e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

venerdì 3 febbraio 2017

Lettera aperta a Chianciano Terme del Consigliere Altaluce

Consigliere Massimo Altaluce "Il Coraggio delle proprie idee"

Massimo Altaluce
Consigliere Comunale - Gruppo “ Il coraggio delle proprie idee”

Lettera aperta a … Chianciano Terme

Semplicemente perché Chianciano Terme-c’è. Ritengo che il nostro Comune debba fare da volano, da raccordo per il futuro della nostra Città Termale. Non abbiamo più tempo per pensare – Si può fare … si deve fare. La Regione propone le dismissioni delle Partecipate, bilanci di esercizio in pareggio e non più in perdita per due anni consecutivi? Molto bene. Lo credo anch’io. Però, la stessa non asserisca che le nostre Aziende Termali non abbiamo un “ruolo strategico” si contraddirebbe. Chianciano ha ancora molte potenzialità.
La nostra Amministrazione Comunale può e deve avere un ruolo fondamentale. Dobbiamo ricercare una intesa fra tutti i vari attori e soggetti della città, compiere uno sforzo enorme di aggregazione, di unione. Solo questa sarà la nostra forza di partenza. Ebbi a dire in varie sedi che ogni soggetto pensava a “vendere” il proprio singolo prodotto del loro orticello. Abbiamo sbagliato anche in questo. Cosa vogliamo quindi far conoscere della nostra città? Cosa vogliamo promuovere? Semplice, ecco i nostri prodotti: Termalismo, Sanitario e Benessere. Qualcuno potrà dire ma lo stiamo facendo, allora qualcosa non torna, credo! Dobbiamo ripartire dal Termale, ripartire per costruire la nostra Città della Salute e del Benessere. Non dobbiamo inventarci tanto altro. Si parla sempre di Ricerca Scientifica, il passato c’insegna. Allora crediamoci, è suonata la sveglia da tempo ed ancora qualcuno dorme. Quali sono gli attori più pertinenti per questa causa? Il Comitato di Consulenza Tecnico Scientifico delle Terme di Chianciano è il punto di partenza. Lo stesso è formato da Professori di Idrologia Medica, Gastroenterologia, Microbiologia, Virologia, Medicina dello Sport, Dietologia, Medicina Interna. Non perdiamo quindi i nostri valori e tutto ciò che abbiamo ereditato dal passato. Ci ricordiamo la R.I.E. Riunione Annuale di Informazione Epatologica? I vari Corsi Sige-Aisf inerenti allo studio del fegato? Avevamo una Rivista di informazione critica, chiamata “Il fegato”, indirizzata a medici internisti con interesse in campo epatologico. Questa storica Rivista medica aveva quasi mille iscritti, giovani medici di tutta Italia. Con il contributo della Fondazione del MPS, vennero instituiti delle Borse di Studio per il perfezionamento epatologico all’estero. Tutto questo coordinato sapientemente dalla centralità della Direzione Sanitaria delle Terme di Chianciano. Come non ricordare la Ricerca Scientifica sulla Gonartrosi, efficacia delle cure termali e osteoartrosi. Con la ricerca è stato dimostrato che con la fangobalneoterapia, utilizzando l’acqua della Fonte Sillene, si otteneva un notevole miglioramento delle condizioni cliniche del paziente rispetto a quelli che assumevano solo farmaci. Natura e salute quindi.

Oggi, abbiamo la fortuna di avere all’interno della nostra Direzione Sanitaria una struttura internazionale U.P.M.C Institute for Health, la quale ha ereditato il nostro progetto inizialmente gestito da Terme, Regione Toscana ed Asl 7, il primo Centro Diagnostico di Eccellenza per le malattie del fegato. Ricordo, si parla sempre di Medicina Preventiva. Inoltre facciamo parte di organismi quali la FEDERTERME, la FORST-Fondazione per la ricerca scientifica termale. Non per ultimo abbiamo presso il nostro Comune la Sede dell’ANCOT Associazione Nazionale Comuni Termali. Io credo che si debba ripartire da tutto questo. La nostra cultura, la nostra credibilità sul ruolo delle Acque Termali è indiscutibile.

CHIANCIANO TERME-C’E’. Quali sono gli altri attori per questo progetto? Indubbiamente le Banche: MPS e BancaCras, Privati attendibili, che credano in questo nostro Progetto. Pertanto ripartire-aggregandoci. Se non riusciamo a coordinare le circa 60 associazioni del nostro Comune, disperderemo solo energie, soldi e finanziamenti. Dobbiamo unire le varie associazioni di categorie, mi riferisco a quelle alberghiere, FederAlberghi, Assohotel, Clante Hotels, Chiancia-si, per promuovere assieme alle Terme di Chianciano un unico progetto. Il Comune dovrà essere più efficace e propositivo all’interno del consiglio dell’Unione dei Comuni. Rivedere il ruolo della Pro-loco, anzi, non sarebbe male coordinarsi con le altre Pro-loco della zona. Colgo l’occasione per dare il merito e ringraziare i vari cittadini che si impegnano nel sociale, così come in tante altre Associazioni di Volontariato. Vi ricordo che un importante veicolo di promozione, è l’opuscolo informativo di Chianciano “365ChiancianoTermeinfo”, Patrocinato dalla Provincia di Siena, dal nostro Comune in collaborazione, con il Circolo Culturale “Evandro Nannetti”. Le potenzialità non mancano, basta crederci. CHIANCIANO TERME-C’E’. Attenzione però, ho espresso in varie sedi che Chianciano Terme, sta improntando le varie promozioni solo per il fine settimana. Non può bastare, perché se è vero che 12 giorni di cura sono tanti ed è cambiato il modo di fare vacanze-ferie, limitandosi a due o tre notti al massimo, almeno crediamo e promoviamo “6 giorni di pernottamento”. Come? Forse non tutti sanno che: presso le Terme di Chianciano si possono effettuare cure e terapie con il Servizio Sanitario Nazionale quali: 1) n. 12 cure idropiniche con Acqua Santa, 6 fanghi della regione epatica e 6 bagni carbogassosi con Acqua Sillene. 2) n. 12 fanghi e n. 12 bagni terapeutici con Acqua Sillene per osteoartrosi reumatismi ed altro. 3) n. 24 cure inalatorie con Acqua Santissima, per sinusiti, riniti, tracheiti ed altro. 4) n. 12 bagni terapeutici con idromassaggio in Acqua Sillene per postumi di flebopatie di tipo cronico, insufficienza venosa, vasculopatie ed altro. Inoltre siamo convenzionati con il S.S.N per la fisioterapia e laserterapia, presso il Centro Sillene, infine siamo accreditati per Visite Medico Sportive inerenti al rilascio della certificazione agonistica e non (certificato di stato di buona salute). CHIANCIANO TERME-C’E’. Purtroppo dobbiamo recuperare la nostra credibilità, errori fatti e scelte portate avanti con tempi incredibili, ci hanno allontanato dalla realtà. Progettualità e lungimiranza zero, abbandono dell’esistente, anni e anni a credere che il nostro futuro fosse consolidato e legato ai finanziamenti di varie banche. Decisioni prese quasi all’ultimo momento pur di non perdere i facili finanziamenti da Regioni, Banche o da Fondi e finanziamenti europei, hanno portato a collocare, alcune strutture in luoghi sbagliati. Parlo del Palamontepaschi, parlo delle Terme Sensoriali, del Centro Inalatorio, delle scelte fatte in merito alla Direzione Sanitaria, ritengo che la stessa debba ritornare ad essere il fulcro per la nostra città termale. Lo Stabilimento Sillene meriterebbe il riposizionamento alcuni settori in modo più appropriato e razionale, tutto ciò andrebbe a vantaggio dei servizi e della loro qualità. Contenendo i costi a scapito dei servizi e concentrandoli tutto in un unico Stabilimento non sempre si hanno risultati efficaci, pensando principalmente al futuro. Adesso ci vuole coraggio per ripartire, sono convinto che dobbiamo riposizionare alcune strutture poste nei nostri parchi termali, mentre serve rivalutarne altri. Rivedere il sistema di informazione e di accettazione dei vari settori. Dobbiamo tener conto della necessità dei clienti, curisti e pazienti che hanno difficoltà per arrivare nei vari centri per le cure. I tempi sono essenziali e chi non è provvisto di mezzi di trasporto si trova in difficoltà, specialmente nel periodo invernale. Ribadisco il concetto di avere il coraggio di fare nuove scelte, solo così potremmo garantire un futuro per l’economia della nostra città e dei comuni limitrofi, pensando fortemente al futuro dei nostri giovani.

CHIANCIANO TERME-C’E’, spetta solo a noi, riportare la nostra Città Termale della Salute e del Benessere, a livelli di credibilità che gli compete e che si merita.

Saluti,

Valtubo

33 commenti:

Beatrice Bellagambi ha detto...

Bravo Massimo Altaluce

Isonia Tarquini ha detto...

Mi auguro che qualcuno ti ascolti....

Anonimo ha detto...

....Non hai detto però, come "portare" i bilanci di Terme Chianciano Spa in pareggio! Pensi che in futuro le Banche Mps (Di fatto "nazionalizzata"!) e banca cras, possano ripianare le enormi perdite delle Terme e fare aumenti annuali di capitale? NON CREDO PROPRIO!? Poi, spiegami come possa pagare i debiti, verso MPS (Sembrano 10.milioni, come da indiscrezioni di stampa)....
Vuoi continuare a far pagare i cittadini italiani, per una Chianciano fallita!....Rispondi a queste domande caro Altaluce! Tu e, il GRANDE BARBETTI ed il Presidente di Terme Chianciano SpA!....Sono in attesa!....

Nella Marietti Ercolani ha detto...

Bravissimo Massimo!!

Gesi ha detto...

Scusa...perché ti firmi 'anonimo' ?
Credo che il primo passo per una civile convivenza, confronto e condivisione sia ...il metterci la faccia.

mazzetti stefano ha detto...

clap, condivido......... però ok auspicabile che terme curative vengano giustamente promosse, e gli venga riconosciuto valenza molto appropriata, come ok mordi e fuggi delle ludiche, terme è fondamentale , ma a meno di investimenti plurimilionari, ma davvero tanti, che diano una connotazione unica a livello italiano e europeo, tanto che Chianciano diventi "la città della salute", terme e basta ora nel concreto attuale, non sono sufficienti ad attrarre e veicolare un indotto sufficiente per tenere in piedi tutto il sistema locale........cittadella sport, piscine, eventuale parco tema, congressuale, sviluppo extralberghiero e rurale, etc etc...... o altre integrazioni sono obbligate, l'errore commesso in passato di dare una connotazione a senso unico, bloccando e impedendo sviluppo di aziende con diversa connotazione e mercato, turistico o meno, ha creato la situazione attuale, il monotema ha fatto ricchi tanti in passato, ma ora crea "falliti", ......poi magari tra 50 anni, come è successo per l'alimentazione, 35 anni fa mi facevano studiare e imparare "nouvelle coucine", oggi devo disimparare quella e studiare e lavorare con cucina regionale km0 prodotti tipici etc prima dimenticati.... si tornerà magari a pensare a terme curative in modo diverso da ora.....ma al momento ,causa magari la non informazione non so, non hanno sufficiente "richiamo" per poter sperare di lavorare solo con quelle, l'unione di altre aggiunte, è quello che forse in futuro non ci farà pentire del "monotema" come lo facciamo ora. Oltre a questo, non si può pensare di attrarre alla pari di altre località con strutture però solo prettamente alberghiere strutturate 40 anni fa(e in molti casi rimaste tali e quali a 40 anni fa) con l'intento di accogliere i "turisti delle 14 notti per cure termali" ,le cure termali ora in quel modo non ci sono piu, servono strutture e servizi mirati al mercato attuale non a quello di 40 anni fa, oggi in 2 minuti fai una comparazione location-servizi-struttura-località, arrivando immediatamente a trovare quello che cerchi, purtroppo però investimenti costano, e ristrutturazioni in certi casi + che a fare il nuovo..quindi non in tutti i casi perche colpa della non volonta di investire, ma impossibilità dovuta ai non incassi....., condivido l'unione di tutti , menu l'unire tutto.....senza una certificazione servizi offerti, pari regole per tutti, prezzi minimi imposti, controllo sui servizi, tutti paghino i dovuti allo stesso modo, unire tutto, significa mettere insieme un offerta che si basa sulla lotta al ribasso, non sui miglior servizi dati.....e si stimola e si amplifica e pubblicizza concorrenza sleale di chi attrae facendo prezzi bassi, ma poi perchè troppo poco non paga una o l'altra cosa creando poi danni a tutti.........unirsi tutti, funziona solo se tutti rispettano stesse regole.....altrimenti non si può unire tutto in un stesso calderone.......o tutti si rispetta le stesse regole e si paga quello che necessario, o tutti si smette di pagare qualunque cosa, O UNA O L'ALTRA COSA, TUTTE E DUE INSIEME NON POSSONO STARE.......io preferirei la seconda,.... non vorrei che sta storia di unire tutto vada poi nella direzione di ritorcersi contro quelli meno paraculi..............ma senza regole da rispettare l'andazzo è questo.

Luca ha detto...

Qui l'unico fallito/a sei te FIRMATI FENOMENO/A

Loredana Lazzerini ha detto...

Complimenti ! Mi auguro di vero cuore , come chiancianese , che si possa realizzare il tutto per falr ritornare la stazione termale ai livelli di quallche anno fa !

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

Caro ALTALUCE,credo che sia normale apprezzare il tuo incoraggiamento e stimolo per fare qualcosa che possa rimettere in moto l'economia di Chianciano.Spero che tutti quelli che NON hanno mai ascoltato le mie parole,oggi ascoltino e seguano le tue.Siamo stati incapaci a compicciare qualcosa quando c'era chi investiva e regalava milioni e migliaia di Euro e temo che ancora più difficile sia farlo oggi che incoscienti e politica si sono tirati indietro.Abbiamo allontanato, anche con comitati organizzati ad hoc, privati che volevano investire nelle nostre Terme ed oggi gli stessi,invece,li invocano a gran voce.Abbiamo perso almeno due anni a leticare su Babbo Natale,Pro Loco,Feste e Fesicciole,mentre negozi continuavano a chiudere,Alberghi ad offrire ambienti sempre menoadeguati ed accoglienti.Nessuno si è schierato contro il disinteresse delle Terme nel mantenere Parchi decorosi ,oramai sempre senza fiori,con sedie scomode e scolorite,che propinavano l'Acqua Santa per la Ribollita. E tutti zitti! Viale Roma una volta il cuore di Chianciano da anni senza piante,con squallidi lampioni,marciapiedi impercorribili.Ma si continuava a parlare della buca della signora Gina.Credo che oggi,anche se iniziassimo a fare qualcosa ,i primi frutti potremmo vederli tra cinque sei anni ma nel frattempo altri negozi e alberghi chiuderanno.La soluzione? Non la conosco ma ho suggerito spesso la mia opinione.Nell'immediato valorizzare e potenziare ciò che abbiamo e che non richiede grandi investimenti se non attente campagne di Marketing fatte da chi ne è capace e non da chi porta acqua solo al proprio mulino.Puntiamo sull'Acqua Santa,impianti sportvi,museo,cultura,enogastronomia.Nel frattempo con progetti a medio termine lavoriamo sulla Salute ( coinvolgiamo Terme,UPMC,ChiancianoSalute) sulle famiglie (Fucoli ,cinema al Fellini e Bruco,Piscine Termali) Sport (impianti sportivi,percorsi per mountan bike ,sentieri ) Cultura ( museo,Palazzo Simoneschi,Biblioteca Comunale)Enogastrononia (produttori locali,istituto alberghiero).Progetto lungo Termine: Viabilità,recupero Centro Storico,Progetto Castrini. Solo idee ma potrebbe essere un punto di partenza! Basta beghe politiche,protagonismi,chiacchiere: ne abbiamo piene...le tasche !!!!

Anonimo ha detto...

Scusate, ma il "Sig. Babbo Natale" quando ha intenzione di venire a riprendersi la slitta alle Terme e le casine di legno nel centro storico?

Anonimo ha detto...

il concreto non si sa cosa sia... il medico studia mentre l'ammalato muore.
la colpa è solo della mancanza totale di una classe dirigente/politica preparata!
qui non si deve scoprire niente, nessuna genialata, di geni ne nascono pochi: piuttosto umilmente bisognerebbe saper applicare al meglio il proprio bagaglio culturale inteso come bagaglio di studio ed esperienza teorica e pratica.
Queste sono cose che non si possono improvvisare e fanno la differenza nella capacità della classe politica.
resto fermo nella convizione di procedere quanto prima ad un progetto di fusione con il comune di chiusi.

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Banca CRAS ha messo a disposizione un plafond di un milione di Euro per la realizzazione di insonorizzazioni degli immobili nel comune di Chianciano Terme
COMUNE DI CHIANCIANO TERME PROVINCIA DI SIENA

Vengono finanziati progetti realizzati dopo il 30 giugno 2016. La convenzione è valida fino al 30 giugno 2017.

Banca CRAS ha messo a disposizione un plafond di un milione di Euro per la realizzazione di insonorizzazioni degli immobili nel comune di Chianciano Terme

Convenzione firmata con il Comune di Chianciano Terme: i finanziamenti agevolati sono a sostegno delle famiglie e delle attività produttive del territorio

L’Amministrazione comunale di Chianciano Terme ha individuato una serie di interventi a sostegno delle famiglie e delle attività produttive del territorio finalizzata alla riqualificazione degli immobili esistenti. A tal fine, ha siglato una convenzione con la Banca CRAS Credito Cooperativo Toscano-Siena al fine dell’erogazione di finanziamenti agevolati destinati alla riqualificazione degli immobili di proprietà ed in particolare alle opere di insonorizzazione. Potranno accedere al finanziamento tutti quei progetti realizzati dopo il 30 giugno 2016. La convenzione è valida fino al 30 giugno 2017. Per presentare la domanda di finanziamento, oltre alla consueta documentazione che richiede l’istituto di credito è necessario allegare copia dei documenti attestante la spesa sostenuta (fatture) o programmata (preventivi).

«Questa iniziativa – afferma il Sindaco di Chianciano Terme, Andrea Marchetti - dimostra ancora una volta la vicinanza della Banca al territorio e la sua partecipazione alla vita sociale, sottolineando che l'imprenditoria, in fase di transizione, deve essere sostenuta con strumenti finanziari ma anche aiutando la crescita della managerialità. L'insonorizzazione - prosegue Marchetti - è un aspetto importante per hotel e alberghi in quanto, per una struttura ricettiva, è necessario offrire alla clientela un ambiente tranquillo e silenzioso e uno degli elementi più trascurati durante la realizzazione di un albergo è proprio l’isolamento acustico, sia in termini di separazione tra le camere per evitare di disturbare gli ospiti vicini, sia per quanto riguarda la protezione dall’esterno (vocio, traffico, musica, scarichi, impianti di areazione ecc…)».

«L’iniziativa si inserisce nell’ambito di un progetto di valorizzazione di un territorio storico della banca - ha sottolineato il Presidente della Banca Cras Credito Cooperativo Toscano-Siena, Florio Faccendi -: l’attenzione alle famiglie e alle imprese si declina anche attraverso la riqualificazione degli immobili, creando un indubbio valore aggiunto».

Il plafond di finanziamenti di un milione di Euro, messo a disposizione da Banca Cras Credito Cooperativo Toscano-Siena, è dedicato alle famiglie ed alle imprese di Chianciano Terme esclusivamente per gli interventi finalizzati alla realizzazione di opere di insonorizzazione degli immobili di proprietà. Coloro che intendo accedere al credito finalizzato, attraverso l’accensione di un mutuo chirografario, hanno a disposizione, per ogni singolo finanziamento, un importo massimo di 50.000 Euro estinguibile fino ad massimo di 72 rate mensili (6 anni) a tasso fisso o variabile. Le commissioni bancarie per l’istruttoria sono gratuite.

Anonimo ha detto...

La protezione dall’esterno (vocio, traffico, musica, scarichi, impianti di areazione ecc…), la farei pagare a chi la provoca.
Dato che non sono contemplati il rispetto per gli altri ed il buon senso.

nove.firenze.it ha detto...

MPS, chiesta audizione rappresentanti delle partecipate toscane

La richiesta: "In Consiglio il numero uno di Aeroporti Carrai, di Fidi Petretto e di Terme di Chianciano Galli"

Una richiesta alla commissione controllo del Consiglio regionale della Toscana per audire i massimi rappresentanti delle società partecipate della Regione Toscana che risulterebbero nella lista dei debitori insolventi di banca Monte dei Paschi.
A formularla in una lettera indirizzata al presidente è il capogruppo di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli per il presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai, quello di Fidi Toscana Lorenzo Petretto e per l'Amministratore unico di Terme di Chianciano Immobiliare Massimiliano Galli.

"Chiediamo in questo modo che si faccia chiarezza sulle indiscrezioni emerse sulla stampa rispetto al coinvolgimento di alcune società nel debito Mps - sottolinea Donzelli - pensiamo che sia doveroso che i massimi responsabili delle società di cui la Regione fa parte siano chiamati a riferirne".

La richiesta è stata formalizzata oggi: "Crediamo che sia indispensabile che i cittadini sappiano di eventuali insolvenze che arrivano da società con una partecipazione pubblica - aggiunge Donzelli - la Regione ha il dovere di chiedere chiarezza su questo punto: non può passare inosservato il fatto che un'istituzione partecipi con denaro pubblico o con un diritto di voto ad organismi che hanno di fatto provocato il buco di bilancio di Mps per cui il governo italiano ha recentemente varato un fondo di salvataggio da 20 miliardi di euro. In alcune di queste partecipate, tra l'altro, è socio a sua volta il Monte dei Paschi. Noi pensiamo che si debba voltare pagina senza indugi su un sistema prono agli interessi delle banche - conclude Donzelli - ci auguriamo che su questo anche il Partito democratico faccia la sua parte".

Anonimo ha detto...

RISULTA CHE ANCHE IL COMUNE ABBIA QUOTE IN TERME (Regione Toscana-Comune-Fises ecc. ecc.)QUALE POSIZIONE E RUOLO HA IL COMUNE IN MERITO ALLE DISMISSIONI E SE SAPEVA DEL BUCO MPS DOVEVA ESSERE INFORMATO IL CONSIGLIO COMUNALE? CHI E' L'ASSESSORE AL TERMALISMO?

Anonimo ha detto...

Io credo che questa AC non ne azzeca una.
Invece che fare convenzione con banca Cras per l'insonorizzazione degli hotels, faccia la convenzione con le Banche ed istituzioni per buttare giu qualche hotel ormai cadente, che casca a pezzi, pericolante e di pessimo impatto turistico.
Cosa fà l'AC che ogni mese chiudono almeno 4/5 attività/negozi ? Cosa offriamo ai turisti ? Per fare una passeggiata shopping devono andare all'outlet ?

Tutti per la ripresa di Chianciano ha detto...

Buongiorno

Tutti per la ripresa di Chianciano Terme,
Nella lettera aperta del Sig. Massimo Altaluce di venerdì 03.01, con molto piacere ho letto, il suo lungo e dettagliato elenco delle Eccellenze che sono presenti in Chianciano Terme, e della volontà di impegnare il Comune per unire tutti in uno sforzo di aggregazione, in ottemperanza alle decisioni prese dalla Regione Toscana, e dai fatti ben noti della Banca M.P.S., la situazione attuale si presenta abbastanza problematica, riguardo il dissesto finanziario dovuto alle precedenti gestioni compreso l'anno 2016, per questo motivo reputo indispensabile una maggiore e attenta riflessione sulle scelte da intraprendere.
La materia prima non è mancata mai, ci sono varie eccellenze, esiste un indotto, un MERCATO, malgrado tutto Chianciano Terme in questi ultimi 20 anni è andato sempre più a peggiorare, si dice, ma la crisi ha colpito tutti i settori, si è vero, ma il settore del termalismo è un settore particolare, non è uno stabilimento che produce ricambi per macchinari speciali, che con l'avvento della elettronica non ha più mercato quindi è costretto ha chiudere.
Chianciano, con i suoi impianti Termali offre servizi al pubblico fin dal tempo degli Etruschi; le Terme prima di questa gestione (pubblica politica) è stata gestita da un Imprenditore privato, (si è vero ma c'erano le cure termali pagate dallo stato),- ma c'era anche un ingegnoso imprenditore che sapeva fare il suo mestiere, ricordo che nel periodo anni 70/ 80/, mandavo giornalmente motrici e autotreni per caricare confezioni di acqua da trasportate in varie città d'Italia, venivano organizzati importanti convegni, e tante tante altre iniziative tutte di un BUON LIVELLO.
Quindi viene giusto pensare che il problema non è il prodotto, il problema è stato creato dal susseguirsi dei vari management, che non sono mai stati capaci di impostare una sana gestione.
Sig. Massimo, io non sono un politico, credo di essere un pratico semplice piccolo imprenditore, caparbio, determinato, nella mia lunga vita di lavoro, è nei momenti difficili che ho individuato soluzioni per migliorare.
Io credo alle potenzialità di Chianciano Terme e non solo, se ha tempo dia uno sguardo al "blog spot tutti per la ripresa di Chianciano," potrà leggere quante iniziative ho portato a Chianciano, ma purtroppo la politica salvaguardia se stessa non l'interesse dei cittadini.
E' per questo che fin dal trascorso anno, faccio presente che al momento l'unica via da intraprendere è credere nelle nostre eccellenze, fare aggregazione unire tutte le sinergie, "FARE SQUADRA".
Ma dobbiamo essere coscienti e non transigere, la squadra per dare ottimi risultati deve avere un valido MISTER dimostri di aver avuto esperienze gestionali di attività Industriali un valido MANAGEMENT.
Se tutto parte con sani principi, e non necessariamente modesti, consapevoli delle eccellenti potenzialità che abbiamo, si può pensare anche a realizzare il CENTRO INTERNAZIONALE DEL TERMALISMO, gli ingredienti ci sono tutti.
Mi permetto di fare una piccola considerazione, solo di confronto, altre importanti Impianti non termali, come la Reggia di Caserta, gli scavi di Pompei, ricordate pochi anni Fa erano in stato di abbandono, bene sono ritornati alla ribalta, grazie a dei Validissimi Dirigenti Italiani e NON incuranti degli ostacoli di ogni tipo anche sindacali, ma con il preciso Intento di sollevare le sorti, in seguito alle precedenti gestioni all'italiana.

Mi sono permesso di fare queste considerazioni solamente per dire che, in qualsiasi luogo che esiste la materia prima, merita impegnarci e realizzare quanto necessario, una buona gestione premia per gli investimenti effettuati.

invio a tutti migliori saluti

Oreste C.
Tutti per la ripresa di Chianciano Terme

Palabruco ha detto...

Ma la convenzione con la CRAS per finanziare l'insonorizzazione degli hotel viene proposta per salvaguardare il sonno degli abitanti di Chianciano e dei turisti quando ci sono le serate rave ai fucoli o la festa della musica a luglio?

Anonimo ha detto...

Eh si poi con tutto quel traffico e la gente che c'e' a Chianciano ci vogliono le triple finestre altrimenti non si dorme.
Te sindaco ce l'hai a casa le doppie finestre e le zanzeriere cosi un ti pizzicano nemmeno le zanzare ?

Sei un fenomeno, un sindaco cosi se non ci fosse andrebbe cercato.
Ne fai tante ma nemmeno una giusta. Bravo

Anonimo ha detto...

Sindaco incomincia con i tuoi amici dei Rave party della rinascente fagli fare le serate e se hanno qualche soldo fagli fare le insonorizzazioni, magari prima che gli prenda tutto il tribunale....
sai un si sa mai....

valtubo ha detto...

Domani, mercoledi 7 febbraio, si parla di Terme e Chianciano su NTI nella trasmissione L'Agenda Rossa alle 20,30 canale 271, sono stato invitato come blogger-opinionista insieme a Leonardo Mattioli alla trasmissione e saranno presenti il Sindaco di Chianciano Terme, il segretario del PD di Chianciano Fallarino, il portavoce del M5S De Angelis ed il consigliere regionale Scaramelli.
Se avete domande da suggerirmi per farle in trasmissione inviatele come commento oppure alla mail valtuboblog@gmail.com

Saluti,

Valtubo

valtubo ha detto...

Stasera su Nti alle 20,30 sarà presente anche il presidente dell'Associazione Albergatori:

Le scrivo per comunicarle che ospite della trasmissione sarà anche il presidente di Federalberghi Daniele Barbetti.
A tal proposito chiedo di aggiungerlo nel suo post appena pubblicato sul suo blog.
Certa di questo porgo i nostri più cordiali saluti e le auguro buona serata!

Ufficio Stampa Federalberghi Chianciano


Arrivate le prime domande via mail da sottoporre agli ospiti, continuate ad inviarle o come commento o alla mail valtuboblog@gmail.com

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

ora siamo tutti ringrazia loro NTi per l'invito anche x ALTALUCE

Anonimo ha detto...

Valtubo oggi è l'8 non il 7

Chiancianese Doc ha detto...

Scaramelli se butti giù tutti gli alberghi fatiscenti e ci fai aree verdi oltre ad aver risolto gran parte dei problemi di Chianciano Terme ti si fa PAPA.

Consorzio ChianciaSi ha detto...

ChianciaSi, obiettivo puntato sui digital e social media

Il programma 2017 per il Consorzio ChianciaSi comprende un piano marketing che punta sul digital e sui social media. Senza dimenticare Fiere in Italia ed eventi all’estero. «A marzo organizzeremo con il prezioso supporto dell’operatore Mice BTL – sottolinea Gianluca Tedesco, general manager ChianciaSi – la prima edizione di MMP, al quale parteciperanno 20 operatori del mice provenienti dall’Europa dell’Est, che incontreranno seller da tutta Italia». Si tratta di un’occasione per avviare nuovi contatti e per far toccare con mano agli operatori stranieri il prodotto Toscana. Nonostante la crescita a doppia cifra nel 2016, nel 2017 l’obiettivo è di crescere ancora. All’interno del Consorzio ChianciaSi ci sono le Terme. Da una parte le Terme Sensoriali, un mix tra esperienza termale, naturopatia e la campagna toscana, e dall’altra le Piscine Termali Theia, 4 esterne e 3 interne, tutte collegate e alimentate dall’acqua della sorgente Sillene.

Anonimo ha detto...

Anonimo Anonimo ha detto...
Sindaco incomincia con i tuoi amici dei Rave party della rinascente fagli fare le serate e se hanno qualche soldo fagli fare le insonorizzazioni, magari prima che gli prenda tutto il tribunale....
sai un si sa mai....

7 febbraio 2017 20:08

In risposta a questo commento
esprimo solo la mia opinione dicendo che e' un commento di una bassezza culturale impressionante .

il termine rave il termine è usato per indicare tutte le feste in cui non vengono richieste autorizzazioni e assolti gli obblighi quali pagamento diritti d'autore, rispetto di normative igienico-sanitarie nella somministrazione di cibo e bevande, eccetera

Penso sia molto offensivo nei confronti di tutti coloro che collaborano alla realizzazione di questi eventi ,mettendoci soldi e faccia , e nei confronti degli operatori del settore

Un unico consiglio non si nasconda dietro ad una firma anonima , serve solo a confermare a se stesso quanto e' COGLIONE .
saluti grandissimo fenomeno da tastiera
STEFANO FRONTEDDU

Anonimo ha detto...

Da wikipedia:
"Rave party (o più semplicemente rave) è il termine utilizzato alla fine degli anni ottanta per descrivere le prime feste con musica elettronica (acid house, tekno, jungle, drum & bass, goa, psy-trance),[1] caratterizzate dal ritmo incalzante di musica dance e giochi di luce.
Negli ultimi anni il termine è usato per indicare tutte le feste in cui non vengono richieste autorizzazioni e assolti gli obblighi quali pagamento diritti d'autore, rispetto di normative igienico-sanitarie nella somministrazione di cibo e bevande, eccetera" .


Stefano Fronteddu se copi e incolli da wikipedia, almeno copia e incolla tutto, non solo la parte che ti piace...

Ciaone

Anonimo ha detto...

Caro Fronteddu hai fatto l'ennesima figura di m...
ma d'altronde che volevi sperare ??

Povera Chianciano in che mani

Anonimo ha detto...

Non hai capito neanche il senso del commento ..
Grazie mi dai nuovamente conferma

Solo per precisare ...non siamo più negli anni 80 .,come nel testo da te
Copiato il termine negli ultimi anni ha assunto un nuovo significato (come da testo da me copiato).

Simpatico anonimo , non per insistere ma e' buona educazione , se si è convinti delle proprie idee firmarsi
Saluti fenomeno
stefano fronteddu

Anonimo ha detto...

altro caro amico anonimo mi spieghi l'ennesima figura di merda ?
hai detto bene povera chianciano

buona serata anonimoni

MAZZETTI STEFANO ha detto...

occasione di incontro, utile anche a dare info e news a colleghi rispetto anche altre cose riguardanti rurale-e attività LEGATE A "VERDE". UTILE PER DARE-AVERE, SUGGERIMENTI, CONSIGLI,IDEE , RIGUARDANTI NOSTRO SETTORE

OGGETTO: Convocazione incontro tra l’Amministrazione comunale / Aziende Agricole - Progetto Valdichiana Eating – martedì 14 febbraio 2017 ore 17.00 presso il Comune di Chianciano Terme.

Con la presente si comunica che questa Amministrazione comunale intende incontrare i Presidenti/Rappresentanti/Titolari/Gestori delle Aziende Agricole che svolgono attività nel comune, per presentazione del Progetto Valdichiana Eating.

Pertanto, Vi chiediamo di poter partecipare all’incontro fissato nel seguente giorno:

Martedì 14 febbraio 2017 ore 17.00
Presso la Sala consiliare del Comune di Chianciano Terme in Via Solferino, n. 3

Chiediamo cortesemente alle Associazioni di Categoria di coinvolgere eventuali nominativi non in indirizzo, in modo da garantire la massima partecipazione.

Vista l’importanza dell’incontro, siamo certi della Vostra presenza.

Cordiali saluti

Andrea Marchetti

Anonimo ha detto...

Si parla di fare una nuova fontana alla Rinascente per abbellire l'ingresso a Chianciano, io dico che è già discreto così, non si sente il bisogno di una nuova fontana, piazza Italia basta e avanza, si potrebbe cercare di migliorare quest'ultima con spesa irrisoria, anche facendo una scala di collegamento tra i due livelli e manutenzione più frequente.
Si potrebbe impiegare la spesa prevista per illuminare meglio alcune strade, in via Lombardia sembra di essere tornati ai fanali a petrolio, il mega lampione di piazza Italia che doveva essere demolito quattro o cinque anni fa è ormai ridotto a due soli fari funzionanti ( uno a luce ridotta ) degli otto esistenti.
Ben vengano le migliorie, ma che servano a rendere la città più accogliente e pulita e non a causare delle spese di manutenzione per la nuova fontana per la corrente elettrica, l'acqua e la continua pulizia.
Quando le risorse scarseggiano si utilizzano per le attività più utili o urgenti.