e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

giovedì 7 maggio 2020

Primo pacchetto economico per la fase 2 di Chianciano Terme


Queste le misure a favore dell'economia approvate dall'Amministrazione ed annunciate dal Sindaco Andrea Marchetti


"EMERGENZA COVID-19

Mentre tentiamo di lavorare con tempestività ed efficacia contro le difficoltà economiche che hanno colpito la nostra comunità, dobbiamo anche iniziare a pensare al dopo emergenza: alle iniziative e alle modalità per rilanciare, gradualmente, la nostra vita sociale e la nostra economia.
Per questo abbiamo appena approvato un primo pacchetto di iniziative atte a promuovere e ad attuare misure di carattere economico relativamente all’anno 2020, allo scopo di contenere i disagi dell’emergenza e agevolare la più pronta ed efficace ripresa dell’economia locale:

A) MISURE RELATIVE AI TRIBUTI COMUNALI
1.sospensione delle rate dei piani di rateazione delle entrate comunali già concessi, o di nuova concessione, in scadenza nel periodo compreso tra il 12 marzo 2020 ed il 31 luglio 2020 compreso, con conseguente traslazione in avanti del piano di rateizzazione concordato

B) MISURE RELATIVE ALLA OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO FUNZIONALI AD ASSICURARE IL DISTANZIAMENTO SOCIALE IMPOSTO DALLE MISURE NAZIONALI DI CONTENIMENTO DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA IN ATTO
1. sospensione dei canoni Cosap (esclusi passi carrabili) dovuti per l’anno 2020 fino al 31.12.2020. I versamenti riprenderanno in un'unica soluzione entro il 30.4.2021, oppure mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di Aprile 2021
2. esenzione dal pagamento Cosap per nuove occupazioni di suolo pubblico da parte di operatori economici (pubblici esercizi, attività ricettive, attività commerciali, attività artigianali, ecc.) funzionali ad assicurare il distanziamento sociale imposto dalle misure nazionali di contenimento dell’emergenza epidemiologica in atto, ai sensi dell’art. 27 del Regolamento COSAP
3. mercato settimanale: esenzione dal pagamento dell’abbonamento annuale per i mesi/giorni in cui è stato impossibile esercitare l’attività. In caso di avvenuto pagamento anticipato di una rata superiore rispetto al dovuto, sarà previsto il rimborso o il conguaglio con l’annualità successiva
4. utilizzo gratuito di suolo pubblico antistante il fronte dell’attività economica per arredi ed esposizione merce o per la somministrazione, fatta con semplice comunicazione da inviare alla polizia municipale
5. bar, ristoranti e attività di somministrazione in genere: possibilità di chiedere l’occupazione gratuita di spazi pubblici quali marciapiedi, piazze o aree di parcheggio (anche ulteriori rispetto a quelli già occupati), in prossimità o nelle immediate vicinanze dell’esercizio, secondo le modalità stabilite nell’art. 5 del regolamento COSAP
6. possibilità di utilizzo parcheggi di pertinenza e/o pubblici per ampliamento attività o per garantire il distanziamento sociale
7. richiesta installazione strutture temporanee: esonero dalla produzione di fidejussione o cauzione a garanzia dello smontaggio; possibilità di derogare ai limiti spaziali di 30 mq max di superficie e temporali di 300 gg all’anno; possibilità di installazione di strutture temporanee ad uso sportivo e ricreativo anche al di fuori delle specifiche aree con destinazione urbanistica sportiva, purché compatibili con tale uso; azzeramento diritti di segreteria per le pratiche edilizie necessarie
8. sospensione pagamento dei diritti SUAP per pratiche di adeguamento locali e/o spazi esterni per le attività produttive. e commerciali e per la comunicazione dell’adozione del protocollo anti-contagio negli ambienti di lavoro

C) MISURE A SOSTEGNO DELL’EDILIZIA
1. autorizzare il prolungamento della durata delle occupazioni temporanee di spazi ed aree pubbliche per attività edili senza alcun aggravio aggiuntivo a titolo di COSAP rispetto all’importo originariamente dovuto, per un periodo non superiore alla sospensione dell’attività disposta dai provvedimenti di contenimento dell’emergenza epidemiologica

D) MISURE A SOSTEGNO PARRUCCHIERI/ESTETISTI/BARBIERI
1. periodo di apertura dei parrucchieri/estetisti/barbieri 7/7 gg (compresi i giorni festivi infrasettimanali) con orario 07:00 – 22:00"


Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme


Saluti,


Valtubo


PS: VOTATE NEL NUOVO SONDAGGIO PER VOTARE CON SMARTPHONE O TABLET ACCEDERE AL SITO IN MODALITA' WEB!!!

152 commenti:

Anonimo ha detto...

Invece di portare avanti i lavori della "Cittadella dello sport" spendendo ciò che non verrà mai riscosso non era meglio sospendere il tutto è concentrare le risorse per le esigenze più urgenti di sostegno a imprese e lavoratori ed effettuare una promozione turistica come ha fatto siena che per tutto il 2020 ha tolto la tassa di soggiorno, i ticket sui bus per i turisti, i biglietti per visitare i musei cittadini e i monumenti.

Anonimo ha detto...

mah.....che cosa cambierà con queste iniziative non si capisce....sono solo palliative...occupare più suolo pubblico???? Non vengono neanche più i banchi al mercato e neanche nei mercatini ed anche se non gli fai pagare il suolo pubblico ma a chi vendono se non verrà nessuno???Prima si barcollava, ora siamo senza una gamba, domani monchi....

Partito Comunista Sez. Valdichiana Senese ha detto...

SANITÀ' PUBBLICA, CHI L'HA VISTA?

Negli ultimi giorni le uniche parole che si sono sentite ripetere da parte dei media sono state: “l'Italia deve ripartire”.
Tutte parole incentrate sul ritorno alla produzione nei minori tempi possibili anche a dispetto della salute.
A questo proposito si sono esposti "fior fiore" di politici, da Matteo Salvini a Giorgia Meloni fino a Matteo Renzi.

In questo clima di “ottimismo” però l'Italia e chi la governa pare essersi scordata che ad oggi ci sono gli stessi contagi e morti del giorno in cui è stato proclamato il “lockdown” e soprattutto che il governo italiano oltre ad accettare un MES light non ha apportato nessun cambiamento sostanziale per il rifinanziamento della sanità pubblica, i 37 miliardi di tagli negli ultimi 10 anni rimangono tali e non c'è nessuna inversione di tendenza.

Quello che ci vogliono far passare è che adesso, con la fase 2, il pericolo sia finito, ma non è così e se si tornasse a una situazione come quella di metà marzo, la sanità pubblica italiana si ritroverebbe di nuovo al collasso.

Serve immediatamente un rifinanziamento serio e cospicuo per la sanità pubblica, appellare i medici e il personale ospedaliero del termine EROI suona solo come una presa per i fondelli.

Partito Comunista Sez. Valdichiana Senese ha detto...

LE PARTITE IVA PROTESTANO, GLI SCIACALLI NE APPROFITTANO
I commercianti in diverse parti della nostra regione sono scesi in strada, giustamente imbestialiti, per denunciare le condizioni del loro disagio economico creato dal virus e amplificato da questi decreti che hanno tutelato solamente i grandi interessi.
Hanno tentato di cavalcare la protesta (invano) alcuni personaggi dell'opposizione, e cercando di intestarsi le istanze del piccolo commercio si sono precipitati in piazza nonostante questo tipo di manifestazioni, in genere, sono dichiarate apolitiche.
In alcune di esse, oltre ad essere presenti alcuni consiglieri comunali, chi in doppia veste per il possesso della partita IVA, chi come capogruppo addirittura con al seguito responsabili nazionali provenienti dal nord, appena terminata la protesta sono arrivati gli spot pubblicitari dalle pagine della Lega che ritraevano gli stessi in prima linea.
Noi, come Federazione Regionale Toscana del Partito Comunista, non abbiamo partecipato - seppur sollecitati da nostri iscritti - proprio perché erano state dichiarate manifestazioni “apolitiche ed apartitiche” dagli stessi organizzatori, ed abbiamo quindi rispettato questa scelta, anche se dobbiamo rilevare che ogni qualvolta si annuncia spontaneismo poi spuntano sorprese per niente imprevedibili.

Partito Comunista Sez. Valdichiana Senese ha detto...

segue...
L’assedio ai Comuni (in qualche caso) è difatti figlio di questo tentativo strumentale ed in parte illogico; più ovvio sarebbe stato andare in Prefettura, che rappresenta lo Stato, considerando la reale possibilità di incidere nella gestione economica di un territorio di un'amministrazione. Anni di politiche di svendita della sovranità decisionale all'Europa e alla finanza, nonché di obblighi di pareggio in bilancio - che tutti questi partiti hanno avallato - non lasciano infatti troppi margini alle amministrazioni locali, le quali oggi non possono non rispondere come ha fatto qualche sindaco dicendo che i soldi annunciati dal governo “devono arrivare” mentre la gente imbestialita fa gli abbaioni.
Sta qui il capolavoro della strumentalità, nel trasformare lo schiacciamento del piccolo commercio voluto dalle logiche capitaliste, in protesta contro il Comune nell'ottica di guardare il dito per nascondere la luna che c'è dietro.
Nel gioco delle parti di questa soap si possono notare tutte le contraddizioni delle cordate interessate. I Cinque Stelle, ex alfieri dei commercianti e della piccola impresa, oggi sono al governo, e mentre in altri paesi si concedono soldi a fondo perduto (anche Patuanelli ha ammesso di doverci pensare ora...), in Italia il Governo si è genuflesso solo a Confindustria e alle produzioni “essenziali” (come gli F35...) - mai interrotta - ed ha abbandonato la piccola impresa ed il commercio, concedendo solo prestiti a bassi tassi di interessi che ad ogni modo debbono essere restituiti. La Lega e Fratelli d’Italia invece dovrebbero ricordare a queste persone che se venisse applicato il Decreto Sicurezza i manifestanti rischierebbero fino a 6 anni di reclusione e 4000€ di multa per blocco stradale, voluto proprio da Salvini per stroncare le proteste della TAV e non solo. Inoltre in questi giorni alcuni politici della destra a livello regionale si sono lamentati per la troppa gente in giro a discapito dei commercianti che chiedono invece di riaprire (la democrazia è un valore a fasi alterne).
I diktat europei di mercato, la gabbia per la quale si decide di che morte morire, se svendendo il proprio patrimonio o se finanziandosi in debito dando ancora più controllo agli istituti bancari esteri, sono i veri responsabili di questa crisi. Inutile fare finta di niente per fare show locali, il problema rimane il sistema che viaggia su binari mai messi in discussione.
Il pericolo per questi commercianti, ripetiamo giustamente preoccupati dalla situazione, oggi è quello di finire sul lastrico, ma se questo avverrà potranno ringraziare le politiche neoliberiste intraprese dai vari governi negli ultimi vent’anni, le stesse che hanno portato alla desertificazione dei centri e dei quartieri per favorire la grande distribuzione, sostenuta a colpi di precariato, e la logica della privatizzazione dei servizi per la quale oggi è impossibile anche bloccare il pagamento delle utenze. Il ceto medio si è proletarizzato perché il capitalismo non lascia scampo, il piccolo viene sempre mangiato dal grande per un processo naturale, e nel momento di crisi, nessuno pensa a salvare i commercianti e la piccola impresa, nemmeno i Cinque Stelle che promettevano il microcredito attraverso i soldi che avrebbero reso (salvo truffe di false restituzioni). Tutti sono rimasti chiusi aspettando le 600€ mentre Confindustria decideva autonomamente cosa fare a discapito di quanto annunciava il Presidente del Consiglio.
Nessuna di queste forze politiche ha soluzione concreta quindi e mira solo ad una strumentalizzazione elettorale. Noi abbiamo rispettato le volontà degli organizzatori che adesso debbono spiegare ai commercianti che sono imbestialiti da queste strumentalizzazioni a cui sono stati sottoposti tutti quelli che erano presenti ma che non tollerano certi “cappelli politici”.

E' IL SISTEMA CHE VA SCONFITTO!

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 08.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 17.30 di oggi 08.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 3 (tre)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 4 (quattro)

Alla data odierna sono scaduti n. 47 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 3 (tre)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 3 (tre)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 4 (quattro)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 47

Anonimo ha detto...

Mi permetto di consigliare al Sindaco Marchetti e all'assessore Rocchi di non dimenticare che Chianciano si chiama ancora Chianciano Terme e vive SOLO di TURISMO, qualora se lo fossero completamente dimenticati a causa dei mille problemi portati dal maledetto virus Covid 19 .
Pertanto vorrei ricordargli che in questo periodo un Comune, che pensa di poter ripartire e affrontare la stagione turistica(anche se purtroppo sarà devastante per l'economia),sarebbe il caso di approfittare delle belle giornate per rendere il nostro Paese più accogliente possibile con una manutenzione (SOPRATUTTO PULIZIA ) delle strade, marciapiedi,parchi,piazze ecc , in modo accurato e accogliente da limitare i danni o quantomeno da non far apparire Chianciano Terme come un Paese in completo abbandono senza un minimo di speranza .
Penso inoltre che i soldi che spenderanno per la "Cittadella dello Sport" sarebbero stati spesi molto meglio per una manutenzione di quello che già abbiamo e che dobbiamo assolutamente mantenere nelle migliori condizioni .
Questo, a mio avviso ,sarebbe un modo serio di operare da parte di chi ci amministra .
Buona giornata .

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 09.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 17.30 di oggi 09.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 3 (tre)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 4 (quattro)

Alla data odierna sono scaduti n. 47 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 3 (tre)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 3 (tre)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 4 (quattro)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 47

Anonimo ha detto...

Riaprire la fonte del vivooooooooo svegliaaaaaaaaaaaa

Anonimo ha detto...

Se si potesse ripartire a luglio, come detto da anonimo delle 11,04 ci rifaremo trovare impreparati come al solito con strade e piazze devastate,piene di buche e lastre rotte,pulizie carenti dappertutto.
Ancora non si vuol capire che il turista valuta il ritorno a Chianciano per le stagioni successive in base alla situazione che trova, e noi non siamo certamente messi bene.
Questo è un invito ad utilizzare i soldi risparmiati dall'acquisto del Palabruco per dare una buona sistemazione a Chianciano necessaria ora più che mai

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Rispondo alle varie richieste che mi sono arrivate in questi giorni, tutte riguardanti lo stesso argomento. Stiamo parlando della sentieristica di Chianciano ma non solo.
Non avendo partecipato agli incontri, non posso prendere una parte, ciò che invece posso fare è dire come io avrei gestito la cosa.
Primo passaggio è capire se siamo tutti convinti che la sentieristica possa rappresentare per Chianciano, quello che le piste da sci rappresentano per una destinazione di montagna, se è quindi un elemento in grado di richiamare e soddisfare le aspettative di un target amante di Mountain Bike e passeggiate escursionistiche e se inoltre abbia la forza per poterci costruire un relativo marketing promozionale.

Essendone personalmente convinto, la successiva cosa da fare è mettere a sedere quelle associazioni chiancianesi che per sport o divertimento percorrono quei sentieri da sempre, partendo dall’associazione delle Mountain bike che ha scoperto, in parte tracciato e manutenuto questi sentieri per quasi 20 anni, fino ad arrivare a chi da anni li utilizza per lavoro (elemento questo molto importante per capire il livello di soddisfazione del cliente e i feedback rilasciati dallo stesso, fondamentali per elaborare le varie strategie di marketing).

Di certo la sentieristica (che va integrata con quella del territorio) ha bisogno di essere indicata, proprio come le piste da sci, con colori per la difficoltà o con numeri e nomi per permettere all’utente di sapere sempre dove si trova e come tornare al punto di partenza, dunque chiederei a tutti di procedere ad una mappatura che sia integrata anche alla segnaletica presente nel paese, questo perché un turista uscendo dal proprio albergo, deve già essere guidato.

Sempre insieme allo stesso gruppo di lavoro, valuterei le modalità e la cadenza per la pulizia dei sentieri in modo da poter fare una quantificazione economica e una relativa programmazione della stessa manutenzione.

Ultima cosa, proprio come avviene in montagna con i maestri di sci, cercherei di capire se tra chi lo fa di lavoro e le associazioni, ci sono persone dotate di patentino, disponibili (a pagamento ci mancherebbe) a fungere da “maestri dei sentieri” sia per chi vuole essere accompagnato a piedi che in bicicletta.

Questo, scritto per titoli è quello che farei, se l’Amministrazione si è mossa con questa procedura, non ci trovo niente da dire.

Anonimo ha detto...

Dunque se ho capito bene i promotori,i grandi conoscitori del nostro territorio sono coloro del percorso spacciato per diabetici che parte dalle piscine theia.
Un percorso tenuto male con zero manutenzione se non per il fatto che noi chiancianesi veri conoscitori ci passiamo tutti i giorni.
Venderlo per toccasana per i diabetici poi una follia visto l'impervia di molti tratti....
Tanti sono li sportivi chiancianesi di bici o corsa titolati a parlare di sentieri ma si cercano sempre soluzioni creative. Del resto questa è la prassi di questa amministrazione. Babbo natale montepulciano gestito e ideato da locali noi per un mega flop siamo andati altrove.
Boh...e poi scusate ma qua come al solito e mi rivolgo anche a te paolo si sposta l'attenzione su quella che è la priorità assoluta e cioè ridare un minimo di decoro urbano. Tutto il resto viene dopo e di cornice altrimenti continuamo a mettere cerotti. Inutile incorniciare con cittadelle del calcio e sentieristica un quadro di totale abbandono. Oggi anche un giardino o un aiuola fiorita o un marciapiede sistemato vale molto di più di qualsiasi altra cosa.
Facciamoci sempre la stessa domanda ma noi soggiorneremmo nel nostro paese oggi? L'offerta nel territorio che ci circonda è ampia e noi non possiamo andare con la fionda quando gli altri hanno il fucile.
La gente vuole il bello e il decoro a 360 gradi.
La nuova fiorita bella e confortevole chianciano, pulita ospitale con le sue terme ben tenute e dai tanti trattamenti.
Sennò non se ne esce.....i soldi devono andare tutti in questa direzione.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 10.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 17.00 di oggi 10.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 3 (tre)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 49 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 3 (tre)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 3 (tre)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 49

Anonimo ha detto...

Continua la "beneficenza show", dopo il lodarsi di Paolo Piccinelli ecco il momento della "scheffa" Giulianelli che, non una ridicola miss da cuoca si fare un book fotografico con tutte le autorità (mancava solo CONTE e MATTARELLA) per 4 cartoni di pasta. Per quello che c'è da vedere poteva benissimo mettere un paio di pantaloni da cuoco.

Anonimo ha detto...

10 maggio 2020 18:49

Scheffa ? Che cosa vuole dire ?

Anonimo ha detto...

Albergatori di chianciano ma in tutto sto casino che dite? Continuate a farvi segare le gambe della sgangherata sedia dove siete seduti? Continuate a farvi prendere in giro? Vabbè che storia nostra insegna che avete sempre accettato tutto nel bene e nel male l'importante è sempre stato non aguzzare l'ingegno. In pratica l'opposto dell'imprenditoria. Bravissimi solo a fare i padroncini e la voce grossa con i poveri lavoratori e a pocciare ciò che la politica gentilmente vi regalava.

Agenziaimpress.it ha detto...

Coronavirus. I comuni termali della Toscana alla Regione: «Servono misure urgenti per far ripartire il settore»

«Servono misure urgenti per far ripartire il settore termale». A scriverlo i Comuni Termali della Toscana in una lettera indirizzata al presidente della Regione Enrico Rossi e all’assessore regionale del turismo, Stefano Ciuoffo, all’assessore regionale all’ambiente e difesa del suolo Federica Fratoni.

Minori entrate a causa del Coronavirus L’impatto del coronavirus sta creando gravi difficoltà di bilancio in questi Comuni a causa delle minori entrate su servizi legati al turismo, con riflessi immediati di tipo economico, sociale e occupazionale, per questa ragione i sindaci dei Comuni termali della Toscana debbono assolutamente poter tornare a programmare azioni che permettano da un lato di garantire la salute dei cittadini e dall’altro la ripresa economica, ed è per questo che chiedono alla Regione gli strumenti per poterlo fare. Il turismo è il settore maggiormente colpito dall’emergenza sanitaria legata al Coronavirus ed è per questo che occorrono misure straordinarie per tutta la filiera. Gli stabilimenti termali, al pari di quelli balneari, hanno bisogno di grande attenzione e pianificazione. In ballo ci sono migliaia di posti di lavoro. Non riaprire un centro termale può generare la non ripartenza di un intero territorio e questo avrebbe delle conseguenze devastanti.

Tavolo ad hoc Per questo nella lettera congiunta chiedono quanto prima l’istituzione di un tavolo ad hoc al quale possano partecipare insieme alle Istituzioni e alle competenti strutture regionali, anche le competenti associazioni di categoria come Federterme.

I firmatari Il sindaco del Comune di San Casciano dei Bagni, Agnese Carletti; il sindaco del Comune di Chianciano Terme, Andrea Marchetti; il sindaco del Comune di Monsummano Terme, Simona De Caro; il sindaco del Comune di San Quirico d’Orcia, Danilo Maramai; il sindaco del Comune di Montepulciano, Michele Angiolini; il sindaco del Comune di Rapolano Terme, Alessandro Starnini; il sindaco del Comune di Sorano, Pierandrea Vanni; il sindaco del Comune di Castiglione d’Orcia, Claudio Galletti; il sindaco del Comune di Manciano, Mirco Morini; il sindaco del Comune di Montecatini Terme, Luca Baroncini; il sindaco del Comune di Bagni di Lucca, Paolo Michelini; il sindaco del Comune di San Giuliano Terme, Sergio Di Maio.

Anonimo ha detto...

Credo che con "Scheffa" virgolettato che volesse dire chef al femminile

Anonimo ha detto...

Ma si facciamo i tavoli....Quanti tavoli si fanno in Italia e nella migliore delle ipotesi si ottiene qualche piccolo finanziamento o fondo ignorando nella fattispecie come tutte le terme nominate per esempio abbiano caratteristiche problemi ed esigenze diverse.
Tornando a Chianciano stop a tutte le spese e progetti che non siano interventi per il decoro urbano ordinario e straordinario con tutti i fondi possibili pubblici e privati. Il giorno che vedremo buttare giù la prima catapecchia e al suo posto un giardino fiorito o un orto urbano vorrà dire che avremo capito qualcosa.

Anonimo ha detto...

Regaliamo volumi e terreni pertinenti alle aziende agricole del territorio che in cambio di demolizioni e riqualificazioni avranno una tax free per 5 anni e la costituzione di un marchio di qualità garantito dal comune per i prodotti a km 0 che verranno prodotti.

Anonimo ha detto...

Dai aspettate ancora un po', a breve la cittadella dello sport porterà tanti flussi turistici

Unknown ha detto...

Questa sera ore 20.30 torna su #Teleidea a #TerrenoComune Nicola Bettollini
Partito Comunista - Valdichiana Senese
#Fase2 - Economia - Lavoro e lavoratori - temi locali e non solo.
In TV al canale 190 per tutta la Toscana e in diretta anche da questa pagina Tele Idea - Emittente Televisiva. Per quanto riguarda le Terme riteniamo altresì urgente
una politica attiva di rilancio delle cure idropiniche e fango-balneo-terapiche, vero volano socio-economico delle realtà termali regionali in special modo a Chianciano Terme e Montecatini Terme.
La cura termale è un diritto sanitario, non un mercato, e l’aspetto “benessere” non sopperisce alla difficoltà economiche e sociali che si registrano, per esempio, attualmente nelle due città di cui sopra.
Urge un forte intervento pubblico e non una “svendita” di un bene primario e
fondamentale ad un soggetto privato.
Il sistema pubblico deve prima di tutto tutelare la risorsa termale, controllando lo stato della stessa, sono anni, se non decenni che non viene fatto, chi ci dice che le falde non siamo vicine al punto di non ritorno? La Regione Toscana è negligente, il sistema è negligente, aspettiamo risposte alla nostra lettera inviata all'Assessore Fratoni ma intanto la popolazione ha diritto ad essere informata.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 11.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 17.00 di oggi 11.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 3 (tre)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 49 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 3 (tre)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 3 (tre)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 49

Anonimo ha detto...

A Chianciano non verrà più nessuno ma se ci riuscirà ad arrivare al castagnolo evitando le buche e le cacche dei cani sai che tornei di calcetto che faremo!!!!

PD di Chianciano Terme ha detto...

PARTITO DEMOCRATICO CHIANCIANO TERME

Democrazia sospesa

Finalmente ci siamo ???
Forse perché non ne potevano più fare a meno, dopo molte richieste e sollecitazioni, SEMBRA che il Consiglio Comunale tornerà a riunirsi a breve, come è già stato fatto in tutti gli altri Comuni della zona.
Quello che appare lampante è la mancanza di volontà della maggioranza per un confronto con la minoranza e con la Città. Il lavoro dell’Amministrazione comunale, in questa fase, oltre che la gestione dell’ordinario, dovrebbe avere una funzione aggregante e tranquillizzante per i cittadini e le categorie economiche per cercare di minimizzare le grosse problematiche che abbiamo, ora amplificate dal virus.
Proprio perché la crisi è ormai ventennale non possiamo permetterci di uscirne come ci siamo entrati ma lavorare tutti insieme, amministrazione, cittadini, forze politiche, imprenditori per una rinascita di Chianciano Terme.
Come PD abbiamo fatto proposte, di cui alcune per l’emergenza sono le stesse deliberate dalla Giunta, appoggiamo quelle della lista “Insieme per Chianciano”, abbiamo dato disponibilità al dialogo ma ogni forma di fattiva collaborazione, per superare insieme il momento, è stata negata (snobbata si potrebbe anche dire) perché siamo di fronte all’impermeabilità delle posizioni della maggioranza. L’ Amministrazione sembra essere arroccata in un fortino dove pochi comandano (forse un triumvirato …) a scapito di tutto il Consiglio Comunale.
Le analoghe disponibilità, proposte e richieste di convocazione della Conferenza dei Capigruppo e del Consiglio Comunale fatte da Insieme per Chianciano si sono fino ad oggi ugualmente perse nella nebbia.
Chiediamo allora che nel Consiglio Comunale si torni a parlare e si formalizzi la Commissione Terme, come richiesta nell’ultimo Consiglio comunale pre-virus e come deciso nell’assemblea pubblica al Teatro Caos e fatta propria dal Sindaco.
Si faccia quel Tavolo di crisi proposto da vari soggetti chiancianesi.
Si mettano in campo alcune iniziative per il turismo dopo aver verificato insieme le fosche previsioni che ci stanno davanti.
In assenza di proposte da parte dell’Amministrazione si prenda in considerazione l’interessante progetto “Destinazione Chianciano” presentato da Insieme per Chianciano.
Crediamo sia il tempo di trovare una strategia diversa e condivisa per il bilancio comunale che rischia di portare in bancarotta la Città.
Torniamo a ribadire, in questa situazione economica così drammatica, l’utilizzo degli ormai “famosi” 2 milioni, che da svariati anni dovrebbero essere utilizzati al Parco Fucoli, per opere di sistemazione della Città e riordino del degrado urbano. Non possiamo correre il rischio che vengano reincamerati nel bilancio regionale. Per un loro utilizzo sicuramente più necessario e confacente ai bisogni di Chianciano Terme siamo disponibili ad un’azione comune verso la Regione Toscana che si è sempre dimostrata attenta ai nostri bisogni.

Chianciano Terme, 10/05/2020

Federalberghi Toscana ha detto...

Federalberghi Toscana: “Per la ripartenza è in corso il dialogo con la Regione”

Il Presidente Daniele Barbetti precisa che sul piano della ripartenza turistica è in corso l’interlocuzione con la Regione Toscana e che le strategie andranno definite di comune accordo

Federalberghi Toscana precisa che sono in corso le interlocuzioni con la Regione Toscana per quanto riguarda il piano di ripartenza turistica. Gli operatori del settore sono pronti a fare la loro parte per garantire le adeguate misure di sicurezza, ma i protocolli devono essere definiti in modo condiviso.



In merito alle anticipazioni diffuse dalla Regione a mezzo stampa, infatti, si precisa che i tavoli di lavoro sono ancora in corso e i contenuti non ancora pienamente definiti.



“Nessuno vuole andare in vacanza in un albergo che assomiglia a un ospedale e quindi nei protocolli per il settore ricettivo è fondamentale saper conformare la sicurezza e con la sostenibilità – commenta il Presidente Daniele Barbetti – Siamo pronti come sempre a fare la nostra parte e stiamo interloquendo con la Regione Toscana per definire i protocolli più adatti alla situazione straordinaria che stiamo vivendo. Non si capisce pertanto il motivo di anticipare sulla stampa elementi non ancora condivisi e linee guida non ancora definitivamente concertate. Già da alcuni giorni abbiamo inviato alla Regione la nostra proposta di protocollo “Accoglienza Sicura”, condivisa a livello nazionale da tutte le associazioni di categoria del settore ricettivo. Già altre Regioni, nostre competitor, l’hanno implementata e il nostro auspicio è quello che la stessa sensibilità ci sia anche da parte della Regione Toscana.”

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 12.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 17.30 di oggi 12.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 2 (due)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 50 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Con l'ufficialità del secondo tampone negativo, oggi registriamo il quarto nostro concittadino ufficialmente e definitivamente guarito dal Covid-19.
Adesso, mantenendo le dita incrociate, attendiamo che possano presto arrivare le stesse notizie per gli altri due concittadini ed anche la scadenza dei due isolamenti domiciliari correlati ad uno dei cittadini recentemente guariti.
Ad oltre una settimana dall'avvio della cosiddetta Fase 2 caratterizzata principalmente da un "allentamento" delle restrizioni, per la discesa della curva epidemiologica saranno decisivi - in relazione al comportamento tenuto da ciascuno di noi - i prossimi 7/10gg.
Auspichiamoci di aver fin qui tutti interpretato in modo responsabile e pertinente (e soprattutto continuiamo a farlo) le direttive impartite da DPCM ed ordinanze regionali; è questo infatti l'unico modo per uscire quanto prima dall'emergenza.
Ci siamo quasi. Non molliamo.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è pertanto il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 4 (quattro)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 2 (due)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 50

Partito Comunista Toscana ha detto...

BASTA GOVERNO ROSSI-PD!
VOTARE SUBITO!
Non vogliamo concedere al governo Rossi un solo giorno in più, visti i danni che ha seminato in tutti questi anni.
E' necessario andare a votare il prima possibile, altro che ad Autunno! Se ci dicono che possiamo andare a lavorare (almeno in alcuni settori), se ci dicono che possiamo utilizzare alcune tipologie di locali pubblici, possiamo benissimo andare anche a votare!
In 20 anni, tra assessorato e presidenza della regione, Rossi è riuscito a distruggere la sanità in Toscana portando avanti la stessa linea delle altre regioni governate dalla destra.
La Toscana ha bisogno di un cambio radicale e immediato ora che si è capito l’importanza di una sanità pubblica, forte, gratuita, capillare.
Non possiamo rischiare di andare al voto in autunno, con il rischio concreto di una nuova esplosione di COVID-19 grazie alle infelici decisioni da parte del governo durante tutta la fase 1 e grazie alla regionalizzazione della fase 2, con il rischio concreto di rimandare così all'infinito le elezioni regionali e con l'impossibilità di mandare a casa coloro che hanno distrutto sanità pubblica.
Come Partito Comunista esigiamo che sia data la parola ai lavoratori e a tutti i cittadini della Toscana.

sergio ha detto...

Un momento di riflessione:

ho seguito su Teleidea l’intervento di Paolo Piccinelli e quello di Nicola Bettollini. Il primo a parlare di rilancio che ritengo utile e propositivo. Il secondo tra le varie cose che ha detto più o meno condivisibili, si è soffermato su un aspetto che ritengo determinante per il nostro territorio: la lettera inviata alla Regione con la richiesta di sollecitare l’ente territoriale ad una necessaria verifica sullo stato della falda termale. Perché è condivisibile questa richiesta ? La nostra comunità per esempio , non si può permettere in un momento di crisi così profonda, di indebitarsi ancora per un tanto auspicato rilancio, quando non sappiamo nemmeno quanta acqua abbiamo. Quanto durerà ? I documenti della Regione non ci forniscono questa risposta.

L’ Arpat per esempio effettua ogni 3 anni un monitoraggio (ultimo dei quali 2016/2018) sulla qualità della falda sotterranea ( tra l’altro di “qualità scarsa nella falda profonda della Chiana e originata da stress quantitativi”), ma mai sulla quantità.
Pertanto il rilancio è sì doveroso, ma sono soldi buttati via se prima non si conosce lo stato della nostra falda e non solo. E’ solo propaganda elettorale e si offende l’intelligenza degli elettori.

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Convocato il Consiglio comunale di Chianciano Terme per lunedì 18 maggio

La seduta sarà in diretta streaming alle 21 ed il pubblico può seguire da casa

Riprendono le sedute del Consiglio comunale di Chianciano Terme che si era riunito l’ultima volta lo scorso 25 febbraio con una novità; la seduta si svolgerà in diretta streaming, dando così la possibilità, a quanti lo desiderano, di seguire i lavori in diretta da casa propria. Il Consiglio comunale è stato convocato per lunedì 18 maggio alle ore 21,00 (in prima convocazione).

Tra gli argomenti all’ordine del giorno: tre ratifiche di variazione del Bilancio di Previsione 2020/2022; la modifica al programma biennale degli acquisiti di beni e servizi per il periodo 2020/2021; la modifica del programma triennale lavori pubblici 2020/2022 ed dell’elenco annuale dei lavori per il 2020; l’approvazione del progetto di ampliamento e ristrutturazione del capannone artigianale della ditta Santoni di G. & S. Santoni s.n.c.; la modifica al Regolamento comunale per realizzazione strutture temporanee per attività commerciali. Inoltre, si discuterà dell’ordine del giorno presentato dal consigliere comunale Paolo Piccinelli del Gruppo consiliare “Insieme per Chianciano Terme” in merito all’istituzione di un tavolo di crisi finalizzato al confronto, tra Amministrazione comunale, consiglieri comunali dell’opposizione e categorie economiche di Chianciano Terme, finalizzato ad individuare interventi a difesa del tessuto sociale ed economico e sulla visione strategica di medio e lungo termine conseguente all’emergenza sanitaria da COVID-19.

Il pubblico potrà seguire i lavori della seduta del Consiglio comunale di Chianciano Terme in diretta streaming, collegandosi alla piattaforma Meeting di Avaya, resa disponibile dal Consorzio Terre Cablate di Siena per la diretta streaming dei Consiglio comunali di vari Comuni della provincia di Siena e dove vengono conservate anche le registrazioni in un archivio dedicato. Il link per seguire la seduta del Consiglio Comunale di Chianciano Terme, il prossimo 18 maggio 2020, alle ore 21, è il seguente: https://meetings.avaya.com/portal/tenants/914007641/recording/?ID=672624d5-598c-4a81-a743-8b79f8433376
Per seguire digitare il seguente PIN: 1805

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 Emergenza Covid-19
🟢 Riapertura “Centro di Raccolta”
🔴 Sospesa consegna sacchi

Si informa la cittadinanza che da Lunedì 18/05/2020 – adottando tutti gli adempimenti previsti dalle procedure in sicurezza e dal regolamento di accesso - sarà riaperto il Centro di Raccolta in Loc. Cavernano, struttura relativamente alla quale il gestore SEI Toscana ha già attivato tutte le operazioni di pulizia e sanificazione per garantire l’accesso in sicurezza da parte degli utenti.

Nel comunicare che l’orario di accesso sarà quello ordinario

LUN – GIOV - SAB dalle ore 9.00 alle ore 13.00
MAR - VEN dalle ore 14.00 alle ore 17.30

si informa che rimangono ancora SOSPESE le operazioni di consegna sacchi all’interno della struttura per le quali è stato attivato il servizio di consegna a domicilio mediante richiesta tramite numero verde 800 127 484.

Infine, con scopo di limitare il rischio assembramenti, fintanto si raccomanda non cesserà l'emergenza sanitaria, di recarsi al Centro di Raccolta esclusivamente per motivi di necessità, rimandando i conferimenti non urgenti.

federico cognome ha detto...

la governate voi la regione Bettolini? ma fate qualcosa per chi ha bisogno invece di passare le giornate a scrivere roba da primo novecento, ormai non ci crede + nessuno! l' analisi marxista, se non tiene conto del contesto storico, è roba da annali!

eppure ci sono stati i Quaderni Piacentini, c' è stata tutta la stagione di Althusser e Deleuze, oggi di Pinker, insomma ne è passata di acqua sotto i ponti dal Manifesto di Marx.

o studiate e vi mettete al passo coi tempi oppure fate solo il gioco del nemico.

mi dite che senso ha fare battaglie novecentesche nel 2020? pare più il discorso di una setta oggi, chè di un partito! se non ci siete riusciti con il PCI di Berlinguer, mi dite dove volete andare oggi? almeno prendete le fionde e fate la rivoluzione, hai visto in Cile, pur essendo una lotta novecentesca gli hanno buttato giù ogni cosa, fate gli espropri, prendere il treno gratis, come abbiamo fatto noi altri per anni ma smettetela di rompere le palle con il partito comunista perchè siete fuori dalla storia e fate il gioco del nemico.

volete fare come fassina? giocare allo stato nazione per consegnarlo alla peggior destra, ma mettetevi una mano sulla coscienza e con umiltà guardate al vostro tempo, è finita la stagione delle rivoluzioni proletarie! quella società non esiste +, oggi comandano le industrie tecnologiche e l' imperialismo dei droni, come pensate di cambiarla 'sta cosa? con lo sciopero generale di soreliana memoria? il comunismo così come lo pensate voi è morto sepolto!

diceva Luigi Pintor che una forza " è rivoluzionaria e semplicemente democratica in senso proprio solo se è rivoluzionario o semplicemente democratico il modo come si sostiene, come si organizza, come vive. "

la lotta oggi è per cambiare il modello di sviluppo, per lasciare una società e un mondo migliore a chi verrà dopo di noi, non per l' egemonia politica o quella culturale, c' é talmente tanta confusione nella testa dei giovani che Gramsci per la maggior parte, è il nome della piazza degli autobus, a Chianciano.

è solo con l' esempio che si può combinare qualcosa o con il sabotaggio, visto che non siete in grado di fare niente di tutto ciò, risparmiateci almeno i comizi quotidiani, vi votano solo i vecchini de Le Piazze, proprio perchè vivono fuori dal tempo.

ti ci vorrei vedere te a fare il presidente di Regione, a nazionalizzare di pappa al pomodoro e la trippa alla livornese.

come sai sono anni che cerco di farti capire, vis a vis, ma non sei in grado di ragionare sulle cose, parli solo di padroni e di lavoratori, ma anche te fino a ieri eri un padrone! siamo in Europa e nei nostri licei si passano ancora le giornate a studiare il greco antico e il latino, invece che le letterature comparate, si studia la filologia come nel settecento.

ci sono dei professori giovani nei licei che sembrano usciti dal museo delle cere, usano una terminologia da Labriola, rompono ai ragazzini con l' ente, l' essere e il contraente, l' oggetto e il soggetto...ancora! è questo che va cambiato, i giovani devono capirlo il tempo in cui vivono non affidarsi ai blog, a facebook o alla fenomenologia!

Fate lotte per loro, fategli corsi di lingue, impegnatevi con i migranti ma smettetela di rompere con il comunismo, perchè voi siete quelli che pur di comandare ammazzano, da sempre. oppure...affilando la lama ai tempi nostri mi prendete in giro perchè spingo per un mondo più pulito, dove si vada anche in bicicletta!

(continua)

federico cognome ha detto...

te, con 'sta testa, saresti in grado di bruciarti anche quella nicchia di turismo, per due anni la Tirreno-Adriatica è passata di qui e quest' anno, sempre che lo facciano, il Giro partirà da Siena, e pensi che tutto questo sia merito delle lotte del partito comunista di Chianciano? ma perpiacere! siete a traino anche voi, idee vere zero!

perchè pensi sia morta tutta quella gente al nord? te lo dico io: per colpa del lavoro e dell' inquinamento che produce, te dovresti ringraziare Dio ogni giorno di vivere in Toscana.

vi conosco, con le parole distruggete tutto per poi poter dire che fa tutto schifo, grazie al cavolo! così sono buoni tutti a fare politica, per cosa poi? per racimolare 100 voti per paese e regalarli alle destre? accendete il cervello, così siete funzionali ai peggiori.

ps. non mi rispondere con un comizio perché non ti leggo, non mi rispondere neanche criticando l' Europa perchè te non sai neanche come è fatta!

Anonimo ha detto...

Per Federico cognome
Non ti preoccupare, tanto Bettolini è solo fumo e niente arrosto.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 13.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 14.30 di oggi 13.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 2 (due)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 50 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 4 (quattro)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 2 (due)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 50

federico cognome ha detto...

e, prima che paolo mieli tiri ancora bordate a caso, facendo uscire di testa quella grande persona che è ' i Cardini '; gandhiji è stato ammazzato dalla destra nazionalista, quella filo-nazista. aivoglia a dire che fu entusiasta delle galline di donna Rachele!

io però ho lavorato per la branca Vinobiana del movimento di disobbedienza, Vinobaji era un kropotkiniano, il più grande che l' India di quegli anni abbia avuto.

Gandhiji invece era un mazziniano, attento all' igiene, la più grande rivoluzione che fece fu quella di dare un cesso ad ogni famiglia, spiegandogli che se lo sarebbero dovuto pulire da soli. la seconda fu che scrisse la prima autobiografia della storia della letteratura indiana, nessuno prima di lui si era permesso di scrivere di sé.

l' India è tipo una democrazia di un miliardo e trecento milioni di persone, pare estremamente coraggioso parlarne come se si parlasse di Chianciano ma va bene lo stesso, l' importante è che la smettiate di spendervi i soldi degli albergatori per le cene, come ha fatto notare ogni tanto il Mazzettone.

Gandhiji era per la frugalità e le tovaglie bianche in piazza le avrebbe accettate solo se fossero state cucite da lui!

Nicola Bettollini ha detto...

Viva la sincerità.....L'odio corre sul filo, una violenza verbale che neanche il peggior nemico....complimenti! Va bene comunque, prenditela pure con me, se ti risolve i problemi ma il sistema non cambierà....ci odi, però critichi il sistema ma non proponi nulla, mi pare fai confusione. Noi almeno ci proviamo, ho sempre rispettato le tue idee, parlando faccia a faccia, non capisco tutta questa rabbia dalla tastiera, forse perchè è più facile.....Non starò a ripetermi, però ti dico di prendertela con chi di dovere ma forse è più difficile, ci si deve mettere la faccia....L'azienda lo avuta anche io ma non abbiamo mai affamato nessuno, te lo possono dire tutti e non facevamo di certo i padroni (quelli seduti, buoni solo ad incassare), lavoravamo tutto il giorno. Mi dispiace solo aver perso il contributo di tanti lavoratori che tenevano in piedi l'azienda....Buona serata e se ti rode il fegato vai a bere un bel bicchiere d'ACQUA SANTA...se ancora c'è...

federico cognome ha detto...

ti ci manca un' acca Nicola!

io c' ho provato a parlarvi, a consigliarvi in faccia, se non è vero negalo qui.

federico cognome ha detto...

non propongo nulla? rabbia da tastiera? prendermela con chi di dovere? ma che cazzo dici betto?

ma lo leggi quello che scrivi o no? comunque ci manca un' acca.

calchi roba di un tempo andato e che ti sei perso!

l' odio è un sentimento sano, quel che c' è di malato è dei tuoi comizi, sono completamente fuori dal tempo! farete la rivoluzione con i vecchietti di Cetona? non c' è più neanche Ceronetti. il povero Fosco de Le Piazze non caccia più, ma di che stai a parlà?

a me che cavolo me ne frega della tua azienda, ho semplicemente detto che pare ridicolo fare il comunista per difenderla! già un quartiere che si chiama ' rinascente ' a me pare strano ma che lo si difenda con il comunismo è + che surreale, ritornate in terra!

federico cognome ha detto...

l' odio corre sul filo pare roba anarchica!

Anonimo ha detto...

Cari ragazzi di sinistra di tempi che furono voi,sicuramente con passione e convinzione rappresentate il motivo della disgregazione in mille rivoli della sinistra stessa. Troppo celebrali, radical, troppe citazioni e poca praticità e vicinanza a chi ha bisogno.

Nicola Bettollini ha detto...

Mi pare che la discussione sia surreale...Io faccio il Comunista per difendere la mia azienda???? Non mi pongo il problema dal punto di vista che non esiste più, sono sempre stato Comunista anche prima....Nel nostro partito, vi sono tutte le fasce d'età, perchè secondo i te gli anziani non devono avere un pensiero? BOOO....ma di che stai parlando??? Per anonimo: nella pratica la nostra sezione, penso abbia affrontato ogni tipo di problematica sul territorio, alla pari di Partiti certamente mooolto più grandi del nostro, i quali hanno una spazio mediatico immenso e noi poco ma va bene lo stesso. Sulle terme cerchiamo di essere sempre sul pezzo e spiegare la nostra idea condivisibile o meno ma nella pratica le ricette politiche degli ultimi 30 anni hanno portato solo tante aziende chiuse e migliaia di posti lavoro persi, facciamo, quando possiamo, banchini nei mercati di tutta la zona, interviste e presenze nei programmi tv locali, quando ci viene data la possibilità, volantinaggi porta a porta, articoli sui giornali on line e ogni tanto nei giornali cartacei (quando gli prende bene), siamo andati nelle fabbriche (quelle rimaste) della zona, abbiamo espresso la nostra opinione sul Carbonizzatore di Chiusi, sulla paventata chiusura delle Poste di Chianciano e sul Centro di Salute Mentale di Chianciano e potrei andare avanti per molto tempo. Ultimamente abbiamo un buon numero di militanti, a Chianciano ancora pochi ma qualcuno è arrivato ma non mi pare che i Partiti Giganti ne abbiano molti più di noi. Siamo sempre presenti, ultimamente alle elezioni, ci siamo candidati anche alle comunali di Chianciano e Montepulciano,i risultati certamente non sono sufficienti, non siamo certamente in una fase rivoluzionaria ma non per questo abbandoniamo la militanza. Vedete è dura, fare attività politica e lavorare allo stesso tempo ma si fa, pazientemente e con coraggio, i risultati arriveranno e se non ci saranno, almeno potremo dire di averci provato, non aver mai chinato il capo e senza mai aver fatto finta di niente. Dire che non siamo vicini a chi ha bisogno è una falsità. Siamo sempre in giro, forse non ci vuoi vedere ma è una tua scelta, non mi permetto di criticarla ma dire siamo chic non lo accetto, dammi le prove, poi se ne riparla. Mi sembra di parlare anche troppo chiaramente e forse di utilizzare poco i termini più di concetto.....

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 Emergenza Covid-19 - TARI 2020
🗓 ULTERIORE DEROGA SCADENZA
💶 RATE UTENZE NON DOMESTICHE

In virtù del persistere dell'emergenza epidemiologica Covid-19 ed al fine di limitare il negativo impatto economico indotto sul sistema turistico dall'emergenza sanitaria in atto, abbiamo oggi deliberato in giunta una ulteriore proroga del termine di pagamento delle due prime rate dell’acconto della TARI 2020 dovute per le utenze non domestiche.
Proroga concessa senza alcuna sanzione aggiuntiva e/o onere aggiuntivo, onde permettere alle attività commerciali e turistico-ricettive di poter superare con minore difficoltà questo momento di crisi.

Le utenze non domestiche NON dovranno quindi tener conto delle scadenze delle prime due rate indicate negli stessi avvisi (31 Marzo e 31 Maggio) ma di quelle del 31 Agosto e del 31 Ottobre.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 14.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 17.30 di oggi 14.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 2 (due)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 50 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 4 (quattro)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 2 (due)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 50

Anonimo ha detto...

Per cui alle aziende che spesso e volentieri nel passato hanno fatto come li pare hanno la proroga le utenze domestiche spesso di gente in difficoltà o che non lavora niente proroga.
Siamo fuori dal mondo pagano sempre i soldi.
Dimentichiamo di vedere che tanti albergatori oggi realmente in grande difficoltà hanno però risparmi personali ville casolari e macchine di lusso.
Perche non guardare anche a questo.
Il modello isee vale solo per i poveracci.

Anonimo ha detto...

Bettollini, a prescindere dalle idee mi sembri una persona onesta, guarda questo e ridici sopra:

https://youtu.be/_d03XgLNttI

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 15.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 16.00 di oggi 15.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 2 (due)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 50 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 4 (quattro)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 2 (due)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 50

federico cognome ha detto...

Bettollini, dove ho detto che sei chic? al contrario credo tu sia abbastanza trash!

sei te che hai usato ironia dicendo che Chianciano non può solo pensare al turismo delle bici ed era ovviamente a me che ti rivolgevi, e ti ribadisco che non hai gli strumenti per attaccarmi, tanto di più con 'sto massimalismo da quattro soldi; le biciclette possono andare di pari passo con altre cose! non a caso i partiti ' giganti ' mi hanno ascoltato e in tutte le grandi città si sta parlando di fare piste ciclabili nuove, hanno anche messo a disposizione soldi per comprarsele, le biciclette.

secondo te non sarebbe giusto abbattere volumi e ricordarsi che la storia del turismo termale è roba di 50 anni mentre la storia di Chianciano ne ha un par di migliaia? ti pare che la ' Rinascente ' dia una bella immagine di sé? a Montepulciano non mi pare abbiano le terme eppure il turismo vola. non vorrei che il problema di Chianciano siano state proprio le Terme!!

attacchi il Museo dove c' è gente che s' impegna da due generazioni e soprattutto parli di militanza? fai politica da tre/quattro anni Betto, cerca di esser un po' più modesto, fai il piacere.

e poi, le cose si fanno non si raccontano, scoprirsi politico a 40 anni è il segno di un impegno di riporto e forse proprio perchè le cose si sono messe male a livello di turismo in albergo! un bello stipendio da consigliere regionale cambierebbe tutto, vero? non sei capace di guardare verso diversi modelli di sviluppo, non studi, parli di fabbriche e sono le fabbriche che hanno fatto 20000 morti al nord e che ne fanno centinaia ogni anno, attacchi la sanità toscana solo per opportunismo, adesso! la qual cosa è veramente da vigliacchi! tra l' altro il grosso dei morti è in provincia di Massa, vicino alla pianura padana e con i polmoni fradici di metalli pesante 'sto virus uccide ma non per colpa del sistema sanitario toscano.

certo che gli anziani possono esprimere opinioni, spesso ne hanno anche di buone, ma costruirci un partito che guarda al sol dell' avvenire è quanto di meno utopico e contraddittorio possa esistere. si parla di persone che hanno visto un altro mondo e spesso non hanno gli strumenti per capire il nostro.

insomma continua pure a sognare e a fare i comizi ma porta rispetto per chi s' impegna da più di venti anni pagando prezzi parecchio alti, e soprattutto non citare quello che scrivo io, porta avanti 'sta messa in scena ma con idee tue non ironizzando sulle mie, perchè poi ti agiti e viene fuori quello che sei, mi ricordo che mondo frequentavi mentre noi eravamo a Genova e avevamo già occupato scuole e case da 6/7 anni.

quel che suona ridicolo è che invece di avere rispetto per chi ti sta a sinistra t' illudi di di poter ragionare a traino mio, non te lo posso permettere, ho vissuto la vita molto più di te, dovresti prima imparare a imparare.

è il lavoro che deve cambiare e parecchio è già cambiato, forse in peggio, di sicuro è molto più parcellizzato, non ci sono più le masse ed è sull' ambiente e contro il cambiamento climatico che si deve accelerare e spendere i soldi. e te in questo sei una palla al piede visto che vivi agli inizi del secolo passato!

keep reading!

federico cognome ha detto...

il turismo a Chianciano può tornare solo se alle Terme e alla cultura si unisce la cura della terra e della natura che avete sotterrato per farvi le pensioncine e gli albergoni, su questo non ti ho mai sentito dire una parola, primo, perchè difendi la tua azienda socialista, secondo, perchè sei completamente fuori da quel dibattito e dal lavoro politico che stiamo facendo in Europa da tempo.

è con i giovani e sui giovani che si deve lavorare, ma non per farne dei militanti! quello verrà da sé, individualmente, semmai. chi pensi che lo abbia votato il partito di grillo, o la lega, i nonni toscani? il futuro è loro non dei settantenni e rivolgersi a loro vuol dire prima di tutto capire in che società sono nati e non per convincerli che i padroni gli estirpano plusvalore! i nostri sono giorni di secolarizzazione ed economia globale, di guerre per l' acqua e la terra, di neocolonialismo e in generale di bassa cultura.

i migliori sono andati all' estero, secondo te perchè? negli altri paesi europei, quasi in tutti, almeno quelli occidentali, si vive meglio, c' è rispetto delle idee nuove, c' è meno razzismo, in generale meno repressione e più felicità. è con loro che occorre scambiarsi modelli non con il Laos o Cuba, per quanto in quei paesi si viva anche bene, ci sarebbero qualche migliaio di chilometri che ci distanziano e noi siamo in Europa, come puoi pensare di conciliarla con il comunismo? dimmelo perfavore, ti leggo volentieri. Guevara stesso si oppose all' autoritarismo di fidel, gli sbatté la parte e preferí andare a morire! l' unica cosa che davvero si salva da quella esperienza è il sistema sanitario! non molto dissimile dal nostro, per lo meno per quanto riguarda la gratuità. in Laos, purtroppo neanche quello, è così pieno di prostituzione per i turisti che fa quasi schifo, la Cambogia anche peggio.

e non basta essere onesti...ci vuole la capacità di comprendere i limiti delle persone e lavorare entro quelli, per allargarne gli orizzonti, te con 'sto linguaggio da russia leninista fai sorridere, sembri catapultato nel nostro tempo per sbaglio!

Anonimo ha detto...

Siete tutto chiacchere e distintivo.
Logorroici autoreferenziali e troppo radical chic.
Riparlare di lavoro di una visione nuova in un mondo più giusto e di uno stato che non fa beneficenza ma crea lavoro innovando e sburocratizzando incentivando la manutenzione straordinaria del nostro patrimonio naturale e artistico, il nostro petrolio.
Basta pappardelle cervellotiche la sinistra nel 2020 deve volare non più alto ma più vicino alla gente.

Confraternita Misericordia Chianciano Terme ha detto...

Oggi i Dipendenti, il Comitato Soci e Coop di Chianciano Terme, hanno voluto dimostrare la vicinanza alle persone più bisognose della nostra comunità donando un pancale fra prodotti per l'igiene personale ed alimenti a lunga scadenza alle Associazioni Misericordia, Croce Verde e Proloco, che sin dai primi giorni della crisi dovuta al Covid 19, hanno dato vita all'Emporio Solidale.
Grazie di cuore per il sostegno che ci state dando è un momento difficile per tutti quindi ogni donazione ha ancora più valore...
Uniti possiamo farcela! 💚🤍❤
💛💙

#Misericordie #MisericordiedellaToscana #misericordiachianciano #croceverde #proloco ##emporiosolidale #insiemecelafaremo #chiancianoperilsociale #chiancianoterme #emergenzacornonavirus

Partito Comunista Sez. Valdichiana ha detto...

Ti rispondo come Partito, perchè ormai quando vado in giro non mi chiamano più Betto ma il Comunista. Mi pare che la discussione sia ad un livello molto basso. Mi attacchi a livello personale.....ma che ne sai tu! La mia azienda socialista? Ma di che parli? Fai una confusione allucinante, mi dici che quando parlo di biciclette mi riferisco a te...Non ho neanche capito chi sei, pensavo che eri un altro, mi sbagliavo...Montepulciano ha le Terme per essere precisi, sono in quel paese chiamato S.Albino appena fuori Chianciano. Dal punto di vista partitico dici che non abbiamo tematiche ambientali, siamo gli unici a cercar di tutelare la falda termale, visto che la Regione non fa rispettare le leggi al riguardo dello sfruttamento delle risorse termali, difatti i concessionari delle terme devono comunicare i dati sui prelievi di acqua ma non lo fa nessuno e tantissimi non hanno neanche gli strumenti di misurazione. La Regione deve intervenire, può essere superato il punto di non ritorno sulla quantità di acqua, dopo che facciamo? Siamo intervenuti eccome, anche su queste pagine, questa è la realtà, se tu non condividi è una tua scelta....Sul Carbonizzatore abbiamo fatto tanto, l'unica iniziativa di Partito è stata la nostra e la prima pubblica, siamo stati gli unici a proporre un alternativa e cioè un impianto anaerobico ( molto piccolo e funzionabile per ogni comune secondo il numero degli abitanti che trasforma i fanghi in metano,da immettere in rete ad un costo irrisorio o gratuito non inquinando) perchè i fanghi della depurazione delle acque reflue vanno cmq smaltiti, lo sai dove fanno a finire? Una parte negli inceneritori presenti in Toscana, inquinando come non mai i territori, una parte al compostaggio ma mantenendo la carica batterica e quindi inquinante, una parte vanno negli incenitori del Nord e una parte va all'estero con costi altissimi dal punto di vista economico e della salute. Noi siamo in Europa, è vero ma siamo nell'Europa dei grandi capitali, delle banche e dell'alta finanza, non siamo certo negli Europa dei popoli, i diritti sono stati cancellati, quasi tutto è stato privatizzato, come la sanità, trasformata da Unità Sanitaria Locale ad AZIENDAusl, si è trasformato il diritto sanitario in un mercato, come si vuole fare per le Terme.... Ernesto Guevara voleva attuare la rivoluzione in America Latina e intraprese la battaglia con l'aiuto di Cuba, purtroppo morì, ucciso più dagli opportunisti(terrorizzati di perdere quel poco di potere che avevano in Bolivia, mettendo avanti a tutto la propria persona invece che l'ideale, boicottando la lotta Comunista che i guerriglieri portavano avanti, non esisteva solo Guevara, era uno dei tanti ed erano Argentini, Cubani, Peruviani,Boliviani....etc...la lotta è internazionalista, non ha confini) che dai militari Boliviani. Poi ti vorrei ricordare che l'albergo è chiusooooo, svegliati...Se il sistema nel quale vivi non ti piace lotta come vuoi ma mi pare che ti sta bene così com'è noi lottiamo e continueremo a farlo, perchè un uomo solo può fare molto, un uomo da solo è un uomo morto. Sono felice di lottare con i compagni e le compagne di tutte le età, perchè siamo una cosa sola ed il Partito non è di uno solo, non è personale ma è di tutti quelli che ci credono e questo non ce lo toglierà mai nessuno!!!! AVANTI! ALLA LOTTA!

federico cognome ha detto...

buonanotte signor lenin!

federico cognome ha detto...

e poi metti qualche spazio tra i periodi perchè sei illeggibile!

Anonimo ha detto...

Basta con queste ridicole diatribe a chi è più di sinistra! Scrivetevi in privato il blog mica è casa vostra!!

Anonimo ha detto...

Se questi due, Federico e Bettolini,(giovani) sono il futuro di Chianciano..... Ah....andiamo bene !!!!!

Anonimo ha detto...

Ma qui fanno concorrenza al vernacoliere....su a lavora’....potare olivi....

federico cognome ha detto...

ho scritto Pinker ma intendevo Piketty, e ammetto di non aver letto se non qualche articolo, non ce la faccio + studiare libri sul marxismo!

una teoria politica non può non prescindere dalla società in cui nasce, e questa, credo, sia la lacuna più grande dell' ideologia comunista: pretendere di cambiare le sorti del capitalismo utilizzando gli strumenti del capitalismo!

Marx ed Engles la pensarono per la Gran Bretagna, unico paese con un capitalismo già avanzato in quel periodo ma la rivoluzione la fecero i russi che erano i più arretrati! invece di mettere al centro l' essere umano, come dovrebbe essere per ogni rivolta, ci misero la produzione e s' inventarono le collettivizzazioni. in Ucraina, cercarono di convincere i contadini che se avessero fatto come dicevano gli agronomi di Stalin avrebbero raccolto il grano tre volte all' anno! morirono tra i cinque e i sette milioni di persone.

l' Ucraina è un paese pieno di risorse e la Russia non lo vuole mollare, si sono create delle dinamiche folli, c' è una specie di revival del tempo che fu, nazisti ucraini, a cui si sono uniti anche italiani, contro i filo-russi post-comunisti! ci manca la guardia rossa maoista e polpot e siamo pronti per un altro pantheon!

come si fa nel 2020 a pensare ancora nei termini servo-padrone, quando ormai comanda la finanza e la maggior parte dei lavoratori non sanno neanche chi è che li paga? le ideologie prese e rivomitate sono al pari dell' ignoranza perchè tendono a uniformare le differenze e a schiavizzare le menti.

Lenin morí delle conseguenze dello sparo di un' anarchica, si chiamava Dora Kaplan, lo uccise per quello che aveva combinato a Kronstadt, erano appena passati quattro anni dall' inizio della rivoluzione e si respirava già un' aria parecchio marcia!

in Sudamerica, Messico compreso, le rivoluzioni e i tentativi di rivolta sono stati tutti anarchici da Benito Juarez a Severino di Giovanni, mentre nel moderno Venezuela Chavez ha fatto un regime militare, chiedilo a chi c' è stato come ci si sente a esser controllati in ogni spostamento, o per chi lavora all' estero non poter rientrare perchè li accuserebbero di essere spie del capitalismo prendendosi tutto quel che hanno guadagnato.

Osvaldo Bayer riuscì pure a far vergognare Chatwin a un certo punto facendo notare che in Europa riportavano le notizie a caso e se parli con chi conosce davvero Cuba vedrai che ti dirà che Cienfuegos lo ha fatto uccidere fidel perchè, al pari di Guevara, era uno che pensava con la sua testa e quando il Che decise di lasciare l' isola lo fece contrariando totalmente il capo, erano due mondi differenti, fidel era un leninista, Guevara un libertario.

la storia del carbonizzatore la conosco ma prendersi tutti i meriti mi pare un po' esagerato, parecchio è anche grazie alla cittadinanza di Chiusi e comunque io non ho detto che non fate buone iniziative ho detto e ribadisco che a livello storico siete fuori tempo massimo, chiamare un partito comunista ( come già ti dissi di persona ) e ragionare in termini di lotta comunista internazionalista vuol dire continuare con le stesse schifezze, l' internazionale non l' avete inventata voi, l' avete rubata agli anarchici, espellendoli!

e poi avete fatto troppi cadaveri, ormai è la storia che ha decretato la fine del comunismo, siete solo funzionali alle destre come Cuba è funzionale a Trump che in due anni l' ha riportata quasi alla fame, dimmi te se si può vedere un paese comunista che campa dei soldi del turismo capitalista!! sono contraddizioni troppo grandi, ci vuole una via di mezzo, una terza via, federale e decentrata, l' unica speranza che abbiamo, pur con tutte le contraddizioni, è l' Europa.

ps. quindi la gente viene a vedere Montepulciano per farsi l' aerosol a Sant' Albino?

federico cognome ha detto...

non siete obbligati a leggere!

Partito Comunista Sez. Valdichiana Senese ha detto...

Abbiamo parlato di problemi concreti che riguardano la vita di tutti noi, per le battutine e le chiacchere ci sono posti più consoni...

Per l'anonimo (ma metti pure il nome, non ti mangia nessuno....) delle 12.52, lavorare in un oliveto è un lavoro rispettabile e necessario o vorresti dire che chi lo fa è un poraccio?

Il Vernacoliere parla sempre della vita REALE, analizzandola da un punto di vista ferocemente satirico - critico...

Anonimo ha detto...

Quello che viene creato è questo ormai scambio, o duello che dir si voglia, epistolare tra due persone che basterebbe si cambiassero le mail invece che occupare con pappardelle infinite un blog che è di tutti. Ma non vi è venuto sui coglioni?

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 16.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 17.30 di oggi 16.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 2 (due)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 50 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 4 (quattro)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 2 (due)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 50

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 Emergenza Covid-19
📝 Decreto Legge ed Ordinanza Regionale
🟢 Spostamenti e Riaperture Attività

In virtù di quanto previsto dalle disposizioni nazionali di cui all'ultimo DPCM, il Governatore di Regione Toscana ha appena annunciato che domani firmerà ordinanza (conformata allo stesso DPCM ed ai protocolli di sicurezza nazionali) su spostamenti e sulle riaperture delle attività tuttora sospese a partire da Lunedì 18 Maggio.

Rimandando ai prossimi giorni approfondimenti e chiarimenti, queste sono quindi le principali direttive:

👉🏼 Gli spostamenti all'interno della Regione saranno liberi e non sarà più necessaria l'autodichiarazione.

👉🏼 Gli spostamenti fuori Regione (sino al 3 Giugno) restano consentiti - con autodichiarazione - solo ed esclusivamente per motivi di lavoro, salute, necessità e rientro presso domicilio o residenza.

🔴 Restano VIETATI gli assembramenti di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

‼ Restano naturalmente in vigore le direttive sulle distanze interpersonali, utilizzo mascherine, attività motoria e sportiva individuale, igiene personale ecc.

🟢 Possono riprendere TUTTE le finora sospese attività economiche, produttive e sociali a condizione che nello svolgimento delle stesse siano rispettati i contenuti di protocolli o linee guida (regionali e/o nazionali), idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi.

👮🏽‍♂️ Le attività che non rispetteranno direttive di protocolli o linee guida saranno sanzionate con la SOSPENSIONE fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

🔎 Regione Toscana monitorerà quotidianamente l'andamento della situazione epidemiologica e potrà ampliare o restringere con pertinenti ordinanze le misure già disposte a livello nazionale o regionale.

Anonimo ha detto...

Ma si sa chi è il nuovo presidente della Proloco ?

Nuove Acque ha detto...

Intervento programmato alla rete idrica di Chianciano

Nuove Acque rende noto che martedì 19 maggio è stato programmato un intervento alla rete idrica di Chianciano per il collegamento di una nuova condotta in via della Foresta.

Dalle 8.30 alle 14.30, si potranno verificare temporanei abbassamenti di pressione e sospensioni dell’erogazione idrica in via Galilei, via Le Piane, via Volta, via Visconti, via Montale, loc. Poggio Bacherina, strada Vecchia Senese, via Roncacci, via Fermi, strada Vicinale Foce, via Concetto Marchesi, via Mencattelli, via Leopardi, via Verdi, via Pirandello, via del Giglio, via Baccelli, via della Macerina, via Alfieri, via Carducci, strada del Morellone, strada dei Morelli, strada dei Vepri, SP 19, via di Chianciano, zona artigianale, SP 146.

Ripristinando il servizio, potranno verificarsi momentanee fuoriuscite di acqua torbida.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 17.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 14.00 di oggi 17.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 2 (due)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 50 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 4 (quattro)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 2 (due)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 50

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 Emergenza Covid-19
📝 Ordinanza Regione Toscana

Appena emessa e firmata dal Governatore di Regione Toscana Ordinanza n.57 che come anticipato si conforma all'ultimo decreto e definisce il calendario delle riaperture.

RIAPERTURE

✅ da domani lunedi 18 maggio potranno riaprire i negozi, i servizi di cura alla persona, bar e ristoranti, stabilimenti balneari, gli uffici pubblici e i musei;
✅ dal 25 maggio potranno riaprire le palestre, le piscine ed i centri sportivi;
✅ dal 15 giugno potranno riaprire cinema e teatri, e potranno avere inizio le offerte ricreative per i bambini.

La ripresa di tutte tali attività sarà condizionata al rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida (regionali e/o nazionali), idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi.
Le attività che non rispetteranno direttive di protocolli o linee guida saranno sanzionate con la SOSPENSIONE fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

SPOSTAMENTI

🟢 Gli spostamenti all'interno della Regione saranno liberi e non sarà più necessaria l'autodichiarazione.

🟢 Gli spostamenti fuori Regione (sino al 2 Giugno) restano consentiti - con autodichiarazione - solo ed esclusivamente per motivi di lavoro, salute, necessità e rientro presso domicilio o residenza. Non è quindi consentito il rientro in Toscana verso le seconde case utilizzate per vacanze.

✅dal 3 giugno sarà possibile muoversi da e per l’estero; continuano ovviamente a valere le misure restrittive internazionali e comunitarie, e, quindi, anche quelle che limitano gli ingressi in Paesi esteri dall’Italia;
✅sempre dal 3 giugno si potrà entrare in Italia e, quindi, anche in Toscana da Paesi dell’Unione Europea senza l’obbligo di 14 giorni di quarantena;

ATTIVITÀ SPORTIVE

✅fino al 24 maggio è consentito lo svolgimento delle attività sportive in forma INDIVIDUALE, compresi il tennis e il golf, anche in impianti pubblici o privati e all’interno di strutture e circoli sportivi, se svolte in spazi all’aperto, che consentano nello svolgimento dell’attività il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno 2 metri.

‼Resta sospesa fino al 24 maggio, ogni altra attività collegata all’utilizzo delle strutture, compreso l’utilizzo di spogliatoi, palestre, piscine, luoghi di socializzazione.

FUNZIONI RELIGIOSE
Da domani lunedì 18 maggio possono riprendere le funzioni religiose, seguendo gli appositi regolamenti approvati dal Governo centrale nei giorni scorsi.

🔴 Restano VIETATI gli assembramenti di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

‼ Restano naturalmente in vigore le direttive sulle distanze interpersonali, utilizzo mascherine, attività motoria e sportiva individuale, igiene personale ecc.

🔎 Regione Toscana monitorerà quotidianamente l'andamento della situazione epidemiologica e potrà ampliare o restringere con pertinenti ordinanze le misure già disposte a livello nazionale o regionale.

Anonimo ha detto...

In auto con non conviventi, in quanti si può andare?

Anonimo ha detto...

L'amante di dietro....
KEATON

Sienafree.it ha detto...

Tiziana Nisini (Lega): ''Il Governo Conte ha abbandonato il termalismo e le città termali''

"Nell’ultimo DPCM il Governo ha liquidato un comparto importante come il termalismo in due righe, dove viene detto che rimangono sospese le attività termali ad eccezione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza. Ma un indotto importante come quello del termalismo, che dà lavoro a migliaia di famiglie e che costituisce un prodotto turistico importante in tutta Italia ed in particolare in Toscana, non può essere dimenticato. Le città termali come Montecatini Terme e Chianciano Terme sono completamente tralasciate da Regione e Governo ed all’interno del settore turistico (tra i più colpiti dalle conseguenze delle restrizioni), il segmento termale è indubbiamente uno dei più in difficoltà." Così intervengono la senatrice Tiziana Nisini, il consigliere regionale Luciana Bartolini ed il sindaco di Montecatini Terme, Luca Baroncini, tutti esponenti della Lega.

Tiziana Nisini, componente della Commissione Lavoro del Senato, commenta: "Servono riaperture immediate, protocolli di sicurezza chiari ma semplici, snellimento delle procedure burocratiche e soprattutto serve liquidità per le società di gestione degli stabilimenti termali, pubbliche e private. La lunga chiusura forzata e le limitazioni agli spostamenti soprattutto dai paesi extra-Ue può affossare definitivamente un settore già in crisi ma importantissimo per l’economia di interi territori. Solo attraverso aiuti di stato (erogazioni di contributi a fondo perduto per investimenti e restauri in primis) si può garantire il presente e il futuro del comparto termale e delle città che su di esso basano la loro economia".

Il consigliere regionale Luciana Bartolini si sofferma invece sulle responsabilità della Regione Toscana: "Conte non ci considera, ma anche la Giunta regionale non sta facendo di più. Per ora si sentono solo promesse da campagna elettorale. Eppure il termalismo toscano è importante per tutto il turismo regionale. Vogliamo risposte concrete e non promesse. L’acquisto del Tettuccio di Montecatini da parte della Regione è quanto mai improcrastinabile in questa situazione".

"Termalismo significa benessere e salute - commenta il sindaco di Montecatini Terme Luca Baroncini - e mai come adesso questi aspetti sono fondamentali. Montecatini Terme è un luogo ameno, ideale per rigenerare il corpo e lo spirito. Dopo mesi di quarantena forzata, il recupero psico-fisico è necessità primaria di ciascun cittadino. Ecco perché il Governo non può e non deve dimenticarsi delle città termali ed aiutare le società che gestiscono ed in taluni casi posseggono gli stabilimenti. Senza aiuti di Stato o regionali l’intero settore rischia il collasso."

Massimiliano Marabissi ha detto...

Ci vorrebbero 49 milioni di Euro....

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 18.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 18.00 di oggi 18.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 2 (due)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 50 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 4 (quattro)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 2 (due)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 50

sergio ha detto...

Per la Senatrice Nisini
Il governo Conte ha fatto né più né meno quello che hanno fatto i consiglieri della Lega della regione Toscana, Casucci e Salvini: anche voi vi siete dimenticati delle città termali toscane.

Il 19 settembre 2017 prot n 18357 , i consiglieri sopra citati, presentano un’interrogazione accusando la Sinistra e tra le altre cose dichiarano : “…. Alla luce di quanto sopra esposto e ai sensi della legge 68/2015, potrebbero configurarsi alcuni gravi reati ambientali dovuti all’alterazione dell’equilibrio dell’ecosistema ovvero al deterioramento delle acque del sottosuolo……”.

La dovete smettere di prenderci per il culo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Usate il blog perché vi interessano solo i voti, di Chianciano non ve ne frega niente.
Abbia il coraggio di rispondere e ci faccia capire perché lanciate il sasso e dopo tirate indietro la mano! Se c’è un problema, va affrontato, se veramente vi interessano le città termali.
Però sono passati oltre 2 anni ……

Anonimo ha detto...

Per Casucci e Salvini
Ricollegandomi al commento di Sergio vorrei aggiungere che quando un PU viene a conoscenza che è stato commesso un reato è obbligato a presentare denuncia alla procura.
Se non lo fa commette lui stesso un reato.

Anonimo ha detto...


Ricordo che la Nisini venuta a chianciano per le ultime amministrative disse: “marchetti è uno dei nostri”.

Andrea, non hai detto a casucci e salvini che noi non abbiamo problemi perché abbiamo la teoria di Pagano ?

Anonimo ha detto...

per anonimo delle 20,11

ma sono dilettanti allo sbaraglio ? escluso lo stipendio.

Anonimo ha detto...

la realtà è che alle Lega non gli importa nulla di Chianciano, come risulta dagli atti della Regione Toscana è a conoscenza delle problematiche in riferimento all'esaurimento delle falde termali ma non ha mosso un dito, anzi, predilige una svendita totale delle terme toscane ma allo stesso tempo chiede aiuti allo stato....fate confusione.....

Anonimo ha detto...

Scusate ma parliamo di un partito che nella sua storia ha detto tutto e il suo contrario su berlusconi, sui meridionali, sui neri salvo poi fare affari con quei paesi proprio perché da partito del popolo di Pontida è diventato partito che strizza l'occhio alle moderne dittature, partito che si dichiarava antifascista e ora è più a destra della meloni, partito che ha rinnegato il suo stesso fondatore.
A tutt'oggi non vedo se non il cavalcare ogni mal di pancia sociale senza proporre alternative valide, alcun progetto politico. Ma questa visto che siamo in democrazia è solo la mia personale opinione.

Anonimo ha detto...

Dall’ interesse incondizionato per le terme toscane, dopo le dichiarazioni sen . Nisini, non poteva mancare il M5S: il Movimento del Cambiamento.

Grazie al ex portavoce del m5s Fabiano De angelis, i consiglieri regionali nel 2015 hanno aperto un tavolo per affrontare il problema del termalismo. Il capogruppo 5 stelle Giacomo Giannarelli in consiglio regionale del 2017 presenta una mozione e dichiara :

“…"Serve un rilancio al termalismo toscano, e siamo stati noi a portare la questione in Consiglio regionale, ma condizione prima per l’obiettivo è che le acque continuino ad esserci e siano non inquinate. Anche per questo negli ultimi anni si è assistito ad un notevole abbassamento delle falde termali, …", commenta Giacomo Giannarelli, consigliere regionale M5S vicepresidente della Commissione Ambiente e Territorio e primo firmatario dell’atto.

Nella seduta pubblica antimeridiana, martedi 30 gennaio 2018, il consigliere regionale del M5S della Toscana, Gabriele Bianchi, prende la parola e dice: “…..secondo noi qui si fa un “conto senza l’oste”, perché qui in questa Regione Toscana, tanto ricca di fonti termali e di falde acquifere di grande valore, non abbiamo la cognizione effettiva di capire se queste falde sono in buono stato o sono in cattivo stato. Non c’è stato mai un bilancio idrico in questa regione per capire in che situazione e in che stato di salute sono queste falde……cosa andiamo a vendere, cosa andiamo a proporre se non si è tutelato e non si fa nulla per tutelare veramente quello che è il patrimonio indisponibile dello Stato,…….”.

Anonimo ha detto...

Purtroppo non è solo alla Lega che non importa nulla di Chianciano ma a tutti i partiti politici che si riempono la bocca solo di chiacchiere quando hanno bisogno di visibiltà e voti .
Il nostro Paese è piccolo e pochi abitanti (voti), la sola cosa che interessa ai politici è il proprio stipendio garantito dai voti dei cittadini che ancora vanno a votare .
Meditate gente, ci predono tutti per i fondelli e i nostri problemi non pensate che ce li risolva la politica, se non ci rimbocchiamo le maniche e ci pensiamo da soli nessuno di questi benpensanti alzerà un dito in nostro favore(forse il dito medio) .

Federalberghi Pisa ha detto...

Progetti per la ripartenza, ecco le proposte di Federalberghi Pisa per l’utilizzo dell’imposta di soggiorno

Federalberghi Pisa ha elaborato una serie di proposte da condividere con l’amministrazione comunale e con le associazioni di categoria per affrontare le difficoltà di liquidità dovute all’emergenza

Le imprese turistiche si trovano ad affrontare un’emergenza di liquidità senza precedenti e, in assenza di aiuti concreti, si rischia che molte di queste aziende vadano a scomparire. Per questo Federalberghi Pisa ribadisce la propria posizione in merito all’utilizzo delle risorse economiche, messe a disposizione delle associazioni per l’anno in corso, che ammontano a 120.000 euro e che potrebbero essere utilizzate in modi diversi. Federalberghi Pisa ha quindi elaborato una serie di proposte da condividere con l’amministrazione comunale e le associazioni di categoria.

Il primo progetto, molto ambizioso, è denominato ‘Pisa Travel Bond’ in cui l’amministrazione potrebbe investire di concerto con le associazioni di categoria. L’idea è quella di riuscire a stanziare almeno il doppio delle risorse provenienti dall’imposta di soggiorno, in modo da realizzare dei ‘voucher’ spendibili subito in tutte le strutture ricettive, attività commerciali, stabilimenti balneari, sistema museale e pubblici esercizi del comune di Pisa. Attraverso “Pisa Travel Bond” il comune si farebbe carico della stampa dei voucher e di parte della campagna promozionale, mentre le strutture ricettive potranno proporre un pacchetto unico, attraverso i propri canali di vendita, promosso da tutti con la stessa immagine.

“Per ogni 100 euro di spesa nelle strutture ricettive del comune di Pisa, il cliente riceverà immediatamente un voucher del valore di 50 euro, che dovrà riportare il suo nome per evitarne un uso improprio. Il voucher potrà essere utilizzato prolungando il soggiorno nella struttura ricettiva prenotata oppure speso nelle attività commerciali del Comune di Pisa. Ogni fine mese le attività commerciali inviano i voucher al Comune che, nel minor tempo possibile, provvederà a saldare tramite bonifico bancario. Qualora i fondi non venissero utilizzati, o venissero parzialmente utilizzati, potrebbero andare ad alimentare la campagna dell’anno successivo” – spiega Federalberghi Pisa

La seconda proposta riguarda il contributo alle imprese della filiera turistica, ovvero la cifra destinata al progetto 2020, pari a 120.000 euro, che potrebbe andare a incrementare il fondo di 500.000 euro messo a disposizione dall’amministrazione comunale, e abbattere ulteriormente le imposte locali per le aziende turistico ricettive. In alternativa, la stessa cifra, potrebbe essere utilizzata per l’acquisto di dispositivi di sicurezza, come guanti, mascherine, gel igienizzante tramite bandi riservati ad aziende della provincia, eventualmente personalizzati con il logo del comune di Pisa.

Il terzo infine un progetto unitario di promozione internazionale della città di Pisa che potrebbe coinvolgere l’artista pisano Andrea Bocelli: ‘Bocelli sotto la Torre’ – “Quando la bellezza si fa…sentire”. Un concerto del maestro sotto la Torre, in modo da far ammirare una Piazza dei Miracoli vuota, a causa delle restrizioni, ma nel pieno del suo fascino da far girare sui media nazionali, internazionali, Sky arte nonché attraverso i social media.

“Non ci scordiamo che la ripresa post Covid19, soprattutto per le aziende del comparto ricettivo, sarà molto più lunga, rispetto a quella della maggior parte delle altre attività commerciali e quindi è importante saper investire bene attraverso dei progetti mirati” – conclude Federalberghi Pisa

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

APPROVATO NEL CONSIGLIO COMUNALE DI IERI 18.5.2020 UN ODG CHE IMPEGNA SINDACO E GIUNTA AFFINCHE' METTANO IN ATTO TUTTE LE INIZIATIVE UTILI A INDURRE IL GOVERNO A MODIFICARE L’ARTICOLO 42, COMMA 2 DEL DL 17 MARZO 2020 N. 18, CONVERTITO IN LEGGE N. 27/2020.

Le misure da adottare per contrastare e contenere la diffusione del virus Covid-19 da mere raccomandazioni sono divenute vere e proprie norme precettive, la cui inosservanza può senza dubbio avere rilievi di natura penale. Secondo la norma del codice civile, contenuta nell’articolo 2087, “l’imprenditore è tenuto ad adottare nell’esercizio dell’impresa le misure che, secondo la particolarità del lavoro, l’esperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare l’integrità fisica e la personalità morale dei prestatori di lavoro”. Non c’è dubbio che questa rappresenti uno dei pilastri su cui si regge l’impalcatura della responsabilità penale del datore di lavoro che, pur in assenza di un fatto lesivo, non abbia attuato i protocolli di protezione.
Quanto sopra non tiene sufficientemente conto delle incertezze collegate al governo di un’affezione pandemica ancora ampiamente sconosciuta: infatti, le misure apprestate nel concreto, nonostante il massimo impegno profuso e l’adempimento delle prescrizioni dei protocolli di sicurezza, non possono che tener conto dei limiti dello stato attuale delle conoscenze in ordine allo sviluppo del virus e dei contagi nonché delle misure di contrasto e contenimento tecnologicamente a disposizione.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 19.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 17.00 di oggi 19.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 2 (due)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 50 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 4 (quattro)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 2 (due)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 50

Anonimo ha detto...


il problema non sono i politici regionali o nazionali, ma i politici locali . E questo e’ ancor piu’ grave. Se veramente tenessero agli elettori e al loro territorio, se i regionali o i nazionali ti girano le spalle, dovrebbero essere loro a farsi carico dei problemi.

i consiglieri regionali della toscana se hanno avanzato delle accuse, deplorevole comunque il loro comportamento, sono solo interessati al voto, al potere, lo fanno perche’ qualcuno che conosce le criticità locali li ha informati. Quindi il problema esiste perché non si accusa a caso che qualcuno ha commesso dei reati ambientali senza avere delle prove certe.

I panni nostri laviamoli in casa. Ma non nascondiamoci dietro un dito. Ognuno si assuma le proprie responsabilità.

Anonimo ha detto...


Buongiorno

Dopo aver dimostrato quanto ai partiti politici interessino le città termali e la loro sorte, inviando al blog alcune prove con passaggi delle interrogazioni effettuate dai consiglieri regionali della lega e del m5s, adesso è la volta di Fratelli d’italia, così accontentiamo anche Linda.

Il 16 gennaio 2019 prot n 719 il consigliere FDI, Paolo Marcheschi presenta un’interrogazione “in merito all’utilizzo delle risorse termali”, nella quale si legge:

al presidente del consiglio regionale,
“…se non ravvisi gli estremi per attivarsi presso il Ministero della Sanità circa la decadenza delle concessioni termali che non abbiano ottemperato all’obbligo di installazione degli strumenti di misura sopra citati……..Se non ritenga opportuno attivarsi per la tutela di un bene pubblico, come più volte richiesto dai Concessionari…..Come intende esercitare la propria autorità, ai sensi dell’art 6 della L.R. 38/2004 e successive modifiche, affinchè sia rispettato il dettame legislativo…….”

Condivido quanto letto in un precedente commento, non sono i politici regionali a preoccupare, ma i politici locali, governo e opposizione, in quanto sembra che non siano molto interessati al problema.

Troppi sono gli interventi dei consiglieri regionali che dicono le stesse cose, molto probabilmente un problema c’è e qualcuno glielo avrà detto.

Rilancio sì, ma prima necessitano altri correttivi.
Rilancio significa solo propaganda elettorale.

Anonimo ha detto...

Solo per capire.
Se da più gruppi politici emergono le stesse criticità, perché né Marchetti, né Piccinelli, si adoperano per prendere provvedimenti ? vivono sempre a chianciano ? Andrea non puoi citare Pagano e confutare uno studio del CNR ? è troppo riduttivo !
L’opposizione esiste ?
Bettollini predica in un modo e poi razzola in un altro ?

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 20.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 13.00 di oggi 20.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 2 (due)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 0 (zero)

Alla data odierna sono scaduti n. 52 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Oggi registriamo quindi la scadenza dei due isolamenti domiciliari collegati ad uno dei soggetti che erano risultati positivi e che recentemente ha sconfitto il Covid-19.
E segnaliamo pure una ulteriore buona notizia: anche la seconda tornata di tamponi eseguiti nella Residenza per Anziani "Regina Mundi" (operatori ed ospiti) ha fornito tutti esiti negativi. Le strutture del terzo settore ed in particolare quelle dedicate ai servizi alla persona come le RSA sono state duramente e tristemente colpite da questa pandemia, è doveroso quindi - indipendentemente dalle accidentalità e dal destino - complimentarsi con la struttura locale per aver adottato in maniera premurosa tutte le misure che ad oggi consentono di non avere casi positivi all'interno.
Stiamo lentamente percorrendo il percorso che può condurci al ritorno della normalità e se lo faremo mantenendo il senso di responsabilità ed adeguato rispetto delle direttive, potremmo davvero auspicare di accorciare ulteriormente i tempi.
Non ne siamo ancora fuori e non è facile, non molliamo proprio adesso.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato ad oggi è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 4 (quattro)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 2 (due)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 0 (zero)
❎🏠isolamenti domiciliari scaduti: 52

Anonimo ha detto...

Un saluto dai pupi scoloriti di Giano

Gruppo di Minoranza “Insieme per Chianciano Terme” ha detto...

Gruppo di Minoranza “Insieme per Chianciano Terme”

mercoledì 20 maggio 2020

Comunicato Stampa

“Modifico il vostro ordine del giorno e lo metto ai voti”… E’ solo l’ultima stravaganza di un Consiglio Comunale, quello di lunedì 18 maggio, in cui il Sindaco Marchetti ha messo in mostra tutta la sua arroganza, un vero peccato che sia stato fermato dal Segretario Comunale e un peccato che ai microfoni non si sia sentita la battuta... “il pallone è mio e le regole le faccio io”.
E pensare che avevamo richiesto “ l’istituzione di un tavolo di confronto tra Amministrazione, Opposizione e categorie economiche di Chianciano Terme, sugli interventi a difesa del tessuto sociale ed economico e sulla visione strategica di medio e lungo termine"
E’ ormai noto che l’Amministrazione non senta l’esigenza di aprire un dialogo finalizzato all’individuazione delle cause dei problemi e delle loro ipotesi risolutive, ma quando si è abituati a leggere la parola democrazia, dove gli altri leggono benvenuti (nello zerbino di casa) si è capaci di tutto, anche di convocare a meno di 24 ore di tempo dallo stesso Consiglio Comunale, un nuovo Consiglio per il 25 maggio, in cui l’ordine del giorno prevede un primo punto dove si comunica la volontà di rinegoziare i prestiti presi (ovviamente si indebitano le future amministrazioni ma l’importante è fare un po’di cassa immediata) e poi gli altri due punti: il nostro “strappato” nel Consiglio del giorno prima e il “copia e incolla” del nostro, ma stravolto negli obiettivi.
L’altra perla di saggezza (antidemocratica) il Sindaco l’aveva regalata a inizio seduta, alla nostra richiesta di discutere le variazioni di bilancio nel Consiglio Comunale e non di portarcele due mesi dopo come ratifica, rispondeva che quando uno vince con il 60% dei voti, non deve dare troppe spiegazioni. Certo, e l’altro 40%?
E se qualcuno si stesse chiedendo che fine abbia fatto la commissione speciale sulle Terme chiesta dal nostro gruppo nel Consiglio Comunale di febbraio e giudicata in maniera molto positiva dal Sindaco prima (di fronte al pubblico) e inutile subito dopo (a sala vuota), sappia che è naufragata nella stessa acqua. Il Sindaco non ha ritenuto importante affrontare il tema di un passaggio storico, come la vendita delle quote di Terme Gestione ad un privato, la possibilità che questo possa anche non accadere, le relative considerazioni o ripercussioni rispetto a questa ipotesi o i correttivi da apportare al paese e i cambiamenti per gli operatori, insomma, tutto ritenuto di interesse marginale. Nessun riscontro da parte dell’Amministrazione Comunale, anche alla nostra proposta Destinazione Chianciano, un altro tentativo di aprire una discussione propositiva sul futuro del nostro paese, caduto nel vuoto. Il Sindaco tuttavia continua a difendere il suo operato e a dire che i risultati in questi sei anni si sono visti.
Una metodologia dalla quale vogliamo prendere le distanze, un atteggiamento che non può più trovarci disponibili. Se l’Amministrazione è così convinta del proprio successo, continui pure con questo metodo, noi torniamo a fare l’opposizione di inchiesta, esercitando le funzioni di monitoraggio e controllo sugli atti, sulle rendicontazioni dei contributi assegnati, sugli incarichi affidati, portando tutto all’attenzione dei cittadini.

Paolo Piccinelli
Gruppo Consiliare di Minoranza
“Insieme per Chianciano Terme”

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Convocazione Consiglio Comunale 25 maggio 2020

Convocazione Consiglio Comunale

Convocazione del Consiglio Comunale per il giorno per il giorno 25 MAGGIO 2020 – Ore 18,00 –– prima convocazione – SALA CONSILIARE (modalità ordinaria)- –

Nel giorno e nell’orario indicati in oggetto è convocato il Consiglio Comunale per discutere il seguente

Ordine del Giorno

1. Rinegoziazione di prestiti concessi dalla Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. (circ. n. 1300/2020) Emergenza Covid-19;

2. Ordine del giorno avente per oggetto la richiesta di: “Istituzione di un tavolo di crisi finalizzato al confronto tra Amministrazione, Opposizione e categorie economiche di Chianciano Terme, sugli interventi a difesa del tessuto sociale ed economico e sulla visione strategica di medio e lungo termine”, presentata dal Consigliere P. Piccinelli del Gruppo “Insieme per Chianciano Terme”;

3. Istituzione di una commissione temporanea e speciale ai sensi dell’art. 20 del Regolamento del Consiglio Comunale con compiti di approfondimento per il sostegno del tessuto economico e sociale e per la promozione di Chianciano Terme – Determinazione composizione numerica ed elezione componenti.

IL SINDACO
Andrea Marchetti

Documento informatico sottoscritto con firma digitale ai sensi dell’art. 24 DLgs 7/3/2005, n. 82 e s.m.i (CAD). Il presente documento è conservato in originale nella banca dati del Comune di Chianciano Terme, ai sensi dell’art. 22 del DLgs 82/2005.

Filcams-Cgil di Siena ha detto...

Filcams-Cgil, “ se le terme non riaprono, economia e occupazione a rischio”

“Non si comprende il motivo per cui dopo il lockdown e la ripartenza pressoché totale delle attività economiche siano ancora sospesi per decreto i centri benessere e termali, quando invece si permette la riapertura degli estetisti, degli acconciatori dei centri estetici, delle palestre, dei circoli sportivi privati e pubblici, ecc. Tra l’altro non si indica nemmeno una data presunta di riapertura”. “Il Governo non può escludere i centri termali dai settori che possono riaprire e quindi chiediamo alla Regione un intervento urgente in tal senso”. “Nella provincia di Siena sono numerose le realtà termali che non solo arricchiscono l’offerta turistica del territorio rappresentando un elemento di forte attrazione ma che soprattutto danno lavoro a centinaia di persone (oltre diecimila in Toscana)”.“E’ altrettanto chiaro che prioritaria deve essere l’attenzione ai protocolli di sicurezza e prevenzione che dovranno essere adeguati alle esigenze del comparto, così come per tutti gli altri settori, ma le strutture termali devono riaprire quanto prima, altrimenti si rischia l’implosione di interi sistemi economici locali ed ulteriori problematiche occupazionali”.

Anonimo ha detto...

Paolo era ora!!!! Basta con questo buonismo e tentativi di collaborare con chi non ha nessun interesse e nessuna idea sul futuro della nostra città. Niente sconti fateli le pulci su tutto prima che si aprano delle voragini sui nostri conti poi incolmabili. Il dire che con il 60 per cento di voti uno non deve rendere conto è un discorso fascista e che evidenzia il lignaggio della nostra amministrazione.

Anonimo ha detto...

Voglio vedere se tra tutti questi problemi hanno il coraggio ri riproporre sputtanando altri soldi quella megaputtanata del villaggio di natale e cazzate simili. Per il distanziamento nel trenino non ci sono problemi girava spesso a vuoto.

Anonimo ha detto...

Lasciare piazza italia e dintorni in queste condizioni di degrado e creare campi da calcetto e calciotto al castagnolo è come avere un tubo rotto in casa con l'acqua fino al collo e metterci i pesci rossi.

Anonimo ha detto...

Con le future migliaia di disoccupati,che ci saranno in Italia,a fronte dei posti di lavoro persi a causa del virus covid,possiamo ipotizzare tante soluzioni per salvaguardare la monodirezionalitá di Chianciano,ma inevitabilmente ci sarà da fare i conti con una realtà che non piace a nessuno e lascerà danni materiali importanti. Non critico nessuno perché non mi sembrerebbe utile.ma siamo sinceri,che futuro vedete ?

Anonimo ha detto...

Per Paolo Piccinelli

Usano gli stessi metodi usati dalle amministrazioni prevedenti di cui in una hai fatto parte anche tu. Quando si danno le legnate va tutto bene , quando si prendono non va bene ? Fanno male vero ?

La Nazione.it ha detto...

Terme, "riapriamo tutti gli stabilimenti"

Stamani videconferenza dei sindaci dei comuni interessati con l’assessore Federica Fratoni: Firenze cerca una mediazione col Governo


Firenze, 21 maggio 2020 - Le Terme vogliono la riapertura di tutti gli stabilimenti. Per adesso infatti è possibile la riapertura sono delle cure riabilitative. Per esempio in città è aperto lo stabilimento delle Redi. Stamani ci sarà un incontro in videoconferenza fra tutti i sindaci dei comuni termali e l’assessore regionale all’ambiente e al termalismo del suolo della Regione Federica Fratoni. Nonostante la decisione di vietare l’apertura dei centri termali sia stata presa dal Governo centrale, gli assessori regionali si sono detti disponibili a fare da ponte e ascoltare le richieste dei vari sindaci. A puntare per la riapertura sono in particolare le strutture che hanno al loro interno piscine termali.
"Riaprono centri estetici e piscine ma le terme restano vietate. Un’inspiegabile disparità di trattamento in danno del sistema termale, che è anche un presidio sanitario".

Massimo Caputi, presidente di Federterme, non è stato tenero nella lettera che ha inviato al presidente del consiglio Conte, ai ministri della salute e del turismo Speranza e Franceschini, al presidente della conferenza delle Regioni Bonaccini e al direttore generale dell’Inail, Lucibello. Ha parlato in difesa di un comparto che non può ancora riaprire, che rischia fallimenti e chiusure traumatiche, che conta su 330 strutture operanti in tutta Italia e dà lavoro a più di 60mila addetti. In Toscana sono 21 le strutture interessate, oltre 10mila gli addetti del settore. Che restano ancora in cassa integrazione.

Per Caputi, che è anche alla guida delle Terme di Saturnia e ha dichiarato interesse per la gestione delle Terme di Chianciano e in passato è stato anche lo ha fatto per le nostre Terme, la decisione del Governo è generata da errori marchiani. "Ci sono incomprensibili incongruenze che riguardano l’attività delle aziende termali e che rischiano di pregiudicare in modo irreparabile la vita del settore. Due esempi per tutti: sono stati autorizzati i centri estetici e le piscine, ma vietati i centri termali. Dal punto di vista autorizzatorio - scrive il presidente di Federterme - non vi è alcuna differenza tra l’attività di estetista e quella di centro benessere, entrambe sono autorizzate in base alla legge numero 1 del 1990, e ciò rende inspiegabile la chiusura dei centri benessere termali. E’ necessario consentire la loro apertura, come è prevista l’apertura delle spa negli alberghi". A questa incongruenza si aggiunge anche la riapertura delle piscine ordinarie, che rende il veto su quelle termali ancora più beffardo e incomprensibile.

"Si deve prevedere - tuona Caputi nella lettera - che anche le piscine termali possano riprendere la loro attività, sulla base dei sistemi di sanificazione autorizzati a livello regionale, che garantiscono agli utenti gli stessi standard di sicurezza delle piscine ordinarie. Potremmo anche tener conto - è la concessione di Federterme - del protocollo della Fondazione per la ricerca scientifica termale, che prevede misure ad hoc". L’epilogo della lettera è un riferimento alle risposte dell’Istituto Superiore di Sanità. "Non vi sono prove - scrive Caputi, ricordando il parere dell’Istituto - che Covid-19 possa essere diffuso all’uomo attraverso l’uso di piscine o vasche idromassaggio. Il corretto funzionamento, la manutenzione e un’adeguata disinfezione, assicurano l’inattivazione del virus".

Il termalismo sembra sempre più essere il "brutto anattrocolo" del comparto turistico. Sul tappeto c’è anche la questione dei dipendenti, in cassa integrazione da marzo. Ma che fino ad ora non hanno riscosso un euro.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 21.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 18.00 di oggi 21.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 2 (due)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 0 (zero)

Alla data odierna sono scaduti n. 52 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 4 (quattro)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 2 (due)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 0 (zero)
❎🏠Isolamenti domiciliari scaduti: 52

Agenziaimpress.it ha detto...

Coronavirus. Riapertura stabilimenti termali dal 1 giugno, c’è il sì della Regione Toscana

Le terme toscane riapriranno dal primo giugno. Sarebbe questo l’esito dell’incontro in video conferenza anticipato dai sindaci, tra la Regione Toscana, i comuni termali e Federteme. L’accordo prevede la convocazione di un tavolo operativo, attivo già da oggi, che elabori un protocollo per la riapertura in sicurezza degli stabilimenti condiviso che consenta la firma del presidente Rossi sull’ordinanza per il via libera. Intanto, anche a livello nazionale, prosegue il confronto sulla possibilità di riapertura dei centri termali nazionali, tra l’Associazione Federterme – Federazione Italiana delle Industrie Termali e delle Acque Minerali e del Benessere Termale, Governo italiano ed il Comitato Tecnico Scientifico della Protezione Civile.

“Questo incontro – ha detto il Sindaco di Chianciano Terme, Andrea Marchetti – si è reso necessario, considerato che nelle disposizioni previste dagli ultimi DPCM del Governo non sono state indicate le modalità di riapertura dei centri e stabilimenti termali a livello nazionale. Nell’incontro di ieri mattina, a cui hanno partecipato, tra gli altri, gli assessori della Regione Toscana Vittorio Bugli e Federica Fratoni, abbiamo deciso di condividere subito un protocollo operativo a livello regionale, in modo da permettere la riapertura degli stabilimenti in sicurezza già, se possibile, dal prossimo 1° giugno, al fine di scongiurare il dissesto economico delle nostre aziende e stabilimenti termali, che direttamente e indirettamente coinvolge il tessuto individuale e collettivo delle nostre realtà”.

“Sono molto soddisfatta dell’incontro – afferma il Sindaco di San Casciano dei Bagni, Agnese Carletti – che ha sbloccato una situazione difficile”. “La Regione Toscana infatti, ha deciso di fare scelte in linea con il DPCM ma sulle terme farà un’eccezione e questo è un grande risultato e un grande segnale di attenzione. Il tavolo tecnico voluto velocemente dall’Assessore Vittorio Bugli si riunirà già da oggi – prosegue Carletti – e permetterà di avere un protocollo condiviso quanto prima”.

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Anonimo 18.47
Eravamo partiti spulciando contributi della tds bandi assurdi sull’illuminazione pubblica ect.. perché credevamo che ci fosse qualcosa di vero nelle parole del Sindaco in campagna elettorale e quindi ci siamo messi a fare l’opposizione chiamiamola normale. Quando a fine 2019 abbiamo visto il tracollo delle presenze e la assoluta mancanza di un progetto costruito nei 5 anni precedenti, (e i conti) allora abbiamo provato a dare un contributo costruttivo per ricreare quella situazione economica che rende affascinante e divertente la discussione politica o di vedute.
Ma abbiamo trovato un muro di gomma ed un atteggiamento subdolo (e qui rispondo anche all’anonimo delle 14.10) che non ha niente a che vedere con la discussione politica. Nella discussione ci si confronta sui temi, si discute e giustamente stando all’opposizione si prende anche qualche calcio nel sedere, ma poi si esce dal consiglio si passa davanti al negozio o all’albergo che ha appena finito di contare i soldi e c’é il piacere di continuare la discussione. Ma qui i soldi non li conta più nessuno.
Ora torniamo a fare l’opposizione di inchiesta come detto, e vi posso assicurare che “vedrete cose che altri umani…..”
E la cosa non vi farà piacere.

Anonimo ha detto...

Paolo andiamo avanti ora senza più freni.
Facciamolo per il paese, facciamolo per noi. Mettiamo fine a questa corrida senza un Corrado.

Anonimo ha detto...

Caro piccinelli

Ti ricordi cosa disse la senatrice Nisini a Marchetti prima delle amministrative 2019 ? : “Marchetti è uno dei nostri ?

Perché visto che hai avuto il privilegio di ricevere l’interrogazione della lega regionale e non ti decidi a fare opposizione seria, per il rispetto delle 1000 persone che ti hanno votato e dici cosa ha disse nel 2017 il consigliere regionale della lega, Casucci, al presidente della giunta regionale , con riferimento alla gestione del termalismo e all’impoverimento delle acque termali ? : ”potrebbero configurarsi alcuni gravi ambientali”.?

1) il PU (Casucci) come qualcuno ha già detto è obbligato a denunciare il reato. (art 361 cpp)

2) Se la Lega fa simili accuse è evidente che ha le prove e se ha le prove il reato ambientale esiste e se esiste il PD (forza di opposizione ?) non deve chiedere a voce alta di tutelare l’ambiente e far verificare ad soggetto terzo lo stato della falda sotterranea per il bene e il futuro di tutta la cittadinanza ? E’ troppo riduttivo quando dici di più non posso fare. Non potresti tu, Picci, per esempio, in qualità di consigliere di opposizione e avendone l’obbligo, presentare te una denuncia alla procura allegando l’interrogazione della lega? Con la teoria di Pagano (privato cittadino e dipendente delle terme) si può essere certi di affossare un’ indagine del CNR di Pisa? Costata a quel tempo alla regione, circa 200.000 euro ?

3) Si può accettare senza avere un minimo dubbio che la relazione di Pagano potrebbe non essere corretta dato che la relazione di Palazzi è stata piu’ volte allegata al P.S. di Chianciano ? Dicci a cosa serve un P.S. se poi non segui quello che ti dice un tecnico, che tra l’altro hai anche pagato ?
Palazzi la relazione l’ha presentata anche nel 2006 e allora non c’era Marchetti !!!!!!!!!!!!!!!!!! Sono stati mai affrontati i problemi evocati da Palazzi da chi ti ha preceduto ?

Ho parlato con amici e già qualcuno avanza l’ipotesi che lo studio di Pagano può essere servito per non azzerare il valore delle quote dei Concessionari prima della loro cessione ?
Dici che sei diverso da chi ti ha preceduto? Hai dato le dimissioni quando era sindaco la Ferranti ?
DIMOSTRACELO!!!!!!
Chiacchieri parecchio, ma i fatti ancora non si sono visti.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 22.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 17.00 di oggi 22.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 2 (due)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 0 (zero)

Alla data odierna sono scaduti n. 52 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 4 (quattro)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 2 (due)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 0 (zero)
❎🏠Isolamenti domiciliari scaduti: 52

mazzetti stefano ha detto...

momento molto complicato, non invidio chi deve "gestire" , qualunque cosa sia, da p.i,ad associazioni,etc etc.... ed anche amministrazione locale e su su fino al nazionale, per quanto posso avere mie opinioni, sicuramente avere SOLUZIONI è molto più complicato di prima covid.
-detto questo, a me lo streaming del consiglio, non mi ha meravigliato di niente, se Marchetti abbia o no detto fuori microfono "il pallone è mio e le regole le faccio io”, fa poca differenza, e magari è pure vero che avendo rivinto con 60% ,che non è lolla si debba rispettare tutti ok, ma un po di decisionismo basato su programma votato ci sta, e ci sta che non sia condiviso poi da chi la vede diversamente su alcuni temi o tutti
Se , non è necessario coinvolgere opposizione per ogni cosa,(magari anche giustamente, non so) o non tenere conto delle sue proposte, figuriamoci quanto zero puo valere il mio e degli altri che a sto giro il voto è stato nullo, bianco, o non andati a votare.... noi davvero manco a puli sotto lo zerbino democratico dove "scritto benvenuti"....ma va bene cosi ognuno nel suo posto.
- i numeri attuali sono ZERO, di questo c'è poco da analizzare, ma che il sindaco non abbia risposto con numeri, ma con proclami, alla richiesta di paolo di dare i risultati numerici, matematici vari, delle azioni marketing e "strumenti" creati nei 6 anni passati....non ne capisco motivo....... l'economia è matematica, il riscontro di un ottimale azione in merito si misura con i numeri dei risultati, non le collaborazioni tra comuni, quello che fa svn, i riconoscimenti di città dello sport, il sentiero per diabetici, giano, babbo natale, for family, etc etc......non che non sia importante sapere cosa è stato fatto, E NON CHE ALCUNE COSE NON SIANO INTERESSANTI, ....... ma per misurarne l'efficacia serve la matematica dei numeri......purtroppo il sindaco non ce lo ha voluto dire......, vabbè possiamo ognuno di noi, andando a tentoni, ipotizzarli quelli degli altri, ben sapere i propri.
-svn:- zero o poco piu....quanti soldi gli sono stati dati??per avere zero?
-giano:- zero o poco più....quanti soldi sono stati spesi per quel progetto??per avere indietro zero?
-for family:- quanti soldi spesi?? per i risultati indietro zero?
-citta sport e anno 2019 capitale dello sport, hanno che è stato detto sarebbe stato quello dove raccoglevamo i frutti delle azioni dei 5 anni passati.....risultati?..non zero per tutti, per alcuni bene.....ma per tutti gli altri???(la maggiornanza )...
-sentieristica:- gia 4 anni fa manco all'inaugurazione ci fu interesse, (sbagliato perche ameno io le ritengo importanti), ma come mai??, spero andra meglio per quelle ottimizzate ora per cui dal 1 giugno , giustamente, chi le cura, pulisce, manu tiene, avrà contributi......io ne sono solo contento almeno non dovranno manu ternerle le az.agr e frontisti come hanno fatto fino ad ora, e se la p.a gli attribuisce "interesse pubblico" dovra partecipare alle spese di manutenzione e intervenire con frontisti e proprietari.....meno spese per noi.....di questo sono contento(ANCHE SE A CAMMINARE, ANDARE IN BICI,MOTO,FUORISTRADA NELLE VICINALI PRIVATE VEDO MOLTI, MA MAI NESSUNO A PULI SCARPATE, SANARE FRANE, TAGLIARE SPINAIE, BOOHHHH NON HO BEN CAPITO ....), sicuramente per queste nuove ottimizzazioni, se verra fatta inaugurazione, sara presente tutta chianciano perchè sicuramente tutti sono stati coinvolti nel progetto.
-presenze paganti cifre sufficienti a coprire costi gestione 2019??? aumentate?, questi frutti del lavoro del quinquennio precedente ci sono stati??
- i circa 2milioni di tds creati da settore "alloggi" usati per tutte queste azioni e creazione strumenti, quante decine di milioni di euro hanno fatto tornare indietro??
-------------------------

mazzetti stefano ha detto...

ma, in democrazia, decide e fa chi vince, causa covid, turismo che a tanti disturbava azzerato e non c'è piu, insieme a pagamenti tasse che il turismo creava(maggior contribuente chiancianese), e se ad ora 430 (oltre mille persone) famiglie chiedono aiuti di vario genere per mangiare,pagare bollette etc etc, il prossimo inverno causa non assunzione dipendenti, aziende chiuse, passivi in banca, etc... le famiglie che chiederanno saranno almeno 900 secondo me, diciamo circa 2100 chiancianesi, la tds da distribuire per contentini non c'è...casse comunali ipotizzo non messe bene...... sarà tutto sanato sicuramente dalle soluzioni trovate nell'unica riunione della commissione attività produttive svolta in un anno.., BASTA AVERE PAZIENZA DI ESSERE TUTTI NELLA ROVINA COMPLETA, POI CI DARANNO LE SOLUZIONI DELLA COMMISSIONE ATT.PR...... anche questo, come per la sentieristica ,a me fa solo piacere, non coinvolgono altri perchè loro sono esperti e ci pensano loro a risolverci i problemi, pagare mutui, tasse, contributi, etc ..... meno lavoro da fare per noi.....
-quindi paradossalmente, sono piu tranquillo di sempre, quando a incassi zero, prospettive nulle,impossibilità di pagare qualunque cosa, c'è chi. riunendosi 1 volta in un anno, ti risolve lui tutti i problemi.....altro che babbo natale!! questi si che sono regali ben accetti.
-lecito e giusto che con 60% facciano.....anche se non danno numeri dei risultati....noi dirottiamo tutte le fatture di pagamenti a assessore al turismo, e commissione att.prod., che , non volendo aiuto, sono i soli preposti a risolvere le situazioni, e trovare soluzioni .
-poi, per correttezza....non è che ogni aiuto proposto sia tale, molti sono strumentali, e non è che ogni azienda è davvero costruttiva, ma molte sono solo furbe,opportuniste,individualiste, e ben fuori dalla logica "l'insieme fa la forza".
per per fortuna, è la prima volta che lo slogan "insieme si può" è vera, basta che non sia riferita ad aspettare la catastrove non +invertibile di un collasso economico generale.

Isa Rubani ha detto...

Ha abbandonato il termalismo e tutti gli italiani speriamo che lo capiscano una. Volta per tutte saluti
E baci isa

Anonimo ha detto...

Per isa

È la prima volta che ti leggo e ti rispondo volentieri.

La politica ha abbandonato il termalismo, è vero !
che lo facciano i consiglieri regionali o i parlamentari oramai per esperienza sappiamo che il loro interesse per i territori nasce solo per prendere voti. Delle realtà locali non gliene frega niente. Grazie a Valerio siamo venuti a conoscenza che la lega regionale fa gravi accuse alla regione, ma dopo non prende posizione per tutelare i nostri territori. Lo stesso vale per fratelli di italia e movimento cinque stelle .
Nonostante ciò una senatrice della lega qualche giorno fa dichiara che la regione toscana e lo Stato hanno abbandonato il termalismo. Ci vuole una bella faccia tosta a fare simili dichiarazioni. I consiglieri regionali della lega non hanno abbandonato le città termali ? l’interrogazione è del 2017 !

I politici di spessore dimostrano che non hanno il minimo interesse a tutelare gli interessi degli elettori. La cosa grave la commettono i nostri politici, governo e opposizione, che dopo le dichiarazioni dei consiglieri regionali e l’evidente abbandono da parte della politica che conta, tutto scorre come se niente fosse.

Per consiglieri regionali c’è un problema e fanno circostanziate accuse, per i “nostri politici” il problema non esiste.
E il Paese sta muorendo . Stiamo solo aspettando il necrologio.

Anonimo ha detto...

Mi associo .
Grazie al blog abbiamo scoperto quanto alla lega, a fdi e m5s interessino le terme.
Ma la sinistra dove sta?

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 23.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 14.00 di oggi 23.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 1 (uno)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 0 (zero)

Alla data odierna sono scaduti n. 53 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Rispetto alla giornata precedente cambia quindi il bollettino locale e lo fa registrando la negativizzazione - ovvero la guarigione definitiva - del nostro quinto concittadino colpito da Covid-19.
In Toscana, anche se non con dinamiche preoccupanti, si continuano però a registrare nuovi casi e la curva epidemiologica fatica a tendere allo zero e questo ci deve spingere a non mollare ed a rispettare le direttive: indossiamo le mascherine ed osserviamo il distanziamento sociale.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 5 (cinque)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 1 (uno)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 0 (zero)
❎🏠Isolamenti domiciliari scaduti: 53

Anonimo ha detto...

Che palle Mazzetti con questi pipponi...tocca leggerti a rate !

mazzetti stefano ha detto...

23 maggio 2020 17:21, lo so, mi rompo le palle anche io a rileggermi dopo , ma davvero non per far sarcasmo, .....purtroppo non so scrivere..ma basta che quando vedi mio nome non leggi cosa male scrivo.

Comune di Chianciano Terme ha detto...

I primi due incontri lo scorso 20 maggio con sindacati, parti sociali ed economiche produttive

Unione Comuni della Valdichiana Senese: tavoli di lavoro permanenti per programmare le politiche economiche del territorio per favorire la ripresa

I Sindaci attivano varie azioni per rimodulare le risorse e garantire la ripresa delle aziende e la ‘vicinanza umana’ a tutti i cittadini

Dopo il periodo di lockdown imposto dall’emergenza sanitaria da COVID-19, tutte le Amministrazioni pubbliche, nell’affrontare la cosidetta Fase 2 e le fasi successive, stanno lavorando per rimodulare le politiche, programmate in precedenza, per adeguarle alle molteplici nuove esigenze e per rispondere alla collettività. I Sindaci dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese intendono lavorare in stretta sinergia con le parti sociali, produttive ed economiche, attivando un tavolo permanente di confronto, in grado di ‘calibrare’ le adeguate risposte alle esigenze e necessità che tutti dovranno affrontare per la ripresa economica.

Un primo tavolo di confronto, a cui ha partecipato anche il Sindaco di Chianciano Terme, Andrea Marchetti, si è svolto nel pomeriggio di mercoledì 20 maggio, in video conferenza, per mettere a punto, con sindacati, parti sociali, economiche e produttive locali, le azioni da mettere in atto e da programmare per favorire la ripresa economica. Due sono stati gli incontri a cui hanno preso parte i Sindaci dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese; il primo si è svolto con le rappresentanze sindacali; il secondo con i rappresentanti delle associazioni di categoria dei settori del commercio, artigianato e della ricettività alberghiera e turistica. Durante gli incontri sono emerse le criticità che le categorie produttive e dei lavoratori devono affrontare in questo difficile momento; difficoltà emerse anche da parte degli Enti pubblici, in quanto devono affrontare con le risorse disponibili nei propri Bilanci comunali, la nuova situazione.

“Il confronto con tutte le parti sociali ed economiche – afferma il Presidente dell’Unione Comuni Valdichiana Senese, Roberto Machetti -, è fondamentale per mettere in atto azioni puntuali e mirate che corrispondono alle effettive esigenze collettive, sociali ed economiche. Da parte di tutte le Amministrazioni comunali che fanno parte dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese c’è la forte volontà di dare risposte concrete sin da subito, senza attendere le fasi di efficacia delle azioni che il Governo e la Regione Toscana metteranno in atto”.

“Sindaci, sindacati e associazioni di categoria e del settore alberghiero e turistico, devono supportare con atti concreti chi si trova in difficoltà – prosegue il Presidente -, ma questo è anche il momento della ‘vicinanza umana’. Siamo e dobbiamo essere uniti – conclude Roberto Machetti – per uscire insieme dalla più grave crisi che potevamo immaginare in epoca contemporanea e l’istituzione di un tavolo permanente di confronto ci aiuterà a capire come calibrare le azioni da intraprendere”. (segue)

Comune di Chianciano Terme ha detto...

L’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese, a seguito di questi incontri, ha già stilato una serie di prime misure da mettere in atto per favorire la ripresa sociale ed economica del tessuto produttivo del territorio e convogliare le risorse economiche-finanziarie degli Enti stessi in azioni mirate.

Queste le principali azioni. In questa fase, senza rinunciare agli investimenti di sviluppo del comparto turistico, saranno rimodulati gli apporti finanziari destinati alla promozione e commercializzazione del territorio della Valdichiana Senese, funzione demandata dal 1998 all’associazione “Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese”, che conta attualmente circa 190 associati tra cui i Comuni di Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, Pienza, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena, Trequanda e l’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese.

L’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese ha già deliberato l’abolizione dei diritti di segreteria del Suap, lo sportello unico delle attività produttive, punto di contatto fondamentale fra imprese e istituzioni pubbliche per sbrigare tutte le pratiche relative all’apertura e alla gestione aziendale.

Un’altra azione è finalizzata al contenimento della tassa sui rifiuti (TARI), il tributo destinato a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, azione che tutti i 105 Comuni che fanno parte dell’ATO Toscana Sud intendono promuovere per ‘alleggerire’, in particolare, il tributo alle aziende, che già stanno operando in condizioni economiche molto difficili.

Inoltre, molte sono le azioni importanti già messe in atto dai singoli Comuni che fanno parte dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese, tra cui quella di concedere ai proprietari delle attività commerciali l’utilizzo del suolo pubblico a titolo gratuito, ovvero senza richiedere l’autorizzazione preventiva monumentale e paesaggistica, al fine di favorire l’attività commerciale che deve garantire e attuare il distanziamento sociale, imposto dalla norme nazionali per il contenimento dell’emergenza epidemiologica ancora in atto.

Anonimo ha detto...


forza italia:

Per gentile concessione, oltre alle interrogazioni di : FDI, LEGA, M5S del 6.10.2016 prot 25299, non poteva mancare quella di FORZA ITALIA presentata il 21. 04.2016 prot 10681 e nella quale in consigliere regionale Stefano Mugnai, dice:

al Presidente della Giunta ed all’Assessore competente :

1) se abbiano valutato come, qualora l’uso delle acque risulti superiore ai tempi di ricarica delle falde acquifere, la superficie freatica possa scendere drasticamente fino a un livello da non poter essere più raggiunta;

2) Se la regione sia a conoscenza della Criticità delle risorse termali afferenti al territorio regionale toscano e se, nonostante le suddette criticità, abbia investito per aumentarne la produttività;

3) Quali interventi deliberativi ritenga opportuni per tutelare il patrimonio indisponibile delle acque minerali, di sorgente e termali.

Questo è l’interesse che i nostri politici , di qualsiasi colore, hanno per il nostro territorio, compreso i nostri : TUTTI MUTI ! chi tace acconsente ?

Ciò che più fa male è che con il rilancio del termalismo (ben venga) , dovremmo fare ulteriori sacrifici economici per farsi trovare pronti, senza però mai sapere quanto durerà…..

Anonimo ha detto...

Ma nessuno si è accorto che ai giardini allora dell'aperitivo ieri pomeriggio sera c'era un delirio di persone tutte appiccicate e quasi tutti senza mascherina?. Ma i nostri vigilantes così rigidi a controllare le donnine fuori dai supermercati in piena emergenza dove sono? Chi controllano? Che si fa si vole rifinire tappati in casa?

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 24.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 16.30 di oggi 24.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 1 (uno)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 53 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Oggi registriamo due nuovi isolamenti domiciliari, misure cautelative adottate - secondo quanto previsto dalle direttive ministeriali e regionali - nei confronti di due concittadini rientrati dall'estero. Non si tratta quindi di isolamenti domiciliari motivati da possibile contatto con soggetto risultato positivo.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato è pertanto il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 5 (cinque)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 1 (uno)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠Isolamenti domiciliari scaduti: 53

Anonimo ha detto...

Mazzetti sei più bravo a cuoce le salsicce alla brace che a scrive i discorsi !

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 25.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 17.00 di oggi 25.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 1 (uno)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)

Alla data odierna sono scaduti n. 53 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 5 (cinque)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 1 (uno)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 2 (due)
❎🏠Isolamenti domiciliari scaduti: 53

Anonimo ha detto...

È sconfortante leggere il menefreghismo di lega fdI m5s e il pressapochismo dell' opposizione di piccinelli

Anonimo ha detto...

Sconfortante caro anonimo 19.19 è più che altro la nostra amministrazione comunale.
Poca anzi pochissima cosa e tutto continua a scorrere nel declino generale.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Da fine Novembre 2019 ENEL X - società che in Raggruppamento Temporaneo di Impresa con Elettroimpianti srl si è aggiudicata il bando di efficientamento - sta gestendo l'illuminazione pubblica nel nostro Comune.
Approvato il progetto esecutivo, ad oggi si è in attesa dell'approvvigionamento dei materiali necessari all'attuazione del progetto di riqualificazione (con particolare attenzione al centro storico) ed efficientamento dell'intero impianto.
Già attiva da tempo quindi la gestione della manutenzione ordinaria e straordinaria anche in funzione della quale è stata effettuata georeferenziazione degli oltre 2200 punti luce dell'area urbana. La società ENEL X ha infatti apposto su ogni sostegno una targhetta identificativa cosicché possano essere più facilmente individuati eventuali malfunzionamenti e soprattutto rendere più efficace e tempestivo il servizio in risposta a segnalazioni derivanti dai cittadini.

Per adesso sarà sufficiente comunicare eventuali guasti, situazioni impiantistiche di pericolo o fare reclami al numero verde 800901050 (attivo h24) od inviando una mail all'indirizzo:

sole.segnalazioni@enel.it

Al termine degli interventi di efficientamento sarà inoltre attivata una pertinente APP (Enel X YoUrban) con la quale il cittadino potrà aprire immediatamente la segnalazione di guasto posizionandosi nelle immediate vicinanze del punto luce non funzionante e verrà informato sulla risoluzione del problema.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 26.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 18.00 di oggi 26.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 1 (uno)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 3 (tre)

Alla data odierna sono scaduti n. 53 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Oggi registriamo un nuovo isolamento domiciliare che - come negli altri due recenti casi - è misura cautelativa adottata nei confronti di una concittadina rientrata dall'estero. Non si tratta pertanto di isolamento domiciliare motivato da potenziale contatto con soggetto risultato positivo.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 5 (cinque)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 1 (uno)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 3 (tre)
❎🏠Isolamenti domiciliari scaduti: 53

Partito Comunista Sez. Valdichiana Senese ha detto...

E' curioso notare come la Lega s'interessi tanto di Chianciano Terme. Nei fatti nulla è stato fatto, se non dichiararsi a favore della vendita delle Terme, sapendo benissimo che i concessionari degli stabilimenti termali, nella maggior parte dei casi privati, non hanno installato gli strumenti di misurazione in riferimento al prelevamento di acqua termale dalle sorgenti. La Lega Nord dichiara che la Regione è negligente sul controllo delle falde termali ma non fa nulla per contrastarla, potrebbero benissimo denunciarlo, i consiglieri regionali Casucci e Salvini in quanto P.U. sono obbligati a presentare denuncia alla procura nel momento in cui dichiarano che sono a conoscenza che sono stati commessi dei reati (art 361 cpp). Sarà poi il Magistrato ad avviare le indagini e stabilire se aprire un fascicolo, loro stessi sono al consiglio regionale ma ci pensano bene prima d'inimicarsi i privati, visto che gli stessi controllano nei fatti la gestione di una risorsa strategica per i loro tornaconti personali e difatti prelevano acqua senza controllo. Come il PD, favoriscono la vendita delle terme, trasformando un diritto sanitario (in riferimento alla cura idropinica, alla fango-balneo-terpia e alle inalazioni) in un mercato e se ciò non bastasse, optare solo sul sistema benessere per pochi intimi, affossando così il vero volano della città della salute. Sono due facce della stessa medaglia. Quando qualcuno, tanti anni fa, diceva che: "Ci stanno rubando le Terme", aveva ragione. Gli interessi di pochi a scapito del benessere sociale. Facile difendere chi è più forte, più difficile tutelare i diritti ed i bisogni sociali della popolazione. Noi ci stiamo provando con tutta l'umiltà possibile, cercando di ragionare su temi più profondi. La loro società è basata sulla superficialità, sullo sfruttamento indiscriminato delle risorse per il profitto privato, noi siamo per tutelare le risorse strategiche, in maniera sostenibile per renderle fruibili a tutti quelli che ne hanno bisogno. L'acqua sta finendo, il loro pensiero è di sfruttarla fin che c'è e poi pazienza, si passerà ad altro....Un esempio pratico è stato il Carbonizzatore, cavalcarono l'onda della critica all'impianto, certamente nocivo ma senza proporre un'alternativa se non quella dell'inceneritore come face Salvini ad Orvieto, sempre in mano privata con ampi margini di guadagno per lo sesso. L'unica possibilità che abbiamo è quella degli investimenti pubblici da parte di uno stato veramente sociale ed il ripristino del periodo di malattia da parte dell'Inps per garantire l'utilizzo delle Terme nel pieno rispetto della costituzione e nel rispetto dei LEA (LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA), dei quali fanno parte le cure termali, non vi sono altre soluzioni, altrimenti si può anche cementificare la città ed andarsene ma senza lotta non vi è vita.

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Pillole dal Consiglio Comunale

Nascondendosi dietro una formula di matematica finanziaria, quella dell’invarianza finanziaria, il Sindaco e la giunta indebitano di più e più a lungo, il nostro Comune. La rinegoziazione dei mutui concessa furbamente agli enti da Cassa depositi e prestiti, consente di allungare i mutui facendo leva appunto sull’invarianza finanziaria che dice, pagherai ovviamente più interessi, ma con i soldi che inizialmente risparmi, puoi fare degli investimenti che potrebbero fruttarti una cifra tale da compensare quel maggior costo. Facile a dirsi.
Scelta scontata, dunque, quella di un’Amministrazione in difficoltà che ha proposto e votato la rinegoziazione dei mutui (poco più di 4 milioni) portando la scadenza, oggi fissata al 2035, fino al 2044, il tutto a costo zero secondo la giunta e la responsabile della ragioneria, con un aggravio di 635 mila euro di interessi, secondo il piano di ammortamento di Cassa depositi e prestiti.
Sulle rinegoziazioni dei mutui degli enti, si è espressa in maniera negativa anche Corte dei Conti che ha evidenziato come certe scelte portano con sé il rischio di irrigidire i bilanci futuri. Ma non solo, anche il Revisore dei Conti del Comune alla fine della sua relazione, appena dopo aver messo il parere favorevole scrive una nota raccomandando agli amministratori di utilizzare i risparmi iniziali a spese di investimento o comunque a spese che possano generare ritorni negli esercizi futuri. E tra queste ahimè, non c’è la spesa corrente.

Chi ha seguito il penultimo Consiglio Comunale, avrà assistito all’arrogante tentativo del Sindaco di modificare il punto all’ordine del giorno presentato dal nostro gruppo, dove si chiedeva l’istituzione di un tavolo di confronto per decidere insieme anche agli altri soggetti istituzionali del paese, una strada a cui lavorare in maniera coordinata. Richiamato dal Segretario Comunale, il Sindaco ha dovuto desistere, ma facendo toccare uno dei punti più bassi della storia democratica del nostro Consiglio Comunale, è riuscito comunque a rimandarlo. Poi, dopo nemmeno 24 ore di tempo, ha convocato un ulteriore Consiglio, proponendo nuovamente il nostro punto e un altro, quasi un copia e incolla del nostro, ma proposto da lui. Il pallone è mio e le regole le faccio io vi dice niente? Tant’è. Ne abbiamo preso atto ma non ci siamo prestati a questa ulteriore presa in giro, ritirandolo nella seduta consiliare. Il Sindaco non contento, ha cercato di mettere al voto anche la nostra volontà sul ritiro… un delirio di onnipotenza, nuovamente richiamato dal Segretario Comunale, che ha ricordato uno striscione visto allo stadio di S. Siro qualche anno fa, che personalizzato suonerebbe così.. “Sindaco, Dio esiste ma tranquillizzati, non sei te”…

Anonimo ha detto...

Chissà perché piccinelli parla di tutto meno che del termalismo. Il centro destra con le interrogazioni gli presta il fianco e il pd non interviene. Che fai piccinelli, gli reggi il sacco?

Anonimo ha detto...

È l'aratro del Marchetti che traccia il solco ma è la spada del Rocchi che lo difende.

Siete fatti della stessa materia di cui sono fatti gli incubi.

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

Pillole di Consiglio Comunale
Ci sono provvedimenti urgenti, perché di grande utilità per il futuro della città, e indifferibili, perché necessari ad eliminare i danni che il loro procrastinarsi può generare ad alcune categorie economiche e a numerosi singoli cittadini: anche il Comune di Chianciano Terme, come quasi tutti gli altri Enti locali, ha deliberato la sospensione del pagamento delle rate di tutti i mutui accesi con Cassa Depositi e Prestiti. Liberiamo così risorse importanti per poter essere sempre pronti con liquidità per le esigenze dei cittadini e delle imprese. Nei mesi scorsi abbiamo approvato l’esonero delle tariffe di marzo ed aprile derivante dalla sospensione dell’attività del nido per emergenza epidemiologica, per stare sempre vicino alle famiglie. Abbiamo deliberato la concessione di nuovo suolo pubblico senza il pagamento della relativa tassa e di tutti i diritti di segretaria dovuti per la domanda di autorizzazione, per accompagnare le attività commerciali a ripartire in tutta sicurezza. Ci apprestiamo nei prossimi giorni a varare altri interventi in favore di famiglie e attività economiche. E’ evidente che il Comune metterà in campo una serie di iniziative virtuose per garantire la qualità dei servizi alla nostra comunità e permettere la ripartenza economico/turistica.
Abbiamo provveduto ad istituire una commissione temporanea e speciale ai sensi dell'art. 20 del Regolamento del Consiglio Comunale con compiti di approfondimento per il sostegno del tessuto economico e sociale e per la promozione di Chianciano Terme: qualcuno si è alzato ed è uscito dall’aula consiliare senza partecipare alla votazione, non provvedendo nemmeno a nominare i propri rappresentanti in seno alla commissione stessa.
Purtroppo dobbiamo riscontrare la solita manfrina, in cui si è specializzata ormai l’opposizione: nell’assoluta incapacità di opporre argomenti o idee all’azione dell'amministrazione, si dedica alla propaganda, trincerandosi nel bunker di una opposizione ottusa, sorda alle esigenze della città, che crea disagi e danni, non all'Amministrazione come vorrebbero far credere, ma direttamente ai cittadini.
Nessun governo può conservarsi solido a lungo senza un’opposizione formidabile
(Benjamin Disraeli)

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 27.05.2020

In attuazione della direttiva n.4 della Regione Toscana, si informa la popolazione che la situazione sanitaria in atto nel territorio del nostro Comune aggiornata alle ore 13.00 di oggi 27.05.2020 secondo l'informativa del SISPIC è la seguente:

➕ Casi POSITIVI: 1 (uno)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 3 (tre)

Alla data odierna sono scaduti n. 53 isolamenti domiciliari fiduciari/quarantene.

Il report complessivo relativo al nostro Comune dall'inizio dell'emergenza sanitaria aggiornato è quindi il seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 5 (cinque)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 1 (uno)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 3 (tre)
❎🏠Isolamenti domiciliari scaduti: 53

donatella ha detto...

“Nessun governo può conservarsi solido a lungo senza un’opposizione formidabile”

Hai proprio ragione Andrea. Puoi però ringraziare Piccinelli perché se ancora p.e.a.c. tira a campa’ è proprio grazie all’incapacità dell’opposizione.

Il motore della nostra economia sono le terme, punto e basta e l’opposizione non può permettersi per il bene del Paese di far finta di niente dopo le dichiarazioni della lega. Sembra che ci sia un problema e pertanto va affrontato. Le accuse della lega sono circostanziate.

Possiamo capire la posizione del Sindaco e della giunta, ma è inqualificabile il silenzio di Piccinelli.

Accidenti al meglio…”il rotto che dice male dello strappato” ( Vattelapesca)

Anonimo ha detto...

Ma la stella di sceriffo quando gliela diamo al Marchetti!! Madonna quanto ego! Sono anni che si annunciano provvedimenti ma aldilà di qualche festicciola ed eventucolo non è stato fatto niente....e fino a qui saremmo un linea con le ultime amministrazioni....ma è aumentato il degrado e mentre prima su questo cera impegno e attenzione ora zero assoluto.

Anonimo ha detto...

Piccinelli non contate più un caxxo , avete rovinato questo paese tacete ! Non avete più la fiducia dei cittadini ! Vai a vendere i giornalini !

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 22.12 caro Berluschino con la faccetta nera ricalchi in pieno l'ideologia di questa destra. Io sono io e voi non siete un cazzo.
Ti rispondo con una citazione.
Siete tutto chiacchere e distintivo.

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

A me la polemica becera non piace, ma non piace nemmeno il fatto che si cerchi di prendere in giro, attraverso me, i cittadini. Si può discutere se una scelta era da fare o meno, ma si discute di quello non di qualcosa che non c’entra niente.
Questo è il messaggio che ieri ha postato il Sindaco ed ora capisco perché alla nostra richiesta di mandare in streaming il Consiglio Comunale ci è stato risposto negativamente e capisco perché il giorno dopo il Consiglio stesso, quando abbiamo richiesto la registrazione magnetica, prevista dal regolamento, la risposta è stata…“ mi scusi tanto ma ieri non avevamo il registratore…”
E sia chiaro, nessuno di noi sta sostenendo che Marchetti stia facendo qualcosa che non stia dentro le norme, stiamo parlando di inopportunità, stiamo ponendo l’attenzione su cosa potrà accadere in futuro…
E sia anche chiaro che se Marchetti avesse davvero proposto la sospensione dei mutui come ha scritto, l’opposizione l’avrebbe votata. Giudicate voi.

Allegato 1 Clicca Qui!

Allegato 2 Clicca Qui!

Allegato 3 Clicca Qui!

Allegato 4 Clicca Qui!

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Si ricorda alla cittadinanza che le “campane stradali” sono finalizzate esclusivamente al conferimento di multimateriale questo inteso come Vetro, Plastica e Lattine; in esse NON PUÒ e NON DEVE essere conferito rifiuto indifferenziato, per il quale nell'area urbana è attivo il servizio di raccolta domiciliare “porta a porta” relativamente al quale è calendarizzato il ritiro nella mattinata del Venerdì.

Inoltre, visto che molto del materiale impropriamente conferito all'interno o (peggio ancora all'esterno) delle campane è di tipo “ingombrante”, si ricorda che:

• da Lunedì 18/05/2020 è nuovamente attivo il servizio di raccolta rifiuti ingombranti presso Centro di Raccolta in Loc. Cavernano secondo l’orario di accesso ordinario:

LUN – GIOV - SAB dalle ore 9.00 alle ore 13.00
MAR - VEN dalle ore 14.00 alle ore 17.30

• È attivo il servizio di raccolta domiciliare degli ingombranti prenotando il ritiro telefonando al numero 800-127484, inviando mail all'indirizzo ingombranti@seitoscana.it inserendo i dati personali e l'elenco dei rifiuti da ritirare, oppure compilando il form al seguente indirizzo: https://seitoscana.it/ritiro-ingombranti

• rimangono ancora SOSPESE le operazioni di consegna sacchi all'interno della struttura per le quali è stato attivato il servizio di consegna a domicilio mediante richiesta tramite numero verde 800-127 484.

Anonimo ha detto...

Per anonimo 28 maggio 2020 08:25

Meglio nero che rosso come un billo !

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 28.05.2020

Si informa la popolazione che la situazione sanitaria nel territorio del nostro Comune aggiornata secondo l'informativa del SISPIC alle ore 18.00 di oggi 28.05.2020 non registra nessun cambiamento rispetto al bollettino precedente ed è pertanto la seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 5 (cinque)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 1 (uno)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 3 (tre)
❎🏠Isolamenti domiciliari scaduti: 53

Terme di Chianciano ha detto...

Le TERME DI CHIANCIANO riaprono in totale sicurezza con un’offerta rinnovata: cure, “tutor del benessere”, piscine termali, remise en forme.

Dopo la riapertura di Laboratorio analisi (con Test Covid-19), Poliambulatorio, Fisioterapia ed Estetica, i primi di Giugno si riattivano tutte le cure termali e riaprono le piscine termali Theia

Riaprono i primi giorni di giugno in totale sicurezza tutti i servizi termali e le piscine Theia di Terme di Chianciano. Dal 3 giugno sarà possibile accedere al Parco Acqua Santa per la cura idropinica con Acqua Santa e Acqua Fucoli e si riattivano contemporaneamente le prenotazioni delle altre cure termali, fanghi epatici, artroreumatici e bagni, mentre dall’8 giugno sarà aperto il reparto inalatorio.Dal 6 giugno aprono le piscine termali Theia, con i servizi di bar e ristorazione; oltre 600 metri quadri di acqua termale Sillene, immersi in un grande parco verde dove la famiglia al completo con i bambini può rigenerarsi dopo lo stressante lockdown. Sarà necessario prenotare il proprio turno di ingresso, in cui saranno compresi il proprio armadietto ed un lettino riservato.Nel post Covid-19, le acque termali vengono consigliate per la loro azione terapeutica; infatti è scientificamente documentato il loro effetto antibatterico, antinfiammatorio e di rafforzamento del sistema immunitario.“L’emergenza Covid-19 ci ha indotto a riconcettualizzare l’esperienza termale. Il lungo periodo di lockdown ha portato con sè una vita sedentaria, stress e alimentazione più abbondante – sottyolinea Mauro Della Lena, Direttore Generale di Terme di Chianciano – .Alle Terme, dove si coniugano lo svago e lo sport in territori e parchi verdi e incontaminati con prestazioni sanitarie e di benessere, si potrà fare il check up sul proprio stato di salute e successivamente, assistiti ogni giorno dai medici o dal proprio “tutor del benessere”, cure e trattamenti di Remise en Forme in collaborazione con il blasonato partner sanitario statunitense UPMC Italy”. Abbiamo formulato delle nuove offerte che comprendono consulti con esperti termali, trattamenti benessere, esami di laboratorio anche per la diagnosi del Covid – 19, esercizio fisico nella natura incontaminata di Chianciano o nella Palestra della salute, cure termali, bagni nelle acque termali delle Piscine Theia, massaggi, trattamenti di bellezza e percorsi alimentari salutari da proporre ad un pubblico di Italiani e stranieri appena sarà possibile”.La parola d’ordine è sicurezza per gli ospiti grazie a continue e ripetute procedure di sanificazione certificate ISO 9001 ed ai grandi spazi a disposizione sia nei parchi termali che negli stabilimenti, spazi che garantiscono un distanziamento ben superiore a quello minimo previsto dalle Ordinanze regionali, assenza di file e gestione attenta dei flussi di ingresso e uscita. (segue)

Terme di Chianciano ha detto...

L’Ospite deve indossare la mascherina chirurgica e non presentare sintomi quali tosse e febbre al di sopra dei 37,5 gradi; sul posto viene effettuato un triage con misurazione della temperatura oltre a tutti gli altri accorgimenti per abbattere il rischio di contagio da Covid-19.Contestualmente alla riapertura progressiva di tutti i servizi, compreso il laboratorio analisi dove si effettua anche il test Covid su prescrizione del medico di base, le Terme di Chianciano, per completare a 360 gradi la propria offerta di benessere, puntano anche sui trattamenti di bellezza con cure di medicina estetica, di estetica professionale con depilazioni e applicazione dello smalto ed ovviamente di massaggi manuali e con macchinari. Intanto, per disintossicare l’apparato digerente stressato dal lungo periodo di confinamento, è attiva sullo Shop on line, l’Offerta speciale “Rituale Detox” che consente di disintossicare il fegato con dei semplici gesti quotidiani e comprende, a prezzo speciale e senza le spese di spedizione, l’invio a casa di 12 bottiglie di Acqua Santa con due scatole di Sali pronti di Terme di Chianciano.Tutti i servizi devono essere prenotati chiamando il call center al 057868501, per mail inviando richiesta a prenotazione@termechianciano.it oppure sul sito internet www.termechianciano.it

Anonimo ha detto...

Il nero indica la fine o chiamala anche morte fai te...

Anonimo ha detto...

Non ci credo, hanno tolto i pupi dalla piazza giano!

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 29.05.2020

Si informa la popolazione che la situazione sanitaria nel territorio del nostro Comune aggiornata secondo l'informativa del SISPIC alle ore 16.30 di oggi 29.05.2020 non registra nessun cambiamento rispetto al bollettino precedente ed è pertanto la seguente:

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 5 (cinque)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 1 (uno)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 3 (tre)
❎🏠Isolamenti domiciliari scaduti: 53

Partito Comunista Sez. Valdichiana Senese ha detto...

LA REPUBBLICA AI LAVORATORI - MARTEDÌ 2 GIUGNO H 11
UNA GRANDE MANIFESTAZIONE NAZIONALE, A FIRENZE IN PIAZZA DALMAZIA E A LIVORNO IN PIAZZA DELLA REPUBBLICA E IN TUTTA ITALIA
La Federazione Provinciale Senese aderirà alla manifestazione di Firenze, partenza con le automobili messe a disposizione dai compagni dai caselli di Chiusi-Chianciano Terme alle ore 08.00 e di Valdichiana alle ore 08.30. Per la zona di Siena, partenze dallo svincolo (racc. SI-FI) di Siena Nord alle ore 08.30 e Poggibonsi Nord-San Gimignano alle ore 09.00. Per partecipare contattare la segreteria provinciale al 3278764873 o sulle seguenti pagine facebook: Partito Comunista - Siena o Partito Comunista Valdichiana Senese.
ll 2 giugno è la Festa della Repubblica, nata dal sacrificio dei partigiani che hanno combattuto contro il nazifascismo ma anche per la costruzione di una società nuova e giusta, che purtroppo non è mai stata realizzata. La recente crisi sanitaria ha messo a nudo l’inefficienza e la brutalità del sistema capitalista, che prima ha distrutto la sanità pubblica e poi ha dimostrato che il profitto e gli interessi delle classi dominanti sono sempre più importanti della sicurezza delle masse popolari, che sono state abbandonate a loro stesse.
Operai e lavoratori costretti a rischiare la salute per non fermare la produzione, licenziamenti, cassa integrazione non pagata, chiusure di decine di migliaia di piccoli esercizi commerciali e artigianali: una massa enorme di situazioni di povertà assoluta o comunque di grande difficoltà. E la politica del Governo, supino ai monopoli capitalistici italiani e stranieri, è quella di far pagare i costi della crisi del sistema capitalistico globalizzato ai lavoratori e ai ceti popolari.
«La Repubblica italiana è fondata sul lavoro, vogliamo combattere questa ulteriore aggressione contro i diritti dei lavoratori, salariati o autonomi, che vogliamo rendere protagonisti – spiega il segretario generale del Partito Comunista Marco Rizzo- Chi produce la ricchezza del Paese deve essere al centro delle decisioni. Serve il cambio del modello di società e occorre rompere al più presto la gabbia europea.Il Partito Comunista rilancia l'unità di tutti i lavoratori e ribadisce l’alleanza strategica sociale, l’unica necessaria, chiamando nelle piazze di ogni regione i militanti, i simpatizzanti e tutti coloro che, nel giorno della nascita della Repubblica, hanno bisogno di gridare che questo modello di società ha fallito».

Anonimo ha detto...

Ovvia tolti i pupi risolti i problemi....come se i problemi fossero stati i pupi . Pori sinistroidi !

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 INFORMATIVA SITUAZIONE SANITARIA
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 30.05.2020

Con il secondo tampone risultato negativo oggi è arrivata la buona notizia che tutti auspicavamo: l'azienda sanitaria ci ha comunicato la guarigione dell’ultimo dei nostri 6 concittadini contagiati dal Coronavirus a partire dal 20/03/2020, giorno in cui fu registrato il primo caso all'interno della cittadina.
Al momento non abbiamo quindi nessun positivo sul territorio comunale, ma questo non significa pensare di essere definitivamente usciti dall'emergenza sanitaria.

Dobbiamo necessariamente continuare a rispettare responsabilmente le direttive sanitarie emanate, tra le quali principalmente quelle in merito all'utilizzo della mascherina in presenza di altre persone, del mantenimento delle distanze interpersonali e soprattutto nell'evitare la creazione di assembramenti.

Nel riportare quindi il bollettino sanitario aggiornato alle ore 16.45 di oggi 30.05.2020

➕ Casi POSITIVI TOTALI: 6 (sei)
💚 Casi GUARITI: 6 (sei)
➕ Casi POSITIVI ATTIVI: 0 (zero)
⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE: 3 (tre)
❎🏠Isolamenti domiciliari scaduti: 54

si informa che saranno sospese anche le comunicazioni giornaliere, le quali saranno effettuate solo in occasione di variazioni significative della situazione sanitaria all'interno del nostro Comune.

Anonimo ha detto...

Tolti pupi rimane la tragedia ma almeno viene eliminato il grottesco!!! Poi ci sono altri pupi e signor si che purtroppo non si tolgono.

Anonimo ha detto...

per 7,55

se non si tolgono dipende da chi ci rappresenta: l'opposizione che non esiste.

Geo Archeologica Chianciano ha detto...

Geo Archeologica

Museo Archeologico Chianciano Terme. A testimonianza della nostra gratitudine per il lavoro svolto per la comunità, in condizioni di grande difficoltà e pericolo, in questo periodo di emergenza Covid19 (ma anche per quello svolto nella quotidianità), i gestori promuovono l'ingresso gratuito al nostro museo per tutti i medici, infermieri e personale sanitario in servizio presso le strutture sanitarie pubbliche della Repubblica. Pur coscienti del poco significato economico, la nostra iniziativa ha il fine di non far dimenticare, ora che le cose sembrano andare meglio, la riconoscenza che ognuno dovrebbe manifestare per chi, come ad esempio il personale sanitario pubblico, si impegna ogni giorno per la salute pubblica (ed in genere per il bene comune), indipendentemente dal censo, genere o colore, dei pazienti...... Vi aspettiamo. Aperto dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Lunedì chiuso. 057830471.

Anonimo ha detto...

Forse qualcuno a Chianciano spera in un bel ribaltone ( Colpo di stato ) per tornare a governare il paese senza passare dall'elezioni . Tanto i piddini si sono abituati a governare con i ribaltoni e senza consenso popolare .

Anonimo ha detto...

Perecchi non qualcuno sperano che andiate a casina ma non per chissà quali strategie copiate dal modello nazionale ma semplicemente perché secondo molti siete somari e a parte voi silvio boys della chiana ultras di destra credo non vi si filerebbe più nessuno.

Anonimo ha detto...

Qualcuno ha notizie dell'illuminazione pubblica? Se volete portiamo noi i lumini, tanto la città è ridotta ad un cimitero, l'altra sera buio totale in Piazza Italia, le Piane, Via di Vittorio, Rinascente, praticamente quasi tutto il paese.....Ma che ci frega....., si va a prendere l'aperitivo tutti felici, tutti sorridenti, sicuri che il nostro paese è fantastico e sempre avanti agli altri...Siamo leggenda....LA LEGGENDA DEI MORTI VIVENTI.....

Anonimo ha detto...

al buio è più romantico, vedi le stelle specialmente se cadi in qualche buca

Anonimo ha detto...

hhahahaha.....cartolina di Chianciano