e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

giovedì 29 agosto 2013

COMUNALI 2014 ELECTION WARS - Episodio II fermenti politici chiancianesi



A Chianciano Terme, già da tempo, sono cominciate le prime mosse elettorali, con la nascita di vari movimenti partito come, Punto e a Capo, Tutti per la Ripresa di Chianciano e Movimento 5 Stelle, adesso in questo fine agosto di una stagione che certamente non verrà ricordata tra le più brillanti, si riaffacciano certi personaggi della politica “storica” locale come il D’Amico, con l’UDC, che si autopromuove in cerca di alleanze minacciando di creare una lista di disturbo, mentre qualcuno non scommette più in Marchetti come candidato Sindaco finale per Punto e a Capo, dal PDL nessun segnale di vita.
Poi ci sono le voci della nascita di una lista dei “renziani” sembra capeggiati da, voci di paese indicano Mannucci e Feri, che si sarebbero mossi destabilizzando l’Amministrazione con le dimissioni di Frizzi da capogruppo,  mentre molti parlano della possibilità e volontà della Ferranti di ricandidarsi per un secondo mandato, forte della realizzazione di Piazza Italia, apertura delle Piscine Termali, soluzione del problema di Borgonuovo e rifacimento di varie vie ed aree cittadine, anche se non si sa quanto favore troverebbe all’interno dell’ancora commissariato PD locale.

Ma quali sono le persone che vorreste vedere “scendere in campo”? E quali sono le ”emergenze” da affrontare a Chianciano Terme?

Saluti,

Valtubo

PS: In barra a destra potete votare nel sondaggio del blog, mi raccomando esprimete il vostro voto!

49 commenti:

albergatore chiancianese doc ha detto...

Indefiniti asciuttore e roby, vorrei sapere in base a che cosa fate le vostre valutazioni, che prima sono disfattiste, poi cercate di dare motivazione dove motivazione non c'è.
Riguardo al d'amico ed alle competenze, credo, e premetto che sono un'albergatore concorrente al personaggio, che stia dando grande dimostrazione di sapere fare il mestiere alberghiero... basta passare nel suo parcheggio per capire e vedere a quanto vende sul sito o booking... con d'amico già abbiamo sbagliato una volta quando doveva fare il presidente della associazione albergatori, mentre abbiamo preferito gente che non sa gestire in modo proficuo neanche casa propria, oltretutto asservita alla politica locale. perciò valutate bene, che questa è l'ultima chance.

Anonimo ha detto...

sono convinto che questo commento precedente la dice tutta su una storia vecchia riguardo d amico..... imprenditore ormai affermato... e non solo il parcheggio di chianciano ma cortona e siena .......e sempre in crescita da da lavoro a circa una 20 di persone soli qui a chianciano per tutto l anno......non 2 mesi.....poi possiamo discutere le sue idee politiche che anchio come suo dipendente non sempre condivido ma questa e un alta storia ma come imprenditore chapeau come dicono quei coglioni di francesi .........

Paola ha detto...

Salve a tutti, sono un'istruttrice delle piscine di Chianciano, e a parte tutti i commenti di natura strettamente politica. poltrone, schieramenti e liste, mi pare che nessuno abbia affrontato, se non con dichiarazioni + o meno propagandistiche, argomenti concreti. Le piscine comunali chiudono e negli anni nessuna amministrazione è riuscita ad affidare gli impianti ad una società che sollevasse il Comune stesso dagli impegni che pure questa struttura comporta e migliorasse l'offerta in termini qualitativi. Già, perché i clienti delle Piscine Comunali ogni tre anni si trovavano di fronte gestioni diverse, regole diverse, costi diversi ma la qualità del servizio era sempre al limite del risibile. L'indotto generato dalla presenza delle piscine e degli impianti annessi sembra non avere alcuna ripercussione sull'amministrazione comunale che sembra assolutamente inerte di fronte ad attività economiche che progressivamente chiudono e che fanno di Chianciano una cittadina fantasma. Per ciò che invece riguarda l'offerta turistica penso proprio ad un cambio di rotta in direzione del segmento del lusso, accettando di cedere un pò del proprio territorio a favore di un'offerta più qualificata.

Palabruco ha detto...

Mi dispiace ma non posso votare il sondaggio, l'unica certezza che ho per le prossime elezioni è che non voterò PD qualsiasi sia il loro candidato!

Paolo Piccinelli ha detto...

Spero che Valerio abbia fatto dei nomi utili ad alimentare la discussione sul blog, più che alla formazione delle possibili liste.
D’Amico potrebbe fare una sua lista, ma (è una mia opinione) non credo sia la persona nuova di cui il paese ha bisogno. Da molti anni è ormai dentro, a volte di lato, alla politica chiancianese e se avesse avuto una sua soluzione in mano, l’avrebbe già data, o forse l’ha tenuta li pronta per proporla adesso. Può darsi, io personalmente mi stupirei del contrario.
Non fosse per l’ultima mossa di creare una nuova associazione di albergatori, in un momento in cui sarebbe stato più utile unirsi ancora di più, per fare cosa poi? Un comunicato uguale e contrario a quello emesso il giorno prima dall’altra associazione? Mi pare un contributo poco utile alla causa del paese.
C’è da rilevare come a Chianciano ci sia una certa tendenza a voler occupare la sedia di primo cittadino, mi riferisco a tutti quei nomi che hanno in passato, già occupato e a più riprese, poltrone varie con risultati che tutti hanno avuto modo di verificare. Ma mi riferisco anche ai nomi che Valerio ha ignorato o non conosce, che stanno sgomitando all’interno del PD per riuscire a farsi candidare. Non capisco se sia solo mania di protagonismo (noti i nomi e il fatto che hanno già occupato anch’essi altre poltrone) o semplice masochismo, considerato che sedersi in quella poltrona, se non si ha davvero voglia di cambiare le cose mettendosi contro un bel po’ di gente, non è un “boccone da ghiotti”.
Credo che sia ora che certe persone (me compreso) si facciano da parte lasciando spazio a nomi nuovi e possibilmente giovani con stimoli forti e con più voglia di fare che di parlare.
Peccato che non si possano candidare persone con la sagoma grigia al posto della foto e il nome “ghiottone48” o altro, altrimenti anche qualche aderente al blog poteva essere adatto.

Saluti

Paolo Piccinelli

Anonimo ha detto...

PICCINE'...VATTE A CUCCA......

Anonimo ha detto...

Ehehe caro Paolino burattino di Sergino, stranamente attacchi il D'Amico e nessuna parola sul Marhetti... Questa puzza più di una banda di cerini... Fa che il Marchetti come si lascia intendere in altri salotti, sia il vostro cavallino? Ci tieni al Marchetti vero!? Bravo bravo...

PICCINELLI SPARISCI! ha detto...

A Piccinè ancora tu? Tu che hai fatto chiudere decine di negozi per portare il traffico su dal tuo amico che ti doveva fare vincere le elezioni... Tu che ha cambiato casacca ed assessorati come nessuno... Tu che avevi possibilità ma non le capacità... Ancora chiacchieri? Ma non provi neanche un po di vergogna?
Cara Paola chieda al Piccinelli delle PISCINE LUI LO SA LUI ERA ASSESSORE ma evidentemente sa scrivere sui giornaletti ed i blog ma non un bando...

Anonimo ha detto...

certo che "governare" Chianciano non è,non è stato e non sarà mai una cosa semplice.Ci veorrebbe tanto,ma tanto polso,senza giardare lo schieramanto politico.Basta pensare che solo per orgnaizzare festee piu' o meno popolari ci si fa la guerra,pensate un po' a governare su questa cittadina che non sa piu' dove raccattare i propri pezzi!auguri a chiunque si candidi.

Anonimo ha detto...

anonimo delle 13.22 facci sapere a quali salotti alludi, perchè se credi che il marchetti sia un burattino del PD allora mi sa che i salotti che frequenti sono quelli delle vetrine di danilo arredamenti!

La fava s'ingrossa e il dottore un si vede ha detto...

L'unico modo per far ripartire Chianciano e far girare un po' di soldi è far aprire night club, e sale da gioco. Ma lo capite che la gente vuole questo?? Tutti puritani ehh!! L'ostinazione di cercare la soluzione politica da è coglioni. I problemi si risolvono con i soldi e quando girano stanno bene tutti. Night club non vuol dire bordello, non vuol dire prostituzione, vuol dire TOPA, che è dall'inizio del mondo che fa "girare la ruota". Sala da gioco non vuol dire casinò (tanto non è possibile aprirne di nuovi in Italia), vuol dire gente disposta a spendere soldi senza pensarci due volte e da qualche parte dormiranno, da qualche parte mangeranno, compreranno ed i soldi vinti li spenderanno....ABBIAMO BISOGNO DI QUESTA GENTE!!!! Io la soluzione definitiva ed UNICA ce l'ho,TOPA+GIOCO= SOLDI

ps. Vi prego di smentirmi con argomentazioni serie, dato che le mie sono pienamente fattibili
e realizzabili

Anonimo ha detto...

Piccinelli avrà anche commesso errori, ma chi fa' sbaglia, chi non fa non sbaglia. Prima di chiacchiererà a sproposito informatevi e chiedete chi sia stato l'unico amministratore che abbia provato a fare qualcosa, vediamo chi vi rispondono. fosse per me spererei che Marchetti in qualche modo coinvolgesse Piccinelli, e' una delle risorse per impegno ed amore verso questo paese che non dovrebbe essere persa. Impegnarsi non necessariamente deve significare consigliere o assessore.

Anonimo ha detto...

co sto discorso di chi non fa non sbaglia allora si può rivotare la Ferranti io direi se non sei in grado smetti che è meglio perchè poi fanno chiudere le piscine chi era l'assessore che se ne doveva occupare ma fatemi il piacere

Anonimo ha detto...

Perché secondo te basta fare qualcosa ed automaticamente e' bene??? Prima di fare quello che ha fatto il piccinelli e' meglio stare a casa e fasciassi i piedi

Robin Hood ha detto...

Ma il Piccinelli, tempo addietro scrivendo su questo blog, non aveva proposto di costruire a Chianciano un mega parco giochi??? Era meglio se al momento giusto si dedicava veramente a risolvere il problema delle piscine comunali e di tanti altri problemi invece di scrivere cazzate e se come dice lui si facesse da parte insieme a tutti gli altri "comandanti" non potrebbe fare di meglio.

Daniele ha detto...

Buonasera,
mi chiamo Daniele e scrivo da Caserta. Mi scuso anzitutto per questo mio intervento,che risulterà magari poco attinente alla discussione e certamente non potrà, mio malgrado, apportare un contributo concreto alla situazione in cui versa attualmente la splendida Chianciano Terme.
Ho 33 anni, per circa 30 estati sono sempre salito in Val d' Orcia e non sono mai rientrato nella mia città senza prima aver trascorso qualche giorno a Chianciano. A qualcuno sembrerà strano, visto che forse la mia età risulta incompatibile con il tipo di attrattive che Chianciano offriva/offre. Eppure, dopo aver girato,visto e "vissuto" l'intero scenario senese, non posso nascondere che Chianciano vantava/vanta un suo fascino e una sua "personalità" che la caratterizzano e, al contempo, la distinguono dal resto del territorio.
Negli ultimi sette anni sono salito insieme alla mia compagna, che a sua volta già conosceva bene Chianciano e, nonostante l'evidente metamorfosi subìta e l'atmosfera "deserta", abbiamo sempre una sensazione gradevole e positiva. Addirittura, a dispetto di tutti quelli che ce lo sconsigliano, nutriamo il profondo desiderio di trasferirci e stabilire la nostra dimora proprio lì.
Sicuramente le esperienze sono soggettive e magari la nostra è soltanto una voce fuori dal coro.
In ogni caso vi assicuro che è triste leggere che il declino di un posto così bello sia imputabile a motivazioni di carattere economico/politico. Non sono in grado di giudicare, non conoscendo gli eventi, nè mi permetterei di farlo. Ma sento di dire che io CREDO in una graduale rinascita di Chianciano, sono convinto che, con le giuste misure e con l'entusiasmo, le sinergie e l'onestà di chi davvero difende e valorizza il suo paese, si può dar vita ad un percorso che non tarderà a portare i suoi risultati, nonostante la "crisi" globale.
Diciamo che questo mio intervento, sperando non sia stato di disturbo, può essere considerato quasi "un appello" affinchè Chianciano riprenda la consapevolezza di sè e delle proprie potenzialità. Credetemi, se avessi i fondi, o la possibilità, opererei in prima linea per la promozione e la valorizzazione di quel territorio che, pur non appartenendomi, non accetto possa morire lentamente... anche perchè è proprio lì che vogliamo costruire il nostro futuro! :)
Perdonate l'intrusione, continuerò a leggervi con grande interesse.

Paolo Piccinelli ha detto...

Non perché debba discolparmi, anche perché alcuni interventi anonimi, specialmente quelli a difesa di D'Amico li conosco e se ne avrò modo chiarirò personalmente, ma é giusto che chiarisca la situazione piscine, perché (ma chi lo ha scritto lo sa) é stato sbagliato tanto l'oggetto, quanto il destinatario.Succede a chi scrive sotto dettato.
Io mi sono dimesso da assessore nel luglio 2012 ed era in corso un bando di project, in cui un promotore indicasse un progetto non solo di riqualificazione ma di rilancio di quella struttura. Il promotore lo ha infatti presentato, personalmente l'avevo ritenuto molto positivo in quanto aumentava la capacità attrattiva di quella struttura. Ma non sempre tutti noi possiamo vedere le cose allo stesso modo (il blog in questo senso ne é una conferma) e infatti io mi sono dimesso ed altri no. Ma credete che un bando di sola riqualificazione sia migliore? Può essere…
Le cose andrebbero sapute per evitare di fare brutte figure, (questo dovrebbe dare una risposta anche a Paola che aveva manifestato il suo timore in un precedente post) ma io non ho problemi a spiegarle (parlo di quelle che mi riguardano), e forse in futuro anche molto nei particolari.
Chi dice che le piscine verranno chiuse, vive comunque in un mondo tutto suo, perché che si parli di un bando che le modifichi, o di un bando per gli adeguamenti normativi (la struttura inizia ad avere 40 anni), i lavori presuppongono un periodo di stop delle attività. Quando il ponte ha avuto necessità di essere risistemato siamo passati per il viale roma, fortunatamente non c'era il "senso piccinelli" altrimenti saremmo passati per Montallese. Magari avere seguito la discussione in consiglio comunale su questo tema, avrebbe aiutato, ma credo che chi le ha scritte conosca anche bene il tema.

saluti

Paolo Piccinelli

Paolo Piccinelli ha detto...

Finalmente qualcuno ha fatto una proposta, e non si può che ammettere che sia un'equazione vincente. "Topa, soldi e gioco" fanno parte della nostra società in maniera abbastanza diffusa e forse potrebbero essere in grado di spostare presenze e vendere una città turistica. Dico forse perché non conosco quali siano i numeri reali che potrebbero essere mossi, e nemmeno quale tipo di investimenti andrebbero fatti. Insomma chi, deve fare che cosa, per capirci. Ma almeno é un idea. Non ci imposterei un nuovo modello di paese, ma non é detto che in un nuovo modello non ci possa stare.

saluti

Paolo Piccinelli

Anonimo ha detto...

Quanto si scommette che la banda Ferranti per le piscine tira fuori dal cilindro un bando per pochi mesi, tanto basta per non fare campagna elettorale con l'impianti chiusi?

Roby 53 ha detto...

Per stare aggrappati al seggiolone stai sicuro che qualche cosa si inventano questi furbacchioni, ma il problema sta solo in quei fanatici che ancora credono a questa gente.
Tanto ormai più che al fondo non si va. Povera Chianciano come ti hanno ridotta.

Anonimo ha detto...

In paese si dice che dentro il PD le auto candidature femminili la fanno da padrone, oltre ad un Ferranti bis, sembra che stiano sgomitando Licia Rossi e Fulvia Mazzuoli, che sullo sfondo vedono impaurite le possibili candidature di Grazia Torelli e di Anna Duchini (appoggiata da D'Amico). Ma anche gli uomini non scherzano, addirittura si parla di una disponibilità di Paccagnini appoggiata persino dall'ala rottamatrice (meno male!) renziana di Mannucci-Ferì-Frizzi. Il nuovo che avanza. Eh...se avanza!!!!

Robin Hood ha detto...

Paccagnini? un altra volta? Basta non ne possiamo più di riciclare questa marmaglia

Piscina Chianciano ha detto...

dalla pagina facebook di Piscina Chianciano

Notizia FLASH***... LA PISCINA CHIUDERÀ DOMANI 1* SETTEMBRE!!

DAL 2 DI SETTEMBRE IL CENTRO POLISPORTIVO DI CHIANCIANO TERME, PISCINA, PALESTRA E PALAZZETTO, TORNERANNO IN POSSESSO DEL COMUNE.
PER TUTTE LE DOMANDE O CHIARIMENTI NOI NON POSSIAMO ESSERVI UTILI, POSSIAMO SOLO RISPONDERE IN BASE A COSE OGGETTIVE.
LE RISPOSTE CREDO SIA GIUSTO LE DEBBA DARE CHI HA LA POSSIBILITA' DI FARLO, IN QUESTO CASO IL POSSESSORE DELL'IMMOBILE.

Anonimo ha detto...

Da Sienafree su Piscine di Chianciano:

Lavori di manutenzione straordinaria al Centro Polisportivo Comunale di Chianciano

La struttura progettata dall’ingegnere Carlo Cestelli Guidi negli anni Settanta
Negli ultimi quattro anni investiti 258mila Euro. Durante i lavori il Palazzetto dello Sport rimarrà aperto: chiusa la piscina coperta
Si è concluso il periodo di affidamento della gestione del Centro Polisportivo Comunale di Chianciano Terme. Il Palazzetto dello Sport del Centro Polisportivo Comunale rimane aperto durante il periodo di chiusura della piscina coperta per lavori necessari ed urgenti di manutenzione straordinaria da effettuare ad impianto chiuso. Alla conclusione dei lavori e delle verifiche attualmente in corso, si procederà all’affidamento per la riapertura dell’impianto.
Il Centro Polisportivo Comunale di Chianciano Terme, che venne realizzato negli anni Settanta su progetto dell’ingegnere Carlo Castelli Guidi (1906-1995) – figura di spicco tra gli ingegneri civili italiani del XX secolo – a distanza di quasi quarant’anni dalla sua costruzione, necessita di complesse verifiche, che sono in fase di ultimazione, come richiedono le vigenti normative, tra le quali anche quella relativa alla staticità ed alla vulnerabilità sismica.
I lavori di manutenzione effettuati negli ultimi quattro anni da questa Amministrazione comunale, per fronteggiare le gravi criticità quotidiane dovute alla vetustà degli impianti e che hanno reso precaria la sua operatività già nel periodo di estivo, ammontano a 258 mila Euro.
É in via di definizione il progetto che sarà base del bando, nei termini approvati dal Consiglio comunale dello scorso mese di aprile (Delibera del Consiglio Comunale n. 31 del 29 aprile 2013), e che prevede investimenti molto consistenti per la completa e definitiva ristrutturazione e riqualificazione del Centro Polisportivo Comunale.

Anonimo ha detto...

Valerio, scusaci, ma la Sala Polivalente è chiusa da anni ! Ci fu anche un interrogazione su questo in Consiglio Comunale. Per favore, ci dici quando finalmente riaprirà ?
Una data quanto più possibile certa ovviamente. Questo appello, visto che interviene sul blog, è rivolto anche al Consigliere Paolo Piccinelli, che forse saprà comunicarci una data, ringrazio anticipatamente per la disponibilità. Marco M.

Palabruco ha detto...

Si possibilmente, Piccinelli ci sai dire quando (giorno più o giorno meno) riapriranno le piscine?

Paola ha detto...

Ricordo una riunione con i dipendenti delle piscine con il Sindaco e gli assessori nel 2011, allora erano ancora in carica sia Paolo Piccinelli che Massimo Rondoni, durante la gestione delle piscine affidata all'Acquateam. Già all'epoca era chiaro che gli interventi strutturali fossero necessari: in piscina pioveva durante l'inverno.. per dirne una tra le tante.Noi lavoriamo tutto l'anno in acqua, qualche goccia in più non generava scalpore tra gli addetti ai lavori, semmai un pò di sconforto. Ma c'erano state, durante quella riunione, rassicurazioni sulla possibilità che un nuovo gestore avrebbe potuto investire e adeguare la struttura alle nuove normative. E' stato presentato il progetto è vero ma la'idea era quella di ristrutturare l'interno mentre le Piscine scoperte erano aperte per iniziare la stagione invernale con un impianto a regime, invece no. Sarà pur vero che il progetto esiste ma bisogna aspettare la "definizione" di un bando che avrebbe dovuto essere emanato già da lungo tempo e che consente alle piscine di Montepulciano e Castiglione del Lago di un'apettativa di crescita dell'utenza pari al 50% in più delle presenze e depreda Chianciano di attività sportive di grande respiro.

Gruppo Consiliare "Pdl-Chianciano per la Libertà" ha detto...

Comunicato stampa gruppo consiliare "Pdl-Chianciano per la Libertà".

Innegabile e impossibile da nascondere ulteriormente, la crisi conclamata dell'attuale amministrazione di Chianciano Terme, preoccupa tutte le persone responsabili di questa città.
Dopo aver atteso per più due anni che la giunta raggiungesse un proprio equilibrio, chiarisse i dubbi, diventasse consapevole della situazione di difficoltà relativa alla gestione del Centro Polisportivo Comunale ci troviamo a leggere il comunicato con il quale ci viene notiziata la chiusura dello stesso per il tempo occorrente alla valutazione dei "lavori necessari ed urgenti di manutenzione straordinaria".
"Alla conclusione dei lavori e delle verifiche attualmente in corso, si procederà all’affidamento per la riapertura dell’impianto".
Il nostro gruppo ritiene che Chianciano ha bisogno di un passo diverso per emergere dalla melma in cui é stata portata, é inderogabile iniziare una azione, se non incisiva almeno percepibile, di governo della città.
Sinceramente visti i risultati delle pochissime cose fatte in questi anni, forse é meglio che l'amministrazione colpita da paralisi politico-amministrativa rimanga fino alle elezioni in questo limbo senza aggiungere altri danni ai danni.
Forse ai nostri amministratori basta continuare a sopravvivere, ma Chianciano può permettersi questo immobilismo del tirare a campare?

Associazione albergatori Federalberghi Asshotel-assoturismo Confcommercio Confesercenti ha detto...

La situazione è gravissima perchè non c'è nel comunicato del Comune nessuna certezza sulla data di riapertura degli impianti; sono così in gioco oltre 50.000 presenze turistiche e 20 posti di lavoro. E' grave anche perchè che nonostante che la situazione fosse all'ordine del giorno da anni ed in agenda dell'attuale amministrazione e nonostante l'espressione del consiglio comunale che con la delibera del 29 aprile 2013 definiva l'iter per un bando pluriennale, non esiste un progetto definitivo per la riqualificazione e messa a norma.

Le associazioni di categoria chiedono quindi risposte ad i loro quesiti che sono :
1) la data certa di riapertura degli impianti per consentire una programmazione nel mercato turistico sportivo
2) perchè non è stato ancora pubblicato il bando
3) qual'è il piano di copertura e reperibilità dei fondi necessari alla riqualificazione e ristrutturazione
4) quale tutela è stata avviata per i venti giovani lavoratori che fino a ieri hanno operato nella struttura
5) i lavori di manutenzione straordinaria perchè non sono stati cosi definiti da evitare il fermo della struttura

La preoccupazione rispetto a questo patrimonio pubblico è unanime fra gli operatori e quindi sollecitiamo ogni azione di tutela per gli imprenditori e gli stessi cittadini.


Associazione albergatori Federalberghi
Asshotel-assoturismo
Confcommercio
Confesercenti

2 settembre 2013

Anonimo ha detto...

Da centritalia:

Sanità: il 6 settembre Cittadinanzattiva, Asl e sindaci Valdichiana a confronto

“Le Case Della Salute quale leva del cambiamento della sanità nell’azienda USL 7 di Siena” è questo il titolo del convegno che si svolgerà Venerdì 6 settembre alle ore 15,30 presso la biblioteca della Direzione Sanitaria delle Terme a Chianciano Terme. L’incontro, promosso dalla coordinatrice di Cittadinanzattiva Valdichiana, Giovanna Cascino e dalla coordinatrice del Tribunale per i Diritti del Malato, Paola Valori, vedrà la presenza, tra gli altri, del Direttore Generale dell’ASL 7 di Siena, Nicolò Pestelli e del Coordinatore regionale di Cittadinanzattiva – Tribunale per i Diritti del Malato della Regione Toscana, Domenico Gioffré. Il dibattito sarà moderato dal Segretario Regionale di Cittadinanzattiva Toscana Onlus Adriano Amadei. Previsto l’intervento dei Sindaci della Valdichiana chiamati a discutere e confrontarsi sulle principali tematiche della sanità nel comprensorio. (A.A.)

Paolo Piccinelli ha detto...

Ho girato alle persone competenti le domande che mi sono state rivolte, nei prossimi giorni appena avrò le risposte spero di poter dare delle date possibili.

Ho letto il comunicato delle associazioni riunite che trovo abbastanza fuori luogo. E' da mesi che si parla della situazione CPC (centro polisportivo comunale) e se le associazioni avessero voluto partecipare ad una discussione funzionale a trovare soluzioni più immediate o diverse, lo avrebbero potuto fare e casomai in quel contesto sarebbero potute uscire con dei comunicati dove si condivideva o non si condivideva l'operato dell'amministrazione, indicando una propria idea, magari più appropriata alla situazione.
Invece ancora una volta si aspetta che l'amministrazione faccia il suo operato (discutibile o meno) per poi uscire con un comunicato. Lo scopo? Io onestamente non lo capisco. A chi serve il comunicato? A nessuno

saluti

Paolo Piccinelli

Anonimo ha detto...

e invece l'operato dell'assessore Piccinelli è servito a molto...

Mazzetti Stefano ha detto...

Paolo, niente ping-pong, sai che ti rispetto, ma solo come persona, come politico è più complicato,rispetto formale si a priori,ma non ti condivido in toto , alcune delle cose che dici e sostieni si, ma allora non capisco come mai fai parte della maggioranza, prima come assessore ora come consigliere, per quanto spesso sei fuori dal coro stonato di chi siede accanto a te, fai gruppo e parte della maggioranza che a volte non condividi........io quasi mai, quindi????? non posso piu nemmeno dire di condividere alcune cose, perchè a poco serve perchè non in sintonia con la tua maggioranza, MA ALMENO IO NON CI SIEDO INSIEME,(sempre parlando di politica eh....non delle persone fisiche, mai mi permetterei, A PARTE SINDACO E VICESINDACO SU CUI MI PERMETTO MOLTO VOLENTIERI) permettemi di dire che la tua posizione è poco comprensibile......almeno per me che il politichese non lo mastico, o non lo capisco quando fatto cosi.
-per quanto riguarda comunicati tardivi, che dici meglio preuccuparsene prima, sinceramnete non ho conoscenza del fatto specifico e non mi pronuncio nemmeno con una critica fuoriluogo, semplicemente bohhhhh, no coment....., in generale invece, ma perchè scusa ti risulta che l'amministrazione , o meglio la regia di sinistra (che non è la mia sinistra, io sono "sinistrato" diversamente)che la pilota, tenga in considerazione così marcata suggerimenti o proposte??????????ma dai Paolo...........giusto e da parte tua lo credo sincero, esporlo, ma?????? se fosse vero che ascoltano (gli amministratori), il "popolino", cito un esempio di tanti, il giorno dopo le primarie dove il candidato "obbligato ai sudditi" dalla "sinistra" regia chiancianese "Bersani" ricordi??, non raggiunse nemmeno di lontano quello che avrebbero voluto, superato da un "renziano" (piu vicino al mio modo di essere "sinistrato")..............il giorno dopo si sarebbero dovuti dimettere tutti, e permettere il commissariamento prefettizio.........."SE SI ASCOLTASSE IL POPOLINO".........ma mi sa che ascoltano e fanno altre cose.....egemonia,potere,controllo,interessi di alcuni, ................non di certo il "popolino", quello serve solo a votarli, e se non li vota come vogliono trovano il modo per ottenere lo stesso risultato mascherandosi diversamente -------vedi lista civica(che non è) FERRANTI, dalla quale infatti ti sei dimesso.........perchè te lo riconosco e lo penso.......non ti ci vedo a fare certi giochini.....MA LORO INVECE LI FANNO.
io non posso aiutare con proposte costruttive, non ne sono capace, sono purtroppo per me profondamente serio,moralmente concreto,ed eticamente corretto, poi anche stronzo laureato con 178 e lode all'ennesima potenza............e per entrambi i motivi.....non sono in grado di dare suggerimenti ad alcuni che ti siedono accanto......sono troppo diverso da loro.

detto tutto sopra, cmq, e indipendentemente, intanto te ci provi.......io blatero e basta, vero, ma in questa situazione politica e con chi la rappresenta ai vertici.......

Mazzetti Stefano ha detto...

io mi vergogno anche solo di farmici vedere accanto! , al pari di come mi vergognai profondamente nel 2001 al World Travel Market, quando dopo vinto tramite bando regionale, la possibilità di come semplice azienda "privata" e modesta ,stare insieme a province, apt, e città grandi , con un mio desk all'interno del blocco fatto dall'ENIT per rappresentare la regione toscana al mercato mondiale,........parlando con l'allora presidente regione Toscana, arrivo l'allora sindaco di Chianciano .......diciamo non del tutto lucido e profumato ben bene di qualche "deodorante etile".....il presidende mi disse "dai che ora è arrivato anche il tuo sindaco a datti man forte"........io risposi" non è il mio sindaco, è il sindaco della cittadina dove vivo, e l'azienda l'ho aperta altrove, l'unica cosa che ci accomuna è un bar chiamato Jaris ,dove entrambi ci sbronziamo".......rimase incredulo della mia risposta irriverente, quando poi il sindaco fu con il suo cappellone bianco a tu per tu mio e suo, e parlarono, ne senti l'alito anche lui......e poi toccandomi la spalla mi disse "scusa non sapevo".

questo non è per criticare nessuno, mi sbronzavo anche io, LUNGI DA ME FARE IL MORALISTA, HO FATTO BEN DI PEGGIO................MA NON MI SONO MAI CANDIDATO...........NON NE SONO "DEGNO".........se la stessa morale ed etica l'avesse qualcun altro.......male non sarebbe.

Anonimo ha detto...

picci sei un mago i commercianti di Piazza Italia quasi in toto "suggerirono" di togliere il senso unico con tanto di petizione e l'amministrazione seguì il suggerimento dopo che arrivarono i commissari dall'esterno. A chi servono i suggerimenti? A chi governa no di certo la VERITA' è solo la loro Sveglia!!!!!!!

La Nazione ha detto...

Allarme servizi
Ecco la mappa
delle chiusure
Chianciano si sta ‘impoverendo’


CRESCE la preoccupazione in città per la chiusura delle piscine comunali e dell’impianto sportivo a queste collegate. Sono così in gioco oltre 50.000 presenze di turisti che svolgono nel periodo estivo campionati amatoriali e della federazione nuoto. Il problema centrale quindi, che resta sul tappeto, è quello della certezza della riapertura del complesso delle piscine e della palestra e dei servizi collegati in funzione al turismo per la stagione 2014. Anche per i contratti con la federazione nuoto già siglati. Il Comune sta cercando, con alcune associazioni sportive locali, di assicurare almeno l’apertura del palazzetto, cioè uno dei due complessi per far svolgere attività sportiva ad alcuni gruppi cittadini fra cui calcetto, ginnastica artistica ed altri sport. Complesso pubblico quello del centro polisportivo comunale che richiede un importo totale d’intervento che supera un milione e quattrocento mila euro. Non è l’unico problema sul tavolo dell’ amministrazione comunale che deve assicurare anche la riapertura di altri impianti pubblici funzionali alla città ai suoi servizi ed al suo rilancio. Vedi la stazione ecologica dei rifiuti e la sala polivalente oramai chiusi da anni che si ritrovano nell’elenco dei lavori pubblici del Comune. La stazione ecologica, che ricordiamo fu chiusa nel maggio 2010 in seguito ad un controllo della Forestale, lo è ancora ed il suo destino non è definito; forse diventerà una stazione ecologica per i cosiddetti rifiuti “inerti” ed al suo fianco sorgerà un nuovo centro di raccolta comunale sempre nell’area del Cavernano. «Troppo piccola per investire nostre risorse se vogliamo guardare ad offrire una risposta concreta del problemi», ha dichiarato l’assessore all’ambiente Robertino Cherubini che spiega perché quindi sorgeranno due complessi di raccolta rifiuti. Parla delle scelte ambientali e lancia «per il futuro la possibilità di arrivare ad un porta a porta per la raccolta dei rifiuti stessi», assicurando così una risposta anche al problema più volte denunciato in passato dei cassonetti troppo pieni e del decoro in città. Altro complesso per il quale da anni si attende la riapertura è la sala polivalente, situata ai giardini pubblici di Chianciano. Anche questa la ritroviamo nell’elenco triennale dei lavori pubblici e quindi è in agenda per l’amministrazione comunale e richiede un investimento di 650.000 euro. Quest’ultima fu chiusa per lavori di adeguamento in parte già realizzati, come adeguamenti normativi ed altri aspetti tecnici, ma purtroppo si ritrova ancora oggi fra le opere pubbliche che dovevano essere riaperte in un breve periodo e che invece sono ancora chiuse. Chiaro quindi che la preoccupazione relativa alle piscine comunali si amplifica maggiormente ed allora la domanda formulata dalle categorie economiche — e cioè perché non si è rispettato il cronoprogramma approvato dal consiglio comunale, — genera un allarme ampliato anche da gli altri casi di immobili pubblici chiusi per brevi ristrutturazioni e mai più riaperti.

Anonimo ha detto...

MA PERCHE' QUESTA GIUNTA NON CI DICE LA VERITA' SUL CENTRO POLISPORTIVO COMUNALE?

GUARDATE QUESTA DETRMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO:

Determinazione n.311 del 03/09/2013
Centro Polisportivo Comunale - Adeguamento normativo e funzionale per ottenimento agibilita - Verifica vulnerabilita sismica - Affidamento incarico e impegno spesa

ADESSO DEVONO DARE UN INCARICO PER FARE LA VERIFICA DELLA VULNERABILITA' SISMICA CHE COMPORTERA' ALCUNI MESI.
POI CI SARA' DA ESPLETARE L'INCARICO DA PARTE DEL TECNICO INCARICATO CHE DURERA' ANCH'ERSSO ALCUNI MESI.
POI A SECONDA DEL RISULTATO CI SARA' DA STENDERE UN PROGETTO DI ADEGUAMENTO SISMICO. ALCUNI MESI.
POI CI SARA' DA FARE UN BANDO DI GARA OPER L'ASSEGNAZIONE DEI LAVORI. ALCUNI MESI.
POI CI SARà LA GARA PER L'AFIDAMENTO DEI LAVORI. ALCUNI MESI.
POI CI SARANNO DA ESEGUIRE I LAVORI. ALCUNI MESI.
TOTALE: ALMENO DUE ANNI.
PER FAVORE SIGNORI DELLA GIUNTA. UN PO' DI UMILTA'. ABBANDONATE LA VOSTRA SUPERBIA E DITE AI CITTADINI DI CHIANCIANO LA VERITA'.

Anonimo ha detto...

Al riguardo della Sala polivalente mi ricordo che il 26 Marzo c.a. è stata discussa in Consiglio Comunale una interrogazione presentata dalla Lista di opposizione Gruppo PdL Chianciano per le libertà.
Tali atti sono estraibili dal sito web del Comune al seguente indirizzo:

http://www.mapweb.it/chianciano/pratiche/getDoc.php?f=documenti/2725_00000272500001A.pdf

http://www.mapweb.it/chianciano/pratiche/getDoc.php?f=documenti/2725_00000272500002A.pdf

in tali documenti le opposizioni fanno pesantissime accuse anche con risvolti penali alla Giunta Comunale.
C’è stata qualche conseguenza a tali atti oppure come al solito tutto passa in cavalleria?
Le stesse opposizioni si limitano solo a lanciare il sasso nello stagno e poi nascondono la mano oppurre sono conseguenti e proseguono nella loro politica al momento fatta solo di parole?
Lo stesso discorso vale anche per il Centro Polisportivo.

Nella stessa seduta fu fatta un’interrogazione anche sul CPC.
Anche allora parole e solo parole. Sia della maggioranza che della minoranza.
Questo il collegamento:

http://www.mapweb.it/chianciano/pratiche/getDoc.php?f=documenti/2725_00000272500003A.pdf

Ma ai cittadini di Chianciano ci pensate mai?

Brodo ha detto...

Per quanto riguarda le piscine comunali, i compagni si sono già mossi, un "compagno con il paraocchi" mi ha detto che sono solo fesserie le cose che si dicono in giro (tempi lunghi di chiusura), gli hanno confermato che gli impianti rimarranno chiusi pochissimo e nel giro di due o tre mesi riapriranno regolarmente......d'altra parte i lavori vanno fatti!!!

Avete capito cosa vuol dire portare il "il capo all'ammasso"?

mazzetti-stefano ha detto...

stai a vedè che qualcuno dei piu paraocchiati inizierà a capire come mai "il commissario prefettizio a Chianciano non si vuole".........se si apre il coperchio del vaso di pandora....................ahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahhahahhahahahahahhahahaha.........che ride!!!!!!!!!!

UNIONE DI CENTRO ha detto...

Ci sarà anche il ministro Flavio Zanonato ed il premier Enrico Letta alla festa nazionale #Udc di #Chianciano Terme nel corso dei tre giorni di dibattiti, dove coordinerò il tavolo su #lavoro e #solidarietà, si discuterà del "Futuro dell'Italia". Festa Popolare sarà la tappa cruciale verso costruzione casa moderati su scia #Ppe. Leggi qui http://www.antoniodepoli.it/dati-blog/allegati/programma-2013-.pdf

Anonimo ha detto...

Allora siamo a posto....

Anonimo ha detto...

ultime notizie:

il congresso UDC si terra' presso le 'due cabine telecom' situate nei pressi della sede della 'cassa rurale'..sono a disposizione quindi... ristorante 'tribeca' e posteggi gratuiti...i partecipanti possono anche non confermare la loro presenza..tanto di posto ce n'e' in abbondanza (fa anche rima...)

Anonimo ha detto...

Domanda: ma il Sig.Sindaco che ier sera dopo le ore 20 era in piazza Italia si è accorta che le luci delle fontane sono totalmente spente?
dopo 105 giorni di buio totale riservato ai turisti, oltretutto molto critici sulla scelta fatta, adesso ci facciamo notare anche dai congressisti dell'UDC ed a giorni anche dagli oltre 3000 finanzieri che hanno scelto la nostra città per il loro convegno.
Auguri e rivotiamoli!!!!

Anonimo ha detto...

Tra l'UDC e i finanzieri non so chi è peggio, papponi entrambi.
Menomale che alle Fonti fanno campionato mondiale trans, almeno un pò di allegria e di finta topa la portano.

Brodo ha detto...

Stasera come ciliegina sulla torta c'è anche un bellissimo evento a Chianciano, Miss Trans Toscana!!

Mica per caso qualcuno ha capito che ci piace prenderlo nel....

valtubo ha detto...

Oggi alle 11 all'ingresso dei Fucoli, in occasione della presenza del Ministro di Giustizia Anna Maria Cancellieri alla Festa Popolare organizzata dall'UDC al Palamontepaschi, manifestazione di protesta degli Avvocati del Tribunale di Montepulciano per denunciare la chiusura del Tribunale e l'aggravio dei costi che causerebbe.
Il Ministro ha colloquiato con i dimostranti acquisendo informazioni sulla particolare situazione senese.

Per leggere tutte le motivazioni Clicca link:
Manifesto di protesta degli Avvocati di Montepulciano

Anonimo ha detto...

Da Centritalia News:
Alla festa dell’Udc di Chianciano gli avvocati protestano contro la chiusura del tribunale di Montepulciano

Gli avvocati del foro di Montepulciano tornano a far sentire la loro voce contro la chiusura del Tribunale nel giorno in cui entra in vigore la riforma della geografia giudiziaria decisa dal governo. In questa occasione l’ordine forense poliziano ha scelto la festa nazionale dell’UDC, in corso presso la cittadina termale, per manifestare il proprio dissenso attraverso l’esposizione di cartelli e la distribuzione di circa 600 volantini dal contenuto molto critico nei confronti della riforma definita “la morte della giustizia”. Molteplici i motivi della contestazione che vanno dalla «riduzione della sicurezza di cose e persone» in quanto, secondo gli avvocati, le forze dell’ordine saranno impegnate in lunghe trasferte presso gli uffici di Siena e non potranno presidiare a dovere il territorio, ai costi e disagi che ricadranno sui cittadini nell’ottenimento di certificazioni e nella previsione di un concreto allungamento dei tempi nelle celebrazione dei processi. Oltre a ciò gli avvocati temono che la eventuale chiusura del Tribunale di Montepulciano possa comportare la chiusura anche di altri uffici pubblici collegati, come ad esempio la Conservatoria, l’Agenzia delle Entrate, la Capitaneria dei Carabinieri e la Tenenza di Finanza e generare nell’indotto la perdita di centinaia di posti di lavoro. Il rischio come afferma il volantino sarebbe quello della «desertificazione senza ritorno del comprensorio». Molti i partecipanti della kermesse nazionale che hanno manifestato la propria solidarietà e il proprio sostegno all’iniziativa dagli avvocati che si è svolta, comunque, all’insegna della correttezza e della compostezza nei toni. Bersaglio principale delle critiche il ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri presente alla festa dell’UDC, assieme al Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, per una intervista condotta dal giornalista del Tg2 Dario Laruffa. Incalzata dall’intervistatore proprio sul tema della chiusura dei tribunali il ministro Cancellieri ha dichiarato di avere rispetto per le proteste presenti in tutta Italia ma ha affermato che “occorre guardare l’interesse generale della giustizia”. Secondo Cancellieri per rendere più funzionale la giustizia e operare una migliore distribuzione del personale è necessario “separare i fatti oggettivi dagli interessi particolari”. Sempre il ministro della giustizia ha annunciato che nei prossimi dodici mesi verranno valutate le varie situazioni dei tribunali. «Se c’è da rivedere qualcosa verrà fatto» ha affermato non escludendo la possibilità che qualche tribunale possa rimanere in piedi a discapito di altri che potrebbero essere chiusi. Prima di intervenire alla festa il ministro Cancellieri ha avuto anche un colloquio di circa mezz’ora con i sindaci di Chianciano Terme e Montepulciano, Gabriella Ferranti e Andrea Rossi e con una delegazione di avvocati dell’ordine di Montepulciano. (segue)

Anonimo ha detto...

Al termine dell’incontro, il sindaco Andrea Rossi, ha dichiarato positivo il confronto con il ministro Cancellieri che ha promesso di “accendere un faro sulla situazione di Siena”. Secondo Rossi ci sono ancora speranze di poter mantenere in piedi il Tribunale di Montepulciano anche aldilà della proroga concessa fino al 31 dicembre 2014 per la conclusione dei procedimenti civili e penali ancora in corso. Una possibile via d’uscita potrebbe essere quella di considerare il tribunale come una “istituzione di montagna” e quindi meritevole di essere preservata in ragione della difficoltà delle vie di comunicazione e della carenza dei trasporti in direzione di Siena. Sull’argomento è intervenuto anche il consigliere provinciale del Pdl Fabrizio Camastra che ha diffuso una dichiarazione. Secondo lui “ la chiusura dei Tribunali minori ha quale unico vero scopo il rendere più efficace la gestione del potere detenuto del sistema giudiziario. La politica, sia locale che nazionale, nulla ha potuto in merito ed ha dovuto solo eseguire le imposizioni date dalla UE, che è l’organo di cui il potere giudiziario si è servito nell’occasione. Infatti, la riforma risponderebbe alla spending review, che prevede un risparmio di ottanta milioni di euro. Ma ciascuno dei 30 tribunali chiusi produrranno costi a seguito della unificazioni a strutture più grandi in misura ben maggiore del risparmio preventivato. Qua o ci raccontiamo la verità o cambiamo ragioniere”.