e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

domenica 20 ottobre 2013

Dibattito tra candidati Sindaco Marchetti – De Angelis ecco tutto quello che è stato detto!



Grande serata per la festa dei 5 anni del blog Valtubo, il blog dei chiancianesi, ringrazio la molta gente che è venuta per assistere al dibattito tra candidati Sindaco del Movimento 5 Stelle e di Punto e a Capo.
Ecco il video e l’audio del dibattito registrato in diretta ed integrale, sotto ci sono le domande con il minuto dove trovare la risposta dei candidati Sindaco Andrea Marchetti (Punto e a Capo) e Fabiano De Angelis (M5S), che ringrazio ancora per la disponibilità ed i quali mi hanno promesso che replicheremo la serata, negli ultimi giorni prima delle elezioni comunali con i candidati che in futuro si faranno avanti.

Domande serata blog e minuti dove trovare gli interventi:
Come pensate di affrontare i problemi del Centro Storico e una sua riqualificazione? Viabilità interna, piano parcheggi e fruibilità, pulizia e manutenzione, piano facciate, illuminazione pubblica, incentivi o altre misure per stimolare investimenti di recupero immobiliare, incentivi o altre misure per stimolare l'apertura di attività commerciali, sinergie per sfruttare a fini turistici e promuovere il patrimonio artistico e paesaggistico (Chiese, musei, punti di osservazione, ecc)
Domanda 2’45”  -   Risposta De Angelis 3’06”  -   Risposta Marchetti 8’06”
Organizzazione del trasporto pubblico urbano ed extraurbano, come si dovrebbe porre l'Amministrazione nei confronti di Tiemme? E quali realisticamente può essere il potere contrattuale dell'Amministrazione per ottenere un servizio migliore? (idee eventuali su possibilità di integrazione o sostituzione con altre aziende di   trasporto)
Domanda 11’52”  -   Risposta Marchetti 12’10”  -   Risposta De Angelis 13’13”
Come pensate di ammortizzare la futura mancanza di risorse erogate fin ora  dalla Fondazione MPS ed attrarre nuovi investitori?
Domanda 17’24”  -   Risposta De Angelis 17’33”  -   Risposta Marchetti 18’55”
Dopo gli esperimenti sulla viabilità cittadina della giunta Ferranti quali progetti in tema di viabilità si intende portare avanti? La nuova sistemazione di piazza Italia ha creato una serie di problemi, primi fra tutti carenza di posti auto e sicurezza, come si pensa di risolverli?
Domanda 21’39”  -   Risposta Marchetti  21’56”  -   Risposta De Angelis 23’34”
Riguardo la pedonalizzazioni cosa intendete fare?
Domanda 25’38”  -   Risposta De Angelis 25’40”  -   Risposta Marchetti 27’42”
Tutti e due parlate di cittadella sportiva cosa prevedete?
Domanda 29’25”  -   Risposta Marchetti  29’31”  -   Risposta De Angelis 32’13”
Con quali strumenti e con quali visioni future si intende rendere attrattivi i parchi termali in particolare il parco Fucoli?
Domanda 39’00”  -   Risposta De Angelis 39’10”  -   Risposta Marchetti 42’03”
Quale intervento a breve tempo intendete portare avanti per il rilancio dell’economia chiancianese e ritenete ancora il turismo l’unica forma o si possono percorrere altre strade? Quali?
Domanda 44’23”  -   Risposta Marchetti  44’35”  -   Risposta De Angelis 50’01”
Quali interventi considerate fondamentali per il Piano Strutturale per la futura Chianciano? E per attrarre investitori?
Domanda 51’49”  -   Risposta De Angelis 51’58”  -   Risposta Marchetti  51’58”
Come vi porrete nei rapporti con Unione dei Comuni, Provincia e Regione?
Domanda 52’55”  -   Risposta Marchetti  53’31”  -   Risposta De Angelis 54’44”
Minuto 57’05 intervento Marchetti su aree verdi (per diritto su recupero tempo interventi)
Descrivete le motivazioni della vostra candidatura, il vostro movimento e i principali obiettivi?
Domanda 59’28”  -   Risposta De Angelis 59’47”  -   Risposta Marchetti 1h02’20”
Aspetto commenti su interventi dei candidati!

Saluti,

Valtubo


Dibattito tra Candidati Sindaco Albergo Sanremo Chianciano
Marchetti Punto e a Capo e De Angelis M5S durante confronto


62 commenti:

Il dibattito visto da Corriere di Siena ha detto...

Chianciano, si scaldano i motori di due candidati a sindaco

Falcone: "ci sarà anche in candidato comunista". Con quello PD, si sale già a quattro. E alle elezioni mancano sette mesi


Chianciano Terme - Già in due studiano da Sindaco a Chianciano Terme per il dopo Ferranti e per festeggiare i suoi cinque anni di vita, li ha messi a confronto in un dibattito all'hotel San Remo il blog Valtubo. E' finita uno a uno la sfida fra Fabiano De Angelis del Movimento 5 Stelle e Andrea Marchetti della lista civica "Punto e a capo", sostenuto da un nutrito gruppo di esponenti Pdl, come del resto anche il commercialista Marchetti è consigliere comunale uscente di opposizione. Mentre Fabiano De Angelis, che lavora nel settore medico, è un totale outsider della politica, insomma il "grillino" tipo. "Abbiamo avuto alle politiche oltre 1000 voti - ha detto De Angelis siamo il quarto comune in Toscana per consensi: bisogna smettere di lamentarsi e darsi da fare. Anche se io effettivamente non ci pensavo proprio a candidarmi, poi i miei me l'hanno chiesto". I due candidati, non c'è che dire, fanno sul serio, risultano preparati su tutti i temi. Effettivamente alla Camera Grillo fece il pieno di 1035 voti, il Pd con SEL ebbe 1716 voti e la destra 821. Per le amministrative 2014, annuncia la volontà di candidare un "comunista" anche Antonio Falcone, consigliere provinciale: "Non sarò certo io, serve un ricambio, però puntiamo a presentare una lista comunista dappertutto". Peraltro si dichiara scorato dal clima politico in generale, reduce dal Consiglio provinciale che ha sancito la diminuzione del gettone di presenza "Vi immaginate un libero professionista come me che va una intera giornata a Siena che vede scendersi la diaria da 50 a più o meno 43 euro? Compreso il panino per pranzo. Non è certo quello che fa la differenza!" La ricetta di Marchetti e De Angelis passa per il rilancio del turismo sportivo, con strutture adeguate: per Marchetti è la "cittadella dello sport", per De Angelis il "Parco dello sport" al quale ha dedicato una osservazione al Piano regolatore, ora in commissione, per accedere ("Per Chianciano sarebbe la prima volta, eravamo abituati ai soldi a pioggia del MPS") ai fondi strutturali europei 2014 ; e ci ha tenuto a ricordar che i grillini si riuniscono tutti i giovedì' sera. Per Marchetti la cosa da fare nell'immediato sarebbe una sorta di proloco, una Fondazione che rilanci il turismo usando i soldi della tassa di soggiorno, mentre De Angelis insiste sul recupero del progetto dei pargheggi davanti al Telaio in piazza Italia. "I commercianti in quella piazza soffrono tantissimo per la carenza di parcheggi, quella fila era stata promessa dal Comune, tanto che sotto il travertino da 6 cm in quell'area c'è una rete elettrosaldata, ci si potrebbe parcheggiare un panzer, invece il Comune ha cambiato idea ed eliminato quei parcheggi vitali per il commercio". Secondo De Angelis è fondamentale sostenere la piccola e media impresa, spina dorsale della città. De Angelis pensa alla necessità di mettere in relazione i vari Sindaci della zona, mentre per Marchetti una parte del programma riguarda le aree verdi, ognuna da recuperare a tema con l'impegno di una associazione a tenerla in ordine (Pineta come Forest Park, un altro giardino come Dog park), il tutto verso l'idea di smart city della sua compagine.
(segue)

Il dibattito visto da Corriere di Siena ha detto...

La mobilità assilla anche il M5S secondo cui nel centro storico serve una scala mobile per accedere dai parcheggi fuori le mura. Ed in tal senso Marchetti propone autobus a metano a basso impatto ambientale. E sulla pericolosità di piazza Italia? "Forse è il caso alla fine di riempire le vasche di sabbia..," conclude il grillino. Intanto il Pd ieri pomeriggio era alle prese con il suo congresso comunale che sembra avere spianato la strada della segreteria a Monica Sanchini, che avrebbe messo d'accordo vecchia guardia e giovani. Finita l'epoca dei reggenti, il Partito potrebbe ricominciare a camminare con le sue gambe e far fronte alle ennesime dimissioni, quelle da capogruppo di Consiglio comunale di Francesco Frizzi. Per non parlare della scelta del candidato Sindaco.

Il dibattito visto da Centritalianews ha detto...

Chianciano Terme: in candidati a sindaco Marchetti e De Angelis faccia a faccia da Valtubo

Si anima a Chianciano Terme il dibattito politico in vista delle elezioni comunali che si terranno la prossima primavera.
Ad inaugurare una campagna elettorale che si prevede infuocata e ricca di colpi di scena sono stati i primi due candidati a sindaco ufficialmente scesi in campo, Fabiano de Angelis per il Movimento 5 Stelle e Andrea Marchetti a capo della lista civica trasversale “Punto e a capo” che si sono sfidati in un confronto all’americana organizzato dal blog Valtubo in occasione del quinto anniversario della sua nascita.
Dodici domande con risposte cronometrate per un duello all’insegna della cordialità tra i due sfidanti che ha intrattenuto, per circa un ora e mezza, il nutrito pubblico accorso alle evento.
Si è parlato un po’ di tutto, dai temi scottanti della viabilità e della mancanza di risorse ai progetti per il rilancio economico.
Sono emerse visioni e strategie in parte differenti ma anche soluzioni in molti casi simili. In particolare sia De Angelis che Marchetti non hanno nascosto una certa “ansia” in relazione alle problematiche e alle difficoltà che attualmente attanagliano la cittadina termale ma entrambi hanno manifestato anche una comune aspirazione a mettersi in gioco per «fare qualcosa di concreto per Chianciano».
Punto essenziale del programma di entrambi gli schieramenti è il rilancio economico da attuare attraverso una rivitalizzazione del comparto turistico sia sotto il profilo termale che sportivo.
Proprio riguardo lo sport sia da parte dei grillini che da parte di “Punto e a capo” è emersa la necessità di realizzare un centro sportivo di richiamo nazionale e internazionale in grado di attrarre flussi turistici in varie discipline. Punti essenziali dei due progetti che secondo Marchetti si dovrà chiamare “cittadella dello sport” e “parco dello sport” secondo De Angelis sono la capacità di generare reddito e di attrarre capitali di investimento e la localizzazione nell’area che si estende dagli attuali impianti sportivi fino a Mezzomiglio, uno spazio che anche il Piano Strutturale in adozione ha definito a prevalente interesse sportivo.
Proprio in relazione alla tematica De Angelis ha annunciato anche la presentazione, da parte del M5S, di un’osservazione al Piano Strutturale definita “l’inizio di un iter per la costruzione del parco sportivo” che secondo De Angelis dovrebbe prevedere, tra l’altro, spazi per lo sport terapeutico, l’implementazione di una pista ciclabile, e la costruzione di un anfiteatro dedicato alle premiazioni.
Secondo Marchetti, la cittadella dello sport, da ipotizzare in un orizzonte di medio termine, dovrà essere realizzata attraverso la finanza di progetto e la gestione pluriennale, da parte di soggetti privati, degli attuali impianti.
Relativamente al turismo più in generale De Angelis ha sottolineato la scarsa interconnessione a livello intercomunale tra gli assessorati dedicati e la necessità di coordinamento degli eventi sul territorio.
Secondo Marchetti fondamentale è invece la costituzione di una fondazione finanziata con i proventi della tassa di soggiorno e che dovrebbe svolgere un ruolo primario nella organizzazione degli eventi e nella promozione del territorio anche attraverso la realizzazione di un marchio di qualità.
(segue)

Il dibattito visto da Centritalianews ha detto...

Sul tema della viabilità il leader grillino ha denunciato la pericolosità delle soste incontrollate lungo viale della libertà, principale arteria di Chianciano Terme, e ha proposto la realizzazione di alcuni parcheggi in Piazza Italia per venire incontro alle esigenze delle attività, a suo dire, penalizzate dalla nuova risistemazione dell’area. Marchetti ha invece affermato di non avere in programma grandi interventi di riassetto della viabilità ma ha sostenuto, nell’ottica della “smart city”, la necessità di promuovere una mobilità alternativa ed eco-sostenibile anche attraverso la realizzazione di colonnette di ricarica per le auto elettriche.
Riguardo il centro storico, infine, De Angelis ha rivolto la propria attenzione su alcuni punti specifici, quali la necessità di assicurare un migliore spazzamento delle strade, la promozione del polo museale e la realizzazione di una scala mobile di collegamento tra il Borgonuovo e il parcheggio di via Trasimeno che risulta oggi sottoutilizzato.
Marchetti ha invece sottolineato l’esigenza di rivitalizzare le attività presenti nel borgo incentivando l’apertura di botteghe artistiche e lo sviluppo di sinergie tra attività ricettive quali affittacamere, ristoranti e bar secondo un modello di “albergo diffuso” già sperimentato altrove.

Anonimo ha detto...

Il corriere non si smentisce. Subito intervento fazioso e strumentale nei confronti di Marchetti e i fantomatici amici del PDL. E' inutile che ci provate da subito: sarà civica e trasversale vera. Se raccoglierà consenso da dx farà di tutto per raccoglierlo anche da sx.

Fabiano De Angelis ha detto...

COMUNICATO STAMPA
M5S: NO ALLA LIBERALIZZAZIONE SELVAGGIA CHE UCCIDE I COMMERCIANTI
ROMA, 17 ottobre 2013 - E' attualmente in discussione alla Camera la proposta di legge
del MoVimento 5 Stelle che rivede la disciplina degli orari di apertura del commercio la
domenica e nei festivi, demandando la materia alla potestà di Regioni ed enti locali. “Le
liberalizzazioni indiscriminate messe in atto dal governo Monti - dichiarano i deputati
M5S della Commissione Attività produttive - stanno uccidendo i piccoli esercizi e stanno
desertificando i nostri centri storici. E’ dimostrato che i consumi non sono aumentati
perché i cittadini hanno spalmato le spese su sette anziché su sei giorni. I troppi centri
commerciali nati nelle nostre città, si tengono a galla abbattendo i costi delle aperture
nei giorni festivi comprimendo i diritti dei lavoratori.” “I cittadini si sono espressi contro
le liberalizzazioni in un referendum datato 1995 e adesso c’è una proposta di legge di
iniziativa popolare che ricalca in gran parte il nostro testo. Malgrado ciò i partiti rifiutano
a prescindere di votare a favore di una legge presentata dal MoVimento, anche se di
evidente buonsenso. Loro - concludono i deputati M5S - continuano a proteggere gli
interessi delle solite lobby. Noi difendiamo le piccole e medie imprese e tuteliamo il
tessuto sociale e commerciale delle nostre città.”
MoVimento 5 Stelle
Gruppo parlamentare - Camera dei Deputati

Paolo Piccinelli ha detto...

Ho ascoltato il dibattito e vorrei esprimere la mia opinione generalizzando e non parlando di uno o dell'altro.

Mi ha stupito il fatto che tanto che si parlasse di rilancio economico, quanto che si parlasse di piano strutturale o di mancanza futura di fondi da parte della Fondazione MPS, la risposta é stata sempre la stessa: Il parco Sportivo. E evidente che non sono stati visionati i dati sul turismo sportivo e quali dovrebbero essere le potenziali strutture per aumentare le stesse.

Alla domanda sul TPL si é risposto dicendo che i comuni dovrebbero ragionare insieme e non singolarmente, ignorando che il piano dei trasporti pubblici viene già discusso in provincia da tutti i comuni, sono cose che chi vuole candidarsi dovrebbe avere ben chiare.
E' emerso che uno dei problemi dei commercianti di Chianciano, riguarda TRE posti auto previsti nel progetto di Piazza Italia e poi tolti dall'amministrazione, o di come non ci possa più trovare nella stessa piazza perché non si può più parcheggiare…evidentemente il viale Roma é troppo lontano.

Si é parlato di auto elettriche e bici elettriche, la nostra morfologia non aiuta.
Sul centro storico, facendo salvo l'argomento albergo diffuso che é già presente nel piano strutturale, si é parlato di come spazzarlo meglio e poco più.

Forse di fronte alla chiusura costante delle attività, di fronte alle difficoltà economiche delle famiglie, emerse in questi giorni anche nel blog, tematiche come il sociale, tutto l'argomento riguardante le Terme, il piano strutturale e il regolamento urbanistico, organizzazione della struttura comunale, e cosa più importante come si riportano turisti a Chianciano, andavano trattati in maniera imprescindibile e ben diffusa.

Non mi dilungo molto perché credo che i vari argomenti saranno trattati in questi giorni e ci sarà modo di intervenire in maniera più precisa.

Comunque trovo che l'iniziativa sia stata positiva.

Saluti

Paolo Piccinelli

un grillino ha detto...

Piccinelli, volevi fa' un campo da calciotto e non so' quanti altri campi sportivi in culo al mondo allora per che cosa?
Sulla viabilità hai pensato solo a chiudere una strada e mette una macchinetta per parcheggi solo per far cassa! Nulla su interventi più strutturali.
Insomma, c'è una cosa che ti va bene, oppure e' giusto solo quello che pensi te?

Robin Hood ha detto...

Riparlando dei buono pasto: ma quanto mangiano questi ragazzini? Per qui prezzi che devono pagare i genitori dovrebbero dargli da mangiare ostriche e champagne e non una pastina in bianco e purè come danno all'ospedale.

Anonimo ha detto...

il PD si stà organizzando e bene e questi ragazzotti da buone e piccole ideee e niente piu' saranno spazzati via come le foglie di questi giorni a chianciano

Fabiano De Angelis ha detto...

Signor Piccinelli vorrei solo sottolineare che lei fa parte dell'attuale amministrazione,prima come assessore al turismo e allo sport poi dimesso e oggi come consigliere ,che ha avuto come " apice" della sua attività la chiusura delle piscine. Quindi reputo le sue critiche dei complimenti! Inoltre venerdì sera non era presente al dibattito,ha ascoltato il file con la registrazione credo non in maniera attenta altrimenti non avrebbe fatto i commenti imprecisi e un tantino astiosi che ha fatto. La invito,pertanto,a partecipare ad una riunione del M5S che facciamo tutti i giovedì per avere informazioni più dettagliate sul nostro programma. L'invito é sempre valido e vale per tutti i cittadini!

Fabiano De Angelis ha detto...

Mi sono scordato i saluti!
La saluto ora Signor Piccinelli,buona giornata!
Fabiano De Angelis
M5S Chianciano Terme

Anonimo ha detto...

Complimenti a Valtubo che ha saputo organizzare un incontro inconsueto per Chianciano, non eccessivamente lungo, con domande chiare e senza interventi da parte del pubblico che avrebbero potuto sviare gli argomenti e pilotare la serata.
L'idea di registrare integralmente la serata e metterla online è stata poi una bella prova di trasparenza e partecipazione moderna. Per fare la stessa cosa con i consigli comunali ancora discutono.

Anonimo ha detto...

Concordo con De Angelis. Ma con che coraggio Piccinelli parla? io veramente non me lo spiego. Incommentabile poi il coglione anonimo che dice che ora il Pd si sta riorganizzando.. per mettervela ancora una volta in quel posto. Ma secondo me a voi in fondo piace. Ma perchè Marchetti, che stimo più di tutti non si accorda con il Movimento a 5 stelle?? prendereste i voti incondizionati di molti e spazzereste via questa feccia malavitosa.Per come la vedo io Pdl, lista civica Marchetti e Movimento 5 stelle dovrebbero presentare un'unica lista. Dai che li mandiamo via! mettete da parte l'orgoglio. Fatelo per noi!

PD Siena ha detto...

Burresi: "Grande risultato nel primo voto, cambiare è possibile"
A Chianciano raggiunto quasi il 40% dei consensi


“Nel primo Comune che è andato al voto abbiamo raggiunto un grande risultato, a Chianciano Terme quasi il 40% dei votanti ha sostenuto la mia candidatura. Si tratta di un ottimo inizio, è la dimostrazione che c’è volontà di cambiamento e cambiare è possibile”. Lo dichiara il candidato a segretario provinciale di Siena del Partito democratico, Riccardo Burresi.
“Tutte le correnti “ spiega Burresi “ sono schierate con il segretario uscente Niccolò Guicciardini, ma il successo di Chianciano per la nostra mozione congressuale dimostra che una parte importante dei militanti e sostenitori del Pd vuole il cambiamento. In soli sette giorni abbiamo messo in moto la sfida all’apparato che gestisce e occupa il partito da anni. Pur nell’assenza completa di informazione per le tappe congressuali, con la struttura del partito che sta tentando di trasformare le primarie in un appuntamento
clandestino, i primi risultati della nostra sfida arrivano. Il poco tempo a disposizione non ci ha permesso di fare campagna in tutti i comuni, ma dove abbiamo potuto mobilitarci i risultati si vedono e si vedranno”.
“Per la prima volta da alcuni anni “ aggiunge Burresi “ i democratici della provincia di Siena hanno la possibilità di scegliere: da una parte c’è il vecchio apparato che ha deciso e imposto tutte le scelte che hanno portato le istituzioni del nostro territorio al disastro di questi mesi, dall’altra ci sono amministratori, volontari ed esponenti dell’associazionismo che propongono un partito diverso, fatto da persone comuni, democratico per davvero, aperto, dove non c’è l’uomo solo al comando che decide tutto in qualche stanza di Siena”.

Anonimo ha detto...

Sig. De Angelis, ascoltandola mi pare di capire che sostanzialmente il programma del suo movimento e quello del gruppo di Marchetti sono allineati su molti punti. Allora mi chiedo: alla luce dei risultati raggiunti dal suo movimento alle amministrative tenutosi nella penisola (piuttosto deludenti se messi in relazione alle politiche), non sarebbe il caso di appoggiare Marchetti invece di fare una propria lista che alla resa dei conti potrebbe essere di sola testimonianza e favorire la riconferma del centrosinistra?

Paolo Piccinelli ha detto...

Sig. De Angelis, io accetto che un cittadino normale mi dica che ho fatto chiudere la piscina (guardi esagero lo posso accettare anche da Esposito) ma da un futuro candidato no. Perché significa che lei, oltre a non conoscere le motivazioni delle mie dimissioni (ma non é doveroso da parte sua saperle) non ha seguito in alcun modo i consigli comunali in cui si parlava di questa tematica e quale é stata la mia posizione e questo faccio un po fatica ad accettarlo.

Se sono astioso, mi dispiace, ma dato che lei mi fa notare questo allora é corretto che le dica di riascoltare il dibattito, perché alla domanda sul rilancio economico della città (minuto 44 circa) lei risponde con il parco sportivo e ribadisce che lei e il suo gruppo lo ritenete l'unico modo. Alla domanda successiva, sul piano strutturale lei fa una digressione parlando del fatto che a Chianciano non si può più dire ci troviamo in piazza Italia perché non c'é più il parcheggio e poi la parola passa al Marchetti.

Se certi temi sono stati affrontati a microfoni spenti, allora chiedo scusa. Se su certi temi, come immagino e spero, ha delle idee, io sono disponibile anche a sentirle di persona, magari ci troviamo al parcheggio delle Terme dove può arrivare in macchina.

Saluti

Paolo Piccinelli

Paolo Piccinelli ha detto...

Caro Grillino, ho fatto fare un progetto con campo di calciotto in sintetico e anello per le biciclette intorno, da realizzare al Castagnolo, la cui realizzazione costa 230 mila euro e ci sono i soldi già pronti. Un intervento dunque che completerebbe un'area sportiva che é già di per se una cittadella dello sport. Ma senza andare a pensare ad investimenti che non sono facili da reperire e nemmeno da spendere (dato che non si riesce nemmeno a spendere quelli che sono già li pronti) nella pubblica amministrazione.

Lo studio di fattibilità sugli altri campi "in culo al mondo" come dici tu, era stato fatto per capire come sfruttare un terreno di proprietà del Comune (14 ettari) che da sempre é inutilizzato ed é al Caggiolo, zona Poggio alla Sala per capirci. Li ovviamente servirebbero interventi di project etc.

Quindi la mia non era una critica al settore sportivo, anzi credo molto nello sport, sia per i valori sociali che rappresenta che per le potenzialità turistiche. Detto questo sono convinto che non é quello che inverte la situazione del paese. Ti faccio un calcolo che ho già fatto altre volte: Se il modello che vogliamo (almeno é quello in cui credo io) prevede che il paese mantenga 100/130 alberghi, allora considerando che un albergo per guadagnare deve avere almeno il 60% di pieno all'anno (quindi 200 giorni), abbiamo bisogno mediamente di circa 2 milioni di presenze annue.
Pur migliorando ognuno dei segmenti che abbiamo, Terme, sport, eno-gastronomia, cultura, bellezze del territorio, congressi e benessere, arriviamo a quasi 1 milione. E in questo milione ci sono una grande percentuale di gruppi organizzati che pagano molto poco.

Quindi dico che se qualcuno é in grado di trovare risorse da spendere, dovrebbero essere impiegate per un progetto che sia in grado di sviluppare quelle presenze che mancano.

Ti accorgerai inoltre, se andrai ad amministrare il paese, che i parcometri rendono il doppio dei grattini, e i soldi incassati hanno un vincolo di spesa, come le multe giusto per portare un altro esempio e grazie a quei soldi, puoi fare segnaletica orizzontale, verticale etc etc.

Saluti

Paolo Piccinelli

Paolo Piccinelli ha detto...

Anonimo delle 11,48, non serve il coraggio per parlare, in questo caso di scrivere la propria opinione. Io ho la mia, tu di conseguenza e così via. Dovrete abituarvi a questo, perché chiunque arriverà ad amministrare avrà ogni giorno a che fare con anonimi o meno e non solo sul blog, pronti a criticare l'operato. E tutto questo in un momento in cui la dialettica si é abbastanza inasprita e la possibilità di scrivere, come quella offerta da questo blog, permette di criticare oppure offendere, senza il rischio di farsi riconoscere.
Comunque se non ti offendi, la penso come te rispetto al fatto che se i due candidati vogliono arrivare ad amministrare, considerato anche che non mi sembrano molto distanti nelle idee di massima, dovrebbero partecipare uniti. E non credo sia una questione di orgoglio, basterebbe essere chiari sulle priorità.
Credo anche io che ci sia bisogno di un cambiamento, ma se ci saranno 4/5 liste allora poi la colpa non va data ad altri...

Saluti

Paolo Piccinelli

Movimento5Stelle Chianciano Terme ha detto...

In linea con il lavoro parlamentare dei 5 stelle sulla modifica alla legge Monti relativa alla liberalizzazione degli orari di apertura delle attività commerciali ed anche in sintonia con il lavoro del Movimento di Chianciano Terme che vede di primaria importanza l'aiuto alle piccole e medie imprese portiamo all'attenzione questo comunicato dei deputati 5 stelle.

"COMUNICATO STAMPA
M5S: NO ALLA LIBERALIZZAZIONE SELVAGGIA CHE UCCIDE I COMMERCIANTI
ROMA, 17 ottobre 2013 - E' attualmente in discussione alla Camera la proposta di legge
del MoVimento 5 Stelle che rivede la disciplina degli orari di apertura del commercio la
domenica e nei festivi, demandando la materia alla potestà di Regioni ed enti locali. “Le
liberalizzazioni indiscriminate messe in atto dal governo Monti - dichiarano i deputati
M5S della Commissione Attività produttive - stanno uccidendo i piccoli esercizi e stanno
desertificando i nostri centri storici. E’ dimostrato che i consumi non sono aumentati
perché i cittadini hanno spalmato le spese su sette anziché su sei giorni. I troppi centri
commerciali nati nelle nostre città, si tengono a galla abbattendo i costi delle aperture
nei giorni festivi comprimendo i diritti dei lavoratori.” “I cittadini si sono espressi contro
le liberalizzazioni in un referendum datato 1995 e adesso c’è una proposta di legge di
iniziativa popolare che ricalca in gran parte il nostro testo. Malgrado ciò i partiti rifiutano
a prescindere di votare a favore di una legge presentata dal MoVimento, anche se di
evidente buonsenso. Loro - concludono i deputati M5S - continuano a proteggere gli
interessi delle solite lobby. Noi difendiamo le piccole e medie imprese e tuteliamo il
tessuto sociale e commerciale delle nostre città.”
MoVimento 5 Stelle
Gruppo parlamentare - Camera dei Deputati

Anonimo ha detto...

Fiuggi e Chianciano. La rinascita
di Sara Ficocelli
Da luoghi di cura a centri benessere, da un'immagine agé a una alla moda. Così le due celebri stazioni termali, toscana e laziale, si sono rilanciate. Cosa offrono oggi
Acqua Santa, Acqua Fucoli, Acqua Santissima e Acqua Sillene. Quattro sorgenti che rappresentano non solo la preziosa risorsa su cui si basano le cure e i trattamenti di salute e benessere di Chianciano Terme, in provincia di Siena, la Provincia più termale d'Italia, ma un vero e proprio pezzo di Storia italiana. Una Storia che ha accompagnato il Belpaese, dopo il boom economico, alla scoperta del concetto di relax, ancora sconosciuto a operai e contadini, abituati a concepire la vita come un unico compatto rullo di lavoro e fatica. E che, negli anni '70 e '80, ha vissuto il suo momento di gloria, con centinaia di migliaia di persone che, approfittando del rimborso da parte del Servizio Sanitario Nazionale, ogni anno affollavano la cittadina per farsi rimettere in sesto da quelle acque bollenti, puzzolenti e tanto benefiche, ingolfando gli hotel e chiedendo ospitalità alle famiglie locali. Tutto, pur di trovare un posto letto a Chianciano. Le terme erano favorite da una politica sanitaria ad hoc che consentiva ferie aggiuntive pagate dalla "mutua".

Non c'era modo migliore per curarsi mal di schiena, asma e problemi al fegato, per le famiglie italiane. Ma la Storia, anche la più affascinante e fortunata, finisce un giorno per voltarti le spalle. E così "Chianciano fegato sano", dopo gli anni d'oro passati a ospitare Federico Fellini e Luigi Pirandello, ha affrontato, dagli anni '90 in poi, un periodo di buio intenso, assistendo impotente al calo dei visitatori. La concorrenza delle modernissime Spa era spietata. Le misure restrittive adottate dal SSN, che alla fine degli anni ottanta aveva eliminato i congedi straordinari per cure termali, avevano fatto il resto. Un destino comune a molte altre località termali italiane, da Fiuggi a Montecatini a Salsomaggiore Terme, che per anni ha messo in ginocchio i conti delle amministrazioni.

E come si risollevano le sorti degli oltre 7000 abitanti abituati a vivere di turismo e soprattutto degli operatori delle strutture ricettive e commerciali? Con un impegno determinante da parte della Regione Toscana, della Provincia di Siena e del Comune in quello che tecnicamente si chiama "percorso di riposizionamento della destinazione". E puntando sulla qualità. Sulle proprietà benefiche delle acque sulfuree che per anni hanno curato con successo intere generazioni. Commissionando e diffondendo ricerche scientifiche per dimostrare che l' "acqua santa", così si chiama quella che sgorga dal sottosuolo di Chianciano, per la terapia idropinica è efficacissima, perché depurativa, detossinante, capace di stimolare il metabolismo e di eliminare gli effetti delle terapie farmacologiche prolungate. Un'acqua che si beve alla fonte, nel parco omonimo, dove sgorga alla temperatura costante di 33°, convenzionata con il SSN, secondo le modalità prescritte dal medico. L'ideale è berla al mattino a digiuno, per cicli di cura consigliati di almeno 12 giorni, ed è efficace per le patologie del fegato e delle vie biliari, come la dispepsia di origine gastroenterica e biliare e la calcolosi biliare, portentosa anche per combattere i postumi degli interventi chirurgici in queste zone.
(19 ottobre 2013)

Anonimo ha detto...

Ho ascoltato il dibattito è sembra più uno spettacolo comico che un confronto tra candidati sindaci.

Anonimo ha detto...

Allora tutto ciò,poco, fatto bene a Chianciano l'ha fatto il Picci oppure lo ha progettato oppure lui l'aveva detto come la chisura degli impianti sportivi. Mica rivorrà essere in lista basta con chiunque o meglio col M5S visto che colla destra c'è stato, colla sinistra c'è e quello gli manca!
Interessante che dopo che ha avuto un momento di silenzio ora che si cominciano le manovre per le prossime amministrative è tutti i giorni sul blog e ci inonda col suo Picci pensiero. Ma non sta ancora con questa deleteria maggioranza? Che fa tira alle gambe dei suoi soci? Bell'esempio!

Anonimo ha detto...

qui cari signori per adesso si gioca con il rotto e lo strappato , si fà a gara a chi é peggio da marchetti, de angelis, piccinelli e C.
Cambiamo personaggi che cosi facciamo ridere i polli.
Anche il sig. piccinelli non e' che per caso ha qualche interesse sotto sotto a tornare in mezzo ai giochi ???
Come mai proprio adesso ha tanto a cuore chianciano che non ci lavori, non ci vivi e come mai per forza quest'aggrappamento alla poltrona ???

Raffaele ha detto...

A Chianciano servono subito 200.000 nuove presenze, altrimenti è default. Forza Esposito!

mazzetti-stefano ha detto...

ma che ganzata, in preelezioni si fanno sentire tanti "non anonimi" politici??????????
-caro Roberto, ti auguro di far bene, a me di politica non frega una mazza, te hai sempre avuto passione e quindi auguri, ti rispetto e condivido alcune cose, ma...........tu fossi anche il secondo messia con i nuovi dieci comandamenti.........e siccome non sei coglione, sai bene che piu attrai te e il tuo gruppo, piu è sicura una ennesima maggioranza di quelli che tanto aspramente critichi.........stesso gioco dell'altra lista di tuo amico alle ultime........ora, 2 sono le cose, o è tutto accordato tra di voi politica-interessati, o aspiri veramente a vincere........ma dal momento che non potrai spieghi a me ignorante a cosa serve la tua lista???? allo stato dei fatti solo a far rivincere chi critichi, e allora smetti di criticarli senno mi tocca anda dallo psicologo a far sbrogliar la matassa di contraddizioni che mi infilate in capo.cmq- auguri, tanto peggio di cosi non è possibile, quindi tanti danni non li puoi fare!!!!

-5stelle, e Marchetti????, mischiando tutto il detto, qualcosa di condivisibile ne esce........dividerlo come sopra significa rifar vincere chi entrambi criticano..........io sono troppo poco intelligente per capi sti giochini.....booohhh mi sembra che tutti si coalizzino per far rimanere i soliti ,MA ALLORA LO SCOPO DEL GIOCO QUALE è????? TANTO VALE CHE TUTTI PRENDANO TESSERA PD.........TANTO cosi come fate LAVORATE TUTTI PER LORO, ALMENO FATELO SENZA BURCA!!!



Paolo Piccinelli ha detto...

Prima che vari anonimi si cimentino in acrobazie varie é giusto che ribadisca la mia non volontà a far parte di qualsiasi schieramento. Ora che mi ci fate riflettere potrei pensare a Rifondazione.... (scherzo Antonio)
Se c'é una cosa che si deve imparare a ricevere quando si fanno scelte pubbliche, sono le critiche, e qualcuna è anche motivata.

Ci tengo però a ribadire che il mio primo impegno con Poggiani é stato, sempre come indipendente, per la fiducia che avevo nella persona. Con la lista Ferranti, sempre come indipendente, stavo coinvolgendo una serie di persone per fare una lista civica, poi c'è stata fatta una proposta ed io (insieme ad altre persone che avevo coinvolto) mi sono preso la responsabilità di fare un passo che sapevo, sapevamo, avrebbe portato tutta una serie di critiche, come queste che ho letto...
Ho fatto una scelta che ho pagato, ho creduto in alcune persone ed é andata come andata, non sono stato l'unico ad essermi dimesso e ho dato sempre la mia versione senza nascondere alla giunta o in pubblico il mio pensiero. Non do alle gambe a nessuno o se preferite, do alle gambe da cinque anni, ma quando uno dice quello che pensa e non ragiona con concetti pre-confezionati di natura politica, secondo me é nel giusto.

Io a Chianciano, residenza a parte, ci vivo e ci lavoro, non solo, non voglio più essere coinvolto in politica proprio perché voglio concentrarmi di più sul mio lavoro, trovo tuttavia, che in questo momento partecipare al dibattito sia molto più interessante che in altre occasioni.
Io credo nelle potenzialità di Chianciano come nella possibilità che un gruppo di persone unite e convinte lo tirino fuori da questa situazione, mi permetto però di far notare che le argomentazioni prodotte, dovrebbero essere più puntuali se chi le propone, vuole arrivare alla fine del percorso avendo coinvolto più persone possibile.

Saluti

Paolo Piccinelli

Anonimo ha detto...

L'essere indipendenti in questo modo può essere comodo così si naviga a vista e convenienza. Non si capisce comunque il perchè di 5 anni di battaglie contro la propria maggioranza,e se già una volta ci si è schierati per la fiducia nella persona, Poggiani, mi si spieghi in chi si aveva fiducia questa volta: nel sindaco? nella lista composta da diversi vecchi politicanti che già ci avevano sistemato la banca, il comune con le vecchie giunte Bolici Bombagli e sperperato i molti milioni che allora e ora non più ci elargiva il MPS.Se si prendono abbagli e ci se ne accorge subito diamo le dimissioni ma veramente senza se e senza ma soprattutto senza continuare a fare la stampella a questa compagine incollata alla sedia.

valtubo ha detto...

In risposta a Paolo Piccinelli all'intervento del 21 ottobre 2013 14:22, posso garantire che non sono state dette cose a "microfoni spenti".
La registrazione è live e senza tagli o modifiche e copre il 100% dell'evento.
Ne approfitto per ringraziare per le oltre 500 visite degli ultimi tre giorni e per le oltre 80 visualizzazioni del dibattito (fonte Youtube) in neanche 24h.

Saluti,

Valtubo

Damiano Rocchi ha detto...

Ciao Paolo, prendo spunto da alcuni tuoi interventi per fare alcune considerazioni e/o precisazioni personali, talune delle quali credo di non errare se dico condivise e condivisibili anche dal gruppo PUNTOEACAPO.
Data la dinamicità dell'economia e del turismo, non possiamo sapere con estrema certezza quale possa essere il 'break even point' indicante il punto di equilibrio tra il numero di presenze annue (e quindi fatturati) ed i costi da coprire sia per sostenere le singole strutture che, di fatto, quella parte del bilancio comunale da cui dipendono anche e soprattutto i servizi di cui la cittadina necessita.

Anche se ancora e' carente di una parte fondamentale (il regolamento urbanistico) abbiamo finalmente e dopo tanto troppo tempo aggiungo, uno strumento (Piano Strutturale) redatto da professionisti che affronta tale problematica. Si tratta solo di capire come e se vogliamo usare tale strumento.
Su tali temi ci sarebbe e ci sarà da parlare, discutere e confrontarci molto, resto quindi brevemente sui numeri che tu hai fatto in termini di capacità ricettiva, numeri che personalmente ritengo forse un tantino troppo elevati se vogliamo unire qualità a quantità.
In ogni caso dato per scontato di definire ad esempio un numero 100 attività ricettive e di contro un numero 1,5/1,6 milioni di presenze annue, nessuno di noi crede che queste possano avvenire principalmente dallo sviluppo/implementazione delle strutture a servizio del turismo sportivo.
Io credo che oltre ad innalzare il numero delle presenze turistiche il favorire la creazione da parte dell'amministrazione di una cittadella dello sport, possa servire ad innalzare la qualità del tessuto urbano e quindi della cittadina, aumentandone di pari passo la "commerciabilità". E' un po' lo stesso discorso che ho fatto sulle manutenzioni di strade e verde pubblico. Abbiamo bisogno di piccoli, medi e grandi interventi, realizzati nel breve, medio e lungo periodo, in modo organico ed alla ricerca della qualità. Ritengo (e riteniamo) che solo mediante la ricerca della qualità si possa nel tempo garantire anche una stabilità delle presenze e quindi dell'economia chiancianese.
Sicuramente dobbiamo lavorare per migliorare tutti i segmenti turistici che abbiamo, ma concludo dicendo che sarà fondamentale recuperare l'economia su quel prodotto a km zero che abbiamo e che ci ha dato la nostra identità: l'acqua termale.
Abbiamo infatti questo prodotto, caratterizzato da una funzione medica e soprattutto a costo zero, per il quale e' necessaria una ricollocazione nel mercato. Solo in Italia ci sono infatti circa 40.000 medici di base, che anche grazie alle lobby delle case farmaceutiche, preferiscono prescrivere un farmaco anziché la cura di Chianciano.
Basterebbe che ciascuno di tali medici suggerisse a soli 2/3 pazienti di "passare le acque a Chianciano" ed avremmo mediamente circa 100.000 potenziali curandi/clienti.
Moltiplicando quindi per un soggiorno medio di 10 giorni, significherebbe 1 milione di presenze, che non sarebbero certo il frutto di passaggi di gruppi che all'economia chiancianese, di fatto, non lasciano niente se non cattiva pubblicità.
Buona Giornata
Damiano Rocchi

Anonimo ha detto...

Sto pizzaiolo nel giro di pochi mesi é passato dalla farina a diventare Manager, poi Professore in materia di Turismo e adesso Politico.
La cosa é una : o non ci ho capito niente IO , oppure questo Sig. Esposito é davvero un grande luminare e quindi dobbiamo dargli fiducia....
Magari tra qualche mese lo fanno pure Papa e abbiamo chiuso il cerchio
AUGURI

Paolo Piccinelli ha detto...

Anonimo delle 21.33 le spiego volentieri, anche se l'ho fatto in passato.Sintetizzo. Avevo e ho la convinzione che il paese si possa salvare se diventa il paese delle famiglie. Per farlo dovrebbe far leva sui bambini dai 3 ai 12 anni realizzando un parco giochi a loro dedicato. Prima delle elezioni, sapendo che stavo cercando di fare una lista, mi chiesero di unire le forze poiché anche il partito democratico credeva che quell'idea potesse essere positiva. Il mio pensiero e quello di altre persone che stavano condividendo un percorso con me fu, io non sono in grado di fare il sindaco, non conosco ancora bene tutto il meccanismo (ero stato consigliere di minoranza poco più di un anno) se loro credono in questa idea, perché no?

Pensi che sia l'ex presidente di Gardaland che il disegnatore delle attrazioni dello stesso parco, in uno dei vari incontri, dissero: Chianciano é come un chiosco che vende panini in una zona di periferia, realizzare un parco qui, sarebbe come costruire una discoteca accanto a quel chiosco.

Quindi la fiducia era in un possibile rilancio del paese.
Non mi sono dimesso subito perché su questo ed altre cose ho comunque portato avanti dei progetti, nello stesso piano strutturale lei troverà la possibilità di realizzare a Chianciano parchi tematici. Non ho condiviso il modo di interpretare la politica con la giunta e quando le strade sono diventate, diciamo tropo distanti, ho dato le mie dimissioni. Sono rimasto consigliere perché volevo comunque dire la mia, anche contro, rispetto ad alcune tematiche che ritengo importanti per il paese.

Detto questo siccome io non sono, spero, la causa dei problemi economici di questo paese, ne, credo, la soluzione, mi concentrerei a parlare di idee e contributi che tutti noi possiamo dare alle persone che hanno dato la propria disponibilità a partecipare alle prossime elezioni.
Sono certo che le idee di tutti, possano essere un aiuto ai prossimi candidati.

Saluti

Paolo Piccinelli

Anonimo ha detto...

Piccinelli...ma te credevi davvero che sarebbe stato possibile lavorare insieme a questa 'gentaglia' che negli utlimi 30/40 anni e dico poco... ha solamente creato 'niente' buttando tutto a mare e pensando solo agli interessi della 'cricca' davvero non li conoscevi !!! ho pensavi di poterli 'redimere sulla via di damasco'!!!!!!sono gli stessi che hanno propiziato i due nefasti mandati del Bolici..che hanno sponsorizzato tutte le liste di disturbo.... che hanno fallito anche nell'amministrare le loro aziende..erano lì solo per gozzovigliare e spartirsi le elargizioni a valanga del monte dei paschi...tutti finocchi con culo degli altri!!!!!

Anonimo ha detto...

Lei ha dato una risposta pacata e ben educata, ne prendo atto e sono cose che in effetti aveva già detto.Quello che non mi è piaciuto e lo ho scritto, è che salire sul carro del quasi sicuro vincitore anche se per programmi condivisi,e basterebbe vedere ciò che dicono nei programmi a Roma per fare alleanze,mi puzza sempre di convenienza o di necessità di visibilità personale. Fatto sta forse che avrebbe fatto comodo all'altra lista anche una manciata di voti in più, e per i progetti fra Cinecittà di Guidi e Chianaland sua il passo era breve.Non mi ha spiegato ancora chi era l'oggetto della sua fiducia, nè condivido il continuare a stare dentro, progetti o no. Pensi che se, ma la storia non si fa con i se, tutti i dimissionari l'avessero fatto insieme il comune sarebbe forse stato finalmente liberato da questa giunta.
Lei non è certo la causa dei problemi economici di questo paese,ma ha creduto in un sindaco, ha appoggiato e vinto con questa giunta è stato seduto nei banchi della maggioranza e ci dice che c' era ma non ne condivideva il modo di interpretare la politica ma dove credeva di capitare? in un collegio di educande? Questi hanno dietro un partito che ha governato la Provincia per 70 anni non lasciando niente a nessuno e che pensava che la Ferranti facesse da sola?Il fare l'indipendente è comodo per le scappatoie e le scuse, è già accaduto,ma a me non ha mai convinto.Adesso, ha ragione,pensiamo a dare contributi per il futuro ma non scordiamoci ciò che è stato o sbaglieremmo di nuovo percorso.
anonimo 21.33

mazzetti-stefano ha detto...

lo dico io che non risparmio nemmeno le peggio grettezze offese o denuncie, ma lo faccio firmandomi e facendo riferimenti specifici,
l'indicare da anonimi ........"contadino" come assonanza di IGNORANTE",...... "pizzaiolo" a Roberto in senso dispregiativo come indicare persona non importante o misera, ....."giornalaio" al picci sempre intendendo misero insignificante o similari,non è tanto degno di rispetto, nel senso che , tutto è lecito patto che sia rintracciabile per eventuali contestazioni o anche semplicemente per dimostrare con firma a tutti la diversità morale,etica,deontologica,spessore,intelligenza, superiore di chi critica nei riguardi del criticato .......un offesa da anonimo sulla leicità di qualcosa potrebbe farla Toto Riina..........ma certo allora, se lo sapessi, non la userei certo come esempio.........chi denigra si firmi.......ha anche più valore l'offesa che fa,se quello è l'intento.
-tanti paroloni, necessari farli e ragionarci sopra ok, proprio per la situazione disastrosa......... ma c'è anche tanta ipocrisia......., mia opinione per zero che conta, è che al malato di broncopolmonite intanto va fermata la febbre con l'aspirina, poi vengono le cure per la malattia.........un esempio di ipocrisia????, contratti sindacali di chi lavora nel turismo......non ci sono formule adeguate ai tempi e crisi in essere, praticamente almeno io (i colleghi certo no sono piu bravi di me) per la complicanza burocratico-tecnica, o costi contribuitivi, o correlazione tra assunti e relativo incasso minimo ipotizzato da studi di settore in percentuale........sono in pratica costretto a non prendere lavoro(l'esatto contrario di quello che dovrebbe fare un imprenditore,) per avere problemi in meno derivante da queste casistiche e il lavoro che prendo sono costretto a farlo non potendo rispettare come invece vorrei tutte le norme in materia................ ....... costretto dall'impossibilità di rispettare leggi e norme impossibili per costi e gestione.
-quindi cari "amici" o almeno rispettate da me persone, che siete qui intervenute ,e nella politica attivi e interessati, suggerisco da contadino ignorante, che prima di riportare più presenze a Chianciano.......almeno fondate le basi pe poterlo fare.......e una necessità urgente è l'attuazione di un contratto di lavoro flessibile e mirato con cui possiamo assumere quando c'è bisogno, senza invece costringerci a farlo in nero e poi farci multe, l'ipocrisia a me da fastidio, ma non faccio altri nomi che il mio ,cosi nessuno si puo sentire attaccato........io per 15 anni ho lavorato negli alberghi, contratto di 172 ore mensili,semestrale, ma ne facevo almeno 420, 3 volte tanto, il resto??? secondo voi lo facevo gratis???? , e per quale motivo mi deve essere impedito di lavorare 400 ore al mese se sono io che lo voglio???? e se lo voglio ci vuole un contratto che permetta a chi mi assume di non dover spendere l'impossibile in contributi e tassazioni varie......altrimenti obbligatoriamente NERO........i sindacati e le amministrazioni fossero meno ipocriti dovrebbero studiare la questione e modulare una possibilità in deroga ai contratti nazionali dovuta ora piu che mai dalla necessità di contrastare la crisi.........E NON SI CONTRASTA CERTO CHIUDENDO PER L'IMPOSSIBILITA DI RISPETTARE LE LEGGI...quindi????? mettete la testa in questo prima di riportare gente e clienti, senno prima li portate poi fate chiudere le aziende con i controlli.

Roberto Esposito leAli per Chianciano ha detto...

Caro Stefano Mazzetti,
a te rispondo sempre volentieri, poiché parlare con un professionista dell'ospitalità, oltre che un amico aiuta a chiarire le cose, sarò sincero come sempre.
Sicuramente saprai che nel Marketing del Turismo esistono 4 leve (marketing mix) "qualità, comunicazione, prezzo e location". Qualche anno fa dopo dopo avere conseguito un master in marketing e business adminstration, grazie al mio amico Franco Albanesi ho percorso parte dello stivale ad affiancare direzioni alberghiere per circa un anno e dopodiché ho iniziato il mio nuovo percorso lavorativo.
Fortunatamente grazie alle mie intuizioni, alla tecnica acquisita ed alla mia testa dura, tutte le attività turistiche che ho toccato da allora hanno incrementato le loro performance. Negli ultimi 2 anni ho lavorato e fondato insieme a Francesco d'Amico la compagnia paradise hotels & spa, che tra l'altro oggi apre i suoi stand a New York per un borsino turistico internazionale, avendo l'onore di fare parte della delgazione ENIT(ente nazionale del turismo). Francesco ha contribuito grazie alla sua ventennale esperienza ed un curriculum da dirigente in catene di caratura intenzionale, ad affinare e migliorare la mia tecnica gestionale. Purtroppo e sai bene che se lo sforzo nell'attivare leve tutte le leve del marketing mix viene annullato in parte annullato da una di esse, quella non dipendente direttamente dal gestore alberghiero, cioè la location, ecco che bisogna attraverso la tecnica aiutare chi è o si appresta a diventare classe politica.
Vorrei prima di passare ad alcune osservazioni sul dibattito tra i due candidati, puntualizzare sulla questione Albanesi Rossi. Verissimo che Albanesi e Rossi, componendo una nuova lista commetterono un grave fallo di reazione, ma è altrettanto vero che un compromesso si poteva trovare, mentre persone che componevano il PDL, chiusero loro, con grandissima arroganza, grande incoscienza e sopratutto una mancata lettura del manuale cencelli, la porta in faccia tirando anche i piatti dalla finestra :D, credimi Albanesi e Rossi non avevano nessuna voglia di fare la lista!!!
Adesso vorrei senza alcuno spirito bellico dire, ai cari amici De Angelis e Marchetti, che Piccinelli quando ha fatto delle osservazioni sui programmi aveva ragione! Ma non dobbiamo prendercela anzi dobbiamo migliorare, mancano ancora 9 mesi!
Parliamo, parlate di Turismo, non si curano le emorragie con gli antibiotici, la città dello sport si può fare, però poi va gestita... "Qui non si riesce a tenere aperto un impianto sportivo già esistente", e quindi attenzione! Bisogna realizzare un progect financing serio!
Poi scusa Andrea, tu sei arrivato a bologna per la fiera delle smart city e non ti sei allungato alla più grande fiera Italiana del turismo nazionale ed estero presente in quei giorni a Rimini?
Lo strumento che menzioni come l'innovazione nel campo della web reputation di una località, è già presente sul mercato, anche troppo! "tripadvisor", ma ce ne sono tanti altri.
Con questo non voglio essere antipatico, voglio solo che i programmi da qui alle elezioni venissero sovrapposti e perfezionati, infondo abbiamo tutti lo stesso obbiettivo, il rilancio di Chianciano Terme.

Anonimo ha detto...

Esposito, ma non ti vergogni a scrivere queste caricature di te stesso?

Paolo Piccinelli ha detto...

Anonimo 18,51 le rispondo ma poi davvero cerchiamo di spostare l'attenzione. Io il programma di mandato l'ho condiviso e per un certo periodo visti anche i molti progetti lasciati in eredità dalla precedente giunta, c'erano tante cose su cui lavorare, ognuno nel proprio settore. La "rottura" é arrivata dopo, su tematiche nuove da affrontare, purtroppo con visioni differenti.

Per quanto riguarda la convenienza, mi creda lasci stare, ho rischiato di chiudere un'azienda, non ho mai voluto il telefono del comune (e non sa quante siano le telefonate da fare giornalmente) e la maggior parte delle trasferte l'ho fatte con la mia auto. Lasciamo perdere.

Se mi fossi dimesso da consigliere non sarebbe cambiato niente, rispetto a quello che diceva lei, volevo comunque dire la mia su certe cose, in più anche i consiglieri possono fare qualcosa di positivo, in molti si sono riempiti la bocca con camp del Manchester tanto per fare un esempio…
Via, vediamo di dare qualche idea per il futuro a chi verrà…
Ad esempio, a questo punto vorrei sapere la sua opinione sul parco giochi di cui parlavo nel post precedente…

Saluti

Paolo Piccinelli

Anonimo ha detto...

Nella prossima campagna elettorale cari signori politici non ricommettiamo l'errore di riaprlare di nuovo di mega progetti FARAONICI tipo cittadella dello sport, parco giochi "gardland" e cosi via facciamo solo un gioco sporco e mai realizzabile.
Il paperon dei paperoni non esiste , esiste solo nelle fiabe che nemmeno piu' i bambini credono....
Lavoriamo invece alle cose possibili e di immediata realizzazione :sistemazione palazzetto ed impianti ed immediata gestione priviata del tutto con vincoli precisi. Gestione del parco fucoli non da parte delle terme di chianciano, ma da parte di un privato che lo tiene aperto 24 h al giorno gratis; sistemazione del parco a valle con sentieri ecologici e sportivi ( come era il principio del suo progetto ).
Guardiamo al realizzabile e non facciamo prenderci la mano da pensieri Hollywodiani

Paolo Piccinelli ha detto...

Rispondo all'intervento di Damiano (e credo anche a De Angelis) rispetto all'argomento sport da lui sollevato. Cerco di farlo scrivendo quasi per titoli me ne scuso, ma é per essere sintetico, tanto tutti sanno di cosa si parla.

Come detto ad oggi il Paese é dotato di 2 campi sportivi (oltre alle piscine e al palazzetto) ed un campo di calcio a 5. C'é poi il progetto del campo di calcio a 8 (che ha al suo interno 2 campi di calcio a 5) e anello ciclabile. Progetto già pronto, costo 230 mila euro e un mese di lavoro.

Il progetto della cittadella dello sport prevede la realizzazione di un campo sportivo nuovo al Castagnolo, trasformando il Comunale in un parcheggio, ma anche in uno spazio da utilizzare come area fiera o area per il mercato. Su questo argomento andrebbero fatti degli approfondimenti, magari ne parliamo in un altro post.
Quindi alla fine ci troveremmo con la stessa dotazione iniziale, anzi con un campo in meno, quello da Calcio a 8. Non conosco i tempi e il costo dell'operazione.
Ad oggi al Castagnolo, un campo di calcio a 11 non c'entra, per farlo come prevedeva il progetto Pietrangeli va spostato l'esistente e spostata anche la tribuna.

Oggi i campi sportivi non sono una rendita e non possono esserlo per nessuno, questo lo sappiamo bene tutti, non puoi pensare che un privato venga a costruire un campo con la finanza di progetto poiché non rientrerebbe mai delle spese, almeno che non sia un albergatore che lo utilizza per tutta l'estate per la sua struttura, allora la cosa potrebbe funzionare.
Sai i sacrifici che le associazioni devono fare ogni anno. (E tutti sappiamo quanto sia importante il ruolo sociale che hanno).
Purtroppo é una questione di numeri, un campo può permetterci di ospita un massimo di 100 persone al giorno, (Tornei o camp estivi per bambini).

Purtroppo la crisi del paese ci impone anche la necessità di essere veloci nell'individuare le soluzioni.

Ribadisco la necessità di ricostruire un Prodotto Chianciano, all'interno del quale lo sport, sarà uno dei filoni da seguire riorganizzandolo in rapporto alle strutture che abbiamo e alle potenzialità. Faccio un esempio.
Alcuni territori (molto meno belli del nostro) hanno puntato sul turismo lento (Cavalli, Trekking, biciclette) su quello ad esempio i numeri potrebbero essere davvero importanti, perché non c'é un limite numerico, potrebbero venire anche 1000 persone al giorno...
Ovvio per essere competitivi in questo settore ci sono una serie di servizi da attivare, fosse solo la segnaletica per indicare le strade e i tanti bellissimi sentieri che abbiamo nel territorio, ma insomma é una cosa che si può fare. Il tutto ovviamente in seguito alla creazione di un brand importante da promuovere e commercializzare.

Conseguentemente anche le strutture ricettive dovrebbero andare incontro alle esigenze di quel tipo di utente, faccio un esempio, chi utilizza la bicicletta o la mountain bike, ha la necessità di pulirla, di sistemarla ect, però basterebbe copiare quello che hanno fatto negli anni gli hotel di montagna, creando le ski room attrezzate con il banco per regolare attacchi o scarponi ect..

Tutto qui.

Saluti

Paolo Piccinelli

Robin Hood ha detto...

Caro Piccinelli, sbaglio o qualche tempo fa eri anche tu nel concone? Di buono riuscisti a fare solo la cazzata del senso unico in via della Libertà e null'altro. Adesso cosa vorresti fare? Altre cazzate? No, per l'amor di Dio, è meglio se stai alla larga come tutti gli altri che hanno messo in rovina un paese. Se volevi potevi fare qualcosa al momento opportuno e non voler ritornare oggi in ballo per far che cosa?

Damiano Rocchi ha detto...

Paolo, anche se prolisso come sono per me è difficile, ti sorprenderò rispondendoti in modo sintetico. Tu hai fatto riferimento al progetto Petrangeli, ma né io né nessuno di noi di POUNTOEACAPO ha mai detto che sia esso il progetto da realizzarsi. Tale studio di fattibilità a nostro avviso è solo una ottima base sulla quale discutere e dalla quale possa nascere (sulla base di dati di progetto oggettivi che abbiamo anche noi!) una nuova idea di sviluppo/creazione della cittadella dello sport; investimento che invece crediamo debba, e possa solamente, avvenire mediante un project financing, con imprenditori locali e/o esterni. Personalmente (e lo sai avendolo più volte scritto anche sulle pagine di questo blog) non concordo sul fatto che un impianto sportivo non possa rappresentare una rendita, tutto dipende dalla scelta politica: bisogna distinguere lo sport come servizio ai cittadini e lo sport come opportunità turistica. Nessuno mette in dubbio l’importanza delle associazioni per garantire la possibilità di far fare sport ai nostri bambini ed affermi anche che tali associazioni, e sono anch’io dell’dea che tali associazioni debbano essere aiutate, ma non nel modo in cui lo si è fatto finora e tuttora stiamo facendo. E soprattutto sono le stesse associazioni che dovrebbero rivedere il loro modo di intendere lo sport e rivedere la propria struttura ovvero non pensare esclusivamente al senz’altro basilare aspetto ludico-sportivo ma anche quello di “commercializzazione” dell’impianto utilizzato una volta che esso sia preso in gestione mediante la creazione di eventi sportivi rilevanti e ragguardevoli.
Un saluto
Damiano Rocchi

Anonimo ha detto...

Una cosa è certa, la mentalità diffusa a Chianciano è trasversale e contagiosa, ottenere il minimo risultato con il massimo sforzo.

Anonimo ha detto...

okkio ragazzi, dagli States è tornato il futuro sindaco!!!!!!

Paolo Piccinelli ha detto...

Per Robin hood, ma anche wood, perché un po' duretto sei... Leggi i post precedenti e datti una risposta da solo.

Saluti

Paolo

Anonimo ha detto...

Sono a conoscenza che oggi in amministrazione comunale c'e' stata l'apertura delle buste per l'aggiudicazione per 2 anni del centro sportivo comunale ???

Qualcuno di voi sa darci aggiornamenti in merito ???

Anonimo ha detto...

Dal sempre anonimo delle 18.15,abbiamo visioni opposte su come comportarci ed essere eticamente a posto con gli altri e noi stessi:lei è convinto di aver operato in maniera cristallina e corretta io, e, leggendo, molti altri, vediamo questo smarcarsi alla bisogna ma rimanere per dire la propria un bel girare di valzer in una orchestra,la maggioranza, molto stonata per gli interessi del paese.
Rimaniamo delle nostre opinioni legittime, ma mi raccomando non arrivi all'ultimo momento anche se dice di no a salire su un qualunque carro elettorale con la scusa della condivisione dei programmi o della fiducia sui singoli. Lei ha già dato anche a livello di proposte (molte e varie peraltro).Per il Parco giochi vedere l'anonimo delle 8.40.

Robin Hood ha detto...

Caro Picci....non vi va di leggere preferisco guardare

mazzetti-stefano ha detto...

roberto....auguri.......ma rimango della mia opinione, al momento siete 4 ipotetiche liste e tutte e 4 a "legittimamente" criticare attuale maggioranza, il risultato probabile che aiuterete chi criticate ad essere rieletto.
-idee condivisibili possono averle in tanti, la bacchetta magica nessuno, se una lista civica trasversale veramente al di fuori della regia di questo o quel partito , con all'interno persone capaci e titolate, si presentasse unita probabilmente riuscirebbe ad avere la maggioranza...........e poi "TENTARE"di fare diversamente dall'attuale e passate, almeno tentare, perchè soldi in bilancio non ce l'hanno ora loro, ne avranno a chi tocca dopo, piccole cose da dirottare ok, contentini ok, ma obbiettivamente solo cristo riusciva a fare moltiplicazione di pani e peci.......e di nuovi "figli di Dio" io non ne vedo in nessun gruppo.
ora come si fa io non lo so,ma i miracoli a volte succedono, chissa???; se non trovate il verso per individuare 3-4 punti strategici condivisibili da tutti, pur anche con riserve, e costruite un gruppo intorno ai punti da fare, non il contrario come succede ora, unire posizioni politiche diverse è complicato, ma mia opinione è che siamo messi talmente male che c'è bisogno di azioni trasversali alla politica o anche contro la politica partitica classica, nell'interesse della sola cittadina, non di questo o quel partito.........ma onestamente, è possibile a Chianciano oggi fare una lista del genere???????????mi pare proprio di no, altrimenti sareste te, paolo, damiano, marchetti, rossi, falcone, etc(e solo per far capire le diversità politiche )che in modo civico, non politico, civico.......invece di attaccarvi uno con l'altro sareste a sedere sullo stesso tavolo, quello di chianciano, non del proprio partito.......ma puo succedere solo civilmente con lista civica vera, non lista civica politico partitica controllata........perchè nel secondo caso l'ultima parola non è di chi ci mette la faccia che a quel punto puo avere tutti i titoli e l'esperienza che vuoi, ......ma di chi tira i fili dietro,cioè l'interesse politico-partitico.
con rispetto verso tutti.........ma sono e vi garantisco che siamo in tanti ad esserlo .....stufo-i, di sti giochini mashcerati.

Anonimo ha detto...

condivido il pensiero del Mazzetti e aggiungo che almeno una lista ha già il benestare del PD per una futura collaborazione, indovinate chi?

Robin Hood ha detto...

PD, PdL, o altri.....tanto a Chianciano chi viene viene tanto il problema è che non ci sono le teste

Anonimo ha detto...

Da indiscrezione dell'ultim'ora sembra che il centro sportivo di Chianciano sia stato assegnato per la gestione di 2 anni a SPORT MANAGEMENT di Verona :
http://www.sportmanagement.it/default.aspx


Qualcuno dell'amministrazione comunale potrebbe dare spiegazioni piu'dettagliate in merito ?

GRAZIE

Anonimo ha detto...

Assegnati gli impianti sportivi per un anno a quelli che hanno in gestione le piscine alla Stazione di Montepulciano per 40000 euro.
Questi sono gente seria e hanno come testimonial diversi nuotatori della Nazionale Italiana come Magnini e altri.
Vediamo che succederà tra un anno..........

mazzetti-stefano ha detto...

io non penso che non ci siano le teste, penso che quelle che ci sono, non tutte ma tante, non sono capaci di ragionare se prima non leggono repubblica o il foglio...o hanno bisogno di chiamare il presidente locale di partito..............le teste ci sono ne piu ne meno come da altre parti.......senza andare lontano, non ritengo i chiusini o i poliziani, o i sarteanesi "razze superiori" geneticamente modificati per essere più intelligenti....
ritengo solo che sono più intelligenti a fare si politica, ma in modo più vicino alle necessità della cittadina tutta, pur mantenendo una loro collocazione politica precisa.......le teste ci sono, ed anche le competenze, ma come fa chi le ha ad essere invogliato a mettersi in gioco sapendo di andare contro a tutti gli apparati di partito??????? che paradossalmente in un momento di crisi cosi, hanno vita facile a fare demagogia e ipnotizzare elettori a mettere la x sul nome di chi "canta "storie più belle!, poi se utopiche o irrealizzabili poco gli importa, dopo essere stati rivotati(chi sia sia destra o sinistra)re-inizia la lotta a mantenere poltrone, potere e controllo e passa in secondo piano quello che è l'interesse comune della cittadina.
io non so bono......poco faccio e so fare solo quello, il mio lavoro, basta, oltre a quello non ho capacità, ma di gente che ne ha c'è, si devono solo spoliticizzare un po, e diventare un po più ragionevoli......il problema è che è semplice a dirsi.........farlo mmmhhhh????? chissà se ce la fanno , i partiti storici ruzzano, ma se continuano cosi........5 stelle con ragione li surclassa tutti per demerito degli altri, non per merito suo.......ma magari è quello che serve, non so.....

ps----oh valerio, ma cambia sto cavolaccio di codice di controllo, e metti un piu sicuro e semplice "srvivi il risultato, 2+6 e noi poveri gonzi dobbiamo solo mettere 8.........porca miseria è odioso questo attuale, a me fa venire i nervi.

Anonimo ha detto...

Non è che a Chiusi Sarteano e Monte sono più bravi a staccarsi dal partito, è che il partito è molto più attaccato a Chianciano (dove ancora evidentemente ci magna) che negli altri paesi.
Cmq condivido il pensiero di Mazzetti sul codice di sicurezza.

Anonimo ha detto...

Oggi ero in centro storico e due signore anziane appena mi hanno visto: "salve assessore, abbiamo una questione sociale da sollevare e mi hanno parlato di un problema nel condominio dove abitano". "Mi dispciace ma io non sono Assessore e nemmeno consigliere, quando ho lasciato nel 2004 (quasi 10 anni fa) c'era un Assistente sociale, un servizio con riunione settimanale dove ci si confrontava sulle problematiche nel paese, c'era l'Osservatorio Sociale, c'erano le assistenti domiciliari.
Oggi non lo so, avete chiesto in comune? Si abbiamo cercato il Sindaco ma non c'era, forse ci daranno un appuntamento". - Chi è l'assessore ai servizi sociali? C'è ancora l'Assistente Sociale? C'è ancora l'Osservatorio Sociale? Ci sono ancora gli Assistenti domiciliari? Quanti sono i dipendenti che lavorano nel palazzo, negli uffici? Quanti sono quelli che lavorano fuori, che vanno dove c'è il diasagio? Chi controlla il territorio? Un comune che non ha i servizi sociali e non fa manutenzione a cosa serve? Le due signore mi hanno lasciato dicendo che si sarebbero rivolte al Prefetto. Ma cosa sta succedendo? Nel dibattito fra candidati sindaci c'è posto anche per i problemi sociali?
Antonio Falcone

valtubo ha detto...

Per Stefano mazzetti non dipende da me la scelta del codice, se potessi modificarlo lo farei ma non si può!

Saluti

Valtubo

PD Chianciano Terme ha detto...

26 ottobre 2013

A Chianciano Terme Monica Sanchini eletta segretario con il 92 per cento


E’ Monica Sanchini il nuovo segretario dell’Unione comunale del Pd di di Chianciano Terme. Lo hanno deciso, i democratici di Chianciano nel corso del congresso comunale che si è svolto nei giorni scorsi. Sanchini, eletta con il 92 per cento dei voti, ha 39 anni, vive a Chianciano Terme e lavora come Assistente Sociale presso il Comune di Città della Pieve dal 2003. E’ componente dell’Assemblea Comunale del Pd di Chianciano Terme dal 2009. “Ci presentiamo alla città – ha detto Monica Sanchini – con una classe politica rinnovata, nelle idee e nei contenuti, aperta al dialogo, alla trasparenza. Sin dalla prossima settimana ci metteremo al lavoro per individuare tutte le modalità e gli strumenti che ci consentiranno di rinsaldare il rapporto con i cittadini e la loro partecipazione. Mancano solo pochi mesi alle elezioni Amministrative e sarà quindi necessario iniziare una campagna di ascolto che coinvolga iscritti, non iscritti, Associazioni, Attività produttive e più in generale tutti coloro che vorranno dare un contributo di idee, progetti, utili a superare le difficoltà in cui si trova la cittadina”.

Anonimo ha detto...

L'avesse dichiarate o scritte la stessa Sanchini queste affermazioni potrebbe venire (poca) voglia di credergli. Peccato però che ho il dubbio che sono parole scritte da altri (forse direttamente da Siena); aspetterò di sentirla in una intervista televisiva non preconfezionata.

Anonimo ha detto...

De Angelis, in merito alle modalità di pagamento dei pasti scolastici, cosa ci dice?

Anonimo ha detto...

Per la partecipazione e l'ascolto dei cittadini come direbbe Totò "ma mi faccia il piacere" o sempre lui, una mitica pernacchia. Ma i Chiancianesi abboccano e il partitone farà il pieno anche questa volta.Ma il MPS è sempre più lontano

Un grillino ha detto...

Quando avrà risposto all'inutile e domanda sul pagamento dei buoni mensa, potrebbe anche spiegarci perché dovremmo votare un candidato a Sindaco che all'interno della comunità Chiancianese e' praticamente sconosciuto? Nulla di personale ne' nei confronti di chiancianesi "adottati" quali lei stesso o Esposito o 'rispolverati' come potrebbe essere Pieri per il PD, ma in tutta onestà a me sembra impossibile che Marchetti a parte, in questo paese non si riesca a candidare alla massima carica un chiancianese doc. Secondo lei da cosa dipende?