paese che sia necessario avere almeno “un bello stacco di coscia” e non una preparazione e conoscenza ventennale del Museo, dell’archeologia, della storia e dell’ambiente del nostro territorio. Per cui, conoscendo coloro che fino ad ora hanno consentito l’apertura del Museo, sarà un po’ dura perché “di coscia corta e con qualche pelo”.

Per valutare il valore del Museo Etrusco di Chianciano può comunque andare, caro KEATON, su Tripadvisor dove, nel gradimento dei visitatori del portale, siamo al n°23 tra tutti i musei della Toscana e al n°1 tra gli archeologici.

Non parli poi con troppo disprezzo di “chiancianesità” poiché non sembra che i “grandi imprenditori” venuti da fuori siano riusciti a fare molto, se non provare a riempire gli alberghi con gruppi che arrivano il tardo pomeriggio e partono la mattina presto: non ci vuole poi molto, basta chiedere prezzi da fame con i quali, sinceramente, crediamo difficile poter anche solo cambiare la biancheria; ci sembra, invece, che molti degli esempi virtuosi di albergatori che provano a fornire un servizio di qualità con offerta diversificata (tra cui le Terme, il Museo Etrusco e il territorio), vengano proprio da chiancianesi doc e citiamo tra gli altri, solo come esempio, Angiolino, Miralaghi, Santa Caterina, Sanremo, Milano, Lory ecc..
Inoltre, anche il museo non è “campanilisticamente” fossilizzato su Chianciano, infatti, grazie a questa “anomala gestione” -Fondazione-Archeservice-Geoarcheologica-, è vissuto ogni anno, non solo dai cittadini di Chianciano, ma anche da quelli di Montepulciano, Chiusi, Castiglion del Lago ecc. con una rilevate ma, purtroppo, poco considerata valenza sociale oltre che culturale.

In merito, infine, alle “pugnette” forse farebbe meglio a smettere di farsele al computer e magari visitare con attenzione il “suo” museo così, forse, potrebbe farsi un’idea più chiara di cosa parla.

Luther Blissett

Anonimo ha detto...

Grazie capito tutto......(comunque le pugnette al computer non me le faccio)....
Keaton

Anonimo ha detto...

Stefano hai come sempre ragione su tutto. Ma non puoi sempre assolvere l'attuale A.C. c'erano anche prima, sapevano benissimo cosa trovavano e perseverano con il Bastafá! In tre anni nulla ê cambiato, anzi, probabilmente è peggiorato. La creazione della pro loco è poi stata la ciliegina sulla torta, ora sembra che lo stesso inciucio sia pronto per il Museo. Il Paese è praticamente collassato, ma ancora non ci sono le giuste ceneri, per provare a farlo risorgere. Basterebbe un pochina della tanto sbandierata onestà intellettuale, ma per ammettere le sconfitte e cedere il passo si deve essere troppo forti.
Sulla rotonda non c'è possibilitá di commento. Pericolosa!!! .capo!

MAZZETTI STEFANO ha detto...

5 giugno 2017 21:09, e altri che a volte mi dite "Ma non puoi sempre assolvere l'attuale A.C"......sorrido simpaticamente perchè se tutti "assolvessero" pa quanto me ......la pa scapperebbe preferendo fare conversioni cristiane nello stato dell'isis.
-sono contento?? NO!.
- preferirei ci fosse pd?.....NO!..., ma non nel senso di chi la vede "sinistra", nel senso delle politiche fatte prima , e delle scelte approvate e progetti perseguiti CHE DELL'IDEOLOGIA DI SINISTRA AVEVANO E HANNO BEN POCO.....di chi si riconosce nella sinistra, gli "eletti" hanno bisogno solo della x, poi l'unica cosa che fanno è "sinistrarti" di danni nel contempo che, potendo, fanno alla grande cazzi loro per loro interessi impuniti(in generale,e purtroppo per noi in posizione ben + alte di chi eletto nei piccoli comuni magari davvero lo fa con passione MA CON GLI OBBLIGHI E ORDINI CHE GLI VENGONO IMPOSTI DAL PARTITO SOPRA INTERESSATO A COSE BEN DIVERSE DALL'INTERESSE DEL POPOLINO..., A CUI SI INCHINANO RISPONDENDO "OBBEDISCO") .
-vorrei che da domani si dimettessero tutti???, ...dipende!.....da chi dopodomani dovrebbe stare li al posto loro, padella o brace, se ci metti il culo sopra, quando rovente sotto, le chiappe ti si bruciano allo stesso modo, e siccome poi tocca sta a pecora a ricevere i gentili stupri di cui non possono fare a meno, dato che il mi culo è già provato da quello, preferisco sia almeno senza ulteriori scottature.
-continuo a credere, e vale per pa attuale e varrà per qualunque futura, che dire la propria, anche a muso duro, nelle dovute sedi puo contribuire costruttivamente a qualcosa .......patto che si lavino le orecchie.....
-per il resto....dato che io non farei mai l'amministratore, critico quando non mi torna qualcosa, m'incazzo, ma sempre considerando che critico chi......fa qualcosa che io non farei.....sia di un colore o l'altro..... , di proloco, non mi sono mai tirato indietro di dire la mia mettendoci faccia e firma, ma sempre costruttivamente, perchè onestamente potranno non aver fatto cose che erano opportune e che si erano prefessi "COOIRDINARE TUTTE LE ASSOCIAZIONI", ma A ME DEL MALE NON LO HANNO FATTO, apprezzo a stimo qualunque volontario che fa qualcosa, MAGARI LO FACESSE CON SOLDI DIVERSI DA QUELLI CHE PAGHIAMO NOI SETTORE INCOMING SAREBBE GRADITO, ma questa è un altra faccenda...E DATO IL MORBO CHIANCIANESE CHE INCANCRENISCE TANTI.....CREDO CHE SE PRIMA NON CI CHIARIAMO IDEE TUTTI, NEMMENO IL MESSIA SAREBBE IN GRADO DI COORDINARCI......

Anonimo ha detto...

Sulla rotonda: spero che tutti dal progettista alla a.c. si assumano le proprie responsabilità in caso di incidenti. Ma l'opposizione dorme come di consueto????
Mazzetti una cosa condivido con te: in consiglio comunale il nulla assoluto da dx a sx. Non ci sono speranze!!
Solo la fusione con Chiusi darebbe qualche possibilità, e piu si perde tempo piu si affonda.

Anonimo ha detto...



La cosa che fa più male non è l’amministrazione Marchetti , MA L’OPPOSIZIONE ! in special modo il MOV 5 Stelle. Siete la vergogna del Movimento 5 stelle !!!!!!!

Alessio Biagiotti ha detto...

A 5 giorni dall'inaugurazione per l'Enduro Park Chianciano Terme, Ex Tiro a volo Località Maglianella,
l'Ingegnere comunale incaricato dalla amministrazione del comune di Chianciano Terme ci ha consegnato il seguente comunicato!!!
Clicca Qui per leggere Documento Comune
Per tanto delusi e amareggiati, NON per nostra volontà, siamo costretti ad annullare l'evento dell'11 Giugno!
Il Motoclub Nico Martinelli e Gruppo Enduristi Toscani si scusa con tutti i Bambini, genitori e coloro che hanno condiviso la nostra iniziativa...
E ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno messo a disposizione il loro TEMPO e DENARO, e ci scusiamo enormemente con tutti i Nostri Sponsor che hanno investito su questa iniziativa, il CONI e la Federazione Motociclistica Italiana in particolare Oscar Polli e Andrea Vignozzi che hanno creduto in NOI per la realizzazione di questo progetto "Sport Educazione Natura in moto" in cui noi tutti abbiamo voluto crederci fermamente fino all'ultimo, ma purtroppo siamo costretti ad annullare l'evento.
UN ringraziamento va anche al Sindaco Andrea Marchetti che ci ha dato questa possibilità e ha lavorato fino all'ultimo per salvare l'evento!
Grazie a tutta la mia squadra di lavoro!!!
Il Presidente Roberto Tarquini Davide Pellegrini Simone Vidmar Simone Aggravi Giacomo Biagiotti Federico Angori Michele Rossi Monica Anselmetti Nicola Fiorini Jacopo Alessandro Barbi Giuliano Lippi Stefano Cesaroni Pagliai Daniele

Anonimo ha detto...

Come elettore del M5S avrei una richiesta per De Angelis: dimettiti.

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

Scusate l'intrusione ma in questo caso credo che l'Amministrazione Comunale e gli Uffici Comunali c'entrino poco.... Il problema nasce da un controllo effettuato dalla Guardia Forestale nei giorni scorsi... A seguito di tale controllo è stato intimato al ns.Ufficio Tecnico di vietare qualsiasi tipo di iniziativa sulla zona denominata "ex tiro a volo" in quanto sotto vincolo paesaggistico (una legge regionale vieta in tali zone il passaggio di qualsiasi mezzo a motore!!!!)... Tale legge vale anche nei comuni limitrofi e in tutta ls Regione Toscana... A seguito di tale intimazione mi sono personalmente interessato immediatamente per risolvere il problema purtroppo con scarsi risultati... Abbiamo proposto all'Ass.N.Martinelli altra soluzione sperando che possa essere di reciproco gradimento in quanto noi teniamo a far realizzare l'iniziativa così come abbiamo fatto in modo che si potesse realizzare fin dal primo contatto avuto con Alessio Biagiotti.... Questo per onore di verità... Ribadisco che crediamo nell'Enduro Park e vorremmo riuscire a realizzarlo

Massimo Altaluce - Il coraggio delle proprie idee ha detto...

Sono veramente dispiaciuto amareggiato e incazz... Ancora un evento andato in fumo. Ma i tecnici comunali gli amministratori p.a. gli ispettori forestali si accorgono ora a 5 gg dall evento che non possono dare l autorizzazione? Ma riusciamo a fare qualcosa? Ma qualcuno dovrà ammettere che ha sbagliato che esistono incapacità a gestire la nostra Città termale? Ci siete Regione Terme Comune Ass.ni cittadini e lavoratori. Mancanza completa di organizzazione gestione delle risorse economiche lungimiranza e progettualità. Io sono con voi Alessio Biagiotti. Scusate lo sfogo e lo scritto a getto ma questo è quello che provo. Colpa della P.A.? Colpa dei Tecnici comunali? PD / 5 stelle ci siete? Partiti politici vi farete avanti nel 2018/19 alle prossime elezioni? Mi dispiace tanto. Se prima ero uscito dalla maggioranza ora medito la mia presenza alla opposizione. Mi dispiace x la mia Chianciano Terme. Non ce lo meritiamo.

Massimo Altaluce
Il coraggio delle proprie idee

Sergio s. ha detto...


Per m5s
Come si fa ad essere trattati a pesci in faccia, sentirsi dire dal sindaco :” De angelis, gioco fiori e mi rispondi picche”, ma ce l’avete un minimo di dignità !!!

Anonimo ha detto...

Non è questione di fiori o picche, all'A.C. rispondono comunque tutti con un due che non è mai quello di briscola

Anonimo ha detto...

Forse mi sbaglio, ma comincerei ad avere qualche dubbio su questa Regione Toscana....bohh
KEATON

Anonimo ha detto...

Sig. KEATON
I dubbi li deve avere su tutta la Nazione Italia, soprattutto per come viene Governata ed Amministrata. Guardi Lei che bel pacchettino stanno preparando con la Legge Elettorale! Aspetti poi di vedere, nel piccolo quello che stanno facendo per il Museo Archeologico! Su l'Enduro Park, anche l'A.C. e soprattutto l'Ufficio Tecnico, una gran figura non ce l'hanno fatta, si sono accertati solo cinque giorni prima? Quando per una qualsiasi pratica, giustamente, non la fanno nemmeno protocollare se no ha gìà tutti i requisiti apposto!

Terme di Chianciano ha detto...

UPMC, la concussione cerebrale nello sport: a Chianciano gli esperti internazionali a confronto

In Europa ogni anno si verificano circa 1.700.000 traumi alla testa; oltre 130 mila in Italia. Negli Usa 300mila casi ogni anno

In Europa si contano ogni anno circa 1.700.000 traumi alla testa; oltre 130 mila in Italia (di cui oltre 90mila con conseguenze).
Negli Stati Uniti ogni anno si stimano in un anno circa 300.000 casi di questo tipo correlati soprattutto alla pratica sportiva (Boxe, Rugby, Calcio, Karate Kick Boxing) una cifra che secondo gli studiosi sarebbe ampiamente sottostimata.
È un tema molto rilevante in questo momento nel settore sport (sia agonistico che amatoriale) e anche in incidenti domestici, auto e moto. La medicina dello sport a livello internazionale è alla ricerca di un approccio diagnostico affidabile sia per effettuare la diagnosi della concussione, sia per determinare il pieno recupero della funzionalità cerebrale per un ritorno privo di rischi all’attività sportiva.
I maggiori esperti del settore, dunque, si sono riuniti a riuniti oggi a Chianciano nel corso del primo workshop internazionale organizzato da UPMC sulla “Concussione cerebrale” per fornire a medici, specialisti e personale sanitario gli strumenti necessari per identificare e diagnosticare correttamente la concussione cerebrale e indirizzare il paziente presso un centro appropriato per il trattamento.
“La concussione cerebrale è un argomento molto discusso. La medicina dello sport a livello internazionale è alla ricerca di un approccio diagnostico affidabile sia per effettuare la diagnosi della concussione, sia per determinare il pieno recupero della funzionalità cerebrale per un ritorno privo di rischi all’attività sportiva – spiega Chuck Bogosta vice presidente esecutivo UPMC e presidente UPMC International- per questo motivo UPMC, tramite la divisone di medicina dello sport ha sviluppato un programma ad hoc su questa patologia (UPMC Sports Medicine Concussion Program), con trattamenti personalizzati in base alle esigenze specifiche e agli obiettivi di recupero per ciascun paziente”.
“Qualsiasi tipo di concussione cerebrale - spiega Giovanni Vizzini direttore attività cliniche UPMC Italy, professore di medicina Università di Pittsburgh - può rappresentare un problema medico molto serio tale da richiedere un’assistenza immediata da parte di un professionista sanitario, adeguatamente formato nella gestione delle concussioni cerebrali. Per evitare il ripetersi delle lesioni è fondamentale gestire la concussione fino al completo recupero”.

“Vi sono diversi tipi di concussione cerebrale distinti per gravità- sottolinea Roberto Vagnozzi, professore associato di neurochirurgia dell’Università Tor Vergata di Roma - i cui effetti possono essere poco significativi o, nelle situazioni più severe, giungere fino al pericolo di vita. Generalmente la concussione si presenta sotto 2 forme: semplice o complessa. Nel primo caso la commozione si risolve nel 70-80% dei casi con un periodo di riposo – afferma Vagnozzi -. La seconda è caratterizzata dalla perdita di coscienza, e/o presenza di specifiche complicanze, e/o deficit cognitivo prolungato per più di 7-10 giorni, e persistenza di sintomi post-concussivi”. (segue)

Terme di Chianciano ha detto...

“La gestione del trauma cranico concussivo negli atleti dovrà quindi prevedere una valutazione medico-specialistica attenta sia nell’immediato che a distanza di giorni dall’accaduto, che preveda sia indagini cliniche che strumentali multidisciplinari. La risposta di vista ed esami deve essere alla base della decisione di una ripresa piena dell’attività agonistica per non far correre rischi allo sportivo. I sintomi caratteristici della concussione, oltre un breve transitorio deterioramento neurologico a risoluzione spontanea, possono essere diversi: perdita di coscienza, cefalea, nausea/vomito, visione annebbiata, problemi di equilibrio, problemi di concentrazione e attenzione, amnesia. A questi si aggiungono una serie di segni visibili: stordimento, sguardo assente, confusione, perdita di coscienza, cambiamenti umorali, stato di confusione.
“Tutti coloro che sono coinvolti in sport di contatto (medici, tecnici, preparatori atletici) devono sempre tenere presente il rischio di una concussione cerebrale ed impegnarsi nel prevenirla.- aggiunge Giuseppe Lazzarino professore di biochimica (Università di Catania dipartimento di scienze biomediche e biotecnologiche)- bisogna sempre tener presente che la complicanza più grave di un trauma cranico lieve è il non riconoscerlo. Nel dubbio ricordarsi sempre che è meglio perdere un incontro che pregiudicare una stagione.”

L’esigenza è quella di ricorrere ad indagini che forniscano dati oggettivi per determinare quando si è guariti da una concussione ha fatto sì che fossero introdotti test neurocognitivi sia cartacei sia computerizzati.

“Attualmente tali test sono molto utilizzati, soprattutto negli Stati Uniti - aggiunge Simone Marziali dirigente medico del dipartimento di diagnostica per immagini Fondazione Policlinico Tor Vergata Roma, Università degli studi di Roma Tor Vergata(dipartimento biomedicina e prevenzione) - per determinare i tempi di ritorno all’attività degli atleti traumatizzati. Si è visto che in un atleta in cui la scomparsa soggettiva dei sintomi avviene in 4 giorni la normalizzazione dei test neuropsicologici avviene in una settimana. Più di recente sono state introdotte anche prove computerizzate per la valutazione dell’equilibrio”.

Ma come si fa a poter definire il grado di compromissione metabolica e lo stato dei processi di riparazione cellulare?
“la concussione- prosegue Michael Collins direttore esecutivo programma concussione cerebrale medicina dello sport UPMC - è di solito associata alla negatività degli esami tradizionali di neuroimmagine. Siamo quindi consapevoli di trovarci di fronte ad un tipo di danno biochimicamente ben definito, ma visibile solo grazie all’individuazione tramite test neuropsicologici per misurare la funzione cognitiva che possono essere effettuati da giorni o settimane dopo l'evento traumatico o in tempi diversi per dimostrare il decorso. Noi di UPMC abbiamo elaborato un approccio multiplo attraverso uno screening completo neurocognitivo dove poter accertare l’esistenza o meno della concussione cerebrale”.

La decisione del ritorno in campo degli atleti deve essere basata su più metodi e aprocci: sicuramente valutare il loro quadro clinico, eseguire test neuropsicologici, sottoporli a risonanza magnetica spettroscopica, provare anche il test dell’equilibrio; tutti questi ci guideranno poi a far tornare in campo senza rischi per l’atleta atleta.

“I numeri della concussione cerebrale sono notevoli negli stati Uniti- aggiunge Anthony Kontos, direttore della ricerca sulla concussione cerebrale medicina dello sport di UPMC- si segnalano 3,8 milioni di casi ogni anno; con un impatto economico annuale di 17 miliardi di dollari. La diagnosi precoce ed il rapido inquadramento sono alla base di una buona gestione della concussione e sono essenziali per decidere se l’atleta è in grado di proseguire la gara. Recenti studi hanno mostrato come la concussione diagnosticata precocemente e su atleti giovani (10-19 anni) gli atleti possono proseguire la propria attività sportiva senza ripercussioni”

Anonimo ha detto...

Andrea certo che ci credi è un altra di quelle cose che a voi non costa nessun sacrificio ed impegno e poi la metterete fra le tante fatte!!
Mi diminticavo complimenti per l'ultimo obbiettivo centrato...cartine di chianciano proposte da proloco ed in vendita a 0,40 cent.
Credo che i turisti con la tax di soggiorno se la siano pagata una cartina oppure nooo!!
Per quanto riguarda la cartina invece gratuita della sentieristica credo che il minimo sarebbe stato indicare dei file gpx per permettere alla gente di seguire le tracce in sicurezza, ed anche condividerle successivamente, ma forse anche qui è mancata un pò di professionalità..
Aspettiamo l'App.


Anonimo ha detto...

costo 4 volte inferiore...........

Gent.li Operatori,

IL TERMINE PER LA RICHIESTA CARTINE E’ SPOSTATO A GIOVEDI 2 giugno
VI CHIEDO LA CORTESIA DI FARE L’ORDINE UTILIZZANDO IL MODUILO ALLEGATO COMPLETO DIO FIRMA E DATI PER LA FATTURAZIOEN DELL’IMPORTO. NON SARANNO PRESI IN CONSIDERAZIONE GLI ORDINI PERVENUTI SENZA MODULO

Chi fosse interessato, deve compilare il modulo allegato ed inviarlo a me via fax al numero 000000 o al mio indirizzo mail ......................

A seguito delle richieste pervenutemi da qualcuno di voi in merito all’esigenza di avere cartine del territorio provinciale per la distribuzione ai propri clienti, grazie alla collaborazione già avviata gli anni precedenti tra la nostra associazione e il Touring Club Italiano, abbiamo la possibilità di chiedere la stampa delle cartine a prezzi di favore, a patto che si raggiunga un numero minimo di richieste.
Le cartine sono fronte retro e hanno su un lato il territorio provinciale e sull’altro lato, ovvero sul retro, in piccolo, i comuni di Siena, Chianciano Terme, Colle val d’Elsa, Montalcino, Montepulciano e Pienza. Nella stampa sarà lasciato un piccolo spazio riservato alla vostra personalizzazione da fare con il timbro dell’albergo.
I costi sono
• 165 euro iva esclusa (4%) per 15 blocchi ovvero 1500 cartine che vi verranno recapitate direttamente presso l’indirizzo che indicherete nel modulo d’ordine. La consegna è prevista in 4 settimane dalla ricezione di tutti gli ordini d’acquisto
• Modalità di pagamento 60 giorni dalla data di emissione della fattura

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Attivazione Raccolta Domiciliare "Porta a Porta" - RICORDO INFORMAZIONE UTILE PER I CONDOMINI
I condomini costituiti da un numero maggiore o uguale alle SEI unità immobiliari ed aventi pertinente spazio privato accessibile, in alternativa al KIT di sacchi e buste, se condiviso dalla maggioranza dei condomini, potranno richiedere e quindi essere dotati di BIDONCINI con chiave; in tal caso TUTTI i condomini dovranno conferire in tali bidoncini, che saranno svuotati dal gestore - a seconda della tipologia di rifiuto - nei giorni previsti dal calendario.

Piscina Comunale di Chianciano Terme ha detto...

Eccoci!
Stiamo lavorando duro per riuscire ad essere operativi per SABATO 17 GIUGNO.
Intanto pubblichiamo gli orari che osserverà la segreteria da lunedì 12, a disposizione mattina e pomeriggio per qualsiasi informazione. Di seguito anche il NUOVO NUMERO DI TELEFONO ( ☎️0578 30330 ) attivo da stamattina.
Troverete qui anche le locandine con orari e tariffe per INGRESSI, ABBONAMENTI E JUNIOR CLUB.
Speriamo di inaugurare presto insieme a voi questa bella stagione. Vi aspettiamo! 💦🏊🏻❤️😉

Anonimo ha detto...

dopo il mega-colossale flop delle pro.fin. delle piscine si torna al passato.
da un lato dico meglio così, dall'altro dico: ma in che mani siamo capitati?!
Una amministrazione inutile, senza arte ne parte, anni di gestione buttati via.

Anonimo ha detto...


AMMINISTRATIVE: FLOP M5S, COSI’ COME M5S A CHIANCIANO !!

TANTO FUMO E POCO ARROSTO !!!!!!!!!!!!!!!
GLI INCIUCI SI PAGANO !!!!!! (LEGGE ELETTORALE)

Movimento 5 Stelle Chianciano ha detto...

Raccolta differenziata: è giusto farla, ma risparmieremo?

Incontro pubblico a Chianciano Terme, al Centro Giovani la Cripta, Venerdì 16 Giugno alle ore 21.00.


Il Consigliere Comunale Fabiano De Angelis ed alcuni esponenti del Movimento 5 Stelle del Gruppo di Lavoro Rifiuti spiegheranno perché è giusto fare la raccolta differenziata e il porta a porta. Ma soprattutto come funziona e quanto costa farla in ATO Toscana Sud e se è vero, come dicono, che ci farà risparmiare. Verrà descritto, dati alla mano, il sistema ideato per gestire la raccolta ed il trattamento dei rifiuti nelle tre province di Si Ar e Gr, chi sono i responsabili di questa scellerata gestione, quali sono gli attori principali, privati e pubblici.
Ricordando che i vertici dirigenziali di ATO Sud, 6Toscana e Siena Ambiente, fra cui l’ex direttore generale dell’Ato Andrea Corti, gli avvocati fiorentini Valerio Menaldi e Tommaso D’Onza, i vecchi amministratori senesi di Sei Toscana Marco Buzzichelli e Fabrizio Vigni e il commercialista piombinese Eros Organni, sono stati rinviati a giudizio con accuse che vanno dalla corruzione alla turbativa d’asta pubblica ed alcuni di questi signori sono stati sospesi dalla professione ed interdetti dai pubblici uffici.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Seminario Tecnico su modelli di raccolta "porta a porta" ed applicazione della tariffa puntuale.
È palesemente dimostrato come in Italia sono molte le realtà virtuose - a scala territoriale vasta - alla base delle quali però c'è sempre la cultura e la responsabilizzazione dei singoli cittadini/utenti.
Oltre agli obbiettivi ambientali ci sono senza dubbio quelli di miglioramento dei servizi e minimizzazione dei costi e tariffe. Ma solo se TUTTI parteciperanno in modo coscienzioso e responsabile, questi potranno essere raggiunti.
Noi come Comune di Chianciano Terme (e ragionando di area vasta, come territorio dell'Unione dei Comuni) ci accingiamo a fare il primo passo in tale direzione, ma come afferma un proverbio africano, se vogliamo arrivare lontano dobbiamo necessariamente camminare INSIEME!

Anonimo ha detto...

l'opposizione del m5s è solo legato ai rifiuti
il resto è solo inciucio

Anonimo ha detto...

Scusate, chi è che vende le cartine?