e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

giovedì 30 aprile 2009

Dibattito pre-elettorale/4

Oggi 29/04/09 ho avuto modo di incontrare i contendenti alla poltrona di Sindaco di Chianciano Terme, l’On. Antonio Guidi e la Dott.ssa Gabriella Ferranti, ed a tutti e due, come richiesto da Max75, ho portato "La Voce dei Bloggers" ed ho chiesto come vengono valutate le idee espresse nel blog.

Vi posso assicurare che ci stanno prendendo in seria considerazione entrambi, e che se pur con approcci diversi stanno tenendo conto di come risolvere molte problematiche emerse tramite i Vostri commenti e come “sfruttare” alcune delle idee suggerite da molti.

Mi hanno anche parlato di alcuni aspetti programmatici che potrete leggere già da domani nei giornali, e sentire nelle interviste alla Televisione, sicuramente hanno un modo di affrontare certi argomenti e tentare di risolverli, in maniera e da punti di vista diversi e ce li esporranno con interventi, in risposta alle nostre richieste, anche attraverso il blog.

Ma di una cosa state certi, continuiamo a dire come la pensiamo, perché LA VOCE DEI BLOGGERS sia sempre più forte e dia un’impronta positiva, in questa campagna elettorale, per il rilancio di Chianciano!!!

Aspetto commenti.

Saluti,

Valtubo

248 commenti:

1 – 200 di 248   Nuovi›   Più recenti»
Devil ha detto...

Un saluto a tutti i blogger.
Dopo alcuni mesi di silenzio anche io come la mia amica Skiappa torno a scrivere sul questo blog. Le ragioni che mi hanno tenuto in silenzio durante questo periodo sono molteplici e comunque legate al fatto che, a mio parere, il confronto dialettico tra le parti si stava trasformando in una continua gazzarra fatta di illazioni, accuse che nulla avevano a che vedere con un sano e costruttivo dibattito politico sui problemi veri di Chianciano.
Adesso che finalmente il quadro politico appare più o meno chiaro con la candidatura della Prof. Ferranti da parte del PD e quella dell’On. Prof. Antonio Guidi da parte del Pdl credo e spero che si possa dare avvio ad una campagna elettorale avvincente che ponga al centro i programmi e i progetti piuttosto che le polemiche e lo scontro verbale, la partecipazione pacifica piuttosto che la divisione e la bieca contrapposizione.
In questo momento di grande difficoltà per la nostra stazione termale la politica si assume una grande responsabilità nel cercare di avviare quel rilancio economico che tutti attendono da molti anni.
L’intera cittadinanza guarda a noi, alla politica, con rinnovata fiducia ma anche con la consapevolezza che da ora in poi non sono più ammessi errori, incertezze, remore e negligenze.
La futura amministrazione sarà chiamata a ripensare, ricostruire fisicamente ma anche moralmente Chianciano. Ma aldilà delle persone che tra poche settimane siederanno nelle stanze del municipio credo che questa cittadina abbia bisogno di 7000 amministratori. I cittadini per primi dovranno essere gli occhi e le braccia di una amministrazione che sarà chiamata a svolgere un’intensa attività e che per questo necessiterà del reale contributo di tutti coloro che credono nella possibilità di riportare Chianciano ad essere quella splendida cittadina che era 15 o venti anni fa.
Naturalmente spero che sia la nostra lista “Chianciano per la libertà” a guidare la ripresa e in tal senso credo che la candidatura dell’On. Guidi possa costituire veramente una grande risorsa.
In questi giorni elettori ed esponenti di sinistra ci hanno criticato per la scelta di un candidato non chiancianese. La stessa Ferranti ha parlato di Guidi come di un “Sindaco di passaggio”.
In tal senso devo ammettere che allorquando ci è stata comunicata la disponibilità dell’On. Guidi io stesso mi sono posto a me stesso la domanda se tale scelta potesse essere la migliore rispetto alle altre ipotesi di candidati chiancianesi che pure erano emerse.
Invece in questi giorni che ho avuto modo di conoscere e parlare personalmente con l’Onorevole sono rimasto veramente colpito dall’intelligenza e dall’umanità di questa persona.
Questa impressione credo sia stata percepita anche da tutti coloro che hanno partecipato alla presentazione di ieri sera alla Polivalente dove con grande saggezza Guidi ha affermato come la rinascita di Chianciano debba passare attraverso la valorizzazione del proprio tessuto umano, i giovani e gli anziani in particolar modo.
Questo è l’approccio che anche noi Giovani per la Libertà riteniamo fondamentale per affrontare le grandi sfide che attendono questa cittadina.
Per troppi anni le contrapposizioni esasperate e i personalismi hanno impedito al paese di acquisire la coesione sociale che è indispensabile per avviare un qualunque rilancio.
Al di la dell’appartenenza politica questa consapevolezza spero possa divenire sempre maggiormente patrimonio di tutti i chiancianesi.

GUARDIANIDELLEACQUE ha detto...

Eccomi ancora, saluti a tutti!
Scontro tra socialisti a Chianciano, data l'area di provenienza dei due candidati.
Non ho ancora incontrato Guidi, mentre con la prof.Ferranti ho avuto giusto lo spazio di un ciao auguri al mercato. Troppo poco con entrambi.
I Guardiani si riservano giudizi approfonditi. Su Guidi ho la memoria delle apparizioni da Ministro. Sulla signora Ferranti la conoscenza paesana, ma il vero nodo è l'atteggiamento sui temi più cari a noi Guardiani. Uno stop all'accelerazione della privatizzazione delle Terme, il primo, visto che su ciò nascono i Guardiani delle Acque. Noi da sempre sosteniamo che una azienda come le Terme, se immessa "sul mercato" prima di essere stata rilanciata (N.B. Rilanciata non solo Risanata) è ineluttabile preda di ambizioni speculative. Di quelle della serie - Sì, vabbè, mi prendo questo Sant'Antonio in perdita ma in cambio mi fai costruire 4 hotel 5 stelle nella piazza Martiri Perugini - per capirci. Ecco questo tipo di privatizzazione delle quote Monte dei Paschi non ci piace. Meglio allora il ritorno dei capitali pubblici. Almeno fino a che l'azienda Terme, rilanciata dall'apertura delle piscine, dalle novità al parco Fucoli, dall'eventuale allargamento e/o rilocalizazione del Sensoriale non siano completamente rilanciate. A quel punto si possono anche mettere sul mercato, con maglie molto strette per evitare comunque stravolgimenti del Company Profile.
Chiediamo ai candidati di esprimersi su questo tema. I programmi prima di tutto!

valtubo ha detto...

Oggi presso lo stand aperto in paese mi hanno confermato la presenza alla corsa elettorale della lista Rifondazione Comunisti Italiani con candidato Lionello Santoni detto "Bonello".

Saluti,


Valtubo

Anonimo ha detto...

Ciao Valtubo un ringraziamento da parte di noi bloggers, sulla tua disponibilità ero certo.
Devil, hai ragione quando parli di dialogo poco edificante in questi mesi, ma è quello che ci voleva, siamo alla frutta amici e tutti i nodi vengono al pettine.
Le affermazioni della Ferranti in riferimento al "Sindaco di passaggio" dimostra che ormai non sanno più dove aggrapparsi, poca serietà politica, scarsistà di idee e proposte di programma.
Mi risulta che ancora le loro liste siano ancora incomplete e che invece l'accordo esterno con Rifondazione Comunista i Comunisti e Verdi, velatamente e sottobanco è già in atto.
Devono fare i conti con i numeri dei votanti, ma non gli torneranno.
Il Prof. Guidi è persona affidabile, intelligente, capace e porterà Chianciano, la nostra stazione termale e pertanto tutta la zona, al RADICALE cambiamento che VOGLIAMO.
Max 75

valtubo ha detto...

Vi giro comunicazione di Antonio Falcone, che mi conferma la presenza della lista di Rifondazione Comunisti Italiani, ma che il candidato non è stato ancora stato deciso tramite l'assemblea degli iscritti e che dunque potrebbe essere un altro.

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

Caro Max 75,
visto che è stato aperto un nuovo post ed i nomi dei due candidati sono stati indicati, sarebbe bene non ricadere nel solito difetto dell'aria fritta, delle frasi fatte e degli slogan.
Quindi:
la definizione di Guidi come sindaco di passaggio mi sembra estremamente azzeccata ( mi risulta che all'assemblea su Chianciano non abbia detto nulla di preciso )e l'esperienza dei vari Grassi e c. della precedente lista dovrebbe avercelo già insegnato;
è normale che un signore stimato e rispettabile che viene da Roma non possa sapere nulla delle problematiche di Chianciano e quantomeno gli ci vorrà del tempo per entrare dentro ai problemi e più ancora per proporre soluzioni;
ma soprattutto riempi di contenuti "il radicale cambiamento che vogliamo", altrimenti ripeti slogan vuoti e generici.

Anonimo ha detto...

la serata alla sala polivalente ha dimostrato che almeno dal punto di vista dell'interesse della gente il centro destra è indiscutibilmente vincente rispetto al centrosinistra.
poi, riguardo al fatto che guidi non è un chiancianese è di per sè un cambiamento.
Ma il Bolici era di Chianciano e ne conosceva i problemi ma anche il Bombagli, ma anche il Fregoli, ma anche la teresa Fè.
Meno male che erano tutti Chiancianesi e l'unica cosa che hanno fatto è la moltiplicazione dei problemi.

Devil ha detto...

Caro Anonimo come chiarito dallo stesso Guidi il suo intervento alla sala Polivalente non voleva certo essere un comizio elettorale ma semplicemente una presentazione.
Tuttavia forse i tuoi non ti hanno informato bene, dato che lo stesso Onorevole a dispetto di quello che tu dici (sul fatto che non abbia detto nulla di preciso) ha preso un impegno formale nel cercare di portare il casinò a Chianciano e prendendo spunto da una domanda della coordinatrice dei Giovani per la libertà ha dichiarato che la costruzione di una casa di riposo costituisce una priorità fondamentale all’interno del proprio programma.
Quello che la sinistra chiancianese, da sempre “molto attenta” alle tematiche sociali, non è riuscita a fare in sessanta anni di governo diviene il primo punto programmatico di un candidato a sindaco di centro-destra.
Che ne pensi, mica male no??

Anonimo ha detto...

SEnz'altro Devil,
la "promessa" di portare il casinò a Chianciano Terme ( quando, come ? Tenendo conto dell'attuale legge o facendone una nuova ? Quanto ci vorrà ? Tutto questo l'ha detto Guidi ? No perchè se no qualche promessa potrei farla anch'io.... ) e di farci una casa di riposo risolveranno i problemi dei flussi turistici e della crisi del Termalismo a Chianciano Terme !!!!!!!!!!
Glielo dici tu agli albergatori e ai commercianti ?

Anonimo ha detto...

Ciao Anonimo delle ore 19.34 in riferimento ai contenuti vuoti e generici, come tu dici, saranno a giorni concretizzati dal programma del Popolo della Libertà.
Il Prof. Guidi insieme ad un alto esponente politico a livello nazionale, hanno già capito bene la realtà di Chianciano.
Verranno consigliati da una lista di candidati di tutto rispetto e questo sarà il cambiamento RADICALE RICHIESTO NON SOLO DA ME MA DA TUTTA LA CITTADINANZA.
Personalmente scrivo come Blog, cerco di dare un contributo alla discussione, portando "piccole idee" che mi vengono dal cuore. Non possso certo risolvere i problemi di Chianciano, ma credo che si possosno e possano commentare, discutere, insieme a tutti i bloggers, Valtubo e TE SE LO VORRAI, portandoli all'attenzione di chi ci segue.
Valtubo ha già realizzato quanto chiediamo, in ogni modo grazie per la tua generica collaborazione.
Max 75

panda argentato ha detto...

Ciao a tutti i bloggers, volevo comunicarvi che è nato il primo meetup di Beppe Grillo a Chianciano,
http://www.meetup.com/IPiratidiChianciano/it/
Invito tutti ad unirci per passare dalle parole ai fatti e ritrovarci insieme, oltre il blog, per affrontare una democrazia partecipativa dei cittadini.
Naturalmente ho proposto a Valtubo di far parte del nostro progetto visto il suo impegno.
Penso che se vogliamo bene a Chianciano dobbiamo iniziare ad unirci e ad agire prima che sia troppo tardi, sia che vinca la sinistra sia che vinca la destra dobbiamo stargli con il fiato sul collo.

GUARDIANIDELLEACQUE ha detto...

Buonasera a tutti. Per quello che vale, vi informo che anche Guardiani delle Acque si è iscritto a http://www.meetup.com/IPiratidiChianciano/it/
Concordo pienamente co Panda argentato sulla necessità di operare un attento controllo sulle istituzioni, dopo le prossime elezioni, chiunque ne risulti vincitore.

Uomo Ombra ha detto...

Si percepisce, anche nel blog, il clima di attesa per i programmi e le persone che comporranno le liste elettorali.
Di sicuro, la presentazione dell’On. Antonio Guidi, ha di fatto dato una scossa alla campagna elettorale, animando il clima della contesa, subito c’è stato chi ha cominciato a tifare per lui, per i vantaggi che i suoi contatti potranno portare per Chianciano, e chi ha cominciato a dirne male, per la sua situazione di handicap e perché non è chiancianese, ma una cosa è certa, nel bene e nel male si parla molto di Guidi e molto poco degli altri.
La sinistra in questo momento ancora è alle prese con le difficoltà delle lotte interne e per la costruzione della lista e la sensazione che si respira nell’aria, per la prima volta, è che il centrodestra possa vincere le elezioni a Chianciano Terme, e lasciatemelo dire, solo questo basterebbe per portare in tutti un cambiamento di mentalità e di rapportarsi con le istituzioni, che potrebbe già dare quella spinta di cui tutti abbiamo bisogno.

Anonimo ha detto...

Vi faccio presente che sono uno con ideali di sinistra, ma adesso per il bene di Chianciano è ora di cambiare, vista l'incapacita'dimostrata da 30 anni a questa parte credo che una legislatura di centro destra non sarebbe la fine del mondo.Proviamo a cambiare, l'On. Guidi potrebbe essere la persona giusta per rilanciare Chianciano.

Gino ha detto...

Ultime dal PD.
Sembra che vi sia un avvicinamento con i comunisti ed i verdi.
Come al solito non sono i programmi ad unire, ma solo la paura di poter perdere il potere.
Potere che i nostri amministratori di sinistra non intendono perdere senza tentare l'ultima carta che è quella di una possibile alleanza a sinistra.
Ma dopo che si sono sparati a morte su tutte le tematiche, quali saranno i programmi comuni?
Sul casino' quale posizione?
Quella del PD che sembra essere orientato al SI (vedi proposta di legge dell'On. Ceccuzzi) o quella intransigente del NO dei comunisti?
Sulle Terme quale posizione? Rilancio del termalismo, con spese di pubblicità affidata a cordate locali aggiudicate con finte gare pubbliche?
La spartizione del potere segue le regole dei partiti: tre posti a me, due a te, …… poi i programmi sempre farciti con le solite parole in politichese, generalistiche e senza nuove idee
I comunisti a Chianciano hanno sempre esercitato l'odio di classe, hanno sempre espresso veleno nei confronti degli imprenditori albergatori e commercianti che investivano a Chianciano e che per molti anni hanno determinato invece il successo della città. Forse adesso che gli alberghi chiudono e falliscono saranno contenti, forse saranno soddisfatti di questa loro acrimonia e malignità.
Invece no non sono ancora contenti, vogliono ancora primeggiare, vogliono portare Chianciano Terme nell’abisso finale, dopo oltre vent’anni di crisi profonda vogliono dare il colpo decisivo.
Metteranno la Ferranti sotto ricatto, come hanno fatto con il Bombagli, che nel suo ego ha seguitato a gonfiare, senza mai esplodere, che ha contenuto tutto dentro nella speranza di qualche possibile recupero in qualche altro incarico che però non è arrivato ed è stato infine abbandonato a se stesso con un armadio pieno pieno di scheletri e senza dare risultati concreti a Chianciano.
E’ l’ora di farla finita con questa politica della sinistra ricca solo di faziosità personali, come del resto è stato visibile anche dal pubblico nel corso della riunione riguardante il Parcheggio del Cantinone. Chianciano merita più rispetto.

DAMMIRETTAPALLE ha detto...

In un non recentissimo commento i GUARDIANI DELLE ACQUE chiedevano alla candidata Ferranti quale fosse la sua posizione riguardo l’eventualità di una istituzionalizzazione della crisi chiancianese.
In parole povere, se fosse opportuno, viste le dimensioni del problema, un coinvolgimento del governo centrale nella ricerca di capitali e soluzioni a questa crisi.
La Prof.ssa Ferranti rispondeva di andarci piano che questa formalizzazione potrebbe avere ripercussioni sul piano dell’immagine e che la situazione non è poi così compromessa.
Parole che dette da una rappresentante della sinistra sono quanto mai stridenti.
Storicamente la sinistra in Italia ha sempre percorso la strada dell’intervento pubblico come rimedio a crisi del privato e le battaglie sindacali sono l’unica bandiera che sventola dopo la caduta delle ideologie.
Viene da pensare che un’istituzionalizzazione della crisi procurerebbe un danno d’immagine più che altro alla sinistra locale, che ammetterebbe così, i suoi gravi errori nell’amministrare questo territorio.
L’impressione è che la candidata Ferranti non ritenga opportuna questa possibilità per non, diciamo così, danneggiare la sua parte politica.

spazzino bighellone ha detto...

Mi sorge un dubbio: Valtubo ci gira la comunicazione che Rifondazione e Comunisti Italiani faranno una loro lista, mentre Gino ci dice che sembra che il PD ed i Comunisti ci sia un avvicinamento.
Scusate, ma dove sta la verità?

Giuliano Solfanelli ha detto...

Sono Giuliano Solfanelli.
A seguire il mio intervento postato il 23 aprile u.s., allego alla presente un disegno di quanto ho cercato di illustrare per scritto.
Mi riferisco a quegli interventi di grande visione che l'altra volta ho appena accennato.
Oggi siamo alle prese con interventi fatti ed in corso di esecuzione che conseguono ad impostazioni urbanistiche del vigente PRG impostato nel 1988 (portato in approvazione definitiva nel 1998) ed a successive frettolose varianti e deroghe dettate da improvvide e mal consigliate decisioni della dirigenza delle Terme.
Il futuro di Chianciano si gioca oggi, non tanto per le elezioni di prossima data, ma in quanto l’economia è ormai al collasso definitivo.
Io chiedo ad entrambe le parti di dimostrare di credere ancora nelle possibilità che Chianciano ancora può e deve offrire per un turismo ancora più qualificato.
Chianciano ha abdicato ormai da troppi anni al livello di eccellenza che lo contraddistingueva.
Adesso occorre confrontarsi con molte più realtà turistiche perché nel frattempo sono nate e cresciute moltissime imprese termali, turistiche ed alberghiere che essendo più moderne, mostrano anche un maggior appeal verso il turismo giovanile.
Chianciano ha bisogno di grandi investimenti pubblici e privati per creare un turismo del benessere di nuova concezione.
Le Terme Sensoriali hanno una capacità assolutamente modesta, sono in grado di ospitare 70/80 persone per ciclo fino ad un massimo di 200 - 250 persone al giorno. Sono l’equivalente delle SPA di alcuni centri alberghieri più famosi anche vicino a noi (ad esempio Belverde a S. Casciano dei Bagni, Hotel Adler Thermae a Bagno Vignoni). Sono state realizzate secondo concetti del benessere attualmente già superati (ad esempio i percorsi programmati da effettuare da soli senza assistenza sono ormai superati ancorché ingestibili: basta osservare le varie problematiche riscontrate), mentre attualmente le Spa di nuova concezione sono suddivise per settori e le persone sono seguite costantemente dagli assistenti.
E non possono sostenere i numeri di cui Chianciano avrebbe bisogno che sono dell’ordine di “qualche migliaio” ovvero 1500-2000 ingressi al giorno con una necessità quindi di aver superfici dell’ordine di 10.000 - 12.000 ovvero di almeno 10 volte la superficie attuale delle Terme Sensoriali. Ad esempio le Terme di Merano hanno superfici coperte di oltre 7.500 mq.
Ecco quindi la proposta di creare all’interno del Parco Fucoli un nuovo complesso, un “tempio del benessere” di nuova concezione, che potrebbe avere una superficie coperta di oltre 15.000. mq. in grado di ospitare contemporaneamente oltre 1.500 persone insieme.
Io sono convinto che per un vero rilancio sia necessario e non più prorogabile proporre nuove idee e non stare ancora a lamentarci addosso delle cose che non funzionano, dei mancati piccoli o grandi interventi di maquillage esterno che sono pur sempre necessari ma che costituiscono semplici “abbellimenti di facciata”
mentre Chianciano ha bisogno di un vero e proprio sostegno ad un originale nuovo progetto della “città termale”.
Un vero rilancio porterà quale prima immediata conseguenza un recupero dei valori immobiliari delle strutture alberghiere e commerciali, che oggi sono scesi a livelli estremamente bassi, così bassi che qualsiasi ipotesi di ristrutturazione e di riconversione risulta infattibile, in quanto il costo dell’investimento è decisamente inferiore a quelli del bene ristrutturato.
Mi spiego meglio, portando ancora l’esempio concreto di San Pellegrino Terme.
“Le linee generali del progetto prevedono la realizzazione del centro termale più bello del mondo. La cittadina termale ha in serbo per i prossimi mesi tante novità, che lasceranno allibiti e soddisfatti residenti e turisti. Le scorse settimane sono terminati i lavori per l’abbattimento dello stabilimento di imbottigliamento della Sanpellegrino Spa, mentre i mesi scorsi, è stato abbattuto il vecchio capannone dell’acqua minerale (posto a valle di via Taramelli), lo spaccio aziendale, l’albergo Terme e l’ex albergo-ristorante Villa Emilia, i lavori iniziati a febbraio, dovevano concludersi ad agosto, si sono protratti di qualche mese. Ora l’area su cui sorgevano gli edifici s’è trasformata in un grandissimo piazzale vuoto con a terra solo alcuni detriti.Le linee generali del progetto prevedono la realizzazione del centro termale più bello del mondo affidato al francese Dominique Perrault, realizzato su 3.500 metri quadrati con 300 parcheggi coperti, collegato direttamente all’hotel Terme, e secondo i tempi previsti dal gruppo Percassi dovrebbe entrare in funzione entro la fine del 2010. Le terme saranno una vera e propria “medical spa” dotato di personale medico specialistico che offrirà le proposte più avanzate per trattamenti di medicina estetica, cure antiaging, dietologia e cosmetologia, nonché percorsi ludici-termali con piscine al coperto e all’aperto la costruzione delle nuove terme.”

Vi invito quindi a pubblicare il disegno che vi ho inviato.
Grazie Giuliano Solfanelli

PS: Il disegno è visibile nel Link CHIANCIANO FUTURA PIANTINA nella barra a destra!

Nota Ufficio Stampa On. Antonio Guidi ha detto...

L’On. Antonio Guidi sta cercando una casa ammobiliata da affittare, nel comune di Chianciano Terme, che risponda ai requisiti necessari alla sua condizione e dotata di giardino o grande terrazza per suo il cane Gianfilippo, perché intende risiedere nel comune di Chianciano Terme.

Nota Ufficio Stampa On. Antonio Guidi

Anonimo ha detto...

O Guidi ti basta na girata in macchina per vedè che di Agenzie immobiliari ne abbiamo molte. Che voi levacci il lavoro per risparmià sulla percentuale? inizi male, Guidi

GUARDIANIDELLEACQUE ha detto...

Esimio Onorevole Guidi,
se c'è una cosa che non manca, nel paese che Lei si appresta,nelle intenzioni, a governare, sono le case sfitte. E gli hotel sfitti, o abbandonati se preferisce.
Perché nessuno, negli anni, si è deciso a ascoltare gli appelli che chi le scrive continua a rivolgere alle Istituzioni.
Necessita a Chianciano la ROTTAMAZIONE dei volumi edilizi. La cosa certo non le è ignota, qualcuno dei suoi collaboratori locali le avrà detto, ritengo, spiegato quanti sono i volumi inutilizzati. Invece di inseguire i suoi avversari sul tema del Casinò, tema controverso poiché certamente tale attività non pare compatibile con l'idea di città della salute e del ben-vivere che è alla base di ogni ipotesi di rilancio della stazione termale, caratterizzi la sua proposta con tale messaggio: apriamo un tavolo per organizzare sinergicamente, con Stato, Regione, Provincia, Organismi Comunitari, azioni che consentano una completa riconversione dei volumi ove possibile ed il loro abbattimento ove necessario, attivando con la dichiarazione dello stato di crisi di sistema, per il sistema Chianciano nel suo complesso, l'arrivo dei capitali necessari a tale operazione.
Questo sarebbe qualcosa di nuovo, non l'ennesima fila di fumose promesse sul Casinò!
Magari così la casa le costerà un po' di più, ma per il bene comune.........

Anonimo ha detto...

Strano ma prevedibile il gran recupero di voti nel sondaggio per la lista pd della Ferranti.
Forse ho capito, sarà che quelli di sinistra sono gli unici ad avere i quattrini in tasca ed hanno fatto il ponte alla faccia di chi è rimasto a Chianciano per lavorare?

ambaradà ha detto...

Tutto come previsto. La campagna elettorale è iniziata e prosegue imperterrita con gli stili dei rispettivi schieramenti.
Il PD inizia dal mercato con il solito camper ed i soliti adepti che fanno come i “chiappini” della Chianciano degli anni ’70 alla stazione di Chiusi……fermano le persone e le trascinano davanti alla candidata Ferranti che con il suo sorriso si presenta e chiede quali sono i bisogni più impellenti per Chianciano…
Il centro-destra alla sala polivalente presenta l’onorevole Guidi in una serata piena di bandiere, musica e professionisti dell’audio prestati dalla Bussola Inn, interventi dalla platea programmati ad hoc, grandi sorrisi e tante promesse di contatti importanti con Roma…
La sinistra radicale con il suo banchetto nel centro storico, quattro gatti che si lamentano della politica di Berlusconi e Veltoni e per tornà su Chianciano, presentano una lista (se è vero..) con un candidato a Sindaco, che sa tanto di scontro-finale con i nostalgici comunisti ancora dentro al PD…
Ma di programmi concreti ne parla o ne parlerà mai nessuno?

Anonimo ha detto...

Guardiano delle acque, dici che il casinò non è compatibile con la "città della salute" e del ben vivere.
Invece tutti questi Marocchini, Albanesi, Rumeni e terroni che hanno comprato gli hotel di Chianciano e prendono i gruppi a 7 euro, sono compatibili?

Paolo Piccinelli ha detto...

Caro Giuliano San Pellegrino per essere molto precisi ha 10 alberghi e 540 posti letto, non è un paese che possiamo prendere come riferimento. Ho ricevuto, la copia dell’accordo di programma dal vicesindaco di San Pellegrino con il quale ho casualmente un amico in comune. Loro hanno avuto la fortuna di trovare un imprenditore forte capace di sostenere un investimento di tanti, tanti milioni di euro. Gli imprenditori che invece sono venuti a Chianciano in questi anni, arabi o svedesi che fossero, non hanno apportato lo stesso contributo nonostante le grandi promesse. Però e mi rivolgo all’anonimo, andiamoci piano con le offese, anche perché nelle liste del PDL, c’erano e ci saranno anche questa volta, persone napoletane, che hanno sempre dimostrato oltre alla loro serietà, anche interesse per il paese.
A sabato

DiErre74 ha detto...

In attesa (chissà quanto dovremmo ancora aspettare…) che gli schieramenti concorrenti alle prossime amministrative si confrontino su temi veramente concreti, come fatto in altre molteplici occasioni su queste pagine, da ambientalista voglio oggi soffermarmi su un tema che magari molti di voi penseranno non prioritario per la nostra Chianciano Terme, ma che a mio avviso è invece molto importante e che, chiunque sia il futuro Sindaco si troverà nelle dovute sedi ad affrontare, ovvero la “privatizzazione del servizio idrico integrato”, ovvero semplicemente quella che di fatto diverrà la “privatizzazione dell’acqua pubblica”.
Io non voglio essere ideologico o filosofico, ma se partiamo dal semplice concetto, mi sembra condiviso da tutti, che esistono tre grandi elementi fondamentali che sono essenziali e insostituibili per la vita: il sole, l’aria e l’acqua, come si fa a pensare di privatizzare una delle tre fonti principali per la vita?
Ma secondo voi un Comune che concorre assieme alla privatizzazione e quindi mercificazione dell’acqua, ha il diritto di rappresentanza dei cittadini? In tal caso un Sindaco o un Assessore eletti dai cittadini divengono semplicemente membri di un CDA di una società per azioni che gestisce l’acqua, vi sembra giusto?
Queste considerazioni quindi nascono in me nella (tenue?) speranza che ogni futuro candidato a Sindaco nel proprio programma elettorale tenga in considerazione anche tale tematica/problematica, così poi da affrontarla una volta eletto, assieme a tutti gli altri Sindaci facenti parte, nel caso nostro dell’ATO 4. Tale eventuale futura privatizzazione infatti, tra tanti altri molteplici fattori oltre ovviamente a quelli ideologici sopra solo accennati, sappiate che significherà anche il mancato introito di importanti entrate economiche nelle casse dei Comuni, senza però liberare gli stessi dai problemi del servizio nei confronti dei cittadini.
Allora, se anche dal punto di vista ideologico ci trovassimo su posizioni totalmente differenti e se tale privatizzazione derivante da decisioni del governo centrale (legge 133/2008) avvenisse, alle conseguenze e/o soluzioni alle stesse nessuno vi ha pensato? Oppure, come sempre, si attende di sbatterci la faccia e dopo si rincorrono le soluzioni, scontentando tutto e tutti? Vogliamo per una volta pensarci prima?

membro PDL ha detto...

Bandiere e musica alla presentazione di Guidi alla sala polivalente??
Ambaradà ma che hai bevuto ?? oppure mi sa che hai sbagliato serata e riunione...
Poi ti posso assicurare per certo che le domande non erano affatto concordate con l'onorevole...
Non si tratta di slogan ma di tematiche centrali che costituiscono il cuore del programma elettorale della lista Guidi.

Sincerità ha detto...

Senti anonimo,
per fortuna che ha Chianciano ci sono anche quelli che tu chiami i "Terroni" perchè forse sarà anche grazie al loro contributo che riusciremo a risollevare questa cittadina che le teste di zucca chiancianesi (quasi sempre comuniste) come te hanno ridotto in queste condizioni.
Io invece di vergognarmi di loro mi vergogno di quelli come te che come me sono chiancianesi di nascita e continuano a fare questi discorsi veramente ridicoli!!

panda argentato ha detto...

Ciao a tutti, DiErre74 ha posto in primo piano una problematica fondamentale per la futura gestione di Chianciano, l'acqua è un bene comune e non una merce di scambio per questo deve essere libera, ne abbiamo parlato anche nel meetup di Chianciano che invito tutti a visitare.
A Palermo, il 14 maggio 2009 nascerà il Coordinamento Nazionale Enti Locali per l’Acqua Bene Comune e la Gestione Pubblica del Servizio Idrico il quale vuole essere uno strumento di coordinamento e di servizio fra Enti locali ed Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale (AATO) che perseguono l’obiettivo di salvaguardare la gestione ed il controllo pubblici dell’acqua, intesa come bene comune, ad oggi sono iscritti diversi comune e province.
Spero che in futuro ci sarà anche Chianciano.
Noi del Meetup li teniamo d'occhio.
http://www.meetup.com/IPiratidiChianciano/it/

GUARDIANIDELLEACQUE ha detto...

Anonimo delle 13.13, ti hanno già risposto altri.Risparmio perciò il fiato. Potrebbe essermi utile per motivi più nobili.Mi interessa invece quanto dice DiErre74. Sono completamente d'accordo sulla necessità di mantenere pubblica la
gestione di un bene così strategico. A patto di cacciare fuori i politici di professione, vero cancro delle municipalizzate, tutti tesi a costituire la CASTA, e sostituirli con personale tecnico e politici che non percepiscano stipendi con compiti esclusivamente di indirizzo.
E non solo per l'acqua. Per la sanità, per i rifiuti,per ogni realtà del genere. Altrimenti DiErre74, ha ragione il governo, meglio privatizzare. Perché così non si va avanti! Quindi se mi vorrete al vostro fianco per una battaglia per le risorse pubbliche, allarghiamo il discorso anche alla loro gestione!

IL PIRATA ha detto...

Il governo Berlusconi senza dire niente a nessuno ha dato il via alla privatizzazione dell'acqua pubblica.
Mentre nel paese imperversano annose discussioni sul grembiulino a scuola, sul guinzaglio per il cane e sul flagello dei graffiti, il governo Berlusconi senza dire niente a nessuno ha dato il via alla privatizzazione dell'acqua pubblica.
Il Parlamento ha votato l'articolo 23bis del decreto legge 112 del ministro Tremonti che afferma che la gestione dei servizi idrici deve essere sottomessa alle regole dell'economia capitalistica.
Così il governo Berlusconi ha sancito che in Italia l'acqua non sarà più un bene pubblico, ma una merce e, dunque, sarà gestita da multinazionali internazionali (le stesse che già possiedono le acque minerali). Già a Latina la Veolia (multinazionale che gestisce l'acqua locale) ha deciso di aumentare le bollette del 300% Ai consumatori che protestano, Veolia manda le sue squadre di vigilantes armatati e carabinieri per staccare i contatori.
La privatizzazione dell'acqua che sta avvenendo a livello mondiale provocherà, nei prossimi anni, milioni di morti per sete nei paesi più poveri. L'acqua è sacra in ogni paese, cultura e fede del mondo: l'uomo è fatto per il 65% di acqua, ed è questo che il governo italiano sta mettendo in vendita.
L´acqua che sgorga dalla terra non è una merce, è un diritto fondamentale umano e nessuno può appropriarsene per trarne illecito profitto.
L´acqua è l'oro bianco per cui si combatteranno le prossime guerre.
Guerre che saranno dirette dalle multinazionali alle quali oggi il governo, preoccupato per i grembiulini, sta vendendo il 65% del nostro corpo.

Ghost(o) ha detto...

In linea teorica è impossibile non concordare con Il Pirata.
Ma ogni volta che QUI, a Chianciano, viene citato Berlusconi io mi insospettisco, a torto o a ragione.
Così, alla fine, mi è sembrato che
il suo intervento sia ottenebrato da un approccio ideologico che alla fine lo rende fazioso e non corrispondente alla realtà dei fatti.
Se solamente Il Pirata, ma anche Dierre, si guardassero un pò intorno, senza citare come sempre Berlusconi,
scoprirebbero che QUI da noi l'acqua è privatizzata da un bel pezzo e che anche quando era del
tutto pubblica veniva gestita in maniera assolutamente clientelare e nepotistica.
Adesso è già una partecipata, dove se non sbaglio i soci di maggioranza sono i francesi. Risultato?
Tariffe esose, esosissime,acqua scadente e continuità nel clientelismo.
Questo già OGGI, ante Berlusconi.
Quindi, a mio parere, molto meglio di questo ibrido è proprio la privatizzazione, che ovviamente
e probabilmente risulterà come sempre fino a adesso in questi casi non ben fatta, non ben regolata, priva della necessaria concorrenza, clientelare etc. etc., ma che nel futuro ha almemo una possibilità.
Mai funzionerà invece una gestione pubblica o semipubblica come l'attuale.
Personalmente, onestamente
forse perché non ne faccio parte, mi sono stancato di questo "tifare" per un pubblico inefficiente, costoso, dotato di stipendi e diritti
sproporzionati rispetto al privato,
che alla fine però sono io, e non Berlusconi, a pagare e mantenere.

Anonimo ha detto...

Gentili signori il problema di Chianciano e' che quasi la totalita' delle aziende sono in grossa crisi economica non ce la fanno a pagare tasse,contributi,etc.....ultimamente sono stati pignorati diversi conti per tasse varie non pagate....ora mi domando la politica di quei 4 imprenditori alberghieri che si sentono un po' piu' forti e sperano che tutti gli altri chiudono dove pensate che porti? Bello vedere zone come una parte di Rinascente che sembra Beirut bombardata....qui le chiacchiere non servono piu' urge un intervento statale/regionale di aiuto immediato o il baratro si materializzera'....

zorro ha detto...

Cittadini ricordate che abbiamo una classe politica scadente non all'altezza di risolvere i nostri problemi.
Pensate come sarebbe oggi Chianciano sè i nostri politici (per modo di dire)non avessero bloccato gli investimenti (i classici bastoni fra le ruote)
A) Casucci Pirano vedi Monti di Sopra
B) Berna Silvio vedi Ippodromo La Magnanella
C) ............. vedi Campi da Golf
D) Mencarelli vedi Ippodromo Loc.Castagnolo.
Potrei continuare fino a domani.
Pensate quante occasioni abbiamo perso grazie a questa classe politica incapace e arrogante.
Per quanto riguarda la polemica sugli alberghi devo ricordare ai più smemorati che negli anni passati alcuni albergatori invece di creare servizi e cioè parcheggi,giardini,solarium e sale intrattenimento,hanno tolto tutti questi servizi per farci delle camere e per di più poco accoglienti e dal punto di vista igienico/sanitario scadenti.
Pertanto,se ognuno di noi facesse l'esame di coscienza si accorgerebbe che a far crollare Chianciano un pò di colpa l'abbiamo tutti specialmente nella scelta politica.

GUARDIANIDELLEACQUE ha detto...

Come non trovarmi d'accordo? Bravo Anonimo delle 16,32! Ma cominciamo a urlarlo tutti! Qui serve un intervento straordinario!Punto. Chiamatelo Stato di Crisi, chiamatelo STU, chiamatelo "STU STATO DI CRISI DINT'O QUALE SIMM' FERNUTI", chiamatelo come volete, ma Chianciano ha necessità di un piano straordinario. Come se a Torino fosse fallita la FIAT!

Anonimo ha detto...

Buonasera a tutti gli amici bloggers presenti su Valtubo.

Amo presentarmi sempre con il mio nome e cognome, senza usare anonimati. Mi chiamo Salvatore Cipolletta e sono un “terrone” (fiero di esserlo) che ha acquistato tempo fa una struttura alberghiera qui a Chianciano Terme.
Vi leggo sempre con molto interesse ma non essendo natio di Chianciano non sono sempre addentro alle varie e colorate discussioni che vengono proposte su Valtubo, così come ancora oggi non riesco a comprendere del tutto la Vs. mentalità (anche se ormai abito a Chianciano da molti anni) e di questo Vi prego di scusarmi sin d’ora.
Volevo ringraziare Paolo Piccinelli (che ho avuto l’onore di conoscere personalmente) e Sincerità per le parole che hanno usato verso noi “Terroni”, mentre desidererei tanto ricordare all’amico Anonimo delle 13.13 che il più delle volte gli Alberghi di Chianciano sono stati acquisiti “da noi terroni” solo perché le nuove leve (figli, nipoti e quant’altro) avevano deciso di intraprendere altre strade professionali non seguendo le orme dei genitori. Forse acquisendole abbiamo evitato che tante strutture chiudessero i battenti e tanti seri lavoratori si ritrovassero poi senza un lavoro. La professionalità, competenza e voglia di lavorare hanno sempre caratterizzato il mio operato e sono sicuro anche quello dei tanti “terroni” che sono venuti a Chianciano ad investire i loro risparmi e capitali, ho creduto, abbiamo creduto e crediamo ancora in una ripresa di Chianciano, altrimenti non saremmo ancora qui a “soffrire” tutti insieme (chiancianesi e terroni) per una rinascita di questa stupenda città. Se purtroppo come afferma Anonimo delle 13.13 si è costretti a volte ad accettare dei prezzi “scandalosi”, sappia il caro amico che questo è indipendente dal fatto di provenire o meno dal Sud Italia, perché potrei portargli ad esempio (con nomi e cognomi) tanti bravi albergatori di Chianciano che sono “costretti” ad accettare quei prezzi di cui parla Anonimo delle 13.13.
Spero Vorrete perdonare questo mio sfogo, ma quando sento e leggo certe cose mi si drizzano i capelli in testa e parto in quarta, addossare le colpe dell’attuale situazione socio-economica di Chianciano Terme in particolar modo agli albergatori “terroni” è quanto di più squallido esista.
Ringrazio Valtubo per l’ospitalità che Vorrà accordarmi e saluto Voi tutti con stima e cordialità.

Anonimo ha detto...

Buonasera,


Pur essendo chiancianese doc condivido perfettamente l'intervento del Sig. Cipolletta.
Perche' andare contro alle persone del sud che vengono ad investire a Chianciano (si intende in modo serio e professionale), quando a volte noi Chiancianesi sotto tanti punti di vista ci comportiamo peggio di loro....
Facciamoci prima ognuno di noi un esame di coscenza e poi critichiamo gli altri.

Se negli anni l'amministrazione era stata piu' elastica e meno vincolanti con i vari imprenditori che volevano costruire strutture serie in Chianciano a quest'ora avevamo una città fresca e di buon valore nel mercato economico-turistico ed invece siamo qui dopo anni senza aver fatto niente di niente ma solo chiacchiere.

Io penso ad una cosa.....ma se non ci fosse stata la Dottoressa Duchini a fornirci le Terme sensoriali ( se pur piccole che possono accogliere solo poca clientela) che sarebbe stata dell'immagine di Chianciano ????
Adesso nel centro Italia Chianciano é conosciuta solo per un l'immagine delle terme sensoriali e non per altro...

Cari amministratori sarà giunta ora di svegliarsi oppure arriviamo alla deriva????

Anonimo ha detto...

ai sig. ALBERGATORI....chiancianesi..

se chianciano è ridotto così, sapete benissimo che la colpa è la vostra, perchè i trattamenti da schifo che avete riservato in questi ultimi anni alla clientela sarebbero veramente da striscia la notizia.
Vergogna, ognuno avete tirato l' acqua solo nel vostro misero orto, con il risultato che ben vediamo... AVETE FATTO FUGGIRE TUTTI !! siete stati guidati solo dalle invidie, e dalla vostra pochezza imprenditoriale, tanto che come sono sorti i problemi ad uno ad uno siete e state cascando come mele marce, e quindi quale miglior rimedio di vendere ai terroni.??.. per tappare i buchi in banca !!

FACCIO PRESENTE quindi CHE SE CI SONO è PERCHE' C' E' STATO QUALCHE ST....O CHIANCIANESE DOC CHE GLI HA VENDUTO....

Quei pochi che siete rimasti sembrate il cane che bada l' aglio !! (non lo mangia e non vuole che lo mangino gli altri)
Se avevate l' ambizione di lasciare alberghi e negozi al sangue Blu chiancianese dovevate rimanere ai vostri posti... e non esiste che chi ha gettato la spugna ora sia il primo a sputar sentenze,, si vada a godere i soldi incassati dalle vendite in giro per il mondo. Visto che invece siete quì a rompere le scatole a chi è rimasto, vuol dire che i soldi incassati forse vi sono bastati appena per coprire i buffi incapaci 2 volte !!!

Arriva chi investe su chianciano, vedi Albanesi , e la vostra invidia fa si che gli avete rotto le palle all' inverosimile....

Quindi riassumendo credo che se non cambiate il modo di ragionare diventando dei veri imprenditori, non potete sperare che chi vince le elezioni vi risolva tutti i problemi. Se siete fortunati forse vi potrà addolcire "la pillola" ma la rinascita se prorio la vogliamo fare prima deve essere negli individui e poi su tutto il resto. ribadisco il concetto:

il difficile oggi non è portare la gente nei posti ma è MANTENERLA.


In ultimo a dimostrazione di quanto detto sopra, vediamo i candidati favoriti,, tutti e due forestieri, non siete stati capaci neanche in questo....

Ormai a queste elezioni no, ma alle prossime non mi scandalizzerei nel vedere candidato l' albergatore con il gruppo elettrogeno!!!! ahahaha..

deluso ha detto...

condivido in pieno quanto detto dall'anonimo del 6 maggio ore 0.06 e non solo aggiungo che chiamare imprenditori gli albergatori di chianciano è veramente offensivo per la categoria. loro sono braccia tolte all'agricoltura. E' indecoroso dare la colpa di tutto a chi venendo da fuori gli ha comprato l'albergo. Prima era sin troppo facile la gente veniva a flotte e loro la mettevano dentro tutto qui. Ma quando di è trattato di cavare gli attributi hanno tutti o quasi venduto, lasciando alberghi fatiscenti ad altri.
Per quando riguarda l'Amministrazione Comunale ha fatto di tutto per impedire qualsiasi iniziativa privata ed ecco come ci ritroviamo con centinaia di appartamenti vuoti e alberghi lasciati in completo degrado dove probabilmente la notte trovano rifugio dei disperati

DiErre74 ha detto...

Caro Ghost(o), credo che tu non abbia ben compreso il senso del mio precedente commento sulla probabile futura privatizzazione del “servizio idrico integrato” e pertanto torno volentieri sull’argomento.
Come prima cosa sappi che io non sono affatto uno dei tanti tifosi del “pubblico inefficiente”, anzi sono fermamente convinto che ci sono servizi attualmente pubblici dove credo che l’intervento privato potrebbe portare solamente benefici, ma sull’acqua il discorso è un altro ed il mio pensiero, su basi ideologiche ma anche realistiche, è pertanto ben diverso.
Conosco altrettanto bene la realtà attuale, ovvero che qui da noi il “servizio idrico integrato” ha già da tempo una gestione semipubblica, dove ci sono Comuni, Enti, Consorzi, ma anche Banche (MPS e BPEL) e società private (SUEZ), ma soprattutto, e qui concordo con te, sono sotto gli occhi (e dentro le tasche…) di tutti, che i risultati di tale gestione, in termini si dì tariffe, ma anche di qualità, sono quelli che sono…..
Ma nel mio precedente commento ciò che ho provato ad affrontare era un’altro aspetto della vicenda. Alla pari di quanto fatto e detto da altri, sarò pure stato anche troppo ideologico, ma se lo rileggi con più attenzione vedrai che, senza nominare né Berlusconi, né Tremonti, ferma restando la mia posizione totalmente contraria alla privatizzazione dell’acqua, il quesito sostanziale che io mi sono posto e soprattutto avevo intenzione di porre ad ogni futuro candidato a Sindaco, qualunque essa sia, era un altro. Provo allora a riformularlo.
Siccome, almeno per come ho inteso io la nuova normativa, l’eventuale privatizzazione del servizio idrico avrà con moltissima probabilità tra le varie conseguenze anche il mancato introito di importanti entrate economiche nelle casse dei Comuni, mi domando, ad oggi nessuno a pensato a come sopperire a tali eventuali mancati incassi futuri?
Io mi chiedo, infatti, non è che poi, come avvenuto a seguito della tanto sospirata privatizzazione delle Terme dove il Comune si è trovato a far fronte a continui aumenti di capitale, e quindi anche costretto a prendere impopolari decisioni (come cedere, per fare il più noto degli esempi, la gestione della farmacia comunale), che ci troveremmo a dover far fronte a nuove economiche difficoltà? C’è nessuno che già da adesso si pone domande su come trovare soluzioni a tale eventuale possibilità?
Un saluto ed al prossimo commento!

Gianfranco Rotondi ha detto...

Non sono candidato.
Appoggio, ma non sono candidato.
Questo per la verità

IL PIRATA ha detto...

Il Ministro Gianfranco Rotondi ha accettato la proposta avanzatagli dall'on. Antonio Guidi, candidato a sindaco della lista civica "Chianciano per la liberta'", di fare il capolista.
Il giorno 5 Maggio a Roma il candidato a sindaco si è incontrato con il Ministro per definire insieme gli ultimi dettagli della campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative del 6 e 7 giugno. In questa occasione l'on Guidi ha informato il ministro sugli accordi raggiunti con le forze politiche di Chianciano che sosterranno la sua lista; infatti dopo gli accordi gia' raggiunti nei giorni scorsi con la Lega Nord e la Destra di Storace, ieri sera Guidi ha siglato una intesa anche con i dirigenti dell'Udc e dei socialisti locali.
Tra l'altro e' stata deciso che la "squadra" che verra' presentata sara' totalmente nuova e che nessuno dei consiglieri comunali di minoranza uscenti sara' ripresentato. In base agli accordi e' stato anche stabilito che ciascuna forza politica fara' " un passo indietro" nelle composizione della lista sulla quale era stata gia' ipotizzata una ripartizione dei 16 posti che prevedeva 6 posti a Forza Italia, 4 a AN, due all'Udc, due ai socialisti, uno alla Lega e uno alla destra.
Il candidato sindaco Antonio Guidi infatti non ha voluto questa ripartizione cosi' rigida che era stata avanzata dal Pdl e ha chiesto a tutti gli alleati, che hanno accettato, di lasciare dei posti liberi per far entrare nella lista esponenti della cosiddetta societa' civile. In base a questa decisione i posti di Forza Italia sono scesi a 4, quelli di AN a due e quelli degli altri partiti ( Udc, Socialisti, Lega e Destra) a un posto ciascuno . Quindi, a parte il Ministro Rotondi che fara' il capolista , rimangono altri 5 posti da riempire con altrettanti nomi che saranno concordati a un tavolo congiunto tra tutti gli alleati che sostengono la lista civica "Chianciano per la Liberta'".

Polmone Destro ha detto...

Il problema degli albergatori a Chianciano, è che siamo nel periodo di transizione, ahimè sempre più ritardata, tra la seconda e la terza generazione, quindi tra due modi di “vedere” le azioni da fare.
Dopo che la “prima” generazione, di fatto imprenditoriale, cioè quella che è passata dai campi alla costruzione degli alberghi e del turismo chiancianese, basata sulla cura idroponica si è passati alla seconda generazione, che ha fatto solo la “gestione” del proprio albergo, in concorrenza con l’albergo accanto, e nel momento in cui è finita, quella “droga del mercato” che era l’inserimento della cura nel servizio sanitario, non ha avuto la capacità di capire che il mercato stava cambiando e che doveva cominciare a vendere il prodotto Chianciano e dintorni, nuovi servizi e offerte, non puntando più solo sulla cura idroponica (cosa che quando, se ne parla con qualcuno sembra di dire un‘eresia) e non più in competizione con l’albergatore accanto, ma con una strategia comune.
Purtroppo a questo discorso, si è accostata una serie di gestioni dell’amministrazione pubblica, miope e spesso più volta a contrastare il privato che ad aiutarlo ad attivarsi in nuove iniziative, che non ha di fatto permesso la crescita di una cultura ed una mentalità imprenditoriale.
Per le prossime elezioni, purtroppo vedo nella candidata Ferranti la solita proposta con un bel restyling di facciata, mentre nella candidatura di Gudi del centrodestra si sente qualcosa di nuovo e ci nutro le mie speranze.
Nell’attesa comunque di valutare le persone di “contorno” dei due candidati e le proposte che lanceranno (e manterranno?) in campagna elettorale

Gianfranco Rotondi ha detto...

pirataccio,
ti confermo che non sono candidato!
appoggio comunque.
e la settimana scorsa, dopo l'esclusione del mio caro cirino pomicino dalle liste per le europee mi ero anche arrabbiato con silvio e non sono andato in consiglio dei ministri. ora mi sono rappacificato, ma non mi candido a chianciano. appoggio. come sempre.

Anonimo ha detto...

Per Dierre74, io sono ignorante in materia di acqua, ma il tuo discorso "ideologico" mi sta bene.
Quello che non capisco sono le mosse del comune: prima ci danno la diga, le autobotti, i vasconi dell'Orcia, poi li cedono al Cigaf da cui a Nuove Acque con le relative tariffe; stessa cosa con le dismissioni in favore di Siena Ambiente e relative tariffe.
Allora il pubblico serve per tirare la cordata a società miste dove qualcuno si arricchisce o tutela i cittadini nei beni e bisogni essenziali?
Il poggiolo

Anonimo ha detto...

Carissimi amici del Centro Destra,
ma perchè insistete su questa "bufala" della Lista civica ?
Come si può definire civica una lista che ha come candidato e capo lista due signori che vengono da Roma e diretta emanazione del Governo berlusconiano ?
In merito poi alle candidature delle Associazioni, anche qui non raccontate bufale: nessuma associazione culturale o sociale seria ( a meno che non sia di partito ) candiderà mai nessun suo iscritto in una lista di destra o di sinistra come suo rappresentante ufficiale; sono semplici cittadini che decidono di candidarsi ma non possono rappresentare una associazione di cui fanno parte, semplicemente perchè in ogni associazione ci sono persone di varie tendenze politiche !

Anonimo ha detto...

salve a tutti,
sono l' anonimo delle 0,00
mi permetto di far notare una cosina ... a POLMONE DESTRO
nel tuo post, sembra quasi che tu giustifichi la situazione con il cambio di generazione, ebbene secondo me non è giusto, perchè i signori albergatori devono sapere apertamente che con il loro operato non solo si sono rovinati per se, ma hanno seccato un' economia.. ( scusa se è poco!!)

approfittiamo di questo stupendo mezzo di valtubo per fargli sapere apertamente quello ...

CHE LORO BEN SANNO DI ESSERE MA CERCANO DI CELARE NEL PEGGIORE DEI MODI....

Questo argomento non è di poco conto, dato che se loro per primi non si danno una RIQUALIFICATA, seria prima al cervello e poi alle strutture,
è totalmente inutile sognare di REALIZZARE i sogni (che costano milioni di euro) dell' ingegnere o politico di turno,
quando la futura clientela si dOvrà scontrare con questi INCAPACI !!
capaci solo di farli scappare ..

Il personale difficilmente parla 2\3 lingue, (i proprietari poi !!ahaha!) tutti ci lamentiamo di questi immigrati,
e chi li ha fatti venire??
I nostri signori albergatori...
e allora mi spiegate che prospettive può avere questo paese gestito da questi individui??

Dove regna solo l'ignoranza e la presunzione?

Cambiate o vostro malgrado dovrete tornare molto presto ad essere le braccia dell' agricoltura...

Polmone Destro ha detto...

Rispondo ad anonimo delle 20.02 ( ti prego datti un nickname è più facile dialogare).
Probabilmente mi sono spiegato male, io intendevo darti ragione, nel senso che tra la prima e la terza, ancora non giudicabile per ragioni di tempo, è esistita sicuramente una generazione di “gestori” ma non di imprenditori, cioè di persone che hanno investito, magari anche bene, nel proprio albergo, ma poco o punto su Chianciano come prodotto da migliorare e vendere.
Per quanto riguarda l’economia seccata, beh la responsabilità va condivisa tra più fattori, tra cui gli albergatori hanno sicuramente una parte di responsabilità, ma non certamente la maggiore, come ho spiegato nel precedente intervento, forse sono stati “bloccati” da un modo di amministrare anti-privati della sinistra.
Per quanto riguarda il discorso del personale, lì si vede la tua non conoscenza del settore, perché trovare personale qualificato è molto difficile se non impossibile, gli italiani che vogliono lavorare negli alberghi sono sempre meno, alla faccia della crisi, e gli unici che lavorano sono stranieri, i quali anche se organizzano corsi gratuiti di lingue e te ti sforzi di mandarceli alla fine non li frequentano, forse l’unico modo sarebbe dare la possibilità di licenziarli se non studiano e fanno i corsi, ma poi glielo spieghi te a quei geni dei sindacati……... In questo paese “sinistrato” (inteso come di sinistra).

Anonimo ha detto...

Ciao Polmone destro, mi scuso di non aver messo la sigla io sono
V.

Andiamo per ordine, riguardo all' economia seccata il merito tra albergatori e pubblica amministrazione, credo sia comunque maggiore degli albergatori, i clienti che sono Fuggiti per i disservizi ricevuti durante il soggiorno negli alberghi sono il risultato del secco!! la pubblica amministrazione ha peccato su tutto il resto !! i vigili sono stati bravi e fondamentali. (quando misero i parcheggi a pagamento) che per 5 minuti di ritardo scrivevano come matti..Stavano con il cronometro a controllare il disco orario oppure facevano i segni con la vernice sulle gomme, o come lasciavi la macchina fuori posto tak ci trovavi il regalino !!!

Purtroppo io ho un' attività commerciale e se ti elencassi tutte le lamentele che i clienti facevano in quei tempi (ma anche nel 2008 non sono stati zitti) durante la stagione ci potremmo fare un libro!!!

Ora l' anno preciso non lo ricordo ma era il periodo dove i GESTORI scoprirono i Gruppi.. dei comuni, e le loro menti infallibili gli fecero avere la brillante idea di mettere i vecchietti in ciabatte con i clienti che pagavano il prezzo pieno... Sicuramente tu e chi legge si ricorderà tutto :_:_
Comunque credo che quello è stato il periodo del massimo sfacello creato all' immagine chiancianese.

poi Il Personale...

Bhè quì scusa ma mi sei caduto sul ....
anche se non ho mai lavorato in albergo, hO fatto molto spesso il contrario, il cliente....
Potendo così valutare dall' esterno la cosa fondamentale, il Servizio ricevuto.

dato che lo Scopo dell' albergo è fornire un' insieme di servizi ovviamente proporzionati alla categoria.

Poi per l' italiano non raccontiamo che non ha voglia di lavorare.. diciamo che si è rotto le palle di essere sfruttato !! gli orari chiancianesi VERIIII tu li conosci benissimo !!
vieni assunta come cameriera, poi fai i piani, la sala, la cucina, la reception etc etc..
Magari mi dici questo succede nelle piccole realtà, ok! ma nelle grandi o medie, la professionalità si acquista Pagando!!! e non sfruttando!!! te i professionisti veri pagali poi lo vedi se ti vengono quì!
Gli italiani neanche ci vengono più a chiedere il lavoro A CHIANCIANO perchè sanno benissimo chi trovano..
Quindi la morale è semplicissima,

il personale VERO professionale costa e si fà pagare, ( e l'Italia ne è piena )

se non si è disposti a pagare,ovviamente la contro offerta è quella abbracciata a 360 gradi dai gestori come tu li definisci.
La cosa desolante è che siamo costretti a vedere e vivere il risultato di tutte queste furbate.
Del paese sinistrato ogniuno ha ciò che si merita!!
tranquillo che con me dove sono non c' erano !!!

CIAO ALLA PROSSIMA!!

v.

GUARDIANIDELLEACQUE ha detto...

Rieccomi!
Mi sento, com'è ovvio, chiamato in causa...
Sono Chiancianese, con le radici familiari ad intrecciarsi alle pietre del Borgo di Mezzo, sono albergatore, di terza generazione oltretutto, e perciò...
Ma iniziamo! Una risposta a un paio di anonimi.
Certo che gli albergatori hanno pesantissime colpe. Ci siamo fatti fregare dal sogno di un successo infinito e facile. Quando, lavorando sul (credo) primo piano regolatore (1969 circa), gli urbanisti ci dissero (io avevo 7 anni, per me è storia non ricordi) che l'area Rinascente doveva essere decongestionata di costruzioni, magari con abbattimenti, tutta la categoria insorse! Ricordo battaglie furibonde cui partecipò anche mio padre, insieme a Renato Giglioni se ricordo bene. E da allora quanto è stato edificato alla Rinascente! Certo abbiamo sbagliato. Il presente ce lo mostra crudamente. Ma sbagliammo in ottima compagnia! Potrei fare nomi e cognomi di chi, in ogni partito politico locale appoggiò quelle tesi! Trasversalmente. Dal PCI ai missini! MA CHI SE NE FREGA! Non giova a nessuno stabilire di chi furono le colpe: serve indicare scenari di ripresa!
Coloro che nel blog si sentono così senza peccato da scagliare un tornado di pietre sulla mia categoria si ricordino che è con sacrifici immensi e personali che tutti noi manteniamo aperte le nostre aziende. RIMETTENDOCI SOLDI, MOLTO SPESSO! E TANTI! Se si sentono così filantropici che aprano una sottoscrizione per vedere in quanti sono disposti a perdere denaro per mantenere le aziende in piedi! Non un Euro cavereste!
Certo ci sono caterve di problemi. Ma sono problemi non di una categoria, ma di un economia cittadina! Perché non mi pare che i Commercianti nel loro complesso siano, ne siano stati, migliori degli albergatori. Salvo eccezioni, sicuro, ma di eccezioni e notevoli ce ne sono anche tra i miei colleghi.
Perché poi non è che in giro in Italia ci siano questi eserciti di professionisti alberghieri eccezionali. Ogni volta che vado a Milano (MILANO non Trequanda!) per una fiera e dormo in un tre stelle non è che trovi questa qualità scintillante, come non la trovo a Venezia, a Bari, a Olbia! Salvo la differenza importante di spendere il quintuplo che a Chianciano!
Quindi calma nel prendersela con gli albergatori! Ieri un collega mi ha detto una cosa per strada. A noi - mi dice - più che altro ci mancano i fatturati!
E' vero! Lapalissiano! Ci mancano i fatturati per poter operare quel salto di qualità che sarebbe, sono il primo ad ammetterlo, necessario.
Perché senza lilleri non si lallera. Ecco perché è necessario diminuire i posti letto complessivi mentre si opera un grande disegno concentrico di rilancio. Per dare alle aziende residue spazio di manovra per investimenti altrimenti improduttivi! Perché la categoria è alla frutta. Bambole non c'è una lira! A proposito, negli uffici pubblici, negli impieghi statali, dalle poste ai Carabinieri... quante lingue sanno? Eh anonimo? Quante? How many? E i dipendenti delle terme quante? E l'albanese portiere di notte del mio ultimo tre stelle milanese, un anno o due fa, quante ne sapeva? Certo non l'italiano, ma magari se la cavava bene col serbo...eh, bisognerebbe impararlo il serbo!
Quanto all'accusa di aver rotto le.... al Cav. Albanesi, beh credo che abbia fatto di tutto perché ciò capitasse, fermo il mio rispetto per lui come membro della categoria degli albergatori!
Un ultima cosa, questa volta non polemica, lo giuro,a Polmone destro, del quale apprezzo la moderazione anche se non lo condivido in toto; devo correggerti, probabilmente per un errore di battitura.
La cura dell'acqua di chianciano è idropinica, idroponiche sono delle coltivazioni sperimentali dette idrocolture.

Deluso ha detto...

Caro guardiani delle acque è certo che ora i soldi non ci sono! ma quando c'erano, solo pochi albergatori hanno rinvestito nelle proprie aziende e ciò lo dimostra lo stato in cui versano la quasi totalità degli alberghi. L'imprenditore giustamente deve fare utili ma anche reinvestire nella sua azienda altrimenti che imprenditore è? Poi stendiamo un velo pietoso su quelli che lavorano negli alberghi, come pretendete che dopo che il personale fa 12 ore al giorno abbia pure la professionalità? Anche io girato molti alberghi, ma credi neanche nei peggiori si lavora come a chianciano. Realtà come la riviera adriatica dove comunque sono governati dalla sinistra da sempre, hanno avuto delle crisi pazzesche ricordi la mucillaggine eppure con un mare che fa schifo sono riusciti a venirne fuori quelli sono imprenditori!

Ghost(o) ha detto...

Bambole non c'è una lira!
(dal post di Luca)

Non c'è una lira :
- nelle casse del comune
- nelle casse delle terme
- nelle casse della bcc
- nelle casse degli albergatori
- nelle casse dei negozianti
- nelle casse di chi ha fornito di merce e servizi agli alberghi e ai negozi
- nelle tasche dei dipendenti di alberghi e negozi
- nelle tasche dei nostri pochi e scalcagnati turisti (grupparoli e no)
- nelle mie tasche

Quasi quasi faccio una lista civica. Costare non costa, magari non subito, ma alla lunga può darsi che renda.
Passo in giornata per le firme...

Polmone Destro ha detto...

Caro V., nel rispetto delle opinioni personali, secondo me molti dei disservizi presenti, o dei servizi assenti, sono causa delle difficoltà create dall’amministrazione a chi voleva o vuole proporre cose nuove, se poi intendi come pessimo trattamento da parte degli albergatori, posso dire che certamente certi albergatori attuano, negli ultimi tempi un comportamento,diciamo, poco professionale, ma molti degli alberghi di Chianciano, voglio sperare la maggioranza, se trasferiti in altre parti d’italia sarebbero nella fascia più alta della propria categoria.
Infatti se fai un giro nelle città, località di mare etc, a parte il prezzo più alto, sono molto al di sotto, ripeto a parità di categoria, con gli alberghi di Chianciano.
Il personale “qualificato” è vero può costare di più, ma ti giuro che è molto difficile trovarlo specialmente in una realtà in crisi come Chianciano, e sul discorso dello “sfruttamento” forse avveniva in maniera costante, ma veniva pagato stai tranquillo, 20 anni fa ora con la MOLE DI LAVORO che c’è negli alberghi mettiti l’anima in pace i dipendenti si riposano parecchio.

ALLA PROSSIMA !

PS: Per I GUARDIANI DELLE ACQUE Idroponica è un errore di battitura I ed O sono accanto nella tastiera, il bello è che l’ho fatto 2 volte!!! (Grazie X la segnalazione e scusami)

Anonimo ha detto...

salve a tutti, sono V.

vedo con piacere che avete raccolto il sasso!! Sono contento sento aria di autocritica positiva ,
Sicuramente in tutte le categorie economiche ci sono delle ECCEZIONI, per fortuna !!
vi domando però, ammesso e non concesso che fuori di quì il trattamento sia uguale, non credete che proporre alla clientela la differenza cioè professionalità, cultura, educazione, ( il famoso trattar bene di una volta ) possa fare la differenza tra venire quì o andare altrove tanto trova la stessa cosa?

di fondo capiamoci tutti diciamo la stessa cosa, il mettersi poi a pettinicchio alla fine non giova più a nessuno, una proposta vera e seria per il futuro dovrebbe essere riuscire a mettere in comunicazione vera , albergatori, commercianti, terme ed il comune per arrivare realmente tutti insieme alla realizzazione di un progetto da seguire comunemente , discutendone a mezzo internet, dato che le riunioni non servirebbero, alla fine sarebbe tutto calcio e politica.
Le mie critiche tuttavia sono indirizzate a tutti i furbini purtroppo per noi chianciano ne è sempre stata piena!! ( quelli che pagavano tutti a fine stagione , quelli che davano la minestra nei piatti piani, quelli che dicevano 5 minuti prima che butti la frutta portala in albergo che ci fò il gelato o la macedonia, quelli che fanno riposare talmente tanto il personale che magari lo chiamano solo ad agosto, insomma quelli che tutti conosciamo bene magari fanno i fighi al bar che sanno tutto loro e fanno tutto loro e quindi credo che sia giusto far sapere come sono al mondo intero! ( dato che la nostra rovina al 99% è stata questa mentalità)
Comunque devo ammettere che anche se non condivido pienamente Beppe Grillo ha proprio ragione quando dice che la rete è un mezzo meraviglioso per mettere in contatto le persone, e fosse la volta buona che riusciamo a mettere un po’ di fiato su collo a chi stà SU :: che fino ad oggi ha fatto solo i sui comodi fregandosene di chi sta sotto. (questo lo dico IO !!)
Forza continuiamo così.

Ciao . V.

PDL Chianciano Terme ha detto...

Domenica pomeriggio (10.05.2009), nel Centro Storico di Chianciano Terme, in P.zza delle Mordole, dalle 16,30, l'ON. Antonio Guidi incontrerà la cittadinanza.

PDL Chianciano Terme

Anonimo ha detto...

Mi domando..
ma se l' on. vince le elezioni come lo dovremo chiamare sig, onorevole sindaco?? (mi sa tanto di cinese !!!) ormai abbiamo capito che è onorevole, non potrebbe scendere tra i comuni mortali e farsi chiamare solo per nome e cognome DEL RESTO PER ANDARE SU ANCHE QUESTA VOLTA HA BISOGNO DEI NOSTRI VOTI !!..
o forse dobbiamo avere per forza soggezione ??

spazzino bighellone ha detto...

X anonimo delle 22:53 del 07/05.
Invece, se vincerà la Prof. Ferranti come dovremo chiamarla? Professoressa, Dottoressa o Sig.ra?

grazie-biden ha detto...

Sul Corriere di Siena di oggi c'è scritto che Guidi ha dovuto chiedere a Rotondi di non candidarsi nella lista del Centro Destra per far spazio alle candidature della società civile. Gli ha chiesto di fare il sacrificio di non candidarsi.

Ma, mi sa che ci prende in giro. E' stato Rotondi che non aveva intenzione di candidarsi, come si evince da un'intervista rilasciata dallo stesso al Giornale alcuni giorni fa. La notizia invece arriva a Chianciano soltanto oggi con la stampa locale.

Quindi Rotondi non c'è. Ma ci aspetta un'ondata proveniente dalla società civile. Speriamo anche da un po' di società incivile. Perché ce n'è sempre bisogno.

GUARDIANIDELLEACQUE ha detto...

Interessante articolo su interessante Libro! Consiglio per la lettura a tutti i Blogger (c'è anche una vasta parte dedicata alla situazione di Chianciano.
http://www.ilcittadinoonline.it/index.php?id=12276

Anonimo ha detto...

Non so se sono vere, presto si avrà comunque l’ufficialità. Queste alcune indiscrezioni di paese su alcuni nominativi dei candidati della lista Ferranti e della lista Guidi.
Lista Ferranti: Paolo Piccinelli, Marco Tistarelli, Roberto Cherubini, Giacomo Ciacci.
Lista Guidi: Andrea Marchetti, Fabio Nardi, Nino Tubino, Gianni Fanti.
Che ne dite?

Anonimo ha detto...

Anonimo del 7/5/09 22.53 invece di chiederti come vuole essere chiamato l’On. Guidi
perché non ti chiedi quanti secondi ci mette a lasciare Chianciano se perdesse.
Qualcuno si ricorda che ci aveva promesso la volta precedente?

Anonimo ha detto...

anche io confermo i nomi del PD ed aggiungo anche Nicoletta Bianchi, Franco Angeli ed un Giglioni.
Del PDL non sò niente, ma domani sapremo tutto.

la destra ha detto...

Ciao a tutti, mi presento, sono Adolfo Minniti candidato per La Destra nella Lista Civica "Chianciano per la Libertà - Antonio Guidi Sindaco". Vivo a Chianciano da 9 anni e provengo da Merano (Alto Adige) dove ho svolto attività politica dal 1977 al 2000 sedendo in consiglio comunale per 15 anni 10 dei quali come capogruppo del MSI prima e di AN poi.... ho voluto fare questa presentazione per dire che non sono un novellino, anzi e che ho una mentalità "teutonica", molto precisa e, a detta di tutti, affidabile. Ho accettato l'invito a far parte della Lista Civica "Chianciano per la Libertà", dopo aver approfondito la conoscenza con il candidato Sindaco Antonio Guidi, persona davvero speciale ed attentissima ai problemi di Chianciano e del sociale, settore, con l'ambiente, che m'interessa di più. Leggendo il blog ho notato che molti si lamentano del fatto che ancora non si conoscano i programmi dei candidati a Sindaco, appena ufficializzate le liste e le candidature, statene certi, verranno presentati. Io posso accennare, qui, ad alcuni punti del programma de La Destra che proporrò nell'arco della legislatura, ad integrazione del programma del Sindaco Antonio Guidi.
Recupero e rilancio del Centro Storico di Chianciano Terme con interventi mirati anche incentivando la riapertura degli esercizi commerciali, ZTL con ampio parcheggio e servizio di scale mobili e/o ascensori
Risparmio energetico da attuarsi mediante il passaggio graduale dell'illuminazione pubblica e dei locali comunali a LED e/o energia solare
Incentivare l'uso di pannelli solari per le abitazioni private
Creazione di un "fondo di solidarietà" per imprese e famiglie in difficoltà, anche attraverso la collaborazione di banche locali, agevolazioni sui mutui, garanzie comunali etc....
Totale abbattimento delle barriere architettoniche ancora presenti nell'ambito comunale
Queste solo alcune proposte, ad integrare il programma del Sindaco Antonio Guidi, non ho quindi parlato di Casinò (favorevole), del Termalismo e del Congressismo, della Casa di Riposo e di tutti gli altri progetti presenti nel programma della Lista e che a breve verranno resi pubblici.
Resto a dsiposizione di tutti per suggerimenti soprattutto per quanto riguarda il sociale in tutte le sue sfaccettature, e l'ambientalismo. Mi scuso se sono stato lungo, ma spero di aver chiarito, almeno in parte, cosa intenda fare La Destra all'interno della futura maggiornaza di governo cittadino

Anonimo ha detto...

X Anonimo 8 maggio 2009 16.17,
penso che se la Ferranti dovesse perdere, forse ci metterebbe ancora meno a tornare ad insegnare in Sardegna...

spazzino bighellone ha detto...

....ah dimenticavo, l'attuale Architetto ce lo vogliamo dimenticare?

Anonimo ha detto...

sono l' anonimo 22,53 x spazino bighellone, ma ti rendi conto PROFESSORESSA, dottore, etc, sono titoli comuni, cose di tutti i giorni, ma quì si parla di un' onorevole, ragazzi per buttare giù chi è già morto,, hanno fatto venire addirittura S. Pietro dal PARADISO...
Credo però che sarebbe + giusto nei confronti delle persone semplici,, come noi !! che usasse meno sto ONOREVOLE !!!

O se non ci si fà manco stavolta, allora è meglio che si cambia PAESE.

birifeo ha detto...

Io l’avevo detto che i lazzi non erano belli….
Cara Professoressa, mi tocca fa mea culpa, tutto stò cambiamento non ci sarà!
Sarei però curioso di sapè, di tutti questi candidati quanti l’ha scelti lei e quanti i partiti che dovrebbero portà i voti! Secondo me, alcuni non si conoscono nemmeno tra di loro!

spazzino bighellone ha detto...

X anonimo delle 18:52.
Io non ci vedo nulla di male nel chiamare il Prof. Guidi Onorevole, poi se vogliamo essere sinceri, lui si presenta con il suo nome e cognome....sono gli altri, conoscendo il suo curriculum, a chimarlo Onorevole.

Anonimo ha detto...

Prima parlavo con un mio amico con il quale riponevamo molte speranze nella scelta dei nomi della lista del PD. Siamo rimasti delusi, molto delusi.
Anzi, abbiamo anche ipotizzato il futuro in caso di vittoria elettorale.
Marco Rossi vice-sindaco. Sergio Giani assessore al posto del Menchini. L’Altobelli e il Rossi Claudio assessori riconfermati. E assessori esterni Fabrizio Sanchini (bilancio) e Guido Bombagli (Urbanistica)…..
Ecco il rinnovamento tanto atteso!

Anonimo ha detto...

Cari Signori e questa sarebbe la novità che esprime il PD ?
Complimenti !!!!!!!!!!!

Tutte persone di primo grado....proprio per un rilancio di Chianciano...

Io voglio vedere quanto sono a dargli fiducia.....

? ha detto...

l'anonima delle 19.55 farnetica.
tanto per rassicurarlo. Il bombagli è fuori e non rientra certo dalla finestra.

tutte le altre ipotesi di assessorati sono fantasie. del rossi mi dispiacerebbe perché vale poco, ma la ferranti qualcuno con un po' di esperienza in lista ha dovuto mettercelo.

Anonimo ha detto...

e chi sarebbe questa gente con l'esperienza? La Rossi? Il Ciacci? il Cherubini? il Tistarelli? A già..forse intendevi l'Angeli e il Rossi Claudio!

Uomo Ombra ha detto...

Il PARTITO DEMOCRATICO, preso dal terrore di perdere le elezioni, ha di fatto trovato le firme per una lista truffa capeggiata da AUGUSTO ROSSI e la sua ciurma di politicamente "trombati", che si sono presentati con un simbolo molto simile a quello del PDL per INGANNARE la gente.
Le bassezze di certa gente, di certa politica e della sinistra non finiscono mai.....

Meditate gente meditate!

Ghost(o) ha detto...

In attesa dell'ufficializzazione delle liste preciso a Dierre la mia posizione sul problema dell'acqua :
- Privatizzazione della gestione, abolizione del canone per tutti, ma soprattutto per le utenze private con applicazione a queste ultime di tariffe agevolate o a zero euro per i primi metri cubi di consumo rapportati ai residenti nell'abitazione.
Mi sembra un modello semplice, applicabile anche ad altro tipo di utenze, e soprattutto molto più a favore dei deboli dell'attuale e del vecchio.
Certo, diventerebbe difficile in questo modo far assumere "l'amico" di turno raccomandato dalla politica...

Anonimo ha detto...

Ora sarei curioso di sapè che pensano i vari ambaradà, dierre, onda lunga e dago sulla lista del PD....

Polmone Destro ha detto...

Ecco i nomi della Lista Civica "Chianciano per la Libertà" di ANTONIO GUIDI

Pierpaolo Giglioni (capolista)
Andrea Marchetti
Gilberto Mencacci
Andrea Angeli
Maria Giovanna Alati
Nino Tubino
Roberto Angeli
Fabio Nardi
Roberto Checcarelli
Lisetta Rossi
Evandro Nannetti
Nadia Caponeri
Adolfo Minniti
Roberto Esposito
Ottavio Tiezzi
Luca Bari

Anonimo ha detto...

Bella lista....davvero stavolta vi voto...sono proprio contento.

e so' già a chi dare la preferenza.

zorro ha detto...

Speriamo che la rottamazione sia ancora valida,così il PD può vincere ancora le elezioni.
La maggior parte della lista è ricomposta da personaggi incapaci di gestire il proprio figuriamoci se deve gestire il pubblico.
Comunisti (quelli veri)lo sapete che il PCI è finito e che la FESTA DELL'UNITA'non gli appartiene più??????

Anonimo ha detto...

Lista PD: fritto misto di riciclati, politicanti e finti nuovi, una lista senza slanci, alla faccia del rinnovamento e del coraggio. Dott.ssa Ferranti, se da quì deve passare il rilancio di Chianciano, allora non ci siamo proprio.

Lista Guidi: non mi sembra male, anzi, mi convince. Ci sono persone che, prima cosa sono veramente nuove alla politica e sicuramente entusiaste, e in più molte di loro sono impegnate nella vita pratica di tutti i giorni, dunque secondo me possono capire meglio le nostre esigenze in questo momento di crisi.
Il carisma e le capacità politiche di Guidi poi, sono un bel valore aggiunto.

Anonimo ha detto...

Valtubo, ma quando ci fai conoscere la lista PD ??? Esiste oppure è ancora in alto mare ??

valtubo ha detto...

Vi giro comunicazione di Antonio Falcone per correttezza e correzione.

Gentilissimo Valtubo,
per dovere di cronaca ma anche di rispetto verso le persone
Le chiedo gentilmente di rimuovere il nome di Leonello Santoni
dalla HP e più specificatamente dalla rubrica "Istant Poll", così come avevo richiesto tempo fa.
Il compagno Leonello Santoni sarà presente nella nostra lista come candidato ma non
nella carica di eventuale Sindaco.
Leonello era il nostro candidato ma per suoi motivi personali non ha voluto assumere questo
ruolo e quindi penso che anche Valtubo converrà che sia utile toglierlo da quella rubrica.
Per quanto riguarda la lista "Rifondazione Comunisti Italiani" sarà fatta una conferenza stampa i
l giorno 12 maggio alle ore 11.30 presso il circolo PRC dove annunceremo la candidatura, il programma e la lista.
Vi possiamo anticipare che il candidato Sindaco sarà Gianluigi Pegolo della Segreteria nazionale di Rifondazione Comunista.

Distinti Saluti
Il Segretario del PRC di Chianciano Terme
Antonio Falcone

Ringrazio Rifondazione e Comunisti Italiani ed ho impostato il nuovo sondaggio, il vecchio spostato resta per motivi tecnici, ma dal 22 maggio verranno tolti (per legge) tutti i sondaggi elettorali.

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

I soliti inbecilli...( di An?)! Chiezzi,Chiezzi...Non Tiezzi!! Ottavio o meglio Binaca, non glie ne voglia!!!

la destra ha detto...

Come detto nel mio precedente intervento, la lista di Chianciano per la Libertà Antonio Guidi Sindaco è una lista assai importante ed innovativa. Io stesso, Adolfo Minniti, per la prima volta candido in questa città e spero di contribuire, nel mio piccolo, alla vittoria dell'alternanza... è ora di svecchiare Chianciano e di cambiargli volto. I programmi sono ormai pubblici, basta recarsi in Comune per averne copia, e le risposte alle vostre domande possono essere soddisfatte.... Per quanto mi riguarda ripeto i punti salienti del mio programma integrativo:
recupero centro storico (ztl, ascensori, scale mobili, agevolazioni per i commercianti e per chi investe nel recupero)
investimenti in energia pulita
fondo di garanzia
interventi a favore delle famiglie e giovani coppie
attenzione alle tematiche ambientali
parco giochi in paese e
parco giochi a tema
abbattimento delle barriere architettoniche
incentivi a coloro che tengono anziani e/o malati a casa
pubblicizzare il "prodotto chianciano" attraverso la tv, i giornali, manifestazioni nazionali ed internazionali
interventi a favore dei giovani.
Questi sono punti che vanno ad integrare il già ricco programma della Lista CHIANCIANO PER LA LIBERTA'
Per approfondimenti non esitate a contattarmi

Adolfo Minniti

Anonimo ha detto...

Devil, il commento da anonimo delle 15,23 è tuo...Falla finita credimi.

Anonimo ha detto...

miracoli della politica PD....il Cherubini e il Piccinelli, dopo aspra battaglia sule pagine della Settimana, ora si troveranno sicuramente d'accordo sulle "villette" e quindi sulle lottizzazioni delle Case e di Pereta....

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, sono Alessandra, oggi sulla Settimana ho avuto la conferma della voce sulla candidatura di Paolo Piccinelli, ma non con il centro destra, bensì con il centro sinistra..Sono rimasta allibita..

A casa mia cinque anni fa abbiamo dato la preferenza a Paolo Piccinelli, un familiare ha vinto le nostre titubanze e non ci sembrava male, poi ho saputo di come si comportava in Consiglio Comunale e siamo rimasti delusissimi, ma adesso che si candida con la lista di centro sinistra, provo un senso di vergogna assoluta, anche a Chianciano ci sono queste porcherie di giochini di interesse. Si vergogni non lui, ma chi lo ha candidato. Vorrei sapere se il giornale di Piccinelli ( che da oggi giuro non leggerò mai più ) prende finanziamenti o prenderà finanziamenti o contributi dalla Fondazione Monte dei Paschi, prego di vigilare su questo. Sono sconcertata e rammaricata, mi scuso per averlo votato, non pensavo che anche a livello locale potessero accadere queste cose.

Alessandra C.

Anonimo ha detto...

Cari Berlusconiani, stavolta avete fatto un bel lavoro con le persone, adesso vediamo il programma, siete sulla buona strada. Non mi deludete e stavolta ( o solo stavolta però ) il voto ve lo dò anche io.

Anonimo ( altrimenti mi licenziano )

spazzino bighellone ha detto...

I nomi della lista dell'Onorevole Guidi sono usciti.
Come mai i nome delle altre 3 liste sono latitanti?

Anonimo ha detto...

Caro Paoletto Piccenelli sei stato proprio una rivelazione!!! ... hai fregato tutti cominciamo con la politica del predica bene e razzola male !!!
Comunque contento te !!
Come ti ha detto un' amico comune, vedremo tra un' annetto se ti daranno ragione o ti segano le gambe...

Un saluto a tutti..

Anonimo ha detto...

ATTENZIONE!
La lista di Augusto Rossi, potrebbe essere una lista civetta del PD!!

ambaradà ha detto...

Caro anonimo del 9 maggio ore 9.15, ho scritto più volte qui nel blog e figurati se mi tiro indietro nel dire la mia anche questa volta…., sappi che l’avrei fatto anche senza il tuo invito.
Non so se mi chiedi che ne penso dei candidati della lista della Professoressa Ferranti solo per politica provocazione o perché forse hai percepito e forse ci speri, poco entusiasmo dentro l’elettorato di centro-sinistra. Comunque, i motivi della tua richiesta non importano, veniamo a noi.
Da quello che ne so, anche se saputi a morsi e bocconi, i nomi sono praticamente quelli circolati anche in queste pagine, e devo ammettere che sono deluso e non poco. Mi aspettavo scelte coraggiose, di cambiamento, si sono rinnovati molti nomi è vero, ma non di certo idee e qualità; a conti fatti forse l’attuale lista di Bombagli era migliore.
La mia impressione è quella che si sia sentito il fiato sul collo del centro-destra e anziché provare a cambiare, si è cercato solo di provare a prendere i voti, andando a sostituire persone con altre persone, ma che attingessero agli stessi serbatoi di 5 anni fa.
Ma ho paura che stavolta non possa bastare. La lista di Guidi presenta nomi più credibili di quelli presentati in passato e l’aiuto derivante dalla presenza della lista civica del Rossi Augusto potrebbe non essere sufficiente; lista quest’ultima che se fosse vero che è una lista civetta del PD, questo confermerebbe le mie impressioni…..dentro il PD si sarebbe pensato solo a cercare di vincere, anziché a cercare di governare bene sulla forza delle idee.
In ogni caso in questo mese vedremo, sentiremo e valuteremo; io spero vivamente che possa essere smentito, anche perché nelle qualità della Sig.ra Ferranti avevo sperato e da elettore di centro-sinistra, voglio continuare a farlo. Se poi prevarranno gli altri, onore ed oneri a loro e tempo per riflettere sugli errori agli altri.
Ora però spero che la prossima volta, su queste pagine si possa tornare a scrivere almeno tra noi su argomenti programmatici concreti e non su pettegolezzo elettorale. Buona Notte.

Anonimo ha detto...

In effetti l'aver favorito la creazione della lista di Augusto Rossi ed Albanesi ( il quale sarà capolista ) significa che la Prof. Ferranti è partita subito con il piede sbagliato, affidandosi a sciocchi e subdoli tatticismi e giochetti nella speranza di cogliere una vittoria....Il P.D. che si affida a Franco Albanesi è uno scandalo, ma possibile che non ci sia nel partito un dirigente serio che ci mette le mani ? Augusto Rossi è un caso umano di drammatica arroganza, lo conosciamo tutti ed ha pietito una candidatura nella lista del Guidi fino alla fine, quindi ha creato questa lista civetta del P.D. con la speranza di togliere voti al centro destra. Quando usciranno i nomi della lista di Rossi per il P.D. sarà una caporetto perchè questi sono assolutamente impresentabili.

la destra ha detto...

caro ambaradà, sono Adolfo MINNITI, candidato nella LISTA GUIDI.... puoi cominciare subito a dialogare di programmi concreti, visto che io, il mio programma, l'ho già pubblicato su queste pagine.

Anonimo ha detto...

Per tutti gli amici che hanno dubbi sulla presentazione della lista di Rossi Agusto. Vi confermo e credetemi, le firme per la presentazione così come i nomi di alcuni candidati sono stati "prestati" dal PD al solo scopo di creare disturbo e poter vincere senza preoccuparsi poi di dover ben governare. Non sono nè elettore di PD nè di PDL, ma un libero e pensante cittadino che valuta e ragiona con la propria testa. Ragionate gente, ragionate.......

Anonimo ha detto...

il piccinelli si è dimostrato quello che è un quaqquaraquà

panda argentato ha detto...

Scusate ma volevo sapere se per vedere il programma del PDL posso cercare Internet o devo prendere la macchina, andare in Comune, cercare per un'ora il parcheggio, fare una bella camminata a piedi, visto che non troverò il posto macchina vicino, arrivare in Comune, fare la file per un'altra ora e finalmente chiedere una copia del programma?
Spero solo che quando lo andrò a leggere ci sia un punto che prevede l'informatizzazione e l'informazione ai cittadini con acceso gratuito ad internet e l'agevolazione all'acquisto di computer altrimenti signori miei iniziamo veramente male.

http://www.meetup.com/IPiratidiChianciano/it/

Uomo Ombra ha detto...

Ascolta Panda, quando sei li in comune prendi anche quello del PD, perchè non è che lo trovi su internet quello di programma e se ci riesci fatti dare anche la lista dei nomi, sai il PDL l'ha diffusa, ma il PD e gli altri tutto per voci e tutto segreto, neanche i candidati del PD sanno come è composta la loro lista, pensa te!

Anonimo ha detto...

Si dice che questi fantomatici candidati del PD siano per una parte riconfermati dalla passata lista come Marco Rossi, Monica Rossi, Claudio Rossi, Antonio Altobelli, poi i nuovi, Giani, Piccinelli, Roberto Cherubini, Tistarelli, Giacomo Ciacci ed altri che non so'.
In poche parole, zero cambiamento, nessun'autonomia politica della Ferranti, soliti manovratori, poro Chianciano.

Anonimo ha detto...

Scusa caro Paolo Piccinelli, ma non ti vergogni, ma un po' di pudore non ce l'hai?

L'importante é avere un bella poltrona comodra e prendere il caché da consigliere comunale che non é male, vero?

Mamma mia che paese....

P.s. mi spiace molto per la Prof.ssa Ferranti che si é davvero circondata di persone davvero non all'altezza per il rilancio di un economia al tappeto come quella di chianciano

Anonimo ha detto...

Cari Amici, i giochi di potere si stanno chiudendo per il PD, le alleanze sottobanco sono pronte.
E adesso tutti insieme a rincorrere i voti.
Le strategie del vecchio stato della politica entreranno in "teatro".
Ecco gli attori del PD, le "caste" i vecchi trombati, quelli che ci credevano ma non sono riusciti ad entrare, ma soprattutto tutti quelli che HANNO PORTATO CHIANCIANO ALLA ROVINA.
Gli amici della Ferranti sono (Lista Rifond. Comunista, Comunisti, Verdi, Lista Albanesi e Rossi Augusto.
Andreotti disse "il potere logora chi non ce l'ha", pertanto tutti questi amici cercano questo, potere solo potere e spartizione di posti.
La vera realtà è la Lista Civica di Guidi ... lo possiamo chiamare così, non si offende se non gli diciamo On. o Ministro.
Questa è la novità per Chianciano, nomi credibili, persone che vogliono solo il bene per Chianciano.
Ricordate Amici non c'è confronto, la Lista Civica di Guidi è il nuovo l'esperienza e la speranza per tutti noi.
Il cambiamento che vogliamo sono loro, rinnoviamo gli Amministratori per il Comune e per le Terme di Chianciano.
A voi la parola ...
MAX 75

Anonimo ha detto...

Dal Blog di Gabriella Ferranti:

"Indubbiamente riconosco alla forza politica locale (PD), che porta avanti la mia candidatura, una forte volontà di rinnovarsi."

qualche dubbio ce l'ho,
secondo me invece c'è una forte volontà di restare attaccati alle poltrone

Anonimo ha detto...

il corriere di siena riporta anche la lista PD.....c'è anche il pierre Angiolini, forse pensano di recuperà qualche voto in discoteca!

la destra ha detto...

Privatizzazione acqua.
Per estrazione culturale ed appartenenza partitica sono contrario alla privatizzazione dei servizi primari, quindi anche dell'acqua. Devo comunque convenire con Ghost che la sua proposta potrebbe essere una buona base per una riflessione più approfondita, ma ritengo l'acqua IL bene primario pertanto difficilmente potrà trovarmi completamente d'accordo una privatizzazione che non sia bilanciata da interventi sociali senza scadenze temporali.... In democrazie è cmq bene sentire i pareri di tutti ed io, proprio per mia cultura, sono aperto a tutti i suggerimenti e consigli.
Adolfo Minniti

deluso ha detto...

ecco la lista completa del pd
uesta è la lista Impegno per Chianciano Terme - Gabriella Ferranti Sindaco,

Altobelli Antonio medico
Angeli Franco pensionato
Angiolini Stefano imprenditore
Bianchi Nicoletta avvocatessa
Cappelletti Alessia imprenditrice
Cherubini Robertino impiegato
Ciacci Giacomo ingegnere ambientale
Frizzi Francesco veterinario
Giani Sergio dirigente settore bancario
Giglioni Gianluigi impiegato settore turismo
Masci Renata impiegata settore termale
Piccinelli Paolo imprenditore
Rossi Claudio impiegato
Rossi Marco insegnante
Rossi Monica architetta
Tistarelli Marco impiegato pubblico

Anonimo ha detto...

anonimo 11 05 ma che bevi? un consigliere prende 90 euro in un anno, che pensi che a lui gli danno di più perchè è simpatico?
e poi io ci ragiono spesso e della politica non gli ne po fregà di meno, ha solo voglia di contribuire a cambià sto paese.
a me la lista non mi sembra male, invece quella di rifondazione l'ha vista nessuno?

Anonimo ha detto...

SCUSATE MA ALLA DESTRA NON GLI SONO BASTATI POSTI CHE HANNO DOVUTO FARE DUE LISTE? O MAX 75 MA LO RILEGGI QUELLO CHE SCRIVI? MA TE HAI CAPITO CHI è EVANDRO NANNETTI? O CHIEDILO FA IL FAVORE

Anonimo ha detto...

paolo ti é rimasta la poltrona di rifondazione???


Va beh dai, la prossima volta tocca con loro.

L'importante é la poltrona....altro che "cambiare l'idee del paese"

Anonimo ha detto...

Lista P.D che vuol dire Parecchio Deludente, Impegno per Chianciano, si impegno a non cambiare!

moralizzatore ha detto...

Buon pomeriggio a tutti, è da un po di tempo che non scrivo sul blog, ma vi assicuro che lo leggo con piacere ed assiduamente ogni giorno.
Finalmente siamo arrivati all'inizio della campagna elettorale vera e propria e tutti i nomi delle liste di punta sono usciti allo scoperto.
Sinceramente, nei mesi scorsi, ho avuto come l'impressione che il PD con la Professoressa Ferranti riuscissero anche questa volta a vincere e riconfermasi per altri 5 anni!
Bene, oggi a distanza di una mese dal voto, sono stato smentito da entrambi gli schieramenti.
Il centro destra ha candidato un uomo di grande spessore ed intelligenza, molto capace e sicuramente di grande carisma,
inoltre L'Onorevole Guidi ha fatto piazza pulita dei "soliti noti" che storicamente hanno macchiato le liste del centro destra impedendogli la vittoria. Tutto ciò mi ha davvero riempito di entusiasmo!
Questi "soliti noti" hanno cercato fino all'ultimo momento di farsi inserire nella lista, ma non riuscendoci, sono stati costretti (grazie al PD che gli ha trovato le firme) a crearsi una loro lista civica (ahahahah), nella speranza almeno di un "seggiolone" da consigliere di minoranza.
Sinceramente non sono molto preoccupato che Augusto Rossi possa portare via molti voti all'Onorevole Guidi, oltre quello suo, dei suoi compagni in lista e dei loro familiari, sono sicuro che i Chiancianesi che vogliono bene al nostro paese e che vogliono un vero e proprio cambiamento, faranno ricorso al "voto utile" escludendo a priori certe liste di ripicca....e permettetemelo INUTILI!!!
Per quanto riguarda la lista del PD della Professoressa Ferranti, devo dire invece, che a differenza delle mie aspettative (e credo anche dalle sue) la sua lista non presenta grandi cambiamenti, anzi, conferma un vero e proprio segnale di continuità con il passato, inserendo molti volti noti, coloro che hanno partecipato attivamente al declino del nostro bellissimo paese.
Voglio fare inoltre una mia considerazione riguardo ad un nuovo entrato nelle liste del PD, cambiando radicalmente sponda, da destra a sinistra, Paolo Piccinelli.
Io, come qualche altro Chiancianese, alle scorse elezioni avevo votato la lista del Prof. Athos Poggiani, dando la mia preferenza a Piccinelli, perchè lo consideravo un giovane in gamba e credevo che fosse positivo incetivare l'ingresso in politica anche ai giovani.
Oggi scorrendo la lista dei candidati del PD, mi trovo questo candidato che ha cambiato completamente bandiera. A Chianciano questo tipo di persone si chiamano VOLTAGIUBBE!!!!
Ma con che coraggio si candida a sinistra, dopo che x 5 anni ha rappresentato (devo dire malissimo) in consiglio comunale gli elettori del centro destra? Pensa che qualcuno di sinistra gli dia il voto? Chi saranno questi pazzi? Da quanto ho sentito in giro, a sinistra sono meravigliati quanto me di questi cambi di idee!
X adesso concludo qua il mio intervento, in attesa di conoscere i programmi di entrambi gli schieramenti....e perchè no, anche quelli di Rifondazione Comunista e di Augusto Rossi.

Anonimo ha detto...

a prima vista buona la lista civica e complimenti al sig. Minniti che da buon "altoatesino" si è correttamente presentato agli elettori. Un'idea: perchè ogni candidato non fa lo stesso aiutandoci a conoscerli meglio? sarebbe una cosa simpatica e molto utile per capire su chi dobbiamo "cliccare"....per cambiare!

panda argentato ha detto...

Sulla questione dell'acqua Adolfo Minniti ha pienamente ragione ad essere contro la privatizzazione e spero che non cambi idea o non si faccia convincere da altri interessi anche perchè l'acqua non è una merce che può essere messa in vendita o con la quale si possono arricchire delle S.p.a. come purtroppo sta accadendo adesso.
L'acqua è un bene primario necessario ai cittadini e quindi fuori dalle politiche economiche.
Questa è democrazia ma in Italia c'è veramente democrazia?...

http://www.meetup.com/IPiratidiChianciano/it/

Anonimo ha detto...

A parte che sto blog sta ormai diventando un comitato elettorale per la lista Guidi ( lista civica ? ma un fate ride..), ma mi dite come fate a di che la lista di centro destra è bona mentre quella di centro sinistra no: così a occhio, solo per i nomi e cognomi messi in fila ? A me mi pare che la lista di centro sinistra il rinnovamento l'abbia fatto, a parte il candidato a sindaco di 16 nomi solo 4 sono presenti già nella attuale ammiistrazione: 1/4 sul totale.
Perchè qualche nome di Guidi invece è novo ? Nannetti, Mencacci, Giglioni Pierpaolo.....
E poi una domanda: finora c'erano due liste a sinistra, ora un'altra a destra, secondo me vol di che aparecchi la lista Guidi un gli sta bene ! O no ?

Anonimo ha detto...

Ma te Minniti...
hai aperto un negozio di computer nel cwentro storico quando un c'era manco l'adsl...

bell'esempio di lungimiranza...e ci voi anche comanda'?

Anonimo ha detto...

Oh anonimo sveglia......

Rinnovamento nella lista PD, ma te scherziiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii??????????????

Ma un lo vedi che so sempre i soliti??? Ci mancava il Bombagli vice sindaco e poi era al completo???

cmq nn si sa mai , magari l'Arch Guido Bombagli lo fanno tornare dentro dopo le votazioni.....

Mi fate ride....ma a chi volete far credere, nn sono mica cosi miopi i Chiancianesi??

Poi per quanto riguarda i nomi "nuovi" del PD, guarda meglio non pronunciarsi, non voglio offendere nessuno.

Per carità, fate ride i polli

Anonimo ha detto...

Scusate ma perché parlate sempre del Piccinelli, se tanto non vi ha mai rappresentato bene se come dite gli segano le gambe dopo un anno, se non ha idee buone, ignoratelo. Parlandone lo fate diventare più importante, qualcuno che dovreste conoscere diceva "tanti nemici tanto onore".

Anonimo ha detto...

lo volete capì o no che la lista di Augusto Rossi l'ha fatta il PD per levà i voti a Guidi!!!! Le liste di sinistra sò 3!!!

Anonimo ha detto...

Caro anonimo delle 17.44, purtroppo per te il blog non sta diventando un comitato per Guidi, anche perchè è sempre stato frequentato e apprezzato da molti di sinistra, dichiarati.
Il fatto è che la gente senza paraocchi, non come te che neghi anche l'evidenza, appena vista la lista della Ferranti l'ha ritenuta una continuazione con la politica che ci ha governato negli ultimi anni, ed inoltre i nuovi si vede che sono messi li per rispettare quote di partito o rappresentare le solite sacche di voti di sinistra (la banda, voci e progetti, i dipendenti comunali, c'è anche la sindacalista delle terme, legambiente). Forse la gente si è rotta di essere governata da chi meno di altri vive la crisi di Chianciano ed è disposta a cambiare.
La lista di Guidi poi risulta molto più libera nella sua composizione, dal momento che figurano anche alcuni nomi che a detta di voci, non sono mai stati simpatizzanti di destra. La verità è che Guidi ha raccolto il malcontento ed ha allestito, almeno nei nomi, un gruppo variegato e sicuramente nuovo, perchè anche i da te citati Giglioni e Mencacci non hanno mai avuto posti di governo in comune pur essendo impegnati politicamente da anni.
Te devi essere uno di quelli che anche se a sinistra candidassero una sedia, la voteresti...

Anonimo ha detto...

La cosa che piu' mi delude e mi fà arrabbiare é che se la sinistra candidasse anche il "ghiacciolo" della situazione, raccoglierebbe alle amministrative i giusti consensi per governare...

Ma perché siete cosi?

Perche' non provare a cambiare dopo anni e anni ( circa 3 lesgislature) di mal governo?

Non dico che la candidatura di Guidi sia come l'oro colato, ma almeno proviamo a dare un cambiamento politico a questo paese.

Prima di mettere la "crocetta" giusta stiamo di molto molto attenti, pensiamoci su mille volte;

Si decide il futuro di Chianciano dei prossimi 5 anni ed é davvero importante se nn vogliamo sprofondare!!!

falconeide/1 ha detto...

Falconeide - una storia di declino comunista

Eccolo Antonio Falcone, comunista di ispirazione gramsciana, come si è definito (come è riportato dal corriere di siena di oggi) candidato alla presidenza della provincia di Siena per la lista anticapitalista (?)

Ma dove sia l'ispirazione gramsciana nessuno lo sa. Alcuni lo considerano un bordighiano. Ma i più credono che sia il frutto originale della situazione drammatica che la sinistra che vivendo, aggravata dal disastro chianciano.

Nel 1999, insieme a Sanchini (comunista di ispirazione craxiana) spacca rifondazione, per appoggiare Bolici. L'obiettivo è la poltrona di vice-sindaco, in una colizione in cui c'è anche il gruppo di D'Amico. Si inizia a delineare il comunismo chiancianese del secondo millennio. Con un'alleanza strategica ardita.


Rifonzione alle amministrative affonda. Da tre consiglieri nel precedente consiglio passa ad uno, il solo Falcone.

Cinque anni senza niente di particolarmente significativo. Il comunismo dall'interno (la sesta via). Viene iniettato nella macchina del comune ma nessuno se ne accorge. Anzi, per depistare approva insieme agli altri la privatizzazione della gestione dell'acqua potabile ai francesi. Il comunista gramsciano non si pronuncia. Neanche sbadiglia, approva, come approva il bingo dentro l'acquasanta. Per voler aggiungere una cosa poco significativa, per poterlo ricordare.

Alla fine del mandato lascia la maggioranza boliciana. Aveva già presentato la sua candidatura a sindaco (siamo nel 2004), con un manifesto all'americana, anzi con una mossa all'americana. Le elezioni vanno male. Viene eletto per un pelo, il partito alle comunali affonda (il confronto con le concomitanti elezioni europee è impietoso). Sanchini va in provincia lo abbandona. Il partito annaspa. Politicamente scompare, è un partito che coincide con l'uomo. Un uomo solo in fuga su una bicicletta e senza acqua (ormai privatizzata) che prosegue la sua corsa cieca verso il comunista... ma quello albanese di Henver Hoxa.

continua...(resurrezione)

anticipazione:si parlerà
- di come Falcone ottiene tutto nelle contrattazioni con il PD (alla amministrative del 209), ma rompe lo stesso, sprezzante del rischio che la destra conquisti il palazzo.
- di come si scopre che Falcone ha infiltrato candidati dappertutto e risulterà il vincitore assicurato delle prossime elezioni (Nardi nel PDL, Meacci nella lista di Rossi, e [omissis] e nella lista del PD). Oltre alla lista di Pegolo-Santoni. E di come da gramsciano si scopre come sia divenuto l'epigono della strategia trotskista dell'infiltrazione)
di come rifondazione comunista scompare dal consiglio comunale e provinciale, ma si ritrova al governo di Chianciano e della provincia tramite i suoi candidati occulti

alla prossima...

zorro ha detto...

E' desolante leggere nel blog come a Chianciano ci siano molti elettori cechi;sordi e che i fatti più evidenti di una politica non indirizzata agli interessi dei cittadini e della comunità non siano ammessi e riconosciuti da elettori di sinistra.
Dato che ci sono cittadini seri sia a destra che a sinistra,io mi auguro che questa classe politica indecente,opportunista,arrogante che mira solo alla poltrona sia mandata a casa.

Anonimo ha detto...

Zorro

ci sono anche alcune elettori slovacchi... non solo quelli cechi...

io sono un'elettrice slovacca, che vota a sinistra. per evitare che i fascisti vadano al governo di chianciano.

la destra ha detto...

x anonimo delle 18.12

Povero sciocco che sei..... si vede che sei cresciuto alla scuola comunista..... io NON voglio COMANDARE, quello lo fanno i dittatori a cui la tua parte politica si riferisce, io voglio solo dare il mio contributo per migliorare Chianciano.... lo immagino che per te è difficile capire, mi dispiace per te...., ma io parlo di programmi e di progetti, tu offendi e straparli perchè sei senza argomenti.....

VERGOGNA!!! ha detto...

chi di lista civetta ferisce
di lista civetta perisce.

è ormai cosa nota che parte delle firme per la presentazione della lista di Augusto Rossi sono state raccolte da un gruppo di militanti del piddì.

Ho sentito che anche per la lista di bonello santoni ci sia una firma di un noto esponente della destra.

bello schifo.

speriamo trovino irregolarità nelle firme

la destra ha detto...

all'anonima elettrice slovacca dico che concordo con lei.... ognuno deve sentirsi assolutamente libero ed a posto con la propria coscienza..... c'è chi vota PER costruire una nuova speranza, chi vota PER ridare dignità alla nostra cittadina, chi vota PER un progetto e chi, viceversa, vota CONTRO qualcuno..... anche questa è democrazia, io preferisco stare dalla parte di chi vuol fare non di chi è CONTRO, non è parte della mia cultura, non ho mai visto nemici dall'altra parte, ma solo avversari.... ma tant'è....

Anonimo ha detto...

L'elettrice slovacca dovrebbe andare a parlare di comunismo agli slovacchi veri, lo vedi come la rimandano a Chianciano...che ridere, "...per evitare che i fascisti vadano al governo di chianciano."
Attenta perchè dice che alle sensoriali vogliano dare nuovi servizi, du' manganellate pe'la cervicale e i massaggi con l'olio di ricino...!
E' deprimente sentire ancora sti discorsi. Oh, siamo nel 2009, sveglia!

Anonimo ha detto...

La Prof. Ferranti sarà anche Chiancianese ma per adesso non si è nemmeno fatta vedere.
Cosa aspetta a scendere in piazza?

Anonimo ha detto...

Ma che elettrice slovacca, sono le solite boiate dietro alle quali si nasconde il P.D. quando ha paura di perdere...Ve4rgogna: FASCISTI SIETE VOI CHE AVETE FATTO DEL CLIENTELISMO LO STRUMENTO DI POTERE PRINCIPE ATTRAVERSO IL QUALE GOVERNATE A SCAPITO DEGLI ONESTI.

Anonimo ha detto...

alla sig. slovacca,

purtroppo i minonarati di casa nostra ci sono e ci restano! ma quelli stranieri possono tranquillamente riprendere il gommone e tornarsene a casa propria o devono capire che i loro cari comunisti, come li hanno fatti scappare da casa loro, tra non molto quì gli tocca la stessa fine.

medita!!!!medita!!!

Anonimo ha detto...

Ragazzi ho visto la lista di Augusto Rossi, vi giuro è una comica assoluta, è davvero incredibile, per questo non la fanno vedere...Molti sono dipendenti di Albanesi, altri sono parenti di Augusto Rossi, è da morire dal ridere...Poi c'è la Costanza Diamanti eppoi un altra che è andata fallita con l'attività. Pensate agli annunci pieni di enfasi di Augusto Rossi, che cialtrone, ha fatto la lista solo per cercare di non far vincere Guidi e per rimanere in Consiglio Comunale altri cinque anni. Pensate che fino a Mrcoledì era a mendicare la propria candidatura dal centro destra, con ogni mezzo possibile, incluso il ricatto di fare appunto una lista civica come poi ha fatto grazie al P.D. , ma per fortuna lui ed Albanesi non hanno fatto una lista, ma bensì una vera e propria porcheria che fa ridere.
Ciao a tutti
Lucia

Anonimo ha detto...

Si dice che la lista del Rossi sia piena di gente di sinistra messa insieme all'ultimo momento, con firme di esponenti del PD al solo scopo di creare una lista civetta per togliere voti a Guidi.
C'è da vergognarsi, cari moralisti della sinistra!

la destra ha detto...

ecco la lista del (dei?) rossi.... a voi i commenti io mi assenterò un paio di giorni:
franco albanesi
giovanni pezzella
giovanni alliegro
leonardo berluti
carlo debernardi
paola goracci
michelina massa
ivan meacci
costanza diamanti
simone maccari
francesca busoni
rossana scaramelli
laura bagnasco
attilio quaranta

per un totale di 14...... vorrà dire che la Lista Guidi vincerà con 14 voti di meno....

Adolfo Minniti

Anonimo ha detto...

No dai ragazzi, io non voglio credere ai miei occhi; Mi auguro che il Sig. Minniti abbia scherzato inserendo questi nomi...

SIAMO SUL RIDICOLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Anonimo ha detto...

Non voglio credere ai miei occhi, come siamo caduti in basso, la lista del Rossi conferma il giochino del PD che la ha appoggiata con le firme. La maggior parte dei nomi sono di estrazione di sinistra e non li hanno trovati neanche tutti e 16. Mi meraviglio di come ci si debba svendere pur di andare contro l'interesse di Chianciano.
Delusissimo dei cosiddetti moralmente puri Democratici. Complimenti, un bel figurone!

Anonimo ha detto...

salve a tutti da V.

Un appello a tutti i politici, visto che la comunità del blog è una realtà in continua crescita (speriamo lo sia sempre +)

vi pregherei di prenderne atto, e di prendere l' esempio del sig. Minniti.

Fateci sapere quali sono i vostri programmi, chi siete, insomma considerate che tanta gente non viene alle vostre adunate in piazza, ma vi segue quì ....

uNA VOLTA TANTO SFRUTTATE QUESTO MEZZO PER ARRIVARE AD UNA BUONA PARTE DI VOTI.
PARLATECI DI COSE CONCRETE CONSIDERANDO CHE NON DOVETE CONVINCERE CHI GIà VOTA PER VOI, MA CHI è DALLA PARTE OPPOSTA !!!!

vEDIAMO COSA SIETE IN GRADO DI FARE!!!

Grazie della cortese attenzione.


un saluto

alla prossima

V.

DiErre74 ha detto...

Rieccoci di nuovo qua a scrivere sulle pagine di questo blog, e so anche che alcuni (qualcuno lo ha persino richiesto….) aspettavano questo mio intervento postumo all’uscita delle liste dei candidati a consiglieri comunali per le prossime amministrative, e lo aspettavano proprio perché mi sono posto “vicino” alla candidata Ferranti ed alla sua area politica, la cui causa più volte ho perorato. Da dove parto…vediamo un po’…., forse posso farlo dal commento postato da “ambaradà”, il quale più volte ha detto di condividere i miei ed adesso ho l’occasione io (anche se avrei preferito farlo su altri temi..) di ricambiarlo.
Da quando ho iniziato a scrivere su queste pagine, più volte ho affermato quanto a mio avviso, più del singolo candidato a Sindaco, di basilare importanza per il futuro politico-amministrativo della nostra cittadina fossero tali scelte. Oggi, alla luce dei fatti, non conoscendo magari a fondo tutte le dinamiche politico-elettorali, ma avendoci comunque riflettuto il giusto e considerandomi una persona logica e coerente, mi sento personalmente di affermare che, ferma restando la mia fiducia nel progetto della Prof.ssa Ferranti, del tutto soddisfatto e convinto della bontà di alcune di tali scelte, io non lo sono.
Io sono sicuramente convinto che la definizione di una squadra politicamente varia possa essere utile per meglio rappresentare quelli che sono i bisogni, le aspettative o le richieste dell’intera cittadinanza, ma sono anche altrettanto convinto del fatto che eccessiva eterogeneità, possa rendere molto difficile il trovare accordi pre e post elettorali, per una strategia di governo comune.
Ovviamente mi sto riferendo proprio alla lista fa capo alla Prof.ssa Ferranti, lista elettorale questa dove senza dubbio ci sono alcune singole personalità socialmente, culturalmente e politicamente interessanti, ma che onestamente mi sembra di più un gruppo “statico” formato in fretta e furia con l’intento di recuperare capillarmente e minuziosamente più voti utili per la competizione elettorale, (ed ho anche qualche dubbio che siano stati fatti bene i conti…) che, effettivamente per definire e soprattutto portare avanti di concerto una vera e propria linea di governo per la Chianciano Terme del domani. Da un’area di sinistra progressista quale si manifesta il PD mi aspettavo scelte più coraggiose e volte ad un radicale cambiamento e speravo profondamente che questa si presentasse come l’occasione per “gettare il cuore oltre l’ostacolo”; non me ne vogliano affatto i candidati, tra i quali ho colleghi ed anche molti amici e conoscenti, ma onestamente, se non in due/tre isolati casi, in loro e/o nel loro modo di pensare non vedo almeno ad oggi le prerogative sulle quali desideravo si basasse tale campagna elettorale, ma soprattutto il futuro della nostra cittadina. Sincerità per sincerità dico anche che non avevo di certo in testa una mia “completa” lista ideale, ma ciò non toglie che un po’ di amaro in bocca e perplessità in questo gruppo (non nel singole persone) io attualmente ce l’ho e spero vivamente di essere smentito da subito, a partire da questa sicuramente frizzante e tosta campagna elettorale che li spetta. Sappiate che cambierei più che volentieri quella che è la mia odierna valutazione.
Passando alla lista guidata del Sig. Antonio Guidi, che tra l’altro ieri all’interno del centro storico ho avuto modo di conoscere personalmente invitato a farlo da uno degli altri miei amici e conoscenti che militano a suo fianco, ripeto sostanzialmente quanto detto in precedenza. Il Sig. Guidi sarà senza dubbio un personaggio di ottimo spessore politico e di spiccata sensibilità ed intelligenza, e travalicando sugli spot elettorali relativi a connessioni con il governo centrale, mi rimangono molti dubbi sulla sua reale conoscenza della realtà locale o su come questa possa venire da lui acquisita o a lui raccontata. L’unica variante che posso apportare a quanto detto in precedenza, quando non conoscevo i nominativi della squadra, è che almeno stavolta mi sembra che tale lista presenti persone/personaggi sostanzialmente (in numero e qualità) più attendibili e spendibili di quelli presentati in passato. Certo è che a tutti loro non basterà stare all’ombra del Sig. Guidi, adesso dovranno venir fuori e dire quali sono le loro idee, i loro programmi e come intendono perseguirli.
Concludo con due parole sulle altre due liste, di cui ad oggi ancora, almeno io, non conosco i nominativi.
La lista di rifondazione/comunisti italiani è ovviamente e schiettamente ideologica e, pur facendo battaglie talvolta condivisibili, mirerà a raccogliere il consenso di pochi nostalgici; penso che sarà dura forse anche raccogliere un solo consigliere comunale.
Infine la lista di Augusto Rossi. Qui, sulla schiettezza di tale scelta qualche dubbio sinceramente in me è sopraggiunto. Conosco, magari non a fondo è vero, il Sig. Rossi ed una idea sulla sua integrità morale me l’ero fatta, ma la poca trasparenza relativa a come si è giunti alla presentazione di tale lista non mi convince. Se fosse vero quello che in molti dicono qua nel blog (lista civetta del PD), questo andrebbe senz’altro a confermare ciò che penso e che sopra ho scritto in merito alle motivazioni delle scelte dei candidati del centro sinistra, ma soprattutto sarebbe un subdolo modo e metodo politico utilizzato molto lontano dalla concezione che, forse da illuso, immagino io almeno per quanto concerne la politica locale. Se siamo veramente su questi livelli è allora un mondo che non mi appartiene. Un saluto a tutti voi.

Anonimo ha detto...

Scusate, ma le firme necessarie per poter presentare una lista, sono pubbliche?
Io penso di si, sarebbe ganzo vedere chi c'è dietro a questo tranello della lista Rossi.
Adesso con la rete di internet e lo strumento del blog i sotterfugi si scoprono!
Le bugie hanno le gambe corte!

Anonimo ha detto...

Cari signori.....qui mi pare che si abbondi di sciocchezze ...il programma dell destra inizia con il recupero del centro storico????ma vogliamo scherzare oramai il centro storico di Chianciano e' stato abbandonato a se stesso ,non ha nessun appeal,possiamo forse spendere soldi per il centro storico????Credo abbiate scherzato....qui il caro ex ministro Guidi deve dare visibilita' con i suoi presunti (speriamo) appoggi con le televisioni e la stampa del signor Berlusconi ,deve fare arrivare qualche grosso imprenditore per rilanciare questo paese pieno di potenzialita'...queste sono le prime cose che deve promettere.Poi non possiamo continuare con ambiente e sociale che sappiamo bene essere solo propaganda....vorrei programmi veri non stupidaggini...e' finito il tempo degli scherzi il paese e' allo stremo.Understand?????

Anonimo ha detto...

Lista di sinistra oscena quella di destra peggio...........oiobooo ma che li scegliete col lanternino.....

IDT Italia dei Trappuloni ha detto...

Cara Dott.ssa Ferranti, nella sua lista dovrebbe esserci anche il rappresentante dei dipietristi dell'IDV (noti giustizialisti). Cosa ne potrà pensare della probabile raccolta di firme da parte di esponenti del PD per la lista civetta del Rossi?
Andrea Bacci che ne pensa?

Ghost(o) ha detto...

Comincio dalla lista di centrodestra.
Poteva essere fatto di meglio.
Non entro nel merito dei singoli, che a volte, forse per differenza di età, neanche conosco, ma complessivamente l'elenco secondo me risente di alcune scelte fatte con un bilancino non so su quale metro tarato.
Diciamo che una metà abbondante della lista è composta da persone che (io) reputo di buon livello, e che divido le altre tra quelle che "si poteva facilmente fare di meglio" e quelle che su cui non posso esprimere giudizi.
Di certo l'On. Guidi un merito ce l'ha, ed è quello di aver tenuto da subito fuori dai giochi certi personaggi.
Se però considero che personalmente avrei fatto fatica a trovare quindici nomi nomi di mio completo gradimento ecco che il mio voto finale è 6+ (alla lista, non al candidato).
E veniamo alla lista di centrosinistra.
Qui le cose si complicano.
Sulle persone complessivamente il mio giudizio non differisce di molto da quello espresso precedentemente per il centrodestra, ma le perplessità sulle logiche che hanno portato alla sua composizione mi sembra che ci sia molto da dire.
Primo problema.
Io credo assolutamente alla buona fede di Paolo Piccinelli, ma ciò non toglie che l'intera operazione, oltretutto condita a quanto sembra dall'inserimento di
altri suoi elementi di fiducia, sia perlomeno ambigua e dubbia.
Paolo, che ha Sarteano credo voterà, come da lui stesso ribadito, a destra, qui voterà a sinsitra e per se stesso "per il bene del paese".
Personalmente, se proprio aveva l'intenzione di salire sul carro storicamente "vincente" penso ad esempio che la sua figura e le sue competenze potevano essere usate in altro modo (dopo) e non adesso e con tale forza d'urto.
Se condivido l'analisi di Paolo sui problemi che precedentemente ha incontrato con il centrodestra, non posso fare a meno di non notare
una certa disinvoltura nel suo comportamente e un'altrettanto strana disinvoltura di chi lo ha accolto con così grande disponibilità.
Un'operazione, almeno nei modi e nella quantità, evidentemente a mio parere sbagliata.
Premesso che ancora vedo in leggero vantaggio il cetrosinistra non vorrei che alla fine Paolo politicamente si dimostri un cavallo perdente...
Secondo problema.
Secondo me la "spinta propulsiva"
che la somma delle singole personalità della lista esprimono è complessivamente poca, insufficiente o scarsa, che dir si voglia, ma soprattutto contraddittoria e non univoca.
Terzo problema, ed è un problema storico.
Mi preoccupa il fatto che, una volta messo sotto pressione, il PD non riesca a tirar fuori niente di più dell'ordinario sia come nomi che come logiche.
Vale quello che è stato già detto per le attività commerciali : i vecchi non si fanno da parte. Magari restano dietro le quinte, ma non scendono di sella e non lasciano mai lo scettro del comando.
I risultati poi si vedono. E' chiaro che quando poi (ti fa comodo e...) vai a cercare i "giovani" alla fine non
solo non riesci a cambiare la sostanza, ma neanche l'immagine.
Insomma, mi preoccupa che, dopo settantanni di governo, in un momento così difficile, questo il centrosinistra sappia proporre, e nulla più.
Voto alla somma delle singole persone 6+, voto al valore complessivo della lista ed alle logiche che gli stanno dietro 4, tondo tondo.
Per il voto ai candidati mi riservo di aspettare loro mosse, programmi e dichiarazioni.
Sulla lista Rossi vedo che c'è chi ne sa più di me.
Posso solo dire che era stato selezionato sia per firmare la lista, che per parteciparvi, e un pò me ne pento di non averlo fatto fatto.
Mi avrebbe fatto piacere andare alle riunioni di lista.
Ho visto i nomi e sono curioso...
Sono curioso di conoscere il programma di tale lista e le dichiarazioni sia del candidato che dei singoli componenti della lista.
Sono curioso, sono curioso...

Anonimo ha detto...

ma W il cassero e onda lunga sono in ferie?

Anonimo ha detto...

Secondo me alcuni dei candidati della lista Rossi nemmeno si votano.
Avete capito che è arrivata l'ora di cambiare dopo trent'anni di rovina, ve lo dice un Comunista che non ha il paraocchi.
VERGOGNA AVETE DISTRUTTO UN PAESE E ANCORA AVETE LA PRESUNZIONE DI VOLER COMANDARE DOPO CHE AVETE SOLO PENSATO AGLI INTERESSI PERSONALI SIETE SOLO INCAPACI.
PROVIAMO ALMENO PER UNA LEGISLATURA, GUIDI POTREBBE ESSERE LA PERSONA GIUSTA.

Anonimo ha detto...

Bravo anonimo delle 20,31 condivido in pieno le tue parole, cerca di aprire gli occhi ai tuoi compagni..

10+

questo potrebbe essere un ottimo inizio !!!

Anonimo ha detto...

siamo tutti in attesa della falconeide/2, un best seller...

Falconeide ha detto...

la seconda puntata della falconeide è in preparazione. ci sono altre vicende recenti che lo hanno visto protagoniste che meritano di essere lasciate ai posteri (oggi ho saputo di una telefonata in cui ha proposto la candidatura a sindaco ad una persona del tutto impensabile-magari lo dice prima lui, per rovinare la sorpresa... Le esplorazioni falconiane per queste amministrative sono state INCREDIBILI). Ma è o non è un eroe epico?

Ma devo verificare le informazioni.

claudio ha detto...

Ho letto i nomi dei candidati a consigliere comunale delle due liste principali, quelle di Guidi e Ferranti. Sul sito del cittadino c’era un articolo dove venivano riassunte le provenienze politiche dei candidati della lista Guidi, provenienze alcune politiche ma anche di semplici cittadini.
Dei candidati della lista Ferranti si sa ben poco, ho provato a chiedere in giro ma le informazioni sono poche, varie e contrastanti. A parte quelli conosciuti del PD (i tre Rossi e il Dott. Altobelli) io fò veramente fatica a collocare gli altri. Non parlo del Sig. Piccinelli perché della sua provenienza ormai hanno discusso anche i sassi, ma se Giani e Ciacci rappresentano l’area verde, il Cherubini che dovrebbe essere il presidente di Legambiente non penso che rappresenti anche lui gli ambientalisti, e poi più di uno mi ha detto che il suo nome è stato fatto dai comunisti. Ma quali se sono con rifondazione in un’altra lista? E il Sig.ri Tistarelli e Angiolini, chi rappresentano? Qualche classe sociale? Quale? Da quale area vengono? Quali sono le motivazioni che hanno portato alla loro scelta? Giglioni e Frizzi non li conosco, forse saranno giovani del PD. Poi c’è l’avvocatessa Bianchi, la Sig.ra Masci che dovrebbe essere una rappresentante sindacale dei dipendenti delle terme e un’altra Sig.ra che non so chi sia. Qualcuno di voi sa darmi almeno qualche chiarimento? Che poi non è solo per me ma per molti altri? Grazie

Gabriella Ferranti ha detto...

Buongiorno a tutti. Vorrei pubblicare anche su questo blog i nomi ufficiali della mia lista.

La composizione della lista di Impegno per Chianciano Terme - Gabriella Ferranti Sindaco, nasce da una serie di criteri che sono di fondamentale importanza per chi ha come obiettivo quello di governare una comunità, soprattutto una comunità come la Chianciano Terme di oggi.

Innanzitutto la presenza di persone che garantiscano esperienza e competenza amministrativa in modo da consentire una conoscenza dei meccanismi e del funzionamento del Comune tale da poter da subito dopo il giorno delle elezioni avviare in modo efficace l'attività amministrativa.
Tale presenza inoltre ci assicura di poter dare immediata continuità agli importanti progetti avviati dalla precedente amministrazione (Piano strutturale, Piscine termali, Centro Congressi, interventi di riqualificazione urbanistica) senza perdere nemmeno un minuto prezioso per la loro attuazione.
Queste persone sono state elette dai cittadini chiancianesi nelle precedenti amministrative e quindi hanno già avuto una legittimazione popolare.

Nella composizione della nostra lista, forte è l'elemento di rinnovamento: su 16 candidati solo 4 (quindi 1/4 della composizione complessiva) hanno fatto parte della precedente maggioranza quindi 12 sono nuovi a questa esperienza, in primo luogo la candidata a Sindaco.

Altro criterio importante è stata la rappresentanza femminile che costituisce un elemento caratterizzante la nostra lista, (4 candidate) ancora una volta in primis con la mia candidatura a Sindaco.

Vi sono inoltre i candidati che rappresentano le forze politiche che appoggiano Impegno per Chianciano Terme - Gabriella Ferranti Sindaco:
Partito Democratico,
Italia dei Valori,
Verdi,
Socialisti Democratici.
Ritengo infatti che i Partiti Politici siano ancora, pur con i loro limiti e difetti, un elemento fondamentale della vita politica e sociale ed uno strumento insostituibile, anche se non l'unico, di confronto ed elaborazione.

Nella lista ci sono poi molti candidati "indipendenti", individuati cioè in base a diversi criteri:

rappresentanza delle categorie produttive di Chianciano Terme;
espressione della cosidetta società civile;
competenza e conoscenza del tessuto economico, così in difficoltà, della nostra cittadina;
espressione delle generazioni più giovani e quindi attenti portatori delle loro esigenze.

Siamo convinti, insomma, che da questo insieme di persone valide, competenti, serie ed impegnate uscirà con il consenso dei nostri cittadini una squadra di governo che saprà concretizzare il nostro progetto di "Chianciano Terme Città accogliente" e che garantirà una amministrazione attenta ai bisogni dei cittadini ed efficace nel raggiungere gli obiettivi.

Questa è la lista Impegno per Chianciano Terme - Gabriella Ferranti Sindaco,

Altobelli Antonio medico
Angeli Franco pensionato
Angiolini Stefano imprenditore
Bianchi Nicoletta avvocatessa
Cappelletti Alessia imprenditrice
Cherubini Robertino impiegato
Ciacci Giacomo ingegnere ambientale
Frizzi Francesco veterinario
Giani Sergio dirigente settore bancario
Giglioni Gianluigi impiegato settore turismo
Masci Renata impiegata settore termale
Piccinelli Paolo imprenditore
Rossi Claudio impiegato
Rossi Marco insegnante
Rossi Monica architetta
Tistarelli Marco impiegato pubblico

Un saluto,
Gabriella Ferranti

Andrea Bacci ha detto...

Caro IDT,
lascia perdere i luoghi comuni relativi a Italia dei Valori (giustizialisti? Se ciò significa che vogliamo una legge DAVVERO uguale per tutti, il rispetto delle regole e la non intransigenza verso la presenza di personaggi condannati nella gestione della cosa pubblica allora sì, siamo giustizialisti). A Chianciano il mio partito ha dato la sua disponibilità, attraverso Franco Angeli, nostro rappresentante, a collaborare con Gabriella Ferranti per rinnovare profondamente la politica e l'amministrazione locale. Io personalmente ho dato la disponibilità a mettermi in gioco nel collegio provinciale, in un ruolo più politico, perché fortemente sto lottando per far capire di quanto Chianciano e il suo futuro non siano solo fini a se stessi, ma tornino a essere il traino sociale ed economico di tutta la Valdichiana. Il ruolo e il futuro di Chianciano sono fondamentali per Chiusi, per Cetona, per Sarteano, per Montepulciano, per tutti i paesi che gli gravitano intorno. Lasciamo perdere le polemiche, ma impariamo dagli errori del passato: l'importante è guardare al futuro con ottimismo e voglia di lavorare seriamente con spirito civico e senza pensare al proprio portafoglio e/o tornaconto.

Cosa poi faccia Augusto Rossi, che non conosco, non mi è dato sapere e, in tutta sincerità, nemmeno mi interessa saperlo: io voglio fare politica (e attraverso questo blog ho imparato e sto imparando molto), non chiacchiere sterili.

Anonimo ha detto...

Dierre74, come mai chiami la candidata del PD Prof.ssa Ferranti, mentre il candidato della lista civica Sig. Guidi? I titoli, o si usano per entrambi o x nessuno. Non credi?

Anonimo ha detto...

Professoressa Ferranti, la ringraziamo per il suo intervento.
Nel suo post non ha fatto nessun riferimento al "caso Augusto Rossi" cioè sulle presunte firme raccolte dal PD per aiutare Augusto Rossi a creare una lista civica.
Gradire conoscere il suo punto di vista in merito.

DiErre74 ha detto...

Caro anonimo del 12 maggio ore 9.25, se ti riferisci al solo fatto che ho omesso essendo medico, il titolo di Dottore, e credimi l’ho fatto in totale buona fede, non posso che non darti ragione. Ho commesso un piccolo veniale errore, perdonamelo.
Se invece ti riferisci al fatto che non ho anteposto al nome del Sig. Guidi il titolo di Onorevole, come invece fanno in molti, qui si, sappi che l’ho fatto volutamente, anche perché se non erro tale titolo lo si assegna ai soli membri del Parlamento (Camera dei Deputati) ed Sig. Guidi, che è stato deputato, ma dal 1994 al 2001, attualmente non siede su nessuna di tali poltrone.
E non mi sembra neppure che il titolo di Onorevole poi lo si possa o debba portare per tutta la vita, sbaglio di nuovo?

Anonimo ha detto...

dal Corriere di Siena la lista di Rifondazione Comunista:

Gianluigi Pegolo (sindaco)
Antonio Falcone
Sergio Cencetti
Bonaldo Biancucci
Paolo Casini
Massimo Culicchi
Simone Cupelli
Roberta Falluomini
Tiziana Frullini
Diego Gabutti
Polesella Mangiavacchi
Claudio Molinaro
Manuele Morganti
Stefania Pieri
Pamela Rossi
Leonello Santoni
Marzia Santoni

Anonimo ha detto...

"...innanzitutto la presenza di persone che garantiscano esperienza e competenza amministrativa...." Quali sono?

Anonimo ha detto...

Dott.ssa Ferranti, che delusione!
Tutti aspettavamo uno slancio, una piccola rivoluzione, un cambiamento, ed invece, una lista che conferma il proseguimento nella politica passata, più debole della precedente di Bombagli, contraddittoria e non adatta al momento che sta vivendo Chianciano.
Ci sono infatti alcuni nomi che mi fanno sorgere più di un dubbio sul potenziale di un'eventuale consiglio formato da ex componenti dell'Amministrazione uscente, vedi i tre Rossi (Marco, Monica, Claudio) ed Altobelli, che rappresentano evidentemente una continuità con il passato(quindi nessuna novità) ed alcune facce "nuove" che non mi sembrano troppo amalgamate, sinergiche e con gli stessi propositi ed impostazioni.
Lei dice: "Tale presenza inoltre ci assicura di poter dare immediata continuità agli importanti progetti avviati dalla precedente amministrazione (Piano strutturale, Piscine termali, Centro Congressi, interventi di riqualificazione urbanistica) senza perdere nemmeno un minuto prezioso per la loro attuazione."
Ma se le scelte e le modalità di esecuzione (vedi immobilismo sullo sviluppo di Chianciano) della precedente Amministrazione sono state ultimamente così criticate anche da propri sostenitori, perchè insistere?
Nel Suo intervento dice inoltre: "...rappresentanza delle categorie produttive di Chianciano Terme;
espressione della cosidetta società civile;
competenza e conoscenza del tessuto economico, così in difficoltà, della nostra cittadina;
espressione delle generazioni più giovani e quindi attenti portatori delle loro esigenze."
La lista mi sembra poco rappresentativa delle esigenze chiancianesi odierne, per fare un esempio, Cherubini, rappresentante di Legambiente, che è sempre stato su posizioni molto radicali sul termalismo ed il centro storico e che ha sempre criticato molte scelte della Giunta Bombagli (ad es. sul parcheggio del Cantinone come la mettiamo? Gli ex-Amministratori che sono presenti in lista lo hanno fermamente voluto questo parcheggio, mentre Cherubini si è sempre dichiarato contrario. Anche sulla possibilità del Casinò od altre strutture utili allo sviluppo economico).
Poi ci sono alcune facce “nuove” che comunque servono solo a pescare voti nelle solite roccaforti di sinistra come all'interno dell'Istituto musicale, tra i dipendenti comunali, tra quelli delle terme, ecc.
Ci si è dimenticati totalmente della parte "scontenta" produttiva ed imprenditoriale di Chianciano con quasi nessun rappresentante, e si è insistito sulla convinzione di voler governare una cittadina a vocazione “aziendale” da persone che non lavorano direttamente su Chianciano, lontani dalle problematiche reali e che sicuramente non potranno interpretare i bisogni della Chianciano di oggi.
Risulta esserci anche Sergio Giani, sicuramente una figura importante in questi ultimi anni, ma particolare, nel senso che fino a due anni fa era considerato la mente migliore di Chianciano, conquistando apprezzamenti nella sua prima fase di guida della BCC, mentre adesso con la scomparsa, di fatto, della banca chiancianese sempre sotto la sua guida e responsabilità, è passato agli occhi di molti in una posizione più dimessa, non riscuotendo più la stessa popolarità.
In un altro Suo passaggio Dottoressa: "Siamo convinti, insomma, che da questo insieme di persone valide, competenti, serie ed impegnate uscirà con il consenso dei nostri cittadini una squadra di governo che saprà concretizzare il nostro progetto di "Chianciano Terme Città accogliente" e che garantirà una amministrazione attenta ai bisogni dei cittadini ed efficace nel raggiungere gli obiettivi."
I Suoi predecessori politici, con le stesse logiche non sono riusciti in questo da 30 anni, quindi pensa che con la continuità e con la supervisione diretta dei soliti partiti, come d'incanto Chianciano si trasformerà....?
Per chiudere, osservando questa lista, il tanto decantato “cambiamento” promesso e l' “autonomia” della stessa Dott.ssa Ferranti (già fragile dal momento della rinuncia alle primarie), sono stati in un colpo solo smentiti.
La solita lista fatta in sezione, solita mentalità, nessuna scossa, tanta delusione.
Chianciano ha bisogno di ben altro,
Non La voterò

Gabriella Ferranti ha detto...

Di nuovo buongiorno.

Impegno per Chianciano Terme Gabriella Ferranti Sindaco Vi invitano ad incontrare Gabriella Ferranti e la sua lista

Giovedì 14 Maggio alle ore 21.15
Sala Polivalente – Giardini Pubblici Chianciano

Gabriella Ferranti, Candidato Sindaco per Chianciano Terme, presenterà la sua lista “Impegno per Chianciano Terme”, coerente con le linee guida da lei indicate: un equilibrato connubio tra persone che rappresentino un importante bagaglio di competenza nella gestione della macchina amministrativa e quindi un filo rosso di continuità con gli impegni sani e concreti presi dalla precedente amministrazione cittadina, e al contempo un importante apporto di professionisti di grande competenza tecnica per la prima volta a disposizione dell’intera comunità grazie al nuovo impegno politico.
L’attuale situazione chiancianese deve spingere tutti i cittadini ad una partecipazione sempre più attiva e consapevole per giungere in tempi brevi ad un significativo risultato per il bene comune ed in tal senso il confronto costruttivo e costante con tutta la cittadinanza è un punto chiave dell’approccio della Lista “Impegno per Chianciano Terme”, che cercherà sempre maggiori spazi di contatto e confronto non solo con i cittadini organizzati in associazioni, ma anche con tutti coloro che non hanno strumenti associativi o di categoria per far sentire la propria voce.
Questo primo incontro sarà dunque l’inizio di un cammino all’insegna della concretezza, dell’informalità e di un confronto davvero democratico con tutta la cittadinanza.

Interverrà l’On. Franco Ceccuzzi

Vi aspettiamo
Gabriella Ferranti

Anonimo ha detto...

Con tutto il casino che ha fatto Bombagli dei VERDI ancora continuiamo con Giani Sergio " ... salvatore della BCC......",
Ciacci e Cherubini dei VERDI.
Ancora ALTOBELLI della casta Mangiavacchi, Cozzi Lepri (Medici) Licia Rossi ecc.
A livello nazionale DI PIETRO IDV ci porta via i voti, a livello locale dato che ci mancano, ci mettiano Franco Angeli IDV.
Un saluto A Bacci IDV troppo nobile per le liste locali ...
Piccinelli ex PDL "voltafaccia". Con Rifondazione Comunista ed i Comunisti si fa l'accordo esterno, POI si agevola le firme per la lista di Augusto Rossi ... ed il riminese dell'Admiral, AMICO DEL BOMBAGLI.
Cosi abbiamo riproposto IL MONOBLOCCO DI POTERE DELLA VECCHIA AMM.NE COMUNALE.
Ma quale è il Cambiamento CHE NOI VOGLIAMO?
No grazie ...
preferisco la LISTA DEL PROF. GUIDI.
SALUTI DA EX DI SINISTRA

Anonimo ha detto...

Aspettaci Gabriella che arriviamo siamo in tanti ex di SINISTRA
PUNTUALI EH BISOGNA FARE NUMERO
CIAO A GIOVEDI

Sincerità ha detto...

Ma io so sempre più allibito!!....Il gabutti nella lista di rifondazione...oh che gli date?l'assessorato alla marijuana?Lo sanno pure i sassi che è un teppista!!Professoressa..complimenti poi pe' la lista....Impegno pe' Chianciano..se già l'impeno si vede dal logo..allora sì che si sta freschi!!!

Anonimo ha detto...

ciao Valtubo hai visto MAX 75 aveva ragione, la Ferranti ha recepito l'invito ora scrive più sul tuo Blog, sarà perchè nel suo non ci scrive nessuno ???
Saranno andati tutti a cercare i voti che mancano ....
a proposito Falcone stai tranquillo che ti VOTO,
alla prossima Falcone 2 E 3

Anonimo ha detto...

a proposito di Gabutti e Compagni ora nella lista di Augusto Rossi c'è Costanza Diamanti forse prenderà più voti del Babbo Giorgio dei Socialisti Democratici, bella lista Rossi, ma li conosci i tuoi candidati?
Ti mando i saluti dal Pagnotta... se ti trova !!!
A Firma
LA RINASCENTE
( ma lo sai dove è ?)

Anonimo ha detto...

Il ciacci??

ma dai ....

caro PD ti ho votato sempre ma col cavolo che ti voto questa volta.

il CIACCI??

ma ci avete mai parlato?

Anonimo ha detto...

"...e quindi un filo rosso di continuità con gli impegni sani e concreti presi dalla precedente amministrazione cittadina"
...eh già, proprio un filo ROSSO, di nome e di fatto...perchè ora, grazie ai rossi si sta su co'fili!

Anonimo ha detto...

Grazie mille Prof.ssa Ferranti per le gentilissime risposte che dà a tutti i suoi Cittadini qui sul blog.

Anonimo ha detto...

Mi è capitato tra le mani un foglio ciclostilato di cui non capisco il senso e che vi giro.

Comunicato ufficiale del Ventre Molle, ma parecchio Molle rivolto allo Zoccolo Duro, ma parecchio Duro.

Circa una settimana fa abbiamo scelto di sacrificare una delle nostre gloriose tessere al fine di portare a termine un'operazione strategica nell'insidiosa terra di nessuno.
Si è subito offerto volontario il soldato John, che, tra le lacrime sue e nostre, ha stracciato, seguendo perfette linee dritte ogni volta variate di gradi novanta, la sua gloriosa tessera, fino ad ottenere sedici piccoli quadrati mai più riconducibili, anche frugando nel cestino, a noi.
Tale operazione, pur apparentemente di relativo profilo, riveste invece grande importanza dal punto di vista strategico.
Rimarremo in contatto con il soldato John tramite bollettini postali cifrati.
Ribadiamo che quello della sua tessera è stato un sacrificio necessario alla causa.
Fine comunicato

Quasi contemporaneamente però mi è stato fatto pervenire un depliant pubblicitario cellofanato con in prima pagina una bella gnocca che però al suo interno inspiegabilmente conteneva un altro ciclostilato che credo sia in qualche modo una smentita al precedente, anche se non ne capisco bene il senso.
Comunque vi giro anche questo

Comunicato ufficiale del soldato John rivolto al Ventre Molle, ma parecchio Molle e allo Zoccolo Duro, ma parecchio Duro.

Tutte balle. E' giusto che tutti, ma soprattutto voi dello Zoccolo Duro, ma parecchio Duro sappiate come stanno le cose veramente. Alla fine quelli del Ventre Molle mi hanno proposto solo due, dico due biglietti omaggio per la discoteca invece di quattro come stabilito.
Dice che ora c'è da dividerli con un'altro. Mah!
Il fatto è che oltretutto sono solo per il venerdì quando tutti sanno c'è poca gnocca e che quella poca se la "tira".
Però in cambio volevano sempre le solite cinquanta preferenze.
Onestamente mi è sembrata un'offerta ridicola.
Numeri a parte eravamo d'accordo perché gli ingressi omaggio fossero per il sabato e comprendessero l'accesso il privèè e l'esecuzione di Bandiera Rossa Remix 2009, quel genere di musica "House" ma "of the People" che piace tanto a me e a Tito e che ci da la carica.
Non so cosa poi sia cambiato, di certo non io.
Vi saluto perché ora devo andare al centro benessere. Mi hanno detto che lì c'è sempre gnocca, altro che il venerdi in discoteca.

Io non capisco, però concordo con John. Oggi come oggi se non entri al priveè non sei nessuno.
Allora meglio un massaggio...

Anonimo ha detto...

dal blogghe di Gabriella Ferranti:

"...Vi informo che anche domani, Mercoledì 13 maggio 2009, sarò nella zona del mercato settimanale..."

speriamo che la porchetta sia bona anche domani!

Anonimo ha detto...

Caro Anonimo del 12 maggio delle ore 12:58 prima di parlare è meglio informarsi sulle simpatie e presunte affiliazioni ai vari partiti. Non risulta che il Cherubini abbia la tessera di nessun partito, tanto meno dei verdi

Anonimo ha detto...

Cara Professoressa Ferranti si é proprio circandata di persone non valide e non all'altezza per rilanciare un città cosi in basso da un punto di vista economico.

Ero tentato di darle il mio voto qualche settimana fà, ma adesso proprio nemmeno ci penso....
...mi spiace davvero perché anche io credevo a lei in primis come persona.

Anonimo ha detto...

Cara Gabriella,
che delusione!
Ormai sei invischiata nella politica di bassa lega che Ti ha imposto il partito.
Eri entrata in azione in modo dirompente, con un entusiasmo così superbo che ci aveva contagiati.
Sembrava che Tu volessi uscire dagli schemi e tutti a guardarTi con stupore: ecco il nuovo che avanza, ecco il nuovo che ha voglia di combattere i soliti modi partitici di condurre un’amministrazione pubblica basata solo sulla spartizione delle poltrone.
Ed invece adesso ci dobbiamo confrontare con le Tue scelte e con le Tue linee guida:
“Innanzitutto la presenza di persone che garantiscano esperienza e competenza amministrativa in modo da consentire una conoscenza dei meccanismi e del funzionamento del Comune tale da poter da subito dopo il giorno delle elezioni avviare in modo efficace l'attività amministrativa.
Tale presenza inoltre ci assicura di poter dare immediata continuità agli importanti progetti avviati dalla precedente amministrazione (Piano strutturale, Piscine termali, Centro Congressi, interventi di riqualificazione urbanistica) senza perdere nemmeno un minuto prezioso per la loro attuazione.”
Piano strutturale: sono due anni che il Piano è fermo, perché???? Quali interessi roteavano intorno al Bombagli che l’ha tenuto sospeso per oltre due anni??????
Centro Congressi: sono oltre due anni che è stata individuata la nuova localizzazione alle Ribussolaie, dopochè il Sindaco Bombagli aveva fatto la campagna elettorale del 2004 sulla localizzazione in Via della Valle: totale fanno 5 anni che i cittadini di Chianciano aspettano che qualcosa si muova!
Piscine Termali: lavori sospesi, poi ripresi, poi sospesi .….. non si sa quante volte!!!! E quanto denaro pubblico speso malamente. E quanti anni ancora ci vorranno????
Interventi di riqualificazione urbanistica: Piazza Italia?
Sono 5 anni che è stata fatta la troscia provvisoria a Piazza Italia ed ancora non si sa quando avranno termine le progettazioni di Bodega & C., ma quanti soldi pubblici spesi??? C’è lo faraisapere????
Ti sei dimenticata del Parcheggio al Cantinone: che fine farà????
E poi:
“un equilibrato connubio tra persone che rappresentino un importante bagaglio di competenza nella gestione della macchina amministrativa e quindi un filo rosso di continuità con gli impegni sani e concreti presi dalla precedente amministrazione cittadina”
ecco le conferme di Rossi Marco, Rossi Monica e Rossi Claudio, come una sorta di premio mentre invece sono co-responsabili e complici del fallimento del Sindaco Bombagli;
“e al contempo un importante apporto di professionisti di grande competenza tecnica per la prima volta a disposizione dell’intera comunità grazie al nuovo impegno politico”:
Sergio Giani, della serie “a volte ritornano”, ripescaggio francamente deludente dopo il fallimento della BCC ripescata dalla fusione con la CRAS di Sovicille
Paolo Piccinelli, straordinario elemento di omino Michelin “sempreinpiedi”.
Gli altri elementi della lista, giovani ed inesperti, saranno come sempre artatamente indottrinati e resi innocui dalla Segreteria del partito.
Cara Gabriella, ma è veramente questo il nuovo che Tu volevi portare avanti, quando Ti sei proposta come Sindaco???
Io ritengo di no. Tu all’inizio hai creduto in una possibilità di poterTi sganciare dal sistema, ma il sistema Ti ha crudemente riassorbito, Ti ha rimesso in riga.
Tu volevi portare una nuova aria all’interno del costituendo PD, ma il PD Ti ha fatto capire che a comandare sono sempre gli stessi e Tu hai ubbidito ed ubbidirai.
Ed allora gli elettori, che invece vogliono vi sia una svolta vera, dovranno rivolgersi, anche se a collo torto, verso altri schieramenti che mostrano nuovi modelli di politica.
Era preferibile che il cambiamento lo avessimo avuto nel nostro schieramento, rompendo decisamente con il passato e prospettando una politica meno arrogante e più vicina ai problemi reali come quelli economici che attanagliano la nostra città.
Hai invece voluto dare continuità ad una politica che ha fallito i propri obbiettivi umani, politici e programmatici.
Continuità che con le prossime elezioni spero non ci possa essere più, perché le persone che in questi ultimi anni si sono succedute al governo di Chianciano, hanno provocato danni così rilevanti che ci vorranno decenni per risollevarsi di nuovo.
Con affetto.

allibito ha detto...

Anonimo delle 17.04, non posso che darti ragione su tutta la linea.

Anonimo ha detto...

Basta davvero lista di sinistra pessima......non si puo' votare .....anzi consiglio i miei concittadini stavolta di votare a destra bisogna cambiare....proviamo tanto peggio di cosi con la sinistra.....

Anonimo ha detto...

Prego leggere giornale nazione 5-5-2009.

“15 seggi così suddivisi:
Forza Italia 4
An 2
Lega UDC SOCIALISTI e DESTRA STORACE 1(PARENTI POVERI ?)

Restanti 5 seggi suddivisi tra le associazioni”

A PARTE IL FATTO CHE NON SAPEVO CHE LE ASSOCIAZIONI SI
SCHIERASSERO (PENSAVO CHE FOSSERO APARTITICHE)
MA CON QUESTO SISTEMA VOI SARESTE IL NUOVO?????????
LA MI MAMMA E LA MI NONNA MI VOTEREBBERO, POSSO VENIRE CON VOI ??

Anonimo ha detto...

caro anonimo penso che puoi restare con i tuoi, salutami la mamma e la nonna, per tua informazione votano Lista Guidi, aggiornati!
Grazie per il tuo contributo,
la "COLTURA" PRIMA DI TUTTO.
Della serie se stavi zitto era meglio, un amico

Anonimo ha detto...

Sono un elettore di centro sinistra e voterò comunque la lista Ferranti. Ma i commenti di ambaradà, Dierre ed un paio di anonimi oggi sono tutti sulla stessa lunghezza d’onda e danno tutti una lettura credibile e simile della situazione, qualcosa di vero dovrà pure esserci. Sono preoccupato. Stavolta sarà più dura di cinque anni fa.

Anonimo ha detto...

ciao Gabriella che ci vai a fare domani in paese i voti a "BUON MERCATO" li hai già presi

Anonimo ha detto...

visto che ormai chianciano è quasi distrutta, stanno mandando l' esercito di franceschiello con falce e martello paletta e secchiello per ritirarlo su !!! hahahaha

poveri noi...

claudio ha detto...

Prima dell’uscita dei nominativi delle liste il sondaggio (sospeso) dava Ferranti e Guidi sullo stesso livello. Dopo l’uscita delle liste, coincisa con il nuovo sondaggio, questo si è spostato nettamente in favore di Guidi. Non sarà certamente un sondaggio fedelissimo della realtà, ma tale lettura non può non essere considerata: Professoressa Ferranti, non crede che lei ed il suo principale gruppo politico di riferimento abbiate sbagliato le scelte dei candidati su tutta la linea?

Andrea Angeli ha detto...

Salve a tutti,
mi chiamo Andrea Angeli ho 29 anni sono laureato in Scienze Internazionali e sono candidato nella lista civica Chianciano per la Libertà Antonio Guidi Sindaco.
Sono un volto nuovo ma non mi affaccio solo oggi al mondo della politica in quanto da alcuni anni milito a livello provinciale nei Giovani per la Libertà il movimento giovanile ex Forza Italia.
Abito in questa cittadina da quando sono nato e qui è radicata la mia famiglia tra le più antiche di Chianciano.
Mio nonno artigiano, come pure mio padre, è stato tra i fondatori della Banca di Credito Cooperativo un tempo la banca dei chiancianesi e che oggi siamo stati costretti a svendere alla CRAS.
La decisione di impegnarmi in prima persona in questa campagna elettorale nasce dal desiderio di voler realizzare finalmente quel rinnovamento che da troppi anni attendiamo a Chianciano.
Da molto tempo la nostra cittadina vive una situazione di profondo malessere, diffuso tra i cittadini e che risulta lo specchio evidente di una crisi socio-economica di cui le varie giunte di sinistra che si sono succedute non hanno saputo o voluto farsi carico in maniera adeguata.
Negli anni la situazione è andata peggiorando dato che i nostri amministratori, sempre gli stessi e provenienti dalla stessa area politica, hanno perseguito unicamente la finalità di preservare per se stessi e compagni i pochi posti di lavoro di natura pubblica o semipubblica (Comune, scuola materna, asilo nido, impianti sportivi, terme, cooperative e società partecipate dal comune ecc).
Al fine di allargare il loro consenso hanno quindi concesso solamente “briciole” ad albergatori, commercianti, artigiani, imprenditori privati, coltivatori diretti, lavoratori autonomi, già incartati in regolamenti e piani regolatori che hanno impedito l’attivazione di una qualsiasi iniziativa.
Amministratori pubblici il cui merito è stato quello di aver portato la loro cittadina allo stato di attuale sfacelo, e che sono stati gratificati alla fine del mandato, con presidenze, dirigenze e partecipazioni in consigli di amministrazione di società, consorzi, cooperative ed enti vari.
A partire da questo desolante ma veritiero ritratto un rilancio può e deve essere possibile.
L’impegno che ho profuso e che continuerò a portare avanti in questa campagna elettorale e oltre, se mi sarà concessa la possibilità di sedere in consiglio comunale, è quello di lavorare seriamente, con decisione ma anche con coraggio per abbattere l’immobilismo e il degrado che da molti anni caratterizza la nostra vita economica, lo stallo nella gestione degli stabilimenti termali e realizzare quegli interventi prioritari che la nostra cittadina merita.
Credo che prima di tutto Chianciano debba ritrovare la propria dignità e l’orgoglio che nel passato ci ha portato a divenire una tra le principali località turistiche italiane, conosciuta e apprezzata per il belvivere, per il proprio decoro e per l’ospitalità.

Andrea Angeli
Candidato della Lista Civica Chianciano per la Libertà Antonio Guidi Sindaco

valtubo ha detto...

Vi giro comunicato dell'IDV pervenuto tramite e-mail:

COMUNICATO STAMPA: VENERDI' 15 MAGGIO L'ITALIA DEI VALORI DI SIENA PRESENTA ALLA STAMPA I SUOI CANDIDATI.

E' una presenza massiccia e fortemente radicata sul territorio quella che Italia dei Valori offre agli elettori della provincia di Siena per il rinnovo, i prossimi 6 e 7 giugno, dell'amministrazione provinciale e di tanti comuni. Anche nel nostro territorio si sente in maniera importante il bisogno di eticità e di moralità della vita politica e amministrativa e il partito di Antonio Di Pietro mette in campo profesisonalità importanti e tanti cittadini della società civile che si vogliono impegnare per il bene pubblico. Tra i vari candidati si segnalano, per la Valdichiana, Fabio Dionori, Giorgia Piscitello e Andrea Bacci (rispettivamente nel collegio provinciale di Sarteano-Cetona-Radicofani-San Casciano, di Chiusi e di Chianciano), Franco Angeli per il comune di Chianciano e ancora Andrea Bacci per il comune di Cetona.

Alla presenza di Niccolò Rinaldi, candidato alle Elezioni Europee, venerdì 15 p.v. alle ore 18 si terrà la conferenza stampa di presentazione dei candidati e dei programmi presso il Circolo Arci Fontebecci a Siena Nord.

Si invita la stampa e i mezzi di informazione a dare cortesemente notizia di questa nota e di poter essere presenti alla conferenza stampa stessa.

Cordialmente

Ufficio stampa Italia dei Valori Siena

Saluti,

Valtubo

onda lunga ha detto...

Qualcuno chiede che fine abbia fatto. Tranquilli il silenzio è dovuto alla mia assenza da Chianciano e mi è dispiaciuto che questa mia assenza sia coincisa con il periodo più caldo dell’attività politica preparatoria della campagna elettorale con la presentazione delle liste da parte dei candidati Sindaci. Quindi non ho potuto vivere il momento, come si dice in “diretta”, ma le notizie le ho apprese telefonicamente e una volta a Chianciano attraverso il Blog. Certo leggendo i commenti la situazione non è delle più facili. Mentre sulle candidature dei Sindaci si rappresentavano opinioni di gradimento varie, ma comunque di schieramento, una volta presentate le squadre mi sembra che ci sia uno sparigliamento generale nelle posizioni con un dato certo: tutti mi sembrano scontenti. Mi sembra anche di poter dire che ancora una volta prevale in modo preponderante un sentimento di antipolitica che non credo faccia bene a nessuno tanto meno al rilancio di Chianciano. Non volevo entrare nel merito delle liste, ma credo che un primo giudizio generale debba essere dato. E vorrei proprio partire da quella che dai sostenitori del centro destra è considerata la lista della “vergogna” quella di Augusto Rossi. A mio avviso questa lista è la logica conseguenza di quanto è successo nella compagine di minoranza in questo consiglio comunale, partita come gruppo di Forza Italia si è dissolto mano a mano durante la legislatura. Si aspettavano gli amici di centro destra qualcosa di diverso e un diverso comportamento da parte del Consigliere Rossi al di là di come sono state raggiunte le firme necessarie per la presentazione della lista di cui conosco le dinamiche solo per sentito dire? Se una colpa, se si può chiamare colpa, che mi sento di fare a Augusto Rossi è quella di aver forse cercato fin troppo caparbiamente un suo collocamento nella lista di centro destra togliendosi, in questo tentativo, il tempo necessario a trovare collaboratori più rappresentativi della società chiancianese che gli avrebbero dato un contributo maggiore di consenso. In linea generale comunque le liste rappresentano in modo più o meno accentuato quelle che sono le prerogative di coalizioni e di alleanze che compongono le liste stesse. Risulta chiaro ad esempio che la lista “Impegno per Chianciano Terme Gabriella Ferranti Sindaco” non possa fare a meno di ripresentare alcuni componenti della passata Amministrazione, vuoi per l’esigenza di continuità su temi ormai acquisiti con atti adottati in questa legislatura, vuoi per la necessità di garantire una parte politica significativa nella coalizione. Sul giudizio complessivo della lista concordo sicuramente con quanto dice dierre74, quando nel suo commento fa intendere che si è più cercato una necessità elettorale per recuperare consensi, piuttosto che cercare elementi di compattezza verso una linea di governo per Chianciano. Alcune perplessità in questo senso nascono anche in considerazione delle prese di posizione radicali di alcuni componenti la lista, su scelte fatte da questa Amministrazione, anche su aspetti importanti di indirizzo, oltre all’ormai famigerato “Parcheggio Cantinone”. Comunque sono fiducioso che Gabriella Ferranti riuscirà a garantire la compattezza necessaria per portare avanti il programma di legislatura. Sulla lista di centro destra confermo la mia perplessità in primo luogo sul candidato sindaco non certamente sul valore intellettuale che rappresenta, ma sul come e con quale conoscenze potrà entrare nei problemi di Chianciano. Credo che ormai non sia più spendibile, se non a fini propagandistici, il fatto che la vicinanza politica al governo centrale possa rappresentare un viatico miracoloso per la rinascita di Chianciano. Chiudo con la lista dei Rifondazione, che la vedo più come una lista di testimonianza politica che di vero governo locale. Mi fermo qui perchè onestamente queste mie considerazioni, per motivi di assenza da Chianciano, nascono da una sensazione a pelle e quindi con il difetto di sembrare superficiali se così fosse me ne scuso.

Anonimo ha detto...

Ma vi rendete conto?? Qui i giorni passano ed invece di parlarci di contenuti, state ancora facendo il tira e molla dei candidati,,, ma dobbiamo credere che non avete argomenti?? Che i problemi siano solo il mantenere le poltrone ??? CON I VARI TIZIO E CAIO ???

Vi dimostrate quello che siete !!! tutti quaqquaraqquua ....

snocciolate le idee che ci devono convincere per darvi il voto...

Al momento siete dei buffoni,

PATETICI !!!

o forze aspettate il giorno prima delle votazioni????

V.

Anonimo ha detto...

onda...
continua con la tua assenza....
non temere, nessuno ti rimpiange!!! .....

Anonimo ha detto...

Anonimo scrive:
"onda...
continua con la tua assenza....
non temere, nessuno ti rimpiange!!! ....."

a me pare che 'sto blog sia infestato da fascisti che usano modi "nazisti" (nel senso peggiore del termine)

continuate così...farete tanta strada...eeeeeeeeeeeee

allibito ha detto...

X Claudio 22.50: hai nominato il sondaggio che dava il forte vantaggio Guidi e in fretta e furia i cliccatori folli di sinistra hanno riportato in parità i voti...sempre una grande organizzazione.

X Ondalunga, sulla lista Rossi:
"A mio avviso questa lista è la logica conseguenza di quanto è successo nella compagine di minoranza in questo consiglio comunale, partita come gruppo di Forza Italia si è dissolto mano a mano durante la legislatura."

Peccato che sia una lista piena di ex-comunisti, sostenuta da firme di ex-comunisti, che quasi nessun elettore di centrodestra prenderà in considerazione.

X Ondalunga/2:
"Comunque sono fiducioso che Gabriella Ferranti riuscirà a garantire la compattezza necessaria per portare avanti il programma di legislatura."

La rinuncia alle primarie, la gestazione tribolata e forzata della sua candidatura da parte del direttivo PD, la conseguente composizione della sua lista, mi fanno pensare che la Dott.ssa Ferranti molto difficilmente potrà tenere gli equilibri, perchè finora, come si dice, sembra che abbia contato nelle scelte politiche poco più del 2 a briscola...(Lei, in autonomia, avrebbe sicuramente fatto ben altre scelte, non voglio credere che sia tutta farina del suo sacco).

Capisco l'ideologia, la convinzione in una determinata idea politica (meno in caso di elezioni amministrative), ma non capisco questa ostinazione nel difendere l'indifendibile, anni di malgoverno che, guarda caso, sono portati ad esempio per dare una continuità in futuro (Contuiamo a farci del male, Tafazzi in confronto è un ragazzo), con le stesse persone, le stesse idee.
Mi pare strano che molte persone continuino, da una parte a criticare aspramente la passata Amministrazione (per la strada glie ne dicono di tutti i colori), ma poi rivoteranno chi non cambierà, anzi continuerà la politica che tanto criticano (come d'altra parte fu fatto con le due elezioni di Bolici, a fidarsi delle voci di popolo avrebbe dovuto prendere 24 voti, ne prese, per due volte, 2500).
Scusate ma questo si chiama PARAOCCHI!

Un mago anche per Chianciano? ha detto...

Berlusconi e il Popolo della Libertà mostrano i FATTI!!! i RISULTATI!!!
Così come hanno fatto in Campania risolvendo il problema dei rifiuti...
anche a Chianciano risolveranno i nostri problemi.

Qua sotto alcuni esempi di come hanno fatto in Campania.

p.s.
Angeli Andrea, volto nuovo? Abbastanza.
Ma nel blog sotto altri nomi ci aveva già sguazzato un po'. Ma dai suoi siti e i suoi interventi in giro di castronerie le dice già abbastanza. Quindi è pronto per il grande passo. I suoi contributi sociali ed economici alla nostra comunità per ora sono pari a zero. A fare danni c'è tempo e lui è ben attrezzato. Auguri



------------------

http://napoli.repubblica.it/dettaglio/la-monnezza-scomparsa-della-campania-e-finita-nella-discarica-di-ferrandelle/1632477

La monnezza scomparsa della Campania?
E' finita nella discarica di Ferrandelle
Una squadra di attivisti di Legambiente è riuscita a compiere un sopralluogo a Ferrandelle, una località che si trova tra i comuni di Casal di Principe, Santa Maria La Fossa e Grazzanise. Ecco le immagini e il servizio che documentano come i rifiuti scomparsi dalle città della Campania siano tenuti 'sotto sorveglianza' in una grande discarica a cielo aperto, in un'area completamente recintata. L'area, dichiarata sito di interesse strategico nazionale e strettamente vigilata, era stata confiscata al boss Francesco Schiavone, detto Sandokan. Doveva diventare una fattoria, invece è stata requisita dal Commissario straordinario per i rifiuti. E ora ospita, secondo le stime di Legambiente, almeno un milione di metri cubi di rifiuti indifferenziati
di Raffaele Sardo
GUARDA FOTO La montagna di rifiuti di Ferrandelle | Il VIDEO

Sono finiti a Ferrandelle i rifiuti scomparsi dalle città della Campania. Una località che si trova tra i comuni di Casal di Principe, Santa Maria La Fossa e Grazzanise. Sono tenuti sotto stretta sorveglianza in un'area completamente recintata di diversi ettari. Nessuno si può avvicinare più di tanto perché tutto il perimetro è stata dichiarato sito di interesse strategico nazionale e c'è una vigilanza molto attenta che allontana tutti quelli che cercano di guardare più da vicino.


Ieri notte una squadra di attivisti di Legambiente, guidati dal direttore dell'associazione ambientalista, Raffaele Del Giudice, sono arrivati sul posto per fare "un sopralluogo". "Ci sono montagne di rifiuti ammassate senza alcun controllo sui possibili danni sanitari e ambientali – spiega Del Giudice – mentre continua ad arrivare quotidianamente la monnezza da ogni parte della Campania". L'area dove sono depositati i rifiuti fu sequestrata al boss Francesco Schiavone, Sandokan, ed affidata al Consorzio Agrorinasce per farne una fattoria di prodotti tipici. Ma, nonostante l'avvio dei primi lavori per dare vita all'iniziativa, il terreno fu requisito in piena emergenza rifiuti.

I sindaci di Santa Maria La Fossa e Grazzanise, poco più di un anno fa, guidarono una clamorosa protesta alla testa delle popolazioni locali. Dopo un braccio di ferro con il Commissario per l'emergenza rifiuti, diedero il via libera alla costruzione di due piazzole che dovevano "ospitare" all'incirca 90 mila metri cubi di rifiuti. Ma in via temporanea e con l'impegno a bonificare il sito entro breve tempo. "Qui ce ne sono almeno un milione di metri cubi di rifiuti – spiega il professor Stefano Tonziello, di Legambiente - e continuano a crescere giorno dopo giorno, perché l'emergenza non è finita, ma è stata solo spostata dalle città.

Qui arrivano rifiuti "tal quale", cioè senza essere selezionati a monte. E dunque non potranno mai essere bruciati nell'inceneritore di Acerra. Inceneritore che, peraltro, ora è in pieno collaudo e per vederlo operativo se ne parlerà almeno tra sei mesi." Nell'area tutt'intorno vi sono caseifici, allevamenti di bufale, campi coltivati a foraggio, pescheti, ortaggi, fragole, irrigati con le falde acquifere inquinate. Poco più in là, vi sono almeno altre sei discariche. Qualcuna dismessa, ma non morta definitivamente. "Forse il vero miracolo di Berlusconi – aggiunge Tonziello – è quello di aver messo a tacere tutto e tutti. Qui, lasciatemi usare il paradosso, è tutto fuorilegge per legge. Se queste cose le avessero fatte i privati, si sarebbero aperte sicuramente le porte del carcere.

Tenere in questo modo i rifiuti è da criminali. Senza considerare che tra poco con l'arrivo della stagione calda, tutt'intorno l'aria sarà irrespirabile, ma ci sarà anche un pericolo sanitario immediato per la salute delle persone". Non lontano da qui, a Santa Maria La Fossa, dovrebbe sorgere anche l'altro inceneritore previsto in Campania. Nei campi intorno a Ferrandelle, intanto, la vita scorre come sempre: I contadini sui trattori, gli immigrati nei campi a lavorare, il foraggio che cresce rigoglioso, il percolato che continua a scorrere nella falda acquifera e le montagne di rifiuti che continuano a crescere.
(12 maggio 2009)

Anonimo ha detto...

Attenzione alle promesse....
Mai nella storia dei terremoti italiani avevamo assistito ad una ingiustizia tanto grande e ad un tale cumulo di menzogne che ha ricoperto L’Aquila più di quanto non abbiano fatto le macerie, come è accaduto in occasione del devastante terremoto che l’ha colpita e nel quale, nel giro di una trentina di secondi, tanta gente ha perso tutto, affetti, amicizie, casa, e molti anche il lavoro, per non parlare dei monumenti che rendevano unica la città.

Mai in tutta la storia della nostra Repubblica è stato negato ai cittadini il risarcimento integrale dei guasti dei terremoti, per la prima casa. Ma questa regola sempre rispettata (come, ad esempio, nel Friuli e in Umbria), non vale per l’Abruzzo. Da un primo esame del Decreto legge n. 39 saltano agli occhi queste particolarità: all’art. 3 non si parla di una cifra specifica, ma nella relazione tecnica allegata si indica la somma di €150.000,00 quale tetto massimo spettante ai singoli cittadini per la prima casa. Orbene, la cifra che sarà poi effettivamente riconosciuta a ciascuno degli aventi diritto, per un terzo dovrà essere coperta con un mutuo a tasso agevolato a carico del cittadino, e per un altro terzo dovrà essere anticipata, sempre dal cittadino, che potrà recuperarlo nell’arco di 22 anni non pagando le imposte, mentre lo stato interviene con denaro liquido solo per l’ultimo terzo.

Sennonché la caratteristica dell’Aquila e degli altri comuni colpiti è quella di centri storici di particolare valore, costituiti da un grandissimo numero di edifici antichi e pregevoli, 320 dei quali, di proprietà privata, sono sottoposti a vincolo da parte della Soprintendenza. Ci sono poi altri 800 edifici pubblici, qualificati di interesse storico, archeologico e artistico. Ora, come è possibile che un privato possa farsi carico della ricostruzione o del restauro di un edificio vincolato o semplicemente di pregio, accollandosi il 66% della spesa? Si comprende allora come il Decreto legge n. 39, se resterà nelle sue linee essenziali così come è stato concepito, costituirà l’atto di morte di una città e di tutti gli altri centri terremotati, che resteranno nei decenni avvenire cumuli di macerie e di edifici spettrali, cadenti e abbandonati.

Ma nel decreto n. 39 c’è anche di peggio: all’art. 3, comma 1 , lettera c, si dispone che se un immobile, gravato da un mutuo, è andato distrutto, la Società Fintecna, a richiesta del privato cittadino. si accollerà il mutuo nei limiti del contributo che al predetto è stato riconosciuto, ma diverrà proprietaria di quel che resta dell’immobile. Se però il mutuo supera il contributo riconosciuto, la conseguenza parrebbe essere, dall’esame della norma, che il cittadino dovrà continuare a pagare la parte residua del mutuo: insomma non avrà più la casa ma continuerà a pagare il mutuo. Il rischio è che la città vada per gran parte nelle mani della Fintecna. Ma se, come è facile prevedere, il cittadino non riesce, col contributo e con il mutuo a tasso agevolato, a coprire l’intera spesa per il restauro o la ricostruzione (rispettando, si spera, le norme antisismiche), dovrà contrarre un ulteriore mutuo, a tasso di mercato, con la banche. Insomma quello delineato dal decreto n. 39 è un meccanismo infernale che consegnerà una città nelle mani di banche, finanziarie e usurai.

L’ultima perla del decreto: dopo aver dichiarato la città “zona franca”, lo Stato non rinuncia a pretendere da quegli sventurati cittadini che si faranno carico della ricostruzione, il pagamento dell’IVA al 20% ( art. 3, comma 1°, lettera d). Ecco cosa miravano a coprire le tante “passerelle” e sceneggiate e come fosse interessata l’esaltazione della dignità degli abruzzesi, “forti e gentili”.

Dott.ssa Rosella Graziani
cittadina di L’Aquila; attualmente ospite del padre, insieme alla sua famiglia, in Paglieta (CH)

.

3 maggio 2009

fonte: http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=56831&sez=HOME_MAIL

Anonimo ha detto...

si ma a noi chiancianesi, alla fine, che ce ne frega?

birifeo ha detto...

Dal sito del cittadino on line un estratto della conferenza stampa di Antonio Falcone.

“…per la prima volta si presenta un simbolo unico con falce e martello…..la candidatura di Pegolo, già parlamentare di PRC è un valore aggiunto alla lista proprio perché puntiamo a vincere….”.

Ma cò sta lista che voi vince? Un prosciutto e una bottiglia di robba….

Tafazzi Forever ha detto...

Si sta verificando quello che supponevo, e cioè che far governare la sinistra è un lusso, comprensibile e accettabile solo in tempo di vacche grasse.
Un lusso come una macchina costosa, una pelliccia o una vacanza.
Cose che (legittimamante) ci si può permettere quando i soldi "spagliano" e nessuno fa caso sul come si viene amministrati.
Non mi illudo che questo ragionamento elementare "passi" in questo che è il regno dei Tafazzi.
A noi, deve essere un effetto collaterale dell'acqua, piace il dolore, così si insiste e si persevera.
Vedremo se sarà così anche questa volta, dove, onestamente, si è superato ogni limite di decenza morale e debolezza programmatica.
Ricordo a chi dice "E' vero,sono Tafazziano, però critico" che l'unica arma che ha a disposizione il cittadino è il voto.
Nel voto tutto sparisce e si annulla, con il voto si premia o si punisce.
E' la legge base della democrazia.
Tutto il resto viene dopo.
Rivotarli può solo voler dire che si è contenti.

P.s. Mi dispiace molto che anche persone che stimavo e tutt'ora stimo, in nome del "non far vincere la destra" siano caduti così in basso.

Anonimo ha detto...

al mercato stamani regalavano anche i baccelli col cacio?

Anonimo ha detto...

Caro Onda lunga, ero tranquillo anche prima che non scrivevi, anzi, neanche mi ero accorto della tua assenza.
Per tua informazione i sostenitori della lista civica del Centro destra non appoggeranno mai la lista di A. Rossi, bensì quella del Prof. Guidi.
Fatti dare l'articolo del settimanale dal tuo compagno Paolo Piccinelli, che illustra a tutta pagina la figura del Rossi e capirai che LUI nel "centro" tanto tanto c'è, ma nel Centro Destra è stato allontanato insieme ad Albanesi.

Devi sapere che il Prof. Guidi ha fatto pulizia di tante candidature.

Accetto le tue scuse, giustamente le ritengo superficiali, il problema è che sei ripetitivo e non al corrente degli ultimi fatti, specialmente dei nominativi che hanno firmato la lista del Rossi Augusto, cioè i tuoi compagni.
Un consiglio, aggiornati il tuo nome "Ondalunga" dovrà essere rivisto "onda corta", ripensaci.
P.S.
Bravo anonimo delle ore 11.30/12.15lascia perdere la politica nazionale, pensa a quella locale se ne sai qualcosa,
... ANZI, MANDA UN SALUTO A FRANCESCHINI, DATEGLI RETTA, ANDATE A VOTARE IL 7 e 8 giugno, così come ha detto ....
ciao a tutti
MAX 75

fermare i falsari! ha detto...

caro anonimo delle 12.28
te ne deve "fregare" perché questa è una classe dirigente che vende fumo e crea consenso sulle trappole.

Per cui ... falsi a Roma, falsi a Napoli, falsi all'Aquila e falsi anche a Chianciano.

troppa ghianda ha detto...

Che aria frizzante si respira a Chianciano da qualche giorno, sarà l'inizio d'estate che finalmente ci mette di buon umore, sarà che con l'uscita delle liste (quattro, oh ragazzi, manco a Milano), qualcosa di cui parlare c'è oltre che di Noemi e Veronica...
La politica si sa' è sempre in movimento (apparente), riserva sempre delle sorprese (reali), ma quest'anno ce n'è veramente per tutti i gusti…, si sa' anche che Chianciano è in crisi profonda e puntualmente ognuno propone la propria ricetta per uscire dal tunnel.
Immaginiamo la corsa elettorale come se fossimo in F1 (d'altronde anche la Ferrari è in crisi...), dando uno sguardo alla griglia di partenza, vediamo la prima fila formata dal “Team Ferranti” e dal “Team Guidi”, il primo con una vettura dal progetto di vecchia concezione e con componentistica della vettura della scorsa stagione, il secondo con una vettura più moderna, con innesti "sperimentali" e buona aerodinamica.
In seconda fila il “Team Rifondazione” ed il “Team Rossi”, uno con meccanica sovietica "euro 0" della Lada Niva e l'altro con una macchina progettata ad arte da ingegneri PD (Power Division) però con componentistica scadente e realizzata in fretta e furia; ambedue non hanno chance di ben figurare nel prossimo GP del 6 giugno. Il percorso (dissestato e ammalorato) prevede la partenza dall’”ambaradà”, per salire in Piazza Italia attraverso la chicane delle Terme, poi le Piscine Termali, di nuovo giù, dopo l'intermedio a mezzomiglio, al parco a valle, gli impianti sportivi, per poi concludere in via Solferino nel centro storico…).
Venendo ad analisi più realistiche, dico innanzitutto che 4 liste a pescare in laghetto di 5200 pesciolini (gli aventi diritto al voto), non tutti rossi, mi sembrano francamente troppe.
Vogliamo sempre fare le cose in grande e ad effetto e ci siamo riusciti.
La lista della Dott.ssa Ferranti, sostenuta dal PD è praticamente un maquillage dell'Amministrazione uscente, ci sono: Rossi,Rossi,Rossi (come la tripletta al mundial '82 col brasile), Marco avversario della stessa Ferranti alle primarie farsa di dicembre (ma in realtà il prediletto dal Partito), poi un tecnico professionista che però non mi risulta abbia lasciato tracce tangibili nel periodo della sua seduta sugli scranni del consiglio, e l'ex-assessore allo Sport e manutenzione (meglio conosciuto in giro come assessore alle buche). Riconferma anche per l'ex al termalismo (secondo me l'assessorato più importante del Comune di Chianciano), anche lui una presenza molto, ma molto discreta nella macchina amministrativa. Questo per quanto riguarda la tanto cercata continuità...
Tra i nuovi, facendo gli equilibrismi per accontentare Di Pietro, il sole che ride, e...Chianciano che piange, si è creato un accrocco tra "liberal" ex centrodestra di "rinterzo", no-global veteroambientalisti, sindacalisti, musicanti, Disco PR, modaioli, ecc.
Sono sinceramente dubbioso che la Dott.ssa Ferranti, che stimo personalmente, abbia, di sua convinzione e in sua totale autonomia, scelto non solo di continuare, ma di sminuire l'operato di Bombagli, la cui lista mi ricordo di spessore maggiore...quì Partito ci cova.
Probabilmente solo l'attaccamento alla maglia di tanti chiancianesi (che si lagnano ma perseverano) e l'accecamento della luce puntata da sinistra ne decreteranno la vittoria. Voto 4 (essere o non essere, questo è il problema...)
Il centrodestra si è mosso su più fronti, forte di non aver mai governato e rappresentando di fatto l'alternativa.
Sono stati allontanati dalla stanza dei bottoni alcuni personaggi responsabili secondo molti di non aver saputo fare opposizione e ormai ingessati in una vecchia concezione politica agli occhi degli elettori ed è stata coinvolta una personalità politica di grande rilievo anche nazionale, esperto di questioni socio-sanitarie (per Chianciano come il cacio ne'maccheroni), con forti agganci a Roma e non solo e, penso io, non disposto a "sputtanarsi".
La mossa azzeccata di Guidi, secondo me, è stata quella di presentare una lista civica, che sicuramente è schierata ed appoggiata dal centrodestra, ma che presenta componenti provenienti da osservatori privilegiati della crisi chiancianese e non direttamente legati a partiti, più liberi mentalmente (persone almeno che non potranno essere additate come responsabili della nostra attuale posizione a 90°).
Una lista sicuramente perfettibile, ma considerando l'humus chiancianese, preferibile. Voto 7 (stavolta o mai più...)
Rifondazione Comunista fa tenerezza, ancora ce l'hanno col padrone, co' le falci, i martelli, i cortei, l'antiproibizionismo, hanno paura dei fascisti, ma anche degli ex-comunisti, dicono no a tutto, e vorrebbero una Chianciano fatta di ricordi...
La loro è una rispettabilissima posizione ideologica demode'. Voto 4 (bolscevici un po' tristi)
La lista civica del Rossi è veramente la "lista della spesa", forza! forza! facciamogliela pagare agli amici ingrati, uniamoci, un po' di piadine romagnole al grand hotel dell’Ammiraglio, qualche simpatizzante di sinistra dentro e “fuori” e vai, magari la lista non è neanche completa ma, hai visto, ci si scorda sempre qualcosa... Voto 3 (senza parole).

spazzino bighellone ha detto...

X fermate i falsari:
Scusami, vorresti dire che i tuoi compagni, quelli che hanno monopolizzato Chianciano negli ultimi 60 anni, sono quelli onesti che mantengono le promesse fatte ai cittadini in campagna elettorale?
Facciamo così, vado a rileggermi il progamma dell'Arch. Bombagli e tanto che oggi è una bella giornata.....mi metto il costume e vado a farmi un bel bagno alle piscine termali!!!

poca ghianda ha detto...

troppa ghianda e altri.
A dare i voti siete boni.
Ma dei vostri voti non è ce ne facciamo tanto.
Eppoi il voto, così a cavolo come fai te, te lo posso dare anche io.
Zero

Troppa televisione
e Gazzetta dello Sport

------
Spazzino Bighellone: nomen omen

onda lunga ha detto...

ad anonimo delle 9,15 del 13 maggio vorrei dire che sarei stato certamente molto più preoccupato se ad anonimi, si far per dire, come te fossi mancato.

troppa ghianda ha detto...

Caro poca ghianda, dal tuo intervento è chiaro che ti manca il senso dell'umorismo e non hai argomenti validi da trattare, già forse non avrai mai letto neanche...la Gazzetta dello Sport.
Poi non lo fare il raffinato latinista (da wikipedia: Nomen omen (o al plurale nomina sunt omina) è una locuzione latina che, tradotta letteralmente, significa "il nome è un presagio" o meglio "il destino nel nome"). Forse i tu' compagni più che il latino preferiscono, e meglio comprendono...il chianino.
Un saluto.

Tafazzi Forever ha detto...

Per quello dell' http// ad ogni costo.
Io dico che hai ragione, tanta ragione che secondo me la soluzione più logica è quella di prestare ai Campani i nostri competenti politici chiancianesi affinché possano risolvere definitivamente il problema.

Il "nostro" problema.

Secondo me dopo due mesi ce li smaltiscono definitivamente (e poco importa se non fanno la differenziata).

Qual'è il tuo prossimo argomento? Sono in ansia...
Se poi vuoi continuare a parlare di quello che non c'entra un'accidente con queste elezioni ti propongo io l'argomento..
Come la vedi l'elezione di Signorini al posto di Franceschini?
Secondo me, vista l'attuale politica del PD almeno avremmo uno competente in materia.

poca ghianda ha detto...

bravo troppa ghianda. Sai anche usare wikipedia. bravissimo.

usala anche per cercare di capire che cosa è il senso dell'umorismo.
forse, nel tuo dare i voti a destra e a sinistra?

Maria Giovanna ha detto...

Buongiorno a tutti,
Mi presento, mi chiamo Maria Giovanna Alati, ho 27 anni e sono candidata come consigliere comunale nella Lista Civica Chianciano per la Libertà.
Mi servo di questo blog per il grande potere mediatico che esso possiede e per poter quindi iniziare a farmi conoscere da quanti ancora non sappiano nulla di me. Vivo da quasi 20 anni a Chianciano..quindi è diventata ormai il mio paese, il luogo che tutti i chiancianesi “DOC” vedono come la loro casa, pur sempre rimanendo legatissima alla mia città di origine: Reggio Calabria. Mi sono infatti trasferita qui all’età di 8 anni e da allora sono cresciuta in un’ ambiente strettamente legato all’ambito imprenditoriale. I miei genitori infatti appena trasferiti hanno acquistato l’Hotel Conte e lì ho avuto l’occasione di stare a stretto contatto di tutta quella cerchia di professionisti che caratterizzano l’ambiente alberghiero, e scontrandomi con le numerose difficoltà che possono incontrare gli albergatori..ad es: dalle norme antincendio ed i numerosi lavori che ogni anno gli albergatori sono chiamati ad eseguire per rendere i loro stabili “al passo con i tempi”, ai problemi che possono essere dettati da un livello dei prezzi troppo basso per determinate categorie alberghiere e determinati trattamenti.
Sono laureanda in Scienze Politiche e sono volontaria e precisamente soccorritrice avanzata presso la Misericordia di Montepulciano. Da quando presto servizio ho notato che la maggior parte degli interventi fatti aveva per “soggetto” degli anziani e ho potuto constatare personalmente il disagio che caratterizza il vivere di questo strato della società. In questi mesi inoltre, promuovendo assieme a dei miei amici un’iniziativa dei Giovani per la Libertà di Chianciano, mi sono trovata spesso a parlare con chiancianesi, con anziani che richiedono a gran voce la realizzazione di una casa di riposo..nostra, per i nostri anziani. E’ infatti secondo me importante per una persona che ha sempre vissuto nel nostro paese non essere costretta ad abbandonarlo proprio quando si inizia ad essere sicuramente più fragili ed instabili a livello emotivo: nella senilità. Le case di riposo che possono essere più “accessibili“ sul livello di costi si trovano a Sarteano e Montepulciano. Ma allora perché non regalarci una casa di riposo nostra in modo da non costringere i nostri anziani a lasciare il luogo dove hanno sempre vissuto?
La mia candidatura si propone quindi come una candidatura all’insegna dell’impegno per il sociale, proponendomi al contempo come interlocutore attento e sempre disponibile nei confronti di tutti quegli imprenditori e categorie che non si sentono ad oggi rappresentate in alcun modo. Dalla mia sicuramente non posso vantare un’esperienza che molti “mostri sacri” che sono scesi in campo in queste elezioni hanno, ma posso sicuramente offrire tutto l’entusiasmo, originalità e audacia che la mia giovane età offre.

Maria Giovanna Alati
Lista Civica Chianciano per la Libertà – Antonio Guidi Sindaco

Anonimo ha detto...

buonasera scrivo solo due righe per non tediare nessuno...mi piacerebbe, dal momento che questo bellissimo paese non riesce a sfornare geni tipo Bill Gates, Gandhi o Einstein, che molti delusi e super delusi commentatori delle liste prodotte cessassero di formulare giudizi sommari sui componenti di ogni fazione. Mi verrebbe da elogiare i più che si sono volontariamente messi a disposizione.. probabilmente sottraendo tempo e denaro alle proprie attività professionali cercando d'impegnarsi per qualcosa, al contrario di chi commenta che sicuramente ben si guarda dal trascurare il proprio orticello.
Concludo con un augurio... sentito e sincero atto a sostenere ogni persona che si sta confrontando in questa campagna elettorale... con entusiasmo e dedizione e magari qualche speranza nel cassetto.
Per quanto riguarda i signori "commentatori" .. attenti all'orticello che è arrivato il caldo e le piante si seccano. saluto

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 248   Nuovi› Più recenti»