e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

giovedì 30 ottobre 2014

Chianciano continua l'Opposizione 5 Stelle, ma il PD?

Fonte la rete
Il Movimento 5 Stelle di Chianciano continua nella sua opera di Opposizione, con una serie di interrogazioni, ma il PD, il partito che per 60 anni ha governato in questo paese sembra calato in una lunga fase di silenzio.
Probabilmente non hanno ancora assorbito il trauma post-voto, sicuramente la situazione nazionale non li aiuta con la "spaccatura" tra il PD della Leopolda e quello di piazza, certamente hanno difficoltà ad affrontare alcuni temi che gli si possono ritorcere contro, ma la scarsa azione politica persiste.
Nel frattempo ecco online la nuova interrogazione del M5S sulla gestione dei denari provenienti dalle multe:

Alla Cortese attenzione del sindaco
Andrea Marchetti
Alla cortese attenzione dell’assesore al bilancio
Rossana Giulianelli

OGGETTO: Interrogazione con richiesta di risposta scritta sui proventi comunali derivanti da sanzioni a infrazioni al codice della strada

Premesso che:

1. in base all'articolo 208 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, le entrate derivanti da sanzioni amministrative pecuniarie per violazione del codice stradale hanno una destinazione parzialmente vincolata;

2. la ratio di tale norma è quella non solo di destinare dei fondi a specifiche finalità inerenti soprattutto alla sicurezza stradale ma anche quella di limitare il ricorso a questo tipo di fondi, per loro natura aleatori, per coprire spese correnti.
Per le stesse motivazioni anche l'articolo 142 comma 12-ter, destina completamente i proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie rilevate con autovelox ad interventi di manutenzione e messa in sicurezza delle infrastrutture stradali, nonché al potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale affinché le sanzioni rispondano ad una logica di tutela della sicurezza stradale più che quella finanziaria;

3. le disposizioni specifiche del suddetto articolo 142 del Codice della strada, riguardanti in
particolare la ripartizione al 50 per cento tra ente accertatore ed ente proprietario dei proventi delle violazioni rilevate con autovelox (comma 12-bis), la destinazione di questi fondi (comma 12-ter), nonché le disposizioni in merito alla relazione (comma 12-quater) che gli enti locali dovrebbero inviare annualmente ai Ministeri sui proventi di tutte le sanzioni e sull'impiego dei fondi sono rimaste a lungo congelate a causa della legge 29 luglio 2010, n. 120, che prevede (con l'articolo 25, comma 3) che tali disposizioni si applichino a decorrere dal primo esercizio finanziario successivo a quello in corso alla data dell'emanazione di un decreto attuativo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con il Ministro dell'Interno, sentita la Conferenza Stato-Città ed autonomie locali;

4. sui contenuti del decreto è intervenuta la circolare del Ministero dell'interno del 24 dicembre 2012 prot. 17909 che ha specificato che dovrà contenere:
a) modello di relazione;
b) modalità di trasmissione in via informatica di tale modello, nonché alle modalità di versamento dei proventi di cui al comma 12-bis dello stesso articolo 142;
c) modalità di collocazione ed uso dei dispositivi o mezzi tecnici di controllo finalizzati al
rilevamento a distanza della violazione del ripetuto articolo 142;

5.il suddetto decreto non risulta ancora essere stato emanato sebbene il Governo sia già
intervenuto in Commissione trasporti alla Camera il 15 ottobre 2013 in sede di risposta ad
interrogazione sostenendo che lo schema di decreto fosse già stato approntato;

6. il legislatore è intervenuto nuovamente sulla questione con l'articolo 4-ter del decreto
legislativo n. 16 del 2012, convertito dalla legge n. 44 del 2012 la quale dispone che l'eventuale mancata emanazione del decreto interministeriale non preclude l'applicazione delle disposizioni. Al 31 maggio 2014 quindi tutti gli enti locali avrebbero dovuto inviare al Min. delle Infrastrutture e dei Trasporti e al Ministero dell'Interno la prevista relazione per l'anno 2013;

7. non risulta all'interrogante che sia stato reso noto un dato di sintesi sulle relazioni inviate
dagli enti locali ed in particolare sui fondi vincolati ex lege, e quale sia la percentuale di tali fondi effettivamente investiti nelle singole finalità previste dall'articolo 208 del Codice della strada ossia nell'adeguamento, ammodernamento o manutenzione delle infrastrutture e dell'arredo stradale, nel potenziamento delle attività di controllo, nei corsi di educazione stradale, nella mobilità ciclistica, nella redazione dei piani urbani del traffico.

Tutto ciò premesso

 Si chiede al Sindaco e all'Assessore al bilancio se:

Il Comune ha inviato entro la data del 31 maggio 2014 la prescritta (punto 4.) relazione per l'anno 2013 al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e al Ministero dell'Interno.

I proventi sono stati utilizzati almeno per il 50% in manutenzione e sicurezza stradale come previsto dall'articolo 208 del Codice della Strada.

Nel PEG Piano Economico di Gestione 2014 siano stati indicati l'ammontare dei
proventi da multe finora utilizzato e la sua destinazione, nonché i riferimenti ai capitoli del Bilancio Previsionale 2014 e che di queste voci venga data copia in sede di risposta all'interrogazione scritta."


Fabiano De Angelis
Consigliere Movimento Cinque Stelle ChiancianoTerme

I tagli ai comuni hanno toccato i 41 miliardi di euro, cosi gli enti locali restano a secco e cercano di finanziarsi spolpando gli automobilisti: le sanzioni sono aumentate almeno del 15% e sfiorano i due miliardi l’anno. Una tassa occulta che non ci rendiamo conto di pagare. Intanto i 5 Stelle denunciano: ”Le contravvenzioni dovrebbero servire per migliorare la sicurezza stradale. Ma accade davvero così?” (Da il Fatto Quotidiano del 27/10/2014)

Tra poco per il 6° compleanno del blog Valtubo una grande serata per tutti i lettori e cittadini di Chianciano Terme.

Saluti,

Valtubo

157 commenti:

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Bando di gara per l’affidamento in concessione della pineta a monte di Piazza Italia da adibire a “Parco Avventura”

Bando di gara per l’affidamento in concessione della pineta a monte di Piazza Italia da adibire a “Parco Avventura”

Il Comune di Chianciano Terme intende concedere un’area pubblica adibita a pineta posta a monte della centrale piazza Italia al fine di far realizzare a cura del Concessionario strutture per la realizzazione di un parco ludico sportivo tipo Parco Avventura.

Anonimo ha detto...

Valtubo, ma di quale non opposizione stiamo parlando?
Se sono sempre loro che comandano, è talmente chiaro, si sono scambiati i posti in comune tra persone della stessa famiglia, chi appoggiava per anni le vecchie amministrazioni, è ora a comandare, ma di che si sta a parlare. Siamo in linea con quelli di prima.
Chi si doveva opporre prima non lo ha mai fatto, chi lo dovrebbe fare ora per giusta cortesia, non lo fa certo adesso.

Anonimo ha detto...

Dato che il m5s è l'unico che fa opposizione, perché non prende spunto da quanto detto nel post precedente sul canone esoso che pagano i concessionari delle acque termali ai comuni: solo 12.000,00.?
Non potrebbe il M5S farsi carico di questo problema che offende coloro che fanno fatica ad arrivare a fine mese ? La Regione e il MPS potrebbero permettersi di pagare molto di più, aiutando così le casse comunali ed evitando di far pagare sempre gli stessi.

Anonimo ha detto...

In giro sento già i gufi che dicono che non si può fare perchè i pino sono alberi troppo fragili .
Se dovessero farlo sicuramento ci saranno delle normative da rispettare e poi in giro per l' Italia ne ho visti fatti con impalcature in ferro e legno ben integrate in pinete o in altri parchi .
Tutto si può fare basta cercare investitori e avere la volontà .
GUFIIIIII!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

non si fa opposizione con le sole interrogazioni!
la sinistra non può fare opposizione a se stessa, rimane il mov 5 stelle: se tenessero al bene di chianciano avrebbero già fatto il pieno di consensi con un'opposizione mirata a sputtanare coloro che per 60 anni hanno contribuito ad affossare la nostra città: le prove ce l'hanno e le potrebbero sfruttare per le prossime regionali. Invece cosa fanno? INTERROGAZIONI !
Questa la chiami opposizione ?

Anonimo ha detto...

Ma dov'è l' opposizione da parte del mov 5 stelle ?
Sono tutti uguali !
A Chianciano si fa un'interrogazione seria sulle terme e poi si va a confrontarci con il geologo della Regione. Dott. Fabiano, cosa vuoi che ti dica ? Avete ragione !

Il segretario uscente della CISL Bonanni nel 2013 è stato retribuito con 236.000,00 euro
Obama che è il presidente di 300.000.000 milioni di americani ne prende solo 275.000,00
Il barbiere della camera, grazie al contenimento della spesa prende solo 99.000,00 euro, lo stenografo 172.000,00.
Non vi siete rotti i coglioni di farvi prendere per il culo ? E con questo mi rivolgo a Rondoni, a Marchetti e a De Angelis.
Per lo meno a casa nostra tiriamo a fare i nostri interessi e non di coloro che ci hanno messo nella merda.!

Unione comunale Partito democratico di Chianciano Terme ha detto...

IL PD DI CHIANCIANO INTERVIENE SULLE NOTIZIE SU PIAZZA ITALIA

Ogni Amministrazione ha il dovere di comunicare ed informare correttamente il proprio cittadino. Accade questo a Chianciano? Qui succede che una piazza, costruita con la logica di riqualificare il centro termale e commerciale della città, snodo della vita sociale e turistica, diventi oggetto di critiche con la divulgazione di notizie non corrette.

I fatti invitano a delle riflessioni. Perché chi sostiene un modello di Smart city deve creare tre posti auto proprio nella piazza principale? Perché chi vuole portare l'arte e la cultura nel nostro territorio vuole gettare fango su una delle poche opere di architettura contemporanea? Perché gonfiare i costi della piazza? Qual è lo scopo? Ognuno di noi deve pretendere di essere informato in maniera trasparente e chiara.

Chiunque abbia voglia di approfondire i costi di piazza Italia scoprirà che: la spesa corrente idrica è inferiore alla spesa di una famiglia media e che l'incremento della bolletta del 2013 era dovuto ad una perdita massiva di una conduttura. I costi di manutenzione effettivi, inoltre, sono minori di quelli dichiarati dal sindaco, e possono essere ulteriormente ridotti formando i dipendenti comunali, in linea con quanto già previsto dalla precedente amministrazione.

Ci auguriamo che le prossime comunicazioni da parte dell'Amministrazione contengano un'analisi più obiettiva dei fatti e riguardino il futuro di Chianciano Terme, magari, con l'annuncio di opere volte a dare continuità a ciò che già è stato fatto, nell'ottica di una riqualificazione complessiva della città, non trascurando anche la parte "moderna" cuore pulsante delle attività commerciali e termali.

Unione comunale Partito democratico di Chianciano Terme

1+1=3 ha detto...

Ma davvero? Ma siete sicuri? Perché allora non pubblicate i dati che i vostri consiglieri di minoranza hanno in mano? Avete paura che i cittadini sappiano fare le somme? Smettete di difendere una piazza solo perché l'avete inaugurata 4 volte!

Anonimo ha detto...

Ora provate a difende anche l'indifendibile? Ma se siete così convinti perché non date i numeri?
Addirittura parlate di formare il personale dopo che la stessa cosa la ha anche dichiarata (insieme ai costi reali e arrotondati per difetto) la giunta Marchetti.
Ma perché allora non l'avete fatto?
Ma non vi rendete conto che vi arrampicate sugli specchi?
Ma che pensate che i cittadini hanno l'anello al naso?
Ma chi ve le scrive questi comunicati, Pinocchio?
Ma non era meglio se stavi zitti?
Vai vai continuate così, il Marchetti ed i suoi avranno solo da ringraziarvi!

mazzetti-stefano ha detto...

vedi che il pd......il partito che spererei mi potesse rappresentare, ideologicamente eh....e solo dopo che allontanano la massa di ladri,intrallazzatori,collusi,etc....a tutti i vertici.....ma siccome non lo fanno a livello nazionale, e nel locale il pd è rappresentato dagli stessi di prima, non VOLUTI E INFATTI NON VOTATI,al momento non so come faccia Valtubo a ipmostare una discussione su qualcosa che a Chianciano non esiste, o meglio, esiste persone del pd......MA NON SONO RAPPRESENTATE , chi tira le fila sono i soliti che, alle prime primarie Renzi-Bersani "ordinavano di votare Bersani........(ricordare anche lettere di Sanchini che "suggeriva" di appoggiare Bersani ricordando che lui "consigliava" ma gestiva anche i soldi della atc......putacaso queste lettere erano inviate a chi????mica tante le volte aziende agricoli o similari che con atc nel caso di danni si dovevano confrontare??noooo!!!sicuramente no....la lettera riportata anche qui sul blog la aveva scritta babbo natale, non lui.....e la gente infame la ha attribuita a lui per screditare il pd locale vero????)...alle seconde primarie il pci al comando ordinava Cuperlo...e per la seconda volta abbiamo detto al pci "NO GRAZIE!!",.....europee??? beh li "chianciano è ripartito" con lo stesso autista e regista che ha rappresentato ai vertici locali il "partito".....e cosa abbiamo risposto??? NO GRAZIE!!! voto disgiunto che ha fatto eleggere gruppo Marchetti(per fortuna e menomale!!!!!!!!)....ora dopo essersi scordati di levà il freno al pulman per ripartì, forzando l'accelleratore hanno bruciato la frizione....., e che fanno, invece di "cambiare la frizione bruciata", togliere il freno, e RIPARTIRE DAVVERO, pur di non fare mia culpa.....mettono sotto il pulman le rotine dei pattini e lo fanno trainare dai "somari".....cosi fanno anche concorrenza al trenino...2 piccioni co na fava.....ma chi ci sale ni sto pulman??? boHHHH!!!!!, e ora, che gli "infami" amministrano, permettendosi di farci sapere cose scomode che avevano segretato gli "zar"...dopo 60 anni di amministrazione rossa, i rossi dicono:" gli infami dicono bugie"........ora, capisco che in qualche modo dovete dimostrare che il pci è ancora vivo .......ma porca puttana!.....lo volete continua a fare convinti che siamo tutti coglioni??, ma che pensate che serve un ingegnere "infame" che ci dica che la piazza è una "troscia bucata".... anche io, che coglione e deficiente lo sono di professione, 1+1 lo so fare, so che fa 2, non 7 come nelle tabelline del pci........

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Buongiorno,
scrivo a seguito di quanto riportato nel comunicato dell'Unione Comunale del PD in merito agli effettivi costi di manutenzione di P.za Italia; comunicato dove veniamo addirittura accusati di non aver fatto analisi obbiettiva, di gonfiare i costi della piazza e di non aver dato corrette informazioni al cittadino.
Innanzitutto, avendo in loro quota un consigliere che ha avuto modo di effettuare accesso agli atti sono in possesso di un prospetto riportante chiaramente i dati reali, non mi spiego (e non ci spieghiamo) perché di tali dati e cifre poi non ne facciano menzione nel comunicato.
Temono forse che i cittadini possano giungere alle stesse nostre conclusioni?
Non viene infatti ricordato che solo di energia elettrica per illuminazione e forza motrice necessaria all'alimentazione delle macchine elettromeccaniche si spendono circa 22.100 euro annui.
E non viene nemmeno menzionato che ad essi si dovrebbero aggiungere ulteriori 21.500 euro annui per quella manutenzione ordinaria che settimanalmente e coerentemente al piano di gestione (eseguita da impresa esterna con operai formati per accesso in spazi confinati) sarebbe strettamente necessaria al fine di garantire il corretto funzionamento e l'efficienza nel tempo degli impianti, nonché il decoro urbano della piazza.
Ed inoltre non dovrebbero poi essere dimenticate le spese per la fornitura dei materiali necessari alle manutenzioni ordinarie le quali ammontano ad almeno 2.500/3.000 euro annui.
Ma non e' finita qua. Anche volendo tralasciare infatti le spese per il personale impegnato nella pulizia degli ambienti esterni alle fontane, rimane la spesa per la fornitura di acqua.
Nei precedenti comunicati, così come lo si era stati in merito alla formazione del personale interno come possibile soluzione mirata al l'abbattimento dei costi, eravamo stati ben chiari nello specificare che il sistema di ricircolo presenta continui problemi di intasamento a seguito del quale e' necessario il reintegro di acqua. E' vero, nel corso del 2013 c'è stata perdita massiva ed occulta, probabilmente anch'essa dovuta a malfunzionamento dell'impianto, ma ciò non cambia quelli che sono costi di fornitura a regime, costi che abbiamo motivo di ritenere comunque eccessivi.
Detto tutto ciò, convinto/convinti che si commenti chiaramente e semplicemente da solo e lasciando ad altri le eventuali considerazioni di carattere tecnico-architettonico-culturale, voglio concludere dicendo che trovo/troviamo quantomeno "singolare" che si parli ora, da parte di chi amministrava, di formazione del personale quando negli ultimi 10 anni non e' stata destinata nessuna risorsa in tale direzione, dirottandole invece stranamente e molte su servizi (esempio alcuni di quelli associati) di cui nella pratica non ne abbiamo mai usufruito.
In questi fatti, come guardacaso in molti altri che emergono dalle approfondite analisi dei capitoli del bilancio, servono, e ahinoi sarebbero in passato servite adeguate riflessioni.
Certo della nostra trasparenza e di aver fornito informazioni chiare e corrette alla cittadinanza, auguro a tutti buona giornata.

Damiano Rocchi
Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate
Comune di Chianciano Terme

Anonimo ha detto...

Mi sembra che Rocchi abbia citato qualche numero, adesso sta a "Chianciano Riparte" darci i suoi. Altrimenti finiamo calcisticamente 1 a 0 per il bravo assessore.
Giovanni Fanti

Anonimo ha detto...

mi scusi dott de angelis,
ho creduto in voi e vi ho votato, potrebbe spiegarmi/ci cosa è questa storia del canone per sfruttamento acque termali a soli 12.000,00 euro l'anno ?
E' possibile che paghino così poco nonostante un fatturato a sei zero ? La pregherei di far luce su questo problema perché se vero,come mai peac non ne ha mai parlato? perché peac non ha mai parlato di crisi acque termali ?

Anonimo ha detto...

chianciano riparte con le spese di gestione di piazza italia ha fatto una figura meschina.
bravo rocchi

Anonimo ha detto...

Ci volete spiegare perchè nella trascorsa legislatura, sia Giglioni che Marchetti, nonostante fossero a conoscenza dell'impoverimento e inquinamento delle acque termali , non hanno ritenuto opportuno parlarne nel loro programma elettorale, né tantomeno includerlo tra le priorità da fare nei primi 100 giorni di governo ? Forse perchè ha ragione il Dott Pagano (terme immobiliare) quando afferma che le nostre acque godono ottima salute e non fanno parte della dorsale chianti-Cetona?
Insomma chi ha ragione il dott Pagano o il dott Palazzi? Dobbiamo preoccuparci o no !

Anonimo ha detto...

RICERCA SCIENTIFICA ACQUA SANTA
E' con grande piacere e mia personale soddisfazione informare i miei concittadini chiancianesi sull'esito della Ricerca Scientifica sull'Acqua Santa riguardo la sua attività terapeutica.La ricerca fu iniziata dalla Società Terme sotto la Presidenza Bussolotti,coordinata dalla direzione sanitaria da me allora rappresentata ,condotta in collaborazione dei medici termalisti e dalla Clinica Medica diretta dal prof.Fraioli dell'Università La Sapienza di Roma.La Ricerca è stata pubblicata sulla Clinica Terapeutica,autorevole rivista scientifica su cui vengono pubblicati lavori di significativo interesse e spessore ,di larga diffusione presso le Università Italiane e consultata da un ampio numero di medici internisti.La Ricerca rappresenta quindi uno strumento di enorme valore in quanto,documentando in maniera inequivocabile l'attività terapeutica dell'Acqua Santa,costituisce un insostituibile e prezioso elemento scientifico in grado di dare risposte concrete a quanti si avvicinano alla Terapia Idropinica con scetticismo.
Mi piace ,se mi è consentito,ringraziare tutte quelle persone di Chianciano che Hanno contribuito alla sua realizzazione sottoponendosi allo studio,la Associazione Albergatori che l'ha sostenuta anche economicamente,e tutte le Istituzioni Pubbliche per il loro apporto insostituibile.
E' mio augurio quindi che questo importante obbiettivo raggiunto consenta all'Acqua Santa di occupare nel panorama delle opzioni terapeutiche per le patologie Epatobiliari un ruolo prominente e che quindi non venga allontanata dalla sua specificità o venga diversificata per altre squalificanti utilizzazioni
Ezio Stortini

Anonimo ha detto...

Ora siete tutti bravi a criticarla sta piazza, ma parecchi di quelli che ora danno i numeri, erano tra i primi alle varie inaugurazioni a farsi vedere e a dire che era tanto bella!

Anonimo ha detto...

Qui tra gufi e civette state a fa comunque una bella gara.
Fatti e meno chiacchere e pavoneggiamenti.

Anonimo ha detto...

grande damiano e bravi tutti. tirate fuori tutti gli scheletri che ci sono negli armadi!

Anonimo ha detto...

all'att.ne di E. Stortini

la pregherei di leggere le due recensioni qui di seguito allegate-
“che vecchiume e degrado!”
Recensito il 21 settembre 2013
Siamo passati in questa cittadina durante un giro in toscana e dobbiamo dire che è stata la tappa più deludente. Un paese praticamente abbandonato dove tutte le vetrine sono chiuse con improbabili cartelli Affittasi o Vendesi lì da chissà quanto tempo, pochi anziani in giro e il parco delle terme praticamente un cronicario. Di sicuro non torneremo!
Visitato a Settembre 2013







“forse era agosto ...”
Recensito il 25 agosto 2013
eravamo stati lo scorso anno alle terme di Chianciano, facendo il percorso sensoriale e comperando successivamente alla reception delle terme alcune confezioni contenenti la famosa acqua santa , in seguito riacquistata on-line ovviamente con le spese di trasporto non indifferenti, trovandoci sull'autostrada ,non lontano da Chianciano , abbiamo deciso di passare dalle terme per acquistarne 4-5 scatole. erano le 15,10 , la reception chiusa, il bar adiacente chiuso, l' ufficio vendita acqua , deserto, cercavamo in tutti i locali e sulle locandine affisse uno straccio di orario per il pubblico , ma inutilmente , era presente un numero verde , al quale nessuno a mai risposto, altre persone giravano a vuoto , alla ricerca di una indicazione, ricordo di aver indicato personalmente a quattro persone, che dicevano di avere l'appuntamento per le 16, l'ingresso delle terme sensoriali che ricordavo essere , salendo un centinaio di metri , all'interno della struttura.Ho saputo da persone dopo una ora e mezza di insistenti ricerche che la reception e l'ufficio vendita acqua è aperto solo la mattina, bastava scriverlo me ne sarei andato dopo due minuti.
Visitato a Agosto 2013

Domanda: non è che per caso occorra un buon pilota per guidare una macchina da corsa ?

Anonimo ha detto...

Leggo con piacere la gioia che traspare dalle parole di un chiancianese doc: il dott Stortini.
Vorrei con tutto il cuore e credo di poter interpretare la moltitudine dei chiancianesi, che il dott Stortini si facesse carico anche di salvaguardare questo prezioso bene che la natura ci ha regalato:
come il Dott Ezio sa, recentemente si è parlato molto di criticità delle acque termali, sia per impoverimento che per inquinamento; avere la fortuna di possedere delle acque dalle grandi proprietà e non saperle gestire perchè possano essere trasferite ai nostri figli, è un peccato mortale.
Auspico pertanto che Ella possa trovare il tempo per dedicarsi a questo problema. Grazie !

mazzetti-stefano ha detto...

un complimento a tutte le persone che si dedicano all'organizzazione di "babbo natale"....e sinceri auguri per una buona riuscita.

Anonimo ha detto...

Salve mi hanno ritirato la oatente in via vecchia senese, giovedi mattina alle 9.30 come se fossi una criminale. Il mio peccato era quello di percorrere quella strada come ogni settimana x andare a lavoro a 80 km invece che 30 km. La strada è sempre poco trafficata, dritta credo sia allucinante quel limite. Ho sbagliato, pago, mi levano i punti, ma il ritiro della patente credo sia eccessivo! Farò ricorso al giudice di pace, qualcuno sa se ho qualche possibilità? Il mio avv mi dice che ci sono diverse cose a ns favore che non vanno, avete altre indicazioni da suggerirmi? Vi ringrazio tanto un saluto da una pendolare

Foto ricordo da Chianciano ha detto...

Ciao, mi dispiace molto per la tua patente, purtroppo da un meßetto a questa parte hanno deciso di piazzare l'autovelox x far cassa piazzandola in zone a 30 km/h.....chissà come mai!!!!
concordo con il tuo avvocato, se farai ricorso avrai grandi probabilità di ottenere la ragione!
Falla, nn te ne pentirai

Palabruco ha detto...

Amici Chiancianesi, comunico che è appena iniziata una grande campagna pubblicitaria su Groupn da parte delle Terme di Chianciano dove vengono venduti coupon per l'ingresso per due persone per l'intera giornata alle piscine Theia a soli € 19,90!
Come ben sappiamo Groupon si trattiene circa il 50% dell'importo incassato, quindi alle Terme rimarranno si e no 10 € per l'ingresso di due persone!!! MICA MALE!
Wow che affare, questa si che è la strada giusta per ripagare i milioni di euro spesi per la costruzione delle piscine termali!!!

Anonimo ha detto...


RINGRAZIO quelle persone che hanno speso nei miei confronti parole di apprezzamento (Ricerca Scientifica) e per prima cosa ritengo corretto rispondere alle loro domande
- Occorre sempre avere un buon pilota per guidare una macchina da corsa ma,rubando una frase letta sul Blog,occorre che le gomme non siano bucate.Nel nostro caso,a mio giudizio,forse bucate non sono,almeno tutte,ma certamente sgonfie alcune sì.
- Da Chiancianese che ama il proprio paese, posso confermare che gli ho dedicato molto tempo.Non so se sempre i8n maniera giusta ma certamente,e di questo ne sono fiero e sicuro,sempre con la consapevolezza di operare per il bene comune e mai personale.
E per chi avrà la pazienza di leggermi,poichè non sono uno cui piace parlare di sè,in questo particolare momento lo ritengo invece necessario e quindi vorrei segnalare che
1- Comitato Tecnico Scientifico nominato dai Direttori Sanitari delle Terme Toscane.
Nel 2012 allora Direttore Sanitario Terme di Chianciano,ad un Convegno ebbi l'opportunità di parlare con il Dr Nicola Fortunati (oggi Presidente di detto comitato).Poichè al Convegno erano presenti Direttori Sanitari di alcune Terme Toscane,concordemente ci facemmo promotori di riunire tutti i D.S. Terme Toscane ad un tavolo unico come unico interlocutore della Regione sui problemi che tutti vivevamo ma che singolarmente non riuscivamo a risolvere.
Dopo 2 incontri con scarsa affluenza e nei quali emergeva il desiderio di abbandonare il progetto,fui io che volli insistere con alcune proposte che poi sviscerammo in un invito maggiormente partecipato da parte mia(Terme di Chianciano) a Chianciano Terme.In quell'occasione il progetto decollò ed oggi,anche se non più presente(ricevo costantemente i saluti e gli apprezzamenti degli allora colleghi) sono ben felice che tale tale progetto abbia raggiunto l'obbiettivo prefissato e rappresenti un elemento di forte rappresentatività nei rapporti con la Regione Toscana.
2-Risonanza Magnetica
Mi ero speso moltissimo per la realizzazione di u8n Ambulatorio di Risonanza Magnetica presso lo
Stabilimento Sillene.
Con il profewssionista proprietario dello strumento,avevamo già individuato i locali,l'adeguatezza degli impianti ed i mdesti interventi strutturali necessari per la realizzazione.Nella RMN vedevo per lo Stabilimento Sillene,già dotato di Palestra Riabilitativa,Magnetoterapia,Laserterapia,con già presenti Centro di FKT,Reumatologia,Medicina Sportiva,Cardiologia,il completamento delle dotazioni per farne un Centro Specialistico capace di una offerta, promozionale e non, a tutti coloro
che avrebbero scelto Chianciano Terme,professionisti e dilettanti,come sede di eventi.
In quell'occasione il progetto non fu accolto ed il professionista si orientò sulle Terme di Montepulciano.
Di altre cose fatte e progettate potrei parlare ma correrei il rischio di stancare ulteriormente chi ha avuto la pazienza di leggermi fino a qui.
Ma nonostante qualche amarezza,conservo ancora il desiderio,per quanto concessomi,di lavorare sempre nell'interesse del mio paese
Ezio Stortini

fischioli a go go ha detto...

Chianciano Terme, Polizia sequestra cannabis al Congresso dei Radicali

http://sienafree.it/chianciano-terme/66867-chianciano-terme-polizia-sequestra-cannabis-al-congresso-dei-radicali

Firenzepost.it ha detto...

I GIUDICI CONTABILI CON LA LENTE D'INGRANDIMENTO SUI BILANCI

REGIONI: LE SPESE ANOMALE SCOPERTE DALLA CORTE DEI CONTI. TOSCANA ALLE PRESE CON TERME E CASEIFICI

ROMA – Per molto tempo le Regioni hanno avuto la facoltà di spendere quasi senza controllo, con le conseguenze per la finanza pubblica che tutti constatiamo. In tempi di vacche magre, e con l’Ue che tampina l’Italia in merito alla legge di stabilità, è stato chiesto ai governatori un sacrificio di 4 miliardi di euro per i loro bilanci. Apriti cielo, rivolta delle Regioni, ma Renzi tiene duro. A suo conforto potrà addurre anche l’ultima verifica della Corte dei Conti, che ha ormai il potere di controllare e certificare i conti dei governatori, grazie a una norma dell’ottobre 2012.

CONTROLLI – Prima le regioni erano praticamente svincolate da ogni vigilanza, sulla base della teoria che gli enti autonomi sono controllati dagli elettori, e quindi non debbono subire controlli dall’alto. Per fortuna da qualche mese le loro spese vengono controllate e dalle relazioni della Corte stanno emergendo centinaia di anomalie. I controlli peraltro sono difficili perché ogni Regione d`Italia scrive il bilancio in base a regole che si è scelta da sola.

ESEMPI – Qualche esempio. In Campania si annotano discrasie che impediscono alla Corte dei conti di “parificare” (cioè dichiarare credibile ) il bilancio della Campania. Poi ci sono le spese non coperte della Sardegna, i controlli inesistenti della Calabria, le leggi senza relazione tecnica della Sicilia, le spese non giustificate deipresidenti inTrentino-AltoAdige, i 1.600 dipendentifùoribilanciodel Friuli. Non c`è quasi Regione che ne esca indenne.

TOSCANA – Anche la Toscana non è esente, pur manifestando irregolarità minori rispetto ad altre regioni. Nel 2013 infatti, secondo la Corte, emerge uno scostamento al rialzo del 75% delle spese fra preventivo e consuntivo, da quota 10,4 miliardi fino a 18,4 miliardi. In merito di privatizzazioni poi la giunta, invece di provvedere, si è addirittura spinta a salire nelle quote di capitale della società Terme di Chianciano e in Fidi Toscana, una finanziaria in perdita che ha partecipazioni in tutto: dai caseifici della Maremma agli allevamenti ittici. E non è certo un buon viatico se si vuole sostenere di non sottostare a ulteriori sacrifici.

Anonimo ha detto...

ciao Foto ricordo da Chianciano, in realtà nonostante la mia voglia di giustizia la mia famiglia mi aveva convinta ad accettare la pena e cercare di capire il modo più veloce per riavere la mia patente. Mi sono fatta accompagnare venerdì mattina a chiedere informazioni in merito dal Vs "gentilissimo" comandante che non ha risposto neanche ad una mia domanda, ma che con molta arroganza ha solo sottolineato la mia distrazione e la mia eccessiva velocità. A questo punto se l'unico modo per capirci qualcosa è presentarsi davanti al Giudice di Pace, avanti! Ma questa volta non "andrò in pace".

Anonimo ha detto...

Per Dott Stortini.
nel precedente commento dice: “Occorre sempre avere un buon pilota per guidare una macchina da corsa ma,rubando una frase letta sul Blog,occorre che le gomme non siano bucate.Nel nostro caso,a mio giudizio,forse bucate non sono,almeno tutte,ma certamente sgonfie alcune sì.”.
Come Lei certamente saprà, se vogliamo ottenere dei risultati, occorre la collaborazione di tutti, anche dei meccanici, le ruote non devono essere né bucate né sgonfie: E' compito del pilota fornire ai box tutti quegli elementi utili per migliorare la performance della macchina, iniziando anche dalla giusta pressione delle gomme.
A cosa serve sapere che l' Acqua Santa ha delle eccelse proprietà quando chi ha avuto il compito di preservare questo valore non ha assolto al proprio dovere?
Ne parli con il Geol. Palazzi e vedrà che bisognerà mettere a punto la macchina, altrimenti alla prima curva usciremo di pista.
Con stima.

Anonimo ha detto...

a Stortini


sì, ne parli con Marcello Palazzi, ma attento a non farsi dei nemici, a Chianciano meno si parla di Terme, nonostante i problemi emersi, meglio è.

Sei sicuro? ha detto...

Palazzi, Palazzi, Palazzi...
O se avesse ragione Pagano?

Anonimo ha detto...

all'anonimo delle 21,52
Pagano potrebbe avere ragione, ma lo deve dimostrare, cosa che al momento non mi risulta che l'abbia fatto nonostante gli fosse stato richiesto.

La Nazione ha detto...

SPENDING REVIEW la cura dimagrante della Toscana
Regione, scure su dirigenti e personale
Anche i primari nella lista degli esuberi

Un piano per ridurre i dipendenti. In vendita le quote delle partecipate.
FIRENZE IN PENSIONE anticipata potrebbero andare dai 200 ai 250 dipendenti, 35 dirigenti di assessorati e consiglio, il 10% del personale delle agenzie regionali, oltre a circa 200 dirigenti medici, o primari che dir si voglia, e centinaia di dipendenti amministrativi nella sanità. Sono numeri ipotetici, basati sulla percentuale dal 7 al 10% indicata dal governatore Enrico Rossi. Considerando i 2.500 dipendenti della Regione e i 52.000 che ruotano nel sistema sanitario (ma bisogna togliere medici e infermieri), il calcolo all'ingrosso è presto fatto, con esuberi che potrebbero sfiorare quota 5mila. La scure sul personale della Regione è uno dei tre punti chiave della manovra che il presidente ha illustrato ieri sera, dopo un rapido disco verde in giunta. Gli altri due nodi della finanziaria toscana sono la riforma delle aziende sanitarie, con la conferma della riduzione da 16 a tre aziende di area vasta più il Meyer. E, altra novità politica eclatante assieme agli esuberi, la vendita di tutte le quote delle società partecipate, dagli aeroporti alla Centrale del Latte, da Firenze Fiera alle terme. L'unica società che resterà alla Regione sarà Fidi Toscana, nucleo centrale di un grande consorzio fidi, che comprenderà anche quelli di Cna, Confartigianato e Confindustria. «IL GOVERNO chiede alla Toscana 444 milioni di risparmi - ha esordito Rossi - e anche se ci sono 135 milioni al netto per il patto della salute, restano sempre oltre 300 milioni sul piatto, un taglio pesantissimo. Non vogliamo toccare la scuola, la cultura, i servizi sociali, nè aggiungere altre tasse. Bisogna per questo dare una brusca virata alla nave Toscana,' per evitare che finisca lentamente a fondo». La rivoluzione parte quindi dalle voci di spesa più cospicue nel bilancio regionale: il personale e la sanità. La Toscana si candida a essere la prima regione a dichiarare esuberi. Una proposta del genere era stata avanzata da un'interrogazione del consigliere Udc, Marco Carraresi, che nel novembre 2013 chiese alla giunta di applicare la legge preFornero' sul prepensionamento di dirigenti e funzionari. Il piano di Rossi, però, è più spinto, nessun settore o posizione dirigenziale resterà esclusa. «Tra due anni avremo solo un'ottantina di dirigenti in Regione, rispetto ai 115 attuali. Una volta concluso il periodo dei prepensionamenti, potremo riassumere giovani e dare nuova linfa alla burocrazia regionale». I NUMERI sono anticipazioni teoriche, tocca all'assessore Vittorio Bugli preparare il piano degli esuberi, salvando la funzionalità della macchina. E se sulle Asl la rivoluzione è già stata annunciata, e prenderà la forma di una legge di principi da far approvare al consiglio entro dicembre, l'addio alle partecipate è un'altra svolta radicale. «Nomineremo tre commissari per arrivare al taglio delle aziende sanitarie. E usciremo dalla gestione di aeroporti, terme, interporti, fiere, congressi, latte, conserve e pesci. Rimarremo solo in Fidi Toscana per il ruolo fondamentale di sostegno all'economia toscana. Sono 45mila le imprese che hanno fidi garantiti dai consorzi. Cerchiamo soldi per investimenti: oggi abbiamo stanziato 200 milioni per la linea ferroviaria Pistoia-Lucca e 170 milioni per la Darsena Europa al porto di Livorno».

La Nazione ha detto...

Addio alle società

Un piano di dismissione per uscire dal capitale degli aeroporti (Adf e Sat), di Firenze Fiera, di Mukki Latte, delle terme di Chianciano, Montecatini e Casciana. Resta solo Fidi

Anonimo ha detto...

Si continua a leggere del limite di velocità,notizia più gettonata sul blog!!!!Nei giornali locali silenzio assoluto su Chianciano!!!Tutto tace. Nessuno sollecita le nostre giornalaie ad una intervista alla Direttrice Marketing ChianciaSi su quelli che sono i programmi , indirizzi di promozione.Credo che il 95% dei Chiancianesi sa come si chiama e come è fatta.Oppure il Presidente che ci dica quale sarà il destino delle nostre Terme e di conseguenza del nostro Paese.Tutto tace!!!!Forse dovremo incaricare il giornalaio di Chiusi per avere notizie e informazioni.Intanto noi preoccupiamoci del limite di velocità che è cosa Mooolto più importante.

Anonimo ha detto...

non era meglio se la cura dimagrante l'avessero fatta qualche anno fa?
quanti soldi buttati via !
E le Terme?
Prima ti fanno affondare, dopo, invece di aiutarti ad uscirne se ne vanno.

http://firenze.repubblica.it ha detto...

Il governo taglia, Rossi: "Pensionamenti anticipati e fuori dalle partecipate"

Fuori dagli aeroporti, dalla Mukki Latte e dalle tre società delle terme. Ecco il piano risparmi del governatore della Toscana

Il governo taglia, Rossi: "Pensionamenti anticipati e fuori dalle partecipate "Fuori dagli aeroporti. Fuori dalla Mukki latte. Fuori dalle tre società delle terme di Chianciano, Montecatini e Casciana. Fuori da Firenze Fiera e Firenze Parcheggi. La Regione Toscana incassa 444 milioni di tagli decisi dal governo Renzi e il governatore Enrico Rossi taglia la Regione: «Usciamo da tutte le partecipate», annuncia a sorpresa. Oltre alla già annunciata riorganizzazione della sanità, con la riduzione delle Asl da 16 a 3 (più l’ospedalino Meyer), la Toscana sarà la prima Regione a dichiarare l’esubero per i propri dipendenti: un piano di pensionamenti anticipati tra il 2015 e il 2016 per il 10% dei dipendenti regionali (cioè 250, di cui una trentina dirigenti), per quelli delle agenzie come l’Arpat (che è la più grossa) e anche per quelli delle stesse Asl. Ma altrettanto radicale è la ‘cura Rossi’ per le 23 partecipate: vendere le quote regionali di tutte le società. Tutte meno la Fidi.

«Una decisione che ha una valenza politica, ma d’altra parte non possiamo dichiarare gli esuberi e continuare a stare dentro società che sono in deficit o quasi», dice come un tornado il governatore. Perché con questi numeri cambia tutto: «Già nel 2011 abbiamo avuto 400 milioni di tagli e adesso ci siamo di nuovo, anche se recuperiamo qualcosa sulla sanità», fa i conti Rossi. E se le cifre sono queste la Regione non può più essere quella che è stata fino ad oggi, è il succo del suo ragionamento: «E’ il momento di ripensare il ruolo della Regione. E visto che non si può tagliare il trasporto pubblico, la scuola o il sociale, occorre un colpo di frusta, dobbiamo alleggerirci per poter correre meglio». Un prima e un dopo dunque.
Quanto ricaverà la Regione dalla vendita dei capitali oggi immobilizzati nelle 23 società partecipate? Non cifre capaci di cambiare il bilancio: 60 milioni di euro, è la stima. Ma quello che conta, per Rossi, è la «valenza politica» di una decisione del genere, ora che il governo punta il dito sulle Spa d’Italia e pure la Corte dei conti ci mette gli occhi. «Certo, non vogliamo far fallire le società, procurare danni o tagliare l’occupazione. Ma questa è la decisione che abbiamo preso. Anche se siamo comunque pronti a sostenere gli investimenti,perché questi sono un’altra cosa», rassicura i Comuni il governatore. Sollevando comunque tempeste a tempo di record: «Sono un liberista, tutto è vendibile se c’è un privato che fa meglio del pubblico, ma facciamo una riflessione: su Firenze Fiera la Regione non può dire vendiamo tutto arrivederci e grazie», salta su l’assessore alle Spa di Palazzo Vecchio Lorenzo Perra.

Palabruco ha detto...

Ma come, non ve ne siete accorti del gran lavoro svolto dai responsabili del marketing delle Terme di Chianciano?
Si vendono i coupon scontati su Groupon per le Theia ed il gioco è fatto!

Anonimo ha detto...

Perché ancora esiste l' ufficio propaganda delle terme, dai ti prego dimmi che è uno scherzo !

Fabiano De Angelis ha detto...

1177Su mia richiesta ho incontrato i vertici di Terme s.p.a. venerdì 28 ottobre scorso.L'incontro si è tenuto negli uffici della società alla presenza del Presidente Cassi del D,G Della Lena e del Dott.Carminati,e ho richiesto formalmente di avere a disposizione il Piano Industriale. Il motivo sta nel fatto che, a giudizio del M5S di Chianciano, Terme s.p.a. sta tenendo una linea di condotta di difficile interpretazione,da chi sta fuori da certi ambiti. Ho usato,ricordo bene,il termine bipolare,in quanto la società che gestisce il patrimonio naturale più importante del nostro comune,sempre a nostro avviso ,sembra andare in direzioni,se non proprio opposte quantomeno in disaccordo tra loro. Per questo e per la situazione che si stava delineando riguardo il Monte dei Paschi di Siena (due giorni dopo avrebbero pubblicato il risultato degli stress test e già si presagiva la catastrofe) ho chiesto chiarimenti in merito alle strategie che Terme s.p.a vorrà mettere in atto nei prossimi due anni. Dapprima non erano sull'avviso di darmi il PI poi però si sono resi più disponibili e mi hanno assicurato che non appena lo avranno pronto me lo daranno. Per i cittadini che volessero maggiori spiegazioni sono sempre disponibile a darne,martedì prossimo alla riunione del M5S nel mio studio in Largo Amiata,3 dalle ore 21.00.
Saluti
Fabiano De Angelis

osservatore ha detto...

Caro palabruco se i responsabili del marketing , come li chiami te venissero pagati per i risultati prodotti, sarebbero morti di fame da un pezzo!

Anonimo ha detto...

Sig.De Angelis farebbe cosa gradita e soprattutto utile se,appena sa di quale morte gli amministratori Terme spa avranno stabilito di far morire le nostre Terme,ce lo può comunicare ,anche sottovoce dal momento che in questo preoccupante silenzio "anche un sorriso può fare rumore" e questi si può stare certi non ci faranno nè ridere nè sorridere.

Anonimo ha detto...

Dismissione società partecipate:
Secondo voi sarà semplice trovare un privato che vorrà investire sulle nostre Terme dopo che avrà avrà letto le indagini che sono state condotte sui problemi di protezione e igiene della risorsa idrica e dai quali è emerso che:
“Siamo pertanto di fronte ad un problema di ampie dimensioni non solo idrogeologico ed
igienico-sanitario ma anche economico e sociale, risolvibile comunque mediante scelte prioritarie
di programmazione a livello regionale, provinciale e comunale,......” ? Dr. Geol. Marcello Palazzi 111 Piano Struttura Chianciano T.
Secondo voi, nonostante gli alert, sono mai state fatte delle scelte prioritarie di programmazione a livello regionale, provinciale e comunale ?
Non ci possiamo nascondere in eterno dietro un dito!
Sono stati fatti degli errori e se li vogliamo risolvere per il bene del nostro territorio, occorre la partecipazione e la volontà di tutti: centrosinistra, centrodestra e movimento cinque stelle. E senza perdere altro tempo !

Anonimo ha detto...

Gestione Bussolotti Bernacchi:
Completamento Piscine Theia,
Trasformazione camerini ed impianto fangatura Sillene,Attivazione Centro Malattie Epatobiliari,Congressi Nazionali,Ricerca Scientifica sulle Fangature nell'artrosi del ginocchio , Trasformazione Salone Sensoriale con
acque normali in Terme Sensoriali
con acqua Termale
Gestione Cassi Della Lena : boh!!

luccaindiretta.it ha detto...

Chiurli (Democrazia Diretta): "Bene dismettere le partecipate regionali, peccato che si continuino ad acquistare quote"

"Dismettere le partecipate regionali per recuperare risorse? Ottima idea, peccato che il presidente Rossi abbia fatto tutto l'opposto negli ultimi 5 anni". Così il consigliere regionale Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta) commenta le intenzioni del presidente della Regione Toscana di disfarsi di quasi tutte le partecipazioni societarie per fare fronte ai tagli annunciati dal governo. "Nonostante gli slogan da campagna elettorale, nel corso dell'intera legislatura la Regione Toscana non solo non è riuscita a sbarazzarsi delle società non strategiche – dichiara il consigliere Chiurli – ma ha addirittura incrementato il proprio portafoglio azionario. Basti pensare ad AdF, in cui abbiamo investito 5 milioni di euro di soldi pubblici per poi regalare il sistema aeroportuale toscano a Corporacion America".
"Ma questa – incalza Chiurli – è solo l'ultima operazione della lista. Sono una ventina le partecipazioni detenute, tra cui anche un golf club: una su quattro è stata costretta a ricapitalizzare per salvarsi nello scorso esercizio, per complessivi 24 milioni di euro. Il risultato è stato comunque in perdita per la Regione Toscana: circa un milione di euro lo scorso anno, oltre 5 milioni nell'esercizio precedente".
"Solo l'asta per la quota dell'Autocamionabile della Cisa è andata a buon fine – aggiunge il consigliere – fruttando ben 7.800 euro alla Regione Toscana. In altri casi la quota regionale è addirittura aumentata: per Terme di Chianciano Immobiliare Spa ad esempio. Ma abbiamo promesso 6 milioni di euro anche alle Terme di Montecatini e altrettanti ad Arezzo Fiere".
"La Regione - continua Chiurli - partecipa inoltre a 47 organismi in ambito agricolo tra cooperative e consorzi e a 24 fondazioni, di cui 7 in perdita. Per citarne alcune: l'Orchestra regionale toscana, il Maggio musicale fiorentino, la Fondazione Mps". "Ma certo il presidente Rossi ci ha provato a vendere alcune di queste società. Solo che le aste sono andate tutte deserte e neanche gli altri soci ne hanno voluto sapere di acquistare il pacchetto regionale. Difficile pensare che qualcuno abbia intenzione di acquistare adesso, più facile pensare all'ennesima trovata elettorale - conclude Chiurli - mentre si rifila il vero pacco a 5.000 dipendenti regionali, prepensionati per far contento il premier".

Anonimo ha detto...

il commissario Cottarelli ha detto:
presenti 8000 società partecipate da Enti pubblici, 7000 sono inutili!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
La cosa grave è che continuano a prenderci per i fondelli e di tagli alla spesa non se ne sono ancora visti.

Anonimo ha detto...

il presidente Rossi dovrebbe dare il buon esempio: vista la sua gestione fallimentare dovrebbe dimettersi, così facendo salverebbe il posto a qualche centinaio di dipendenti della regione.

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Avviso: Disagi sulla rete idrica giovedì 6 novembre 2014

Disagi sulla rete idrica giovedì 6 novembre 2014
Attivazione Nuova Rete Idrica
Lavori di collegamento della rete idrica a Chianciano Terme in Via Ugo Foscolo e Sostituzione della Condotta di Viale della Libertà
Chianciano Terme (Siena) 4 novembre 2014, ore 13.12 – Sono in corso a Chianciano Terme lavori straordinari nella rete idrica. Giovedì 6 novembre 2014 dalle ore 8.30 alle ore 16,30 verranno effettuati i lavori di collegamento della rete in Via Ugo Foscolo e verrà interrotta l’erogazione idrica in diverse zone del territorio.

La società Nuove Acque al fine di migliorare il servizio di distribuzione dell’acqua alla cittadinanza di Chianciano Terme, in accordo ed in collaborazione con l'Amministrazione comunale, ha recentemente sostituito e potenziato un importante tratto (circa 300 metri) della rete idrica nel centro abitato e precisamente in Via Ugo Foscolo.

Per il giorno giovedì 06 novembre 2014 è previsto il collegamento e l’attivazione di questo nuovo tratto di rete ed è prevista la sospensione del servizio idrico dalle ore 08:30 alle ore 16:30 nelle seguenti strade:

Via Ugo Foscolo, Via Manzoni, Via Lombardia, Via Umbria, Via Veneto, Via Emilia, Via G. Di Vittorio, Via dei Colli, Via delle Case, Via dei Monti, Via Aldo Moro, Via Ombrone, Via Tevere, Via Volturno, Via Adige, Via Isonzo, Via Tagliamento, Via Piave, Via del Castagnolo, Viale della Libertà, Via Arno, Via del Palazzo, Via Abetone, Largo Amiata, Viale I° Maggio; Strada del Poggio, Strada dei Monti, Località Castagneti.

«La rete idrica di Chianciano Terme da tempo è oggetto di lavori straordinari per migliorarne l’efficienza – afferma l’Assessore all’ambiente Damiano Rocchi – ed in questi giorni ci saranno disagi per i cittadini sia per la sospensione del servizio sia per il ripristino, dove potranno verificarsi momentanee fuoriuscita di acqua torbida dovute al prosciugamento delle condotte necessario durante i lavori. Il primo intervento sarà quello di Via Ugo Foscolo ed entro il 2014 il gestore del servizio idrico, Nuove Acque, provvederà alla sostituzione integrale di un altro tratto di condotta idrica quello di Viale della Libertà. Ci scusiamo per i disagi ma questi interventi miglioreranno tutti il sistema della distribuzione dell’acqua potabile ai cittadini».

«Grazie alle sinergie create tra il gestore del servizio idrico, Nuove Acque, e l’Amministrazione comunale - conclude Rocchi - siamo riusciti a mediare nell’accordo tra lo stesso gestore ed il Servizio Patrimonio e Demanio della Provincia di Siena, per procedere, finalmente entro la fine dell’anno 2014, anche all’intervento di sostituzione integrale del tratto di condotta idrica di Viale della Libertà, in prossimità con l’incrocio di Via Dante e Via I° Maggio, un tratto stradale il cui manto stradale è stato continuamente sacrificato per i molteplici e continui interventi di manutenzione nei sottoservizi, in particolare quello idrico che ha subito continui interventi di manutenzione».

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il gestore Nuove Acque al numero verde: 800391739.

Anonimo ha detto...

Dalla pagina facebook dell'assessore Damiano Rocchi.

E dopo quello in direzione del Parco Avventura, ancora un altro passo....ecco il bando per le 2 Casette dell'Acqua!

http://www.comune.chianciano-terme.siena.it/on-line/Home/articolo1514471.html

A nome di tutta l'amministrazione colgo questa occasione per ringraziare tutti gli uffici comunali che in questi nostri primi 5 mesi ci hanno mostrato grande disponibilità e supporto nel perseguimento di alcuni degli obbiettivi che ci siamo prefissati nel nostro percorso amministrativo.

intoscana.it ha detto...

REGIONE, LE PARTECIPATE SUL MERCATO
PER FARE CASSA CONTRO I TAGLI


E' uno dei tre punti della legge di bilancio 2015. Annunciata dal presidente della Regione Enrico Rossi, cerca compratori per raccogliere 73 milioni

La Regione prova a mettere sul mercato le quote societarie di 17 società partecipate. Obiettivo: fare cassa per difendersi dagli tagli in arrivo con la legge di stabilità del governo Renzi. E' uno dei tre punti messi in conto nella legge di bilancio 2015. L'operazione vale 73 milioni. Anche se c'è da togliere l'11% di quote Sat dismesse al giugno 2014.

La tabella aggiornata delle partecipate al 31 dicembre 2013 va dagli aeroporti alle terme, dalle fiere ai parcheggi. Fino all'interporto della Toscana centrale di Prato. Le azioni di Adf, la società che gestisce l'aeroporto di Firenze, finiscono sul mercato: la quota detenuta dalla Regione è piccola, del 5,06%, ma importante. Sono in cerca di un acquirente tutte e tre le terme toscane: Casciana (75,66%), Chianciano (73,81%) e Montecatini (64,32%). Non manca l'Internazionale Marmi e Macchine Carrara spa. Qui l'ente regionale possiede il 36,4%.

La Regione lascia fuori dalla vendita Fidi Toscana, tutte le società in house e le fondazioni. Fidi Toscana ha un ruolo strategico nella gestione del credito agevolato. In ballo ci sono nel 20mila piccole e medie imprese che bussano alla porta della Regione per trovare una strada allo sviluppo. Tra le società in house, invece, si contano l'Agenzia di recupero risorse e Sviluppo Toscana.

Rimane un grosso dubbio. La crisi economica non favorisce certo l'appetito del mercato all'acquisto delle partecipate. Forse si possono muovere dall'estero. Comunque sia la Regione ci sta provando. L'approvazione della finanziaria regionale è attesa entro il 31 dicembre. Successivamente sarà resa pubblica l'intenzione di vendere le partecipate nel bollettino regionale, il Burt. Le eventuali manifestazioni d'interesse arriveranno dopo.

Fabiano De Angelis ha detto...

Per aver chiaro il dettaglio bisogna prima guardare il quadro d’insieme.
Partiamo ovviamente dall’inizio: che cos’è l’Autorità Idrica Toscana (AIT).

L'Autorità Idrica Toscana è un ente pubblico, rappresentativo di tutti i comuni toscani, al quale la legge regionale 69 del 28 dicembre 2011 attribuisce le funzioni di programmazione, organizzazione e controllo sull'attività di gestione del servizio idrico integrato.
La presidenza di questo ente è, secondo lo statuto del medesimo, in capo fino a ottobre 2015 al sindaco di Livorno, che però, purtroppo per “loro” è stato eletto nella persona del Nogarin del Movimento 5 Stelle. Sono diventati matti, sempre “loro” (il PD) e stanno cercando di fare qualunque porcata pur di non farlo accedere alla carica, perché?
Perché l’AIT svolgerebbe attività di controllo, ho usato il condizionale perché in realtà è prona agli interessi dei privati che gestiscono l’acqua pubblica. Prona perché fino ad ora presieduta da un sindaco PD, ma col M5S? Sarebbe cambiata la musica, oltre che ovviamente il suonatore. Infatti, e veniamo al particolare, Nuove Acque si sta permettendo ogni tipo di porcata ai danni di noi cittadini. A luglio quella del fondo cauzionale di tre mensilità (prima) portate poi a due per l’intervento di Fanfani sindaco, all’epoca, di Arezzo e diluite al 2015, tutto questo nel silenzio assordante dell’AIT e di tutti gli altri sindaci. Voglio ricordare che i Comuni sono soci in Nuove Acque e che quindi hanno facoltà di esprimersi riguardo la condotta della società. A Settembre ecco la nuova porcata di Nuove Acque: una sentenza a lei giustamente sfavorevole, la obbliga a risarcire i clienti a cui era stata fatta pagare la quota di depurazione pur non essendo allacciati a nessun depuratore (che bravi sti francesi!) e ora invece che rimborsare di tasca propria accollano il costo ai cittadini che sono regolarmente allacciati ai depuratori. Tutto questo i sindaci lo sanno dai primi di settembre ed ad oggi ancora non hanno detto nulla, ecco il perché delle interrogazioni.
Il discorso è molto più complesso di così ed io non ho il dono della sintesi, chiedo scusa per questo, ma sono disponibile ad ulteriori chiarimenti. Chi volesse intervenire alla riunione di martedì prossimo(11/11) del M5S è il benvenuto. L’indirizzo è il solito: Largo Amiata, 3 Chianciano Terme (davanti al Caminetto) ore 21.00

Lettera comuni su partite pregresse

Interrogazione Nogarin

Interrogazione su recupero partite pregresse

Modulo Contestazione

Saluti

Fabiano De Angelis

Anonimo ha detto...

Forza Fabiano, dimostrategl che non siete la stampellina dei nuovi, pungolateli un pochino. Questa non opposizionei ê veramente ridicola, da proprio l'idea di uno scambio di cortesie con quell di prima.

Anonimo ha detto...

Si, fategli vedere che non stanno amministrando il loro picccolo condominio. Cominciate a tirare ad aprirli sti cassetti e ha farci sapere tutte le verità, poi neanche troppo nascoste, ma che comunque cercano di tenere nascoste.
Vi ricordo che il pino, inteso come albero, è uno dei più fragili ed instabili che ci siano, oltre al problema della resina. Vediamo quanto reggono quando ci metterenno le varie attrezzature per giocarci.

Antigone ha detto...

Caro Ezio, amico mio, perché continui a sprecare il tuo prezioso tempo a scrivere, affinché, i Chiancianesi capiscano, tutto ciò che è successo ?
Sei tenace davvero!
Ma sei sicuro che ne vale la pena?
Pensaci!
Un caro abbraccio e presto.

Anonimo ha detto...

11.10 prima di dì 'ste baggianate sui parchi avventura nelel pinete documentati. poi forse potrai parlà

Anonimo ha detto...

Ezio dai ascolto ad Antigone, i tuoi concittadini non meritano la tua attenzione, l'ha capito anche Crozza : Chianciano andrebbe bombardata

La Nazione di Siena ha detto...

Inchiesta sugli Atc provinciali quasi conclusa

L’ex presidente dell’Ambito 19 patteggia un anno per il reato di peculato

VA AVANTI L’INCHIESTA della procura della Repubblica sugli Atc della provincia dopo gli accertamenti che avevano coinvolto e travolto l’ambito territoriale di caccia 19. Gli investigatori coordinati dal pm Aldo Natalini sono arrivati alle battute finali e stanno depositando gli ultimi documenti proprio nella cancelleria del sostituto.
Intanto qualche giorno fa l’ex presidente dell’Atc 19 con sede a Chianciano indagato insieme ad altre quattro persone ha deciso di patteggiare per il solo reato di peculato che gli veniva contestato in merito ad alcune spese legali. Alfio Sanchini alla fine del rito alternativo è stato condannato ad un anno di reclusione relativamente ad un episodio accaduto nella cittadina termale il 13 settembre del 2007. In pratica il Sanchini secondo quanto gli veniva contestato dal pm aveva preso 2.500 euro dal conto corrente bancario aperto per l’Atc che lui presiedeva per estinguere un procedimento penale a suo carico. In pratica il Sanchini era stato querelato per ingiurie e tra lui e il querelante prima di arrivare al processo era stato trovato un accordo extragiudiziale dove l’ex presidente doveva sborsare 2500 euro per far rimettere la querela. Quei soldi — come si legge nel capo d’imputazione — furono prese dal conto corrente dell’Atc 19. Un fatto per cui si era concretizzato il reato di peculato visto che i soldi erano stati spesi per fini diversi rispetto all’organismo di diritto pubblico quale è un ambito territoriale di caccia.
RIMANGONO ancora in piedi i reati di falsità ideologica , abuso d’ufficio e turbata libertà degli incanti che vengono contestati all’ex presidente e in parte agli altri indagati. Per questi ci vorrà un giudice diverso da quello che ha acconsentito al patteggiamento per il solo reato di peculato.

Tutti per la ripresa di Chianciano ha detto...

Questa è una proposta, sulla quale c'è già un interesse di un importante studio di architettura, per un progetto di rilancio di Chianciano da realizzare all'interno del Parco Fucoli che è posto all'attenzione dell'Amministrazione:

RELAZIONE DI MASSIMA “CENTRO INTERNAZIONALE DEL TERMALISMO” IN CHIANCIANO TERME - SIENA


Chianciano è una cittadina che la natura ha dotato di tutti i requisiti necessari per la realizzazione di una stazione internazionale del termalismo, che sono:

A. Le proprie acque termali e curative note già al tempo degli Etruschi;
B. Posizione geografica ottimale: situata nella regione italiana più conosciuta all’estero, ad una altitudine di circa 500 m. s.l.m. con un ottimo clima, confina con il parco della Val d’Orcia, la magnifica Valdichiana, i suoi siti archeologici, è facilmente raggiungibile con le principali reti viarie (autostradali, ferroviarie con aeroporto a 70 km)
C. Disponibilità di aree con acque e superfici idonee per la realizzazione del

CENTRO INTERNAZIONALE DEL TERMALISMO

L’iniziativa che di seguito vado ad indicare, ha tra gli altri, anche lo scopo di riqualificare tutto il comparto socio economico Chiancianese e dei Comuni limitrofi attraverso la proposta di attrattive termali, culturali, sportive di relax e benessere, con alto valore aggiunto, con l’intento non secondario, di innescare un processo generalizzato di rinnovamento e conseguente crescita quali - quantitativa del comparto turistico.
A mio avviso si potrebbe realizzare un CENTRO che per la sua varietà e particolarità di servizi, superi di gran lunga il confronto con altre stazioni termali tanto da non poter essere nemmeno paragonato per la sua innovazione, tale da essere affascinante, quasi paradisiaco, nel quale il benessere sia percepito come trasmesso dallo stesso ambiente.
Il terreno del parco dei Fucoli di 12 ha circa, ben si presterebbe allo scopo, con la realizzazione di un complesso all’avanguardia dal punto di vista della ecosostenibilità e della bio architettura in cui ambiente e natura si fondono in una meravigliosa armonia di luci e colori, magari prevedendo un giardino botanico e ai margini del parco sempre con la medesima logica un nuovo complesso alberghiero perfettamente integrato nell’ambiente, di categoria 4 e 5 stelle superiore con una piattaforma per gli elicotteri, nonché servizi e personale di alta qualità, per meglio corrispondere alle esigenze di una clientela di elite. CONTINUA

Tutti per la ripresa di Chianciano ha detto...

Il tutto al fine di proporre l’offerta termale di Chianciano anche in una fascia di clientela alta ed internazionale mai sperimentata nel corso di questi anni. Il tutto ben integrato con l’offerta termale già esistente secondo una logica più nord europea in cui le cittadine turistico ricettive adottano delle
proposte che coprono una fascia molto ampia di clientela, secondo una ottima combinazione di reciproca utilità.
Il nuovo “CENTRO INTERNAZIONALE DEL TERMALISMO” seppur rappresentando un investimento significativo è certamente interessante, in quanto oltre che economicamente produttivo per gli investitori coinvolti, avrebbe un ritorno positivo su tutta l’economia locale.
Il CENTRO nel suo complesso dovrebbe essere affascinante, superbo, molto accogliente con una superficie coperta adeguata a ospitare tutti i molteplici servizi più all’avanguardia ed unico nel suo genere tanto da rendere Chianciano noto in tutto il mondo.
A solo titolo esemplificativo basti pensare anche al ritorno derivante dall’offerta commerciale di prodotti a marchio del CENTRO nonché al ritorno d’immagine derivante dalla devoluzione di parte degli introiti a favore della ricerca per la cura naturale ancorché nell’ambito di un percorso medico, di tutte le malattie epatiche. Sempre a titolo esemplificativo si potrebbe dar vita ad un brand non solo commerciale ma che comprenda la proposta di interazione con il paesaggio, la specificità del termalismo nonché l’efficacia curativa delle acque.
A latere potrebbe rivelarsi utile anche la costituzione di un contratto di rete per riunire tutte le aziende interessate fra cui anche le Terme S. Elena con i loro storici prodotti e marchi.
Non secondario inoltre la possibilità di realizzare e sfruttare adeguatamente in Chianciano il campo da golf di 85 ettari circa del quale già alcuni anni or sono furono eseguiti dei lavori di prima sistemazione e che attualmente è di disponibilità di una società S.p.A.,i cui soci sono interessati a portare a compimento il progetto.
Questo sarebbe un altro contributo a quanto sopra esposto.
Sono una persona molto concreta per pensare che ciò sia solo una visione.

Oreste Castrini

Chianciano Terme 13-10-2014

Anonimo ha detto...

Casprini ha detto:

Chianciano : Centro internazionale del termalismo
Sono una persona molto concreta per pensare che ciò sia solo una visione.
Gran belle parole, ma rimarranno solo una visione se prima non avremo dimostrato scientificamente che Palazzi ha detto un sacco di minchiate: pensare allo sviluppo senza aver prima determinato un bilancio idrico in tutto il bacino idrotermale è come voler buttare via i soldi al vento: nessuno vorrà mai investire con queste condizioni di criticità.

Anonimo ha detto...

Tutti per la ripresa di chianciano,

abbiamo un grande desiderio: ripartite tutti insieme per la ripresa di Chianciano.
L'anonimo delle 21,46 volenti o nolenti HA RAGIONE !
Ripartire senza intervenire sugli emungimenti, vuol dire ritenere giusto quello che è stato fatto fino ad oggi per tutelare il nostro patrimonio, costringendoci ad intervenire solo ora, dopo tanti anni, rallentando ora più che mai una già difficile ripresa economica.
LA SOSTENIBILITA' AMBIENTALE E' ALLA BASE DEL CONSEGUIMENTO DELLA SOSTENIBILITA' ECONOMICA: LA SECONDA NON PUO' ESSERE RAGGIUNTA A COSTO DELLA PRIMA. IL MODO IN CUI E' GESTITA L'ECONOMIA IMPATTA SULL'AMBIENTE E LA QUALITA' AMBIENTALE IMPATTA SUI RISULTATI ECONOMICI. QUESTA PROSPETTIVA EVIDENZIA CHE DANNEGGIARE L'AMBIENTE EQUIVALE A DANNEGGIARE L'ECONOMIA. LA PROTEZIONE AMBIENTALE E', PERCIO', UNA NECESSITA' PIUTTOSTO CHE UN LUSSO.
Prima di pensare alla ricostruzione bisogna pertanto gettare le basi per poter contare sull'approvvigionamento idrico sia quantitativamente che qualitativamente.
Non si può prescindere, purtroppo !

ilsole24ore.com ha detto...

La Toscana si prepara a vendere le quote di tutte le partecipate

Pressata dai tagli del Governo (444 milioni nel 2015 a livello regionale), la Toscana prova ad azionare la leva delle dismissioni e a fare “pulizia” nella giungla delle partecipazioni, un ventaglio di 23 società che abbraccia tre centri termali (Montecatini, Chianciano e Casciana), tre centri fieristici (Firenze, Arezzo e Carrara), due interporti (Livorno e Prato), quattro gestori aeroportuali (Adf Firenze, Sat Pisa, Alatoscana Elba e Seam Maremma), la Centrale del latte di Firenze-Pistoia-Livorno e varie altre partecipazioni minori, dal golf ai gestori di parcheggi.

Nel complesso il valore nominale delle partecipazioni è di 167,8 milioni, superiore al patrimonio netto contabile pari a 156,3 milioni di euro (di cui la metà riferiti a Fidi Toscana, la finanziaria regionale di cui la Regione detiene il 46,2%, e che nel 2012 ha perso 2,3 milioni di euro). Nell'esercizio 2012 le partecipate regionali hanno realizzato complessivamente un utile di 3,89 milioni, che però si trasforma in 1,3 milioni di perdita considerando solo le quote di pertinenza della Regione.

Una gestione dunque in rosso, alla quale il presidente Enrico Rossi ha annunciato di voler mettere fine: «Venderemo le quote di tutte le società partecipate, dagli aeroporti alle terme, dagli interporti alle fiere e congressi, sia di quelle in attivo che in passivo – ha annunciato nei giorni scorsi -. Rimarremo solo in Fidi Toscana, per il ruolo fondamentale di sostegno all'economia che l'azienda ha, e per l'accesso al credito che offre alle imprese».
L'intenzione di dismettere dovrebbe concretizzarsi in un bando che invita a manifestare l'interesse, anche se i risultati non sono scontati visto che solo poche partecipazioni sono appetibili, e visto che già da tempo la Regione sta cercando, senza successo (aste deserte), di vendere quote di minoranza in partecipate non strategiche come Firenze Parcheggi (1,6%), Ente valorizzazione acque minerali Fonteviva (0,2%), Golf La vecchia pievaccia (0,1%).

«Incasseremo 60 milioni di euro», è la previsione del presidente Rossi. «Il governatore spieghi come farà a vendere le azioni di società che non vuole nessuno, e perché vuol disfarsi anche di quelle che fruttano milioni», gli risponde il presidente della commissione regionale di controllo, Paolo Marcheschi di Fratelli d'Italia. In realtà l'annuncio del presidente Rossi ha spiazzato molti, soprattutto all'interno delle società che si occupano di infrastrutture. «Usciremo dalla gestione, ma continueremo a garantire gli investimenti sulle strutture», ha aggiunto Rossi per indorare la pillola, riferendosi probabilmente a quelle realtà che hanno carattere strategico per il territorio, come aeroporti, interporti e centri fieristici.

La strada annunciata da Rossi è già stata intrapresa dalla Camera di commercio di Firenze, che nei giorni scorsi ha pubblicato un bando di asta pubblica per lotti, per sollecitare le manifestazioni di interesse a rilevare alcune partecipazioni societarie, tra cui Agroqualità, Isnart, Logistica Toscana, Banca Mps Capital services, Tecnoservice Camere, Tosco Romagnola.

Anonimo ha detto...

Ma che OO che c'hai fatto co' 'sto finto problema!!!

Filcams CGIL Toscana, Filcams CGIL Pistoia, Filcams CGIL Pisa, Filcams CGIL Siena ha detto...

AZIENDE TERMALI PARTECIPATE DALLA REGIONE: LA FILCAMS CGIL CHIEDE CHIAREZZA!

Abbiamo letto nei giorni scorsi le dichiarazioni del Presidente Rossi a proposito della volontà della Regione Toscana di uscire da tutte le società partecipate.
E’ una dichiarazione che ci preoccupa, pensando in particolare al settore termale, settore che nella sua accezione tradizionale soffre la crisi da anni, da quando cioè le cure non sono più supportate adeguatamente dal SistemaSanitarioNazionale.
Un settore però che, tra mille difficoltà, ma anche con molto impegno e sacrifici dei lavoratori e degli addetti del settore, ha messo in campo azioni per il risanamento economico delle aziende e sta cercando di trasformarsi per continuare ad essere motore trainante dell’economia di interi territori, pensiamo a Montecatini Terme (PT), Chianciano Terme (SI), Casciana Terme (PI), provando a fermare l’emorragia di tanti posti di lavoro, a tempo indeterminato o stagionali.
Il risanamento economico già avviato e il tentativo di trasformazione di queste importanti realtà, passa attraverso investimenti di cui la Regione, insieme ad altri Enti Locali, proprietari in tutto o in parte di queste terme, si è fatta carico, e che nei progetti industriali di rilancio delle stesse aziende sono stati, fino anche a due settimane fa, garantiti.
Che fine fanno questi impegni? E che fine fanno i progetti di rilancio delle economie di quei territori, nei quali intorno all’attività termale ruotano le attività turistiche e i tanti esercizi commerciali che di turismo termale vivono? Che fine fanno tutti i lavoratori, molte centinaia, che in queste attività sono impiegati?
Per questo esterniamo una forte preoccupazione per le dichiarazioni che apprendiamo dalla stampa e che riteniamo in controtendenza rispetto agli impegni sin qui discussi.
Riteniamo pertanto che sia utile un confronto immediato sulla questione, attraverso una richiesta di incontro delle OO.SS. che contestualmente facciamo all’Assessore al turismo Nocentini.
Se quanto dichiarato si espliciterà rischia di produrre incertezza e la ricaduta negativa su centinaia di posti di lavoro con la conseguente desertificazione economica di interi territori e, in nome di tagli e risparmi non certi, si produrrà un costo sociale enorme.
Noi non condividiamo questa strada e vogliamo discuterne nel merito.

Filcams CGIL Toscana, Filcams CGIL Pistoia, Filcams CGIL Pisa, Filcams CGIL Siena

Anonimo ha detto...

Sarebbe interessante conoscere il pensiero del m5s riguardo alle parole di Casprini che si è espresso a favore di un progetto per il rilancio di Chianciano (centro internazionale del termalismo), per il quale occorrono grandi investimenti ma con la certezza che solo oggi potrò contare sulla disponibilità della materia prima e non domani.

Fabiano De Angelis Consigliere comunale M5S Chianciano ha detto...

1. Meglio tardi che mai. Probabilmente se, il filosofo che guida la nostra Regione, le avesse vendute 4 anni fa (quando peraltro gli era stato consigliato da un manager McKinsey che all’epoca lavorò, pro bono, per tre mesi alla Regione su espressa richiesta dello stesso Rossi) ci avrebbe fatto molti piu' soldi e le societa' sarebbero state ristrutturate prima.
2. Ora che le vende, come realizza i suoi obiettivi di politica industriale? Infatti dato che la Regione detiene queste partecipazioni evidentemente sperava che fossero funzionali ad obiettivi di politica industriale, altrimenti si dovrebbe ammettere che servivano solo a far favori agli amici degli amici!
3. Cosa propone di fare con gli introiti delle vendite? Visto che sono entrate una tantum andrebbero utilizzate, o per fare investimenti produttivi, o per ridurre il debito. Se li usasse per spese correnti aggraverebbe i problemi.
Perché il PD di Chianciano, invece che invitare quel “sola” del Pagnoncelli e il Guicciardini a parlare di “democrazia partecipata” (dopo appena una settimana dalle elezioni provinciali nelle quali è stato tolto ai cittadini il diritto/dovere del voto, è stata una vera presa per il culo!) argomento di cui sono perfettamente all’oscuro, non invita qualche dirigente della Regione o magari lo stesso Rossi a darci delle spiegazioni in merito. Sempre che le abbiano e che siano in grado di proporcele. Basta però che non rispondano con una supercazzola come ha fatto il Guicciardini alla mia semplice domanda durante quella surreale riunione del PD all’albergo Sole (già dal nome dell’albergo scelto si capiva dove si andava a parare). Ho inviato anche il file audio se avete voglia di valutare la domanda e la risposta.

File Audio "supercazzola di Guicciardini (PD) Clicca, scarica e ascolta!

Saluti

Fabiano De Angelis
Consigliere comunale M5S Chianciano

Alberto Fabbri ha detto...

La scongiurabile intitolazione dello stadio comunale

L’iniziativa dell’Amministrazione Comunale è mal concepita, è nata male e cresciuta peggio.
E’ mal concepita perché indire una consultazione per dedicare una struttura pubblica ad un personaggio, significa di per sé che nella storia cittadina (in questo caso quella del gioco del calcio) non c’è una figura di tale levatura per meriti sportivi che si erga indiscutibilmente su tutto e su tutti in maniera tale che non vi fosse la necessità di interpellare la cittadinanza.
E’ nata male perché nell’annunciare il cosiddetto referendum l’assessore Damiano Rocchi ebbe la poca accortezza di proporre (intanto) tre nomi, condizionando pertanto apertamente la consultazione stessa.
Come se ciò non bastasse, anche la procedura attuata è gravemente falsata in quanto affidata a questionari non ricevuti da tutti i cittadini o delegata ai social network (Facebook, Twitter, ecc.), non praticati dalla maggior parte delle persone, specialmente anziane e/o non esperte.
In conclusione, in ogni caso, se l’Amministrazione Comunale dovesse malauguratamente ritenere attendibile l’esito di questa sorta di (parziale e male organizzata) indagine consultiva, la intitolazione dello stadio comunale ad un personaggio, oltre che inficiata dal metodo, creerebbe una possibile polemica tra le varie famiglie, amici ed estimatori così inopportunamente e inevitabilmente coinvolti in questa infelice e maldestra iniziativa.
Le presenti considerazioni prescindono naturalmente dalla stima e dal rispetto, dovuto e meritato, per gli sportivi menzionati dai cittadini interpellati

Alberto Fabbri

ML56 ha detto...

A me pare che l'avvocato Fabbri lodo' l'iniziativa quando fu lanciata. Cosa e' cambiato adesso? E' un mese che in tutti i bar ci sono schede cartacee e molti cittadini ne parlano e dicono di aver votato. Mi sembra una polemica sterile come tante di quelle che se ne fanno a Chianciano. Comunque ognuno e' libero di dire la sua. Forse allora si sarebbe preferito un bel metodo "fascista" con un nome calato dall'alto?

Anonimo ha detto...

Andate avanti così! Più vedo queste polemiche più mi convinco che andate nella direzione giusta! Scelte che grandi o piccole metteranno ancora più in evidenza chi sono i chiancianesi

Anonimo ha detto...

Rispondo all'anonimo delle 17.57.
Conosco il De Angelis e alcuni attivisti del movimento e sono due i motivi per i quali non risponderanno al post del sig. Casprini.
Il primo è che sono persone educate,il secondo è che quel post si commenta da solo e chi ha un minimo di contatto con la realtà in cui viviamo capisce che ha lo stesso valore di un hashtag di Renzi !

Anonimo ha detto...

bravo de angelis, stagli alle costole! devono pagare con le prossime regionali il loro mal governo.

Anonimo ha detto...

per Fabiano,
perché sei così attento nel condannare Rossi, e non rispondi all'anonimo che ti dice del canone ridicolo che pagano le terme? E' vero? che intendete fare?

lanazione.it ha detto...

Terme, l'assessore regionale Nocentini conferma l'intenzione di privatizzare la gestione: "Ma non abbandoneremo l'azienda"

L'esponente della giunta di Enrico Rossi risponde ai timori sollevati da Filcams-Cgil

Montecatini 9 novembre 2014 - "La Regione Toscana non abbandonerà l'impegno per il termale né tanto meno i lavoratori del settore". Sara Nocentini, assessore regionale al turismo e al termalismo, risponde così alle preoccupazioni di FIlcams-Cgil. "A partire dal 2003 - prosegue - la Regione ha lanciato un piano di investimenti straordinario che ha visto realizzare interventi nelle destinazioni termali di Montecatini, Chianciano e Casciana per oltre 25 milioni di euro. L'impegno era ed è quello di valorizzare attività strategiche per lo sviluppo economico dei territori nei quali le terme si trovano, attraverso un programma di investimenti e di progressiva privatizzazione della gestione".

"Dopo dieci anni - sottolibnea - e in un momento in cui i tagli del governo alle Regioni impongono di ridefinire il ruolo di queste ultime e le loro modalità di intervento, é necessario che sul piano di valorizzazione si faccia un bilancio. In alcuni casi, grazie alla collaborazione di Regione, enti locali, operatori e organizzazioni sindacali, i risultati sono positivi: il piano di investimenti é prossimo alla realizzazione e le gestioni economiche tendono al pareggio. In altri esistono maggiori criticità che devono essere affrontate con determinazione".

"La Regione- non può svolgere la funzione di finanziatore di ultima istanza di gestioni inefficienti, ma deve, insieme aglie enti locali coinvolti, ipotizzare percorsi che rafforzino le società più deboli, fino a raggiungere l'obiettivo indicato nel programma di valorizzazione che è quello di garantire il piano di investimenti e rafforzare le gestioni per poi procedere alla loro privatizzazione".

Secondo Nocentini, "l'indirizzo verso una progressiva privatizzazione - conclude Nocentini - ha bisogno di approfondimenti specifici per ciascuna delle società che stiamo seguendo con grande attenzione, mantenendo ben saldo l'impegno per la valorizzazione delle destinazioni termali e per il mantenimento dei posti di lavoro".

Max ha detto...

Per ML56

Premesso che a me del calcio e dello stadio non interessa nulla, il metodo "fascista" da te citato non è stato usato sempre dalle stesse persone per la Pro Loco?

Anonimo ha detto...

Scusate e la festa del 4 novembre che fine ha fatto? Siamo l'unico comune che non ha avuto iniziative, nessuna celebrazione n'è commemorazione. Questo e' il rispetto per le tradizioni importanti? Ma le festicciole e babbo natale sono importanti? Che vergogna!

Anonimo ha detto...

Riaprite il centro storico al traffico e poi vedrete che il sondaggio dello stadio andrà bene.

Anonimo ha detto...

In tutti i paesi? Sei sicuro? Io ieri ero ai giardini e ho visto le corone di alloro al monumento? Ci sono cascate da sole?

Anonimo ha detto...

Avv. Fabbri, ha perfettamente ragione.
Lo dimostrano le risposte stizzite e piccate di questi quattro compagnucci di merende.
Solo ciò che fanno loro è giusto e democratico. Vedi giustamente la gestione della proloro.
Che sarà anche un'associazione di volontari e no profitt, ma i grandi organizzatori di eventi che gli ruotano intorno, lo fanno solo come volontari? O c'è,come per tutti quelli che lavorano, giustamente, un profitt?
Sarebbe solo utile distinguere e magari chi organizza non dovrebbe essere legato all'associazione o a volte anche all'amministrazione.
E' vero che il paese è piccolo e che gli abitanti non sono molti, ma gira e rigira sono sempre i soloiti noti a girare il mestolo.

Anonimo ha detto...

Se una cosa del genere la fanno negli altri paesi: hai visto loro? Qui non si fa' mai niente del genere!
Poi dopo settant'anni che nessuno ci aveva pensato, si fa' e i chiancianesi subito a critica'! Addirittura si accenna a liti tra famiglie! Ma fatela finita!! Che paese del cazzo!
Parliamo di Terme va' che e' meglio. Anzi, che e' peggio!

Anonimo ha detto...

A chiancianesi levategli pure le terme, ma non gli toccate il calcio!!
Polemiche per il nome allo stadio e tutti zitti per la regione che mette sul mercato le quote delle Terme. Silenzio assoluto. Come a seguito della cottura della ribollita con l'acqua santa. Shhhhhhhh!!! Ma non gli toccate il pallone e il campo sportivo!

Anonimo ha detto...

La prossima volta se vi viene in mente di mette il nome a qualcosa, chiedete prima al ministero di accorpà la votazione con le elezioni politiche, così sò tutti più contenti.

Anonimo ha detto...

Solo le corone e poi .. ? Celebrazioni, manifestazioni e ricordo alla memoria di milioni di giovani vite? Dopotutto ricorrono i 100 anni o sbaglio? Che sono più importanti le festicciole della Zi'Mari' ? Fatela finita ed ha ragione l'Avv . Fabbri!

Anonimo ha detto...

Per ML 56
spero che il metodo fascita venga usato per una come te che lo invoca. Manganellate nel capo e purghe a più non posso, vedrai come dimagrisci!

Anonimo ha detto...

ass nocentini ci rincuora: non abbandoneremo l'azienda !
Secondo Nocentini le partecipate sono in attivo o in passivo ?
E' meglio che l'azienda l'abbandoni visti i risultati e stando all'interrogazione del m5s non hanno neppure provveduto a salvaguardare l'acqua termale permettendo emungimenti senza controllo nonostante le leggi vigenti impongano un monitoraggio costante da parte della Regione.

Anonimo ha detto...

Voce di popolo voce di... se dicono che ci sono le liti in famiglia vuol dire che e' vero. A voglia a di'...

Anonimo ha detto...

Che c'hai la coda di paglia eh eh eh...

Anonimo ha detto...

Concordo con 10.04

canguasto ha detto...

Anonimo ha detto...
Scusate e la festa del 4 novembre che fine ha fatto? Siamo l'unico comune che non ha avuto iniziative, nessuna celebrazione n'è commemorazione. Questo e' il rispetto per le tradizioni importanti? Ma le festicciole e babbo natale sono importanti? Che vergogna! 09 novembre 2014 09:40

Perché non chiedi notizie prima di polemizzare?
Io ho interpellato il Comune ieri sera al riguardo.
Ho per il momento risposte informali e pare il 4 i caduti siano stati onorati .
Per l'assenza odierna della banda invece non saprei ancora dire. Comunque questo mi pare un aspetto marginale.
Presente!

UNIONE COMUNALE PARTITO DEMOCRATICO DI CHIANCIANO TERME ha detto...

COMUNICATO

Noi crediamo che qualunque Chiancianese abbia letto l'articolo di CentroItalia news su Piazza Italia sia rimasto dispiaciuto per la propria città; ridurre poi l'effetto di quello che è stato detto ad un mero elenco dei costi appare un po' semplificatorio, soprattutto se riguarda un'opera di riqualificazione conclusa e valutata anni fa dall'amministrazione, maggioranza e minoranza compresa.

Comunque, verificata l'esistenza del ricircolo dell'acqua, in dettaglio i costi di gestione per l'anno 2013 sono stati i seguenti: e. 22.093,89 per illuminazione e forza motrice impianti, e. 1.425,28 per fornitura prodotti chimici e additivi, e. 8.800,32 per la fornitura d'acqua di cui più del 90% sostenuti per una perdita massiva ed e. 5.937,79 per la manutenzione (fonte: segreteria del Comune di Chianciano Terme).

Quello che invece non è stato chiarito sono le intenzioni sulla piazza stessa, le motivazioni dell'inserimento dei 3 posti auto di poca utilità, ma di forte impatto visivo negativo, ed i progetti, che fino ad oggi non sono emersi, che l' Amministrazione Comunale ha per la riqualificazione della zona commerciale e turistico termale di Chianciano.

Ci aspettiamo che il consenso in futuro venga costruito su ciò che verrà fatto per Chianciano e non sulla semplice denigrazione del passato, la campagna elettorale è finita da un po'!

UNIONE COMUNALE PARTITO DEMOCRATICO DI CHIANCIANO TERME

Anonimo ha detto...

Per canguasto:

Oltre le corone che cosa è stato fatto???? Vuoi mette invece quanto si danno da fa' per le festicciole della zietta!!!

E noi si paga!! ha detto...

Ancora co' questa piazza? Perché anche così se fosse, vi pare costi poco? Almeno se per vederla fossero venuti da tutta Italia!
Poi mi sa che vi scordate i costi di manutenzione se stesse sempre in funzione....
Certo, se sta spenta costa meno ed i cinti a voi vi tornano meglio, ma ai cittadini no.
Un po' come se ti regalano una macchina e la tieni in garage. Ecco si. Esempio giusto. La piazza e la fontana c'è chi l'ha pagata, poi chi se ne frega quanto costa mantenerla, si terra' spenta!

Anonimo ha detto...

Speriamo che abbiano il progetto di ridemoli' ogni cosa e rifacci l'asfalto, almeno vi zittate una volta per tutte! Ma ancora chiacchierate?

mazzetti-stefano ha detto...

ohhh, ora si che il pd mi piace...."Ci aspettiamo che il consenso in futuro venga costruito su ciò che verrà fatto per Chianciano e non sulla semplice denigrazione del passato, la campagna elettorale è finita da un po'!"............ è vero dovremo giudicare la giunta Marchetti per quello che farà........e se sbaglieranno e creeranno danni, dovranno pagare.
NEL FRATTEMPO, SENZA DENIGRARE IL PASSATO....,GUARDANDO SOLO AI DANNI CAUSATI CHE SONO VISIBILI A TUTTI, DALLE AMMINISTRAZIONI PRECEDENTI, IL PD DOVREBBE (USANDO LA STESSA LOGICA CON CUI POLEMIZZA) "RICOSTRUIRE" IL SUO "CONSENSO" OBBLIGANDO GLI EX AMMINISTRATORI E DIRIGENTI PD , (CHI HA FIRMATO E CHI HA DECISO)A RISARCIRE TUTTI NOI DEI NOSTRI SOLDI DA LORO SPESI MALE, BUTTATI VIA,ETC ETC........IL PASSATO CARISSIMA SANCHINI (ma quanti Sanchini ci sono????mi fa piacere che ci siano nomi cosi "popolari" a Chianciano)HAI RAGIONE MILLE VOLTE, NON VA RECRIMINATO---------VA RISARCITO, SE HAI DIFFICOLTà A SAPERE CHI IN PASSATO PRIMA DI TE ABBIA RESPONSABILITA DELLE CATTIVE DECISIONI PRESE DAL PCI--(OOPPS PD SCUSA)--, ,SUSSEGUENTI FIRME DEGLI AMMINISTRATORI,CONSEGUENTI SPESE INUTILI, STRUMENTALI,DANNOSE,......(RISULTATO AVETE DISTRUTTO IL PD LOCALE, E FATTO VERGOGNARE CHI VI DAVA IL VOTO)....TI SUGGERISCO DI CHIEDERE AL RAPPRESENTANTE DELLA LISTA "CHIANCIANO RIPARTE" , CHE PRIMA S'ERA ADDORMENTATO RICOPRENDO MI PARE PER UN DECENNIO IL TUO RUOLO, MA ORA CHE S'è SVEGLIATO E RIPARTITO E RAPPRESENTA IL PD IN CONSIGLIO COMUNALE.....A TESTIMONIANZA CHE NON L'ABBIAMO VOLUTO SINDACO E CHE NON VOLEVAMO CHE IL PCI...OOPS, SCUSA PD VERO??, LOCALE CONTINUASTE A PERPETRARE NELLE SUE AZIONI NON CONDIVISE DA CHI "VOTA", SI CHIAMA RONDONI, SICURAMENTE NON LO CONOSCI ALTRIMENTI GLI AVRESTI GIA CHIESTO CHI ERA RESPONSABILE DELLE DECISIONI, MA SE GUARDI NELL'ELENCO DEL TELEFONO MAGARI TROVI IL SUO NUMERO E LO PUOI CONTATTARE--------- poi zitta zitta.....li costringi a ridarci i nostri soldi, non per metterli in tasca eh..... per fare quello che non hanno fatto loro.."SPENDERLI NEL MIGLIORE DEI MODI PER MIGLIORARE CHIANCIANO".....SICCOME MI VIENE DETTO CHE ORA IL PD CHIANCIANESE è CAMBIATO.....SICURAMENTE ORA C'è SERIETA, QUINDI SICURAMENTE COSTRINGERAI AL RISARCIMENTO I COLPEVOLI.........ATTENDO CON CERTEZZA ASSOLUTA CHE ACCADRA-------NEL FRATTEMPO IO MI SVEGLIO DAL SOGNO....E ORA CHE MI SONO SVEGLIATO-------MA DO CAZZO SONO!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Riporto un estratto di quanto scritto dall'Assessore Rocchi in uno dei primi commenti, che poi e' anche parte dell'articolo di centritalia:

"...e non viene nemmeno menzionato che ad essi si dovrebbero aggiungere ulteriori 21.500 euro annui per quella manutenzione ordinaria che settimanalmente e coerentemente al piano di gestione (eseguita da impresa esterna con operai formati per accesso in spazi confinati) sarebbe strettamente necessaria al fine di garantire il corretto funzionamento e l'efficienza nel tempo degli impianti, nonché il decoro urbano della piazza..."

Di questo il PD non dice di nuovo nulla, perché? Strano eh?

Luca ha detto...

Ovvia, ora che anche voi avete dato i vostri numeri, li ho letti e ci ho riflettuto. Ho fatto più che bene a vota' il Marchetti.

Antigone ha detto...

CONCORDO IN PIENO, CON CIO' CHE HA ESPRESSO L'AVVOCATO FABBRI.'
BRAVO ALBERTO, DI LORO COME SI DA UN NOME AD UNO STADIO!

Anonimo ha detto...

Ma ancora questi del PD hanno il coraggio di aprire bocca? A leggere certi comunicati si comprende che qualcuno dei 'senatori' ci sta' ancora parecchio male. Male voluto non e' mai troppo.

Anonimo ha detto...

Ah si? E come? Avete avuto decine di anni per suggerirlo e non lo avete fatto. Come mai ora tutti bravi? Siete come il cane che bada l'aglio.

Pinco pallino ha detto...

Sul nome dello stadio so' stati anche troppo bravi con tutta questa ricerca di partecipazione! Se era per me dovevano sceglie un nome e chissenefrega se ai cittadini non andava bene. In fondo sarebbe stato il metodo applicato su tutto da chi ha governato fino a maggio. O no?

Anonimo ha detto...

siete tutti incazzati con il pd, ma perché non passate dalle parole ai fatti e non date una mano al M5S ?
Preferite rimanere nel pantano ?
avete visto cosa hanno combinato con il MPS e con le terme ?

Da profilo Facebook Assessore Damiano Rocchi ha detto...

Bambini! I giochi dei giardini di Via Dante sono stati celermente 'manutenuti' e, anche se la stagione non e' delle migliori, vi aspettano per giocare!
Per il 2015 ci impegnano anche a migliorare l'ottima area gioco di Via di Vittorio ed a realizzarne due nuove: una all'ingresso della 'Macerina' e l'altra nell'area verde tra Via Le Piane e Via Roncacci.

Anonimo ha detto...

Ho letto con piacere la campagna rivolta alla raccolat delle feci canine. Molto bene. Metterei all'attenzione della giunta anche un problema(visto che si tratta di massiccia presenza all'interno di parchi di cura) di presenze di felini ( portatori anche di gravi malattie).In attesa di risposte stezzo mezzo porgo cordiali saluti

Foto ricordo da Chianciano ha detto...

Avete visto stamani che schiera di vigili con ben tre postazioni a fermar le macchine con tanto di autovelox laser?

Piuttosto, stamani percorrendo la strada del Fortuna (in direzione Fiat) mi sono trovato a seguire il Pulmino delle scuole ed ho buttato un occhio sul contachilometri che in quel momento segnava 60 km/h.
Ora mi chiedo, ma se su quella strada il limite è di 30 km/h vuol dire che è davvero pericoloso procedere più velocemente. Giusto?
E allora noi dobbiamo fidarci a mandare i nostri figli nel pulmino a quella velocità?
Qualcuno vuol dare una risposta?

Marco ha detto...

L'Avv. Fabbri ha perfettamente ragione.
A ML56 ricorderei i metodi "fascisti" utilizzati da questa amministrazione, anzi, "fascistelli" direi visto che mi pare riescano ad essere forti ed inflessibili con i deboli ed assolutamente inconsistenti, anzi, inesistenti con i "forti".
L'Anonimo del 9 novembre 10.04 si qualifica da solo con il suo commentino livoroso.
E' interessante vedere che l'amministrazine ha ancora qualche groupies accecata da qualche festicciola in cui magari si sente protagonista. Altro non si vede all'orizzonte, mi pare.
Un plauso a DE ANGELIS che va alle Terme, chiede il piano industriale e soprattutto tenta di capire quale sia il piano di coloro che fino ad ora si sono distinti come la peggiore amministrazione di Terme di Chianciano. Bravo, continui così!

Anonimo ha detto...

Chianciano Terme diventa il magico paese di Babbo Natale

Partirà venerdì prossimo, (venerdì 14 novembre) l'attesissima manifestazione "Il Paese di Babbo Natale", evento voluto dal Comune di Chianciano Terme ed organizzato dalla nuova Proloco, in collaborazione con l'ideatore del progetto, Paolo Sax della MuicStaff.

Chianciano Terme: Da venerdì 14 si aprirà ai visitatori l'ingresso del Parco di Sant'Elena, allestito come il vero e proprio regno di Babbo Natale, con la sua accogliente dimora. Il percorso inizierà con la zona "Trucca bimbi", a seguire il Paese degli elfi dove i bambini potranno giocare con ogni tipo di gonfiabile a forma di funghi e casette. Al centro del parco la suggestiva fabbrica dei giocattoli, piena di magici effetti, dove gli elfi sono al lavoro per fabbricare i giocattoli, inizierà qui un delizioso mercatino natalizio. Sarà quindi la volta di una bellissima giostra natalizia, oltrepassata la quale, bimbi e genitori, entrando nella grotta del parco, potranno ammirare un fantastico presepe. All'interno della struttura l'abitazione degli elfi, con tanto di comodi e caldi lettini. Si potrà quindi proseguire con i laboratori creativi, dove i bimbi potranno cimentarsi in tante attività divertenti. E finalmente la sorprendente dimora di Babbo Natale, piena di comfort e di luci colorate: la sua scrivania, il suo letto, il suo salotto, i suoi libri. A fianco dell'abitazione il magico Ufficio postale, dove i bimbi potranno imbucare la loro letterina per Babbo Natale. All'interno del Parco prevista a che una zona ristoro, e dei comodi bagni con fasciatoi.

La manifestazione ha coinvolto tutte le attività commerciali della città, dai negozi agli alberghi, che, tramite i tour operator hanno creato appositamente dei pacchetti per i visitatori, le cui prenotazioni sono già numerose e provengono da tutta Italia. L'iniziativa si svolgerà a partire da venerdì 14 novembre fino al 19 dicembre, durante i fine settimana, (venerdì – dalle ore 15:00 alle 20.00 sabato e domenica – dalle ore 10.00 alle ore 20.00)
e dal 20 al 26 dicembre, tutti i giorni, dalle ore 10.00 alle 20.00. Maggiori informazioni sul sito www.paesedibabbonatale.it.

Soddisfazione espressa dal Presidente della Proloco Stefano Barbini "Oltre all'aver portato a Chianciano una Kermesse di interesse nazionale, questa nostra iniziativa ha conciliato gli interessi di tutte le categorie economiche, generando, nelle nostre finalità, maggiore indotto alberghiero, maggiori consumi nella ristorazione e nel settore del commercio".

Anonimo ha detto...

In effetti è giusto, si comincia sempre daò basso.
Più di così.
Uno dei grossi problemi, erano proprio i bisogni dei cani.
Ora siamo alla richiesta dello sterminio dei gatti.
Ma a far sopravvivere le persone, ci penserete prima o poi.
O andrete avanti solo con la proVoi?
No, perchè qui si pensa a feste,aperitivi, cene e pranzetti, giochini per bambini, Babbo Natale, poi verrà la Befana e chi vivrà vedrà.
Ma le cose serie?
Anche la storia delle multe, al dilà della sicurezza, ci mancherebbe, solo che qui forse c'è un pò troppo zelo interessato.
Fare anche questo salasso a cittadini in un momento come questo?
Ste Terme, che si fa? Le ricompra tutte il Comune, si propone una cordata cittadina e si amministrano per la prima volta da soli? O si spera che si secchI il rubinetto, così non se ne parla più e si comincia a pensare seriamente ad altre cose per il paese. Ci sono tanti posti sezna Terme e non stanno certo peggio di noi.
Ma visto che ci sono, tuteliamole e sfruttiamole al meglio nell'interesse di tutti.
Il piano strutturale o piano regolatore, chiamatelo come volete. E' funzionante, non lo è?
Cosa c'è da aspettare? propobete cose serie per il recupero dei volumi esistenti, ftiscienti e pericolosi. Non certo lo spostamento in altri comuni o altre aree. Date incentivi a ricostruire con le giuste regole di adesso, dopo aver demolito il vecchio e non con ristrutturazioni fatte male e solo speculative. Quelle certo non mancano, infatti sono li da anni e per molto ancora ci
resteranno.
Ci sono sicuramente altre cose ed opportunità da sfruttare, chi ha idee le esterni, ditele, qualunque amministrazione va tenuta sotto pressione.
In questo caso devono capire che sono li per il paese. Lo dicevano come sloogan elettorale, ma sembra che sia stato presto dimenticato.
Valerio, fattene carico, dai spazio ad un laboratorio di idee nel Bloog.

Anonimo ha detto...

Parole parole parole
ma di concreto solo fuffa e qualche spicchio d'aglio.

Anonimo ha detto...

Avv. Fabbri.
Un grande. Peccato che non si è voluto confondere con i suoi compaesani e quindi non si è candidato anche se da più persone era sollecitato.
Ma come darle torto?
Un paese di colli torti, bravi solo a criticare ed a non metterci mai la faccia, per non parlare di tirare fuori i co...ni.
Anche i nuovi certo non si smentiscono, per razzolare qualche voto, hanno regalato tre parcheggi in troscia Italia, la ztl a quattro gatti del c.storico, concedono ai vigili di pagarsi lo stipendio con delle multe al limite della legge, si accontentano del plauso di chi partecipa alle loro festicciole, ultima ma sicuramente non per molto, la proloco o come viene ormai chiamata da molti la proloro, visto che praticamente oltre ad essersi auto eletti, il tutto è a gestione familiare.

Anonimo ha detto...

Andate a leggere i commenti su Facebook dell'organizzazione di anno scorso, ma anche su quella appena inaugurata a M.Catini.
Speriamo in una smentita dai fatti... ma se tanto fa tanto.
Il costo del biglietto è esagerato. Poi, se c'è di mezzo la proloco, perchè chi ne fa parte organizza e vende spazi e pubblicità?
Non era solo per volontari e senza scopo di lucro? O anche in questo caso si è trovato un lavoretto a qualcuno?

Anonimo ha detto...

Si Valtubo perchè non promuovi un sondaggio per sapere quali cose ed iniziative i cittadini ritengono più utili e come realizzarle secondo loro.

Anonimo ha detto...

17.24 rileggiti e documentati, poi ti renderai conto di quante superficialità hai detto

Anonimo ha detto...

Gesù. A legge certi commenti, capisci che certi chiancianesi non li accontenterebbe nemmeno Gesù.
Che poi sicuramente sono gli stessi che parlano, parlano, ma davanti al fatto compiuto sono i primi che si tirano indietro. Cordate per le terme, demolizioni e ricostruzioni eccetera eccetera. Forza avanti, vediamo chi si espone! Piano! Fate piano!!

Anonimo ha detto...

Ma ti rendi conto quanto costa organizza' un evento del genere? Che pensi che le strutture te le regalano? E' ovvio che ci siano sponsor! E' sempre stato e sempre sarà così. Ma di cosa stai a parla? Se sei così sicuro che qualcuno ci guadagna, documentalo. Poi vediamo che succede.

Una CHIANCIANESE ha detto...

Ma se sei tanto convinto che le cose stiamo davvero così perché non vieni a S.Elena ad aiutarci? Chissà che non trovi anche te il modo di mettere in tasca qualcosa.
E se così non fosse perché ti tocca solo faticare gratis puoi sempre fare come chi prima ha accettato di collaborare e poi si e' tirato indietro.
Pazienza, faremo anche senza chi non c'è. Gratis!
Firmato: una che non c'entra niente con la proloco ma collabora perché vuole bene a questo paese.

Anonimo ha detto...

Lascialo stare è sempre il solito besino infiltrato!

Anonimo ha detto...

Qualche giorno fa qualcuno ha parlato di pilota e gomme sgonfie.
-1^gomma :ASSOCIAZIONE ALBERGATORI
Incapacità totale di proporre qualsiasi iniziativa e strategia turistico-culturale con ricaduta sulla comunità,appiattimento totale dui diktat delle Terme,isolamento totale dal tessuto cittadino per partecipazione sociale (metà degli albergatori non sono conosciuti dai Chiancianesi)
-2^ GOMMA :IMMOBILIARE TERME
Mai fatta un assemblea cittadina per illustrare risorse economiche disponibili,strategie aziendali (si sta trasferendo il Reparto Inalatorio :quanti cChiancianesi lo sanno? Nessuno si è espresso sulla guida della Immobiliare(si deduce che va tutto bene?Ma chi è alla guida?Galli?Camerlengo?)
-3^GOMMA : SISTEMA BANCARIO
MPS sparito,e questo ce lo aspettavamo,ma la CRAS?Con un pranzo mette a tacere tutti? Quali stimoli,quale contributo,quale proposta per superare la crisi?Una volta la BCC organizzava tavole rotonde,corsi di formazione;ora basta un pranzo,un bel pranzo e tutti contenti
-4^ GOMMA :ASSENZA ORGANI CULTURALI
I giovani si stanno un po' impegnando,ma noi non abbiamo un Teatro (Chiusi-Montepulciano) una sala che funga da polo attrattivo culturale,non abbiamo corrispondenti per quotidiani locali ,forse ci è rimasto solo il Museo (chissà per quanto tempo?)
IL PILOTA s'arrabatta,si da' da fare,la strada su cui deve guidare è dissestata dai disastri delle precedenti amministrazioni,si impegna ma se le gomme sono sgonfie ci deve pensare lui(figuriamoci se sono bucate) ,se i meccanici non sono all'altezza gli diamo una svegliata oppure li cambiamo.
SOLUZIONI ? I Chiancianesi ora sono distratti dal limite di velocità,dal nome dello stadio (io condivido Fabbri),da Babbo Natale.....però ancora abbiamo tanto tempo davanti a noi e quindi si può ancora aspettare : tanto al peggio non c'è mai fine.

Anonimo ha detto...

Infatti adesso peggio di così... ma vedete che non possiamo nemmeno andare in giro per chianciano, con la paura di farsi ritirare la patente? Non possiamo dire niente perché vorrebbero far tacere tutto e tutti, vedi giornalista sulla tuta sgualcita, vedi la proloro ecc ecc. Questo è un clima di terrore..

mazzetti-stefano ha detto...

purtroppo la situazione disastrata porta per forza nervosismo , io guardo,vedo,"subisco", apprezzo qualunque iniziativa e chiunque la porti avanti, sempre........ diverso è condividere sempre le decisioni che vengono prese, da uno o l'altro che sia. se pur appoggio e mi schiero con giunta Marchetti, non significa che a priori digerisca tutto quello che fanno loro, punto a capo, e ora proloco.....

-babbo natale .....qualcuno scrive : " La manifestazione ha coinvolto tutte le attività commerciali della città, dai negozi agli alberghi, che, tramite i tour operator....."... beh questa NON LA DIGERISCO, ok siamo in un piccolo paese e tutti sappiamo cmq, ma ufficialmente a me (agricola-agriturismo-ristorazione)nessuno mi ha informato che è nata la proloco, ne ufficialmente la mia associazione è stata invitata alla presentazione(CIA, mi sono premunito di chiedere ai referenti, NESSUNO SA NIENTE!!e nemmeno per la parte ristorazione, nessuno ha dato info!!), ....condivido e apprezzo l'evento......,ma non posso pubblicizzarlo alla mia clientela già fidelizzata o potenziale,e me ne dispiace sinceramente, non per le eventuali prenotazioni,ma perchè avrei potuto contribuire nel mio piccolo a dargli visibilità......ma certo non posso fare pubblicità io a mie spese ad aziende Chiancianesi mie concorrenti, nel sito dedicato " http://www.paesedibabbonatale.it/ " "organizzatori"..... si legge che è un evento ideato da comune di Chianciano, patrocinio della provincia......accanto sulla sinistra grandi link "dove dormire" "dove mangiare".....ora, mi aspettavo che cliccando comparisse l'elenco ufficiale, provinciale, delle attività del comune(chiunque, anche un bambino di 5 anni, può andare sul sito ufficiale regione-provincia. e fare copia incolla), se poi volevate fare una cosa più utile, rendevate cliccabili chi, dopo averne certezza,garantiva l'apertura nei giorni in questione......la mia vuole essere una critica costruttiva, e non una polemica, o un attacco a chi ha li visibilità, ma ritengo che se è l'amministrazione che la ha ideata, e la proloco organizzata, entrambe dovrebbero rappresentare un territorio, non solo una parte...... poi in modo piu evidente,correttamente, chi voleva anche contribuire come sponsor doveva avere una visibilità maggiore e dedicata......MA LE AZIENDE VANNO MENZIONATE TUTTE!!! altrimenti poi se qualcuno dice "proloro" (e non lo penso, almeno io, ma??)non lamentatevi......e non tirate in ballo: "eh ma noi abbiamo chiesto la lista all'associazione ma non ce l'anno data"...punto primo la lista c'è e chiunque può prenderla nel sito ufficiale, secondo tante strutture non sono rappresentate da ass. albergatori,ne tantomeno da tour operator locali , e non hanno ricevuto info ufficiali.......ora, mio-nostro malgrado....anche apprezzando l'evento e rispettando tutti gli sponsor, e le poche aziende citate per dormire e mangiare....siccome l'unico strumento per dare visibilità, è la divulgazione del sito babbo natale, ripeto, NON è POSSIBILE PERCHE FAREMO A SPESE NOSTRE PUBBLICITA A NOSTRI CONCORRENTI.
lo ripeto, è una critica costruttiva........e magari la riterrete sbagliata, lo posso rispettare, ma allora dovete voi anche rispettare che in tanti siamo perplessi e dubbiosi su diverse cose inerenti.
con rispetto-Mazzetti Stefano

Anonimo ha detto...

Per Anonimo 9.30
Credo che volontariamente non hai fatto riferimento alle Terme.Immagino che ormai il ruolo che le Terme rivestono a Chianciano è quello di una RUOTA di SCORTA.Una volta rappresentavano l'elemento centrale della vita chiancianese come motore economico,iniziative,stimolo per le attività alberghiere e commerciali.Si dirà altri tempi con risorse economiche diverse.E'vero ma di sicuro altri uomini,altri cervelli,non semplici impiegatuzzi o finti manager capaci di promuovere libri dannosi e più propensi ai propri protagonismi che non all'interesse dell'azienda stessa.Non a caso è rimasto il PAVONE all'ingresso dell'Acqua Santa

Centritalianews.com ha detto...

Chianciano: ricerca,le terapie idropiniche con Acqua Santa hanno effetti curativi su disturbi funzionali sistema digestivo

Le cure idropiniche con l’acqua termale di Chianciano Terme (Acqua Santa) ricca di solfato, bicarbonato, calcio e magnesio hanno effetti benefici e curativi nella terapia dei disturbi funzionali del sistema digestivo, in particolare quelli del tratto biliare caratterizzati da sintomatologia dolorosa della cistifellea e dallo spasmo dello sfintere di Oddi. A rivelarlo una ricerca coordinata dal Prof. A. Fraioli e pubblicata sulla rivista Clinica Terapeutica 2014. La ricerca, ha infatti evidenziato che, in aggiunta ai trattamenti farmacologici specifici, un ruolo importante è svolto dall’uso di acque minerali termali a contenuto di sodio solfato e solfato bicarbonato le quali, grazie alla loro composizione in ioni macroelementi e oligoelementi, sono in grado di stimolare il rilascio o modulare l’attività di alcuni regolatori neuroumorali del processo digestivo. La ricerca ha riguardato gli effetti della terapia idropinica in pazienti che soffrono di dolore e altri sintomi causati da discinesie biliari, sabbia biliare (senza calcoli) o a seguito di una colecistectomia. La ricerca è stata condotta su pazienti che hanno effettuato due cicli in un anno di cure idropiniche con Acqua Santa di Chianciano Terme; di questi, alcuni hanno effettuato un terzo ciclo di cura idropinica nel secondo anno di studio. La frequenza dei sintomi osservati a fine secondo e terzo ciclo di cura idropinica è risultata essere significativamente più bassa di quella considerato prima dell’inizio della terapia. Gli effetti positivi della terapia termale – secondo la ricerca – dipendono non solo dalla composizione chimica dell’acqua utilizzata, ma anche dalla modalità di somministrazione della terapia. La terapia consigliata consiste, quindi, in un trattamento di due cicli di cure idropiniche nel corso di un anno, ma risultati ancora migliori possono essere raggiunti se vengono eseguiti cicli di terapia dopo un anno dalla fine del ciclo precedente. E’ stato infatti rilevato che i sintomi presenti prima dell’inizio della terapia termale sono stati il 45,90% del totale, mentre al termine del secondo ciclo della terapia erano scesi al 20,35 %. Se consideriamo i dati raccolti dei pazienti che hanno effettuato un totale di tre cicli di cure idropiniche, otteniamo risultati ancora più interessanti. La sorgente dell’Acqua Santa di Chianciano Terme, città termale nel cuore delle terre di Siena, si trova 460 metri sopra il livello del mare ed è caratterizzata da un’elevata presenza di solfato, bicarbonato, calcio e magnesio, sgorga a una temperatura costante di 33 ° C , e ha un residuo fisso a 180 ° C di 3,280 mg/l. Le terapie termali che si possono effettuare presso le Terme di Chianciano sono tutte convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale; le Terme di Chianciano sono accreditate per effettuare prestazioni sanitarie a favore dei cittadini appartenenti ai paesi europei con oneri a carico del SSN del paese di residenza.

Anonimo ha detto...

Virtù benefiche dell’Acqua Santa.

Nei commenti precedenti spesso si è parlato di impoverimento delle falda termale con tutte le problematiche connesse.
Le proprietà eccelse dell’Acqua Santa, in base agli studi effettuati, potrebbero essere irreparabilmente compromesse per il fatto che
“nel bacino termominerale di Chianciano Terme l’inquinamento è maggiormente favorito a causa dell’elevata permeabilità per fessurazione delle rocce calcaree, permeabilità che determina una circolazione molto rapida. Mentre l'inquinamento delle acque superficiali è immediato quello delle falde acquifere sotterranee è più subdolo poiché arriva in un secondo momento. Infatti nelle falde acquifere profonde l'inquinamento è tanto più temibile in quanto arriva senza segni manifesti e la sua origine può essere anche molto lontana nel tempo e nello spazio. Questo perché, come precedentemente detto, le zone di ricarica delle falde acquifere possono essere anche a molti Km. di distanza. Inoltre questo inquinamento dura molto più a lungo ed e' di difficile eliminazione.
Pertanto qualsiasi elemento inquinante presente nei terreni calcarei può, attraverso il
veicolo acqua, rapidamente raggiungere la falda termo-minerale con conseguenze irreparabili.”
Come posso gioire, dopo aver letto il commento del Dott Stortini, quando ho tra le mani una grande ricchezza che voglio sfruttare solo oggi e non domani ? Cosa vogliamo nascondere ?
Che senso ha spendere milioni di euro per un centro internazionale del termalismo senza aver prima messo in sicurezza la falda termale.
Cosa bisogna fare per far capire ai concittadini che le terme non hanno un colore politico e abbiamo TUTTI il dovere di fare tutto ciò che è necessario per salvaguardarle, per noi, per il nostro futuro e noncuranti degli interessi personali ?
“Il non corretto uso di questa parte di territorio può quindi produrre al patrimonio idrico gravi danni sia per inquinamento che per impoverimento.”

Chi sei? ha detto...

Ma che OO!!! Almeno tu ti firmasse si saprebbe con chi si ha a che fare!

Anonimo ha detto...

Il problema vero è che questi erano convinti di essere unti dal Signore e non accettano ne critiche ne consigli.
Usano un metodo stalinista, non da fascistelli come altri hanno detto, questi socome quelli di prima con una rinfrescatina venuta neanche troppo bene.
Trovate un altro imbianchino e ricotdatevi che ci siete voluti andare dicendo che voi eravate noi.
Al momento e speriamo di essere smentiti presto, voi siete solo provoi.
Bravo Stefano. Vediamo come ti rispondono.
Di solito sono sempre stizziti e maleducati.

Anonimo ha detto...

Ma se la vostra associazione di categoria non vi da l'OK voi non vi muovete? Nel sito internet c'erano inviti per tutti: ristoratori, alberghi, espositori, sponsor...
Perché invece di lamentarvi non vi siete proposti? Per avere la possibilità ora di criticare?

Anonimo ha detto...

Hai sentito Stefano come rispondono? A chi gli pare glielo hanno detto, qui ci sono figli e figliastri.

Anonimo ha detto...

A mio avviso non è questione di ruote macchina o piloti vari si fanno le cose senza pensare al domani, si investono soldi su soldi e poi quando abbiamo finito capiamo che abbiamo sbagliato sempre qualcosa e usciamo sempre dopo con “ve lo avevo detto”.
Ora io ve lo dico p rima che accada di nuovo il prossimo errore c’è il progetto del parco avventura nella pineta sopra Piazza Italia, io sono assolutamente a favore, ci vuole un attrazione del genere può portare soldi turismo svago proprio come le theia o le terme sensoriali ma non li non in quella pineta vi prego di ripensare alla collocazione. Pensate che si possa chiudere al passo?
Vi propongo la ribussolaia certo vi può sembrare un posto difficile ma sarebbe perfetto con quel dislivello
Un parco avventura molto grande una zona verde completamente inutilizzata e inutilizzabile, un ampio parcheggio quello dove adesso stazionano i camper una zona dove è possibile fare dei braceri con il gestore del parco avventura puo vendere carbonella o legna una pineta che si puo chiudere dove fare un parco avventura per i più piccoli e un parco per i più grandi dove come attrazione principale ci potrebbe essere il volo del angelo da mozzare il fiato a chiunque che dal inizio del ponte ti farebbe scendere fino alla zona artigianale di chianciano e poi un percorso per risalire nuovamente con carrucole ponti
Pensateci dare in concessione un luogo come quello con l’obbligo del gestore di investirci e tenerlo pulito sarebbe un enorme guadagno per chianciano e per il gestore di parchi del genere nelle vicinanze non ci sono
Ma va bene anche la pineta sopra piazza italia !
D.M.

mazzetti-stefano ha detto...

e lunga e logorroica quindi non leggete se non volete annoiarvi!!!!!!!!
-11 novembre 2014 22:06........
-carissimo anonimo...... potresti aver ragione, la mia non voleva essere una polemica, ma se vuoi polemica no problem.
- l'amministrazione è di tutti e tutto il territorio, non dovrebbe prestarsi a dare visibilità ad alcuni si e altri no.
-idem proloco.... dovrebbe rappresentare un territorio , essere istituita e votata nei suoi vertici da chiunque ne voglia far parte o voglia votare, con rigoroso ripetto di quello che prevede anspi, proprio perchè poi rappresenterà anche chi dissente, che può non aderire a eventi vari, ma deve cmq essere rappresentato.
-il fatto che poi, tu dica riguardo a ok delle associazioni, spero tu abbia buttato li 2 righe tanto per far polemica, nello specifico, almeno io con i miei commenti, non intendo fare la "primadonna che se la tira" vogliosa di essere corteggiata per uscire a cena........quando mi presto come azienda a partecipare a qualcosa,PRETENDO SEMPRE CHE NON VENGA IN NESSUN MODO MENZIONATA LA MIA STRUTTURA, aiuto se posso quando ritengo una cosa positiva senza nulla pretendere....quindi SBAGLI BERSAGLIO CON ME.
-mia opinione, che, per avere maggior successo, di quello che vi auguro abbia, attraendo clientela "esterna" dai locali, quella che sul serio può dare ossigeno al tessuto economico, le aziende preposte all'incaming , debbano tutte essere coinvolte indipendentemente associazioni, caro anonimo, io sostengo il contrario di quello che hai polemizzato....proprio perchè non ritengo rappresentative per tutti le associazioni, e ogni azienda ha i suoi canali e clienti da poter informare degli eventi, integrando la pubblicità fatta da proloco e amministrazione, SE POI VI FA SCHIFO.....SCUSATE, PENSAVO FOSSE POSITIVO!!!.
da qui, sempre secondo me, opportuno per amministrazione e molto di più per proloco, informare trasversalmente tutti, non 5-8 rappresentanti che "dovrebbero poi farlo al posto loro" , e qui a Chianciano maggiormente importante, perchè la lista civica eletta, peac, e proloco, hanno elementi politici trasversali,...... va prima coinvolto intelligentemente i "nemici" per fargli vedere la serietà dei comportamenti, a quel punto se strumentalmente i "nemici" danneggiano volutamente iniziative, o non partecipano, beh..cazzi loro, risponderanno ai loro associati che di certo ,se le cose sono fatte bene, se ne sbattono della politica, prima viene l'azienda.
-riguardo a proporsi?????, anche qui spero nelle 2 righe di polemica,perchè altrimenti saresti davvero superficiale....... ok mettiamo il mio caso.....PROPORMI A FAR COSA???? io non so come è organizzato, non so chi paga parco, non so chi paga personale (E IN CHE MISURA....E SE VERO 3 EURO ORA BEH!!)non so se rimarranno soldi chi li gestirà, o come saranno divisi, e a quale titolo saranno pretesi, non so come mai era evidenziato "collettivo fabrica" come organizzatore insieme agli altri e ora non c'è piu......non conosco planning organizzativo, previsioni , come è fatta la campagna marketing, a chi si indirizza, quali strumenti sono stati utilizzati,etc.etc......QUINDI RIPETO MI DOVREI PROPORRE A FARE COSA????

mazzetti-stefano ha detto...

-oltre a questo....unito al fatto che se avessi partecipato, non avrei permesso che fosse menzionata la mia azienda, personalmente nel periodo interessato, sarò aperto solo venerdi e sabato,dom, poi 20 giorni dal 20 dic in poi......e fortunatamente quasi tutte le camere(ne ho solo 9 quindi è meno difficile riempire) sono già da ora prenotate, non sono full booking nelle date che apro, ma manca poco, quindi, caro anonimo, se anche volessi, non ho camere o ristorante da mettere a disposizione per l'evento, o pochissima.......
-quindi ripeto, ciò che ho evidenziato voleva e vuole tuttora essere una critica costruttiva, un suggerimento da "apprendista contadino" e "umile coglione professionista".....e siccome i veri professionisti siete voi.....se non vi VERGOGNATE a rappresentare anche i coglioni.....dovete informare i coglioni di come da coglioni ritenete che possiamo essere utili ,naturalmente , fermo che, saputo COSA siamo chiamati a fare non rischiamo di diventare "professionisti" come voi....a me c'è voluto tanto a diventare coglione....e non posso rischiare di perdere il mio titolo "aiutando voi professionisti".
-sinceramente mi fa sorridere, e a me da coglione viene semplice, come non siate in grado voi "professionisti" di scindere amici che se anche in dissenso fanno osservazioni costruttive, da chi ,associazioni e persone, strumentalizzano e usano la loro posizione per "non fare ,per farvi dispetto e danno"......ti posso garantire che ogni azienda ha una testa che la manda avanti, e con il clima che c'è, ognuno ragiona con la sua, pronto a mandare in culo chiunque ostacoli il fare "qualcosa di utile a non chiudere"....detto questo, auguri, e grazie a tutti coloro che ci si dedicano sempre e cmq .
ps---- nel sito non c'è nessun invito, ...solo " come diventare espositore-sponsor" senza nessuna informazione che faccia capire bene il come è organizzato tutto l’evento, a me non interessa ne uno ne l’altro, volevo solo aiutare a spese mie a dare visibilità……senza però danneggiare la mia azienda.

Anonimo ha detto...

Sul rischio esaurimento ed inquinamento delle nostre sorgenti chiancianesi esprimo la mia opinione, peraltro già espressa in epoche precedenti anche se in altri contesti associativi.
La falda acquifera si estende per un lungo tratto ,tratto sul quale attingono la loro risorsa idrica termale altri stabilimenti termali.Questa nostra zona è la più ricca di acque termali del Senese,Siena è la provincia della Toscana con le maggiori risorse idriche termali,la Toscana insieme all'Emilia Romagna è la regione più ricca di risorse idriche termali.Si può quindi ben comprendere l'importanza che il nostro sottosuolo riveste e la ricchezza non solo economica ma anche socio culturale che rappresenta e la cui salvaguardia per tali motivi deve essere rispettata.Io ho sempre sostenuto che tale
salvaguardia,proprio per le dimensioni del territorio interessato deve coinvolgere tutti i comuni limitrofi,guarda caso tutti con presenza di stabilimenti o piscine Termali : Amiata,San Casciano bagni ,San Quirico,Sarteano,Montepulciano,Rapolano.Quindi dovrebbe essere effettuata una pressione congiunta delle relative Amministrazioni sostenuta da documentazioni e relazioni di geologi se necessario incaricati anche dalla Regione.In sincerità
non so se questo è già stato
fatto
Ezio Stortini

Anonimo ha detto...

Il parco avventura non sarà chiuso. Così come accade nella maggior parte dei parchi analoghi.

Anonimo ha detto...

Stefano, come volevasi dimostreare.
Negano anche l'evidenza. Le rispostine sono sempre piccatee spesso maleducate. Che ci vuoi fare, so ragazzi. Mica tanto a dire il vero.
Quello che fanno loro deve andare bene per forza a tutti, ma si dimentacano ormai troppo spesso che purtroppo le ricadute delle loro cavolate le subiscono tutti.
C'era troppa voglia di protagonismo nell'aria e poca volontà di fare per il paese, ma molta pro solo per pochi.
D'altra parte li abbiamo votati. Speriamo solo di non dover aspettare altri cinque anni per rimediare l'errore.
Il paese non ha tutto questo tempo e neppure i cittadini.

Anonimo ha detto...

Bravo Mazzetti.
Lungo ma allo stesso tempo preciso e giustamente sarcastico. Questi vedono nemici da per tutto.
Sono così diffidenti che non sanno riconoscere chi comunque gli è vicino, ma comunque non ê annebbiato dalle loro luci della ribalta e chi invece gli ê contro a prescindere che le cose fatte siano buone oppure no.
#statepiùsereni

Antigone ha detto...

E bravo il mio Ezio.
Riesci sempre ad essere esaustivo, speriamo che comprendano.
Un abbraccio e a presto

Anonimo ha detto...

I parchi avventura sono chiusi in genere, per evitare che ragazzi presi da una bevuta di troppo gli venga in mente di provare i giochi in notturna e senza molte protezioni :)
In pratica ci si arrampica sugli alberi 10 15 metri di altezza e con delle carrucole si scende
non è che quando il custode se ne va leva i fili di acciaio o le scale di legno rimangono, i giochi restano e perché non emulare i film: un bel asciugamano e giù il brivido nella notte !

Anonimo ha detto...

È vero sempre risposte fuori luogo o a presa di c..o
Ma non er quelli nuovi con le faccine pulite?
Forse avete cambiato il vestito ma sotto avete sempre la stessa casacca?

Anonimo ha detto...


Al dott Stortini,
la leggo con piacere e apprezzo il suo intervento, che condivido .
L'assessore regionale Cocchi, nel 2008 ha detto: “è opportuno uno studio scientifico per garantire la sostenibilità sull'utilizzo delle acque termali, sia a fronte degli importanti investimenti effettuati e programmati, sia per salvaguardare un bene naturale prezioso e insostituibile. Negli ultimi anni, in Toscana, i consumi di acque termali sono aumentati, in quanto legati anche a un uso sempre piu' diffuso di piscine per la balneoterapia, ma anche alle richieste di nuovi permessi di ricerca per acque termali: ecco dunque il motivo che sostiene questa ricerca.”
Come mai non è stato mai dato seguito a questa iniziativa ? si sono limitati ad uno studio sulla falda termale sotterranea a Montecatini e Monsummano, promettendo che la ricerca sarebbe stata estesa all'intera rete delle zone termali toscane, stiamo ancora aspettando.
Ritengo giusto coinvolgere gli altri Comuni in quanto facenti parte dello stesso bacino idrotermale, ma ho il timore che, avendo la regione attribuito alle A.C. nel 2008 le funzioni amministrative in materia di ricerca e coltivazione delle acque minerali, di sorgente e termali, sarà difficile aspettarsi la loro collaborazione, in quanto il monitoraggio metterebbe senza dubbio in evidenza delle forti criticità, ma qualcuno potrebbe chiedersi : quali sono le motivazioni per le quali le istituzioni non sono intervenute , nel rispetto delle norme vigenti e a seguito di dichiarazioni datate e accreditate nelle quali si invitava ad intervenire sugli emungimenti. ?
Come mai le piscine termali nel ventunesimo secolo sono ancora disciplinate da un decreto regio del 1919 ?
Con stima

Anonimo ha detto...

Il parco avventura giá esiste.
Basta girare per il paese, schivare le buche delle strade, non inciampare nei rami e negli scordini dei marciapiedi, di notte anche al buoi, poi, volete mettere, stare attenti agli agguati dei vigili con gli autovelox. Tutti i giorni è un 'avventura passare per Chianciano, che si vuole di più, è anche gratis.
Ma di serio ed utile per il paese ed i suoi abitanti, niente è?

Anonimo ha detto...

12 novembre 2014 20:26
Perchè vorresti risposte serie a domande e affermazioni cretine in un blog comico ???

Anonimo ha detto...

Vorrà di' che dall'altre parti so' tutti stupidi.

Anonimo ha detto...

Il male dappertutto lo vedete voi!

Anonimo ha detto...

Te che proponi? Inizia no!

Anonimo ha detto...

Qualcuno sa se è vero che teleidea sta per chiudere ?

Anonimo ha detto...

Il fatto è che siete voi che governate, siete voi che a tutti i costi, e che costi, ci siete voluti andare. Quindi voi dovreste proporre e fare. Si vede da come rispondete, anche in situazioni più ufficiali del Blog (che sará anche comico, ma almeno da modo a tutti di dire la propria oppinione e di esporre le proprie idee) Certo, l'educazione si impara da piccini, forse alcuni hanno avuto problemi di apprendimento.
Meno livore e piú tranquillitá.

Anonimo ha detto...

Viva viva la proloro, viva viva l'amministrazione, viva viva l'autovelox, viva viva.... fate voi almeno siete contenti.
Se non vi si loda e quindi un pò imbroda non siete contenti. Hai visto mai, che se le cose alla fine non andassero bene, la colpa è come sempre degli altri?
Bravi bene, ma speriamo senza bis!

Anonimo ha detto...

Non sarebbe certo la prima azienda del posto a farlo e sicuramente non sarà l'ultima.
Ma anche in questo caso ci sará chi non è troppo dispiaciuto. Si aprono nuovi orizzonte per chi ama le luci della ribalta.

Anonimo ha detto...

PS si, lo so, opinione si scrive con una p sola.
Prima che ritorni la maestrina dalla penna rossa, mi bacchetto da solo. In effetti l'ora è tarda.
Non è facile riconoscere i propri errori.
Notte.

Un virtussino vero ha detto...

Non fregherà niente a nessuno, ma sullo stadio, a fronte di una procedura democratica trovo più che altro scadente la campagna subdola (non liti familiari) a suon di pressioni, possibili ricatti e faziosi articoli di giornali. Ora vediamo i chiancianesi che gente sono. Se onesti o malati di protagonismo e alla ricerca di autocelebrazioni!!!

Anonimo ha detto...

Acqua Santa,

con riferimento all'intervento del dott Stortini riguardo alle proprietà dell'Acqua Santa, vorrei citare poche ma significative dichiarazioni presenti in un atto pubblico:

"...Le acque delle sorgenti di Chianciano sono sicuramente le più vulnerabili agli effetti
dell'impoverimento sia per la limitata portata (0.48 l/sec. Sorgente Acqua Santa) ..."

mazzetti-stefano ha detto...

-sul clima di terrore, non sono d'accordo,far rispettare regole è doveroso da parte dell'amministrazione, incivili siamo un po tutti che nella logica italiana ognuno vorremmo fare quello che ci pare.
-sulle azioni amministrazione, per me positive ,anche se insufficienti e non direttamente mirate a ossigeno economico,ma vero che loro possono dare un imput per l'immediato e studiare soluzioni per il futuro,il problema è arrivarci al futuro!!! pensare all'ora E LE MANICHE DOBBIAMO RIMBOCCARCELE TUTTI!.
-mia opinione vedendo le cose da fuori, che peac e amm. si danno tanto da fare, sono riusciti a rafforzare il consenso dei più stretti "amici" , sono riusciti a coinvolgere un po amici di amici,e formare una "cerchia" fidata efficiente e attiva costruttivamente.....ma questa cerchia purtroppo non si rapporta nel modo corretto e giusto con associazioni, singoli, aziende, etc....sembra diventata la lotta di noi contro loro, "noi facciamo voi polemizzate", noi-noi-io-io-....."se non partecipi a quello organizziamo noi, come noi decidiamo "sei nostro nemico" (vi ricorda qualcosa???)-
-nessuno nasce imparato....sia per peac,che per proloco, che per amministrazione, spero che in modo umile ragionino sul come mai in tanti siamo dubbiosi e perplessi, perchè senno, non è vero che "voi siete noi".....diventiamo noi-noi e voi siete gli altri ,nonostante buona volontà, dedizione,e passione per Chianciano di cui non avete l'esclusiva.
-per proloco e babbo natale, rinnovo l'apprezzamento per l'evento, i ringraziamenti a tutti i volontari che si fanno un culo della madonna,in primis Barbini e tutti insieme a lui,è la prima volta, non è semplice, e magari con il senno di poi alcune cose verrebbero valutate diversamente dalla "regia",penso che non siano riusciti ad "eludere in canto delle sirene" coinvolgendole piuttosto che "combatterle", e hanno bozzato la nave su alcuni scogli...(maledetta politica e paraocchi partitocratici,(nemmeno per una cosa per i bimbi riuscite a tenerla fuori vero?? vergognatevi!!!!).
-al contempo, lo penso e lo ridico, GRAZIE A TUTTI, ma sotto il logo del COMUNE DI CHIANCIANO TERME, ideatore dell'evento, è vergognoso che ci sia solo pochissime aziende e non se ne capisce il motivo....comune in generale e aziende-sponsor e,o, convenzionate ad un evento "privato" sono 2 cose nettamente diverse.....un link generico nel logo del comune,o come vi pare, che rimandasse "ANCHE" alla "vera lista delle aziende locali" secondo me sarebbe stata opportuna, e avrebbe permesso a tutte le aziende anche a quelle chiuse di poterne far menzione come volevano,perchè solo un vanto puo essere se nel proprio comune viene organizzato qualcosa,ma possiamo solo pubblicizzare il comune appunto, non solo e direttamente nostri concorrenti....sarebbe stato un pro-gratuito per tutti. (anche se ancora devo capire chi paga e chi riscuote....)Nel competitor Montecatini dubbi non ci sono, è riportato solo "eventi srl" che come società privata giustamente e lecitamente inseriscono chi e come vogliono........ma qui c'è il logo del comune cazzo!! e ben scritto ideatore, ricazzo!.

Anonimo ha detto...

Stefano, preparati come al solito a rispostine piccate e prese in giro.
Non hanno capito che sono li per tutti e non solo per pochi vicinissimi a loro.
Sicuramente non si nasce imparati, ma sono cinque anni e qualche mese che studiano da amministratori, se ancora non sono arrivati al diploma figuriamoci quanto ci vuole per la laurea. La famigli, intesa come paese tutto questo tempo non lo ha!
Un pò più di trasparenza non era male.

mazzetti-stefano ha detto...

non mi preoccupano le rispostine, ne penso, anzi spero, a malafede, credo + a sottovalutazione e far di fretta perchè tardi, in merito a eventuale potenziali errori commessi,io evidenzio se lo credo, ma senza spada in mano......io sbaglio in continuazione , non mi meraviglio se anche altri a volte sbagliano, saranno umani anche loro no?, cmq gli d'ho fiducia, sono certo che le intenzioni sono meritevoli di farli lavorare......semplicemente non dovendoci dormire insieme, non ho riserve di dire la mia ,e se si incazzano.......fanno solo 2 fatiche.

Anonimo ha detto...

Bravo Mazzetti
sei uno che vede le cose con obiettività , critichi se c'èda farlo e lodi le iniziative quando sono fatte bene, sei uno dei pochi del blog.
Le rispostine a cui allude qualcuno vengono date a chi scrive con il paraocchi solo per screditare chi sta cercando di fare qualcosa per il paese .

Anonimo ha detto...

Spiegati meglio,non si capisce che vuoi dire!

Anonimo ha detto...

Si capisce, si capisce

Anonimo ha detto...

Sicuro che è solo per il paese?
E non per pochi?
Se parlate di paraocchi, controllate i vostri.
Cominciate ad essere un pochino più umili e disponibili al confronto ricordandovi che dovreste rappresentare tutti e non pochi o molt che siano, affezionati.

Anonimo ha detto...

Mah se lo dici te! Mi pare di no !