e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

sabato 2 gennaio 2010

Lettera Aperta all'Amministrazione

Al Sindaco ed agli Amministratori,

 

      Sono quasi 7 mesi che siete al governo di una Chianciano Terme che lentamente sta sempre di più sprofondando in una crisi dai connotati, economicamente parlando, sempre più drammatici.

Il problema è che non si vede sbocchi per questa crisi chiancianese e l’Amministrazione con il Suo silenzio, non da quell’impressione e quel senso di fiducia di cui i cittadini, commercianti ed imprenditori hanno bisogno.

Quindi sarebbe opportuno che il Sindaco e l’Amministrazione, iniziassero a comunicare in quale direzioni si stanno muovendo e con quali progetti e permettessero una partecipazione all’azione di governo che al momento è difficile se non impossibile.

In un periodo in cui la preoccupazione di tutti i governi è di far sapere e far capire alla gente cosa si è fatto e cosa si intende fare, l’impressione è che a livello locale non si, lasciatemi passare il termine, “voglia” far sapere cosa si progetta per il futuro di Chianciano Terme, il che è sconcertante vista la situazione e la necessità di una forte partecipazione comune alle decisioni che detteranno il futuro di Chianciano Terme.

Quindi vi chiedo un maggiore impegno da parte vostra, visto la responsabilità che vi siete assunti nei confronti dei cittadini, nel comunicare tramite tutti i canali a vostra disposizione e coinvolgere la cittadinanza a conoscere ciò che si sta facendo per Chianciano Terme, al fine di ottenere quell’unione e accordo di intenti a livello sia di Associazioni di categoria, Associazioni di persone e singoli cittadini, per migliorare e rilanciare la nostra amata Chianciano Terme.

 

Saluti,

 

Valtubo

132 commenti:

Anonimo ha detto...

...Tanto per iniziare perchè l'amministrazione non ci spiega come verranno utilizzari i 150.000 euro concessi, con votazione nell'ultimo consiglio comunale, alla Fondazione Terme di Chianciano visto che a tutt'oggi non si hanno chiarificazioni in merito!

Noodles ha detto...

Caro Valtubo.....apprezzo ancora una volta i tuoi sforzi di dar vita ad una discussione tesa non dico a risolvere i problemi che abbiamo di fronte (forse sarebbe troppo ambizioso come obiettivo!) ma perlomeno a declinarli...renderli piu' leggibili e comprensibili....metterli a "disposizione" della gente affinche' la gente possa conoscerli ed affrontarli..........

Ma noto - pero' - lo stesso vizio di fondo......il solito VULNUS.....
e cioe' la mancanza di "cattiveria" politica.....il continuare ad incedere all'insegna del VOLEMOSE BENE.......per il bene di Chianciano......
Tutto questo, quando invece ci vorrebbe piu' incisivita'.....piu' nettezza nei giudizi......questo quando tutto - intorno a noi - ci imporrebbe una netta scelta di campo......
Dico questo perche' la mia paura e' che - prendendo in prestito Cicerone - mentre a Roma si continua a discutere.....Sagunto viene espugnata.....
Comunque....al di la' di questo....io sono a disposizione.....tua e di tutti coloro che vorranno partecipare a questa nuova discussione....
perche' ce ne sono molte di cose da dire.....non credete?

Noodles ha detto...

Per iniziare....con tutto il rispetto per il quesito che ha posto Anonimo.....
1. Cosa e' che blocca - ormai a distanza di molto tempo - la nomina di un nuovo Assessore alle Attivita' Produttive, tenuto conto dell'importanza che tale ruolo riveste sia in termini di prospettiva che di riflessione su come si e' economicamente risolta l'ultima stagione termale?
2.La situazione della Terme di Chianciano SPA - sia da un punto di vista economico che finanziario - come si presenta?
3.E' ritenuto utile avere un rendiconto sull'attivita' svolta dalla Terme di Chianciano Immobiliare SPA?....Cosa ha prodotto, quali interessi ha tutelato, quali progetti di sviluppo ha messo in cantiere?
4.In una fase di indispensabili "riforme" e grandi progettualita', come pensa l'Amministrazione (se lo pensa) di coinvolgere le opposizioni (perche' ce ne sono piu' di una!) in una discussione costruttiva e bipartisan?
5.Sarebbe disponibile - l'Amministrazione - a comporre un calendario di incontri con la cittadinanza ( una volta venivano chiamate assemblee pubbliche...) all'interno delle quali discutere insieme i problemi e le possibili prospetive?...........................potrei continuare....ma per adesso mi fermo qua!

Andrea Angeli ha detto...

Sottopongo alla vostra attenzione questo nuovo Ordine del Giorno di particolare interesse per la nostra cittadina.

Con tale OdG il Gruppo Consiliare Pdl-Chianciano per la Libertà ha richiesto un intervento dei Presidenti Fausto Norrito e Sirio Bussolotti, rispettivamente di Terme di Chianciano Immobiliare s.p.a e Terme di Chianciano Spa, affinchè vengano chiariti lo stato di avanzamento dei lavori per la realizzazione delle piscine termali e fornite adeguate previsioni circa il completamento dell'opera.

In merito all'OdG presentato il Sindaco Ferranti ha inoltrato, successivamente, una richiesta formale ai due presidenti affinché siano presenti nella prossima seduta del consiglio comunale per rispondere a tali quesiti.

Un sincero augurio di Buon Anno

Cordiali Saluti

--
Dr Andrea Angeli

LINK ODG PISCINE TERMALI:
http://docs.google.com/View?id=ddj4g5wv_694gdxdfdt

Noodles ha detto...

Mi sembra una buona iniziativa a patto che....i Consiglieri Comunali vi partecipino preparati, in possesso di dati oggettivi circa la situazione economico-finanaziaria e patrimoniale delle due rispettive Societa', con argomentazioni "forti" e propositive per mettere in chiaro le varie problematiche e far emergere le indiscutibili responsabilita' che ci sono state e ci sono....soprattutto per quanto riguarda la Immobiliare SPA che - ricordiamocelo sempre - non doveva essere (come purtroppo lo e' stato) un orpello in piu' per distribuire Poltrone ed indennita' di carica........
ma doveva essere - e purtroppo non lo e' mai stata - la struttura di garanzia e sviluppo del comprensorio termale della nostra Citta', anche se....non so se tutti ne sono a conoscenza....conseguentemente agli ultimi movimenti Socio-Azionari, oggi dobbiamo purtroppo rilevare di non essere piu' nemmeno proprietari dello stesso.....

Noodles ha detto...

Mi viene in mente un'ulteriore considerazione...la discussione che si svolgera' (almeno lo spero!), dovrebbe vertere non solo sullo stato di realizzazione delle Piscine Termali ma su il complessivo Progetto di Rilancio dell'azienda termale ( se esiste) poiche' ritengo che sulla questione Piscine Termali si riscontri ormai un irrimediabile ritardo sia da un punto di vista realizzativo che "Commerciale" e cioe' della loro collocazione su di un mercato che e' ormai saturo ed inversamente proporzionale alla richiesta attuale.....
E' una mia opinione e non significa - chiaramente - che debbano comunque essere portate a compimento!

L'Ottimista ha detto...

Ci sono voci in giro abbastanza preoccupanti sullo stato di salute finanziario delle Terme.
Voci, a mio parere, sempre troppo flebili e prive di conseguenze operative e progettuali.
Non nascondiamoci dietro ad un dito. Come per l'Apt, a mio parere enorme freno alla promozione di Chianciano, anche per le Terme la politica (purtroppo) è condizionata dal potere.
Quindi, invece di progettare, ristrutturare, programmare, la politica semplicemente continua a gestire potere, denaro e posti di lavoro, senza minimamente preoccuparsi di intervenire e scaricando sui bilanci e su TUTTI i cittadini la propria inefficienza.
Ma il giochino si sta per rompere. Non è più tollerabile che la principale azienda di Chianciano presenti da anni un bilancio in perdita, né è tollerabile che il servizio che offre sia di livello così modesto, inefficiente, costoso, nepotistico, antiquato e disorganizzato.
Come si fa a lamentarsi delle poca attrattività di Chianciano quando una delle principali attrattive è gestita in questo modo?
E' ora di dire basta al giochino di presentare le Terme, sia Immobiliare che Spa, come un'azienda privata quando fa comodo e pubblica quando c'è da chiedere i soldi.
Basta con queste mezze privatizzazioni a uso e consumo di pochi.
O di qua o di là.
Le Terme non possono più essere un serbatoio di consenso.
E concordo con il post precedente.
E' ora di fare un'indagine accurata su cosa sta succedendo e cosa è successo. Credo che soprattutto per quanto riguarda l'Immobiliare ne verrebbero fuori delle belle.
Se la politica, di maggioranza o di opposizione, non può, non è in grado o non vuole far questo, credo che qualcun altro dovrà comunque muoversi.
Spero che chi di dovere non si fermi, come nel passato è sempre accaduto, davanti alla solita controproposta di un "posticino".
E la stessa indagine andrebbe fatta sulle altre Partecipate, fonte di disservizi e di costi insostenibili, sia ecologici che economici.
Terme, Sienambiente, Siena promuove, Nuove Acque, etc. (ce ne saranno a decine di queste "ridicole" società solo in provincia di Siena, sono carrozzoni da demolire in brevissimo tempo e ricostruire su nuove basi, altrimenti porteranno a fondo tutti noi.

valtubo ha detto...

Vorrei ringraziare la redazione del Corriere di Siena per l'articolo "Lettera - Quale futuro per Chianciano", pubblicato a pag. 15 in data 03/01/2010 sul Corriere di Siena a firma Valtubo.

LINK ARTICOLO:
http://docs.google.com/View?id=ddj4g5wv_70cqx5f5dc

Anonimo ha detto...

Il problema di questo paese è l'assoluta mancanza di opposizione, l'assoluta mancanza di un luogo dove si discute di politica. Sono 7 anni che non si prospetta nessun tipo di investimento che rilanci una speranza nel lavoro, nell'economia, nella cultura. Siamo completamente fermi. I Presidenti delle associazioni di categoria dicono solo "si padrone" (ma a chi?), i giornalisti scrivono solo "sì padrone" (ma a chi?).
Si è dimesso l'Assessore di fiducia del Sindaco e nessuno ha detto niente, se non piccoli e garbati comunicati di cortesia. Sono mesi che non si provvede alla sostituzione e nessuno sa chi si occupa di quelle deleghe. Il Comune è sceso dal 40% al 16% nelle azioni delle Terme Immobiliari. Sono anni che non si riesce a mettere in moto un cantiere al Sillene. Presto ci sarà una nuova ricapitalizzazione delle terme ed il comune scenderà a meno del 10% delle azioni. Nel silenzio di tutti. L'unico che continua a rimanere in sella è il Prof. Norrito di cui nessuno si azzarda a mettere in discussione il suo operato. Alle Terme SpA, abbiamo un Commissario di Cetona. La Provincia ha nominato un Assessore di Cetona allo sviluppo di Chianciano, siamo diventati ridicoli. Vi immaginate se domani verrà nominato un Assessore alle terrecotte, alle cristallerie, al vino Nobile, al Brunello, a Radda in Chianti?
E' l'opposizione cosa fa? L'unico a parlare di Chianciano è Valtubo. Grazie, meno male che ci sei, ma purtroppo non basti. Il Sindaco dovrebbe dirci pubblicamente tante cose, quelle che ha scritto Valtubo, ma ci sarebbe una lista lunghissima e l'opposizione dovrebbe, perlomeno chiedere che le dica. Si, Valtubo, sei bravo ma non puoi bastare...speriamo che la politica ti dia una mano...perlomeno cominciando a svegliasi dal letargo. Forse il problema vero, sta nel fatto che quelli che amministrano sono tutti con il 27 sicuro e su 7000 persone la maggioranza hanno uno stipendio pubblico ed una pensione di vecchiaia. Ma quanto potrà durare così? Quale 27 daremo ai nostri figli?

Ad Onor del Vero ha detto...

Anonimo delle 21.32 capisco la TUA che è anche la MIA indignazione nel vedere come la nostra Chianciano sta inesorabilmente morendo, nel vedere come l'amministrazione non sappia veramente da che parti farsi. Tuttavia io credo che non sia cmq corretto scendere nel più insulso qualunquismo del fare di tutta un'erba un fascio!
I quesiti posti da Valtubo sono più che corretti e opportuni anche se penso che non troveranno mai una risposta visto che come dicevo questa amministrazione è capace solamente di mandare avanti la "normale gestione comunale" ovvero quella di accompagnare la cittadina al trapasso.
Tuttavia io credo che non si possa dire che l'opposizione non ha fatto e non sta facendo nulla.
Purtroppo essa ha a disposizione solamente gli strumenti che la legge gli concede ovvero quelli di porre OdG, Interrogazioni, interpellanze in Consiglio e chiaramente quello di votare eventualmente contro le proposte della maggioranza. Tutto qua!
Mi sembra che su alcuni dei quesiti posti da Valtubo l'opposizione si sia mossa e già da tempo.
Chiaramente i problemi di Chianciano sono talmente vasti e complessi che non possono essere trattati tutti nel corso di un consiglio comunale!!
Quello che invece molto spesso noto è come in generale si faccia un gran sparlare su tutto e su tutti ma poi quando si tratta di essere propositivi e partecipativi spariscono tutti.
Certo i Blog sono un buon laboratorio di idee e proposte ma non possono sostituire quel modello di democrazia partecipata che noi tutti auspicheremmo.
Si dice l'opposizione fa poco, che è inadeguata, che è troppo morbida ecc però ad assistere alle sedute dei consigli comunali si vedono sempre pochissime persone e quasi sempre addetti ai lavori.
Perchè la cittadinanza non partecipa a queste importanti occasioni dove vengono prese le decisioni che riguardano gli interessi di tutti? Perchè non viene a sostenere o anche a spronare l'opposizione a fare di più o meglio laddove lo si ritiene opportuno? Almeno che non si voglia fare demagogia, l’opposizione vera si fa solamente nelle stanze del consiglio comunale, il resto è tutto chiacchere magari belle ed interessanti ma pur sempre chiacchere.
Malgrado ciò non può essere comunque demandato solamente a 5 consiglieri il ruolo di fare opposizione e di mettere alle corde la maggioranza. Io credo che tutti coloro che non hanno votato questa sinistra o che l'hanno votata ed oggi si sono pentiti debbano sentirsi responsabilizzati nel portare avanti essi stessi l'opposizione nei modi e nelle forme consentite ovvero quelle di sostenere in ogni modo l'opposizione consiliare, acquisendo una maggiore coscienza delle problematiche sul terreno e fornendo eventualmente dei suggerimenti.
Concludo dicendo che questo non vuole essere una accusa a nessuno ma un uno stimolo a riflettere meglio e di più per il bene di Chianciano.

Noodles ha detto...

Mi sembra, cari Bloggers, che si stia iniziando con il piede giusto.....non dimentichiamoci mai che anche la piu' alta delle montagne la si puo' scalare partendo dal primo piccolo passo!
Rispondo senza fare riferimento a qualcuno in particolare, tenuto conto che condivido gran parte delle cose che sono state dette...
E' vero...l'opposizione non puo' fare grandi cose...questo pero' da un punto di vista decisionale!
C'e' una cosa che pero' puo' cercare di fare.....coaugulare intorno a se, ad un moto di protesta e ad un progetto alternativo di governo il maggior numero di cittadini!
Questo lo si fa con la COMUNICAZIONE.....e da questo punto di vista - purtroppo - mi sembra che l'opposizione sia un po' deficitaria....mi sembra sia sprovvista di un leader ( o di un gruppo dirigente per non essere frainteso!) che ne sappia veicolare le giuste rivendicazioni..........Sulle questioni riguardanti le Terme non mi va di entrare (in questo momento) poiche' ritengo che in un "Paese Normale" sarebbe gia' stata posta da tempo, la questione Terme Immobiliare SPA ed il ruolo del suo Presidente (Prof. Norrito).....purtroppo pero' non siamo un paese normale......
Siamo da tempo il Paese dei SIGNORSI'!.....come sostiene Anonimo.....
Avete mai notato il silenzio delle Associazioni di Categoria (alle quali tra l'altro versiamo ogni anno somme non indifferenti!) che le caratterizza da qualche anno a questa parte?....e ve ne siete mai chiesti i perche'?...le ragioni?.....

Noodles ha detto...

Con tutto il rispetto per il proprietaro e moderatore del Blog ed i suoi partecipanti, mi sentirei in dovere di proporre una Mozione d'Ordine....
Capisco il bisogno di sfogarsi che ognuno di noi ha e "sente" di comunicare.....ma cerchiamo di dare organicita' alla nostra discussione.....leggiamoci e rispondiamoci.....cerchiamo di centrare il piu' possibile il problema...cerchiamo do giungere ad una sintesi che poi potrebbe essere proposta.....
senno'....se ognuno di noi "spara" cio' che ritiene (cosa comunque assolutamente legittima!....ma sterile!) di dire....il Blog continua ad essere un divertente ma inutile sfogatoio.....e LORO.....continueranno tranquilli per la loro strada!!!

L'Ottimista ha detto...

Caro Noodles, questo blog, come tutti i blog, nasce come luogo di dibattito, ed in questo senso mi sembra che il suo risultato lo abbia GIA' raggiunto.
All'interno dei post ci sono già state mille discussioni e sono state fatte mille proposte.
Sta al giudizio poi di ognuno trovarne giovamento e riportare nelle sedi istituzionali.
Se ciò non avviene, e purtroppo non avviene, non è di certo perché manca una proposta unitaria o un movimento di bloggers "inc...ti"
Già pensare che dentro il blog si possa trovare un consenso unanime su di una proposta organica, o anche su singole iniziative, è impensabile ed in qualche modo una contraddizione di termini.
Ma anche se fosse, chi si dovrebbe incaricare di ciò?
E soprattutto quali strumenti avrebbe per poter portare avanti la "sua" posizione?
Il problema "vero" è che nella società "vera", non in questa virtuale, i cittadini non fanno i cittadini, gli imprenditori non fanno gli imprenditori e si vendono per un tozzo di pane secco, le associazioni non fanno ciò che devono fare le associazioni perché anche loro..., gli anziani non fanno posto ai giovani, i giovani sono già vecchi in pianta, l'opposizione sbaglia tutto quello che può sbagliare, nomina del coordinatore compresa, e la politica tutta non fa politica.
A mio parere questi non sono problemi risolvibili certo con un movimento di bloggers.
E poi chi sono questi bloggers? Sono davvero così arrabbiati e costruttivi?
Noi siamo il paese, ma non qui, fuori di qui, ed io fuori di qui non vedo niente.

L'Ottimista ha detto...

Una precisazione doverosa.
Ovviamente i concetti che ho espresso non si riferiscono alla totalità dei soggetti presenti all'interno di ogni categoria citata.
Esistono certamente ottimi cittadini, ottimi imprenditori, ottimi politici che anche adesso, in questo preciso momento, si stanno dando da fare, tentano di migliorare, e che comunque si impegnano.
Chianciano ha competenze e gente per bene.
Vero è però, a mio parere, che comunque i risultati complessivi prodotti da ogni categoria citata sono a mio parere modesti, improponibili, o comunque inadeguati al momento.
Un "fenomeno" per certi versi assolutamente inspiegabile.
Magari è su questo che dovremmo indagare ed è in questo che il blog può dare il suo contributo.
Per esempio richiedendo a gran forza che la famosa "comunicazione", istituzionale e non, avvenga una buona volta, e si possa ricominciare a ragionare su ciò che si sta effettivamente facendo.

Noodles ha detto...

Caro Ottimista...e' bello per me poterti definire cosi'(dal tuo Nick...)ma non sono assolutamente d'accordo con le tue considerazioni (consentimelo!)
1. Sono perfettamente consapevole che i Blog sono un luogo di dibattito (senno' non ci sarei...)e sono altresi' convinto che ognuno di noi debba trovarne (come dici tu!) giovamento....io lo sto trovando, te lo assicuro senno' non continuerei a scrivere, ma come potrei...io....riportare (sempre come dici tu!) nelle sedi istituzionali?..( e qui, quindi, problema Leadership...)
Quindi, ripeto, questo e' il problema principale....non quello di trovare una posizione ( sempre come dici tu!) unanime....non mi interessa di trovarla...mi interessa di piu' coinvolgere il maggior numero di persone intorno ad una discussione....
Non dimenticarti mai che un ruolo molto importante e consistente (in termini di consenso!) nella vittoria di OBAMA nelle Presidenziali USA lo ha avuto il popolo del WEB e dei BLOGGERS....
Detto questo...non capisco cosa intendi dire con....contraddizione in termini....mi sembra un luogo comune....una frase fatta....un modo sbrigativo di valutare le altrui considerazioni...ma non importa.....andiamo avanti e proseguiamo nel nostro confronto, e' questa la cosa piu' importante (almeno per me!)
Pero' una proposta...non parliamo piu' di singole iniziative.....non risolvono nulla...quelle lasciamole all'Assessore di turno.....cerchiamo di parlare di un progetto globale....con tutti i difetti che questo potrebbe avere......

Noodles ha detto...

Seconda considerazione....caro Ottimista.....
mi dispiace veramente molto che tu definisca "virtuale" questa realta'.....
Io...non mi sento affatto "virtuale"....di virtuale c'e' solo il mio Nick (come il tuo del resto!) ma resto....e sono, una persona in carne ed ossa che decide di trascorrere almeno un'ora della sua giornata davanti a questo schermo, convinto che cio' possa essere di una qualche utilita'.....
Io non so chi sono questi Bloggers....mi sembrano pero' un "popolo" armato delle migliori intenzioni e che ha bisogno soltanto di trovare un punto di sintesi...di equilibrio....di proposta.....ci vogliamo provare?
Poi....fidati....non importa che siano arrabbiati (come dici tu) ma e' importante che cio' che dicono in questo Blog...cerchino di veicolarlo....in ogni bar...in ogni posto di lavoro.....in ogni comitiva....in qualsiasi discussione si trovino a dover e a voler affrontare.....facendo crescere la conoscenza dei cittadini e contribuendo a costruire un consenso intorno ad una proposta di governo della Citta'......

Noodles ha detto...

Ultima cosa....su di una considerazione sono d'accordo con te.....
Partiti Politici....Associazioni di Categoria.....Classe Imprenditoriale.....
C'e' un vuoto impressionante...... che pero' noi.....popolo del WEB...possiamo cercare di riempire, partendo da qua'...dalle nostre discussioni.....
E' possibile, credimi....eppoi senno'.....consentimelo.....perche' ti sei definito Ottimista?

Noodles ha detto...

Ultima - veramente - precisazione.....sono perfettamente cosciente che non si deve mai fare di tutta un erba un fascio.....e al di la' delle mie considerazioni a volte molto "tranchant", anche io tengo a ribadire questo, anche se credo che non ce ne sarebbe stato bisogno.....la tua ultima precisazione ( doverosa come la definisci tu!)...invece....mi sembra come una parziale assoluzione di responsabilita'....un modo di dire...lo scrivo ma non lo penso....o non lo penso del tutto, perche' in fondo....volemosi bene...puo' sempre far comodo....
....excusatio non petita, accusatio manifesta......
Spero non sia cosi'......perche' questo approccio ai problemi della nostra Citta' e' quello che ha causato i peggiori disastri......
A bien tot.......

L'Ottimista ha detto...

Per quello che penso io il blog rimane uno strumento di discussione privo di strumenti operativi. Tra l'altro per certi versi uno strumento iperdemocratico, per altri assolutamente no.
Come vedi in questi giorni stiamo scrivendo in due, mentre leggono in cento.
Ma a parte questo all'interno del blog, nella miriade di interventi passati ci sono già proposte sufficienti per un progetto organico.
Ma poi? Come scegliere quelle "giuste" ? E ancora, come tradurle in fatti senza un mezzo politico o istituzionale?
Attendo delucidazioni.
Per quanto riguarda il mio secondo post (quello delle precisazioni) aggiungo solo che a mio parere noi chiancianesi, come singoli individui, non siamo né peggio né meglio di altri.
Solo che questa crisi sta mettendo a nudo tutti i nostri limiti, presenti e passati.
Molti, me compreso, negli anni hanno tralasciato la politica e il potere, cercando di concentrarsi solo sulla propria azienda.
Ebbene, è stato un grave errore, un drammatico errore.
Tanto è vero che nei momenti cruciali ci siamo trovati con le persone sbagliate nei posti chiave proprio perché è stato lasciato loro uno spazio che non avrebbero mai dovuto avere.
Pensionati, nullafacenti, presuntuosi, arroganti, ruffiani, stipendiati, incompetenti, intrallazzatori, politicanti di seconda fascia, e chi ne ha ne metta, si sono felicemente insediati un questo spazio e hanno fatto danni irreparabili.
Ovviamente sempre e comunque pagati da noi e garantiti da patti di ferro stipulati a nostra insaputa tra di loro.
Solo per fare un esempio, direttori e presidenti delle terme a mio parere dovrebbero essere pagati, ieri, oggi e domani, SOLO se si fanno utili e SOLO se aumentano le presenze.
Poi facciano come gli pare, usino gli strumenti che vogliono, licenzino o assumano chi vogliono, giochino e intrallazzino come gli pare, ma senza risultati, se fosse per me, non beccherebbero neanche una lira che è una.
Ma la colpa, ovviamente, non è la loro, ma di chi ha lasciato loro campo libero, e cioè nostra.
Il primo dovere di questo paese è rimuovere prima possibile questo partito del "non facciamo nulla, ma a caro prezzo".
E questo anche per cercare di ristabilire una certa equità sociale perché, ed è un fatto, mezzo paese è sull'orlo della bancarotta e l'altra metà del paese, quella che decide e che riscuote comunque, se la ride, non in pubblico, ovviamente, ma se la ride.

Zitto che e' meglio ha detto...

Caro Valtubo, mi spiace veramente, ma dobbiamo rilevare che la tua "lettera aperta", assomiglia di piu' ad una letterina a Babbo Natale che ad un messaggio politico chiaro, schietto e concreto. Tu sei il Blog, non certo uno strumento politico asservito a qualcuno o a qualcosa, puoi criticare motivando, puoi proporre con il dovuto rispetto della sintesi, ma non puoi schierarti! Questa amministrazione e' certo carente, ma che dire dell'opposizione praticamente inesistente!

Anonimo ha detto...

Caro Zitto che è meglio mi sa che a tacere sarebbe meglio che fossi tu!
Adesso i problemi di Chianciano sono colpa dell'opposizione che fa onestamente il suo compito?
L'amministrazione Ferranti ti sembra solo carente?
Che fine hanno fatto tutti i progetti già finanziati sbandierati dal Sindaco in Campagna eletorale? La proposta di legge Ceccuzzi sulla casa da gioco? La casa delle associazioni? la casa-famiglia per gli anziani? la" wi-fi zone" e tutte le altre cavolate che ci ha raccontato? Chianciano non doveva diventare la città dei fiovi?
Quali strani rigiri ci sono sul Borgonuovo? E' vero che la passata amm. aveva approvato il progetto dei parcheggi senza fare una variante al piano regolatore e commettendo quindi un illecito e che ci sarebbe una relazione dell'Uff. Tecnico che avrebbe messo in luce queste irregolarità?
Perchè l'amministrazione tace su ciò?
Perchè e a che titolo si danno 150.000 euro alle Terme di Chianciano? Per farci cosa, per ripianare forse i debiti per la costruzione del Bruco?
Perchè sul Palazzo dei Congressi non si dice più nulla?
Di chi è la colpa di tutto questo immobilismo dell'opposizione?
Dell'amministrazione ?...mmm forse no la colpa è dei lacchè come te che se il partito gli gliede di buttersi dal ponte ci si buttano felici e contenti!
Branco di pecoroni!!

Anonimo ha detto...

In questa Amministrazione ci sono diversi soggetti preparati alla comunicazione, una Professoressa, un editore, un dirigente d'azienda, consiglieri "grillini" (nel senso di estimatori del modo di comunicare di Beppe Grillo). Durante il periodo preelettorale sono nati come funghi, blog personali, siti web, volantinaggio come se piovesse, incontri in sezione su appuntamento, aperitivi...
Sembrava anche troppo comunicativa, ma nei fatti questa risulta essere l'Amministrazione più introversa che si ricordi.
Sarà mica che volutamente non comunichi per non dare materiale al dibattito che adesso grazie ad internet non è più ristretto a pochi intimi ed è molto più puntuale e critico?
A quel punto però dovrebbero arrivare risposte concrete, circostanziate ed esaurienti sui mille problemi di Chianciano e lì verrebbe il bello...e che gli si racconta a sta gente?

Noodles ha detto...

Decido di continuare a non rispondere a Stai Zitto che e' meglio....mi sembra che non stia dando nessun contributo e scriva soltanto per dare una "soddisfazione" a chissa' quale necessita' interiore.....tra l'altro...il suo Nick la dice lunga sull'approccio che ha nei confronti dei possibili interlocutori......con quale pretesa si puo' dire ad un interlocutore...Stai Zitto che e' meglio?....a meno che tra i due...o tra i bloggers, non vi sia un livelli di conoscenza a me sconosciuto!......
Comunque....se vuoi un consiglio....smettila di postare...se vuoi veramente che questo strumento serva a qualcosa!....
Viceversa...cerca di dare un contributo alla costruzione di un progetto....e non come stai facendo.....una serie interminabile di facezie....frasi fatte....luoghi comuni....sentenze che non si capisce da quale pulpito possano venire....e considerazioni che non meritano alcuna risposta......

Noodles ha detto...

Caro Ottimista...ti ho letto con attenzione...condivido alcune tue considerazioni ma altre...decisamente no!
Ho l'impressione che il tuo buonismo ti costringa ad usare troppe volte la "Veltroniana" pratica del....MA ANCHE!....
In politica...e politica la si puo' fare anche attraverso un blog, la pratica del....ma anche....non porta da nessuna parte....e' indispensabile prendere una decisione...collocarsi da una parte....essere "partigiani" come ha scritto qualche tempo fa' un blogger......
Ho iniziato da poco ad intervenire ma leggo da tempo il blog e so' che ci sono proposte da valutare....da approfondire.....e qui' un risulato e' gia' stato raggiunto....
Come tradurle in fatti concreti?....Qui torniamo...caro Ottimista...al problema della comunicazione, della leadership della opposizione...di qualunque colore essa sia!....
Al problema di come mettere alle strette un'Amministrazione che a detta di tutti e' ancor peggiopre di quella Bombagli (e questo dice tutto!!!)
Allora una proposta - alla quale deve dare una mano Valtubo - cerchiamo di declinare le varie opinioni....dare una priorita' alle idee ed alle proposte...formulare un prospetto delle nostre idee...ed una volta decrittato.....proporlo alla Dr.ssa Ferranti....
Sarei curioso della sua risposta........

Noodles ha detto...

Un Blog e' uno strumento di discussione.........e rimane tale solo se chi lo ha ideato e creato non ha la capacita' o la volonta' di farlo divenire qualcos'altro........
A buon intenditor.....poche parole!

Noodles ha detto...

Altre cosiderazioni...il problema non e' degli stipendiati....dei nullafacenti...dei ruffiani....non scendiamo nel populismo o nella demagogia.....lasciamo queste cose ad altri ( un anonimo ha fatto dei fulgidi esempi sulle promesse fatte.....) e scendiamo sui fatti concreti....
sono d'accordo con te....in parte....
A me non interessa quanto prendono il Pres. delle Terme o il Dir. Gen......
Ci sara' un contratto....ed e' giusto che venga rispettato......quello che mi interessa sono i criteri con i quali sono stati individuati e nominati ( tutti e solo esclusivamente politici!.....sopratutto per quanto riguarda il Prof. Norrito Pres. della Terme Immobiliare SPA....) e sopratutto i criteri con i quali si sta misurando la loro produttivita'.......
In un "Paese Normale" ed in un'Azienda privata sarebbero stati mandati a casa da tempo.......
Ma a questo proposito.....generalmente....quando va' male l'Alitalia si chiama in causa Cimoli (lo si chiamava....e' stato sostituito!)....quando ci sono disservizi nei treni, si "colpevolizza" l'amm.ne delegato Moretti.....il giorno che Marchionne non dovesse piu' corrispondere agli obiettivi aziendali, gli Agnelli lo sostituirebbero.....TUTTO QUESTO IN UN PAESE NORMALE.......a Chianciano, invece, succede tutto ed il contrario di tutto.....nel silenzio e nella connivenza piu' colpevole......
All'insegna della convenienza Politica......
Vi siete mai chiesti quale e' questa convenienza e chi ne e' il suo "Regista"?.....gli attori principali....le comparse.................
Se lo fate...molte cose sarebbero piu' chiare....per tutti!!!!

Noodles ha detto...

Rispondo sempre a te.....caro Ottimista.....anche se siamo in due a discutere e cento a leggere (come dici tu!)....ma anche questo e' un risultato.....
E' una grande verita' quella che dici....abbiamo lasciato troppo spazio.....ed in politica -generalmente - quando lasci dello spazio lo occupano gli altri......
Cerchiamo di recuperare.....proviamoci.....
io credo che cio' non sia difficile........

B.N. 79 ha detto...

Lettera aperta all'amministrazione la condivido appieno, farei un appunto però, tutte le iniziative che mancano a Chianciano sarebbe il caso che fossimo noi cittadini a volerle fino in fondo, va bene parlarne ma dimostrare d'esserne anche interessati un pò di più nell'atto pratico non farebbe male....Sento tutti dire molte cose ma poi quando si tratta di metterci le mani, almeno nelle cose + pratiche apriti cielo....la colpa è sempre degli albergatori...il comune non fa nulla (questo è vero)....la provincia non ci aiuta....ma i nostri nonni mica li aiutava nessuno quando hanno fatto grande in Italia il nostro paese....diamoci una mano l'un con l'altro per migliorare il nostro paese, negli altri paesi, tipo sarteano, montepulciano, hanno costituito varie associazioni cittadine che contribuiscono al bene del paese, non come le nostre che riguardano sempre i soliti 4 ricconi che fanno tutto per loro e non per gli altri, insomma rimbocchiamoci un pò le maiche e facciamo qualcosa invece che parlare sempre e poi nulla, sopratutto noi giovani dobbiamo dare il buon esempio, chi fosse daccordo con me lo scriva per favore...potremo fare qualcosa nell'atto pratico.
B.N. 79

Noodles ha detto...

Rispondo a B.N.79.......
Sono il linea di massima e di principio d'accordo con quello che dici.
Nei Comuni a noi circostanti c'e' un tessuto associazionistico molto piu' sviluppato e dinamico di quanto non ci sia nella nostra Citta' e questo ritengo dipenda da una serie di concause che affondano le loro radici nel tempo, che sarebbe troppo lungo adesso affrontare ma allo stesso tempo interessante....anche per capire meglio i problemi che abbiamo di fronte!
Ti do fin da adesso la mia disponibilita'....a discuterne ed a rimboccarsi le maniche (come dici tu!)
Per adesso vorrei sottoporre una preliminare questione....e mi piacerebbe sapere cosa se ne pensa.....
Io credo che la maggior parte delle Associazioni che sono nate nella nostra Citta' sono nate per "soddisfare" una necessita' diciamo "personale" o di "gruppo"....sia essa rivolta alla musica, o al teatro, all'archeologia ed altro ancora.....accontentandosi di quei pochi contributi che vengono loro dati ed avendo - quindi - con le Amministrazioni, un rapporto di...collateralita'.
Senza avere un Progetto di crescita Collettiva della Citta' che puo' passare anche attraverso esperienze di questo tipo......
Rinunciando ad attivita' di Lobbing...rinunciando a svolgere anche attivita' politica intesa nel senso Etimologico del termine....rinunciando ad interessarsi ai proplemi complessivi della POLIS.......

Anonimo ha detto...

parole, parole, parole.... ma perchè non organizziamo un sit-in, una fiaccolata o una manifestazione (pacifica ben si intende!) per protestare e far sentire la nostra indignazione a questi amministratori incompetenti?

Pifanio ha detto...

Il problema di Chianciano è che manca una società civile attenta e critica nel giudcare l'operato dall'amministrazione.
Il mondo associativo nella quasi totalità è controllato da soldatini della sinistra: la Croce Verde del Poggiani, la Banda Musicale,l'Auser col Pieri, il collettivo Fabbrica ecc.
Le associazioni di categoria idem basti pensare alla Confesercenti col Pericoli, alla Associazione Albergatori con la Mencarelli che non sa dire altro che "noi albegatori siamo disponibili a collaborare con l'amministrazione".
Questa gente controlla l'economia termale con i Presidenti Norrito e Bussolotti, Massimo rondoni segretario del PD funzionario delle Terme stesse, il ViceSindaco Claudio Rossi, dirigente delle Nuove Acque, la Torelli altra adepta del PD dirigente dell'APT, gente come Massimo Crociani che con la politica dei gruppi si è arricchito rovinando irrimediabilmente il mercato turistico chiancianese!
Il Giani che dopo aver portato in fallimento la BCC come un marziano è entrato in giunta e parla di rilancio dell'economia!
E poi il Fregoli dirigente di Siena Ambiente...
Questi sono i problemi di Chianciano finchè questa gente non verrà buttata fuori dalle stanze del potere qui non cambierà mai nulla!!

N.B. 79 ha detto...

Rispondo a Noodles: condivido in pieno ciò che hai detto, era come volevo dirlo io ma forse hai espresso il concetto più chiaramente!! Penso che il tempo delle chiacchere sia finito, passiamo ai fatti, sto cercando di raggruppare i giovani o meno giovani che risiedono a Chianciano o gli sta a cuore la sorte della città, sia imprenditori che non per formare un gruppo convinto e compatto che si stringa in un associazione o quant'altro serva allo scopo per spingere il comune e le varie associazioni, la provincia, la regione...etc a trovare uno scopo comune, forzandole anche con scioperi, manifestazioni, occupazioni (comefu fatto tanto tempo fa con l'occupazione dell'autostrada nei pressi di Arezzo...): Non possiamo lavercene le mani, la situazione sta precipitando, ce ne rendiamo conto o no? Quelli che hanno messo il gruzzoletto da parte negli anni d'oro che non avevno rate, mutui o quant'altro da pagare, non credano che sono al di fuori dalla situazione, oppure i dipendenti che a loro volta si sono sitemati (diciamo così), sempre negli anni d'oro possono continuare a gioire della sorte degli albergatori e dei commercianti, perchè tanto si la situazione precipita vanno a lavorare fuori.....La città muore per tutti non solo per alcune classi sociali, stiamo uniti come un tempo e guardiamo avanti, il futuro non può essere sempre brutto come lo si dipinge, dipende da noi....forza che ce la facciamo tutti insieme. Chi è daccordo con me e vuole cominciare veramente a fare qualcosa mi risponda lasciando un recapito e verrà richiamato.

B.N. 79 ha detto...

Per noodless: ho dimenticato di dire che sono daccordo appieno nel togliere dalla discussione le lobby, i soliti quattro...., ideologie varie (ognuno ha la propria ideologia come io ho la mia ma perchè non condividere proposte anche che vengono dalla parte avversa?), favoritismi...etc. Facciamo crescere la città con nuove idee e basta con l'immobilismo cittadino e delle istituzioni sul fatto che quello non si può fare perchè la legge dice.....quello che non si può fare perchè la provincia dice....tutti sappiamo che al di fuori della nostra città gira tutto diversamente o no?

Anonimo ha detto...

Approvo incondizionatamente quello che ha scritto Pifanio il 6 gennaio.
Questo è avere il coraggio di esporre qualcosa che finora NON avevo letto in nessun commento di questo e di altri blog circa la disastrosa situazione del nostro comune.
Questo si chiama parlare senza peli sulla lingua e con un certo coraggio!!!!
F.to Un quasi exalbergatore

Anonimo ha detto...

ancora nessuno vuol capire che il comune i comuni le province e le regioni in tutta italia non hanno piu possibilita di poter far fronte alle situazioni che abbiamo sotto gli occhi immobilita e menefreghismo da parte di chi amministra .....il motivo sta tutto nell gran magna magna che abbiam visto e vissuto(non e il mio caso)nella grande prima republica ...ce solo un particolare ,molti comuni e regioni hanno cercato anni addietro di cambiar rotta qualcuno ce riuscito qualcuno no pero qualche risultato comincia e vedersi ,la regione toscana invece da sempre una regione che ha vissuto compreso chianciano sull magna magna oggi non e in grado di poter cambiar rotta stesso vale per chianciano per finire a mio modesto parere si deve cominciare nell cambio in modo netto della dirigenza politica su tutti i fronti(destra e sinistra)spazio a persone che desiderano realmente il bene dell propio paese,in secondo luogo quello piu importante secondo me ci vogliono veri imprenditori che investono seriamente (quelli con SOLDI )non chiacchere e improvissati politici che aspirano alla politica solo per salvare il loro ca........ non so se sono stato chiaro ma purtroppo e cosi auguri.......

Pifanio ha detto...

B.N. 79 non serve una nuovo partito una o nuova associazione ci vuole più partecipazione dei chiancianesi, ci vuole che gli albergatori si ribellino nei confronti del presidente della loro associazione e mandino a quel paese gente come il Crociani, ci vuole che gli azionisti della exBCC nell'assemblea dei soci facciano sentire la loro voce e la loro indignazione ... non tutti zitti come avvenuto finora!
Ci vuole che i chiancianesi vadano alla casa del popolo a dire ai quattro o cinque compagni che comandano a Chianciano Fallarino, Fregoli ecc che adesso è l'ora di farla finita!
Ci vuole che quelli come Beppe Biancolini che prima si è fatto paladino della causa del Borgonuovo non si tiri indietro come già ha fatto su richiesta del partito e tutti zitti!
Ci vuole che quelli che conoscono tutte le malefatte compiute da questa gente in questi decenni parlino e non siano omertose!
Ma vi rendete conto che negli altri comuni ci prendono per il c. dicono che non siamo in grado nemmeno di gestire i nostri interessi e che abbiamo bisogno
dei "tutori" si veda l'ass. provinciale per "salvare Chianciano"?
Ma la gente in questo paese ha ancora un briciolo di dignità oppure no?
....si va beh ma che parlo a fa tanto come al solito tutti come le scimmiette non vedo, non sento, non parlo!!

Pifanio ha detto...

...chiaccherano bene questi amministratori ma intanto a me la mia azienda toccherà chiuderla!!

Noodles ha detto...

Interessanti questi ultimi Post...come auspicavo e come stavo cercando di fare...si sta entrando con maggiore profondita' al centro dei problemi.
Innanzitutto....l'intervento in cui si traccia una sorta di "Mappa" del potere locale in chiave Politico-Nominale.....mi sembra che corrisponda esattamente alla realta' e la dica lunga sui criteri con i quali a Chianciano, negli ultimi anni, si e' costruita la.....chiamiamola cosi'!.....CLASSE DIRIGENTE.
Sorvolando sul fatto ( ma solo in questo momento, ci ritorneremo in seguito!) che siamo costretti a parlare di persone che sono in "bazzica" da 30 anni....Il Dr. Fregoli - ad esempio - ha fatto il Sindaco nel 75!....e fino a poco tempo fa era ancora....se non mi hanno riferito male...Coordinatore del Partito.....in barba a qualunque criterio di rinnovamento....ma si sa'.....
in determinati ruoli...servono persone ...fidate....di esperienza...che sappiano cio' che e' bene fare.....vero?
non credete che il criterio meritocratico di selezione, sia andato a farsi benedire e che una delle prime questioni che andrebbero poste sia questa?

Noodles ha detto...

B.N.79, sono esattamente d'accordo con cio' che sostieni ma il problema e' che attualmente questa Citta' e' Eterodiretta, come ho cercato di dire in qualche altro intervento, qualsiasi nostra (non dico decisione perche' non ne vengono prese!) ma addirittura discussione....confronto.....progettazione.....e' subordinata alla approvazione di organismi politico-istituzionali superiori......cosiccome per quanto riguarda le nomine in importanti Enti del nostro territorio...credete che le decidiamo a Chianciano?........
la nostra prima necessita' ed obiettivo deve essere quello di riappropriarsi della nostra autodeterminazione......
Dico questo perche' penso che le capacita' ci siano ed anche i tuoi interventi - non prenderlo come uno sciocco complimento - lo dimostrano.......

L'Ottimista ha detto...

Caro Noodles, il problema è il sistema, come giustamente dice Pifanio.
Siamo comandati, e condannati, da gente che non rischia in proprio, che ha obiettivi e priorità ben diverse dal bene comune, che non ha né progetti, né mezzi, né competenze, e le conseguenze si vedono.
Il Presidente delle Terme fino a che non è diventato Presidente delle Terme era da tutti considerato una persona in gamba e all'altezza. Ma poi ha accettato questo incarico, pur non avendo le competenze specifiche, ed il disastro si è compiuto. Oddio! Prima non era di certo meglio, triumvirato e Fregoli compreso. Ma perché lo ha fatto? Per il bene di Chianciano? Non credo proprio. Onestà intellettuale e politica avrebbero dovuto consigliare diversamente.
E noi Chiancianesi cosa abbiamo fatto? Niente! Un bel niente di niente! Mica abbiamo detto " così ce l'abbiamo anche in proprio" Macché! Abbiamo accettato supinamente questa come mille altre scelte clamorosamente sbagliate. Sperando!
Ma chi visse sperando morì ca....!
Dentro le Terme ci sono anche gli albergatori, ma a quale fine? Stanno sparendo le loro quote, si rischia il fallimento e la non riapertura, il livello dei servizi è drammatico, i costi e gli sperperi inauditi, l'organizzazione è da Sturtruppen, persone senza titoli avanzano in base a meriti ottenuti, a detta di tutto il paese, "altrove", non c'è ne è uno che è uno che parla inglese, tantomeno se è al Front Office, non c'è un piano di riassetto e di rilancio, ci sono più persone negli uffici che il mercoledì al mercato, vendiamo un servizio termale e "benessere" improponibile, completamente fuori da ogni tipo di logica e mercato...
E l'albergatori SPA cosa ti fa? Ti va a gestire i bar! Bell'affare! Mai visto un albergatore venire ad informarsi di persona sul livello dei servizi o sugli sprechi.
Visti invece alcuni di essi venire a raccomandare parenti e a far entrare i propri clienti alle Terme (pardon, Salone, come il parrucchiere una volta) Sensoriali fuori orario e scavalcando la fila
" perché sono con me ed io sono socio..."
Ieri sera è stato abortito lo spettacolo ai Fucoli. Come preavviso si è utilizzato un misero foglietto appiccicato sui manifesti. Gente ovviamente inviperita e roba da comiche finali. Ma è tutta l'estate che si va avanti così. Lo sapevate che sono stati venduti biglietti con diritto di prevendita obbligatorio esteso fino ad inizio spettacolo? Vi sembra normale?
E che non è mai esistito un cartellone degli spettacoli?
Ebbene, fatti salvi quelli che ci vengono per sbaglio, questa è l'azienda termale che dovrebbe attrarre e portare i turisti a Chianciano.
Ovviamnte non c'è da chiedersi perché non vengono più i clienti, ma perché qualcuno ci venga ancora.
Meglio, molto meglio le terme di Radicondoli, più moderne, efficienti ed attrattive.
Che poi le Terme di Radicondoli non esistano è ininfluente, sono comunque più moderne, efficienti ed attrattive delle nostre, almeno non fanno danni, non scontentano nessuno e non ci costano niente.
Per questo, caro Noodles, bisognerebbe cambiare ora registro, ma temo che non ne siamo in grado e che la nuova Chianciano, se mai ci sarà una nuova Chianciano, rinascerà solamente sopra una serie di fallimenti drammatici e di disatri economici inauditi.
Ma di un fallimento non mi preoccuperò mai, quello delle Terme, che auspico avvenga al più presto.
Meglio morte che in queste condizioni, almeno qualcuno di noi Chiancianesi con uno scossone del genere si sveglierebbe da quel lungo sonno in cui si bea, disturbato solamente dal trillo del telefono del direttore della banca che lo cerca.

B.N. 79 ha detto...

Salve a tutti da BN 79. Vorrei ringraziare tutti quelli che hanno risposto alla mia lettere, me ne compiaccio, c'è ancora chi si preoccupa di chianciano....ma perchè non andiamo avanti alle parole e facciamo i fatti? Sono daccordo con quello che dicon tutti ma dobbiamo fare qualcosa, sono tutti discorsi giusti ma se non le mettiamo in pratica servono a poco, quindi ripeto chi vuole fare un passo avanti lo faccia, io nel mio piccolo per quanto riguarda il mio hotel nell'l'istituzione della quale sono socio, lo stò già cercando di fare con mille difficoltà ma qualcosa si deve fare o vogliamo sprofondare tutti? Se siete daccordo con me scrivete e lasciatemi un recapito anche su info@hotelbellariachianciano.com

ZITTO CHE E' MEGLIO! ha detto...

Per anonimo del 5 gennaio ore 12.26. Non rispondo alle tue gratuite offese, solo perche' ritengo che "gente come te" non meriti neanche l'attenzione di un minuto. In quanto al termine lacche', usando le tue sciocche scopiazzature dico " il bue che dice cornuto all'asino". Vai a nanna anonimo!

STAI ZITTO CHE E' MEGLIO! ha detto...

In quanto all'intervento del 5 gennaio di Noodles, o come diversamente si chiama che sia almeno coerente con le sue parole: apre il post affermando, con l'umilta' che caratterizza il dialogo "prepotente" alla So' tutto mi" che non intende rispondere; poi, dopo un secondo ci ripensa e decide di farlo buttando giu' una serie incrociata di accuse e rimproveri, indirizzabili al bravo ed estroverso Feltri, non certo allo scrivente o al contenuto dei miei anche banali post. Spero solo per lui che non siano i sintomi di quel delirio d'onnipotenza che caratterizza ahinoi, la amaggior parte dei tanti improvvisati imbonitori di cui ne abbiamo piene le tasche!

Anonimo ha detto...

ZITTO CHE E' MEGLIO A RIPONITI VACCI TU E TUTTI I TUOI AMICI COMUNISTI!

Noodles ha detto...

Stai zitto che e' meglio.....rispondo al tuo ultimo Post, chiedendoti scusa se cio' che ho scritto ha irritato la tua suscettibilita'.....non volevo!
Vedi....e' da poco che ho deciso di intervenire su questo Blog, ma e' da molto tempo che lo stavo seguendo e.....tra tutti gli interventi (forse anche per il tuo Nick!)....mi rimanevano impressi - sovente - i tuoi.....
Mi sono sempre sembrati eccessivamente polemici...caustici...isolazionistici......sterilmente rivendicazionisti......anche condivisibili, a volte, nei loro contenuti ma privi della disponibilita' a ricercare una convergenza di idee e propositi con gli altri....
Questo, ricordiamocelo sempre, e' uno dei grandi limiti del "sistema" che noi tutti contestiamo.....
Non so' se sono bravo ( come Feltri...e come dici tu!), ma sicuramente sono estroverso e quindi disponibilissimo a confrontarmi anche con te.....basta avere argomenti concreti su cui confrontarsi!
Alcuni, leggo......ti danno del comunista....non preoccuparti, non credo sia un difetto.....probabilmente e' un limite.....
Un'ultima cosa.....non mi chiamo "diversamente"...mi chiamano......Noodles!

Noodles ha detto...

Caro Ottimista, sottoscrivo ogni tua osservazione e non ho quindi e purtroppo, nulla da aggiungere.....
La devastazione della quale e' oggetto la Citta' e la sua principale Azienda ( le Terme...ovviamente!) e' sotto gli occhi di tutti noi....
Le scelte fatte negli ultimi 5 anni, con una falsa privatizzazione ed il "suicidio" degli albergatori come soci della SPA ( che poi e' - non stranamente - coinciso con un altro illustre "suicidio"....)ci hanno condotto a questo!
Io non ritengo di avere delle particolari o miracolose ricette da proporre.....ho delle idee....ho delle opinioni....faccio delle analisi e cerco di confrontarle con quelle degli altri...
Qua' dentro....per adesso....
Ci hai definiti....COMANDATI E CONDANNATI.......c'e' una tragica verita' in queste tue parole, pero'.....
come sosteneva Josef K. nel "Processo" di Kafka......."se sono condannato, sono condannato non solo a morire ma anche a difendermi fino alla morte....."
E' quello che dobbiamo fare noi...cominciando a riappropriarci della nostra autodeterminazione...della nostra autonomia politica ed intellettuale.....cominciando cioe' a non essere piu' comandati, perche' purtroppo - come sostieni tu - e' quello che sta avvenendo da qualche anno a questa parte...e i frutti si stanno vedendo e...raccogliendo!

Noodles ha detto...

Prima di chiudere,vorrei fare una riflessione.....proporla alla discussione e sperare possa trovare riscontri in termini di analisi ed approfondimenti....
Allora.....all'interno di una crisi devastante che dispiega i suoi effetti da ormai circa 15 anni.....che ha ridotto la nostra Citta' ai minimi termini (a detta non solo nostra ma anche e soprattutto di coloro che da anni la frequentano e quindi la conoscono molto bene!).....in un PAESE NORMALE.... si sarebbe "scatenato", bene o male, un teso conflitto sociale.....le parti sociali, cioe', con quelle politiche ed istituzionali si sarebbero inevitabilmente "scontrate" ( nel senso politico e civile...ci mancherebbe altro!, del termine).....
Si sarebbe sviluppata una dialettica forte e senza sconti....
In un PAESE NORMALE..... poi e generalmente.....le Istituzioni che rappresentano l'impresa, sarebbero "salite sulle barricate" per tutelare le prerogative dei loro rappresentati....
Per esempio....la CGIL Nazionale,quando lo ritiene, non scherza........
In un PAESE NORMALE.....in genere....quando si vivono crisi cosi' profonde e devastanti....alla tornata Elettorale,vince la parte che stava all'opposizione.....fosse non solo per la bravura e credibilita' delle candidature proposte ma anche e soprattutto per vedere se cambia qualcosa....
Questo..in un PAESE NORMALE... perche' a Chianciano cio' non avviene?
Ve lo siete mai chiesti?

Anonimo ha detto...

Perche' le terme sono gestite da politici e non da persone con specifica competenza?

Perche'alle terme i giardinieri sono pochi e negli uffici troppi?

Perche'alle terme non pensano a qualche soluzione innovativa o a dare spazi per nuove idee?( vedi casino' elettronici tipo Bagni di Lucca anche Salsomaggiore ed altre terme lo stanno facendo).

Perche' le piscine termali non verranno mai alla luce??

Perche' in tutti i ruoli importanti nel nostro paese ci sono persone cosi poco ......??

Il Corsaro Verde ha detto...

Bene Noodles. Devo riconoscere che nonostante le mie provocazioni, e tu questo lo hai colto in pieno, la tua "reazione" e' stata composta; segno di equilibrio, sobrieta' e perpicacia: per questo ti voglio fare i miei persoanali complimenti. Sicuramente questo Blog ha guadagnato, e aggiungo finalmente, un soggetto degno di attenzione e ascolto. Accetto dunque il confronto, su basi e programmi concreti, senza minacce o stupide e sterili prese di posizione. L'obiettivo pero' non deve essere a beneficio di pochi, ma dell'intera collettivita', senza falsi pudori o giudizi troppo affrettati. Per questo metto sul tavolo il mio primo piccolo sacrificio: rinuncio al nik attuale, per assumere le mie vesti reali, ovvero quelle del Corsaro Verde! Spero vivamente che questo serva a qualcosa, senza offese pero'; viceversa anche il Corsaro Verde verra' seppellito per sempre.

Anonimo ha detto...

noodles a colpito nel segno finalmente, in riferimento al cambio amministrativo non solo in un paese normale si cambia per vedere se l'opposizione e capace di fare ma anche i regimi totalitari hanno avuto una fine. qui credo che la sinistra sia al potere da sempre?cio detto chi sta all opposizione deve essere altresi fuori da questi giochi di potere ,a quanto mi e parso di capire, a destra hanno fatto di tutto inizialmente per vincere al momento della spartizione ......si so divisi e hanno perso ed e giusto cosi a mio modo di vedere perche obbiettivo dell opposizione non era un obbiettivo di cambiamento ma lo stesso di raggiungimento di potere......quindi cambiare si ma cambiare testa prima altrimenti sto giochino di accaparrarsi poltrone senza pensare al paese ma solo alla sacca personale ci porta ......dove gia forse siamo questo e il punto signori bisogna mandare gente al potere che abbiano pochi interessi personali e molto interesse verso questa citta

L'Ottimista ha detto...

Per cercare di essere costruttivi, rimanendo sull'argomento su cui ho già postato.
Il problema delle Terme prima o poi andrà affrontato. Meglio prima, ma sarebbe stato meglio proprio prima.
Comunque, cerco di ricapitolare i termini della questione.
1) L'Azienda, sia come Immobiliare che come Gestione è una società a capitale misto
2) Non funziona, cioè non fornisce un servizio adeguato
3) Costa una tombola
Quindi, e su questo penso che non ci sia da discutere, va ripensata.
Non farlo significa attendere o la decisione comunque astrusa e lontana del Monte, o una decisione ancora più astrusa e lontana di una non meglio identificata "politica" che come esito finale vedrà probabilmente l'ingresso di un qualche "imprenditore amico", necessariamente privo di scrupoli e della volontà di fare il bene di Chianciano.
Perché è ovvio che un imprenditore serio non prenderebbe nemmeno in considerazione l'idea di immischiarsi in un impresa del genere.
Quindi?
E' ovvio che il problema è assai complesso e che nessuno ha la bacchetta magica.
Ma se in qualche modo è comprensibile che l'attuale maggioranza, tra l'altro responsabile solo in quanto continuità del passato, ma non per responsabilità oggettiva di sue decisioni, tergiversi e tenda a minimizzare, meno lo è che lo stesso atteggiamento (quello di mettere il capo dentro il pagliaio di fronte ai problemi) sia tenuto dall'opposizione.
In ogni caso è necessario innanzitutto PRETENDERE che TUTTE le forze politiche, maggioranza e opposizione, si espongano e presentino un loro progetto complessivo di rilancio, per poi estendere il dibattito a tutto il paese.
Non presentare entro breve la propria posizione su di un tema così scottante e di attualità per me, non so per voi, significa una sola cosa, che in realtà non si è in grado di governare.
Che ciò derivi dalla mancanza di competenze, dalla vischiosità di una politica fatta su misura per pochi "eletti", o dalla mancanza di risorse reali poco importa.
Se non si hanno non dico soluzioni, ma neanche idee SI VA A CASINA, al calduccio davanti al camino, non si sta su solo per riscuotere e scaldare le poltrone.
Non ho citato a caso l'opposizione.
A fronte di un programma elettorale della maggioranza assai deludente la controparte ne a portato uno se possibile ancor più deludente, privo com'era di una qualsiasi analisi e organicità.
Quindi è ora di darsi una smossa, e dire chiaramente quali sono le proposte di ognuno.
Vale per l'opposizione quello già detto per la maggioranza : SE NON SI E' IN GRADO, A CASINA, ma subito e subito è già tardi.
E' il momento di vedere chi vuole veramente bene a Chianciano e chi invece è lì solo per cercare un posticino e/o sperare di fare carriera dentro quei cadaveri ambulanti e puzzolenti che sono oggi i partiti.
Qui in provincia di Siena innanzitutto.
Perché non è assolutamente un problema di destra o di sinistra. Solo per fare un esempio in Emilia sono mille anni avanti.
Il problema grosso è qui, dove domina la Fondazione, un modo di fare politica talmente vecchio che in realtà è morto da vent'anni senza che nessuno se ne sia accorto, la grettezza, l'ignoranza ed un sistema oscuro di connivenze ed intrallazzi che non teme confronti con altre parti d'Italia.
Ovviamente la soluzione del problema dovrebbe essere chiesta innanzitutto da chi più ne subisce, e cioè dagli albergatori e dai commercianti.
Ma come dice Noodles, da quelle parti calma piatta.
Una incomprensibile, ingiustificabile calma piatta che tollera come se niente fosse l mancanza dell'assessore di riferimento e un silenzio assordante.
E' come vedere Giuliano Ferrara con un piede solo in cima ad una spiga di grano, un'allucinazione irreale, eppure vera.
Tanto che alla fine mi dico, ma chi me lo fa fare di prendermela così se a chi dovrebbe importare non importa niente?
C'ho lo slogan...
Chianciano (Terme?) stazione specializzata nel logorare il fegato dei suoi abitanti...

Anonimo ha detto...

A proposito di aiuti senesi....

I problemi e le criticità conseguenti all’approvazione del 1° Bilancio del Consiglio Provinciale uscito dalle ultime elezioni amministrative, sono veramente pesanti, certamente non per quello che sostiene il PDL e cioè dovuti alla modifica dei parametri incentivanti e per effetto dello spostamento di alcune voci di bilancio da un Titolo ad un altro, ma per le conseguenze economiche che produrranno sul tessuto sociale e sul futuro economico della provincia.
Per quanto ci riguarda, con l’approvazione del bilancio di previsione per il 2010 si è prodotta l’ennesima criticità nei confronti dei cittadini della nostra Provincia. Infatti sul Bilancio di Previsione è stato effettuato un taglio della spesa, rispetto al 2009, che supera ampiamente il 20% delle uscite consolidate nell’ultimo esercizio. Si tratta di oltre 45 milioni di euro in meno che circoleranno nella nostra provincia ed a queste si aggiungeranno i tagli perpetrati da quasi tutti i comuni ed i disastri economici provocati dalla crisi di carattere generale che stiamo vivendo. Lo scenario che si prospetta per le nostre comunità sarà molto duro. I buoni propositi ed i numerosi Tavoli e Protocolli d’Intesa che sta mettendo in atto l’Amministrazione non saranno sufficienti ad attenuare gli effetti che si produrranno a causa di questi tagli. Purtroppo e come sempre, sono le risorse destinate alle politiche sociali quelle ad essere più falcidiate, difatti avremo i tagli più cospicui nei capitoli che riguardano il Settore Sociale (-32,6%), l’Istruzione Pubblica (-32,1%) e lo Sviluppo Economico (-37,4). Stessa sorte hanno subito altri settori, per noi di rilevanza strategica, quali quello relativo alla Gestione del Territorio (-14,4%) ed alla Tutela Ambientale (-6,7%).
Siamo consapevoli che la diminuzione dei trasferimenti dello Stato e della Regione, in misura del 5% rispetto al 2009 e le misure relative alla riduzione della spesa pubblica imposte dal Patto di Stabilità, pesano enormemente sulle scelte della Provincia, tuttavia, non possiamo evitare di porci la seguente domanda: “il Bilancio del 2009 era improntato su misure elettoralistiche oppure il PD è convinto come il PDL che la crisi si combatte riducendo la spesa pubblica?”
Noi siamo molto preoccupati e crediamo che se non si darà vita ad una fase in cui si rinuncia alle grandi opere e si avviano una serie di piccoli investimenti pubblici per rendere la nostra Provincia più sicura ed efficiente e nello stesso tempo permettere al tessuto economico, composto soprattutto di piccole aziende, ed ai lavoratori di essere protagonisti di un circuito virtuoso di ripresa di circolazione finanziaria e sviluppo locale, saranno anni molto difficili per il popolo senese. Antonio Falcone

Noodles ha detto...

Cio' che ha detto il Sig. Antonio Falcone e' molto preoccupante e spero sia oggetto di un confronto fra le diverse forze politiche sia di maggioranza che opposizione....perche'.....se ai proclami elettorali si susseguono queste decisioni, ritengo che la classe politica che abbiamo di fronte non solo non si meriti il nostro consenso....ma nemmeno la nostra stima.....e questa per me....e' cosa molto piu' importante!

Noodles ha detto...

Mi sembra che.....pur proveniendo da ambiti culturali ed esperienza di vita e lavoro diversi, i contributi che animano questo Blog siano tutti molto propositivi e convergenti sullo stesso obiettivo......e' una cosa molto utile e positiva questa.....
Tutto cio', mi fa venire un'idea....che vorrei trasformare in proposta...secondo la vostra condivisione, le modalita' ed i tempi che - eventualmente - vorrete dargli......se ovviamente la condividete!.................
Cosa ne pensate circa l'organizzazione di " VOGLIAMO PENSARCI NOI, CE NE ASSUMIAMO LA RESPONSABILITA'.....PERCHE' E' IL NOSTRO TEMPO ED IL NOSTRO FUTURO!"..............una sorta di Stati Generali delle giovani INTELLIGENZE Chiancianesi....

Noodles ha detto...

Non posso darti il benvenuto perche' - a quanto ho capito - e' molto piu' tempo di me che pratichi questi...terreni.....pero'.....accolgo con piacere il tuo nuovo Nick, Corsaro Verde...l'altro era cosi' brutto......

DiErre74 ha detto...

Salve a Tutti voi. Solamente per dire che ho molto apprezzato molti degli interventi postati in questi ultimi giorni, ma soprattutto(essendo da un pò volutamente latitante, anche se ho sempre seguito i dibattiti con molta attenzione) per confermare e ribadire la mia "presenza": io ci sono! a presto
Damiano Rocchi

nostalgico ha detto...

Dal momento che nell'ultimo periodo il livello del blog sembra essere risalito come contenuti e partecipazione, sarebbe auspicabile avere nuovi interventi da membri "storici", soprattutto simpatizzanti dell'attuale (e passata) Amministrazione.
Un appello a farsi sentire con un commento ad esempio ad Ondalunga, Ambaradà, Grazie Obama, Dago56, W il Cassero, Andrea94, Luca Fè, il Pirata, ecc. ed anche ai politici ed amministratori vari che già parteciparono prima delle elezioni come Paolo Piccinelli, Marco Rossi, Gabriella Ferranti, Andrea Bacci, ecc.

L'Ottimista ha detto...

Caro Antonio, il tuo intervento corredato da dati è molto interessante. Ai miei occhi emerge subito un dato, e cioè che a fronte di un 5 per cento di tagli da parte del governo tagli ben più cospicui vengono effettuati dalla provincia.
La domanda sorge spontanea : come mai?
Ebbene io credo che la risposta sia che si scarica sugli investimenti il mancato taglio delle spese correnti.
In parole povere non si taglia sul personale e su quelle aziendine parallele e/o partecipate (utili e efficienti o inutili e inefficienti che siano, ma più la seconda) che permettono il controllo dei voti e del potere.
In pratica si cerca di tenere in piedi l'apparato a discapito dei servizi al cittadino, contraddicendo nei fatti l'obiettivo unico ed esclusivo che dovrebbe avere il Pubblico, che si trasforma così di fatto in azienda a tutela di interessi privati, privatistici e di parte.
Purtroppo questo modo di fare politica ce lo abbiamo davanti agli occhi anche qui, ed ovviamente mi riferisco alle Terme.
Andando avanti con queste logiche sempre più ci ritroveremo con i soldi precisi per pagare stipendi inutili e neanche una lira per investimenti e servizi al cittadino, al turista, alla comunità.
Tra poco arriveranno i soldi e il bilancio prenderà una boccata di ossigeno, ma verranno così distolte risorse importantissime che dovrebbero andare esclusivamente ad investimenti.
Meglio tenere personale in più, nella migliore delle ipotesi assai demotivato, in altri casi proprio incapace, sempre assunto atraverso percorsi misteriosi, che ridurlo e suscitare un vespaio politico e sindacale.
Politica i sindacati che sono proprio quelli che li hanno messi li a comandare. Ovvio che non si procede, e chi glielo fa fare di andare a mettersi contro il loro "padrini"?
Ce ne sono cento di aziende, pubbliche o miste, su cui si potrebbe intervenire tagliando senza per questo ridurre il servizio, ma in alcuni casi addirittura migliorandolo.
Insomma, caro Antonio, o si fa per davvero il comunismo, ed io potrei anche essere daccordo, o si vive come si deve vivere dentro un sistema capitalistico, e cioè con l'occhio soprattutto all'efficienza.
O di qua o di là, altrimenti si rischia la rivolta sociale, categorie contro categorie, pagatori di tasse contro apparato, privati contro pubblico.
Ovviamente, ragionanodoci, non è necessario licenziare, ma semplicemente prevedere un'operazione concordata che se ben fatta non penalizzerebbe nessuno, neanche i dipendenti.
Anche in questa provincia, vittima da sempre di un'accondiscendenza genetica verso il potere che si trasforma subito in profonda sonnolenza.

Noodles ha detto...

Considero molto interessante la proposta - con contestuale invito - fatta da Nostalgico.....anche se temo che....passata la festa, gabbato lo santo!
Nel senso che fino a quando, partecipare ad un Blog poteva essere "utile" e nello stesso tempo dimostrazione di "apertura" e disponibilita' al confronto, lo si faceva....poi....raggiunti gli obiettivi (soprattutto per qualcuno, senza fare nomi..... ma che comunque credo che continui ad intervenire sotto mentite spoglie.....), la partecipazione al Blog e' solo una perdita di tempo......sono altri gli interessi - per questi Signori - che adesso devono essere seguiti....
Ripeto, e' da pochissimo che intervengo ma e' molto tempo che seguo....ed una idea me la sono fatta.......

Noodles ha detto...

Vorrei alcune delucidazioni - sperando che qualcuno le voglia e le possa fare - su di una questione che secondo me e' dirimente e molto chiarificatrice circa l'attuale situazione del contesto politico-amministrativo.....utile per approfondire i nostri interventi....
Qualcuno di voi e' a conoscenza dei motivi ( QUELLI VERI... ) che hanno spinto l'Assessore Nicoletta Bianchi a dimettersi dopo cosi' poco tempo?
Ritengo che anche questo passaggio politico ( come tutto del resto a Chianciano!) sia passato in sordina e che nessuno ne ha evidenziato la gravita' politica.....
L'Assessore Bianchi (perlomeno da quello che si leggeva sui giornali, da quello che si sentiva per strada, da affermazioni della stessa Prof.ssa Ferranti) doveva essere una sorta di Alter-Ego del Sindaco, il collaboratore di fiducia, il punto di equilibrio di una giunta che stava nascendo con non pochi problemi( a quanto sembra, all'inizio, la Bianchi non doveva farne parte, vi entro' su irrigidimento e per volonta' del Sindaco e sulla base di un passo indietro del PD che aveva fatte altre proposte....)
La Bianchi si dimette e cosa succede?.......NULLA!.....Anzi, ad oggi non e' stata nemmeno sostituita.....
In un PAESE NORMALE, credo che queste dimissioni, tenuto conto di come sono maturate, del lasso di tempo nel quale si sono verificate e soprattutto di chi hanno coinvolto, avrebbero dovuto aprire un serrato dibattito....dentro e fuori la maggioranza....in un PAESE NORMALE....
Esempio...se si dimettesse un Min. come Tremonti si andrebbe ad elezioni anticipate.....
Chiedo questo, perche' stimo l'Avv. Bianchi, la consideravo l'unica vera novita' di questa Amm.ne, pensavo che su questa persona si potesse iniziare a costruire un progetto di rinnovamento della locale classe dirigente....e poi....sulla base di tutto cio'....non credo che abbia deciso di abbandonare una tale responsabilita' come avrebbe fatto un bambino difronte ad un giocattolo rotto....non credo proprio....

Anonimo ha detto...

prova

Noodles ha detto...

Speravo che qualcuno fosse intervenuto......
Ma va bene lo stesso.....la fretta e' cattiva consigliera......

Antonio Falcone (parte 1) ha detto...

Ringrazio e rispondo volentieri al Sig. Ottimista perchè ha sollevato una delle questioni più importanti: il rapporto fra pubblico e privato. Su questo binomio hanno scritto in molti: Gesù Cristo, Platone, Marx, Hegel, Croce, Gramsci, De Gasperi, Berlinguer, Aldo Moro. Sulla dialettica fra queste due concezioni di sistemi si è costruito il cosiddetto mondo civilizzato. In questi anni, grazie a loro e grazie anche alle esperienze di tutti i giorni, ho capito che i pensieri opposti devono potersi esprimere, Voltaire diceva disapprovo cioè che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo. Confrontarsi non significa annullarsi l’uno con l’altro, in corrente se unisci il positivo con il negativo, fai un pasticcio. Nel caso dei sistemi di gestione si diventa ibridi. Infatti quando il pubblico non fa il pubblico ed il privato non fa il privato si creano forme di gestione ibride che producono solo disavanzi, immoralità (malaffare), privilegi, confusione e speranze nelle poltrone e nessuno è mai responsabile di niente. Così le Terme, così l'Ambiente, così l'Acqua, così l'Energia, così le Telecomunicazioni etc. Per un comunista dovrebbe essere tutto pubblico. Per un liberista, dovrebbe essere tutto privato. A questo punto dovrebbe entrare in gioco la politica e cioè la mediazione, ma non l’inciucio. La mediazione, quella che serve per trovare le soluzioni nel far convivere posizioni diverse, senza annullarle, senza fare a cazzotti e senza inciuciare per le poltrone. In sostanza stabilire con chiarezza quali devono essere i servizi gestiti dal pubblico e quali quelli gestiti dal privato. La scuola, la sanità, l’acqua, le forze armate, le telecomunicazione e cioè quei servizi sui quali il lucro può causare danni ad altri, tipo, per vendere una protesi in più si taglia una gamba sana ad una persona (già succede). Possono essere privatizzati? Certo che no! Ma che cosa c’entrano le partecipate, cosa significa e, purtroppo a nostre spese, cosa ha significato la gestione mista? Nè carne e nè pesce ma fetenzia dicono a NA. Es: io gestisco un bar, se sono bravo e guadagno, i soldi sono miei, se faccio debiti, o aumento i prezzi o chiudo, ma sono sempre io a pagare. Nella scuola e nella sanità questo non si può fare, perché non è possibile guadagnarci e non si può chiudere. Nel sistema ibrido succede così: l’Acqua è pubblico-privata, quindi il pubblico paga il deficit (con le bollette) ed il privato (che giustamente deve guadagnare) gestisce il profitto. Può funzionare?

Antonio Falcone (parte 2) ha detto...

Su questo si dovrebbero confrontare i politici, i cittadini, le associazioni, si dovrebbero fare trasmissioni televisive, incontri in campagna elettorale. Invece, ricordo: se vingo io porterò il casinò a Chianciano, non tu non c’è lo porterai, ma io si perché ho più agganci di te. Deprimente! Allora perché si vota? Cosa cambia? Perchè litigano? Solo per gestire il potere, mica perché ci si confronta su posizioni diverse. PD e PDL, insieme, rappresentano la maggioranza assoluta…è allucinante. Gli altri sono piccoli e non devono parlare, anzi devono stare zitti perché disturbano e comunque li zittiscono con il maggioritario. Non frega niente a nessuno, basta accodarsi alla moda del momento e non importa se la provincia chiude il Bilancio con il 20% in meno, se il comune lo fa con il 30%, non importa nemmeno come e quanto lo chiude Chianciano. Sono anni che ripeto numeri, situazioni strane, l’unica cosa che interessa, però, sono le sciocchezze, il Gossip, non importa se uno dice cose giuste o sbagliate, l’importante è capire quanto vale in termini di potere, quanto conta in termini di forza, quanto è possibile utilizzarlo per fini personali. Con queste logiche funzionano le Associazioni di categoria, i partiti, i sindacati, i giornali, le Fondazioni. Questo è il dramma della nostra società. Magari si confrontassero modelli diversi.
I numeri che cito nel comunicato sono drammatici, il 2010 sarà drammatico per tutti.
I giornali, fanno finta di niente, continuano a parlare di sciocchezze, di Valentino Rossi, del Duomo di Milano in bocca a Berlusconi, di Grillo, Di Pietro e Santoro che fanno show sui drammi della gente. Quelli locali si occupano del Palio dei Ciuchi e dei Somari, della Mens Sana e di Malesani. Non c’è più un giornale, un dibattito televisivo un’assemblea pubblica dove si affrontano i problemi della gente. Pensa che all’Università di Siena non pagavano i contributi ai dipendenti e lo abbiamo scoperto nel 2009. Continuo a preferire il CHE che diceva preferisco morire in piedi piuttosto che vivere in ginocchio.
Antonio Falcone

Anonimo ha detto...

Anche se in ritardo e mi scuso ma non visito costantemente questo Blog, volevo esprimere il mio apprezzamento per Pifanio ed i suoi interventi, sicuramente forti e fuori dal coro.
Non esprimo altri commenti riguardo a quanto sta succedendo in questo Paese, grazie ai nostri amministratori e non solo, in quanto non mi viene in mente nulla che non sia offensivo e quindi giustamente da censurare.

Anonimo ha detto...

fonte: corrieredisiena.it
Ferranti Fa il bilancio dei primi sei mesi di governo

A quasi sette mesi dall'insediamento dell’Amministrazione comunale di Chianciano Terme il sindaco Gabriella Ferranti fa il bilancio di quanto ha realizzato. "Soltanto con l'approvazione del bilancio, il primo di questa amministrazione, si potranno definire progetti che prevedano investimenti finanziari; tenendo comunque presente la limitatezza delle risorse disponibili per i vincoli posti dalla normativa riguardante il patto di stabilità interno relativo agli enti locali" premette il sindaco. Comunicazione "Particolare attenzione -esordisce Ferranti- è stata posta sotto il profilo della comunicazione istituzionale, nei confronti dei cittadini, delle altre istituzioni ed enti e delle associazioni. Per facilitare la diffusione dell'attività istituzionale è stato messo in rete il nuovo sito del Comune di Chianciano Terme (www.comune.chianciano-terme.siena.it) che viene costantemente aggiornato e dove sarà possibile trovare gli atti deliberativi del Consiglio Comunale e della Giunta oltre a numerose altre notizie relative all'attività amministrativa". E' inoltre stato attivato uno spazio specifico, sempre nel sito del Comune, che si chiama "Dialoga", indirizzo di posta elettronica (redazioneweb@comune.chianciano-terme.si.it), ed offre un costante contatto con l'amministrazione. Per raggiungere ogni famiglia ed in particolare quelle che non usano internet, a breve sarà pubblicato ed inviato il periodico "Chianciano terme informa". Piano strutturale “Entro la fine di gennaio si terrà la prima seduta della Commissione per l'esame delle offerte pervenute per la predisposizione del Piano strutturale e del Regolamento urbanistico. Il lavoro della Commissione si concluderà con l'attribuzione dell'incarico. I tempi previsti dal bando sono : 21 mesi per l'approvazione del Piano strutturale e 19 mesi per l'approvazione del Regolamento urbanistico. "E' un obiettivo ambizioso soprattutto tenendo conto del fatto che i 145 Comuni toscani che hanno completato l'iter previsto per l'approvazione di questi due importanti atti hanno impiegato in media 2237 giorni , secondo dati Irpet." Piscine termali “Durante il prossimo Consiglio comunale sarà presente il presidente dell’Immobiliare Terme, Fausto Norrito al quale compete di illustrare lo stato di avanzamento dei lavori”. Piazza Italia “L'amministrazione comunale ha incontrato i condomini proprietari per individuare il percorso più breve e più condiviso per la realizzazione dell'opera. E riguardo al Palacongressi, sono in corso le procedure che permetteranno all'ente promotore di attivarsi per la realizzazione dell'opera. Il Parcheggio di via Borgo nuovo. E se la Rotatoria all’inizio del viadotto è compresa nel piano triennale dei lavori pubblici della Provincia, il Comune sta analizzando alcune problematiche riguardanti via Borgonuovo ed il parcheggio, tanto discusso in campagna elettorale. La ditta deve produrre entro la prossima settimana l'aggiornamento relativo all’avanzamento dei lavori”. Casinò “La richiesta per fare di Chianciano Terme sede di un Casinò è stata presentata agli organi competenti e sull'ipotesi del Parco giochi tematico si sta lavorando per verificare la fattibilità”

Noodles ha detto...

Complimenti ad Antonio Falcone ed ai suoi interventi ed al fatto che si firmi in modo trasparente ( ma lui e' un Dirigente Politico, ha incarichi Istituzionali e quindi e' giusto ed inevitabile che cosi' sia!)......
Credo pero' che gli stessi siano - positivamente - troppo articolati, molto circostanziati da cifre, riferimenti normativi e deliberazioni di vari organi Istituzionali.....
Credo cioe' che si meriterebbero qualcosa di piu' di un Blog (con tutto il rispetto per il Blog e per chi vi scrive me compreso!)....
Allora.....perche' non organizzare un momento di confronto pubblico sui temi da lui proposti?.....Perche' non chiediamo alla Amministrazione di organizzarlo?.....E se l'Amministrazione non lo fara' (come credo che non lo faccia...) perche' non organizzarlo in modo spontaneo?....Per iniziativa magari di un gruppo trasversale di persone?.....
In fondo cio' che Falcone ci sottopone, ci riguarda tutti....indipendentemente dalle rispettive opinioni politiche...e soprattutto riguarda Chianciano e i suoi possibili e tanto sbandierati - sia da coloro che hanno vinto le Elezioni che da coloro che le hanno perse - Progetti di Sviluppo...........
Non so se vi siete accorti.....ci stanno togliendo tutto.....forse anche il nostro futuro e quello dei nostri figli (mi riferisco al futuro di Chianciano e alle possibilita' che essa offrira' ai nostri figli di continuare a viverci e ad investirci!)......
Non facciamoci togliere anche la possibilita' di ritrovarci, discutere e produrre qualcosa che sia di stimolo per chi ha responsabilita' sia di governo che opposizione.....perche' il problema, badate bene, riguarda anche e soprattutto l'opposizione ed il suo silenzio...il suo tatticismo....il suo immobilismo....
Per l'Amministrazione, del resto, e' gia' stato detto tanto...quasi tutto....ed il giudizio che ne emerge mi sembra chiaro....riassumibile in un vwcchio adagio....DALLA PADELLA ALLA BRACE......

L'Ottimista ha detto...

1/2
Caro Antonio,condivido in pieno il tuo intervento che ha un pregio essenziale : è chiaro.
Ovviamente, essendo una posizione chiara passerà inosservata.
Come giustamente dici tu il dibattito politico di fondo dovrebbere basarsi sulla ridefinizione del ruolo del pubblico e sulle regole che la politica DEVE imporre al privato.
Punto.
Prendiamo ad esempio l'acqua.
Su questo tema NON si è aperto un dibattito, semplicemente ci si è schierati : progressisti e internet a favore dell'acqua pubblica, destra a favore della privatizzazione.
Prese di posizione basate sul nulla perché tutti dimenticano, o fanno finta, che l'acqua GIA' OGGI è gestita in maniera privatistica e privata.
Per quel che mi riguarda la mia posizione è la solita : o di qua o di là.
Via questi ibridumi.
Ovviamente, nel caso di privatizzazione completa, pretenderei un capitolato FERREO e multe PESANTI nel caso non venisse rispettato.
In realtà il vero problema è quello di sempre, e cioè il potere ed i meccanismi democratici che permettono al cittadino di esercitare il controllo su di esso.
La soluzione non è stata ancora trovata, né nei sistemi comunisti né tantomeno nei sistemi liberisti.
Hai citato il Che, ed ovviamente saprai che è stato lui il primo ad essere scaricato dai suoi "compagni" ed a pagare per questo le conseguenze del suo idealismo.
Ma l'alternativa quale è? Questo liberismo globalizzato senza controllo? Ebbene, da giovane ho abiurato il comunismo, ma ora rischio di farmelo tornare simpatico.
Il vero problema è che il PD è tutto meno che un'alternativa.
Qui da noi si vede bene, c'è il PD, ma ci potrebbe essere benissimo il PDL che sarebbe uguale, senz'altro allo stato delle cose non peggio, ed è tutto dire...
Non c'è Berlusconi, ma c'é il presidente della Fondazione, che forse è peggio.
La situazione precipita e che si fa? Si copre, si sotterra, si difende l'indifendibile, si smette di progettare a favore della difesa dei propri interessi, si difende innanzitutto "l'apparato", e cioè uno dei responsabili, se non IL responsabile del disastro.
Il caso dell'Università è clamoroso, ma quante teste sono saltate? Niente, le responsabilità si rimpallano da l'uno all'altro, nella speranza che il popolino bue presto dimentichi, magari facendo passare l'idea che tutto sia colpa della Gelmini, anche il non aver pagato contributi e tenuto in piedi un sistema di corsi fasulli e baronie assurde.
E quello dell Terme non è altrettanto clamoroso?
Il fatto è che questo è un sistema a incastro dove se salta uno poi si rischia che saltino tutti, e così si va avanti, all'infinito, e niente e nessuno paga.
Non è forse una politica di destra questa?
E poi, ancora a livello locale, non ti sembra che relativamente alle dimissioni della Bianchi limitarsi ad un piccolo comunicato di STAMPO BULGARO non sia una presa per i fondelli chiara, evidente, plateale?

L'Ottimista ha detto...

2/2
Purtroppo io sono abituato a ragionare come chi a sempre navigato nel privato, e senza favoristismi, per cui alla fine sai che ti dico?
Che lotterò fino alla fine per SPAZZARE VIA tutto questo ciarpame, a cominciare dalle società miste, fonte di un malaffare così diffuso che sembra paradossale che non intervenga nessun organo istituzionale a fare un po' di pulizia.
Ma il problema vero è la "politica" ed i "politicanti da strapazzo". E che qui si siano ammantatati delle parole "sinistra" e "progressisti" non mi importa nulla, anzi, siccome mi fa ancora più schifo, proverò ancora più piacere se un giorno, sempre troppo tardi, riusciremo a levarceli tutti dai piedi, succeda quel che succeda.
Diciamo tanto del sud, ma è questo il nostro sud, tale e quale. Per cui via, e con loro via tutti quelli che ci navigano e ci intrallazzano anche dall'esterno.
Certo, se non cominciamo ad uscire dagli stereotipi destra/sinistra e non cominciamo a ragionare sul potere in quanto tale non se ne esce. Per questo litigo sempre con i miei amici di sinistra, quelli in buona fede, intendo.
Perché si fanno infinocchiare, e neanche se ne accorgono.

Anonimo ha detto...

... ma cosa ci aspettiamo cari amici del Blog, tutto è nella mani della Sinistra, il potere, i posti di comando, il bene e il male.
Pensate, se in Comune fosse andato il Centro Destra, vedevate i commenti, le critiche le denuncie.
Pensate, ... se le Terme fosse gestita dal Centro Destra, allora sì che le colpe venivano fuori, gli scioperi degli "iscritti del Partito e dei Sindacati e dei loro delegati"
Invece tutto tace, perchè questo... c'è paura?. Di che cosa mi domando ... di cadere ancora più in basso di così?
Come possiamo svegliare Chianciano.
Ma allora mi chiedo ... ma questa opposizione c'è o è latente?
Stiamo aspettando che al prossimo consiglio comunale i vari Presidenti e il Sindaco ci raccontino le solite promesse elettorali per le Elezioni Regionali?
Bene amici allora avanti tutta, ancora parole.
Dobbiamo mobilitarci, scendere in Piazza, scrivere sui giornali riunirci, fare sentire la voce dell'altro 50% che non ha votao per il PD.
UNA SECONDA FASE ELETTORALE , prima che sia troppo tardi!

SVEGLIATI CHIANCIANO!!!

Anonimo ha detto...

A proposito di situazioni strane citate da Antonio Falcone, perchè non ci delucida sulla situazione, sulle "opportunità" intese come cose o persone opportune e sugli inciuci che sono stati fatti durante il riumvirato Fregoli, Masoni, Nisi (forse suo uomo) nella società terme spa, quando era allora vicesindaco della nostra cittadina?
Durante la presentazione della sua lista alla sala Fellini, gli fu rivolta la stessa domanda, ma da politico qual è eluse tergiversando la risposta.
Sarebbe ora che, date le sue critiche alla destra e alla sinistra, facesse un atto di coraggio e ci spiegasse come stanno veramente le cose ed il motivo del famigerato buco delle terme ingranditosi durante il triumvirato.
I chiancianesi attendono ancora una risposta.
Grazie.

Pifanio ha detto...

Anonimo ha ragione ora la politica è fatta anche di opportunismo ma però cmq quello che è giusto va detto. Antonio Falcone anche nel corso dell’ultima campagna elettorale ha dimostrato una coerenza politica che gli fa onore resistendo per le sue idee ai salami lecchi di Fallarino e co.
Detto questo bisogna cmq dire che lui stesso in passato è stato parte e attore di quel sistema di potere che ha ridotto Chianciano in queste condizioni. Magari se ne sarà oggi pentito ma la storia è storia e lui ha partecipato come vicesindaco alla giunta Bolici che forse senza nulla togliere a quella Bombagli o alla attuale è quella che più ha inciso in negativo se non altro forse per il fatto che allora, parlo di dieci anni fa ancora si poteva intervenire attivamente per risollevare la cittadina. Se già da allora non si fosse perso tempo prezioso ed opere come le piscine termali il Palacongressi fossero state realizzate secondo la tempistica naturale, adesso magari, chissà, la situazione chiancianese poteva essere migliore.
Quindi come dice Anonimo anche Falcone non faccia il “marziano”.
Se di “puri” si può parlare credo che il titolo non debba che spettare all’opposizione, al PDL che mi sembra negli ultimi sessanta anni sia stato all’opposizione in questo paese. Si dice: “beh non c’è differenza tra destra e sinistra” “se avesse vinto il centro-destra avrebbe fatto anche peggio”. A coloro che lanciano queste provocazioni, per non dire “fregnacce” mi sento di dire beh adesso siete pure indovini?
Come si fa a dire che il centrodestra non ha una classe dirigente all’altezza? Sono mai stati messi alla prova?
La questione è che bisogna smetterla di parlare a vanvera e chi ha la responsabilità di questo disastro faccia un passo in avanti e faccia mea culpa siano essi amministratori, ex amministratori, ex sindaci, banchieri, dirigenti di partito, albergatori, liberi professionisti ecc. Non si può sempre e solo dire che tutto questo dramma odierno è connaturato con il carattere chiancianese, come se tutti i chiancianesi sia chi sia fossero negligenti, incompetenti, disonesti ecc.
Non è così e non può essere così. Buttare tutto sul qualunquismo serve solamente a mascherare le colpe di coloro che sono i veri responsabili. Finchè non si capirà questo e coloro che hanno fatto ciò che hanno voluto di Chianciano in questi anni non verranno emarginati purtroppo non ci muoveremo di un centimetro.

Anonimo ha detto...

Come al solito invece di elevare il dibattito politico si risponde con sciocchezze ed accuse gratuite che non servono al rilancio di Chianciano (mi riferisco al Sig. Anonimo al quale rispondo per l’ultima volta). Il deficit delle Terme è iniziato da quando è stato tolto il Congedo termale e continua ininterrottamente fino ad oggi. Maurizio Nisi, che il Sig. Anonimo chiama scorrettamente “mio uomo” è stato nel CdA delle Terme per meno di due anni in rappresentanza del comune e non di Falcone. Noi uscimmo dalla Giunta in disaccordo su questioni politiche, quali la decisione di spostare il Palacongressi allungando i tempi (in realtà fu una scusa per non farlo) e soprattutto in disaccordo con lo snaturamento della città termale (ci fecero digerire il Bingo, le bottiglie tritate con le muffe, le piscine termali etc... Chiedemmo le dimissioni del CdA delle Terme perchè secondo noi non rispettava il mandato che gli aveva dato il consiglio comunale. Mi riferisco al passaggio di proprietà ai privati, (anche quella fu accettata perché imposta dalla Regione e perchè tutti a Chianciano erano convinti che fosse la soluzione giusta). Nel verbale del consiglio comunale può trovare che il PRC proponeva l’Azienda Speciale. Tuttavia non abbiamo mai pensato che qualcuno avesse responsabilità dirette sul buco, non è nel nostro stile fare politica in questo modo. Se il Sig, Anonimo pensa queste cose si deve rivolgere ad altri organi. Il chiacchiericcio serve solo a sminuire la credibilità della classe politica (vedi i disastri degli ultimi 7 anni). Gli argomenti con cui si è dialogato con Ottimista e Nodles, che ringrazio e sollevati da tanti altri in questo blog, compresa la lettera del gestore, possono essere l’occasione per avviare dei confronti pubblici anche fra diverse posizioni politiche, saranno utili ad elevare il dibattito politico di questa città (ne abbiamo un gran bisogno). Su questo do la mia piena disponibilità. Rispetto alla mia esperienza in Giunta, pur ritenendola positiva, non a caso da allora le uniche scelte prodotte per questo paese sono state la fontana di Piazza Italia e la fermata del bus davanti alle scuole, mi occupavo di Istruzione, Servizi Sociali e Trasporti e non di Terme. In ogni caso la storia, purtroppo, ci ha dato ragione su tutte e tre le grandi scelte di Chianciano (privatizzazione, palacongressi, città da convertire), per le quali abbiamo rotto l'alleanza con il PdS, DS, PD alleanza iniziata nel 1991, quando non ero in Rifondazione ed interrotta proprio quanto sono diventato segretario. Ricordo che anche oggi in Provincia siamo all’opposizione proprio perché non condividiamo queste forme ibride pubblico-private. Sarà stato un caso? La rottura si maturò anche per la mancanza di autonomia del PD, che riteniamo sia a servizio di scelte che vengono prese altrove (Provincia, Unione dei Comuni, Conferenza dei Sindaci ecc..). Non abbiamo rotto perchè pensiamo che ci siano dei ladri o perchè qualcuno ha responsabilità personali, non siamo un tribunale ma un partito politico. Queste cose forse fanno parte dei pensieri di Anonimo, della politica da bar e di un chiacchiericcio che non ci interessa. Faccio politica per passione e non per mestiere, fortunatamente ho un lavoro che già penalizzo abbastanza, figuriamoci se perdo tempo a dedicarmi alle sciocchezze. Infine voglio tranquillizzare Pifanio, io non voglio fare il puro, questo penso che non lo possa fare nessuno, considerato come stanno andando le cose.

POLITICAL SURGERY ha detto...

Caro Falcone,
il tuo partito ne ha combinate più di Carlo in Francia, ti ricordi quando Rifondazione per battere Berlusconi fece i patti di desistenza con l'Ulivo e fege eleggere alla camera dei deputati (nel collegio Cortona-Valdichiana) la Bindi?
La Rosy diventò poi ministro della sanità e fece costruire il monoblocco a Nottola non riconoscendo a Chianciano un ruolo predominante in materia di salute.
Anche alle ultime elezioni comunali al tuo partito sono mancati un bel pò di voti, mi sembra che in campagna elettorale, sicuramente è una mia malevola impressione, non vi siate dati un gran da fare.
Come per la Paris Hilton è dura ricostruirsi una verginità politica dove ormai ci passano i gatti a coda ritta.

maramaoooo?!!!

Uomo Ombra ha detto...

Ho letto con interesse l'articolo uscito nel Corriere di Siena incollato da anonimo 10 gennaio 9,32.
E' evidente che il Sindaco tenta di rispondere alle 10 domande del blog e all'invito alla comunicazione, uscite sempre sul Corriere di Siena una settimana fa circa.
Le risposte sembrano più quelle di una maestra di asilo, che spiega in maniera semplice e superficiale, a degli scolaretti poco interessati, invece di quelle cui ci si dovrebbe aspettare da una professoressa universitaria e Sindaco di un paese che cerca di fare un quadro della situazione ai propri cittadini...
Ecco come ci considera!

Meditate gente, meditate...

IL CORSARO VERDE ha detto...

Mai ho nascosto la mia amarezza e anche la mia delusione davanti a cio' che ho piu' volte definito, "l'immobilismo del moribondo". Ho sempre cercato di stimolare un dibattito critico e costruttivo, anche con puntuali, quanto chiare, provocazioni politiche; ma con il solo l'obiettivo di facilitare l' abbandono definitivo di posizioni sterili, inconcludenti, massimaliste e in qualche caso anche meramente "vendicative". Il risultato: accuse e giudizi affrettati nei miei confronti, privi di senso logico e totalmente distanti da un costruttivo, quanto indispensabile dialogo politico. Dunque, con poche eccezioni purtroppo, chi scrive su questo blog deve ancora liberarsi definitivamente del peso del passato. Questo vale per tutte le parti politiche, maldestralmente "rappresentate" dai loro bloggers. Leggo fiumi di parole, per lo piu'indirizzate verso la ricerca di responsabilita', riferite allo stato attuale di questa cittadina e prendo ancora atto di un fatto certo quanto inconfutabile: Chianciano, come i suoi cittadini non si sono ancora liberati di questo passato scomodo che li priva di coscienza civica. La colpa del disastro e' di tutti, nessuno escluso; le responsabilita' sono sicuramente di chi ha male amministrato, ma anche di chi ha permesso che cio' accadesse. Dunque,se e' arrivato finalmente il tempo del dialogo costruttivo, tutti devono abbandonare posizioni di conflitto, per aprire alla critica costruttiva. Forse e' un bene dire sempre no, ma e' ancora meglio dare una valida alternativa all'immobilismo che e' la peggiore delle scelte! Per Noodles, prendo atto con vero piacere ed anche con interesse, della tua tua "voglia" di ricercare il dialogo trasversale e sono pronto ad appoggiare questa coraggiosa scelta, ma esci di piu' allo scoperto e proponi un Ordine del giorno, confermando che l'invito al dialogo e' rivolto ed aperto a tutti, dico a tutti; preoccupati pero' di confermare che non ci dovra' essere, per l'occasione, la ricerca del capro espiatorio, ma con assoluta moderazione ed educazione, la sola ricerca della ricetta per uscire da questa situazione che sta' di fatto distruggento l'intero tessuto economico di chianciano, cosi' come tutta la societa' civile.

Anonimo ha detto...

Rettifico, al salone Fellini ci fu l'incontro della lista con le associazioni e non la presentazione della lista stessa.
Mi sembra doveroso verso chi ha dato fiducia ad una lista e alle persone che la compongono, chiarire gli aspetti e dare spiegazioni del proprio operato, e quindi in caso cercare anche delle responsabilità, il che non vuol dire accusare qualcuno. Le responsabilità ci sono, è inutile negarlo, e non significa cercare un capro espiatorio ma cercare la verità. E'inutile parlare di immobilismo, come se tutto fosse successo negli ultimi cinque anni,
la giunta Bolici aveva il no in bocca su tutto. E secondo me gran parte del disastro o dei disastri sono stati fatti, sono successi perchè alle dirigenze ci sono sempre stati, e ci sono ancora, uomini di partito (opportunità ed inciuci)che non hanno competenze per gli incarichi
che vengono assegnati. Nella politica regna il baronaggio, come nelle università e finchè non si cambierà tutto ciò, continueremo ad affondare, se non ci sono competenze, non esiste un corretto governare. Si danno incarichi di dirigenza di una società termale ad architetti (che c'entrano, sono uomini di partito!) che non risiedono nemmeno a chianciano e intanto prendono lo stipendio, poi
lo stesso incarico viene affidato ad altra persona che fa del nepotismo e dell'opportunismo la ragione di vita. E queste non sono accuse, è la realtà. Si gioca a scacchi e a dama con il futuro di chianciano, intrallazzi di partiti, gente che va, viene, parla, decide, riscuote e magari ci sarebbero altre persone in grado di SAPER FARE ma non sono persone di partito e allora fuori dai giochi.
Si parla di politica, di confronto politico, ma che vuol dire? La polis greca era la città, la politica odierna si occupa di tutto, fuorchè del governo della città, ognuno si tiene stretto il seggiolone e tanti saluti.
Non ci si può liberare del passato, la storia è ciclica, anzi si deve riflettere sul passato per cercare di evitare errori, è questa la coscienza civica!
E di errori ne sono stati fatti molti e come dice Pifanio, chi ha delle responsabilità sarebbe l'ora che si prendesse il suo fagottino sulle spalle e si togliesse dai piedi.

IL CORSARO VERDE ha detto...

Nulla da obiettare sui contenuti e le ragioni delineate nell'intervento anonimo delle 17,29. E' vero: questa e' la verita' e la realta' dei fatti, aggiungerei che tutti conoscono e ben conoscevano anche quando tali fatti si svolgevano.Ma siamo sempre li, cosi' non si esce dal pantano. Se tutti oggi conoscono la verita' non e' piu' necessario ricercarla, semmai si dovra' lavorare per evitare di commettere gli stessi errori e dare incarichi agli stessi uomini. Dunque, se si va verso la direzione "giustizialista a tutti i costi", il Corsaro e i suoi uomini si ritirano fin da subito; viceversa se si parla di accordi, corsione e sviluppo daremo il nostro contributo. E' impensabile parlare di aria nuova portandosi dietro il "fetore dei ghigliottinati", noi non siamo dei giacobini, siamo semmai dei riformatori di un sistema politico che ha fallito il suo obiettivo.

Anonimo ha detto...

...mandarli a casa non significa essere giustizialisti a tutti i costi....oppure si vuole tenerli ancora incollati alle proprie poltrone?

L'Ottimista ha detto...

"Dialogo costruttivo" "moderazione e educazione". Queste sono le parole che usi, Corsaro.
Concordo con l'educazione, anche perché per me non è mai un fatto personale, ma di sistema, ma per il resto...
In concreto, cosa proponi? Aiutare questa maggioranza/sistema? Collaborare? E a qual fine? Su quali progetti e con quale livello di responsabilità?
Proprio non capisco...
Ci sono mille prove che questa maggioranza non vuole essere aiutata, a cominciare dal pauroso deficit di comunicazione e dal non volere dibattere su nulla di significativo.
E poi, se il sistema di fondo rimane questo, quanto pensi possa servire un aiuto "esterno", se non a coprire a dare parvenza democratica ad un sistema che non lo è strutturalmente?
Io il giochino lo conosco perché vissuto in prima persona.
Partiamo in dieci, alla seconda riunione sono in quattro, poi si ritrovano in due e decide uno, ma le decisioni a quel punto vengono presentate e spacciate al paese come "collettive".
Collettive 'sto par di maniche!
Questo giochino esisteva quando tu Chianciano neanche la conoscevi ed è rimasto tale e quale, se possibile peggiorato, perché almeno una volta le sezioni ed i partiti avevano un senso.
Oggi al più sono una piccola associazione, che "somiglia" sempre più ad una loggia semisegreta di stampo massonico, dove per entrare bisogna sottostare al rito della spada.
Se poi, invece, intendi riferirti a qualcosa di preciso, come pertecipare ed essere costruttivi sul dibattito per il piano strutturale (traduco: piano regolatore e lottizzazioni) io per primo sono disponibile, ma voglio la garanzia iniziale e scritta di una diffusa e veramente democratica parità di diritti e possibilità di decisione, almeno quanto tutti e quanto te.
Altrimenti si ritorna lì da dove eravamo partiti : venite, partecipate, siate costruttivi, che poi ci si pensa noi...
Prima delle elezioni come portavoce mascherato c'era Il Guardiano delle Acque, che almeno non aveva sicuramente doppi fini, ma ora che lui è sparito non vorrei...
Ma no! Cosa vado a pensare! Non riesco ad immaginare che questa tua moderazione derivi in realtà da qualche "contatto" e "incontro" privato semi-istituzionale-informale di cui magari semplicemente ti sei dimenticato di informarci...

IL CORSARO VERDE ha detto...

Caro Ottimista, vedi...., seppur non volutamente, trapela dalle tue parole anche quel clima "giustizialista e giacobino" a cui facevo riferimento nel mio intervento. Arrivi addirittura a ipotizzare, e quindi a scrivere, che io saprei qualcosa di..... e che questo qualcosa lo terrei strettamente per me, per chissa' quale recondita ragione o finalita'!!! Questo modo di vedere le cose alimenta, seppur inconsciamente, quel clima da Polizia segreta che io personalmente voglio evitare a tutti i costi; non comprendo poi, come una persona come te non condivida un fatto di tale gravita'. Per il resto, se dovessi giudicare il tuo intervento, in termini provocatori ma costruttivi s'intende,mi spingerei a dire che e' stranamente "filocomunista", per il suo contenuto sociale; mi spiego: tu affermi che tutto deve essere fatto alla luce del sole cosi' da tutelare i reali interessi della collettivita'! Questa e' la pura apologia di un sistema che ha fallito totalmente il suo obiettivo in mezzo mondo. Non illudiamoci, nell'immediato, non parlo solo di Chianciano ma l'esempio vale in generale, il grande interesse economico di pochi( ovvero la speculazione) e' direttamente proporzionale al minimo interesse personale di molti. Il mondo va cosi' e solo cosi' puo' andare, aggiungo purtroppo. Per il resto, se fossi in te, non sarei poi cosi' sicuro del fatto che io personalmente non conoscessi chianciano 20 0 25 anni orsono, e se anche fosse cosi' per assurdo, a chianciano non e' che sia successo qualcosa di diverso, o forse di ancor piu' grave, rispetto al resto dell'Italia. In conclusione, non si puo' continuare a parlare di sviluppo e svolta politica, alimentando la caccia al ladro o peggio ancora il piu' bieco corporativismo. Lo sviluppo ed il vero benessere nascono dalle idee e dalla voglia di cambiamento radicale di un sistema che ha ingessato l'economia.

L'Ottimista ha detto...

Scusa, ma non hai risposto alla mia domanda.
C'è bisogno di più democrazia, o non c'è n'è?
Dai tuoi interventi trapela l'idea che ci sia bisogno di rimboccarsi le maniche, tutti quanti.
Quindi più partecipazione più democrazia.
Condivisibile.
Ma come? A che pro? E con quali strumenti? E anche se, chi dovrebbe poi recepire i frutti di tale democrazia educata e costruttiva?
Sembra assodato che ci governa non intenda "perdersi" in chiacchiere (comunicazione), almeno non con la plebaglia come me e con il popolino, neanche quello virtuale, perché intende parlare con i fatti, e che per questo sia stato fatto un apposito passaparola.
Rispettabile, ma meno condivisibile.
Questo perché tale atteggiamento ha senso solo se si è certi di aver effettivamente individuato i problemi del paese e solo se si è certi di poterli risolvere, sia in termini di qualità di persone, che di progetti, che di risorse.
Ora, io spero, ma credo che le difficoltà di ci siano, e siano ben più grandi di quanto trapeli, anche se in determinate persone ripongo a tutt'oggi una certa fiducia.
Ma il risultato finale a mio parere è che nella situazione data sia lecito essere ottimismi nella stessa misura in cui lo è chi gioca al superenalotto.
E se, come temo, tra un pò sentiremo il solito ritornello "non ci sono le risorse...ci vuole tempo...etc" che senso avrà avuto questo tipo di atteggiamento di chiusura?
A che pro? Come sperano di giustificarsi con chi li ha votati e ha riposto in loro la speranza?
Io personalmente non credo che "un'elite" (politica,culturale,economica) possa veramente risolvere una situazione così grave in mezzo a vincoli e limiti così evidenti.
In ogni caso è evidente che siamo di fronte ad un grave problema di metodo ed ad un altrettanto grave problema di democrazia partecipata.
Per quanto riguarda poi il fatto che l'interesse di pochi possa coincidere con l'interesse di molti, ebbene sì, concordo con te.
Ad esempio sono favorevolissimo a privati che investano sul paese, anche perché è inutile aspettarsi più di tanto dal pubblico e dagli imprenditori presenti.
Il problema, come sempre, sono le regole, che devono essere chiare e trasparenti FIN DALL'INIZIO, in modo che siano valide PER TUTTI.
E per questo credo che chiudersi e non dire nulla, non dibattere PRIMA su nulla, non accettare critiche, costruttive e non, PRIMA di legiferare, programmare, decidere, fare, sia non solo sbagliato, ma anche, a questo punto, pericoloso.
Pericoloso quasi quanto l'immobilismo.
Come vedi la mia reale posizione, al di là delle provocazioni in cui a volte eccedo, non è certo giustizialista, né giacobina, né si perde più di tanto nella ricerca degli errori commessi nel passato.
Non voglio sparare sulla croce rossa, semplicemente mi interessa e voglio contribuire a migliorare ciò che accade adesso in funzione del futuro.

IL CORSARO VERDE ha detto...

Mio caro Ottimista, piu' di nome che di fatto, ma che ti succede? ti vuoi dichiarare sconfitto prima di cominciare? Ma veramente ritieni che le tante, sicuramente troppe, regole del gioco non siano sufficienti a controllare con assoluta trasparenza gli aspiranti players? Permettimi, Ottimista, il punto non e' questo, ma tanto il fatto che tu hai perso fiducia nelle Istituzioni in genere e piu' in particolare, hai tutte le ragioni di questo mondo, in quelle di Chianciano Terme! Ma cosi' non se ne esce. La democrazia partecipata, come la chiama tu e' una pura utopia, uno dei tanti sloogan inventati dalla sinistra per accontentare il contestatore di turno. L'unica cosa che conta e' l'assoluto rispetto delle regole democraticamente scritte, e ce ne sono a iosa per garantire anche il piu' indurito degli scettici. Chi sbaglia deve pagare e va definitivamente fuori dal gioco. Una cosa pero' e' importante, si deve passare all'azione, diversamente, come ho gia' detto, non si uscira' mai dallo stato "comatoso".

Noodles ha detto...

Sto leggendo con molta attenzione.......
E ritengo che il dibattito stia salendo di livello.......
C'e' una nota che non suona come dovrebbe............e' stonata.....
Il Corsaro Verde....o...Stai zitto che e' meglio....o come decidera' mai di chiamarsi in seguito...se lo decidera' e se non lo ha gia' fatto......mi sembra che sia piu' preoccupato a darsi un'alea di impunita'......di innocenza......di liceita'.....che non a proporre qualcosa di concreto.......
Che furbo questo ragazzo......

Noodles ha detto...

Ancora per Corsaro Verde e a supporto di cio' che ho appena detto.
Perche' ti preoccupi di dire, tue parole......"preoccupati pero' di confermare che non ci dovra' essere, per l'occasione, la ricerca del capro espiatorio, ma con assoluta moderazione ed educazione.........."
Ma cosa vuoi dire?
Di cosa ti preoccupi....pensi che io sia veramente cosi' cattivo?......Che non sia moderato?....Educato?......
Che perda piccola parte del mio tempo su questo schermo per andare a cercare....come " TEMI " tu.....un Capro Espiatorio?......
Semplicita'.....Corsaro Verde....Stai Zitto che e' meglio...Semplicita'.....
Oppure hai paura tu....di divenire...un Capro Espiatorio?......
Pensi di correrne il rischio?.....dimmi....mi interesserebbe questa cosa.....i

Uomo Ombra ha detto...

Caro Corsaro, è vero che ci sono regole ben definite per "gli aspiranti players", ma questo riguarda i privati che vogliono operare.
Per quanto riguarda le Istituzioni, bisogna ricordare che, se pur aventi diritto di decisione grazie al voto popolare, sono comunque "dipenenti pubblici che devono rendere conto delle azioni che indendono intraprendere INFORMANDO i cittadini delle strade che si vogliono percorrere prima di decidere", non chiudendosi a riccio e zitti tutti.
Poi se qualcuno va a cena col Sindaco e si comincia a dire "preoccupati pero' di confermare che non ci dovra' essere, per l'occasione, la ricerca del capro espiatorio, ma con assoluta moderazione ed educazione.........."

Meditate gente, meditate.....

L'Ottimista ha detto...

Uno dei presupposti alla situazione che si sta venendo a creare a mio parere è da ricercare nel "niente" di cui era pregno il programma elettorale della maggioranza.
E' vero, la storia dimostra che si può scrivere di tutto e poi non mantenere, ma questo è un caso al contrario, quindi un pò diverso.
Non si è scritto niente, e secondo me non si è scritto perché non si poteva scrivere.
GIA' durante il mandato di Bombagli le acque erano agitate e si erano create correnti di pensiero (e potere) contrapposte che di fatto hanno bloccato il comune. In particolare sul piano strutturale si è arrivati ai ferri corti, ma la politica, invece di intervenire e decidere, ha brillantemente deciso di rimandare "a dopo".
E queste sono le conseguenze.
Ora io non pretendo di essere messo a conoscenza sull'iter del progetto del Castagnolo, progetto ovviamente condivisibile e necessario, né che facciano come dico io, perché credo che se ne stiano occupando persone più competenti.
Mi fido.
Come non pretendo di sapere a che punto siamo sul Parco Giochi.
Paolo se ne sta occupando e vada come vada mi fido.
Ma sul Cantinone, sul parcheggio di Porta S.Giovanni, su Piazza Italia quanto meno mi piacerebbe capire come si sta procedendo.
E mi piacerebbe sapere anche quali progetti, se esistono, si stanno portando avanti sulle Terme e sulla gestione delle società miste/partecipate, situazioni che incidono molto sulla vita quotidiana del paese.
Ma soprattutto pretenderei di sapere che cosa diavolo si sta combinando sul piano strutturale.
Quali sono gli indirizzi vincolanti che la politica consegnerà ai "tecnici"?
Dove, luogo e date, sono e saranno discussi?
Chi, nomi e cognomi, li sta decidendo?
Chi e perché, nomi e cognomi, saranno gli incaricati a redigerlo?
Non aprire un dibattito preventivo e/o parallelo su questo non solo è estremamente pericoloso, per non dire antidemocratico, ma anche legittimamente foriero di mille e mille cupi pensieri.
Il problema è che un atto del genere quando è deciso è deciso, e dopo hai voglia a sbraitare se non puoi più oggettivamente fare nulla per rimadiare.
La situazione è quella che è, ma con il piano strutturale ci giochiamo anche le residue speranze future.
Io, ma spero anche la maggioranza del paese, non ho nessuna intenzione di lasciare decidere il futuro di Chianciano a due o tre persone, in buona o cattiva fede che siano, competetenti o meno che siano.
Voglio sperare che tra tutti i consiglieri di maggioranza e anche dentro l'attuale giunta ci sia chi condivida le mie preoccupazioni e se ne faccia carico.
Il forse non sono Ottimista, ma neanche Pessimista.
Sono solamente estremamente preoccupato e forse stanco di essere così stanco.
Di cerco non così stanco da limitarmi ad uno stupido e accondiscendente atteggiamento passivo.

IL CORSARO VERDE ha detto...

Per Noodles, sempre a proposito del periodo Giacobino che sta' vivendo Chianciano e la sua gente........! Non so' proprio da quale reale motivazioni tu trai le tue affrettate conclusioni, di certo sono convinto che tali rimangono. Parli di dialogo costruttivo, di proposte, di confronto sereno e poi quando questo sta solo spuntando, cerchi di tarpargli le ali. Suvvia Noodles, adesso ti ci metti anche tu; non vorrei cambiare parere nei tuoi riguardi. Vorrei aggiungere una cosa, per cercare di elevare ancora di piu' il dialogo, cosi' da uscire definitivamente dall'incertezza, o peggio ancora il dubbio. Io sono convinto che Chianciano ce la fara' e dimostrera' tutto il suo valore, ma deve abbandonare lo stato di diffidenza generale. La vera "rivoluzione" culturale, e' l'abbattimento totale del pregiudizio, in qualsiasi forma esso si manifesti. Se arriveremo a questo traguardo, la via poi' sara' tutta in discesa. Basta con i processi!

IL CORSARO VERDE ha detto...

Mio caro Noodles, a proposito del tuo intervento, da cui traspare in modo assai esplicito una tua debolezza di natura psicologica, intesa come insufficiente comprenzione o condivisione degli attegiamenti o delle parole altrui; ti invito a riflettere, convinto veramente che tu sia uno di quelli che ha molta materia per poterlo fare. Perche' mai io tenterei, pur rimanendo sconosciuto per sempre, di rifarmi una nuova e piu' distinta identita' come tu affermi? Quale recondito vantaggio otterrei da tale sciocca ambizione? Credi veramente che io abbia qualcosa di cosi' grave da farmi perdonare? Sei fuori strada mio caro amico, mi esprimo cosi' perche credo in quello che dico e lo difendero' fino alla fine. Dopo un periodo di silenzio durato qualche mese, ho deciso di ricominciare a postare su questo blog, per una semplice e forse anche banale ragione, atteso che purtroppo ho poco tempo per dialogare, ho solo preso atto che nelle ultime settimane, gli argomenti e gli interventi dei bloggers erano piu' pacati ed interessanti e quindi di mio interesse. Null'altro caro Noodles, null'altro. Vedi c'e' sempre un prezzo che devo pagare o una giustificazione da indicare per i miei interventi: questo si chiama altrui pregiudizio!

nostalgico ha detto...

Una volta Chianciano era una “città-giardino”, un posto portato per bocca (nel senso buono) in tutta Italia dai Clienti che rimanevano colpiti dalla cura e dal decoro della nostra cittadina.
Purtroppo il degrado negli ultimi anni non ha risparmiato nulla, nei servizi e nelle manutenzioni.
Non ci sono più i soldi si dirà (solita scusa che funziona), non c'è personale (altra scusa ben sfruttata), ma si dimentica che molti dei disservizi potrebbero essere migliorati con ben poco sforzo ulteriore.
Siccome sul blog ultimamente si fa molta filosofia politica, si vola alti e giustamente perchè occorre anche la teoria, vorrei far notare anche alcune “bazzecole” terra-terra che però sono sotto gli occhi di tutti e tutti i giorni.
Riguardo ai servizi erogati, su alcuni di essi il Comune può avere voce in capitolo in maniera diretta (vedi partecipate, che ci costano fior di quattrini), su altri potrebbe “farsi sentire” attraverso una sòrta di “moral suasion” in modo da elevare la qualità della vita dei propri cittadini.
Ad esempio, sul servizio LFI, sulla frequenza delle corse, sulla capillarità urbana ed extraurbana, sui costi e su un servizio dedicato per il Centro Storico (so' che sono state fatte delle prove con un Pollicino tempo fa', come sono andate? Si farà?), bisognerebbe lavorare di più.
Il capolinea del Centro Storico è assurdo mantenerlo in via dello stadio, in una strada stretta e scomoda per il Paese (ma comoda per la Coop), e dovrebbe essere assolutamente ripristinato in piazza Gramsci.
Dotare le fermate (almeno le principali) di panchine con tettoia sarebbe d'obbligo in un paese turistico, oltretutto a Chiusi in zona stazione ce le hanno con tanto di cartellino “Comune di Chiusi” e sono gradevoli ed utili.
Altro esempio il servizio di Sienambiente che ha costi stratosferici (non ti danno neanche i sacchetti), ma con in cambio una pulizia stradale scarsa e solo per le vie principali, con la raccolta dei cartoni soltanto 2 volte alla settimana...
segue

nostalgico ha detto...

2/2
Per le mancanze dovute direttamente al Comune in tema di manutenzioni poi non ci sono scusanti.
Passando spesso in via della pineta, davanti alla Chiesa di S.Antonio per intenderci, si notano da almeno 2 anni, 4 o 5 mattoni dello scalino di ingresso al parco che sono lì smurati pericolosamente in mezzo e cosa si fa? Direte voi, basterebbe una paiola di calcina e mezz'ora di lavoro, invece c'hanno piazzato un cartello di lavori in corso per non farci passare sopra la gente...
Di queste “cazzatine” è pieno Chianciano, ma nessuno se ne cura, si parla troppo spesso di strategie globali, di trend, di studi di mercato, ma ci si frega costantemente in queste piccolezze, che messe insieme piccolezze non sono, soprattutto agli occhi di chi viene da fuori.
Penso che un'Amministrazione possa, come dicevo prima, fare azione di pressione su altre amministrazioni per migliorare alcuni servizi fondamentali e qui vengo, come esempio agli uffici postali di Chianciano.
Sicuramente per quanto attiene all'organizzazione interna sarà compito delle direzioni interne, ma qui siamo arrivati ad un livello assurdo.
L'ufficio di piazza Italia è costantemente assediato da 20-30 persone con file interminabili e con disagi soprattutto per chi utlizza il servizio postale per lavoro ed in determinati orari, avendo oltretutto chiuso lo sportello a piano terra.
Le file sono mal gestite con numerini diversificati a seconda del servizio, ma mai controllati dagli impiegati, con la conseguenza che i soliti furbi passano davanti a tutti con un biglietto non corrispondente al servizio richiesto, ecc.
Le attività di chiusura vengono fatte in orario di servizio al pubblico e non infrequentemente ho visto dieci, quindici persone tutte sedute con gli sportelli chiusi...e nessuno ha tempo da perdere (anche in questo caso il servizio è pagato profumatamente).
Con questo non voglio addossare all'Amministrazione comunale colpe riguardanti le Poste, ma per le tante aziende, per i turisti e per i cittadini tutti, un sostegno istituzionale per cercare di risolvere la situazione ci vorrebbe.
Chianciano era un esempio, adesso gli esempi li cerchiamo altrove, i servizi sono peggiorati nonostante siano aumentate le esigenze, la manutenzione ordinaria non viene curata..., guardiamo anche alle piccole cose per ridare finalmente un aspetto consono alla nostra immagine.

Roberto Poggiani ha detto...

rispondo a Pifanio autore del post del 6 gennaio 13.58 e mi scuso di non averlo fatto prima ma non ne ho avuto il tempo. Sono il "soldatino Poggiani" quello della Croce Verde. E' la seconda volta che l'Associazione che mi onoro di rappresentare è tirata in ballo nel Blog con affermazioni fuori luogo e prive di senso. Vorrei invitare il Sig.Pifanio, che non ho il piacere di conoscere come sembra lui conosca me, a passare un giorno nella "caserma" della Croce Verde in Via della Pace, 65 e fermarsi un pò fra quei "soldatini" per vedere da chi prendono ordini. Ero incerto se rispondere al Suo post, perchè intimamente credevo non ne valesse la pena, ma poi quando un volontario, io preferisco chiamarli così i "soldatini" della Croce Verde, mi ha detto che aveva letto il Suo messaggio, mi sono sentito in dovere di rispondore, ma non per me in quanto Poggiani Roberto, me per il rispetto che credo sia dovuto alla Croce Verde e ai suoi volontari, per il lavoro che svolgono nei confronti di chi è in condizioni di disagio e sofferenza. Ripeto Sig. Pifanio lo aspettiamo alla Croce Verde in serenità e tranquillità perchè mi sembra giusto che Lei.
Mi permetta, concludendo, una mia valutazione personale sul suo post:
crdo che tra i tanti problemi che Chianciano ha ci sia anche quello di persone che come Lei con una semplice non controllata affermazione mettono discredito su ciò che di buono abbiamo. L'aspettiamo.

Roberto Poggiani

Anonimo ha detto...

la strada per quanto riguarda rilanciare il turismo termale e questa invece noi perdiamo tempo a litigi infantili tra chi a sbagliato a ridurre cosi la citta rimbocchiamoci le maniche troppe chiacchere
fatti non parole qualcuno lo fa altri solo chiacchere
La maggior parte degli hotel risale agli anni Sessanta e Settanta, anche se alcuni hanno una storia lunga più di un secolo. Ma oggi la nuova tendenza è ringiovanire l’immagine, così molti hanno investito in un décor più moderno e contemporaneo e in trattamenti accattivanti.
Così hanno fatto i GB Thermae Hotels di Abano Terme, gruppo storico che conta 5 alberghi tra i più prestigiosi della località. Il nuovo look del benessere sono I Percorsi degli Dei, quattro trattamenti aroma-emozionali che si rifanno agli elementi primari: fuoco, aria, terra, aria.

Anche l’Hotel Aqua è fresco di restauro e ha scelto un piacevole soft design per la hall, il bar, le aree comuni e il ristorante. Seguendo il trend di un soggiorno senza orari qui i trattamenti della spa sono disponibili dalle 5 del mattino a esaurimento delle richieste, la piscina rimane aperta dalle 8 alle 23, nel ristorante a buffet si cena fino alle 22.30.

Noodles ha detto...

"....Debolezza di natura psicologica....insufficiente attenzione delle parole altrui....e tutto cio' appare in modo assai esplicito....."
Corsaro Verde.....Corsaro Verde.....che bricconcello che sei....io credo che....se c'e' qualcuno qua' dentro, che ha necessita' di una analisi sei tu....addirittura due Nick hai usato.....personalita' doppia...probabilmente multipla....
Forse, uno solo non ti era sufficiente per soddisfare la necessita' che hai di corrispondere ad ogni parte.....Eppoi...anche il Nick Corsaro Verde e' esemplificativo....mio caro....
Il Corsaro e' Nero (quello di Salgari,della letteratura e della cinematografia, dell'immaginario infantile...e tutto questo senza dare particolari problemi o accezioni troppo negative...),se veramente e' Corsaro.....perche' tu vuoi esserlo Verde? Hai mai visto uno Zorro vestito di rosa? Essere Corsaro ma Verde.....pensi che ne attenui le caratteristiche?.....Che cosi' possa non dare troppo fastidio?...pensi che alla fine possa piacere a tutti un...Corsaro Verde?.....
Cioe' un tipo battagliero....ma di cui non si deve avere troppa paura....Poi....
Dici che c'e' sempre un prezzo che devi pagare....piccolino.....mi dispiace.....anche se non capisco quale e' questo prezzo......perche' hai dovuto pagarlo......hai commesso qualcosa Corsaro Verde?.......Dimmelo quando hai tempo....sarebbe interessante....eppoi ricorda...tutti noi abbiamo poco tempo......

Anonimo ha detto...

All’att.ne del Sindaco
Dott.ssa Gabriella Ferranti


Il Comitato Direttivo del PRC riunito il giorno 12 gennaio 2009, fra le varie questioni dibattute nel corso della riunione, ha ritenuto opportuno scriVerle per sottoporre all’attenzione dell’Amministrazione un problema che sta diventando ormai insopportabile per la mobilità della nostra cittadina. Ci riferiamo alla fermata dell’autobus di Via dello Stadio che era stata istituita in via provvisoria in attesa della conclusione dei lavori dell’immobile di Piazza Gramsci ex LFI. Considerato che i lavori sono finiti da tempo e che i cittadini lamentano numerose diffocoltà sia relative alla fermata che risulta lontana dall’accesso al Centro Storico e sia ai problemi di sicurezza e di traffico che causa la sosta davanti alle scuole a ridosso del passaggio pedonale, ad una distanza inferiore di 8 metri dal bivio di accesso al rifornimento AGIP e del parcheggio dei giardini pubblici. Con la presente facciamo appello alla Sua sensibilità ed a quella del Consiglio Comunale, da Lei presieduto, affinchè venga ripristinata la fermata storica di Piazza Gramsci e soppressa quella di Via dello Stadio (dove può essere rimesso il doppio senso di circolazione) e quella di Via Dante.

Cordiali Saluti Per il Comitato Direttivo
Antonio Falcone

valtubo ha detto...

Vorrei ringraziare il Sindaco di Chianciano Terme, Gabriella Ferranti, per le informazioni date attraverso le pagine del Corriere di Siena, dove, anche senza chiaro riferimento, sono abbastanza evidenti alcune risposte, seppur parziali all’articolo del 3 gennaio (Corriere di Siena) ed alla “Lettera Aperta” del blog “Valtubo per Chianciano”.
Questo è sicuramente un primo passo verso quell’attività di “comunicazione” tanto richiesta dai cittadini e dai bloggers all’Amministrazione, ma non sembra ancora sufficiente, infatti l’intervento che ho potuto leggere il 9 gennaio sul Corriere di Siena è dettagliato soltanto per quanto riguarda la pianificazione per la nascita del futuro e quanto mai necessario “Piano Strutturale”, mentre per quanto riguarda gli altri argomenti sono soltanto accenni.
Le misure di comunicazione descritte nell’articolo, adottate dall’Amministrazione, sono evidentemente insufficienti e carenti, in quanto a Chianciano Inform@ non è ancora uscito dopo le problematiche sulla direzione nate in Consiglio Comunale e lo strumento della risposta tramite e-mail, permette si un chiarimento, ma individuale e non favorisce di certo il dibattito pubblico e la chiarezza di intenti.
Sarebbe utile, al fine di creare un serio e costruttivo dibattito, iniziare ad informare la cittadinanza sulle scelte che questa Amministrazione intende assumere e sui progetti che vuole o vorrebbe intraprendere in modo da poter, come cittadini, partecipare e collaborare, contribuendo alla realizzazione degli stessi.
Spero quindi in un prossimo futuro, ma veramente prossimo, di vedere qualche intervento più dettagliato, circostanziato e specifico sulla situazione attuale e su ciò che si vuol fare di questa cittadina, sempre più in crisi e degradata, auspicando contributi anche da parte degli Assessori, che specificamente possono di volta in volta dettagliare le varie attività sui problemi specifici di Chianciano Terme.

Valtubo

B.N.79 ha detto...

Salve a tutti da B.N. 79. Mi compiaccio, una discussione veramente ampia....ma siamo sempre al punto di partenza....chiacchere e basta, credo che sia il momento di prendere un impegno, tutti lo dovrebbero fare, si parla del disfacimento della città ma poi non si trova nessuno che voglia fare qualcosa, guardate gli altri paesi, si sono dati da fare, hanno costruito alleanze, si sono mossi per il bene della città....MI sembra alquanto assurdo, mi scuso per il termine con FALCONE (sono dello stesso partito) e con le persone che hanno sollevat) la questione, cercare si riuscire a risolvere la situazione della fermata dell'autobus in via dello stadio.....!!!!!!L'economia del paese è allo sfascio, i cittadini sono sempre più senza identità e ciò si riversa nel fatto che molti hanno preferito andarsene piuttosto che combattere, soprattutto i giovani, istigati da genitori stanchi e sfiduciati, la rabbia viene indirizzata verso gli albergatori che è vero, essendo io stesso un albergatore, hanno delle colpe ma non la totalità della situazione è a loro riferibile, l'età media della popolazione è sempre + alta, l'importanza del nostro centro è nulla visto e considerata la trasmissione fatta dalla RAI un pò di giorni fa, ove venivano trasmesse immagini di Cortona, il lago Trasimeno poi spostandosi + vicino a noi, le immagini di Montepulciano, di Pienza della Val d'Orcia, di Montalcino in particolare, di Bagno Vignoni, della Foce e poi stranamente, la telecamera dell'elicottero passa sopra Chianciano senza nessun commento come se fosse l'ultimo paese alla fine del mondo e vanno a dedicare il tempo per parlare dei problemi della Val di Chiana con paesini compresi.....Ora alla luce di quanto sopra scritto, non vi sembra che il problema della fermata di via dello Stadio, sia sì importante per la viabilità ma casomai da proporre in n secondo momento rispetto alla terribile situazione della nostra economia? Ditemelo voi, non lo so io, a chi livello siamo arrivati? Crediamo che i problemi della città, visto che casomai non toccano direttamente il nostro conto in banca, non ci riguardino? Sono curiosi di vedere le risposte....
Ma diamoci una mossa, lo scrivo e lo ripeto: chi vuole fare qualcosa mi scriva su info@hotelbellariachianciano.com sarò felice di accoglierlo, cerchiamo di amarlo sto'benedetto paese, invece chi ucciderlo noi stessi....

L'Ottimista Realistico ha detto...

Cito testualmente "Il Termalismo a livello nazionale E' OGGI da riqualificare e riorganizzare".
Perché solo oggi? Quando Bussolotti ha accettato senza riserve la Presidenza le cose stavano forse in maniera diversa?
E ancora "E' inutile cercare di portare gente quando il contesto non va di pari passo..."
Ohibò!! Sogno o son desto?
Di pari passo con chi? Con le Terme? Beh! Certo, tenere il passo con un'azienda ben gestita e all'avanguardia come le Terme è una "mission : impossible" anche per Tom Cruise e Brian De Palma.
"Stiamo facendo promozione..." Per la verità bene solo in Russia.
Siamo andati a far promozione lì pensando che ancora ci abitassero gli Unni (più le Unne) e tutti si chiamassero Giò Condor, nella speranza (fior di studiosi ed intellettuali del turismo) che in Siberia soffrissero atavicamente della mancanza di un prodotto "all'avanguardia" come quello offerto dalle Terme di Chianciano.
Chissà, forse abbiamo provato anche "a spacciargli" anche la/le piscine termali.
Mi domando come abbiano fatto a resistere prima di conoscerci!
Ma la domanda vera è un'altra, una domanda che circola ed inquieta da tempo il paese,una domanda che da un pezzo ci blocca la digestione...
"E lui? Riuscirà a portare a termine il suo incarico?"
Ebbene, di fronte ad un tale dilemma è ovvio che le vendite di Malox si siano triplicate.

In questo contesto appare irrilevante che QUESTA Presidenza sia stata peggiore (pare impossibile, ma a mio parere è così) delle precedenti.
L'obiettivo vero, l'unico perseguibile e realisticamente auspicabile, visto il contesto VERO e la materia prima a disposizione, di noi tutti è che si passi nel più breve tempo dai "danni continui" all'"irrilevanza", e cioè al niente assoluto.
A proposito, ricordo a tutti che esistono anche le dimissioni volontarie ed i pensionamenti anticipati.
Ovviamente esisteva anche la prassi della rinuncia all'incarico per manifesta incapacità al ruolo, ma per quella è ormai tardi.
State fermi, non toccate niente, non fate niente di concreto, non sfiorate neanche un'aiuola, in attesa che di sempre tardive dimissioni e prepensionamenti collettivi.
Questo è il vero obiettivo, la speranza ultima che ci fa restare ancora qui.
Un obiettivo semplice, concreto e realistico.

Anonimo ha detto...

Chiedere di togliere una fermata non vuole essere risolutiva dei problemi del paese. Per questo abbiamo fatto già le nostre proposte che nessuno ha colto, purtroppo, stiamo facendo la nostra battaglia politica in Provincia dove, fortunatamente siamo ancora rappresentati in consiglio.
Per quanto riguarda le iniziative del nostro Partito a Chianciano, presto convocheremo un'assemblea pubblica, dove inviteremo le istituzioni, le associazioni, i blogger ed i cittadini per capire cosa ne pensano delle nostre proposte e cosa pensano di proporre come elementi risolutivi sulle questioni che sono sul tappeto. Per ora stiamo facendo una serie di incontri per capire cosa pensa di fare la Provincia e cosa il comune (come istituzioni) per dare delle risposte immediate alla crisi. In ogni caso siamo disponibile ad accogliere qualsiasi proposta venga sia nel blog e sia direttamente. Questi i nostri recapiti: gcomunistaprovsi@libero.it e prcchianciano@supereva.it.
A presto
Antonio Falcone

Noodles ha detto...

L'Ottimista Realistico ha posto una serie di questioni di notevole rilevanza.....sarebbe opportuno approfondirle.....fosse solo per il fatto che non e' sufficiente un articolo di stampa per risolvere i nostri problemi......
Chi ne ha le possibilita' perche' non chiede che venga convocato un Consiglio Comunale Aperto....da tenersi magari alla Sala Polivalente.....per confrontarsi sulla Politica Aziendale delle Terme?........A 360° gradi.......
Il CUORE del problema e' questo....
Sperando vi partecipino anche gli Albergatori (come Associazione di Categoria).........
A proposito....ho saputo che presto, per quanto riguarda quest'ultimi, ci sara' il rinnovo degli organi dirigenti.....Speriamo che questa volta la montagna non partorisca ancora una volta, un topolino.....E a proposito ancora una volta.....ma qualcuno di voi sa che fine ha fatto l'Ex Presidente Anna Duchini?......
Lo chiedo perche', nella desolazione nella quale siamo, ritengo sia l'unica (magari anche sbagliando!) che ha cercato di fare qualcosa durante il periodo nel quale ha avuto la possibilita' di farlo......

Nodless ha detto...

So bene che cio' che ho detto sollevera' non poche prese (contrarie!) di posizione.....ma l'ho fatto in modo positivamente provocatorio perche' sarebbe utile conoscere meglio i tempi....le modalita'.....le ragioni del suo siluramento, ad opera di coloro che l'avevano - a suo tempo - collocata sugli allori.....servirebbe a chiarire molte cose che vengono sollevate e che ci riguardano.......

B.N. 79 ha detto...

Salve a tutti da BN 79. Approvo quello che ha detto Antonio Falcone riguardo al fatto dell'assemblea da indire con le associazioni, blogger, istituzioni etc...Vedo che l'interesse verso ciò che accade nel paese sta crescendo, molte persone scrivono le loro preoccupazioni ma dobbiamo unirsi ed avere un'unica guida, utorevole la quale imponga al di fuori di Chianciano, le improrogabili necessità della città. Quale sia la guida lo dovremo decidere noi all'assemblea alla quale, spero, accorriate numerosi, solo uniti possiamo contare qualcosa, altrimenti rimarremo sempre gli eterni indecisi come oramai veniamo chiamati fuori dalla città....
La rabbia monta, indirizziamola verso un impegno comune, senza barriere, sembra che siamo l'unica città rimasta con quartieri ed ideologie separate..."IL MURO DI CHIANCIANO" lo potremo definire, da una parte albergatori, dall'altra parte cittadini comuni, operai, commercianti, artigiani ed al di sopra di tutti la politica impotente....Speriamo il muro crolli come a Berlino, unendo il popolo che era stato diviso in due con la differenza che essi erano stati divisi da forze maggiori, noi ci siamo divisi da soli, riflettiamo su questo e lavoriamoci sopra. Pensate che Chianciano non vada verso una strada corretta dal punto di vista turistico? Non andiamo a parlare a vanvera ma inviate i vostri pensieri a albergobellaria@libero.it senza paura come fanno da tante parti. Vogliamo cambiare qualcosa? Cominciamo a cambiare noi stessi!!
AVANTI CHE CE LA POSSIAMO FARE,
UNIAMOCI CHIANCIANESI!!
Saluti BN 79.

Anonimo ha detto...

Tanto brava la Duchini, nessuno sa chi ha voluto quell'obrobrio del palabruco? Come sempre la risposta è nella domanda.
Saluti

Anonimo ha detto...

duchini.........allora non voleta cambiare vi piaccion le minestre riscaldate .......allora e giusto andare a fondo....siamo al ridicolo

Anonimo ha detto...

apprendo da fonti certe che il concerto dell 15 genn della cantante amoroso che apriva il suo tour propio da chianciano terme e stato annulato non per motivi di salute ma per motivi tecnici (teatro non in condizioni).....qualcuno sa qualcosa se cosi fosse allora stop alle telefonate e ritiriamoci....

Anonimo ha detto...

"Brava Duchini" era naturalmente ironico

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
cattivo ma non troppo ha detto...

Visto da fuori ,mi permetto da turista che
ha pero forti legami con questa minuscola entita che e Chianciano, e che fin dai primi anni di vita
ha sempre frequentato di fare un commento.
Quello che vedo e questo :per anni
tutto e andato a gonfie vele si lavorava qualche mese e poi giu a cogliere olive andare a caccia giocare a biliardo e andare al bar ,adesso e arrivata la resa dei conti ,il lavoro e poco non basta per tirare avanti e come al solito e colpa del comune !!!!!!
Ma la colpa e di chi vota questi elementi si o no ,la colpa e di chi accetta una corruzione serpeggiante da anni che ha portato tutti al punto in cui siete .O non ve nesiete accorti ?
...Tutti sono stati coinvolti nel richiedere ho accettare una raccomandazione per trovare un posticino alle terme; ho meglio ancora tutto l anno in comune ,tutti hanno cercato di sistemare i figlioli il risultato?
e sotto i vostri occhi ,provate ad aprirli ......fine prima puntata dimenticavo chi si offende non vuole capire

L'Ottimista ha detto...

Condivido il senso, anche se ovviamente non la grammatica dell'intervento precedente.
Anche adesso, proprio mentre la barca sta affondando, ci sono gruppi, gruppetti e una marea di singole persone che cercano di "sistemarsi", cercando già da ora di ritagliarsi uno spazio dentro cose che magari ancora hanno da venire ed essere realizzate, chi ha orecchie p'er intendere intenda.
Prima avrei detto "io credo", oggi dico semplicemente "ci sono", sia dentro la maggioranza che dentro l'opposizione che ovunque, due tipi di persone, e cioè quelle che cercano innanzitutto di fare il bene del paese e quelle che invece tirano dichiaratamente a farsi i fatti propri.
I motivi possono essere i più disparati, e ad alcuni posso anche estendere il concetto di buonafede.
Resta il fatto che per molti, di qua e di là, la priorità "non è" il bene complessivo del paese.
Credo che tutte le altre differenze debbano necessariamente passare in secondo piano rispetto a questa, e spero che chi ha l'incarico di decidere sia consepevole di questo.
In altre parole, spero che chi comanda decida autonomamente in base alle proprie convinzioni e, dopo aver ascoltato e valutato, non si faccia condizionare da niente e nessuno.
A costo di scontentare "qualcuno" che storicamente non è stato mai "scontentato" e di andare direttamente allo scontro.
Non è il momento delle mezze misure

FRANCO ALBANESI ha detto...

Sull'intervento, chiaramente anonimo, il coraggio e' una virtu' che appartiene solo agli onesti, del 20 dicembre, il quale replica un post a firma" MAURO TREVISAN", riportato su "UN POSTO DOVE APPENDERE IL CAPPELLO", blog sul cui contenuto a dir poco delirante, neanche mi soffermo, vorrei dare alcune precisazioni. La societa' proprietaria del Grand Hotel Admiral Palace di CHianciano terme ha sempre regolarmente erogato ai propri dipendenti i ratei di 13 in occasione delle diverse mensilita' annuali. Per cio' che attiene lo stipendio di novembre, il 50% del totale e' stato gia' erogato, mentre l'ulteriore 50% sara' pagato non appena possibile e compatibilmente con le altre esigenze finanziarie della societa'. False a palesemente calunniose risulatano dunque le affermazioni attribuibili a "MAURO TREVISAN", il quel farebbe meglio a preoccuparsi dei suoi problemi che, se confrontati a quelli del Gruppo Albanesi risultano essere bazzecole. Per cio' che attiene Valtubo che ha pubblicato la notizia, lo invito caldamente per il futuro a verificare l'attendibilita' di cio' che riporta, prima di pubblicare post a contenuto diffamatorio. Franco Albanesi

don remo ha detto...

Strano che in certi Hotel si paga metà novembre a metà gennaio.......Ma nei 60 giorni di "stallo" che si fa?? Tipo mangiare, utenze, rata mutuo, spese mediche, auto......

Anonimo ha detto...

Come previsto la situazione e ' al collasso.Aziende indebitate,rate non pagate e abbandonate a stesse.Purtroppo credo che ci saranno da qui in avanti grandi sconvolgimenti chiaramente in negativo,ma la cosa che piu' mi infastidisce e' il silenzio ASSORDANTE di tutte le istituzioni.
Penso che forse le persone che vogliono bene a Chianciano dovrebbero incontrarsi e confrontarsi senza ideologie politiche per PROVARE a fare qualcosa.O sbaglio??

don remo ha detto...

Incontrassi per fà che???
Per stampà i soldi come nel film di Totò????
C'è un detto che dice: "Senza lilleri un si lallera..."
Chi ha i soldi non li spende certo a Chianciano, ormai diventato una fogna per colpa di amministratori incapaci e senza scrupoli, che pur di sistemare parenti e amici hanno affossato VOLUTAMENTE un paese non dico bello, ma RICCO nei tempi milgiori!!!
Ecco adesso siamo tutti poveri, come è sempre stato nella cultura si sinistra "...Tanto vedrai che le finisce anche lui..." ed ancora, "...Mi importa una sega, tanto io c'ho il posto fisso in comune o alle terme...."
Vogliamo risolvere il problema??
Andiamo dalla guardia di finanza e facciamo aprire un'indagine di come vengono spesi i soldi del nostro paese, degli appalti che vengono concessi, delle spese di promozione, degli stipendi pubblici, delle famose vocine di bilancio da 10/15 mila euro che nessuno guarda, ma che a fine anno provate a mettere insieme.....
Ci sò passati avanti tutti, anche Celle sul Rigo, e noi siamo a guardare sti 4 gonzi incompetenti che riescono a spendere 1,5 milioni di euro di Tarsu per far fare le seghe agli spazini pagandogli lo stipendio.......

Anonimo ha detto...

Bravo Don Remo
Approvo senza riserve il tuo ultimo post
F.to
un quasi ex-albergatore

Andrea Angeli ha detto...

Salve,
come richiesto in precedenza dal nostro Gruppo Consiliare, Vi informo che nel corso del Consiglio Comunale di questa sera, ore 21 presso la sala consiliare del Comune di Chianciano Terme, i Presidenti dell'Immobiliare Terme e Terme di Chianciano, Fausto Norrito e Sirio Bussolotti, esporranno sullo stato di avanzamento dei lavori per la costruzione delle piscine termali, problematiche e prospettive di rilancio dell'economia termale chiancianese.
Cordiali Saluti.

--
Dr Andrea Angeli

Anonimo ha detto...

Notizie dal comune.
Riorganizzazione degli uffici. Aumento delle posizioni di responsabilità da 9 a 11, con ulteriore aggravio di spese …... pensate che nei comuni limitrofi ci sono al massimo 5 o 6 ……
Prosegue l’azione impenitente dello spezzettamento degli uffici per gratificare gli amici di partito ed i parenti .... e poi si dice che questa amministrazione non fa niente ... e invece fà!!!
Meditate gente meditate

Anonimo ha detto...

Mattioli

CHIANCIANO TERME. Sta finendo male l'esperienza chiancianese di Antonio Guidi che è stato candidato a sindaco a capo di una lista di centrodestra, composta non solo dal Pdl ma anche dalla Lega Nord, dalla Destra, dall'Udc e dai Socialisti.

Dopo la seduta di insediamento del Consiglio Comunale infatti l'ex ministro non si è più presentato limitandosi a mandare un fax al sindaco per comunicare la sua impossibilità a partecipare alla riunione. Poi è scomparso, mettendo in imbarazzo gli esponenti del Pdl che, tra l'altro, sono rimasti senza il quinto consigliere di minoranza (non potendo sostituire Guidi in mancanza di sue dimissioni ufficiali) e provocando l'ira dell'esponente socialista Evandro Nannetti, che a suo tempo aveva dichiarato di non ritenere le comunicazioni via fax di Guidi come una giustificazione.
Nell'ultima riunione del Consiglio Comunale però qualcosa ha cominciato a muoversi: il sindaco Gabriella Ferranti ha comunicato di aver avviato le procedure per sostituire Guidi (dovrebbe subentrare il primo dei non eletti Ottavio Chiezzi) con la lettera inviatagli il 12 gennaio scorso. Lettera nella quale gli si dà tempo fino al 12 febbraio per fare conoscere le eventuali cause che gli hanno impedito di partecipare alle sedute del 13 novembre, del 30 novembre e del 23 dicembre.

che dire penso che solo qui possono accadere queste cose ma doveva essere mandato via molto prima e una buffonata chi scrive e un elettore di destra che non vota in questo comune ma sono ospite, e una vergogna per la coalizione di destra che roba .........

Anonimo ha detto...

Dichiarazione del capogruppo comunista della Provincia di Siena Antonio Falcone sul Centro di eccellenza delle malattie epatobiliari promesso a Chianciano dal candidato alle regionali del PD Enrico Rossi: BASTA ANNUNCI E PROMESSE ELETTORALI DOPO OTTO ANNI DI VUOTO.....SI RISCHIA DI IRRITARE PERFINO L’EROE DI COLLODI.
" Enrico Rossi ed il PD provinciale rilanciano il centro di eccellenza per le malattie epatobiliari, come se alla guida della Sanità regionale, della Regione Toscana e della provincia di Siena fin’ora ci fossero stati i marziani. Durante la festa dell'Unità del 2002 Enrico Rossi assunse l’impegno per la costruzione di un Centro di Ricerca per le malattie del fegato, ripreso sia dal programma comunale che da quello provinciale del 2004, sbandierato ai quattro venti in ogni occasione pubblica, incluso la campagna elettorale 2009. Sono passati otto anni, Enrico Rossi ha fatto carriera e da Assessore alla Salute diventerà Governatore della Toscana, viceversa l’impegno assunto è retrocesso, da centro di ricerca per le malattie del fegato si è ridotto in centro diagnostico di eccellenza.
Non ci vuole molto per capire la differenza.
Tuttavia in ogni appuntamento elettorale il PD non perde occasione per fare annunci sul rilancio di Chianciano. Peccato che dopo le elezioni rimane il vuoto ed i pilastri di cemento armato abbandonate nella desolazione e nel degrado, come nel caso delle piscine termali e del pala-congressi.
Possiamo comprendere Elisa Meloni che nel 2002 era ancora adolescente e forse non è informata sul passato della città termale, ma come si può comprendere chi ricopriva e ricopre tutt’ora ruoli importanti sia nell’Amministrazione che nel PD. Come è possibile giocare con i problemi e la pazienza di chi non riesce a sopravvivere con la propria impresa e di chi perde ogni giorno il lavoro e la speranza di andare avanti?!"

un chiancianese ha detto...

salve,
a chi spera che chi ci ha distrutto, ci faccia risorgre ......
mi permetto di far notare che i problemi di tutti i giorni rappresentati da scadenze varie che arrivano in continuazione sono la nostra realtà giornaliera che viaggia a 300 all' ora, ok!!
Ma i polliticanti, dovete rassegnarvi all' idea che nel loro mondo parallelo VIAGGIANO A 30 ALL' ORA.....
e non hanno il minimo interesse ad adeguarsi a noi, questo è il dato che deve far riflettere chiunque.
La morale
"aiutati che dio ti aiuta"
dovrebbe diventare il motto di noi tutti chiancianesi.
Altro che aspettare promesse e cavolate varie dette dai polliticanti per addolcire la pillola ma nel pratico per non fare poi nulla!!!
Fino a che non riusciremo ad essere un nutrito gruppo di persone APOLITICHE ma con le palle quadrate che sanno cosa vogliono e come nuoversi, saremo il bengodi della politica perchè il loro fine è sempre stato quello di DISGREGARE LE PERSONE e non di unirle, invece in un momento delicato come quello che stiamo vivendo oggi l' unico modo per cercare di togliere i piedi dal fango sarebbe UNIRSI.
La certezza che avremo fino a che non riusciremo ad unirci sarà sempre e solo MISERIA.
Comunque ribadisco come detto a suo tempo..... ancora in troppi quando arrivano a casa trovano sul piatto la bistecca !!!!!
Qundi vengono quì sul blog scrivono, tanto per farci vedere che ci sono, ma non sono spinti dal problema vero!!!!
LA FAME!!!!
Quando ci sarà SUL SERIO allora forse ....... capiranno di mandare a quel paese la politica, che deve rimanere SOLO il mezzo e non il veicolo per arrivare al fine.
Cosa che ad oggi è l' esatto contrario.-.-

Anonimo ha detto...

Don remo.... ma Lei dove vive in paradiso? Non credo a Chianciano Terme, diversamente sarebbe meno scioccamente caustico e piu' realista!

Don Remo ha detto...

Scioccamente caustico?
Dimmi, tu dove vivi? Non credo a Chianciano
sei anche tu fra quelli che si preoccupano solo di quanto gli fanno l'olive??? Tra quelli che il 27 risquotono?
Hai tessere di partito? Sei un manovrato?
Apri gli occhi!! Liberati del tuo io e forse come te tanta gente capira' come cambiare le cose

Anonimo ha detto...

Cambiare le cose? Ma tu dov'eri nascosto, o meglio ancora mimetizzato, quando a Chianciano Terme i tuoi concittadini come dici tu portavano avanti lo scempio oggi sotto gli occhi di tutti? O credi di essere cosi' puro che il tuo spirito di combattente ha battagliato con tutti negli ultimi anni, senza pero' il benche' minimo risultato? per quanto riguarda il mio io, sappi che vado perfettamente d'accordo con lui, cosa che, da come parli, non puo' certo dirsi di te!

Anonimo ha detto...

ma don remo chiedo scusa e un prete? se si si occuppasse di chiesa e solidarieta e quant altro compito di un uomo di chiesa la sci stare la politica gia e troppo incasinata ci manca solo la chiesa

don remo ha detto...

Qui non si parla di politica, ma di gente che secondoe ruba soldi o per lo meno li da ad amici per poi prenderli sotto altre forme ( e così diventano anche puliti)
Facciamo un bel gioco: proponiamo ai nostri amministratori lo stipendio a percentuale... Ci sono risultati? Vieni pagato, non raggiungi li scopi? Non mangi.
Vediamo ora chi vuole stare nel palazzo.
Ahh, dimenticavo, unico giudice la cittadinanza
Io le soluzioni le propongo, non faccio solo battutine insulse come chi non sa scegliersi neanche un nick e rimane anche qui (Internet) un ANONIMO

Anonimo ha detto...

Caro Don Remo, visto che parli di gente che ruba, perche' non proponi formali denunce con nomi e cognomi all Procura, cosi' ci facciamo tutti due risate. Sai per la legge si commette reato anche non impedendo il compimento del reato stesso. Le tue proposte: farneticanti ed irrealizzabili, passa a qualcosa di piu' serio e concreto, forse cosi' darai un contributo fattivo.

Don Remo ha detto...

Hai ragione, bisogna fa i nomi ma non qui, ci sono le sedi opprtune, quando usciranno saprete che qualcuno ha agito, per ora si puo' solo informare la gente che se le cose non vanno e' perche' le scelte anche se inopportune non vengono prese. Io propongo delle linee guida, tu caro anonimo oltre che automanipolarti il basso ventre che fai???

Anonimo ha detto...

automonipolarti il basso ventre.......... no comment

Don Remo ha detto...

Se avessi detto "...peccando di onanismo" non avresti capito....

Anonimo ha detto...

"Onanismo" indica più propriamente ogni atto diretto a impedire la generazione della prole mediante l'uso del coito interrotto o altre pratiche antifecondative. L'effetto finale dell'atto consiste nella dispersione del seme, e tale atto può riguardare solo gli individui di sesso maschile (i quali, appunto, hanno la capacità di produrre il seme e quindi, anche, la possibilità di disperderlo). Nell'uso corrente – ma talvolta anche nella terminologia medico-psicologica – alla parola onanismo resta accostato il significato originario di pratica della masturbazione, mentre il significato più accurato è utilizzato, ad esempio nella teologia morale

Don Remo ha detto...

Mica potevo dire seghe.....

Anonimo ha detto...

A.... Don Remo, dovresti dedicarti di piu' a salvare le anime, ammesso e non concesso che tu ne abbia le capacita cosa che dubito fortemente, e molto meno a dire idiozie. Il confronto lessicale non e' certo il tuo forte!

Anonimo ha detto...

andate via giovani, al paesello vi aspetta solo poverta' e depressione.
Solo chi e' spinto riesce con i suoi demeriti ad avere un posto decente, lasciateli marcire da soli, svegliatevi e uscite da questo sistema. andate via dove i meriti contano !!!!!!!!!