e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

giovedì 13 giugno 2013

Chianciano e la Collezione di Disastri del PD!


Campagna Chianciano: Collezione di Disastri
Questo è il manifesto arrivato in antaprima al blog della nuova campagna di denuncia che il gruppo consilare Chianciano per la Libertà ha inviato per evidenziare “la collezione dei disastri di Chianciano, per ricordare agli elettori cosa resterà di questa Amministrazione Comunale.....”; un membro dell’Opposizione mi ha scritto “Il manifesto parla da solo verrà affisso ad inizio settimana prossima”.

Io aggiungo che questa campagna accende ancora di più la corsa elettorale, i voti nel sondaggio in barra a destra dimostrano l’attuale incertezza (potete ancora votare) e la voglia di cambiamento strisciante.
L’Amministrazione Ferranti e del PD è stata caratterizzata in questi ultimi anni, dove è stata risistemata Via di Vittorio e poco più, da una serie spaventosa di errori e fallimenti, la perdita di tre Assessori in carica, la fine del progetto del Palazzo dei Congressi, le pessime scelte di viabilità, l’abbandono del centro storico vedi Borgonuovo, la realizzazione di una Piazza Italia pericolosa, inutile poco attraente e accecante, il rischio di perdere le piscine comunali e la mancata apertura delle Piscine Termali che dovevano aprire l’anno scorso, secondo le dichiarazione avvenute due anni fa in Consiglio Comunale, poi a Pasqua secondo i depliat distribuiti dalle Terme e pubblicati dal blog, poi apertura promessa a giugno, ora il Sindaco dichiara di non sapere la data dopo l'incontro con i Sindacati.

La popolazione chiancianese in parte ormai lavora fuori Chianciano o abbandona il paese, resa inerme da questa gestione fallimentare, sono molto deluso però dal fatto che nessuno provi ad alzare la testa, reagire, dire o fare qualcosa per denunciare con forza questa situazione e crisi, si sceglie sempre la via del silenzio, presi dalle divisioni e dai piccoli interessi, come se ci fosse un “timore reverenziale” verso i “poteri forti” chiancianesi, delle Associazioni, Sindacati e Partiti.

Saluti,

Valtubo

30 commenti:

Tutti per la ripresa di Chianciano ha detto...

i disastri non sono solo degli ultimi tempi,sono iniziati aleno dal 1988complici tutti maggioranza e opposizione, pessimi amministratori interessati solo al proprio interesse immediato, non lungimiranti e il risultato è la disfatta di tutta l'economia di Chianciano.AL momento non occorrono proclami, occorrono FATTI, occorrono investitori pronti a investire per rilancire Chianciano,per questo occorre solo la partecipazione di tutti ad aderire a" tutti per la ripresa di chianciano"

Palabruco ha detto...

In risposta per "tutti insieme per la ripresa di Chianciano":
Io invece direi che se vogliano provare a non far rivincere sempre i soliti come oramai succede da oltre 60 anni, si deve provare a fare una lista UNICA in opposizione a quella del PD, altrimenti 100 volti li prenderà una lista, altri 200 un'altra, altri 500 un altra ancora e succede come sempre che rivincono i soliti compagnucci.
Poi non lamentiamoci se rivincono sempre i soliti!!

bruggina ha detto...

Inutile stare qui a fare la lista dei disastri, se non per capire come non ricommettere tali errori.
Del paese non c’è molto da salvare, ma ovviamente non dovremmo buttare “il bambino con l’acqua sporca”.
Qui c’è da ricostruire molto per non dire tutto, e dobbiamo ripartire soprattutto dalle identità culturali, sociali ed imprenditoriali.
Concordo con Palabruco, serve una lista trasversale finalizzata ad un quinquennio gestito da una “amministrazione di scopo”, in cui vengano superati steccati ideologici e colori politici, in cui siano presenti principalmente figure nuove ed in discontinuità con il passato (di maggioranza ed opposizione), ma soprattutto sarebbe necessaria una lista che abbia larga rappresentatività. Ma serve coraggio, quel coraggio che i Chiancianesi non hanno mai dimostrato.

Andrea Angeli ha detto...

Volevo rispondere a Tutti per la ripresa di Chianciano che non ho il piacere di conoscere. Voi dite che i problemi di Chianciano sono iniziati nel 1988 “complici tutti maggioranza e opposizione”. Io invece direi che i problemi sono iniziati ben prima. Probabilmente a partire dal secondo dopoguerra quando la stazione termale si è sviluppata in maniera sproporzionata e senza lungimiranza. Poi quando parlate delle complicità dell’opposizione bisognerebbe anche specificare quale opposizione. Io nel 1988 avevo 8 anni e anche gli altri consiglieri che mi siedono accanto in consiglio o erano anch’essi molto giovani, oppure si trovavano altrove o comunque erano ben lontani dal mondo della politica. Quindi credo che abbiamo tutto il diritto di criticare sia il presente che il passato di questo paese.
Concordo invece pienamente con le parole di palabruco. Per mandare a casa chi ha governato per oltre sessanta anni e provare ricostruire questo paese occorrerebbe uno sforzo comune da parte di tutti coloro che credono nel cambiamento. A giudicare da quello che ho potuto osservare finora in alcuni casi è stato giustamente avviato un confronto serio sulle idee e su possibili progetti anche tra diverse realtà. Io spero che un simile atteggiamento possa essere condiviso da tutti.

Anonimo ha detto...

Via i partiti da Chianciano!!!
Via i partiti dall'Italia!!!
Via i partiti dai COGLIONI!!!

Roby 53 ha detto...

Avete tutti ragione, special modo l'anonimo delle 15.37, ma avete sentito sere addietro in televisione che mega stipendi, pensioni, e balzelli vari che prendono questi signori? E poi? Escono dalla porta e rientrano dalla finestra e i danni li paga il popolo, questo anche a livello locale. Sfido chiunque, con queste remunerazioni, ad andare a casa. Sono tutti uguali, rossi e neri, non fa differenza. Qui ci vorrebbe di nuovo un matto che raddrizzasse le cose

PRETORIUS ha detto...

si concordo con anonimo delle 15 e 37 , l'imu poi è rimasta ed aumentata che buffoni ....

Patti Stabili ha detto...

Pensatela come volete, ma io fra Chianciano e Resto d'Italia non vedo gran differenze.
Credo che chiunque vincerà dovrà fare i conti col Patto Di Stabilità che significa: possibilità di spendere = ZERO.
Chi verrà potrà fare solo una cosa: avere il coraggio di vendere tutto al primo che viene... oppure al 2°.
Ma ci sarà un 2°.
Ho paura che al 2° toccherà regalargli tutto. Il 3° invece ci toccherà anche pagargli lo "smaltimento".

Giu-da La Torre ha detto...

La crisi è anche crisi degli esercizi e Chianciano mi pare confermi il trend nazionale che è drammaticamente ignorato dall'azione politica di qualunque colore.
Questa la notizia di oggi:
Crisi desertifica citta', meno bar, ristoranti, negozi (-8%)
Osservatorio Confesercenti, emorragia imprese, sprofonda sud

L'articolo è qui:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2013/06/15/Crisi-desertifica-citta-meno-bar-ristoranti-negozi-8-_8874360.html

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Convocato il Consiglio Comunale per martedì 18 giugno 2013

E' convocato il Consiglio Comunale per martedì 18 giugno 2013 – ore 19.30 prima convocazione – sala consiliare.

Nel giorno e nell’orario indicato in oggetto è convocato il Consiglio Comunale per discutere il seguente
Ordine del Giorno
1 - Approvazione verbali seduta precedente;
2 - Comunicazioni;
3 - Interrogazione per chiedere se “l’Amministrazione del Comune di Chianciano Terme non ritenga opportuno intervenire con tempestività, di concerto con il competente assessorato della Regione Toscana, al fine di riesaminare la decisione di chiusura del presidio sanitario di Chianciano Terme…”, presentata dal gruppo consiliare “PdL-Chianciano per la Libertà”;
4 - Fondazione Musei Senesi – Modifiche Statuto – approvazione;
5 - Regolamento comunale per la disciplina delle funzioni amministrative della ricerca, della coltivazione e dell'utilizzazione delle acque minerali, di sorgente e termali, attribuite ai Comuni dalla Legge Regionale n. 38/2004 - Approvato con delibera di C.C. n. 6 del 14 gennaio 2013. Variazioni;
6 - Deliberazione n. 79/2013/PRSP Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo per la Toscana - Esito istruttoria sulla relazione dell’organo di revisione sul rendiconto esercizio 2011 – adozione provvedimenti;
7 - Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (Tares) – determinazione modalità gestione del tributo, scadenze e numero rate di versamento (art. 10, comma 2, D.L. 35/2013, convertito in Legge 64/2013);
8 - Regolamento per la gestione del nido d’infanzia comunale “Il Fiordaliso”;
9 - Disciplina fiere promozionali – L.R. n. 18/2005 e D.P.G.R. n. 50/R del 2.11.2006 – Approvazione;
10 - Convenzione per la gestione associata e coordinata del Servizio di Polizia Municipale tra l’Unione dei Comuni Val di Chiana Senese ed i Comuni di Montepulciano, Chianciano Terme, Torrita di Siena, Sinalunga, Trequanda, Chiusi, Sarteano, Cetona, San Casciano dei Bagni – livello minimo di integrazione.


p. il Sindaco
Il ViceSindaco
Claudio Rossi

La Nazione ha detto...

LA NAZIONE di oggi:

Chianciano Incendio doloso in un albergo chiuso

UN ATTO vandalico alla base dell’incendio che ieri pomeriggio ha devastato una camera di un albergo chiuso nel centro di Chianciano.
Al momento dell’allarme si è temuto che l’incendio potesse propagarsi agli edifici vicini e quindi i Vigili del Fuoco sono intervenuti con due autobotti dal comando di Montepulciano, con l’autoscala da Siena e con la squadra da Piancastagnaio, proprio perchè si è temuto che le fiamme provocassero danni anche alle persone.
Tutto è accaduto nel primo pomeriggio quando all’altezza del secondo piano dell’edificio in Viale Lombardia si è visto uscire del fumo e poi improvvisamente si sono levate le fiamme che hanno distrutto alcuni ambienti.
La strada è stata chiusa al traffico e sono intervenuti i Carabinieri ed anche la Polizia Municipale di Chianciano. Le indagini ipotizzano un atto vandalico ma resta ancora da capire se l’albergo chiuso veniva utilizzato da qualcuno come rifugio di fortuna o da alcuni ragazzi come ritrovo. L’albergo è un hotel storico oramai chiuso da più di tre anni.

Dott. Ezio Stortini ha detto...

In riferimento alle contradditorie ipotesi formulate e riferitemi, successivamente alle mie dimissioni, dalla Direzione Sanitaria degli Stabilimenti Termali delle Terme di Chianciano, non avendo avuto opportunità di colloqui con rappresentanti di enti ed istituzioni, fatta eccezione per l’Amministrazione Comunale nelle persone del Sindaco dott.sa Ferranti e dell’assessore dott. Giani, mi sento in dovere di esprimere e precisare quanto segue:

le mie dimissioni sono prevalentemente riconducibili a sopraggiunti improvvisi motivi familiari, motivi che richiedono quella disponibilità di tempo che l’impegno a tempo pieno con cui ricoprivo il ruolo assegnatomi ( comprese domeniche e festività in cui gli Stabilimenti Termali erano aperti ), non erano in grado di concedermi, ma anche a scelte aziendali da me non condivisibili pur non contestabili.
Preciso inoltre che al momento della mia nomina (1 giugno 2011) da parte della Presidenza e dal Consiglio di Amministrazione della soc. Terme di Chianciano mi era stato espressamente richiesto di:

-concludere le Ricerche Scientifiche con utilizzo di Fangobalneoterapia ed Acqua Santa in collaborazione con l’Università di Siena e di Roma;

-attivazione del Centro di alta specializzazione per la diagnosi delle Malattie Epatico-Digestive;

-recupero dei rapporti di collaborazione con i medici del territorio.
Posso garantire che questi obbiettivi sono stati raggiunti anche prima del termine del mio incarico ( 1 giugno 2014 )

Altri interventi su cui avevo già lavorato non sono stati realizzati per il mutare delle condizioni socio economiche della Soc. Terme di Chianciano ed altri, su cui stavo ancora lavorando e finalizzati a creare ricadute strategiche positive sulla nostra comunità, sono ancora in itinere e sulla loro conclusione credo di esprimere ottimismo.
Non sono stati quindi motivi economici di ventilate riduzioni del mio onorario a spingermi a rassegnare le dimissioni.
Anzi, quale ulteriore conferma, rendo noto che ho dato la mia disponibilità alla Soc. Terme a collaborare in forma gratuita per il Centro delle Malattie Epaticodigestive.
Ringrazio per l’attenzione tutti coloro che avranno letto queste mie parole ed a chi mi ha concesso lo spazio per poterle esprimere.

Dott. Ezio Stortini

mauro galli ha detto...

..questo è il momento di decisioni e azioni drastiche:
mettere da parte interessi personali,invidie e tant'altro e fare fronte comune per superare la crisi che sicuramente è nazionale ma alla quale purtroppo noi chiancianesi stiamo dando una grossa mano!
in che modo? per quanto riguarda le attività commerciali di piazza Italia,per esempio,istituendo un tavolo di discussione e soprattutto di lavoro tra comune-proprietari-commercianti nel quale il comune proponga un sistema tassativo meno oneroso per tutti e delle regole per quanto riguarda orari dei negozi e viabilità....i proprietari una formula di affitto praticamente a "parametro zero" per le attività commerciali che volessero aprire(almeno provare!)un'attività(tanto se devono tenere sfitti i negozi e pagarci le tasse,tanto vale tenerli aperti e vivi!)e dove questo non sia possibile garantire almeno l'illuminazione e,come in alcuni casi è già successo,usare le vetrine come esposizione di altri negozi
infine i commercianti il rispetto degli orari di apertura(anche serali)e di tutto quello che sarà deciso per il buon funzionamento del progetto e naturalmente un certo decoro e attenzione al proprio prodotto.che sarà deciso appunto da una persona competente a pagamento(se partecipano al pagamento tutti i negozi,si tratterebbe davvero di una spesa minima per attività!) che gestisca tempi,modi e iniziative e getti le basi per una promozione della cosa .
immagino una piazza finalmente viva,dove anche giovani imprenditori e attività che fino ad oggi,per il costo eccessivo degli affitti,non avevano avuto la possibilità di aprire in questa zona(che è poi la zona più importante e bella commercialmente parlando del paese)abbiano la loro possibilità e finalmente un polo di attrazione da poter pubblicizzare ed offrire al potenziale cliente,sia locale,sia occasionale che "domenicale",che naturalmente vacanziero!...
non penso sia impossibile,ma certamente difficile,perchè qui si rovescierebbero i valori fin qui cardini del nostro antiquato e immaturo e oserei aggiungere ignorante modo di vedere e vivere il paese che amiamo che non sono certo la collaborazione,la solidarietà e l'unione e la voglia di farcela insieme!
io sono pronto a mettercela tutta!

Anonimo ha detto...

Dopo trent'anni,dallo scorso giugno sono rientrata nella natìa Chianciano e l'ho trovata veramente a pezzi.Sono pronta in prima linea ad aiutare il paeses a riprendersi,anche con la mia professionalità e competenza(senza presunzione,pero') ad aiutare Chianciano a risalire in cultura,sensibiltà e bellezza interiore.Ma queste parole hanno un senso,un valore o sono solo una povera illusa?J ballerina

Anonimo ha detto...

Bravo Mauro, soprattutto quando usi il termine "fronte comune". Il problema vero e' spiegarlo ai chiancianesi...

nuove dal comune ha detto...

Questa mattina in Comune due auto blu e tre della Guardia di Finanza...visita di cortesia o visita di controllo per qualche malefatta?

Movimento 5 Stelle Chianciano Terme ha detto...

"Movimento 5 Stelle Chianciano Terme

Riporto a titolo informativo l'articolo del Parlamentare del Movimento 5 stelle Matteo Mantero sull'emendamento bocciato alla Camera e che riguarda in modo importante la realtà Chiancianese:

"Li stiamo guardando negli occhi mentre respingono il nostro emendamento(*) per rimandare il pagamento dell'IMU per le strutture turistico alberghiere, per la quale avevamo anche trovato copertura. Non esprimono nessuna emozione, nessun pentimento, nessuna remora. E quando chiediamo "Perché votate no? Come fate a non condividere?" rispondono alzando le spalle "ma si l'emendamento sarebbe anche condivisibile, ma la visione globale...". Ma che visione globale, commercianti e albergatori chiudono a decine, sono queste le categorie che dobbiamo aiutare, che sono la vera forza del nostro paese. Ma a questi non frega, l'importante è avere la poltrona sotto il sedere. " Matteo Mantero, M5S Camera

(*)il Parlamento, tranne il M5S, voterà anche contro l’abolizione dell’IMU sulla prima casa persino ai terremotati con le case inagibili, ai commercianti con i negozi vuoti, agli artigiani e alle imprese in crisi, ndr"

Organizer Chianciano Terme 5 Stelle

Mencarelli Daniele

Anonimo ha detto...

Chianciano: nuovo scontro tra maggioranza e opposizioni in Consiglio Comunale sul bilancio

Chianciano (20.06.2013) - Nuovo scontro in consiglio comunale a Chianciano tra maggioranza e opposizione sul bilancio: l’'opposizione di centro destra infatti non ha partecipato al voto lasciando che il bilancio venisse approvato dalla sola maggioranza.

Motivo del contendere un recente controllo effettuato dalla Corte dei Conti sul rendiconto 2011 che ha evidenziato la necessità di adottare alcune "misure correttive" per evitare possibili rischi sulla tenuta degli esercizi futuri. I rilievi della Corte riguardano due aspetti in particolare: la "presenza di residui attivi vetusti" per un importo considerevole e il fondo rischi costituito a fronte del contenzioso con Siena Ambiente per il pagamento della fattura di circa un milione di euro. In merito alla gestione dei residui attivi l'’assessore al bilancio Silvana Micheli e il funzionario della Ragioneria hanno sottolineato che le valutazioni della Corte dei Conti seguono alcune linee guida restrittive che la stessa si è dotata negli ultimi anni riguardo il controllo degli enti locali e che tendono a porre una maggiore attenzione sui possibili rischi derivanti dalla mancata riscossione dei residui attivi vetusti. Il funzionario della Ragioneria ha inoltre sottolineato la correttezza dal punto di vista contabile dell'’iscrizione dei residui attivi in bilancio e ha ricordato la costituzione di un fondo svalutazione crediti per cercare di compensare in parte il rischio di mancata riscossione. Riguardo invece il fondo rischi costituito per sopperire alla possibile passività con Siena Ambiente è stato puntualizzato che, a seguito di variazioni alla normativa vigente, che impongono che i debiti fuori bilancio vengano finanziati con la parte corrente e non attraverso la vendita del patrimonio, lo stesso è diminuito da oltre 500.000 euro a circa 300.000. Inoltre sono stati esclusi possibili rischi sulla tenuta dei bilanci nei prossimi anni. Alle rassicurazioni fornite dall'’amministrazione comunale ha replicato per l'’opposizione Andrea Marchetti che ha criticato il comportamento della Giunta che, a suo dire, ha iniziato ad interessarsi del contenzioso con Siena Ambiente solamente dopo la denuncia dell’'opposizione, accumulando ritardi che graveranno sugli esercizi futuri, con la necessità di reperire le risorse per il fondo a copertura dei rischi. A Marchetti ha risposto l’'assessore Sergio Giani che ha difeso l’'operato della Giunta, affermando che la restrizione del fondo rischi si è verificata solamente a seguito di un cambio della normativa e ha ricordato che nessuna amministrazione avrebbe mai stanziato un ammontare complessivo per un rischio derivante da un contenzioso in essere il cui esito appare incerto. Il capogruppo della maggioranza Francesco Frizzi ha invece sottolineato la necessità sostenere sia la parte corrente del bilancio sia il potenziamento del fondo rischi. Andrea Angeli, per l’'opposizione, ha poi affermato che al di là delle critiche espresse dalla maggioranza sull'’atteggiamento assunto dall'’opposizione in merito al contenzioso con Siena Ambiente i rischi permangono, come evidenziato anche dalla missiva della Corte dei Conti e inoltre ha criticato la "gestione politica" dell’'intera questione. Infine è stato il capogruppo di minoranza Ottavio Chiezzi ad annunciare che l'’opposizione non avrebbe partecipato al voto.

Anonimo ha detto...

Forse non tutti sono a conoscenza del fatto che con le elezioni amministrative del 2014 ci si dovrà anche confrontare con le nuove misure che, in ottica spending review, sono state adottate dai governi centrali recentemente succedutosi per ridurre i costi della politica.

Facendo quindi riferimento sia all'art. 71 (Elezione del sindaco e del consiglio comunale nei comuni sino ai 15.000 abitanti) del DLgs del
18/08/2000 sia all'art. 16 comma 17 del DL 13 agosto 2011, n. 138 (numero dei consiglieri), si evince che per il nostro Comune si passerà da 16 consiglieri (11 maggioranza e 5 opposizione) a 10 consiglieri (7 maggioranza e 3 opposizione), oltre al sindaco, quindi complessivamente 8 seggi alla maggioranza e 3 soli seggi all'opposizione. Inoltre, il numero massimo degli assessori, ivi compreso il Vice Sindaco, e' stabilito in quattro (e non più sei).
Anche le Liste Elettorali pertanto, saranno formate da 10 candidati, almeno tre dei quali dovranno essere di sesso diverso dagli altri. Sarà possibile, inoltre, esprimere la “doppia preferenza”, a condizione che siano indicati nominativi di sesso diverso.

Anche alla luce quindi di tali variazioni normative, e' evidente quanto possa divenire fondamentale, adesso più che mai, per la prossima tornata elettorale il limitare, o meglio annullare, il frastagliamento dei voti e quindi il proliferarsi di liste. Tale strategia si rileverebbe importante infatti sia nella più positiva ottica di "forza di governo" e quindi di maggioranza, sia in quella di gruppo di opposizione. Se nel primo caso infatti la ricerca di una ampia condivisione dei progetti potrebbe garantire una altrettanto ampia rappresentatività politica, sociale e culturale, dall'altro, l'unione delle forze porterebbe ad un gruppo di opposizione comunque coeso ed in qualche modo anche rappresentativo. Cosa che invece, presumibilmente non accadrebbe con il presentarsi di più liste, alcune delle quali per numero di voti rimarrebbero fuori dai giochi e quindi senza alcuna rappresentanza in consiglio.

In questa ottica di ricerca di ampia condivisione dei progetti il gruppo PUNTOEACAPO si è posto fin dalla sua nascita e continuerà a porsi nei confronti di tutta la cittadinanza, e quindi di tutti coloro abbiano o mostrino la volontà di impegnarsi in un progetto politico per il futuro della nostra cittadina.

Con obbiettivo quindi quello di giungere alla creazione di un gruppo politicamente trasversale, qualitativamente valido ma soprattutto fortemente rappresentativo dell'intera comunità chiancianese, si invitano tutti coloro interessati ad intraprendere con noi questo percorso a scriverci le vostre idee alla seguente mail:
puntoeacapo.programma@gmail.com
Al termine della stagione estiva e quindi all'inizio della stagione "politica", il gruppo varierà la propria attuale forma comunicativa aprendosi, anche mediante incontri pubblici alla cittadinanza, così da valutare se realmente esistano i presupposti per il raggiungimento degli obbiettivi che fin qui ci siamo prefissati.

Damiano Rocchi
PUNTOEACAPO

Mazzetti Stefano ha detto...

mah....sarà perchè non ho tempo di girare e quindi vedo solo quello che succede qui... ma mi ci viene da ridere(per non piangere), ma almeno qui succede sempre cose ganze!!
-mentre nel palazzo decidono sulla tares e applicazione, nei giorni passati stavo appunto spulciando con il tecnico tutta la proprietà per comunicare minuziosamente tutto in modo preciso ..........poi nei ritagli di tempo dopo le 15 ore di lavoro mio, ho dovuto volendo un po di ordine e pulizia causa il fatto che vivo di "turisti" che qui vengono pagando e gli va quindi garantito........pensare in prima persona e personalmente a passare decespugliatore, in tratti di strada qui di fronte che non "splendono" di manutenzioni......
-poi mi sono rotto di chiamare in comune per dire che c'è casino e materiale buttato fuori dai cassonetti questo colpa di chi lo fa certo, non dell'amministrazione,ma dell'amministrazione colpa ,mia opinione, che visto che tarsu o tares da me prendono soldi e non pochi,(come da tutti)pensassero loro perchè riscuotono per farlo, a pulire e sistemare.....invece?? 1 mese per togliere gomme usate e materassi, e socciato di far passare a piedi nel marciapiede i miei clienti sopra a vetri rotti accanto a immondizia, e insetti, indovinate un pò???? dopo regolarmente aver pagato altri che lo dovrebbero fare ma non lo fanno, se voglio pulito mi doto si scopa,insetticida,decespugliatore, etc e spesso devo fare da me.....insieme a togliere casino nei cassonetti.......ora attendendo multa perchè ho fatto abusivamente lavoro di altri,o tassa per avere occupato il suolo pubblico per fare pulizie inutili, ringrazio calorosamente i due nuovi "controllori", opss scusate assessori, per il loro egregio lavoro che a differenza di prima che non c'erano ha fatto arrivare molti clienti e forse potrò comprare i famosi pannolini a quel cacone del mi pupo che non ha ancora capito che siamo in crisi e sarebbe conveniente che si facesse venire la stipsi..........come ringrazio la società terme per la cura egregia dei parchi e gli spazi gioco all'interno, e per l'apertura delle nuove piscine che mi hanno portato "troppo lavoro", cavolo!!! chiudetele un pezzo, senno mi tocca fa piu camere e assumere qualcuno.....ma non sia mai verò???? ad essere maliziosi verrebbe da pensare che sta situazione fa comodo alla sinistra, storicamente dedita a "elargizioni" gratuite ai non lavoratori e promotori dei contratti a 32 ore settimanali per far riposare di piu i dipendenti.........se la gente andasse a lavorare porca miseria rischierebbero di perdere voti perchè non possono piu promettere oro gratis.........
ma vabbè.....mi tocca smette di scrive, devo andare a far soldi per pagare la tasse ad altri e fare poi io il lavoro, scusate se il mio concetto di sinistra è diverso da questo comunismo qui.

Piazza Taksim ha detto...

Condivido fino alle lagrime quant'ha detto 'l Mazzetti però...
Però stasera alle 9 so passato pe' piazza Italia e mi sono incantanto nel vederla bella, colorata, con tanta gente.
Pareva un sogno.
Ognuno pensi e dica quel che gli pare, ma a me è piaciuta.

Anonimo ha detto...

All’Albo Pretorio del Comune sono state pubblicate le deliberazioni della Giunta Comunale n. 84 del 06/06/2013 Progetto "Osservatorio Turistico di Destinazione" - Fase 2 - Adesione e approvazione "Accordo per l'adesione alla fase applicativa degli OTD ed alla piattaforma informatica e n.85 del 06/06/2013 intitolata Progetto "OdT" - Presa d'atto proroga al 30.06.2013 e autorizzazione approfondimento studio di una strategia di uscita dalla crisi attraverso la realizzazione di un "masterplain". /a parte l’errore “masterplan”)
Per leggre le delibere basta collegarsi agli indirizzi:
http://www.mapweb.it/chianciano/pratiche/dett_registri.php?id=7065.
http://www.mapweb.it/chianciano/pratiche/dett_registri.php?id=7066

Che dire …
i nostri politici sia a livello regionale che locale sembrano divertirsi con le astruse teorie del sapere dei consulenti (legati a questo o a quell’altro partito) pagati profumatamente con i soldi pubblici per scrivre alla fine una serie di cose talmente banali e talmente ovvie che fanno pensare che la stupidità della gente che poi legge tali novelle sia veramente così tangibile da far si che tali consulenti possano scrivere qualsiaisi tipo di cialtronerie.

Con la delibera n. 84 si approva un contibuto regionale di €. 15.969,05, per affidare ancora a consulenti esterni un ulteriore implementazione dello studio del turismo:
“ Rilevato che l’adesione alla piattaforma informatica comporta per il Comune la partecipazione alle diverse fasi attuative del progetto ed il caricamento e la messa in rete di tutte le relative informazioni:
- profili della destinazione, inclusi gli indicatori di profilo,
- n. 8 fasi costitutive come da art.4 dell’accordo,
- autovalutazione della competitività e sostenibilità,
- immissione dei dati relativi agli indicatori,
- documenti di approfondimento;
Evidenziato che il finanziamento pari a euro 15.969,05 verrà destinato:
- € 7.000,00 – iva inclusa – per sottoscrizione Protocollo collaborazione con CNR Ibimet,
- € 8.969,05 – per acquisto hardware”

Anonimo ha detto...

segue:
Con la delibera n. 85 si approvano i lavori fatti dall’Osservatorio Turistico di Destinazione:
“Rilevato che il progetto “Osservatorio Turistico di Destinazione” attuato dal Comune di Chianciano Terme doveva concludersi entro il termine individuato dalla Regione Toscana del 30.04.2013 ed entro tale termine è stato presentato dal Comune il rendiconto alla Regione dell’attività svolta, attività realizzata con CNR Ibimet – Firenze – Università di Siena – Dipartimento di Economia Politica e Statistica, Società Contesti e Cambiamenti ed è stato presentato il Report 2012 in data 10 maggio 2013;
Preso atto che il rendiconto economico presentato è stato di euro 72.080,70, rimangono, pertanto, da rendicontare euro 7.900,00;
Evidenziato che in occasione dell’incontro del 10 maggio 2013 durante il quale è stato presentato il “Report 2012” è emersa l’esigenza di approfondire una parte dell’analisi swot che si occupa della strategia di uscita dalla crisi, in particolare di elaborare un “masterplan” che delinei le azioni di programmazione da intraprendere per la riqualificazione dello spazio urbano con il supporto dello Studio Architetti Associati M. Ciampa – P. Lazzeroni di Cascina – Pisa – al quale il Comune ha affidato l’incarico di elaborare il piano strutturale”

Qundi per la modica somma di €. 72.080,70 (centoquarantamilionri delle vecchie lire tanto per intendersi) il Comune ha ottenuto in cambio il detto REPORT 2012.

Trattasi di un ridicolo librettino fatto stampare dal Comune in circolazione presso i vari enti ed associazioni di categoria, denominato “Osservatorio Turistico di Destinazione - Report 2012” e reperibile anche on-line all’indirizzo:
http://www.comune.chianciano-terme.siena.it/on-line/Home/UfficieservizidelComune/Organizzazionedeiservizi/4.ServiziScolasticiSocialiSanita224Attivita224produttivePariopportunita224Turismo/Attivita224/articolo1509971.html

In questa analisi per la modica SPESA DI 72.000 EURO (140.000 MILIONI DELLE VECCHIE LIRE) si ripetono fino alla noia le banali ed ovvie situazioni, che già conosciamo perché ci appartengono, essendo imprenditori che già lavorano in una economia malata da tempo.
La vera novità è che si utilizzano termini e parole assai più “tecniche” tanto per dare l’idea che si stia veramente facendo qualcosa di speciale. E allora abbiamo il “PANEL D’INDIRIZZO” e poi il “PANEL TECNICO PERMANENTE” e poi abbiamo il “FORUM PERMANENTE” e poi abbiamo l’ “ANALISI SWAT” e poi abbiamo le “10 TEMATICHE NECSTouR DETTE ANCHE “PRESIDI DEL TURISMO ””

Anonimo ha detto...

segue:
Tutti questi termini servono per dare più forza allo squallore delle cose dette, in modo da giustificare i fior di quatrini con i quali si sono pagati i consulenti.
Basta alla fine guardare che cosa scrivono alla fine da pag 59 a pag. 63 del libretto on-line:
Sintesi delle azioni a breve termine,
discussione del Piano di Azione Locale, PAL
Quella di seguito riportata è una sintesi delle azioni di breve e medio termine scaturite
dalle discussioni del Panel d’indirizzo e dall’Open Forum, un documento più
dettagliato delle azioni è disponibile sul sito del comune. Questo è concepito come un
documento di operatività che individua tempi, modi e responsabilità.
1. Azioni per potenziare il turismo termale e le altre tipologie di turismi
(sportivo, culturale, congressuale,…)?
• Creazione di un TAVOLO PERMANENTE PER IL TURISMO composto da
Comune, Terme, Albergatori,… che funga da cabina di regia/coordinamento
per tutte le attività relative allo sviluppo del turismo e in particolare:
o Predisposizione di un progetto di comunicazione per
migliorare la visibilità del prodotto Chianciano Terme
(pubblicizzazione e promozione del brand)
o Potenziamento e coordinamento delle attività d’incoming
o Potenziare l’integrazione del sistema locale Chianciano
con il territorio circostante in modo da poter offrire
pacchetti turistici integrati e strutturati
o Portare avanti azioni di comunicazione via web 2.0 e social
network
o Ricerca di finanziamenti su progetti specifici
o Fare pressione ai livelli istituzionali per potenziare le
normative a favore della riqualificazione alberghiera
o Fare pressione ai livelli istituzionali per estendere la
disciplina sui distretti turistici delle zone costiere ai
distretti termali
o Creare le condizioni che giustifichino investimenti a
Chianciano Terme
• TURISMO TERMALE:
o Entrata in funzione delle piscine termali
o Sistemazione del Parco Fucoli
o Campagna di comunicazione e presenza a fiere ed eventi
nazionali e internazionali
59
o Informazione scientifica sulla cura termale rivolta ai
medici di base
o Apertura gratuita dei Parchi Termali 1 giorno alla
settimana
• TURISMO SPORTIVO:
o Bando in project financing per la gestione e
riqualificazione delle piscine e del palazzo comunale dello
sport
o Progettazione della città dello sport nella zona castagnolo
o Ospitare grandi eventi sportivi (es. finale della FED CUP di
Tennis)
o cpc project
• TURISMO CONGRESSUALE:
o Creazione del TAVOLO DEL TURISMO CONGRESSUALE per
coordinamento, comunicazione e progettazione
espansione strutture congressuali esistenti
o Potenziare la vocazione congressuale del Parco Fucoli
• TURISMO CULTURALE:
o potenziamento del Polo museale di Chianciano attraverso
eventi (festival culturali)
o Promozione del Museo delle Acque
• TURISMO RURALE:
o Studiare percorsi specifici e tematici (es. cibo) per
valorizzare il contesto rurale

Anonimo ha detto...

segue:
2. Azioni per migliorare/ampliare i servizi per l’accoglienza (strutture
alberghiere, intrattenimento, eventi,…)?
• MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI:
o Abbellimento della città (parchi, marciapiedi, strade)
o Istituzione di un marchio di qualità (rispetto di un
protocollo)
o Incentivi/ordinanza per tenere aperti gli esercizi pubblici e
le attività commerciali
o Sviluppare sinergie e progetti con l’Istituto Alberghiero
• AMPLIAMENTO DEI SERVIZI:
60
o Utilizzo e vendita dei prodotti “Terme di Chianciano” in
tutti i centri benessere del territorio
o Promuovere l’utilizzo di prodotti locali negli alberghi e nei
ristoranti (filiera corta, Km 0)
o Promuovere percorsi con degustazioni di prodotti locali
o Predisposizione di un’Area Camper
o Predisposizione di una CARD Accoglienza
• EVENTI:
o Tavolo operativo per la promozione e il coordinamento
degli eventi
o Coinvolgimento di tutti gli operatori turistici (albergatori,
commercianti, ristoratori,…) per gli eventi programmati
o Migliorare il livello qualitativo degli eventi culturali in
cartellone
o Studiare un evento catalizzatore che traini il turismo per
un lungo periodo dell’anno
• COMUNICAZIONE SUI SERVIZI:
o Video/spot su Chianciano
o Totem interattivi con informazioni turistiche
o Wi-fi
o Sito Internet integrato con possibilità di prenotazioni
online
o Banchetti per le informazioni turistiche ai clienti lungo le
strade e i parchi
• FORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE:
o Riqualificazione della professionalità degli operatori del
turismo/imprenditori
o formazione per riqualificazione del personale alberghiero
o formazione operativa agli albergatori per l’utilizzo di
Internet
o Formazione/informazione agli operatori del turismo sui
benefici delle cure termali di Chianciano
o Educazione/formazione sull’ospitalità rivolta ai cittadini
3. Azioni per sviluppare la collaborazione tra gli operatori e la coesione
sociale?
61
• Incentivare e stimolare il CONFRONTO tra gli operatori, iniziando con incontri
piccoli e settoriali
• Definire PROGETTI OPERATIVI e coinvolgere in incontri gestiti con metodi
partecipativi le persone motivate che hanno interessi in comune
• Creare una RETE tra i vari operatori con una cabina di regia per lo sviluppo di
progetti comuni di miglioramento
• Stimolare la creazione di GRUPPI DI ACQUISTO tra gli imprenditori locali
• Effettuare una INDAGINE CONOSCITIVA per capire le motivazioni della non
partecipazione
• Utilizzare canali di informazione diretti
4. Azioni per migliorare la qualità della vita di cittadini e lavoratori?
• Valorizzazione del territorio ridando speranza al cittadino e prospettive
professionali
• Identificare e riconoscere gli elementi positivi della qualità della vita locale
• Creare un punto di aggregazione al centro della città (tra la parte vecchia e
quella nuova)
• Recupero dell’identità locale
• Migliorare la comunicazione
• Assicurare i servizi di primaria necessità (per es. servizio di mobilità per
ospedale)
• Creazione di aree per bambini
• Incentivi per nuove attività
• Case per giovani coppie

Anonimo ha detto...

segue:
5. Azioni per la mobilità?
• Tavolo per definire soluzioni per il trasporto
• Definizione di una rete di servizi per la mobilità
• Consorzi e rete di imprese, per una migliore gestione della mobilità
• Togliere i parcheggi a pagamento per autobus e auto
• Aree pedonali
• Servizi sub-area nel territorio (Montepulciano e Chiusi)
6. Azioni per l’ambiente (paesaggio, acqua, energia, rifiuti,…)?
• ACQUA:
o Revisione costi e servizi
62
o Migliorare i costi e i servizi con soluzioni date da una rete
di imprese locali
o Tutela e valorizzazione acque termali
• ENERGIA:
o Migliorare l’efficienza energetica degli alberghi e delle abitazioni
o Pramac: microeolico firmato da P. Stark
• RIFIUTI:
o Incentivi per aumentare la raccolta differenziata
o Revisione costi e servizi (per i problemi con i gestori dei servizi).
AMMINISTRATORI DEL COMUNE, VERGOGNATEVI,
UNA SPESA DI 72.000 PER RIASSUMER5E COSE OVVIE, DETTE E RIDETTE CHE A CCHIANCIANO TERME LE SANNO ANCHE I CANI.
ED ADESSO DULCIS IN FUNDO, SIETE COSTRETTI A SPENDERE ANCHE GLI ULTIMI 7900 EURO DA RENDICONTARE ED ALLORA INVENTATE UN COSIDETTO "MASTERPLAN" PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLO SPAZIO URBANO!
MA CHE AVETE IN MENTE?
DOPO IL FAMIGERATO "CONCEPT PLAN DI BODEGA" PER PIAZZA ITALIA, COSTATO CENTINAIA DI MIGLIAIA DI EURO, VOLETE COMINCIARE UN NUOVO "MASTER PLAN" DI RIQUALIFICAZIONE URBANA??????????
PER SOLI 7900 EURO???????
MI VIENE IN MENTE UN VECCHIO PROVERBIO: "LA MAMMA DEL PEGGIO E' SEMPRE IN CINTA"!

Anonimo ha detto...

SI VEDE CHE TI CONTENTI DI POCO...
BEATO TE !!!

canguasto ha detto...

Ho visto anch'io la piazza ieri sera ed ho scattato alcune (brutte) foto.
Sì, sarebbe bello se fosse così ogni sera.
Anche a gennaio.
Che fare?
[IMG]http://i44.tinypic.com/n4v48n.jpg[/IMG]
http://i44.tinypic.com/n4v48n.jpg

Anonimo ha detto...

ANCHE A ME IERI SERA LA PIAZZA ERA PIACIUTA ....
MA AVEVO anche BEVUTO PARECCHIO...
STAMANI SONO TORNATO ED E' TALE E QUALE A IERI : UNO SCHIFO !!!!

Anonimo ha detto...

ma in piazza Italia tengono le luci delle fontane quasi tutte spente altrimenti sarebbe troppo bella?
o forse perchè almeno non si vede la sporcizia che non viene mai tolta e che intasa regolarmente gli scarichi delle fontane?
sarebbe l'ora che, chi di dovere, si desse una mossa e la facesse mantenere nel doveroso decoro.