e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

lunedì 12 settembre 2016

A Chianciano manca la promozione turistica


Questa la mail (Titolo del Post compreso) arrivata al blog da Roberto Gagliardi proprietario del Museo D'Arte di Chianciano Terme e creatore di Chianciano EXPO:

"Visitando Chianciano si vedono negozi che potrebbero benissimo trasferirsi in via Monte Napoleone a Milano, via del Corso a Roma e farebbero la loro bella figura. Merce ben esposta con prodotti ben disposti, con classe e senso del gusto. 
Ristoranti nei quali si mangia molto bene a dei prezzi ragionevoli, strutture alberghiere di buon livello nelle quali il turista apprezza l’ospitalità che gli viene offerta. È chiaro che la riduzione di servizi che un albergo è obbligato a fare è dovuta alla mancanza di un numero adeguato di clienti e non e’ una colpa dell’albergatore. Oggi non si può più parlare di ideologia; la destra, la sinistra e il centro sono reminiscenze del passato. 
Oggi l’imprenditore, il commerciante, l’albergatore, il cittadino hanno bisogno di risposte, hanno bisogno di persone capaci che promuovano il turismo, risolvano problemi, migliorino le condizioni economiche della società in generale. Ciò non avviene a Chianciano. 
Oggi che si capisce che il turismo sta diventando una delle prime industrie al mondo, è fondamentale avere delle persone competenti che possano incentivarlo. 
Se manca questa capacità negli Amministratori preposti a tali compiti la situazione economica e sociale degrada. I negozi chiudono, gli alberghi falliscono, le stagioni turistiche si riducono a tal punto che le attività sono tutte in sofferenza. Non bastano eventi di decorazione, per accontentare i residenti. 
Ci vogliono eventi importanti per attirare un turismo nuovo, c’è la necessità di programmazione, l’intelligenza di utilizzare manager del settore per dare un’immagine forte, diversa, che possa richiamare un turismo nazionale ed internazionale. 
La promozione turistica “fai da te” è uno spreco di risorse, di tempo e non serve a nulla. Aiuta a mantenere certi consensi ma nulla di più, a parte un immotivato entusiasmo degli organizzatori del do it yourself. 
Chianciano ha le terme, un paesaggio meraviglioso, la cucina, l’arte e la storia. 
Avere un programma degli eventi a inizio novembre per la stagione 2017 è di fondamentale importanza, un programma che deve essere presentato agli alberghi, ai tour operators, a tutti gli uffici interessati, alla Regione Toscana ai vari ministeri che si occupano di cultura e turismo e infine promosso con impegno. Chianciano ha bisogno di una organizzazione e una promozione coordinata che non esiste. Ciò che è importante capire è che è necessario un drastico cambiamento.

Roberto Gagliardi"

Penso dia molti spunti di riflessione...

Saluti,

Valtubo

126 commenti:

Anonimo ha detto...

Sembra che questo Sig.re si voglia candidare come prossimo primo cittadino. Come? Fino a pochi giorni fa plaudeva l'Amministrazione Comunale, erano ragazzi intelligenti e con buona volontà, ora sono praticamente dilettanti allo sbaraglio e senza competenze. Fa un elogio ed una leccata a commercianti ed albergatori, dicendo che negozi ed alberghi sarebbero ben situati nelle migliori vie e città d'Italia, ma che film è stato visto? Forse uno di quelli in tre d che si possono vedere nei negozietti del C.Storico? Non è che adesso non serve più il lato amico dell'A.C e quindi si cavalca lo scontento dei cittadini?
Meditate gente, domandatevi come mai?

Anonimo ha detto...

Chianciano è in crisi proprio grazie alla miopia di alcuni commercianti, albergatori, ed imprenditori, e non ultime le varie amministrazioni, compresa questa, è vero. Ma si può fare ben poco per cambiare, la mentalità paesana resta questa, l'importante è non far fare a nessuno quello che non possono fare loro. Quando chiudevano i primi alberghi, gli altri gioivano pensando di prendere i loro clienti, se chiude un negozio i vicini non si dispiacciono! Chi si sta lamentando adesso, lo fa, molto probabilmente perchê pensava di essere più imprenditore di altri, ma non ha fatto i conti con il paese, i cittadini, il contesto socio economico e non ultimo culturale! Questa amministrazione ha tante colpe, sicuramente, hanno promesso cose che sapevano benissimo non avrebbero mantenuto, organizzano feste e festicciole quasi a titolo personale e privato, tanto per apparirre un pò e mantenere quel poco consenso popolare che gli rimane, ma non possono fare da agenzia viaggi per gli albergatori ed i commercianti. Il problema non è solo il timoniete, ma anche la ciurma!

Anonimo ha detto...

Chianciano prima che di promozione ha bisogno di definire il "prodotto" da promuovere. E chi si occupa di turismo sa di cosa parlo. Il resto sono solo chiacchiere da bar.

Anonimo ha detto...

Ora che il signor Gagliardi si è comprato il Centro Storico, si candida a diventare il Sindaco di Chianciano. Ben venga, avanti c'è posto abbiamo bisogno di persone come lei, competenti... in 70 anni non ci ha mai pensato nessuno. Bene, Bravo Bis!

Anonimo ha detto...

Valerio cambia argomento questo è stantio ognuno ha sempre la sua ricetta.
Intanto Chianciano deperisce!!!

Anonimo ha detto...

......e infatti avevano inventato la pro loro per fare da agenzia turistica e grandi eventi, addirittura volevano dare loro le stelle agli alberghi. Comunque c'è Babbo Natale che fa pubblicità nei mesi estivi si può considerare un evento annuale che coinvolge i turisti di Luglio Agosto e Settembre. Non ci possiamo lamentare caro Gagliardi.

Roberto Gagliardi ha detto...

Non ho fatto nessun cambiamento di rotta. Durante il percorso di questa Amministrazione ho conosciuto persone molto valide, che mi hanno consigliato bene, che stimo e che se fossi residente a Chianciano voterei sia per le loro capacita' professionali, sia per la loro capacita' di Amministratori. Avrebbero il mio voto in qualunque schieramento decidessero di fare politica, cio' per precisare il fatto della vetustita' delle ideologie.
Non ho aspirazioni politiche, ci sono molti chiancianesi che certamente farebbero molto meglio del sottoscritto.
Penso pero' che sia necessario pensare al futuro in modo diverso, una programmazione e' necessaria, un coordinamento e' obbligatorio in un mondo che si rende conto che l'economia reale si rivolge sempre piu' con forza verso il turismo. L'offerta di Chianciano e' valida va fatta conoscere meglio.
Ci sono inoltre amministratori che non dovrebbero ricoprire cariche pubbliche, non ne sono all'altezza.
Spero di essere stato chiaro anche con quella persona che si e' espressa in modo volgare e con supposizioni senza fondamento.

Roberto Gagliardi

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

Se avessi avuto la opportunità di poterle parlare personalmente,sig.GAGLIARDI,le avrei dato qualche informazione su alcuni Chiancianesi e probabilmente avrebbe potuto evitare di inciampare su sterili conflitti. Chianciano durante il suo boom economico ha raccattato gente da tutto il circondario ed oltre.I Chiancianesi ,che non si sono mai contraddistinti per imprenditorialità e capacità menageriali,hanno cercato alla meglio di gestire ricchezza piovuta dal cielo,senza mai essere lungimiranti nel programmare un unevitabile declino,anzi,come spesso capita all'arricchito,si sono trasformati in arroganti,privi di ogni briciolo di umiltà.Bravi come noi non c'è nessuno,non abbiamo da imparare nulla da nessuno , pochi sono gli imprenditori che sono andati a conoscere come si gestiscono paesi dediti al turismo in Italia.All'estero sì ma per poter raccontare di esserci stati senza sapere ciò che vedevano.Questa arroganza e presunzione non ci consentiranno mai di rialzare la testa,di esprimere progetti,non abbiamo la cultura dello stare insieme e siamo quindi incapaci di costruire un nuovo domani.Anzichè ringraziarla per quello che ha fatto da imprenditore in Chianciano e per Chianciano si continua a dileggiarsi nello spreco di parole inutili,offensive.Sono certo che dai nostri nonni non avrebbe ricevuto questo trattamento e questo la dice lunga sul motivo per cui i paesi a noi vicini sono andati avanti e noi invece continuiamo a cadere sempre più indietro.Accetti però,anche se è poca cosa, il mio umile ringraziamento!

Osservatore notturno ha detto...

Non so se avete notato che tutte le sere dalle 23:30 circa in poi c'è sempre una marea di macchine posteggiate in divieto di sosta con fari spenti e senza le 4 frecce davanti al bar amiata, se non erro in quel punto vige il divieto di fermata 24 ore su 24 eppure le macchine vengono posteggiate sotto curva per alcune ore ed in maniera molto pericolosa.
Oltretutto proprio sotto quel bar ci sarebbe un comodissimo parcheggio dove poter lasciare la macchina in modo sicuro senza arrecare pericolo al prossimo.
Non sarebbe il caso di intervenire con i vigili o con i carabinieri?

Anonimo ha detto...

Guardare al futuro, sig Gagliardi?
Beh il futuro è compromesso dalla incapacità di vedere in faccia la realta.
Non dico che chianciano non abbia futuro turistico, ma bisogna prendere atto di limiti oggettivi che vi sono.
Il turismo termale, specie quello legato alla assistenza sanitaria pubblica è finto da tempo e non è possibile recuperarlo.
Pertanto prima si prende atto che il turismo può rappresentare solo una parte (30%/40%) dell'economia chiancianese meglio è.
Negli ultmi anni si è assistito ad un vero spopolamento di chianciano. sarei curioso di sapere l'andamento dei residenti negli ultimi 10 anni.
Anche a livello di reddito personale chianciano si è impoverita sempre più. Le attività economiche (commerciali ed alberghiere) hanno chiuso in gran numero.
Anche qui sarebbero interessanti i dati della Camers di commercio sulle attività del territorio.
Quindi le feste e festicciole che sono la principale attività di questa amministrazione sono inutili e si rivolgono sempre più ai pochi residenti in vena di festeggiare.
Le alternative (o meglio la diversificazione ) per la ripresa di chianciano ci sarebbero pure ma dovrebbero passare attraverso una pianificazione strategica a 4/5 anni che, in ogni caso, non può prescindere da una fusione con il comune di chiusi.
Ma anche in questo caso l'amministrazione attuale è contraria.



Anonimo ha detto...

La piscina resta chiusa almeno tutto l'inverno, e vero?
chi ha notizie in merito?????
Valerio sai niente?

Anonimo ha detto...

magari restasse chiusa solo questo inverno, si parla che rimane chiusa almeno un anno e mezzo la piscina
valerio ma non si dice niente ?

valtubo ha detto...

Come ho già risposto, per Anonimo 13 settembre 2016 10:47, contano di restare chiusi questo inverno per la piscina al coperto, ma di essere operativi d'estate e riattivare la piscina coperta entro settembre 2017.

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

Siamo smart ma senza piscina, di bene in meglio.
Mi chiedo: se il comune vuole investire 110.000 euro l'anno nel project financing piscina, potrebbe benissimo investirli annualmente SENZA progect financing e aggiornare la piscina per riscuotere anche un canone di gestione decente!!!
ah dimenticavo, troppo semplice ..... diciamo così.

MAZZETTI STEFANO ha detto...

bravo gagliardi, sono anni che dico le stesse cose in chianino, in una infinità di post indietro troverai calorosissime discussioni di questo.
ci sono alcuni problemi
1-l'incapacità di molti a interagire costruttivamente ,unire banche dati, pianificare.
2- calendarizzare con minimo 1 anno anticipo è imperativo per agire con marketing, ma NON C'è NESSUNO CHE COOIRDINA, eri presente anche te alla riunione in comune, quando ricordai ai presenti che proloco NON FA PROMOZIONE MA SOLO ANIMAZIONE (facce della stessa medaglia ma ben diverse!!!)mi risposero, ricorderai, che "proloco" si occupa di altro, animare e organizzare eventi, e io gli ricordai che in una precedente riunione , in discussione "prodotto Chianciano", si offri lei (tramite il suo rappresentante) a disposizione per le azioni promozione,e pubblicità.........non gli è stato chiesto, in + sedi si sono loro "candidati a farlo"......non so se ricordi, che allora, mi fu risposto "è ma è complicato perchè non c'è prodotto da pubblicizzare, glissando sul rispondere di proloco e ribadendo che proloco al momento si occupa di altro......, hanno tutto il mio rispetto, non si discute delle persone, ma degli obiettivi, e gli obiettivi proloco da loro + volte palesati erano anche promozione, non organizzazione eventi, PER FARLO SERVONO SOLDI PERO NON SI PUO IMMAGINARE CHE VOLONTARI SPENDANO DEL LORO PER PROMUOVERE....FANNO GIA MIRACOLI a fare quello che fanno...purtroppo ininfluente per attrarre turismo, siamo al 13 settembre, ancora non abbiamo nessuna informazione su babbo natale 2016, che ho letto in un post in facebok inizia primi novembre........non possiamo promuoverlo, come non sappiamo niente su come è organizzato ed eventuali costi per partecipare in un modo o l'altro.....zero totale.(MAGARI sono il solo io a non sapere perchè sono un rompicoglioni non gradito, non so, ma parlando con altri non sanno lo stesso,quindi o siamo in tanti rompicoglioni non graditi o qualcosa non torna!) ...purtroppo in questo modo non si può fare marketing d'effetto e promozione... MA LA COLPA DI CHI E??? qui non si puo additare proloco, perchè manca unione di intenti e disponibilità a collaborare,oltre che fondi e PROFESSIONISTI SPECIFICI,
3- puo essere proloco? dipende dalla sua composizione e chi all'interno è specificatamente esperto per poter seguire e coordinare un pool di PROFESSIONISTI DEL MARKETING TURISTICO....oltre a questo QUALI FONDI CI SONO A DISPOSIZIONE?????
4-ci sono fondi regionali e provinciali??
5-dove sono stati dirottati?chi li ha riscossi?come li ha spesi?
6- anche io penso,COME L'AMMINISTRAZIONE, che prima dovremmo stabilire "COSA VOGLIAMO PROMUOVERE"----con quali GARANZIE e CRITERI DEI SERVIZI EROGATI??

la questione è molto complicata......politica nel mezzo, fazioni, e non si riesce a collaborare.

Anonimo ha detto...


13 settembre 2016 01:56 ha detto
......Ci sono inoltre amministratori che non dovrebbero ricoprire cariche pubbliche, non ne sono all'altezza.....
Le parole volano gli scritti restano!
Ma in questo ha sicuramente ragione da vendere. Con festicciuole ed aperitivi ad personam, si va poco lontano!
Non c'è nessuna polemica. Ci mancherebbe, dovrebbero farLe un monumento, solo perchè ha creduto ed investito in un Paese che, Lo creda, non Le sarà mai abbastanza grato!

Giovanni Fanti ha detto...

Giusto identificare il prodotto da promuovere e giustissimo farlo attraverso professionisti altrimenti non si va da nessuna parte.Angela Mariani tempo fa formulò delle idee per rifare il "marchio" al prodotto Chianciano,secondo me l'ovvio punto di partenza. Soldi non ci sono vero ,ma i pochi si sprecano finanziando festicciole da compagni di merende,senza offesa per carità, alcune per dare sollazzo a qualche centinaio di abitanti del posto e delle immediate vicinanze.Curare un sito web di Chianciano che sia di facile impatto e fruibilità è necessario. Pubblicizzare cure naturali e non chimiche deve avere presa se ben fatto,essere un comune inserito in un sito naturale UNESCO come la Valdorcia deve avere importanza. Il resto va ai professionisti del turismo per essere sviluppato. Il sig. Gagliardi ha letto una situazione reale non ci offendiamo ma lavoriamoci su, e ringraziamolo per quello che fa, lui sì,per il nostro paese.

Anonimo ha detto...

io penso che il signor Gagliardi quando si è accorto dove è capitato avrà paura di rimetterci un bel po' di dindini e quando dice quello che ha detto tira l'acqua al suo mulino,
e quindi NON lo ringrazio !!!!
Seconda considerazione NON si fanno le nozze coi fichi secchi ma se non c'altro bisogna provarci !!!

Anonimo ha detto...

La pro loco è un fallimento totale è inutile cercare di nasconderlo, ma daltra parte, si capiva già dal modo con cui ė stata fondata. Piccola associazione tra amici e parenti ed un modo come un altro per essere un pò impegnati. Il brutto è che la stessa Amministarzione Comunale la considera una sua costola essenziale e braccio operativo. La stessa A.C. dopo ormai due anni di (non) governo, pari è!
A Chianciano ci vogliono persone terze, che niente hanno da spartire con il Paese. Per cominciare ci vuole un Commissario che guardi bene come è stato amministrato il Comune almeno negli ultimi vent'anni e ci faccia sapere la veritá. Non è più l'ora dei dilettanti allo sbaraglio.

Certo che il Sig. Gagliardi ha fatto degli investimenti e spera in un ritorno. Dove stava scritto che doveva fare benificienza? Forse se ne è già pentito? Pensava che dopo il giorno dell'inaugurazione i suoi negozi fossero sempre pieni? Mera illusione! Alcuni Chiancianesi non hanno mai fatto visita neppure al suo Museo, e pensare che è gratis! Comunque, se ha deciso di investire qui avrà i suoi motivi, tutto sembra, meno che uno sprovveduto.

Anonimo ha detto...

In effetti credo le le considerazioni delle 13:44 siano sensate. Dopo gli investimenti ci si è accorti della desolazione chiancianese.
Purtroppo non mi ci ritrovo neppure sulle sviolinata dei negozi. chi vive a Londra, e conosce le relatà come Oxford street o Piccally street, non può certo dire che i negozi di chianciano sono degni di via Montenapoleone, Via della Spiga o Via Condotti. Siamo all'assurdo.
Detto ciò si percepisce un leggero risentimento: ma io vorrei dire che una eventuale speculazione non si può fare a Chianciano e non mi sorprenderebbe se fosse stato fatto un buco nell'acqua.
Chianciano NON ha futuro turistico nè futuro termale, se non in misura marginale.
Mi auguro che il tentativo fatto al centro storico dia un qualche risulato, perchè su un risvolto meramente immobiliare avrei serissimi dubbi.

canguasto ha detto...

Anonimo Anonimo ha detto...
io penso che il signor Gagliardi .... e quando dice quello che ha detto tira l'acqua al suo mulino,
14 settembre 2016 13:44


E se durante il tragitto, la corrente muovesse anche il mulino di Chianciano? Ci possiamo permetteredi essere "choosy"?

Anonimo ha detto...

Ma poi non è che proprio a tutti gli abitanti del posto siano gradite tutte queste festicciole.
Anzi, casomai è proprio l'opposto, anche perché gli abitanti sono sempre di meno.

Anonimo ha detto...

Le festicciuole le fanno soprattutto per loro, hanno un bisogno innato di Appariscenza!
Se qualcuno ha comprato per investimento immobiliare, soprattutto negozi, ha proprio sbagliato indirizzo.
Chianciano andrá sempre più al ribasso. Non c'ê programmazione, non c'ê competenza sia turistica che amministrativa,
non c'ê futuro roseo a breve! Ognuno pensa al proprio orticello, ma ormai si stanno seccando uno dopo l'altro.
Si pensa ad essere Smart, ma non a risolvere i problemi di tutti i giorni, restano le buche sulle strade ed i marciapiedi,
le erbacce ed ilsudicio in ogni angolo, ma se si deve presenziate a qualsiasi piccolo evento o sfilatina o riempirsi il petto con due casine dell'acqua che più complicate non potevano essere, sono sempre in prima fila! Come prima del resto, adesso criticano, con ragione del resto, Troscia Italia, ma alle tre inaugurazione erano tutti li a spellarsi le mani e a dire che era un'opera d'arte. Coerenza e molta onestá intellettuale, dove siete?

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Regione Toscana ha emesso un Bollettino di criticità GIALLO per RISCHIO IDROGEOLOGICO IDRAULICO E TEMPORALI FORTI per i Comuni di Chiusi, Chianciano Terme, Montepulciano, Sinalunga e Torrita di Siena dalle ore 07:00 di Giovedì 15 alle ore 00:00 di Venerdì 16 Settembre.
Per approfondimenti consultare: http://www.cfr.toscana.it/

Anonimo ha detto...

I fichi secchi stante le delibere che si possono consultare sono diverse decine di migliaia di euro. Il problema è se sono tanti o sono pochi, certamente per quello che si vede sono troppi spesi così. E chi siamo noi? Babbo Natale?
Resettiamoci e ripartiamo. 14 e 51 se stai a Londra immagino che non ti interessa se va a finire male.E' un peccato provarci?

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
io penso che il signor Gagliardi .... e quando dice quello che ha detto tira l'acqua al suo mulino,
14 settembre 2016 13:44

Probabilmente è proprio così! Che sia stato un investimento immobiliare, per quanto devono per forza essere stati pagati pochissimo, non è da credere...........come hanno già detto il Sig.re non sembra certo uno sprovveduto. Avrà certamente dei buoni motivi e le sue ragioni.

MAZZETTI STEFANO ha detto...

nonostante tutto, io non la vedo come tanti "non c'è futuro", mi rendo conto che è complicato come mai lo è stato prima, e complicato fare giuste cose, difficilissimo far cambiare mentalità "del proprio orticello", responsabilità passate inutile discuterne, BASTA CHE CHIUNQUE DI SINISTRA NON DICA ANCHE SOLO A....MA MICA SOLO LORO, CHIUNQUE DI QUALUNQUE COLORE POLITICO DEVE STARE, PER RISPETTO DI TUTTI, ZITTO........SE LA SINISTRA è RESPONSABILE GLI ALTRI SE NON COMPLICI SONO ALMENO STATI INUTILI OPPOSITORI....NON C'è MAI STATA UNA MANIFESTAZIONE DI PIAZZA GIUSTO??, MAI AZIONI DI DENUNCIA MAGISTRATURA ETC??, QUINDI, ZITTI TUTTI!!!!!!!tenetevi la vostra legittima passione, rispettabile, basta che non fiatate nessuna cazzata politica di parte.
in questo momento, ma è una mia opinione, la politica va messa da parte, quella serve a mantenere privilegi ai politici, ora sarebbe meglio agire per aiutare noi, non mantenere loro......sono un'altra razza......non sono "umani" SONO POLITICI!!!, .
-purtroppo festicciole e animazioni varie, a me non servono, nel senso che tanto non ho tempo di partecipare, e le trovo cosi fatte, inutili alla PROMOZIONE, e re-brandering necessario, oltretutto non possibile promuoverle, quindi, bene per chi partecipa e giustamente si diverte, attrarre turismo è un'altra cosa!!!
-nonostante ho avuto una dura botta di presenze da digerire per il futuro, cause varie e purtroppo non dipendenti da mie mancanze, avrò sicuri problemi molto peggio di ora, ma anche io probabilmente investirò o cercherò spazi nuovi di azione, "non c'è futuro" non è nel mio vocabolario AL MOMENTO, perchè credo in alcune potenzialità di Chianciano, se arrivassi a pensarlo, faccio come in passato, valige e altrove...ma "intraprendere piangendo" e farlo vedere, è solo peggio, l'ottimismo, il sorriso, la battuta, la professionalità, la predisposizione e pazienza a interagire con pubblico, sono IMPERATIVI PER CHI VIVE DI TURISMO O CMQ AL PUBBLICO, troppa autocommiserazione e poche palle non risolvono niente!!!!.
-amministrazione??, non so, sta scusa ritardi per complicanze, mancanza budget, etc etc, mi sta iniziando a dare noia, non perchè non vero, ma perchè non vorrei fossero scuse, hanno fatto vero TANTE PICCOLE COSE, BELLE, IMPORTANTI, OK.........ma purtroppo insufficienti....e ininfluenti ad aiutare il comparto "AZIENDE"-, chi sostiene che Chianciano non ha futuro turistico, potrebbe spiegare l'alternativa???? bene, ci spieghino come noi aziende possiamo pagare tutto quello che ci viene chiesto senza prima incassarlo????, poi ci dipingono come delinquenti evasori!!!!!!! chi??? i burocrati trombati politici che da un ufficio sentenziano noi delinquenti LORO QUELLI CHE FANNO RISPETTARE LE REGOLE!!!!!!!!ANDASSERO TUTTI IN ESILIO!!... , ci metterei un dirigente provincia o regione che ha vissuto di politica, a amministrare una piccola azienda.......poi capirebbero cosa significa!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Stefano, le tue ragioni sono anche quelle di molti altri. Però continuare a difendere e/o giustificare questa A.C. non ha senso, dandogli sempre un alibi non si risolve nulla, avranno avuto un pò di buona volontà, può darsi, forse avevano anche poche alternative lavorative come tanti altri cittadini del resto, loro sono stati bravi a pensarci per primi e trovarsi così un'occupazione, ma stá storia di essere smart a tutti i costi, comincia un pochino a rompere i @@ Non basta andare in bicicletta, o meglio, l'avete voluta o pedalate, ma sul serio!
Troppo c'ê da fare prima di smarterrizzarci tutti. Si è detto più volte, piccola ed ordinaria amministrazione, niente più.
A Chianciano non basta, in questo momento serviva, serve una scossa vera, ma per darla serve gente con le P.... maiuscole e competenze!
La proloco, o proloro, come da subito molti l'hanno definita, va chiusa, se era una agenzia privata, lo sarebbe già stata, per fallimento assoluto del ruolo che doveva rappresentare, e per indebitamento. Non è fallita economicamente, perchè la foraggia il Comune, e non è corretto, e perchê sugli eventi per adesso non c'è una grande trasparenza.
Vedi un futuro roseo per Chianciano nel breve periodo? Buon per te. Ma credi che siano in molti a poter aspettare ancora, se va bene, almeno tre, quattro o cimque anni? La vedo dura. Nel frattempo chi prova ad amministrare sará sempre più costretto ad aumentare le tasse e a dare sempre meno servizi, che meno di così è veramento tragico se non chè ridicolo.
Lo invocano in diversi, non è detto che sia una soluzione, ma forse questo benedetto Commissario che ressetta il tutto,
potrebbe essere utile veramente, in modo che poi chi riparte lo farà veramente alla pari con tutti.
Valerio, prova a farci un sondaggio!

Anonimo ha detto...

Mazzetti, non ho detto che chianciano non ha fururo turistico in assoluto, invece ho detto che il futuro turistico di chianciano è marginale nel senso che non si può pensare che, come avvenuto in passato tutta la comunità chiancianese viva di turismo 6 mesi e di sussidi 6 mesi.
In primo luogo i sussidi sono diminuiti.
In secondo luogo credo sia evidente a tutti che i "turisti termalisti" sono categoria in estinzione (almeno per quanto riguarda le cure).
Il turismo del benessere termale oltre che essere limitato e caratterizzato da una innumerevole offerta (anche di alto livello) in tutta italia.
In questo senso ci si deve abituare all'idea che il turismo potrà coprire una parte dell'economia. Se io in passato ho detto che di strutture ricettizie alla fine ne rimarranno una ventina circa, l'ho detto perchè credo sia evidente ed impensabile, oggi, pretendere di più.
Basta fare il confronto con altre realtà della provincia dove per esempio il comune di Monteriggioni (quello si, turistico) ha mano di 30 strutture; nel comune di Siena (ovviamente non paragonabile neppure lontanamente (!)a Chianciano) le strutture sono circa 130.
Fai il paragone con Pienza, Montepulciano, San Quirico,.....
Quindi, come dici tu, bisogna porsi delle alternative che AFFINACHINO il turismo!!
Io ho ovviamente le mie idee in merito, ma non credo spetti a me dirle.
E' compito dell'amministrazione governare e fare le scelte in merito (sempre che ne sia capace).

Roberto Gagliardi ha detto...

Il museo e' stato acquistato nel 2006, i negozi nel 2016.
Credo di aver avuto tutto il tempo di analizzare la situazione economica di Chianciano per non avere grandi speranze di aver fatto un affare. Gli affari si fanno dove ci sono ricchezze, soldi e capitali.
A volte ,ci sono persone che guardando una piazza desolata, vuota e dimenticata, hanno un flash, una idea e la desiderano realizzare. Perche' non accettare un fatto cosi' semplice. Avrei potuto acquistare un casale con piscina, un appartamento a Firenze, ma non lo ho fatto.Amo l'arte, piazza Matteotti e' bellissima e sono contento di cio' che ho fatto. Lo rifarei.
Il piacere di visitare il museo, le mostre del centro storico mi rende felice. Non credo di aver fatto un errore, credo nelle potenzialita' di Chianciano.
Ci sono persone sagge che vedono la mia azione per quello che veramente e', una bella passeggiata senza secondi fini che potra' portare vantaggi, altre che devono creare nelle loro teste, dietrologie che definirei azzardate. Ci sono opinioni che nascondono una cattiveria gratuita, senza ragione.
Probabilmente sono troppo severo nel mio giudizio, traspare da certe frasi tanta amarezza e depressione, che io, probabilmente confondo con la cattiveria e dimentico di essere tollerante. Quasi mi sfuggiva. Oxford Street, non e' un punto di riferimento per le vetrine, suggerirei Bond Street e Sloane Street.
Io nel mio primo intervento desideravo esprimere un mio punto di vista, quello per il quale l'amministratore deve rendere conto del proprio operato al popolo e quest'ultimo ha diritto di criticare un proprio rappresentante nel caso ritenga la sua azione politica non illuminata o non adatta ai tempi attuali.
Il punto di confronto si sta spostando velocemente nella mia direzione, andando fuori tema. Sono onorato di essere argomento di analisi, ma assicuro che non ne vale la pena.

Roberto Gagliardi

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

E' davvero strano e forse un PO' strumentale questo grande desiderio di ricorrere all'intervento di un Commisario!Mi chiedo perchè questo amore per il proprio paese,questa sensibilità orientata al recupero di quanto perduto,questa smania di uscire dal tunnele dal buio,siano avvertite solo adesso.Perchè non nel decennio precedente quando forse allora potevano esserci le risorse economiche che oggi non ci sono? Non sarà per caso strumentale questo Commisario? Forse qualcuno ha perso qualche occasione di poter sistemare qualche amico o familiare? E perchè tutto questo interesse per il Comune e nessuna attenzione per le Terme che al momento rappresentano l'unico prodotto che ci contraddistingue? Chissà perchè!!!!

Daniele Barbetti Presidente Federalberghi Chianciano ha detto...

Barbetti: “Le acque termali tornino in carico alla Regione”

L’Associazione Albergatori Chianciano Terme chiede alla Regione Toscana di recuperare la competenza sulle concessioni delle acque termali

L’Associazione Albergatori – Federalberghi Chianciano Terme accoglie con favore la notizia che il Consiglio Regionale, nello specifico la II e la III commissione, stiano lavorando a una revisione della legge regionale 38/2004, che disciplina la ricerca, la coltivazione e l’utilizzazione delle acque termali.

“Prendiamo atto dell’impegno del Presidente della Commissione Sanità, Stefano Scaramelli, e lo invitiamo a continuare in tal senso. – ha dichiarato il Presidente dell’Associazione Albergatori, Daniele Barbetti – Il termalismo, infatti, è da sempre strategico per il tessuto produttivo, economico e turistico della Toscana, confermato anche nel recente Piano Regionale di Sviluppo. L’auspicio è che questa fase non sia soltanto l’occasione per parlare di requisiti igienico-sanitari delle piscine termali o dell’accreditamento al Sistema Sanitario Nazionale, ma sia l’occasione per parlare del ruolo del termalismo e delle sue prospettive nell’economia della Regione Toscana.”

Il Consiglio Regionale ha una grande responsabilità sul tema delle società partecipate e sui budget disponibili per la promozione turistica. L’Associazione Albergatori Chianciano Terme auspica che vengano definite delle azioni e delle risorse specifiche per la promozione delle città termali: serve infatti una battaglia culturale per far conoscere le grandi città termali toscane come destinazioni turistiche, e ciò è possibile soltanto attraverso l’innovazione dell’immagine e una chiara strategia di promozione condivisa, sia tra le città termali stesse che con la Regione Toscana.

“Il tema sul quale chiediamo l’impegno del Consiglio Regionale riguarda la competenza rispetto alla ricerca e captazione di nuove sorgenti. – conclude il Presidente Daniele Barbetti – Tale competenza dovrebbe essere riportata dai Comuni alla Regione Toscana. I bacini di ricarica delle acque termali hanno dinamiche complesse, e la risorsa idrica termale è una risorsa scarsa che necessita di monitoraggio costante. La Regione Toscana dovrebbe tornare in pieno possesso della competenza rispetto alla materia delle concessioni. Non può accadere che Comuni confinanti possano mettere in atto differenti politiche di utilizzo della risorsa termale: i bacini di ricarica, infatti, superano spesso i confini dei Comuni e delle Province, quindi è necessario che le decisioni rispetto all’utilizzo di tale risorsa siano prese da istituzioni di livello superiore affinché sia garantito l’utilizzo sostenibile delle risorse naturali”.

Associazione Albergatori - Federalberghi Chianciano Terme

Corrierepievese.it ha detto...

Chianciano Terme una riflessione
Com'è cambiata la città termale nelle parole di un attento cittadino

Durante gli anni sessanta, settanta e anche ottanta, Chianciano era letteralmente invasa dal cosiddetto turismo termale. Coppie di anziani signori, qualcuno di mezza età e anche giovani, si accalcavano per le strade. I negozi erano numerosissimi e pieni di clienti, qualche pittore più o meno a vista nel proprio atelier abbozzava un soggetto sulla tela e i banditori nelle numerose aste aggiudicavano una sorta di paccottiglia ad ingenui e inconsapevoli avventori che pur divertiti assistevano “all’incanto”. I turisti si fermavano dodici, quattordici e perfino una ventina di giorni. Il tempo della cura dell’acqua alcuni, altri protraevano il periodo in una sorta di vacanza rigenerativa contro lo stress cittadino. Qualcuno afferma che durante quel periodo opulento andavano fatti investimenti affinché la cittadina si rinnovasse e inoltre, sempre con sovvenzioni, pubblicità e informazione. Secondo loro bisognava insistere anche attraverso convegni e congressi con illustri medici, sulla vocazione curativa della sorgente già conosciuta da etruschi prima e poi anche dai romani. Vero è che col senno di poi tutti ipotizzano piani e strategie che dovevano assicurare longevità alla fiorente economia chiancianese. La verità, secondo me è che non solo Chianciano, il mondo è cambiato. Come sempre. E in barba ad economisti, politici e sociologi.

Le famiglie che frequentavano Chianciano, non esistono più. La vita segue delle concezioni diverse, dettate non solo dall’economia che ormai langue in una asfissia mortale, che non consente un mese di ferie, ma anche da una diversa concezione della vacanza. Per cui il leitmotiv vacanziero attuale sembra indissolubilmente marcato dal “mordi e fuggi”. Molti alberghi, la maggior parte, sono chiusi o in procinto di farlo, tuttavia come disse un toscano celebre e geniale: “eppur si muove”. Si qualcosa si muove nel senso che i pochi alberghi rimasti stanno cercando di organizzarsi sia per far fronte a questo nuovo tipo di turismo sia per accaparrarsi agenzie straniere che organizzano viaggi in italia e nella fattispecie in Toscana. I piccoli centri stanno risultando preferiti rispetto alle città dove in maniera esponenziale sono lievitati i prezzi dei permessi di entrata per gli autobus. Inoltre i turisti stranieri non pernottano soltanto come facevano un tempo per andare poi in altre località. Attualmente alcune agenzie mandano i loro clienti per un soggiorno prolungato alla scoperta del nostro territorio. E devo dire che molti stranieri apprezzano molto il fascino dei piccoli centri così pieni di cultura, storia e paesaggio naturalistico. Poi dire che se si organizza un evento l’ iniziativa viene premiata. Nel senso che, magari per pochi giorni, ma attira gente. Ad esempio il “Paese di Babbo Natale” richiama un cospicuo numero di famiglie con bambini che si fermano per il fine settimana e approfittano dell’offerta dei vari ristoranti. Negli ultimi anni Chianciano era sprofondata in un torpore che si stava trasformando in morte a largo raggio. Ora l’impressione è che qualcosa si stia muovendo. Nessun miracolo, comunque le iniziative, a cominciare dal “Termalino” e Babbo Natale, il parco dei dinosauri e altro ancora hanno fatto registrare delle presenze che mai ci saremmo aspettati.(segue)

Corrierepievese.it ha detto...

Quindi una strada per dare ossigeno all’economia locale sarebbe stata individuata, tracciata. Ora bisognerebbe togliere da tale strada tutti quei piccoli grandi ostacoli che frenano l’affermarsi di un tessuto economico-produttivo in grado di progredire, svilupparsi creando nel contempo posti di lavoro. Si potrebbe cominciare da iniziative semplici. Un piccolo provvedimento già adottato e che sicuramente ha incentivato alcune agenzie a preferire Chianciano ad altre mete è stata la riduzione del parcheggio dei pulman da 38 a 15 euro. Ma dato che, come si diceva, “l’evento” è il catalizzatore che muove la gente, si potrebbe creare un calendario dettagliato di iniziative culturali, ricreative, sportive, salutistiche. Alcune iniziative di questo tipo sono state create ad hoc da negozianti e operatori economici con ammirevole slancio.

Forse l’amministrazione comunale, impiegando una parte degli introiti dei parcheggi o altri fondi potrebbe coinvolgere i giovani creando una sorta di comitato organizzatore, in grado di fornire consigli, materiale, pubblicità, supporto, potrebbe delineare e coordinare le varie iniziative affinchè si svolgessero in maniera più razionale, più organizzata.

In passato c’era stato uno studio (pare) che aveva individuato Chianciano come località adatta ad ospitare quello che potremmo chiamare un turismo sportivo. Per cui una volta formato questa sorta di organismo, alcuni giovani potrebbero occuparsi di questo aspetto della ricezione. Un altro gruppetto potrebbe organizzare eventi musicali: concerti, incontri, mostre. Poi c’è il territorio circostante, veramente speciale per ogni tipo di escursione, ma andrebbero messe nei sentieri delle indicazioni per facilitare e guidare gli escursionisti nelle varie località e attraverso gli svariati percorsi veramente affascinanti che si intrecciano nel circondario. Insomma una serie di eventi calendarizzati, organizzati e seguiti da un gruppo di giovani sotto la supervisione dell’amministrazione comunale, che anche economicamente investisse anche in questa direzione.

Nunzio Dell’Annunziata

Anonimo ha detto...

qualcuno ha le allucinazioni e deve cambiare spacciatore...

Anonimo ha detto...

Chi chiede il Commissario , lo fa proprio perchè è ora di finirla di far si che il Comune sia ufficio di collocamento!
Deve servire, per servire i cittadini, tutti, non solo alcuni. Si chiede un controllo almeno degli ultimi vent'anni, quindi di varie amministrazioni, anche se sempre sinistre, come questa del resto. Non è che con il finto consenso, assenzo a casa pound possano sperare di aver aperto una breccia verso dx. Una persona terza, senza legami ed interessi con il territorio e pazienza, senza amici, può in tutta tranquillità fare scelte nuove e anche un pò azzardate. Sempre meglio di questo immobilismo telecomandato, pensando solo al proprio orticello. Siamo già tornati a dover sperare su Babbo Natale, ora la stagione è diventata a Dicembre. Ben venga, prima non c'era nulla! E gli altri mesi? Tutti a studiare da Elfi? Le Terme, hanno fatto la loro scelta imprenditoriale, non puntano più da molto sul termalismo, c'è da dargli torto? Il Comune si faccia carico dei parchi e li proponga a qualche Società specializzata su Parchi a tema e di divertimenti, non potranno rimanere in mano alla proloco in eterno? Su tale associazione, credo che in molti si troveranno d'accordo nello stendere un velo neanche troppo pietoso!

MAZZETTI STEFANO ha detto...

15 settembre 2016 10:21- non intendevo nessuno nello specifico e non volevo essere polemico......ma a me, che non sono tanto sveglio, mi farebbe piacere sapere quale alternative ha Chianciano se non turismo, io non ne conosco, almeno che possano se non sostituire in toto, cmq occupare 1000-2000 persone e sostituire 200-500 AZIENDE tra recettivo e commerciale e servizi annessi,AZIENDE CHE PAGANO I DOVUTI, O CHE IN PARTE NON PAGANO PER IMPOSSIBILITà (O PARACULAGGINE MA è UN'ALTRA QUESTIONE).......dovuti che servono a erogare servizi(o non erogare come accade per tanti servizi "solo per pochi fortunati").......il succo non cambia, la storia e l'impostazione di Chianciano è turistica, potrà essere integrata da altro(ma non ho capito cosa) ma senza turismo, non c'è futuro, non per chi ci lavora e basta,PER TUTTI!!!.
-15 settembre 2016 04:32- NON DIFENDO NESSUNO!!! come noto, dico quello che penso assumendomene responsabilità e firmandomi!, rispetto il sindaco MOLTO, per come si è comportato in molti casi,la disponibilità di tutti pa. all'ascolto ,ricevere, coinvolgere, apprezzo gli sforzi fatti e la buona fede, NON CONDIVIDO LE SCUSE VARIE PER IL NON RISPETTO DELL'ATTUAZIONE DI PROGRAMMA SBANDIERATO PRIMA DI ESSERE VOTATI, RITENGO INSUFFICIENTE LA GESTIONE "AZIENDE""IMPRENDITORIA VARIA""PROMOZIONE""TURISMO" ETC....., vero e innegabile che hanno tentato molte volte di "spingerci" in una direzione unita di intenti( presente a varie riunioni) e che deve essere anche, noi!! a imparare a fare meglio e collaborare, MA CHI HA FONDI PER PROMOZIONE PAGATI OLTRETUTTO DA NOI(la storia che la tassa soggiorno la paga il cliente è matematicamente una CAZZATA ENORME,motivi tecnico-contabili-amministrativi vari) NON SIAMO NOI! e come vengono erogati spesi e attribuiti.......io non lo ho capito! ma solo colpa di essere io duro di comprendonia!!!!!!!!
-proloco..... RISPETTO ENORMEMENTE L'IMPEGNO E LE PERSONE .........DOPPIAMENTE PERCHè SONO SOLO VOLONTARI!!.....non capisco perchè fanno solo animazione e non l'abbreviativo del nome "pro-loco" PROMOZIONE LUOGO!, faccia della stessa medaglia di animazione loco, ma diverso il cosa fare e come agire...........detto questo, siccome ben so che non si fa niente con niente, per "pretendere" che facessero quello che numerose volte si sono proposti a fare "promozione".....almeno 200.000 euro della tassa soggiorno dovrebbero essere messi a disposizione per questo.....dopo aver ben chiaro, come e chi fa questa promozione.....perchè non ho ben capito dove sono questi esperti di turismo-marketing-re-brandering, ne in proloco ne nella pa.

MAZZETTI STEFANO ha detto...

-di babbo natale 2016 non sapendo niente e non avendo ricevuta nessuna informazione non mi esprimo, e non posso pretendere che le mie idee debbano essere legge, per me è assurdo che a 40 giorni o poco meno dall'inizio non si sappia niente, di conseguenza impossibile promuovere e dare info, come valutare partecipazioni a vario titolo, ma loro è l'associazione loro decidono,è in effetti una associazione privata come le altre 50 e + di Chianciano, lecito facciano quello che gli pare come gli pare,chi pretendesse di sapere, basta che si faccia loro socio e chieda info che obbigatoriamente gli devono essere date....criticare da fuori, me compreso, e ipocrita perchè il sistema di sapere c'è, partecipare con loro come associati ........diverso l'attribuzione di fondi pubblici, che reputo si insufficienti, ma onestamente, se io fossi coinvolto, pretenderei o lo farei io avendo accesso ai registri, che fosse tutto pubblico, proprio per trasparenza e togliere ogni dubbio della loro SICURA BUONA FEDE E IMPEGNO VOLONTARIO , ma anche qui....sono una associazione privata, non gli può essere obbligato niente da altri se non solamente i loro associati........ INDIPENDENTEMENTE DAL SAPERE O NO, ESSERE COINVOLTI O NO, BABBO NATALE è UNA RISORSA PER TUTTI, ANCHE PER QUELLI CHE NON LO CONDIVIDONO.....QUINDI GRAZIE A PRESCINDERE GLI E DOVUTO......COME A QUALUNQUE ASSOCIAZIONE CHE ORGANIZZA DALLA + SEMPLICE ALLA + ARTICOLATA "ANIMAZIONE" ........purtroppo poi non spendibili in promozione cause discusse varie volte e tema della discussione in questo post specifico "stimolato" da Gagliardi.

Anonimo ha detto...

Buongiorno, sono una albergatrice di Chianciano purtroppo sono venuta a sapere che visto che il Paese di Babbo Natale, organizzato dalla Pro Loco, si svolgerà presso il Parco Acqua Santa,il Capodanno che in questi ultimi anni veniva organizzato da Combo al parco non potrà più svolgersi poiché la Pro Loco oltre al suddetto Paese vuole organizzzare anche il veglione del 31. In questi anni il mio Hotel, che precedentemente rimaneva chiuso, per il Capodanno ha sempre registrato il tutto esaurito, ad ottimi prezzi e senza che gli organizzatori percepissero alcuna percentuale. Il mio come quello di tanti altri colleghi. Ora mi chiedo il perché si debba far cessare un evento che in questi anni ha funzionato, che ha portato un grande numero di persone negli hotel, e perché un associazione chiamata Pro Loco composta da volontari spesso pensionati o con un lavoro debba togliere a una società di ragazzi di Chianciano il lavoro. Mi sembra assurdo! Probabilmente quest anno a Capodanno rimarrò chiusa.
Chiancianese indignata.

Anonimo ha detto...

16 settembre 2016 10:39 sei fortunata ad aver saputo qualcosa.....io e tanti altri non sappiano niente!

Anonimo ha detto...

Perchè il Comune non prova a chiedere ai cittadini quale è il grado di preferenza della proloco nel nostro paese?
Se davvero ci tengono ai propri cittanini, organizzassero una sorta di referendum o questionario da inviare a tutte le famiglie........allora si che capirebbero tante cose!
Valtubo, se il comune fa orecchie da mercante, perchè non ti fai promotore di tale iniziativa?

Anonimo ha detto...

risposta a Chiancianese indignata delle ore 09:39

Lo sai perchè non sei d'accordo sul capodanno organizzato dalla proloco?
Perchè sicuramente sarai una collettiva o comboniana anche tu!!!!

Brodo ha detto...

Vi suggerisco di leggervi attentamente questo articolo pubblicato su Quinewsvaldichiana dove è riportata la notizia che il comune di Torrita di Siena ha risparmiato ben 45.000 dalla gestione degli otto immigrati ospitati nel suo comune.

Adesso mi chiedo, come mai noi che ne abbiamo 100 non siamo capaci di ricavarci nulla all'infuori di vederli tutto il giorno a passeggio o a scaccolarsi i piedi sulle panchine?

Questo l'articolo

http://www.quinewsvaldichiana.it/torrita-di-siena-scuolabus-e-defibrillatori-grazie-agli-amici-seneg.htm

Comune di Chianciano Terme ha detto...

COMUNICAZIONE IMPORTANTE

La FIACCOLATA SOLIDALE prevista per questa sera ad apertura dell’iniziativa “CHIANCIANO TERME PER AMATRICE – SOLO CON IL CUORE”, a causa delle avverse condizioni meteo è stata rinviata a domani sera Sabato 17 settembre con lo stesso programma: ritrovo ore 20,30 P.zza Gramsci, partenza ore 21,00 proseguendo poi per V.le Dante, V.le della Libertà, P.zza Italia, Via Baccelli, (tratto Macerina) con arrivo previsto c/o Chiesa di S.Maria della Stella intorno alle 22,45, dove alle 23,00 sarà officiata la S. Messa.

Anonimo ha detto...

Perdonami, non si tratta di essere "comboniana" o " collettiva" come dici tu, il punto è un altro... Purtroppo in questo paese siamo troppo concentrati a copiare ed invidiare chi fa veramente qualcosa, non ci preoccupiamo di capire cosa fare in modo concreto per risanare le nostri sorti, no,noi siamo impegnati al contrario a capire in che modo far affondare colui che riesce in un qualcosa... Ma come tutte le cose, il tempo dirà la sua... Non penso che la proloco a partire dalla sua instutuzione agisca in modo corretto, tutt'altro...evidentemente Chianciano vuole questo... Infatti si continua a legittimare persone che sono state solo in grado di far fallire attività...al contrario coloro che riescono in un qualcosa si allontanano... Ripeto, il tempo dirà la sua....

Anonimo ha detto...

è proprio divertente vedere un "furbetto", fallito che ha fatto fallire la banca, redivivo grazie a un amministrazione priva di inventive, a braccetto con un funzionario pubblico facente parte di una associazione che di pro loco non ha proprio nulla!

Anonimo ha detto...

La proloco si è deligittimata da sola fin dalla sua fondazione, è un'associazione privata? Bene, allora non ha alcun diritto ad essere legittimata e soprattutto prendere fondi dall'amministrazione! Per fare cosa poi? Cassa per loro? Facciano una SRL e ci paghino le tasse.qual'ê il problema? Cosî è troppo facile, volete vincere facile!

Anonimo ha detto...

Il passatempo per la zietta annoiata..

Anonimo ha detto...

Signori svegliamoci, a breve i profughi presenti nella nostra cittadina non rappresenteranno più un problema solo per commercianti ed albergatori.
Sono molte le richieste presentate alla prefettura fatte da ambigui soggetti per ospitare profughi negli hotel di chianciano.
A vedere quanto si danno da fare questi sciacalli sembra anche che le richieste saranno evase in breve tempo; potrei fare i nomi di quelli che si stanno muovendo in questa direzione ma ho paura che il post non venga pubblicato, quindi vi invito a fare un giro per chianciano e vedere di persona, è sufficente prestare attenzione agli hotel chiusi per vedere chi con quattro pennellate e due spolverate ha già in tasca il biglietto vincente del win for life, addirittura si vedono pure persone in equilibrio precario su balconi e facciate che tentano di tinteggiare o rattoppare magagne senza alcun dispositivo di sicurezza.
Già oggi alcuni dei nostri miglioiri giardini pubblici sono ostaggio di questi ragazzi che affollano le panchine e bivaccano nei giardini, alcuni di questi ubriacandosi e sporcando con sigarette e rifiuti in genere. Non è piacevole per nessuno passeggiare in un viale isolato e trovarsi circondato da gruppi di 10 o più profughi. A me questa situazione spaventa ma sono ancor più preoccupato per il rischio che corriamo.
Vorrei che rifletteste sul fatto dell'impatto drammatico che avrà l'arrivo di nuovi profughi. Non solo le attività commerciali subiranno danni, ma anche le nostre case, ville e condomini perderanno valore perchè in una cittadina ridotta a ghetto nessuno vorra più starci. Queste cose stanno già accadendo in altre città, famiglie costrette ad abbandonare abitazioni sulle quali ancora pagano mutui, diventate invendibili ed invivibili perchè i cortili ormai sono proprietà privata dei profughi. Non prendete il mio come un attacco a questa gente o a chi crede che sia giusto accogliere, ma ci sono delle regole e non è giusto che siccome uno da disponibilità ad accogliere gli altri debbano subirne le conseguenze. Questi hotel li riempiranno perchè quando sbarcano e non sanno più dove mandarli potete giurare che li manderanno, ma a quel punto sarà tardi.
Questa gente non ha dato il minimo segno di collaborazione, sanno di non essere costretti a fare lavori utili e non li fanno, oggi si accontentano di stare sulle panchine a guardare ma domani cresceranno e saranno persone molto diverse.
Ma la cosa che mi fa ancora più schifo è vedere questi personaggi che fino a tempo fa si erano inprovvisati albergatori ed alla fine avevano dovuto arrendersi e riprendere la propria valigetta per tornare da dove erano venuti, ed oggi eccoli ritornare in pompa magna svoggiando i macchinoni acquestati con la bella rendita dei profughi. Per capirsi un hotel che ospita 50 profughi arriva a fatturare 650 mila euro all'anno...riflettete su queste cifre e capirete quanto rischiamo.
Ettore Barbetti.

Anonimo ha detto...

MI DISPIACE CHE ANCORA NON TUTTI ABBIANO CAPITO CHE I PROFUGHI(sic!) SONO UN AFFARE PER POCHI E UNA TASSA PER TUTTI GLI ITALIANI......

Anonimo ha detto...

Ettore hai ragione su tutto, tra l'altro questi ormai noti personaggi, non pagano da anni nessun tipo di tassa e continuano ad avere sempre i servizi. Chissà se chi preposto vigilerá o resteranno ancora una volta a guardare aumentando le tasse ai pochi @@
Purtroppo, è brutto ammetterlo, ma Chianciano è veramente talmente caduto così in basso che sarå veramente improbabile una sua risalita in breve tempo, poi se pensano di realizzarla con quattro festicciole ed aperitivi hanno preso un grosso abbaglio. I ragazzi, o profughi, o immigrati, o rifugiati, forse a volte anche clandestini, non dovrebbero essere collocati in posti turistici, ma è anche vero che Chianciano ormai di turisco ha ben poco. Poi, per giustizia verso tutti i cittadini, quando vengono accolti, devono collaborare e guadgnarsi la giornata, così è troppo comodo e anche troppo furbo. Vediamo poi quanti continueranno a venire, perchê la storia della guerra per molti non regge. Guarda caso, arrivano solo quasi tutti giovani e prestanti, forse era giusto fossero rimasti a difenderlo il proprio paese e mandavano via quelli più bisognosi e deboli. In alcune zone del Paese giå adesso alcuni abitanti vogliono andare via ed altri nelle stesse vie non ci vogliono proprio andare!

Centritalianews.com ha detto...

Chianciano: sta per concludersi il concorso di Street Art “Una parete a regola d’arte”

In pieno svolgimento a Chianciano il concorso di Street Art “Una parete a regola d’arte” volto alla valorizzazione e riqualificazione di due ‘luoghi’ importanti ed identitari come la parete del Museo Civico Archeologico e Via U. Landi (già Via dello Stadio). Il progetto troverà attuazione lunedì 18 e domenica 25 settembre quando gli artisti vincitori del concorso saranno chiamati a realizzare le opere proposte e selezionate. L’artista Fabio del Monte, che sarà impegnato dal 23 al 25 settembre, si è aggiudicato la fedele riproduzione della Dea Thesan da realizzarsi su di un pannello fissato sulla facciata principale del Museo avente scopo di insegna del museo stesso, mentre l’artista Nico Bruchi ed i suoi colleghi Daniele Orlandi e Marco Milaneschi), che saranno impegnati dal 18 al 24 settembre, si sono aggiudicati la caratterizzazione e riqualificazione della parete in calcestruzzo di Via U.Landi con il tema “I bambini ed il gioco”. Per l’intera settimana dal 18 al 24 settembre a Villa Simoneschi sarà inoltre allestita una mostra temporanea delle opere messe a disposizione dagli artisti/writers vincitori del concorso. Poi, nel pomeriggio di sabato 24 a chiusura dell’iniziativa vi sarà una performance “an plein air” all’interno del Parco a Valle nella quale i partecipanti al concorso dipingeranno dei pannelli/cubi che poi saranno destinati dal Comune ad allestimenti vari e/o a riqualificazione di zone urbane. La realizzazione del concorso di “Street Art”“UNA PARETE A REGOLA D’ARTE” è stata possibile grazie e soprattutto ad un protocollo di intesa tra Comune , Chianciano Terme, Centro Commerciale Naturale, Terme Chianciano Spa ed Associazione Albergatori. In particolare , come ha spiegato l’assessore Damiano Rocchi,l’Amministrazione oltre ad assegnare i premi in denaro ai vincitori del concorso si è occupata delle necessarie predisposizioni e forniture dei materiali, l’Associazione Albergatori si è impegnata ad ospitare a titolo gratuito in proprie strutture ricettive gli artisti per l’intera durata dell’iniziativa con servizio di mezza pensione,il Centro Commerciale Naturale Unico si è impegnato a fornire a titolo gratuito ai partecipanti per l’intera durata dell’iniziativa il pasto di mezzogiorno ed ad offrire un aperitivo ai partecipanti di benvenuto a Chianciano Terme, la Società Terme Chianciano spa si è impegnata a concedere ai ciascuno dei partecipanti un ingresso c/o le Terme Sensoriali.

Anonimo ha detto...

A me la cosa che fa tanto schifo, motivo per cui conviene lasciare questo paese, è pagare le tasse per chi non le paga ed avere in cambio il nulla assoluto come cittadino comune.
TARI docet.
Tanto per dirne una!

Anonimo ha detto...

Eccone un'altra! Ma che cosa volete sperare? Altro che parete a regola d'arte, qui andrebbero buttate giù diverse di pareti.
Un'altra occasioncina per farsi un aperitivo ed apparie un pò!

corriere.it ha detto...

Mps e la quota a Chianciano
Un socio Usa per le Terme in crisi


L’University of Pittsburgh medical center, 13 miliardi di fatturato e 60 mila dipendenti,
ha sottoscritto una quota del 6%. È già presente a Roma e Palermo e, con una clinica, proprio a Chianciano. Da un decennio la banca senese è socio di riferimento con il 45%


Arrivano gli americani alle Terme di Chianciano, governate dal Monte dei Paschi e da anni in crisi. Che cosa ci faccia la banca tra aerosol e fanghi non è immediatamente comprensibile. Che cosa intendano fare gli americani con la Terme di Chianciano spa, gestore delle strutture termali, è molto più chiaro visto che l’University of Pittsburgh medical center (Upmc) è un colosso dell’industria sanitaria con 13 miliardi di fatturato e 60 mila dipendenti nel mondo. Da almeno un decennio il gruppo di Siena è di gran lunga il socio di riferimento con quasi il 50% del capitale. Senza grandi risultati. L’esperienza «termale» intrapresa a braccetto con la Regione Toscana (29,7%), è culminata con il rischio crac, scongiurato solo grazie all’accordo con il principale creditore. Che però ha posto precisi paletti contrattuali. Chi è costui? Un indizio: è di Siena, è una banca e ha lo stesso nome del principale azionista delle Terme.

L’uscita della Regione Toscana

«Vendere» l’acqua Santa di Chianciano che cura il reflusso si è dimostrato complicato almeno quanto fare credito. Gli americani sono appena entrati nel capitale per il rilancio di uno dei più noti centri italiani, nel cuore della Toscana senese. Hanno sottoscritto una piccola quota (6%), ma è opinione diffusa che il gruppo no profit della Pennsylvania, già presente a Roma e Palermo e, con una clinica, proprio a Chianciano, non si fermerà lì. Anche perché la Regione Toscana entro il 2018 uscirà dalle Terme, come del resto caldamente consigliato da un report della Corte dei conti. E poi c’è il Montepaschi con il 45%. Non certo una partecipazione strategica per chi deve far cassa (o non bruciarla) ed è pronto a chiedere fino a 5 miliardi al mercato. Le Terme ma non solo: alcuni gestori internazionali (potenziali investitori di Mps) stanno setacciando, con l’aiuto di società specializzate, una miriade di piccole partecipazioni in portafoglio, apparentemente «inutili» o «di favore» e che drenano risorse: società di consulenza, immobiliari, joint venture con le coop o con la Fondazione. E canoni d’affitto che sembrano esorbitanti per sedi periferiche. Radici ancora non del tutto estirpate del «vecchio» Monte che faceva squadra con i suoi soci o referenti politici o ex dirigenti, a vantaggio spesso di questi ultimi. A Chianciano, per esempio, l’investimento è di pochi milioni (ma Mps parecchi ne ha persi) e ha origini e logiche antiche, quando era una banca pubblica, di sistema nella Toscana «rossa». Oggi, ma già da un po’ di anni, non è più così. Le Terme sono state salvate dal Comitato credito della capogruppo Mps che un anno fa decise di aderire all’accordo di risanamento negoziato con i «fratelli» di Chianciano. Un primo passo per aprire la strada agli americani. Sta di fatto che tuttora è difficile spiegare a un investitore straniero (e non solo) che cosa ci faccia con i bagni termali la banca più a caccia di soldi in Europa.

Centritalianews.com ha detto...

Chianciano: Odg gruppo consiliare “Chianciano Riparte” per rinunciare a gettone presenza in favore comuni “terremotati” centro Italia

Il gruppo consiliare di centrosinistra “Chianciano riparte” ha informato di aver presentato un ordine de giorno per devolvere l’importo dei gettoni di presenza dei consiglieri comunali conseguenti alle sedute del Consiglio Comunale dell’anno 2016 ai comuni colpiti dal sisma del 24 agosto la cui individuazione sarà concertata con la Prefettura e la Protezione civile. L’odg del gruppo “Chianciano riparte”, i cui consiglieri comunali già rinunciavano al gettone, chiede anche che gli assessori comunali decidano di “destinare una quota dell’importo mensile della indennità di carica di amministratori pubblici nel modo e nell’importo che vorranno dichiarare”. Inoltre il documento proposto precisa che “la destinazione della somma totale conseguente sarà oggetto di comunicazione in una seduta utile del consiglio comunale e che tale atto rappresenta necessariamente un impegno a nome di tutta la comunità chiancianese rappresentata dalle forze politiche del consiglio comunale”.

Anonimo ha detto...

Era giá cosa da fare, l' aver rinunciato a gettoni ed indennità varie da parte di maggioranza ed opposizione, prima in favore dello stesso Comune che rappresentano, cioè Chianciano Terme, poi dandone un certa percentuale, a questo punto, anche in favore dei Comuni che hanno subito i danni del sisma del 24 Agosto. Vediamo adesso come risponderanno?

Beata Anna Zdyb su pagina FB ha detto...

Rispondo con molta diplomazia alle polemiche; perchè non voglio assolutamente ferire nessuno.
X la mia educazione ho rispetto x tutti!
Anche se sono commerciante l'ultima arrivata,mi sta al cuore futuro di Chianciano, si x la mia nuova attività, che x i miei figli.
Nonostante che ormai vivo qua da 18 anni, solo ora ho scoperto tante cose, che dovrebbero far riflettere a tanti...
Durante mio percorso di questa stagione non ho mai avuto problemi di promuovere hotel; ristoranti, negozi; dare dei consigli ai turisti, ma purtroppo la freca non aveva contraccambio...
X me lo e e sara sempre attuale proverbio "Unione fa la forza"; ma qui la forza fa solo invidia...purtroppo...
E questo atteggiamento taglia le gambe ...
E qui chiudo.
In ogni modo tornando al tema "Promozione Turistica di Chianciano sono d'accordo, che "aspetta e spera non va più di moda", bisogna fare qualcosa x la prossima stagione; per avere più turismo con soldi da spendere nel Nostro Magnifico Territorio.
Parte del mio lavoro -sono fiere al Estero; che partendo da mese di ottobre a marzo 2017 faro 5 con mio stand nelle seguenti città :
PRAGA, BRATISLAVA, VARSAVIA, CRACOVIA e LONDRA; per qui se organizzazioni; alberghi, commercianti ect sono interessati a collaborazione-promozione- vi aspetto in Enoteca Diamante Cru x un dialogo.

Anonimo ha detto...

Se un comune come Chiusi molto più grande ed impegnativo di Chianciano, lo possono amministrare in tre assessori ed il sindaco, non si capisce come qui debbano essere in otto più i consiglieri per fare quattro cenette e due aperitivi? Con quello che puô essere risparmiato, forse, si potrebbero assumete un paio di operai attivi, visto che ormai quelli rimasti in un modo o nell'altro stanno più in ufficio che a sistemate strade e parchi. Qui non c'ê da far pitturate le pareti, andrebbero abbattuti gli edifici fatiscienti e pericolosi. Ma questo è un argomento che non fa notizia e non sponsorizza cene.

Anonimo ha detto...

Ettore sei diventato un fascio razzista allucinante...mi dispiace per te, eri un bravo citto, del tuo discorso salvo solo l'ultima parte, anzi l'ultima riga, sul fatto che i profughi siano un affare s'era gia capito da mafia capitale, comunque non penso che il numero su chianciano aumenti. Hai paura dei neri ?!? dagli una mano di bianco !!! ma sei mai stato aggredito ? te o la famiglia? ti hanno mai importunato? dato noia ? rubato ? da dove ti viene tutto st'odio ? se mi permetti senza offesa te lo dico io... dall' ignoranza culturale della profonda provincia dalla quale non sei mai uscito che ti fa vedere il mondo con i paraocchi... non la prendere male ma e' cosi'

Anonimo ha detto...

Tutti i consiglieri hanno fin dall'inizio del mandato rinunciato ai gettoni di presenza.
Queste sono solo chiacchiere finte del PD.
Dopo il terremoto de L'Aquila che erano al governo non ci hanno pensato. Ora si?

Anonimo ha detto...

Se buttassero giù un edificio fatiscente di tua proprietà, ammesso di trovare i soldi, te che diresti? Fai meno chiacchiere, dammi retta.

Anonimo ha detto...

Chiusi più impegnativo di Chianciano?
Torna a leggere topolino vai invece di scrivere baggianate sul blog.

Anonimo ha detto...

Non sono solo i fascio razzisti a volere che prima vengano gli italiani.
Poi con tutto il rispetto, ma solo per chi se lo merita ed ha veramente bisogno,
gli altri!!! Questo finto perbenismo da radical chic e da zecche catto comuniste è ora che ve lo levate dal dna, Perchè spesso e volentieri sono quelli come voi che poi sfruttano operai/e, camerieri/e, colf e badanti.
Sempre senza offesa! Siamo in democrazia ed ognuno può avere le proprie opinioni.

Anonimo ha detto...

18 settembre 2016 15:18
.......Se un comune come Chiusi molto più grande ed impegnativo di Chianciano, lo possono amministrare in tre assessori ed il sindaco, non si capisce come qui debbano essere in otto più i consiglieri per fare quattro cenette e due aperitivi?.......
Perfettamente vero! Se sono lì per servire il Paese, non si capisce perchè debbano farsi lo stipendio?

Brodo ha detto...

Premetto che voglio complimentarmi con chi ha organizzato la fiaccolata di ieri sera ed ha raccolto una bella somma di denaro da destinare ai terremotati però c'è un particolare che mi salta all'occhio gli ultimi due post pubblicati sulla loro pagina fb:

"Fiaccolata Solidale di Chianciano Terme per Amatrice...
a Chianciano non è mai mancato lo spirito della solidarietà... Chiancianesi si nasce e si diventa...
Insieme si può..."

"La loro presenza e la loro partecipazione ci rende fieri... Grazie Ragazzi... 😘"

Scusate, ma è merito loro se è stata organizzata la fiaccolata? E' merito loro se sono state vendute le candele? E' merito loro se sono stati raccolti 3.000 euro?
Quelli di punto e a capo (la giunta + consiglieri di maggioranza) non mi sembra di averli visti a vendere le candele in giro per Chianciano o alla coop......quindi "insieme si può" un par di zeri, mi sembra troppo autoreferenziale questo atteggiamento.
Oppure mi sbaglio?

Anonimo ha detto...

Cosa c'entrano i fascisti e razzisti con il problema grande ed importante degli "immigrati!? Il sig. Barbetti sta lanciando un allarme che preoccupa tantissimi cittadini di ogni ceto e pensiero. Chianciano è un Paese che non ce la fa più per se stesso, inoltre dovrebbe essere un posto turistico, quindi perchè questi Sig.ri non possono essere -ospitati- oltre che pagati per non fare nulla, in strutture specifiche e dello stato con tutti i controlli dovuti? In questo modo si toglierebbero i soldi ai vari loschi figuri, cooperative incluse che ci lucrano sopra e spesso li trattano anche male. Il razzismo ed il fascismo non c'entrano nulla! Smettetela di gridare sempre al lupo al lupo. I danni alla Nazione, li stanno facendo più quelli di adesso in pochi mesi, che in tutto il ventennio.

Anonimo ha detto...

Brodo 18 settembre 2016 20:38
Ha ragione. Questi si prendono il merito di tutto se le cose vanno bene, poi quando non riescono è sempre colpa di altri o di chi c'era prima, bla bla bla...............

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Chiusi più impegnativo di Chianciano?
Torna a leggere topolino vai invece di scrivere baggianate sul blog.
18 settembre 2016 18:42

Forse è proprio perchè ha letto troppi fumetti(senza nulla togliere a Topolino)che ancora crede alle favole. Chianciano è ridotto così proprio per l'iniavia dei suoi governanti, nessuno escluso.

Anonimo ha detto...

Come mai ci sono i soldi per rattoppare i muri per fare i disegnini, e non ci sono i soldi per asfaltare qualche pezzetto di strada, che sono piene di buche?

Anonimo ha detto...

Perchè fare i disegnini fa più notizia, si possono rilasciare le interviste, mettersi al centro dell'attenzione, apparire e prendere un paio di aperitivi con quattro amichetti al bar. Per questo sono li, non per altro, ancora devono studiare da amministratori, per ora si pensa a far festa ed organizzare eventucoli di paese per raccogliere quel pò di consenso che gli consente di scappotare altri tre anni e magari scambiandosi le poltrone rimanere li per altri cinque.

Anonimo ha detto...

I soldi si danno alla proloco, a qualche altra associazioncina amica degli amici, per fare quattro schizzi nei muri e poco altro.
Si aumentano le tasse ai quattro bischeri onesti che fanno i salti mortali per pagarli, vedi Tari e lampade votive. Ma per le cose serie e concrete non c'è mai la possibilità di procedere, si rimanda sempre o peggio ancora non si fara mai. L'importante perô è essere Smarttt.

Anonimo ha detto...

Caro Brodo insieme....potete! Si cerca collaborazione continuamente poi pochi al lavoro e molti agli aperitivi. Le candele sono state vendute a tutte le ore bravi ma sempre dai soliti pochi e ora una fazione cerca di prendere il merito della iniziativa? Un bel sistema ma a forse la gente comincia a mangiare la foglia comunque sempre troppo tardi.Armiamoci e partite popolo Chiancianese!

Anonimo ha detto...

Hanno ragione gli anonimi qui sopra,davanti a casa mia c'e' una griglia rotta e il marciapiede da aggiustare,mi hanno risposto che non ci sono i soldi.
Facciamoci un disegno.
Gina F.

Anonimo ha detto...

Insieme si può, si per le sciochezze!
E cose serie non si fanno e comunquevla colpa è sempre degli altri, che poi sono sempre gli stessi, cioè questi.
Cambiare tutto per non cambiare nulla, questa è stata la ricetta.
Quattro spruzzate nei muri e sono tutti artisti. Se chiamavano due muratori e mettevano apposto la griglia della Sig.ra Gina mon era meglio?
Perchė non la fa adottare da qualche assessore, hanno inventato cittadini attivi, che diano il buon esempio e saltino un paio di apericena!

Anonimo ha detto...

Come vede Sig. Gagliardi ai chiancianesi importa ben poco del futuro del paese e quindi anche del loro, si perdono insieme ai loro amministratori in cose da poco e pettegolezzi da comari. Piccolezze che a nulla servono per rilanciare Chianciano, ma che fanno avere l'intervistina nei giornaletti di zona e farsi dire bravo bravino da amici e famiglia. I suoi quesiti sono stati ben presto superati da cose effimere e senza contenuto.

Anonimo ha detto...

La promozione potrebbe anche essere a portata di mano:prendiamo i soldi della tassa di soggiorno,magari liberiamo qualche altra risorsa comunale e incarichiamo un'agenzia di livello nazionale di fare una campagna anche e sopratutto con passaggi televisivi sui canali principali...
KEATON

Anonimo ha detto...

KEATON
Troppo facile. Qui siamo per le cose difficile ed inutili.
Poi che ci fanno con la proloro?
Come fanno a rimanere protagonisti gli assessori tuttologhi?
Prima di andare in televisione il Paese tutto si deve rifare il Look perchè così come è stato ridotto, se lo fanno anche vedere in TV, allora si che non ci passa più nessuno. Ma ogni tanto lo fate un giretto per Chianciano? Le strade, i marciapiedi, le aiuole, gli Alberghi chiusi ed abbandonati e quelli aperti non manutenuti da anni, gli stessi condomini o le altre abitazioni private quasi tutte fatiscienti, le Terme, i Parchi con l'erba alta, le pavimentazioni tutte sconnesse o mancanti. Ecco, tutto questo lo vorreste mandare in Televisione?
Qui serve un Restyling generale e profondo del Paese. Prima dell'Agenzia di Promozione e Viaggi, serve gente con le @@ che prenda decisioni forti ed a volte, forse impopolari, far sitemare gli edifici sia privati che pubblici, far pagare le tasse a chi non le paga e spesso non le ha mai pagate, ma continua ad avere i servizi e fa concorrenza sleale a chi onestamente cerca di fare il proprio dovere. Espropriare, demolire. Qui si pensa a fare i giochini, i disegnini, le sfilatine, aperitivi ed apparizioni per il solo risultato personale.
Chianciano aveva bisogno di una bella sterzata, magari un pò a dx, ma non c'è stata, assolutamente non c'è stata. Siamo al .capo di prima, forse un pò peggio, perchè due anni fa c'era l'euforia e la speranza della novitá e del cambiamento.
Qui si è fatto credere di aver cambiato tutto, ma in realtá non è cambiato niente. Se era una strategia, non c'è che dire, sono stati bravi. Ma il dubbio è forte. Probabilmente si sono trovati in un meccanismo più grande di quello che pensavano, per rimediare girano in tondo senza trovare il bandolo. Forse la tanto invocata onestà intellettuale, mai come adesso, ci sarebbe il bisogno di tirarla fuori per ammettere una certa incapacità amministrativa.
#aforzadistaretropposerenisirischiadifarelamuffa!

Anonimo ha detto...

Sig.ra Gina, si rassegni, la griglia ed il marciapiede di fronte casa sua non possono avere la prioritá delle pareti Art da dipingere,
a meno che, lei, nel marciapiede ci organizzi un aperitivo, allora si, molto probabilmente accorrerà qualche assessore con al seguito le telecamere che prenderà a cuore il suo problema. Oppure come farebbe il Sig. Mazzetti, decida di aggiustarseli da sola, che forse è la cosa più veloce e sicura, ma anche la più ingiusta. Purtroppo ormai è acclarato, se si spera nelle cose giuste qui non si muove mai nulla.
Auguri Sig.ra Gina, avrà sicuramente la solidarietà di molti altri cittadini che non hanno più neppure la forza e la voglia di reagire e denunziare le mancanze. Per giustizia, dovrebbe anche fare nome e cognome di chi le possa aver risposto in quel modo, tanto per regolarsi e sapere con chi non si deve parlare in futuro, qui c'era bisogno di chi i problemi li risolveva, no che li creava.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Quello legato alla “street art” è un progetto in cui abbiamo creduto sin dal nostro insediamento. Abbiamo iniziato questo percorso nel 2014 con l’esperienza del “Dipingimi il Natale” sulle rotoballe e quest’anno abbiamo sperimentato questo concorso, la cui attuazione da un lato permetterà sicuramente di migliorare l’aspetto della parete su Via U. Landi e dall’altro, con la raffigurazione della Dea Thesan sulla facciata principale, garantirà finalmente una adeguata insegna al nostro Museo Civico Archeologico.
“La TV ha fatto sembrare inutile andare a teatro, la fotografia ha praticamente ucciso la pittura, ma i graffiti sono rimasti gloriosamente incontaminati dal progresso.” (BANKSI)

Tutti per la Ripresa di Chianciano ha detto...

Buonasera Valtubo,

Nelle ultime uscite del blog ho letto con molto piacere, le varie espressioni, in molti si sono resi conto che per Chianciano Terme, non è più possibile attendere “la manna dal celo”, se non si parte con un serio programma di PROMOZIONE, come indicato nell’allegato (CLICCA QUI per leggere!), e suggerito dal Dott. Roberto Gagliardi e non solo, i prossimi anni, causa la mancanza di presenze si creeranno, ulteriori e seri problemi.
Faccio presente che il programma in allegato l’ho inviato a vari operatori, alle associazioni di categoria, alla direzione degli impianti termali, alla segreteria del Sindaco Andrea M..
Vari operatori hanno apprezzato dando la disponibilità a partecipare ad un incontro, da programmare quanto prima.
Riguardo l’impegno finanziario per realizzare quanto necessario, mi riservo di riferire in riunione come procedere, posso solo anticipare che a regime, questa attività sarà in grado non solo di raggiungere lo scopo, ma di produrre reddito, che tolto le spese di gestione, potrà essere accantonato, per iniziative da concordare.
Chi potranno beneficiare di questa iniziativa; i beneficiari sono: tutti i cittadini di Chianciano, in primis gli albergatori e gli impianti termali, i commercianti, operatori professionali, artigiani agricoltori, i singoli proprietari degli immobili che vedranno crescere il valore dei cespiti, i giovani che troveranno lavoro, ma in modo particolare LE BANCHE, che in seguito al flusso di denaro portato dalla grande quantità di presenze in luogo, i clienti saranno in grado di onorare i propri impegni.
Per organizzare detto incontro interlocutorio basta dare la propria adesione allo stesso blog ”tutti per la ripresa di Chianciano” o inviare una mail a tuttiperchianciano@gmail.com dando la propria adesione a partecipare, successivamente avranno un invito nel quale sarà indicato luogo, giorno, e orario dell’incontro.
TENGO A PRECISARE, che solamente il desiderio, la volontà , credere nelle potenzialità di Chianciano Terme, che mi anima,e a rendermi disponibile, non ci sono ne ambizioni politiche ne altre fini, solamente la volontà di dare un contributo con altri volenterosi, per riportare il paese agli splendori di un tempo.

Oreste Castrini

Brodo ha detto...

Rocchi, quelle sottospecie di dipinti artistici costeranno (vedi bando di concorso) al Comune rispettivamente 1.200 euro per lo scarabocchio in via Landi e 1.500 euro per quello al museo!
A questi costi di 2.700 euro si sommerà il costo delle bombole spray!!!

Anonimo ha detto...

Risposta x 18 settembre 16:36
Credo che ignorante è chi ignora un problema, comnque è evidente che non mi conosci altrimenti sapresti che il discorso delle provincia non fa proprio al mio caso.
Facile esprimere questo genere di offese nell anonimato..
Ettore B.

Anonimo ha detto...

Il tuo di scarabocchio non merita nemmeno di essere letto. Bravi. Invece hanno fatto bene. Più che bene. Questo è un paese sempre stato povero di arte e cultura e si vede. E si legge.
Poi magari si prendono a riferimento chiusi e Montepulciano. Ma per carità!!!!!!!

Anonimo ha detto...

http://www.corriere.it/opinioni/16_agosto_31/perche-giusto-successo-webete-4b41229c-6edb-11e6-adac-6265fc60f93f.shtml

Anonimo ha detto...

Forse meno citazioni e più fatti renderebbero questo paese un pò più civile!
Con quei soldi ci potevate aggiustare la griglia ed il marciapiede di fronte
casa della Sig.ra Gina!!!

Anonimo ha detto...

Minchiaaaa....ma chi e' stu BANKSI uno da a banca........??????

Anonimo ha detto...

Vabbè abbiamo fatto sti graffiti che erano una dei punti salienti (!!!!!!!!!) del programma di.a capo e forse è per questo che andavano votati.Insomma alla Troisi non ci resta che piangere,soprattutto alla sig.a Gina.

Anonimo ha detto...

Ettore B.
Non ci cascare, non ne vale la pena, non commettere l'errore di farti trascinare al loro livello.
L'importante per loro, sono, la condivisione, l'accoglienza ecc...ecc...Si ma a casa degli altri, un pò piû in là delle loro proprietà.
Insieme si puô, ma intanto cominciate voi!!!!!

Anonimo ha detto...

Webete, ovvero colui che non riuscendo a formulare concetti propri e/o a sostenere argomentazioni serie, si esalta sul web citando articoli e frasi di altri tramite l'utilizzo della funzione copia e incolla.
Una sorta di radical chic sfigato de noi artri!

Anonimo ha detto...

Meno male che per la cultura e l'arte a Chianciano c'è il vignettista

Banksy kyanino ha detto...

Menomale c'è il vignettista che ci scherza su perchè sul livello culturale locale ci sarebbe da piangere.

Anonimo ha detto...

Se per cultura ed arte intendete quelle che in questi ultimi anni sponsorizzate e propinate, non c'è che dire!
Ancora siete alle scuole materne. Alla pari della piccola amministrazione corrente e non un granchè anche quella,
stà griglia alla Sig.ra Gina la potevate anche aggiustare, trovavi uno sponsor!
Per l'arte e la cultura tendete a volare basso, chissá perchê?

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

ANONIMO 21 settembre ore 13.48
Mi domando come mai il gruppo PD che si è candidato alle ultime elezioni non ti abbia candidato tra i suoi.Credo che con le tue capacità che spaziano a 360 gradi avresti potuto non solo dare un grosso contributo a risollevare il grado culturale di questo paese ma di sicuro anche a farci uscire dalla melma in cui ci trovavamo e continuiamo a trovarci! Eh sì,abbiamo perso davvero un'ottima occasione ed opportunità!Speriamo che per questa delusione riusciamo a prendere sonno questa notte!!!!!

Anonimo ha detto...

Purtroppo hanno ragione quelli che si lamentano, stamani c'era fuori un esercito,tra quelli che attacavano le luci di Natale (a settembre)quelli che mettevano i pannelli e cosi via. In tutta l'estate non ho visto fare una manutenzione in giro per Chianciano, per essere precisi non ho visto proprio quelli del comune....mah...

Anonimo ha detto...

Il problema Sig. Osservatore Chiancianese, è proprio che il grosso del gruppo pd tutt'ora amministra questo paese.
Meraviglia che una mente arguta come la sua ancora non si sia reso conto di questo.. Sembrava che fosse cambiata la musica, ma in realtà i suonatori son sempre gli stessi, hanno solo girato un pò di seggiole. Le assicuro che con i sinistri di ogni genere non ho nulla da spartire. Non credo che tutto ciò le possa aver turbato il sonno, le auguro quindi una buona notte, tale da portarle consiglio e da farle aprire glii occhi su chi veramente comanda in questo paese. I giorni passano e non si vedono migliorie degne di nota in nessun campo, le premesse, come le promesse erano state tante. Saprá anche lei, che ogni mattino del Mondo è senza ritorno!

Anonimo ha detto...

Nelle promesse pre-elettorali dell'attuale giunta c'era il campo da golf e la risistemazione di piazza Italia dove invece di migliorie vi sono solo nuove rotture ignorate da mesi.
Per il golf, se sono ancora in tempo, io porto la misura XL, grazie

Anonimo ha detto...

Scusate e' vero che ci sono piu' di 200 extracomunitari ospitati nei 2 alberghi a Chianciano?
E' legale tutto cio'?
Deve essere informata la cittadinanza?
Di questo passo rimarra' un paese (forse) turistico?Vista la situazione insostenibile gia' esistente il paese viene ulteriormente degradato con la presenza massiva per le strade di questi soggetti.
Situazione sanitaria sotto controllo?
Gradirei risposte ufficiali e veritiere nell'interesse della cittadinanza.
Saluti

Anonimo ha detto...

Sembra che sia il comune la costola armata della proloro e non il contrario, il che ovviamente non è giusto comunque.
L'amministrazione comunale deve essere una cosa e fatta bene, le associazioni un'altra e fatte bene comunque e
soprattutto senza interessi privati. Se volevano comandare loro, perchê i prolochi non si sono candidati direttamente?
Che non si rendano conto dello scontento e del malumore dei cittadini semplici ed onesti è veramente scandaloso.
È proprio vero, non c'è peggior sordo di chi fa finta di non sentire. Buon Natale, si perchè a Dicembre ormai si festeggerà
la Pasqua e così via siamo così Smart da aver anticipato tutto, meno i lavori e le manutenzioni.

Anonimo ha detto...

Ma se volevano essete così tanto Smart, perchè al posto delle bici assistite non si sono comprati una macchina Smart per ognuno?

Anonimo ha detto...

Francamente con queste citazioni si è ampiamento superato il ridicolo (anonimo).

Roberto Gagliardi ha detto...

Oggi l'immagine è tutto, nel bene e nel male. L'informazione attraversa continenti in pochi secondi, le foto di eventi accaduti in una parte del mondo che neppure conosciamo ci raggiungono in attimi.

Il prodotto che una cittadina come Chianciano può offrire entra nelle case dei tedeschi, dei sauditi e degli israeliani con un magico click. Il prodotto però deve avere una certo interesse, un importante richiamo: deve essere diverso. Se offriamo mare, montagne e laghi ci affianchiamo ad altre realtà turistiche che offrono esattamente quello che offriamo noi.

Questa è la ragione per la quale ho insistito su un programma e su una serie di eventi che, affiancati alle bellezze naturali, alla cultura e alla cucina, il turista potenziale possa conoscere con largo anticipo per poter prenotare una vacanza nella quale sono state programmate manifestazioni che lo possano interessare. L'evento non deve essere fatto per coloro che ogni anno vengono in una determinata meta turistica, ma per coloro che l'ente preposto deve convincere a venire.

Con l'EXPO Chianciano viene rafforzato il Centro Storico. I fondi destinati ai Medici, ad Armani, all'Evoluzione, alle Proiezioni e alle varie gallerie danno un'immagine che prima non c'era.

L'idea di "Vola all'EXPO" (vi prego di guardare il link perché è interessante) è un'offerta che si rivolge a gente facoltosa: russi, cinesi, americani e così via. Vuole dimostrare l'apertura di Chianciano verso il futuro, una proposta diversa, forse un po' stravagante, che però piacevolmente interessa il turista, lo fa discutere e lo fa sognare.

Il concetto di "Chianciano offre di più" è il messaggio che deve passare. La vivacità intellettuale deve emergere, il falò del pessimismo deve ardere e la professionalità deve guidare il percorso di chi fa turismo. Ho provato a fare qualcosa di innovativo con l'EXPO. Durante l'inaugurazione sono intervenute molte persone e ne sono stato felice. Ho bisogno però ora del vostro aiuto affinché coloro che non sono potuti venire per motivi di lavoro o altri impegni possano visitare questo Sabato e Domenica pomeriggio dalle 15 alle 19 Piazza Matteotti, gratuitamente.

Il vostro megafono sarà, se mi darete un aiuto, un mezzo per far conoscere meglio ciò che è stato fatto nel Centro Storico, conoscere le opinioni della cittadinanza e prepararci al 2017.

Ringrazio,

Roberto Gagliardi

Quinewsvaldichiana.it ha detto...

Acque termali e minerali, avviate le consultazioni

In commissione congiunta sviluppo economico e sanità sono iniziate le consultazioni sulla proposta di legge della nuova disciplina sulle acque termali

CHIANCIANO TERME — Le commissioni regionali Sviluppo economico, presieduta da Gianni Anselmi (Pd) e Sanità, presieduta da Stefano Scaramelli (Pd), si sono riunite e sono stati sentiti Luigi Lenzi per il comune di Montaione; Paolo Campinoti (sindaco di Gambassi Terme); Carlo Leoni (Lipu); Mario Bencivenni (Italia Nostra); Daniela Pasini (Associazione consumatori utenti della Toscana); Aurelio Crudeli (Federterme); Daniele Barbetti (Federalberghi); Roberto Monaco (Federazione toscana Ordine dei medici).
Spiega Scaramelli: "Abbiamo aperto la fase dell’ascolto, chiamando in causa tutti i soggetti coinvolti: sindaci delle città termali, tutte le associazioni di categoria. Si tratta – continua il presidente della commissione Sanità – di una legge molto delicata. Investe il settore pubblico e privato, agisce su questioni igienico-sanitarie che meritano il giusto confronto e approfondimento. Le analisi e le osservazioni che raccoglieremo in fase di consultazione, ci saranno utili per dare il nostro miglior contributo”.
Il testo in discussione interviene sulla legge 38 del 2004, inserendo una specifica disciplina igienico-sanitaria delle acque termali, con particolare riferimento alle modalità di autorizzazione e di accreditamento istituzionale degli stabilimenti termali.
La nuova proposta di legge introduce modifiche su piscine termali e balneoterapia, operazioni consentite e vietate sulle acque, piscine termali e procedure di autocontrollo delle aziende termali, previsione delle attività sanitarie di carattere non termale che possono essere svolte negli stabilimenti. Viene inoltre disciplinato l’accreditamento istituzionale degli stabilimenti termali che intendono erogare prestazioni per conto del servizio sanitario regionale, prevedendo che esso venga rilasciato previo accertamento del possesso di requisiti generali e specifici per cicli di cure termali. Il testo contiene poi una disciplina della tipologia, dei criteri e dei procedimenti di autorizzazione di attività puntualmente elencate, nonché le cause di cessazione, sospensione e decadenza delle autorizzazioni. Viene infine fissato un termine di sei mesi dalla data di entrata in vigore delle modifiche regolamentari per l’adeguamento degli stabilimenti termali in esercizio ai requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi di natura autorizzatoria, e ai requisiti generali e specifici per cicli di cure termali richiesti ai fini dell’accreditamento. Per l’adozione delle procedure di autocontrollo, invece, il termine di sei mesi decorre direttamente dalla data di entrata in vigore della legge, poiché la norma che prevede tali procedure non necessita di attuazione regolamentare.
Dai Comuni sono arrivate richieste riguardo alla possibilità di commercializzare prodotti accessori rispetto alle acque termali. Da Lipu, Italia nostra e Associazione utenti richieste di norme più stringenti e divieti circostanziati a protezione dei bacini idrotermali, attenzione agli aspetti ambientali, salvaguardia dell’accesso pubblico alle sorgenti termali. Federterme ha espresso l’auspicio che le competenze in materia di concessioni possano essere riportate al livello regionale. Federalberghi chiede l’innalzamento da 180 a un anno del termine per l’adeguamento e uno sforzo di rilancio della cultura termale.

Centritalianews.com ha detto...

Chianciano: la “Street art” riempie la cittadina termale di “murales”. Assessore Rocchi, “il progetto ha migliorato l’aspetto di alcuni scorci del paese”

Attuato a Chianciano il progetto “Street Art” che ha permesso alla cittadina termale di migliorare l’aspetto di alcuni scorci del paese attraverso diversi “murales”. Quello legato alla “street art” infatti è un progetto in cui la giunta di Andrea Marchetti ha creduto sin dal suo insediamento. Il percorso è iniziato nel 2014 con l’esperienza del “Dipingimi il Natale” sulle rotoballe e quest’anno è stato sperimentato sulla parete su Via U. Landi mentre con la raffigurazione della Dea Thesan sulla facciata principale, è stata garantita finalmente una adeguata insegna al Museo Civico Archeologico. Quanto alla parete Via U. Landi, l’assessore Damiano Rocchi ha fatto presente che si è trattato di un “ tributo al colore, alla fantasia, alla memoria.Gli artisti hanno deciso di esaltare le qualità di alcuni dei giochi cult della nostra cultura e di personalizzarli attraverso ironiche situazioni di fantasia. Le raffigurazioni sono state contestualizzate attraverso degli sfondi che riporteranno gli scenari grafici di alcuni dei video games più importanti della storia, come Super Mario Bros, alternati con sfondi ripresi dalle costruzioni “Lego” e “Playmobil”.Le finalità, insite nel termine “graffito”, vertono a lasciare un segno pubblico, alla portata di tutti: in questo caso – ha aggiunto – una riflessione su quanto il gioco sia una esperienza meravigliosa ed educhi attraverso il divertimento, contribuendo a sviluppare atteggiamenti sociali, psicofisici e personali, influenzando la crescita nella società. Gli artisti hanno deciso di mescolare tutti i giochi tra loro, così come avviene, di fatto, in ogni casa: i giochi ed i giocattoli hanno da sempre il loro spazio, di solito chiusi in scatoloni o in librerie, cassettiere, bauli, ma in questa rappresentazione sono in sinergia tra loro per divertirsi, senza classificazioni, completamente al di fuori dei propri scenari, uniti dal divertimento, proprio quel divertimento che fa mettere da parte schemi sociali, razziali ed egocentrici, e che invece apre alla condivisione che sicuramente è l’aspetto più puro, e caratterizzante, insito nel gioco dei bambini”. (segue)

Centritalianews.com ha detto...

Quanto al Pannello sulla parete del Museo Civico Archeologico Rocchi ha sottolineato come il writers/artista bolognese Fabio del Monte è stato impegnato nella fedele riproduzione della Thesan, “dea dell’Aurora”, parte integrante del monumentale frontone in terracotta (risalente al II sec. a.C.) conservato ora all’interno del Museo e che ornava il Tempio Etrusco dei Fucoli. “Finalmente – ha anche detto -una meritevole e degna insegna per il museo chiancianese.Il 20esimo anniversario dell’istituzione del Museo si avvicina, doveroso era rifarsi un po’ il look!” .Sulla questione dei murales è intervenuto polemicamente nei giorni scorsi il segretario del pd chiancianese Marcello Fallarino: “molto pittoresco, come diceva Montesano in romanesco. Quando sarà il momento – ha commentato -di pensare al futuro di Chianciano?”. Pronta la replica di Rocchi :”per questi politicanti di lungo corso “noi non staremmo pensando al futuro” della cittadina termale? Tanto per dirne un paio: il Project Financing già in gara per gli interventi sul Centro Polisportivo ed il progetto definitivo (per il quale stiamo dando incarichi per esecutivo) per la struttura a supporto del congressuale che dovrà realizzarsi in aderenza al PalaMPS, cosa sono? Opere per il passato?Oppure interventi volti a creare presupposti per lo sviluppo del turismo sportivo, radunistico, convegnistico e congressuale? Ma riflettono su quanto invece ci hanno ‘pensato’ loro? Ed i risultati a cui hanno portato i loro ‘pensieri’? Quel poco (siamo infatti ben consapevoli che c’è da fare ancora non molto, ma moltissimo) che abbiamo fin qui messo in atto in poco più di 2 anni di mandato ed il resto su cui stiamo lavorando in attuazione e programmazione, loro non lo hanno fatto nemmeno in 20 di anni di amministrazione. Ed ancora parlano? Ma –ha concluso Rocchi – non si vergognano?”.

MAZZETTI STEFANO ha detto...

gagliardi,......... te (il lei non lo di a nessuno, me compreso, accontentati...ahahhaha) , oreste, competenti nel vostro, cmq coinvolti, e anche io e e tanti altri, in merito a promozione la vediamo allo stesso modo, ma anche se singolarmente parli con uno o l'altro le conclusioni sono più o meno simili(poi ci sono anche quelli che aspettano il messia...ora che non c'è più fondazione mps ,banche politico-controllate,politica concedo-poi-eleggimi......compiacenti), scrivi bene e con effetto, quello che in chianino siamo tanti a sostenere.....ma, ma, ma, come mai in tanti si condivide ma poi non riusciamo a "interagire",? associazioni e politica, a parole tanto e condivisibili, ma poi nei fatti???? ci sono tante azioni fattibili per promozione anche a basso costo, ma grande diffusione e effetto......il problema è che, una azione condivisa, non può prescindere da il condividere e rispettare il lavoro degli altri,di conseguenza garanzia di servizi erogati a prezzi onesti e equi ..... qui, nella pratica, purtroppo casca l'asino.....io ho li stessi prezzi di 7 anni fa, allora erano i piu bassi di Chianciano, ORA SONO TRA I + ALTI , purtroppo, le cause si sanno, molto spesso non colpa di chi cerca di sopravvivere, ma i servizi erogati sono disomogenei, e non in linea con standard che, oggi, come dici tu in un "clic" verifichi e trovi meglio altrove.....chi viene qui oramai viene per i prezzi bassi, poi però si lamenta e sparla e lascia cattive recensioni sulle strutture e su Chianciano in generale, complici anche tour operator che ci considerano RICATTABILI e lucrano guadagni spropositati...... purtroppo, credo, ma è mia opinione e basta, che la difficoltà a unirsi è proprio la paura di tanti, a dover in questo modo adeguarsi e garantire servizi, a standard poi controllati, gli scheletri nell'armadio non si potrebbero + nascondere......, di conseguenza, ognuno il suo orticello, l'insieme non lo considera nessuno(o pochi) non comprendendo che cosi si tampona e basta la ferita se sei bravo, ma l'infezione è destinata a distruggere lo stesso, ci vuole solo + tempo e più agonia.......... pensa semplicemente a unire banche date mail, estrapolando indirizzi mail degli ultimi 10 anni, di tutte le attività........centinaia di migliaia di persone contattabili che già avevano cercato su Chianciano,IMMAGINA SE VENISSE CHIESTO MAIL A TUTTI GLI STRANIERI CHE PASSANO CON PULMAN,semplicemente dicendo verità" mi da la mail, potremo inviare informazioni e promozioni" credo 80% danno mail.... di questi dopo pulizia, cancellazioni mailing list, inattivi, etc, certo molto meno, ma CMQ UN NUMERO ENORME DI CONTATTI GIA POTENZIALMENTE INTERESSATI A CUI INVIARE PROMOZIONI TERRITORIO, che avrebbe divulgazione poi GRATUITA nel funzionamento di condivisioni e visibilità on line legato a parole chiave, etc etc....(tema da informatici esperti) e a livello internazionale GRATUITO O QUASI, .......offrirsi uniti con servizi e standard garantiti e controllati, alle fiere internazionali, darebbe fiducia a grossi tour operator come a piccole agenzie....cambiare il trend e immagine di Chianciano E POSSIBILE, o almeno intelligente sarebbe provarci, manca però grosse palle, a chi di dovere, per iniziare a dividere ortica da grano, estirpare ortiche e innaffiare grano........deleterio per politica per perdita consensi e controllo, e difficile per associazioni motivi ben comprensibili agli addetti ai lavori.......

Anonimo ha detto...

A prescindere dall'operato di questa AC che ognuno ha il suo parere positivo o negativo che sia, tanto ognuno la pensa a modo suo che sia un imprenditore o un sempre cittadino di chianciano. Pero' una cosa va detta questi amministratori all'occhio dei cittadini ( anche di chi come me gli ha dato il voto ) non sono assolutamente simpatici, anzi molto antipatici, un mix di presunzione, antipatia, elogiarsi per ogni MINIMA CAZZATA che fanno, autorevefenziarsi ogni giorno sui social, farsi vedere belli in vacanza per il mondo.....
sono felice per voi ma siete comunque antipatici .

Parlando invece di cose serie : ma il campo da golf, il centro sportivo ( che in campagna elettorale era messo il vostro primo punto ?, il parco fucoli, il parco giochi, piazza italia, la promozione serie e costruttiva, senza dare soldi a pioggia alle associazioni locali solo per ricevere il consenso "poverino" del popolo, ex cinema moderno, ex cinema garden, marciapiedi, mi fermo qui senza mettere il coltello piu' in giu' che so anche troppo incazzato.

il voto con me non lo rivedete nemmeno da lontano, sfogatevi adesso per gli altri mesi rimasti alla fine del mandato.

Unico evento il paese di Babbo natale tra l'altro fuori stagione e sensa alcun senso per la nostra cittadina

Anonimo ha detto...

Stefano ti apprezzo molto per il tuo spirito e modo dire le cose in modo schietto, ma sul fatto delle mail secondo me dici una cazzata. L'unico patrimonio che ha un Azienda oggi é quello di avere un portafoglio clienti con i proprio indirizzi mail e tu vorresti chiederlo gratuitamente e metterlo in mano a tutti ???
Ma scherzi o dici sul serio ???

Il portafoglio clienti con le liste mail che le varie aziende si sono fatte negli anni, ci hanno lavorato, investito ed hanno anche un VALORE COMMERCIALE molto importante. Secondo te lo regalano ad una qualunque associazione di promozione locale per il gusto di farlo ??

Se tu avessi una lista mail di 500.000 clienti la regaleresti al primo che capita per fare promozione globale per il territorio ???

Riflettici un attimo, pensaci tutta la notte e poi rispondi

Chiedi ai colossi del commerciale quali Groupon e tanti altri se regalano i loro milioni di utenti alla concorrenza

Ragazzi facciamo pace con il cervello e poi parliamo di promozione.

Anonimo ha detto...

Antipatici o simpatici vorrebbe dire poco se facessero qualcosa di serio e costruttivo per il Paese, mica ci si deve andare a prendere l'aperitivo o a cena!
Il problema è che pensano solo alle sciocchezze che li rendono popolari con chi già
li conoscee e si accontentano di due interviste ogni tanto e di qualche apparizione.
Criticano quelli di prima, ma l'hanno appoggiati fino a due anni fa e chi si doveva opporre era sempre d'accordo! Alle prossime elezioni un pochi risaltano il fosso e rivanno a sinistra, quella ufficiale, quella di ora è solo ufficiosa.

Anonimo ha detto...

I 110.000 euro/annui (per quanti anni?) di impegno dei soldi dei cittadini per il proj. fin. per far poi gestire il business a privati lo trovo personamente assurdo.
In un certo senso mi sembra di vedere, in piccolo, la questione delle olimpiadi a Roma .... forse peggio, visto che il proj. fin. è criticato senza mezza termini dalla corte dei conti (i dati in merito sono catastrofici) e spero che questo tipo di contratti venga bandito come è accaduto per i derivati.
Se un privato vuole fare business lo deve fare solo con soldi propri!!!!!! e non a carico della comunità!
Infatti credo che i 110.000 euro annui (per quanti anni?) previsti, ben potevano bastare per efficientare l'attuale struttura.
L'andazzo del resto già si è visto con la chiusura invernale....
Spero che i cittadini aprano gli occhi, e che ci sia un severo controllo da parte della competente magistratura contabile e non solo.

Anonimo ha detto...

Rocchi rispondiiiiiiii..............

Anonimo ha detto...

Se un privato vuole fare business lo deve fare solo con soldi propri!!!!!! e non a carico della comunità!
Appunto vedi Babbo Natale ,a noi parte delle spese e al privato i guadagni.
Se sbaglio il comune e la proloro che agisce da privato ci facciano sapere qual'e il giro di affari è la terza edizione del Babbo è ancora non c' è verso di sapere niente.
Buffoni o in malafede.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Questa notte qualche vandalo ha scavalcato cancello sul retro del plesso scolastico "F. Tozzi", ha 'rubato' due barattoli di vernice (stoccati sul trabattello dagli artisti impegnati sull'opera di Via Landi) e, una volta aperti, li ha tirati sul cancello del limitrofo complesso ecclesiastico. Ogni ulteriore parola è superflua...

MAZZETTI STEFANO ha detto...

23 settembre 2016 17:28. ho dormito poco perchè ho rogne grosse da digeri, ma posso cercare di spiegarmi meglio, ma io si!! metterei mia mailing list a disposizione di un ente preposto che promuovesse,ok certo la mia struttura, ma contemporaneamente Chianciano.
io come tanti, facciamo ognuno quello che ritiene opportuno per promuoversi, ma appunto nel personale dei propri interessi, il problema attuale di Chianciano, è invece il complessivo, che proprio perchè disomogeneo e disunito, quindi vero che chi + virtuoso ha clienti che non vengono a Chianciano, "ma vanno da tizio" , ora per quanto bravo tizio.....tizio sta dentro Chianciano, quindi più peggiora l'insieme meno attrattivita avrà anche tizio stando dentro il peggiorato insieme, se vai da tizio perchè ci stai bene, ma esci da li e c'è il nulla e fatto male, la musica non cambia, Chianciano rimarrà dormitorio per sempre meno clienti che vanno poi a passare tempo e soldi a monte pienza etc etc.....
-le mailing list avevano un ENORME VALORE COMMERCIALE prima di 6-7 anni fa, ora ci sono agenzie specifiche che con poche centinaia di euro ti filtrano decine di migliaia di mail in base a interessi che vuoi tu.......giochino arrivato con sviluppo social vari, a cui si rilascia autorizzazione trattamento dati.......
-hanno valore anche ora le attuali di ognuno, certo che si, ma non cosi come credi, inoltre, tutti fanno mailing??? ti garantisco di no, e alcuni (incluso me) lo fanno da non esperti non sfruttandolo quindi al meglio.
-cosa intendo per unire banche dati??, certo non unire tutti per fare promozione a tutti indistintamente , in questo modo vero, poco senso per il singolo......ma unire dati, elaborare una newsletter di info servizi generali su Chianciano, eventi, museo, etc etc e qualunque cosa attrattiva si ritiene, la stessa mail dovrà poi avere certo l'offerta della singola struttura che ha messo contatto, ma.....chi la riceve avrà info su Chianciano, non su tizio che la sua immagine con i suoi clienti se è bravo già ce la ha....
-inoltre, mailing singolo con singola offerta struttura, è fine alla struttura e basta, se contattano e non c'è posto, o hanno necessità diverse, o preferenze in base al momento diversa, il cliente cestina o si cancella o mette su indesiderato........ se chi riceve una "INTELLIGENTE" news, su anche territorio e eventi, c'è la possibilità che approfondisca e se necessità di una cosa diversa, possa li trovare alternativa......MA CHE RIMANE SU CHIANCIANO!!!,
-vero si può perdere qualche proprio cliente fidelizzato, MA SI ACQUISTA LA VISIBILITà E POTENZIALE INTERESSE DI ALTRI..........poi ognun per se offrirà meglio servizi per attrarre di +-----ma appunto miglior servizi NON PREZZI INFERIORI COME ACCADE ORA......per questo fondamentale che chi volesse partecipare a priori sia disposto a stabilire e rispettare criteri da decidere di servizi garantiti a prezzi minimi stabiliti, poi si gioca al rialzo prezzi per maggior servizi dati , o chi allo stesso prezzo(rispettando regole!!!!!!) riesce percè è + bravo a fare meglio......

MAZZETTI STEFANO ha detto...

-non so se frequenti fiere internazionali, se le frequenti sai che se citi Chianciano ad addetti ai lavori, scappa il sorriso.......perchè???, perchè è l'insieme ad essere sputtanato (mio parere, purtroppo, per vari motivi, con ragione!).
QUINDI, PACE COL CERVELLO CE L'HO, DORMI O DORMITO POCO, MA IO SI!!! E LO GIA PROPOSTO UFFICIALMENTE IN + RIUNIONI SONO DISPOSTO A METTERE MIA MAILING LIST A DISPOSIZIONE PER UNA AZIONE SOPRA DESCRITTA (da ordinare e stabilire e fare al meglio, con suggerimenti di esperti e gestita DA PROFESSIONISTI COI COGLIONI QUADRATI, non io....io SI!!! ritengo, ma è una mia opinione, magari sbagliata come credi te, non so, ma io.......SI!! credo che avrei + benefici che danni, e gia da tantissimo, se qualcuno che mi contatta, non trova da me quello che cerca, o non ho posto, o altro, prima di interrompere telefonata, o mail, suggerisco colleghi Chiancianesi.....sono scemo???? puo darsi, ma io la vedo cosi, e nel vederla cosi e comportarsi cosi.....MALE NON LO FAI MAI A NESSUNO!!
ps- è noto che scrivo malissimo.......un so che casino di parole e poi errori ci saranno....ma meglio non riesco....sorry!

Anonimo ha detto...

Carissimo Stefano,

Capisco rispetto la tua opinione ma non penso sia giusto cio' che dici e soprattutto non serve al rilancio di Chianciano.
Per rilanciare Chianciano servono investimenti e soprattutto idee ben precise senza farsi tirare la giacca da piccoli poteri insignificanti e senza usare le poche risorse economiche pubbliche che ci sono a pioggia ma indirizzarle nel verso giusto, invece sono cambiati i suonatori ma la musica é sempre la stessa e pur di non scontentare nessuno si accontentano le varie associazioni locali ( piccoli poteri ) senza portare beneficio a nessuno.
Si creano i grandi progetti ( project,ecc... ) per poi concretamente non fare mai niente ed é questo carissimo Stefano il vero errore.
Meno chiacchiere, meno illusioni e piu' fatti concreti e realizzazioni di progetti e non solo sulla carta o su bandi

MAZZETTI STEFANO ha detto...

certo non voleva essere la soluzione per"il rilancio di Chianciano", è una delle tante cose possibili, questa piccola immediata e basso costo,MA DALL'ENORME RESPONSABILIZZAZIONE, AUTOCONTROLLO E GARANZIA SERVIZI EROGATI AI CLIENTI DI TUTTO SETTORE O CHI PARTECIPASSE A UN INIZIATIVA DEL GENERE piccola cosa ok, ma nemmeno dannosa ... poi certo hai ragione, servono investimenti e grosse palle di imprenditori che investano.....ma chi investe dove l'immagine nazionale e internazionale ha "attrattiva compromessa"???.....tu hai deviato lo scambio di chiacchiere e opinioni in politica, e per carità, certo importantissima, e ognuno la vede come vuole e deve essere rispettato,sulle passate e presenti amministrazioni, ma appunto ognuno come vuole, me compreso, e a me della politica NON ME NE PUO FREGAR DI MENO, MI FA SCHIFO TUTTA INDISTINTAMENTE,RIsPETTO LE PERSONE MA NON LA POLITICA!! poi purtroppo subisco io come tutti, la "politica", ma personalmente nella mia semplice considerazione , non ho valutato politiche o amministrazione attuale, (di cui ho gia scritto per me insufficiente promozione parlando o in generale rapporto-soluzioni con aziende), ma personalmente distinguo, io da figlio "orgoglioso"di contadini,operaio schiavizzato da sempre, prima di altri ora di me stesso, non ho mai aspettato che la politica mi risolvesse qualche problema(anzi casomai mi ha creato problemi) incluso quello di promozione, non aspetto messia, non aspetto o pretendo che solo altri, siano politici o associazioni mi portino la pagnotta a tavola....purtroppo è vero il contrario, di 1 kg di pane con cui potenzialmente sfami famiglia di 6 persone, 750gr te lo estorce la politicaetcetc.tramite pizzi legalizzati... e te ne lasciano 250g, 2 mangiano 4 si attaccano a sto par di coglioni,.... ma personalmente credo che le responsabilità della cattiva immagine attuale di Chianciano,e di conseguenza la poca attrattiva turistica, sia si certo "anche politica" , ma non solo!!! prima Chianciano "aperto sei mesi si sei mesi no" viveva grazie all'assistenzialismo , e non solo degli operai che prendevano 6 mesi disoccupazione quella era un inezia dei soldi pubblici, PRINCIPALMENTE delle aziende che pienavano INDIPENDENTEMENTE DAI SERVIZI EROGATI, DATO CHE "GRATIS" PER I CLIENTI ERA L'ATTRATTIVA PRINCIPALE!!! perchè lo stato(noi con le tasse) pagava cure termali, ...sto giochino non esiste+, e i "servizi erogati,e la loro qualità (rapportata al costo) , "ora" e specialmente nell'era 3.0, hanno un importanza che prima non avevano,prima per fare "turismo" non bisognava essere bravi o esperti, bastava avere mq dove ammassare "umani"..... ora della qualità e equità prezzi dei servizi che "io" offro "ai miei clienti" nella mia azienda, sono responsabile io non l'amministrazione,lei è poi responsabile invece dei "disservizi" che mi restituisce a fronte delle tasse che pago.....ma sono 2 cose ben diverse, esempio..se vieni da me a mangiare e ti do prosciutto vieto mandi in culo me o l'amministrazione?? bene dandoti prosciutto vieto prendo vaffanculo io,te sputtani me, ma io sto a Chianciano, di conseguenza!!?? ci rimette Chianciano perche te non vieni + e io non dirotto il 70% di quello che mi paghi in pizzi, e ci rimettono tutti perchè non riscuotendo pizzo lo stato LADRO cmq il suo ai comuni lo succhia, chi rimane a bocca asciutta è il comune, quindi poi disservizi anche a chi "NON VIENE DA ME A MANGIARE PROSCIUTTO VIETO". parere mio....."l'immagine " è la cosa assolutamente da ripulire, e non è solo la politica a dover fare qualcosa. con rispetto-Stefano

Anonimo ha detto...

E' vero i suoonatori sono sempre gli stessi e a dire il vero neanche la musica è cambiata. Anzi, forse è ancora peggio. Stonataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!
Stefano ma cosa vuoi promuovere se qui pensano solo a fa quattro scarabocchi sui muri che se li facevi te quando eri citto i vigili andavano subito a dillo al tu babbo.

Anonimo ha detto...

Stefano va bene tutto, parliamo pero' di sciocchezze...
Ti sei invece chiesto che fine fanno i 600.000 euro annui di tassa di soggiorno che versiamo nelle casse dell'AC , non ne sapevamo niente prima ( PD ) e non se sappiamo niente adesso che i tempi sono cambiati come dicono loro.
Sai perche' non lo dicono perche' con tali soldi invece di utilizzarsi in promozione e commercializzazione del prodotto chianciano vengono utilizzati per la routine amministrativa e vengono dati alle associazioni locali per aperitivi ed eventi di paese che non portano niente al turismo e ai turisti che pagano la tassa di soggiorno.

e cosa fanno le associazioni di categoria a tal proposito ? niente.

Si proteggono a vicenda senza farsi male ed allora a cosa cazzo servono le associazioni ???
Sistema di potere locale che si sostengono a vicenda senza mai alzare la polvere...
schifo

Perche' allora non la riscuotono direttamente le istituzioni la tassa di soggiorno quando il cliente arriva a chianciano come già succede in altre località italiane, almeno non mettete di mezzo le aziende

Anonimo ha detto...

Stefano anche io penso che condividere le proprie mailing list sia una pessima idea, più che altro per un discorso di inevitabile concorrenza sui prezzi, ma penso anche che i risultati di un azienda ricettiva non dipendano in primis da queste banche dati, ma dal valore del prodotto che offriamo. Non voglio fare esempi ma le attività che frullano producono al massimo un 10% dal commerciale derivante dalla gestione di queste mailing list.
Il risultato del nostro lavoro si materializza con la fidelizzazione di un cliente, quindi penso che rimetterlo nel mercato non sia una buona idea anche perchè, come dici te, pochi sono quelli in grado di intercettare quel mercato ed ancora meno sono quelli che hanno le disponibilità poi per concorrere in quel contesto. La soluzione è un portale di incoming territoriale fatto bene e gestito onestamente e noi per adesso abbiamo solo l'esempio più sbagliato di incoming che possa esistere...il portale dovrebbe offrire la possibilità di prenotare direttamente le strutture alberghiere ed i servizi quali trattamenti benessere, terme escursioni etc ma dovrebbe essere una cosa aperta a tutti con molta offerta e pochi costi di affiliazione, le terme potrebbero avere banche dati ed immagine da sfruttare a pro di tutti ma fino a quando si ragionerà in termini di chianciasi non andremo da nessuna parte. Noi qui offriamo principalmente territorio e terme ma se quest'ultime ricevono i clienti di tutti gli hotel ma poi si fanno l'incoming solo per gli affiliati (a costi indicibili ) il sistema è sleale ed autolimitante.

Anonimo ha detto...

Un avviso a chi è responsabile della viabilità, vigili urbani, assessore ecc. quando si chiude una strada, nel momento via Landi, si predispone una adeguata segnaletica per evitare le manovre di cambio direzione a chi se la trova sbarrata all'improvviso.
Questo si ripete ad ogni chiusura di strada, via Roma, via Di Vittorio ecc, oppure serve a far movimento di auto per far vedere che anche a Chianciano c'è vita?

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 8.09 hai colto nel segno.AC pubblicate come spendete la tassa di soggiorno..su coraggio.
Rocchiiiiiiii............rispondi............

Contributo di soggiorno ha detto...

Mi sembrate un po' ingenui....ma secondo voi renderanno davvero pubblico come vengono spesi i soldi della tassa di soggiorno?
Ma dai via, fate i seri!!!

Qualcosa comunque mi sembra di ricordare:
- tattoo kermesse (ass. cult. Social ink family) € 1.000
- Festa della Musica (collettivo fabrica) € 3.500 + palamontepaschi gratis pari a € 5.000
- Paese di Babbo Natale (proloco)…..vediamo quanto gli daranno
- 6 sportivo (ass. sport. Asd colli etrischi) € 2.000
- bimbi in gioco (proloco) € 1.500
- un area cinematografica – cinema all’aperto al Grand’ Hotel (proloco) € 3.100
- festa figli dei fiori (ass. cult. clancianum) € 3.500
- Clancianum Fest (ass. cult. clancianum) € 2.500
- fiera del pane (ass. cult. clancianum) € 3.000
- uso palamontepaschi per 29 giorni (terme di cianciano) € 30.000
- associazione cult. Centro studi musica e art € 500
- associazione cult. Il canto del vesuvio € 1.000
- chianciano sotto le stelle (centro commerciale naturale) € 10.000
- corto fiction (ass.cult. immagini e suono) € 1.200
- chianciano terme festival (ass. cult. Centro studi Mario Celli) € 2.500
- Concorso street art (vincitori) € 2.700 + spray

Per il momento non mi viene in mente altro però mi sembra già una discreta lista!!!!


MAZZETTI STEFANO ha detto...

25 settembre 2016 19:13.....i pareri sono tutti utili inclusi poco i miei inutili, ma dico la mia in risposta a te, credo che anche senza fare esempi, che al momento non cìè trasversale promozione efficace e professionale è indubbio. Chi fa ora, sia ass o cos o privato, hanno fini statutari o privati, non generalizzati ma specifici quindi lecito e normale non facciano promozione per tutti, e al momento amministrazione direttamente non può, quindi ci vuole chi per essa....ma creare un contenitore univoco , la penso come amministrazione, non puo prescindere da impegno dei singoli e cooirdinamento tra di noi, oltre a questo credo non selezione che è brutto, ma almeno criteri stabiliti da studiare e mettere in atto, su prezzi, servizi, rispetto regole al meglio, per quanto + ci è possibile.......
viene spesso detto me incluso che credo almeno 200,000 euro, che la tassa soggiorno dovrebbe servire principalmente a quello.....ma capisci che per usarla serve chi la usa, chi si propone con progetto finanziabile prima altrimenti a chi dovrebbero dare sti soldi????, sono un rompicoglioni ma anche pratico , piuttosto che dire non finanziano......potrebbe chi ha presentato un progetto e gli è stato risposto che non veniva finanziato dircelo, ........non mi risultano candidature a promozione con progetti seri condivisi e da tutti accettati, quindi??? che devono fare spargere soldi in piazza con un cartello "fateci promozione"?, su come vengono spesi, non lo so, ma nemmeno sono andato negli uffici a chiederlo e verificarlo nei documenti pubblici, che obbligatoriamente riportano delibere, quindi non posso dire non dicono.......posso dire non lo hanno diversamente comunicato e io non ho voluto andare a reperire info nelle sedi dove sono dati.
su come sono stati spesi, beh, qui ognuno di noi, gradendo + una o l'altra cosa ha opinioni legittimamente diverse su uno o altro evento, o altro, a me alcune cose sono piaciute, altre meno, ma nessuna mi ha danneggiato quindi poco mi tocca, quello che mi importa è altro e non viene fatto.....QUELLO SI MI TOCCA!

MAZZETTI STEFANO ha detto...

-su "ente" comune, vendita on line diretta tramite booking engine e c.m., sicuramente interessante, ma chi c'è dentro??, con quali criteri??regole?, e poi, il b.e. dovrebbe essere uno univoco altrimenti ci vuole mutui per pagare servizio,(oltre a non avere senso perchè a quel punto ognuno si fa il suo se vuole), e con b.e. unico, le newletter poi sono generiche del "ente" che se ne occupa, non possono essere personali di uno o l'altro perchè i clienti lasciano atdp a "ente" non al singolo, , quindi come vedi, alla fine si torna a dover pubblicizzare e promuovere un insieme, non i singoli, quelli sono una conseguenza dell'insieme, gli strumenti per contrastare i blasonati be ora ci sono, i portali di comparazione permettono di avere il proprio riferimento personale accanto a loro, ed escamotage per ovviare all'obbligo prezzo univoco c'è, con offerte pacchetti,o altro.....ma il ppc costa per essere visibili in cima e invogliare cliente a pd, quindi uno per tutti, o centinaia insieme personali???? se uno per tutti, perchè non utilizzare im che abbiamo ora, e nota bene, non lista mailing clienti fidelizzati, quella certo no, ma quella è pochissima cosa rispetto all'enormi numeri dei contatti avuti......dato che non costa, perchè non utilizzarli, scusa,,,,,un ente per tutti lo vedi bene e poi la diretta conseguenza di promozione unica e usare quello che gia abbiamo per farlo non lo vedi bene? la differenza è che come dico io si partirebbe con UNA BASE ENORME DI CONTATTABILI, nell'altro dovrebbe partire per farne alcuni per poi utilizzarli cmq genericamente per chi partecipasse....
-oltre a questo, l'unione intelligente pulirebbe un po immagine e ci garantirebbe un po di potere nel trattare con tour.o. vari........e visibilità a fiere del settore...
-ogni parere è importante,ognuno puo avere un idea sfuggita ad altri, ma poi ci vuole di sintetizzarli, ottimizzarli e FARE...ALTRIMENTI NON SERVE A UN CAZZO DISCUTERNE O CRITICARE UNO O L'ALTRO...MANCA O NO STA PROMOZIONE?? ASPETTIAMO MESSIA, O FACCIAMO QUALCOSA??

Anonimo ha detto...

Streeart di che poi magari se voglio rifare la facciata di una casa mi dicono che il giallino non va bene oppure che non posso mettere il fotovoltaico perchè c è il vincolo paesaggistico!! Il muro dello stadio non è ne un opera d arte ne un tributo ai bambini è solo una patacca in un centro storico. Poi vi piace..va bene nessun problema ma non ci facciamo sopra tanta filosofia