e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

martedì 15 ottobre 2019

Chianciano a rischio Mafia


Locandine giornali
Come potete vedere dalle locandine di domenica 13 ottobre apparse su La Nazione e sul Corriere di Siena e dall'articolo nella foto (Clicca per leggere o scaricare), Chianciano Terme, per la sua situazione economica di profonda crisi e la Valdelsa sono a rischio di riciclaggio ed infiltrazioni mafiose, come già detto nel precedente post (ed anche in altri prima...) se non si comincia a sostenere veramente l'economia, Chianciano si apre a molti scenari, sempre più allarmanti per tutti....
Articolo da La Nazione di Siena

#perunachiancianomigliore


Saluti,


Valtubo

25 commenti:

Anonimo ha detto...

Tuta questa immagine negativa sulle strutture di chianciano che ripetutamente si abbatte sui quotidiani ogni settimana non credo faccia bene; Ma le associazioni di categoria dove sono? il comune ha interesse che vengano fatti certi articoli settimanalmente ?
Ormai siamo tutti al tappeto e nessun ha piu' nemmeno la forza di alzare la voce e tutelare la propria immagine aziendale, stiamo solo aperti in attesa di essere divorati.
P.s. Ass. Albergatori se ci sei e ancora respiri batti un colpo

Anonimo ha detto...

Pensare ad una vera ripresa economica di Chianciano senza attuare misure straordinarie è irrealistico. Chianciano sta vivendo ormai dalla fine degli anni ottanta una parabola economica negativa che ha visto ridursi progressivamente il reddito procapite, le attività commerciali e ricettive e il valore degli immobili insomma tutti gli indicatori economici.

Un trend irreversibile se non attraverso misure straordinarie che almeno - temporaneamente - dovrebbero permettere un’inversione di tendenza.

Resto convinto che solo l’attuazione di una zona franca per almeno per un periodo medio lungo potrebbe innescare una vera ripresa economica che coinvolgerebbe ovviamente in primis le attività commerciali ma che a seguire riguarderebbe tutti i settori dell’economia: attività ricettive, artigiani, liberi professionisti ecc.

Certo ottenerla è molto difficile ma credo che un tentativo serio dovrebbe esser fatto commissionando uno studio di fattibilità ad una Istituzione o Università (penso al Censis o alla Bocconi) estremamente autorevole e prestigiosa e con questo strumento richiederla a gran voce a tutte le Istiuzioni possibili e immaginabili: Regione Toscana, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero delle Finanze, Onorevoli, Senatori e chi più ne’ ha più ne’ metta.

Il resto, credetemi, lascia tutto il tempo che trova !!!!

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Non mi sembra che ci sia corrispondenza tra quanto scritto sull’articolo e quelle scellerate locandine, pensate da qualcuno che come al solito, quando c’è di mezzo Chianciano, sembra divertirsi. Ovvio che il nostro paese, come altri territori in Toscana e in Italia, possono essere terreni fertili ed è sicuro, che chi di competenza, deve tenere alta l’attenzione e vigilare in maniera molto attenta, ma quelle locandine, sono da denuncia…

Tuttavia Valerio non condivido il tuo approccio, nel senso che non possiamo e non dobbiamo cadere in un errore che purtroppo appartiene al nostro dna, l’aiuto economico. Credo che prima dobbiamo dimostrare di avere la mentalità e la dovuta forza per rialzarci da soli, ammettendo che ciò che facciamo oggi nel campo dell’ospitalità è di per sé, la causa della nostra situazione.

Se siamo convinti che alzando il livello qualitativo dei servizi che offriamo, potremmo prendere la strada del rilancio, allora sarà giusto chiedere l’aiuto economico, perché altro non sarà che una piccola spinta per farci prendere il volo, ma se non abbiamo le ali… quella spinta, non farà che farci fare una caduta ancora più rovinosa.

valtubo ha detto...

Paolo ti rispondo perchè forse non sono stato chiaro, non chiedo "aiuto economico", ma sostegno all'economia, che vuol dire non buttare i soldi in eventi spot, come si è fatto finora, ma usarli per una strategia economica concordata e chiara per le attività.

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

Da anni Chianciano come tante altre località è luogo di investimenti mafiosi, della ndrangheta e camorra , mi sembra strano che se ne siano accorti solo adesso, oppure serve solo citare la nostra città tanto per tirarci ancora fango addosso ( non ne sentiamo il bisogno )

Anonimo ha detto...

Secondo me indignarsi con i giornali perché parlano di mafia in prima pagina è il primo segno di ammissione e di sconfitta. Bisogna agire e eventualmente dimostrare con i fatti che ciò non è vero.
E noi Chiancianesi gente magari di origini umili ma che pur sbagliando si è fatta da se, mettendo l'onestà avanti a tutto vigiliamo, pretendiamo trasparenza sempre su tutto ciò che avviene nel nostro territorio,sui conti sulle spese su chi arriva e su chi parte. Chiediamo aiuto semmai alle istituzioni ma non regaliamo il nostro bel paese a falsi mecenati.

Anonimo ha detto...

ma come non è vero?������

Daniela Taglioni ha detto...

Ve ne siete accorti ora

Anonimo ha detto...

SMa scherziamo? Non se ne deve parlare? E perché? Se ci sono queste infiltrazioni il fango basta e avanza. Se prendono in affitto alberghi per lavorare con gruppi sottocosto ci domandiamo perché? Forse fa comodo a molti( aumentano le presenze, lavoro per bar e ristoranti,chi vende turismo, può fare delle belle creste, tanto il prezzo va sempre bene) è così si distrugge un economia. Se ne deve parlare,e spero che la questura, è la guardia di finanza sia vigile. I primi di Ottobre in un posteggio di Chianciano alle7'30 un pulmino caricava diversi immigrati. Lì portavano a scuola? A una visita medica? O nei campi per la vendemmia? Non lo so, ma certo che l' accoppiata riciclaggio, caporalato sarebbe fantastico,.................

Anonimo ha detto...

Chissà quanti pungiuti ci sono a Chianciano? AH !AH!AH!

Sandra Ferri ha detto...

Bella pubblicità, bravi!!! Ricordatevi che se va male per uno va male per tutti e non aggiungo altro��

Anonimo ha detto...

Ma invece di pensare alla brutta pubblicità preoccupati che quello che si dice e si percepisce non sia vero!!

Carla Venturini ha detto...

Se ne sono accorti tardi

Anonimo ha detto...

Ecco perché a Corleone dicono che la Mafia non c'è, Per non fare brutta figura!!!!!

Milena Papini ha detto...

Ma se lo sanno tutti che c'è da anni insieme al riciclaggio!!

Sandra Ferri ha detto...

Peggio!!! 😡😡

Anonimo ha detto...

Ah, quindi la mafia non va dove ci sono il giro dei soldi e la ricchezza, ma investe dove c'è crisi e miseria.
E quindi i mafiosi riciclano i loro soldi sporchi nei paeselli scalcinati!!
Ma che è una campagna di distrazione di massa per allocchi?
Volemo parla' dei vicini e del capoluogo?

Anonimo ha detto...

Infatti spesso si usano posti in crisi e scalcinati per il riciclaggio visto che ci sono meno controlli e che non ci devono essere necessariamente degli utili anzi basta il lavaggio....ma in che mondo vivi!
E poi anche nel malaffare esiste la serie A e la serie B.

Anonimo ha detto...

Vivo nel mondo della serie C, anzi qui manco terza categoria !!!

Anonimo ha detto...

E anche quest'anno ai bambini della scuola materna e delle elementari è stata consegnata la circolare dove si chiede di versare i soliti 10 euro per l'Istituto Bonaventura Somma.

canguasto ha detto...

Anonimo 16 ottobre 2019 17:01
Anonimo ha detto...
Infatti spesso si usano posti in crisi e scalcinati per il riciclaggio visto che ci sono meno controlli e che non ci devono essere necessariamente degli utili anzi basta il lavaggio....ma in che mondo vivi!
E poi anche nel malaffare esiste la serie A e la serie B.

Precisamente

Anonimo ha detto...

Allora i russi che hanno comprato diversi immobili e li lasciano degradare non si capisce a quale scopo..

Carlo Agostini ha detto...

...se i mafiosi pagano sono pronto a vendergli tutto !!
Gestire

Renato Focili ha detto...

Carlo Agostini pagano, pagano. E non tirano sul prezzo.

Serena Papini ha detto...

Peggio del lupo che non cambia il pelo, c'è il branco che glielo alliscia -cit.