e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

lunedì 5 settembre 2016

La Polemica che va bene a tutti....

Manifestazione ANPI 4 settembre 2016 Chianciano Terme

Ieri a Chianciano si è tenuto il corteo indetto dall'ANPI contro l'ormai prossima Festa di CasaPound.
E' da giorni che nei media si è scatenata una corsa a pubblicare comunicati di ANPI, Partiti Politici, Sindaci, Consiglieri Regionali e Parlamentari per impedire che tale Festa venga fatta, rivolti al Sindaco Marchetti di Chianciano Terme creando un vero putiferio intorno all'evento.
Ma la verità è che tutto questo crescendo va bene a tutti, all'ANPI che cosi giustifica e rinvigorisce la sua esistenza, al PD che si ricompatta con tutta la Sinistra e tutte le sue associazioni al seguito, su valori per loro storici, ai Politici vari che si mettono in evidenza e acquistano spazi nei giornali ed in tv, a CasaPound, che viene messo in risalto per più di quanto pesa e vale realmente e specialmente al Sindaco di Chianciano, che cosi rispolvera la sua immagine tra gli elettori di centrodestra che lo accusavano di governare una maggioranza di sinistra camuffata e riesce contemporaneamente a distrarre tutti dalla tremenda carenza di turisti e crisi di questa stagione.
Gli unici che rimangono un po fuori sono quelli del Movimento 5 Stelle che dicono di no all'adesione alla manifestazione, ma poi il loro portavoce De Angelis partecipa al corteo.

Saluti,

Valtubo

Vignetta Anpi Musica ai Fucoli

94 commenti:

Centritalianews.com ha detto...

Chianciano: la Regione Toscana farà di tutto perchè la giunta della cittadina termale ci ripensi e impedisca lo svolgimento della “Festa” di Casa Pound.
Lo ha anticipato il consigliere regionale Scaramelli a conclusione della manifestazione dell’Anpi alla quale hanno preso parte almeno mille persone


La Regione Toscana farà tutto ciò che è possibile perché l’amministrazione di Chianciano guidata da Andrea Marchetti ( a capo di una lista civica) “cambi idea, ammetta di aver sbagliato e impedisca che la ‘festa’ di Casapound , cioè dei fascisti del ‘terzo millennio”,venga fatta nella cittadina termale dal 9 all’11 settembre”. Queste le parole pronunciate dal consigliere regionale del Pd Stefano Scaramelli (ll Governatore Enrico Rossi infatti non ha potuto parteciparvi ma ha mandato un messaggio) proprio sotto le finestre dell’ufficio del sindaco chiancianese in Piazza Matteotti a conclusione della manifestazione organizzata dall’Anpi , in soli 5 giorni ,contro la “festa” di Casapound nella cittadina. Manifestazione alla quale hanno partecipato non meno di mille persone con un corteo che è partito dai giardini pubblici, aperto dalla banda che ha suonato più volte la canzone partigiana “Bella ciao”, per arrivare proprio sotto il municipio dove si è svolta la manifestazione con decine di interventi dei vari comitati dell’Anpi, delle numerose associazioni che hanno aderito, dei partiti che vi hanno preso parte come il Pd e il Psi in prima linea seguiti da Rifondazione Comunista, dal Partito Comunista, da Sinistra Italiana. In prima fila ovviamente i Gonfaloni dei tanti comuni con i sindaci (stranamente assente quello di Cetona) , poi le bandiere dei partiti e dei Anpi (Small)tanti comitati Anpi, della Cgil, di Legambiente, dei pensionati etc .e tantissimi cittadini del territorio. Presenti anche i deputati del Pd Susanna Cenni e Luigi Dallai, la responsabile regionale delle pari opportunità Rosanna Pugnalini, il consigliere regionale Simone Bezzini, la segretaria provinciale del Pd Silvana Micheli e praticamente tutti responsabili democratici della Valdichiana a cominciare da quello di Chianciano Marcello Fallarino. (segue)

Centritalianews.com ha detto...

Manifestazione ovviamente criticata dai partiti di centrodestra che l’hanno condannata ma anche dal M5S che ufficialmente ha voluto prendere le distanze contro la ”strumentalizzazione” che ne avrebbe fatto il Pd. Presente, ma “a titolo personale” come ha voluto precisare, il coordinatore dei pentastellati chiancianesi Fabiano De Angelis. Tornando alla manifestazione Scaramelli, che di fatto l’ha conclusa anche se per ultimo ha parlato Gianfranco Giglioni dell’Anpi locale (“Il sindaco – ha detto – doveva impedire la manifestazione”), ha avvertito che “da questa piazza bisogna dare un seguito nei prossimi giorni. Come Regione siamo impegnati perché nulla sia dato per scontato e fare in modo che eventi come quello di Casapound non si possano fare a Chianciano fondata sulla democrazia e su un territorio che tanto ha sofferto sotto il fascismo”. Insieme a Gianfranco Giglioni per l’Anpi ha preso la parola anche la segretaria provinciale Silvia Folchi che, tra tanti applausi, ha annunciato che la sua organizzazione proporrà a tutti i consigli comunali del territorio di votare un ordine del giorno per mettere al bando “tutte le manifestazioni di stampo fascista”. Anche il sindaco di Sarteano Francesco Landi, che ha preso la parola anche come Presidente dell’Unione dei comuni della Valdichiana senese, ha anticipato che chiederà a tutti i sindaci dell’area di istituire una delega “alla memoria” che va mantenuta tutti i giorni e non solo una volta all’anno chiudendo con una citazione di Martin Luther King:” non ho paura dei cattivi ma dell’indifferenza dei buoni”. Tra i tanti che hanno portato il loro “no” contro la “Festa” di Casapound a Chianciano anche Luciano Biagi del Partito Comunista, Renato della Lena di Sinistra Italiana, Lorenzo Scoccati di Rifondazione Comunista, Claudio Gucciari segretario provinciale della Cgil e poi i rappresentanti dell’Arci, dell’Associazione Amica Donna, del Movimento Transessuale di Siena, del Coordinamento Valdichiana “Europa senza muri”,della Rete Studenti Medi Toscani.

Susanna Cenni Parlamentare PD ha detto...

Susanna Cenni:”Antifascisti. La semina di Chianciano”

“Una parola desueta? Un termine del passato? In tanti purtroppo lo pensano, confinando questa parola ai libri di storia e allocando il termine alla categoria della retorica. Ma memoria e retorica sono concetti assai diversi e possono essere confusi solo dall’ignoranza, dalla pigrizia mentale o dalla superficialità.
Ma l’antifascismo oggi non ha niente a che vedere con la retorica. Chi ieri ha sfilato con il migliaio di cittadini e cittadine a Chianciano ne ha avuta una chiara rappresentazione. Lo hanno dimostrato i toni, i volti, l’anagrafe, il genere, gli argomenti, il contesto, i sorrisi.
Mille persone di domenica pomeriggio, domenica di estate, di caldo, di bollino rosso, a manifestare contro un evento: il raduno nazionale di Casa Pound, proprio loro, i “fascisti del terzo millennio”, un evento consentito dall’amministrazione di Chianciano, e definito dal Sindaco Marchetti “un appuntamento politico come un altro”.
Mille persone, grazie alla mobilitazione di Anpi, associazioni varie e tanti tanti giovani. Mille, tra uomini e donne. Differenti. Ma unite nel messaggio chiaro e forte: qui i fascisti non li vogliamo.
Sono stati i loro volti e le loro parole ieri, quelle dei giovani della valdichiana, a scandire la modernità dell’antifascismo oggi. La costituzione, i diritti, il lavoro, il futuro, ed ancora la storia del nostro Paese e della nostra terra di Siena. E poi ancora i centri antiviolenza, le associazioni impegnate sull’immigrazione e sull’accoglienza, i centri sociali, il movimento pansessuale, con un bellissimo ed emozionato intervento di Marialuisa Favitta che ci è arrivato dritto al cuore, i sindacati, l’Arci, i Sindaci e le istituzioni tutte, i consiglieri regionali, noi parlamentari.
Quelle fasce tricolori in piazza Matteotti, sotto il terrazzo di un Comune in cui la fascia tricolore ha tradito lo spirito di fedeltà alla Costituzione ed ai valori democratici.
La nostra Costituzione vieta ogni forma di ricostruzione del partito fascista. Cosa è un aggregato politico fatto di camicie nere e saluti romani, cosa è un movimento che in più occasioni è stato protagonista di atti di violenza verso giovani di sinistra, omosessuali, immigrati? Un movimento che si muove su un crinale fatto elucubrazioni deliranti, di provocazioni vigliacche.
Casa Pound è tutto questo e chi, come me, ha sfilato ieri a Chianciano, ha ripetuto che in questa civile terra di Siena, noi non li vogliamo. Non siete e nonsarete mai benvenuti in una terra di martiri del nazifascismo, una terra di lapidi e di sangue versato alla Resistenza.
Ha fatto un grande errore il Sindaco di Chianciano. Non so se di sottovalutazione o di presunzione.
Gli ho fatto un appello nei giorni scorsi, ho usato parole misurate, consigliando lui di investire sui gesti e sui valori che uniscono i cittadini, e non sulle divisioni. La sua risposta si colloca a metà strada tra la superficialità e l’autodifesa, e fa una scelta molto pericolosa per un primo cittadino, quella di ignorare una fetta enorme della sua cittadinanza, quella che crede nei valori della Costituzione, quella di compiere una scelta di parte, e si colloca con una parte molto pericolosa.(segue)

Susanna Cenni Parlamentare PD ha detto...

Non so quanto cio che emerge da alcuni social sia vero, e cioè che stiano giungendo alcune disdette tra le prenotazioni di turisti negli alberghi di Chianciano. Se tutto cio fosse vero il danno sarebbe grande anche da quel punto di vista.
Per alcuni anni mi sono occupata di turismo e molto del turismo termale. Ho cercato di sostenere Chianciano nella sua difficoltà di riconvertire il turismo termale classico in un volto diverso, più moderno, più legato al suo splendido territorio, ho provato a supportare la costruzione di una immagine attrattiva e coordinata con la valenza territoriale, archeologica, ambientale salutista…e valoriale, tutto ben poco coordinabile e compatibile con camice nere ed anfibi che transitano per le hall degli hotel chiancianesi mentre pensionati o coppie in vacanza benessere sorseggiano il loro caffè. Complimenti anche per il danno di immagine, che, certo non è il danno principale prodotto da questa scelta.
Peccato, ma di questo credo che l’amministrazione renderà conto ai suoi cittadini ed agli imprenditori.
Penso però che la mobilitazione di ieri sia un D Day. Qualcosa di molto importante e di non scontato è accaduto ieri.
Io sono fiduciosa. Ventenni, trentenni, maglie colorate, calzoncini corti e slogans democratici e hanno dominato quel piccolo palco, con un linguaggio fresco e forte, ed è stato giusto lasciare a loro il protagonismo dell’evento. Una giovane e viva neo resistenza.
La presidente dell’Anpi ha lanciato agli amministratori una proposta: modificare i regolamenti dei Comuni in modo da vietare l’uso di spazi pubblici a chi viola i valori costituzionali. Sono certa che saranno in tanti a farlo e sarà importante. Ma non sono necessari regolamenti per dire No ai nuovi fascisti.
Pensavamo che muri e fili spinati facessero parte della storia di questo Paese e di un’europa del ventennio, del nazifascismo che abbiamo sconfitto, Ma muri, fili spinati e nuovo razzismo e xenofobia tornano nella nostra attualità e noi non possiamo permetterci di abbassare la guardia e di non seminare nuovi germi di resistenza di coesione, di democrazia e di civiltà.
Prendo in prestito le parole di MariaLuisa ..essere donna, nera, omosessuale, meridionale, aggiungo disoccupata, licenziata, picchiata, violentata, rifiutata, esclusa, minacciata, sfruttata, sottopagata..e molto altro oggi significa essere antifascista.
Ci sono germi ovunque, nella battuta sugli immigrati accolti come nell’abuso di voucher, ma c’è anche la forza e la voglia di seminare nuova resistenza.
Ieri abbiamo portato semi nella Chianciano di fine estate, e la semina è appena iniziata. Si tratterà, tutti assieme, ed ognuno per la propria quota parte, di averne cura, di farli germogliare. Potrebbe essere una bella biodiversità”.

Anonimo ha detto...

Tanto per da' due numeri veri, ieri non erano nemmeno 400. Un fiasco assoluto.

Anonimo ha detto...

Ma i Milioni di persone innocenti che ha fatto uccidere Stalin? Quando avremo una legge che vieta la ricostituzione del Partito Comunista? Al di là del fatto che,come i fascisti, anche i comunisti si sono estinti da soli,la Cenni ed il PD locale che sono tra i massimi artefici e responsabili della crisi profonda che Chianciano sta vivendo, non si vergognano neanche un po' a scrivere queste boiate.
Inoltre è molto bello vedere Scaramelli,la Cenni e tutti gli altri, Fallarino incluso, uniti con tutte queste Associazioni di prim'ordine quale il Coordinamento Transessuale di Siena...
Cari Signori, a Chianciano non avete mai investito i soldi nemmeno per comprare un caffè. Preoccupatevi delle cose serie, come fa Renzi, e non di queste puttanate per mettere fumo negli occhi alla gente sui vostri fallimenti: uno su tutti la viabilità, dai ponti sulla Cassia a Montepulciano od a Chiusi troviamo solo interruzioni e semafori.

Anonimo ha detto...

Vede Cenni il problema sta' proprio nella gente come lei che anche in una situazione catastofica dal punto di vista turistico come quella che stà vivendo chianciano vorrebbe farci notare che ha fatto la sua parte per cambiare le cose, mostrando la solita boria e cercando gloria.
Le sue parole, mi giungono voci di disdette fra le prenotazioni, primo non hanno riscontro, secondo vorrebbero in qualche modo influenzare l'opinione pubblica, o spaventare qualcuno, ma le assicuro che ormai siamo abituati a gestire la crisi, e non saranno certo alcuni improbabili turisti che minacciano di non venire per motivazioni che non hanno nulla a che fare con la nostra offerta a darci dei pensieri.
Vada a seminare altrove la sua biodiversità che poi va anche concimata perchè qui questi lussi non ce li possiamo permettere.
Ettore Barbetti.

Pina Cianciuolo pagina Facebook ha detto...

Scusate ma tutti sti commenti a chianciano serve il lavoro siamo ho no un posto termale è allora accogliamo qualsiasi partito finché portano lavoro fa bene Andrea

Anonimo ha detto...

Spero che alla prossima tornata elettorale Renzo impedisca le ricandidature di gente come la Cenni...

Anonimo ha detto...

http://www.i-siena.it/attualita-e-politica/manifestazione-antifascista-chianciano-casaggi-valdichianacarnevalata-stagione/13965

PD Chianciano Terme ha detto...

”La manifestazione di ieri a Chianciano T. è stata contro la scelta scellerata dell’Amministrazione comunale guidata da Marchetti di concedere il permesso e spazi pubblici ad un movimento neo-fascista ma è stata sopratutto a favore della riaffermazione dei valori democratici e delle radici della nostra Costituzione nata dalla lotta antifascista. Movimenti come quelli di Casa Pound che riaffermano valori come l’odio razziale, il razzismo, la xenofobia, la violenza contro il diverso, la violenza fine a stessa, devono essere messi fuorilegge (come dichiarato anche dal Presidente Rossi) utilizzando le leggi che già ci sono.
Il dato politico che emerge è il forte auto-isolamento politico ed istituzionale dell’attuale maggioranza che governa Chianciano T. che era partita come lista civica presentata come trasversale, un po’ piaciona, che non dice mai di no a nessuno (sulla carta) approdando a posizioni schiacciate a destra come è la sua vera natura.
È stata una manifestazione di popolo, colorata, con la presenza di tutte le istituzioni.
Partiti e movimenti si sono ritrovati nella difesa della democrazia costituzionale. Le valutazioni diverse e le divisioni che pur ci sono, ad esempio sulla riforma costituzionale, devono trovare spazio in una sana e franca discussione nel merito e non rimanendo ognuno nella propria trincea. Il PD di Chianciano T. invita tutti i Cittadini, i propri militanti ad una vigilanza democratica per prevenire qualsiasi azione antidemocratica e provocazione da parte di chiunque sia in animo di farla”.

Casaggì Valdichiana ha detto...

”Anche quest’anno la carnevalata fuori stagione è stata fatta. Dopo quella di quattro anni fa in occasione dell’apertura della nostra sede a Montepulciano, la sinistra istituzionale insieme alle sigle più disparate hanno rifatto capolino a Chianciano. Ormai il loro evento costellato di bandiere rosse con falce e martello rappresenta l’ultimo sussulto di una sinistra archeologica che non ha più nulla da dire,ma che riesce ad unire in un variegato groviglio politici locali in cerca di ricompattare il proprio elettorato, sindacalisti vari, militanti del PD e delle varie siglette riconducibili all’ex PCI,scribacchini di fogliacci scarlatti e via dicendo.
Tutti uniti sotto l’egida dell’anpi che costretta a dover dimostrare la propria esistenza si autoinveste del ruolo di custode dei valori costituzionali, sentendosi indebitamente legittimata a poter decidere chi può e chi non può parlare secondo il proprio capriccio.
Come avvenne per Montepulciano anche questa volta hanno starnazzato giusto un pomeriggio, da domani invece risprofonderanno nel loro nulla culturale, etico e politico e si tufferanno nuovamente nei loro grovigli armoniosi continuando a fare quello che sanno fare meglio: alimentare guerre fasulle e creare nemici immaginari per non doversi misurare con la drammatica situazione attuale che loro stessi hanno contribuito a creare negli anni.
In questa giornata,il nostro plauso va all’unico che ha dimostrato di rappresentare in toto la propria cittadinanza e a di avere rispetto e coscienza del proprio ruolo istituzionale: il Sindaco di Chianciano Andrea Marchetti che non si è lasciato intimidire dalle pressioni rivoltegli, ma che con coerenza e coraggio ha mantenuto la propria legittima posizione a dispetto di coloro che in nome della libertà vorrebbero calpestare quella degli altri”.

Fabiano De Angelis Portavoce Consigliere Comunale M5S Chianciano Terme ha detto...

Domenica 4 settembre, sono andato ad assistere (non a partecipare) alla manifestazione contro lo svolgimento del raduno di CasaPound, in forma privata, da libero cittadino. Ero curioso, volevo sentire quello che avrebbero detto le diverse anime, che popolano il mondo della sinistra. Quello a cui ho assistito è stato un imbarazzante cortocircuito logico. Sullo stesso palco si sono avvicendati, citando la Costituzione, chi rappresenta quelli che hanno dato la vita per farla nascere e quelli che la vogliono stravolgere, chi vota per il NO al prossimo referendum e chi vota SI. Clamorosa, poi,la chiusura dell’intervento fatto dal Segretario della CGL di Siena Claudio Guggiari, che ha concluso dicendo “..evviva la nostra ATTUALE Costituzione”, sottolineando inequivocabilmante la spaccatura tra la sinistra ed il PD. Spaccatura evidenziata anche dall’intervento del rappresentante dei Giovani Comunisti, che ha sottolineato come, specialmente in Italia, la parola fascismo suoni esattamente come totalitarismo, e come, chi si senta portatore dei valori democratici, debba combattere tutte le forme di totalitarismo. Il riferimento al combinato disposto Riforma Costituzionale Italicum, è lampante. Se passasse la riforma voluta dal PD di Renzi si avrebbe un Senato non più eletto dai cittadini, ma che non da più la “fiducia” al Governo, ed una Camera con i due terzi dei parlamentari eletti con l’Italicum, nominati (capilista bloccati candidabili in dieci diversi collegi) e quindi agli ordini di chi ce li ha messi. Potrebbe vincere un partito anche con il solo 25%, perché al ballottaggio prenderebbe un premio di maggioranza abnorme che gli permetterebbe tra l’altro, di nominare la maggioranza anche al CSM e alla Corte Costituzionale, nonché nominare il Presidente della Repubblica. Ricalcando in pieno la legge Acerbo del 18 novembre del 1923, voluta da Mussolini e fatta passare in Parlamento mettendo la “fiducia” come ha fatto Renzi nel 2015 con l’Italicum. Per me il fascista è chi il fascista fa. Parlando di fascisti, poi, appare evidente come il PD sappia distinguere (solo loro ci riescono, è incredibile!) quelli buoni da quelli cattivi. Partiamo da Mafia Capitale, dove Buzzi e il “guercio” Carminati noto esponente dell’estrema destra capitolina finanziavano il PD romano andando anche alle cene di raccolta fondi. Per venire a cose a noi (scusate il termine!) più vicine, alla fine di agosto (le porcate le fanno sempre ad agosto o sotto il Natale) è stato nominato Presidente di Estra Energie, società pubblica i cui soci indiretti sono 97 comuni di Ar, Fi, Gr, Pt, Po e Si, grazie all’astensione dei sindaci del PD, un tal Francesco Macrì di Ar, da giovane, militante delle frange estremiste del MSI, poi esponente della destra aretina e amico personale di Fini. Sempre il MSI nel 2000 tenne il suo ultimo congresso a Chianciano (al tempo nessuno disse niente), e venendo ai nostri giorni, almeno un centinaio di partecipanti all’evento di CasaPound dormiranno al campeggio di Sarteano e almeno una decina negli alberghi di Querce al Pino. Quindi per il PD alcuni fascisti vanno bene altri no, con ANPI si può andare insieme su un palco a Chianciano ma non alle feste de l’Unità per parlare del Referendum?

Saluti

Fabiano De Angelis
Portavoce Consigliere Comunale M5S Chianciano Terme

Anonimo ha detto...

Bravo Andrea! Non mollare, mai!!! Hai dato modo, giustamente a tutti i sinistri vari di fare la loro sfilatina e di prendresi dieci minuti di celebrità. Come giustamente avranno diritto di riunirsi e parlare tra loro i ragazzi di CasaPound! La libertà e la democrazia per adesso, salvo la piccola dittatura che ci sta imponendo renzino il leopoldino, sono di tutti. I sinistri, riflettano,seriamente sulle sceltevscellerate che hanno e continuano a fare esclusivamente per i loro e quelli dei propri amici, tornaconti personali, Boschi docet!

Anonimo ha detto...

Prima di chiacchierà informatevi! Va bene che siete abituati a far credere alla gente che gli asini volano, ma così mi pare un pò troppo. Il Marchetti non ha autorizzato niente e nulla ha concesso. Un tour operator privato ha affittato spazi pubblici in concessione a privati e niente c'entra l'amministrazione. E' isolata? Meglio sola che male accompagnata.

Anonimo ha detto...

9/10/11 Settembre
Finalmente! Che la Festa abbia inizio. Si perchè Festa sará e dovrà essere. Chi dissente, ha un grande occasione di mostrare quanto sia veramente democratico e liberale, senza cercare scontri o provocazioni, alle quali, naturalmente, nessuno sarebbe giustificato a rispondere.
Date il buon esempio, ieri avete sfilato da bravi soldatini cantando le vostre canzoni, nessuno e ci mancherebbe vi ha disturbato, vediamo quanta educazione e spirito di ricevimento avrete.
Benvenuta CasaPound!

Ansa ha detto...

Proteste dell’Anpi su Casapound, ma il sindaco glissa

No comment da parte del sindaco di Chianciano Terme (Siena), Andrea Marchetti, sullo svolgimento congresso di CasaPound in programma nella cittadina termale dal 9 all’11 settembre dopo la protesta indetta ieri dall’Anpi. Contattato telefonicamente, il sindaco ha preferito non commentare il messaggio inviato ieri all’Anpi dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi in cui, in occasione della manifestazione antifascista svoltasi a Chianciano Terme, chiedeva di vietare le manifestazioni estremiste.

Anonimo ha detto...

Benvenuta CasaPound! Vorremmo ricordare al sindachino di Sarteano che nella sua città alloggeranno circa 150 "cattivi fascistacci", perchè non ne vieta la presenza? Pecunia non olet a quanto pare, neppure per lei. Oppure vuole trasformarsi in un nazista del terzo millennio e mettere un bel cartello con su scritto "i fascisti non possono alloggiare nella nostra città", così come facevano i nazisti degli anni 30 con i non ariani? In fondo la radice Nazionalsocialista è la stessa nella Germania Nazista e nell'Unione Sovietica comunista da cui lei discende! Ma come... la Costituzione ci dichiara tutti uguali, senza distinzione di razze e di credo e lei vorrebbe cacciare, in compagnia dei "democratici" che la rappresentano in provincia e regione, dei giovani e meno giovani da Chianciano solo perchè non la pensano come lei? Li cacci da Sarteano, se ne ha forza e coraggio; si ponga fuori dalla Legge nel suo paesello e non rompa i marroni a Chianciano... Riguardo alla "grande manifestazione popolare" di ieri, fonti ufficiose delle forze dell'ordine parlano di MAX 700 persone, un po' pochine per tutte le sigle presenti, una decina di aderenti a sigla....+ 1, il "curioso" De Angelis....
In ultimo, la Festa di CasaPound è stata autorizzata dalla Questura, non dal Marchetti, almeno non fate disinformazione, la Pravda non esce più (l'Unità ancora per poco....)!
In ultimo vorremmo informarvi che l'intimidazione, quella che voi ed i vostri compagni di merenda state portando avanti, è un REATO....
Una risposta al "PD Chianciano": forse vi sfugge, ma al Governo Nazionale ci siete voi, con un colpo di Stato, non CasaPound... pertanto fate appello al VOSTRO Governo attraverso il VOSTRO governatore Rossi (al quale qualcuno dovrebbe spiegare, pure a lui, che al Governo ci sono i suoi compagni del PD) per mettere fuori legge questi movimenti che, forse, tanto xenofobi, razzisti etc etc non sono visto che il VOSTRO Governo non ha applicato nei loro confronti le Leggi "antifasciste". Poi che abbiate tempo da perdere per scrivere su questo blog e fare vedere che ci siete è un altro discorso. Comunque, statene certi, in qualità di "cittadini di Chianciano" vigileremo perchè la democrazia sia rispettata accogliendo di fatto il vostro appello, affinchè anche a CasaPound sia riconosciuto il diritto costituzionale di parola ed ancor di più vigileremo contro atti intimidatori e provocatori che possano arrivare dalla sinistra più o meno estrema

Pacifisti e Rivoluzionari Sociali

Anonimo ha detto...

Il Sindaco ha già educatamente risposto .eacpo! La Festa ê privata in un posto dato in concessione a privati. Ieri avete fatto la sfilata in posti pubblici, e vi siete riuniti in una piazza pubblica. Ieri era ieri, ora date spazio anche agli altri. Siate democratici. Grazie.
Venga tranquillamente in pace CasaPound!

Anonimo ha detto...

Ma ieri l'hanno pagata l'occupazione di suolo pubblico?

Anonimo ha detto...

Qualcuno glielo dica che non arrivavano a 400. Ma con 80 sigle che hanno aderito, almeno 10 cristiani a sigla ci dovevano essere. invece niente...
Oh, le persone si contano anche dalle foto. In piazza matteotti tutto sto fittume non mi pare ci fosse, in quanti ci entreranno in piazza? E alla curva dell'orologio non c'era più nessuno. Ma i conti li sapete fa'?
E poi di 36 comuni della provincia, in 16/17 hanno aderito ma solo 4 sindaci ed un consigliere con fascia tricolore...che poi vorrei sapere se la potevano indossare.
Ma siete sicuri che è stato un successo?

Anonimo ha detto...

A quanto pare uno dei commentatori qui sopra e' turbato dalla presenza in piazza ieri del Movimento Pansessuale (non 'Coordinamento Transessuale', come non si sa quanto volontariamente ha riportato il Mattioli nel suo articolo, di cronista poco attento). Questo 'turbamento' conferma l'importanza della manifestazione di ieri. A Chianciano. Proprio la parte finale dell'intervento della rappresentante del Movimento Pansessuale-Arcigay di Siena e' il manifesto migliore della manifestazione di ieri, contro il fascismo che oltre al revisionismo storico e all'esaltazione di un passato tragico, fa pratica di razzismo, violenza e omofobia. I vostri ospiti della settimana prossima di questo sono campioni: vi basta guardare I loro siti, bacheche, e ascoltare i loro discorsi. Chissa' se il sindaco andra' a portare il saluto istituzionale... a questo punto, dovrebbe, e qualcuno lo aiutara' a scriverlo con riferimenti forbiti ai trattati, alle dichiarazioni internazionali sui diritti umani, e alla costituzione. Magari parlera' anche dei rifugiati ... Molti lettori di questo blog ne saranno riconoscenti.

Anonimo ha detto...

De Angelis (5*) detto anche "pecunia non olet".
Chissa' se nel resto del movimento sono d'accordo e se questo vale per tutto e per tutti.

Mauro Galli ha detto...

..caro PD,giusta o no che sia la scelta di accettare il congresso di casapound,mi sembra oltremodo indecoroso,ridicolo e senza dignità attaccarsi a questo per screditare un gruppo di persone che stanno cercando,con difficoltà,forse è vero anche inesperienza ed a volte ingenuità ,di fare qualcosa di finalmente sano per rilanciare un paese e ridargli credibilità rimediando alle catastrofi che avete fatto in tutti questi anni....e il tutto senza"appoggi esterni" nè banche miracolose!...perchè la situazione in cui siamo oggi,volenti o nolenti,ha un solo colpevole.....voi!!.....mi dispiace solamente di includere mio malgrado nella lista anche molte persone ,più o meno giovani,tra le quali anche cari amici,che probabilmente,anzi sicuramente,credono,si battono e vivono per questa fantastica ideologia che è stata e tutt'ora lo è, purtroppo screditata,offesa e tradita da personaggi...troppi personaggi... che nulla hanno a che vedere con la stessa !

Mauro Galli ha detto...

..quell'didiologia,in nome e nel rispetto dei quali valori, più di una volta ho dato anche il mio voto!

Anonimo ha detto...

Ben venga Casa Pound. Dopo decenni di sinistrati è ora ch si possa ascoltare anche un'altra versione della politica. Avete il coraggio di nominare e dire di voler difendere la Costituazione, quando vi apprestate a cambiarla a vostro piacimento con un golpe ed essendo al Governo Nazionale da non eletti. Ma di qualevdemocrazia e libertá state parlando? Vi siete ri uniti solo per nascondete le vostre divisioni interne e sminuire tutti i problemi e le sciagure che i vostri governi hanno e stanno facendo. Non sia mai che per errore ci rimandate a votare, allora si, vi finirá e speriamo per sempre la pacchia!

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Qualora fosse, meglio "isolati" che male accompagnati.

Danilo Mariani - Forza Italia di Siena ha detto...

“Non posso, non ci riesco a stare zitto, quando leggo i deliri di onnipotenza del consigliere Stefano Scaramelli che si spaccia per Democratico, solo perché c’è scritto nel nome del suo partito di appartenenza. Scaramelli, come tutti i “ Democratici “ stanno interferendo in modo antidemocratico nella decisione di un Sindaco REGOLARMENTE E LEGITTIMAMENTE ELETTO DAL POPOLO… Ricordo al Democratico Scaramelli, che il suo “ Idolo “ Renzi è stato NOMINATO Presidente del Consiglio, nominato e NON VOTATO DA NESSUNO e che si sta permettendo addirittura di cambiare la costituzione, e non mi sembra una cosuccia da niente…..ma è vero, dimenticavo che quando siete voi a calpestare le norme o la costituzione, va bene. Avete bisogno di interferire su Chianciano perché non è un vostro comune, altrimenti sareste stati i primi a lodare il senso democratico di un evento del genere, se fosse stato un VOSTRO sindaco.State prendendo per i fondelli anche chi veramente ha dato la vita per la libertà, state usando le associazioni solo per i vostri scopi politici, siete solo degli ipocriti, patetici e anti democratici.Il terrore nazista ha impressionato per tre motivi.Innanzi tutto perché ha toccato direttamente gli europei.In secondo luogo perché, in seguito alla sconfitta del nazismo e al processo di Norimberga ai suoi dirigenti, i suoi crimini sono stati ufficialmente designati e stigmatizzati come tali. Infine, la rivelazione del genocidio degli ebrei ha sconvolto le coscienze per il suo carattere apparentemente irrazionale, la sua dimensione razzista e la radicalità del crimine. Non è mia intenzione proporre chissà quale macabra aritmetica comparativa, né tenere una contabilità rigorosa dell’orrore o stabilire una gerarchia della crudeltà. Ma,caro Scaramelli,i fatti parlano chiaro e mostrano che i crimini commessi dai regimi comunisti riguardano circa 100 milioni di persone, contro i circa 25 milioni di vittime del nazismo.Questa semplice constatazione deve quantomeno indurre a riflettere sulla somiglianza fra il regime che a partire dal 1945 venne considerato il più criminale del secolo e un sistema comunista che ha conservato fino al 1991 piena legittimità internazionale, e che a tutt’oggi è al potere in alcuni paesi e continua ad avere sostenitori in tutto il mondo. E anche se molti partiti comunisti hanno tardivamente riconosciuto i crimini dello stalinismo, nella maggior parte dei casi non hanno abbandonato i principi di Lenin e non si interrogano troppo sul loro coinvolgimento nel fenomeno del Terrore. I metodi adoperati da Lenin e sistematizzati da Stalin e dai loro seguaci non soltanto ricordano quelli nazisti, ma molto spesso ne sono il precorrimento.” (da ‘Il libro nero del comunismo’, 1998, p.15).Ancora oggi vi sono Stati comunisti in Cina, Corea del Nord, Cuba ecc, dove continuano persecuzione, incarceramenti, repressioni, crudeltà, morte. E mi fermo qui Scaramelli, ma di cosa stiamo parlando??? Qui non è una gara a chi fatto più vittime, dovrebbe essere invece una gara per permettere a tutti di esprimere le proprie idee…anche perché, si ricordi Scaramelli, che è sempre il popolo che poi sceglie…lo so che la vostra ideologia è totalmente opposta a questo, i comunisti vogliono decidere loro per gli altri, e qui viene fuori la vostra vera natura.Io apprezzo Casa Pound, che non ha vergogna a dire chiaramente le proprie idee e da dove provengono…Non apprezzo voi invece, perché vi spacciate per Democratici quando non lo siete.”

Anonimo ha detto...

fabiano de angelis portavoce, il Vostro commento non fa una piega. Voi avete visto solo la politica ieri, perchè tenero come Siete e avendo iniziato a studiare da pochi giorni...solo quello Volete vedere, e quindi giù con notizie che solo Voi conoscete e ovviamente in politichese.

Alla maggior parte della gente che ieri era alla manifestazione che Voi avete solo visitato non importava un granchè di chi parlava dal palco, ma era interessata a riunirsi per dire che certi valori sono più importanti dell' idea che continuamente voi politicanti ci ripetete, ovvero che si possa governare la vita!! Secondo i Vostri elaborati ragionamenti siccome alcuni fascisti si sono riciclati allora sarebbe giusto far venire 'sti balordi, alla faccia! anche Lei come la giunta che difende non scherza in quanto a salti logici!!!

Lo sappiamo meglio di Lei come vanno le cose, non abbiamo bisogno delle Sue illuminanti informazioni, c' era gente ieri che fa politica davvero, dapprima che Lei divenisse un portavoce e quelli della giunta, dei politici. politica vera, insomma la storia di questo paese che Lei ignora completamente. Peccato perchè tra l' altro ce l' avete davanti agli occhi!

La più grande vittoria del sud del mondo degli ultimi anni l' abbiamo costruita noi della base, non voi fighetti della politica!

Avete fondato un movimento nel nome di san francesco ma di francescano nelle sue parole e nel movimento non c' è proprio niente, sembrate piuttosto agostiniani!! Vi riempite di parole, di numeri, di post e di tweet ma alla fine gli unici che stanno facendo bene sono quelli che il movimento ha espunto.

Lei invece sembra un tomista del cavolo! come se ieri ci fosse stata unità! l' ha vista solo Lei, forse perchè era solo un visitatore!! S' impegna allo spasmo per farci notare che c' erano delle contraddizioni ieri e che ci sono delle contraddizioni nella sinistra, il fatto è che nessuno lo nega caro Lei!

Il fatto che lei dimentica di portare alla luce è che 'ste persone sono dei delinquenti e la differenza con il movimento sociale è che perlomeno quel partito si teneva lontano dalle coltellate e dagli omicidi, magari facevano da mandanti...ma non hanno mai partecipato in prima persona a quanto si sa. Questa è la cosa fondamentale che è stata detta ieri, ma Lei era troppo impegnato a fare i suoi poveri conticini politici, che tenerezza! Il più semplice ragionamento che una persona matura dovrebbe fare è legata al fatto educativo; ( non dove dormono e quanto spendono e se sono stati invitati da privati o dalle istituzioni, cosa che comunque puzza! cosa dovrebbe fare il sindaco di Sarteano, espropriare le piscine!! ), quello che si dovrebbe chiedere è legato a cosa comporta avere questa tipologia di gente nel Suo paese, insomma una domanda semplice e da uomo, non da portavoce! è un bene per i Vostri ragazzi fare tutta questa pubblicità a dei razzisti senza vergogna? oppure anche Lei è di quelli che hanno più paura dell' esperienza di vita che porta un senegalese?

Anche il vostro direttorio è pieno di figli di ex msi e ahimè si vede!

f

Anonimo ha detto...

ancora a fare i conti dei morti, siete proprio dei cannibali!

non riuscite a farvi entrare in testa che si può essere antifascisti senza essere stalinisti, ma studiate per dio! ci sono stati due secoli di politica nell' Europa continentale, che cavolo ci può entrare la russia!

Possibile che si possano mettere sullo stesso piano le finanze di un comune e le adunate di neofascisti del cavolo, Mauro che cerca di farci tenerezza, siccome non ci sono soldi prendiamo i neofascisti...ma vi rendete conto o no di quello che dite?

f

Anonimo ha detto...

f
Come al solito si è rimessa a fare la professorina buttando là pensieri e parole un pò a casaccio ed offendendo a destra e basta, perchê la manca secondo Lei è sempre senza peccato. Visto che Lei sa bene la Storia, non le possiamo certo ricordare da dove venivano la Brigate Rosse o le altre nefandezze fatte dalla sinistra. La maggior parte della gente che era alla manifestazione di domenica non sapeva nemmeno perchè era li, doveva solo obbedire al partito e alle associazioni varie che per l'occassione si sono riempite la bocca con parole come, Costituzione, Democrazia e Libertà, quando siete i primi a non rispettarle. La pubblicità a CasaPound, l'avete fatta più Voi che altri e nessuno l'ha mai chiesta. Il fatto di essere fighetti o zecche non è merito o demerito di nessuno, è nel dna di ciascuno, e stia pur certa, ognuno con molto onore fa bene a tenersi il suo!
Cordialmente.
K
Non ha obbligo di risposta, ci mancherebbe, siamo in democrazia e comunque, lo creda, non ne sentiremo certo la mancanza!

Anonimo ha detto...

f
Ma Lei lo sa che si può essere anticomunisti anche senza essere Fascisti?
Ogni tanto rilegge ciò che scrive?

Anonimo ha detto...

Dunque, ricapitoliamo un attimo quello che scrive la professorina F, se riusciamo a tradurre le sue parole. Ci pare di capire che si può essere di sinistra senza essere stalinisti e che gli omicidi perpetrati dai partigiani rossi fino al 1947 (ben dopo la fine della guerra...) anche nei confronti dei partigiani "bianchi" (Monarchici, Liberali, Azionisti...) ed in genere degli "anticomunisti" appartengano alla storia e non vanno contati nei 100 milioni di morti causati dal comunismo nel mondo; di converso, invece, i crimini nazisti devono ricadere sui giovani di oggi purchè di "destra" (etichetta che CasaPound, giustamente, rifiuta). Pur con tutti gli sforzi, ci riesce difficile capire questo tipo di strabismo politico. La galassia della cosiddetta "destra" che va dalla Sinistra Nazionale a CasaPound, da Sorpasso a Forza Nuova e alle miriadi di altre sigle, tra le quali la nostra, chiedono solo che lo Stato faccia rispettare la Costituzione e permetta a TUTTI di esporre le proprie idee ed opinioni, anche se ai democratici del PD ed ai partigiani rossi dell'ANPI questo può non piacere, non siamo ancora completamente in una dittatura comunista, qualche sprazzo di democrazia ancora esiste, nonostante voi, in questa Italia e vigileremo perchè TUTTI da LOTTA COMUNISTA a CASAPOUND possano sempre esprimere le proprie opinioni nell'ambito delle ATTUALI LEGGI e dell'ATTUALE COSTITUZIONE! Per questo motivo diciamo: BENVENUTA CASAPOUND

Avanguardia Senese Coordinamento Valdichiana

Anonimo ha detto...

De Angeli da "privato cittadino" "assiste" alla manifestazione. ?
Come se Grillo andasse ad assistere alla festa dell'unità, per sentire le anime del PD hahahahahahahaha
quando si dice politicazero.
il m5s a chianciano nonesiste .....

Casapounditalia.org ha detto...

CasaPound Italia, apre venerdì a Chianciano ‘Direzione Rivoluzione’: si discute di euro, gender e stragi partigiane

Giovedì 8 settembre conferenza stampa di presentazione a Firenze con Gianluca Iannone
Roma, 6 settembre – Aprirà venerdì 9 settembre alle 16.30 con la presentazione del libro-verità di Lara Foletti “Il sasso che alza il cielo: la mia lunga ricerca della verità sui nonni uccisi dai partigiani” l’edizione 2016 di “Direzione Rivoluzione”, la festa nazionale di CasaPound Italia in programma fino a domenica 11 settembre al Palazzetto dello Sport di Chianciano Terme. A presentare la manifestazione - tre giorni di politica, cultura, sport, musica e volontariato, che, come di consueto, vedranno la partecipazione di militanti e simpatizzanti del movimento in arrivo in Toscana da tutta Italia - sarà il leader di Cpi, Gianluca Iannone, in una conferenza stampa che si terrà giovedì 8 settembre alle 11 nella sede fiorentina di CasaPound, in via Felice Fontana 13,r.
Tanti gli eventi in programma, a cominciare dalla prima giornata: alle 17.30 “Italexit”, colloquio con il guru No euro Antonio Maria Rinaldi, alle 18.30 il vicepresidente di CasaPound Italia Simone Di Stefano e il direttore del quotidiano “La Croce” Mario Adinolfi si confronteranno sul tema “L’anti-gender, reazione o rivoluzione?”. Alle 19.30 "La poesia rivoluzionaria di Gabriele D'Annunzio", omaggio a Giorgio Albertazzi a cura di Edoardo Sylos Labini. La serata si chiude alle 21.30 con "La Primavera d'Italia", spettacolo teatrale dedicato alla Grande Guerra.
Riservato allo sport il sabato mattina, con gli stage di pugilato, muay thai e difesa personale a cura del Circuito Combattenti di Cpi. Alle 16.30 la conferenza “Il leone e gli sciacalli: cosa sta succedendo in Siria?” con il presidente della Comunità siriana in Italia Jamal Abo Abbas, Alberto Palladino della onlus Solid, e Giovanni Feola del Fronte europeo per la Siria, mentre alle 17.30 Simone Di Stefano e il deputato di Fdi Massimo Corsaro illustreranno le diverse anime e ragioni del ‘no’ al referendum costituzionale. Alle 18.30 la presentazione del libro del responsabile cultura di Cpi Adriano Scianca “L’identità sacra. Dei, popoli e luoghi al tempo della Grande Sostituzione”. Chiude la serata, alle 21, l’intervento del leader di CasaPound Italia Gianluca Iannone, “Direzione rivoluzione: obbiettivi, bilanci e nuovi traguardi per una comunità in marcia”. Domenica spazio al volontariato: alle 12 pranzo solidale a sostegno della raccolta fondi organizzata dall’associazione di protezione civile La Salamandra per le popolazioni colpite dal terremoto.
Le conferenze saranno trasmesse in diretta su Radio Bandiera Nera (www.radiobandieranera.org), la webradio di CasaPound.

Pamela Fatighenti Segretario PD Chiusi ha detto...

Il segretario del PD Chiusino risponde alla presa di posizione del Segretario Provinciale di Forza Italia Mariani

“Più di mille persone hanno partecipato domenica scorsa alla manifestazione organizzata dall’ANPI a Chianciano Terme contro il congresso nazionale di Casapound che si terrà il prossimo fine settimana proprio nella cittadina termale. “Tante le associazioni e le istituzioni presenti provenienti da tutta la Valdichiana e non solo -commenta il Segretario del PD di Chiusi e membro dell’Assemblea Nazionale del PD Pamela Fatighenti – per gridare no a chi ha scelto di accogliere nel nostro territorio coloro che per loro stessa affermazione si definiscono “fascisti del terzo millennio””. Numerosi ed emozionanti gli interventi fatti, sia da parte di associazioni che di esponenti politici. Gli appelli e i messaggi lanciati hanno ricordato e ribadito i valori della nostra Repubblica e i diritti ottenuti da quanti hanno lottato per essi versando sangue e pagando con la propria vita. Una memoria storica che non può andare persa e che va difesa ogni giorno in chiara e forte contrapposizione a chi come Casapound cerca di mettere a bando, con comportamenti che richiamano alle ideologie fasciste inneggianti all’odio e alla xenofobia, i principi su cui si fonda e si ispira la nostra Costituzione. Nel ricordare l’intento che ha mosso cittadini, politici e associazioni a manifestare, il Segretario Fatighenti risponde alle polemiche avanzate dal Segretario Provinciale di Forza Italia Danilo Mariani in un comunicato stampa uscito nella giornata di ieri: “Non permettiamo che un evento come quello di domenica scorsa lasci spazio a strumentalizzazioni politiche e personalismi opportunistici. E’ stato affermato domenica dal palco e lo ribadiamo anche oggi. L’intervento di Mariani – continua Fatighenti- è un tentativo goffo di appoggiare una determinata linea con argomentazioni superficiali e al limite del populismo. La “macabra aritmetica comparativa”, come è stata definita dallo stesso esponente di FI, tra i crimini nazisti e il sistema comunista è inconcepibile. Non siamo qui a prendere lezioni di storia, perché la storia del nostro Paese la conosciamo e sappiamo quali esiti ha avuto, cosi come sappiamo che i nostri cittadini scelsero e scelgono ancora adesso la libertà e la democrazia. Quella stessa democrazia che oggi difendiamo opponendoci a chi vorrebbe metterla in discussione. La Valdichiana è un territorio che ha combattuto in prima linea per la Resistenza, molte delle nostre piazze e delle nostre vie sono intitolate a chi in quelle battaglie ha perso la vita a suggello di un passato che non può essere dimenticato né infangato. Basta ricordare Luigi, Dino ed Oreste Perugini barbaramente trucidati proprio nella piazza antistante l’ingresso del Parco Acquasanta delle Terme di Chianciano durante la liberazione nella Seconda Guerra Mondiale dal nazifascismo, ad Antonio Casini assassinato dalla ferocia fascista per aver manifestato le proprie idee ed ancora ad Iris Origo che salvò molti bambini da morte certa durante il conflitto mondiale in Val d‘Orcia. Non possiamo cadere nell’errore di accomunare Casapound ad un qualsiasi movimento o partito politico che a Chianciano ha trovato la propria sede congressuale. Un raggruppamento di persone che si definisce fascista, che incoraggia la violenza e la ribellione non può essere considerato un partito come gli altri né tantomeno può definirsi democratico. La libertà di espressione del proprio pensiero e dei propri ideali, cosi come richiamato anche dalla nostra Carta Costituzionale – conclude Fatighenti – deve trovare la propria sede di discussione all’interno di un contesto di democrazia, di dialogo e di confronto; chi si colloca al di fuori di esso o chi appoggia, sostiene e avvalora certi ideologismi è da considerarsi eversivo e di conseguenza pericoloso e non accettabile.

Anonimo ha detto...

400. Eravate 400. Forse.

Anonimo ha detto...

Pamela Fatighenti: prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!!!!

Anonimo ha detto...

"Democratici" di tutti gli schieramenti sinistri... informatevi sulle STRAGI PERPETRATE DAI PARTIGIANI COMUNISTI dopo la fine della guerra!!!!! Qui potete studiare un po' di storia:
http://stragipartigiane.blogspot.it/

Anonimo ha detto...

CARNEFICI PARTIGIANI: un altro po' di storia:
http://martirifascisti.blogspot.it/

Anonimo ha detto...

eccone un altro dove studiare la BESTIALITA' PARTIGIANA:
http://www.centrosangiorgio.com/piaghe_sociali/comunismo/pagine_articoli/atrocita_partigiane_in_italia.htm

Anonimo ha detto...

ed infine, per non intasare il blog ancora CRIMINI PARTIGIANI:
http://www.qelsi.it/2012/2-maggio-1944-un-atroce-eccidio-operato-dai-partigiani-di-cui-nessuno-parla/

http://www.qelsi.it/2013/pietro-zuccheretti-il-bambino-ucciso-dalla-resistenza-e-dimenticato-da-tutti/comment-page-2/

http://www.qelsi.it/2013/20-ottobre-1944-per-non-dimenticare-la-strage-di-gorla/

http://www.qelsi.it/2012/non-chiamateli-eroi-lelenco-delle-ausiliarie-uccise-dai-partigiani-dopo-che-si-erano-arrese-2/comment-page-7/

https://it.wikipedia.org/wiki/Eccidio_del_Castello_dell%27Imperatore

Firenzepost.it ha detto...

DIVENTA AZIONISTA AL 5,6%

TURISMO: UNIVERSITÀ PITTSBURGH COMPRA QUOTE DELLE TERME CHIANCIANO

Attraverso la controllata Upmc Italy, l’Università di Pittsburgh ha aderito al nuovo aumento di capitale da un milione delle Terme di Chianciano, che formalmente si chiuderà a fine anno, sottoscrivendo metà dell”importo. Con questa operazione, secondo Toscana24 – Il Sole 24 Ore, la divisione italiana della University of Pittsburgh medical center diventa azionista al 5,6% della società di gestione dell”impianto termale toscano, i cui principali soci sono Banca Mps (45% circa) e Regione Toscana (30%).

Terme di Chianciano quest”anno chiuderà il bilancio con 6,5milioni di ricavi, in crescita rispetto ai 6 milioni del 2015 e ai 5,5 milioni del 2014, un Ebitda positivo, e una perdita d’esercizio stimata intorno ai 350mila euro.

Anonimo ha detto...

O gli antidemocratci non dovevano venire questo fine settimana? Che hanno anticipato a domenica 5? Quelli del pd mi sembrano aver veramente perso la bussola. Prima fanno partecipare CP alle elezioni, poi qui non li vorrebbero. Ora proprio perché quelli di CP sono sfigatelli, altrimenti sai le querele che si prenderebbero questi del PD nelle istituzioni che emettono comunicati per il NON rispetto delle leggi e della Costituzione. Il tutto per raccattare qualche voto a sinistra per un voto favorevole ad una riforma costituzionale veramente ridicola e pericolosa. Ipocriti, come sempre e da sempre.
A proposito, giovedì 8 settembre ci sarà a Firenze la conferenza stampa di presentazione della manifestazione di Casapound con Gianluca Iannone. Suppongo che a Pittella, e alla città di Firenze medaglia d'oro della Resistenza, l'Anpi, lo Scaram,elli, la Cenni, il Bezzini ed i vari vassalli riserveranno lo stesso trattamento che hanno riservato a Chianciano. Perché dubitare? Loro sono democratici, e non vorranno certo usare due pesi e due misure. Quindi urliamo tutti insieme " No a Cp a Firenze". Su, tutti in coro..."No a Casapound a Firenze, sì al convegno degli ex brigatisti a Reggio Emilia". Che tanto quelli erano bravi ragazzi...

canguasto ha detto...

Casa Pound non fa nulla per piacermi (iniziando dal nome che usurpa quello di un illustre pensatore) e l'agenda del suo congresso anzi mi disturba.
Ma fino a che un giudice non ne interdirà l'assemblea, non vedo proprio come un amministratore possa negargli ospitalità (onerosa).
Un antifascista, democratico e dotato di memoria, non può essere intimidito da idee antagoniste, specialmente se convinto della forza dei princìpi che propugna.
Scendere in battibecchi pseudo-storici è una perdita di tempo che non serve a niente.

Venga dunque Casa Pound, per 3 giorni rispetti le regole civili, paghi il biglietto e prosegua la sua strada.

Danilo Mariani - Forza Italia di Siena ha detto...

“Visto che stiamo andando avanti oramai da giorni a forza di botta e risposta e ritenendo che non mi sembra giusto alimentare ancora polemiche inutili, per non fare la figura dei bambini dell’asilo che si litigano la palla per giocare, questo sarà il mio ultimo comunicato in questione.Ribadisco per l’ultima volta, visto che Voi continuate a spostare il discorso su tutto il resto ma non rispondete mai alle questioni che sto sollevando.Casa Pound ESISTE , è legittimata dallo Stato Italiano ( se questo Stato ancora ha un valore ), partecipa alla tornate elettorali, oppure ve lo state dimenticando? E che ne facciamo di quei principi fondamentali, che Lei richiama nel suo articolo, garantiti dalla Carta Costituzionale, compresi quelli a “riunirsi pacificamente e senza armi” (art. 17), a “associarsi liberamente per fini che non sono vietati” (art. 18), a “manifestare liberamente il proprio pensiero” (art. 21), e dell’articolo 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo (1948) che dice: “ Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione, e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere”. Una vera Democrazia ha gli anticorpi necessari per tenere a bada certi estremismi, ma questo non vi legittima a metterli fuori legge e nemmeno di impedire loro di esprimersi liberamente. I padri costituenti della nostra costituzione ( si , quella che state cercando di cambiare con un Presidente del Consiglio non eletto da nessuno ), hanno espresso chiaramente il concetto che ognuno abbia il DIRITTO ( sapete cosa sono i diritti? ) ad associarsi, riunirsi e manifestare il proprio pensiero LIBERAMENTE, dopo di che, il popolo, sempre LIBERAMENTE, si esprime con il voto o con l’adesione ad un partito oppure ad un altro. Pensate con una piazza di 1000 persone, LEGITTIMA e lo ribadisco LEGITTIMA, ma pensate veramente di impedire un congresso che si svolge ogni anno in Italia, e pensate veramente che una piazza possa impedire ad un movimento di esistere, specialmente se questo movimento già esiste, ed è legittimato dallo Stato Italiano? State offendendo anche tutte quelle vittime che hanno dato la vita per la libertà e la democrazia, perché questa, è la vera Democrazia con la D maiuscola, rispettare la Costituzione. Vede Signorina Fatighenti, non ci conosciamo personalmente, spero di poter parlare un giorno con Lei di Democrazia, e non faccio la conta per dire chi ha fatto più vittime, tra Comunisti e Fascisti come ho specificato bene nell’articolo. Vede, io condanno entrambi, mi aspetterei solamente almeno un’obiettività storica da parte vostra, nessuno di voi ha mai detto per esempio “ condanno i regimi Comunisti per le loro oppressioni “ o comunque, mai ho sentito da voi parole di critica verso il vostro passato ( siete comunisti o sbaglio? ). Provi a riflettere: è possibile che siete sempre nel giusto e avete sempre ragione voi? Io, non ho timore da uomo di centro destra a condannare il fascismo, e non ho problemi nemmeno a dirlo agli esponenti di Casa Pound, ma ho timore a pensare che voi volete tappare la bocca a chi non la pensa come voi…questo mi fa veramente paura. Ho paura del fatto che volete interferire con un Sindaco Democraticamente eletto dai cittadini. Ho paura del fatto che state creando un clima di odio verso questi ragazzi che stanno per arrivare a Chianciano. Ci pensi Signorina Fatighenti, ci pensi bene alle conseguenze delle vostre azioni, state fomentando. Sono certo, che i ragazzi di Casa Pound, sapranno ripagarci entrambi, con una due giorni di dibattito democratico, sereno, esprimendo le loro idee, che probabilmente non condividiamo ne Lei ne io. Ma spetta a Noi fare in modo che possano farlo. Questa è la nostra “ mission “: uguali diritti per tutti, anche se non la pensano come Noi. Io non la tappo la bocca a Casa Pound, e non mi permetterò mai di tapparla a qualsiasi movimento di estrema sinistra.La differenza tra noi è “ tutta “ qui. Si chiama Democrazia”.

Anonimo ha detto...

- 3
E venne il giorno finalmente! Forza ragazzi dimostrate a questi sinistri chi rispetta veramente la Democrazia la Libetá e la Costituzione.
Benvenuta CasaPound!

Anonimo ha detto...

Molti nemici, molto onore.
Bravo Damiano

Anonimo ha detto...

Veramente Damiano non intendeva proprio in quel modo! Con tutto il rispetto, ma lui è di un'altra parrocchia!
Comunque si, Molti Nemici Molto Onore!!!
Dimostriamogli che non possono essere solo loro, sinistri, i portatori sani di Libertà e Democrazia, e non tocchino la Costituzione!!! Al Referendum votare nooo!!! Così tutti i RENZINI LEOPOLDINI BOSCHINI
vanno a casa. Benvenuta CasaPound!

Anonimo ha detto...

Ciao Valerio, dopo la lettura del comunicato stampa del commune sul centro polisportivo comunale, mi chiedo chi sia il gesture degli impianti sportivi questa settimana. Tu lo sai?

Anonimo ha detto...

Se la finta sinistra, non avesse preso al balzo il congresso di Casa Pound per cercare di rifarsi la verginità persa, il congresso si sarebbe svolto senza problemi ed avrebbe portato ricchezza economica al Comune ed alle casse dello stato depredato dai politici di Sx e altro. Invece questi geni ha messo su un tale casino che non solo non porterà ricchezza ma anzi solo costi, il comune già disastrato dovrà pagare il personale impegnato quadruplicato con ore di straordinario a iosa, lo stato con personale delle forze di polizia del luogo e di rinforzo, ( straordinari, trasferte, alberghi e ristoranti ), in più costo per la manifestazione della domenica prima dei partigiani che io non visto, oramai sono defunti come la vera sx.. Mi rivolgo ai Chiancianesi organizzatori della manifestazione , ma che c...o vi dice la testa, chianciano con queste teste merita quello che ha. Voglio ricordare che Casa Pound è un partito legittimato e si presenta alle elezioni e che vera dittatura forse la stiamo vivendo attualemnte con questo Governo, che dopo la manifestazione fatta dai truffati di Banca Etruria sotto casa della Boschi ha rimosso Questore, Comandante dei Carabinieri e il prefetto che si era insediato da solo 2 mesi . SVEGLIA !!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Conosco Damiano ma anche tutti gli altri e posso affermare quasi con certezza che le sue poche e sibilline righe racchiudono il pensiero di tutta la giunta comunale.
Non è stato un attacco ai partigiani ed alla memoria ma solo una ferma e chiarissima risposta al comunicato PD.
Per me bravo lui (come sempre) e bravi tutti. Una giunta che è sempre compatta e che porta avanti senza ripensamenti e sbandamenti la linea dettata. E bravo davvero anche Andrea che sta gestendo molto intelligentemente anche questa giustissima scelta di libertà di espressione.

NATHAN NEVER ha detto...

Scrive Canguasto:
“Un antifascista, democratico e dotato di memoria, non può essere intimidito da idee antagoniste, specialmente se convinto della forza dei princìpi che propugna.”
Ti giuro che da antifascista mi riconosco pienamente in questa frase e parlando dell’agenda della festa di Casapound che sono andato a leggere (bisogna conoscere per criticare) mi piacerebbe da matti se parlassero di un fascista del passato che ha fatto tutto l’iter che che piacerebbe a molti di loro, ovvero iscritto al partito fascista da giovane, partecipato alla guerra di Spagna insieme ai franchisti, fatto la guerra in Etiopia ecc.ecc. poi però, in Ungheria, salvò dai campi di concentramento e dalle camere a gas ben cinquemila (5000) uomini, donne e bambini. Si chiamava Giorgio Perlasca.
Lui ha sempre sostenuto di essere un fascista e non ha mai rinnegato il suo pensiero.
Sarebbe bello se i loro eroi fossero questi ma ho pura che rimarrà un mero desiderio.

Scrive l’anonimo 15.53:
“Dimostriamogli che non possono essere solo loro, sinistri, i portatori sani di Libertà e Democrazia, e non tocchino la Costituzione!!! Al Referendum votare nooo!!! Così tutti i RENZINI LEOPOLDINI BOSCHINI vanno a casa”.

Premetto che a casa con la Boschi ci andrei subito ma poi per spiegarmi con mia moglie sarebbero dolori.

Voterò Si, con il massimo rispetto per chi ritiene che l’attuale sistema delle due camere funzioni, ma permettimi di dissentire e comunque sei in buona compagnia (Dalema vota NO, pensa te.)

Per quanto riguarda il comunismo o il fascismo faccio un ragionamento da bambino delle elementari, ovvero, la Legge italiana dice:

“L'apologia del fascismo è un reato previsto dalla legge 20 giugno 1952, n. 645 (contenente "Norme di attuazione della XII disposizione transitoria e finale (comma primo) della Costituzione"), anche detta "legge Scelba", ecc.ecc.”

Te lo sei chiesto perché cavolo non esiste l’apologia del comunismo da te tanto odiato in Italia ????

Eppure sappiamo tutti come si vive nei paesi a regime comunista, (Nord Corea, la Russia ai tempi di Stalin ecc. ecc.).

Forse in Italia il partito comunista ha avuto una storia diversa. Forse in Italia il partito comunista ha concorso, firmato e fondato la costituzione (proprio quella che Tu dici che non va toccata e quindi implicitamente riconosci i meriti dei comunisti italiani).

Bada bene che non ho simpatia alcuna per il comunismo a livello mondiale, ma ogni paese ha creato la sua storia e la verità (almeno quella storica) non può essere distorta, la stessa storia che dice che se la resistenza l’avessero fatta solo i partigiani comunisti oggi l’Italia non sarebbe quella che è, si sarebbe sostituito un regime con un altro e meno male che i partigiani prima di tutto erano, sono e sempre saranno solo Italiani.

Un saluto (sognando la Boschi).

Nathan Never

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Si è svolta (questa mattina) – 7 settembre 2016 – nella sala del Consiglio Comunale di Chianciano Terme la conferenza stampa relativa ai lavori e gestione previsti per il Centro polisportivo comunale della città. Presente il Vicesindaco, Rossana Giulianelli, gli Assessori Damiano Rocchi e Andrea Morganti, oltre i gestori della struttura sportiva chiancianese, a cui sono stati affidati fino ad oggi gli impianti, la Wellnes Town di Roma. Presenti il Presidente della Wellness Town, Mario Casali ed i figli Marco e Maurizio. L’Amministrazione comunale di Chianciano Terme ha pubblicato un bando europeo (19 agosto) per l’affidamento in concessione tramite finanza di progetto dei lavori e della gestione del Centro Polisportivo Comunale del Comune di Chianciano Terme le cui domande possono pervenire entro 16 novembre prossimo. Le prospettive per la stagione 2016/2017 in merito alla gestione del Centro Polisportivo Comunale del Comune di Chianciano Terme. Il Centro polisportivo comunale – come hanno affermato più volte gli Amministratori comunali – necessitano di adeguamenti alle normative. In attesa dell’affidamento trentennale dalla struttura, così come prevede il bando europeo, gli impianti saranno gestiti dalle associazioni sportive del territorio, per cercare di limitare, il più possibile i disagi per gli utenti delle strutture sportive. Intanto, la Famiglia Casali, che ha gestito il Centro Polisportivo Comunale di Chianciano Terme fino allo scorso 5 settembre, ha presentato, tramite la Società ARIES, un progetto che il Comune ha reso di pubblica utilità e che ha inserito anche nel bando europeo (per visionare il bando:http://www.comune.chianciano-terme.siena.it/on-line/Home/articolo1516980.html). La Wellness Town, durante la conferenza stampa, ha affermato la volontà di partecipare al bando europeo ed ha predisposto un comunicato stampa che riportiamo di seguito. Lunedì 5 settembre del c.a. la struttura Wellness Town di Chianciano Terme cessa la sua attività. I motivi della chiusura sono due: il termine del periodo di concessione temporanea ottenuto dal Comune di Chianciano Terme; l’intervento di alcune modifiche alle normative (che entreranno in vigore il 1 gennaio 2017) che renderanno obbligatori degli interventi di natura straordinaria. Il Comune ha pubblicato, il 19 agosto scorso, il bando per la concessione trentennale al quale Wellness Town parteciperà in qualità di promotore, avendo presentato al Comune stesso la proposta di progetto. L’assegnazione dovrebbe avvenire entro i primi mesi dell’anno 2017. Il progetto da noi presentato all’Amministrazione Comunale prevede la ristrutturazione, la messa a norma e l’ampliamento del Centro Polisportivo Comunale (CPC) e dell’area sportiva del Castagnolo con l’obiettivo della creazione di una centralità urbana per lo sport ed il benessere. Dal punto di vista urbanistico il progetto unisce, in un disegno omogeneo, diverse aree in di modo che si possa realizzare un unico centro polisportivo capace di assumere un ruolo importante a livello territoriale con un bacino di utenza sovracomunale. Il tutto attraverso soluzioni progettuali che vogliono unire esigenze funzionali e logistiche dell’iniziativa con le esigenze della cittadinanza. L’idea di fondo del progetto è quella di collegare le aree in maniera da creare una struttura sportiva intesa come “centralità urbana unica”, caratterizzata da funzioni sinergiche e da un disegno omogeneo dal punto di vista urbanistico, un polo multidisciplinare capace di unire attività sportive, attività per il benessere del corpo e attività ricreative. (segue)

Comune di Chianciano Terme ha detto...

IL PROGETTO La soluzione progettuale intende conservare la memoria storica del complesso nell’aspetto formale con le sue principali caratteristiche architettoniche con soluzioni tese ad un adeguamento della struttura esistente finalizzata alla realizzazione di un polo sportivo inteso come luogo di aggregazione dedicato allo sport. Si è pensato quindi ad un organismo non invasivo, rispettoso delle preesistenze urbanistiche, un organismo attraversabile, fruibile e permeabile, capace di rispondere alle istanze e necessità del territorio e della cittadinanza. SPAZI E FUNZIONI Il progetto prevede la ristrutturazione del complesso sportivo e la realizzazione di nuovi volumi all’interno di un’unica centralità urbana a carattere sportivo. Le componenti principali, dal punto di vista degli spazi e loro specifiche attività, sono: La hall/ristorante: progettata in maniera da essere sinergica con le attività di intrattenimento previste a piano terreno, uno spazio in continuità con le aree esterne, attraversabile e capace di collegare l’ingresso dell’area con gli spazi esterni adiacenti alle piscine, gli spalti e le aree per il fitness esterno. Le palestre: si sviluppano lungo un percorso a diverse quote in cui gli ambienti si affacciano sull’area delle piscine esterne e sul parco, configurandosi come spazi immersi nel verde sottolineando l’intenzione di creare un luogo in cui esterno ed interno siano a diretto contatto in un rapporto di totale continuità. Gli spogliatoi e la Spa: rappresentano l’operazione di recupero e ristrutturazione di volumi esistenti che allo stato attuale risultano marginali rispetto al complesso. L’intento del progetto è al contempo di recuperare questi volumi rendendoli maggiormente funzionali, integrandoli con le nuove attività. In questa direzione il nuovo volume della Spa, che si accosta sul lato nord del volume spogliatoi, rappresenta un completamento del fabbricato esistente. Il Foyer: all’ingresso della piscina coperta e del campo sportivo, rappresenta uno spazio di accoglienza e di aggregazione concepito come una “piazza di ingresso” alle attività del complesso che assume la funzione di “spazio cerniera” tra I volumi interni esistenti e le aree esterne antistanti. Questo spazio si configura come un luogo multifunzionale totalmente accessibile e permeabile caratterizzato da un’area ricreativa con ampi spazi di sosta. Il foyer per eventi diventerà una piastra che metterà a sistema gli edifici palazzetto dello sport e piscina coperta fungendo così da ingresso per tutte le manifestazioni sportive, lo spazio avrà servizi igienici adeguati, un bar e desk per accettazione, oltre ad uno spazio utilizzabile come sala conferenze. L’edificio collettore avrà le dimensioni pari a 850mq ed un altezza media di 3,6 m . Formalmente questo volume dialoga sia con i nuovi volumi realizzati sia con i volumi preesistenti configurandosi come un’appendice degli stessi un “pronao” dalle forme dinamiche, caratterizzato da ampie porzioni vetrate che consentono il dialogo tra esterno ed interno. Gli spazi esterni: studiati in maniera da essere integrati alle attività interne secondo un sistema omogeneo di utilizzo delle aree. L’area esterna delle piscine sarà attrezzata in maniera da consentire l’utilizzo per le manifestazioni e al contempo l’apertura di questi spazi al pubblico. Saranno realizzati inoltre percorsi in grado di collegare questi spazi con Il parco circostante. Un’ulteriore spazio esterno vivibile sarà rappresentato dallo spazio di gradinate della piscina olimpionica, parzialmente coperto da una pensilina che consentirà l’utilizzo continuativo di questi spazi. Sarà curato anche il progetto del verde e dell’arredo degli spazi esterni attraverso una riorganizzazione dei percorsi e dei collegamenti tra le diverse aree che costituiscono il progetto. Un’attenzione particolare sarà rivolta alla progettazione dell’arredo urbano degli spazi ad uso pubblico, all’illuminazione artificiale che valorizzerà le caratteristiche architettoniche dei volumi esistenti e di quelli di nuova realizzazione. (segue)

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Area bambini e piscina: il complesso dedicherà molti spazi alle attività ludiche e sportive dei bambini, in particolare in adiacenza alla piscina piccola verrà realizzata un’area completamente dedicata ai bambini. Un volume semplice nelle forme e collegato anche internamente con la hall e con l’area di ingresso al centro sportivo. Percorsi ed accessi: il recupero della struttura è finalizzato ad una sua integrazione con il contesto urbano. Per garantire la totale accessibilità dell’area, il progetto prevede la riorganizzazione dello spazio a terra in maniera da creare un sistema razionale di collegamenti tra le aree. Per garantire la massima accessibilità e permeabilità verrà creato un sistema di collegamenti in grado di completare i percorsi pedonali esistenti garantendo la fruibilità dell’intero parco in termini di sicurezza e rispetto delle normative per l’accessibilità e il soccorso. In questo senso sono diretti interventi quali la rampa di ingresso alla hall e la prosecuzione del percorso pedonale e carrabile di ingresso ai vari volumi (palestra/ piscina coperta/palazzetto dello sport) , che sarà caratterizzato da una continuità che si concluderà in corrispondenza della piscina olimpionica con una rampa di collegamento con lo spazio esterno. VIABILITA’, PERCORSI ED ACCESSI L’area risulta delimitata da diversi assi stradali: Via Abetone, Via dello Stadio e Strada Fonte Perucciole. L’asse principale di accesso al complesso è Via Abetone che rappresenta il collegamento che conduce al parcheggio esterno all’area collocato ad una quota superiore rispetto alla quota del complesso. Il parcheggio contiene attualmente circa 80 posti auto, ed è presumibile l’aumento fino a 100 attraverso una razionalizzazione dei parcheggi esistenti. L’accesso all’area è garantito dall’asse di Viale dello Stadio al quale si collegano sia Via Abetone sia la Strada di Fonte Perucciole che rappresenta una asse di servizio utile in particolare per I mezzi di soccorso che necessitano di entrare in maniera diretta al centro sportivo. (segue)

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Per quanto concerne l’area “Castagnolo”, risulterà collegata attraverso un percorso carrabile e pedonale con accesso dal nuovo parcheggio da realizzarsi in adiacenza a Via della Valle. Le due aree del CPC e del Castagnolo risulteranno tra loro collegate da un percorso pedonale che attraverserà il verde. Verrà quindi mantenuto pressoché inalterata l’assetto della mobilità esistente per consentire l’accessibilità carrabile e pedonale alle aree private limitrofe alle zone oggetto di proposta. Sia l’area del CPC che quella del Castagnolo saranno quindi dotate di accessi indipendenti e manterranno la loro autonomia funzionale pur inseriti all’interno di un progetto omogeneo e collegati in maniera adeguata. IMPATTO AMBIENTALE ED INSERIMENTO NEL CONTESTO PAESAGGISTICO E’ intendimento del progetto utilizzare le più moderne tecnologie atte a valorizzare l’intervento ed a minimizzare l’impatto ambientale. Per questo le progettazioni degli impianti di riscaldamento, climatizzazione ed elettrico si muoveranno sulle direttrici della efficienza energetica sia riguardo alla scelta dei materiali e sistemi costruttivi, sia riguardo alla diffusione e conoscenza della cultura del risparmio, con sistemi di produzione di energia da diverse fonti inclusa quella solare. CONCLUSIONI Il nostro progetto, è stato sviluppato fondamentalmente sotto due ottiche tra loro diverse ma che trovano un punto di convergenza e di equilibrio sinergico: riuscire a mantenere l’impianto architettonico esistente, per non cancellarne la memoria storica, e creare una nuova centralità urbana a carattere sportivo intesa come strumento di attività e di vita per la città e quindi opportunità di sviluppo economico ed occupazionale. La sintesi delle due ottiche sopradette è stata di rivedere ed interpretare il CPC comunale come “un progetto del passato ridisegnato intorno al futuro”. Per concludere, al momento in questa prima fase, siamo certi di aver fatto cosa gradita alla popolazione tutta avendo gestito in maniera adeguata uno degli impianti sportivi più belli d’Italia.

Comune di Chianchiano Terme – Ufficio Stampa

valtubo ha detto...

Rispondo ad Anonimo 7 settembre 2016 17:18

La gestione della Wellness Town durerà almeno fino alla metà del mese, dunque per il periodo del Congresso di CasaPound sono loro i gestori.
Poi successivamente in palazzetto rimarrà aperto sotto la gestione delle associazioni interessate mentre la piscina rimane chiusa.
Se tutto va bene riaprirà per la stagione estiva 2017 e per l'invernale successiva.
Ieri ero presente alla conferenza stampa dove devo dire mi ha fatto una buona impressione la famiglia Casali proprietaria della Wellness Town, mentre mi è apparsa strana l'assenza del Sindaco sostituito dal Vice.
L'Amministrazione ha solo detto che ha cercato privati per finanziare un progetto che il pubblico non avrebbe sponsorizzato, mentre i privati vedono nelle nostre piscine, parole del figlio di Casali, l'oro non sfruttato e da ripulire in termini di struttura e posizione e nei chiancianesi l'assenza di consapevolezza di ciò che hanno.
Per il resto solo qualche numero sui costi, circa 30.000 euro al mese di sole bollette e l'insostenibilità della struttura senza interventi.

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

Ora che la Giunta, tutta, sia compatta, è un altro eufemismo. Nel caso di CasaPound hanno dovuto far quadrato per forza, sennò si dovevano dimettere in blocco, del resto hanno fatto ne più ne meno ciò che hanno approfittato a fere i sinistri, era un'occasione di visibiltà per far credere agli elettori di centro destra, che sono dei loro, ma così non è questa Giunta resta spostata a sinistra in modo esagerato e serviva anche a nascondere per un pò di giorni l'iniavia assoluta di questa Amministrazione, capace solo di modesta gestione comunale, organizzatrice di piccoli eventi in quà e là nel Paese e spesso in concorrenza tra loro essendo senza coordinazzione. La festa di CasaPound è fatta da privati, al Sindaco va bene perchè forse porterà un pò di danari, per loro poteva venire anche l'Isis.
Ben venga CasaPound!

Daniele Barbetti Presidente Federalberghi Chianciano ha detto...

L’abusivismo danneggia il turismo in Toscana
Federalberghi Toscana e sindacati uniti contro l’abusivismo nella ricettività turistica, chiedono l’impegno a garantire le regole e la sicurezza

L’Associazione Albergatori – Federalberghi Chianciano Terme, per mezzo delle parole del presidente Daniele Barbetti, sostiene l’operato della Federalberghi Toscana nel contrasto all’abusivismo nel settore della ricettività turistica. Proprio la principale associazione di categoria degli albergatori toscani ha infatti firmato un avviso comune assieme alle sigle sindacali di settore (Filcams, Fisascat, Uiltucs) per chiedere alla Regione Toscana norme più stringenti a garanzia della legalità e della sicurezza.

“Non c’è lavoro senza impresa, non c’è impresa senza il lavoro. – ha dichiarato Daniele Barbetti – In Toscana solo il 52% dei turisti pernotta in albergo, contro il 79% dell’Emilia-Romagna e l’84% del Lazio. Questo è causato anche dalla mancata regolamentazione delle nuove forme di ricettività che utilizzano la forma della sharing economy e che rischiano di provocare dei danni irreparabili al sistema ricettivo toscano, con inevitabili conseguenze sugli occupati nel settore. Gli alberghi sono imprese che creano ricchezza sul territorio e permettono la redistribuzione attraverso la creazione di posti di lavoro; le forme di ricettività non regolamentate, invece, producono rendita per i proprietari degli immobili ma non ricchezza sul territorio.”

Le problematiche relative all’abusivismo nella ricettività turistica sono essenzialmente tre: una fiscalità quasi completamente assente, un enorme rischio nella sicurezza per l’impossibilità di poter controllare adeguatamente le presenze sul territorio e una minore attrazione di investimenti, collegata alla minore occupazione nel settore. Il rischio è che l’immagine della Toscana possa limitarsi a quella di una meravigliosa scenografia di paesaggio in cui si viene ad affittare immobili, piuttosto che a fare investimenti.

“Il problema dell’abusivismo non riguarda solo Firenze o la costa toscana. – aggiunge Federalberghi Chianciano Terme – Il problema si estende anche in Valdichiana, come ad esempio a Montepulciano e in altri comuni, in cui si assiste al proliferare di forme di ricettività alternativa che poco apportano alle casse degli enti locali e che favoriscono soltanto rendite di posizione. Anzi, spesso la ricchezza creata in questo territorio viene trasferita fuori dalla Toscana o dall’Italia.”

Negli ultimi tempi stiamo registrando una diminuzione di strutture ricettive di modello imprenditoriale anche nel nostro territorio, a favore di altre forme di ricettività non regolamentate che danneggiano non soltanto gli alberghi, ma anche campeggi, affittacamere professionali e altre forme di ricettività regolari. I modelli imprenditoriali sono una garanzia per il consumatore, perché presuppongono uno standard minimo di formazione e di qualità: senza tali standard, si rischia di rovinare l’immagine della Toscana in termini di accoglienza e reputazione.

“Siamo di fronte a veri e propri casi di abusivismo. – conclude il presidente Barbetti – Le attività ricettive irregolari offrono spesso servizi alberghieri, anche se non potrebbero. Inoltre c’è un problema di leale concorrenza basata sulla tassazione: non è giusto che gli alberghi o i campeggi debbano pagare la TARI e l’IMU come attività ricettive, mentre chi opera nello stesso mercato attraverso appartamenti in affitto gestiti con il sistema della sharing economy possa pagare la TARI e l’IMU come civile abitazione. Questa è una concorrenza sleale che non può essere più tollerata.”

Associazione Albergatori - Federalberghi Chianciano Terme

Il Sindaco e la Giunta del Comune di Chianciano Terme ha detto...

RACCOLTA FONDI POPOLAZIONI COLPITE DAL SISMA

L'Amministrazione Comunale di Chianciano Terme promuove e patrocina l'iniziativa " CHIANCIANO TERME PER AMATRICE - SOLO CON IL CUORE", un cartellone di eventi solidali organizzati singolarmente e/o in sinergia dalle diverse associazioni del territtorio, con i quali possano essere reperite risorse da devolvere alle popolazioni colpite recentemente dal sisma.
L'iniziativa partirà Venerdì 16 settembre con una fiaccolata a conclusione della quale vi sarà una Messa officiata dal Parroco Don Carlo Sensani c/o Chiesa Santa Maria della Stella e proseguirà, anche sulla base delle volontà di varie associazioni e di eventi già calendarizzati dalle stesse che desiderano partecipare alla solidarietà, sino a fine anno.
Vi sarà anche un "evento clou" sabato 15 e domenica 16 ottobre 2016, durante il quale oltre ad una serie di concerti e spettacoli c/o il Palamontepaschi, all'interno al Parco Fucoli, sarà anche fatta una campagna di prevenzione e sensibilizzazione al rischio sismico.
Unica variazione rispetto a quanto originariamente pianificato dall'Amministrazione comunale insieme alle associazioni del territorio è il metodo di raccolta/gestione delle risorse raccolte.
Al fine, infatti, di rendere immediata, più snella e trasparente possibile la procedura, anziché aprire un Conto Corrente dedicato come Comune di Chianciano Terme, sul quale convogliare le donazioni raccolte e da qui inoltrarle al Comune di Amatrice, abbiamo ritenuto che fosse molto più semplice, per ogni associazione, attività o singolo cittadino che partecipa all'iniziativa "CHIANCIANO TERME PER AMATRICE - SOLO CON IL CUORE" effettuare direttamente la donazione al Comune di Amatrice - questi i dati:
Intestatario: Comune di Amatrice
Banca: Banca di Credito Cooperativo di Roma
IBAN: IT13 W083 2773 4700 0000 0005 050
Swift Code / BIC: ROMAITRRXXX
Causale: "CHIANCIANO TERME PER AMATRICE - SOLO CON IL CUORE"
ed inviare in modo volontario - ma non obbligatorio - scansione della quietanza di versamento alla Segreteria del Sindaco, all'indirizzo:
patrizia.mari@comune.chianciano-terme.si.it
cosicché l'Amministrazione comunale possa conteggiare, e rendere pubblico attraverso la pubblicazione nella sezione dedicata del proprio sito internet, degli importi che la comunità di Chianciano Terme sta devolvendo al Comune di Amatrice.
Ringraziando a nome della comunità di Amatrice, sin da ora, tutti coloro che intendono partecipare all'iniziativa

Il Sindaco e la Giunta del Comune di Chianciano Terme

Agenziaimpress.it ha detto...

CasaPound a Chianciano. Iannone: «Scelta la Toscana perché regione di Renzi, Mps e Banca Etruria»

«È una festa nazionale che facciamo tutti gli anni dove si incontra tutta la comunità. I temi di quest’anno saranno la tematica gender, le banche, non a caso siamo in Toscana dove ci sono Banca Etruria e Mps, e le nuove sfide che il movimento si appresta ad affrontare». Così Gianluca Iannone, leader di CasaPound, presentando questa mattina il prossimo convegno che si terrà da domani a Chianciano Terme (Siena), proprio del movimento politico di cui è punto di riferimento, e che ha fatto molto discutere nei giorni scorsi, fra proteste dell’Anpi e di gran parte dei partiti, e della difesa dell’iniziativa ad esempio del sindaco della cittadina senese, Andrea Marchetti. «Abbiamo scelto la Toscana perché c’è Renzi, perché ci sono Mps e Banca Etruria, e perché in Toscana c’è una delle comunità più forti di tutto il territorio nazionale, presente in quasi tutte le città, quindi è anche un modo per premiare la comunità toscana per il lavoro svolto finora», ha aggiunto Iannone.

Il congresso di CasaPound a Chianciano «Il messaggio che ribadiamo è che ci sono ancora degli italiani che non si arrendono, che c’è ancora una forza viva di volontari sul territorio nazionale, perché Casapound non percepisce finanziamenti pubblici, tutto è fatto all’insegna del volontarismo – ha aggiunto il leader di CasaPound -. Tutte le nostre sedi e il nostro materiale sono autofinanziati. C’è ancora una speranza per questa nazione».

La risposta agli oppositori di CasaPound Contrario al convegno che sarà organizzato da CasaPound anche il governatore della Toscana, Enrico Rossi che aveva dichiarato nei giorni scorsi come a suo avviso il movimento politico guidato da Gianluca Iannone dovesse fare la stessa fine di quanto sta pensando di fare Angela Merkel in Germania con il ricostituito partito nazista. «Il presidente Rossi dovrebbe pensare a lavorare meglio per tutta quanta la regione e tutti quanti i cittadini – ha risposto a distanza Iannone – Questo è un tipo di mentalità che tende sempre a escludere una fascia dalla popolazione in nome di una purezza morale che di fatto poi non esiste, perché anche volendo non possiamo accettare lezioni di stile e diritto di parola da chi appartiene a un partito che ha il 90% fra indagati, inquisiti e così via».

Anonimo ha detto...

Bene, ci siamo. Già circa 300 volontari di CasaPound stanno lavorando per organizzare tutto al meglio. Pulizia della palestra e delle aree esterne, montaggio stand, servizio d'ordine. Già centinaia di persone, tra cui molte famiglie, hanno visitato Chianciano ed il suo Centro Storico, cenando, pranzando e degustando le nostre specialità anche vitivinicole, portando ricchezza ai locali aperti. Per domani sono già prenotati, negli alberghi, oltre 2500 persone, molte famiglie. Si sente già parlare di intimidazioni da parte di loschi figuri della sinistra locale, albergatori minacciati ed esercenti ai quali è stato "consigliato", con metodi camorristici, di tenere abbassate le saracinesche, ma la Festa non la rovinerà nessuno; non la rovinerà l'anpi con le sue marcette, non la rovineranno 4 pubblici esercenti che, per motivi ideologici o per "paura" terranno abbassate le saracinesche (ma è legale tutto ciò?), non la rovineranno i centri sociali. Noi chiancianesi anticomunisti aspettiamo CasaPound per ascoltare i loro dibattiti interessantissimi, le loro proposte e le loro ricette per condividerle o meno

Anonimo ha detto...

Anche il trenino è pieno pieno. Soprattutto se ci sono state minacce di tipo camorrista fai la denuncia.

Anonimo ha detto...

......non siamo ancora completamente in una dittatura comunista, qualche sprazzo di democrazia ancora esiste, nonostante voi, in questa Italia e vigileremo perchè TUTTI da LOTTA COMUNISTA a CASAPOUND possano sempre esprimere le proprie opinioni nell'ambito delle ATTUALI LEGGI e dell'ATTUALE COSTITUZIONE! Per questo motivo diciamo: BENVENUTA CASAPOUND

Avanguardia Senese Coordinamento Valdichiana
6 settembre 2016 11:18........Volevo solo ricordare all'Avanguardista Senese del Coordinamento Valdichiana che può fare a meno di vigilare sul "diritto "ad esprimersi di LOTTA COMUNISTA che questo "diritto" se lo guadagna da se dalla fine degli anni '40 del secolo scorso e continuerà a farlo anche quando spariranno LORO come TUTTI i partiti e MOVIMENTI che li hanno preceduti DESTRE SINISTRE CENTRI democratici e massimalisti. GRAZIE di cuore per il pensiero ma non ne abbiamo proprio bisogno.

Casaggì Valdichiana ha detto...

“Oggi il segretario PD di Chianciano Terme Marcello Fallarino ci ha “accusato” di difendere l’operato del Sindaco Marchetti. L’esponente PD ha assolutamente ragione. Noi come Casaggì Valdichiana abbiamo pubblicamente plaudito alla determinazione ed alla coerenza del primo cittadino chiancianese che prendendo una decisione sacrosanta, l’ha difesa contro tutti coloro che lo contestavano. Consci del fatto che la coerenza ed il coraggio nella politica “politicata” di oggi sono merce rara, sicuramente noi li sappiamo riconoscere ed apprezzare. Non ricordiamo proteste e cortei quando in passato nella nostra provincia sono stati ospitati personaggi dal dubbio gusto, vedi qualche anno fa l’ideologo delle BR Enrico Fenzi all’Università di Siena, solo per citare uno dei tanti possibili esempi. In queste occasioni dove erano i censori? Dove erano coloro che invocano la difesa della libertà per poi limitare quella degli altri? Dove erano i Fallarino di turno e i militanti del PD? A fronte di questo risulta palese come queste polemiche e le manifestazioni di dissenso siano soltanto strumentali ad attaccare il Sindaco Marchetti, poiché uno dei pochi primi cittadini della provincia di Siena non allineato alle logiche del PD. Non ci vergogniamo nemmeno a sostenere che la Giunta Marchetti e la maggioranza hanno lavorato molto e bene in questi anni, provando a risollevare le sorti di un comune portato alla rovina proprio dalla sinistra che lo ha governato. Perfino da un punto di vista di impegno sociale, i provvedimenti adottati come quello della “spesa sospesa” non possono che riscontrare il nostro parere favorevole per aver rivoluzionato il modus operandi dei comuni nei confronti dei propri cittadini in difficoltà. Per concludere, sarebbe giunto il momento che il PD ed i falsi paladini delle libertà gettino la maschera e la finiscano con questa pantomima che ha stufato tutti, cittadini in primis.”

Anonimo ha detto...

Da FACEBOOK ANPIVALDICHIANA - (...prima parte...)

EX-POST #1 // Riflessioni e commenti dopo la manifestazione. #1 - ANPI Chianciano // Il neofascismo oggi è un pericolo concreto? Sì, per più motivi. Non solo perché dietro una facciata presentabile continua a fare violenze, a ferire, talvolta ad uccidere (in piazza a Chianciano lo scorso 4 settembre è stato ricordato Renato Biagetti, 26enne ucciso giusto 10 anni fa da neofascisti romani). Ma perché in forme subdole e organizzate si sta riaffacciando in Europa ovunque si presentino gravi difficoltà: neonazisti nel governo ungherese, Alba Dorata in Grecia… Da noi premono movimenti estremisti come CasaPound, ma anche sigle come Forza Nuova e una complessa galassia di movimenti piú o meno sconosciuti.
Dargli spazio pubblico, visibilità, concedere loro di promuoversi è un elemento di democrazia? No, è un pericolo cui la Repubblica tenta da sempre di guardarsi. I costituenti posero solo due limiti alla libera organizzazione politica: il metodo democratico che dovrebbero avere i partiti al loro interno (dunque si presume con libere elezioni delle cariche: aspetto non secondario, questi movimenti hanno invece quasi sempre leader per acclamazione) e il divieto di riorganizzare il movimento fascista. Questo secondo limite posto all’organizzazione politica ha ovviamente cause storiche drammatiche. E il principio costituzionale è stato infatti poi sostanziato da leggi specifiche nei decenni successivi (legge Scelba del ‘52 e Mancino del ‘93): la Repubblica sapeva di doversi difendere da chi già una volta aveva usato strumentalmente i suoi margini di azione, le sue regole, per sovvertirla dall’interno. Il che è esattamente la strategia di CasaPound e soci. Spesso la Repubblica è intervenuta verso organizzazioni dichiaratamente ispirate al fascismo o al nazismo, talvolta agendo con freni giudiziari anche sulle componenti piú estreme di partiti di destra, come nel caso dell’MSI. Puoi dare spazio a chiunque, infatti, ma non a chi lo prenderà per distruggerti…
E infatti, dietro una facciata presentabile abilmente costruita, il programma di questi movimenti è proprio una radicale contrarietà alle democrazie nate dalla sconfitta dei regimi totalitari del Novecento. Quando CasaPound conclude la propria auto-presentazione dicendo: «Ma, in due parole, cosa vuole CasaPound? Riprendersi tutto», è a questo che alludono. E non ci si può trincerare dietro al fatto che la magistratura ancora non ha dato una risposta giudiziaria al problema: intanto la magistratura è l’ultimo anello di una catena che ci impegna tutti a vigilare sul rispetto delle leggi, tanto più se si ha una carica pubblica (e ci sono infatti molti sindaci, prefetti, questori che si oppongono a CasaPound e affini). Secondariamente perché stiamo parlando di un movimento che ha fatto tesoro delle esperienze del neofascismo passato, elaborando una chiara strategia di crinale, per mimetizzarsi: la tecnica è quella di rimanere in un limbo di provocazioni, violenze più o meno gravi su persone o cose, incitamento all’odio razziale, alla xenofobia, al fascismo in senso stretto come soluzione politica, stando da una parte ben attenti a mascherarsi dietro una facciata di buoni intenti, con molte sigle e associazioni collegate (presunte attività di cooperazione internazionale, volontariato); dall’altra provando con la propaganda e le occasioni come quella di Chianciano ad accreditarsi nella società, allargando progressivamente il confine di quello che è accettato culturalmente, politicamente e infine giudiziariamente. Una strategia cui la Repubblica ha spesso difficoltà a reagire.

Anonimo ha detto...

Da FACEBOOK ANPIVALDICHIANA (...seconda parte...)

Sull’evento di Chianciano poi occorre una dovuta precisazione terminologica: non è un “congresso di partito”, che è il momento in cui gli iscritti a un’organizzazione eleggono democraticamente le cariche interne, i propri rappresentanti, dibattendo. E non è neanche un “convegno”. È una festa nazionale: non c’è bisogno di inventarsi altre parole, visto che così l’hanno presentata gli organizzatori. Tra l’altro è la festa nazionale di un’organizzazione, CasaPound Italia, che rivendica chiaramente di non essere un partito. È un movimento fascista. E la festa è il momento della promozione, dell’auto-promozione e della rappresentazione.
La manifestazione di domenica 4 settembre a Chianciano è stata una risposta di tutti quei cittadini del territorio che hanno questa chiara percezione della pericolosità dei neofascismi. E che a causa di questa presenza esterna hanno sentito ferito un loro sentimento di sincera adesione repubblicana e democratica. Quella di CasaPound Italia è una presenza che qui non è né culturalmente né storicamente radicata. Dalla piazza è infatti arrivata una richiesta alle istituzioni pubbliche locali di farsi carico, di riflettere su queste preoccupazioni. E certamente, poi, di non concedere spazi pubblici e supporto di qualsiasi tipo ad attività di propaganda tanto dubbie; come del resto già avevano chiesto gli appelli dell’ANPI provinciale e comunale del 18 agosto scorso. Appelli ai quali, purtroppo, non è stata data nessuna risposta ufficiale e formale. Un peccato anche che chi poteva (doveva?) darla quella risposta non si sia fatto vedere in piazza, magari proprio per rispondere; e abbia preferito farsi un’idea da lontano, attraverso le parole di persone che hanno commentato senza nemmeno essere presenti alla manifestazione. Peccato. Anche perché in piazza si sono ascoltati contributi che hanno dato un esempio civico alto di come si possa trattare tematiche che il neofascismo presenta in modo distorto: immigrazione, ruoli di genere, rispetto dei diritti degli omossessuali, regole democratiche, lavoro, etc. Ignorarla, quella piazza, trincerandosi dietro un presunto rispetto della ‘democraticità’, tanto generico quanto incapace di discriminare sul caso specifico, è un atteggiamento nel migliore dei casi superficiale.
Sezione Anpi Chianciano

Anonimo ha detto...

Oggi finalmente chi comanda a Roma ha preso una decisione sulle olimpiade, ovvero Beppe Grillo ha detto di no.

Peccato che i romani hanno votato la Raggi come sindaco, ma questo è un insignificante particolare per i pentastellati (e poi si incazzano se tutti la prendono sottogamba).

Non potrebbero l'olimpiadi essere spostate in altre parti d'Italia che invece le vogliono ????

Sarebbe bello che le facessero a Firenze e in tutta la Toscana, magari Chianciano potrebbe beneficiarne.

Si accettano consigli.

Che ne pensi Valerio ???

Anonimo ha detto...

Mi sono informato e confermo quanto detto dai gestori a Valtubo. L'accordo è tra loro ed il tour operator, sottoscritto mesi fa. Nulla c'entra il Comune che rientrerà come previsto dal contratto in possesso della struttura intorno al 20.

Anonimo ha detto...

Ho assistito ai primi due dibattiti odierni alla Festa di CsaPound, poi, per problemi di lavoro, ho dovuto assentarmi. INTERESSANTISSIMI e di una compostezza incredibile. Il primo è stato la presentazione di un LIBRO-VERITA' sui CRIMINI dei PARTIGIANI COMUNISTI dopo il 25 aprile del 45 a guerra già finita. Un libro ricco di fatti, NOMI degli assassini e documenti, firmati dai carabinieri e dai Tribunali. Sicuramente da leggere per capire le atrocità commesse dai partigiani comunisti dopo la fine della guerra anche nei confronti dei Partigiani NON comunisti!. Il titolo del libro è: "Il sasso che alza il cielo" di Lara Foletti (Faust Editore).
Il secondo dibattito, intitolato "ITALEXIT" ha riguardato la nostra perduta SOVRANITA' NAZIONALE a causa della perdita della SOVRANITA' NAZIONALE. Il relatore Rinaldi (segretario Nazionale di "Alternativa per l'Italia") è un "sovranista" convinto. Causa di tutti i mali che stanno affliggendo la nostra Italia, sono i vari Prodi, Monti, Letta, Ciampi che hanno piegato l'Italia a 90 gradi per fare un favore alla Germania rinnegando la nostra Sovranità Nazionale andando contro la stessa nostra Costituzione che NON prevede la rinuncia alla Sovranità Nazionale o a pezzi di essa, cosa che invece è stata fatta aderendo all'Euro e, adesso, cedendo parte dei mari italiani alla Francia (da ratificare a breve in Parlamento). Rinaldi ha smontato tutte le falsità circa un "eventuale disastro per l'Italia se uscisse dall'Euro" portando come esempio la Gran Bretagna che è l'unico Paese europeo che riprende a correre, dopo l'uscita dall'Unione Europea. Ed ha spiegato il MOTIVO PRINCIPALE PER DIRE NO AL REFERENDUM: l'articolo 117 della "nuova costituzione" prevede che tutte le Leggi Italiane "debbano adeguarsi alle normative europee" rinunciando, di fatto per sempre, alla nostra pur blanda Sovranità Nazionale rimasta... Già oggi l'Europa ci impone certe Leggi a noi sfavorevoli, soprattutto nel campo dell'economia e del commercio, siamo certi di volerci tagliare il "bip" per fare un dispetto a nostra moglie? C'è un interesse da parte del Fronte del SI a "svendere" l'Italia... altro che riforma che "fa risparmiare"! L'abolizione delle province, per fare un esempio, non porta alcun risparmio essendo i costi ed i servizi spalmati tra regioni e comuni. In conclusione una giornata davvero interessant

Anonimo ha detto...

Prima giornata della Festa diCasaPound con confronto e dibattitii interessanti. Non li conoscevo in mamiera diretta e devo riconoscergli una notevole competenza. Come sempre, prima di giudicare, si dovrebbe ascoltare. Bravi ragazzi.

Anonimo ha detto...

Cari "compagni" dell'anpi (sempre rigorosamente minuscolo...), oggi è l'anniversario della morte di uno dei vostri massimi storici leader, quel MAO (comunista come voi) che ha causato la morte di 70 milioni di esseri umani solo in Cina, molto più di Hitler e Stalin messi insieme; ieri si è ricordata la morte (alla Festa di CasaPound) di due poveri anziani TRUCUDATI DAI CRIMINALI PARTIGIANI (come voi) dopo la fine della guerra... ma di tutto ciò, nonostante prove e documenti circostanziali, voi "non ne avete memoria".
Di chi dovremmo avere paura allora? Di chi saluta col pugno chiuso perchè ha le mani lorde di sangue come voi? O di una sana gioventù (ed anche meno giovani) che hanno a cuore l'Italia (e principalmente le fasce più deboli) e vogliono "riprendersi tutto" cioè la Sovranità Monetaria e la Sovranità Nazionale liberandoci dalla schiavitù dell'euro e dell'Europa delle Banche?
Di chi dovremmo avere paura? Di chi, come voi, nega la verità e la Storia, i vostri omicidi a sangue freddo, le torture, gli stupri, della dittatura strisciante che paralizza la nostra Patria con un presidente del consiglio nominato e mai votato dal popolo in sfregio alla Costituzione o di un gruppo di Italiani che ancora credono nei valori fondanti della vita quali CasaPound rappresenta? Siete fuori dalla storia, reietti e relitti senza Patria!

Anonimo ha detto...

Finalmete! E' bello veder passeggiare per Chianciano una bella Gioventù e non solo, con bambini e bambine al seguito, con indosso magliette di vari colori, certo il nero dona sempre! Prima di avanzare le solite vostre critiche di sinistri, andate ad ascoltare, vi renderete forse, finalmente conto, che la Storia non è proprio come ve l'hanno sempre raccontata!

Anonimo ha detto...

ATTENZIONE: gira voce che la piscina resterà chiusa almeno fino alla prossima estate?
avete informazioni a riguardo???

Nathan Never ha detto...

X anonimo 14:27

Quando vennero per gli ebrei e i neri, distolsi gli occhi

Quando vennero per gli scrittori e i pensatori e i radicali e i dimostranti, distolsi gli occhi

Quando vennero per gli omosessuali, per le minoranze, gli utopisti, i ballerini, distolsi gli occhi

E poi quando vennero per me mi voltai e mi guardai intorno, non era rimasto più nessuno...

Raccontami pure la tua storia amico mio.

Se qualcuno non li ha bruciati prima ti ascolterò senza libri in mano.

Anonimo ha detto...

Come volevasi dimostrare. VIOLENZA, ARROGANZA, PROTERVIA! La SINISTRA ha creato un clima infuocato e quattro imbecilli hanno imbrattato la sede di CASAGGI a Montepulciano ed imbrattato i muri di frasi antifasciste.... Chi ha creato questo clima con le sue stupide marcette, si scusi!!!! A Chianciano è stata una tre giorni di FESTA e DIBATTITI, CONFERENZE e PROGRAMMI, alberghi pieni (anche Sarteano ne ha usufruito, come mai il sindachino di quel paesello viene a manifestare a Chianciano e poi se li tiene in casa i "fascisti"?), anche negozi e ristoranti hanno lavorato, gente comune con magliette, tatuaggi e famiglie circolavano tranquillamente per Chianciano ed infondevano tranquillità e fiducia. La cittadinanza di Chianciano, intervistata da "LA 7" non ha posto alcun problema, anzi! (tranne il solito biancolini, ma lui è dell'anpi), tant'è vero che "LA 7", con disprezzo della verità e della democrazia, non ha mandato in onda le interviste.... Mentre a Montepulciano i soliti comunisti....rodevano e compivano atti vandalici. Riflettete, gente, riflettete!!!!

Anonimo ha detto...

Solo propaganda di sinistra... tutto studiato a tavolino.
La sinistra è un pericolo per la democrazia perchè usa armi sottili di disinformazione e propaganda che le persone comuni non comprendono e finiscono così per essere schiavi e strumenti di pochi eletti (renzi docet)...

Anonimo ha detto...

Se i Sig.ri sinistri possedessero un pò di quell'onestà intellettuale con cui spesso si riempiono la bocca dovrebbero avere la decenza di chiedere scusa! Si scusa, per aver alimentato odio e rancore verso persone che hanno il solo unico difetto di non pensarla come loro, con il rischio serio di creare disordini. Non è successo nulla. Famiglie intere, con bambini, hanno passeggiato, mangiato e soggiornato. Parlato e dibattuto di cose serie ed interessanti, delle quali spesso nelle tavole rotonde televisive o di altre feste di partito non si parla.
La Storia, quella vera, ha anche altre verità, non riuscirete più a nasconderle! A Montepulciano hanno imbrattato la Sede di Casaggi e scritto frasi offensive, se fosse accaduto il contrario avreste cridato al colpo di stato, ma quello lo avete già fatto voi con il renzino, c'ê da essere fieri ed orgogliosi ad avere un capo di partito di tale spessore, fortuna che è solo vostro. Speriamo che con il no al referendum si riesca a mandare a casa lui e tutta la sua banda. W Casapound, gli avete dimostrato, ma non c'era bisogno, da che parte sta l'Educazione e l'attaccamento alla Nazione!

Anonimo ha detto...

La sinistra ê specializzata nella non informazione. Guarda cosa hanno appena fatto con la Rai, si sono impadroniti di tutto il resto che giå non avevano. Intanto si continua a pagare il canone per una tv fatta solo di programmi e tg a voce univoca e bugiarda.

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

Piccola riflessione: ma dal PD Chiancianese, che in questi ultimi giorni si e' elevato a paladino della difesa dei valori democratici e dell'antifascismo, nessuna condanna per gli atti vandalici subiti da Casapound e Casaggi la notte scorsa? C'È forse una violenza "buona" e una "cattiva"? O forse la violenza e' da condannare da qualunque "parte" provenga e da chiunque attuata????? Nel loro comunicato stampa di qualche giorno fa si legge che "Chianciano ha bisogno di altro".... Infatti... Chianciano nel 2014 ha scelto "ALTRO"... PUNTOEACAPO....

Anonimo ha detto...

Andrea, lo sai bene che i sinistri sono i primi a tirare il sasso e lestissimi a nascondere la mano. Sono capaci di rosicare perchè non ê successo niente. Non hanno capito che la Storia è arrivata alla fine anche per loro. The End, finalmente.
Ben venga CadaPound anche un altr'anno!

Anonimo ha detto...

Un certo M. Lorenzoni , probabile giornalista, stà parlando male di Chianciano scrivendo su di un foglio dal nome primapagina.
Ce l'ha come al solito con la Festa di CasaPound, si, perchê è stata una Festa, alla faccia dei vari denigratori ed aizzatori, che speravano nella confusione e nella reazione. Invece sono stati prorio loro, i signori sinistri, come al solito, a macchiarsi di atti vandalici con la solita protervia che solo la sinistra sa avere. Si, sig. Lorenzoni, Chianciano ė il Paese dal fegato sano. Per lei è un problema? Venga allora a curarsi alle Terme e pensi un pò ai problemi del suo di paese e dei suoi sindaci che appena possono abbandonano lo scranno del comune e cercano subito la facile carriera politica, forti di un partito con a capo un non eletto! .eacapo. Fatevene una ragione!

Ansa ha detto...

Tesserati raddoppiati in un anno, boom di iscrizioni on line, 15 nuove sedi per un totale di 88 spazi aperti in tutta Italia, sei consiglieri comunali e quattro municipali eletti nel 2016, che si aggiungono ai tre già in carica: così, in un comunicato stampa, CasaPound Italia - riunita a Chianciano Terme per la nona edizione della festa nazionale ‘Direzione Rivoluzionè -, fa il punto sui risultati dell’ultimo anno trascorso e conclude la festa nella cittadina termale parlando di una partecipazione di oltre 3.000 persone in due giorni di incontri tra cui ieri quelli sulla Siria, con il presidente della Comunità siriana in Italia Jamal Abo Abbas, e sul referendum costituzionale col deputato Massimo Corsaro e il vicepresidente di CasaPound Simone Di Stefano.

L’ultimo a parlare, in un palazzetto dello sport gremito, è stato il leader del movimento, Gianluca Iannone, che ha aperto l’intervento ricordando l’europarlamentare leghista Gianluca Buonanno, ospite del movimento l’anno scorso a Castano Primo e recentemente scomparso. Iannone, riporta la nota, ha fatto un lungo excursus delle ‘vittoriè degli ultimi 12 mesi: dai 27mila voti conquistati dal Blocco studentesco nelle scuole di tutta Italia al clamoroso 6,67% raggiunto da Cpi a Bolzano, con i tre consiglieri eletti in Comune e i quattro in Municipio, fino allo storico corteo di 10mila persone al Colosseo nel nome di Dominique Venner. In chiusura il riconoscimento per l’associazione di protezione civile la Salamandra, i cui volontari sono stati i primi ad arrivare ad Amatrice (Rieti), devastata dal terremoto del 24 agosto, «prestando i soccorsi e organizzando una macchina della solidarietà che ha agito in maniera impeccabile riuscendo a raccogliere e a distribuire 80 tonnellate di aiuti in 48 ore».

Anonimo ha detto...

W CasaPound, W il Blocco Studentesco, W La Salamandra!!! Senza scordare l'Associazione Sportiva e l'Associazione per la protezione dei prodotti italiani. Non vedevo una partecipazione così sentita, un'organizzazione così perfetta, una Festa così ben riuscita sotto tutti gli aspetti dai tempi dei Campi Hobbit, le Feste che l'ala Sociale del Fronte della Gioventù (gruppo giovanile dell'allora MSI) organizzava negli anni 80!!!! La destra, TUTTA la destra non potrà prescindere da CasaPound per risvegliarsi!!! Un plauso particolare al nostro Sindaco Marchetti, per averci SEMPRE messo la faccia, anche in questo blog nelle ultime ore per richiamare i "piddini" al loro dovere di democratici...., ed un plauso anche alla sua Giunta che ha saputo resistere alle pressioni dei "poteri forti". Avete avuto ragione, ma state certi che ve la faranno pagare o, almeno, ci proveranno

Anonimo ha detto...

http://www.centritalianews.com

Account sospeso ...ma che hanno chiusa il giornale della PRAVDA ?

Nathan Never ha detto...

Leggevo nella maglietta di un addetto alla vigilanza di Casapound “La volontà ti potenzia. Il cadavere di un nemico ha sempre un buon odore” e col pensiero mi ricordavo di un altro slogan che estremisti di sinistra gridavano ad un corteo in una città “10-100-1000 Nassiriya”.

Quanto siamo miseri noi esseri umani che per sottolineare le idee politiche dobbiamo sempre richiamare la morte di qualcuno, dimenticandoci che il sangue ha lo stesso colore e le lacrime lo stesso sapore, indistintamente dal colore politico di chi le versa.

Quanto mi mancano quelle banali scritte nei muri che dicevano “Dio c’è” e permettetemi di aggiungere “e speriamo che ci perdoni per la nostra stupidità”.

Nathan Never

Anonimo ha detto...

Cari signori del pd e dell anpi a me pare che siate più voi a giocare ad asso piglia tutto
E.

Anonimo ha detto...

C'era scritto anche: "NEL DUBBIO MENA" e hanno tutte le ragioni per anni se dicevi che eri di dx se ti andava bene ne buscavi e basta...sennò ti facevano fuori!

Anonimo ha detto...

E' stata una vera Festa!!!
Alla faccia dei denigratori e aizzatori sinitri.

Pagina Facebook PD Chianciano Terme ha detto...

Dal Corriere di Siena (Intervista di Angela Betti)
Chianciano Terme - Il segretario del Pd di Chianciano Marcello Fallarino sfoglia il Corriere e legge l’intervista al leader di CasaPound Italia, il cui intervento è previsto domani sera (sabato) alle ore 21 al Palasport, momento clou del congresso “Direzione rivoluzione”, contestatissimo da Anpi e sinistra. “L’unico Iannone che conosco è quello che corre con la Ducati e già mi sembra agitato lui – ironizza Fallarino- figuriamoci chi si dichiara fascista. Poi, per curiosità , sono andato su Google ed alla richiesta di differenza tra Casaggì e Casapound la miglior risposta è questa: “Tutte e due sono associazioni di destra, Casaggì è un “centro sociale” fascista, mentre Casapound sono dei fascisti”.
Che ne pensa del programma del congresso di Casapound?
“ Congresso? Io direi festa….Vorrei intanto sottolineare che Casaggì di Montepulciano ha appoggiato la decisione del Sindaco Marchetti di far svolgere la festa a Chianciano Terme e non poteva essere altrimenti, sia per vicinanza politica che per il fatto che propaggini di quel movimento siedono tra i banchi del nostro Consiglio Comunale. Vorrei ribadire festa e non congresso, perché su questa parola troppi ci hanno giocato. Non si tratta di delineare una linea ed una sana discussione politica ma celebrare ed autoesaltare il movimento”.
Scusi, ma la “festa” si svolge in un luogo gestito da privati ed organizzato da privati…
Organizzato da privati? Non poteva essere altrimenti. Per il fatto che si svolge al Centro Polisportivo Comunale ribadiamo che il Sindaco non doveva concedere spazi pubblici. Considerando che la gestione privata è scaduta il 4 settembre ( comunque non credo si sarebbe presa questa gatta da pelare ) qualcuno e non chi se non l’Amm.ne Com.le ha dato il permesso? L’alternativa è che sono lì abusivamente, ma non credo proprio.
Come vi muoverete nei confronti della maggioranza del Comune, dato che voi del Pd siete oggi all’opposizione dopo tutte queste recenti contrapposizioni?
“Si cerca di far passare il messaggio che siamo tutti uguali e che tutti possiamo parlare: ciò è vero per chi accetta le regole democratiche mentre chi non rinuncia all’odio, al razzismo, alla violenza, alla xenofobia deve essere isolato dalla società civile. Noi cercheremo di alzare il livello della discussione per far capire i rischi che corre la democrazia”.
Cosa ne pensa del fatto che Casa Pound vota No al referendum?
“Loro ( e non sono soli in questo ) vedono ed hanno un solo nemico: il PD e Renzi in particolare. Vorrei che si discutesse della riforma della Costituzione nel merito delle proposte e non personalizzandola. La difesa della Costituzione da parte di Casapound è solo un pretesto per accreditarsi tra i creduloni e gli scontenti. Vorrei terminare dicendo che spero non ci sia qualche idiota che li provochi o, peggio, che crei qualche pretesto per fare un po’ di confusione. Chianciano Terme la sua tradizione di democrazia ed accoglienza non si meriterebbero questo”.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Ammesso e non concesso che non avremmo avuto la possibilità di farlo (e diversamente non è detto comunque che lo avremmo fatto) in quanto l'organizzazione dell'evento è stata gestita completamente tra privati, non essersi opposti alla realizzazione di una festa/raduno politico non significa necessariamente condividerne le idee.
Ho avuto un nonno che durante la seconda guerra mondiale a causa dei bombardamenti nazi-fascisti ha perduto una sorella ed una nipotina di 5 anni, e che fin da quando ero un bambino ha cercato di trasmettermi alcuni valori che porto oggi fiero dentro di me.
Di coloro che in modo schifosamente strumentale (nei confronti dell'amministrazione di cui faccio parte, ma anche per i propri subdoli obbiettivi politico-referendari) in questi ultimi 20 giorni hanno fatto riferimento a tali valori per esasperare in modo indegno gli animi della cittadina termale (uscendo ORA con penoso e ridicolo comunicato che afferma il contrario) sono altresì certo e convinto che quel nonno a cui ho voluto un mondo di bene oggi si sarebbe profondamente vergognato. Ed avrebbe fatto benissimo.
Perché chi come lui ha combattuto per la "libertà e la democrazia", lo ha fatto proprio perché chiunque, rispettando le regole civili, potesse esprimere sempre le proprie idee.
Uomini di altri tempi, con valori ed attributi; peculiarità' queste che per quanto mi riguarda non fanno assolutamente parte di questa finta partitica sinistra progressista, rappresentata da nostalgici ed opportunisti (ed anche in molti casi da "doverosi riconoscenti") della politica, così "democratici" da esaltare la "libertà di espressione" solo quando fa a loro comodo.
Una cosa è certa, noi non siamo e mai saremo come loro!

Anonimo ha detto...

Sinistri dite la veritá non ve lo aspettavate? Siete rimasti fregati ed anche un pò delusi che i ragazzi di Casound siamo stati cosî gentil ed educati! Avete provato in ogni modo a provocare. Vi siete riempiti la bocca con parole come la Democrazia, la Libertà, la Costituzione, quando poi siete i primi a non rispettarle. #d'orainpoistatesereni!

Anonimo ha detto...

Damiano, condivido perfettamente il tuo pensiero; ma sai qual'è il vero nodo della questione di cui nessuno parla? E' che si vuole fare di tutta un'erba un fascio (senza riferimenti al "fascio" Mussoliniano....) Leggevo proprio in questi giorni che una "grande democrazia popolare" (la Cina....) ricorda il quarantesimo anniversario della morte del "Grande Timoniere" quel MAO che ha sulla coscienza oltre 70 milioni di morti. Beh, i dirigenti di questa grande "democrazia popolare" salvano il 70% delle cose fatte da Mao e ne condannano il restante 30%....Se vogliamo fare una vera riflessione storica (ma nella "democrazia popolare italiana" ciò è ancora impossibile), dobbiamo cominciare a scindere il nazismo dal Fascismo, che hanno tratti notevolmente diversi. Fino al 1938, infatti, del Fascismo si poteva salvare il 99% e condannare il restante 1%; come dimenticare le bonifiche, le pensioni, le colonie marine e montane, le case ai contadini ed ai combattenti e tutte le altre grandi riforme del primo Fascismo? Poi sono venute le Leggi Razziali, vero obbrobrio e la guerra. A quel punto del Fascismo si può salvare il 70% di quel che ha fatto e condannarne il resto, perchè quanto ottenuto fino al 1938 nessuno può cancellarlo, anche se ci provano, proprio come si fa della grande "democrazia popolare" cinese. Ho avuto nonni e parenti schierati sui due fronti, Repubblichini e Partigiani, ma un altro luogo comune deve cadere... I PARTIGIANI erano quelli che combattevano per tenere fede al giuramento fatto al Re, i monarchici, i liberali e gli azionisti. Gli altri, quelli che si sono macchiati di veri crimini di guerra, quelli che oggi vorrebbero dare la patente di democrazia, erano al servizio di una potenza straniera, l'Unione Sovietica, che voleva fare dell'Italia un Paese comunista satellite; per questo motivo dopo il 25 aprile 45 questi comunisti traditori della Patria hanno continuato ad assassinare e stuprare, non solo i Fascisti, ma anche i Partigiani cosiddetti "bianchi", quelli non comunisti. Bisognerebbe insegnare la storia vera e non quella che fa comodo a chi ci voleva svendere all'URSS, ma purtroppo storici con le palle ce ne sono pochi e l'onestà non alberga sicuramente a sinistra. Quindi ONORE ai Partigiani "bianchi" a coloro che hanno combattuto per fede così come hanno fatto i Fascisti Repubblichini, Onore e rispetto ai Partigiani "bianchi" che hanno combattuto perchè ognuno potesse esprimere la propria opinione e disprezzo totale ed assoluto per le bande di criminali travestiti da partigiani, ma al soldo del comunismo internazionale che ancora oggi sognano la dittatura comunista