e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

domenica 30 novembre 2014

Bellissima serata ricca di sorprese e novità




Scusate se ci ho messo un po’ ma per preparare il file della serata c’è voluto tanto, ma ne valeva la pena, la serata per i 6 anni del Blog Valtubo è andata come speravo, intanto ringrazio la famiglia Mencarelli per avermi messo a disposizione la sala dell’Hotel Ricci e tutto ciò di cui avevo bisogno dai microfoni agli impianti per registrare in presa diretta, poi ringrazio Roberto Marchi per l’assistenza tecnica, gli ospiti che si sono prestati alla serata e tutte le persone, un centinaio, che hanno assistito all’incontro.

Il dibattito è stato molto interessante, nuovo per Chianciano Terme, pieno di novità, lo potete riascoltare (e ne vale la pena) nel video del post, tante le informazioni e le anticipazioni dalla variazione della ZTL in paese per il periodo invernale al cambiamento di destinazione dei 2 milioni per il Palamontepaschi, dalle modifiche che intende fare la Maggioranza per Piazza Italia alla moratoria per i debiti delle aziende, dall’alta velocità, alla fiscalità alle promesse sui primi 100 giorni non proprio mantenute,  all’assetto delle Terme, al congresso PD per il nuovo segretario, ai costi di Nuove Acque e tante altre cose.



Video dal canale valtuboblog su youtube

Ma l’aspetto che mi ha colpito di più era il rapporto tra Maggioranza ed Opposizioni nella serata è apparso sempre più chiaro che c’è molto attrito tra M5S e Maggioranza mentre per Chianciano Riparte ed il PD c’è un notevole feeling tanto che ad un certo punto della serata si è parlato di governassimo per quanto andavano d’accordo su quasi tutti i punti, Piazza Italia e stato l’unico dove si è visto una vera visione diversa.

Aspetto vostri commenti sul quadro che appare per il futuro di Chianciano dopo tutte le notizie e novità annunciate nella serata.

Saluti,

Valtubo

ESCLUSIVA ASSOLUTA del canale Valtuboblog su youtube commento del Presidente del Monte dei Paschi Alessandro Profumo su MPS e TERME DI CHIANCIANO

191 commenti:

Anonimo ha detto...

Io c'ero e sinceramente non ho avuto la sensazione che si mirasse ad un governissimo ma solamente ad un profondo senso di responsabilità politica in relazione alle molteplici difficoltà in mezzo alle quali il paese si trova. Responsabilità che non ha mostrato di certo il M5S che continua ad aizzare il popolo come in campagna elettorale perorando assurde battaglie di altri e non mostrando mai vera ed approfondita conoscenza della singola materia e della realtà chiancianese. Per loro l'importante è' solo andare contro e l'esempio sulla Fondazione e' lampante: prima approvano in commissione e poi votano contro in consiglio. E questo è senso di responsabilità?

Anonimo ha detto...

Per marchetti

QUANTO DICHIARATO DAL VOSTRO GEOLOGO NON HA NESSUNA VALENZA SE TALI DICHIARAZIONI NON SONO SUPPORTATE DA PROVE SCIENTIFICHE : TRA L’ALTRO, QUANTO ASSERITO DAL GEOL PAGANO E’ IN NETTA CONTROTENDENZA CON QUANTO DICHIARATO DAL CNR DI PISA E DAL GEOLOGO PALAZZI IN UN ATTO PUBBLICO.
CREDO SIA INTERESSE DELL’ A.C. DARE DELLE RISPOSTE CERTE, DOCUMENTATE, I CITTADINI SI ASPETTANO TRASPARENZA IN SPECIAL MODO QUANDO L’OGGETTO DELLA DISCUSSIONE E’ UN BENE PUBBLICO: LE “TERME” !

Anonimo ha detto...

Per il Sindaco
La cittadinanza ha il diritto di sapere, con prove alla mano, che la crtiticità della falda termale evocata da De Angelis, non esiste.

Anonimo ha detto...

Scirvete una bella letterina a babbo natale. Sicuramente sarete esauduti. In modo particolare se vi fate raccomandare dagli elfi della proloro. Abbiate fede. Nel 2015 ci sarà una grande ripresa. State pronti.

Anonimo ha detto...

Dire che non si mira ad un governissimo è la verità.
C'è già . C'era nei dieci anni passati e continua ad esserci con l'attuale a.c. Senza se e senza ma. È una verità inconfutabile!

Linda Pallecchi (Dirigente Provinciale Fratelli d'Italia- Alleanza Nazionale) ha detto...

Caro Valerio no.
Guarda che di governissimo ne ha parlato la giornalista Betti. E questo perché l’atteggiamento tenuto del Rondoni ha avuto dell’incredibile. Infatti il Rondoni ripeteva le cose dette/fatte/e programmate dal Marchetti come fossero state farina del suo sacco! Con un tono di voce di plauso e soddisfazione.
Voci di corridoio segnalano che tutto questo "atteggiamento propositivo" tenuto dal Rondoni/PD nei confronti del sindaco Marchetti (ricordiamolo: ampiamente vittorioso con lista civica con forte appoggio del PDL) ha – forse – a che fare con certe indicazione date dai vertici PD. Anche le dimissioni della Segretario PD Sanchini furono richieste e sono arrivate. Nel rispetto dei “giochi politici”, va ricordato a tutti che siamo in piena campagna elettorale per le regionali 2015. Quindi ogni passo fatto ha lo scopo di lavorare di fino per riprendersi il potere indiscusso a Chianciano Terme. Non c’è da stupirsi - ma da inorridirsi si però - se sull’operato del Marchetti vorranno metterci il cappello. Cominciano già a proclamarsi come “sostenitori della giunta Marchetti, su ciò che farà bene… per collaborazionismo e per il bene di Chianciano”. Però non ci hanno ancora spiegato perché non ci hanno pensato in questi ultimi 25 anni .
Quindi il cappello gli serve perché siamo in piena campagna elettorale per le regionali del 2015. Lunedì a Chianciano ci saranno Profumo (MPS) e la Camusso. e saranno alle Terme, ospiti del Rondoni. Pochi giorni fa il dottor “non ricordo il nome” era a Porta a Porta e in quell’occasione (nazional-popolare) è uscito l’ articolo della giornalista Betti per coronare il tutto. Una mobilitazione massiccia in piena regola.
Noi di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale desideriamo ricordare che sia il Rondoni e tutti i suoi sostenitori, sono le stesse persone che con il loro fare hanno tutte le responsabilità per ciò che è Chianciano oggi. Un paese in sofferenza, in pesante sofferenza. E non va meglio a livello nazionale. Non credo che questi personaggi abbiano un interesse per la nostra cittadina termale e per le nostre attività commerciali private, se non solo per recuperare quei voti persi e riprendersi le poltrone del comando. Solo fosse vero il contrario ci potevano pensare prima, ma non lo hanno fatto.

Fabiano De Angelis Consigliere Comunale M5S Chianciano Terme ha detto...

De Angelis (M5S): “La nuova tassa occulta di Nuove Acque”

Nella nostra ultima interrogazione, in merito all’annunciato e illegittimo rincaro delle prossime due bollette dell’acqua, abbiamo chiesto all’Amministrazione Comunale di Chianciano Terme se avesse l’intenzione di opporsi a questo ulteriore balzello da parte del gestore privato del nostro acquedotto. La risposta in sintesi e per usare le stesse parole dell’assessore alle società partecipate Damiano Rocchi, è stata questa “Riteniamo quindi che la Società Nuove Acque abbia pertanto mantenuto un comportamento legittimo e rispettoso della normativa, come comunicatoci con nota dall’Amministratore Delegato…..”. A parte il fatto che l’interrogazione era diretta alla giunta Marchetti,e quindi ci saremmo aspettati una risposta da loro, invece non hanno fatto altro che girare l’interrogazione all’ufficio legale di Nuove Acque, facendosi fare, in sostanza, la risposta da loro e sposando ,supinamente, la causa della privatizzazione dell’acqua pubblica ,in perfetto stile “renziano”.Quello che sta per succedere è questo: Il gestore si prepara in questi giorni a riscuotere due fatture da 2,371 milioni di EURO mediante un adeguamento retroattivo della tariffa di depurazione, aumentandola di 25 centesimi per metro cubo consumato nel corso del 2012 alle utenze ‘depurate’ che, per una famiglia media, significa spendere ulteriori 40 euro annui (in aggiunta ai costi correnti),pensate quanto questo incida nelle bollette di uno dei nostri alberghi già in forte sofferenza. Una ulteriore penalizzazione a nostro giudizio illegittima e non dovuta. Gli amministratori locali, a differenza del deposito cauzionale, erano stati avvertiti per tempo, a fine settembre, della questione ma hanno preferito non prendere posizione.
In pratica Nuove Acque spa addebita la voce ‘Partite pregresse 2009/2011 rata 1’ e che tale addebito, stando a ciò che viene riportato nella fattura, sarebbe dovuto al rispetto e in ottemperanza di quanto previsto DALLA delibera n. 643/2013 dell’AEEGSI (Autorità per l’energia elettrica il gas e il servizio idrico) e del decreto del direttore generale di AIT n. 39 del 30/06/2014 e quindi, in conseguenza di ciò, la Società Nuove Acque procede al recupero addebitandolo agli utenti i cui scarichi risultavano depurati nel 2012, applicando loro, di fatto, un aumento retroattivo di 0,25 euro per ogni metro cubo consumato e quindi depurato.
Va però sottolineato – precisa Fabiano De Angelis– come il 6 ottobre scorso, con apposito comunicato, la stessa Autorità per l’energia elettrica e il gas ha definito non corretto tale addebito. Inoltre nello stesso comunicato si rammenta che è fatto divieto ai gestori di richiedere all’utenza importi per conguagli pregressi non espressamente deliberati dall’ente di ambito entro l’aprile 2012.
La giurisprudenza considera comunque illegittimi – prosegue il consigliere pentastellato – gli adeguamenti tariffari ex-post, ovvero la legge non consente aumenti retroattivi delle TARIFFE , come già dimostrato dalla sentenza n. 4892/2010 del TAR Toscana (successivamente confermata dal Consiglio di Stato con sentenza n. 3920/2011)”. (segue)

Fabiano De Angelis Consigliere Comunale M5S Chianciano Terme ha detto...

Siamo quindi in presenza di un atto, a giudizio del MoVimento 5 Stelle, che è non corretto nella tempistica, deliberato a giugno 2014 mentre il TERMINE ultimo era l’aprile 2012. Non corretto nemmeno nel merito perché, come ha definito l’Autorità per l’energia elettrica e il gas nel proprio comunicato, il riferimento all’articolo 31, comma 1, dell’ allegato A del MTI della deliberazione AEEGSI 643/2013/R/idr non è riferibile ai canoni di depurazione del 2012 ma, viceversa, le partite pregresse in questione sono riconducibili a partite di costo afferenti il vecchio metodo di calcolo, ovvero il metodo normalizzato vigente sino al 2012 sul quale non è possibile chiedere somme pregresse.
Ma, come ripeto, la nostra amministrazione ha preferito schierarsi col gestore privato e non opporsi a questo ulteriore addebito,lasciando i cittadini e gli imprenditori soli. Dal Sindaco Marchetti, da me ulteriormente sollecitato, ho avuto come risposta, solo come inutile e sterile esercizio di governo, l’accenno a generiche consultazioni con altri sindaci in una riunione indetta il 3 dicembre, a tempo ormai ampiamente scaduto, circa gli addebiti che, viceversa, costringono gli utenti a pagare entro fine mese.
“Tutto cambia affinchè nulla cambi” (Giuseppe Tomasi di Lampedusa)

Fabiano De Angelis
Consigliere Comunale M5S Chianciano Terme

Centritalianews.com ha detto...

Chianciano: poche scintille e discussione tranquilla nell’incontro pubblico tra maggioranza e opposizioni

Un’attenta platea ha seguito con interesse le quasi due ore e mezzo di confronto tra le anime politiche che siedono nel consiglio comunale di Chianciano Terme (la maggioranza di Punto e a Capo rappresentata dal sindaco Andrea Marchetti e dal vicesindaco Rossana Giulianelli, le opposizioni di Chianciano Riparte -PD- e M5S rappresentate rispettivamente dai consiglieri Massimo Rondoni e Fabiano De Angelis, infine sempre per il PD David Rossi) riunite nell’incontro pubblico organizzato in occasione dei 6 anni di attività del blog ‘Valtubo’. A moderare lo stesso padre del celebre social Valerio Tubino che ha condotto gli ospiti su alcune tematiche importanti per fare il punto su quanto è stato fatto, progettualità future e criticità della cittadina termale, a sei mesi dall’insediamento della nuova amministrazione. La discussione si è aperta con i progetti relativi al centro storico, dalla ZTL che a breve (si sta aspettando, ha dichiarato il sindaco, l’ordinanza della municipale) sarà soggetta a variazioni per tutto il periodo invernale (nello specifico la riapertura 24 ore della zona 1) con alcuni inerventi sui posti auto; allo stato dell’arte dei lavori al parcheggio del Cantinone, la cui realizzazione si attende ormai da anni ma che, a causa della crisi della ditta appaltatrice,subirà un ulteriore slittamento dei tempi di consegna (inizialmente previsti per fine dicembre) verosimilmente a febbraio 2015.Spazio anche al bilancio dei due mesi di sperimentazione del trenino gommato ‘termalino’ (in generale molto buono sebbene, come è emerso dal dibattito, non avrebbe di per sé determinato grandi spostamenti turistici verso il centro storico), un servizio che però difficilemente (la ditta non ha dato ancora una risposta in merito) vedremo in versione ‘natalizia’ abbinato al Paese di Babbo Natale a Sant’Elena: il ritorno del trenino sarà probabilmente a primavera del 2015 e proprio in questo senso l’amministrazione ha preso contatti con Tiemme ed è in attesa di una proposta commerciale da parte della ditta di trasposti. Altro argomento trattato, già scaldato dalle polemiche tra maggioranza e opposizione PD sulle cifre nelle scorse settimane, la gestione di Piazza Italia a fronte dell’enorme mole di spesa sulle spalle del comune (50.000 euro annui, come dichiarato dal sindaco) cui si aggiungono alcuni problemi strutturali (ad esempio l’impossibilità di organizzare manifestazioni con l’allestimento di palchi) e di sicurezza (le vasche non sono sempre ben visibili), criticità, quest’ultima, che l’amministrazione vorrebbe risolvere con interventi minimi e low-cost (ad esempio con piante galleggianti per delimitare le vasche). Sul fronte dell’abbattimento dei costi la questione sembra più complessa e, al di là dell’efficientamento del riciclo dell’acqua (che, ha dichiarato il sindaco, potrebbe portare le spese a 40.000 euro), un altro intervento possibile potrebbe essere la formazione di personale comunale dedicato che permetterebbe di non appoggiarsi ad una ditta privata per accensione-spegnimento dell’impianto;tutte opzioni, ha dichiarato il sindaco, che l’amministrazione sta valutando.È invece intervenuto a difesa del progetto Piazza Italia con la sua continuazione, attraverso elementi di richiamo, fino al parco Acquasanta, Massimo Rondoni ricordando come, in riferimento anche alle tante voci che già all’indomani dell’inugurazione dell’opera si levarono (e ancora si levano) rimpiangendo il precedente parcheggio, Chianciano sia un paese a vocazione turistica e che in funzione dei turisti deve vivere. (segue)

Centritalianews.com ha detto...

Turismo appunto, una nota dolente per Chianciano il cui settore ricettivo, stando ai dati dell’osservatorio turistico provinciale relativi ai primi otto mesi dell’anno, è ancora in sofferenza. Una condizione che dura ormai da anni con ripercussioni non soltanto sul piano economico-occupazionale e sociale ma anche strettamente urbano dove produce una serie di situazioni di degrado cui il progetto scambio di volumi sta cercando di porre rimedio ma, come ha ricordato il sindaco Marchetti nel dibattitto, i volumi in questione sono tantissimi ed i tempi, purtroppo, lunghi. Più in generale il comune di Chianciano Terme sta lavorando al regolamento urbanistico ed a breve (il prossimo 5 dicembre) gli amministratori hanno annunciato un incontro con i tecnici per i quali (ma lo stesso Marchetti li ha definiti ‘ottimisti’) i lavori potrebbero concludersi entro 6-8 mesi, ed in ogni caso (anche considerando tempi di realizzazione un po’ più lunghi) ben prima del masterplan, il documento strategico condiviso con la regione che dovrebbe indirizzare le azioni di programmazione urbanistica, che verosimilmente non sarà disponibile prima dell’estate 2016. L’amministrazione ha così scelto di rischiare e di chiudere quanto prima il capitolo regolamento urbanistico, con la consapevolezza di doverlo rimaneggiare se il masterplan dovesse dare altre direttive, poiché, ha ricordato Andrea Marchetti, Chianciano ne ha un estremo bisogno. Sul fronte delle attività produttive sindaco e vicesindaco hanno inoltre annunciato un progetto in via di definizione con alcuni istituti di credito rivolto nello specifico al problema dei mutui, e l’impegno a rivedere la fiscalità nei limiti consentiti dal bilancio. Altro tema caldo cui è stata dedicata una parte rilevante della discussione, le Terme di Chianciano, dalle quali si attende la cosiddetta seconda fase del piano industriale, quella dedicata rilancio, dopo la prima fase di messa in sicurezza dell’ente. A dare delucidazioni in merito ai tempi è stato lo stesso sindaco Marchetti che ha parlatodella possibile presentazione del piano già ad inizio anno: intanto ci sarà a breve un nuovo incontro sulla questione tra parti istituzionali (tra cui la regione,sui cui annunci di vendita delle partecipate il primo cittadino chiancianese si è dichiarato scettico) e gestione. Tra le linee guida annunciate da Marchetti l’incremento del settore idropinico (per il quale è stato ricostituito un comitato scientifico) e sanitario (con possibile futura intersa tra UPMC e Terme), mentre per la parte del wellness prioritario il completamento delle piscine Theia per il cui progetto (a disposizione un importo di 2,5 milioni di euro) l’immobiliare ha già incaricato due architetti. (segue)

Centritalianews.com ha detto...

Molto complessa poi la questione del parco Fucoli dal quale la mescita è stata definitivamente spostata in favore del parco Acquasanta: il comune in questo senso è riuscito a svincolare i fondi regionali (2 milioni di euro) dall’acquisto del Palamontepaschi destinandoli in generale a progetti legati al parco (se nella disponibilità del comune per 20 anni) ma la strada (che prevede infine l’ottenimento dello stesso Palamontepaschi ed una gestione mista pubblico-privato per pareggiare i conti) sembra essere ancora lunga e non priva di nodi da sciogliere. Infine non poteva mancare la richiesta di chiarimenti sul percorso intrapreso dal PD dopo le dimissioni del segretario dell’unione comunale Monica Sanchini: David Rossi sul tema non si è sbilanciato limitandosi a dire come il congresso, che proseguirà fino al 20 dicembre, stia lavorando ad un progetto nuovo (‘nessuna corrente’ ha sottolineato rispondendo all’incalzante domanda di Tubino in merito alla comparsa di qualche frangia renziana); massimo riserbo per il momento anche sui nomi. Più di due ore di confronto intenso, insomma, in cui i primi 6 mesi di governo della cittadina termale da parte della nuova amministrazione comunale sono stati passati in rassegna tra progetti realizzati ed in fase di realizzazione (compresi quelli di area, alcuni dei quali -ad esempio Ryanair e marchio di qualità- vedono il comune di Chianciano Terme capofila, sconfessando di fatto l’ipotesi di un qualche isolamento per diverso colore politico nei vari contesti istituzionali in cui il PD è maggioritario paventata all’indomani della vittoria elettorale di Punto e a Capo, lista civica),il tutto in una discussione dai toni per lo più distesi(sebbene qualche scintilla soprattutto tra la maggioranza ed il pentestellato De Angelis ad esempio sulla posizione assunta in merito alla candidatura di Chiusi per ospitare la stazione Media Etruria ci sia stata) che, senza nascondere le criticità ancora presenti ma mettendo in luce le tante potenzialità della cittadina termale, ha aperto interessanti riflessioni sul futuro.

Anonimo ha detto...

Per m5s
Sarebbe utile richiedere ufficialmente all’ a.c. le PROVE (ufficiali) che il problema della criticità della falda termale a Chianciano non esiste.

Anonimo ha detto...

Sono d’accordo con Linda Pallecchi:
la lista civica (civetta) peac , alle scorse amministrative ha INGANNATO 1800 persone.
Questo modo di fare politica è disgustoso!

Anonimo ha detto...

Tempo fa' sia M5S che amministrazione hanno fatto comunicati in merito ad incontri congiunti con i geologi palazzi e pagano. non penso che esistano versioni diverse del geologo delle terme, quindi perché il m5s, che le dovrebbe conoscere entrambe, fa' riferimento solo allo scenario preoccupante? Fa' più comodo per fare opposizione?

Anonimo ha detto...

La sig.ra Pallecchi ha detto tutt'altro.
Imparate a leggere!

linda pallecchi (FdI-AN) ha detto...

:) ringrazio chi ha precisato. Comunque al signore che risulta confuso vorrei chiarire una cosa. Le ricordo che Marchetti era all'opposizione ed era proveniente da una coalizione di centro destra (PDL). In quelle elezioni con Ferranti vincente, il PDL perse con 1920 voti, voti di destra ! Ora, stia attento, il Marchetti e la lista civica PEAC hanno vinto con 1803 voti. Adesso faccia le sue matematiche considerazioni. Non credo lei sia tra i suoi elettori, chi lo ha votato sapeva perfettamente cosa faceva, e dall altra parte era stata formata una fortezza del potere con esponenti provenienti da tutte le cariche pubbliche di storico peso. Marchetti e la sua Giunta da quanto si è potuto rilevare dal dibattito, sta facendo un buon lavoro. Tempo al tempo, perché recuperare lo sfacelo del ns paese sarà arduo, ci vorrà tempo e dedizione. I ragazzi della Giunta c'è la stanno mettendo tutta, e si muovono senza un partito alle spalle. Da soli e con vere capacità personali ed è per questo che oltre al nostro voto ribadiamo il nostro appoggio al Sindaco Marchetti.

Anonimo ha detto...

Anche se voleva dire tutt'altro, ha in realtà detto la pura verità. Lista civetta dello stesso pd.

Massimo Altaluce su profilo Facebook ha detto...

A proposito di "governissimo", come dichiara Valtubo ... Le sue affermazioni sono puramente discutibili ed improprie. La nostra Lista Civica e pertanto l'Amministrazione Comunale si identifica come indipendente dai Partiti politici. Ognuno di noi viene da esperienze sociali, politiche e nessuno lo mette in dubbio ma non ci nascondiamo e non rinneghiano le ns origini. Ecco perchè i cittadini ci hanno votato ed hanno voluto il cambiamento. Penso che la democrazia e l'alternanza non può che portare un bene condivisibile per Chianciano ed i fatti lo dimostrano. Noi abbiamo detto .eaCapo senza criticare il passato. Siamo propositivi e vogliamo ricostruire la ns Città, ci stiamo movendo in tutti i settori collaborando con tutti i cittadini ed apriamo al privato proponendo le nostre idee ed i progetti del ns Programma Elettorale. Lista Civica, Pd, 5 stelle non abbiamo la stessa motivazione? Pur con posizioni politiche e scelte amministrative diverse non abbiamo la volontà condivisibile per un progetto comune il bene della ns Città Termale?. Questo è il mio pensiero, vi ricordo che sono stato votato da cittadini senza tessera politica, mi hanno appoggiato schieramenti politici sia di sinistra di centro e di destra. E Allora? Mi domando, a quale colore appartiene il ns Comune? Io credo che non esistono più schieramenti talmente contrapposti tra loro, forse "Movimenti" che cavalcano un periodo di poca credibilità politica ma le loro parole sono fumo rispetto ai nostri fatti. Noi andiamo avanti sicuri del consenso della nostra Chianciano Terme - Insieme si può - e allora accettiamo si critiche , ma costruttive. Massimo

Anonimo ha detto...

Peccato che allo sfacelo del paese ha contribuito anche chi lo amministra adesso senza aver mai fatto un'opposizione degna di questo nome o avendo in maniera netta e diretta addirittura appogiato almeno le ultime due amministazioni di sinistra. Se per voi questo è il nuovo che avanza?

Anonimo ha detto...

Tanto continuerete a suonarvele e a cantarvele da soli.
Non c'è niente da fare, dovete tener fede ad ogni costo al vostro motto di cene e festicciole.

Anonimo ha detto...

A linda pallecchi
Il signore confuso vorrebbe precisare: Il rondoni non ha assunto durante il dibattito un atteggiamento incredibile, ma conforme alle direttive del partito (non come dice lei, però) : non si lascia ad altri la guida di una cittadina importante come Chianciano, ma si creano i presupposti per non perdere la piazza (la storia della nostra repubblica ce lo insegna), e non perdere così credibilità dopo anni di malgoverno, si cerca di rimediare agli errori fatti per non perdere i consensi alle prossime regionali.
Una vera lista civica, in netta antitesi con il pd, avrebbe potuto mettere in discussione l’operato del centro sinistra (a chianciano hanno lasciato una traccia indelebile) e penalizzare il centrosinistra non solo a chianciano ma in tutta la provincia.
Vorrei ricordarle che il pdl con 1900 non ha mai fatto opposizione.
Non è che per caso lei sta appoggiando le persone sbagliate?

mazzetti-stefano ha detto...

propersonalmente, non disprezzo come si sta muovendo e facendo amministrazione, e tolgo anche di mezzo logiche di colori politici, si è visto in Emilia quanto la politica è sentita, 65% di astensionismo,pd perde 750.000 voti, pdl sfasciato, 5 stelle male,gli altri pressochè inesistenti, la lega con soli 200.000 alza la % al 19% ma solo perchè la gente non ha votato.........QUALE è IL MAGGIOR PARTITO ITALIANO E CREDO ANCHE LOCALE??? QUELLO DI CHI SI è ROTTO I COGLIONI DI FARSI PRENDERE PER IL CULO, e non è rappresentato, si vota in Toscana 2015....con gli scandali analoghi su spese pazze e regali a consiglieri,sfascio totale di Siena Mps, e fondazione, sfascio totale di tantissimi comuni, a livello locale, sfascio del pd nel 60ennio, bordelli giunta Ferranti,casini Sanchini apt,casini Sanchini Monica dimessa,casini lista Rondoni non voluta dalle basi del partito, sparito pdl,gli unici coerenti 5 stelle, ma sono incasinati a livello nazionale tanto che non si sa nemmeno come si evolverà la questione..........e ancora qualcuno crede che alla maggioranza delle persone possa interessare la politica partitocratica in se,? vedrete che scoppola anche alle nostre regionali
-riguardo al governissimo citato da valerio, senza fasciarsi gli occhi di rosso o nero, personalmente dico MAGARI!!, nel senso che, ha vinto peac, e giustamente deve portare avanti le idee del gruppo, ma se gli altri in modo costruttivo hanno idee sane, o condividono qualcosa e fanno proposte per migliorare un idea.....SAREBBE PERFETTO, l'amministrazione in se non ha strumenti per agire sostanzialmente su costi, abbassamento aliquote,o magiche azioni che risollevino l'economia in pochi mesi, come nemmeno in 1 anno, alcune piccole cose le hanno fatte, e se anche piccole, in considerazione delle poche risorse che hanno, e lo sfacelo esistente sono cmq importanti, ma da pragmatico, apprezzo, ma non faccio salti di gioia, perche anche dopo aver partecipato a belle iniziative, feste, aver visto sorrisi, etc....le "estorsioni" che ci vengono fatte sono le stesse, con il paradosso che a rimetterci di + sono gli onesti che anche se nella merda per loro etica pagano tutti i mafiosi pizzi dai nazionali ai locali, con l'altro paradosso che paga solo i coglioni gia sapendo che servono solo a tenere in piedi il sistema che ci prende per il culo e stipendiare a 7 cifre i suoi intrallazzatori..........
-"aiutiamoli ad aiutarci"-------ma!!!! CHI METTE I BASTONI FRA LE RUOTE STRUMENTALIZZANDO POLITICAMENTE DI QUALUNQUE COLORE SIA........FUORI DAI COGLIONI!!!, ora non c'è bisogno di politica di parte ......ma di azioni trasversali, si potrà tornare a litigare sulla politica quando saremo fuori dalla merda.

Anonimo ha detto...

Cercate ancora di far credere alla gente che non c'era un tacito accordo tra vecchia e nuova A.C. ma un minimo di onestà intelletuale, visto che proprio voi ve ne sentite paladini assoluti, non sarà il caso che cominciate ad ammetterlo?
Tanto avete stravinto, il comune è in mano vostra. le associazioni sono provoi. Il minimo che fanno i 5stelle non serve praticamente a nulla e non vi daranno certo fastidio.Per qualche critica sul Blog, vera ed unica voce libera, vi inalberate subito. Arrivate addirittura a consigliare chi dissente di cambiare paese o passate addirittura alle offese.
Bel segnale di democrazia e di amministrare per il bene di tutti.

Anonimo ha detto...

Si penalizzasse la provincia resteremmo molto più isolati di quello che siamo. Ma che state dicendo?

Anonimo ha detto...

E' ripartito, si vede che cambia il tempo

ENRICO GRILLO ha detto...

per massimo altaluce.....la tua boria è talmente elevata che critichi il post di valerio dal profilo facebook e non dal blog.Condivido il fatto che le persone vi hanno votato per il cambiamento,che siete propositivi,che tutti gli schieramenti vogliono il bene di chianciano tranne il pd e già qui sbagli!!!!ma l'affermazione più grave e ritorno alla boria è dire solo noi facciamo fatti e invece alcuni movimenti(riferito a noi senza specificare)tipico atteggiamento da vigliacco,cavalcano un periodo di poca credibilità politica ma le loro parole sono fumo rispetto ai nostri fatti!!!ooooohhhhhhh che forza!!!!tutto qua????? noi siamo l'unica opposizione credibile a chianciano e questo vi crea fastidio PERCHè IL PD ormai si è appiattito all'amministrazione,infatti portiamo proposte e non parole se non ricordi vuol dire che ai consigli comunali non ascolti pensi alle tue oppure la tua boria troppo elevata non ti consente di recepire.....Grazie massimo

Anonimo ha detto...

La boria li acceca, se la cantano e se la sonano,i cittadini si sono arresi davanti a tanta spocchia! Forza m5s siete gli unici su cui possiamo fare affidamento!

Anonimo ha detto...

Un applauso ad Enrico Grillo..... Finalmente qualcuno sta alzando la schiena!!!!!!!!!!

Paolo Piccinelli ha detto...

Premessa
Abbiamo toccato il fondo, non c’è che dire, eppure non siamo ancora in grado di guardarci alle spalle ed abbattere i vari personalismi e tutte quelle barriere politiche nonché culturali che non ci hanno permesso ad oggi, di fare un solo passo avanti nella ricerca di una soluzione percorribile.
Continuo ad immaginarmi la Chianciano del futuro e continuo a pensare che ci siano le potenzialità per ricollocarlo nuovamente nel mercato turistico, consapevole che ci vuole del tempo e la voglia di opporsi a questa crisi, facendo fronte comune.
Ho raccolto alcuni pensieri, un modesto tentativo che ha il solo scopo di sollecitare una discussione.
Criticare è sempre facile, ma nessuno di noi ha la bacchetta magica, compresa l’attuale amministrazione che si trova ad affrontare, oltre alla crisi, molti errori di gestione fatti in passato.
Chi vorrà leggerlo, si farà una sua opinione, gli altri ne faranno a meno.

Le Terme non salveranno Chianciano, ma Chianciano può salvare le sue Terme
Da ormai troppi anni, i puristi delle acque, fin troppo romanticamente, sono rimasti aggrappati al ricordo di un passato di grande successo per immaginarsi un futuro, ma come ho già avuto modo di dire, due decenni di crisi non si possono cancellare invocando l’assistenzialismo o continuando ad operare in questo immobilismo litigioso.

Oggi tutti noi, siamo purtroppo vittime della nostra stessa storia, costruita su quella grande risorsa che ci ha resi famosi, ma che oggi è diventata un “prodotto” vendibile a pochi. Se in passato la cura Idropinica ci ha garantito una collocazione nobile nel mercato turistico nazionale (grazie alle proprietà benefiche delle acque), oggi Chianciano deve trovare il coraggio di ricostituire il suo prodotto turistico e collocarlo in un nuovo mercato. Per farlo non basta un’amministrazione, è necessario che tutte le componenti socioeconomiche, manifestino la propria disponibilità ad assumersi la responsabilità di programmare insieme, scelte operative e coraggiose.

La mia visione di Chianciano è di una “Città della Famiglia” e ben sappiamo tutti, il peso determinante che ha la soddisfazione dei propri figli, nell’orientare le scelte dei genitori.
Alcune delle iniziative appena organizzate e dedicate ai più piccoli, sebbene indirizzate forse ad un pubblico più territoriale, hanno fatto rilevare numeri interessanti e stimolanti al tempo stesso.
Se riusciremo ad attrarre il nostro utente tipo, creando per lui un motivo di appeal per il tramite dei suoi figli, allora saremo conseguentemente in grado di riportare anche i nonni degli stessi bambini.
Ecco perché, credo che il rilancio della Cura Idropinica e delle Terme, non possa prescindere dall’allestimento di un programma di ospitalità, dedicato all’intrattenimento dei giovanissimi.

Il mondo è cambiato e con esso, è cambiata l’offerta turistica. Tutto intorno al nostro paese, sono nate nuove realtà che offrono a volte di più e spesso, meglio. Dobbiamo trovare il coraggio di ammettere che ci siamo fermati ad un tempo lontano e la volontà di capire quali sono le esigenze di un pubblico che ogni giorno si informa, comunica, si confronta.
Il grado qualitativo dei servizi offerti dalle nostre strutture non è più adeguato al mercato e non possiamo nemmeno pretendere che gli albergatori, dopo venti anni di crisi, abbiano le risorse necessarie per una riqualificazione strutturale.
E’ noto a tutti però, che gli alberghi per Chianciano, sono l’unica condizione necessaria per un possibile rilancio. E allora, come si ricostruisce il “prodotto Chianciano” posticipando di qualche anno, la riqualificazione delle strutture?

Ecco due idee di massima, su cui lavorare o semplicemente, riflettere.

Paolo Piccinelli ha detto...

1) RIPARTIRE DALLE RADICI PER COSTRUIRE IL FUTURO

Il Progetto

Tutto parte dalla comune volontà di creare un marchio di qualità per Chianciano Terme, che riguardi tanto l’accoglienza nelle nostre strutture, quanto la qualità del servizio offerto. Se è difficile oggi supporre un cambiamento strutturale degli alberghi, è molto più ipotizzabile, la realizzazione di un progetto che preveda di portare sulle tavole delle nostre strutture alberghiere, non solo prodotti della filiera corta, ma addirittura di nostra produzione.
Il progetto ipotizza la realizzazione di una Fattoria Pubblica realizzata nel territorio comunale, in cui vengano coltivati tutti i prodotti ortofrutticoli offerti dalla nostra terra, uniti ad un allevamento/produzione di piccoli animali o ad una sinergia con gli allevatori del territorio.

L’amministrazione è proprietaria di una zona di 13 ettari denominata Caggiolo, di morfologia semi-pianeggiante, con un piccolo laghetto naturale, elemento di non poco conto rispetto all’idea di progetto.
La Fattoria dovrà avere 2 funzioni:
- La prima è certamente quella di offrire prodotti a km zero, per una gastronomia controllata e di qualità da offrire ai turisti, certificando la provenienza di ciò che arriverà sulle tavole, in contrapposizione ai sempre più frequenti scandali che avvengono in ogni parte di Italia e d’Europa su questo importante tema.

- La seconda, ma non meno importante, è quella di farlo diventare un luogo visitabile, sia ai turisti, che potranno essere accompagnati anche dagli albergatori, ma anche a scuole e giornalisti, che saranno informati attraverso una comunicazione costante e invitati periodicamente per workshop, visite etc.
L’occasione di EXPO 2015, potrebbe essere una vetrina importante per presentare il progetto del nostro paese e noto il tema trattato e la risonanza mediatica legata all’evento, non c’è dubbio che in pochi mesi riusciremmo a portare a conoscenza del progetto, milioni di persone provenienti da tutto il mondo.
La realizzazione della Fattoria, sarà strutturata come quella di un vivaio, in modo da essere facilmente visitabile.
Forse, la particolarità di un progetto di questo genere, potrebbe far accedere a fondi o contributi di vario genere.

Gli albergatori dovranno vedere in questo progetto un primo e concreto passo verso un rilancio turistico del paese, oltre a una tangibile opportunità di promozione della nostra destinazione turistica.
Premessa a ciò, sarà la comune volontà di condividere il progetto e adoperarsi nella realizzazione dello stesso, attraverso un impegno certo nella gestione della propria struttura. I prodotti e cibi che ne scaturiranno, dovranno essere cucinati secondo un protocollo che ogni albergatore dovrà inderogabilmente rispettare.
Il protocollo sarà legato al marchio di qualità, che dovrà essere “brandizzato” e riguarderà tanto i prodotti provenienti dalla fattoria, quanto gli acquisti dei prodotti necessari a completare quello che potremmo chiamare “paniere” o più banalmente lista di piatti da cucinare.
Va da se, che anche l’acquisto di paste andrà ricercato nel territorio, prendendo accordi con le piccole aziende che già oggi producono pasta fresca o confezionata e che naturalmente avranno necessità di strutturarsi, laddove la produzione attuale non permetta loro di soddisfare le richieste.

L’Istituto Alberghiero dovrebbe rappresentare una grande risorsa per questo progetto, attraverso sinergie funzionali con gli operatori del settore, fino ad oggi non sempre presenti.
Il coinvolgimento della Scuola, sarà di grande importanza, non solo sotto l’aspetto didattico ma anche strutturale. Se fosse possibile, andrebbe istituito un corso di cucina locale, propedeutico a quanto dovranno realizzare gli albergatori nelle proprie strutture. Sarà questa una grande occasione per ogni alunno che si iscriverà all’Artusi, sapendo che alla fine del periodo scolastico, gli sarà offerto un possibile posto di lavoro.

Paolo Piccinelli ha detto...

E’ logico presupporre, che oltre alla grande opportunità turistica, questo progetto possa avere rilievo sotto l’aspetto senza dubbio sociale, con il possibile coinvolgimento di anziani in pensione che vorranno rendersi utili, ma soprattutto nel settore dell’occupazione, in quanto potrebbe coinvolgere nuova forza lavoro, per la gestione della struttura.

2) IL PARCO TEMATICO

E’ ad oggi, l’unico progetto che può assicurare una nuova ricollocazione del paese, su un mercato turistico più specifico.
Ha grande potenzialità comunicativa e promozionale, ed un’ottima capacità a diventare un brand molto forte del “Prodotto Chianciano”.
Parla alle famiglie con bambini dai 3 ai 12 anni, che hanno genitori della fascia 25/55 anni e conseguentemente molti nonni che, per il tramite dei nipoti, tornerebbero a Chianciano e perché no, alle Terme.
Sappiamo bene tutti, quanto i figli incidano sulle nostre decisioni e come nonostante la crisi, facciamo rinunce personali pur di soddisfare le loro esigenze.

Su questo tema, mi sono confrontato durante il periodo di assessorato, con Enrico Ghinato, professionista che ha occupato per dieci anni, la presidenza di Gardaland e che nel 2005 è stato chiamato da Montezemolo per la realizzazione di un parco dedicato alla Ferrari a Dubai, insomma una persona di grande esperienza e competenza.

Naturalmente, potendo osservare le esperienze degli altri parchi e potendone analizzare punti di forza e di debolezza, ha potuto identificare le linee guida e il taglio di parco che si potrebbe pensare di realizzare a Chianciano.
Non certo un parco delle dimensioni di Gardaland, ma di dimensioni minori, con un mix di attrazioni di base, con meno giostre e più intrattenimento.

La location perfetta, sarebbe ovviamente il Parco Fucoli, per primo perché essendo baricentrico alla zona degli alberghi, permetterebbe al flusso delle persone di andare direttamente a piedi, secondo perché l’adiacenza con il Parco dell’Acqua Santa, renderebbe “quasi automatico” un nuovo approccio con la cura idropinica da parte dei nonni.

In una prima idea di massima che discutemmo insieme anche all’architetto Mazzoli, progettista di molti parchi non solo in Italia, emerse l’idea di un tema che guardava al Medio Evo, argomento che potrebbe integrarsi molto bene alla nostra storia.
L’idea era di un parco con potenzialità di circa 700 mila ingressi annuali, ma che avrebbe ribaltato, in termini di presenze, oltre un milione… Ovvio che se una famiglia di 4 persone visita per un giorno il parco genera 4 ingressi, ma se dorme tre notti in albergo, le presenze sono 12.

Il nostro è un territorio già bello e molto conosciuto, non abbiamo bisogno di un investimento stellare, ma di un parco ben strutturato che ci aiuti ad accrescere il nome del nostro paese che negli ultimi anni, ha subito solo spinte negative.
Credo che l’attuale amministrazione, essendo svincolata da ragionamenti preconfezionati di natura politica, abbia le mani libere e le potenzialità per poter operare e credere in idee come questa.

Nei testi di aeronautica c’è spesso riportata una frase che ci deve far capire, quanto la convinzione può fare miracoli: “ Il calabrone ha un peso tale che in rapporto alla dimensione delle sue piccole ali, secondo le leggi della fisica, non potrebbe volare… ma il calabrone non lo sa, e vola lo stesso”

Saluti
Paolo Piccinelli

Anonimo ha detto...

Per Massimo Altaluce :

su facebook dici:
“ci stiamo movendo in tutti i settori collaborando con tutti i cittadini ed apriamo al privato proponendo le nostre idee ed i progetti del ns Programma Elettorale”.
I cittadini, nel rispetto del vostro programma, vi saranno grati se pubblicherete le prove del geol Pagano, secondo le quali a Chianciano il problema criticità termale non esiste, dimostrando così, sempre come da vs programma, il vostro interesse per la salvaguardia della risorsa termale.
Ricordati cosa hai detto : collaborando con tutti i cittadini!

Ezio Stortini ha detto...

Caro Paolo ho letto con attenzione( i tuoi scritti la meritano sempre) e con piacere quanto da te scritto.Il piacere è legato alla soddisfazione di leggere un progetto sul quale hai la mia totale condivisione fino al punto che,nell'ambito delle mie possibilità',questa è una strada già intrapresa.Intrapresa da me ma soprattutto stimolata,ricercata,delineata dal prof Bonino (credimi forse sotto silenzio ma sta facendo molto per Chianciano)che già ha convocato alcuni produttori Chiancianesi trasmettendogli quelle indicazioni che tu stesso hai sottolineato e che già un anno e mezzo fa ha coinvolto l'Istituto Alberghiero con il quale fu organizzato un Convegno nel Maggio 2013, e sta collaborando con gli Albergatori per la stesura di Menù dedicati alla patologia epatobiliare.Dissento da te solo parzialmente sulla cura idropinica che a differenza di qualsiasi altra inziativa che è riproducibile in altri luoghi, la specificità delle nostre acque è unica e non delocalizzabile.Va solo integrata con altre iniziative ( di cui mi farebbe piacere con calma parlartene ).Condivido tutto il rewsto che hai scritto.Con stima Ezio Stortini

mazzetti-stefano ha detto...

clap clap, Paolo.......se saltiamo indietro di 3 anni, in vari post articolati sia in fac.. che qui, dicevo, per la parte ricettiva, qualcosa di simile, ed anche + dettagliata nelle potenzialità del progetto
1- non servono investimenti sostanziosi
2-sfrutteremo l'enorme esperienza degli anziani per insegnare metodi semplici per fare coltivazione a nuove generazioni che potenzialmente dell'agricoltura possono farne un reddito(unico settore che assume)
3-integrando visite ad oc di bambini delle scuole, sensibilizzeremo fin da piccoli ad essere rispettosi e partecipi della "natura", da grandi pulire un fosso o togliere un albero caduto in un fosso, che puo far danni enormi, non sarebbe + visto e ghettizzato come "lavoro da contadini).....da qui, altri temi natura.
4-potrebbe, non solo essere fatto un orto, ma censito tutti gli orti esistenti e piante da frutto del comune, coinvolgendo chi vuole, ad essere aiutato nella manutenzione, e poi raccogliere e distribuire tramite una cooperativa i prodotti, sarebbero piccole somme di reddito per tante famiglie, invece di buttare via tutto.
5-passo successivo a orto e sfruttamento orticoltura attuale, la stessa cooperativa potrebbe offrire servizi di preparazioni basi......molte strutture ricettive sostengono costi enormi per personale ma non avendo continuità i costi sono male ammortizzati, senza scendere in tecnicismi di tecnica professionale, con basi pronte, certificate della filiera di cui sopra, la struttura finale ha modo di personalizzare menu, ma partendo dalle preparazioni + lunghe e complesse gia fatte, significa possibilità sempre di offrire qualità certificata a minor costo gestionale.
6-passo ulteriore(in parte gia trattato da attuale amm.) UNIRE LA NATURA....sentieri boschivi, percorsi a cavallo,trekking,.....coordinare tutti gli operatori in modo da poter offrire pacchetti specifici variegati, TEMA NATURA-ALIMENTAZIONE,TERME, lungo spiegarlo.........ma al momento qualcosa come nella mia visione e idee, sarebbe unica nel panorama di proposizione turistica.

questo genere di cose, nel mercato di turisti internazionali interessati a Italia-Toscana, hanno un incremento esponenziale, molto di + di quanto l'organizzazione attuale è in grado di "alloggiare".........
-dettagliare tutto bene in poche righe sarebbe impossibile, ma avevo fatto anche un conto economico-tecnico-----veramente con poco si potrebbe ottenere qualcosa di VERAMENTE BELLO, FUNZIONALE,INTEGRATIVO AL TERMALISMO,UTILE, FORMATIVO, INTELLIGENTE,DARE LAVORO A DIVERSE PERSONE,VALORIZZARE LA GENERAZIONE DEI "SAGGI" ANZIANI, E TUTELARE TERRITORIO...........e non sarebbe nemmeno complicato farlo.......

Anonimo ha detto...

Bravo Sig. Grillo. In passato ho dissentito con lei, su alcune sue affermazioni.
Ma per quanto riguarda la boria e la spocchia e quanto se la suonano e se la cantano da soli questi di puntoeacapo, ha l'appoggio di molti, ci creda.
Vi dovete far sentire, voi si, siete svincolati da ogni logica politica e di scambi di favori.
Non fate come il pd, che non può fare opposizione a se stesso.

PontedelleRibussolaie ha detto...

Bene Fabiano all'incontro di Valtubo e bene M5S tutto. Gli altri possono dire quello che vogliono ma voi andate avanti a testa alta! Non siete soli e sono convinto che prima o poi le cose cambieranno.

Anonimo ha detto...

Ovvia su Picci, e' il segreto di pulcinella che l'amministrazione già sta lavorando a queste idee che con te ne ha ragionato anche in campagna elettorale. Vuoi rimarca' il fatto che è' una idea tua? Bene. Per me l'importante sarebbe che le facessero, poi può essere stata anche una idea di Mussolini o di Lenin!

Anonimo ha detto...

Mira mira gli so' bastati 17 voti nel sondaggio di Valtubo come hanno ripreso gallo sti 4 gatti dei grillini! Ma poi preparati e educati che so'! Madonnina, o come ho fatto a non votalli! So' proprio grullo! Ahahahaha

Anonimo ha detto...

Anonimo 13,46
Pensi che non si capisce chi sei?? Ma non avevi detto che non avresti più scritto sul blog? Ma non c'hai proprio niente da fa'?

Fabiano De Angelis Consigliere Comunale Movimento 5 Stelle Chianciano Terme ha detto...

"A tempo ampiamente scaduto si riuniranno i Sindaci dell'ATO 4,per una "disamina" del decreto del DG n°32 10/06/2014 e di quello di AEEGSI n°39 30/06/2014.Sapete cosa significa disamina? In teoria ,un attento studio delle affermazioni e argomentazioni giuridiche dedotte dalle parti in giudizio,in pratica faranno di tutto per aggiustare la questione a favore di Nuove Acque.Guardate l'intestazione della lettera e capirete perchè il PD ha fatto letteralmente carte false per non mandare Nogarin alla presidenza AIT,fate attenzione alle bollette,ricordando sempre l'esito del referendum per l'acqua pubblica,sapendo che la nostra amministrazione è allineata e coperta dietro ai diktat del PD (Renzi è a favore della privatizzazione dell'acqua)capirete chi comanda realmente a Chianciano.
Saluti,
Fabiano De Angelis."

Convocazione Sindaci (Clicca qui per leggere)

Fabiano De Angelis Consigliere Comunale Movimento 5 Stelle Chianciano Terme ha detto...

In aggiunta:da lunedi 17 novembre 2014 presso l'ufficio del Sindaco di Castel San Niccolò è stato attivato uno "sportello amico" per aiutare i cittadini a rapportarsi con NUOVE ACQUE e sapere se quello che pagano è giusto.Tale servizio è attivo tutti i lunedì dalle 15.30 alle 17.30 ed è gestito in collaborazione con i volontari del COMITATO ACQUA PUBBLICA di AREZZO.Tale servizio è a disposizione anche per i cittadini del Comune di Montemignaio che aderisce a questa campagna.Quindi mi devo correggere:non tutti i Sindaci sono allineati!Chiedo scusa ai Sindaci dei succitati comuni.
Saluti,
Fabiano De Angelis

Anonimo ha detto...

Grande De Angelis!

Anonimo ha detto...

Fabiano, un conto è informà, un conto è di fregnacce.

Anonimo ha detto...

Che fai DeAngelis cerchi voti per le regionali? è inutile che volete fà i diversi, siete come quell'altri!

Anonimo ha detto...

Per De angelis

Bravo ! Continua così !
la devono finire di prenderci per i fondelli !

Anonimo ha detto...

Panem et circenses !
O meglio poco panem e tanto circenses.
Grande Fabiano, sei veramente il meglio,ma un ti ci sprecà più di tanto a fa delle battaglie serie, sennò ti danno anche del demagogo e populista.
Mica vorrai passà avanti a questi che con i loro eventi cul turali e le loro festicciole stanno risollevando Chianciano?
P.S. Per quelli duri: cul è staccato di proposito!

Anonimo ha detto...

Quello che non sono riusciti a fare nella vecchia a.c. cercano di realizzarlo adesso. In piena continuità ed acquiescenza con il passato!I nomi sono sempre i soliti. Gira e rigira ritornano sempre.

Anonimo ha detto...

Non fate in tempo ad avere un'idea che già l'avete messa in opera. A chi servisse la paglia fresca e a km zero si può recare in troscia italia sono arrivvate e ben confezionate le roto balle!

Anonimo ha detto...

Forza Fabiano. Non ti appiattire
come fa il PD. Sei l'unica voce contro questo coro stonato di autoadulatori.

Anonimo ha detto...

Ovvia su. Mica vorrete di che non si so dati da fa con eventi e manifestazioni. Ogni giorno c'è qualcosa di nuovo. Non scoraggiatevi prima o poi i risultati arriveranno. Anche nel circondario si accorgeranno di voi.

Anonimo ha detto...

Per carità! Al peggio non c'è mai fine

Anonimo ha detto...

UN ALTRO CONCITTADINO SCOMPARSO.....
http://www.chilhavisto.rai.it/dl/clv/Scomparsi/ContentSet-696ee378-adda-45e0-bdf9-bca6e08fe729.html

Corriere di Siena ha detto...

CHIANCIANO TERME
Scomparsa nel nulla da sei giorni


Sembra che non ci sia ancora nessuna traccia della signora C.P., sessantenne chiancianese residente in zona Sant’Elena col marito, che avrebbe fatto perdere le sue tracce da giovedì scorso.
Certo, la signora è adulta e si è allontanata sulla sua auto grigia, quindi potrebbe trattarsi di allontanamento volontario. Quindi in questo caso, trattandosi di libera scelta, le ricerche non sarebbero utili né motivate. Ma in realtà le forze dell'ordine sono state informate: la preoccupazione man mano che passano le ore cresce.
La signora avrebbe detto di uscire da casa per andare al lavoro, nello studio di un commercialista. Ma al lavoro giovedì non sarebbe mai arrivata. I rumors della cittadina termale vengono confermati da un corpo di polizia che ha già effettuato ricerche nelle campagne, nei parcheggi e nelle stradine boscose vicino Chianciano Terme per controllare se ci sia da qualche parte la macchina della signora parcheggiata. Ma sembra che della donna non ci siano tracce e che non abbia ancora dato dopo sei giorni di assenza da casa, nessun segnale a casa.
I vigili del fuoco, quelli che sono in grado di attivare ricerche territoriali delle persone scomparse, ancora non hanno ricevuto alcun input. Ricordiamo due casi di scomparsi a Chianciano Terme negli ultimi sei mesi. Un anziano ritrovato dai vigili del fuoco nel bosco la notte seguente la scomparsa poco distante da casa sua in località Poggio Bacherina e il caso più drammatico di Gianfranco Carrino, sparito da casa il 22 giugno scorso e ritrovato invece dopo mesi cadavere nei boschi dei Castagneti. In entrambi i casi però scattarono da subito imponenti ricerche con uomini e mezzi. Carrino fu ritrovato casualmente da un cercatore di funghi, in un giaciglio nel fitto del bosco, dove si era smarrito nel corso della sua passeggiata quotidiana. Sulla vicenda stanno anche lavorando in questi giorni i carabinieri che si sono attivati per capire se si tratti o meno di allontanamento volontario.

Anonimo ha detto...

Hai ragione al peggio non c'è mai fine. In questo blog. Peccato Valerio.

Paolo Piccinelli ha detto...

Rispondo all'anonimo delle 13.19
Queste sono cose di cui parlo ormai da diversi anni, e non ne ho parlato solo con l'attuale amministrazione.
La questione é un'altra. Tu dici "per me l'importante sarebbe che le facessero".. Non possiamo pretendere che l'amministrazione dia le gambe a progetti come questo, certo può fare da filo conduttore, Stefano Mazzetti é entrato già nello specifico e non sono gli amministratori a dover assumere certi ruoli nelle strutture ricettive...
Dobbiamo capire se noi, privati ma soprattutto imprenditori, abbiamo il coraggio di alzare la testa e la volontà di iniziare a muovere i primi passi verso progetti che richiedono la necessità di fare sistema e di elevare la nostra professionalità. Come dicevo, questo immobilismo litigioso non serve a nessuno.
Non ci rimane tanto tempo e se non cerchiamo di risollevare tutti insieme questo paese, chi prima chi dopo, singolarmente saremo destinati alla chiusura.
Mi farebbe però piacere, capire anche il tuo pensiero rispetto alla possibilità che il nostro paese, attraverso progetti del genere, possa ancora diventare una destinazione di grande interesse nel mercato turistico, o al contrario, se credi che non ci siano più possibilità.

Saluti

Anonimo ha detto...

Guarda che mi riferivo alle rotoballe!

Anonimo ha detto...

Io no! Questo dimostra che avevo ragione. Augh!

Anonimo ha detto...

Paolo Piccinelli

ha perfettamente ragione quando dice che dobbiamo tutti insieme impegnarci per risollevare questo paese.
Per poter portare a compimento questo obiettivo, occorre però che TUTTI, indistintamente, si adoperino affinchè prevalga il bene collettivo e non quello dei soliti noti. La politica negli ultimi decenni ha prodotto quanto di più negativo a danno della collettività (corruzione, debito pubblico, evasione fiscale, pressione fiscale e adesso anche la mafia nel comune di Roma). Se vogliamo pertanto riuscire a superare questa profonda crisi, occorre in principal modo che i rappresentanti delle istituzioni (che siano di destra, di sinistra, di centro), stacchino il cordone ombelicale dalle direttive del partito e pensino di più a rispettare gli impegni presi durante le campagne elettorali, durante le quali hanno promesso di cambiare per il bene nostro e in modo particolare per dare un futuro ai nostri figli.

Movimento 5 Stelle Chianciano Terme ha detto...

In risposta al commento del 30 novembre 2014 ore 10:02, fatto sul voto contrario espresso dal M5S sullo Statuto della fondazione del Museo archeologico, cogliamo l’occasione per illustrarne le modalità riconfermando quanto espresso in sede di dichiarazione di voto. Il voto contrario espresso in Consiglio Comunale e l’approvazione di alcune doverose modifiche apportate alla bozza iniziale fattaci avere dalla Amministrazione Comunale ed avente ad
oggetto la costituzione di una fondazione partecipata del Museo Archeologico sono perfettamente in linea. Infatti, in Commissione, il M5S ha approvato alcune DOVEROSE modifiche rispetto alla bozza iniziale proposta dalla Amministrazione comunale, modifiche che si sono concretizzate nella eliminazione di espliciti riferimenti alla Pro-loco per sostituirli con più appropriati, consoni ed opportuni riferimenti alla Associazione Geoarcheologica che ha fatto in questi lunghi anni e finora un meraviglioso lavoro. Si è voluto in questo modo dare alla Associazione Geoarcheologica il ruolo che le dovrebbe competere visto che si parla di Musei (nella prima stesura non era stata citata e poi a seguito di modifica sostituita a “Pro-Loco” che, invece, figurava in bella mostra). Ancora in Commissione, il M5S ha approvato quelle modifiche (sempre rispetto ad una iniziale bozza proposta dalla Amministrazione Comunale) volte a circoscrivere l’oggetto della Fondazione che era stato esteso fino a divenire onnicomprensivo (mancavano solo le attività circensi, il ballo del qua-qua e la zumba). L’oggetto è stato ridotto in sede di Commissione.ma secondo noi non ancora abbastanza. Non ci piaceva neanche la composizione e del Consiglio di Indirizzo e quella del Consiglio di gestione. Al di là di quanto detto finora, il nostro timore era quello che si volesse fare una Fondazione Pro-Loco usando indirettamente la Fondazione del Museo. IL nostro timore purtroppo è stato confermato. (segue)

Movimento 5 Stelle Chianciano Terme ha detto...

Come dire M5stelle ha visto giusto perché secondo quanto dichiarato dal Marchetti a Villa Ricci rispetto agli obiettivi dei primi 100 giorni (ascoltate la registrazione) egli dice di aver realizzato la Fondazione Pro-Loco ampliando l’oggetto dello Statuto della Fondazione Del Museo Archeologico (Il Sindaco dice: “Per quanto riguarda la Fondazione Pro-Loco...Fatto! La Pro-Loco è nata un mesetto e mezzo fa circa e, quindi, chiaramente questo è un punto che è stato realizzato. La Fondazione…proprio ieri in Consiglio abbiamo approvato il nuovo Statuto. La Fondazione altro non è che la rivisitazione della Fondazione del Museo che avevamo quello archeologico…un po’ trasformata ampliandone l’oggetto sociale…”).M5S ha votato contro proprio perché temeva l’intento di voler usare quella che è stata ufficialmente presentata ai sottoscritti come una “fondazione partecipata del Museo Archeologico” in realtà come uno strumento indiretto per costituire una “Fondazione Pro-Loco”. I nostri timori sono stati confermati dalla dichiarazione pubblica del Sindaco. Come dire abbiamo visto giusto e capito le reali intenzioni. Noi vorremmo, invece, che contributi e partecipazioni andassero a favore principalmente di attività museali e culturali e non ad attività collaterali. Comunque staremo a vedere e speriamo che i fatti ci diano torto.. Nella nostra dichiarazione di voto abbiamo chiaramente fatto presente che l’ampliamento degli scopi, delle finalità e dell’oggetto benchè congruo e rispondente rispetto all’esigenza di tener conto di più recenti previsioni normative in materia quali ad es. il Decreto Legislativo 42 del 2004 (Codice dei beni culturali) e la Legge Regionale 21del 2010 in materia di valorizzazione e gestione dei beni culturali; risultava comunque essere divenuto troppo ampio e comprensivo di troppe attività con contenuti anche troppo dettagliati, ripetitivi e pericolosamente dispersivi con il rischio di discostarsi e allontanarsi troppo dal più puntuale ambito culturale e museale. Grandi riserve anche in merito, alla composizione del Consiglio di Indirizzo costituito da un minimo di cinque ad un massimo di sette componenti (cinque nominati dal Sindaco e due a maggioranza assoluta dagli eventuali sostenitori) e quella del Consiglio di Gestione formato da due componenti, nominati dal Consiglio di Indirizzo e dal Direttore del Museo Civico Archeologico; emerge chiaramente la preponderanza delle scelte di indirizzo politico rispetto alle scelte gestionali, e, se da un lato, ciò risponde alla corretta volontà di mantenere in capo agli organi di governo un ruolo strategico di governance delle scelte politico-culturali, dall’altro potrebbe limitare l’efficienza di attività più propriamente operative e rispondenti allo sviluppo dell’attività archeologica e alla valorizzazione dei beni archeologico-culturali di Chianciano Terme limitando l’interesse alla partecipazione da parte di soggetti esterni, sostenitori o partecipanti, desiderosi di supportare la Fondazione per favorire lo sviluppo di attività più propriamente museali.

Movimento 5 Stelle Chianciano Terme

Anonimo ha detto...

Bravo Fabiano! Ganzo il ballo del qua qua e la zumba!

Anonimo ha detto...

Si possono sapere quali sono i 5 nominati dal sindaco?

Anonimo ha detto...

Questa cosa è di una gravità assoluta, Dott. De Angelis Lei rimane l'unica speranza di wuesta comunità.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Caro Fabiano,

ti rispondo solo in riferimento al tuo commento relativo alla convocazione dei Sindaci alla Conferenza Territoriale AIT ed avente come sostanziale oggetto il recupero delle "partite pregresse" da parte di Nuove Acque, poi magari, sul tema Fondazione (in cui comunque oltre a stato confusionale sul tema ed incoerenza, confermi lo stesso atteggiamento) tornerà qualcun altro amministratore.
Devo ammettere che non rimango e non rimaniamo poi così tanto sorpresi da tali tue deliranti esternazioni, in quanto se nulla ti si può certo rimproverare sull’impegno e dedizione, più volte hai dato dimostrazione di mediocre attinenza e conoscenza dei fatti lasciandoti così andare a superficialità, populismo e ricerca di facile consenso, caratteristiche queste che di fatto poi sono le pietre miliari del movimento che rappresenti.
Non entro qui nel merito dell’oggetto in quanto come consigliere di minoranza hai avanzato una pertinente interrogazione prettamente tecnico-giuridica (non di certo politica) e con lo stesso criterio quindi, come amministrazione, ti abbiamo risposto.
Quello dell'acqua è un tema importante ed è giusto che su essa possa/debba esserci dibattito politico, ma se davvero vuoi mostrarti "cittadino modello" che tiene a questo paese ed a questa comunità con senso di responsabilità, ti invito/invitiamo sia a non confondere faziosamente quelli che sono aspetti puramente politici con soggettive e non comprovate interpretazioni giuridiche, che a cambiare tale modo di rapportarti con i cittadini e con l’amministrazione stessa, e stai certo che come abbiamo fin qui dimostrato, non ho e non avremo problemi a discutere e/o confrontarci.

Damiano Rocchi

Movimento 5 Stelle Chianciano Terme ha detto...

Pro-Loco o Pro-Alcuni?

In netta contraddizione con quanto sostenuto finora, e, in linea con quanto avvenuto nel passato assistiamo alla realizzazione della Pro-Loco. Signori e signori, Puntoeacapo, sola soletta, ha costituito la Pro-Loco. Noi del 5stelle ne apprendiamo ufficiosamente la notizia a cose già fatte, senza alcun coinvolgimento della opposizione (che eppure a suo tempo aveva dato disponibilità ai fini della realizzazione dei punti in comune del programma) e, ovviamente, manco a dirlo, senza compartecipazione alcuna della cittadinanza. Eppure, rileggendo il programma di Puntoeacapo l’esordio è il seguente: “Il nostro movimento vuole mettersi a confronto diretto con i cittadini, per inaugurare con idee e proposte concrete una stagione di rinnovamento e rilancio per la nostra cittadina. “Puntoeacapo” intende ripartire da alcune parole d’ordine che rappresentano i capisaldi di una proposta operativa, nel segno del rilancio e del rinnovamento della Politica Locale; ripartiamo da Zero, la nostra base di partenza il nostro modo per dire che siamo pronti e aperti al confronto: un gruppo di persone . . . bla bla . . . uniti dalla consapevolezza che ci sia bisogno di fare cose nuove andando oltre l’attuale sistema politico” . . . bla bla bla . . .
Orbene, il metodo autarchico adottato per la costituzione della Pro-Loco, in contrasto con le belle premesse del programma, è invece più in sintonia con il vecchio sistema politico, quello che almeno nelle intenzioni si intendeva superare e, soprattutto, le modalità operative adottate risultano prive di quell’apertura e di quel confronto citati che dovevano fare la differenza.
Sempre nel programma di Puntoeacapo si legge: “Si può elaborare una proposta seria che tenga conto che i partiti non detengono più il monopolio della politica e che è arrivato il momento di includere ciò che fino ad oggi i partiti hanno escluso”.
Assistendo a quello che è accaduto ci sembra, invece, che quello che fino ad oggi i partiti hanno escluso continuerà ad essere escluso: cittadini fatevene una ragione da subito.
Sempre ufficiosamente abbiamo appreso che il Presidente è un esponente di Puntoeacapo. Ma allora ci chiediamo questa Pro-Loco è per tutti o nasce già come Pro-Alcuni? Sia chiaro il giudizio non vuole essere sulla persona ciò che si intende contestare è il metodo ed in ciò si ravvisa in maniera schiacciante la responsabilità della attuale maggioranza. (Segue)

Movimento 5 Stelle Chianciano Terme ha detto...

Nel sito dell’Unpli ( Unione nazionale Pro Loco d’Italia) tra le metodologie consigliate per la costituzione della pro- loco c’è la seguente:
“Creare un Comitato promotore formato da un ristretto numero di persone amiche con la precisa volontà di promuovere e valorizzare le peculiarità presenti nel territorio di pertinenza (5 ÷ 10).
Questo comitato pubblicizzerà nelle forme più opportune (articoli su giornali locali
- manifesti - locandine) l’intenzione di costituire una Pro Loco nel Paese.

• Nel contempo verrà aperto il tesseramento all’associazione che dovrà essere libero a tutti.

• Il Comitato promotore si farà carico di elaborare uno Statuto che regolerà la vita della Pro Loco.

• Dopo che sarà passato un ragionevole lasso di tempo dal momento della pubblicizzazione dell’idea di far nascere una Pro Loco e si sarà raggiunto un numero di Soci soddisfacente (30 ÷ 50 possono essere sufficienti) il Comitato promotore dovrà indire un’Assemblea Costituente dando avviso scritto a tutti i Soci e magari pubblicizzando l’iniziativa.

• Nell’Assemblea Costituente verrà svolta una relazione del lavoro svolto dal Comitato promotore; verrà presentato, discusso ed approvato lo Statuto, si passerà poi all’elezione dei Componenti il Direttivo e dei Revisori dei Conti.

• In una successiva riunione di Consiglio Direttivo avverrà la distribuzione delle cariche.

• Da questo momento la Pro Loco è pienamente funzionante e può operare”.
Per concludere, ci sembra necessario ribadire che informare e rendere partecipe la comunità sarebbe stato il metodo migliore ai fini di un effettivo e totale coinvolgimento partecipativo ed, in ogni caso, il primo passo.

Movimento 5 Stelle di Chianciano Terme

Anticipazione Corriere di Siena ha detto...

Chianciano Terme – Avrebbe chiamato dopo la trasmissione “Chi l’ha visto?” per rassicurare il marito e chi la sta cercando. Sembra stia bene dunque Carla Pacini, la chiancianese di 62 anni scomparsa giovedì scorso a Chianciano a bordo della sua auto grigia, una Daihatsu Materia. La signora Carla, così come ha ricostruito la vicenda Federica Sciarelli su Raitre mercoledì sera, si sarebbe allontanata giovedì 27 novembre, giorno drammatico dello sfratto esecutivo per lei ed il marito dalla casa in affitto dove vivevano il località S.Elena. Una giornata difficile, con lo sfratto che ha richiesto anche l’intervento dei Carabinieri, come testimoniava la loro auto rimasta sotto casa, sul viale della Libertà per diverse ore. Ecco, la signora Carla avrebbe cercato fino all’ultimo i soldi per pagare le cinque mensilità arretrate di affitto e secondo quanto affermato dalla Sciarelli sarebbe andata a cercare denaro nella zona di Chiusi. Un appello alla signora Carla, bionda, occhi chiari, alta 1,62, è stato rivolto in diretta tv dal marito Luciano con una toccante telefonata “Carla ritorna, senza di te non vivo” ha detto l’uomo con la voce rotta dalle lacrime, raccontando di essere ospite di alcuni amici. “Signora, tutto si risolve, lei ha un marito meraviglioso, faccia sapere sue notizie” ha ripetuto Federica Sciarelli. La telefonata della signora a microfoni spenti risulta rassicurante sulla sua sorte. Già in città infatti si era diffuso grande allarme, mentre il pensiero di molti andava a Gianfranco Carrino, pensionato smarrito nei boschi e ritrovato casualmente morto mesi dopo, dopo tante e vane ricerche.

PontedelleRibussolaie ha detto...

Molto bene Fabiano e M5S, andate avanti così! Le persone prima o poi capiranno.

Fabiano De Angelis ha detto...

Il vostro ,e quindi nostro come cittadini,di problema sta nel fatto che vi interfacciate solo con l'A D di Nuove Acque e tentate di etichettarmi come demagogo,perchè io, invece ,sono a favore dell'acqua pubblica e mi affianco al Comitato di Arezzo in questa bqttaglia.Perchè non spieghi come stanno realmente le cose? Perchè non dici che N A ha fatto pagare la depurazione a chi al depuratore non era allacciato e che ora invece che ridare di tasca sua i soldi agli utenti ,ha aumentato di 0,25 euro al metro cubo chi invece al depuratore era già allacciato? Perchè non spieghi che sei favorevole a questo ,come da risposta scritta alla mia interrogazione?

Anonimo ha detto...

Bravo Fabiano De Angelis!! Siamo tutti con te!!

Anonimo ha detto...

RINTRACCIATA A MILANO LA DONNA SCOMPARSA DA CHIANCIANO. STA BENE…

Secondo alcune indiscrezioni Carla Pacini, la donna scomparsa una settimana fa da Chianciano Terme sarebbe stata rintracciata poche ore fa a Milano. Sarebbe stata lei a chiamare il marito dopo aver visto la trasmissione Chi l’ha visto? ieri sera, dicendo che sta bene e che tornerà tra qualche giorno. Anche l”automobile della donna sarebbe stata rintracciata: era alla stazione di Fabro.

Carla Pacini si sarebbe allontanata volontariamente da casa in preda ad una crisi personale dovuta a difficoltà di carattere economico. La notizia del “ritrovamento” già circola a Chianciano e pare siano stati gli stessi parenti a diramarla. Si attendono conferme. Ma il caso sembra fortunatamente risolto. E in maniera positiva.

ENRICO GRILLO ha detto...

x damiano rocchi!!!!io invece non ti rispondo ne su nuove acque ne sulla fondazione a quello ci pensa benissimo fabiano che è molto preparato a differenza di come cercate di farlo apparire ma su un'altra questione.Hai detto le caratteristiche che poi sono le pietre miliari del movimento sono superficilità,populismo e ricerca di facile consenso, da che pulpito viene la predica 1)quando ci vedremo di persona ti ribadirò il concetto 2)da te non accetto e non accettiamo nessun insegnamento morale perchè se non ti sei dimenticato noi no,tua moglie è entrata nel movimento dopo qualche tempo che eravamo nati e misteriosamnete è sparita,questa cosa avrei dovuto dirtela già molto tempo fa ma ho lasciato stare perchè ho rispetto per alcuni che fanno parte del tuo gruppo e perchè mi avevi detto che a livello nazionale votavi m5s ma ora ho capito che sei tornato al vecchio pd o forse lo sei sempre stato d'altronde per voi è facile apparire in un modo e poi comportarsi in un altro come il tuo amico altaluce.3)noi no siamo superficiali e non cerchiamo facile consenso e come tutti possiamo sbagliare ma quando affrontiamo una questione ci prepariamo il più possibile prima di intervenire 4)ti facevo una persona intelligente e semplice invece sei borioso e ti senti maestrino!!!!!!!!grazie damiano

Damiano Rocchi ha detto...

Enrico,
il mio intervento non era "personale" ma a nome dell'amministrazione, tu vedo invece che, educazione a parte, fai fatica a scindere tra persona e figura politico-amministrativa. Se questo è il livello su cui ti poni, mi spiace, ma non mi presto a tale inutile discussione.
Senza rancore, a presto
Damiano Rocchi

Anonimo ha detto...

State facendo la scoperta dell'acqua calda. Qyesti sono solo proloro. Hanno fatto le giravolte per essere eletti e tenere i piedi in due se non tre staffe. So tutti maestrinio e professorini. Dispiace solo che Andrea ci sia cascato in pieno. Avrebbe vinto comunque a mani basse senza doversi svendere ai trasfughi del pd o ad alcuni grillini della prima ora poi pentiti per parentele politiche.
Passato babbo natale, forse altri si sveglieranno dal sonno perpetuo e si renderanno conto dell'errore che hanno fatto, sicuramente in buona fede, ma sempre di errore madornale si tratta. Ohhh ma prima o poi ci farete rivota? O avete in mente le provoielezioni?

Anonimo ha detto...

Fabiano non ti scoraggiare.Sei l'unica possibilità di controllo verso questa amm. comunale.
Sarà poco, ma tienici informati su tutto quello che vorranno fare.LO faranno lo stesso, ma se le persone saranno informate, per loro rimarrà poi difficile incontrarle senza doversi girare dall'altra parte. Quella della proloro e questa della pro fondazione, sono delle vere por...e!

Anonimo ha detto...

Damiano, non ti ci confonde! Mandali tutti a quel paese e tira avanti per la tua strada!!!

Anonimo ha detto...

Ma di sta proloco, ve ne siete accorti ora? Ma dela fondazione ve ne siete resi conto adesso che sarebbe servita per qualche altra poltroncina di amici o/e parenti?
Svegliatevi gente, la ricreazione per noi è finita da un pezzo. Solo per loro dura all'infinito.

Anonimo ha detto...

Le offese sono l'unica arma che rimane ha chi non ha argomenti. Rocchi e tutti gli altri, lasciate perde ed andate avanti che la strada è quella giusta.

Anonimo ha detto...

Quando fate certe illazioni pensate a motivarle e dimostrarle, perché poi se parte qualche querela smettete di chiacchiera' a vanvera.

Anonimo ha detto...

Mitici Enrico e Fabiano! !

Anonimo ha detto...

Si fatevi informa'. Domani vi dirà' che gli asini volano.

Anonimo ha detto...

Non gli rimane altro di minacciare con querele e denunce quando li tocchi nel vivo. Avanti non abbiate timore!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Per come lo conosco io Damiano (e ho imparato a conoscerlo!), visto che vi garbano tanto queste definizioni, nei metodi e' più fascista che comunista! Altro che PD! Potesse secondo me userebbe anche il legno! E per parecchi metaforicamente ci vorrebbe, ehhh se ci vorrebbe!

Anonimo ha detto...

Grillo se ti arriva qualche querela vedrai come abbassi la cresta...se te rode grattatelo !!!

Anonimo ha detto...

Grillo chetati ...e ti piglia un coccolone !!!

Anonimo ha detto...

Ma che vuoi querela ...non conviene spende nemmeno per la marca da bollo !!!

Anonimo ha detto...

Per 04 dicembre 2014 19:56
Critica è una cosa offende è un altra !!!

ENRICO GRILLO ha detto...

Querele?che paura!!!!!

Fabiano De Angelis ha detto...

Quindi Damiano giustifica N A dicendo che "poverini "non hanno i fondi per risarcire i non depurati e quindi per forza si rifanno sui depurati! Come non capirli! Ci stanno rimettendo con questa benedetta acqua sti francesi! Facciamo un po di storia:in data 16 gennaio 1999 si aprono le buste e Suez risulta vincitrice del bando per la gestione ,costo 13 milioni degli attuali euro.Successivamente tutti i sindaci dell'ATO 4 approvano tutti gli atti del collegio di garanzia e gli danno mandato di svolgere una "trattativa migliorativa"con Suez che gli assicurerà di spartirsi ,spalmati negli anni,a titolo di "prestazioni accessorie"rappresentate dal così detto knok-how, proventi extra per 16,5 milioni di attuali euro.Quindi N A si è presa i nostri acquedotti senza,in pratica,spendere nulla ma anzi ci ha guadagnato (3,5 milioni).In più la tariffa media del servizio idrico che nel 1998 era di circa 1800 lire/mc passò nel 2000 a 2500 lire/mc un aumento del 39%! E questo è solo l'inizio! Siamo solo al 2000 e se volete sapere il resto della storia cioè delle porcate che hanno combinato i soci privati (che sono quelli che comandano perchè hanno in pugno i politici) con la nostra acqua ,vi organizzo una bella serata con il Morini di Arezzo del Comitato Acqua Pubblica ,ma state leggeri a cena perchè vi verrà il voltastomaco!
Saluti
Fabiano De Angelis

we are Italy? ha detto...

tanto per smorzare un po' i toni della contesta (con l'amministratore comunale qua sopra che usa toni e termini poco consoni al ruolo che ricopre... visto dice di intervenire a nome dell'amministazione)... voglio uscire fuori tema, e di molto.

C'è qualcuno che saprebbe aggiornarmi dell'associazione "We are Italy" che Centritalia (e questo blog ha riportato la notizia) che Pierpaolo Giglioni ha fondato nel maggio scorso e che si scriveva fosse federata a Libera?

Giusto per informazione ... visto che non c'è traccia di questa associazione tranne che su Centritalia e sul blog.

http://www.centritalianews.com/chianciano-pier-paolo-giglioni-fonda-we-are-italy-federata-a-libera-di-don-ciotti/

Anonimo ha detto...

Sul poco consono o meno degli interventi e soprattutto da parte di chi ci sarebbe da dire.....comunque ognuno la pensa come gli pare e meglio smorzare polemiche che non fanno bene a nessuno.

Anonimo ha detto...

Fabiano e Damiano (e solo loro) hanno fatto bene a dire e scrivere quello che pensano e nulla c'entra il ruolo che ricoprono. Che volevate il politichese? Non vi è bastato quello degli ultimi 30 anni! L'importante è che si rispettino come persone, poi politicamente uno sta da una parte e uno dall'altra. Bravi a tutti e due! L'importante che le critiche servano a entrambe le parti!!!

Anonimo ha detto...

Si,si, quando si toccano punti delicati, prima si offende, poi si cerca di aggiustare il tutto con, smorziamo le polemiche. Qui non centrano niente le polemiche. Sono fatti.

Anonimo ha detto...

Fabiano, sei te che non ti devi curar di loro e andare avanti. La verità fa sempre male a chi cerca di nasconderla. La vera non politica siete solo voi.

Anonimo ha detto...

Bravi a tutti e due

Anonimo ha detto...

Il probema grosso è che siete voi che appoggiate peac-cato, che credete ancora agli asini volano!

mazzetti-stefano ha detto...

purtroppo vero la litigiosità, persiste e mi dispiace sia anche alimentata da chi, di "insieme si puo", ne ha fatto una bandiera, ma le bandiere???..., se vengono alimentate da venti contrari, rimangono al palo e non si vedono "sventolare".
-è innegabile, e gli va riconosciuto, altrimenti non saremmo corretti, che peac-giunta e proloco, abbiano tentato di gettare le basi per qualcosa da condividere, la giunta abbia fatto alcuni atti molto condivisibili, e la proloco, al momento volontari non remunerati, stanno facendo cose(che reputo belle,interessanti ), e di sicuro, le varie piccole iniziative avevano anche lo scopo di unire persone per magari limare dissapori,sfiducia,remore, etc....
-ora, se pur anche io sulla proloco non condivido il modo autarchico, e l'autoelezione dei rappresentanti, è pur vero che sia io che altri, se volevamo diversamente la potevamo aver fatta ,come nessuno vieta di farne un'altra. Ad ora cosi è, quello che mi dispiace è che viene invece difeso a spada tratta , e non sempre con "garbo"qualunque cosa riguarda peac o giunta , dai suoi + vicini sostenitori, e questo crea diffidenza e non propensione ad essere partecipi e attivi nel condividere azioni che per essere + efficaci dovrebbero essere sostenute e spinte da tutti i comparti economici oltre che dai privati volontari(stima e rispetto a loro a prescindere da ogni cosa). certo è, lo dico da parte interessata, che c'è necessità di una proloco o altro che sviluppandosi adeguatamente prenda il posto della ormai chiusa apt(o come si chiamava),faccia promozione, apra uffici informazione turistica,sviluppi strategie di incaming,coadiuvi e calendarizzi eventi , etc..., cose che non possono essere fatte solo da volontari, serve quindi fondi, e persone a lavoro,e l'aiuto di molti di + degli attuali, sempre che accettiamo che sia questa proloco quello che va sviluppato. Ora, pur ognuno con le nsotre diffidenze, i + tecnici dell'incaming, bene sanno che se è finito il 2014, il 2015 turisticamente parlando è già al 65-70% già "deciso", chi aveva contratti da firmare se non lo ha già fatto lo ha già cmq concordato,

mazzetti-stefano ha detto...

auspicando e augurandomi che tutte le 160 strutture interessate riescano a poter affrontare il rischio di ri-aprire per il 2015,non essendoci stata un'azione strategica collettiva nel mercato, ma ognuno si è mosso in autonomia, trasversalmente parlando, dove "potrebbe" la proloco ,noi,e amministrazione sviluppare qualcosa, è sugli individuali,e turismo italiano (con trend in crescita), quindi 3 sono le cose:
-1)lasciamo tutto com'è e ognuno fa per se.(DEBOLE)
-2)i comparti economici trovano il modo di fare un'altra associazione specifica di solo proposizione e offerta turistica e aprono uffici di info e incaming (POSSIBILE ANCHE PRIMA,MA NON C'è MAI STATO VERSO DI FARLO QUINDI MHHH?)
-3)l'attuale proloco, e peac, facciano un intelligente passo indietro,coinvolgano e integrino (come per altro previsto nelle loro comunicazioni)i vertici con altri il + possibile condivisi rappresentanti, PRESTANDO UN'ATTENZIONE PARTICOLARE A QUALCUNO CHE POSSA TRASVERSAMENTE E APOLITICAMENTE INTERAGIRE CON TUTTE 160 LE STRUTTURE RICETTIVE , dall'altra parte chi ora risentito,o non se ne sente attualmente rappresentato, beva una camomilla e si presti a fare qualche passo collaborativo.

-personalmente vedo meglio la terza soluzione, perchè nell'immediato, e tempo non ce ne è, è quella che permette di tentare qualcosa per la prossima stagione, e permette di poter tornare indietro se non funzionasse, per tentare la seconda o rimanere sulla prima.
-esempio babbo natale....ok alcuni ritengono oteva essere fatto meglio, altri che e caro, altri non sanno come e dove, altri dubitano sui costi-compensi a chi, etc...(incluso me per alcune cose specifiche incaming)ma c'è!!!!! e vedere una disunione organizzativa nell'incaming che fa si che numerosi clienti non sappiano a chi rivolgersi,non sappiano quali strutture sono aperte,etc...va contro gli interessi di tutti.
ps- personalmente, politicamente parlando, in questo momento, se anche non capisco che sviluppo avrà, GLI UNICI POLITICI CHE RISPETTO SONO QUELLI 5 STELLE, unici al di fuori delle ruberie di partito, preferisco parlare con un populista (se lo sono) pulito, che con un rappresentante di un partito che se anche pulito lui, rappresenta un sistema marcio di ladri e intrallazzatori.

Anonimo ha detto...

Bravo Stefano. Ma pensi che lo capiranno? Si rendranno conto che le critiche o gli appunti maggiori gli vengono mossi proprio da alcuni che l'hanno votati, ma non si riconoscono assolutamente nei loro metodi? L'avevano detto, noi siamo voi e qui e per voi. Fino ad ora, purtroppo, loro, sono solo loro, pergiunta bravi ed intelligenti oltre che acculturati, sempre e solo loro. Di noi, intesi come paese, per adesso poca cosa.

Anonimo ha detto...

Scendete dal seggiolone. Ascoltate il paese vero,non solo i 400/500 simpatizzanti e parenti che vi girano intorno e che per motivi diversi vi dicono bravi bravi. La realtà è tutt'altra cosa. Se siete apolitici come vi siete sempre dichiarati, c'havte messo poco ad adeguarvi al sistema. Ma siete apolitici? Forse no.

Anonimo ha detto...

Bravo Mazzetti. Ma non chiedere anche te di smorzare le polemiche. Qui nessuno fa polemica. Manifesta, e i più lo fanno in modo educato e democratico, la propria contrarietà nei metodi ed in alcuni tipi di organizzazioni. Poi se alla massa piace così, pazienza. Ma che si offenda chiunque dissenta o gli si venga a dire, se non vi sta bene cambiate paese. Questo non è il sistema giusto di rappresentare tutti i cittadini.

Anonimo ha detto...

Io se fossi in te scriverei a ritmo meno cadenzato. Si vede lontano un miglio che sei sempre la stessa persona. Tra un pochino si capirà anche a che ora mangi e a che ora vai al bagno. Ahahaha

mazzetti-stefano ha detto...

anonimo 05 dicembre 2014 12:24--------aahahahhahahahaha, e riahahhahahaha, scusami se rido, è per la simpatia di aver letto "ma non chiedere anche te di smorzare le polemiche".........fo vola + vaffanfculi e dure opinioni o critiche come ti pare, facendo nomi e cognomi , forse più di altri mi sembra.....,ma opinione personale, ritengo che data la gravità della situazione in generale, si riesca alcuni a fare un passo indietro(a buon intenditor...), e alcuni un passo avanti(anche qui a buon intenditor...), sarebbe utile non ad una parte o l'altra.......ma a Chianciano , 6000 abitanti e 18.000(non so quanti)posti letto, quindi non a 300 simpatizzanti di uno o l'altro, uno o l'altra associazione e similari....capito il senso??? la merda è marrone per tutti allo stesso modo, e puzza a tutti allo stesso modo, prima troviamo il modo di uscirne e pulire........POI ALTRO CHE CHIEDERE DI NON FARE POLEMICHE.....SE QUALCUNO CONTINUA A ROMPERE I COGLIONI E FARE DANNI----CURA DEL BASTONE---SENZA CAROTE!!, MA FARLA ORA?????? non aiuta nessuno.

Anonimo ha detto...

hahaha ahahah Stefano.
Contento di averti strappato una risata in momenti come questi che c'è poco da ridere è sempre qualcosa di positivo. Concordo. Abbassare i toni e collaborare sarebbe il massimo. Ma da noi è cosa difficile se non impossibile. Sembravano partiti bene, tant'è che avevano preso voti talmente trasvesrali che di più non si poteva.
Poi saliti quattro scalini, si sono scoperti tutti fenomeni ed inattacabili.
Il passo indietro lo dovrebbero fare loro per primi, che sono li per il bene di tutti, si spera. Se continuano a rintnarsi nel loro fortino circondato solo da adulatori e non abbassandosi a parlare con i comuni mortali, sarà, purtroppo una nuova e forse ultima occassione sprecate per rilanciare il paese.

valtubo ha detto...

Breve estratto dell'incontro tra Camusso e Profumo alle Terme

[video]http://youtu.be/cnm1MeKSavs[/video]

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

ma cosa stai dicendo?
ma chi sarebbe dell'amministrazione che non parla con i comuni mortali?
a me pare che chiunque degli eletti parli ed ascolti chiunque!

Centritalianews.com ha detto...

Chianciano: residenti centro storico pronti a chiedere di poter utilizzare il “termalino”

Una multa da 121 euro per accesso alla ZTL nel centro storico di Chianciano, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso di una residente stremata dalle contravvenzioni e dai divieti, dopo l’inasprimento delle normative e delle sanzioni nella Ztl in paese in concomitanza con la necessità di far accedere il termalino, il trenino gommato ad uso turistico che per impossibilità di fare manovre ha necessità di trovare spazi liberi lungo il percorso. “La ZTL era già attiva – ha ricordato ad onor del vero il vice sindaco Rossana Giulianelli nel recente dibattito per i sei anni del blog Valtubo – l’amministrazione di Andrea Marchetti la sta solo facendo rispettare”. Qualche ammorbidimento invernale è già previsto, come l’accesso a tutta la zona uno (fino alla Banca CRAS per intendersi) consentito per tutte le 24 ore; alcuni posti con disco orario appunto di fronte alla banca, tutto poi da rivedere a primavera. Il Comune sta anche valutando un piano parcheggi che comprenderà un progetto a Porta San Giovanni e un altro lungo il viale della Madonna della Rosa, più il Cantinone che è quasi pronto, ma le difficoltà economiche della ditta stanno determinando ritardi. “Negli ultimi trent’anni noi residenti nel Centro storico abbiamo contato di avere perso 60 parcheggi “ ha aggiunto ancora la signora sventolando il “multone” da 121 euro che ha preso di sera nonostante avesse il permesso di parcheggio residente che il Vigile non ha notato, forse scivolato. “Ma vede – spiega – si tratta di un foglio A4”. In questi mesi ha collezionato altre multe per divieto di sosta, inevitabili la sera (“Ma i Vigili lavorano di notte?” si chiede) quando rientra dal lavoro con la spesa e quant’altro. “Siamo stremati e c’è chi pensa ad una raccolta di firme” ha avvertito invitando l’Amministrazione ad usare il trenino turistico quando sarà riattivato anche per trasportare i residenti. “La preoccupazione massima – ha concluso – è il martedì sera, quando, con la prospettiva di non poter parcheggiare alla Coop causa mercato del giorno dopo, non si sa proprio come fare….”. Intanto ha riaperto per le Feste il pub del Centro storico, luogo segnato da una moria di attività commerciali, mentre si segnalano ben tre aperture di negozi in zona S.Elena, fra alimentari, abbigliamento ed elettrodomestici. Buon segno senza dubbio per l’economia. Bello anche l’addobbo del Centro storico allestito dalla Amministrazione Marchetti con totem, luminarie e mostre, a supporto di un programma nutrito con il concerto della corale il 7 dicembre in concomitanza con la decorazione delle rotolare da parte dei writers che arrivano da tutta Italia, l’Officina di Babbo Natale il 20 dicembre, la Notte dei desideri il 27 dicembre ed il tradizionale mercatino del nuovo anno il primo gennaio 2015. Intanto, ci sono in mostra i vestiti storici nelle vetrine, i presepi e le opere dei piccoli pittori chiancianesi.

Anonimo ha detto...

se parlava davvero con chiunque, la proloco sarebbe stata fatta con chiunque,non presentata a chiunque solo dopo, e solo associazioni (e nemmeno tutte) gia formata e con i rappresentanti autoeletti nelle sole file di peac, con addirittura un pubblico ufficiale come presidente, che spiegate come possa rappresentare e quindi collaborare con aziende che come noto spesso sono in difficoltà a poter rispettare tutte le norme ?i pubblici ufficiali non possono non vedere giusto?, siamo sicuri che tutte le aziende se la sentano di far entrare a vedere chi "non può non vedere"....................ma dai!!!!!non siate ridicoli.

ML56 ha detto...

La ProLoco era nel programma di PeaC. Tutti lo sapevano da mesi, inutile dire che non c'è stata comunicazione. È stata fondata da molte persone vicine all'amministrazione e' vero, ma è aperta a chiunque. Si vuole farne parte o si vogliono le cariche anche se non retribuite? Dove sta' il problema?
Cosa succede? Qualcuno inizia ad aver paura che con la ProLoco possano terminare gli intrallazzi fatti per anni da chi ha gestito piccoli e grandi eventi, manifestazioni o incoming? No, perché se così fosse allora la a dir poco comica critica alla presidenza di un pubblico ufficiale potrebbe essere proprio azzeccata.

mazzetti-stefano ha detto...

dire che gli amministratori negano dialogo a chi lo chiede.......o non rispondono a quesiti posti, lo ritengo non vero, può non piacere cosa viene risposto,ma è cosa diversa da dire "parlano solo ai loro amici",a mio giudizio, in generale, si stanno muovendo al meglio di come possono.......si può fare meglio?? forse!, e di certo se babbo natale gli regala la bacchetta magica.....ci coprono tutti d'oro e risolvono tutti i nostri problemi, loro e opposizioni insieme,......in attesa di ciò.e per non far si che la stronza befana ci porti carbone e calze rotte ....qualche problema dovremmo almeno tentare di risolverlo insieme a loro.

Movimento 5 Stelle di Chianciano Terme ha detto...

[img]https://drive.google.com/file/d/0BwWm-5aPwsiCN2JwdEo0b1RrRHc/view?usp=sharing [/img]

Se non appare l'immagine cliccate qui!

Anonimo ha detto...

dei nomi a me non interessa.........il modo con cui sono stati eletti si!!, non è una pro-loco, è l'associazione eventi di peac!,e peac rappresenta!, bravi?, non bravi?, come volete non è questo il punto, il punto è che non rappresenta Chianciano in toto come una pro loco dovrebbe, per esserlo non è sufficiente che fosse stato nel programma peac.......leggi bene in italiano e in italia come si forma una pro loco, e fai molta attenzione ai punti e virgola, e sappi anche che, l'ultimo passaggio è poi il notaio, non il primo, più vi ostinate a difendere l'indifendibile, piu attrito create, altro che insieme si può.................:" “Creare un Comitato promotore formato da un ristretto numero di persone amiche con la precisa volontà di promuovere e valorizzare le peculiarità presenti nel territorio di pertinenza (5 ÷ 10).
Questo comitato pubblicizzerà nelle forme più opportune (articoli su giornali locali
- manifesti - locandine) l’intenzione di costituire una Pro Loco nel Paese.

• Nel contempo verrà aperto il tesseramento all’associazione che dovrà essere libero a tutti.

• Il Comitato promotore si farà carico di elaborare uno Statuto che regolerà la vita della Pro Loco.

• Dopo che sarà passato un ragionevole lasso di tempo dal momento della pubblicizzazione dell’idea di far nascere una Pro Loco e si sarà raggiunto un numero di Soci soddisfacente (30 ÷ 50 possono essere sufficienti) il Comitato promotore dovrà indire un’Assemblea Costituente dando avviso scritto a tutti i Soci e magari pubblicizzando l’iniziativa.

• Nell’Assemblea Costituente verrà svolta una relazione del lavoro svolto dal Comitato promotore; verrà presentato, discusso ed approvato lo Statuto, si passerà poi all’elezione dei Componenti il Direttivo e dei Revisori dei Conti.

• In una successiva riunione di Consiglio Direttivo avverrà la distribuzione delle cariche.

• Da questo momento la Pro Loco è pienamente funzionante e può operare”.
Per concludere, ci sembra necessario ribadire che informare e rendere partecipe la comunità sarebbe stato il metodo migliore ai fini di un effettivo e totale coinvolgimento partecipativo ed, in ogni caso, il primo passo."
......smettetela di insistere, mancate di rispetto anche agli stessi volontari che si spendono per le vostre iniziative costringendoli a stare sotto la lente di ingrandimento ad alimentare il contrario di quello che profetizzate, disuniti si fa quello che ci pare ,altro che insieme si può.

Ossevatore Chiancianese ha detto...

RIDICOLI!!!!!Semplicemente ridicoli i manifesti sparsi per il paese a sostenere una campagna elettorale per TITOLARE lo stadio ad un cittadino Chiancianese.E ancora più ridicola l'idea dell'Amministrazione di avere ideato e incoraggiato questa competizione che come era prevedibile in un paese dove regna sempre la conflittualità non ha tardato ad affiorare con toni e comportamenti che ridicolizzano le figure Duellanti.Credo che un assessore che incoraggia questo non meriti la stima dei cittadini,un assessore che per mancanza di sensibilità non ha capito quale ricaduta poteva generare,che forse cullerà l'ambizione di avere avuto il merito di aver dato nome allo Stadio incurante,forse per limiti culturali,che ben altre figure del passato e di spessore rilevante a livello nazionale lo avrebbero meritato di più, e che non ha neppure l'umiltà di fare un passo indietro.Pazienza al declino non c'è mai fine!
E gia che ci siamo un ringraziamento alle Terme che anzichè premiare qualche amico o amico dell'amico ha preferito destinare soldi a illuminare a giorno i Parchi, davvero uno spettacolo unico! Luci sfavillanti e colorate come quelle di Banca Cras che ha voluto ricordarci la sua vicinanza ed il suo sostegno per renderci un Natale più sereno.

Anonimo ha detto...

Ridicoli sono i chiancianesi che non perdono occasione per dimostrare ciò che sono. Che colpa ha l'amministrazione? Col tuo ragionamento ogni scelta sarebbe sbagliata perché sono sempre i chiancianesi che mostrano il peggio di loro.

Anonimo ha detto...

In questo tempo di "vacche magre" l'idea delle rotoballe mi sembra un grande spreco.

Anonimo ha detto...

Ma fatela finita di attacca' Marchetti e i suoi! Il problema viene proprio da gente come voi, che non perdete mai occasione di dimostra' la parte peggiore!!!!

Anonimo ha detto...

Se pensavi di fa' una battuta, hai perso l'occasione per sta zitto

Anonimo ha detto...

La parte peggiore della società e' proprio una come te!!!

Anonimo ha detto...

Ma sei così sicuro che la parte peggiore sia da un'altra parte?

Anonimo ha detto...

Ma siete sempre così permalosi. Rilassatevi un pochino.
Con tutti questi impegni che c'avete dovete essere pronti e scattanti. Tranquilli almeno il bue e l'asinello per quest'anno
da mangia ce l'hanno!

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

Complimenti all'Amministrazione per le nuove iniziative.Con il Villaggio di Babbo Natale e le Opere dei writers in questi giorni Chianciano si presenta accogliente,colorata,viva,davvero gradevole e piacevole.Complimenti di nuovo e mi auguro che queste esperienze possano essere un punto di partenza per migliorare,capire cosa si può correggere là dove errori certamente sono stati commessi ma,come si dice,talvolta è meglio sbagliare che non fare mai niente.Certamente le Terme errori non ne commettono perchè credo che i nuovi visitatori non hanno avuto nè avranno la percezione della loro presenza.Forse la sempre sorridente responsabile marketing (non so davvero cosa abbia da ridere o forse pensa che fare marketing questo significhi) avrebbe potuto"suggerire" ai giovani che gestiscono l'organizzazione dei Parchi ,di tenere aperta la sera dei fine settimana la sala Fellini con proiezioni di film di Cartoni Animati per i bambini ospiti,o rendere praticabile il Salone la sera con altre iniziative. Bravi i Commercianti che invece si sono impegnati,pur nella crisi che atrraversiamo,a dare contributo fattibile e soprattutto visibile al paese non imitati dagli Albergatori e credo non dalle agenzie che proprio sulle spalle degli Albergatori hanno costruito la loro fortuna

Anonimo ha detto...

Ma chi e' la sorridente responsabile marketing che ha poco da ridere?

Anonimo ha detto...

Che sia meglio fare tanto per fare è la stessa teoria, del bastafà, che hanno applicato negli ultimi vent'anni.
Si è poi visto come siamo finiti.
Sarebbe stato il caso di pensarci e fare partecipi tutti i cittadini. No aver organizzato eventi e festicciuole a proprio uso e consumo e poi come va va.
Le Terme hanno grosse responsbilità, e non da ora, ma non sono anche di proprietà del Comune? Se si, perchè non ci mettono bocca, e soprattutto le mani?

Anonimo ha detto...

Volevo dire la mia opinione in merito al paese di babbo natale, premetto che non sono chiancianese, ma devo dire che mentre quello di chianciano è veramente molto bello e ben organizzato in un parco molto suggestivo,quello di monte dove sono stato sabato purtroppo mi ha deluso tantissimo: pista di pattinaggio minuscola,4 stanze e niente più. Peccato perché le aspettative erano ben altre. Luca

Anonimo ha detto...

Vista la fila per entrare e la pubblicità che gli viene fatta. Luca

Anonimo ha detto...

non ci mettono le mani e la bocca perchè comanda la regione.
Il Comune, avrebbe l'obbligo di salvaguardarle in quanto bene pubblico, ma non lo fa perchè metterebbe male la regione per la cattiva gestione e salvaguardia.

Anonimo ha detto...

per damiano rocchi,
perchè il geologo Pagano, terme immobiliare, non fornisce ai concittadini le prove che il m5s nella interrogazione sulle terme ha creato un problema che non esiste ?
La mancata risposta dà ragione a De angelis.
I concittadini hanno il diritto di sapere !

Anonimo ha detto...

vorresti dire che a.c. così facendo ha più interesse a tutelare le istituzioni che i propri concittadini ?

Anonimo ha detto...

tra m5s e a.c non cè sintonia, se rocchi avesse le prove che il m5s ha prodotto solo falsità per denigrare l'a.c., avrebbero già risposto fornendo delle prove scientifiche che il problema della criticità delle acque termali non esiste.
Non si può mentire sulla criticità delle acque termali in un atto pubblico (rel. Dr. Palazzi)

Anonimo ha detto...

Forse hai sbagliato paese. Sei andato per sbaglio in quello di Alice....ma che state a racconta, non c'è paragone. Montepulciano vince 2a 0 non c' è proprio partita.

Anonimo ha detto...

DeAngelis ha detto che ha incontrato Pagano con l'assessore Rocchi. Perché non ci dice anche lui come stanno le cose? Poi ovviamente anche l'amministrazione dovrà dire la sua, ma l'impressione è che M5S appoggi solo la versione "peggiore" con il solo scopo di attaccare l'A.C.

sportivo ha detto...

Mah fossi in te, darei un 'occhiatina alle recensioni sulle pagine Facebook del paese di babbo natale di monte e su quello di chianciano,c'è da sbellicassi su quello di monte dicoino tutti che fa schifo (montepulcianesi esclusi ovviamente)!

Anonimo ha detto...

Non volevo assolutamente entrare in polemica,ma visto che probabilmente sei di monte o addirittura dell'organizzazione,dico solo che alcune volte bisognerebbe essere obiettivi.Un saluto Luca

Anonimo ha detto...

Palazzi non ha certo mentito. Ha dato una sua lettura. Non è un gioco da ragazzi dare risposte certe in casi come questi, soprattutto se non si riesce a supportare con prove e indagini in genere molto costose. Bisogna capire se ci sono state prove o ci si è basati sulla cartografia.

Damiano Rocchi Assessore Risorse Idriche Comune Chianciano Terme ha detto...

Buonasera.
Non mi sono mai tirato indietro al confronto e non intendo certo farlo nemmeno in questo caso. Comunico che il geologo Dott. Giuseppe Pagano, nella sua qualità di 'direttore di miniera' di Terme di Chianciano Immobiliare, mi ha da tempo informalmente fornito una bozza di relazione nella quale è in modo molto approfondito (in quanto supportata da adeguate indagini) riportata l'analisi sul bilancio idrico termale locale e comprensoriale.
Analisi questa che evidenzia, di fatto, risultati in netta controtendenza rispetto a quanto spesso riportato anche nelle pagine di questo blog e tra l'altro, risultati già ben noti al Sig. De Angelis con il quale, con obbiettivo quello di massima trasparenza e partecipazione, e come in precedenza già fatto per l'incontro con il Dott. Palazzi, ho incontrato il Dott. Pagano, che in tale incontro ci ha spiegato con dovizia di particolari quanto emerso da tale studio da lui ed il suo staff condotto nel tempo.
Nell'attesa quindi che lo stesso 'direttore di miniera' fornisca ufficialmente all'Amministrazione Comunale la relazione nella sua versione definitiva in virtù della quale possano poi essere fatte più pertinenti valutazioni, mi auguro che si possa trovare l'adeguata misura alle polemiche, allarmismi e strumentalizzazioni in materia, che nulla di positivo portano alla causa chiancianese.
Saluti

Damiano Rocchi
Assessore Risorse Idriche
Comune Chianciano Terme

i piangina ha detto...

Bravo Damiano !

Anonimo ha detto...

Bisogna riconoscere che Rocchi risponde sempre a tutti , l'unico alla mano. Grazie

Anonimo ha detto...

per rocchi,
Pagano ha fornito un bozza di relazione oltre un mese fa.

Perchè Pagano e il suo staff a seguito delle indagini da loro condotte ancora non sono stati in grado di produrre documenti ufficiali ?.

Anonimo ha detto...

se Palazzi, certamente non ha mentito, ha dato una sua lettura, come si può essere in controtendenza con le indagini del CNR di Pisa ? Certamente a distanza di anni gli emungimenti sono aumentati e le ricariche sono diminuite.
Sono proprio curioso di conoscere le indagini del Dott Pagano.!

Anonimo ha detto...

Palazzi ha dato una sua lettura partendo da un punto fermo e altamente scientifico: le indagini del CNR.
Il resto è automatico : a distanza di 50 anni, più emungimenti e meno precipitazioni = abbassamento della falda e quindi necessità di intervenire sui drenaggi.

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

La sorridente biondina responsabile marketing è una delle nomine del "Ci penso io che voi non sapete far niente! Vuoi mettere io sono Milanese "

Anonimo ha detto...

per assessore Rocchi
per avere dei dati CERTI sulla salute delle nostre acque, nell'interesse della comunità, le indagini non vanno fatte in casa, ma vanno fatte fare all'unico Centro di riferimento e qualificato in Toscana : il CNR di Pisa , che tra l'altro 50 anni fa diceva l'opposto di quanto dichiarato dal Geologo Palazzi.

Anonimo ha detto...

Per Damiano Rocchi
la Regione toscana nel 2008 ha affidato al cnr di pisa il monitoraggio della falda termale di Montecatini Terme. Le indagini sono terminate nel 2010 e il costo complessivo dell’operazione è stato di 155.000,00 euro. Dal momento che con le TERME è in gioco il futuro del nostro territorio, nell’interesse della collettività, Il geologo Pagano deve dimostrare i tempi e i costi occorsi per completare uno studio così importante, dando così spessore all’indagine da lui condotta, e confutare così (ufficialmente), le indagini condotte dal CNR di Pisa, il quale invece afferma , che anche Chianciano, per le caratteristiche idrogeologiche della Regione, emunge acqua termale dallo stesso serbatoio dal quale emunge anche San Casciano dei Bagni, Rapolano, Sarteano. Faccio notare che lo Studio del CNR , in collaborazione con Amm.ne Prov.le di Siena, è stato presentato dagli autori ad un convegno internazionale che si è tenuto a Palermo.
Marchetti , nel corso del dibattito ha detto che lui è un commercialista, pertanto deve obbligatoriamente fidarsi di quanto dichiarato dal Geol Pagano. Vedi, Damiano, quando è in gioco la ripresa economica della nostra cittadina, che non può prescindere dall’importanza della gestione delle nostre acque, e in presenza di una indagine, quale quella del CNR, è troppo riduttivo, quando si rappresenta 8000 concittadini, affidarsi alle sole dichiarazioni del Geol. della Regione, che ha tutto l’interesse a mantenere lo status quo.
Quando si emunge acqua in modo indiscriminato, senza aver prima determinato un bilancio idrico si rischia di alterare l’intero sistema….
Sono passati ormai 40 anni dall’indagine del CNR e già allora si esortava ad intervenire sugli emungimenti: da allora, il Dott Pagano pensa che gli emungimenti sono diminuiti e le precipitazioni sono aumentate ?
Damiano, credimi, è in gioco la credibilità della vostra amministrazione!
Il problema purtroppo c’è, inutile nascondersi e va affrontato di petto nell’interesse di tutti

Anonimo ha detto...

ing Rocchi ha detto:
“dopo che Dott Pagano avrà fornito adeguata e pertinente documentazione, mi auguro che si possa trovare l'adeguata misura alle polemiche, allarmismi e strumentalizzazioni in materia”.
Guardi, Ing Rocchi, se vorrà essere certo di salvaguardare la risorsa termale, non sarà certo l’indagine del Geol Pagano che porrà fine agli allarmismi, alle polemiche e alla strumentalizzazione, ma dovremo rivolgerci al CNR di Pisa, centro di ricerca di assoluta attendibilità, che anni orsono ha dichiarato l’esatto contrario di quanto asserito dal geologo Pagano.

Fabiano De Angelis ha detto...

In risposta a quanto asserito dall'assessore Rocchi vorrei dire che ,durante l'incontro con il geologo Pagano gli unici" documenti"da me visti, sono stati due o tre gruppetti di circa cinque righe l'uno, di numeri scritti a mano su un taccuino dal direttore di miniera.Per il resto, solo dichiarazioni verbali da parte del tecnico di Terme Immobiliare.Ho chiesto, al Pagano,sia verbalmente che tramite due mail,di fornirmi i dati da lui rilevati,ma a tutt'oggi ancora aspetto.Per quanto attiene alla "bozza di relazione nella quale è, in modo molto approfondito (in quanto supportata da adeguate indagini), riportata l'analisi sul bilancio idrico termale locale e comprensoriale" non sono stato assolutamente informato.E comunque mi viene spontanea una domanda da porre: se potrebbe esser plausibile l'analisi sul bilancio idrico termale locale,non è minimamente credibile quella comprensoriale,per il semplice motivo che, la falda in questione (secondo dati pubblicati del CNR e poi dal geologo Palazzi nel piano strutturale e mai smentiti da altro studio scientifico) comprende l'area dei Comuni di San Casciano, Sarteano, Chianciano, Montepulciano e Rapolano e in tutti questi punti di emungimento ,tranne che a Chianciano,non essendo presenti gli strumenti di rilevamento previsti dalla L.R.38/2004 non è possibile rilevare nessun dato relativo alla falda.Sarei curioso di sapere dall'assessore quali siano le" adeguate indagini".Inoltre anche i controlli locali perdono di significato scientifico ,perchè controllare un solo punto di attingimento su una falda così ampia non ci dà alcuna garanzia.E' come avere una perdita di acqua in casa e accertersi dell'integrità di un solo rubinetto! Io sono pronto a credere al geologo Pagano solo dopo la pubblicazione del suo lavoro,se ha dei dati scientifici che smentiscono il CNR di Pisa e il suo collega Palazzi li renda pubblici e ci tranquillizzi tutti.Le pubblicazioni degli studiosi devono essere poste al vaglio della comunità scientifica per aumentare la conoscienza comune se meritevoli o essere pubblicamente smentite se errate .
Sperando bene.
Saluti.
Fabiano De Angelis

Anonimo ha detto...

DeAngelis fa' meno polemica. Il rocchi e' stato chiaro, quando avrà il documento ufficiale lo pubblicherà e se fa riferimento a indagini, perché vuoi per forza dire che non sono sufficienti? Allora le hai te le prove? Ma lo vedete che voi 5S state sempre e comunque dalla parte della polemica?

Anonimo ha detto...

Allora te lo sai che ha detto Pagano? Diccelo! O sono solo supposizioni per fa casino?

PD di Chianciano Terme ha detto...

Conferenza organizzata dal PD sull'immigrazione che si terrà SABATO 13 Dicembre alle 17:00 presso l'HOTEL AMBASCIATORI.

[img]http://2.bp.blogspot.com/-7R-KoCaIj8A/VIcEyBYNZeI/AAAAAAAAA2E/yy2gu-k8fxs/s1600/immigrazione.jpg [/img]

Anonimo ha detto...

a di la verità mi pare che in pieno stile movimento 5 stelle (CTRL+C e CTRL+V) coem hai fatto anonimo 12.38 il rocchi non abbia detto che dopo che il geologo avrà fornito i documenti si dovranno ridurre le polemiche. a me pare abbia detto che nell'attesa di avere un documento definitivo inutile fare polemiche.

mazzetti-stefano ha detto...

quale momento migliore per parlare ed evidenziare come le cooperative rosse di tutta italia lucrano sulla pelle di questi poveracci, non è certo il caso di Chianciano, dietro alle belle cose ci sta sempre i grandi intrallazzi.....e questo ne è un esempio eclatante......... con tanti politici che si pienano la bocca di altruismo ,e al contempo le tasche con i nostri soldi....... che estorcono a noi addolcendo la pillola che servono anche per il sociale, servo scoprire poi che casomai servono alle loro società per rubare e pigliare per il culo noi tutti.......,sfruttando e strumentalizzando i flussi clandestini di chi arriva,la vita di chi muore provando a venire nel paese dei balocchi che non esiste, e la vera sana propensione ad aiutare degli onesti Italiani ,.................a Chianciano e dintorni non esiste schiavismo (a parte quello degli imprenditori a cui viene estorto il pizzo) , ma siamo in zona rossa giusto, bene, esiste la coop che tutti conosciamo per fare la spesa, dove si sa che si spende meno giusto???, bene parlando di ortofrutta, viene prodotta in maggior parte, da SCHIAVI clandestini irregolari e non che dentro serre ,senza servizi igienici,senza pause,senza mangiare,lavorano 12 ore per 18-20 euro al giorno, senza contributi e assistenza sanitaria....... siamo bravi noi della zona, additiamo di delinquenti i contadini costretti a lavorare in quel modo perchè viene pagato 15 centesimi al kg la frutta a loro, insufficienti a lavorare in regola, e tutti sanno, ma va bene cosi, poi lo stesso prodotto da 15 cm entra nelle magiche mani delle cooperative (quasi totalmente rosse) che dopo 3-4 passaggi, lo fa arrivare nei propri supermercati "coop" (come negli altri lo stesso), dove offre convenienza ai propri soci rivendendo a 20-30 volte tanto quello che in origine ha pagato 15 cm, ora costa 3-4 euro kg, i passaggi intermedi da 15 centesimi per arrivare a 3-4 euro arricchiscono i mediatori cooperative di vendita, noi abbiamo convenienza a pagare 3-4, ma i delinquenti ladri ed evasori sono le aziende agricole a cui non viene pagato il giusto per poter avere la dignità di considerarsi imprenditori della terra e non schiavi di sistema a fare schiavismo di persone costretti dai compensi ad essi imposti dai vertici delle cooperative rosse , che dopo rivendono a 20-30 volte tanto................CHI E IL VERO DELINQUENTE E CHI SUBISCE DELINQUENZE????............

Anonimo ha detto...

Grande Mazzetti !!!!
Centro pieno 100 punti !!!

Associazione Albergatori Chianciano ha detto...

Chianciano: boom di presenze per il “Ponte dell’Immacolata”. Barbetti (Federalberghi): “Hotels aperti tutti esauriti”

“Ottimo il test turistico dell’Immacolata. In riferimento al Ponte appena concluso, posso comunicare con piacere che le strutture ricettive hanno realizzato un tutto esaurito”. Questo il bilancio del presidente dell’associazione albergatori Federalberghi Daniele Barbetti il quale ha precisato che “l’eccezionale presenza di turisti in città ha spinto ad aprire anche strutture tradizionalmente non operative in questo periodo. E questo è proprio il dato più importante”.”La città -ha continuato Barbetti- ha saputo presentarsi sul mercato con una offerta ben strutturata e competitiva, con servizi variegati che vanno dal benessere termale, all’ eno-gastronomico, fino ad eventi speciali come il Villaggio di Babbo Natale per le famiglie. Senza dimenticare iniziative artistiche innovative che che hanno permesso di comunicare la cittá in un modo nuovo ed affascinante”. Il week end infatti ha fatto registrare il tutto esaurito nelle strutture termali, Terme sensoriali e piscine termali Theia, mentre in città sono state dipinte dai “graffitari ” le rotoballe diffuse su tutto il territorio, nelle aiuole e nelle piazze. Una vera e propria mostra a cielo aperto delle opere dei moderni writers, artisti che con le loro bombolette spray hanno realizzato di fronte al pubblico di passanti e curiosi i loro presepi sulle rotoballe di fieno, tipico elemento di arredo toscano. Boom di presenze al Villaggio di Babbo Natale nel parco S.Elena. Sono stati diecimila i grandi e bambini che hanno affollato la struttura che riaprirà il prossimo week end e che prevede apertura ininterrotta dal 16 al 26 dicembre, tutti i giorni. “Ritengo che il felice risultato –ha concluso il presidente degli Albergatori- debba farci riflettere sia sulle nostre grandi potenzialità di destagionalizzazione della stagione turistica, sia sulla capacità di fare sistema che gli attori economici ed istituzionali hanno dimostrato in questa occasione. Capacità quest’ultima che troppe volte viene messa in dubbio e che invece rappresenta la condizione imprescindibile per una ripartenza vera della nostra economia cittadina. Il weekend dell’Immacolata potrebbe quindi rappresentare in piccolo un interessante modello da attuare sulla stagione turistica 2015″

Anonimo ha detto...

Chiederei al Pres.Albergatori Sig.Barbetti quali sono gli attori economici ed istituzionali che hanno fatto sistema per il successo del Ponte dell'Immacolata.Gli Albergatori?La Banca Cras? Il MPS?Le Terme?Ci può illustrare dove questi enti ed associazioni hanno fatto pubblicità?Quali bagget hanno destinato?Quali altri contributi hanno messo a disposizione?Spero di avere notizie.

Anonimo ha detto...

Continua la Campagna Elettorale pro Stadio.Visto l'impegno importante in questo confronto dato da Angela Betti,vorrei ringraziarla per i begli articoli che scrive per la Virtus,per ricordarci gli impegni della Squadra di calcio,per la sua partecipazione a feste e cene a sostegno della Virtus,per la sua immancabile presenza alle partite.Grazie Angela!

mazzetti-stefano ha detto...

ahahahhahahhahahhahahah, ri-ahahhahahaha, ri-3- ahahahahahaha

Anonimo ha detto...

Veramente si scrive "budget" non "bagget". L'Inglese non si scrive così come si pronuncia!

Anonimo ha detto...

No perché i pambutti al mercato a estorce i voti alle persone anziane e' una cosa fatta bene.!!
E che non si dia tante colpe all'amministrazione, la colpa è dei chiancianesi! Questi sono i chiancianesi, vergogna

Voto Mario Maccari ha detto...

Certe persone si dovrebbero vergogna' a girà' per Chianciano.
Ma la sera quando vanno a letto ci pensano mai a quello che fanno e come si comportano?
Che dite? qualora fosse, deve esse una bella soddisfazione arriva' al risultato in questo modo, vero? Estorcendo voti a destra e a manca. E poi questi so' quelli che dicono di amare lo sport a Chianciano....si solo per appari'!!!
Più che pensa' di fa' carte false per intesta' il campo sportivo a chi non c'è più, secondo me farebbero meglio a pensa' a far cammina' a testa alta in futuro i loro figli e nipoti!
Ma per carità!!!

Anonimo ha detto...

Con i chiancianesi andrebbero fatte le cose in maniera dittatoriale.....l'amministrazione comunale voleva fare le cose democraticamente e i chiancianesi si fanno riconoscere!!

Anonimo ha detto...

Bravo concordo!!! Il problema non è lo strumento, ma come viene usato. E questo è il pro ed il contro della partecipazione e della troppa democrazia.
Bravo Andrea e bravi tutti, ma se volete un consiglio la prossima volta anche se vi daranno subito dei fascisti decidete voi. I chiancianesi la partecipazione non la meritano.

Max ha detto...

Ma il Pd invece di proporre qualcosa di buono per recuperare i danni fatti negli ultimi 60/70 anni pensa all'immigrazione e all'integrazione?
Poi, è vero che il presidente della Croce Verde non ha mai nascosto le proprie ideologie politiche (vedi appoggio in campagna elettorale per la Ferranti e Rondoni) ma adesso coinvolge ufficialmente l'associazione che rappresenta con il PD?
Non mi piace x niente l'accostamento politico tra un associazione di volontariato (che dovrebbee essere apartitica e apolitica) ed un partito politico.

mazzetti-stefano ha detto...

fonte Terre Di Siena--------116 risultati selezionati per:Chianciano Terme + Alberghi - Hotel
157 risultati selezionati per:Chianciano Terme
quindi 41 sono una delle seguenti---Agriturismo - Agricampeggi Affittacamere Affittacamere non professionali Case Appartamenti Vacanze Case per Ferie Campeggi Ostelli Residence Residenze d'Epoca residenze Turistico Alberghiere Rifugi Villaggi Turistici Aree di sosta ...........Nel 1928 gli alberghi erano ben 44, oggi l’Associazione Albergatori ne raggruppa 150 su 180 (in termini di posti letto tale rapporto è di 12.000 su 14.000) quindi è strutturalmente radicata nel territorio..................QUESTI sono i dati ufficiali del numero licenze albergo attuali nel 2014 (116) ma di questi mi risulta alcuni in essere come licenza ma pignolati dai tribunali, quanti sono in realtà attivi e operativi non lo so.........di sicuro invece oggi nel 2014 esistono 41 attività che fanno incaming che "non sono alberghi" , non sono rappresentati, non vengono chiamati dall'amministrazione quando convoca associazioni di categoria, non vengono coinvolte in nessuna delle proposizioni "turismo" (tolto consozio privato "chianciasi" ma solo parzialmente, e cmq è un consorzio privato che giustamente fa gli interessi dei soli propri consorziati e non trasversalmente di tutti) , "non avevano sedia al panel", o se c'era non è stata occupata........, non sono stati avvisati della nascita della proloco, ne invitati a presentazione, ne coinvolti ufficialmente tutti e 41 negli eventi, a queste vanno aggiunte tutte le aziende agricole piccolissime o medie insieme alle iscrizioni di "coltivatori diretti", qualche altra decina non so precisamente..............che ancora, non rappresentate,non coinvolte in iniziative,proloco non sanno ancora cosa è(info ufficiose a parte che arrivano dal chiacchierare con chi sa),..............ora!!, per quanto pochi se confrontati con alberghi, numericamente parlando di posti letto, e quanti soldi-economia, fanno girare questi diciamo 65-70 "partite iva" , parlando in percentuale invece, le sole 41 strutture incaming paragonate al totale di 157 (ma vere saranno 120....) sono il 30% dell'offerta incaming chiancianese...................è quantomeno assurdo che non vengano considerate, controproducente che non vengano coinvolte, COME MAI??? , ed è oltretutto paradossale anche perchè vorrei vedere nei registri dell'amministrazione comunale,imps,banche,etc etc...... i debiti insoluti dei 116 alberghi, confrontandoli con quelli delle 65-70 "non considerati colleghi"..........ipotizzo che nel primo caso ci voglia mani e piedi per contare, nel secondo 1 mano per arrivare a forse 5..........naturalmente le piccole realta hanno potenzialmente meno problemi perchè girano numeri piccoli, quindi non è di chi paga meno che sto parlando, ma del paradosso che pur essendo quelli che creano certamente meno problemi al tessuto economico chiancianese........sono però considerate INVISIBILI ED INESISTENTI nel contesto dove fanno il proprio lavoro.
-ora, auspico che amministrazione e proloco, che si stanno muovendo diversamente dalle azioni e politiche fatte a Chianciano nel passato, riescano a far integrare queste realtà, usarle invece di ghettizzarle, agevolare l'apertura di nuove se c'è qualche coraggioso, incentivare l'agricoltura e cosa ne ruota intorno, promuovere interazione tra "turismo e terra", valorizzare attività rurali-turistiche(cavalli, trekking,bici,orti formativi e didattici,cantine,beni storici delle nostre campagne, etc etc.........

mazzetti-stefano ha detto...

tutto questo non è + potenziale rischio perdita clienti per alberghi (forse motivo per cui politica e associazioni hanno osteggiato questo tipo di sviluppo negli anni passati).....ma integrazione di offerta alla attuale solo alberghiera........la fetta di mercato a cui si rivolge l'alternativa ,cerca quella specificatamente, specialmente per turismo internazionale, chi è interessato ad albergo continua a prenotare albergo, o cmq non sarà certo + attenzione ad alternativa a far chiudere gli alberghi.......per questo ci sono gia tanti fattori ben + pericolosi e gravi.................., tra l'altro, da non sottovalutare, che sono proprio queste 41 realtà, che se anche con numeri piccoli, garantiscono un po la destagionalizzazione tanto sperata....perchè hanno meno problemi a stare aperti gia o a deciderlo se fossero coinvolte e considerate.
CHI HA ORECCHIE INTENDA!!!!!!

Anonimo ha detto...

Bravi tutti. Ma proprio tutti. Contenti voi, contenti tutti.
Ma la vedete la realtà, girate un pochino per il paese vero, o vi siete rintanati da babbo natale? In questo ultimo ponte, a parte quei quattro alberghi con tariffe da poveri, non ha lavorato nessuno. I negozi, tutti vuoti. Certo la colpa è dei commercianti, la colpa è di altri alberghi che ormai in questo periodo hanno scelto di non aprire più perchè non potevano confrontarsi con chi fa prezzi da fame. Ma qualcosa che si appetibile per portare gente che spenda, no è?

Anonimo ha detto...

Ma perchè invece di intitolare lo Stadio ad uno solo, visto che i nomi che circolano sembrano tutti meritevoli, non fate una bella targa con i nomi di tutti per ricordarli, e lo Stadio resta il Comunale? E' un modo semplice e democratico per sopire ed eliminare le polemiche che già ci sono, ma che si trascineranno all'infinito anche una volta deciso, forse anche in modo non sempre corretto, a chi deve essere intitolato.
Al di là di un nome, lo stadio deve rappresentare ed essere di tutti.
Come tante altre cose naturalmente.

Anonimo ha detto...

Così è troppo semplice. Come la sopisci la voglia di apprire dei chiancianesi. L'idea non sarebbe male, ma dubito venga presa in considerazione specialmente dopo lo spiegamento di forze messo in campo


Anonimo ha detto...

Visto che sei bravo con la critica proponi qualcosa....altrimenti bla bla bla !!!

mazzetti-stefano ha detto...

ps, nel sito associazione albergatori i numeri di 180 alberghi di cui 150 rappresentati, leggere fondo pagina........ dati "2007" ......sono passati 7-8 anni, meglio aggiornarli!.

Beppe ha detto...

Ma quanto sono ridicoli quelli che stanno cercando voti per intitolare lo stadio a tizio o a caio?
Ma si vergognassero, hanno attaccato anche i manifesti x chiedere il voto!
Io piuttosto, lo stadio lo asfalterei e ci farei tutti parcheggi.....sarebbero molto più utili

PARTITO DEMOCRATICO di Chianciano Terme ha detto...

Il Partito Democratico di Chianciano Terme comunica che l'incontro con tema "IMMIGRAZIONE e INTEGRAZIONE", previsto per Sabato 13 DICEMBRE sarà rinviato a data da definirsi a causa dell'assenza del deputato KHALID CHAOUKI per imprevisti impegni politici.
Data l'importanza del tema trattato abbiamo ritenuto opportuno posticiparne la data per assicurare la presenza di tutti i soggetti coinvolti.
Ci scusiamo pertanto con gli ospiti che avevano assicurato la loro presenza e ci impegniamo a comunicare il prima possibile la nuova data.

PARTITO DEMOCRATICO di Chianciano Terme

Anonimo ha detto...

La vicenda Stadio Comunale é veramente ridicola e sfiora quasi la comicità...
Ora l'ammininistrazione comunale per non fare torto a nessuno ed accontentare tutti ( in perfetto stile degli ultimi 40 anni ) assegna ai primi tre vincitori ( se cosi vogliamo definirli... ) lo stadio, la via e la tribuna....
e allora il quarto , il quinto ed il sesto???
Io propongo al quarto gli spogliatoi, al quinto la Ex "Pista" ed al sesto la copertura della tribuna.....

Fate ridere, ma almeno ve ne accorgete ????

per ora mi fermo qui poi nei prossimi post proseguiro' con altre vicende clamorose.....

Anonimo ha detto...

Hanno fatto bene.

mazzetti-stefano ha detto...

SE CI FOSSE QUALCHE INTRAPRENDENTE VOGLIOSO DI "SUDARE" ..........BELLA OCCASIONE, DAVVERO BELLA!!! Valdichiana senese: tra Chianciano e Sarteano beni demaniali in concessiopne
Posted By: centritaliaPosted date: 10 dicembre, 2014in: Unione dei ComuniNo Comments
Un’opportunità per gestire due poderi in un’area di particolare pregio paesaggistico con la possibilità di utilizzarli anche come strutture agrituristiche. La offre l’Unione dei Comuni Valdichiana Senese che ha reso pubblico l’avviso per l’affidamento in concessione delle unità poderali Poderuccio e Palazzone, situate all’interno del complesso forestale regionale “La Foce”, nei comuni di Chianciano Terme e Sarteano. La legge forestale toscana assegna agli Enti Locali la gestione di immobili del Patrimonio Agricolo Forestale, di proprietà della Regione che si pone l’obiettivo di valorizzarlo e di renderlo redditizio. La Giunta dell’Unione dei Comuni ha individuato i due poderi e, dopo un confronto con le associazioni di categoria del settore agricolo che ha consentito di condividere gli obiettivi dell’operazione, ha pubblicato il bando che individua anche i requisiti per l’assegnazione della concessione. Potranno quindi concorrere persone fisiche e giuridiche e la concessione avrà la durata di 15 anni con un canone base annuale – oggetto di offerta al rialzo – di 16.000 Euro, individuato dagli organi tecnici della Regione. I due fabbricati, raggiungibili dalla strada vicinale della Foce, sono ristrutturati e comprendono un area di circa 69 ettari di terreni, prevalentemente seminativi ma anche con porzioni di bosco e pascolo.L’occasione potrebbe dunque consentire agli assegnatari di avviare un’attività imprenditoriale, sia agricola sia turistica. Il bando è stato pubblicato il 1 dicembre, anche sul sito internet dell’Unione, www.unionecomuni,valdichiana.si.it ed il termine per la presentazione delle domande scade il 30 gennaio 2015.

Anonimo ha detto...

Grande anonimo delle 10 e 26 e per favore facci consapevoli.

Anonimo ha detto...

Bastafà !

Anonimo ha detto...

ho visto sulla cronaca della Nazione articoli sul villaggio di babbo natale di montepulciano, ma i giornalisti di Chianciano non sono capaci di fare un pò di propaganda anche al nostro villaggio che è di gran lunga superiore?

Daniele Barbetti- Presidente Federalberghi Chianciano Terme ha detto...

COMUNICATO STAMPA
FEDERALBERGHI CHIANCIANO TERME


L’Associazione Albergatori ha espresso “forte preoccupazione per il futuro del Parco Fucoli, le prospettive sulle sorti del Parco nel 2015 sono incerte. Fucoli ha rappresentato in passato un volano di presenze straordinario per Chianciano Terme, ma per poter attivare oggi tutte le sue potenzialità necessita di un programma di investimenti urgente. Le risorse necessarie a questo sono in grande parte già presenti e disponibili, ed è quindi importante che le Istituzioni individuino i percorsi più rapidi ed efficaci per sviluppare un progetto di rilancio del Parco, che dopo la decisione di trasferire la mescita dell’acqua Fucoli al parco Acqua Santa, ha come sua naturale vocazione quella di parco per eventi. L’Associazione chiede che nelle progettualità future venga tenuta al centro la funzione di Fucoli come parco turistico e quindi primariamente al servizio dei turisti che soggiornano a Chianciano Terme. Non è immaginabile trasformare un Parco, che deve essere volano di presenze turistiche in un contenitore di eventi di valenza prevalentemente territoriale, pur riconoscendo che la competitività di Chianciano come destinazione turistica passa certamente anche dalla capacità di realizzare eventi per l’animazione turistica e commerciale della città durante tutto l’anno. Il Parco rappresenta quindi un asset irrinunciabile per tutta l’economia della città, ma al quale non possiamo non riconoscere una particolare connessione con quella del quartiere Rinascente. Senza un progetto di rilancio adeguato si rischia quindi di metter in ginocchio un intero quartiere della città, e di frenare le potenzialità di sviluppo di Chianciano Terme. Su questo punto in particolare quindi richiamiamo con urgenza l’Amministrazione Comunale e la Regione alle responsabilità che a loro competono come proprietari del parco, poiché le aziende ed i cittadini non possono permettersi una stagione 2015 senza un progetto chiaro, condiviso ed operativo sul futuro del Parco Fucoli. Auspichiamo quindi che la Regione ed il Comune attivino un tavolo su questo tema con tutti i soggetti economici interessati a tale problematica.”

Daniele Barbetti- Presidente Federalberghi Chianciano Terme

Anonimo ha detto...

Qui invece basta chiacchiera'!

autieri chianciano terme ha detto...

Chianciano Terme, gli Autieri e Telethon sostengono la ricerca scientifica con il “cuore”

Il 13 e il 14 dicembre, i volontari di protezione civile dell’ Associazione Nazionale Autieri d’Italia, in partnership con Telethon, saranno presenti con i propri banchetti a Chianciano Terme per sostenere la lotta alle malattie genetiche rare con l’iniziativa dal titolo “Io sostengo la ricerca con tutto il cuore”.
Con una minima offerta i cittadini potranno sostenere la Fondazione Telethon che, da oltre vent’anni, finanzia, attraverso raccolte di beneficenza, la ricerca scientifica ricevendo in cambio un maxi cuore di cioccolato, al latte o fondente, in un’elegante confezione regalo.
Sabato 13 i volontari saranno presenti dalle 8.30 alle 13 e dalle 15 alle 20 presso il supermercato “Coop” in Via della pace con una propria postazione dove saranno raccolte le offerte. Domenica 14 gli Autieri saranno invece presenti dalle ore 8.30 alle 13 sempre presso il supermercato “Coop” a Chianciano Terme.

Anonimo ha detto...

ma te di che categoria fai parte?!?!io non ti capisco, prima voi sta da solo perche' non ti senti rappresentato (forse) e poi ti lamenti che nessuno ti caca! le ass esistono apposta perche' da soli si conta per uno se non per niente ma forse insieme un po' di piu'! e almeno le ass di categoria dovrebbero tira per l'interessi generali della categoria, da qualche parte te dovresti sta! se non ci voi sta non ti poi neanche troppo lamenta? perche' senno' conti solo per te come cittadino che vali 1 voto (forse2) e anche qualsiasi cosa sostieni la sostieni da solo e non come una categoria...secondo me vorresti la botte piena e la moglie ubriaca!!!oh mazze non mi fraintende che a volte c'hai ragione ma se voi fa l' orso solitario la tua ragione vale solo dentro i confini della contea del pozzagnone!!!

Anonimo ha detto...

Un bisogna chiacchiera',
Tutti zitti,
Bastafa'.

Anonimo ha detto...

Diamo a Cesare quello che è di Cesare. Il periodo pre natalizio di quest'anno è senza dubbio il piu' "movimentato" degli ultimi (ormai troppi) anni. Merito senza dubbio degli entusiasti volontari e di chi mette le idee (es.rotoballe) e coordina. Le critiche vanno bene se costruttive: si poteva cambiare location alla casa di B.N. (tanto per qualcuno era sempre lontana) si potevano coinvolgere meglio gli alberghi a convenzione nel sito(bisognarà metterci una toppa per la prossima volta) ecc ecc ma comunque merito al merito e anche se il trend positivo soprattutto per il ponte della Immacolata ha coinvolto tutta la Provincia di Siena con numerosi turisti, finalmente Chianciano non è rimasto indietro.Dunque non è il solito bastafa' ma qualcosa di positivo.
Chianciano ne ha necessità ora e in futuro.
Giovanni FANTI

ilgiornale.it ha detto...

Toscana, poltronificio record: 25mila stipendi da mantenere
Nel feudo rosso governato dal Pd si contano 1.053 società controllate da enti pubblici, 23 solo dalla Regione. Dai caseifici ai campi da golf

C'è persino il golf club partecipato dalla Regione Toscana, perché anche buche e mazze non vanno lasciate ai cattivi privati (che potrebbero addirittura fare utili), ma statalizzate, anche se poi finiscono in perdita, come ha fatto ancora nel 2013 il «Golf La Vecchia Pievaccia Spa» (in rosso per 221mila euro).

Una delle 23 società partecipate della Toscana, feudo rosso che può vantare numeri da record in questo campo, magari in perdita nei conti (3,3 milioni di euro di rosso nell'ultimo bilancio), ma utilissimo per creare consenso (e voti) al partito che monopolizza le poltrone delle partecipate, il Pd. Basta dire che in Toscana c'è il 13,6% di tutte le società partecipate italiane, 1053, di cui 176 in perdita o con patrimonio negativo, e 190 definite «non operative» nei dossier del Tesoro. Seicentodiciannove partecipate comunali, 24.679 dipendenti, pari 6,7 ogni mille abitanti - fonte Cerved, Le partecipate dei comuni italiani, 2014 -, roba da Guinness dei primati. E la Regione controlla anche 21 «Enti di diritto privato» (fondazioni) e partecipa in organismi cooperativi e consorzi: cantine sociali, consorzi produttori di latte eccetera.

Il governatore piddino Enrico Rossi sembra aver cambiato linea ultimamente. Nel 2012 attaccava i «fondamentalisti-liberisti che vogliono espropriare le società partecipate e darle ai privati perché continuino ad arricchirsi». Ora, forse per accontentare Renzi, visto che in primavera ci sono le regionali e Rossi punta ad essere ricandidato, annuncia dismissioni e tagli. «Usciremo dalla gestione delle partecipate, rimarremo solo in Fidi Toscana» (la holding regionale, anche questa in rosso: 6 milioni di euro nel 2013) assicura il governatore già bersaniano della Regione Toscana.(segue)

ilgiornale.it ha detto...

Nel frattempo, però, dal 2012 la Regione ha aumentato, anziché dismettere, la sua quota in Aeroporto di Firenze. Mentre resta intatta la galassia di partecipate toscane. Dove c'è di tutto. Dal golf alle acque minerali, quelle di «Evam - Ente valorizzazione acque minerali Fonteviva Spa», anche questa in perdita. Poi, nella mission istituzionale della Regione, sempre per evitare che si mettano le mani i privati, ci sono anche i bagni termali: le Terme di Casciana Spa, Terme di Chianciano, Terme di Montecatini. Dicevamo di Fidi Toscana Spa, una partecipata con altre partecipate dentro, a scatole cinesi. Anche qui con le mission più varie. Le partecipazioni della società, 2,4 milioni di euro di rosso nel 2012, sono ben 30, valore stimato dalla Corte dei conti 7,7 milioni di euro. E spaziano dai caseifici della Maremma all'agricoltura, dalle ceramiche al vino Chianti. Proprio questa anomalia, segnalata come punto critico da Bankitalia, è finita sotto la scure della Corte dei conti: «Non appaiono definitivamente superati i punti critici a suo tempo rilevati dalla Banca d'Italia. Peraltro Fidi detiene ancora partecipazioni rilevanti in società non strumentali all'esercizio del credito». Ma stanno sempre lì.

Una mania, quella delle società partecipate in Toscana. Che contagia tutti, persino Comuni piccolissimi. Come Gavorrano (Grosseto), 9 partecipate e circa 8mila abitanti. O Vaglia (Firenze), partecipazioni in otto società di servizi pubblici per appena 5mila abitanti. Sambuca Pistoiese ha solo 1.694 abitanti ma ben 6 partecipate, mentre Certaldo (Firenze), più grandina, ha 16 partecipazioni tra dirette e indirette, tra cui una società di sport dilettantistici «Aquatempra» e una di formazione professionale, Ti Forma. Il record spetta però a Chianciano Terme (Siena), ben 20 partecipate per appena 7.843 abitanti. Un primato assoluto.

Dappertutto, è facile immaginare, ex sindaci, ex assessori, ex consiglieri, non tutti del Pd. Alcuni sono ex Ds, o perfino ex Pds o ex Pci. Ed inutile dire che gli affidamenti diretti spesso e volentieri vanno alle cooperative amiche. Un sistema di potere perfetto non solo per assicurare una carriera, o una buona pensione, ai compagni di partito, ma anche per generare consenso attraverso il controllo del territorio. «In Toscana abbiamo una miriade di “partecipate coriandolo” - commenta Stefano Mugnai, consigliere regionale di Forza Italia -, spesso partecipate da un solo Comune o da pochi, per lo più prive di capacità manageriali dato che a guidarle si alternano ex politici. Tanti piccoli monopoli locali che vivacchiano andando sul sicuro con gli affidamenti in house, cioè senza gara, con conseguenze inevitabili sull'efficienza dei servizi». Ma formidabili a perpetuare il sistema di potere Pd.

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con lei Dott. Fanti , bella iniziativa , sicuramente migliorabile prendendo spunto da qualche errore che può essere stato commesso , comunque nel nostro comune nessuna amministrazione aveva mai fatto iniziative cosi .
Sul fatto che molti si lamentano che altre zone del paese sono deserte ,dando colpa all'amministrazione , crede che è proprio la conformazione di Chianciano che è fatta male , andrebbero fatte 20 manifestazioni tutte insieme per coprirlo tutto, probabilmente un paese come Montepulciano si presta meglio in quanto per arrivare alla fortezza il percorso è quasi obbligatorio.
Ma Chianciano è fatto cosi che se può fa ????

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

Concordo con lei dott.Fanti.Rendiamo merito a chi, anche se non accontentando tutti (impresa impossibile a Chianciano per la natura stessa dei Chiancianesi ),ha reso accogliente questo paese anche se per pochi giorni.Ritengo che la localizzazione scelta abbia fortemente contribuito al raggiungimento del successo e grave errore sarebbe una successiva negli anni delocalizzazione nel centro termale visto e considerato su quale forte contributo si potrebbe contare su quanto concesso quest'anno dalla Banca Cras e Terme di Chianciano in fatto di illuminazione.Altra raccomandazione :mettete occhiali da sole se passate davanti alle Terme perche' l'illuninazione scintillante come le menti di chi le dirige e amministra potrebbe accecare.Mi raccomando !!!!

Anonimo ha detto...

come fanno i chiancianesi, nonostante quanto citato da il giornale.it, a salvaguardare ancora gli interessi di coloro che con una pessima gestione delle risorse termali, hanno inevitabilmente rallentato la ripresa economica della nostra cittadina? Il fenomeno dell’abbassamento della falda termale è in atto almeno dal 1964 !
“è un fenomeno di ampie dimensioni……sia sociale che ECONOMICO”
Vorrei ricordare che gli studi effettuati sull’abbassamento della falda termale non sono del dott Palazzi, ma del CNR di Pisa e sono INCONFUTABILI. Il Dott Pagano, con tutto il rispetto, DEVE SMENTIRE quanto dichiarato dal CNR.
Le terme di Rapolano nella “dichiarazione ambientale” dichiarano che bIsogna sensibilizzare le autorità competenti per ABBASSAMENTO DELLA FALDA TERMALE e se le cogente normativa lo consentirà realizzare un sistema di ricliclo parziale dell’acqua termale.
Non continuate ad offendere la nostra intelligenza, il futuro della nostra cittadina non può fare a meno di una corretta gestione delle acque termali : fidarsi solo delle dichiarazioni del Dott Pagano, dipendente della Regione, è RIDUTTIVO !
Se vi interesse il futuro della nostra cittadina lo dovete dimostrare partendo dalla salvaguardia delle acque termali, unica fonte di ricchezza di Chianciano e non perdendo tempo con il trenino e babbo natale.

MOvimento 5 Stelle Chianciano Terme ha detto...

Comunicato stampa

ACQUA: DEPLOREVOLE CHE I SINDACI PREFERISCANO DECIDERE “A PORTE CHIUSE”

Martedi scorso presso la sede aretina dell’A.I.T. (ex AATO 4) si è svolta l’attesa riunione dei sindaci convocata su iniziativa dell’Assessore del Comune di Arezzo con delega al ciclo delle acque Francesco Romizi che, seppure tardivamente, si era attivato per dare riscontro all’ultima delle sollecitazioni avanzate dal Comitato Acqua Pubblica perché i sindaci intervenissero a stoppare e far restituire agli utenti l’ennesimo balzello caricato in bolletta da Nuove Acque sotto forma di indebite e alquanto improbabili “partite pregresse”.

Per l’occasione è stato organizzato un presidio davanti alla sede A.I.T. di Via Gobetti che ha visto la partecipazione di numerose persone ivi intervenute per chiedere ai sindaci di prendere i provvedimenti necessari a tutela del loro interesse, quello di cittadini e utenti, che troppe volte e per troppo tempo è stato sacrificato per favorire il conseguimento di lucrosi profitti alla società di gestione.

Con una folta delegazione ci siamo quindi presentati all’interno della sede A.I.T. al cospetto dei sindaci che, ad inizio riunione, ci hanno anche consentito di prendere la parola per spiegare le tante ragioni che i cittadini hanno di ritenere ingiuste, inadeguate, non legittime e vessatorie le misure adottate o introdotte dalla società di gestione in materia di aumenti tariffari ,rimborsi per mancata depurazione, deposito cauzionale e addebito di partite pregresse.

Provvedimenti più o meno attribuibili a decreti dirigenziali A.I.T. presi all’insaputa dei sindaci ai quali, mesi orsono, il Comitato aveva già chiesto di intervenire per far sì che tutte le decisioni riguardanti la gestione, le tariffe e gli investimenti del servizio idrico venissero prese da loro, al livello più vicino possibile ai luoghi dove viene effettivamente utilizzata l’acqua, contrariamente a quanto avviene da un paio d’anni in avanti, da che è stata istituita l’Autorità Idrica Toscana diretta da un tecnocrate che predilige lo strumento decretizio precludendo ai sindaci e al Comitato di Controllo Regionale, partecipato da rappresentanti di cittadini e consumatori, la condivisione delle scelte. (segue)

Movimento 5 Stelle Chianciano Terme ha detto...

Dopo aver ascoltato le nostre ragioni i sindaci avrebbero dovuto proseguire la seduta che prevedeva la disanima dei decreti di cui sopra e avviare la discussione per giungere alla decisione di merito, ma sorprendentemente alcuni di loro si sono rifiutati di consentire ai cittadini presenti di restare nella sala ed assistere allo svolgimento dei lavori pretendendone il loro allontanamento. La Sindaca Frullani ha esordito dicendo: “Io sono d’accordo al 100% con quanto sostenuto dal Comitato e dai cittadini, ma se facciamo quello che chiedono loro portiamo Nuove Acque al fallimento! Attenti, che poi se Nuove Acque fallisce, come si fa con l’acqua? ” Aggiungendo poi, a giustificazione della propria contrarietà di proseguire in seduta pubblica, ha dichiarato “ Se ci sono loro (i cittadini ndr) io non mi sento libera di parlare ” Ciò ha provocato la nostra indignata reazione tesa a rivendicare il diritto dei cittadini di poter assistere, non essendo stabilito in nessun regolamento che le assemblee dei sindaci riuniti in Conferenza Territoriale non debbano essere pubbliche. Ad onor del vero un buon numero di sindaci presenti si sono pronunciati a favore della nostra permanenza in sala, ma la debole autorevolezza nella conduzione mostrata dal presidente Romizi ha permesso al manipolo dei contrari di ottenere il nostro allontanamento.

E’ inaccettabile che taluni sindaci non se la sentano di poter parlare liberamente in pubblico di questioni che attengono all’interesse dei cittadini. Hanno forse cose da nascondere? E’ grave, inoltre, che la sindaca di Sansepolcro non sia informata che i dati di bilancio di Nuove Acque dell’ultimo triennio certificano utili netti milionari e che la situazione patrimoniale redatta dalla società attesta tutt’altro che condizioni pre-fallimentari. A meno che la sindaca Frullani sia a conoscenza di eventuali manipolazioni di dati o altri elementi che i cittadini devono ignorare.

Ci risulta comunque che ogni decisione sul merito degli argomenti all’OdG sia stata rinviata ad una prossima riunione da tenersi venerdì 19 dicembre, sempre presso l’A.I.T. in via Gobetti 23 dove saremo presenti con un presidio al quale i cittadini sono invitati a partecipare.

15 dicembre 2014
per il Comitato Acqua Pubblica Arezzo Gianfranco Morini

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Fabiano,
io alla riunione ero presente in rappresentanza del Comune di Chianciano Terme. Ho molto apprezzato entrambi gli interventi del Comitato e del rappresentante dei consumatori.
Personalmente ho votato affinché potessero rimanere presenti in una riunione dove e' stata fatta una disamina solo normativa, che sarebbe stata anche per loro molto utile.
Comprendo oggi (leggendo l'articolo) meglio però le posizioni tenute da altri amministratori, in quanto non sono affatto veritiere le affermazioni qui riportate in riferimento al Sindaco Frullani.
Affermazioni mai riportate in tale sede e faziosamente strumentali. Se la partecipazione e' richiesta per stravolgere demagogicamente quanto possa emergere dalle conferenze, allora non posso non concordare con chi si è opposto alla presenza del Comitato.
Per completezza di informazione ti comunico
- che il Sindaco Frullani ha solamente richiamato al senso di responsabilità sulle valutazioni (che faremo senza fare sconti di sorta) sul gestore che è comunque una società a parziale capitale pubblico di cui tutti i comuni sono soci. Se necessario, giusto prendere decisioni e fare delle scelte di cui ciascuno si prenderà responsabilità politica, ma l'importante è che siano dall'inizio note quelle che potrebbero essere le conseguenze positive e negative.
- che è vero che è' stata indetta nuova riunione/conferenza per venerdì 19, ma è' altrettanto vero che anch'essa servirà agli amministratori per ampliare quel quadro conoscitivo su cui finora ATO non ha implementato la dovuta partecipazione ed informazione, ma non dovranno essere prese particolari decisioni.

Un saluto

Damiano Rocchi
Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme

Fabiano De Angelis ha detto...

Il Comitato Acqua Pubblica non ha fini politici,non ha interesse a strumentalizzare quello che sta succedendo per avere voti,sono volontari che hanno il solo interesse di difendere un bene che dovrebbe essere pubblico e che invece arricchisce dei privati ,stranieri per giunta. Se il sindaco Frullani é nel giusto darà seguito alle vie legali per diffamazione,staremo a vedere.Per il momento rimane il fatto che noi cittadini rimaniamo impotenti e ignari di quello che si decide sulla nostra acqua.Quando a noi cittadini viene impedito di informanci si mina la democrazia,o quello che ne rimane in questo disgraziato Paese!
Saluti
Fabiano De Angelis