e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

mercoledì 23 settembre 2009

Chianciano Terme: Sveglia!

(immagine by Web)
A fine di una delle stagioni più difficili della nostra storia, è arrivato il momento di darci una mossa, ora non abbiamo più scuse arriva il periodo nel quale possiamo organizzare e preparare le strategie per il nostro futuro.

Mettiamo a confronto le nostre idee e progetti, cerchiamo una proposta condivisa prima che Chianciano affondi definitivamente, da portare avanti per l’immediato, non aspettiamo la “pappa pronta”, diamoci una smossa, Chianciano Terme, Sveglia!

Aspetto i vostri commenti,

Saluti,

Valtubo

61 commenti:

IL CORSARO VERDE ha detto...

devo dire purtroppo che: "non c'e' peggior sordo di chi non vuol sentire"! Cosi' come stanno le cose succeda quel che deve succedere, tutti si leccherano le ferite, almeno chi sopravvivera'.

Anonimo ha detto...

Chi ha ancora voglia di combattere e sopravvivere è arrivato il momento di farci sentire, visto che con le parole non si ottiene niente passiamo ai fatti. Tutti insieme contro questo sistema politico ormai decadente,bisogna far sentire la nostra rabbia senza avere paura, altrimenti non avremo più modo di esistere a Chianciano.

south force

Anonimo ha detto...

La sveglia e' suonata da tempo ma nessuno ha voluto sentirla.....banca locale ALLO SBANDO in mano a Sovi.....,..........,nuova giunta inesistente in mano a mamma banca di Siena e alla sede del partito sempre a Siena.Totale e manifesta incapacita' a compiere il minimo intervento.Intanto il paese e' allo stremo con negozi,alberghi chiusi e clienti insoddisfatti.Non esiste un locale per far divertire i turisti in paese,non esiste piu'un cinema,zero spettacoli alle terme e vogliamo che la gente venga qui??? A che fare scusate,voi ci verreste?????Qualcuno e' sicuramente colpevole di tutto cio'.Un paese ingessato non si puo' fare niente,non vogliono.....i colpevoli li conosciamo tutti e allora cari concittadini che facciamo???? Il tempo dell'attesa e' finito

Anonimo ha detto...

Ho visto il simpatico video di Lauro Crociani, linkato quì sul Blog, sui cartelli degli orari degli autobus.
Probabilmente a qualcosa è servito visto che, passando per via dello Stadio, ora i cartelli sono tutti ad altezza occhi.
Grazie Lauro e grazie Valtubo!

zalamort ha detto...

Drinnn, la sveglia è suonata????
Ma per chi???
Non avete capito una cosa... sordi che non sentono, incapacita, etc etc... ma lo volete intendere che per loro le cose vanno bene!! per questo non fanno nulla!!
Chi (me compreso!)si lamenta, rientra nella piccola percentuale di disgraziati che hanno a che fare con il turismo e sono piccoli imprenditori che aspettano da 20 anni che chianciano si rialzi.
Ma la chianciano vera non è rappresentata da questi ultimi... vi entra in testa????
Chianciano è gestita e rappresentata da un popolo di stipendiati, (usate pure tutti i vocaboli che volete per identificarli)io ne uso uno solo ""amorfi".
Quindi..... a loro andrà sempre bene, e a noi non resta che........
sentire la sveglia, per alzarci e correre..... dove???? VIA DA QUI'...
Le cure si danno quando c' è uno spiraglio di sopravvivenza, quì la morte è certa quindi non vale la pena di provare a reagire!!
Chianciano è una causa PERSA.
Mi spiace solo, per le persone che ancora non si arrendono all' evidenza, illudendosi che qualcosa ancora si può fare.

Anonimo ha detto...

E' vero concordo con Zalamort tranne su fatto che tutti i responsabili dello sfascio compiuto debbano restare impuniti.Poi per il popolo degli stipendiati chiancianesi deve essere chiaro anche per loro che perdurando questa crisi e continuando a chiudere le attivita' commerciali anche il loro posto vacillera'.....se crolla sara' per tutti......

Fabrizio Giugnoli ha detto...

Ho speso un pò del mio poco tempo libero per un riassunto delle mie proposte per il rilancio di Chianciano, facendo tesoro anche di alcuni suggerimenti usciti dal blog.
Per non tediare inutilmente chi non è interessato ho inviato a Valtubo questo "programma di rilancio personale" tramite un file che potete leggere (e stampare) nel Link "Progetti e Idee per Chianciano" rintracciabile nella barra a destra della home del blog, sopra "gli amici di Valtubo".
Il mio vuole essere un tentativo di rilancio tramite una proposta organica, chiaramente soggettivo e personale, e quindi suscettibile di miglioramenti e critiche.
Se poi queste ultime fossero costruttive o entrassero nel merito, a mio parere, sarebbe meglio.
Ad uso e consumo di tutti gli interessati, compresi coloro che possono immediatamente trarne spunti per "fare".

Anonimo ha detto...

visto che la banca locale è spesso citata nei vari commenti e nei vari commenti si leggono i nomi dei colpevoli "dell'accaduto" individuati in giani, angeli, marchetti, mi piacerebbe capire come non venga mai "nominato" chi presiedeva la banca e veramente ne poteva decidere i destini: il consiglio d'amministrazione e quindi il suo presidente guerrini!!!! non capisco come si possa pensare che organi tecnici (direzione e controllo) possano essere più decisivi nelle sorti di un azienda rispetto a chi l'azienda la conduce... a meno che non si creda alla teroria del poteva "non sapere" ...dove va la barca lo decide il capitano... o no??????

Anonimo ha detto...

quello che è successo con la banca locale ha dell'icredibile...ma soprattutto che non si voglia far pagare i danni ai responsabili..anzi saranno tutti promosasi e liquidati con vari milioni di euro....tutto avvolto in una cortina fumogena anche perche' i respondabili in sede di elezioni se ne sono andati un po' di qua ed un po' di la... anzi cercavano protezione anche rinnegando la loro storia politica (come il 'verde' che ha cercato aiuto nel centrodestra x poi tornare all'ovile )cosi ..cane non mangia cane ..mentre poi se un un povero cristaino qualsiasi andava in banca x un prestito di 5000 euro volevano le garanzie anche dei parenti al cimitero

pecora nera ha detto...

Beh Anonino delle 11.40 Guerrini è il primo tra i responsabili del tracollo della Banca... ma almeno lui ha avuto la decenza di starsene zitto e non buttarsi in politica.
Cmq sia la colpa è anche dei soci della banca, i piccoli risparmiatori chiancianesi che in sede di Assemblea o in altre occasioni non hanno mai fatto sentire forte la loro voce di protesta!!
Ma tanto questo è un vizio tutto chiancianese sparlare tanto nei bar e poi al momento cruciale tutti zitti come un gregge di pecore e avanti sempre con la solita gente...
Non c'è manco più bisogno di dirle queste cose a Chianciano le cose non cambieranno mai.
Continuiamo tutti assieme a dire beee beee beee che si migliorano le cose!!!!!

Anonimo ha detto...

Leggendo l'argomento precedente ho notato che finalmente un esponente della maggioranza ha provato a spiegare ai comuni cittadini la situazione dei tigli e dei pini di via Po' facendo una cosetta facile facile, cioè informando.
Un atteggiamento, quello di Roberto, che se fosse imitato dai suoi colleghi potrebbe chiarire dubbi e sgomberare il campo da illazioni o chiacchiere in libertà in merito a tante vicende e problemi di Chianciano.
Basta poco, che ce vo'?
Comunicate gente, comunicate...

Anonimo ha detto...

cara pecora nera... è stato zitto, non si è buttato in politica ma è il vice-presidente della nuova banca cras.... ma!!!!!

pecora nera ha detto...

Caro anonimo delle 19.36
Guerrini sarà pure vicepresidente della CRAS ma stai pur certo che quelli che comandano nella nuova banca si guarderanno bene, visti i precedenti, dal far mettere bocca nelle questioni più importanti i chiancianesi.

Anonimo ha detto...

Parlo come ex titolare di partita iva, proveniente da famiglia tradizionalmente di piccoli imprenditori- artigiani.
Purtroppo nell'impossibilità di proseguire la mia attività per vari motivi e per poter riuscire a sopravvivere, da diversi anni, invece di frignare, mi sono rimboccato le maniche ed umilmente e faticosamente sono riuscito ad avere uno straccio di lavoro, come dice qualcuno, da amorfo dipendente ed oltretutto fuori Chianciano, facendo anche una vita da pendolare che non auguro a nessuno.
Bene, per informazione, la stragrande maggioranza degli amorfi dipendenti, hanno i seguenti privilegi: non contano nulla a livello politico, a malapena arrivano a fine mese e per questo sono anche molto incazzati, pagano le tasse fino all'ultimo centesimo, ultimamente non sono più rispettati da nessuna forza politica e proprio per tutto questo e perchè sono la maggioranza degli italiani, penso sia saggio tenerli calmi e tranquilli.
Chi pensa che "la sveglia" per Chianciano sia prendersela con una categoria di persone, sparando nel mucchio, faccia pure, tanti auguri.
Se non si parte dal rispetto per tutti e se non si ha l'umiltà di rimboccarsi le maniche e l'onestà intellettuale dell'autocritica, il nostro Chianciano può solo che andare di male in peggio.
Auguro salute e felicità a tutti.

partito I.V.O ha detto...

Anonimo delle 2.12, scusa, ma evidentemente non ti sei rimboccato abbastanza le maniche, perchè hai preferito fare il ventisettista che come dici te deve anche fare il pendolare ed essere dimenticato da tutti.
Probabilmente guadagnerai molto (più di quando eri imprenditore) perchè altrimenti il lume non vale la candela, no?
Ammetti così che i titolari di partita iva non sono poi cosi privilegiati, altrimenti l'avresti mantenuta...
I dipendenti non contano a livello politico? Praticamente tutti i politici locali hanno un percorso da dipendenti (possibilmente pubblici) così da avere anche tempo da dedicare al partito e infatti la riprova è che non vengono mai fatte leggi a pro degli autonomi, anzi sempre più bastoni tra le ruote.
I dipendenti hanno uno stipendio che arriva anche quando piove, quando è domenica, quando c'hai la febbre, quando sei in ferie, hanno tutte le tutele sindacali e, spesso, i dipendenti arrotondano con vari lavoretti al nero e in diversi casi ci raddoppiano lo stipendio, quindi smettiamola con le ipocrisie e non venire a fare la morale sulle tasse perchè i veri evasori non sono certo i titolari di partita iva (mi spieghi perchè ai concorsi pubblici c'è sempre un esercito di persone e le attività in proprio chiudono? Tutti autolesionisti?).
Non è forse anche per tutti quelli che come te che hanno "aiutato" Chianciano andandosene a lavorare da altre parti che ci ritroviamo in questa situazione?

valtubo ha detto...

Ringrazio pubblicamente il blogger Fabrizio Giugnoli, il quale con un ottimo lavoro ispirato alle esigenze emerse sul blog, ha affrontato in maniera organica i vari aspetti e le problematiche della Chianciano attuale (visibile nel link "Per il rilancio di Chianciano" - barra a destra nella homepage).
Sperando che molti altri bloggers e/o esponenti dell'Amministrazione, dell'opposizione, di Enti, Associazioni, ecc., contribuiscano sempre di più alla ricerca di soluzioni, esprimo la mia soddisfazione per questo lavoro.
Tutto questo a dimostrazione di quanto il Blog possa essere, se ben letto ed utilizzato, un vero strumento propositivo e non soltanto di critiche, a volte sterili ed inconcludenti.

Saluti,

Valtubo

zalamort ha detto...

Salve, come al solito la palla la raccoglie la mano sbagliata, mi riferisco all' anonimo ex imprenditore, con coda di paglia annessa!!
Il mio giudizio, sappi che non è riferito direttamente a tutte le persone che si guadagnano da vivere come te! cmq oggi la tua categoria indiscutibilmente è più privilegiata rispetto ad altre, (come giustamente ti è stato fatto notare nel post successivo al tuo).ed allora ti chiederai a chi è indirizzato, se avessi letto bene il mio post nonn ti dovevi risentire... comunque a chi governa e rappresenta chianciano in loco ed altrove.Praticamente noi siamo un paese che dovrebbe vivere di turismo, ma guarda caso chi ci rappresenta oltre che non ci capisce nulla (di turismo ed altro!!), non è neanche minimamente interessato a documentarsi in materia, dato che non ci deve campare direttamente con tale risorsa..... in fondo al mese il conto in banca si ricarica automaticamente alla faccia di chi stà quì a reggere l' anima con i denti. Mi dispiacec per te che hai gettato la spugna, cosa molto semplice ma tranquilllo cosa che hanno fatto anche molti altri chiancianesi doc. (ecco perchè siamo alla frutta!!) del resto hanno svenduto quel pugno di mosche che avevano creato magari i genitori, ed ora siamo quì.
Gestiti da persone incapaci ed amorfe, che fanno finte adunate alla polivalente per chiedere al popolo cosa???
Di risolvere per loro quello che loro non sanno fare..... del resto scusatemi se fossero così bravi e capaci hanno un programma che doveva salvarci da tutto,,, basterebbe che lo applicassero invece???
Ci godiamo la felicità e la fortuna che ci hai augurato!!!
HAHAHAHA

Anonimo ha detto...

da ex chiancianese, che non vive piu' li' da tanti anni oramai, ma che ci ritorna spesso per motivi familiari, non posso che dirvi quanto mi stringe il cuore a vederla ridotta cosi', io che mi ricordo come era alla fine degli anni 80.. proposte concrete non ne ho, essendo oramai da tanto "fuori dal giro", ma ho proprio l'impressione che si sia voluto spremere tutto il frutto fino alla buccia, esaurendo le risorse senza creare un'alternativa e dandosi in sostanza la zappa sui piedi.. la chiusura del cinema e' poi stata la ciliegina sulla torta: come si puo' anche solo PENSARE una cosa cosi'?? forse un po' piu' di amore per la propria citta' da parte degli amministratori non guasterebbe..

Anonimo ha detto...

Caro anonimo delle 2,12, sono perfettamente d’accordo con te, anche perché, purtroppo, ho avuto un percorso esistenziale simile al tuo.
Il problema è che è inutile discutere con gente che non vede più al di là del proprio uscio.
Se si applica lo stesso metodo di ragionamento di questi signori è facile controbattere come sparare sulla Croce Rossa, infatti, viene da dire: ma se vi sembra che un lavoratore dipendente sia così privilegiato e strapagato, allora perché non lo fate anche voi?
Perché siete eroici resistenti, che non vi abbassate a fare la fila per i concorsi londano da casina vostra o non vi umiliate a cercare lavoro da qualche altra parte? O perché avete difficoltà di adattamento?
Vuoi vedere ora che uno che cerca di arrangiarsi, restando onesto e lavoratore è uno che si arrende, pure fannullone e può essere solo definito come un comunista di m…
Meglio andare a direttamente a rubare?
Vuoi vedere che tutti quelli che si rompono la schiena nelle fabbriche, nelle aziende, negli alberghi (anche 15 ore al giorno) ed in ogni dove, sono tutti mantenuti da questi signori, che lavorano e producono altro che loro e che tutti gli altri stanno li fermi ad aspettare il 27 e la cassa malattia?
Continuate solo a lamentarvi e a dare la colpa di tutta questa situazione anche a chi cerca di migliorarsi nella vita o anche semplicemente solo di sopravvivere.
Bravi, complimenti !!!, non vi è mai venuto in mente che la vostra situazione è dovuta proprio al fatto che in questi anni ognuno a pensato per se e per il suo piccolo orticello e ora che c’è la crisi i frutti di questo comportamento profondamente sbagliato vengono a galla ?
Ma non vi rendete conto che bollite nel vostro stesso brodo?
Se gli enti e le istituzioni che dovrebbero tutelarvi non funzionano o ancor peggio non esistono, non è anche colpa di chi non si è preoccupato di crearli o anche solo di sostenerli e cioè dei diretti interessati?
In ultimo, da questa specie di ragionamenti farneticanti si evince che, alle ultime amministrative, tutti gli imprenditori di questo paese hanno votato contro questa amministrazione e che tutti i dipendenti hanno votato a favore. Complimenti, che analisi profonda ed intellettualmente elaborata!!!
Non ci sono imprenditori che hanno ricoperto o ricoprono cariche istituzionali?
A parte che non è del tutto vero, o anche se lo fosse, perché non si candidano invece di stare ben nascosti a fare i cecchini per sparare non si può dire cosa?
Prendete fulgido esempio dal nostro amato/odiato Presidente del Consiglio che, a quanto dice lui, da operaio è diventato imprenditore e poi è diventato quello che è.
Ma dove vivete, nel paese delle meraviglie?
Se pensate che sparlare sul mondo del lavoro sia utile e costruttivo, continuate così, vi auguro che questo risolva tutti i vostri problemi, io penso che andrete solo di male in peggio.
Ragionando in questo modo la morale ve la fate da soli ed oltretutto emerge palesemente una certa invidia ed odio atavico che avete nei confronti di chi ritenete erroneamente stia meglio di voi.
Personalmente non sono certo un estimatore di chi ci ha amministrato o ci amministra ad oggi e non li ho certo votati io, bisogna però anche riconoscere che chi ha attività a Chianciano e in questi anni ha vissuto l’inesorabile declino del paese, salvo rari casi,ha fatto poco o nulla per tutelare i propri interessi, aspettando proprio la “pappa” che purtroppo non è arrivata.
Un ultimo consiglio, prendetevela con chi di dovere e fate proposte concrete e non chiacchiere da salotto, comunque, non contro chi contribuisce, come anche voi, e non poco, a mandare avanti questa baracca scassata, o altrimenti continuate ad alimentare solamente una inutile guerra tra poveri che non fa bene a nessuno.
HA,HA,HA, lo vorrei poter fare anche io, ma al momento non mi viene molto da ridere.

In Loco Parentis ha detto...

Per restare in tema col titolo del post, "Chianciano Terme: sveglia!", voglio ribadire un informazione, che avevo allungato nel precedente post, anche in seguito ad una proposta relativa all'associazione che dovrebbe riunire i "grandi" centri termali, avanzata in altra parte del blog: Fiuggi è chiusa da mesi e mesi, ossia le terme quest'anno non hanno aperto...!
180 dipendenti in cassa integrazione, gli altri a casa direttamente, come dire che laddove qui a Chianciano ci si lamentava di poche presenze, a Fiuggi invece pareva realmente di essere in un cimitero abbandonato...
Tanto perche qui ci si dia una regolata... e magari si comprenda che l'esortazione a svegliarsi è imperativa.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 18.53, ma che sei andato a lezione da Epifani?
Purtroppo di la dall'uscio ci si vede e bene e proprio per questo i tuoi discorsi non stanno ne in cielo ne in terra. Ti posso dire che tanti di quelli che si rompono la schiena avevano la ditta per conto loro ed hanno preferito andare a stipendio in qualche ditta perchè non ce la facevano a tirare avanti (però che privilegi).
Ma chi vuoi prendere in giro?
Quelli che lavorano anche 15 ore prendono anche i famosi fuoribusta come ben saprai, altrimenti col cavolo che ci starebbero oltre l'orario sindacale, con la differenza che quando tornano a casa non si portano dietro tanti problemi.
L'azienda chiude? Andremo a lavoro da un'altra parte, pace.

dr.faust ha detto...

per in loco...
e basta co sta storia, che tutte le altre terme sono peggio di noi....la verità stà nel fatto che nel 2009 la gente non ha il motivo per curarsi il corpo con le terme dove può usa le medicine.
Le terme oggi si usano solo per il benessere, non a caso sono fioriti un pò ovunque centri benessere.
Il problema è un' altro le realtà che funzionano, casciana terme, saturnia,sancaciano etc.. sono in mano a pochi, (forse ecco il motivo del successo)se volessimo creare un qualcosa di simile a chianciano troveremo subito il muro della politica, ecco il vero motivo del disastro, dove il carrozzone è grande la politica ci sguazza e appiattisce tutto, dove il carrozzone non è gestibile dalla politica guarda caso le cose funzionano meglio....
Allora non sarà il caso di cominciare a dare un nome e cognome ai personaggi che BLOCCANO l' economia di un paese e si cominci a fare piazza pulita???
Quindi sveglia... chi sa parli....
E poi se le terme non vanno più di moda ... pace ... si trovi l' alternativa...
Certo che con i personaggi che oggi ci ritroviamo presso le istituzioni locali, parlare di alternativa alle terme è pura eresia!!!! ancora ci vogliono far credere che rispetto alle altre terme noi stiamo bene!!!!!
IO SO SOLO UNA COSA SUL CALENDARIO LA STAGIONE UNA VOLTA AD OGGI STAVA FINENDO......QUEST' ANNO CREDO SI POSSA DIRE CHE LA STAGIONE NON SIA MAI COMINCIATA...
Un ringraziamento particolare va a tutte le istituzioni(sindaco vecchio e nuovo, assessori vari vecchi e nuovi, e alle terme) che con il loro grande operato hanno fatto si che ciò accadesse.

Anonimo ha detto...

Avete ragione, mi arrendo, i miei discorsi non stanno nè in cielo nè in terra ed io sono andato a lezione da Epifani, che oltretutto mi sta anche sulle balle.
Voi invece che siete autodidatti?
Forse ecco perchè i vostri discorsi, oltre che di elevata levatura e attendibilità, si commentano da soli.

Polmone Destro ha detto...

Girellando su internet, ho scovato questa notiziuola sul futuro del trasporto pubblico locale, speriamo bene...

Progetto “Toscana del Sud”, arriva il via libera della Regione

Nella giornata di oggi, venerdì 7 agosto, i presidenti di Atm Spa, Lfi Spa, Train Spa e Rama Spa hanno presentato all’assessore ai Trasporti della Regione Toscana Riccardo Conti il progetto di aggregazione delle aziende di trasporto pubblico locale

Il progetto di aggregazione delle aziende di trasporto pubblico locale di Arezzo, Grosseto, Piombino e Siena è stato presentato in Regione.

Nella giornata di oggi, venerdì 7 agosto 2009, i presidenti delle quattro aziende coinvolte nel percorso di aggregazione nella Toscana Meridionale - Carlo Torlai di Atm Spa di Piombino, Ezio Bartolini di Lfi Spa di Arezzo, Marco Simiani di Rama Spa di Grosseto e Massimo Roncucci di Train Spa di Siena - hanno incontrato a Firenze l'assessore regionale ai Trasporti, Riccardo Conti.

Il progetto, che non prefigura un processo di fusione ma di aggregazione, è finalizzato a creare una nuova azienda (New Co), la Toscana del Sud, dentro la quale saranno conferiti gli asset, e quindi i beni strumentali, bus, attrezzature di officine, tecnologie, personale, ecc. - ma non gli asset patrimoniali. Le singole società originarie continueranno ad esistere andando però a partecipare all'interno del nuovo soggetto “aggregato” che si occuperà della gestione dei servizi di trasporto, anche con la possibilità di prevedere integrazioni sia territoriali che modali.

Il progetto della Toscana Meridionale - che porterebbe alla nascita di un soggetto che arriverebbe a disporre di circa 1.200 dipendenti, per 86 milioni di fatturato complessivo e oltre 34 milioni di produzione chilometrica annua - permetterebbe di rispondere alle nuove esigenze del mercato, rispondendo alla concorrenza di investitori stranieri e garantendo servizi di qualità a costi più bassi. Un progetto i cui punti chiave sono: migliorare l'efficienza di gestione e l'efficacia commerciale; la difesa dei posti di lavoro ed un loro potenziale sviluppo nonché un aumento qualitativo e quantitativo dell'offerta di servizio a favore dei clienti.

“Finalmente si realizza uno dei temi della concertazione 2002 che ha guidato i processi di riforma del trasporto pubblico in Toscana - ha spiegato l'assessore ai Trasporti della Regione Toscana, Riccardo Conti - Siamo convinti che il progetto di aggregazione sia da condividere in virtù dei positivi miglioramenti che sarebbero assicurati ai servizi garantiti ai cittadini e per lo strategico rafforzamento sul mercato di aziende radicate sul territorio. Certo è che il compito di decidere se andare avanti o meno dipende adesso dalle proprietà e non certo dalla Regione”.

In questa fase il progetto di aggregazione è in corso di distribuzione a tutti i soci delle quattro aziende coinvolte per un'opportuna valutazione. I primi giorni di settembre inizierà un confronto completo nel merito del progetto e, solo successivamente, il piano industriale sarà sottoposto alle organizzazioni sindacali.

Rispetto alle notizie apparse sulla stampa, i presidenti delle aziende interessate dichiarano che non è ancora stata effettuata nessuna presentazione del piano alle organizzazioni sindacali.

fonte: http://www.comune.siena.it/news.asp?id=29191

telerinfaccio ha detto...

Gente,
dice che ieri sera c'è stata grande bagarre in consiglio comunale.
Sull'OdG con il quale viene stabilito che il direttore del periodico comunale Chianciano Terme Informa da ora in poi verrà scelto prioritariamente tra i membri della stessa (...ovvero l'assessore Piccinelli) si è scatenato il putiferio con i consiglieri del PDL che hanno rassegnato le dimissioni da tutte le commissioni consiliari e Marco Rossi che è stato costretto a chiedere di sospendere la seduta per mezz'ora.
La giunta comunale con questa mossa ha voluto stringere ancora maggiormente il controllo a pro suo su tutti i mezzi di comunicazione. VERGOGNA!!!!

Uomo Ombra ha detto...

Questo comunicato stampa è stato fatto il 3 agosto, ad oggi 30 settembre del tavolo promesso non c'è traccia ed all'associazione albergatori non ne hanno avuto notizia.


Ambiente: incontro Amministrazione presidente Sienambiente




Sindaco Gabriella Ferranti: “In un momento di crisi come quello che attraversa Chianciano Terme il pagamento della TIA è sproporzionato ai fatturati delle strutture alberghiere. Vanno pertanto trovate soluzioni adeguate”







Chianciano Terme (Siena) – 3 agosto 2009 - Prende le mosse anche dalle istanze esternate durante l’ultima campagna elettorale, l’incontro tenuto dalla nuova giunta comunale con il presidente di Sienambiente, Fabrizio Vigni e con i responsabili amministrativi dell’azienda di servizi. Una TIA troppo alta ed altre problematiche relative alla raccolta dei rifiuti sono stati gli argomenti più dibattuti. Sulla base di alcune ipotesi di soluzione é stato deciso di istituire un gruppo di lavoro, (aperto anche ad un membro degli albergatori) che entro sessanta giorni dalla sua istituzione, (settembre) riesca ad esprimere un’ipotesi risolutiva importante.




“In un momento di crisi come quello che attraversa Chianciano Terme il pagamento della TIA è sproporzionato ai fatturati delle strutture alberghiere. Vanno pertanto trovate soluzioni adeguate - ha detto il sindaco Gabriella Ferranti commentando l’incontro -. E’ evidente che se le aziende ricettive di Chianciano Terme lavorassero di più non porrebbero problemi nel pagamento di questa tipologia di tasse. Si tratta di “un’emergenza Chianciano “ ben nota a livello provinciale e regionale come del resto dimostra il fatto che sia stato istituito un assessore provinciale ad hoc. Un caso davvero unico nella storia del nostro territorio. La crisi va affrontata sotto vari aspetti con strategie che permettano di superarla; l’amministrazione comunale intende fare tutto ciò che rientra nelle sue competenze. Il rapporto con Siena Ambiente e l’apertura di un tavolo di discussione che possa trovare soluzioni accettabili da tutti sono in questo ambito”.

NON MANTENGONO LE PROMESSE neanche quando sono loro a proporsi.

Meditate gente, meditate....

Anonimo ha detto...

dal CittadinoOnLine sul Consiglio Comunale di ieri sera:

CHIANCIANO TERME. La tregua armata tra maggioranza e opposizione a Chianciano Terme e' finita.
Martedi' notte (29 settembre) in Consiglio Comunale si e' consumata una vera e propria rottura tra centro sinistra e Pdl, assente per la seconda volta consecutiva il capogruppo, Antonio Guidi. Tanto che il centro destra ha deciso, alla fine di un acceso dibattito, di dare le dimissioni da tutte le Commissioni consiliari e di denunciare il fatto anche alla procura della Repubblica di Montepulciano.
La polemica e' nata quando la maggioranza ha proposto delle modifiche al regolamento che riguarda il periodico del Comune "Chianciano Terme inform@", soprattutto per la parte che riguarda la nomina del direttore responsabile, affidato fino al termine dell'ultima legislatura alla giornalista professionista Patrizia Mari, che e' una dipendente del Comune.
La modifica piu' contestata dalla minoranza riguarda proprio l'articolo 5 dove si sottolinea che il direttore puo' essere indicato dalla Giunta prioritariamente tra i propri dipendenti e/o tra i propri componenti mentre prima era previsto che venisse individuato prioritariamente "solo" tra i dipendenti.
Alla minoranza questa modifica, come anche le altre all'articolo 7 sulla composizione del Cdr ( un solo membro dell'opposizione anziche' due come era prima) e all'articolo 11 sulla raccolta pubblicitaria per il giornale( da fare ora anche presso le imprese private del territorio), non sono piaciute per niente. Nel vivace dibattito sono scesi in campo esponenti dei due schieramenti come Pierpaolo Giglioni ( nella foto) che, dopo aver illustrato un proprio ordine del giorno annunciando le dimissioni dalle commissioni in caso di approvazione delle modifiche, le ha definito "improponibili perche' il direttore di un giornale che vive di denaro pubblico non puo' essere un componente della Giunta . Il direttore deve essere una persona equidistante dalle parti".
A Giglioni ha replicato poi piu' volte non solo il capogruppo di maggioranza Marco Rossi, ma anche l'assessore alla Comunicazione Paolo Piccinelli (indicato dalla minoranza come possibile nuovo direttore del periodico in quanto in possesso della tessera di pubblicista ottenuta con un giornale locale di cui e' editore) che ha parlato di "processo alle intenzioni" e lo stesso sindaco Gabriella Ferranti che ha tentato piu' volte di "spiegare" il significato della modifica ("offre piu' possibilita' nella scelta del direttore") ma senza riuscire a convincere la minoranza.

segue

Anonimo ha detto...

Tanto che a un certo momento, dopo un ulteriore scambio di accuse sulle procedure e anche dopo l'invito del consigliere di minoranza, il socialista Evandro Nannetti, di lasciare il regolamento cosi' come e' e di ricercare un confronto tra i due schieramenti, la seduta e' stata sospesa per circa mezz'ora per permettere alla maggioranza di valutare la situazione.
Al termine il sindaco ha spiegato ulteriormente il significato delle modifiche proposte precisando anche che sulla composizione del Cdr (comitato di redazione) poteva essere accolta la proposta di portare da uno a due i rappresentanti dell'opposizione "per dare alla minoranza piu' incisivita'" mentre l'assessore Sergio Giani ha insistito sulla necessita' di "un confronto" tra gli schieramenti. Ma gli esponenti della minoranza. dopo un'ulteriore sospensione della seduta richiesta da loro, non hanno modificato il loro atteggiamento: Giglioni ha parlato di "atto di forza", Andrea Angeli di"una presa in giro" mentre Andrea Marchetti ha obiettato che "il direttore non puo' essere un membro della maggioranza". E cosi' hanno presentato le loro dimissioni dalle commissioni. Fatto questo che ha scatenato una altra polemica quando il capogruppo di maggioranza Marco Rossi ha ironizzato sul fatto che una "decisione di cosi' rilevanza politica fosse presa in assenza del capogruppo Guidi". La minoranza ha reagito protestando e ricordando che "comunque - ha detto Marchetti - c'e' un vicecapogruppo". Di piu' Nannetti ha risposto cosi': " io mi rappresento da solo come credo anche gli altri". Lo stesso Nannetti che, in apertura di seduta quando il sindaco ha dato lettura della comunicazione con la quale Antonio Guidi informava "con molto rammarico"della sua non partecipazione al consiglio comunale, aveva chiesto di mettere a verbale che "quelle di Guidi sono solo comunicazioni e non giustificazioni". Prima della polemica sulla questione del direttore del periodico, il Consiglio Comunale ha approvato comunque i nominativi dei propri rappresentanti nell'Unione dei Comuni della Valdichiana senese: oltre al sindaco Gabriella Ferranti vi faranno parte Marco Rossi per la maggioranza e Andrea Angeli per la minoranza.


http://www.ilcittadinoonline.it/index.php?id=17648

Roberto ha detto...

“GLI ENTI COMUNALI ALLA PROVA DEL CITTADINO”

Un convegno promosso da Cittadinanzattiva per governare con la partecipazione

Chianciano Terme, sabato 3 ottobre - ore 15, Sala Polivalente)

Chianciano Terme (30 settembre 2009) - L'associazione Cittadinanzattiva organizza per il prossimo 3 ottobre alle ore 15 presso la sala Polivalente dei giardini pubblici di Via Dante a Chianciano Terme il convegno: “Gli Enti Comunali alla Prova del cittadino. Governare con la partecipazione”. L'Amministrazione di Chianciano Terme aderisce e sostiene il convegno nell'ottica di acquisire il più ampio ventaglio di informazioni possibile sulle possibilità esistenti finalizzate all’allargamento del coinvolgimento dei cittadini nelle decisioni politico amministrative.

Al convegno parteciperanno diversi amministratori di Enti Locali quali il Sindaco del Comune di Grottammare (AP) che da anni utilizza la “democrazia partecipata” come metodo di governo, l'Assessore alla Partecipazione del Comune di Grosseto. Tra i presenti anche il dott. Antonio Floridia dell'Ufficio partecipazione della Regione Toscana che spiegherà le possibilità offerte dalla Legge Regionale n. 69 del 2007 (Norme sulla promozione della partecipazione alla elaborazione delle politiche regionali e locali), che regolamenta e indicazioni sulla partecipazione diretta dei cittadini al governo delle proprie realtà comunali. Antonio Florida illustrerà anche diverse esperienze già attivate. Saranno presenti anche esperti di partecipazione dell'associazione organizzatrice come Claudio Lombardo e Annibale Quaresima.

“Una prova di interessamento diretto dei cittadini di Chianciano Terme alla vita amministrativa del comune in cui vivono – afferma il Consigliere delegato alla partecipazione Roberto Cherubini - alla quale l'Amministrazione invita tutti a partecipare”.

TUTTI I CITTADINI SONO INVITATI A PARTECIPARE

INGRESSO LIBERO

telerinfaccio ha detto...

Roberto scusa una cosa,
vabbè che l'altra sera tu non eri presente in consiglio comunale ma ti sembra giusto l'atto di forza che la giunta ha voluto portare avanti con la modifica del regolamento del periodico comunale che di fatto consegna la direzione dello stesso nelle mani del Piccinelli??
Ma con quale faccia tosta promuovete e sostenete un convegno dove si parla di condivisione decisionale, di confronto e di "governare con la partecipazione" quando non fate altro che stringere il controllo sui mezzi di informazione??

Anonimo ha detto...

DEFAULT:E' LA NUOVA PAROLA DI M ODA A CHIANCIANO.
GRAZIE A TUTTI GLI AMMINISTRATORI E ALLE BANCHE.


NESSUNO PAGA?????

STRANO.....MOLTO STRANO......
E I RESPONSABILI?????????????????

Uomo Ombra ha detto...

Vorrei fare una piccola riflessione sul risultato del sondaggio elettorale effettuato da Valtubo.
Premesso che è un sondaggio di un blog, quindi non affidabile al 100%, ma si nota come il PDL abbia preso il 43% (come alle ultime elezioni) mentre il PD sia crollato dividendosi tra Lista Centro e Rifondazione, che sia un'anticipazione della futura spaccatura interna post congressuale????
E che riflessi avrà sulla nostra già divisa e intapassita giunta chiancianese????

Meditate gente, meditate....

zalamort ha detto...

per il 3 ottobre, invito tutti a stare a casa propria, come segno di protesta verso questa giunta INESISTENTE, prima cominciassero a farci vedere che sono persone all' altezza, dopo di che andremo a dargli dei pomodori in diretta!!! ora non abbiamo tempo da perdere per loro!!!

Anonimo ha detto...

Bravo zalamort sono con te....prepariamo i pomodori pero' maturi.....ma quale riunione pèer accoltare chi e cosa??????????????????????????????????????????? ma va' la........

Picci go home ha detto...

Volevo chiedere al Asssessore alla Comunicazione Paolo Piccinelli, editore della Settimana (nonchè neo direttore del periodico comunale ?) se anche lui andrà alla manifestazione a Roma per la libertà di stampa??
W IL CONFLITTO D'INTERESSI IN SALSA CHIANCIANESE E LE FACCE DI BRONZO COME VOI COMUNISTI!!

Anonimo ha detto...

Che fine a fatto Guidi ??????????????

Roberto ha detto...

Provo a spiegare il mio punto di vista, purtroppo ognuno ha il suo e non è detto che coincidano.

L'adesione dell'amministrazione, da me richiesta e voluta, all'iniziativa di Cittadinanzattiva del 3 è dovuta alla mia opinione personale che più una città è in crisi più deve aprire le porte del coinvolgimento e delle decisioni ai cittadini. Questo permettere di condividere le difficoltà e di essere orgogliosi delle decisioni, perchè non sono di pochi.
Non so se questa idea sia condivisa a pieno dalla giunta, credo anche che sia difficile strutturare il sistema partecipativo. Proverò a mantenere il mio impegno anche in questa direzione. Se riusciremo a far partire dei tentativi di partecipazione attiva saranno anche i cittadini a dover dare prova di maturità.

Io purtroppo sabato non ci sarò, non perchè sarò a Roma alla manifestazione, ma perchè avevo già un altro impegno teatrale fissato da tempo. L'assenza di una persona in queste cose è impossibile e il 3 era data imprescindibile per il convegno. Rivedrò il tutto (se riesco lo metto anche su internet) perchè il convegno verrà filmato.

Roberto ha detto...

Per quanto riguarda la libertà di stampa direi che in Italia siamo maestri. Non sto a dir nulla sul Berlu nazionale, perchè chi non ha capito significa che non vuole capire. Passò al centro sinistra che ha dimostrato la sua apertura con D'Alema che querelò Forattini per una vignetta. D'Alema che magari domenica sarà a Roma a far sfoggio di se con altri politici che avrebbero potuto affrontare l'argomento nei momenti di governo. Quanto sarebbe stato più onorevole far cadere un governo su un argomento come la libertà di stampa (l'Italia è 79° nella classifica mondiale) piuttosto che sulle paturnie di Mastella.

Detto questo considerare Chianciano Inform@ organo di stampa libertario mi sembra esagerato, soprattutto far scoppiare ora il problema, quando nelle edizioni passate era chiaro che fosse organo di comunicazione della maggioranza con 2 trafiletti dedicati all'opposizione, mi pare pretestuoso. La mia opinione in merito è che il problema sia sulla persona più che sul merito. Spero di sbagliarmi.

Per quanto scritto in questo e nel post precedente ritengo che gli esempi di forme di partecipazione diretta come quelli che verranno esposti sabato 3 (domani) siano su un livello diverso rispetto al giornalino.
Ciao a tutti, Roberto

Picci go home ha detto...

Roberto, le tue parole ti fanno onore.
Tuttavia credo che il punto della questione non stia nella lunghezza dei trafiletti lasciati all'opposizione quanto piùttosto sul modo in cui una comunicazione istituzionale deve eesere impostata.
Poi è chiaro che si potrebbe venire a creare un conflitto di interessi in una determinata persona.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 23.38 prima di domandare informazioni su Guidi impara la grammatica....e il verbo avere (ha)
e menomale che la cultura è di sinistra....!!!

zalamort ha detto...

ma se una giunta non è in grado di portare a compimento ciò che ha milantato, come si può minimamente illudere il popolo facendogli credere che la sua partecipazione serve a qualcosa? La realtà è che avete creato il deserto, ora ci state!!! prima o poi chi ha sbagliato dovrà pagare il conto che alla fine arriva sempre.
Il bello sarà vedere la vostra agonia.....prima o poi!!!!

Anonimo ha detto...

Credo che al peggio non ci sia mai fine ma chiedere ai chiancianesi di partecipare a riunioni con chi non ha fatto e fara' MAI niente mi sembra molto pretestuoso e francamente insignificante.
La nuova giunta doveva gia' aver fatto parecchie cosine e invece non ha fatto NIENTE NIENTE NIENTE.
Credo che dovrebbero riunursi per dare le DIMISSIONI.

Anonimo ha detto...

Rientro in questo dibattito per chiarire alcuni aspetti:
1)Rispondendo a chi commenta il sondaggio elettorale, precisop che "Rifondazione Comunista non farà spaccature in quanto è una forza autonoma che da sola ha fatto l'opposizioni in comune negli ultimi 5 anni e fa tutt'ora opposizione e non solo a Chianciano ma in quasi tutti i comuni della provincia di Siena ed èd è orgogliosamente all'opposizione anche in consiglio Provinciale. Quindi parlare di spaccatura non è corretto. Noi siamo una forza autonoma, piccola se volete, ma autonoma e quindi alternativa sia al PD che al PdL sia all'UDC che al'IdV.
2) Continuare a definire Comunisti e di sinistra chi ha scelto di non essere più comunista nel 1990 (il PdS) e di non esseere più di Sinistra chi (DS), due anni fa con la costituzione del PD, ha scelto di collocarsi al centro del quadro politico, non è corretto e fa torto a chi tutt'oggi è orgoglioso di essere comunista e non si vergogna di tenere alti i simboli di falce e martello che hanno significato e significano tutt'ora il riscatto del lavoro e dei lavoratori ed i tanti diritti conquistati fra i quali la democrazia e la costituzione di cui Umberto Terracini fu il primo Presidente dopo aver passato 20 anni nelle carceri fasciste perchè aveva solo il torto di essere iscritto al grande Partito Comunista di cui chi, oggi definite ingiustamente comunisti, si vergogna anche di portarne l'eredità.
Antonio Falcone

Anonimo ha detto...

Fanno bene a affidare il periodico comunale al picci, esperto editore di fogli di carta che non valgono una sega!

Anonimo ha detto...

mi permetto di correggere il signor Falcone sul riferimento ad Umberto Terracini.

Terracini fu condannato a 22 anni di carcere dal Tribunale Speciale nell'Italia fascista, ne ha scontati 11 in carcere e circa 6 al confino. Viene liberato nel 1943.

Ma soprattutto non è stato il primo presidente dell'assemblea, ma il secondo, succedendo a Saragat. Sarà comunque il presidente dell'assemblea che firmo la costituzione.

Ma a Falcone vorrei dire "Meno retorica, e più pratica". "Ricordati di quando eri vice-sindaco"

Anonimo ha detto...

Caro Anonimo, anche se non c'entra noente con Terracini e Saragat, io mi ricordo bene di quando ero vice-sindaco ed è per questo che abbiamo scelto di stare all'opposizione, proprio perchè finalmente ci siamo resi conto che facevamo la ruota di scorta ad altri e che questi invece di evidenziare il nostro lavoro erano pronti ad addossarci tutte le loro responsabilità, proprio come fa lei.
Inoltre ricordo anche che il comune di Chianciano a quel tempo non aveva l'addizionale IRPEF, la spesa sociale era la più alta della Provincia e la Tarsu la più bassa, ma queste sono bazzecole diceva il grande Totò.
Siccome in campagna elettorale qualcuno che mi vuole tanto bene mi ha addossato la responsabilità
di avere privatizzato l'acqua e di portare anche la responsabilità sulle scelte termali. Ringrazio l'Anonimo perchè mi dà l'occasione di ricordare a chi ha seminato odio nei miei confronti in tutta la campagna elettorale (perchè ero colpevole di far vincere la destra)che l'acqua è stata privatizzata nel 1998 ed io sono diventato assessore nel 1999 con deleghe alla scuola, ai servizi sociali ed al personale. Ricordo anche che, grazie a noi si riuscì a coinvolgere l'Assessore Rossi che venne a Chianciano per la prima ed ultima volta (istituzionalmente)dove prese l'impegno di rimettere il PET dopo che "altri" fecero la sciagurata scelta di disfarsi dei servizi ospedalieri ed inoltre di istituire nel vecchio ospedale un Centro di Ricerca delle malattie epatobiliari.
Di queste cose ci sono gli atti in comune e noi facciamo politica mettendoci la faccia, il tempo, l'impegno e l'intelligenza (!?) Certo quella che abbiamo e non di più, tutto questo continuando a fare il nostro lavoro e senza diventare mestierandi della politica e questo, mi creda, signor Anonimo, non è retorica ma realtà. Potrei continuare a parlare di me ma sono disponibile a farlo in privato, è meglio utilizzare il blog per fare proposte e non vetrina individuale.
Antonio Falcone

Anonimo ha detto...

grazie Falcone,
purtroppo per te, il passaggio decisivo della privatizzazione dell'acqua avvenne proprio nel 1999.

per il resto, la memoria della tua esperienza di amministratore non si è spenta nella cittadinana. quindi puoi raccontare quello che ti pare. in pochi ci crederanno.

comunque non credo che la cosa interessi più di tanto.

continua a fare i tuoi esercizi retorici. sei Libero di farlo.

----------------
Terracini lo hai tirato in ballo tu, nel tuo esercizio retorico. E io ti invitavo di tornare al pezzo...

Anonimo ha detto...

Che fine ha fatto Guidi ??????????????
Va bene così?
E poi sei così sicuro che sono di sinistra?

deluso ha detto...

Anonimo,
Guidi e la sua portavoce (tutto fare...) stanno belli a Roma e di Chianciano si sono di già scordati!!
....non l'avevi ancora capito??!!

Uomo Ombra ha detto...

Nel giorno in cui nella Piazza del Popolo a Roma si assiste ad una manifestazione a favore della LIBERTA’ DI STAMPA palesemente di sinistra, sono sconcertato ed inorridito da come viene poi applicata nel concreto proprio da quella sinistra, non tanto con annozero, la Dandini o la “gestione” di Rai 3, ma con un piccolo giornale di informazione comunale (Chianciano Informa), dove in un colpo solo hanno acquisito la gestione diretta della rivista con regolamento “ad personam” (Piccinelli), hanno autorizzato l’entrata di pubblicità a privati (vuoi una variante, fai pubblicità sul giornalino, eh eh) e ciliegina sulla torta, riduzione dei membri dell’opposizione nel cdr da 2 a 1!
Il tutto dopo aver vinto le elezioni con il 46%, quindi non rappresentando di fatto la maggioranza degli elettori!!!! Altro che bavagli! Ah, come dicevano alla manifestazione di oggi? “siamo tutti farabutti”.

Meditate gente, meditate……

Il curioso ha detto...

Roberto, complimenti per i tuoi interventi sul blog, sono davvero preziosi.
Permettimi di chiederti una cosa: che fine hanno fatto i tuoi compagni Ferranti, Marco Rossi e Piccinelli? Come mai non scrivono più sul blog? Puoi chiederglielo?

Anonimo ha detto...

curioso, il Piccinelli ha assunto un nuovo portavoce il direttore della Settimana, basta vedere i commenti vergognosi pubblicati sotto dittatura del buon Picci. Montebove si è perfino lamentato dei soldi spesi per i lavori in comune per far accedere Guidi in consiglio. Lavori per l'abbattimento delle barriere architettoniche che in un paese "civile" dovrebbero essere realizzati comunque, anche in assenza di un consigliere disabile.

Anonimo ha detto...

Ero presente all'ultimo consiglio comunale e devo sottolineare la giusta opposizione fatta dal gruppo PdL contro la proposta di modifiche al regolamento del giornale Chianciano Informa.
Giustamente i consiglieri del PdL hanno fatto notare che un Assessore non può essere direttore di una testata di proprietà pubblica in quanto non può gestire capitoli di bilancio ed inoltre sarebbe una enorme incompatibilità politica. Rispetto alle dimissioni dalle commissioni consiliari per protesta, finalmente il mio ex collega Giglioni capisce quanto ha sbagliato ad accettare la carica di Presidente della Commissione Termalismo (da me proposta) dopo che mi ero dimesso per protestare contro la modifica delle modalità di assegnazione della gestione delle Terme rispetto alle linee di indirizzo. La storia si ripete speriamo che non si ripetano gli errori.
Sempre nel Consiglio Comunale di martedi' scorso è stato approvato all'unanimità un OdG che impegnava il Sindaco ad intitolare una via, una targa o altro a Peppino Impastato. L'Ordine del Giorno è stato presentato da Rifondazione Comunista in tutti i comuni italiani per esprimero lo sdegno e la protesta contro il sindaco leghista della nuova amministrazione del Comune di Ponteranica, in provincia di Bergamo, che ha rimosso dalla biblioteca la targa dedicata alla memoria di Peppino Impastato, ucciso dalla mafia nel 1978, che era stata messa solo lo scorso anno.
Ho apprezzato moltissimo la proposta di aggiunta di inserire "ed a tutte le vittime della mafia" fatta dal consigliere Angeli. Complimenti al Consiglio comunale tutto che ha compiuto un atto di civiltà che mi rende orgoglioso di vivere in questà città e grazie a Marco Rossi ed al Sindaco che hanno accettato di iscriverlo all'OdG.
Antonio Falcone

Andrea Angeli ha detto...

Ringrazio il consigliere provinciale Falcone per l’apprezzamento nei miei confronti e per l’onestà intellettuale.
Caro Antonio su determinati argomenti come la lotta alla mafia o le battaglie di libertà non esiste divisione politica.
Per esempio, la battaglia che abbiamo portato avanti in consiglio comunale credo che la maggior parte dei chiancianesi l’abbia capita ed apprezzata, al di là di quello che scrive qualche direttore “amico degli amici”.
Ma a parte le critiche che ci possono pure stare in un dibattito politico, quello che chiederei al direttore della Settimana è di chiedere pubblicamente scusa per quanto affermato in merito ai lavori di adeguamento delle strutture comunali per accogliere il consigliere Guidi. Parole le sue INQUALIFICABILI che NON MERITANO COMMENTO!!
Al di la di tutto, il rispetto nei confronti delle persone e dei disabili in particolare, tutti le "PERSONE CIVILI", come sicuramente il direttore Montebove è, dovrebbero averlo.

Anonimo ha detto...

Marco Rossi probabilmente diventerà il presidente dell'Unione dei Comuni della Valdichiana.
Forse viste le penose condizioni di Chianciano, visto che è capogruppo del PD in consiglio comunale, potrebbe provare a svolgere al meglio le funzioni che già gli sono assegnate.

Anonimo ha detto...

In questi giorni, montepulciano e pienza sono pieni di turisti, chianciano invece e' deserto!! Non funziona nemmeno la pubblicita' hard, posta su un apino 50 giallo, davanti al parco!! VERGOGNA!!!!!

Anonimo ha detto...

per l' anonimo delle 9,37
sappi che la filosofia rossa è:
meno capisci più vai avanti....

Il perchè è ovvio!

meditate, meditate!
specie chi viene fatto avanzare!!

Anonimo ha detto...

Dal CittadinoOnLine di oggi, un esempio di fulgida imprenditoria chiancianese:

"MONTEPULCIANO. La Guardia di Finanza di Montepulciano ed Equitalia Gerit SpA hanno di recente portato a termine un accertamento volto alla ricostruzione del profilo patrimoniale, finanziario e reddituale di un debitore dell’erario operante nel settore alberghiero di Chianciano Terme.
Tra i com piti delle Fiamme Gialle c'è anche di collaborare con gli ufficiali della riscossione della GERIT a incamerare il debito erariale non versato dai contribuenti morosi.
Un albergatore di Chianciano, nonostante i continui tentativi di riscossione, non aveva versato all’Erario somme per un valore di circa 610mila euro derivanti da 20 cartelle esattoriali, inerenti vari tributi, tra cui Iva, contributi INPS e Tributi Comunali.
La Guardia di Finanza di Montepulciano ha quindi accertato il patrimonio aziendale dell’albergatore, interrogando le banche dati riservate del Corpo ed esaminando il bilancio d’esercizio alla data dell’intervento. Sono così emersi alcuni crediti vantati dall’imprenditore, ma non ancora riscossi, nonché un patrimonio mobiliare ed immobiliare intestato alla società.
Di conseguenza sono scattati i pignoramenti che hanno riguardato: crediti vantanti e non riscossi per un valore pari a 480mila euro, un’autovettura di lusso Tuareg (valore di listino 87mila euro, meno della metà quello di mercato) e di 3mila euro di denaro contante.

Anonimo ha detto...

meno uno nel centro storico,tanto erano molti i negozi ,è tanto che dico ma che si stà a fà per il centro storico; ora lo conosciamo tuttti stanno chiudendo tutti i negozi così gli abitanti del borgo nuovo saranno contenti avranno il parcheggio personale,chiuderanno le porte e rimarranno solo loro.Ps. e i piccioni.

Anonimo ha detto...

L'e' finita....game over Chianciano chiuso per default su tutti i fronti.Un grazie sentito ai nostri amministratori.

Nostradamus ha detto...

Eh infatti la nostra amica ferrugginosa aveva promesso tanti "fiovi", ma non per le aiuole, probabilmente per il funerale di Chianciano.....