e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

mercoledì 27 febbraio 2013

Masterchef Chianciano, Rimpasticcio parte 2!


Ecco annunciato oggi in un articolo della Nazione il secondo rimpasticcio della Giunta guidata da Gabriella Ferranti, futura Masterchef, a 15 mesi dalla scadenza del mandato.

"In arrivo il rimpasto della giunta Ferranti con probabile nomina di due nuovi assessori: Moreno Periccioli quale assessore esterno e probabilmente Robertino Cherubini, attuale consigliere comunale che alcuni mesi fa dette la propria disponibilità ad una ipotesi di responsabilità diretta nella giunta. Moreno Periccioli, senese del 1953, ha alle spalle una lunga esperienza amministrativa.
Fu eletto nel 1990 consigliere regionale del Pci e nel 1992 è entrato in giunta regionale come assessore al personale. È stato membro della task-force sull’occupazione, voluta dalla Presidenza del Consiglio dei ministri e presieduta da Borghini, in rappresentanza di tutte le Regioni; è stato anche assessore all’agricoltura. L’altra ipotesi che prende corpo è che rientrino le annunciate dimissioni di Fabrizio Sanchini."

Sicuramente si chiude il cerchio, si inserisce "il commissario" anche nell'Amministrazione dopo "i reggenti" nel PD locale e il nuovo Cda del Monte dei Paschi nelle Terme.
Cosa dobbiamo pensare di questa scelta? Con quali prospettive per Chianciano? 


Saluti,

Valtubo

P.S.: Stanno lavorando sulla segnaletica per il ripristino del doppio senso verso Piazza Italia, a breve la riapertura!
Vignetta su senso unico


Foto inviata da un blogger, Chianciano 02/03/2013....

48 commenti:

Puntoeacapo ha detto...

3. VERDE

La tutela e lo sviluppo del verde quale elemento ambientale importante verrà salvaguardato con l’obiettivo primario di un suo effettivo utilizzo da parte della collettività.

Le nostre idee

- Riqualificazione della “Pineta” valorizzando gli aspetti naturali dell’area tramite collaborazione con Associazioni ambientaliste;
- riqualificazione di tutte le aree verdi di Chianciano (attrezzate o meno) attraverso manutenzione ordinaria e lo strumento dell’”Adozione”;
- creazione piste ciclo-pedonali di collegamento tra le varie zone verdi;
- incrementare la vigilanza sul territorio che deve essere fatta con convenzioni con associazioni ambientaliste;
- messa a punto di un sistema di controllo, attuato dalla vigilanza pubblica;
- studio, realizzazione, manutenzione e potenziamento di un parco giochi per i bambini;
- al fine di tutelare il verde pubblico verranno realizzati tutti quegli interventi di prevenzione volti a rendere più sicuri i parchi stessi (recinzioni, video-sorveglianza ecc).

Anonimo ha detto...

CASPITA ERA PROPRIO QUELLO CHE CI MANCAVA A CHIANCIANO...
TANTE BELLE RECINZIONI E TELECAMERE PER SALVAGUARDARE IL VERDE (sic!)...
MA ALLA GENTE CON TUTTI I PROBLEMI CHE CI SONO STE' COSE VOGLIONO FARCI BERE...

Robertino Cherubini ha detto...

Risposta a mail per il Blog.

Mi fa piacere che tutti sappiano, quando non so io.
Ad oggi non ho avuto nomine, so che ne abbiamo parlato, come ne parlammo insieme la sera dei pici.
Come al solito a Chianciano tante chiacchiere e poco senso della realtà.
Come anche mi piacerebbe capire chi a Chianciano che vuole fare qualcosa di reale, a parte le chiacchiere, visto che su vari progetti ho cercato qualche collaborazione, ma con poco risultato. Se volete sono disponibile ad approfondire.

Anonimo ha detto...

Dal centritalia online:

Chianciano: il sindaco Ferranti non conferma il “rimpasto” in giunta

Chianciano (27.02.2013) -– Il sindaco di Chianciano Gabriella Ferranti, interpellata in proposito, non ha confermato il prossimo rimpasto in giunta secondo quanto riportato da alcune notizie di stampa.
Secondo tali notizie dovrebbero entrare in giunta Moreno Periccioli del Pd senese e l’'ambientalista Roberto Cherubini attualmente consigliere comunale di maggioranza. Dall’'inizio della legislatura la giunta guidata da Gabriella Ferranti ha “perso” già tre assessori (Nicoletta Bianchi, Antonio Altobelli e Paolo Piccinelli). Inoltre anche l’'assessore “esterno” Fabrizio Sanchini non ha escluso le sue dimissioni per motivi personali. Secondo quanto si è appreso il primo cittadini potrebbe tenere una conferenza stampa prossimamente per annunciare novità in giunta.

Anonimo ha detto...

Ragazzi ma vi rendete conto, il Sindaco dice di non sapere niente dei nuovi Assessori ma sulla stampa ci sono gia' persino le deleghe attribuite al nuovoAssesore Periccioli ! Ma vi rendete conto a che punto siamo? Questi non sanno nemmeno piu' chi hanno in Giunta?! Ma con che faccia stanno ancora li' e non si dimettono?

Brodo ha detto...

Ma nessuno dice niente che sono due giorni che il senso unico (per poco più) è chiuso per il rifacimento della segnaletica?
Ma tutte ste spese chi le paga?
Sti esperimenti tra segnaletica per mettere il senso unico e adesso per rimettere il doppio senso chi li paga?
Il Piccinelli, il sindaco o noi imbecilli che ancora non "li sbraniamo"?

Anonimo ha detto...

Tranquillo Brodo, li rimborsa tutti Silvio, vai in fila alla Posta che insieme all'IMU ti ridà anche i soldi delle tasse che paghi al comune di Chianciano.

Gruppo Consiliare Pdl-Chianciano per la Libertà ha detto...

"Apprendiamo dai giornali il probabile rimpasto all’'interno della Giunta comunale di Chianciano.

Qualora le notizie trovassero riscontro nei fatti e nelle persone indicate come possibili nuovi assessori assisteremmo all’'ennesimo tentativo della maggioranza di serrare i ranghi e sottacere le profonde lacerazioni che invece l'’operato di questa amministrazione ha prodotto nella cittadina e nel comparto produttivo in particolare. Presumibilmente i mesi che ci separano dalla scadenza naturale del mandato saranno caratterizzati da uno stato di sostanziale impasse nell'’azione di governo che acuiranno ulteriormente lo stato di profonda crisi in cui l’'economia cittadina versa da anni. Nostro compito sarà quello di mettere ancora più in evidenza le contraddizioni e le mancanze di questa fallimentare esperienza amministrativa nella convinzione che i cittadini, quando saranno chiamati ad esprimere il proprio giudizio, sapranno indicare una nuova e reale strada per il cambiamento".

Gruppo Consiliare Pdl-Chianciano per la Libertà

Anonimo ha detto...

Scusate ma non sapete che la fontana di Piazza Italia e' ferma per un enorme guasto? E' nuova ed e' gia' buttare. Grazie Amministrazione, con cio' che sono costate.

valtubo ha detto...

Oggi alle 15,18 hanno riaperto il doppio senso nel tratto da Piazza Italia al ponte, grande mobilitazione per i vigili per rieducare alla guida "europea" dopo l'abitudine di affrontare il tratto all'inglese.
Hanno lasciato una ventina di posti blu su lato destro in direzione ponte, speriamo non stringano troppo la carreggiata in funzione degli autobus nella stagione, vedremo.
Cmq finalmente dopo che gli abbiamo detto per anni di riaprire, troppo tempo è passato, troppi i negozi chiusi e le attività in bilico, hanno riattivato la doppia circolazione.

Saluti,

Valtubo

valtubo ha detto...

Ma non c'è incompatibilità con il ruolo di Assessore?

Nuovo presidente di Scarlino Energia è Moreno Periccioli, ex assessore all'ambiente della Regione Toscana nella giunta Chiti. A ricoprire la figura di amministratore delegato sarà invece Luca Galimberti.

Nessun mutamento nella compagine societaria che è composta da Sta Società Toscana Ambiente spa con il 65% di capitale sociale (attraverso la Scarlino Holding); Siena Ambiente spa con il 25% e Gr.Eco srl (veicolo che rappresenta l'imprenditoria grossetana) con il 10%.

Art. 63
Incompatibilità
1. Non può ricoprire la carica di sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale o circoscrizionale:
1) l'amministratore o il dipendente con poteri di rappresentanza o di coordinamento di ente, istituto o azienda soggetti a vigilanza rispettivamente da parte del comune o della provincia o che dagli stessi riceva in via continuativa una sovvenzione in tutto o in parte facoltativa, quando la parte facoltativa superi nell'anno il dieci per cento del totale delle entrate dell'ente;
2) colui che, come titolare, amministratore, dipendente con poteri di rappresentanza o di coordinamento ha parte, direttamente o indirettamente, in servizi, esazioni di diritti, somministrazioni o appalti, nell'interesse del comune o della provincia ovvero in società ed imprese volte al profitto di privati, sovvenzionate da enti in modo continuativo, quando le sovvenzioni non siano dovute in forza di una legge dello Stato o della Regione;
3) il consulente legale, amministrativo e tecnico che presta opera in modo continuativo in favore delle imprese di cui ai numeri 1) e 2) del presente comma;
4) colui che ha lite pendente, in quanto parte di un procedimento civile od amministrativo, rispettivamente, con il comune o la provincia. La pendenza di una lite in materia tributaria ovvero di una lite promossa ai sensi dell'articolo 9 del presente decreto non determina incompatibilità. Qualora il contribuente venga eletto amministratore comunale, competente a decidere sul suo ricorso è la commissione del comune capoluogo di circondario sede di tribunale ovvero sezione staccata di tribunale. Qualora il ricorso sia proposto contro tale comune, competente a decidere è la commissione del comune capoluogo di provincia. Qualora il ricorso sia proposto contro quest'ultimo comune, competente a decidere è la commissione del capoluogo di provincia territorialmente più vicino. La lite promossa a seguito di o conseguente a sentenza di condanna determina incompatibilità soltanto in caso di affermazione di responsabilità con sentenza passata in giudicato. La costituzione di parte civile nel processo penale non costituisce causa di incompatibilità. La presente disposizione si applica anche ai procedimenti in corso;
5) colui che, per fatti compiuti allorché era amministratore o impiegato, rispettivamente, del comune o della provincia ovvero di istituto o azienda da esso dipendente o vigilato, è stato, con sentenza passata in giudicato, dichiarato responsabile verso l'ente, istituto od azienda e non ha ancora estinto il debito;
6) colui che, avendo un debito liquido ed esigibile, rispettivamente, verso il comune o la provincia ovvero verso istituto od azienda da essi dipendenti è stato legalmente messo in mora ovvero, avendo un debito liquido ed esigibile per imposte, tasse e tributi nei riguardi di detti enti, abbia ricevuto invano notificazione dell'avviso di cui all'articolo 46 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602;
7) colui che, nel corso del mandato viene a trovarsi in una condizione di ineleggibilità prevista nei precedenti articoli.
2. L'ipotesi di cui al numero 2) del comma 1 non si applica a coloro che hanno parte in cooperative o consorzi di cooperative, iscritte regolarmente nei registri pubblici.
3. L'ipotesi di cui al numero 4) del comma 1 non si applica agli amministratori per fatto connesso con l'esercizio del mandato.

Anonimo ha detto...

Incompatibilità

caro Valtubo, non so se te ne sei accorto, ma non è stata fatta nessuna nomina di nuovi assessori. Non è il Corriere o La Nazione a nominare gli assessori, ma il Sindaco che, in effetti, non ha nominato nessun nuovo assessore. L'incompatibilità di Periccioli è stata segnalata, evidentemente, prima che si formalizzasse l'incarico che così è saltato ancor prima di nascere, ma i ben noti e cosiddetti "giornalisti" di questi due quotidiani pur di fare uno scoop hanno pubblicato una voce di corridoio senza la ben che minima conferma e verifica delle fonti,e purtroppo hanno reso un pessimo servizio alla cittadinanza raccontando una falsa notizia. Quando si fanno certe articoli si comincia così "da fonti certe" etc.
rimpasto ci sarà ma non si può trasformare la politica nel fantacalcio!!!!!

Anonimo ha detto...

NON SARA' CERTAMENTE COL RIPRISTINO DELLA VECCHIA VIABILITA' CHE RIAPRIRANNO I NEGOZI ED ALBERGHI E CHIANCIANO SI RIPRENDERA' DALLA CRISI ECONOMICA...
CI VUOLE BEN ALTRO PURTROPPO !!!
OCCORREREBBE SOPRATUTTO SE QUALCUNO SE NE ANDASSE E LASCIASSE IL CAMPO A IDEE E PERSONE NUOVE...

Anonimo ha detto...

La Nazione di oggi:

CHIANCIANO IL DESIGNATO E’ PRESIDENTE DI ‘SCARLINO ENERGIA’

Giunta, salta la nomina di Periccioli
Il nuovo assessore individuato per rilanciare l’economia è incompatibile
STOP alla nomina di Moreno Periccioli quale assessore nella giunta Ferranti di Chianciano perché l’ex assessore regionale è incompatibile con l’incarico, in quanto presidente di ‘Scarlino energia’. Si riapre così il toto-nomine sui nuovi equilibri nella giunta chiancianese che era pronta, dopo una lunga fase di trattative e di confronti, a trovare un nuovo scenario politico con la nomina del pidiessino Periccioli e l’ingresso del consigliere comunale Robertino Cherubini, espressione degli ‘indipendenti’ nel gruppo consiliare di maggioranza. Erano già decise le nuove deleghe per il rimpasto di giunta ma adesso torna tutto in discussione. Sembra che Moreno Periccioli avrebbe accettato l’incarico in quanto fortemente sollecitato dal Partito democratico ad assumersi questa responsabilità, ma al momento della sua conferma è emersa l’incompatibilità con il suo attuale ruolo. Nel luglio 2011 Moreno Periccioli si è insediato alla persidenza del nuovo Cda di Scarlino Energia, società nata nel 2007 con l’obiettivo di acquisire e rilanciare l’impianto di produzione di energia elettrica presente nel complesso industriale del Casone di Scarlino. Società che è composta da Sta Società Toscana Ambiente spa con il 65% di capitale sociale (attraverso la Scarlino Holding); Siena Ambiente spa con il 25% e Gr.Eco srl (veicolo che rappresenta l’imprenditoria grossetana) con il 10%. Adesso quindi si protrae lo scenario di incertezza negli equilibri politici che aveva portato alla decisione dell’ampliamento dei componenti della giunta chiancianese. La figura di Moreno Periccioli, al quale sarebbero andate probabilmente le deleghe relative allo Sviluppo economico e turismo doveva servire anche per riallacciare i rapporti fra l’amministrazione comunale e le categorie economiche e quindi non è da escludere che la giunta Ferranti cerchi di trovare un nuovo nome che possa aiutare un processo di riavvicinamento con l’imprenditoria locale. Dal 2009 ad oggi 3 sono stati gli assessori dimissionari della giunta ed un quarto ha annunciato il proprio abbandono e quindi appare urgente per l’amministrazione comunale trovare un nuovo slancio politico.

Anonimo ha detto...

CHIANCIANO MODIFICATA LA SEGNALETICA STRADALE CHE INTRODUCE LE NUOVE REGOLE

Viale della Libertà, torna il doppio senso di circolazione
MODIFICATA la segnaletica per un imminente ripristino della doppia circolazione lungo Viale della Libertà. Ricordiamo che la vicenda della sperimentazione era in parte legata ad i nuovi lavori di Piazza Italia ed è stata oggetto di grandi tensioni fra commercianti, albergatori e l’amministrazione comunale. La decisione di tornare alla vecchia circolazione fu decisa dall’assemblea del PD il 17 gennaio quando in una nota indicò che «la circolazione nella zona di Pazza Italia era stata modificata qualche tempo fa, in via sperimentale, diventando a un unico senso di marcia. La fase di sperimentazione è terminata, così come sono stati conclusi i lavori di riqualificazione della piazza. La sperimentazione non ha dato i risultati attesi, sia dal punto di vista di regolazione delle direttrici di traffico sia dal punto di vista del miglioramento della fruibilità pedonale delle aree interessate. Per questo motivo, riteniamo sia opportuno ripristinare il doppio senso di marcia, anche in vista di un futuro piano di viabilità che dovrà essere definito dall’amministrazione comunale anche in virtù di altri interventi di riqualificazione da realizzare in quell’area. Il nuovo piano della viabilità, una volta definito, dovrà trovare importanti momenti di confronto con i cittadini e con le forze economiche. L’obbiettivo del piano sarà quello di facilitare la fruizione della città da parte dei turisti e dei cittadini al fine di aiutare lo sviluppo delle attività economiche e commerciali della città». Adesso la riapertura alla doppia viabilità.

Fabrizio Camastra ha detto...

Ed ora con il ripristino del doppio senso, all'intersezione sulla provinciale, prima del ponte dovrà essere attuato dalla Provincia il progetto (per altro gia' esecutivo, cioè già pagato) della rotatoria. Il Sindaco dovrebbe spendersi affinchè questa opera, troppo spesso rinviata, venga inserito nel piano dei progetti esecutivi del prossimo anno.

Anonimo ha detto...

Si devono arrendere....... sono circondati ...il fatto e' dove si nascondono????

Anonimo ha detto...

Io sarei molo piu' democratifo.......Famo na' focata

Anonimo ha detto...

GLI FA NA SEGA IL FOCO A COMUNISTI.LO SANNO TUTTI CHE IL DIAULO E' ROSSO FOCO.

Anonimo ha detto...

Scusate, qualcuno sa dirmi se la foto con i materassi appoggiati alla pianta, pubblicata nella pagina iniziale del presente post, ritrae un'opera di Bodega?
No perchè lo stile assomiglia! Quanto costa?

Guardia Svizzera ha detto...

Guarda guarda...
quei comunisti degli elvetici
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-03-03/svizzera-oggi-voto-mettere-120611.shtml?uuid=Ab2aD9ZH

Anonimo ha detto...

Quei materassi sull'aiuola sono la nuova casa della sindaca e di alcuni assessori che sono stati levati dai coglioni dal municipio e ora sono in mezzo a una strada.
Poveretti AIUTIAMOLI!!!!!!!

Roby 53 ha detto...

A proposito di quei materassi appoggiati alla pianta: io credo che pur criticando tutti l'attuale amministrazione per le cose che forse non hanno fatto come qualcuno di noi avrebbe voluto, i nostri compaesani prima di esprimersi sul mal fatto degli altri dovrebbero comportarsi da persone civili e poi fare le critiche che vogliono.

Roby 53 ha detto...

Roberto dice: sulla famosa strada delle Volpaie i lavori stanno volgendo al termine e nonostante il disagio creato agli abitanti e usufruitoti di detta via i lavori si sono svolti tranquillamente, a parte qualche piccolo inghippo. La gente ha parcheggiato la proprie macchine lungo via della Valle ed è andata a casa a piedi senza mai reclamare. Un ringraziamento a tutti per l'educazione che hanno avuto nei confronti di chi lavorava. Purtroppo, però, c'è sempre la pecora nera. C'è sempre quello che si crede più furbo degli altri, educazione e rispetto per chi lavora mai e se ne è sempre fregato degli altri e delle regole. A questi elementi sarebbe bene dargli il biglietto di ritorno, perché i furbi ce l'abbiamo da noi.

Anonimo ha detto...

Articolo del Corriere di Siena di oggi

Piazza Italia: che fine hanno fatto i parcheggi?

Chianciano Terme – “Che fine hanno fatto i parcheggi previsti dal progetto di rifacimento di Piazza Italia davanti all’Ufficio turistico della Provincia? Avrebbero dovuto essere una decina, comodi per gli utenti e i clienti degli esercizi commerciali della Piazza, ma sono stati cancellati: la piazza è circondata da dissuasori in travertino! E alle nostre richieste di ripristino il Comune non risponde….”. I commercianti degli esercizi affacciati su Piazza Italia sono sempre meno: a gennaio due negozi hanno chiuso. Gli altri lamentano un calo del fatturato (“pari a circa il 40%2 ci dicono alcuni) e diversi addetti sono ormai in cassa integrazione. I possibili, eventuali e sempre meno numerosi clienti chiedono anche di poter parcheggiare in santa pace. “Basta pensare al meccanismo di facilitazione dell’accesso per i clienti su cui si basano gli outlet –spiega Gino Salerno, orafo autore di straordinari gioielli ispirati all’arte etrusca- I parcheggi degli outlet sono grandi, comodi, contano migliaia di posti e sono gratuiti. Lo sviluppo di Chianciano potrebbe passare per il Centro commerciale a cielo aperto, ma con opportuni servizi e la semplificazione dei parcheggi. Attualmente quelli intorno alla piazza sono per la maggior parte a pagamento anche d’inverno!”.
Paradossalmente è come se a Chianciano fosse stata pedonalizzata solo un’area, quella delle aziende di piazza Italia. “Allora pedonalizziamo tutto il centro termale” propone provocatoriamente Paolo Michelangeli, titolare di uno storico albergo con bar affacciato sulla piazza, alle prese con lo scarico e carico ad esempio dei bagagli dei clienti che hanno a disposizione dei parcheggi sull’altro lato della piazza, davanti alla Posta. “Aiutateci” implorano i commercianti che valutano anche eventuali azioni legali “invece di ostacolarci, siamo gli ultimi a combattere”.
L’area dei previsti parcheggi disegnata da Bodega davanti al “Telaio” ed all’Ufficio turistico è stata realizzata con materiali carrabili, quindi destinata alle auto. Poi, non più, il Comune ha cambiato idea. E qui si ripercorre la storia dei lavori, iniziati ed effettuati nel corso della stagione turistica, si sottolinea il fatto che la piazza non prevede il collegamento per i disabili, che è tanto scivolosa da necessitare tappeti verdi, che già sei bimbi sono finiti a bagno nelle vasche. “E per fortuna si tratta del “salotto” buono” della città - commentano i commercianti- per la maggior parte del tempo è deserto, d’estate è caldo, d’inverno è scivoloso… Non è accogliente non è accessibile, le fontane non sono attive da giorni. È definitivamente tramontato il luogo d’appuntamenti dei chiancianesi storici “Ci vediamo in Piazza Italia…”

Paolo Piccinelli ha detto...

Leggevo tra i vari commenti che il senso unico é stato ristabilito in maniera tardiva rispetto alla chiusura dei negozi. Ormai per tutti il senso unico é una decisione di Paolo, va bene mi prendo la responsabilità, del resto non dando seguito anche alle pedonalizzazioni che di cui avevamo discusso facendo concerti ed eventi il fine settimana, (perché oltre ai turisti qualcuno dovrebbe pensare ad attrarre i visitatori del territorio andando a "rubarli" ai centri commerciale, outlet ecc) aveva poco senso.

Detto questo, spero qualcuno di voi non pensi che tornati ai due sensi e con i parcheggi, da domani si moltiplicheranno le richieste di imprenditori per affittare i fondi o di clienti che arriveranno a comprare in quegli stessi negozi. Il problema di fondo credo é che per andare a fare degli acquisti serve un motivo, ovvero un prodotto che ci interessi e a Chianciano e non solo in quella via, i negozi di un livello tale da competere con altri che sono nella zona, non sono tantissimi, andrebbero poi aperti dopo cena ecc ecc.
Stessa analisi andrebbe fatta per le strutture alberghiere che fanno fatica a competere con altri operatori del mercato, paradossalmente paghiamo il fatto di essere albergatori da molti anni, rispetto a tanti, nati anche nella zona, che hanno realizzato le proprie strutture 10 anni fa. Anche qui capisco che non sia facile investire se non si ha la certezza che ritornino un certo numero di turisti. Quindi il nodo centrale é quale sia la leva per riportare a Chianciano un numero sufficiente di turisti per far lavorare e guadagnare almeno 80/100 alberghi.

Io ho proposto un parco divertimenti che vi sintetizzo, perché non é Gardaland e nemmeno città della Domenica: L'analisi é stata fatta con Errico Ghinato che é stato per tanti anni presidente di Gardaland, il quale é venuto a Chianciano ed ha insieme a l'Architetto Mazzoli (disegnatore di molti parchi anche in America) proposto un paio di ipotesi interessanti per Chianciano. Quella forse più adatta é sembrata, un parco con un mix di attrazioni con offerta principale dedicata all'intrattenimento (spettacoli ecc). Un parco che parli ai bambini 5/14 anni quindi ai genitori e nonni. Le attrazioni meccaniche sono rapportate (senza che mi dilungo lo sapete da soli quali sono) ai bambini di quell'età.
Un parco che se potessimo pensarlo all'interno dei Fucoli, offrirebbe a tutti gli ospiti una comodità che difficilmente trovano da altre parti, un po' quello che avviene con il parco Tivoli di Copenaghen, in alternativa c'é la zona del Caggiolo che é di proprietà del Comune (circa 14 ettari).
Il mio pensiero é che questo, (senza dimenticare le Terme, lo sportivo, culturale, congressuale, eno-gastronomico ecc ecc, possa riportare un numero sufficiente di turisti, che poi andranno ospitati in maniera adeguata e che dovranno trovare un paese gradevole.
A qualcuno questa non sembra una buona idea, ma intanto é una, sarebbe interessante sentirne altre.

Saluti

Paolo Piccinelli

Simoleons ha detto...

Al geniale Piccinelli, e ai genialissimi architetti da lui menzionati, mi preme far notare come un parco del genere da lui paventato non necessita solo degli ettari di terreno in cui montare le attrazioni. Serve soprattutto la zona urbanizzata circostante, dove incanalare la viabilità, e questo vuol dire strade adeguate e soprattutto parcheggi adeguati. Pensare al Fucoli o, peggio, alla zona del Caggiolo dimostra che si stanno dando numeri a caso senza il minimo discernimento. Mio figlio, che ha dieci anni, usa molto più criterio quando gioca a Sim City...

Anonimo ha detto...

Dal Cittadino online:

David Rossi si uccide buttandosi dalla finestra
Il responsabile della comunicazione del Monte dei Paschi non era indagato

SIENA. David Rossi, responsabile dell'area comunicazione di Banca Monte dei Paschi di Siena, si è ucciso questa sera gettandosi dalla finestra del suo ufficio nella sede di Rocca Salimbeni. Rossi era stato perquisito dieci giorni fa nell'ambito dell'inchiesta sul Monte ma non era indagato. Sul posto i Carabinieri, la Polizia ed il 118, ma ormai non c'era più niente da fare.

E' lo stesso appena nominato nel nuovo Cda delle Terme?

Anonimo ha detto...

David Rossi, capo dell'area comunicazione di Mps, si e' tolto la vita stasera, poco dopo le 21, gettandosi nel vuoto dal suo ufficio della sede di Rocca Salimbeni e finendo in un cortile interno.
Rossi, che non era indagato, una decina di giorni fa era stato perquisito nell'ambito dell'inchiesta sul Monte dei paschi. Gli uomini del Nucleo valutario della Guardia di finanza, il 19 febbraio, si erano presentati nel suo ufficio e nella sua abitazione. Nello stesso giorno erano stati perquisiti nuovamente anche l'ex presidente e l'ex dg di Rocca Salimbeni, Giuseppe Mussari e Antonio Vigni. Rossi non e' stato indagato, ma certo le perquisizioni, fecero notare allora alcune fonti dopo la 'visita' delle Fiamme gialle, si fanno ''a sorpresa'' quando si cercano ''prove, documenti o riscontri''.
Considerato uomo vicino all'ex presidente Mussari, Rossi, che aveva 51 anni, era rimasto al suo posto anche con la nuova dirigenza. Il sodalizio con Mussari era cominciato dal 2001, quando l'ex presidente di Mps e Abi era a capo della Fondazione, azionista di riferimento con il 34,9% del capitale della banca, e Rossi era il responsabile della comunicazione dell'ente.
Niente lasciava immaginare il drammatico epilogo, ai colleghi che lo avevano contattato anche negli ultimi giorni per le ultime notizie sull'istituto di credito aveva risposto con la stessa cordialita' e professionalita' di sempre.
Rossi, sposato, aveva due figli ed era molto conosciuto in citta'. Al suo impegno di dirigente della banca, univa anche quello di vicepresidente del Centro internazionale di arte e cultura di Palazzo Te e di membro del consiglio di amministrazione di Vernice per i progetti culturali.

Anonimo ha detto...

Propongo ufficialmente al P.D. di far realizzare il Parco Giochi dall'Arch. Bodega.

Anonimo ha detto...

A proposito di David ……..
PROMOSIENA è la Società per Azioni costituita dalla Camera di Commercio di Siena, dall’Amministrazione Provinciale e Comunale e dal Monte dei Paschi di Siena. Dal 2003 svolge il proprio ruolo a sostegno della competitività del sistema economico e imprenditoriale senese nei mercati esteri.
Presidente Massimo Terrosi
Direttore David Bolici

Come è possibile che il Direttore di tale società di proprietà di Enti Pubblici sia diventato il nostro ex-Sindaco di Chianciano Terme David Bolici (che tra l’altro non ha lasciato dei buoni ricordi ….), che non è nemmeno laureato?
Ha forse qualche master come quelli di Giannino ……??
Ma la norma che per essere nominati dirigenti e direttori delle aziende pubbliche bisognava essere obbligatoriamente laureati è ancora vigente o vale solo per i non allineati? è stata forse dimenticata?
Oppure ancora serve e basta che per tali nomine avere la carriera politica nel Partito Democratico?
Anche queste storie dovranno finire prima o poi.

Paolo Piccinelli ha detto...

In effetti simoleons era meglio se mi avesse risposto tuo figlio di dieci anni, mi avrebbe sicuramente scritto di gradire o meno un parco dove poter trovare attrazioni. Ripeto che non stiamo parlando Gardaland ovvero un parco capace di intercettare 3 milioni di visitatori l'anno, ma di un parco senza ripetermi con caratteristiche diverse.
Tu conosci bene il parco dei Fucoli? Sai quanti ettari ancora ci sono a valle da utilizzare se ci fosse bisogno di parcheggi?
I Fucoli sono raggiungibili a piedi da quasi tutti gli alberghi di Chianciano.
Hai paura della viabilità? Ma quando Chianciano faceva quasi 2 milioni di presenze te dove eri? Ti davano così tanto fastidio le code che si formavano la sera da S.Elena alla Rinascente? A me piacerebbe rivederle. Quando c'é il congresso dell'udc arrivano dentro al parco 3 mila persone e stanno tutti e solo nella zona del Bruco, ti senti privato del tuo spazio?
Via proviamo a ragionare senza preconcetti, dimmi che non é quella la strada migliore da percorrere e accetto il tuo giudizio, se poi ci dai anche la tua idea (se l'hai proposta prima é da tanto che non leggo il blog, allora me scuso, dammi il rif.) ne discutiamo.

Paolo Piccinelli

mazzetti stefano ha detto...

analisi interessante Paolo...ma??????
1)idea parco-bambini-genitori di conseguenza=giro economico, ok la penso anche io cosi.
2)viabilità certo importantissima, ma io che a Sim City non gioco e sono quindi "ignorante in materia", se nel parco fucoli ricordo 15-25 anni fa quando il traffico li era 20 volte maggiore di oggi e "Sim City ancora non esisteva" , e i cellulari erano valigette di 5 kg.........il senso delle ironie sopra è che certo che tutto è perfettibile, ma li si potrebbe fare subito!!!!!!(mia modesta opinione).
3) ma???..siamo sicuri che sia perseguibile?? non è che i nuovi "reggenti" metteranno in vendita "qualche aiola"?? perchè la mamma fondazione e banca non vuole piu spendere per "tagliare l'erba"??? CHI ,A A QUALE TITOLO,E CON QUALI GARANZIE, PUO INVESTIRE DENTRO IL PARCO, e chi mantiene poi il tutto incluso le spese??? mi sembra che già le nuove "piscine" (che una volta aperte saranno gia vecchie")non splendano di un misurato,concreto e remunerativo piano gestionale........ma di sicuro mi sbaglio, io ragiono da ignorante contadino che sa a priori che per magna il prosciutto tocca prima ingrassa il maiale, e per farlo tocca raccatta la ghianda per un anno o piu.......li invece c'hanno studiato illustri architetti e ingegneri.....loro che ignoranti non sono sanno di sicuro come magna il prosciutto senza sapere "CHI" raccatta ghiande e spala la merda............
4)tutto aperto la sera????bello, e lo trovo interessante come attrattiva, ma??? mi risulta che siamo in Italia....dove grazie ai sindacati e le leggi assurde in vigore, per non incorrere in eventuali problemi con gli studi di settore, non si può assumere nessuno e dichiarare aperture il più brevi possibili perchè +persone a lavoro e orari lunghi comportano per "loro" parametri economici impossibile da raggiungere ma su cui poi si pagano le tasse...........chi ci dovrebbe stare a tenere aperto i negozi????? l'amministrazione passerebbe gratuitamente i loro dipendenti "PUBBLICI" a fare il lavoro????????,.....ti faccio un esempio su me stesso, perchè di sicuro i miei colleghi sono tutti più bravi e rispettosi delle leggi,io sono ignorante e non mi riesce......se rispettassi le leggi sui contratti di lavoro per gestire le 3 attività complementari che ho (agricola-agrituristica-commercialeristorativa)siccome i ruoli degli "assunti" devono essere specifici e non intercambiabili (il cameriere puo stare solo in sala non puo toccare una padella, la segretaria non puo servire in sala, il cuoco non puo riscuotere un conto,l'operaio agricolo non puo entrare nemmeno nel ristorante,chi assunto per fare le camere non può potare la vigna, etcetc naturalmente è un analisi semplicistica)avrei bisogno per stare aperto di minimo 9 persone assunte a tempo indeterminato.= circa 315000 euro solo di costo personale che rispetta le 40 ore a settimana per poi comunque doverli far lavorare di piu in nero oppure assunerne 15 che costerebbero 525000 euro l'anno........per poter far cosa le leggi obbligano ed essere "congruo" dovrei incassare circa 1,8 milioni di euro che non dico 10 volte superiori a cosa in realta succede..ma quasi!!!UNICO MODO PER ARRABATTARE AL MEGLIO?????? STARE CHIUSI IL PIU POSSIBILE, NON SFRUTTARE LA LICENZA RISTORATIVA-catering E LAVORO IN PRATICA QUASI SOLO PER I CLIENTI CHE PERNOTTANO, E LAVORARE NOI DI FAMIGLIA 40 ORE AL GIORNO ASSUMENDO IN MENO POSSIBILE ALTRI , e usare l’azienda agricola solo come “supermercato” del ristorante, BUTTANDO VIA TUTTO QUELLO CHE NON USO SENZA LA POSSIBILITà INVECE DÌ VENDERLO, rinunciando a prendere anche il lavoro-incassi che ci sarebbe perchè è troppo rischioso e complicato .

vabbè certo che questo non è colpa dell'amministrazione nostra, è un problema nazionale di legislazioni assurde, ma la realtà (almeno la mia) è questa, quindi chiudere anche la mattina.....altro che aprire in notturno..........

Anonimo ha detto...

Fermate il Piccinelli, sta a sforná un'altra idea..... Aiuto!!!!

PICCINELLI E' MEGLIO 'E PELE' ha detto...

Piccinelli e' meglio 'e Pele' ci hanno fatto 'o mazz' tant pe 'll ave'! Piccinelli piensace tu, si mo' nun succere nun succere cchiu'...

Anonimo ha detto...

È già campagna elettorale. SVEGLIA!!!

pretorius ha detto...

penso che se terme o comune proveranno a fare un parco divertimenti ci vorranno 20/30 possiamo a aspettare ? le piscine termali che sono anche piu inportanti quando saranno pronte? e se invece il comune pensasse solo a strade e marciapiedi che ora fanno schifo e per queste grandi idee invece ci pensassero gli imprenditori che è il loro lavoro . Si potrebbero attirare imprenditori abbassando le tasse (credo che gli alberghi che chiudono le tasse non le pagano piu).Invece vedo un comune che ha grandi idee ma che poi finiscono in un grande sperpero di soldi, gli imprenditori che vengono snobbati(multisala ,ilbando per le piscine rimandato per l' ennesima volta).Piscine termali non finite e costate molto piu del dovuto(se si dasse l'opportunita a qualche albergo di usare l'acqua avremmo le piscine e il comune incasserebbe soldi) , come terme sensoriali e piazza italia,dall ' altra strutture come le picine che cadono in rovina perche un bando dopo tanti anni è un miraggio o la multisala che ormai ce la siamo giocata

Terme di Chianciano ha detto...

Comunicato stampa

Chianciano Terme - Si insedierà nei prossimi giorni il nuovo Consiglio d'amministrazione della società "Terme di Chianciano SPA". Il nuovo presidente Fabio Cassi, dottore commercialista e revisore legale dei conti, consulente di
numerose società nel settore industriale, immobiliare e finanziario, insieme ai consiglieri Ferruccio Carminati, Massimiliano Galli, Davide Rossi e Alessandro Pastorelli, ha nella giornata di ieri giovedì, proceduto a un primo incontro propedeutico all'inizio dell'operatività.
Il Consigliodi amministrazione, nominato il 26 febbraio scorso dagli
azionisti, ha avuto modo di effettuare alcuni primi rilievi utili all'impostazione dell'attività. L'insediamento ufficiale avverrà nella prossima settimana, in occasione del primo consiglio di amministrazione.

Chianciano Terme, 8 marzo 2013

Paolo Piccinelli ha detto...

Per la campagna elettorale, grazie ma ho già dato, non che io sia soddisfatto ma almeno ci ho provato, però parlare di Chianciano a me piace e lo si può fare anche senza secondi fini.
Per quanto riguarda l'analisi di Petrorius é difficile non darti ragione, ho assunto spesso la stessa posizione sia sui tempi quanto sulla futura efficacia di quell'investimento. Non che non abbia efficacia, é solo che di solito quando si fa un investimento si pensa ad un possibile rientro e a mio modesto parere, quella struttura é un tantino sottodimensionata per apportare benefici in termini di presenze per un numero importante di alberghi.
Per quanto riguarda il parco tematico é ovvio che l'investimento dovrebbe essere fatto da privati, ma il Comune deve creare le condizioni affinché un privato non si trovi a venire con l'intenzione di investire a Chianciano e magari non avere la destinazione urbanistica o altro e scappare come é successo nei casi che hai citato.
In questo, ed é una delle (purtroppo non tante) cose di cui sono soddisfatto, all'interno del Piano Strutturale ci sarà la possibilità di realizzare un parco tematico, in varie zone del paese, quindi una volta ultimato l'iter dell'approvazione, nessuno potrà negarlo.
Ma mi piacerebbe capire se é una cosa che qualcuno condivide o se magari non sarebbe meglio investire per ampliare il settore benessere ad esempio sensoriali, l'idropinica, piuttosto che una pista di kart (parlo per assurdo non é una proposta).

saluti

Paolo Piccinelli

Anonimo ha detto...

Attenzione, attenzione ... è ormai confermato ... domani mattina alle ore 10,00 avverrà l'inaugurazione ufficiale dei lavori di Via delle Volpaie .... non potrà essere presente la banda comunale, ma sarà assicurata la presenza del Pifferaio magico .... tra le autorità spiccano i supertecnici che dopo un superlavoro di ben tre anni sono riusciti a realizzare una riduzione della larghezza dela strada a tutto beneficio dei frontisti i quali così potranno avere più "pedonalità" nelle loro proprietà ... un po' come è stato fatto a PIazza Italia ... i lavori saranno ricordati come il primo caso di bioarchitettura per il recupero di aree verdi con restringimenti di strade strette ... da riportare come eseempio nei libri di architettura e ingegneria

Roby 53 ha detto...

Caro anonimo era un bel po che non si sentivano delle cazzate, sei arrivato tu ed eccole. Sarei curioso di sapere chi ti ha detto che la strada è stata ristretta, è tale e quale a prima la stessa misura al millimetro. E per il pifferaio? ci sarà se sarai presente tu. Ora sei contento, hai detto la tua

mazzetti stefano ha detto...

ahahhah, caro "purtroppo" anonimo 11,02, il commento è sarcasticamente simpatico, bravo per l'ironia, meno per ciò che scrivi in merito.
1)..la strada nel tratto Pietriccia è ben più larga della realtà perchè in entrambi i lati sono stati usati dopo accordi, 2 strisce di circa 50cm sia a destra che a sinistra di "PROPRIETA PRIVATE" che i frontisti hanno lasciato a disposizione di tutti per la strada e gratuitamente,noi nel tratto iniziale lasciammo a suo tempo in accordo con un frontista che contribui alle spese un'altra striscia di circa 1-1,5 metro per 15 ...CHE RIMANE PRIVATA MA UTILIZZATE TUTTI.....
2)...TI RICORDO CHE SI TRATTA DI UNA STRADA VICINALE se ti da fastidio qualcosa è sufficiente che tu non ci passi,non è ne una comunale, ne una provinciale ne una superstrada,ne un autostrada, ma ripeto una vicinale proprietà dei frontisti su cui è stato deliberato un uso pubblico.....ma sempre privata rimane...
3) sono contento di come si sono svolte le cose???NO!!!!!, nonostante questo e dopo aver subito danni per anni, minacce, e rancori e chiacchiericcio di disinformati mi sono "succhiato" per eliminare i pericoli per la sicurezza, diverse migliaia di euro a fronte invece ai 180,00 euro circa pagati dai 90 circa frontisti che danni non li avevano e la strada la usano, io nemmeno la uso addirittura.
4)..e stato nominato spesso comitato anche da me, dire che loro hanno fatto male qualcosa sarebbe poco serio perchè a criticare si fa alla svelta e bene "se chi poi fa è invece qualcun altro", posso però dire che sen'altro io mi sarei comportato diversamente, obbligando chi ha fatto la fila con loro a sostenere ognuno le sue ragioni a dirle invece in una riunione davanti a tutti....chi non dice le cose in faccia è lui che ha qualcosa da nascondere.....oltre che poco serio, ed indipendentemente da ciò che penso non ritengo il comitato responsabile dei problemi della strada, anche se membri del comitato hanno sostenuto falsità nei miei confronti e dato adito ad altri con meno conoscenza dei problemi a farsi idee sbagliate.
4).....per la regimazione delle acque causate dalla chiusura dei vecchi esistenti sistemi a monte , che venendo tutta a valle causando danni a me e altri e il cedimento del manto stradale,per quello che riguarda noi abbiamo provveduto autonomamente pagando il cordolo che si vede(anzi quello ancora deve essere pagato)in accordo con il comitato che pagando un 45% dell'intervento ha in pratica pagato la sistemazione della banchina prima esistente della strada, e l'intervento nel computometrico è diversificato nelle spese a solo carico nostro e del comitato, non c'è finanziamento pubblico, sono soldi dei frontisti (anche se quasi tutti miei)
5)..ora il bello è che comunque alcuni frontisti non sono disposti a trovare un modo concreto,ragionato e serio, per regimare le acque, perchè nessuno le vuole, non capendo che alcuni fino ad ora almeno avevano la "soddisfazione"di danneggiare le proprietà e le aziende "Mazzetti"......ma ora che io mi sono PAGATO IL CORDOLO PER NON AVERLE PIU.....non capiscono che il danno si trasferisce a solamente loro stessi, io ho speso ora ma certo non cavo piu un euro, ma loro tutti se non risolvono il problema si vedranno altri cedimenti in altri tratti....affari loro e non più miei!!.

mazzetti stefano ha detto...

6)...nel tratto di fronte alla nostra proprietà è stato modificato l'intervento in corso d'opera tornando a qualcosa di simile al primo progetto da noi approvato perche il consolidamento previsto nel nuovo progetto non reggeva, c'era ,come si sapeva tutti, amministrazione, tecnici ut,tecnico comitato e comitato,(ben descritto dalla relazione geologica e prove penetrometriche da noi profumatamente pagate , e messe gratuitamente a disposizione ma cui nessuno ha voluto tenerne conto), uno strato di argilla sotto la strada che cedeva sotto il peso dei mezzi pesanti che "ILLEGALMENTE" ci passavano sopra,
7)...dei tratti e interventi zona macelli non ne so al momento niente......non mi esprimo...ma finito tutto relazionerò con foto-filmati-e tutti i documenti ufficiali reperibili, inclusi tutti i conti esatti, chi ha pagato, quanto, e come.
8)....personalmente spero che il comitato si dimetta subito dopo la firma del collaudo, e non perchè non approvo il loro operato,ma perchè ritengo giusto che sia il vero responsabile, cioè l'amministrazione, a farsi carico delle responsabilità che hanno per 3 anni delegato a comuni cittadini senza "potere" che oltre che dedicarcisi, perdere tempo, soldi e pazienza,alla fine avranno accontentato alcuni e scontentato tanti.....e invece del dovuto "grazie" rischiano di prendersi i vaffa....., e poco centro io in questo, io anche se ho con loro avuto problemi ho sempre detto chiaramente e di fronte a tutti cosa pensavo e quali erano le mie opinioni, e di essermi comportato seriamente, poi avere opinioni diverse non significa "io ho ragione loro torto" o viceversa, sarebbe superbia....il mio parere è invece che, se persone con opinioni diverse trovano alla fine, anche scannandosi ma dicendo le cose in faccia,soluzioni condivise ,probabilmente il risultato sarà migliore.....perchè cmq fatto con la consapevolezza e a conoscenza di tutti gli interessati......MA TANTI PREFERISCONO ANONIMAMENTE CREARE PROBLEMI..E PIU SEMPLICE ED EFFICACE PER CHI IN QUESTO MODO CERCA DI FAR GRAVARE I PROPRI PERSONALI RISENTIMENTI NEI RIGUARDI DEL PINCO O PALLINO DI TURNO....

CMQ E IN CONCLUSIONE caro anonimo di turno, quando passi di li ricordati sempre di ringraziare i proprietari della strada.......cioè non i cittadini o l'amministrazione di Chianciano, ma i FRONTISTI, ....altro che piazza Italia.....

Anonimo ha detto...

Cari Roby53 e Stefano Mazzetti, mettettivi d'accordo prima di scrive .... uno dice che la strada "è tale e quale a prima la stessa misura al millimetro." e l'altro dice "che la strada nel tratto Pietriccia è ben più larga della realtà perchè in entrambi i lati sono stati usati dopo accordi, 2 strisce di circa 50cm sia a destra che a sinistra di "PROPRIETA PRIVATE" che i frontisti hanno lasciato a disposizione di tutti per la strada e gratuitamente"
Ma è evidente a tutti che oggi la carreggiata è più stretta di prima, anche perchè mancando sul lato Mazzetti la striscia di banchina che prima c'era, anche se non transitabile le macchine devono mantenersi più verso il centro per non drusciare contro la nuova recinzione che tra 'altro risulta fuori norma come dice l'art.26 del Regolamento del Codice della strada "La distanza dal confine stradale, fuori dai centri abitati, da rispettare per impiantare lateralmente alle strade siepi vive, anche a carattere stagionale, tenute ad altezza non superiore ad 1 m sul terreno non puo' essere inferiore a 1 m. Tale distanza si applica anche per le recinzioni non superiori a 1 m costituite da siepi morte in legno, reti metalliche, fili spinati e materiali similari, sostenute da paletti infissi direttamente nel terreno o in cordoli emergenti non oltre 30 cm dal suolo.
Anche i supertecnici tale regola avrebbero dovuto saperla ...

mazzetti stefano ha detto...

11 marzo 2013 10:51-------- sono stufo io come altri di sta storia.....ma lascia stare per favore, ho metti faccia e fai denunce vere, non DIRE cazzate qui.........posto in link una risposta un più dettagliata.....cosi la legge solo chi interessato, e, di a me cosa vuoi dire a me senza menzionare altri e viceversa.........io se ho cose da discutere con roby53, lo faccio di persona , anche se potremmo avere idee diverse.....ma posso dire che si è comportato con "tutti" al meglio di come poteva in mezzo a troppe persone che come te "anonimamente" sostengono una cosa o l'altra, e magari anche senza cattiveria pensando solamente a tutelare i propri interessi.......MA LA SERIETA PER ME E INVECE DIRE LE COSE CON NOME COGNOME E POSSIBILMENTE CON L'INTERLOCUTORE DAVANTI.......SENZA IL PREGIUDIZIO DI AVERE RAGIONE PER FORZA, MA IN MODO SERIO CONFRONTARSI........
LEGGI IL RESTO QUI:
https://docs.google.com/file/d/0B0KVswaN66DCZXRtdzdKZG9Iak0/edit?usp=sharing

mazzetti stefano ha detto...

mi girano troppo......ma visto che Valerio si impegna rieducarmi "alla civilta".........non sproloquio ......segue link solo interessati ai cavolacci della Volpaie....e a quelli che continuano a rompermi "gli ovuli"..... https://docs.google.com/file/d/0B0KVswaN66DCNC0za2k4WHVqcU0/edit?usp=sharing

Roby 53 ha detto...

Per fortuna che "sto cavolo di strada è stata sistemata perché ne ho le scatole piene fino all'orlo. La gente è capace di fare solo critiche e non mettersi mai in ballo, tutti aspettano che siano gli altri a cavargli i granchi dai buchi. Tra tutti ci avete rotto le pal...., alcuni frontisti hanno avuto il coraggio di fare critiche e insinuazioni nei nostri confronti. Per fortuna mancano pochi giorni a chiudere tutto, dopodiché verrà fatta un assemblea pubblica durante la quale TUTTI verranno messi al corrente di quello che è stato fatto, di quello che è stato speso, di dove è stato speso e di come è stato speso, cosi ognuno sarà al corrente dell'operato del Comitato, il quale si dimetterà lasciando il posto a quelli più furbi.

Anonimo ha detto...

Vorrei chiedervi conferme sul fatto accaduto venerdi' a Rosy Bindi alla Coop a Sinalunga: sono intervenuti i carabinieri in quanto la Signora e' stata vittima di un pesantissima contestazione da parte dei clienti presenti in quanto insisteva pesantemente per pagare la spesa con i buoni della Camera dei Deputati !