e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

martedì 6 aprile 2021

Gagliardi (Chianciano Pulita) contro attacca la Giunta di Chianciano Terme

Questo il contro attacco dettagliato di Roberto Gagliardi alla Giunta di Chianciano Terme pubblicata nel blog Chianciano Pulita in risposta alla denuncia di diffamazione:

Giunta di Chianciano nega la libertà di opinione

Roberto Gagliardi risponde alla denuncia di diffamazione

La libertà di espressione non è un nemico di Chianciano, ci sono decine di articoli di giornali e documenti che raccontano la realtà.

Una realtà triste di una cittadina che è in ginocchio a causa della politica. Dovrebbe essere il dovere di tutti non diffamare, ma denunciare ciò che non funziona, gli errori madornali della politica, la incompetenza, la incapacità di governare. Quando l’opinione pubblica rileva che fare un parcheggio per camper in una cittadina con 150 alberghi che lavorano 4 mesi con grande difficoltà è un enorme errore. Quando si afferma che i fondi dovevano essere spesi per aiutare la collettività è una diffamazione oppure una opinione espressa a ragione in quanto la cittadina non ha ottenuto nessuna utilità da una decisione del genere?

Lo stesso documento della Lega (alleata di Punto a Capo), inviato al Presidente del Consiglio Regionale della Toscana evidenzia una situazione insostenibile, strutture fatiscenti, alberghi vuoti dove di notte entrano visitatori e accendono falò è lo specchio della realtà come ci presenta la Lega (si veda lettera sottostante). Rendere pubblici certi documenti non è diffamazione è informazione. L’opinione negativa di Chianciano salta agli occhi del turista quando entra in viale Baccelli e vede alberghi vuoti abbandonati, negozi chiusi con polvere sulle vetrine arrugginite e strade sporche.

Invece di fare parcheggi per camper, la politica deve spendere soldi per mantenere un certo decoro. Il turista non deve entrare nella più importante cittadina termale italiana e trovarsi tra due file di edifici che cadono a pezzi. Trovare soluzioni è il compito delle politica, non fare lotterie dove si regalano auto. Troppo facile ma inutile, i commercianti hanno dovuto comperare i biglietti della lotteria. È importante che i chiancianesi sappiamo la verità sullo spreco delle risorse, su una gestione politica che deve cambiare perché ci sta portando alla chiusura totale. Chiedetevi perché le terme di Saturnia sono interessate a Chianciano, perché i russi hanno comperato chiedetevi anche come hanno fatto le nostre Terme ad arrivare a 8 milioni di debito con il Comune come socio.. La risposta è “Chianciano terme ha futuro”, ma la politica lo penalizza fortemente. La cittadinanza deve capire con chiarezza che l’arroganza politica e la mancanza di visione e strategia ci manderà tutti sul lastrico, ma non per colpa degli albergatori, dei commercianti e dei ristoratori, come vogliono farci credere i signorotti del palazzo ma per colpa loro. Non sarà difficile quantificare i milioni sperperati che avrebbero dovuto essere spesi per produrre risultati utili per lo sviluppo che una cittadina, con oltre 150 alberghi e un numero rilevante di ristoranti, bar, enoteche, esercizi commerciali e chiaramente le terme, necessita per poter far funzionare in modo illuminato e sostenibile l’unica industria di Chianciano Terme: il Turismo

Come non sarà complicato rilevare dove sono finite le risorse della tassa di soggiorno che sarebbero dovute essere utilizzate per una seria e solida promozione considerando la imperativa necessità di captare flussi turistici propensi alla spesa considerando il grande numero di esercizi che non ha eguali in Italia.

Come non è facile concepire l’enorme spesa inutile per Babbo Natale che è in totale conflittualità con il parere del Presidente dell’Associazione Albergatori e contro ogni logica.

Chianciano, come afferma giustamente il Dott. Barbetti, “è a vocazione stagionale” e il 95% degli alberghi sono chiusi. Perché la Giunta sceglie questo periodo dell’anno per spendere un enormità di risorse trascurando la stagione estiva che è il momento più propizio per attirare il turismo? Gli albergatori pagano cifre esagerate e insostenibili per IMU, TARI e tasse per 12 mesi mentre, senza programmazione estiva, sono semi vuoti anche ad agosto.

Lettera del Presidente dell’Associazione Albergatori Barbetti

Senza promozione, senza eventi importanti e senza pubblicità Chianciano, con i suoi 150 alberghi non può sopravvivere, non può rinnovarsi, non può fare lavorare gli alberghi e negozi, non può guardare verso il futuro. Sette anni senza una strategia, come afferma il Presidente dell’Associazione Albergatori, hanno messo Chianciano in una profonda crisi. Cambiare il modo di fare politica è un imperativo essenziale per la sopravvivenza della cittadina.

Se la politica non cambia Chianciano crolla e quanto affermato è una legittima difesa e una descrizione precisa della realtà.

Bloccare la critica, cercare di censurare il dissenso non fa bene alla democrazia, alla politica e a Chianciano che soffre.

Roberto Gagliardi

Membro Sindacato Inglese Giornalisti



Saluti,


Valtubo

106 commenti:

Gazzettadisiena.it ha detto...

“Chianciano Pulita”, il sindaco commenta: “Abbiamo tutelato l’immagine della città”

Continuano le polemiche dopo la denuncia del blog che denigrava l’operato del Comune. Ora la palla passa alla Procura
“In ginocchio”, “nel baratro” e “fallita”: erano stati principalmente questi i termini – oltre ad altri attacchi diffamatori – che Roberto Gagliardi, ideatore del blog “Chianciano Pulita”, aveva additato all’Amministrazione Comunale della cittadina termale, che a sua volta aveva risposto denunciando il sito alla Polizia Postale. Il colpevole, proprietario di un albergo e di una galleria d’arte a Londra, aveva confessato le sue colpe in una lettera pubblicata e firmata su un altro blog locale, che aveva fatto scalpore tra gli abitanti del paese. “Governare richiede la competenza, la capacità ma soprattutto la visione della politica, lo spirito con il quale deve essere gestita. Non basta auto elogiarsi mentre la realtà è totalmente diversa. Questa è la mia opinione e non vedo nessuno forma di diffamazione” recitava il testo, con cui aveva cercato di placare le polemiche.

“Abbiamo fatto una querela che farà la sua strada. E’ ovvio che al momento non c’è più da trovare il colpevole, visto che ha già ammesso la sua colpa“, ha commentato il primo cittadino Andrea Marchetti a margine dell’iniziativa di “Territori Sicuri”, che si è svolta proprio a Chianciano Terme lo scorso weekend. “C’è solo da capire se la Procura riterrà che, anche rispetto a quello che è stato scritto e detto, ci possano essere gli estremi per procedere penalmente – aggiunge -. Noi abbiamo fatto ciò che dovevamo fare per tutelare l’immagine della nostra città”. La battaglia legale sembra essere appena cominciata ma, in base a quello che decideranno gli organi giudiziari, non è detto che continuerà.

Anonimo ha detto...

Dalle lettura della dei post non sembrerebbero esserci reati nel dire in ginocchio o nel baratro... mi sembra si sia tentata una strada in salita per difendere l'indifendibile.
La situazione della città non è certo fiorente.
La fusione con Chiusi ed un collegamento "urbano" diretto, frequente e rapido tra stazione ed autostazione è sempre più auspicabile ed indifferibile.
Chianciano deve cambiare completamente rotta e lasciarsi alle spalle il passato !

Silvano castagna ha detto...

Sicuramente non continuerà !!!le parole espresse sono riferite ad un luogo e al suo attuale stato anch'esso facilmente dimostrabile e non a persone.caro Marchetti un altro buco nell'acqua in uno stagno oramai arido .

Anonimo ha detto...

chi ha fatto i parcheggi camperrr???

Silvano castagna ha detto...

La giunta punto a capo

Anonimo ha detto...

Non so caro Marchetti e anche alla giunta se conviene che vadano avanti.. non state amministrando in modo limpido.. solo per qualche pollo che ancora vi crede.. sarebbe il caso che vi zittaste.. Anche perché ognuno è libero di dire ciò che vuole ( cosa che a voi non è mai piaciuta) e soprattutto non vedo diffamazioni.. vedo aimé.. solo una descrizione della triste realtà

Anonimo ha detto...

accendete il cervello i parcheggi camper sono stati fatti da un privato non c' entra niente il comune ma anzi quest' ultimo riscuoterà anche un canone annuale dalla concessione dell' area, quindi prima di parlare informatevi ma siete solo dei caproni a cui internet andrebbe vietato!!!se vi girano le scatole per i grilli che avete nel capo andate a farvi curare!!!

Anonimo ha detto...

ahahahah che fenomeno questo personaggio!! e poi quale sarebbe l’opinione pubblica rilevata che definisce un grande errore l area camper a chianciano? a chianciano i chiancianesi non rispettano una sola regola nemmeno quella più semplice di parcheggiare le auto nei parcheggi, basta passare per i viali di chianciano e vedere le file di macchine parcheggiate davanti ai negozi con le 4 frecce fregandosene di creare intralcio alla circolazione.
basta mettersi alle rotatorie e agli incroci di acquasanta e fucoli per vedere numerose auto contromano e fare inversione di marcia ove non consentito.
basta mettersi al ponte chiuso e vedere la quantità di persone che in barba al divieto e alla sicurezza continuano a passare per il ponte.
basta passeggiare per i parchi e nei parcheggi auto(vuoti perche parcheggiano tutti in divieto di sosta davanti negozi) e vedere sporcizia, merde di cani e gente con cani di grossa taglia senza guinzaglio sempre in barba alle regole anche solo di buon senso per la convivenza!!!
Il problema di chianciano sono proprio questi chiancianesi, e non i ragazzi o ragazzini ma gente over 40 fino a 80 anni.

CAT Destriero Viaggi ha detto...

La Chianciano Associazione Turistica – Destriero Viaggi in collaborazione con l’UPMC Institute for Health Chianciano Terme, in analogia a quanto indicato dalla European Respiratory Society e dalla Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa (SIMFER), ha predisposto un Programma Personalizzato di Riabilitazione Post Covid-19, per tutti quei soggetti che abbiano superato la malattia (negativizzazione di due tamponi), ma in cui persistano uno o più dei sintomi di seguito riportati: Difficoltà a camminare (anche per brevi tragitti), Grave senso di fatica, Difficoltà a girarsi nel letto, Vertigini, Difficoltà a stare a lungo seduti, Dispnea da sforzo modesto, Difficoltà ad alzarsi in piedi, Decubiti, Difficoltà nei trasferimenti, Debolezza muscolare, Forte astenia, Stipsi, Dolore muscolare e articolare, Deficit cognitivi, Ansia/depressione, Confusione mentale/disorientamento.
Per maggiori informazioni potete consultare il programma sul sito www.chiancianopoolhotels.it oppure inviare un email a: info@catdestriero.191.it

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 SITUAZIONE SANITARIA - COVID-19
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 06.04.2021

Oggi si registra esclusivamente la guarigione relativa ad un giovane concittadino che era risultato positivo al Covid-19 a metà mese di Marzo.
Pertanto, così come anche riportato su SISPIC alle ore 16.45 di oggi 06.04.2021 la situazione sanitaria attualmente in atto all'interno del nostro Comune è fotografata dai seguenti dati:

➕ Casi POSITIVI: 41 (quarantuno)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE FIDUCIARIO: 56

Anonimo ha detto...

È vergognoso entrare a Chianciano e vedere una trascuratezza, un abbandono che fa male a noi.

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Gagliardi ha espresso la sua posizione rispetto al lavoro sterile di una giunta che dopo oltre un anno di pandemia, non ha ancora trovato un momento per parlare al paese e tentare di fare il punto su una situazione disastrosa e sul proprio operato, che non si distanzia certo dalla situazione generale.

Gagliardi, a mio modesto parere, commette degli errori ad esempio quando incolpa l’Amministrazione sull’area camper, dimostrando di essere rimasto ancorato ad un concetto anacronistico sull’utilizzo del camper a discapito delle strutture alberghiere, se andasse a Porto Cervo, probabilmente contesterebbe la presenza del porto.
Le colpe dell’Amministrazione in questo senso, sono di altra e ben più grave natura: ho avuto modo di discutere con l’Assessore la scelta di questo progetto facendogli notare alcune problematiche, come ad esempio che il camperista per le norme che regolano l’area, non può sostare più di 3 giorni e non può tirare fuori un tavolino o una sedia a sdraio e la risposta (alla presenza di un testimone) è stata, “io faccio l’Amministratore non l’imprenditore, chi lo ha proposto ha fatto questa scelta e se non dovesse funzionare, sarà lui stesso a doverlo cambiare, non devo sapere io cosa serve ad un camperista, a me il camper nemmeno piace”… Eppure nella delibera 115 del luglio 2017 la motivazione della Giunta è stata: “l’amministrazione vuole andare incontro alle esigenze del turista anche itinerante”… ma come può andare incontro al turista itinerante, se non ne conosce le necessità?

Gagliardi ha certamente ragione quando dice che ci sarebbe bisogno di concentrarsi sulla stagione con eventi ad hoc, nota anche la posizione di Barbetti sul Babbo Natale, ma lo stesso Barbetti quest’anno di fronte alla possibilità di spendere 50 mila euro (una risorsa straordinaria riconosciuta dal Governo) anziché scegliere di spenderli per tentare di salvare la prossima, già incerta stagione, ha chiesto di spenderli per il progetto di P.za Italia che non partirà prima di ottobre.

Gagliardi ha ragione quando dice che l’Amministrazione ha sprecato i soldi della tassa di soggiorno nei primi 5 anni di mandato, ma ha ragione al tempo stesso anche l’Amministrazione che li ha investiti per aumentare il proprio consenso e i risultati delle elezioni non lasciano dubbi.

Marchetti riferendosi alla querela a Gagliardi ha dichiarato “ Noi abbiamo fatto ciò che dovevamo fare per tutelare l’immagine della nostra città” peccato che per 7 anni non abbia pensato di fare lo stesso, non solo per tutelare l’immagine della città, ma tentando anche semplicemente di restituire alla città stessa, quella credibilità di cui avrebbe bisogno per essere ricollocata nel mercato turistico.

Gagliardi ha ragione quando dice, “Chianciano Terme ha un futuro”, sono certo che tutti coloro che hanno vissuto il passato di questo paese, ne comprendano le potenzialità future ma ogni anno che passa, rende qualunque ipotesi risolutiva ancora più difficile.

Gagliardi tuttavia, dovrebbe poter dormire sonni tranquilli, considerato che la Procura ha ancora in esame la nostra denuncia riferita allo spreco milionario dell’Amministrazione, nella vicenda dell’illuminazione pubblica.

Anonimo ha detto...

Ci rendiamo conto che metà dei negozi sono chiusi e l’altra sta per farlo. Marchetti per 7 anni hai giocato con le nostre vite. Bastava spendere bene i soldi della tassa di soggiorno, avremo avuto più gente, più movimento più stabilità economica.

Anonimo ha detto...

Gagliardi lo dice
Tutti lo pensano

Anonimo ha detto...

Facciamo tra 10 anni il bar del fucoli così i nostri figli andranno a bere la Fanta

Anonimo ha detto...

Ha ragione gagliardi, nessuna strategia nessuna promozione e noi con i negozi aperti fino alle 10

Silvano castagna ha detto...

Tra poco si aggiungerà anche la denuncia del rilascio di licenze di bar e ristorazione molto poco chiare che prevede l'abuso d'ufficio

Anonimo ha detto...

16.03
Che commento idiota la colpa del disastro di Chianciano è dei Chiancianesi che parcheggiano male qui si vede il grado di intelligenza dei leccapiedi, che non hanno neppure la macchina. SEI UN DEMENTE

Anonimo ha detto...

Il bar dei fucoli non sarà fatto per un bel pezzo visto che hanno pensato bene di fare un progetto senza aspettare autorizzazioni e con cambio di uso dopo aver iniziato i lavori in quanto questi cervelloni hanno fatto un progetto senza accertarsi della fattibilità prima di farlo.. nn era possibile fare quel progetto quindi ora ci troviamo con un cantiere fatiscente in un parco che era uno dei posti più belli.. per questa mania di intervenire dove nn c e bisogno

Anonimo ha detto...

Ci sono due tipi di leccapiedi quelli che non hanno fortuna per loro alcun bisogno e sono semplicemente innamorati di questa giunta amica e quelli che leccano con le tasche vuote.
Quest'ultimi sono veramente patetici non hanno nessuna nota positiva e la lingua molto marrone e non di cioccolata.

Anonimo ha detto...

Anche poeta?complimenti futuro sindaco

Anonimo ha detto...

Mi domando e domando al Sig.Rocchi ma come fà ancora ad avere il coraggio di parlare di lavori iniziati e di lavori progettati ?
Sig. Rocchi e Sindaco compreso , dovreste avere l'umiltà di chiedere SOLO scusa a tutti i Chiancianesi per i disastri che fatti in questi anni di disgraziata amministarzione .
La vostra arroganza vi porta ancora a dire " avanti " ma vi siete guardati intorno ?
Non solo volete che nessuno veda nulla ma anche che non abbia il diritto di esprimere la propria opinione come ha fatto in modo estremamente lucido il Sig.Gagliardi , altrimenti si denuncia .
Capisco sia difficile ammettere le proprie responsabiltà ma sarebbe un bel gesto indire un Consiglio Comunale Aperto a tutti i Cittadini nel quale , una volta per tutti, si facesse chiarezza sul Futuro di questo Paese .
Questo causa Covid non è possibile farlo all' interno del Comune ma poterbbe essre fatto all'aperto proprio nel luogo che appartiene alla nostra storia ,le Terme .

Partito Comunista Sez. Valdichiana Senese ha detto...

PROFUMERIE DOUGLAS. NO AI LICENZIAMENTI!

La nostra Sezione esprime tutta la sua solidarietà alle lavoratrici del negozio di Chianciano Terme (SI). Solo con l'unità delle lavoratrici si otterranno dei risultati, non battaglie di retroguardia, non tavoli e tavolini ma UNA LOTTA FORTE, IL LAVORO E' UN DIRITTO. Non delegate a nessuno le vostre richieste, lottate compatte, fate pesare le vostre capacità, può esistere un mondo senza padroni, non può esistere un mondo senza lavoratrici e lavoratori. Uniti si vince, non arretrate, voi sapete come, in che modo ed in quanto tempo si può lavorare. Prendete in mano il vostro destino, lottate! Fate vedere di che tempra siete fatte! SOLO LA LOTTA PAGA!

La multinazionale tedesca Douglas chiuderà 17 punti vendita in Toscana. Dopo l’annuncio delle chiusure a livello nazionale fatto a febbraio, a marzo ha definito anche il proprio piano per la Regione Toscana.
Dapprima, Douglas ha parlato di 8 punti vendita, poi 11 e ora, infine, 17 punti vendita e 62 lavoratrici. Molte lavoratrici ci raccontano anche l’arroganza con la quale la multinazionale ha deciso di comunicare la chiusura: infatti, è stata inviata una nota direttamente ai sindacati, senza passare da assemblee o comunicazioni che coinvolgessero le lavoratrici. Allo stesso modo, Douglas aveva stimolato la crescita dell’online contro i negozi fisici, promuovendo sconti molto più importanti.
Come Partito Comunista siamo solidali con le famiglie colpite e supporteremo le iniziative di lotta delle lavoratrici e dei sindacati.
Vogliamo però sottolineare la scorrettezza della multinazionale, che ha goduto degli ammortizzatori sociali pubblici e adesso saluta tutti. E’, purtroppo, un classico: costi pubblici e profitti privati, e a rimetterci sono sempre i lavoratori.
Vogliamo rispondere anche al consigliere delegato per il lavoro e le crisi aziendali del Presidente Giani, Valerio Fabiani.
Sostiene, il Fabiani, in una lunga intervista al Corriere Fiorentino del 23 marzo, che il modello toscano è di legare vertenze e investimenti. Quindi, quando c’è una crisi aziendale o industriale, chiamare una nuova multinazionale a investire, assorbendo così i lavoratori.
Tradotto, l’unica prospettiva sul lavoro della Regione Toscana è quella di attrarre multinazionali e investitori, che mentre godono dei vantaggi fiscali licenziano, di fatto, i lavoratori. La conferma della nostra visione ce la dà lo stesso Fabiani nella stessa intervista, visto che cita come casi la Bekaert, che dal 2015 è passata da tre multinazionali e da più di 300 lavoratori a poco più di 60, oppure il caso del cementificio Testi, ceduto a Buzzi Unicem, che ha dichiarato di voler chiudere il sito produttivo.
Insomma, quanto Fabiani dice alle lavoratrici Douglas “Noi non le lasceremo sole, siamo pronti a fare la nostra parte, fino in fondo.”, suona come un presagio di sventura. E’ l'ora di smetterla di lasciare alle multinazionali il compito di fare la programmazione industriale e occupazionale. Lasciargliela significa andare ciclicamente incontro a crisi, licenziamenti, sperpero di denaro pubblico.

dam ha detto...

📣 SITUAZIONE SANITARIA - COVID-19
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 07.04.2021

Nella giornata odierna si registra la ospedalizzazione di un concittadino che era risultato positivo a fine Marzo (a cui rinnoviamo gli auguri di guarigione con il rapido superamento delle criticità portate dalla malattia) e 2 avvenute guarigioni relative a due concittadini che erano risultati positivi al Covid-19 a metà del precedente mese.
Pertanto, così come anche riportato su SISPIC alle ore 13.00 di oggi 07.04.2021 la situazione sanitaria attualmente in atto all'interno del nostro Comune è fotografata dai seguenti dati:

➕ Casi POSITIVI: 38 (trentotto)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE FIDUCIARIO: 51

Anonimo ha detto...

Perché a Chianciano si ha paura di parlare e di criticare la politica?
Perché si cambia discorso quando si incontra una persona che non si conosce troppo bene, si evita di discutere di politica e si passa allo sport o al covid?
Perché si ha timore di esprimere critiche e giudizi negativi sulla politica?
Perché abbiamo paura di vendette e ripercussioni?
Perché tutto diventa difficile se ci esponiamo contro il sistema?
Perché come dice Castagna per licenze e permessi e altro ci sono corsie
preferenziali?
La paura della politica è nemica della democrazia, dalla paura nasce un comportamento riverenziale, e molto, molto più pericoloso, ci si sente spiati, in pericolo se si parla male di un potente.
La paura è palpabile a Chianciano e sfido chiunque a contraddirmi

Anonimo ha detto...

PERÒ PERCHÉ
Per alcuni unti dai signori c’è una rincorsa a prendere alberghi, ristoranti, bar.
Cosa sanno che noi non sappiamo?
Sono fortunati e i turisti prima della pandemia andavano da loro grazie alla dea bendata oppure i clienti erano dirottati da chi sa chi sempre negli stessi alberghi?

Anonimo ha detto...

Quando perdi la guerra, ma con disonore. Quando perdi la reputazione, ti comporti in modo irrazionale. Come un animale intrappolato ti muovi in tutte le direzioni, ma la fine è vicina e la gamba bloccata nella morsa della trappola non ti fa dormire. Perdi la lucidità, o perdi la gamba o arriverà colui che ti annienterà. La tua gamba che prima correva ora è un nemico. In un certo senso ti ha tradito.
O la tagli o sei morto, se ti va bene zoppicherai tutta la vita e le altre iene ti guarderanno sempre con sospetto.

Anonimo ha detto...

Oppure per calunnia...

Unknown ha detto...

Non c'è cosa più degradante di avere un ospedale fantasma, con il riscaldamento che funziona per il 10% e delle stufette elettriche portate dalle lavoratrici e dagli operai dell'AZIENDA che ha in carico la manutenzione....Oggi 7 Aprile faceva freddo ma per le norme anti-covid riguardanti il distanziamento, molte persone rimanevano fuori all'addiaccio baciate dal vento gelido e sai che gli spazi ci sarebbero eccome....corridoi interi vuoti...Intorno all'ospedale (lo vogliamo chiamare ancora così, diamogli un pò di dignità) erba alta, rifiuti, buche come se fosse abbandonato o no? Le infermiere sono troppo poche, non ce la fanno ma hanno sempre un sorriso e ti rincuorano ma loro chi le aiuta? Hanno istituito le USCA ma il personale presente nell'ospedale a volte deve aiutare le infermiere ma se aiuta le infermiere chi aiuta le USCA? Aver visto diventare le usl delle AZIENDE, vuole aver visto una demolizione del servizio sanitario nazionale. Che serve? Noi lo sappiamo cosa serve, serve dare dignità alla sanità, serve riaprire l'ospedale di Chianciano e gli altri chiusi, serve assumere personale, servono farmaci e vaccini, serve sopra ogni cosa ASCOLTARE.....E' PASSATO UN ANNO.....E' indegno non avere farmaci, non avere vaccini E vedere un anziano che trema di freddo davanti ad un ospedale perchè non può entrare per il covid e se entra il riscaldamento non funziona.....NON E' GIUSTO NON E' GIUSTO NON E' GIUSTO!

Anonimo ha detto...

Gagliardi sindaco!

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Anonimo 7 aprile 16,59.

Hai espresso un concetto di carattere generale anche interessante, non hai offeso né contestato nessuno, eppure hai preferito rimanere anonimo.

Quello che hai scritto è in parte vero, ma ho l’impressione che la cosa che frena maggiormente le persone, sia la paura del giudizio generale, il timore di esprimere un’idea ed essere criticati da chi non la pensa alla stessa maniera.
C’è una bella frase di Ezra Pound che dice “Se un uomo non è disposto ad affrontare qualche rischio per le sue opinioni, o le sue opinioni non valgono niente o non vale niente lui”.
Non siamo mai stati un paese troppo unito, ma la crisi nel corso degli anni, anziché avvicinarci, ha aumentato la distanza riuscendo inoltre ad incattivirci.

Guarda cosa succede in questo blog, avremmo la possibilità di parlare dei vari argomenti facendo una discussione approfondita utile a raggiungere un risultato che potrebbe diventare valido anche per chi amministra, certo sarebbe difficile trovare una sintesi unanime, ma diminuirebbero le possibilità di commettere errori. E invece se uno si espone dicendo che il colore di una panchina potrebbe essere bianco, partono le offese, anziché i commenti sul perché grigio sarebbe meglio. Così le persone si spaventano, ma alla lunga il blog perde efficacia come la perde la nostra discussione.

Anonimo ha detto...

Picci l'anonimo delle 16.59 non parla della paura del giudizio sul colore per esempio di una panchina bianca e grigia parla di paura per ripercussioni personali o sulla sua attività lavorativa. Se si è insidiata questa paura, poi il nome daglielo tu, bisognerebbe interrogarsi sul perché.
Paura non timore del giudizio di questo si parla almeno anche io da anonimo credo.
Non siamo mai stata una comunità unita ma questa sensazione non si era mai respirata.

Anonimo ha detto...

“Se un uomo non è disposto ad affrontare qualche rischio per le sue opinioni, o le sue opinioni non valgono niente o non vale niente lui”.
Sai Paolo in una situazione del genere quando rischia una persona che nei nostri casi ha magari già il culo a terra e la testa sotto la sabbia?
Quando un ombrello di una opposizione vera e forte pronta anche manifestazioni di protesta fornisce un adeguata protezione sui possibili temporali successivi.
Non mi sembra che questa amministrazione abbia un atteggiamento così sportivo su chi la pensa diversamente.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

A causa di un incidentale guasto alla linea di adduzione avvenuto in corso di esecuzione di alcuni lavori all'interno del cantiere relativo al completamento delle opere di urbanizzazione nella zona di Via Veneto, alcune zone della cittadina (sostanzialmente quelle limitrife) sono sprovviste di energia elettrica. Enel ci comunica che i propri operai si sono già attivati per risolvere il problema e che il servizio non potrà verosimilmente essere ripristinato prima delle 17.00.

Anonimo ha detto...

Siamo tutti dispiaciuti e offesi che l’ospedale non abbia il riscaldamento che gli anziani aspettino fuori che il freddo lì faccia soffrire. Ringraziamo medici, infermiere e infermieri per i loro sacrifici.
La politica a Chianciano è riuscita a fare deragliare tutto. Il sistema è nelle mani di poche persone che gestiscono la cittadina senza rispetto per nessuno.
TROPPA PAURA per reagire io sono uno di noi, sottomessi, impauriti e umiliati da questi padroni che ci hanno completamente condizionato NULLA è giusto a Chianciano, ma loro imperterriti continuano a scavarci la tomba.

Corrierepievese.it ha detto...

Chianciano nei social. Cosa c’è in questi giorni

In questi giorni rimbalzano sui social due video di Sgarbi nei quali con la solita veemenza il critico d’arte si scaglia contro il governo nazionale cercando di sobillare i cittadini a rivoltarsi contro l’uso della mascherina….come se tolta la mascherina (che serva non serva non lo so) fossero finti i problemi che la pandemia ha innescato e fatto deflagrare. E’ singolare però notare (nel primo video circolato) come Sgarbi pur trovandosi a Chianciano, precisamente allo stazionamento degli autobus, dica: Mi trovo qui vicino a Montepulciano. Negando in questo modo, quella minima “pubblicità”che la cittadina termale potesse ricavare dal video. Il secondo filmato: stesse parole, stesse farneticazioni(?) però con tutto il paesaggio che si ammira da Montepulciano. Su fb o sui blog locali imperversa (ancora) la diatriba tra amministrazione comunale di Chianciano e il blog Chianciano Pulita, reo quest’ultimo, secondo il comune, di aver gettato fango sulla cittadina e sul lavoro degli amministratori. In verità a leggere gli interventi sui blog molti non hanno apprezzato questa denuncia presso la polizia postale affinché il blog venisse smascherato e punito. E perché in democrazia diventa difficile punire delle persone che esprimono un pensiero, al di là del contenuto del pensiero stesso, col quale si può essere o no d’accordo. Il blogger accusato tra l’altro è subito rivelato per cui quella aurea di mistero si è dissolta e la “denuncia” ha perso un po’ di considerazione da parte dei più. Inoltre per una parte della cittadinanza questa azione di tutela nei confronti di Chianciano viene interpretata un po’ come la “coda di paglia” di chi non desidera essere criticato.

Sempre su un blog, la simpatica notizia del Primo Aprile della sostituzione del ponte della Ribussolaia (ancora chiuso) con un non ben definito “Ponte Eolico”…qualcuno ha pure abboccato…ahahahah, almeno non si perde l’ironia di sorridere così da non morire di bile.

Però sia sui social sia per strada, sembra quasi dimenticata l’acquisizione delle terme da Parte di Caputi. Anzi si è avuta notizia di un nuovo direttore delle terme che si chiama Enrico Caratozzolo: esperto di diritto finanziario, diritto fallimentare e del lavoro, ecco, ma a parte questo nulla si sa del programma di rilancio delle terme e si sospetta, proprio per questa sorta di stasi, che tutto slitti all’anno prossimo. I tempi stringono e tutto sembra fermo, forse per la situazione sanitaria, e forse anche per quel nodo del debito delle terme che probabilmente risulta ancora irrisolto. Almeno per ora non si sa come il MPS e gli altri azionisti possano agevolare la soluzione dell’enorme debito accumulato dalle Terme. Tra covid e rilancio delle terme per ora si vive una sorta di agonia irrisolvibile…speriamo in una resurrezione…e non è una battuta, tutti i chiancianesi lo sperano vivamente.

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

14,23: Ho capito di cosa parla, ma noi non siamo disposti a firmare nemmeno il post sul colore della panchina.
Se a manifestare il proprio dissenso contro l’Amministrazione o un’altra istituzione è una persona sola, è più facile che ci sia la ritorsione di cui parli, ma se a manifestare sono 50 o 100 persone insieme, allora il rischio è più della parte contro cui si manifesta.
Non siamo una comunità unita hai detto, è vero, ma abbiamo fallito in tutto. Non ci viene voglia di cambiare atteggiamento?

14,28: “Culo a terra e testa sotto la sabbia” sono due elementi in contraddizione, se hai il culo a terra non puoi non avere voglia di reagire, se tieni la testa sotto la sabbia significa che sei in qualche modo contento di ciò che hai… e non credo sia il nostro caso.

La verità è che non crediamo più nel nostro paese e non siamo disposti a combattere per cambiare questa situazione.
Chianciano può essere una miniera, se abbiamo ancora voglia di rimboccarci le maniche o una cava di sabbia, se decidiamo di continuare a tenerci la testa sotto.

A noi la scelta.

Silvano castagna ha detto...

Paolo però perdonami da qualche parte dovremmo pur cominciare, non solo la questione delle licenze oltre essere vera è un reato penale. Quindi incominciamo nel fare una riunione anche se pochi ed andare avanti Uniti così come dici tu la protesta non partirà mai e vedrai che anche se partiremo in 5 appena ci saranno risultati diventeremo 200 o più . ripeto forse è arrivato il momento di confronto e scambiare due parole

Silvano castagna ha detto...

Anche perché qui se mi permetti stiamo parlando del bene di una comunità a questo punto e non di politica

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 SITUAZIONE SANITARIA - COVID-19
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 08.04.2021

La giornata odierna si è aperta con la registrazione di 3 nuove positività relative a concittadini (a cui vanno i nostri auguri di pronta guarigione) che risultavano già in isolamento in quanto familiari di caso noto e registrato nei giorni recenti, ma fortunatamente sono poi giunte anche le buone notizie inerenti alcune avvenute negativizzazioni al Covid-19. Rispetto a ieri sono infatti 9 le guarigioni che ci troviamo a registrare inerenti concittadini che erano risultati positivi tra la prima e la seconda decade di Marzo.
Sulla base quindi di tali variazioni e così come confermato dai dati riportati su SISPIC alle ore 17.15 di oggi 08.04.2021 la situazione sanitaria attualmente in atto all'interno del nostro Comune è rappresentata dai seguenti dati:

➕ Casi POSITIVI: 32 (trentadue)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE FIDUCIARIO: 46

Anonimo ha detto...

PICCI
Vedi, loro per governare usano i carri armati, tu per fare opposizione usi la filosofia. Se sei contrario alle loro idee, direttamente o indirettamente ti attaccano, ti fanno pagare la tua uscita dal gregge, ti lanciano contro i cani fedeli che fanno terra bruciata intorno a tè. Sono spietati e crudeli, non sono interessati a capire che dietro una critica c’è una persona, una famiglia, il loro scopo è l'annientamento. Se sei con loro ti premiano, ti aiutano, ti favoriscono.

A Chianciano non si parla del colore della panchina si parla di un sistema al quale si deve interessare la magistratura. È stata creata una ragnatela nella quale gli insetti dissidenti vengono fatti prigionieri, per gli amici il ragno ha creato una autostrada che porta direttamente a palazzo. Tra opposizione e maggioranza troppi interessi si intrecciano.
L’imprenditore, il calzolaio il negoziante, hanno paura di mettersi contro una macchina da guerra che ha preso una miriade di voti con promesse non mantenute e adesso si è lanciata sugli appalti.
È molto pericoloso affrontarli, tu però hai deciso di farlo, fallo.

Anonimo ha detto...

Carri armati contro filosofia. Ottima metafora. Ha riassunto benissimo la situazione, rispecchia il mio pensiero.

Anonimo ha detto...

Ma chi sono questi del corrierepieve non li avevo mai sentiti,di cosa parlano? Direttore nuovo, tutto slitta al prossimo anno, prima di parlare bisognerebbe informarsi e conoscere soprattutto se si vuole fare giornalismo! PORO MONDO

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

18,40 rispetto il tuo pensiero, ma ho come l’impressione che questa sia diventata una scusa per non impegnarci in qualcosa che al momento sembra più grande di noi. La verità è che troppe persone si sono arrese, Amministrazione compresa e tutta questa situazione ahimè, a qualcuno fa’ anche comodo.

21,34 il post che hai citato, riporta una notizia reale purtroppo e ha fatto notare qualcosa su cui nessuno ha detto una parola, anche qui Amministrazione compresa. E’ cambiato presidente e la scelta non è ricaduta su un noto manager o imprenditore esperto di rilancio aziendale, ma su un noto avvocato esperto di diritto fallimentare e crisi aziendali.

Sig. Castagna è ammirevole che lei si abbassi a parlare con me, ma io sono sempre quello convinto che a Chianciano si debbano abbattere volumi, oggi in disuso, con soldi pubblici e contributi europei, lei quello che vorrebbe farci ulteriori appartamenti, non vedo così facile un dialogo tra noi.

Silvano castagna ha detto...

S.paolo apparte la battuta del abbassarsi o meno che da uno studiato come lei non mi sarei mai aspettato il recupero dei volumi o l'abbattimento è conforme al mio pensiero che lei travisa un po' .
Sono d'accordo a l'abbattimento dei volumi , ma il problema è che i volumi sono privati e qui c'è la divergenza tra me e lei e si perché lei userebbe i soldi pubblici per liquidare privati ed eseguire abbattimento io invece no.
Vede il concetto di politica imprenditoriale è molto lontano dalla concetto politico che ha lei .
Io invece individuerei un area nuova dove poter realizzare nuovi lotti,questo solo se le proprietà delle strutture fatiscenti si assumono i costi delle demolizioni questo è quanto .
Infine e non di poco conto il suo progetto rischia di trovare un intoppo enorme sulla compravendita privata , e si perché con quale criterio economico formula la proposta d'acquisto ? Perché lei sa bene che non ci possono essere divergenze di prezzo e infine quali alberghi farà acquistare a l'immobiliare se esisterà ancora ovviamente saranno alberghi di conoscenti ? Sicuramente un progetto il suo bello ma non con i soldi dei contribuenti . Forse ha ragione non credo che ci possa essere dialogo tra me e lei anche perché il mio progetto non è quello di gravare sulle tasche dei contribuenti ma bensì arricchire e portare benessere .
CASTAGNA SINDACO i.c.n

Silvano castagna ha detto...

Inoltre sig Paolo e qui concludo i soldi che in futuro arriveranno nelle casse comunali da regione ed Europa andrebbero necessariamente investiti dove ci sia un riscontro immediato x i tanti commercianti ed imprenditori che tengono in vita Chianciano terme. Il verde e i prati sono belli ma danno da mangiare solo alle pecore , mi auguro capisca la metafora , concludo finendo nel dirle che il suo volumi meno visto da una mia visione imprenditoriale non solo potrebbe essere arricchito ma non graverebbe sui contribuenti.
CASTAGNA SINDACO i.c.n

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Sig. Castagna molte delle strutture di cui parliamo sono in vendita forzata presso l’I.v.g. e comunque ci sono procedure pubbliche che regolamentano questi processi, ma il punto credo sia un altro.
Se il nostro obiettivo è ricostruire una destinazione turistica, allora la gradevolezza visiva è un elemento imprescindibile. Chianciano Terme deve tornare a essere bella attraverso un progetto di riqualificazione totale e l’abbattimento di quelle strutture oggi in degrado è parte di quel progetto.
La relativa sostituzione con verde o parcheggi, valorizzerà via via, alberghi o appartamenti nelle immediate vicinanze.
L’inizio di questo percorso (che ribadisco deve essere guidato da un progetto d’insieme) dovrebbe stimolare imprenditori come lei, a comprare una struttura e demolirla per ricostruirla o spostarne i volumi in altre zone (naturalmente da individuare poiché ad oggi, il piano strutturale non lascia molte possibilità).
A conoscenza di un progetto che si pone come obiettivo il far conquistare a Chianciano una nuova reputazione turistica, altri imprenditori potrebbero essere attratti e interessati ad acquistare alberghi oggi in disuso per riqualificarli e riaprirli.

C’è un aspetto da considerare con attenzione e di cui difficilmente parliamo: sappiamo bene che se gli alberghi sono pieni, lavorano anche il resto delle attività e cresce l’occupazione, ma è noto tuttavia, che per tornare a essere competitivi molti alberghi necessitino di una riqualificazione. Dunque, tale riqualificazione non è più un obiettivo dell’albergatore, ma anche del resto della filiera e allora l’utilizzo di denari pubblici, magari a copertura della quota interessi, potrebbe essere un interesse comune.
Come vede, non stiamo parlando di una singola azione, ma di una serie di processi che, uniti insieme, consentono il raggiungimento del nostro obiettivo e dove, interesse pubblico e imprenditoriale, possono tranquillamente dialogare insieme.
Sul fatto che tra me e lei ci siano distanze incolmabili, non posso che darle ragione.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 SITUAZIONE SANITARIA - COVID-19
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 09.04.2021

A distanza di 24h dal precedente bollettino sanitario Covid-19 locale si registra:
- una nuova positività relativa ad una concittadina (a cui vanno i nostri auguri di pronta guarigione) che risultava già in isolamento in quanto familiare di caso noto e registrato nei giorni recenti
- una guarigione inerente concittadino che era risultato positivi ad inizio della seconda decade del precedente mese di Marzo.
Sulla base quindi di tali variazioni e così come confermato dai dati riportati su SISPIC alle ore 14.45 di oggi 09.04.2021 la situazione sanitaria attualmente in atto all'interno del nostro Comune rimane numericamente costante e sintetizzata nei seguenti dati:

➕ Casi POSITIVI: 32 (trentadue)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE FIDUCIARIO: 38

Silvano castagna ha detto...

Allora SG.piccinelli rispondo per ordine.
1° IVG ed aste lei mi nomina e non credo proprio che un sindaco o un immobiliare
pubblica possa partecipare a gare di asta .
2° mi parla di decoro e rinnovo ricettivo , be' qui concordiamo ma i mezzi per realizzare sono diversi in quanto io utilizzerò la tassa di soggiorno come la legge permette sotto forma di bonus da restituire alle strutture ricettive per ristrutturazione e nuovi arredi e sarà una costante di circa 250.000€ annui che restituirò alle strutture mentre il restante 50% verrà investito totalmente in pubblicità a livello nazionale , questo per farle capire che è l'imprenditore stesso che deve valorizzare la sua struttura in comune ben guidato può dare solo un ottimo incentivo.
3°mi parla di occupazione be' qui pensavo era più concreto invece mi accolla la mancanza di occupazione al degrado della struttura che a sua volta è degradata perché manca il turista mmmm piccinelli non ci siamo proprio zero , qui è chiaro che per accrescere l'occupazione ci vuole il turista quindi il comune deve fare progetti mirati al turismo quindi comparto termale rinnovato e parco tematico da fare e non progetti edili come il suo volumi meno.
4°lei mi parla di molte azioni da svolgere che lei vorrebbe risolvere con il suo volumi meno che fattibilità a parte oltre che essere un progetto milionario non risolverebbe minimamente la crisi chiancianese.
5° distanze incolmabili , qui siamo d'accordo ha ragione io sono un imprenditore tra l'altro anche io ho in hotel che ad oggi vale 0 ma se lo vuole x 300.000€ a lei e al suo volumi meno lo vendo .
Secondo me dovrebbe pensare ad un cambio di rotta .
Saluti !!
CASTAGNA SINDACO i.c.n

Anonimo ha detto...

Paolo scusami, forse me la sono persa da vostra denuncia per lo spreco riguardante l’illuminazione pubblica.
Cosa hanno combinato?

Anonimo ha detto...

Castagna da retta, se sei capace a fare il pizzaiolo mettiti a fare il delivery e lascia perdere la politica che un ci capisci na sega

Anonimo ha detto...

Purtroppo se si potesse paragonare oggi la politica di chianciano a una partita di calcio si assisterebbe a una squadra che gioca in 12 con gli arbitri a favore e la sua porta più piccola contro una formazione rimaneggiata che può mettere in campo appena 9 giocatori fuori forma e con volontà ma scarse idee.
Il pubblico poi entrano allo stadio solo i tifosi accreditati per gli altri se va bene la partita alla radio alla trasmissione Tutto il declino minuto per minuto.

Silvano castagna ha detto...

Infatti io non faccio politica ma impresa .
La politica è il cancro di Chianciano lo è oggi e lo è sempre stato in passato e il sg piccinelli non cambia nulla con i suoi grandi progetti edili e soldi pubblici .
Un hotel in meno o 10 hotel in meno non cambiano le sorti del paese 10 prati non danno da mangiare a nessuno .
La convocazione ancora oggi di usare un immobiliare fallita ed indebitate per generare altro debito è assurdo solo pensarlo.
Voi date retta alle comunali del 2024 state a casa che la vostra matita e come un cancro per Chianciano , siete sterili senza idee e riscontri Chianciano terme è una grande impresa e non un parco giochi per aspiranti progettisti incompetenti.
CASTAGNA SINDACO i.c.n

Anonimo ha detto...

Castagna ma te leggi quello che ti scrivono o guardi solo le figure? Hai fatto un discorso sull’occupazione che non c’entra niente e poi te che parli di parco tematico al Picci non si può sentire.
Picci lascia perde è “tempo butto”.

Silvano castagna ha detto...

Calunnia e di cosa se dire la verità è calunnia allora fallo o per voi non servono i parcheggi di procedere per fare i ristoranti? O le canne fumarie voi le potete tenere a 2metri dal suolo e noi onesti lavoratori 1 e mezzo sopra il colmo del tetto ? Date retta è solo questione di tempo ma la verità e le zozzate fatte verranno a galla

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 PANDEMIA COVID-19
🟠 Toscana Zona ARANCIONE

Il rapido, anche se non significativo, abbassamento dell'indice di contagio su base Regionale (sceso sotto il limite dei 250 casi ogni 100mila abitanti) ha comunque fatto sì che la Toscana - a partire da lunedì 12.04 - possa tornare in zona rischio ARANCIONE seppur con alcune zone rosse locali che non interesseranno il nostro territorio.

Silvano castagna ha detto...

Leggo comprendo e inorridisco , al contrario voi non amate la verità e risposte concrete .
Non solo il sg piccinelli non risponde alle domande fatte ma devia sempre le risposte su altri argomenti tempo butto è il mio che cerco di far aprire gli occhi ad elettori come lei .gare d'asta soldi pubblici prati in fiore ma di che parliamo? per fortuna che alla fine contano i fatti e progetti ovviamente permessi dalla legge e voi ad oggi siete lontani anni luce sentire un aspirante sindaco dire che vuole fare gare d'asta con un immobiliare non solo con milioni di debito ma a rischio fallimento è pauroso oltre che fuori legge . Saranno le urne a decidere ma ripeto , cambiare rotta perché con queste idee malsane neanche si parte .
CASTAGNA SINDACO per una Chianciano nuova e non la solita presa per i fondelli

Anonimo ha detto...

Castagna te non fai ne politica ne impresa ....fai ride !
Sarai la prossima attrazione al paese di babbo Natale !

Carlo ha detto...

L'immobiliare non ha debiti, prima di parlare informati!!

Anonimo ha detto...

Chianciano il malato grave in mano ad apprendisti stregoni, gente adorante in trance acida che vede paradisi artificiali al posto delle macerie.
Guai disturbare il Ducaconte. E noi fuori dal coro, esercito fantozziano vessato ormai quotidianamente con Cecco il fornaio che ci vuole rappresentare e salvare il paese.

Silvano castagna ha detto...

Immobiliare a debiti e come si parla di un paio di milioni informati tu

Silvano castagna ha detto...

Meglio fare ridere che piangere come voi e le vostre idee malsane

Silvano castagna ha detto...

Inoltre sono contrario al paese di babbo natale a Chianciano terme che è ulteriore spreco di soldi pubblici

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Anonimo 9 aprile 21,08

Ti allego quello che avevamo scritto a ottobre 2019 nel nostro giornalino.
L’Amministrazione gioca “al buio”.

Il Comune di Chianciano Terme spende ogni anno circa 300 mila euro di bollette per l’illuminazione pubblica. Sostituendo i vecchi corpi illuminanti con quelli di ultima generazione si avrebbe un beneficio economico notevole, la proiezione dice infatti che si passerebbe ad una spesa per le bollette, di circa 70 mila euro. Il costo da sostenere per l’acquisto è intorno al milione (iva compresa). Un totale, spalmando il dato in 20 anni, di circa 2,5 milioni e per un costo annuo che sarebbe meno della metà di quanto il Comune spende attualmente per le sole bollette.

Ma all’amministrazione questa strada non piace e chiede agli uffici di provvedere alla redazione di un bando, per appaltare esternamente l’illuminazione pubblica. Nella relazione istruttoria l’ufficio scrive “Considerando che gli input della Giunta Comunale per poter concedere in gestione gli impianti di pubblica illuminazione sono: il mantenimento degli attuali livelli di spesa annua circa 300 mila euro iva compresa per acquisto energia, manutenzione ordinaria e straordinaria, ammortamento dell’investimento (durata della gestione) circa 20 anni”.

Ora io dico, un commercialista, un avvocato e un ingegnere (lo so che sembra l’inizio di una barzelletta), chiedono agli uffici di spendere 6 milioni in 20 anni, quando possono spenderne circa la metà? Mi sarei aspettato che l’input fosse almeno quello di dire agli uffici, facciamo una gara per risparmiare…

Ma poi, perché di fronte alla possibilità di un risparmio, non fare il lavoro internamente, ma decidere comunque di fare una gara?

Dagli uffici rispondono alla nostra richiesta: ”il cestello del Comune è obsoleto e impiegarlo in maniera “massiva” lo metterebbe a rischio sostituzione”. E dire che il risparmio è tale, da pensare di comprare non il cestello, ma tutta la concessionaria...

La gara poi, offre spunti alquanto particolari: si tratta di un Project nel quale dopo una manifestazione di interesse da parte del Comune si attende la presentazione di uno o più progetti, uno dei quali viene scelto e ritenuto di interesse pubblico. Il proprietario del progetto scelto, diventa il promotore. Si va in gara e il promotore assume un ruolo privilegiato poiché, se anche gli altri progetti sono migliorativi tecnicamente o economicamente e quindi dovessero risultare vincitori della gara, il promotore avrà facoltà di esercitare il diritto di prelazione, dichiarando di essere disposto a fare il progetto al prezzo del suo “concorrente”.

A questa gara uno dei soggetti ha infatti presentato un progetto di 1 milione di euro più economico e il promotore ha accettato di farlo allo stesso prezzo e si è aggiudicato la gara. L’ufficio però, con una determina in autotutela, ha deciso di squalificare l’autore del progetto meno costoso, per una questione legata ad una certificazione.

Voi direte, ma tanto ormai il promotore aveva accettato di farlo a 1 milione in meno… èh no!! Gli viene affidata la gara, al prezzo iniziale.

E così, pur sapendo che il valore effettivo di quel lavoro, costerebbe di meno, si va dietro al percorso della gara senza preoccuparsi di buttare via soldi pubblici. Intendiamoci, sul fatto che l’iter sia corretto non discutiamo, ma quando si gestiscono i soldi dei cittadini, si dovrebbe far di tutto per evitare anche il minimo spreco, figuriamoci se si parla di certe cifre.

Con la volontà di tutelare l’interesse del paese, abbiamo presentato istanza alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica, affinché possano valutare con cognizione di causa che tutto l’iter sia corretto e se, noto il costo effettivo del progetto, l’amministrazione possa annullare tale gara e ripresentarla partendo da una stima più precisa.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 SITUAZIONE SANITARIA - COVID-19
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 10.04.2021

A distanza di 24h dal precedente bollettino sanitario Covid-19 locale si registra:
- una nuova positività relativa ad una concittadina (a cui vanno i nostri auguri di pronta guarigione) che risultava già in isolamento in quanto familiare di casi noti e registrati nei giorni precedenti
- tre guarigioni inerenti concittadini che erano risultati positivi nella seconda decade del mese di Marzo
Sulla base quindi di tali variazioni e così come confermato dai dati riportati su SISPIC alle ore 17.00 di oggi 10.04.2021 la situazione sanitaria attualmente in atto all'interno del nostro Comune è sintetizzata nei seguenti dati:

➕ Casi POSITIVI: 30 (trenta)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE FIDUCIARIO: 36

Silvano castagna ha detto...

Rispondo al sig.piccinelli riguardo il monologo che ha fatto sulla risposta in merito a l'illuminazione.
Andiamo per punti !!
1° per legge ( anti mafia / reciclaggio ecc ecc ) le assegnazioni di gara ad appalto pubblico vanno sempre assegnate nel mezzo questo che vuol dire che se abbiamo 3 buste dove le offerte sono 2 milioni 4 milioni e 6 milioni l'ente pubblico per legge assegna l'appalto alla busta 4 milioni.
Forse hanno fatto questo dietro front e hanno alzato il badget per questo? E come dice lei il tutto rispettando le regole .il fatto è al contrario il problema sarebbe nato se assegnavano l'appalto al minor offerente e qui parliamo de l' A B C delle regole .
Il tutto e qui si contraddice di nuovo perché secondo lei c'è spreco di denaro pubblico !!!
Però lei vuole con il suo progetto volumi meno andare da sindaco a fare gare d'asta a rialzo con soldi pubblici e questo lo ha detto lei nei commenti sopra citati per acquistare hotel di privati per demolirli sempre con i soldi pubblici per fare parcheggi e prati .
Oltretutto con un immobiliare in perdita di in paio di milioni , poi con calma ci spiega come parteciperà da sindaco con un immobiliare pubblica in perdita ad aste fallimentari a rialzo e quale legge lo permette poi inoltre visto che il comune in autonomia può deliberare massimo fino a 30.000€ ci spiegherà anche come pagherà la quota di iscrizione a l'asta del 10% quindi su in hotel che viene battuto inizialmente a 350.000€ lei dovrebbe versare 35.000 € ed è già fuori badget .
Lei passa di palo in frasca ma vedo che è molto poco studiato in merito .
In fede un imprenditore che non le affiderebbe le chiavi di Chianciano

Anonimo ha detto...

Qualcuno sta controllando se il taglio di piante lungo la camionabile è regolare? Se ci sono dei permessi? Perché è da qualche mese che tagliano le piante tutti i giorni. E non sembra un regolare disboscamento decennale.
Ormai a Chianciano si taglia di tutto!

Anonimo ha detto...

Sei da denunciare la devi fa finita di sparare cazzate

Anonimo ha detto...

Grande Castagnavacciuolo!! Imprenditore selfmade, core de Roma,
Sire incontrastato della pizza, stratega politico, ma più che altro innamorato molto innamorato del nostro paese.
Siamo al burlesque

Silvano castagna ha detto...

Bè saremo anche alle comiche ma purtroppo ciò che asserisco è vero !!!!! Però a Chianciano si sa che la verità è mal vista voi intanto continuate in platea a farvi fare fessi mentre loro con i soldi pubblici fanno i saltimbanchi .
Innamorato be' no ma ho investito e quindi curo i miei investimenti il riuscire nel recuperare le sorti di Chianciano vuol dire più lavoro per me e per tutti ma vede come dice qualcuno sono un imprenditore e come tale rimango ben saldo al suolo io non faccio progetti milionari con i soldi dei contribuenti mi stia bene ci vedremo alle nuove comiche anche se chi dovrebbe rispondere sta zitto e si sa chi tace acconsente

Anonimo ha detto...

Castagna, e quale sarebbe il tuo modo di fare impresa?
Più precisamente, come potresti insegnarci a fare impresa?
Oltre ad aver organizzato la spizzettata flop alle terme con Miss Italia, cosa altro di eclatante hai fatto?

Anonimo ha detto...

Castagna, ma se non ti va bene nulla di Chianciano e tutti sono incapaci all’infuori di te, ma perché non ritorni da dove sei venduto oppure emigri in paesi dove sono al tuo livello di capacità?
Pensi davvero di venire a dettare insegnamenti a noi?

Silvano castagna ha detto...

Ecco le vostre risposte che dimostrano il grado di incompetenza in materia e cercando di sviare il discorso oltre che offendere denigrate la persona che vi fa notare il volo livello di incapacità ma io sono un signore e vi risponderò ugualmente.
Allora il mio posto è a Chianciano terme dove vivo oramai da 29 anni visto che sono arrivato a l'età di 10 anni .
In tutti i miei commenti o risposte non ho mai detto a nessuno torna da dove sei venuto o vattene anche perché in un certo senso mi sembra razzista e antidemocratico e aggiungo voi criticate punto a capo per la poca libertà di espressione ma voi a questo punto siete uguali se non peggio e non capisco visto i discorsi che fate come il PD possa avervi sostenuto.
Riguardo il livello di capacità Ve ne do atto io sono molto superiore del resto 21 anni di partita iva sono un ottima scuola e considerato le idee malsane e poco chiare che avete il resto viene da sé.
Riguardo gli insegnamenti be' qui signori alzo le mani perché in fondo non sono io che devo dimostrare qualcosa ma bensì siete voi l'opposizione che ad oggi dovrebbe rendere pampa e focaccia ma oramai è chiaro , si è chiaro tutto il fatto perché avete perso perché non fate opposizione appropriata e perché con voi non cambierà nulla .
La democrazia serve a questo un idea non deve andare bene per forza anche se giusta figuriamoci la vostra ,
Volumi meno avete partorito un mostro che neanche voi ad oggi sapete come attuarlo ma di certo tutti abbiamo capito che alla base c'è incompetenza perché non si conosce ABC e grande spreco di denaro pubblico per cosa ?
Prati e parcheggi ? Infine ricordatevi cosa molto importante io per i miei eventi a pubblicizzare la mia persona ho pagato di tasca mia.
Ci vediamo alle urne a ancora però non avete risposto alle domande, quando la volpe non arriva a l'uva dice che è acerba.


Anonimo ha detto...

Castagna ma secondo te chi ha una barchetta al lago di Montepulciano si può defunirexun armatore?
Chiedo per un amico

Silvano castagna ha detto...

Siete ridicoli come risposta alla verità trovate solo l'offesa personalmente ciò che ho fatto lo ho sempre pagato di tasca mia riguardo al resto io non devo dimostrare nulla a nessuno l'opposizione siete voi .
Il tutto rimane poco chiaro e veramente incomprensibile , l'unica cosa che tutti hanno capito sono che si useranno soldi pubblici a go go siete irrecuperabile c'è poco da insegnare

Anonimo ha detto...

VIA I CHIANCIANESI DA CHIANCIANO!!!!!

Silvano castagna ha detto...

L'importante è che sei convinto quello che ho qui ho qui ma manca Roma e Calabria vede mio padre buona anima aveva 130 operai lei in realtà non mi conosce minimamente ma posso dirle di non fermarsi a l'apparenza perché inganna e parecchio tra l'altro io la ⛵ la noleggio perché non conviene comprarla

Anonimo ha detto...

Da marzo a settembre c e legge europea che vieta il taglio e disboscamento per nidificazione uccelli e altre cose.. chiami la forestale come ho fatto io.. possono intervenire.. Qui abbattono tutto senza ripiantare.. una massa di banditi.

Anonimo ha detto...

Sig Piccinelli ha fatto molto bene.. aggiungerei di fare indagini riguardo al palamonte..iniziato lavori e cambio di progetto in corso per controlli non eseguiti e inizio dei lavori senza attendere autorizzazione? Così pare.. aspettiamo delucidazioni anche in merito a questo

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 SITUAZIONE SANITARIA - COVID-19
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 11.04.2021

Nella giornata odierna si registra solo la buona notizia relativa alla avvenuta guarigione di un concittadino che aveva contratto il virus in ambito familiare (contatto di caso) nella terza decade del mese di Marzo.
Pertanto, così come confermato dai dati riportati su SISPIC alle ore 12.00 di oggi 11.04.2021 la situazione sanitaria attualmente in atto all'interno del nostro Comune si aggiorna nel modo seguente:

➕ Casi POSITIVI: 29 (ventinove)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE FIDUCIARIO: 35

Anonimo ha detto...

Stai in una casa comunale ...

Anonimo ha detto...

https://www.architetturaecosostenibile.it/architettura/progetti/orti-urbani-friburgo-439
Guardati questo link Castagnone fatti un po di cultura e guarda in realtà come con soldi pubblici si può fare riqualificazioni verdi e ricreare economia privata. La realtà è che per far ripartire la nostra economia bisogna integrare un idea verde ad esempio gli orti urbani con architetture moderne e particolari tali da rendere il nostro paese unico nel nostro territorio. Il buttare giù i volumi inutili è un atto imprescindibile certo puoi ci vuole una buona politica e architetti capaci.
Con quanto c'è da fare si potrebbero dare progetti a delle università di architettura dando magari borse di studio.

Silvano castagna ha detto...

Fatevi un piacere chiudete la bocca e non rendetevi ridicoli.
Se mio nonno aveva 3 palle era un flipper.
La cultura poi fatevela voi che con le dichiarazioni fatte dal vostro lider aspirante sindaco ne avete bisogno e parecchio .
Vi lascio alle vostre stronzate ho di meglio da fare visto il livello oltretutto voi continuate a sognare i castelli e a non rispondere a ciò che vi viene chiesto .
Quella di partecipare a aste giudiziarie è stata veramente bella 🤣🤣🤣🤣🤣🤣 ancora ci rido .

Anonimo ha detto...

L'ignorante afferma
Il colto dubita
Il saggio pensa.
(Aristotele)

Anonimo ha detto...

Castagna, sicuramente il flop con Miss Italia lo hai fatto con i tuoi soldi però con tutto il rispetto, non ti fare mai spendere i nostri soldi del Comune con lo stesso criterio.

Dammi retta, se sei capace a fare la pizza rimettiti a fare quel mestiere, magari qualcuno a cui non piace la pizza fina e croccante e preferisce quella gommosa napoletana verrà a mangiarla.

Anonimo ha detto...

Be' ! come al solito , Castagna perde sempre un' occasione per stare zitto , e finisce per attaccare gli altri con frasi volgari .
Silvano , ma non ti sembra di esagerare con questi insulti ? puoi controbattere in maniera politica e democratica , non tutti accettano i Tuoi insulti.
Noi , da chiancianesi , abbiamo sicuramente sbagliato qualcosa , ma abbiamo anche fatto del bene per la cittadina .
E' vero, come ad oggi ci dimostra la ns amministrazione e in egual ragione l'opposizione politica , che vige sicuramente uno stato dittatoriale politico , quindi sia da Marchetti che da Piccinelli , possiamo solo sentirci dire " IO SO IO E VOI NON SIETE UN ..... "
Ora , visto che anche il rappresentante dell' opposizione , non vuole un incontro con Te ,e non mi spiego quale sia il motivo , Ti suggerisco di prendere tale non volonta' come un vittoria , se vuoi di Pirlo , ma pur sempre un passo avanti per la Tua candidatura.
Chianciano e i chiancianesi ,non sono un buon terreno da coltivare , devi arrivarci per gradi e non attaccandoli direttamente .
Il Piccinelli , ieri ci ha illustrato cosa e' successo per le luminarie a Chianciano e, se e' vero , che ha fatto presente alla Corte dei Conti e alla Prefettura di tale incongruenza , dobbiamo dargli atto che si sta preparando per fare il sindaco .
Ancora deve dimostrare molto alla cittadina ma un passo avanti e' fatto .
Speriamo bene

Silvano castagna ha detto...

🤣🤣🤣🤣🤣 sai quale è l'unico problema B 3 colpiti e affondati .

Silvano castagna ha detto...

Io non insulto nessuno se mai rispondo ad insulti e a frasi minatorie .
Riguardo o chiancianesi non dico nulla e da come si legge vengo vessato e invitato ad andarmene con comportamenti razzisti .
Riguardo l'illuminazione come già ho scritto è in buco nel acqua e chiariamo non è una denuncia per il resto l'incompetenza viene citata nelle loro righe , affermazioni come gareggiare a IVG o comprare strutture da privati da democrazia è ridicolo oltre che non permesso dalla legge.
Idee malsane e di poco rilievo se mi permette Chianciano ne ha piene le tasche ed è l'ora di farla finita , imparate a elogiare chi dice la verità perché se le cose vanno bene a Chianciano sono il primo ad essere contento e a trarne un vantaggio economico.aprite gli occhi perché ne va della sopravvivenza di noi tutti .
E questo lo dico da aspirante sindaco , ci vedremo alle urne.

Silvano castagna ha detto...

E finisco nel dire che già ha dimostrato alla cittadina mi sembra con la Ferrante , un flop pazzesco oltre che il senso unico di piazza Italia , c'è un detto che dice la minestra riscaldata non è buona .

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Scusate ma oggi è stata giornata tennistica a squadre ed abbiamo finito adesso.

Sig. Castagna chi le risponde come anonimo ha il diritto di giudicare, ma non deve rispondere pensando di parlare all’opposizione, io se devo scrivere a lei o ad altri, mi firmo.


E’ giusto chiarire che io non sono candidato a Sindaco, lo sono stato, ho perso le elezioni e sono in Consiglio all’opposizione. Lei attualmente è l’unico candidato, anche se per essere candidato dovrebbe aver presentato una lista ect.. ma non stiamo a guardare queste sottigliezze.


Ho letto la sua risposta e le posso garantire che ho sempre avuto un alto rispetto per la critica perché se giusta, rappresenta un momento di crescita, se sbagliata, ti permettere di spiegare meglio l’argomento di cui si parla, ma con lei tutto questo è impossibile.


E’ come essere arrivati sulla cima del Monte Cetona e dire “che schifo il Monte Amiata non ha nemmeno una seggiovia”.

Lei vuole entrare nel merito di cose che non conosce, ci sono una serie di norme procedurali che regolamentano le pubbliche amministrazioni e se non fossero rispettate, come lei afferma, i tecnici rischierebbero pesanti sanzioni.


Il bando sull’illuminazione pubblica, è un Project Financing e ha un iter ben preciso, quindi prima di fare certe affermazioni, si informi. La nostra denuncia è su un aspetto particolare di tale procedimento e sullo spreco che deriva dall’aver esternalizzato questo servizio che se fatto in economia, avrebbe fatto risparmiare oltre un milione di euro all’ente.

Detto questo, se c’è una cosa alla quale tengo particolarmente è l’educazione e il rispetto delle persone e le ho sempre risposto volentieri, cercando di entrare nel merito delle questioni, ma lei sembra poi controbattere senza leggere ciò che le ho scritto e allora perché perdere tempo entrambi?

Anonimo ha detto...

Ma che Gli risponde pure a sto cettola qualunque? , ma chi lo candida, la su moglie?
Meglio il Marchetti che non lo considera proprio

Silvano castagna ha detto...

Attenzione perché l'anonimato copre fino ad un certo punto .
Riguardo a lei sig. Piccinelli di nuovo il suo monologo non trova risposta alle dichiarazioni che lei ha fatto per mettere in pratica il suo volumi meno , IVG ,compravendite tra privato e pubblico che già solo questo passo è ricoperto di articoli di legge che da come si evince non può effettuare un comune ma bensì un organo necessariamente superiore dietro commissione e specificità ed utilità dello stesso , questa è legge.il mio dibattito si ferma qui perché è chiaro che oltre che tempo perso il suo volumi meno è inattuabile e questo lo faccio in rispetto di tutti i cittadini anche quelli che da ignoranti o per presa di posizione mi danno contro.
Buona giornata
CASTAGNA SINDACO

Anonimo ha detto...

Chianciano paga; l‘indottrinamento di una gran parte della popolazione, il dogma di ciò che viene loro impregnato giorno per giorno dalla politica è sacro, infallibile. Manca la capacità di pensare, di analizzare i dati, di avere una propria identità intellettuale.
Sono, siamo, (io non mi tolgo dal gregge o forse dovrei) persone che non sappiamo far funzionare correttamente il cervello. Non vediamo cosa ci circonda, non vediamo gli errori madornali della politica. Siamo cani che rosicchiamo le ossa dei lauti pasti della dei signori. Il malcontento, la rabbia si sono trasformati in rassegnazione o forse neppure, sono diventati il nostro modo di vita. Ci inchiniamo di fronte al potere, ai reucci del momento. Viviamo sotto ricatto tutta la vita. Ci sono per fortuna coloro che sanno distinguere una politica sana da una malata, sfortunatamente troppo pochi.
Chianciano ha bisogno di una politica seria, non quella che ci governa, ma soprattutto ha bisogno di cittadini e non di persone che votano per avere un sistema autoritario che regala loro meschini vantaggi.

Anonimo ha detto...

Manca una coscienza collettiva, è totalmente assente, manca lo sguardo profondo verso il comportamento e l’azione politica nella maggioranza della popolazione. Sarebbe troppo facile addossare le responsabilità al popolo. A parte della gente, la politica, a volte arrogante a volte subdola e accondiscendente ha tolto un dente... quello del giudizio. Bisogna che i saggi, aiutino la maggioranza a lavorare per la ricrescita del molare sradicato da un potere di piccoli uomini interessati più ai loro interessi che a quelli collettivi.

Partito Comunista Sez. Valdichiana Senese ha detto...

Leggendo gli interventi fatti dalle forze politiche in consiglio regionale della Toscana, TUTTE, TRASVERSALMENTE, sono favorevoli alla privatizzazione delle Terme di Chianciano. Curioso no? Secondo la nostra umile opinione, sono due facce della stessa medaglia, entrambe favorevoli alla privatizzazione del profitto ed alla socializzazione delle perdite. Ricordiamo benissimo i vari interventi delle forze politiche per le elezioni regionali nella nostra cittadina, la Lega portò un battaglione di parlamentari che poco o niente sapevano della realtà Chiancianese, nessuno sapeva distinguere il valore della cura idropinica (garante per anni della stabilità economica locale) da quello del settore benessere (consumatore di quantità elevatissime di risorsa acquifera e dalla bassa remunerazione per l'economia locale) e oltre le solite promesse di Salvini che alzava il pollice all'interno dell'Albergo Fortuna, il nulla....Il listone del Giani promise investimenti per 60 MILIONI DI EURO dalla bocca dell'odierno consigliere regionale Scaramelli con relativo video presente su questo stesso sito, girato davanti Porta Rivellini. Il candidato di Italia Viva, incluso nel listone Giani PD, andò anche oltre, parlando della LEGGE PER CHIANCIANO, fatta ad hoc per la nostra realtà, disse che le risorse c'erano, disse che era tutto pronto, insomma disse che bastava votarli....bè li avete votati ma i soldi dove sono??? Noi vediamo solo una cosa: ricollegandoci con le prime righe del comunicato, sappiamo che nelle dichiarazione dei partiti in consiglio regionale, la privatizzazione delle nostre terme è utile perchè è impensabile che la politica sia sovrana sui temi sociali come appunto quello termale ed è quindi compito dei privati portare avanti tali temi ma certamene con cospicui finanziamenti pubblici......La realtà è che chi deve essere pagato, come i lavoratori, attenderà in eterno e consigliamo di lottare invece di aspettare un messia che non arriverà mai se non per rubarci le terme; la realtà e che i fornitori se verranno pagati, dovranno accettare delle briciole....sono anche società locali che conosciamo tutti e sono tutte imbestialite....Vedete ogni giorno quanti lavoratori sono a casa o che hanno perso completamente il lavoro, vedete quante aziende familiari stanno chiudendo nella nostra cittadina.....Ricordiamo cosa era Chianciano, quando la cura idropinica, i fanghi, le inalazioni curavano milioni di operai e cittadini. Le TERME DELLO STATO hanno garantito a tutti i servizi sociali, quante case si sono potute costruire? Quanti risparmi sono stati accumulati dalle famiglie? Quante aziende famiLiari sono state costruite? Perchè dobbiamo rinnegare la nostra economia? Non possiamo pensare di risollevare la nostra cittadina trasformandola in un unico resort con annessa piscina per pochi intimi, porterà benessere solo per la società di Caputi (che poi di Caputi non è, lui è solo un paravento...) e portare ruspe per distruggere alberghi o palazzi per farci i parchi. Quelle strutture erano abitate da lavoratori che hanno contribuito a far crescere Chianciano. Urge un intervento ma di STATO ma di uno STATO SOCIALE che ha cura dei propri figli. Chi vi scrive è un umilissimo compagno Chiancianese che non accetterà mai un privato che si appropria dell'unica risorsa pubblica che abbiamo per arricchirsi a nostro discapito. Le Terme sono un DIRITTO SANITARIO E NON UN MERCATO! Vedete come stanno riducendo la sanità pubblica.....Sabato abbiamo manifestato in piazza per RICONQUISTARE IL DIRITTO ALLA SALUTE con manifestazioni in ogni regione d'Italia, in Toscana a Siena, Pisa, Firenze come avrete potuto vedere al TGR Toscana di Rai 3 e nei TG dei canali nazionali. Quale futuro vogliamo dare ai nostri figli?

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

22,21: il problema è che Marchetti adotta lo stesso sistema con tutto il resto del paese.
E passato oltre un anno dall’inizio della pandemia e non ha convocato un Consiglio o una Commissione ad hoc per fare un’analisi della situazione e spiegare a tutti come intende programmare questi ultimi 3 anni di mandato, periodo che dovrà necessariamente essere rimodulato, rispetto ai cambiamenti che sono avvenuti a causa del Covid, ma anche del cambio di gestione delle Terme.
Si continua con questo silenzio inspiegabile e per quanto mi riguarda anche irresponsabile, considerato che è appena passata la Pasqua (inizio della nostra stagione).

Sig Castagna, sgombriamo il campo da ogni equivoco, lei non è il solo che lavora.
Detto questo, se il suo obiettivo è quello di farmi ripetere una cosa che le ho già scritto, per poi dirmi che lo avevo già scritto, perdiamo di nuovo tempo tutti e due.

Chiunque può partecipare ad un asta e se ne ha motivazione, anche la singola Amministrazione può farlo.
Possono naturalmente partecipare le immobiliari e se prendiamo il caso dell’Immobiliare Terme la questione non cambia.
Riportare l’Immobiliare Terme, (oggi in liquidazione come richiesto dalla legge Madia) in amministrazione ordinaria è solo una scelta ed è fattibile in tempi brevi, nel caso fosse questo il dubbio, se poi chi le sta soffiando nelle orecchie, le dice che l’immobiliare ha dei debiti senza dirle che ha un patrimonio 5 volte superiore, non è colpa mia.

Se poi lei conosce altre leggi, allora la questione è diversa.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 SITUAZIONE SANITARIA - COVID-19
COMUNE DI CHIANCIANO TERME - 12.04.2021

Nella giornata odierna si registrano:
- una nuova positività al Covid-19 relativa ad un concittadino (a cui vanno i nostri auguri di pronta guarigione) che non risultava in isolamento, che ha contratto il virus verosimilmente in ambito lavorativo e relativamente al quale a seguito di indagine epidemiologica condotta da ASL risultano isolamenti domiciliari fiduciari per i soli familiari ristretti
- due avvenute guarigioni relative a concittadini che erano risultati positivi a seguito di contatto di casi nella terza decade del mese di Marzo
Pertanto, così come confermato dai dati riportati su SISPIC alle ore 16.30 di oggi 12.04.2021 la situazione sanitaria attualmente in atto all'interno del nostro Comune è fotografata dai seguenti dati:

➕ Casi POSITIVI: 28 (ventotto)

⭕🏠 Casi sottoposti a misure di ISOLAMENTO DOMICILIARE FIDUCIARIO: 36

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

📣 Emergenza Covid-19
🤲🏼😷 Consegna Mascherine

Si informa che è terminata la predisposizione dei kit relativi alle dotazioni procapite delle mascherine fornite da Regione Toscana e che da Giovedi 15.04 partirà la consegna "porta a porta" da parte delle Associazioni Misericordia e Croce Verde, che cogliamo occasione per ringraziare ancora una volta per la costante e proficua disponibilità.
La distribuzione sarà analoga in termini di zonizzazione ed Associazione di riferimento deputata alla consegna a quelle già attuate nel corso dell'ultimo anno, ovvero le zone di distribuzione coincideranno con le aree di cui alle sezioni elettorali, pertanto basterà verificare nella propria scheda elettorale la sezione di riferimento. (es. Sezione 4 - Zona 4)

🟢 Croce Verde (057830286) per le zone:

Zona 1 – Centro Storico, Via della Pace, P.za Gramsci, Via della Circonvallazione, ecc..
Zona 2 – Via Risorgimento, Via del Prato, Via Fonteguerra, Via XXV Aprile, Via Trasimeno, ecc…
Zona 3 – Via 2 Giugno, Via del Cavernano, Via Poggio Faloppo, L.go Amiata, Via del Palazzo, Via Brenta, ecc…
Zona 4 – Zone Extraurbane, Strada Vecchia Senese, Via Montale, ecc...

🔵 Misericordia (057831221) per le zone:

Zona 5 – Quartiere G. di Vittorio, Via della Valle, ecc…
Zona 6 – V.le della Libertà, Via G. di Vittorio, Via Lombardia, ecc..
Zona 7 – Zona P.za Italia, V.le Roma, Parte Quartiere La Rinascente, Via Veneto, ecc...
Zona 8 – Quartiere Le Piane, Parte Quartiere La Rinascente, Strada della Vittoria, ecc...

‼️ Si specifica infine che, poiché in alcuni casi (es. famiglie numerose) potrebbe risultare impossibile recapitare la dotazione complessiva all'interno delle cassette postali, in tali situazioni sarà lasciata dalle associazioni una comunicazione con indicato luogo ed orario di ritiro c/o le rispettive sedi.

Silvano castagna ha detto...

comma 1-ter disciplina, invece, i presupposti degli acquisti immobiliari degli enti territoriali e del Servizio sanitario nazionale, disponendo che anche essi, dal 1° gennaio 2014 “al fine di pervenire a risparmi di spesa ulteriori rispetto a quelli previsti dal patto di stabilità interno (…) effettuano operazioni di acquisto di immobili solo ove ne siano comprovate documentalmente l’indispensabilità e l’indilazionabilità attestate dal responsabile del procedimento. La congruità del prezzo è attestata dall’Agenzia del demanio, previo rimborso delle spese. Delle predette operazioni è data preventiva notizia, con l’indicazione del soggetto alienante e del prezzo pattuito, nel sito internet istituzionale dell’ente”.

Le due discipline hanno quindi in comune la regola generale – il divieto di procedere ad acquisti immobiliari – e la loro deroga – cioè i casi di indispensabilità e indilazionabilità dell’acquisto – ferma restando la congruità del prezzo attestata dall’Agenzia del demanio e il rispetto dei saldi strutturali di finanza pubblica, come vengono chiamati, in attuazione del principio di finanza pubblica, i conseguimenti degli ulteriori risparmi di spesa oltre a quelli imposti dal patto di stabilità interno.

A decorrere dall’esercizio 2014, quindi, benché sia venuto meno il divieto in capo alle pubbliche amministrazioni (con alcune tassative eccezioni) di procedere ad acquisti immobiliari, le predette operazioni sono sottoposte ad un peculiare regime vincolato.

Le modalità di documentazione dell’indispensabilità e della indilazionabilità delle operazioni di acquisto di immobili sono state oggetto di uno specifico decreto ministeriale, emanato il 14 febbraio 2014 (n. 108), nonché delle connesse istruzioni operative riportate nella Circolare n. 19 del Ministro dell’economia e delle finanze del 23 giugno 2014.


Così ora le conosce anche lei le leggi .

Anonimo ha detto...

Gagliardi senza dubbio ha aperto gli occhi a molti. Il risultato è stato quello che tutta la cittadinanza ha capito di che pasta è fatta questa giunta.
UBRIACA di potere, fa tutto e di tutto tranne gli interessi di Chianciano Terme.

Marchetti vuole tutelare immagine di Chianciano con una denuncia per fermare altri e non per tutelare nessuno. La Giunta come afferma Piccinelli è totalmente PARALIZZATA.

A parte i buchi, i progetti che non si portano a termine, gli alberi che spariscono, la paralisi è totale. Il disastro cittadino è chiaro non succede nulla
IL FUTURO dell’economia degli alberghi, negozi, ristoranti non esiste per i nostri illuminati governanti.
Ormai sono fantasmi e noi morti viventi.
Ma quanto può durare questa situazione prima della resa obbligata di tutte le categorie?

Anonimo ha detto...

Marchetti raccontaci come stanno le cose con le Terme. Dobbiamo sapere, dobbiamo prepararci.
Il tuo comportamento è strano, non basta nascondersi per far sparire il problema.
Tu ci hai portato al disastro, non puoi stare muto nel tuo palazzo.

Anonimo ha detto...

Si cominciano a sentire forti scricchiolii, le banche hanno perso la fiducia anche verso i clienti migliori. Chiusure a catena, gente disperata. Cosa fa la giunta: niente. Gli inquilini non pagano gli affitti, il commercio paralizzato, si ritarda il pagamento con l’alimentare.
Dove ci avete portato
Vergogna

Anonimo ha detto...

Non si può portare avanti una cittadina in 3 persone, il faccio tutto io è finito da secoli. Ci vogliono competenze, urbanisti, professionisti del marketing, budget di spesa stabiliti con largo anticipo. Da una parte fate persino pena, dall’altra, rabbia, tanta rabbia per esserci fidati di incapaci

Maria ha detto...

Picci per favore lascia sta le caldarroste!

Anonimo ha detto...

Se ci siete battete un colpo: Ballati,
Nardi, Giorni, Lo Scalzo, De Santi. Cosa dite ai cittadini che vi hanno votato. Programma elettorale Comune Terme Albergatori Turismo Commercianti Ospedale Lavori Pubblici Centro Storico Attività sportive Scuola Viabilità. Che figura che presa in giro che professionalità. Ancora tre anni, dimettetevi anche voi siete colpevoli di questo disatro.

Anonimo ha detto...

Facciamo un ragionamento che potrebbe fare un Magistrato
A) la versione di Gagliardi corrisponde alla realtà
B) situazione pre Covid. Fallimentare
C) moltitudine di alberghi chiusi negozi chiusi (tutto documentato)
D) calo presenze
E) alberghi che cadono a pezzi
F) negozi chiusi con 3 dita di polvere sulle vetrine
F) parchi mal tenuti. Strade con buche da creare incidenti
G) descrizioni di alberghi fatiscenti e camere confortevoli che in realtà il cliente trova vecchie

È dovere del comune verrificare le informazioni che vengono trasmesse ai turisti per non dare informazioni sbagliate
Le stelle devono corrispondere alla realtà dei servizi