e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

venerdì 23 luglio 2010

STATO DI CRISI...!?

(Fonte la rete)

Ieri il Sindaco, attraverso un comunicato stampa ha affrontato il tema, già portato all'attenzione dalla Associazione Albergatori ai primi di Luglio, per la richiesta dello stato di crisi per Chianciano Terme.
Questo è un estratto del comunicato, riportato oggi anche dai giornali:

"Anche se non vi sono ancora dati ufficiali recenti relativi al movimento turistico nella città termale la percezione relativa alle presenze a Chianciano Terme è di un significativo aumento del turismo di gruppo, sia relativo al settore congressuale sia al settore sportivo, quest'ultimo settore grazie anche alle numerose iniziative promosse e sostenute dall'Amministrazione Comunale (Giro d'Italia, i Camp di calcio, ritiri di squadre e Camp formativi di pallacanestro, manifestazioni di nuoto, corsi di tuffi e nuoto sincronizzato, finali nazionali natatorie, podismo e tanti altri appuntamenti). Vi è invece una diminuzione del turismo individuale. E' pertanto necessario continuare a contrastare la situazione di crisi strutturale in cui la nostra città si dibatte come a tutti noto già da molti anni. Occorre lavorare sinergicamente per mettere a punto politiche di sviluppo che puntino a riposizionare l'offerta turistica e termale (sia curativa che del wellness)". 

Cosa ne pensate di questa azione di contrasto alla situazione economica di Chianciano Terme e quale, secondo voi,  potrebbe essere il piano di sviluppo da adottare?

Saluti,

Valtubo

140 commenti:

il pilota ha detto...

prendeteli a calcioni e mandateli a casina!

Anonimo ha detto...

SOLO E SEMPRE CHIACCHERE CI FARANNO MORIRE , E MEGLIO ANDARE VIA DA CHIANCIANO COME HANNO FATTO ALTRI COLLEGHI IMPRENDITORI
HOTEL ATTICO
RISTORANTE PATRI
HOTEL ROMA
ECC.........

brontolone chiancianese ha detto...

prima di iniziare qualsiasi discorso... direi che il primo passo per cominciare a trovare una soluzione al problema sarebbe...
CHE CHI HA GOVERNATO IL PAESE FINO AD OGGI DIA LE DIMISSIONI E VADA VIA !!! ALTRIMENTI SE NON FANNO QUESTA MOSSA SARà L' ENNESIMA PRESA PER I FONDELLI (MI SONO TENUTO!).
Lo stato di crisi.... ora se ne accorgono... meglio tardi che mai!!! Comunque per i compagni ammettere che hanno fallito è un vero smacco, e significa pure che il limone ormai non si spreme più!!

Anonimo ha detto...

Purtroppo dispiace ammetterlo ma c'è bisogno di un ricambio sia dei politici ma sopratutto degli imprenditori alberghieri fatte le dovute eccezioni. Tutto questo piangersi addosso e questa guerra tra poveri(vedi la questione della viabilità, concorrenza sleale tra albergatori, egoismi e particolarismi da far paura, avventurieri attirati dalla crisi ecc.) non fanno che nuocere a questa cittadina che ha delle potenzialità incredibili.
Speriamo che chi ha delle responsabilità pubbliche o private abbia il coraggio di farsi da parte.

Anonimo ha detto...

aumento delle presenze a livello sportivo dovute ad iniziative della giunta comunale è la barzelletta del secolo!!!!!!!
si devono vergognare e dimettere i signori dello sfascio (persino una banca solida ed amata è stata fatta fallire, non per aiutare il paese in crisi , ma gli amici degli amici con tessere varie) . Voglio vedere a ottobre chi avra la possibilità di passare un sereno inverno !!!!

Anonimo ha detto...

Gli amministratori si fanno bravi, dicono che tutto quello che c'e' é merito loro.
L'unico che si da un po' da fare (pur facendo degli errori vari) é Paolo Piccinelli; gli altri sembrano essere finti, assenti, privi di idee,
privi di voglia di fare e di prendere responsabilità, cmpreso il sindaco che é capace solo di elogiare il collettivo fabbrica, di presentare un libro e di presenziare ad una conferenza, perche' allora non se ne poteva stare nella sua bella università di sassari a continuare a fare la professoressa ?

misteri della vita....

e continuano le aziende in disgrazia, eventi che si contano con il contagocce, le terme sempre piu' alla deriva, l'apt che non muove paglia, i cittadini chiancianesi sempre piu' vecchi decrepiti pieni di nostalgie, depressione e con pochissima voglia di darsi da fare anche per chi ha un piccolo gruzzoletto in banca.

Questa é la vera situazione di Chianciano in questo momento.

Se non vengono persone serie da fuori con la vera voglia e determinazione di investire su Chianciano entro 5 anni é un paese che scompare dalla circolazione.

Anonimo ha detto...

L'unica cosa per cui si adoprano i vari chiancianesi é la festa dell'unità, che anche quest'anno si adoperano nello scempio... compliementi !!!!

Avete visto che bello il castagnolo tutto verde?

brava amministrazione per aver fatto almeno questo

centro storico ha detto...

Ieri sera tutta vita al centro storico, concerti e balli turisti e residenti che passeggiavano....."bracaloni e localini vari" ma che pensate di dare una botta di vita a sto paesino?

Non sia mai!!!!

Mi permetto un suggerimento visto che avete voglia di fare potreste organizzarvi un pochino pubblicizzando insieme i vari eventi (anche per dare un senso di continuità ed alternativa) e non fare tutti tutto insieme.

Ps. "Bracaloni" non è il mio pensiero sono stato giovane anch'io e so che c'è un tempo per tutto, ma vedo che questo termine qui "piace".
Tenete duro ed avrete ragione!!!

valtubo ha detto...

Lo Stato di Crisi può essere visto come un’ammissione di fallimento di un sistema, e di certo in parte lo è, ma arriva anche in seguito ad un’economia che non si è saputa adattare ad un mutamento, divenuto sempre più necessario, dell’offerta dovuto ad un cambio della richiesta del Turista, prima in cerca di “aria buona e bei panorami” ma adesso sempre più che mai di servizi e intrattenimento.
Basta fare un breve giro attraverso Chianciano per vedere negozi ed alberghi chiusi, cassonetti con buttato di tutto, pineta inagibile, degrado dell’arredo urbano e servizi sempre più decadenti, risultato dell’incapacità di “cambiare” e di fare impresa, al disinteresse dei cittadini e più che altro alla miopia della classe politica e allo stato di lento abbandono in cui versano le Terme, che ha portato il paese ad essere fuori mercato e non più turisticamente attrattivo e di conseguenza alla necessità di richiedere lo Stato di Crisi.
In realtà, però, l’eventuale dichiarazione dello Stato di Crisi sarebbe per Chianciano Terme un’opportunità da cogliere al volo.
Infatti dopo che l’Associazione Albergatori ha di fatto dato il via alla richiesta ora la palla passa in mano alla politica, Amministrazione e Provincia, che devono essere pronte, non a parole ma con i fatti, a sostenerla, perché se venisse dichiarata allora si avrebbe tutta una serie di benefici economici importanti: sgravi fiscali, sospensione dell’applicazione degli studi di settore, possibilità di rinegoziazione e spalmare i mutui e debiti etc., che per un’economia come quella della Chianciano Terme di oggi, sarebbe più che una boccata di ossigeno, ma al fianco di tutto ciò necessiteremmo di un piano di rilancio, ristrutturazione e sviluppo ben definito, che fino adesso non è presente in nessun schieramento politico e neanche nelle Associazioni economiche, e che darebbe la possibilità di far confluire su Chianciano Terme dei capitali da investire al momento assenti.
Quindi bisogna che da adesso in poi ci sia un grosso impegno da parte di tutta la società, economico e politica di Chianciano Terme a muoversi con prontezza su questa strada perché potrebbe essere l’ultima occasione della città per recuperare in parte quello splendore ormai diradatosi nel tempo.

Saluti,

Valtubo

No ai bidonari ha detto...

Anonimo del 23 luglio ore 20:14, lascia perdere che è meglio!

Brodo ha detto...

Io proporrei alla giunta comunale di dimettersi e di lasciar spazio al collettivo fabrica.

Rossella Donati ha detto...

Ho apprezzato la comunicazione del Sindaco in quanto tale, ma non nascondiamo un elefante dietro a un dito mignolo:
1) non si devono attendere i "dati reali" di questa stagione turistica, sono anni che Chianciano perde il 10 e il 20 e ancora il 20% di curandi.
2) sicuramente gli sforzi dell'Amministrazione Pubblica per un turismo sportivo sono apprezzabili, ma ovviamente non risolvono.
3) la nostra cittadina non si dibatte in una crisi strutturale: le strutture alberghiere ci sono e sono adeguate al prezzo che denunciano; il problema è che la totale assenza di liquidità ci porta a fare solo l'utile delle Agenzie Turistiche che giocano a ribasso "...Euro 18,00 o Vs. migliore offerta...?" Ci si livella in basso al punto che si perde la dignità e la professionalità della categoria di appartenenza. Dobbiamo ristabilire il PREZZO MINIMO DI LEGGE! Non pensiamo di risolvere tirando fuori le Fidi Toscana o simili, gli Albergatori non possono usufruire di un prestito di 100.000,00 Euro di cui 40.000,00 a fondo perduto perchè non sono in grado di restuitire gli altri 60.000,00. CHIARO?
4) Si cerca di curare le ferite di Cesare e ci si scorda di Bruto e cioè vogliamo ignorare le responsabilità della Società Termale? E' sotto gli occhi di tutti la totale mancanza di risultati dalle promozioni, le macchinose trattative per ottenere collaborazione per la ricerca, la voluta assenza di comunicazione con le realtà associative cittadine, MA C'E' la perfetta capacità di scontentare gli Ospiti con disservizi, gabelle e tutto ciò che può metterli in condizione di non tornare più.
Tutto il paese ha la sua dose di responsabilità: il Comune non ha avuto la volontà o la capacità di capire quanto la crisi fosse incancrenita, le varie associazioni sorde, orbe e mute, le Terme che cercano di seccare la nostra unica risorsa economica.
SIAMO IN UNA PROFONDA CRISI: DICIAMOCELO. Attenzione: non è solo economica, diventerà pericolosamente sociale...
Abbiamo bisogno di sostegno: con adeguati sgravi fiscali possiamo tentare di pareggiare le entrate e le uscite e provare di andare avanti mantenendo posti di lavoro e senza ridurre le nostre aziende a capanne preda dei beccacci degli avvoltoi. Biosogna provarci con umiltà e coesione.
Appoggiare e stimolare serie ricerche mediche finalizzate al termalismo fatte con rigore senza logiche di partito: queste non ci sfamano. Bisogna muoverci come "Chiancianesi", le divisioni ci danneggiano. Alla base di ogni proposta deve esserci una onesta volontà produttiva: denigrare questo o quello è un gioco che non paga e ci presenta, chi è preposto ad un piano di sostegno, come inconcludendi, biliosi e ingestibili. Insomma, è banale ripetere che l'unione fa la forza, ma è la verità. Se ci si muoverà con poche semplici, chiare idee da trasformare in richieste inderogabili e tutto il paese sarà unito, non ci potrà fermare nessuno.

Per favore, se qualcuno ritenesse utile commentare le mie opinioni, si firmi con nome e cognome e così cominciamo da qui.

Anonimo ha detto...

sabato 24 luglio 2010, 22:29 Germania, tragedia alla Love Parade: almeno 15 i morti schiacciati nella ressa
di Redazione
Vota1 2 3 4 5 Risultato
Almeno quindici persone sono rimaste uccise in seguito a una ressa scatenata dal panico alla Love Parade di Duisburg, nell'Ovest della Germania. La calca si è prodotta in un tunnel che conduceva al luogo del festival. I feriti, secondo i primi soccorritori, sarrebbero più di cento. Nel frattempo migliaia di persone hanno continuato a ballare ignare della tragedia

Armagedon ha detto...

Mi permetto due battute alla donati, la sua lunga analisi non e' altro che una ripetizioni di cose, argomenti e concetti gia, lungamente detti ed espressi, qui, nel blog, ci fa piacere dunque avere un nuovo adepto, ma un po meno, la presunzione di non accettare lo spirito del blog, volendo la firma e non il nick, ci dispiace per lei ma qui, la regola del gioco lo consente, dato che lo scopo primo del blog, e' promuovere il concetto di un argomento, e non promuovere la singola, persona, se c' e' chi lo vuole fare, liberissimo, ma non deve pretendere che anche gli altri si devono adeguare a lui, per fare cio' ci sono altre sedi piu' consone. In questo blog, il bello e' questo, sicuramente altri, useranno diverse modalita', bisognerebbe vedere se susciterebbero lo stesso interesse, volendole praticare su valtubo!

ulcke ha detto...

Signora Donati e' vero, armageddome tiene la ragione, qui si usano i nicche e se non le va' bene ce dispiace, ma quello che lei scrive nel blogghe e' gia' stato scritto da assai tempo, a volte con parolacce , a volte con educanza, ma da tempo che e' stato scritto e e' da tempo che varie formule sono state scritte. saluti a lei signora e non se la leghi al dito.

ulcke ha detto...

chiancino un se ripglia piu', se potra' rifiata' un pochetto con meno tasse , ma l'economia di qui e' strafinita, grazie alle terme che sono una troscia per una manciatina di cristiani e al contorno che non c'e', grazie all'amministrazione che in questo 20ennio e' stata lungimirante negli investimenti sportivi e circa 10 posti letto e 20 pranzi e' riuscita a portare e grazie al mitico collettivo operai di fabbbrrriccca che hanno dato lavoro agli spazini dopo le loro festicciole di partito. Io ho investito da un'altra parte e li guadagno bene, percio' il mio albergo di chianciano lo tengo come ricordo in memoria dei miei vecchi.

Anonimo ha detto...

Ma c'è nessuno che ha qualche notizia sulle indagini in corso sul crac della Banca locale?

parassita ha detto...

crache a tasche piene e i dipendenti via a sovicille, ma li stanno meglio . e ora tutti alla crasse buaaaahaaahh . Il giani che dice? mi sembra che gira con una nuova auto adesso o mi sbaglio?

discarica fantasma ha detto...

spazino dove lo scaravento il frigorifero della mia nonna? mi tocca andare fino a Montepulciano oppure lo lascio davanti alla porta del comune? sarei tentato di portarlo nell'ufficio del sindaco, ma poi ho paura che si offenda. Vabbene lo porto a Montepulciano a quelli di sienambiente che sono una banda......

Anonimo ha detto...

Ma voi avete idea del perchè Chianciano è ridotto allo stato di crisi?
Perchè per i suoi abitanti è tutto dovuto, ecco perchè.
Non conosco altri paesi con un piano di marketing nè con un brand nè tantomeno con un APT che pur falsamente denominata per 10 comuni si occupa solo di uno: il vostro.
Invece di campare sui tempi che furono e lamentarsi perchè non vi arrotolate le maniche e fate qualcosa come hanno fatto nel tempo i comuni attorno a voi?

Anonimo ha detto...

anche il comune è allo stato finale ... guardate il sito ufficiale in internet pieno di errori
"Mostra fotogtafioca e presentazione libro sui mezzadri a Chianciano Terme e in Val d'Orcia"

e poi che squallido cartellone di eventi

pensate che c'è ancora GUIDI inserito nelle Commissioni Consiliari

Anonimo ha detto...

Giglioni e voi del pdl come pensate di governate questo paese dopo che la magistratura sta scoprendo uno ad uno tutti i traffici illeciti del vostro amico Verdini??

Comitato Terme, Sanità & Natura ha detto...

Comitato Terme, Sanità & Natura
Chianciano Terme

TERME e PISCINE SILLENE
una crisi che esige trasparenza

Documento approvato il 17e 24 luglio 2010

L’assemblea dei cittadini che il 16 novembre 2002 costituì il nostro Comitato aveva già chiaro l’indirizzo della nuova gestione delle terme: quello di abbandonare il comparto curativo Acquasanta e trasformare l’azienda in un complesso centro benessere. Da allora il Comitato ha promosso una insistente campagna per dimostrare che tutte le iniziative e i servizi extra termali erano necessari e utili per costruire una Chianciano economicamente più articolata rispetto al passato, ma senza il parziale recupero del “prodotto” Acquasanta, specifico e unico, che può attingere ad un bacino di 9 milioni di malati epatici, la sua crisi economica e ambientale sarebbe stata inevitabile.

Da allora una lunga filiera di note personalità politiche e amministrative ha riconosciuto, a parole, l’esigenza di rilanciare il comparto curativo investendo, nei fatti, solo in settori termali marginali e soprattutto programmando una serie di investimenti extra termali che avrebbero dovuto “riposizionare Chianciano” fino a cancellare le parole fegato sano dalla sua pubblicità e la parola terme dal nome del Comune.

Il Comitato ha contestato per anni questa linea suicida senza rinunciare a seguire con attenzione progetti e attività, nel settore extra termale, peraltro già avviati da albergatori e agenzie che già nel 2001 avevano ottenuto oltre 450.000 presenze annue. Dopo la fase distruttiva del bingo e dello stabilimento imbottigliamento, la Immobiliare Terme avviava a costruzione le Piscine Sillene, la Soc. Terme realizzava poi il Centro Sensoriale e la Fondazione Terme il pur discusso Palamontepaschi. E’ ancora finanziato un Palacongressi in area verde e di forte disturbo per il parco terme.

Si tenga conto che gli investimenti nel comparto extra termale ammontano ad oltre 28 mln di €, tuttavia i loro impianti a regime non potrebbero compensare la perdita annua di 30.000 presenze di curandi.

Ma l’incalzare della crisi, che nel 2008 aveva già portato alla chiusura di 70 alberghi e di decine di negozi con la perdita di oltre 1800 posti di lavoro, con conseguente riduzione delle entrate comunali e un crescente vistoso degrado, metteva in luce il fallimento di questa politica e spingeva la Provincia a realizzare, il 16 gennaio 2009, un accordo con Comune, Fondazione MPS e Azienda Terme; accordo che accoglieva finalmente l’unico intervento proposto in dieci anni nel comparto curativo: il “Progetto Fraioli”, un progetto triennale di ricerca, promozione e comunicazione in RAITV, che impegna Università e Sindacati Medici a promuovere 240 Corsi ECM di Specializzazione in Medicina Termale a migliaia di Medici di Famiglia, innanzitutto nelle Regioni che già inviano a Chianciano il maggior numero di malati epatici.

Avviato a realizzazione, il progetto ha subito pesanti tagli e rinvii per intervento dei ben noti antitermalisti, che operano per obbiettivi non trasparenti calpestando le assicurazioni date il 31 luglio 2009 dal nuovo Presidente della Provincia e l’unanime recente voto espresso dal Consiglio Comunale.

Se, come ormai è chiaro, la stagione 2010 segnerà un ulteriore grave arretramento economico-sociale con altri alberghi che chiudono, con la perdita di altri posti di lavoro, con ulteriore impoverimento della nostra comunità e dell’indotto di tutta la zona, è necessaria una iniziativa pubblica per rendere trasparenti le responsabilità a partire da quanti avevano garantito “soluzioni moderne alternative al superato uso delle cure tradizionali”.

Innanzitutto sullo stato delle nuove piscine Sillene.

Comitato Terme, Sanità & Natura ha detto...

Il Comitato, che, ripetiamo, ha discusso e condiviso a suo tempo la loro realizzazione, ritiene oggettivamente inaccettabile il trascorso di otto anni di procedure formali senza alcuna parziale realizzazione, otto anni impegnati nella rielaborazione di quattro successivi progetti e caratterizzati perfino dalla distruzione di manufatti; a nostro avviso, anche a voler prendere per buoni tutti i possibili aspetti giustificativi, non siamo più di fronte ad evenienze pur eccezionali, ma a fatti comunque censurabili che impongono, a fronte dell’imponente investimento di fondi pubblici, regionali e non, ogni iniziativa di indagine e di verifica trasparente delle connesse responsabilità. Il Comitato si rivolge pertanto in primo luogo alla Regione Toscana affinché avvii ogni opportuna iniziativa di accertamento riservandosi comunque ogni altra azione in ogni possibile sede competente.

Il Comitato Terme mantiene intatta la disponibilità al dialogo per realizzare una Chianciano realmente integrata, finalmente aperta alla collaborazione dei suoi cittadini.

Anonimo ha detto...

Ma questo comitato Terme da chi è formato? chi è il presidente? dove ha sede? come mai si fa sentire solamente adesso?

Uomo Ombra ha detto...

Fin che si parla di festa della musica, colletivo, destra contro sinistra tutti bravi a dire la propria, ma adesso che si deve affrontare un argomento serio come lo stato di crisi non parla più nessuno eh?

Mediate gente, meditate...

palabruco ha detto...

Non preoccuparti uomo ombra, sono sicuro che tra qualche giorno con l'inizio della festa dell'unità si scateneranno di nuovo!

A raf...fica ha detto...

Ciao a tutti, eccomi tornato!
Mi spiegate come è possibile andare d'accordo a Chianciano, quando in un paese come il nostro ci sono ben tre centri commerciali naturali? Non ci doveva essere la fusione in un unico centro naturale?
Due sere fà il centro commerciale della rinascente ha organizzato la serata con ballo (davvero osceno e garvacciano) nel piazzale sotto alla ex farmacia comunale e domenica 8 quelli del centro commerciale del centro storico organizzano la palla al bracciale.
A questo punto proporrei di costituire anche il centro commerciale dei monti di sopra, il centro commerciale delle valli, il centro commerciale di pereta el il centro commerciale della maglianella, pedate e astrone!

A raf...fica ha detto...

Stamattina intorno a Piazza Italia e Viale della Libertà c'era un gran movimento dei vigili urbani insieme alla ditta che dipinge le strisce blu sull'asfalto, per definire gli ultimi dettagli per la nuova viabilità.
Quando partirà ufficialmente?
Gli albergatori non dicono più niente?

A raf...fica ha detto...

Sempre a proposito di strisce blu: nel piazzale delle terme Acquasanta, ci sono i cartelli di divieto di sosta per il rifacimento delle strisce bianche.
Ora io mi chiedo....erano bianche, poi qualche anno fà con l'introduzione dei "grattini" vennero dipinte di blu e ridipinte di bianco dopo pochi giorni.
Un mesetto fà, l'hanno dipinte nuovamente di blu....e adesso cosa si fa?
Si fanno di nuovo bianche?
MA questa gente non potrebbe prendere le decisioni e poi fare i lavori (giusti o sbagliati che siano) invece di sputtanare i soldi?
Ma chi paga? Perchè non paga tutti questi sprechi la/le persona/e indecisa/e?

A raf...fica ha detto...

Ma questo famoso e tanto atteso piano strutturale a che punto è?
C'è qualcuno che ci sta lavorando oppure si aspetta le prossime elezione per promettere di nuovo qualcosa?

A raf...fica ha detto...

Ribatto sempre sul solito punto: Ma quel famoso parco giochi che ci avevamo promesso (anche recentemente) di allestire nella zona di Sant'Elena del parco a valle (meglio chiamarlo campo a valle) dove è?
Ci hanno ripensato?

A raf...fica ha detto...

Altra cosa a me cara: Ma i lavori x la realizzazione delle piscine termali sono ripresi o no?
A che punto sono i lavori?
Le piscine saranno terminate o andranno smantellate x mancanza di fondi?

A raf...fica ha detto...

Alcuni giorni fà, un blogger aveva affrontato l'argomento dei contributi da parte del comune alle associazioni (qualcuno parla di associazioni amiche/rosse), non sarebbe il caso di approfondire l'argomento? Non a caso non stanno facendo NULLA x mancanza di fondi!
La pineta rimarrà in quelle condizioni per molti anni ancora?
Però si da i soldi ai bracaloni per la festa della musica? Ottime scelte direi!

A raf...fica ha detto...

E della discarica non ne vogliamo parlare? E' stata riaperta? E' sempre chiusa? ma in comune lo sanno che vicino ai cassonetti (e non solo) ci sono cataste di robaccia tipo gomme delle auto, batterie, sedie, frigoriferi, materazzi e quant'altro?
Meno male Chianciano t
Terme dovevamo diventare la città accogliente e dei fiori? Complimenti x l'accoglienza direi!

stefano ha detto...

Raf .....fica for president!

stefano ha detto...

MA STO' CAVOLO O DI PIANO STRUTTURALE QUANDO VIENE APPROVATO QUANDO SONO CHIUSE TUTTE LE ATTIVITA'??
MA IN COMUNE MA CHE CAVOLOO AVETE DA FARE??
POSSIBILE SIANO COSI IMPEGNATI??
PROPONGO CREAZIONE LISTA CIVICA IMMEDIATA ONDE EVITARE SCEMPI ULTERIORI.

P.S. MA PER RIPULIRE LA PINETA CHE CI VUOLE LA PROTEZIONE CIVILE?????

jo jo ha detto...

se la festa dell'umidita' la avvessero fatta in pineta adesso sarebbe pulitissima e splendente, avrebbero dato anche il mordente alle piante per farle brillare di piu'. Chianciano e' defunto, questa e' la verita'.

Anonimo ha detto...

Qualcuno si domanda sul blog od in giro,ma gli albergatori che dicono sulla viabilità?
Oppure gli albergatori che fanno per Chianciano?
Ma lo sapete benissimo che gli albergatori a Chianciano NON HANNO MAI e DICO MAI contato un beneamato c...o|||
Il grande fratello prima rosso ora solo rosa, ha fatto e disfatto TUTTO negli ultimi 60 anni.
QUESTA E' LA REALTA', NON CI SONO DISCUSSIONI, E CHIUNQUE DICA IL CONTRARIO O E' IN MALAFEDE O NON CI ARRIVA CON LA TESTA!
GLI ALBERGATORI SI STANNO ESTINGUENDO,
FATECI DIVENTARE UNA SPECIE PROTETTA,
tra poco, gli ultimi saranno muniti di radiocollare e monitorati, come gli orsi in Valcamonica,
almeno io lo spero,e sarà senz'altro meglio di adesso!
Fto un quasi ex-albergatore

Polmone Destro ha detto...

Ieri nella zona di Piazza Italia altro giro di cartelli in direzione opposta, ma quanto ci sono costati tutti sti rigiri?
E che stanno combinando di nuovo??

moralizzatore ha detto...

Un oretta fà, alle 14:30 sono passato per via dei colli e c'erano gli operai della ditta che si occupa della segnaletica per la nuova viabilità, che stavano lavorando con il martello pneumatico per mettere i pali per i cartelli.
Ma non c'è più l'orario del silenzio? Bell'esempio dà il comune....ma gli abitanti e gli albergatori di via dei colli, perchè non hanno chiamato i vigili per fargli fare una bella multa?
Mah....

Anonimo ha detto...

ECCEZZZIUNALE VERAMENTE!!! luglio 2010 gli albergatori si sono accorti che a Chianciano Terme forse qualcosa non funziona allora e' stato chiesto lo stato di crisi.Spero tanto che non sia accettato,perche' sono convinto che riuscirebbero a mettere in crisi anche lo stato di crisi.Ma dove erano (e dove sono) i progetti seri per un rilancio economico del paese,ma dov' e' mai stata una visione imprenditoriale a medio lungo termine.Hanno fatto sempre il bello e cattivo tempo del futuro di questo paese,qualsiasi progetto tutti rabbreggi fatti solo ed esclusivamente per loro,quelli seri e ce ne sono stati in passato,tutti gettati nel secchio, dicevano alcuni saggi e quando sto pisciulino si secca? che ci si mette nell'abberghi.....

smentitemi se un'e' vero!

spazzino bighellone ha detto...

Mi risulta che qualche mattina fà, alcuni miei colleghi operai del comune erano al castagnolo con il camion del COMUNE ad aiutà i compagni ad allestì la festa dell'unità.
Ottimo direi, la pineta rimane abbandonata, però in compenso si manda gli operai a lavorà x il partito.

Scambista Impazzito ha detto...

In cerca di emozioni forti cambierei il mio posto di lavoro da bidello (fisso, mille euro pulite, due mesi ferie, sonni tranquilli) con hotel 4 stelle (a norma) minimo 60/70 camere, o tre stelle sup., in questo caso con piccolo conguaglio a mio favore.
Solo referenziati.

Attenzione!
La maionese è impazzita!
Ripeto.
La maionese è impazzita!
Seguiranno ricette più dettagliate nei prossimi comunicati.

ISTITUTO MUSICALE BONAVENTURA SOMMA ha detto...

Sono Luca Morgantini, direttore dell’Istituto Musicale Bonaventura Somma di Chianciano Terme.
Vorrei rispondere agli utenti di Valtubo che hanno messo in discussione il contributo che il Comune, con molti sacrifici e che ringraziamo, ci assegna tutti gli anni.
In effetti, se quei soldi servissero solo per 2 “suonatine”, sarebbero certo spesi male.
La Banda di Chianciano Terme ha un curriculum eccezionale. E’ storica (nasce nel 1870), ma questo non è il dato più importante. Solo per puntualizzare le produzioni degli ultimi anni, ricorderò che ha inciso 3 Cd a distribuzione anche internazionale, è vincitrice del premio Unesco al Festival di Venezia, ha suonato per Umbria Jazz con i più importanti solisti del genere, ha tenuto importanti concerti nella maggiori città italiane oltre naturalmente, i consueti 3-4 annuali a Chianciano Terme eseguendo programmi di assoluto livello qualitativo, facendone un punto di riferimento per tutti i complessi bandistici regionali e nazionali. Partecipa ad ogni manifestazione della nostra città, rendendo solenne ogni avvenimento.
Comunque il Comune non da i soldi alla banda. Li assegna all’Istituto musicale, di cui la banda è una parte importante, ma non è la sola.
L’Istituto musicale ha da 25 anni una Scuola di musica di alto livello: nell’ultimo anno abbiamo avuto 170 iscritti, 18 insegnanti professionisti e vanta oltre 95 allievi che hanno superato gli esami in Conservatorio. E’ una realtà che viene apprezzata in tutta la provincia di Siena. Per fare un esempio, dallo scorso anno siamo attivi anche nel Comune di Chiusi su richiesta dell’amministrazione comunale locale che ha riconosciuto le nostre capacità organizzative, educative e professionali. Collaboriamo dal 2008 con la Scuola di Musica e il Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano con la presenza dei nostri gruppi musicali.
Oltre la Banda gli altri gruppi dell’Istituto sono la Small Big Band, l’Orchestra di fiati, il gruppo teatrale di Arte scenica con i quali la scuola organizza numerosissimi eventi in tutto l’arco dell’anno.
Dal 1990 collabora con tutte le scuole pubbliche di Chianciano (materne, elementari e medie) fornendo propri esperti che coadiuvano gli insegnanti per le ore di musica.
L’Istituto musicale ha ideato e promosso decine di manifestazioni (festa della musica, concorso lirico internazionale, concorso nazionale per bande, festival musicali, musical, concerti tematici, ecc.) che hanno movimentato ed elevato la vita culturale chiancianese.
Questa é solo una piccola sintesi del lavoro e dei servizi che eroghiamo nel campo della cultura e dell’educazione musicale. L’amministrazione comunale chiancianese, che riconosce queste qualità, stanzia perciò un contributo annuale che purtroppo, per le difficoltà economiche locali e nazionali, è fermo da molti anni alla stessa cifra e non è più del tutto sufficiente. Il nostro Istituto cercherà comunque di andare avanti, poiché c’è la consapevolezza di svolgere un ruolo importante e fondamentale per i nostri giovani e per coloro che vengono insieme a noi a fare musica a tutti i livelli (dai bambini di 3 ai meno giovani con oltre 80 anni) con tanta passione e dedizione.
Nonostante l’intenzione di pubblicizzare le nostre attività con ogni mezzo (vedi anche sito internet istitutosomma.191.it), evidentemente, dopo aver letto i post su Valtubo, non facciamo abbastanza. Allora invito tutti i meno informati a venire a trovarci in Borgo Tantucci 12 (Chianciano Paese, davanti al Comune) e saremo felici di far conoscere meglio le nostre iniziative.

Anonimo ha detto...

Caro sig. morgantini,

capisco il vs sforzo e lo rispetto.
Ma siccome tutti l'anni passate a tappetto le aziende e chiedete anche 100,00 euro (come facciamo da anni) e l'ora di fare qualcosa in piu' per l'economia e non solo accontentare 4 scagnozzi che vengono a strimpellare il faluto nel borgo avveduti in paese.
Io rispetto tutti ma anche voi dovete rispettare il pensiero e le idee dei cittadini che fanno sforzi immani e non gli e ne frega un bel niente di far suonare i COMPAGNI con i soldi miei....

arrivederci

sona sona che io pago ha detto...

BONAVVENTURA, che fate collaborate con il cantiere internazionale d'arte e ve ne vantate? Ora ora il presidente si e' dimesso ed era molto indignato. Quanti soldi vi arrivano dai cd pubblicati? Eros Ramazzotti con un solo cd riceve qualche milioncino d'euro all'anno, voi con la vostra bellissima musica oltre a premi e incomi i soldi vi arrivano o sono solo spese sostenute dal comune? Fate come il cantiere di montepulciano che tutti gli anni crea dei buchi incredibili nel bilancio, tanto e' il comune che paga e la fondazione mps e nessuno ci rimette. COSI' DOVREBBE ESSERE, SE FAI UN BUCO I SOLDI CE LI DEVI RIMETTERE, ALTRIMENTI E' TROPPO FACILE!se siete cosi' bravi a livello regionale e nazionale, quasi mondiale dovreste andare avanti coni vostri mezzi altrimenti per me siete solo dei succhia soldi regionali, nazionali e mondiali.

Muto Per o Per Muto ha detto...

Attivo permutista cambierebbe propria favolosa bici mod. Sante Gaiardoni priva di sellino con complesso termale risalente almeno al periodo etrusco. Il complesso in questione dovrà necessariamente essere dotato di alcune palle (al piede), e cioè di un numero di dipendenti pari al numero dei clienti (alla data odierna), piscine in fase perenne di ultimazione ed estremamente politicizzato.
Dovrà altresì essere privo di una qualsiasi programmazione, pregno di nepotismo, disorganizzato e, ovviamente, visto che io sono attivo, passivo.
In cambio chiedo solo piccolo conguaglio (non trattabile) di one million euro's per il primo anno, più centomila di istat per ogni anno a seguire.


Attenzione!
L'ova so' bogliole.
L'ova so' bogliole!!!!

sono sona che io pago ha detto...

cara banda di musicisti falliti, se siete cosi' mitici come scrive il vostro capo fareste dei concertoni sempre tutti esauriti con migliaia di spettatori, e sareste pieni di soldi, ma invece non siete cosi' mitici perche' di concerti ne fate , ma di paganti manco l'ombra cosi' lo faccio anch'io, siete solo boni a chiedere soldi a sbafo e a farvi lodare dai vostri compagni giornalisti. Nel mercato chi e' bravo viene ripagato con tanti soldini sonanti, la gente accorre per i concerti e paga il biglietto e poi compra il cd. Voi musichieri mi fate ridere, fosse per me andreste subito a vangare la terra visti i vostri insuccessi nonostante avete succhiato quasi piu' di un milione d'euro nella vostra vita di banda.

Anonimo ha detto...

alle prossime voto grillo m avete frantumato tutti quanti il c....

Anonimo ha detto...

perche non organizzate una serata di gran gala con la banda in PINETA e suonate il piffero magico magari si realizza un sogno la mattina dopo la pineta e a posto ....................

clarinetto ha detto...

Caro Sig. Morgantini, io non metto in dubbio il valore del Vostro Istituto Musicale ma in periodi di miseria come questo dove il comune è completamente immobile a causa della mancanza di denaro, non vedo perchè si debba finanziare con cifre così importanti i vostri progetti.
Noi imprenditori locali subiamo un'immobilismo spaventoso da parte del comune (vedi pineta & C.) e voi prendete i soldi?
Credo che come in ogni azienda, si debba dare priorità di investimento alle cose più urgenti ed importanti, poi se avanzano soldi perchè no....diamo un po di soldi anche alla banda, ai collettivi ecc. ecc.
Saluti

birindello ha detto...

spazzino dice che ti hanno visto la notte aggirarti per il castagnolo , che ci facevi? volevi sabotare la premiata festa? Se i tuoi colleghi sono andati col camion a dare una mano per fare la festa non devi arrabiarti, daranno una mano anche a te con il camion quando farai una festa, il comune aiuta tutti quando fanno le feste. Cerca di pulire meglio i giardini che quelli del collettivo dicono che vicino al barrino c'e' dello sporchino.

Intollerante ha detto...

Birindello certo che ai giardini c'è sporco e la mattina ci trovano pure le siringhe per terra ... chissà come mai ...da quando il bar ha cambiato gestione!! ipocriti comunisti invece di prendervela con la gente che lavora onestamente per due lire che gli date come gli spazzini prendetevela con i vostri amici "bracaloni". avete solo da sta zitti che ci avete rovinato!!

Anonimo ha detto...

Sona sona che io pag hai PERFETTAMENTE RAGIONE. CONDIVIDO A PIENO IL TUO PENSIERO. BRAVISSIMO !!!!

Ma smettetela di raccontarle grosse, se volete fare le feste della banda tiratele fuori voi i soldi altrimenti state a casa e non rompete agli altri.

E se queest'anno a settembre passate a prendere la pecugna vedrai che corse che vi faccio fare....

ARIAAAAAAAAAAAAAAAAAA

FINORA AVETE SOLO PRESO E MAI DATO ALL'ECONOMIA DI CHIANCIANO

Anonimo ha detto...

Il comune dona soldi alla banda e parecchi ma per quale fine, per quale scopo?
Per far spifferare 4 ragazzotti e far divertire amici e genitori...
eh troppo comodo cosi....

incominciamo ad aiutare tutti o nessuno....

vorrei sapere esattamente dall'amministrazione comunale quanti soldi vengono smistati alle varie associazioni.

Posso capire la croce verde che da un bel servizio sociale, ma le altre cosa pretendono ?

fate ridere

Anonimo ha detto...

se i signori che ce l'hanno tanto con la banda cittadina e con l'istituto musicale, sentissero i clienti della stazione termale come sono contenti quando passa la banda a fa due strimpellate starebbero zitti e si sciaquerebbero la bocca prima di parla' male di un'istituzione che e' uno dei pochi fiori all'occhiello di chianciano

palabruco ha detto...

clarinetto, hai centrato in pieno il problema; io oltre alla pineta, aggiungerei anche la prima parte del viale roma senza nemmeno un'albero (molto squallido), il parco a valle che è inguardabile e l'arredo urbano in generale.

Anonimo ha detto...

Senza togliere nulla alla qualità dell'Istituto musicale e al prestigio che esso da a Chianciano, sarebbe utile, ai fini di una trasparenza economica, sapere qualcosa di più sul bilancio di tale Istituto, quante sono le entrate derivanti dalle iscrizioni ai corsi visto che dicono di avere 170 iscritti, se l'immobile è di proprietà o in affitto, le entrate derivanti dalle numerose esibizioni a pagamento, i costi per gli insegnanti, ecc.
Questo solo per fare chiarezza su quanto sia o meno giustificabile e in che misura, l'impegno dell'amministrazione.

Il Giustiziere ha detto...

Anonimo delle 18.31 vuoi sapere dell'immobile della banda?
E te lo dico io...
La sede è di proprietà del comune, naturalmnete la banda non paga nulla di affitto (come del resto i locali della Croce Verde anch'essi del comune concessi in comodato gratuito pluriennale)ed inoltre negli ultimi anni i "sonatori" hanno preso, oltre ai contributi annuali, qualcosa come più di ventimila euro dal comune per rimettere a posto gli stessi locali.
Chiaramente questo non si dice...Troppo comodo fare attività associativa in codesta maniera!!! e gli altri??

Anonimo ha detto...

ma che banda è!

DAMMIRETTAPALLE ha detto...

Tra qualche giorno, col nuovo piano del traffico di Piccinelli, uno che arriva da Chiusi e volesse andare all'hotel le Fonti o all'Ambasciatori o all'Angiolino dovrà, se passa da piazza Italia, salire su per S.Antonio, rigirare al semaforo e rivenire in su.
Se invece prende il ponte dovrà rigirare a S.Elena e rifarsi in su tutta viale della Libertà.
Si potrà dire allora che il nostro "Non è un paese per vecchi" ma un paese di stupidi sicuramente.

DAMMIRETTAPALLE ha detto...

mi si dirà che così avremo più parcheggi viste le presenze in aumento, almeno stando alle senzazioni della sindachessa, che lei quando se lo sente non sbaglia un colpo, anche in mancanza di dati certi (Mater semper certa est, pater nunquam)e poi mi si dirà che sono un reazionario, il piano è un esperimento temporaneo.
"Insomma cari concittadini mangiate merda! milioni di mosche non possono sbagliare!" e poi non facciamo mai niente di innovativo in questo paese e poi sarebbe temporaneo e poi l'avete mai assaggiata?

Birindello ha detto...

Intollerante smette di accusare noi giovani e inoltre bracalone sarai te che ti vestirari come il mio bis nonno. se non ci fossimo noi questo paese sarebbe gia' morto da secoli. la nostra e' una festa magnifica e aperta e gratis , invidiosi!!! guardate indietro e contate i casini che le vostre idee hanno fatto: milioni di morti! Noi siamo i salvatori di Chianciano, presto gestiremo le terme e tutte le attivita' sociali e vedrete come rinascera' questo comune. tremate stiamo arrivando!

stefano ha detto...

Il paese ad oggi primi di agosto e' vuoto,arrivera' qualcuno in questi giorni ma la situazione e' veramente di crisi.Si pensa alla viabilita' ma per chi????Non c'e' una manifestazione degna di un paese turistico,non c'e' promozione,non c'e' programmazione,non c'e' niente....meno male che abbiamo una bella pineta......ma ormai anche le parole non servono piu'bisognerebbe agire.....ma a vedere come gestiscono il paese viene lo SCONFORTO.

brodo ha detto...

Sul sito internet del comune c'è pubblicato il giornalino periodico comunale n 13 di giugno.
Io non l'ho ricevuto, adesso il comune lo mette solamente on line e non lo invia più a casa di tutte le famiglie?

Help ha detto...

Scusate, so GA.
Sono triste e sconsolato perché ho perso la mia consorte e i miei due figli.
Il nome di mia moglie è RDEN, i ragazzi si chiamano cinema e teatro. Io sono ad aspettarli sopra la Giunti, zona piazza Italia, appiccicato ad un intonaco mezzo sverniciato.
Grazie

P.s. Attenzione ai colombacci!

Anonimo ha detto...

Da questo blog si evince una cosa importante: a Chianciano non avete solo tanta acqua ma anche tanta ignoranza e cervelli chiusi come gli alberghi!
Ma vi rendete conto di attaccare qualsiasi cosa pur di non guardare ni faccia la realtà?

pantalone a vita bassa ha detto...

birindello sei nella ragione piena, sono invidiosi che non possono portare i pantaloni come noi, li vedo come guardano arrazzati lo spacco delle mele che esce dal pantalone, ci invidiano e basta , vecchi matusa andate a giocare a carte.

spazzino bighellone ha detto...

Stamani verso le 11 c'erano 3 o 4 miei colleghi in pineta a badà la merigge dei pini....sta a vedè che prima della fine dell'anno riescono a dagli una ripulitina!

kgb ha detto...

spaz bighe ti ho visto imboscato dietro la biblioteca , che facevi aspettavi una signorina? o ti prendevi una pausa? o spiavi quelli del barreto? lavora invece di scrivere spiate nel blogghe!

Via di qui ha detto...

Sono indeciso su quale nuovo nome dare al tratto dove verrà messo il senso unico:
Via P. Piccinelli o Via Giunta Ferranti.......DA CHIANCIANO naturalmente!

spazzino bighellone ha detto...

kgb non preoccuparti per me, io lavoro, ma allo stesso tempo sono vigile su tutto e tutti!

Patrizia Aloisi ha detto...

Salve a tutti. E' da un bel po' che non scrivo sul blog, ma sono stata invitata a farlo per quello che è stato scritto sull'Istituto Musicale (forse l'unica cosa che funziona bene a CHianciano) e allora i miei compaesani giù a sparlare e a maledire....tipico chiancianese: non si fa niente, ma se qualcuno fa, allora tutti a sputare. Ce ne sono tanti di chiancianesi così: li vedo seduti nelle panchine o nei luoghi di ritrovo a non far altro che sparlare, più che altro a sproposito. Ho letto spesso la parola VERGOGNA e credo che sia la più adatta a commentare quello che avete scritto. Falliremo tutti e questo principalmente per l'ignoranza (intesa proprio come assenza di cultura)che ci contraddistingue. Siamo proprio colli torti. Hanno ragione a prenderci in giro nei dintorni: siamo tanto faziosi ed incapaci non solo di fare, ma anche di capire quello che fanno gli altri. Ma forse è meglio così, meglio che questa generazione scompaia per forse far nascere qualcosa di migliore. Tanto da queste teste non può venire nulla di buono, aspettiamo le prossime generazioni. Parlo così chiaramente perchè io non posso essere definita una "compagna", anzi... Quello che dico dunque non ha certo un risvolto politico. La politica la lascio fare a quelli intelligenti, a quelli che sanno tutto loro, a quelli che sanno come si fa (da una parte e dall'altra). Io mi angoscio nel vedere come tutto passa nel tritacarne, sia il buono che il cattivo di questa città. In un momento di crisi come questo, mandiamo tutto al macero, così perderemo anche quel poco che avevamo.
Se poi qualcuno volesse vedere i bilanci dell'Istituto, me li chieda io ce l'ho, così magari impara a mandare avanti la sua azienda, con l'esempio di chi fa tantissimo con veramente poco.
Patrizia Aloisi

soldi a babbo morto ha detto...

senti patrizia tante famiglie sono in crisi come noi albergatori perche' abbiamo ridotto il personale, sai quanti posti di lavoro non ci sono piu' a chianciano? e questo in parte e' dovuto a chi regala soldoni alle asociazioni che non producono nulla. se per un pochini di anni si sona meno il piffero non succede nulla, ma se non si mangia e' molto grave e allora invece di sperperare il grano dovevano prima usarlo per cercare di rendere decente questo paese , almeno per quei pochi turisti che ancora venivano. cosa vorresti dire che e' giusto dare 20mil aeuroni per soffiare n un flauto o sarebbe stato meglio risistemare la pineta, le strade e la discarica che sembra di essere a napoli! non vedi quanti alberghi sono in vendita, sai quanti posti di lavoro sono spariti' MA FORSE A LEI NON INTERESSA NULLA DI TUTTO CIO'. le auguro una buona serata e la mando cordialmente ......

Teano Sar ha detto...

PROPONGO DI ELIMINARE ANCHE LA BANDA MUSICALE, ALMENO QUEI SOLDI CHE IL COMUNE RISPARMIA POTRA' SPRECARLI PER COMINCIARE E NON FINIRE MAI QUALCHE ALTRO LAVORO.
A CHIANCIANO SIETE STATI BUONI A SECCARE TUTTO, ORA DA NOIA ANCHE LA FESTA DELLA MUSICA E LA BANDA ...
MA LA FESTA DELL'UNITA' ? ALLORA PERCHE' NON ELIMINARE QUELLA , OPPURE FARE PAGARE UN AFFITTO AL PARTITO PER L'OCCUPAZIONE DEL CASTAGNOLO ? NO I COCCHINI DI SINISTRA NON SI TOCCANO.....

Anonimo ha detto...

un paese completamente farneticante mamma mia...............

Fedro ha detto...

"Derideri merito potest qui sine virtute vanas excercet minas".
Viene giustamente deriso chi, senza forza, fa vane minacce. (Fedro)

mi ripeto ancora ha detto...

che scrivete, il caldo vi danneggia le sinapsi? Ora sarebbe il momento di investire per il comune, dovrebbe trovare fondi e comprare 4 o 5 alberghi per farci musei, laboratori teatrali, accademia di cinematografia , corsi di fotodigitale e tutto quello che e' legato con l'arte e l'immagine, perche' questo sara' il futuro e attirera' tanta gente. purtroppo nessuno a chianciano si pensa ancora alle automobili con il motore dell'800, alla destra e alla sinistra. secondo me usate le scatole craniche solo per tenerci le merendine.

il democratico ha detto...

Voi continuate pure a lamentarvi, domani inizia la Festa Democratica, siete tutti invitati a venire a ballare, a gustare i nostri piatti tipici e perchè no, a portare qualche offerta per l'organizzazione.

TEANO SAR ha detto...

Alla festa comunista il massimo dell'offerta che posso fare , qualche rondella grossa come 2 euro , tanto per far suonare la cassettina di legno .

palabruco ha detto...

TEANO SAR, se sei furbo fai come me, io non ci vado e mi auguro che il meteo metta acqua dal 5 fino a 16 agosto dalle ore 19 a mezzanotte!
I chiancianesi se hanno un po di intelligenza, visto i danno che hanno fatto in questi anni i "compagni del PD" ricambierebbero il voto e le tante promesse mai mantenute con il deserto al castagnolo!

apolitico ha detto...

io alla festa ci vado perche' da mangiare e' bono e il bere non e' male, poi ballo con qualche sposa e la palpeggio tutta. Non gli lascio nessuna offerta, ma passo una serata divertente, meglio che in casa davanti alla tv o alla festa della musica dove il rumore ti assordice, al castagnolo si sta' bene! lasciate stare la politica e venite a frescheggiare al castagnolo.

palabruco ha detto...

apolitico, è grazie a gente come te che i "compagni" di Chianciano sono sempre sul seggiolone da oramai 60 anni!
Con la scusa di andare a mangiare all'aria aperta senza l'interesse del partito è solo una scusa, se ben ricordi alcuni anni fà, subito dopo la festa dell'unità c'era la festa della croce verde o di rifondazione....stesse persone, stessi cuochi, ma come presenze si dimezzavano.
Non a caso non c'è più la festa della croce verde ne quella di rifondazione.
Andando a cena al castagnolo (interessati o disinteressati al partito) contribuite a portare i soldi nelle casse del partito, mica crederai che il tutto viene svolto x la "gloria del fresco?

LUCA FE ha detto...

E' molto che la mia voce tace, in questo blog. L'argomento, e gli avvenimenti, invece mi impongono di parlare.
Io sono stato in tempi non sospetti, quando mi occupavo dei Guardiani delle Acque, tra i primi a proporre la richiesta dello stato di crisi, e rimango convinto della sua assoluta necessità. Semmai forse è troppo tardi. Ma lo stato di crisi, anche fosse decretato e rapidamente è e deve essere solo il primo passo di una percorso. Percorso che deve obbligatoriamente portare ad altri passi successivi. Mi spiego. Chianciano ha essenzialmente due problemi: poche presenze per il numero dei posti letto e scarsa qualità delle strutture ricettive. Dobbiamo perciò aumentare le presenze e diminuire i posti letto da un lato e dall'altro migliorare le strutture alberghiere. Questo può avvenire solo nell'ambito di una TRASFORMAZIONE URBANA totale. La attivazione di uno Strumento di Trasformazione Urbana (STU) è quindi il primo e necessario passo. Il programma della attuale amministrazione prevede già che per aumentare le presenze due azioni debbano essere lo stimolo alla politica termale e la creazione di un parco tematico. Tutto questo era nel programma elettorale della signora Ferranti. E questo l'amministrazione deve impegnarsi a realizzare. Da una parte, perciò, è necessario dare corpo alle proposte del comitato Terme Sanità e Natura, per una più forte azione per il rilancio del termalismo, indispensabile a mantenere e rilanciare la vocazione termale del nostro paese, dall'altra battersi per stimolare capitali privati a investire nel nostro territorio per un Parco Tematico. Perchè l'unica opzione turistica che pur non contrastando con la nostra vocazione termale può credibilmente portare un numero di presenze tale da contribuire al salvataggio della nostra città è questa. Tutte le altre, dal congressuale, al fieristico, allo sportivo, tanto caro al mio caro amico assessore Piccinelli, possono solo essere considerate complementari, mai tali da sostituirsi al termalismo ed al ludico tematico. Solo con un intervento comunale, a stralcio sul Piano Strutturale, che identifichi in questi due temi il rilancio di Chianciano, sarà (forse) possibile, qualora ottenessimo il tanto dibattuto Stato di Crisi, por fine a questa specie di morte annunciata che è la storia recente di questo paese. Unendo a ciò la delocalizzazione e variazione d'uso dei volumi (ex)alberghieri, azioni di stimolo alle attività commerciali, riorganizzazione del bailamme dei centri commerciali naturali, incentivi fiscali, cooperazione tra sindacati e associazioni di categoria, una azione forte sulle banche per spalmare i debiti, contributi per le ristrutturazioni. Dobbiamo agire sulle tasse comunali, sulla TIA, l'ICI. E TUTTO QUESTO RAPIDAMENTE, altrimenti sarà tutto inutile! Perchè il fattore tempo è assolutamente contro di noi. Invito voi tutti, blogger, a sedare le polemiche e chiedere sopratutto la RAPIDITA' degli interventi! Chianciano non ha il tempo per le polemiche sulla Banda o sulla festa dell'Unità. Chianciano muore domani, forse anche prima. Ed alla sua morte non ci sarà nessuno che si potrà sentire immune dalle conseguenze, che sono già nell'aria, negli occhi e nelle parole dei chiancianesi, nessuno che potrà attraversare indenne questa catastrofe. E se la vostra soddisfazione sarà poter dire "l'avevo detto io..." vuol dire che vi accontentate di poco.

Anonimo ha detto...

Salvo pochi...che si salvano che scrivono e dicono cose sensate, tutti gli altri e' la pura realta' di Chianciano e ci domandiamo anche perche' siamo in crisi!Siamo diventati il circo togni della provincia.

apolitico ha detto...

palabruco io andavo a tutte e tre le feste perche' ci stavo bene, che devo fare ho 60 anni, in casa mi annoio da morire, non c'e' un bar decente per me , se vado al ristorante mangio in un tavolino da solo e mi prende lo sconforto. a quelle feste due parole con un'altro vecchietto le faccio sempre . voglio dire che se ci fosse la festa della destra io ci andrei ugualmente , lo faccio per stare insieme alla gente , fuori al fresco. Se anche queste feste scompaiono come gia' due sono scomparse per noi vecchietti sara' sempre piu' dura.

Federalberghi Chianciano Terme ha detto...

Si precisa che le comunicazioni fatte all'Amministrazione ed a tutti gli organi competenti a tuttora non hanno ricevuto formale risposta, d'altro canto non ci rimane che costatare la messa in atto delle modifiche alla viabilità.
Inoltre ci teniamo ad informare che la lettera in data 29.07, relativa alla richiesta di realizzazione della rotonda antistante "Banca CRAS", è stata inviata agli uffici competenti nella tarda mattinata, quindi prima della delibera di giunta che ha istituito la nuova viabilità.
L'Associazione continuerà a monitorare costantemente la situazione, ribadendo in tutte le sedi istituzionali la necessità di realizzare la rotonda con la massima urgenza, nonchè l'intempestività dell'attuazione dello stesso in questo delicato periodo della stagione.
Invitiamo pertanto i Soci a segnalare, in forma scritta, ogni situazione di disagio riscontrata al fine di permetterci di dare testimonianza che le nostre preoccupazioni erano e restano fondate.
Tutti gli altri documenti relativi a tale percorso sono disponibili presso la sede.


Federalberghi Chianciano Terme
la presidente
Simonetta Mencarelli

BOCCA DELLA VERITÀ ha detto...

Caro sig. Luca Fè mi sembra che abbia centrato il problema. Lei dice occorre da un lato aumentare le presenze e dall’altro ridurre l’eccesso di offerta ricettiva in termini di posti letto.
Evidentemente questa è la sola e unica strada per tentare di risollevare l’economia di questa cittadina. Quello che tuttavia mi spaventa, al di là delle oggettive e notevoli difficoltà, è il fatto che di questo discorso se ne sente ormai parlare da moltissimi anni ma poi si è sempre scelto di sviare la reale problematica.
Adesso federalberghi decreta lo stato di crisi richiedendo l’intervento delle istituzioni ma non sono sicuro che si sia poi compreso a pieno il significato di tale operazione, o forse non tutti lo hanno compreso.
Si parla di spalmamento dei mutui bancari, incentivi, agevolazione fiscali, deroghe, tutti strumenti utili certamente ma quello che deve risultare chiaro alla cittadinanza è che tali interventi non potrebbero essere comunque “a pioggia”. Se la comunità si deve fare carico di approntare un piano di salvataggio del proprio comparto alberghiero tale non può e non deve necessariamente prevedere tutte le attività alberghiere.
Senza peli sulla lingua, occorre fare, anche da parte di federalberghi, un discorso serio sul futuro di cianciano terme. La storia la conosciamo tutti, sull’onda del boom economico la nostra stazione termale a partire dagli anni 50 si è sviluppata molto ma purtroppo in maniera sproporzionata e anche un po’ caotica. Se tutto ciò in un primo momento è stato un fattore di benessere e redditività con l’attuale crisi turistica costituisce invece una pesante zavorra che in un certo qual modo complica ogni progetto di rilancio.
Se facciamo un giro per le viuzze della Rinascente ma anche nelle altre zone del paese non possiamo non costatare la presenza di molti edifici, ex alberghi chiusi, ridotti ormai a strutture fatiscenti che non possono e non meritano interventi di ristrutturazione e di intervento. Può sembrare un discorso cinico ma a mio avviso è quanto mai realistico.
Questo per sgomberare il campo da ogni qualsiasi fraintendimento o “non detto” di cui troppe volte la politica si è servita in passato.
Lo stato di crisi non è la manna dal cielo, quello esiste solo nella bibbia, non può e non deve essere l’ennesimo “accordino” per salvare gli alberghi dalla bancarotta e procrastinare la loro chiusura, la cui prospettiva poi si ripresenterebbe con tutta la sua drammaticità inevitabilmente tra qualche anno.
Lo stato di crisi, qualora fosse concesso ( e certamente non è cosa facile!) e certamente dovrebbe essere necessariamente concordato con le altre categorie produttive, significherebbe comunque lacrime e sangue per gli albergatori perché li metterebbe inevitabilmente e in maniera definitiva di fronte alla scelta se tornare ad investire pesantemente e riqualificare ma in maniera seria con progetti di qualità certificata oppure intraprendere altre soluzioni fino alla estrema ratio dell’abbattimento della struttura.
Queste constatazioni, malgrado la crudezza, devono essere comunque il sentire comune di ogni chiancianese, sia esso imprenditore o semplice uomo della strada e soprattutto devono essere tenute ben in mente da coloro che saranno poi chiamati a prendere le scelte fondamentali, ovvero la politica. A mio avviso solo questo può essere lo stretto percorso di rinascita di Chianciano.

TEANO SAR ha detto...

talinPER PALABRUCO DEL 04 AGOSTO ORE 14 26
Certo che non ci vado alla festa....
anche perche' ho molto meglio da fare
....e poi le rondelle costano ah ah ah...
W la BANDA e LA FESTA DELLA MUSICA

comunista ha detto...

riccastri balordi invidiosi neppure sapete di che parlate, la banda di chianciano e' ottima e i giovani del collettivo sono brave persone che si impegnano nel sociale senza essere pagati. balordi spero proprio che lo stato di crisi venga accettato e che tanti dei vostri alberghi vengano demoliti, gente senza cuore solo bravi a parlare male di chi si impegna.

Merigge ha detto...

Sig.ra MENCARELLI INVECE DI STARE SEMPRE A PROTESTARE PER QUELLO O QUELL'ALTRO SI PREOCCUPI LEI INVECE DI INDIVIDUARE POSSIBILI SOLUZIONI PER FAR USCIRE GLI ALBERGHI DALLO STATO DI CRISI! TROPPO COMODO ANDARE A CHIEDEERE AIUTO QUANDO NON SI SA PIù CHE PESCI PIGLIARE. SE SIAMO RIDOTTI IN QUESTE CONDIZIONI E' ANCHE PER COLPA DI GENTE COME LEI....CHE POI QUANDO SI TRATTA DI RIVOTARE I SOLITI "COMPAGNI" TUTTI SULL'ATTENTI!!!
CMQ POSSIBILE MAI CHE NESSUNO ABBIA LE COSIDETTE P..... PER DIRE QUESTE COSE SACROSANTE??
MAH....E ALLORA LO DICO IO!

Il Collezionista ha detto...

Scambio preziosa e amata collezione calciatori panini '66/'67 (manca solo Gigi Riva) con collezione completa vecchie cariatidi della politica, comprensiva ambigui figuri/e partecipate, che poi provvederò a smaltire immediatamente in una maniera da decidere, visto che la discarica è chiusa.
Come extras, regalo fotocopie ultima bolletta nuove acque e bilancio apt, con rendiconto separati costi personale e attività promozionali apt ultimi decenni.

Anonimo ha detto...

Caro Luca fe' si pensa allo stato di crisi e non a fare niente per questo paese e a risollevarlo nella sua immagine e nella sua freschezza.
Sei finit come tutti i chiancianesi, paese di vecchi e pensionati

Anonimo ha detto...

Finchè non verranno messe delle fioriere o cose simili per delimitare la corsia verso piazza Italia, ci sarà solo una gran confusione, con il rischio di creare incidenti visto che molte auto percorrono la corsia di destra dove sono stati fatti i parcheggi.
Poi, sempre se non verranno create zone pedonali delimitate di fronte al Grand Italia, il problema delle macchine posteggiate davanti e sopra gli spazi per i bus non sarà risolto e i posteggi a pagamento rimarranno chiaramente vuoti.... Ora come ora risulta di un caos incredibile.

Uomo Ombra ha detto...

Primi battibecchi perchè le macchine che parcheggiano nel nuovi posti blu "sporgono", auto che affrontano il tratto dal lato dei parcheggi (quasi sempre vuoti), inversione all'incrocio col ponte ASSASSINA, e silenzio a causa del CALO del flusso di auto verso Piazza Italia.
Sai contenti i commercianti ma, mentre gli albergatori protestano, confesercenti e confcommercio che dicono? Zitti tutti e belli contenti, vero?

Meditate gente, meditate....

Il ponte dei santi ha detto...

Non si sa se verrà accettatto lo stato di crisi. Ad occhio direi di no. Intanto però hanno già scelto l'eventuale giorno d'inizio: il 3 novembre, il giorno dopo i morti

Anonimo ha detto...

vedi Uomo Ombra, i commercianti a Chianciano non sono mai stati coesi e anzi si sono sempre fatti la guerra, quindi non ti aspettare molto dalle associazioni di categoria, che di solito si allineano alle decisioni dell'amministrazione e della politica locale ma non alle vere esigenze dei commercianti.
Una cosa è certa, il traffico in doppio senso, oltre ad essere più comodo, dava una sensazione di viale importante, ora sembra una stradina secondaria molto triste.
L'inversione al ponte è veramente pericolosa e la mia paura è che, siccome le cose provvisorie sono spesso definitive, la rotatoria non la facciano più.
Che paese di rammendi, rattoppi, trosce e strisce...

News ha detto...

Ultime news dalla nuova viabilità:
Dopo alcuni giorni di battibecco tra l'illustrissimo Sig. Piccinelli, i vigili e gli operai che stanno facendo le strisce, pare che abbiano trovato un intesa.
Avete visto che davanti al Grand'Italia hanno messo la fermata per i pullman? Pare che ci hanno ripensato e la cancelleranno e ci faranno altri posteggi blu!
W le decisione prese in fretta e furia.

Ma intanto, chi paga tutti questi lavori fatti, tolti e nuovamente rifatti?

stefano ha detto...

Cari chiancianesi ma chi li ha votati per 70 anni???? Voi e ora cosa pretendete???
Solo il cambiamento poteva portare qualcosa non lo avete voluto e ora ciucciatevi la crisi e la disfatta ,non avranno piu' valore non solo gli alberghi ma anche le vostre casette cari....tutto il paese perde valore.....cari miei......

Anonimo ha detto...

Di sicuro c'è un fatto...
il Piccinelli sta facendo all'interno della maggioranza più danni di quanti ne avrebbe potuto fare rimanendo all'opposizione!
Che acquisto che ha fatto il PD!

Anonimo ha detto...

ecco il risultato della cultura chiancianese del ...io sto' male..ma l'essenziale e che tu stia peggio...in questo gli albergatori sono dei professori..sono riusciti a farsi male da soli..e..pensare che con un briciolo di umilta' e di compattezza..avrebbero potuto far sempre la voce grossa..ed essere ascoltati a tutti i livelli....invece si sono preoccupati soltanto di sparlarsi e pugnalarsi alle spalle...poi non c'e' statopeccato piu' grande durante i tempi 'belli'che aver fatto di un povero un ricco

Anonimo ha detto...

CHIEDETE ALLE ULTIME AMMINISTRAZIONI COME MAI NON HANNO VOLUTO: LA MULTISALA,IL CENTRO COMMERCIALE ETRUSCO,L'IPPODROMO;MAI FATTO LA RICHIESTA PER IL CASINO',NON AVER COLLABORATO CON I PRIVATI PER IL GOLF.AVER CONSEGNATO IL PRIMO APPALTO DELLA PISCINA A TECNICI DEL POSTO PER SOLI MERITI DI TESSERA.(NON SARA'MAI FINITA.)AL SINGOLARE, PERCHE' L'ACQUA NON E' SUFFICIENTE E QUESTO SI SAPEVA GIA' QUANDO E' STATA FATTA LA PRIMA VERIFICA, MA FACEVA COMODO E GRANDE DIRE CHE ERANO -7-. ALCUNI ALBERGATORI NON TROPPO TEMPO INDIETRO,DISSERO CHE SE UN POCHI CHIUDEVANO ERA MEGLIO COSI I CLIENTI LI PRENDEVANO QUELLI CHE RIMANEVANO.NON PENSANDO INVECE CHE NON TORNAVANO PIU'. PIANGEVATE QUANDO LE COSE ANDAVANO BENE, ORA PAZIENZA RASCHIERETE IL TESORETTO DEI TEMPI D'ORO,SIA VOI CHE LE ALTRE ASSOCIAZIONI.VI SIETE FATTI IMPORRE ANCHE UNA VIABILITA'CRITICATA DAL 90% DELLA POPOLAZIONE. CONTENTI VOI.ALLA PROSSIMA,SE MI VA.

Pochista Pressap ha detto...

this land is my land

Cimabue ha detto...

Anche la mia...

news viabilità ha detto...

La mia anticipazione di ieri ha già trovato riscontro: le striscie gialle davanti al grand'Italia si sono volatilizzate (cancellate) e ci hanno disegnato le strisce blu.
W le decisione prese in fretta e furia.

Ma intanto, chi paga tutti questi lavori fatti, tolti e nuovamente rifatti?

Anonimo ha detto...

Secondo me all'incrocio del ponte prima o poi ci scappa il morto.

Nerone ha detto...

Visto che si parla di contributi alle associazioni, per par condicio è giusto dare anche altre due “chicchette”.
Pochi giorni fa la Giunta comunale, malgrado le finanze siano ristrette all’osso ha ben pensato di concedere due contributi straordinari: 4000 euro alla Green Team e 1000 euro alla bocciofila per fare il torneo.
Ora mi chiedo mai, come si può dire che non ci sono soldi per rimettere in sesto i marciapiedi e le strade e poi si danno i soldi così?? Non era meglio buttare un po’ di cemento nelle buche?? …Che poi se la gente ci casca e fa causa al comune tocca pure pagare i danni ….. si ma tanto i marciapiedi i voti alla Feranti non li portano e poi la prof. mica spende dei suoi!!!
COMUNISTI A CASA DOVETE ANDARE!!!

lo sperpero ha detto...

Grazie nerone per le info.
Ma è regolare tutto ciò? è possibile impugnare la decisione?
Ma porca miseria, ma a me che non interessa un c..zo ne della grean team con i suoi quattro calci al pallone, ne della bocciofila, possibile che debba accettare una cosa simile?
Ribadisco quello detto in precedenza da qualcun'altro, credo che come in ogni azienda, si debba dare priorità di investimento alle cose più urgenti ed importanti, poi se avanzano soldi perchè no....diamo un po di soldi anche alla banda, ai collettivi, ai pallonari ed ai bocciaioli.

Chiuso per lutto ha detto...

Dal punto di vista legale è chiaro che concedere contruibuti alle associazioni rientra nei poteri discrezionali di una giunta, un altro conto è l'opportunità politica vista la situazione di Chianciano!...ma tant'è... finchè gente cone i due Rossi, Fallarino,e co. non farranno un passo indietro a Chianciano non cambierà mai nulla!
Addio!

vomito ha detto...

ottimo dibattito.
equilibrato
blog utile
grazie

Anonimo ha detto...

L'ospitalità è un'arte. Molto più che una professione, molto più che un talento. È una combinazione perfetta di competenza e passione, tecnica e abilità, strategia e creatività. Un valore tanto più importante in un mercato turistico sempre più globale ed esigente, dove la professionalità deve avere un'anima, per offrire il massimo ad ogni viaggiatore e farlo sentire a casa propria, affinché ogni istante del soggiorno sia come ciascuno di noi lo vorrebbe. Non basta organizzare, non è sufficiente coordinare, impossibile demandare: per garantire il meglio al cliente, bisogna conoscere alla perfezione i processi, approfondire tutti i settori della realtà turistica. Il turismo cambia, evolve, rimane fonte preziosa di lavoro, ricchezza e veicolo di esperienza e di conoscenza, ma esige l'apertura di nuove strade, richiede soluzioni innovative, desidera servizi sempre più impeccabili.Purtroppo tutto cio' non e' mai stato nel nostro DNA,e le conseguenze si manifestano nella politica, negli enti, nel settore commerciale, e nei singoli cittadini,e su questo blog.
andrea b.

Anonimo ha detto...

vomito e andrea b. si vede che lo leggono il blog, invece dei problemi si occupano del livello del dibattito, che chiaramente, essendo un blog aperto a tutti e gratuito, rappresenta tutti, gli intellettuali (pochi), i buontemponi, i nostalgici, i bracaloni, gli "abbergatori", i bottegai, gli ambientalisti, i musicisti, gli esperti di viabilità, di termalismo, di turismo, insomma tutti i livelli di collitorti in circolazione.
Come va di moda dire a Chianciano: non è questo il problema, non è tanto il livello della discussione, ma quello che tra tanta spazzatura si riesce a cogliere.
insomma, è o non è "il blog dei chiancianesi"?
Questa situazione del cavolo l'abbiamo o non l'abbiamo creata noi?
un po' d'umiltà, mal voluto unn'è mai troppo

striscia continua ha detto...

Ma i compagni che animavano tanto il blog come ondalunga, dago e dierre74 che fine hanno fatto?
Mica l'avranno x caso messi in silenzio stampa?

Anonimo ha detto...

Gent.mo Sig.
SINDACO e ASSESSORE ALLO SPORT
Sono tre giorni che l'impianti sportivi sono senza corrente e pertanto non funzionanti come dovrebbero.
Certo non è colpa vostra e nemmeno dell'ENEL (visto che i guasti mediamente le riparano al massimo in 2-3 ore).
E' chiaro che la colpa è della società che gestisce (ACQUATEAM),questa situazione crea sicuramente oltre ad un disservizio anche una brutta immagine di Chianciano visto e considerato che non è la prima volta che si creano problemi del genere.
In termine calcistico si dice che al secondo giallo c'è quello ROSSO e cioè l'espulsione.
Pertanto,in un contratto come si deve, c'è la clausa della recissione del contratto da parte di entrambi le parti e quindi in questo caso il COMUNE come proprietario se c'è questa clausa nel contratto dovrebbe applicarla immediatamente e richiedergli i danni di immagine.
BUON FERRAGOSTO A TUTTI

Anonimo ha detto...

Caro anonimo del 7 agosto ore 12,33,non mi occupo del livello di dibattito (siamo in democrazia )stai tranquillo che nel mio piccolo mi occupo o almeno ci provo ad occuparmi dei problemi di questo paese e con molta umilta'.Di gente capace e volenterosa in questo paese ce ne' ancora,basterebbe dargli un po' di spazio come basterebbe leggere con attenzione quello che uno scrive.
andrea b.

un regalo ha detto...

basta con la politica , volete risollevarvi? se si iniziate a fare strutture alberghiere con emissioni zero, date solo prodotti bio certificati e buonissimi, buttate tutte le macchine allo sfascio o nascondetele in garage e usate bici a pedali o elettriche ricaricabili con il sole . dovrebbe gia' essere cosi' da anni, ma siete troppo vecchi nel cervello per capire queste cose , cosi' ve le scrivo un pochine per aiutarvi. Non dimenticate questo post e guardate come si sviluppera' questo turismo rispettoso dell'ambiente. smettetela di farvi la guerra, cambiate pagina, cambiate stile di vita . notte.

Nero ha detto...

Mi stupisco di constatare che si dia risalto a polemiche assurde sul giusto finanziamento all'unica istituzione che generi veramente cultura come la banda musicale e, allo stesso tempo, se ne dia molto poco alla critica della nuova viabilità.
Vorrei sapere quale necessità c'era di cambiarla...
Io non riesco a vederne nessuna!
1)Il fattore di pericolosità dell'incrocio del ponte è aumentato in maniera esponenziale ed è solo "grazie" alla crisi, con le poche auto che circolano che, non è successo ancora un incidente.
2)Non riesco a vedere una ricaduta positiva negli esercizi commerciali presenti nel senso unico anzi, vedo un notevole disagio specialmente per gli alberghi Le Fonti e Ambasciatori e per quanto riguarda i negozi ed il bar, prima, di fatto, le auto si fermavano ugualmente senza pagare e senza prendere multe, adesso devono pagare e ad eccezione delle smart e altre piccole vetture stanno tutte con il culo fuori dalle strisce blu, invadendo la corsia di marcia.
Prima, visivamente, era un bel viale, adesso è un sentierino periferico e questo, secondo me, causerà una desertificazione di quella zona.
3)Non vedo neanche ricadute finanziarie nelle casse del comune perchè, di giorno i posteggi blu sono semivuoti persino nel viale roma, figurarsi nel senso unico, dove magari si pienano di sera, quando però non si paga...
Insomma,ancora due o tre modifiche di questa portata e avremo risolto i problemi del traffico per sempre...nel senso che manderemo via anche gli ultimi pochi clienti rimasti...

DiErre74 ha detto...

Caro “striscia continua”, io non so dirti per quale motivo altri abbiano smesso di scrivere su queste pagine, posso però dirti che nel mio caso DIVERSI sono i motivi della mia latitanza, ma senza dubbio in essi non trova posto alcuna imposizione al silenzio da parte di nessuno. Per dire ciò che penso, anche scrivendo in queste blog, ho preso persino una denuncia pagando in prima persona (vero Valtubo?), figurati se temo i veti di qualcuno….
Se ho deciso di prendermi “una pausa” è ANCHE perché, quando ho espresso la mia profonda delusione sui risultati o non risultati di questo primo anno di amministrazione Ferranti, e quindi rivedendo in toto quelle che erano le mie aspettative avendo votato a suo favore, sono stato attaccato, come spesso è accaduto anche ad altri (qualunque fosse stata la connotazione politica) in maniera superficiale, subdola ed ipocrita.
NON voglio certo essere presuntuoso, a me piace veramente il confronto e credo che questo sia uno spazio importante in cui il dibattito possa svolgersi, ma solo se la discussione è costruttiva e non certo se ci si limita allo “sputare” sentenze.
Concludo quindi dicendoti che, qualora lo riterrò opportuno (in termini di argomento ed anche qualità del dibattito) ben volentieri tornerò a scrivere, esprimere la mia opinione ed a dialogare con tutti coloro che lo vorranno. Un sincero saluto.
Damiano Rocchi

senzo unico ha detto...

ma se proprio questa doveva essere la viabilità:
i parcheggi non si potevano mette sul lato sinistro a salire? (tanto la strada andava attraversata lo stesso per andare ai parchimetri)
al posto delle transenne stile cantiere non si potevano mettere delle fioriere?
...poi non dico nulla sulla congestionedi via di vittorio nel caso di pulmann in fermata....

TEANO SAR ha detto...

PROSEGUO IL DISCORSO DI SENSO UNICO DEL 8 AGOSTO 21.11....
E POI IN VIA DI VITTORIO OLTRE CHE A CONGESTIONARSI IL TRAFFICO..... CON QUEL BELL'ASFALTO CHE C'E' ,SENZA BUCHE LISCIO COME UNA PISTA DI FORMULA UNO......MA QUESTI AMMINISTRATORI NEL CAPO HANNO I CRICETI NELLA RUOTINA CHE GIRANO ,O IL CERVELLO ?

Anonimo ha detto...

chiunque avrebbe progettato i parcheggi sulla sinistra anche un ragazzo delle elementari che balenchiiiiiiii e talmente logico seguirev il senso della strada ma certo che ci vuole un capo........

Lele ha detto...

Piove, anzi, diluvia su Chianciano.

Taci. Su le soglie
del blog non odo
parole che dici
umane; ma odo
parole e ciarpame
che puzzano anche un po’ di
letame.
Ascolta.Piove, anzi,
ha nevicato parecchio dalle nuvole sparse.
Ha nevicato sulle terme
fallite e perse,
sui pini e sul ginepraio
tanto che, la pineta è
diventata un troiaio.
Piove sulle piscine del
Sillene, ma n’avessero
fatta una per bene,
Piove, sul parcheggio del Cantinone
e chi l’ha voluto ha fatto
un po’ na figura da intelligentone.
Piove, sulla nuova viabilità
che non solo fa un po’ pìetà,
ma ci stimola anche a ca.à.
paraponziponzipà.
Piove su i nostri volti
silvani,
più che altro un po’ da baggiani.
Piove e ci restano solo le
donnine ignude,
e le p.ppe per sentirsi
meglio quando ci prude
e ci sfiorano freschi pensieri
che l'anima schiude
novella,
maremma budella.
Sulla bella favoletta,
che ieri c’illuse, che oggi ci inchiappetta.
Ho Chiancianese..
Odi? La pioggia cade
su la solitaria
verdura e intanto la crisi perdura
con un crepitío che dura
e varia nell'aria
e mi soffermo a pensare
E subito dopo mi vien da
Vomitare.
Scusa D’Annunzio!!!

A.S.D. Virtus Chianciano 1945 ha detto...

Portiamo a conoscenza della cittadinanza, degli sportivi e dei simpatizzanti del calcio dilettantistico locale, che da circa un mese la società sportiva “A.S.D. Virtus Chianciano 1945” è stata rilevata da un gruppo di persone composto da ex dirigenti ed atleti legati all'ambiente sportivo chiancianese, evitando così la scomparsa di questa gloriosa compagine, la quale è stata regolarmente iscritta al Campionato di 2^ Categoria FIGC 2010/2011.
La maggior parte dei componenti la squadra sono ragazzi di Chianciano con età media di 23-24 anni, alcuni dei quali militavano in altre società della zona e che si sono messi a disposizione con entusiasmo al nuovo progetto in un ottica di rilancio del calcio a Chianciano.
L'allenatore sarà Mauro Galli, già importante calciatore della Virtus nel periodo d'oro (1988-92).
Il Presidente onorario è il Dott. Marco Landi (nell'occasione un grazie a tutta la Famiglia Landi per il supporto alla Società), il Presidente è Lisauro Burani, il Vice-Presidente è Paolo Cozzi Lepri, il Segretario è Franco Crociani.
L'impegno principale è quello di rianimare l'attività sportiva calcistica chiancianese nell'ambito FIGC, limitando i costi di gestione in considerazione delle difficoltà con cui si muovono le società sportive in questo periodo, cercando di dimostrare che si possa fare calcio ottenendo risultati in maniera economicamente sostenibile.
A breve verrà presentata la nuova squadra e sarà comunicata la data e la sede precisa quanto prima.
Si ricorda che il campionato inizierà alla metà di Settembre e la prima partita ufficiale sarà un incontro di Coppa Toscana.
Sarà possibile sostenere la Virtus Chianciano negli incontri casalinghi, esclusa la Coppa o amichevoli, anche con un abbonamento per 15 partite al costo di euro 50,00 complessive.
Vi aspettiamo allo stadio numerosi!

Per maggiori informazioni è possibile contattare il Sig. Attilio Alliegro al n° 3394190475 dalle 16.00 alle 20.00

compagno ha detto...

stanno finendo i quattrini del vecchio, si sente. W la festa dei lavoratori!

Legambiente,Voci e Progetti, Collettivo Fabrica ha detto...

Chianciano Terme
06/08/2010


LE ASSOCIAZIONI:
Legambiente – Circolo Chianciano Montepulciano Chiusi Sarteano
Voci e Progetti
Collettivo Fabrica


COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

SULL’IMPROVVISA CHIUSURA DEL PUNTO PAAS A CHIANCIANO TERME


Chianciano Terme - Le associazioni Legambiente, Voci e Progetti e Collettivo Fabrica, che da anni operano nel settore socio-culturale e ambientale della cittadina con spirito collaborativo e propositivo coinvolgendo continuativamente l’Amministrazione comunale in ogni evento e manifestazione, lunedì 2 agosto, senza nessun formale o informale avviso, si sono viste chiudere il punto PAAS (Punto di Accesso Assistito ai Aervizi internet) allestito all’ingresso della Sala Polivalente dei Giardini pubblici e gestito dalle associazioni stesse a titolo prettamente volontario. Le tre postazioni internet, predisposte all’uso assistito degli utenti, erano state messe a disposizione grazie alla volontà delle associazioni che hanno promosso il progetto PAAS della Regione Toscana. Il servizio era stato aperto tramite la partecipazione dell'Amministrazione al bando di accreditamento della Regione, con l’obiettivo primario di garantire a tutti uguali opportunità di accesso e utilizzo alle informazioni e alle risorse presenti in Internet. Dal 30 novembre 2009 il servizio è stato aperto con continuità grazie all’impegno volontario e alla coordinazione delle tre associazioni, che hanno inoltre anticipato spese e costi per acquistare gli strumenti necessari senza ancora riuscire ad avere nessun tipo di rimborso, facendocela comunque a raggiungere circa 60 utenti iscritti che usufruiscono attivamente del servizio. A una prima manifestazione d’interesse da parte dell’Amministrazione comunale, che ha messo a disposizione la Sala Polivalente dove è ubicata anche la Biblioteca comunale, trovandosi così ad avere finalmente un servizio di livello istituzionale e di concreta utilità sociale diffuso da anni sul territorio regionale, segue ora la chiusura completa dello spazio adibito al PAAS, senza nessuna comunicazione né ufficiale né informale e, ancora più grave, nessuna proposta di sede sostitutiva provvisoria che possa ovviare al problema della discontinuità del servizio. Ora, se la Biblioteca comunale sembra aver trovato un luogo di riapertura a fronte delle motivazioni ancora nebbiose della chiusura della Sala Polivalente, il comportamento indifferente da parte dell’Amministrazione comunale sembra lasciare il punto PAAS senza la possibilità di riavviare la propria funzione, funzione per altro interamente pubblica. Dovrebbe essere dunque interesse di tale Amministrazione garantire la continuità del servizio che sta coinvolgendo numerosi utenti che ne usufruiscono, insieme alla dedizione che le associazioni Legambiente, Voci e Progetti e Collettivo Fabrica mettono ogni giorno per coordinare, organizzare e assicurare il regolare funzionamento del servizio a titolo gratuito e a dimostrazione della volontà, tra l’altro sempre espressa, di collaborare con l’Amministrazione in maniera propositiva, seguendo puntualmente gli iter burocratici richiesti dal protocollo e ricevendo in cambio un trattamento di poca o nulla attenzione.
Si auspica infine, che l’Amministrazione si sia resa conto di aver interrotto un pubblico servizio dato dall'Amministrazione stessa e che necessita al più presto di una sede sostitutiva e, inoltre, di dover chiarire a tutta la comunità quali sono le problematiche che hanno reso “inagibile” la Sala Polivalente e quali sono i tempi di riconsegna di tale spazio così indispensabile alla collettività.

Anonimo ha detto...

Ma a noi che ce ne frega della Virtus CHianciano e della loro riorganizzazione? L'unica costa che a me interessa è che non costi al comune nemmeno 1 euro per far dare quattro calci ad un pallone da un pò di ragazzotti.

wi fi libero ha detto...

quelli del collettivo lo sapranno perche' e' tutto chiuso all'improvviso. non e' che scaricavate troppi film da emule? inoltre se volete dare un buon servizio fate mettere dei ripetitori wi fi nelle piazze cosi' tutti si possono collegare , voglio anche dire che per quei pochi che ancora non hanno il computer nella casa e' una buona cosa la postazione pass, visto che siete culo e camicia con il sindaco datevi da fare prodi del collettivo e non recriminate soldi perche' con quanti ve ne hanno dati se avete comprato due computer non andrete certamente falliti.

Anonimo ha detto...

Sono contento che la Virtus sia stata salvata, è una società che ha fatto parte della storia recente di Chianciano, ha ottenuto buoni risultati negli anni '80/'90 arrivando alla soglia della C2, ha unito i chiancianesi in quegli anni quando c'erano mille persone ogni domenica in tribuna.
E' chiaro che con i tempi che corrono dovranno darsi da fare con risorse private, con sponsor e con gli incassi, non facendo affidamento su contributi del comune, a meno di un contratto vantaggioso per l'utilizzo del campo sportivo.

FIGLI E FIGLIASTRI ha detto...

ah perchè oltre a fargli i parcheggi bianci mentre in tutto il resto del paese l'hanno fatti blu, oltre a derogargli gli orari dei concerti, gli hanno messo il punto PAAS(Punto di Accesso Assistito ai Aervizi internet)?! e ora si lamentano che un gli camina più?! chiamate la telecom o chi per essa e fatevi prendere per il culo da qualche operatore del call center come fanno tutti i figli di nessuno.

E digiamolo.. ha detto...

Legambiente, alias Consigliere Roberto Cherubini la Ferranti e gli altri talebani del PD, i tre Rossi sono arrivati alla frutta!! Adesso prendono in giro pure le associzioni "amiche"!! Comunque invece di protestare qui la prossima volta quando ti trovi in consiglio comunale invece di alzare sempre il braccio a favore della maggioranza abbi il coraggio di iniziare ad opporti a quello che ritieni ingiusto, che tanto manco i tuoi/vostri progetti fanno passare perchè se ne infischiano di tutto e di tutti.

LESA MAESTA' ha detto...

Eureka! abbiamo anche il fronte interno, le associazioni che ormai spadroneggiano, cominciano a dare segni d'insofferenza, la Ferranti a tele Idea, incalzata dalla giornalista stile Pravda, si deve giustificare perchè non ha avvertito che staccavano internet dalla polivalente, iniziavano i lavori (che la trasformeranno nella polinvadente).
Insomma i ragazzi sono sensibilii e si "alterano facilmente", quindi vanno avvisati per evitargli traumi che nello sviluppo possono causare anche disturbi seri.

Cassandra ha detto...

in questo paese non esiste più una maggioranza di sinistra!! per onestà intellettuale e per amore di questo paese coloro che nel consiglio e all'interno della giunta non sono allineati con il PD e ce ne sono, che non si riconoscono nell'azione politica di questa amministrazione, si devono fare avanti. non c'è più nulla di nulla da difendere!! mettete fine a questo inutile calvario!

LUCA FE ha detto...

Caro Damiano Rocchi, mi spiace dover constatare che tu, come io del resto, posti sempre più di rado. Forse dipende dal fatto che più della metà dei post non hanno alcuna attinenza col tema? Per me è così. Signori Bloggers, prendo spunto da ciò per proporvi una riflessione: se un blog tematico come questo, ove un (bravo) moderatore propone temi di stringente attualità per vederli sviliti in un chiacchiericcio vago e poco attinente, ha ancora un senso unirsi a questo coro? Non voglio fare il maestrino, di moderatore ce n'è già uno e basta, ma non credete che il tema dello stato di crisi, e della crisi in se', sia così pregnante che le polemiche sulla Virtus siano fuori luogo, fuori scala? Non pensate che i pochi euro investiti in temi sociali come la wi-fi zone della biblioteca o la società sportiva siano poco attinenti all'enormità di risorse necessarie a risollevare questo paese? Le briciole, di questo si tratta, che sono nella disponibilità del Comune, possono e devono andare alle istituzioni no profit che le ricevono, perchè di queste istituzioni, specie in un momento così socialmente grave, c'è un gran bisogno! Diverso è il discorso dell'importanza dello Stato di Crisi, del quale molti bloggers sembrano non essersi accorti. Su quello poche parole di pochi post. Come se il problema dei problemi di Chianciano fosse il finanziamento della Virtus.... Io non amo il calcio, neppure quello locale, ma la società sportiva offre ai giovani del luogo una valvola di sfogo, così come la Musica, Internet, la Banda. Usate la vostra vis polemica per inchiodare le Amministrazioni, comunali, provinciali, regionali e statali alle responsabilità vere e serie, non per polemizzare sul sostegno ad associazioni sicuramente utili!
Chiedete un Piano di Rilancio! Pretendete l'indispensabile appoggio alle aziende! Operate per un serio progetto di riconversione! Il potere del web è grande, fatene un uso intelligente, senza alimentare sul blog polemiche da bar, quelle, appunto, bastano i bar per farle!

televisione ha detto...

VALTUBO PER FAVORE AIUTAMI,io teleidea non la ricevo, nel web non la trovo piu', c'e' ancora in rete? se potete aiutarmi, ve ne sono grato.

Anonimo ha detto...

Per tutti quelli che come al solito parlano senza conoscere come stanno le cose. Intanto il punto paas è un servizio della regione che attraverso un bando di accreditamento dell'amministrazione può essere istituito nei comuni che ne fanno richiesta. La gestione deve essere obbligatoriamente fatta da delle associazioni a titolo gratuito e volontario. Per l'apertura la regione concede un contributo che passa per le casse del comune e che nel caso di Chianciano le tre associazioni hanno anticipato per comperare i computer e attrezzatura annessa. IL PUNTO PAAS E' UN PUBBLICO SERVIZIO DEL COMUNE E NON DELLE ASSOCIAZIONI! E non è un wi-fi zone, caro Luca Fè.
Il disagio creato per la chiusura, senza avvertimento né formale né informale e senza avere trovato una sede sostitutiva, ricade su quegli utenti che vengono al punto paas e che non hanno altra possibilità di connessione.

Insomma fra tutti decidiamoci: ci lamentiamo che le cose non vanno e siamo buoni solo a parlare, polemizzare, poi quando invece qualcuno si muove (associazioni, privati o altro) per porre all'attenzione dell'opinione pubblica e dell'amministrazione disservizi che si creano e la mancanza di volontà per risolverli, si punta il dito, si critica e si rompe la scatole a tre associazioni che cercano di fare qualcosa di utile e non con i soldi del comune, ma con quelli che la regione mette a disposizione per dei servizi a risvolto sociale.
C'è qualcun altro che ha da dire altre cavolate a riguardo? Prima informatevi e poi parlate.

Un operatore del paas

BOCCA DELLA VERITÀ ha detto...

Devo constatare che gli argomenti da me posti in relazione allo stato di crisi sono passati inosservati.
Eppure, al di là che uno possa o meno condividere determinate argomentazioni, le questioni poste erano tutt’altro che ovvietà.
Evidentemente per l’ennesima volta il chiancianese medio invece di affrontare i problemi preferisce attendere, non si sa cosa poi.
Sinceramente Chianciano è già da oggi un paese MORTO, lo è ormai da diverso tempo o forse lo è sempre stato e non si sapeva.
E si perché mentre l’appellativo “poliziano” o “chiusino” o “sarteanese” indica una ben determinata connotazione e un senso di appartenenza ben definito e riferito alla comunità di appartenenza l’appellativo “chiancianese” era in passato sinonimo di benessere e opulenza oggi di decadenza ma in ogni caso non ha nulla a che vedere con una comunità identitaria.
Ci siamo mai chiesti per quali motivi mentre negli altri paesi limitrofi si riescono ad organizzare feste paesane, eventi ecc e a Chianciano mai nulla (…con tutto il rispetto non mi si venga a dire che la Festa della Musica è un festa paesana!)?
Si va bene le risorse finanziarie sono pressoché nulle, ma non è detto che altrove la situazione sia migliore. Quindi quello che manca è forse il senso di aggregazione.
Per es mi chiedo, ma è mai possibile che in una realtà di 7000 abitanti si abbia la bellezza di ben 3 centri Commerciali Naturali e si organizzano eventi senza ordinamento, ognuno all’oscuro dell’altro?
Ma siamo impazziti?
Se da subito non la smettiamo ognuno di noi di erigere questo muro di paura, sospetti, invidia nei confronti dell’altro non andiamo avanti, ma indietro! E si perché come diceva una vecchia canzone il MONDO GIRA eccome se gira! Trent’anni fa eravamo forse il comune con il reddito procapite più alto d’Italia, ovvero i più ricchi e guarda oggi come siamo ridotti!
E allora smettiamola con i tatticismi, con le mezze verità, con le cose dette e non dette!
Tanto nessuno verrà qui a riportare indietro le lancette dell’orologio ai tempi d’oro. Siamo qui, di fronte al presente, con le nostre “bellezze” poche e le nostre “brutture” molte, siamo da soli dinnanzi al futuro che è sempre più incerto ma che dobbiamo prendere di petto, iniziando subito, non domani, ad affrontare tutte le questioni più spinose con onestà e mettendo da parte i “piccoli interessi di bottega”.
Da soli non si va da nessuna parte, insieme, questa volta veramente, possiamo fare molto.
Ecco perché prima di parlare di Palazzi dei Congressi, di Parchi giochi, di riqualificazione alberghiera bisogna prima guardarsi bene nelle pupille degli occhi.

PENNE ROSSE ha detto...

Non è che, come dice l'organico Luca Fe, i blogger sono cattivi e attaccano senza un motivo le associazioni.
La netta senzaione infatti è che l'amministrazione più che risolvere i problemi di Chianciano sia impegnata ad accontentare le richieste delle varie associazioni e non si interessi, come aveva promesso in campagna elettorale, a trovare le risorse ed i progetti necessari per il rilancio.
Gli interventi di alcuni blogger (Luca Fe e Dierre über alles)
sembrano finalizzati a rivoltare la frittata ogni qualvolta l'amministrazione viene presa in castagna.
Quando si parla della viabilità, del sindaco gaffeur che non riconosce lo stato di crisi, della polemica fra le associazioni amiche e lo stesso sindaco, le nostre quinte colonne sviano e glissino parlando d'altro e magari dando la colpa ai blogger mistificando il senso dei loro loro post.
Senza vergogna

Anonimo ha detto...

OGGI LA FONDAZIONE MONTE DEI PASCHI DI SIENA HA DELIBERATO LA RIACQUISIZIONE DEI 5 MILIONI DI EURO CHE ERANO STATI STANZIATI PER LA REALIZZAZIONE DEL PALA CONGRESSI A CHIANCIANO TERME. DOPO ANNI DI MENZOGNE E PROMESSE L'AMMINISTRAZIONE DI CENTRO SINISTRA NON E' NEMMENO STATA IN GRADO DI SPENDERE QUESTI SOLDI PER REALIZZARE UNA DELLE OPERE DETERMINANTI AL RILANCIO D CHIANCIANO, DI CUI SI PARLA DA OLTRE VENTI ANNI. E' L'ENNESIMA VERGOGNA SINTOMATICA DI COME OPERINO LE LOCALI AMMINISDTRAZIONI COMUNALI DI CENTRO SINISTRA. L'OPPOSIZIONE PREPARA LA BATTAGLIA DECISIVA.

DiErre74 ha detto...

“Penne rosse”, evidentemente “non c’è più sordo di chi non vuol sentire”…, tu come altri se avessi letto meglio i miei ultimi post, avresti capito che sono più allineato alle vs opinioni che al modo di amministrare di questa giunta. Comunque, fate voi, continuate in merito a pensarla come volete, non sarà certo il mio pensiero che cambierà le cose…
Un saluto
Damiano Rocchi