e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

lunedì 15 maggio 2017

#perunachiancianomigliore Chianciano il paese che non ammette gli errori!

Fonte la rete
Un paese che non riconosce i propri errori non potrà mai risolverli e li ripeterà, lo dimostrano i 2 milioni che saranno investiti in opere connesse al Palamontepaschi.
Il solito refrain dei soldi ormai stanziati e che quindi vanno spesi anche se in opere sbagliate.
Piazza Italia, lo stesso Palamontepaschi, parcheggi al Cantinone e via dicendo sono progetti nati sotto questa cattiva stella.
Se si ammettesse che Piazza Italia è sbagliata, nessuna forza politica comprese quelle all'opposizione lo ha mai esplicitamente detto, si potrebbe ragionare veramente su come rivitalizzarla.
Stessa cosa le piscine comunali, un inno allo sperpero, un progetto assurdo, finalizzato solo a favorire associazioni amiche e che ora si tenta di di rimediare con fallimentari project financing.
Se si ammettesse che le piscine termali sono state costruite in un luogo, senza le adeguate infrastrutture e senza adeguati collegamenti stradali, senza una segnaletica corretta quasi a nasconderle agli occhi del turista, forse faremmo qualcosa per migliorare la situazione e ancora potrei fare mille altri esempi.
A Chianciano le amministrazioni passate e presenti e le parti politiche hanno molta difficoltà ad ammettere o affermare che questi sono errori, dunque finchè non lo faranno non li risolveranno mai ma rimanderanno alle amministrazioni future, ma il problema e che gli stessi cittadini talvolta per piccoli interessi reggono la farsa, quando ammetteremo i nostri errori? Quando cominceremo a costruire una Chianciano Migliore? 
Oggi voglio lanciare l'hashtag #perunachiancianomigliore per segnalare nel Blog, su Twitter e su Facebook tutto quello che a Chianciano non va e lo metto a disposizione di tutti coloro che lo vogliono usare per migliorare il nostro “comunque potenzialmente bellissimo” paese. 

Saluti,

Valtubo


Primo incidente e danno nella nuova rotonda di Chianciano Terme
Anteprima Agenda Rossa NTI canale 271 mercoledi 17.05.2017 ore 20.30 intervista a Fabiano De Angelis M5S su riapertura Piscine Comunali

50 commenti:

Anonimo ha detto...

Siamo noi cittadini a dover cambiare la logica di questa situazione, invece di fare incontri, riunioni su riunioni, progetti costosissimi, project financing ecc...., incominciamo a prendere in mano la paletta,piccone e scopa e a valorizzare le tante cose belle e buone che abbiamo che invece di tenerle bene ci affidiamo sempre all'ancora del project che non risolve nessun problema ma invece lo complica.
Ritorniamo al vero lavoro all'aria aperta e usciamo dagli uffici delle riunioni e dei 1000 progetti irrealizzabili.

PD Chianciano Terme ha detto...

PARTITO DEMOCRATICO CHIANCIANO TERME

(R)impianti sportivi

Fare buona amministrazione vuol dire programmare e non individuare soluzioni avventuristiche, difficili o impossibili da realizzare.
Lo scorso anno avevamo messo in evidenza in Consiglio Comunale che la soluzione presentata per la sistemazione del Centro Polisportivo Comunale portava con sé tante criticità – tutte espresse nella dichiarazione di voto del Gruppo Chianciano Riparte – e che in generale il percorso individuato sarebbe stato troppo lungo e impervio.
Oggi la prova dei fatti: il project financing è naufragato!
Ed appare chiaro anche perché le precedenti Amministrazioni Comunali non hanno proposto un project: per la difficoltà di trovare soggetti interessati ed affidabili e per il lungo periodo richiesto dalla procedura.
Questa Amministrazione ha deciso, invece, di chiudere il Centro Polisportivo in attesa di eventi che non si sono realizzati. Ora ne subiamo tutti le conseguenze con l’incertezza dell’apertura estiva delle piscine scoperte, per non parlare di quella coperta… e con una sicura perdita di presenze turistiche legate alle manifestazioni sportive che si sono rivolte altrove.
Si fa presto a parlare di risposte alla clientela ed agli utenti, quando tutto sembra andare in un’altra direzione. Non è facile programmare senza alcuna certezza di funzionamento della strutture.
E così si andrà con una possibile riapertura in deroga, con probabili interventi del Comune, ed allora come mai gli impianti sono rimasti chiusi da quasi un anno? Chiediamo all’ Assessore allo Sport di battere qualche colpo e di farsi vivo. Noi, come al solito, siamo disponibili nella chiarezza e nella condivisione delle proposte, perché, come dovrebbe sapere la Maggioranza, così attenta ad autocelebrarsi ed autogiustificarsi, non ci siamo mai sottratti al confronto e al dialogo.

Chianciano Terme, 15/05/2017

Anonimo ha detto...

Si cari comunisti e' tutto vero, pero' perche' non dite che voi le avete fatte marcire le piscine negli ultimi venti anni senza fare niente...??

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

Caro Anonimo,condivido il tuo invito a lavorare ma,come saprai,i Chiancianesi sono più AVVEZZI al " si dovrebbe", "bisognerebbe" pittosto che al fare.Armiamoci e partite hanno fatto da sfondo per tanti anni alle politiche dell'assistenzialismo dove ci si impegnava più ad inventare che a fare. E' nato così un Palamontepaschi inutile,una Piazza Italia fatiscente,un Palazzetto dello Sport non utilizzabile per manifestazioni importanti e relative Piscine frequentate da pochi intimi e passate di gestione in gestione per la loro improduttività e spesso chiuse.Ma quanto sono costate tutte queste opere alla comunità? Perchè qualcuno non si impegna a fare due conti come si fa in famiglia? Certo fa bene ora il PD a scaricare un pò di responsabilità ai nuovi amministratori che non contando più su Regione e MPS,con in mano un paese ed una economia ridotti alla fame dalla inefficienza di chi li ha preceduti,si barcamenano alla meglio per uscire dal tunnel e magari incappano in avventurieri che da Chianciano hanno solo preso e ancora vorrebbero prendere ma poco hanno dato.Questa non vuole essere certo una giustificazione! Una domanda: di chi era il progetto dell'erigendo immobile?

Anonimo ha detto...

Ma Chianciano è candidata come città Europea per lo sport 2019?

Anonimo ha detto...

Just do it !!!!

Anonimo ha detto...

caro Valerio,
Purtroppo non è con progetti spot che chianciano riparte, nè con babbo natale, nè con impossibili e comunque inutili fantaprogetti che rischiano solo di aggravare le casse comunali.
E' una fortuna per i cittadini di chianciano che non si faccia il Pro-fin che avrebbe affossato il bilancio a beneficio esclusivo di società private.
Mi piacerebbe poter dire che il progetto di della città dello sport o del golf ha una suo perchè ed un suo futuro, ma in realtà lo ha solo nella testa di chi non ne vede i limiti; in un paese in cui non vi sono le strutture ricettizie adeguante e nessuno intende investire (giustamente) il progetto è fallimentare.
Mi piacerebbe poter dire che chianciano si risolleverà grazie ad un rilancio termale, ma aimè credo anche questa strada sia impraticabile i tempi passati e le sovvenzioni statali sono solo un ricordo.
Mi piacerebbe poter indicare nella vocazione turistica di chianciano un futuro rigoglioso, ma non vi è nessuna vocazione turistica se non per la vicinanza con mete realmente a vocazione turistica come Montepulciano, Pienza, Siena, ecc.
Tolto lo sport, le terme, la vocazione turistica cosa resta?
Resterebbe la possibilità di far rinascere e crescere Chianciano con nuove strategie di sviluppo che potrebbero consentire a Chianciano di sfruttare le sue VERE potenzialità.

mazzetti stefano ha detto...

viva le banche.......... pigliamola a ride........

Egregio Signor Direttore,

Le scrivo per ringraziarla di aver bloccato il mio assegno con cui ho tentato di pagare il mio idraulico il mese scorso. Secondo i miei calcoli, dal momento in cui ha controllato se c’erano i fondi necessari fino all’arrivo di essi, erano passati appena 3 nanosecondi. Mi riferisco naturalmente all’accredito automatico mensile della mia pensione… un accredito che, lo ammetto, avviene puntualmente da “soli” 8 anni.
Le faccio inoltre i complimenti per quei 30 dollari scalati dal mio conto a titolo di sanzione per il disagio causato alla sua banca.
Le confesso che questo spiacevole incidente mi è servito per rivedere e cambiare il mio approccio al mondo finanziario. Io rispondo personalmente alle vostre lettere e alle vostre telefonate, al contrario, quando sono io a contattarvi, mi ritrovo sempre a che fare con un’entità impersonale fatta di lunghe attese e voci pre-registrate… questo è quello che ormai è diventata la sua banca!
D’ora in poi anche io, come lei, scelgo di rivolgermi soltanto ad una persona in carne e ossa.

D’ora in poi mutui e prestiti non verranno più pagati automaticamente, ma tramite assegno spedito alla vostra banca e indirizzato personalmente a un vostro dipendente da nominare.
Come lei saprà benissimo, è REATO ai sensi della legge aprire una busta intestata ad un’altra persona. Allego a questa lettera un modulo di contatto che un suo dipendente dovrà compilare per la ricezione dei miei assegni.

Mi dispiace che il modulo sia lungo ben 8 pagine, ma ho bisogno di sapere tanto sul suo dipendente quanto la sua banca vuole sapere di me, non c’è alternativa.
E’ pregato di notare che tutte le copie delle cartelle cliniche del suo dipendente devono essere controfirmate da un notaio, e dei dettagli riguardanti la sua situazione finanziaria (reddito, debiti, attività e passività) devono essere accompagnati da prove documentate.
A tempo debito, a mio piacimento, rilascerò al suo dipendente un codice PIN che lui/lei dovrà utilizzare prima di mettersi in contatto con me. Mi dispiace che il codice sia lungo 28 cifre, esattamente il numero di pressioni sui tasti del telefono che faccio per accedere al mio saldo del conto tramite il vostro servizio telefonico.
Come si suol dire, l’imitazione è la più sincera forma di adulazione!
Vorrei aggiungere qualche altro piccolo appunto. Quando mi chiama è pregato di premere i tasti come segue:

AD INIZIO CHIAMATA PREMA (*) PER SELEZIONARE LA LINGUA INGLESE.
#1 Per fissare un appuntamento.
#2 Per richiedere un mancato pagamento.
#3 Per trasferire la chiamata nel mio soggiorno, nel caso io sia lì.
#4 Per trasferire la chiamata nella mia camera da letto, nel caso stia dormendo.
#5 Per trasferire la chiamata nel mio bagno… nel caso sia impegnata nei miei bisogni fisiologici.
#6 Per trasferire la chiamata al mio cellulare, se non sono a casa.
#7 Per lasciare un messaggio sul mio computer, verrà richiesta una password per poter accedere al mio computer.
#8 Per tornare al menú principale.
#9 Per fare un reclamo.
A volte si troverà di fronte a delle lunghe attese, ma non si preoccupi! Una musica melodica le farà compagnia per tutta la durata.
Le faccio i miei più sinceri auguri per un felice, anche se spero meno prosperoso economicamente, anno nuovo.
Una sua umile Cliente

Anonimo ha detto...

Guarda che questi di ora proseguono pari pari quello che hanno fatto gli altri, nulla è cambiato. Prima non c'era opposizione, come non c'è adesso. Molti degli attuali amministratori prima erano sempre a braccetto con quelli di prima. Umiltà ed un pò di onestá intellettuale ci vorebbe, ma non è facile e non da tutti. Chianciano è un paese fantasma ed è ora di smetterla di vivere di ricordi, quella di prima non potrà tornare più. Quando sará preso atto di questo ed alcuni si dedicheranno all'interesse del paese tutto, forse con il tempo diverrà un posto apettibile agli investimenti ed a nuovi turisti, veri, non mordi e fuggi e per piccoli eventi paesani.

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Continua, e con un dato eccezionale riferito al periodo 2015-16, la crescita del turismo a Chianciano Terme, segnando una marcata inversione di tendenza rispetto al periodo di calo il cui picco si era registrato nel 2013.
I dati illustrati nei giorni scorsi a Siena mostrano infatti il valore di crescita più alto in percentuale rispetto agli altri comuni della Valdichiana (se si considerano tutti i 36 comuni della provincia Chianciano Terme è al 12 posto).
Se si somma la crescita che era stata registrata nel 2015 (+9%), il biennio 2015-16 rappresenta un altro dato eccezionale: l'incremento nel periodo considerato è stato del +16% circa.
"E' stato un 2016 di grande soddisfazione dal punto di vista delle cifre perché con un +7% di incremento delle presenze continuiamo quel trend di crescita che porta al risultato di un quasi +16% nel biennio 2015-16: tutto questo grazie a un lavoro che, da un lato è guidato dall’Amministrazione Comunale, e dall'altro ha visto un grande sforzo collettivo di tutti gli attori del territorio: Terme, albergatori, operatori turistici, enti locali e Comuni del territorio della Valdichiana e con la Regione che ha cercato di dare risposte a uno di quei settori che fanno l'economia e sono decisivi per l'occupazione".
Lo ha affermato l’assessore al turismo Andrea Morganti commentando i dati di cui sopra.
"Guardiamo con fiducia anche al 2017", ha anticipato Morganti, rivelando che Chianciano Terme è stata metà di importanti eventi nei primi mesi dell’anno e lo sarà anche nei prossimi con il clou previsto a fine maggio con la StarCon 2017 e a luglio con il Campionato Italiano di Scacchi Under 16.
“Questi dati non possono che essere da impulso alla professionalità dei nostri operatori e alla necessità di continuare a supportarli – conclude il Vice Sindaco e Assessore alle Attività Produttive Rossana Giulianelli – grazie all’azione sinergica degli attori privati e degli enti pubblici, oltre che delle Istituzioni, con politiche e soluzioni che rendano più attrattiva la nostra terra e qualificata la nostra offerta che gode già del vantaggio di essere estremamente diversificata.”

Andrea Morganti Assessore allo Sport ha detto...

Rispondo al comunicato del gruppo consiliare Chianciano Riparte sugli impianti sportivi.
Ribadisco come più volte ripetuto che i nostri impianti sportivi sono in una condizione critica dovuta ad anni e anni di mancati investimenti di riqualificazione, ed oggi purtroppo ci troviamo in una situazione di non facile soluzione .l’idea del project financing non e’ venuta fuori per manie di grandezza ,semmai la mania di grandezza è stata di coloro che li hanno costruiti e voluti ,facendo un opera sovradimensionata per quello che e’ il paese . Purtroppo oggi queste strutture non a norma e fuori mercato hanno necessariamente bisogno di investimenti rilevanti ,per adeguarle ,renderle fruibili ed economicamente sostenibili da qualsiasi tipo di gestione .Questi investimenti non possono essere soltanto pubblici ,ma necessitano di investimenti privati anche rilevanti ,per questo ci siamo orientati sul project ,perché e’l’unica strada percorribile per dargli un futuro e non continuare a buttarci soldi pubblici per le manutenzioni come e’stato fatto dalle vecchie amministrazioni.Siamo consapevoli che queste operazioni sono rischiose ,ma sono al momento l’unica strada percorribile. Stiamo lavorando per trovare una soluzione alternativa e la troveremo.Sara’ sicuramente migliore di quelle che sono state trovate negli ultimi 30 anni, cioè niente.
Non illudiamoci di poter dare risposte adeguate alla cittadinanza e al turismo sportivo con una struttura in queste condizioni, certo possiamo riaprirle spenderci risorse da bilancio ,ma offrire una struttura adeguata agli standard richiesti ed alle sempre più stringenti normative non e’ così semplice. Invito quindi l’opposizione a fare meno strumentalizzazione politica da queste situazioni ,ed eventualmente proporre soluzioni alternative valide su cui confrontarci..

Anonimo ha detto...

IMPIANTI SPORTIVI
Si leggono in questi giorni articoli,prese di posizione politiche,riflessioni,sugli impianti sportivi.E' compito della politica stimolare chi amministra anche se poi,al momento di suggerire soluzioni,è solo bla bla bla.Forse anche perchè responsabile di certe impasse è chi ci ha governato negli anni passati e,per liberarsi dalle proprie responsabilità, addossa la colpa ad altri.Ma questo è un gioco a cui i politici ci hanno abituato.Quello che non capisco però,è perchè questa amministrazione ha voluto portare avanti un progetto che anche il più sprovveduto avrebbe capito che era destina to a naufragare.Forse si sono fidati delle persone sbagliate o le hanno mal valutate.Oppure per mania di grandezza! Certo è che in passato questi impianti hanno dato gratificazioni a Chianciano nei numeri,nella stampa,nelle presenze.E sorprende come pur facendo parte di questa amministrazione,l'artefice di tali successi,esperto nel settore,destinato a compiti diversi da quelli di maggiore competenza,non abbia dettato delle linee,non sia stato coinvolto con la struttura con cui aveva precedentemente gestito le piscine a mettere mano o a contribuire a dare soluzioni più percorribili.E' troppo tardi per farlo? Oppure difficile fare un bagno di umiltà?
Per l'anonimo delle 13.20 una domanda Non lo sport,non le Terme,non il turismo,quali consigli suggeriresti per uscire e risolvere la crisi? Ce li spieghi e suggerisci? Ti ringrazieremmo tutti

Anonimo ha detto...

Ma quelli che hanno portato la struttura in queste condizioni in oltre 20 anni di mancati investimenti ancora parlano? Non sono riuscito a fare investimenti quando c'erano i soldi come ad esempio fondazione MPS e soggetti interessati...

Anonimo ha detto...

L'auto celebrazione non è una gran cosa!Ma di quali presenze si va parlando? Una notte e via, quando va bene, un giorno per piccole manifestazioni che non portano nulla al tessuto sociale ed al commercio. La colpa è senz'altro di chi ha governato per oltre sessant'anni, ma negli ultimi quindici, venti, nessuno degli attuali governanti li ha mai criticati, anzi, non lo si può negare assolutamente, venivano approvati ed appoggiati, facendogli anche campagna elettorale a favore. Quindi le responsabilità sono di tutte le amministrazioni,e sono tutte abbastanza sinistre!!! Aspettiamo per Chianciano il nuovo Renzi, così si completa il cerchio.

Anonimo ha detto...



Certo che ci sono presenze, una notte e via, ma nemmeno ci ritornano. Sono solo allettati dai prezzi stracciati degli albergatori che a mala pena ci ripagano le spese. Il problema non è solo della sinistra, ma anche delle opposizioni, che non ci sono mai state: come l’opposizione del Movimento 5 stelle.
Mal voluto non è mai troppo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!




Davide Meniconi su FB ha detto...

Bene così !! Che si ricordino ciò che hanno costruito , impianti sp ortivi , la sala bingo , il salone sensoriale, le 7 piscine faraoniche, l'attuale piazza Italia ,il parcheggio del Cantinone e tutti i treni persi... che le loro manie di grandezza sono state il loro declino politico per non aver dato le giuste risposte per gli "investimenti" fatti.

Anonimo ha detto...

ma davvero ci siamo candidati come la cittadina europea dello sport ????....è come se una casa di tolleranza si candidasse per il concorso ''la più bella chiesa europea''...oppure come se un astemio ambisse al premio ''ubriaco dell'anno''...o se un diabetico si mangiasse una tonnellata di cioccolata......il problema non è Chianciano, ma i chiancianesi....

Anonimo ha detto...

Ma se tutti voi eravate sempre in prima fila ad applaudire! Di cosa state parlando? La responsabilità di come è ridotto il paese non può essere solo di quell di prima, quelli di prima li votavate molti di voi che oggi ci tenete a far credere che siete solo quelli di oggi. Memoria corta! È la politica ragazzi fatevene una ragione, al prossimo giro un pò di sinistri attuali torneranno all'ovile e si faranno rieleggere nel loro giuso alveo.

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Nuove Acque comunica che il giorno 18 maggio 2017 dalle ore 8,30 fino alle ore 16,30 effettuerà lavori di collegamento della nuova rete idrica in Viale della Libertà a Chianciano Terme. Pertanto si verificheranno temporanei abbassamenti di pressione e sospensioni dell'erogazione idrica nelle seguenti zone:
* viale della Libertà
* via P. Ingegnoli
* via Po'
* via Adda
* via dei Colli
* via Adige
* viale G. Di Vittorio
* via della Valle
* Via dei Vepri
* località San Polo
* località Poggio al Moro
* via Canelle
Ripristinando il servizio, potrenno verificarsi momentanei fuoriuscite di acqua torbida dovute al prosciugamento delle condotte.
Ci scusiamo anticipatamente, a nome di Nuove Acque, per i disagi che saranno creati all'utenza
Tel. 800-191919

Spazzino bighellone ha detto...

Buongiorno, qualcuno ci racconta come è andata ieri nei due incontri alla Cripta con il Rocchi e Sei Toscana?

Anonimo ha detto...

Notizia dell'ultimora, a Cesenatico dove in questi giorni doveva partire il servizio porta a porta e' stato tutto sospeso, per le perplessita dei cittadini e degli operatori sul nuovo sistema....

Centritalianews.it ha detto...

Chianciano: il sindaco Andrea Marchetti non esclude di ricandidarsi per il prossimo mandato

Il sindaco di Chianciano Terme Andrea Marchetti non esclude di potersi ricandidare per il prossimo mandato tra un paio d’anni circa. Lo ha detto lo stesso primo cittadino intervenendo alla trasmissione “Agenda Rossa” della Tv Nti diretta da Francesca Campanelli. Marchetti infatti ha spiegato che è in corso già il lavoro del gruppo che lo ha sostenuto alle passate elezioni comunali risultate vittoriose per la sua lista civica “Puntoeacapo” per verificare i prossimi passi da fare fino a conclusione della legislatura soprattutto alla luce degli obiettivi che sono ancora da raggiungere. “ Io – ha spiegato il sindaco – sono disponibile e sono pronto a fare da ‘collante’, come la precedente volta, tra le varie esigenze della coalizione civica e quindi a ricandidarmi, se come gruppo saremo d’accordo”. Marchetti non ha neanche escluso che comunque possa emergere all’interno del gruppo qualche altra candidatura. “Vedremo – ha detto – ci sono molti giovani validi che potrebbero farlo”. Quanto all’ipotesi che tra un paio di anni non possa avere più l’appoggio del centrodestra, a cominciare da Forza Italia che l’ultima volta si è spesa parecchio per farlo eleggere, Marchetti ha detto che quando sarà il momento si valuterà il problema.

Sindaco Marchetti ad Nti - Agenda Rossa ha detto...

Il sindaco di Chianciano Andrea Marchetti ha assicurato che l’amministrazione sta facendo di tutto per garantire l’apertura delle piscine comunali entro la fine di giugno, al più tardi ai primi di luglio, almeno quelle esterne. Lo ha detto alla emittente Tv Nti per replicare a quando affermato dal consigliere di opposizione del M5S Fabiano De Angelis secondo cui le piscine, dopo che è “saltato” il bando per la gestione, resteranno chiuse all’80%. Percentuale questa che Marchetti ha smentito seccamente.

Anonimo ha detto...

.........non esclude di ricandidarsi per il prossimo mandato
Notiziona!!! Ci mancherebbe anche questo. Non son bastati tre anni, ne mancano altri due e già ce ne vogliono rifilare altri cinque. Altro che .capo

Anonimo ha detto...

Io voglio il Rocchi come prossimo candidato sindaco, è in gamba e soprattutto è sempre stato del PD

Anonimo ha detto...

Sicuramente è sempre stato di sinistra! Come quasi tutta l'attuale giunta. Quei pochi che non lo erano ci sono diventati. Altro che lista civica, sinistri erano e sinistri governano. Alle prossime elezioni è chiaro che dovranno contare solo sui loro numeri. Questo esprime il paese e questo si dovrà tenere. La speranza che prima o poi qualcuno apra qualche fabbrica perchè il lavoro non c'è più da un pezzo e di turismo Chianciano non campa piû da un bel pò!

Anonimo ha detto...

se marchetti si ricandida vuol dire che si è trovato bene.
poltrona comoda !

Anonimo ha detto...

E con lui gli altri, c'è crisi!!!!!!!!!!!!!!

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Raccolta dei rifiuti "Porta a porta" - informativa

L’Amministrazione Comunale, nell’intento di proseguire il cammino improntato alla tutela dell’ambiente e di migliorare costantemente i risultati raggiunti, ha deciso di procedere, a partire dal prossimo mese di giugno, alla riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani con il sistema del ritiro “porta a porta”.

Nel nostro comune la raccolta differenziata è di poco superiore al 50%, un risultato che consideriamo sicuramente positivo, ma che è ancora molto distante dagli obiettivi di legge, che fissano una percentuale pari al 70% entro il 2020.

L’obiettivo della riorganizzazione del servizio è quello di incrementare la percentuale di rifiuti riciclabili raccolti, assicurando così una corretta gestione finalizzata al recupero di materia, secondo quanto previsto dalla normativa europea e nazionale, nonché dalla programmazione regionale.

Il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani attraverso la metodologia del “porta a porta” consiste nella separazione domestica delle diverse tipologie di rifiuto, che saranno poi raccolte a domicilio dagli operatori del gestore SEI Toscana secondo orari e frequenze stabilite, e nella contestuale eliminazione dei cassonetti stradali.

Il nuovo servizio verrà attivato nel centro abitato per utenze domestiche ed utenze non domestiche, con esclusione delle abitazioni sparse, che continueranno a conferire i rifiuti secondo le modalità attuali facendo ricorso alle postazioni stradali che rimarranno sul territorio.

Dal prossimo lunedì 22 maggio 2017 quindi, con la consegna degli appositi kit partirà ufficialmente il servizio di raccolta domiciliare "porta a porta" a Chianciano Terme.

Gli operatori di SEI TOSCANA, riconoscibili dall'apposito tesserino, passeranno casa per casa ed utente per utente, a distribuire il KIT necessario poter effettuare la raccolta differenziata, a georeferenziare ogni singola utenza cosicché possa essere bonificata la banca dati ai fini TARI ed ovviamente a fornire capillarmente tutte le informazioni utili alla comprensione del nuovo servizio, in merito alle quali sarà consegnata una guida con le istruzioni per il corretto conferimento, il calendario e gli orari per l’esposizione del rifiuto.

L’attivazione effettiva del nuovo servizio di raccolta avverrà a partire dal 19 giugno 2017, data dalla quale tutte le UTENZE DOMESTICHE seguendo il calendario prefissati per ciascuna tipologia, dovranno esporre davanti alla propria abitazione (su suolo privato accessibile o suolo pubblico) dalle 6.00 alle 9.00 nel caso di residenti in centro storico ed entro le ore 7.00 per tutte le altre zone. Questo per permettere il prelievo degli stessi nelle ore successive da parte del gestore del servizio SEI TOSCANA. (segue)

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Per quanto concerne le UTENZE NON DOMESTICHE il nuovo servizio - se non per un diverso calendario di raccolta - non porterà stravolgimenti rispetto al servizio attuale in quanto già presente la raccolta domiciliare; queste saranno infatti dotate di appositi contenitori per il conferimento e potranno usufruire sia del servizio base di tipo domiciliare (lo stesso delle utenze domestiche) che – in caso di specifica richiesta da avanzare agli operatori in questa prima fase - del servizio aggiuntivo RUND (Ripasso Utenze Non Domestiche). Servizio quest’ultimo che però, seguendo le direttive dell’amministrazione Comunale, sarà attivato per il 2017 solo ed esclusivamente alle utenze che saranno in regola con i pagamenti TARI e/o con il piano di rateizzazione degli stessi al Dicembre 2015.

Si consiglia fin da ora di prendere visione della guida informativa curata da SEI TOSCANA, in fase di distribuzione ai cittadini, nonché delle modalità indicate nei provvedimenti che disciplinano la raccolta dei rifiuti urbani ed assimilati con delibera della Giunta Comunale (Deliberazione della Giunta Comunale n. 80 del 2017) e con Ordinanza (Ordinanza n. 33 del 9 maggio 2017), le quali, oltre a definire la struttura e il perimetro del servizio, fissano le regole per la corretta raccolta dei rifiuti senza incorrere nelle sanzioni previste dalle leggi in materia e dalle norme comunali.

Per ogni ulteriore informazione e dettaglio sarà comunque possibile rivolgersi:

PER SERVIZIO "PORTA A PORTA" al numero verde di SEI TOSCANA 800 127484 - indirizzo email di SEI Toscana Srl: attivazioni.chiancianoterme@seitoscana.it
PER BOLLETTA TARI - Ufficio TARI del Comune di Chianciano Terme (TERZO PIANO, STANZA N. 30): bollettarifiuti@comune.chianciano-terme.si.it Tel. 0578 652220 - orario di apertura al pubblico: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 11.00 alle 13.00 e martedì e giovedì dalle 15.00 alle 17.00
PER INFORMAZIONI TECNICHE - Ufficio Lavori Pubblici e Patrimonio: servizitecnici@comune.chianciano-terme.si.it - Tel. 0578 652 210 - 221 - 300
ASSESSORE ALL'AMBIENTE del Comune di Chianciano Terme (Damiano Rocchi) concordando un appuntamento al n. 347/7539751.

Anonimo ha detto...

Sono super partes: se non si ricandidano il sindaco (An?), l'assessore (pd?) e il consigliere di opposizione (5stelle?) si avrebbe un grande giovamento.

Anonimo ha detto...

Con un minimo di onestà intellettuale non si dovrebbe ricandidare nessuno. Ma visto che questa è dote rara, ce li ritroveremo tutti lì, anche se dalla parte opposta, che comunque è la loro originale. #stateserenichiancianesiquestooffreilconvento

Anonimo ha detto...

Buttiamola tutti nel mezzo alla strada.....

MAZZETTI STEFANO ha detto...

questione di abituarsi e sarà magari senza nessun disagio...., e comprendo è per rispettare gli "ordini" superiori di chi politicamente decide come dobbiamo alimentarci, la pa poco puo fare se non dire "obbedisco"...., non so se condividono le logiche poi che ne deriveranno, ma nemmeno mi interessa........ ognuno lecitamente le proprie opinioni.
-ho saputo che purtroppo riguarda anche mia azienda.... poco mi cambia, nel senso che per me è solo una estorsione a cui non mi oppongo e pago(diploma di coglione in attesa di laurea in cretineria) ... proprio perche rispetto ambiente, cerco di produrne meno possibile 2-3 volte meno della media, e la parte organica ne smaltisco penso 8-10 volte meno della media, utilizzandola per altro meno stupido di buttarla via......sono obbligato a pagare quindi un servizio di cui non usufruisco,ma no problem si sa bene, dato che 80% delle aziende nel turismo non pagano impunite e gli viene cmq dato servizio che loro invece usano ampiamente,,,,la necessità dei coglioni che pagano c'è per sostenere concorrenza sleale legittimata da pa e associazioni, e mantenere status di "diplomati coglioni"......ahahahha potrà chiedere il 4rto passaggio solo chi in regola con i pagamenti....e gli altri 3 invece???? paghi o non paghi è UN SERVIZIO CHE VIENE FATTO A TUTTI, dire ridicolo è una cortesia....... sai che gle ne frega a chi non paga di chiedere il 4 passaggio..... ammucchiano troiai aspettando gratuitamente i 3 previsti.....allucinante!!!!
-scendendo un po invece nel tecnico, si sa che in italia le leggi sono come la pelle delle palle.... vanno a seconda di dove le tiri....., le norme haccp impongono a chi lavora con alimenti, regole ben categoriche sull'organico, proprio perchè dato che per forza un contenitore deve stare in cucina, a norma, con coperchio, etc... deve essere smaltito in estate per non avere prolificazione batterica, almeno 2-3 volte al giorno, dipendentemente quali tipi di alimenti si lavorano.... quando vengono controlli e i preposti fanno campioni strofinando banchi lavoro, taglieri,affettatrici,attrezzatura varia..... i risultati poi dipendono da come si pulisce, come si sterilizza con saponi e disinfettanti appropriati,E COME SI ,RIPONE,CONSERVA,SMALTISCE RIFIUTO ORGANICO..... non io, scienza dice, che, la faccio semplice con riferimenti comprensibili..... in carni,pesce, la quantità batterica contenuta in una goccia, in 12-24 ore a seconda temperatura e umidità, diventa da una goccia una bottiglia da 1 litro.....oltre che puzzare da morire..ogni volta che alzi il contenitore circola nella'area circostante una quantità batterica che aderisce a superfici, se in quel momento viene un controllo e fa un campione li....

MAZZETTI STEFANO ha detto...

SI VA A FINIRE NEL GIORNALE, MULTATI,SPUTTANATI,FINO A RISCHIO CHIUSURA------questo puo succedere in 24 ore......figuriamoci 3 giorni....ma loro dicono, beH basta che chiudi buste e le metti da una parte nel contenitore apposito, per poi mettere n strada nel giorno previsto..... la logica funziona, ma???? dove?, io problemi non li ho, spazio fuori a bizzeffe....ma colleghi con metri utilizzati per l'attività( la maggior parte), se non hanno uno spazio esterno isolato lontano etc....dove la mettono??, in dispensa?, in sala? al bar?, è stato previsto l'abolizione delle norme haccp????, non ne ho avuto comunicazione.....si puo quindi metterla per strada nel suolo pubblico?????
-l'organico deve essere messo scolato.....nelle buste che non reggono un cazzo e si rompono in continuazione, vabbè basterà usarne almeno 3-5 una dentro l'altra....(chi vuole bene a natura deve per forza usare + materiale e produrre + scarto giusto?) --- ora, non io ma scienza dice che, l'idroscopicita del sale, agendo come "estrattore di liquidi"nell'organico, fa si che...esempio se si pulsice 8 casse di insalata per 150p, lo scarto nel sacco, unito ad altro con presenza di sale, nell'immediato è asciutto..messo a "riposare" in attesa che venga gentilmente ritirato, dopo 2 giorni in un peso sacco di 25kg, in origine, almeno 8 sono diventati liquidi......... ripeto è scienza non opinione....
-fino a 20 anni fa...in tutte le cucine c'era un bidone apposito che veniva ritirato giornalmente da chi faceva allevamento suino...e siccome siamo in tanti a ricordarcelo, vi ricordate d'estate gia in solo 8-10 ore, al servizio della sera il contenuto di quei bidono fermentava come una botte di vino dopo 3 giorni che c'hai messo l'uva, per quello veniva ritirata TUTTI I GIORNI...poi è diventato "fuorilegge" ahahhaha, il modo + ovvio, pulito,funzionate, è fuorilegge ahahhaha, e si studia cazzate, fantastico!!
-poi cmq, no problem, perchè chi obbliga queste procedure vuole bene alla natura, è per questo che con le norme obbliga di non utilizzare + prodotti freschi e consumare solo scatolati,liofilizzati,congelati,barattolame, .....CIOE QUELLO CHE PRODUCE QUANTITA ELEVATE DI MATERIALE DI CONFEZIONAMENTO DA SMALTIRE...PLASTICA-PETROLIO-FABBRICHE-ETC ETC......ma chi vuole bene alla natura... deve per forza danneggiarla, altrimenti non saremmo la specie animale + intelligente giusto????
-questi problemi sono perlopiu per professionisti, io tanti non ne ho come detto sopra....ma auguro buona fortuna a tutti i colleghi che non hanno la fortuna di avere spazi come me.....
-per mettere fuori entro le 7 iMmondizia-----e è stato detto da preposti, ok ma si puo mettere fuori la sera!!!, ok quindi si passeggia in mezzo a cosa????, invece che tra qualche cassonetto(male utilizzato ok), tantissimi piccoli cassonetti e buste lasciate nelle strade..... ADORO IL PROGRESSO !!!!
-CMQ NO PROBLEM..... BASTA ABITUARSI ALL'ENNESIMA CAZZATA..... NON HA COLPA PA DI APPLICARLE, LA COLPA E NOSTRA CHE PERMETTIAMO A CHI ELEGGIAMO NEI PALAZZI GROSSI... DI PRENDERCI PER IL CULO.

Anonimo ha detto...


chi consegna i sacchi ha detto che la raccolta porta a porta non funziona.
lo dicono gli altri comuni che ci hanno preceduto.

Anonimo ha detto...

Non ho capito, se buttiamo via i rifiuti come adesso costano di piu' perche' c'e' da lavorarli,va bene. Se facciamo un buona raccolta differenziata paghiamo sempre lo stesso e piano piano aumenta comunque. Ma la amtematica e' diventata un'opinione?
KEATON

Anonimo ha detto...

Queste tecniche che si espandono a macchia d'olio tra i comuni, tipo raccolta porta a porta (che fa aumentare i costi senza benefici) ecc.. NON credo siano dovute solo ad uno spirito di emulazione... chi è il regista dietro queste iniziative? ci sono decreti a cui il comune è obbligato ad attenersi? sono richieste specifiche da parte di chi??
I cittadini possono sapere chi muove la "macchina"??

ROCCHI RISPONDI, GRAZIE!

Anonimo ha detto...

Stefano hai pienamente ragione su tutti i punti, ma come risponderesti te, la ragione sappiamo bene di chi è....Questi non hanno capito che stanno prendendo un'altra cantonata tanto per dire bastafà. Mettere qualche cassonetto in più per differenziare ancora meglio no è?
Anche i privati dove la tengono per due tre giorni, poi se la mettono fuori la sera, durante la notte sai quanti animali ci vanno a frugare, perchè non sarà facile che chi può uscire di casa dalle 7.30/8.00 in poi, esca apposta alle 6.30 a riporre i sacchetti nel marciapiede. Ridicoli.

Anonimo ha detto...

Non vengano a dire che diminuiscono i costi, perchè è chiaro che serviranno più operatori ecologici, detti anche spazzini.

Anonimo ha detto...

Invece invece di scrivere da dietro una tastiera facevi bene a partecipare alle assemblee dove i tecnici di sei e l'assessore hanno risposto a tutti i quesiti posti. Molti pari pari a quelli che scrivete. Quindi partecipate e fate meno chiacchiere.

Anonimo ha detto...

Tubino, a fa' la polemica e mette il cane alla salita sei bravo. Ma ci sei andato te agli incontri?

Anonimo ha detto...

Strano perché a me chiancianesi che consegnano i sacchi e chiancianesi che raccolgono i rifiuti mi hanno detto che funziona. Strano eh? E ora? A chi si dà retta? Ahahaha

valtubo ha detto...

Per anonimo 20 maggio 2017 15:28, non ho potuto partecipare ed infatti non ho scritto niente sui citati incontri, perchè ero al lavoro negli orari in cui sono stati organizzati, come penso molti di coloro che sono impegnati nei settori legati al turismo...

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

ora Tubino, non dire cag... Ti si trova sempre in giro, ora che tu non abbia potuto partecipare alle assemblee.... tra l'altro fatte in orari diversi... Chiediamo al Rocchi di confrontarsi con te, la prossima volta, e trovare un orario che sia consono alla tua attività....
Detto questo ho sentito pareri discordanti, ma chi ha già provato la raccolta porta a porta è soddisfatto, certo ci saranno delle cose da sistemare durante il rodaggio, speriamo lo facciano, non come sempre (basta vedere lo stato di abbandono e degrado dei borghi del centro storico).
Sig. Sindaco, ricandidi pure, ma se non ci risolve il problema dello sporco antigienico e portatore di malattie in cui è sommerso il centro storico con merde di piccioni, di gatti e cani dei soliti noti (possibile che tutti sappiamo chi sono i proprietari che li lasciano liberi di sporcare tranne i nostri solerti poliziotti municipali?), voti dal centro storico ne prenderà pochini pochini.....

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 15.25 questi incontri sono fatti per i boccaloni come te.

Fabrizio Giugnoli ha detto...

Le discariche non vanno bene, gli inceneritori non vanno bene, il porta a porta non va bene. Paradossalmente tutti hanno ragione perché in realtà il problema è un altro. Produciamo una quantità enorme di rifiuti, ed in trend è in crescita pur in una fase di crisi. Quindi in problema è a monte, ovvero nella convenienza per chi produce e distribuisce, ad immettere sul mercato prodotti e contenitori, soprattutto plastica, che poi, alla fine del ciclo, non risultano convenienti per la società perché costano un'enormità se sono smaltiti correttamente, di più se smaltiti male. Io è da tempo che sostengo che la soluzione è una tassa A MONTE, ovvero alla produzione, legata all'emissione di C02 dell'intero ciclo del prodotto e ai costi di smaltimento. Non può essere che mezzo etto di prosciutto finisca impunemente in una vaschetta di plastica, o che si imballi con polistirolo o nylon sempliemente perché conviene al produttore. Ovviamente una parte di questa tassa dovrebbe premiare chi ricicla, e l'altra essere utilizzata dallo stato per smaltire. Ma il vero vantaggio sarebbe quello di indirizzare i consumi verso prodotti ecologicamente più sostenibili con relativi vantaggi occupazionali. Ma io sogno, so benissimo che sogno. Nestlè si rifiuta di utilizzare capsule ecologiche solo perché costerebbero un centesimo in più. E per ora il mondo è comandato da migliaia di Nestlè. Sarà così ancora per qualche anno, finché tutto il sistema non sarà arrivato al collasso, differenziata o non differenziata. Un giorno, forse tardi, ci sveglieremo

Anonimo ha detto...

FORZA JUVENTUS!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! E SONO35!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

per anonimo 18,13
e sono 35 !!!
buona parte rubati
vincere in italia 35 0 70 campionati (MEDIOCRI) non vale niente
in Europa, dove conta, non valete niente !!!

Anonimo ha detto...

E'dura l'invidia,rosiconi!!!