e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

lunedì 29 gennaio 2018

Piazza Italia fa Acqua da tutte le parti...




Piazza Italia il "centro" cittadino, il punto "più importante", o almeno cosi era, dove ci si incontrava quando si faceva le "vasche" durante la stagione, dove si decideva dove passare la serata, dove abbiamo festeggiato le vittorie del mondiale dell'82 etc etc.
Oggi dopo la ristrutturazione fortemente voluta dal PD che ha fatto perdere tutto il suo potenziale vitale, già smorzato con gli scellerati interventi precedenti con la vasca dove mancavano solo i pesci rossi,  adesso a neanche 5 anni dalla sua nascita, fa acqua da tutte le parti.
Infatti oltre alle luci, che praticamente non sono mai accese, agli interventi con i fiori per limitare i pericoli evidenti della struttura e comunque non eliminati assolutamente ed al ripristino di alcuni posti auto, meglio prima quando era tutta parcheggiabile, almeno aveva un senso, adesso esce acqua da tutte le parti, in special modo sotto gli scalini dal lato della libreria.
Una Piazza Italia che in pochi anni da centro della città è diventato uno squallido angolo di periferia, con sporcizia nel collegamento verso la pineta, con gli ostacoli che separano la parte superiore dall'inferiore e che da un'immagine di sciatta trascuratezza, una vera tristezza per quello che era il fulcro della vita chiancianese.

Saluti,

Valtubo

82 commenti:

Anonimo ha detto...

mal voluto, la pochezza del M5s e di baRBETTI

Anonimo ha detto...

magari ci fossero i fiori, tutti gli anni venivano messe le panzè, quest'anno sono state abbandonate anche le aiuole, secche e sporche come del resto tutta la piazza.

Jessie Carfora ha detto...

Che dire se non tristezza.Il cinema, chiuso,chissà che c'è la dentro, le luci colorate spente da anni...

Anonimo ha detto...

non siamo capaci di far funzionare una macchinetta per l'acqua e l'eco-compattatore - fermo da oltre un mese - ed abbiamo la presunzione di far funzionare un paese....

MAZZETTI STEFANO ha detto...

con ritardo......... grazie valerio........e auguri(se si dice) per i tuoi 10 anni.......ahahaha ti piacerebbe eh'? fossero i tuoi davvero ahahhah, sei un ex giovane anche te oramai.......
-troscia italia non c'è da fare post.......c'è da sotterralla, meglio bosco e sterpaglia, almeno un picnic si può arrangiare.

Regione Toscana ha detto...

Consiglio regionale: aula convocata martedì 30 gennaio

L’assemblea toscana è convocata in seduta ordinaria a partire dalle 9.30
Alle 16.30 la seduta solenne per la Giornata della Memoria


Il Consiglio regionale della Toscana è convocato martedì 30 gennaio in seduta ordinaria alle 9.30 (con prosecuzione pomeridiana) e, alle 16.30, in seduta solenne per celebrare la Giornata della Memoria.

All’ordine del giorno della seduta ordinaria le modifiche al piano di razionalizzazione straordinaria delle società termali di Montecatini, Casciana e Chianciano; il bilancio di esercizio 2016 di Ente Terre regionali toscane; il bilancio preventivo 2018 dell’Ente Acque Umbre Toscane. La proposta di legge recante norme per la realizzazione di edifici di culto e di attrezzature destinate a servizi religiosi, presentata dal gruppo Lega nord. Seguiranno interrogazioni e mozioni. Tra gli argomenti oggetto di interrogazioni a risposta immediata anche la situazione delle strutture territoriali temporanee ‘Servizi psichiatrici di diagnosi e cura cosiddetti ‘tenda’.

Alle 16.30, per la seduta solenne che celebra la Giornata della memoria, sono previsti gli interventi del presidente del Consiglio regionale, del presidente della Regione e del rabbino capo della comunità ebraica fiorentina Amedeo Spagnoletto.

Simone Bezzini PD ha detto...

Questa mattina il Consiglio Regionale ha approvato una mozione sulle città termali che mi vede come primo firmatario. È un atto importante con il quale si chiede di accompagnare con politiche pubbliche gli obblighi derivanti dall'evoluzione del quadro normativo e in particolare dalla legge Madia. Le città termali vivono una profonda difficoltà che mette radici nei primi anni 90 e che crea ricadute negative non solo sul piano economico, ma anche sul tessuto urbano e sociale. La Giunta Regionale ha svolto negli anni scorsi un ruolo decisivo nel mitigare gli effetti della crisi. Basti pensare agli investimenti realizzati a Chianciano con risorse regionali. Ora però serve una nuova strategia di medio e lungo termine che consenta di ricostruire una prospettiva per quei territori. I punti fondamentali della mozione sono tre:
1. La messa in atto di una serie di approfondimenti specifici da parte della Commissione Sviluppo Economico del Consiglio;
2. L'invito a Governo e Parlamento ad attuare misure straordinarie per le città termali in crisi, a sostenere con misure incentivanti l'applicazione della Madia e a definire una governance adeguata per le politiche di settore;
3. L'istituzione di un tavolo tra Regione, Enti Locali e parti sociali per affrontare le seguenti tematiche:
- monitorare che il compimento del percorso di razionalizzazione delle società partecipate garantisca nel tempo la piena continuità gestionale e assicuri la necessaria qualità delle strutture e dei servizi erogati. Inoltre dovrà essere garantito il massimo impegno della Giunta regionale, per quanto di sua competenza, nella ricerca di investitori privati qualificati;
- specifiche misure per favorire la riqualificazione e la riconversione del tessuto economico ed urbano delle città termali colpite da crisi economia e caratterizzate da decadimento del tessuto urbano, tenendo conto degli indirizzi espressi nel PRS 2016-2020, come sopra richiamato;
- una strategia per la promozione turistica del termalismo in Toscana, come previsto dallo stesso PRS, con particolare attenzione alle città termali tradizionali, ovvero la realizzazione di un prodotto turistico omogeneo, in grado di promuovere il sistema termale regionale nel suo complesso;
- misure incentivanti per l’attrazione di imprese nelle città termali tradizionali, al fine di favorire una riconversione del patrimonio immobiliare esistente sui temi della salute, del socio-sanitario, dell’assistenza e del benessere, al fine di promuovere uno sviluppo economico e sociale di tali realtà;
- verificare la necessità di un aggiornamento normativo, per quanto di propria competenza, anche alla luce di recenti iniziative portate avanti in altre Regioni;
- mantenere i budget sanitari accordati alle aziende termali e ricercare nuovi terreni di collaborazione tra il sistema sanitario regionale, le aziende e le città termali della Toscana.
Verificherò che la Giunta dia seguito agli indirizzi del Consiglio e vi terrò informati sulle evoluzioni.

Anonimo ha detto...

Ecco il politico di turno con il solito ....blablablabla....solo chiacchiere e ancora chiacchiere.... le elezioni politiche sono vicine e tutti i politici sono pronti a far resucitare Chianciano ma solo a parole,finite le elezioni ...ciao Chianciano e tutti i Chiancianesi !!!!!

Anonimo ha detto...

Non è solo Piazza Italia che fa acqua.

LA POLITICA FA ACQUA.

POLITICA DI RIPICCHE, VENDETTE E PREBENDE TOTALMENTE INUTILE

GLI ASSESSORATI AL TURISMO, COMMERCIO, CULTURA: INESISTENTI

MANCIATE DI EURO AI FEDELISSIMI. NULLA PER CHIANCIANO.

PAURA DI ESPORSI DI ALBERGATORI E NEGOZIANTI.

QUESTA È LA REALTÀ DI CHIANCIANO.

TUTTI LA VEDONO POCHI PARLANO

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

Concordo con gli anonimi che segnalano la inutilità delle parole dei politici di turno ( non ci dimentichiamo che siamo già in campagna elettorale dove bugie e false promesse si sprecano ) e sulla cattiva politica in tema di cultura,turismo e commercio da parte della nostra amministrazione impegnata a favorire socializzazione come elemento aggregante di una comunità, ma cieca e sorda difronte al declino di Chianciano e ai suggerimenti proposti.Lo stesso Scaramelli più volte ha dichiarato il suo impegno per una ripresa delle nostre Terme ma,in puro stile renziano,solo promesse e azioni e fatti pochi o niente.E' per questo che più volte ho sollecitato una maggiore coesione cittadina ed una azione più incisiva degli Albergatori sulla cui partecipazione non può non fondarsi la ripresa di Chianciano:spetta a loro fare politica,essere promotori di tavole rotonde aperte alla cittadinanza,manifestando le loro difficoltà e disagi difronte ad una politica inconcludente,autoreferenziale e disinteressata ai nostri problemi. Basta aspettare che qualcuno ci dia una mano! E' dentro di noi che dobbiamo ricercare e ricreare quella coesione culturale per ripartire. Agli altri di noi non gliene frega proprio niente !!!!

Anonimo ha detto...

La politica della mediocrità ci ha rubato l’orgoglio, il desiderio di combattere. La mediocrità livella tutto verso il basso, abbiamo paura di rischiare, di esprimere le nostre idee. È vero che la politica e il clan vicino al palazzo vuole ammorbidire e manipolare il malcontento. De Angelis è responsabile di questo disastro, la propaganda di .acapo e del PD lo massacra. Un uomo che non ha mai governato viene accusato degli errori di Marchetti e soci. Un uomo che blocca in silenzio abusi, viene costantemente assalito dai 2 PARTITI al potere.

Massimo Altaluce Il Coraggio delle Proprie Idee ha detto...

INFORMAZIONE DOVUTA

A seguito delle varie richieste da parte di amici e conoscenti comunico che la sezione informativa del Comune di Chianciano Terme: IL COMUNE - Gruppi Consiliari e Commissioni consiliari deve essere ancora aggiornata (ultimo aggiornamento 30 maggio 2014).

Pertanto:

Altaluce Massimo – Consigliere Comunale, già appartenente al Gruppo Consiliare “Punto e a Capo” passato poi al Gruppo Consiliare “Il coraggio delle proprie idee”. Dopo le dimissioni dei Consiglieri Massimo Rondoni e Grazia Torelli subentrano Fabrizio Massai e Giacomo Serini, quindi Maria Angela Frizzi diventa Capo Gruppo Consiliare di “Chianciano Riparte”. Fabiano De Angelis è Capo Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle.

valtubo ha detto...

Questa sera sarò ospite della trasmissione Agenda Rossa su NTI alle 20,30 (canale 271) con me in studio il Sindaco di Chianciano Terme Andrea Marchetti, Marcello Fallarino segretario PD Chianciano, Fabiano De Angelis portavoce M5S e Leonardo Mattioli direttore Centritalia News per parlare di Chianciano Terme!!!! VI ASPETTO!

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

È vero che le vendette del potere spaventano. Siamo tutti non solo preoccupati, ma spaventati della politica della mediocrità, del nulla, delle deleghe ad associazioni di incompetenti, di errori enormi. Abbiamo bisogno di un vero sindaco e una giunta di persone preparate. Chianciano è in balìa del vento e della propaganda.

Anonimo ha detto...


Si sono espressi i parolai della Sinistra.( hanno imparato da renzi) : non vi preoccupate, ci pensiamo noi !” Verificherò che la Giunta dia seguito agli indirizzi del consiglio.” Bezzini pensa di essere furbo solo lui !

Anonimo ha detto...

Valerio, dato che NTI non si vede dapeprtutto, ti pregherei di pubblicare il servizio sul tuo canale youtube.

Tanto che ci siete, parlate di Giano, dei risultati di babbo Natale, dell'efficienza della raccolta porta a porta, delle casine dell'acqua che non funzionano, dei dossi, della tassa di soggiorno e come viene spesa, del parco fucoli abbandonato, di piazza italia e delle tariffe dei parcheggi a pagamento che mi sembrano siano belle salate ecc ecc

Anonimo ha detto...

a dimenticavo, e tanto che ci siete vedete di parlare anche delle attività promozionali della Proloco per la promozione di Chianciano Terme

Anonimo ha detto...

X Valerio
Dobbiamo sapere se Marchetti si prepara ad un altro Babbo Natale fallimentare e disastroso o farà una promozione seria per cambiare e sostituire le cenette, pranzetti, piazzette da circo Orfei, incarichi che chiamare strani è una sottovalutazione.

Marchetti guardati indietro, guarda cosa hai combinato in questi inquietanti 4anni. Quanta delusione ci hai regalato, quante promesse fasulle, quanta incompetenza. Valerio facci capire con domande sulla gestione politica di Chianciano e pretendi risposte puntuali. Noi Chiancianesi ci fidiamo di te

Anonimo ha detto...

X osservatore
Gli albergatori hanno cercato di dare il loro contributo. Hanno cercato in tutti i modi di partecipare, di dare le loro opinioni. I politici non ascoltano, ci trattano come se fossimo dei deficienti

Anonimo ha detto...

VERISSIMO ci criticano quotidianamente, fanno di tutta l’erba un fascio. Non sono capaci a governare e vomitano ingiurie sulla sola categoria che dà lavoro. Non sono capaci di fare una programmazione, portano Chianciano alla rovina, ma loro si sentono unti dal Signore

Anonimo ha detto...

Ieri sera su NTI mi sono sorpreso, Marchetti ha accusato Fallarino sulle responsabilità della sinistra nel nostro comune, mentre De Angelis si è complimentato con Fallarino per l’organizzazione e l’efficienza della Sinistra in tutta la Regione. Roba da matti !
De Angelis, dovrebbero espellerti dal Movimento ! Sei vergognoso !

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

L’incremento dei flussi derivanti dal turismo sportivo è uno dei punti programmatici su cui la nostra AC ha puntato maggiormente.
Gli interventi e le azioni messe fin qui in atto (ed anche quelle di prossima attuazione) in termini di investimenti per implementazione e riqualificazione degli impianti hanno rappresentato e rappresentano la base su cui impostare tale sviluppo.

La candidatura prima e l’essere stati insigniti poi a “Cittadina Europea dello Sport 2019”, ha portato e sta portando visibilità ed interessanti opportunità.
Seppur Chianciano Terme sia spesso stata interessata dai camp giovanili di calcio, oggi abbiamo la soddisfazione di comunicare di aver colto una di tali importanti nuove opportunità in termini turistici ma soprattutto promozionali: per il biennio 2018-2019 Juventus Academy (scuola calcio di Juventus FC) ha scelto Chianciano Terme come una delle due nuove ed esclusive location - oltre a quelle storiche di Vinovo, Sestriere, Folgaria e Castel di Sangro - per lo svolgimento di 2 settimane di Camp giovanili nelle quali saranno coinvolti circa 180 bambini con le loro famiglie.
Evento che rappresenta una ottima occasione per far conoscere le offerte turistiche della nostra cittadina ed il nostro comprensorio.
Il nome di Chianciano Terme, oltre che sui siti di Juventus Accademy, sarà quindi costantemente pubblicizzato all’Allianz Stadium in ogni partita interna di campionato, Coppa Italia e Champions League della “Vecchia Signora”.
Senza ombra di dubbio una vetrina importante e altamente qualificata.

Un progetto sportivo ed una occasione di promozione turistica quello dello “Juventus Summer Camp” (curato e gestito localmente dal raggruppamento di associazioni sportive ATS e ProLoco) che come amministrazione comunale abbiamo condiviso e deciso di patrocinare.

Tutte le informazioni utili (prezzi, servizi offerti, modalità di iscrizione, programma, ...) così come la gestione delle iscrizioni e le offerte in termini di ospitalità per i genitori e/o gli accompagnatori dei partecipanti ai camp, potranno essere trovate a partire dal 01/03/2018 sul sito internet di Juventus Summer Camp - tutt’ora in fase di aggiornamento - all’indirizzo http://www.juvesummercamp.com/

Dopo gli scacchi, tocca alle strisce: Chianciano Terme ancora una volta diventa bianconera! ◻️◼️⚽️◻️◼️

(...e credetemi che nello scrivere il post non ha minimamente influito la mia fede calcistica....🤥😜)

Anonimo ha detto...

La cosa che piu' mi da veramente fastidio e' il modo di esprimersi e di atteggiarsi di alcuni componenti la giunta comunale......tanto avete gia' capito il riferimento .....volevo ricordare che la situazione qui e' veramente critica io eviterei battute perche' non c'e' veramente niente da ridere anzi c'e' da piangere e tanto.....

Anonimo ha detto...

IRRIDUCIBILE Damiano Rocchi
Ieri sera DURANTE la trasmissione NTi presenti Valtubo, Sindaco Marchetti, Segretario PD Fallarino, Coordinatore 5 Stelle De Angelis è intervenuto telefonicamente l'Assessore Damiano Rocchi scavalcando ogni rapporto con il Sindaco. Oggi scrive scavalcando l'Assessore Andrea Morganti parlando dei flussi del turismo sportivo. Incontenibile, incurante dei ruoli della Giunta Comunale, si fa carico di ogni problema. Una cosa è certa dal Capo Gruppo Meniconi agli Assessori Giulianelli, Piccinelli, Morganti ai Consiglieri Ballati e Nardi non rimane altro che aspettare le prossime elezioni 2019.

Anonimo ha detto...


ho notato anch'io de angelis e la sviolinata a fallarino.

che vergogna !!!

Anonimo ha detto...

BRAVO ROCCHI
Sei l’unico, come Sindaco avremo un decisionista. Basta con Marchetti che non è capace a farlo e ha distrutto Chianciano

Anonimo ha detto...

Almeno Rocchi si dà da fare. Andrea vai in bicicletta e autosospenditi

Anonimo ha detto...

Rocchi sbaglia ad intervenire mette Marchetti in una brutta luce Marchetti. Sembra che il Sindaco non sappia allacciarsi le scarpe da solo. Solo una impressione o realtà?

Anonimo ha detto...

Piccinelli e C farebbero bene ad andarsene subito e non aspettare le prossime elezioni. Non ti basta quello che hanno combinato??????

Forza Napoli ha detto...

Nel post facebook del Rocchi dove comunica che a Chianciano si svolgerà lo Juventus Accademy c'è la foto di un albergo.
Per caso tutti i ragazzi, famiglie ed organizzatori soggiorneranno li?
Se così fosse, oltre a quell'albergatore, questo evento a chi porterà benefici?
Chissà se anche in questo caso il Comune avrà speso un po' di fondi della TDS?

Anonimo ha detto...

ROCCHI è la stampella di Marchetti. Senza stampella Marchetti sarebbe totalmente paralizzato. Un Sindaco da ricovero

Anonimo ha detto...

Basta!, Basta! È sempre tutta colpa devo Marchetti.( Io non ho votato questa amministrazione) ma bisogna essere onesti, è vero non c'è stata un inversione nella politica, ma da qui a dire che lo sfascio di Chianciano è colpa di questa amministrazione è veramente disonesto.l ' unico responsabile di questa situazione è il PD ( che ha governato per 60 anni) che poi a sua volta dirà che è colpa dei DS, che diranno che è colpa del PCI, che darà tutta la responsabilità a Mussolini, questo è un altro paio di maniche. Il fatto è che " il groviglio virtuoso" che è nato a Siena, si è propagato come una piovra in tutta la provincia è anche qui da noi, dove non c'era rappresentante di categoria che non fosse di quell' orientamento politico quasi assente qualsiasi esponente di opposizione, e se c'era indicato sempre come fascista e reazionario. Ora ci saranno le elezioni e mi raccomando, se non ci basta, rivotiamoli!

Anonimo ha detto...


la colpa è dei compagni di merende che hanno distrutta siena e provincia.

Anonimo ha detto...

Quando una persona si candida ad essere sindaco in una realtà come quella di Chianciano sa o dovrebbe sapere a cosa va incontro, deve conoscere i problemi del territorio sia economici che sociali. Se ha la capacità di risolverli o di attenuare le criticità ottiene rispetto e considerazione dai cittadini se non è competente riceve critiche. Inutile cercare attenuanti, Marchetti non ha competenze, ha peggiorato la situazione. Ha cercato il potere X il potere. Da uomo di destra ha in giunta collaboratori di sinistra. Ha fatto errori enormi che la cittadinanza paga. Lui non ha rischiato, noi siamo con una economia in ginocchio, in una situazione peggiore di 4 anni fa. Questo è chiaro, in una azienda privata sarebbe stato rimosso.

Anonimo ha detto...

Amministrazione di sinistri. Non c’é stato nessun cambio, ma solo la preparazione per far tornare i soliti sinistri di prima, di sempre. C’é da festeggiare, si, il nuovo turismo sportivo, 180 ragazzini in due settimane cambieranno sicuramente l’economia del Paese. Rivotateli se siete soddisfatti ma poi finitela di lamentarvi. Prima compagni di merende, ora compagni di aperitivi.

Stefano ha detto...

Il giorno 18 febbraio presso il Grand Hotel Ambasciatori in Chianciano ci sara' un incontro su temi economici con il candidato della Lega al collegio di Siena Prof.Claudio Borghi economista,la dott.ssa Giorgianni Letizia presidente comitato vittime crac Banca Etruria e candidata per Fratelli d'Italia, il sindaco di Chianciano Marchetti Andrea ed altri amministratori del territorio.
Seguira' dibattito.
La cittadinanza e' invitata a partecipare.

Lega Nazionale Siena

Anonimo ha detto...

La propaganda politica non è stata inventata da Marchetti, ma il Sindaco ha imparato in fretta ad usarla. Manipola l’informazione in modo sfacciato, chi lo capisce è giusto che lo evidenzi. Non ha tutte le colpe della disfatta di Chianciano, ma come afferma chi ha analizzato le sue decisioni politiche, dargli attenuanti sarebbe un errore, la colpa di questo malessere economico sociale verrebbe imputata sempre a Mussolini. Marchetti ha grandi responsabilità per errori politici, omissioni, leggerezze. Non capirlo o chiudere gli occhi non aiuterebbe Chianciano.

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

Regione Toscana ha emesso un Bollettino di criticità ARANCIONE per RISCHIO GHIACCIO dalle ore 00,00 alle ore 10:00 di Domenica 04 Febbraio 2018 valido per tutti i Comuni dell'Unione.
Per approfondimenti consultare www.cfr.toscana.it.

Anonimo ha detto...

Chiusi: undici Comuni firmano per la candidatura Unesco della Valdichiana Senese ed Aretina
3 febbraio 2018 26 Views
Il sindaco di Chiusi Juri Bettollini, insieme ad altri dieci primi cittadini della Valdichiana Senese ed Aretina (Lucignano, Castiglion Fiorentino, Civitella in Val di Chiana, Cortona, Foiano della Chiana, Marciano della Chiana, Montepulciano, Monte San Savino, Sinalunga e Torrita di Siena), ha firmato a Lucignano l’accordo di programma “Valdichiana Paesaggio Rurale Storico”. L’iniziativa punta a creare una sinergia tra i territori coinvolti superando lo spazio territoriale dei singoli Comuni per sviluppare un progetto di area vasta che possa essere di interesse anche europeo. In questo senso il primo progetto sottoscritto è, infatti, la candidatura di tutto il territorio come Patrimonio dell’Unesco.“E’ stata una giornata molto importante – sottolinea il sindaco di Chiusi Juri Bettollini – perché con la forza di un territorio iniziamo un percorso ambizioso. Quella che ci aspetta sarà una grande sfida, ma le città, che oggi hanno stretto un patto, sono ricche di peculiarità ed eccellenze riconosciute in tutto il mondo e insieme possono avere quel valore aggiunto che può pesare nella bilancia dell’Unesco. Un ringraziamento va a chi è stato il cuore di questo progetto ovvero al sindaco di Lucignano perché è riuscita a stimolare, con un grande lavoro di coordinamento e sensibilizzazione, undici amministrazioni che adesso cammineranno insieme verso un grande traguardo. Naturalmente ci auguriamo che la nostra candidatura a Patrimonio Unesco possa avere successo, ma credo che le città che oggi hanno firmato l’accordo abbiano già vinto perché siamo stati capaci di comprendere come, oggi più che mai, occorra superare il ragionamento del campanile o del confine geografico. Questa è la vera sfida che dobbiamo vincere se vogliamo promuovere, veramente, i nostri territorio in un panorama di grande rilievo.”L’accordo firmato dagli undici sindaci della Valdichiana senese ed aretina, oltre alla candidatura Unesco, porterà alla possibilità di avanzare istanze condivise a vantaggio di una popolazione numericamente molto rilevante, in settori diversi (infrastrutture, ambiente, beni culturali, turismo, agricoltura, attività commerciali, trasporti) a livello nazionale ed europeo

Anonimo ha detto...

Unirsi agli 11 Comuni per la candidatura Unesco viene bocciato dai nostri politici. La possibilità di entrare con forza in un meccanismo di promozione turistica culturale e ambientale viene abbandonata. Meglio finanziare la strada del vino nobile, che non ci ha portato niente e tutta la promozione è diretta verso Montepulciano. Meglio buttare i soldi per Piazza Marchetti Giano, meglio finanziare pranzi e cene e attaccarsi al telefono per far venire 4 gatti. Dove è andato a finire lo sviluppo del territorio, l’unione fa la forza e altre belle stronzate che ci hanno propinato per 4anni?

Forza Italia di Siena ha detto...

Stefano Mugnai (Forza Italia) a Chianciano sabato 10 febbraio

Sabato prossimo 10 febbraio la segreteria provinciale di Forza Italia di Siena ha organizzato un incontro a Chianciano con Stefano Mugnai, capolista alla Camera nel collegio Siena-Arezzo-Grosseto.
All’incontro, convocato per le ore 16 presso l’Hotel Alba in Viale della Libertà sul tema “Incontro per la Valdichiana – vivere e lavorare nei nostri territori”, parteciperanno anche altri candidati nello stesso collegio.

Anonimo ha detto...

Alberghi vanno all’asta per 100/150euro al metro. Aste deserte, nessuno si avvicina. Possiamo pensare che qualche ottimista possa pensare di investire nelle nostre Terme

Anonimo ha detto...

La fiducia nel futuro non esiste a Chianciano. Non si vede niente di buono, che possa alleggerire la crisi. Chiusure, gente che getta la spugna, che rinuncia a battersi. Sofferenze bancarie in aumento. IMU e tasse impossibili da pagare. Non si può continuare così, anche i rumeni scappano. La paralisi politica è gravissima, inerzia, impreparazione creano un blocco economico impossibile da rimuovere. Le terme in liquidazione quali conseguenze porteranno? L’azione politica è fuori controllo, noi vittime senza difesa.

Anonimo ha detto...

Per 15,11
Penso proprio di no .
Come non ci sarà mai il rilancio del termalismo da parte della Regione.
Prima o poi verrà fuori il problema sulla scarsità dell’acqua termale, della mancanza del bilancio idrico. . Lo ha detto anche Barbetti nel confronto con Meniconi . Ma da che parte sta Daniele Barbetti ?
Nessuno comprerà al buio, senza garanzie sulla disponibilità della risorsa idrica termale.!
Nel confronto su NTI nessune ne ha parlato, NEPPURE CHI STA ALL’OPPOSIZIONE. Il problema esiste, PURTROPPO !!! Ma nessuno ne parla. Il problema è irreversibile come ha detto Osservatore ed è per questo che è scorretto nei confronti della povera gente spendere ANCORA soldi pubblici su un bene MAI TUTELATO. NON LO DICE IL SOTTOSCRITTO, LO DICE LA REGIONE TOSCANA CHE ATTRIBUISCE LA RESPONSABILITA’ AI COMUNI COSI COME RECITA’ LA L.R 38/2004. CASO STRANO CHE PRIMA DELLA 38/2004, DAL 1994 LE RESPONSABILITA’ ERANO DELLA REGIONE (L.R.86/1994) E IL RISULTATO E’ STATO LO STESSO, NESSUNO SI E’ MAI PREOCCUPATO DELLA SOSTENIBILITA’ DELLO SFRUTTAMENTO.
TRA QUALCHE GIORNO VERRANNO A TROVARCI, SIA LA LEGA NORD CHE FORZA ITALIA (BORGHI E MUGNAI). SIA LA LEGA NORD CHE FORZA ITALIA HANNO PRESENTATO UN’INTERROGAZIONE AL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE NON SULLA CRISI DEL TERMALISMO MA SULLA CRITICITA’ DELLA RISORSA IDRICA.

Mugnai, forza italia : Interrogazione con risposta scritta presentata il 21 aprile 2016 , prot. 10681 2.17.1 con oggetto “sullo sfruttamento delle risorse termali”. Al punto 2 si legge: “Se la Regione sia a conoscenza della criticità delle risorse termali afferenti al territorio regionale toscano e se, nonostante le suddette criticità, abbia investito per aumentarne la produttività”.
Firmato: Mugnai

Borghi , lega Nord: interrogazione a risposta scritta. Protocollo 18357 /2.17.1 16 settembre 2017 con oggetto: in merito all’utilizzi delle risorse termali. Nell’interrogazione alla giunta tra l’altro si legge: “
-se non ravvisi gli estremi per la decadenza delle concessioni termali che non abbiano ottemperato all’obbligo di istallazione degli strumenti di misura.
-l’elenco dei comuni inadempienti
- come intende esercitare la propria autorità ai sensi dell’art. 6 della legge 38/2004 e successive modificazioni, affinchè sia rispettato il dettame legislativo, che prevede all’art. 5 della succitata legge, l’obbligo di installazione (a carico del concessionario) di uno strumento di misura ….
Considerato che nella relazione di geologia, piano strutturale del comune di chianciano terme si fa riferimento ad un problema di ampie dimensioni non solo sotto il profilo idrogeologico ma anche sociale ed economico…..
Sottolineato che tale problematica coinvolge tutte le aree termali toscane …..
Ritenuto che alla luce di quanto sopra esposto e ai sensi della legge 68/2015 potrebbero configurarsi alcuni gravi reati ambientali dovuti all’alterazione dell’equilibrio dell’ecosistema ovvero al deterioramento delle acque del sottosuolo.
Firmato: Casucci, Salvini
Il consigliere Regionale Mugnai e Consigliere regionale Borghi (ambedue presto Onorevoli), lanciano il sasso e poi tirano indietro la mano ? da che parte stanno ?
Soltanto dichiarando che sono stati commessi degli errori che possiamo gettare le basi per ripartire.
Interessa solo la poltrona ! sono giovani, ma si adeguano subito!

Anonimo ha detto...


se hanno presentato un'interrogazione non sulla crisi del termalismo vuol dire che di chianciano non gliene frega niente.
che tornino a casa loro

Anonimo ha detto...


Per anonimo 18.43
Non hanno parlato della crisi del termalismo, ma hanno confermato che il problema della scarsità dell’acqua termale esiste e la colpa è di chi in tutti questi anni non l’ha tutelata penalizzando oggi la ripresa economica.

Anonimo ha detto...


Ebbene, con le interrogazioni della lega e di forza italia si ufficializza che quanto tenuto nascosto dalla Sinistra, da p.e.a.c (e fin qui si può capire) e da De Angelis (qui invece è grave), è purtroppo vero (criticità dell’acqua) e che la mozione di bezzini per il rilancio del termalismo è una presa per il culo. Peggio di così !
Hanno seccato il Monte , adesso anche l’acqua e dopo…..

Anonimo ha detto...

FALLARINO, NON TI FISCHIANO GLI ORECCHI ?

Anonimo ha detto...

Acqua o non acqua. Noi gli alberghi li abbiamo, i negozi, i bar non hanno le ruote. La politica deve fare programmi per attirare turisti. Deve organizzare grandi manifestazioni, concerti a livello nazionale, spingere cosa abbiamo. Chianciano deve vivere con l’acqua o senza. Basta con eventi da quartiere di periferia, basta con festicciole da villaggio.

Siamo scollegati dai flussi turistici nazionali e internazionali. Marchetti dove metti i soldi della tassa di soggiorno che noi ti diamo? Cosa fai X la stagione 2018? Ti rendi conto che la paralisi politica ci sta portando alla chiusura totale?

Anonimo ha detto...

L’idea delle sculture piazzate nelle zone importanti dove è andata a finire? 40 sculture fatte da artisti alte 2metri e illuminate per un anno è sparita?

Anonimo ha detto...



BORGHI E MUGNAI NON VENITE A PRENDERCI PER I FONDELLI.
FATE UN’INTERROGAZIONE METTENDO IN EVIDENZA CHE CI SONO DELLE RESPONSABILITA’ DA PARTE DELLA SINISTRA PER LA GESTIONE E LA TUTELA DELLA RISORSA TERMALE E POI ? TUTTO QUI ?
VOGLIAMO DELLE RISPOSTE ! FATE PARTE DELL’OPPOSIZIONE O SIETE ANCHE VOI COMPAGNI DI MERENDE ?

Fabrizio Giugnoli ha detto...

Vorrei scrivere ancora due righe sul passato, astenendomi dal proporre soluzioni. La crisi chiancianese è a tutti gli effetti una crisi cominciata con la fine del termalismo assistito, prima voluto, poi tolto dal governo centrale. Questo ci dice innanzitutto una cosa, che il nostro destino è stato pilotato da qualcun altro, non da noi. Ora, a distanza di quasi trenta anni, possiamo meglio valutare l'impatto totale delle decisioni centrali. Crollo totale dei valori immobiliari, delle entrate fiscali, dell'occupazione, problemi bancari eccetera. Quindi possiamo dire che lo Stato ci ha rimesso, e parecchio. In effetti se Chianciano fosse stata un'unica azienda di un unico proprietario privato quel proprietario mai si sarebbe sognato di agire come ha agito lo Stato centrale, cercando invece di ristrutturare la sua azienda senza intaccarne il valore totale. Quest'idea che si debba privatizzare a prescindere e togliere sostegno pubblico a certi comparti si è rivelata nel tempo completamente folle, soprattutto se applicata in maniera astratta. Dietro a questa scellerata filosofia politico economica non c'è nulla, ma proprio nulla di razionale. Chianciano, in mancanza di un progetto nazionale che riguardi il termalismo nella sua complessità e entri nelle problematiche specifiche delle città termali, non si riprenderà mai. Serve una grande visione e un grande piano che affronti tutti i temi, a cominciare da quello fiscale, visione e piano di rilancio che obbligatoriamente dovrebbero uscire da un tavolo di lavoro specifico a livello nazionale, facendo pesare con il governo quanto detto all'inizio, e cioè che il primo a rimetterci da questo stato di cose è il governo stesso

Anonimo ha detto...

Per anonimo 20,12
“acqua o non acqua”
Ti ricordo che il nostro presidente ha detto che la nostra unica ricchezza è l’acqua. Senza investimenti per la mancata salvaguardia dell’acqua come fai ad attirare i turisti. ?
Mugnai e Borghi sanno del nostro disagio ed è per questo che vengono a ChianGiano a prendere i voti.
Perché i consiglieri regionali non hanno fatto mai cenno alle responsabilità della Sinistra ?
Nell’interrogazione della Lega si fa cenno a gravi reati ambientali e nonostante ciò hanno messo tutto a tacere. ? Ma l’acqua termale è l’unica ricchezza del nostro territorio ! la Lega lancia accuse pesanti , non fa niente perché si tuteli la nostra risorsa e dopo viene a casa mia a chiedere i voti ?

Anonimo ha detto...

Pensi che al governo possa interessare che è il primo a rimetterci ?
2.300 miliardi di debito
900 miliardi spesa pubblica
Privilegi
Pressione fiscale
Corruzione
Poltronificio
7000 società partecipate inutili su 8000
Etc etc etc

Anonimo ha detto...

Valerio perché non pubblichi il dibattito a NTI con Marchetti, De Angelis e Fallarino?

valtubo ha detto...

Appena NTI mi da il file pubblico!!!

Saluti,

Valtubo

Anonimo ha detto...

A fronte di quanto è stato sopra detto, forse, chissà, Barbetti potrebbe promuovere una class action a tutela della categoria che rappresenta e non solo. Questa è l’occasione per capire da che parte sta !
La conferma che il problema esiste, assume proporzioni importanti perché coinvolge anche San Casciano Bagni , Rapolano, Sarteano ed anche altre province (sembra che lo dica la Regione).
A questo punto si pone anche il seguente quesito : perché l’opposizione ce lo ha tenuto nascosto ?

Anonimo ha detto...




De angelis , ti sei svegliato dal letargo ? dopo la sviolinata a Fallarino ?

Anonimo ha detto...


Quindi la mozione di BEZZINI per rilanciare il termalismo è una BUFALA !

Anonimo ha detto...

Non fatevi infinocchiare dalle promesse dei politici di turno sotto elezioni .
Meditate gente .....meditate !!!!!!
Quando hanno preso l'agognata seggiola non gli frega pù nulla di Chianciano e relativi Chiancianesi .

Anonimo ha detto...

Corsi e ricorsi storici.
La classe dirigente/politica ha creato un sistema che ha bisogno di schiavi che lavorano per due lire, per mantenersi poltrone e privilegi vari.
Quello che mi fa inca@@are di più è che, escludendo quelli a cui questo sistema conviene, nella grande massa di tutti gli altri trovano sempre i coglioni che li rivotano.
E questo vale a sinistra, destra e centro!

Anonimo ha detto...

X11.20
Proprio vero, i signori del palazzo vogliono imbecilli che li votano. Schiavi, noi a chianciano ne sappiamo qualcosa, non solo delle passate amministrazioni ma soprattutto di questa che ci ha fregato alla grande. Promesse e promesse, grande incapacità e la voglia di tenersi stretta la poltrona

OSSERVATORE CHIANCIANESE ha detto...

anonimo 11.10
Pienamente d'accordo con te.Guarda Scaramelli,sottolinea sempre di essere nato a Chianciano e che quindi è interessato alle nostre problematiche . Te ne sei accorto te? Hai letto una parola sulla difesa delle Terme ? Hai sentito o letto una parola di supporto al Termalismo? Vedrai comunque che i Chiancianesi gli daranno ancora il voto!Mal voluto....

Anonimo ha detto...

Fino a quando i Chiancianesi continueranno a fidarsi dei politici di turno non cambierà mai nulla per Chianciano , è ciò che vuole la politica ,affossare del tutto questo Paese.
Solo quando i Chiancianesi decideranno di diventare una vera comunità ,fregandosene della politica,ritroveranno la strada per far ritornare Chianciano Terme ad essere un vero Paese TURISTICO !!!
Dipebde solo dalle forze economiche di Chianciano TERME !!!

Anonimo ha detto...

Questi sono i peggiori sapevano benissimo che non avrebbero potuto mantenere nemmeno la metà delle promesse.

Forza Italia di Siena ha detto...

Elezioni Politiche nomina coordinatore comunale di Forza Italia di Chianciano Terme

Sabato 10 febbraio a Chianciano saranno presentati i candidati della provincia di Siena alle elezioni politiche 2018. Tra di loro ovviamente il coordinatore regionale Stefano Mugnai. A dare conferma dell’iniziativa che si terrà alle ore 16.30’ all’Hotel Alba di Chianciano il coordinatore provinciale degli “azzurri” Lorenzo Lorè anche lui candidato al Parlamento. Nell’occasione del 10 febbraio verrà anche nominato il coordinatore comunale di Forza Italia di Chianciano Terme.

Anonimo ha detto...

Eccoli ....stanno arrivando tutti .... di tutti i partiti ...tutti pronti a risolvere i problemi di Chianciano !!!! Poveri noi !!!

Anonimo ha detto...

Per osservatore
Sai perché Scaramelli non è mai intervenuto a difesa delle terme ? se fosse stato possibile il rilancio del termalismo, con orgoglio la mozione l’avrebbe presentata lui e non Bezzini.
Il compagno Bezzini ex presidente della provincia di siena. il 13 giugno 2011 ha dichiarato: “…garantire alle future generazioni uno sviluppo del territorio che sia sostenibile sul piano ambientale e in grado di produrre nuove opportunità di lavoro”.
Se manca l’acqua, lo sviluppo è sostenibile ?
dov’è il mov 5 stelle ? dov'è Barbetti ?

Anonimo ha detto...

Marchetti ci hai tradito non ci hai dato niente di quello che avevi promesso. Vuoi almeno metterti d’accordo con Rocchi sulla nostra acqua. Come fate a raccontare due storie diverse????

Anonimo ha detto...

Mugnai nominerà il nuovo coordinatore di forza italia.
Mugnai, recentemente ha fatto un’interrogazione sul problema delle acque, certo farla e lasciarla nel cassetto dopo, è stato tutt’ uno; la stessa cosa è stata fatta qualche anno fa anche da un ex coordinatore di forza italia apparentato con il pianista sull’oceano il quale definì molto interessante ai fini politici la criticità delle acque nel nostro territorio, così interessante che i documenti furono consegnati all’ onorevole Monica ...Anche in quell’occasione, visti i risultati, il tutto è stato riposto nel cassetto e chiuso a chiave. … (naturalmente le prove di quanto sopra le ho tenute nel cassetto anch’io)
Tutto questo per dire : non si salva nessuno ! io paro il culo a te e tu pari il culo a me.

Anonimo ha detto...

Ma il progetto Chiangiano for family ed i pupi di Giano sono già archiviati?

Anonimo ha detto...

In ogni caso abbiamo bisogno di contatti in Regione e a Roma. Dobbiamo bussare alle porte giuste, non mollare e spiegare la situazione di crisi e cercare di ottenere vantaggi fiscali o interventi statali. Marchetti non sa bussare alla porta di casa sua siamo totalmente soli e abbandonati

Anonimo ha detto...

Poro ChianGiano e tutti i chiancianesi. Che vi aspettavate e cosa ancora sperate da questo clan di sinistri patentati?
Traghettatori dei nuovi ma vecchi sinistrorsi di prima. Meditate gente meditate e nel frattempo combattete con la differenziata!

Anonimo ha detto...

Nel 2008 l’assessore regionale Cocchi ha detto:
''E' significativa -spiega Cocchi -la decisione di uno studio scientifico per garantire la sostenibilità sull'utilizzo delle acque termali, sia a fronte degli importanti investimenti effettuati e programmati, sia per salvaguardare un bene naturale prezioso e insostituibile''. Negli ultimi anni, in Toscana, i consumi di acque termali sono aumentati, in quanto legati anche a un uso sempre piu' diffuso di piscine per labalneoterapia, ma anche alle richieste di nuovi permessi di ricerca per acque termali: ecco dunque il motivo che sostiene questa ricerca. La sperimentazione su Montecatini/Monsummano durerà due anni e ad effettuare il monitoraggio delle acque sulla base di un contributo regionale (155 mila euro) stanziato dalla Regione sarà una struttura del Cnr di Pisa. La sperimentazione sarà poi estesa all'intera rete delle zone termali toscane.”
Dalla lettura di cui sopra si evince l’ importanza che era stata attribuita (a parole) alla sostenibilità dello sfruttamento delle risorse termali : la sperimentazione estesa all’intera rete però non è stata mai effettuata (per lo meno a casa nostra) , andando ad inficiare il rilancio del termalismo così tanto auspicato.

Anonimo ha detto...

Magari fossero archiviati !Sembra che sia l'argomento del prossimo consiglio comunale.Sa qualcosa qualcuno?????

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Convocazione Consiglio Comunale 8 febbraio 2018

Convocazione Consiglio Comunale per giovedì 08 Febbraio 2018 – ore 21,00 – prima convocazione – sala consiliare.

Nel giorno e nell’orario indicato in oggetto è convocato il Consiglio Comunale per discutere il seguente

Ordine del Giorno

1. Approvazione verbali delle sedute del 22 e del 29 dicembre 2017;

2. Regolamento del marchio “Chianciano Terme for Family” – Approvazione;

3. Consorzio pubblico Società della Salute Amiata Senese e Val d’Orcia – Valdichiana Senese – Approvazione bozza Statuto e Convenzione”.


Il Sindaco
Andrea Marchetti

Anonimo ha detto...

OGGETTO: Ordine del Giorno Consiglio Comunale seduta di giovedì 8 febbraio 2018 – ore 21,00 – Integrazione (art. 14, comma 4, Statuto Comunale).
Si avvisa che l’ordine del giorno della seduta con
siliare convocata per giovedì 8 febbraio 2018 – ore 21,00, di cui alla nota prot. n. 1.916 del 02.02.2018 è integrato, ai sensi
dell’Art. 14 – comma 4 – dello Statuto Comunale, in considerazione dell’urgenza delle proposte, con i seguenti punti:

Ordine del Giorno
4. Costituzione del Comitato promotore “Chianciano
Terme European Town for Sport 2019”;
5.
Programma triennale lavori pubblici 2018/2020 ed el
enco annuale 2018 approvato con
deliberazione del C.C. n. 86/29.12.2017 – Modifica.

Il Sindaco
Andrea Marchetti

Anonimo ha detto...

La cosa più brutta, che fa più male, che ci ferisce, è stata la diversa interpretazione data da Rocchi e Marchetti circa la criticità delle acque. Per Rocchi, secondo il geologo di terme immobiliare, Chianciano non doveva temere perché faceva parte di un sistema chiuso, mentre per marchetti, in un’intervista su radio effe , dichiarava che al momento non c’erano grossi problemi, ma se in seguito gli emungimenti dovessero essere indiscriminati questo poteva creare problemi non solo a Chianciano, perché le falde sono tutte collegate. Marchetti ha detto la verità quando ha dichiarato che le falde sono tutte collegate, ma ha mentito quando ha detto che al momento non ci sono grossi problemi ( sia la lega che forza italia hanno dimostrato in un documento pubblico che i problemi ci sono, eccome).
Perché ce lo hanno tenuto nascosto ?

Anonimo ha detto...

PLEBISCITO ELETTORALE PER CHIANCIANO TERME
PLEBISCITO per Elisabetta Pallecchi Nuovo Coordinatore Comunale di Forza Italia
PLEBISCITO per Linda Pallecchi Coordinatrice Provinciale di Fratelli d'Italia
PLEBISCITO per Marcello Fallarino Segretario Comunale Partito Democratico
PLEBISCITO per Fabiano De Angelis Coordinatore Movimento 5 Stelle
restiamo in attesa dei nomi di "Liberi e Uguali" "+ Europa", "Civica Popolare", "CasaPound".

Anonimo ha detto...

Una area camper chi e quante persone attira a Chianciano?
L’amministrazione si rende conto di cosa si poteva realizzare con la stessa somma?
Marchetti capisce che si devono realizzare opere fruibili da un alto numero di gente per aumentare l’offerta turistica di Chianciano??
Affermare che questa decisione è scandalosa, non considera la reale connotazione turistica di Chianciano, manca totalmente di buon senso è un giudizio persino troppo tollerante verso una giunta che si spera sia solo di incapaci.

Anonimo ha detto...

Rocchi con una area camper Chianciano non tornerà ad essere una rinomata stazione turistica come tu affermi.

In una situazione critica come la nostra come fate a comportarvi in questo modo e prendere in giro tutta la cittadinanza

Anonimo ha detto...

È vergognoso buttare via i soldi un questo modo