e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

domenica 1 aprile 2012

Chianciano Terme apre McDonald's in Piazza Italia!

Fonte la rete
Dopo un lungo periodo di trattative lo stabile ex-telecom, grazie all’intermediazione del Comune, è stato ceduto e verrà aperto a breve, si pensa per il 30 giugno in concomitanza con la fine dei lavori in Piazza Italia, un McDonald’s a piani con sale giochi nei piani più alti e sala texas hold’em, forse un primo passo per favorire investimenti privati e tentare un vero rilancio di Chianciano Terme non più come paese ospedale, dedicato alla cura, ma come nuovo centro dell’intrattenimento in Italia!

Saluti,

Valtubo

24 commenti:

Anonimo ha detto...

Bello il pesce d'aprile!!!!!!!

Anonimo ha detto...

IO AVEVO SENTITO PARLARE NON DI UN MAC DONALDS MA DI UN LOCALE TIPO MOULIN ROUGE O SE PREFERITE CRAZY HORSE CON FONTANE DI LUCE E MUSICA ALL' INGRESSO , ALBERI DI CRISTALLO NEL GIARDINO E ALL'INTERNO RAPPRESENTANTI DI TUTTE LE NAZIONALITA' E DI TUTTI I GENERI (maschi femmine ecc.ecc.)DELLA TERRA, PRONTI AD ACCOGLIERE I GENTILI OSPITI ( a pagamento si intende) PER INTRATTENERLI PIACEVOLMENTE IN MODO RILASSANTE ED ESAUSTIVO...
UNA SPECIE DI CHIA.ALAND CHE AVEVA ACCESO IL DIBATTITO SU QUESTO BLOG E CHE SENZ'ALTRO CI DAREBBE LA GIUSTA VISIBILITA' SUI MEDIA E FAREBBE TORNARE CHIANCIANO AI MOMENTI D'ORO DI FELLINIANA MEMORIA.

Mazzetti Stefano ha detto...

ma è vero??? o davvero pesce?,
-se fosse vero mmhhh, bella cosa in generale, anche se a volte indosso una maglietta con il logo della ditta ma con scritto "make schit", cosi ingrasseremo l'economia americana offrendo in una delle zone tempio mondiale dell'enogastronomia il contrario esatto della sana cucina mediterranea copiando dagli americani i loro problemi alimentari invece dei loro pro e meriti....mettiamoci dentro anche un giudice a stelle e strisce che possa operare con le leggi sue.......in du giorni spediamo l'arance a tutti i nostri amministratori recenti e passati!!!e poi..investimenti privati???ma che tocca fa per spendere un po di soldi a Chianciano io ancora un l'ho capito,ho progetti bloccati dalla burocrazia e poca voglia di alcuni da 2 anni, c'è sta maledetta strada delle volpaie incasinata da 3 anni e unn'è bastato nemmeno la morte di qualcuno per sbloccare la situazione, e il comitato che???un fa altro che esse preso in giro!!!,....mi viene il sospetto che gli eventuali investitori dovranno presentare la lista dei fondi neri devoluti al pd per avere il "privilegio" di spendere a Chianciano...mah avrò troppo sonno stamani per digerire sto "pesce"
-cmq- a me indipendentemente dalle mie idee in merito, la cosa piacerebbe molto, un modo in più per cercare di fare meglio, altrimenti la fascia giovane che viene per le terme con cavolo che andrà nei ristoranti...8 euro e fanno cena li, vedrai che luchie per parecchi!!!

Anonimo ha detto...

Beh !!! Complimenti per l'idea!!!!
UN GRAN BEL PESCE D'APRILE !!!

La svolta ha detto...

Io avevo sentito dire che proprio in concomitanza della ristrutturazione della piazza, per riaprire tutti i negozi vuoi si darà il permesso di metterci le signorine generose e creare una zona hot tipo Olanda. Meno male un'iniziativa di livello per riportare i turisti a chianciano!

Anonimo ha detto...

Complimenti Valtubo!! Scherzo riuscitissimo!

La Nuova Rinascente ha detto...

Bravo Valerio! Anche se al momento qui c'è poco da ridere. Comunque qualcosa di grosso sembra si stia muovendo veramente. Ricordate la notizia degli investitori cinesi disposti a rilevare otto strutture alberghiere? Ebbene, sembra che la cosa stia andando avanti, anche se l'amministrazione al momento tace per giocarsi la carta a sorpresa il più possibile a ridosso delle elezioni. L'ordine è bocche cucine, ma i livelli e gli interessi sono così diversi che era ovvio che qualcosa trapelasse. Grazie alla richiesta dello stato di crisi ed al coinvolgimento di tutti i livelli istituzionali il progetto si sta delineando e concretizzando proprio in questi giorni. La crisi del MPS e della Fondazione sembra aver dato la spinta finale. Sembra anche che durante il recente viaggio di Monti in Cina e Giappone si siano definiti gli ultimi dettagli. L'appello finale agli investitori stranieri appare confermare il tutto. L'idea è di partire dalla immediata cessione delle terme e degli otto alberghi, con cui gli accordi sono praticamente fatti, che passerebbero già entro l'anno al China Investment Corporation, e da lì arrivare entro breve ad utilizzare Chianciano come "base" turistica per il turismo di massa cinese per il sud europa. Monti avrebbe tra l'altro dovuto garantire di persona l'apertura dell'aereoporto di Viterbo entro i termini previsti (4/5 anni), condizione essenziale per gli investitori chinesi. Ipotizzando il raggiungimento entro breve di una classe media chinese pari al 15/20 per cento della popolazione, che a breve "avrà fame" di turismo e di Italia, i conti sono presto fatti. Il mercato sarebbe praticamente illimitato. Il problema vero è per chi rimarrebbe tagliato fuori, ovvero per tutte quelle strutture da subito ritenute "non interessanti", su cui il fondo avrebbe deciso una tattica attendista in attesa di poter acquistare praticamente a zero costi. Sembra che la frase che circoli sia "chinesi si, fessi no" e che quindi per chi non è già stato almeno contattato il destino sia segnato. Personalmente ritengo che è meglio che si salvi qualcuno che nessuno, anche se è ovvio che ciò dispiaccia e rimangono delle ombre su come sono stati guidati gli acquisti del China Investment Corporation, ovvero se da dietro qualcuno non abbia pilotato la cosa (non sarebbe poi così strano). Su questo sarà il caso di aprire successivamente un dibattito, ma l'amministrazione doveva fare delle scelte e le ha fatte. Intanto sottolineo come finalmente una nuova fase si stia delineando. Se dovessi dargli un nome io chiamerei questa fase "La Nuova Rinascente"

Anonimo ha detto...

W. W. W. IL QUARTIERE A LUCI ROSSE A PIAZZA ITALIA !!!!!!

Anonimo ha detto...

Domani sera chi ci va a sentì quelle quattro cazzate di alè chianciano? Io non ci andrò, dopo sessant'anni di disastri e distruzioni dei comunisti, c'è ancora disposto a perde tempo con gli amministratori x confrontarsi su che? Su come ritirare su sto paese? Ci dovevate pensare prima, gli avete dato il voto x tutti quest'anni? E ora ciucciateveli in silenzio

Anonimo ha detto...

un bell'investimento! potrebbe incrementare la presenza di giovani nel centro di Piazza Italia, cn più movimento serale, anche di famiglie, e stimolare un attrattiva per ulteriori investimenti nell'economia Chiancianese.

Anonimo ha detto...

PER GLI INVESTIMENTI AI CHIANCIANESI CONSIGLIO DI VESTIRSI DI NERO E DI NOTTE SDRAIARSI ALLA CURVA ALL'USCITA DEL PONTE DELLE RIBUSSOLAIE QUESTO E' L'UNICO INVESTIMENTO SICURO CHE SI PROSPETTA...

Anonimo ha detto...

Dal Centritalia e non è un pesce d'aprile:

Chianciano: da maggio la tassa di soggiorno da 1 euro, 80 e 50 centesimi

Chianciano (02.04.2012) – Partirà a maggio, salvo colpi di scena, la nuova tassa di soggiorno per Chianciano così articolata: 1 euro per i clienti degli alberghi a quattro stelle, 80 centesimi per quelli a tre, e 50 centesimi per gli alberghi a due e a una stella.

Stessa aliquota varrà per gli agriturismi sulla base delle “spighe” (anziché le stelle) loro attribuite. La tassa sarebbe dovuta partire già da aprile ma le resistenze di alcune categorie, al “tavolo” promosso dall’amministrazione comunale con le associazioni interessate, ha fatto slittare la sua introduzione. Comunque la tassa dovrebbe essere varata nella riunione del “tavolo” del prossimo 12 aprile. Ne parliamo con Francesco D’Amico (foto), che fa parte del direttivo dell’Asshotel ed è lui stesso un albergatore.



Come mai questo ritardo a Chianciano rispetto ad altri comuni nell’introdurre la tassa di soggiorno?

"Perché alcune soggetti interessati come l’associazione degli albergatori sta ingoiando a fatica questa tassa e il sindaco Gabriella Ferranti la sta assistendo in questa operazione ritardandone l’applicazione. Così abbiamo perso tempo. Saremo l’ultimo comune della provincia di Siena ad applicarla”.

Avete stimato il gettito che arriverà da questa tassa?

"Sì, calcolando 820 mila presenze annue, il gettito stimato dovrebbe essere di circa 600 mila euro. Introiti questi che non entreranno nel patto di stabilità ma potranno essere utilizzati per il turismo, quindi per sostenere alcune imprese, migliorare l’arredo urbano e la comunicazione. Il “piano” per l’utilizzo di questo gettito sarà definito prossimamente”.

E’ vero che come Asshotel avete anche presentato una iniziativa particolare per utilizzare al meglio questi introiti?

"E’ vero. Noi abbiamo proposto di utilizzare il gettito derivante dalla tassa di soggiorno come “leva finanziaria” per realizzare progetti di grande respiro. Certamente non da subito perché prima dovremo monitorare il gettito reale del primo anno. Ne stiamo parlando con l’amministrazione che ancora non ha una posizione precisa. Spero che utilizzino queste somme per aiutare Chianciano”.

Il 12 aprile ci sarà una nuova riunione del “tavolo”. Sarà quella definita considerando che circola la voce anche di un progetto di programmazione negoziata portato avanti dalla Regione?

"Spero che sia la riunione conclusiva. Quanto al progetto di programmazione negoziato, noi, come UDC (D’Amico è anche segretario cittadino del partito di Casini n.d.r.), la stiamo chiedendo da almeno dieci anni. Potrebbe essere la soluzione di tanti guai di Chianciano ma forse arriva troppo tardi per gli imprenditori locali che attraversano una fase di debolezza. C’è il rischio che arrivi da fuori una nuova classe imprenditoriale che sappia valorizzare gli aspetti positivi di Chianciano”.

Anonimo ha detto...

Tanto per cambiare .....
il pesce d'aprile, vedrete, ve lo faranno ancora una volta il Comune e le Terme ....
operazioni in corso d'opera ...
1. Terme Sillene - finta operazione di fine lavori con autorizzazione di agibilità per una parte dei lavori (ancora in corso)da fare entro la fine del mese altrimenti perdono il finanziamento ...ma non ci sarà nessuna apertura!!!!! Forse i lavori finiranno alle famose kalende greche ovvero mai!!!!!
2. Operazione Fucoli si parla di chiusura del parco e affidamento a non si sa bene a quale nuova gestione ...ma non c'è già un gestore? ... è possibile un subappalto? ... è previsto nel Contratto di gestione tra Terme Immobiliare e Terme SPA? ... non saranno obbligati a fare una nuova gara? ...

Anonimo ha detto...

"NON SO SE MI SPIEGO" HA DETTO:
AGLI AMICI DI CASINI " MAGARI ARRIVASSE UNA CLASSE IMPRENDITORIALE DA FUORI" CON TANTI BEI SOLDINI DA INVESTIRE A CHIANCIANO, MAGARI!!
AGLI AMICI DI CASINI E AI COMPAGNUCCI DELLA PARROCCHIETTA VORREI RICORDARE CHE:
1° LA MAMMINA MONTEDEIPASCHI E' SCAPPATA DA SIENA CON UN ROSSO DI 4.5 MILIARDI DI EURO.
2° POLITICAMENTE ED AMMINISTRATIVAMENTE IL COMUNE E' A ZERO.
3° IL 90% DELLE STRUTTURE COMMERCIALI (negozi ed alberghi) SONO IN ROSSO E QUESTO VUOL DIRE NIENTE SOLDINI DA NESSUNO TRANNE VEDI QUALCHE USURAIO.
4° SULLA BANCA CRAS STENDIAMO UN VELO PIETOSO.
ERGO CON QUESTI 600.000 euro (forse)ALL'ANNO CI VOLETE TIRARE SU CHIANCIANO ???
MA FATEMI RIDERE ANCORA VAI!!!
FORZA ! UN 'ALTRA BRILLANTE INIZIATIVA PROPONETE QUALCHE ALTRA TASSA OLTRE ALLA TASSA DI SOGGIORNO TANTO CE NE SONO POCHE !!!

Anonimo ha detto...

Da Centritalia

Chianciano: lunedì 2 aprile tavola rotonda promossa da Alé Chianciano su crisi cittadina

Chianciano (01.04.2012) - “La Chianciano del 2020 sarà migliore di quella di oggi? E’ la domanda da cui partirà l’incontro per condividere idee sul nostro futuro e per il futuro di Chianciano Terme”.

Un paio di battute definiscono il motivo della tavola rotonda alla quale sono invitati alcuni tra i consiglieri comunali della generazione più “giovane” e la popolazione chiancianese insieme con il gruppo promotore dell’iniziativa, Alé Chianciano, per affrontare con sereno dialogo temi di interesse per Chianciano e per capire se ancora c’è la voglia, l’entusiasmo e la fiducia di sentirsi una comunità viva. "Chianciano Vs Chianciano" è il titolo forte volutamente attribuito all’iniziativa di lunedì che identifica quello che rappresenta il punto di debolezza di Chianciano Terme, la mancanza di un senso comune di identità che porta a lavorare in compartimenti stagni, uno contro l’altro, ognuno “per il proprio orticello”; l’idea è che attraverso una nuova concezione dell’appartenenza a Chianciano questo metodo debba estinguersi surclassato da un nuovo senso di collaborazione per il bene comune, perché lavorare da soli indebolisce lavorare in gruppo rende più forti. Descrive in questi termini l’incontro Raffaella Iarrapino, presidente dell’associazione Alé Chianciano: “Ritrovare una coscienza comune propositiva e collaborativa, con un nuovo metodo e iniziative su cui lavorare partendo da idee e principi condivis.. La crisi della cittadina termale si trasforma così da minaccia in opportunità che sveglia le coscienze costrette a pensare e a esercitarsi ogni giorno con vitalità ritrovata, per ripartire e sviluppare un modo di pensare costruttivo, collaborativo e finalmente nuovo. Un segmento di cittadini tra i 20 e i 40 anni che improvvisamente sentono di dover fare qualcosa per la città perché Chianciano diventi migliore, la Chianciano del futuro come la immaginiamo”.

1 aprile 2012

Anonimo ha detto...

Alè Chianciano:
improvvisamente sentono di dover fare qualcosa a 4o anni?ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha.......

Palabruco ha detto...

I citti di Alè Chianciano si chiedono come sarà la nostra città nel 2020?
Non c'è bisogno di perde tempo stasera, ve lo dico io: quei 50/100 alberghi ancora aperti saranno falliti, nessuno li vorrà più comprare nemmeno a 100.000 euro all'asta, ai fucoli e alle terme ci saranno le pecore a brucà l'erba!
Tutti i Chiancianesi (spero anche io) dopo aver perso tutto in questo paese distrutto da 60 anni di malgoverno, se ne saranno andati a vivere e a lavorare altrove, lasciando qui in mezzo alle macerie ed alle sterpaglie i pochi extracomunitari sopravvissuti.
Ce lo sapremo ridì se c'ho chiappato!
Ciaoo belliiiiiiniiiiii

Anonimo ha detto...

IO NON HO PROBLEMI A IMMAGINARE E DISQUISIRE COME SARA' CHIANCIANO TRA VENT'ANNI OVVERO MI SEMBRA UN PROBLEMA MOLTO RELATIVO ,
QUI BISOGNA DIRE COME SARA' L'ANNO PROSSIMO SE CI ARRIVIAMO O TRA DUE ANNI QUESTO E' IL VERO PROBLEMA...
UN CONSIGLIO AI GIOVANI DI ALE' CHIANXCIANO SE E' VERO CHE TRA LORO CI SONO GIOVANI CHIANCIANESI(?) :
NON ABBIATE PAURA DI PREPARARE LA VALIGIA PER CERCARE UN FUTURO MIGLIORE FUORI DA QUI.. POI TRA VENT'ANNI SE AVETE FATTO I DINDINI, TORNATE QUI AD INVESTIRE...
AUGURONI

Anonimo ha detto...

DEVO AMMETTERE LA CRIMINALE PERVICACIA DEI NOSTRI AMMINISTRATORI NELLA MANCATA ELABORAZIONE DI UNA "EXIT STRATEGY" DALLA SITUAZIONE ATTUALE PILOTANDO AGEVOLAZIONI E RIDUZIONI DELLE VARIE TASSE ANZI FINANZIANDO PER FAVORIRE LA DISMISSIONE INDOLORE DI TANTE ATTIVITA' ORMAI DIVENTATE SOLO UN PESO .
INVECE SI CONTINUA A LACERARE IL TESSUTO SOCIALE CON UNA TOTALE INDIFFERENZA VERSO LE RICHIESTE DI AIUTO DI VARIE CATEGORIE.
SIAMO AL TUTTO CONTRO TUTTI.
MA D'ALTRONDE LI ABBIAMO VOTATI NOI HANNO OD AVEVANO LA MAGGIORANZA, DOBBIAMO CONTINUARE AD INGOIARE ROSPI...

Anonimo ha detto...

Grande palabruco viva le pecore..qualcuno vuole fare una societa' con me maiali e pecore a gogo.....

valtubo ha detto...

Ringrazio per i quasi 400 contatti ricevuti per il Pesce d'Aprile sull'apertura di un McDonald's a Chianciano.
Spero sia stata una cosa simpatica anche se secondo me un investimento di questo tipo o in direzione simile non sarebbe male per Chianciano Terme!

Saluti

Valtubo ;-)

La Nuova Rinascente ha detto...

Ovviamente anche il mio era un pesce d'aprile. Anche se, va detto, basato su uno dei tanti e quotidiani "pesci d'aprile istituzionali". Gli spunti non mi mancavano "A giugno la presentazione del progetto definitivo di Chianaland"
"Stavolta ci siamo, riparte il Palacongressi" "Per tutto maggio 201§ due bagni gratis alle piscine del Sillene" "La Fondazione :Basta con le erogazioni ed i progetti assegnati"ad personam".
Ampia disponibilità anche di pesci ironici "Trasparenza, progettualità e coesione! Le riunioni di giunta on-line" "Secca smentita del portavoce del comune: Il nostro sindaco è vero e visibile ogni giorno su youtube!" "In questo momento di crisi siamo ovviamente disponibili a ricevere il contributo di tutti i cittadini. Già disponibili i bollettini postali..." Eh!Sai quanti pesci d'aprile...

Anonimo ha detto...

complimenti ai ragazzi di alè chianciano. serata simpatica e diversa dal solito. la strada è lunga, ma continuate così! bravi.

Palabruco ha detto...

Dai dai dai, raccontateci cosa è venuto fuori di così geniale da Alè Chianciano ieri sera.
Poteva valere la pena saltare la prima puntata di scherzi a parte?