e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

venerdì 10 febbraio 2012

10 febbraio 2012, Chianciano Terme nella Bufera!

Valtubo Blog WEB TV - canale youtube
A nove giorni dalla nevicata del primo di febbraio Chianciano viene colpito da una vera e propria bufera di neve, questa volta l'intervento dei mezzi è tempestivo, ma la forza della neve non consente la pulizia delle strade che risultano a mezzogiorno praticabili solo con catene e gomme termiche, solo la provinciale è pulita.
Questa tegola mette in ginocchio Chianciano che appare come una città semideserta con pochi mezzi che riescono a circolare, le previsioni mettono neve fino a domenica.
L'Amministrazione che già versa in difficoltà economiche riuscirà ad affrontare questa situazione mentre affronta la crisi delle dimissioni dell'Assessore Altobelli?
Saluti,

Valtubo


Piazza Italia 10 febbraio 2012

11 febbraio ore 9.00 (fonte FB) dopo oltre 24 di neve continua

61 commenti:

Anonimo ha detto...

QUESTA NEVICATA NON METTE IN GINOCCHIO CHIANCIANO:
ERA GIA STATO STESO E SOTTERRATO DA DECENNI DI MALGOVERNO LOCALE E NAZIONALE,
ANZI LA NEVICATA RENDE TUTTO PIU' BIANCO PIU' PULITO, E PIU' BELLO...

Anonimo ha detto...

Pienamente daccordo con quello che hai scritto, ma purtroppo le parole di pochi non cambiano le cose;comunque grazie.

Il mi pandino rampica anche su per Pirano!! ha detto...

Motivo in più per chiedere oltre allo stato di criso LO STATO DI CALAMITA'....Niente soldi nè per andare avanti (a livello economico) nè per sanare i danni della neve (condutture idriche, alberi, strutture, ecc.)
Quando smoia speriamo, UN SI MOIA!!

Mazzetti Stefano ha detto...

per schiacciamosche,post09 febbraio 2012 16:48- arriveranno ad aiutare chi??, a fa che??, per chi??? come??, ne conosco alcuni dei "bracaloni" citati, e parlandoci perlomeno a parole si sono rotti anche loro, poi vero che ce ne sono alcuni veramente politicizzati e fedeli al partito........ma a sto giro se un so coglioni del tutto prima di accettare di metterci la faccia ci penseranno 2 volte, anche se sono fedeli "zarini", perchè che il partito è in cerca coglioni da metterci lo sanno tutti, in modo da scaricare sulle facce messe poi, le decisioni balorde di quelli che tirano le fila sul serio e che la loro non ce la mettono.... sono piu furbi dei loro "fedeli".

cmq...a me mi fanno schifo tutti,(politici) nessuno escluso, non le persone eh, ci mancherebbe, ma le "marionette politicizzate" che una volta li si dimenticano serietà e morale,e fanno o accettano per il bene del partito cose che magari nemmeno condividono personalmente ma il partito e sopra a tutto........quallo che piacerebbe a me???? un consiglio comunale stile governo attuale, con persone terze a tutta la politica che si confrontassero sui fatti non sulle ideologie, e come regola assoluta che il primo che si legasse a qualche partito, fuori a spala la neve, tanto c'è bisogno............poi magari farebbero casino piu degli altri,ma almeno ci abbiamo provato o no???? , intanto a me mi girano come trottole, rischio di perdere centinaia e centinaia di piante causa gelo, perdendo decine e decine di migliaia di euro, e sti gonzi pensi che si attiveranno per chiedere lo stato di calamità per l'agricoltura?????? non l'hanno mai fatto, quindi manco ci spero, che gliene frega tanto c'hanno la coop che pienano coi prodotti che acquistano un si sa dove..............

Anonimo ha detto...

Dunque sentite: pare che il Giglioni Gianluigi che è stato oltretutto boicottato dal PD alle elezioni ( gli hanno tolto le preferenze che aveva ), abbia deciso per il bene di Chianciano di stare all'opposizione quindi, se anche Franco Angeli farà la stessa cosa, come sembra ( pare che da qui in avanti sia intenzionato a votare sempre secondo coscenza ), l'opposizione potrebbe spesso contare su ben 7 consiglieri contro una maggioranza di 9, considerato che il Tistarelli spesso non c'è ( finalmente comincia a vergognaresi anche lui ) per la Sindaca andare avanti sarà un vero problema...Forse è la volta buona che si aprono le porte al Commissario !

Anonimo ha detto...

...la neve che ricopre chianciano, scopre tutta la sua miseria...

Anonimo ha detto...

nonostante la neve che è ripresa a cadere incessante in queste ultime 48 ore su Chianciano e sul suo territorio creando non pochi disagi e difficolta ai citadini. Il governo locale "sbandiera" il suo interveto a favore della viabilità e transitabilità delle strade, ma quanto mi risulta, non si preoccuperebbe di segnalare se esiste un numero telefonico dove le persone anziane o malate possono rivolgersi per chiedere assistena temporania come : farsi portare a casa dei medicinali o chiedere aiuto per altre primarie necessità.
grazie per l'ospitalità

Comune di Chianciano Terme ha detto...

Ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per il 13 febbraio 2012

Il Sindaco ordina la chiusura per il giorno di lunedì 13 febbraio 2012 delle scuole di ogni ordine e grado e dei servizi educativi del territorio del Comune di Chianciano Terme.

Fontaniere ha detto...

Visto che la diga è vuota, non sarebbe il caso di studiare il sistema di buttarci dentro tutta sta neve che è caduta in questi giorni?

La guazza è sgrulla ha detto...

Ritorno a dire la solita cosa detta qualche giorno fà:
Io non ho mai lavorato in Comune e quindi potrei peccare di presunzione, ma me lo spiegate che stanno a fa tutti l'operai del comune che dalla mattina alla sera vanno avanti e indietro con i vari apini, porter e furgoni? L'avessi visto uno con la pala in mano.
Mi spiegate che cosa girano?
Se tanto devono girellà senza fà niente, non si potrebbe almeno rispariare la benzina e gli straordinari?

Robin Hood ha detto...

O caro LA GUAZZA E' SGRULLA, ma non hai visto che gli amministratori hanno comprato la mini turbina spazzaneve per far giocare 4-5 operai? Ho visto che si divertono a giocarci per le strade senza cavare un ragno da un buco, anziche farsi da una parte e pulire i marciapiedi più importanti, stanno a fare cazzate e a far ridere chi li vede, ma non è colpa degli operai però. Ed ancora: poche sere or sono ho visto Divo caricare la neve dal centro storico e portarla via con il camion, i mezzi del comune si tengono fermi e magari si pagano i privati, meglio cosi, no????? E tutti questi trattori ed ecavatori che ci sono in giro questi giorni chi li paga??? Speriamo facciano un opera di bene e lavorino gratis.

Anonimo ha detto...

scusa ma voi lavorereste gratis? chi lavora è giusto che venga pagato. voi ci siete andati a fa la beneficenza a spala la neve ai vostri vicini di casa vecchi???????

Anonimo ha detto...

Sequestra e picchia assessore


ROMA - Ha sequestrato, picchiato e insultato per ore l'assessore comunale ai lavori pubblici di Cellere, un paesino del Viterbese perchè non aveva provveduto a ripulire le strade dalle neve. Protagonista un uomo arrestato dai carabinieri che hanno dovuto camminare a piedi nella neve per raggiungerlo, in quanto le strade erano bloccate. Quando i militari lo hanno bloccato, stava trascinando l' assessore, con le mani legate e un coltello puntato alla schiena, in una grotta, dove aveva deciso di lasciarlo. La zona di Viterbo è stata molto colpita dalle nevicate di questi giorni.

spegnicandele ha detto...

con questa neve si sta' bene al caldo della stufa, a bere e giocare, poi leggere i commenti sciocchini del Mazzettti che pensa alle piante invece di pensare a dare una mano col trattore per liberare le strade e visto che e' un'omone grande e bello grosso potrebbe anche andare a spalare la neve davanti alle porte dei vecchini, solo allora i bracaloni vedendo il suo operato interverranno in suo favore facendo richiesta di uno stato di calamit' per l'agricoltura. Intende' mua' ? Mazzeti non ti devi lamentare della cooppe, li i pomidori e il preciutto costano i giusto, da te costano troppo, abbassa i prezzi vai a prendere il caffe' al brcalon's bar e vedrai che li venderai ance te i prodottini alla coooppppe.Un ti ci arrabbiare troppo altrimenti ti si seccano tutti i peli e da rude oo di campagna divieni un gentiluomo da salotto con tante fighette che ti sbaveranno dietro e a quel punto sarai con i pantaloni sempre calati... e sarai del club bracalon's ..... lenticchie e senape.

Robin Hood ha detto...

Caro anonimo 20.23 invece di stare al caldo ed aspettare che qualcuno ti scanzi la neve davanti casa vai al giro e vedrai che c'è anche chi ha spostato la neve di sua spontanea volontà come il sottoscritto. Per il bene di diverse persone sappi che con il mio trattore ho pulito tutta la nostra strada non chiedendo nulla a nessuno. E ti dirò di più, nessuno degli utilizzatori si è degnato nemmeno di dirmi grazie, ma va bene cosi, lo ho fatto volentieri e lo rifarò ogni qualvolta ce ne sarà bisogno. Se aspettavo i mezzi del comune o quelli da Loro pagati, a fare la spesa alla Coppe, come dice qualcuno, ci si andava tardi. Ciao e alla prossima nevicata

Mazzetti Stefano ha detto...

per spegnicandele:::commento simpatico, non me la prendo tranqui...,se volevi essere ironico ok, se sei serio porino a te, la neve t'è entrata nel capo,
-sei fortunato a poter stare senza far niente a casa al caldo, ma non dire stronzate su di me, io non posso e sono a lavoro a farmi il culo, .
-da omone di campagna sciocchino, grosso, e rude......ma soprattutto "coglione" io la mi bella parte di culo ad aiutare gli altri con trattori e non l'ho fatta, ma sono cose che si fanno e basta, non ci si vanta per questo, ma almeno non dire stronzate e magari dai una mano anche te!!!!, fa bene aiutare a volte, potreste averne bisogno anche te, e se tutti ragionassero come te....sarebbero cazzi tui!!.
-ce l'hai con i bracaloni"???,ok, ti dispiace che siano principalmente di sinistra???, ok,lo posso rispettare, ma io non sono te, quando sono arrabbiato con qualcuno io faccio nomi e cognomi e mi firmo, ce l'ho anch'io con le persone di sinistra che con 40 anni di stronzate hanno affondato Chianciano,ma non per questo mi escludo di parlare o essere amico con gente di sinistra, come di destra etctec, la mia opinione non è certo legge per tutti è solo un opinione personale, e rispetto opinioni diverse dalla mia ,se te sei limitato a far comunella solo con qualche berlusconino.......contento te???.
-la coop???, non mi sono dilungato,era uno sfogo, ma lo penso davvero e non per il negozio di chianciano, ma come concetto di globalizzazione e monopolizzazione del mercato alimentare che tende a far sparire l'artigianalità e le tradizioni rurali, della roba ce produco sono anni che non mi preoccupo di venderla,cerco di utilizzarla io il piu possibile con l'eccedenza ci governo i maiali, ci concimo i campi, la butto dove capita tutto meno che venderla per pochi cent. e rivederla nei banchi 20-30 volte più cara,ma sono concetti un po complicati..c'arrivi o ti porto la scala?.
- lo stato di calamita.......e preuccuparmi di piante sono cose serie, ma ok ironizzarci, tanto un fanno un cazzo, quindi ok sono un coglione a preuccuparmene.
-non frequento bar.......ma dovessi andare a prendere un caffè certo non ne escludo uno o l'altro in base a idiote considerazioni........
-le fighette hanno di sicuro meglio da trovare di me, magari un acuto intellettuale come te.....e poi come fai....se fossero di sinistra un so piu fighette????diventano balorde???.
-cmq- post ganzo......anche se polemico con me, l'hai detto sono grosso e ste cazzate mi scivolano....

spegnicandele ha detto...

Mazzetti, il mio post era ironico, volevo farti ridere dicendo che quando saresti stato accolto dai bracaloni, cioe' giovani con i pantaloni calati sul sedera, a vita bassa anche te avresti avuto sempre i pantaloni a vita bassa, non per scelta ma perche' saresti stato sempre a culo di fuori perche' non facevi pari a fare l'amore con belle giovinotte. Era un post simpatio e non provocatorio e se te la sei presa scusami, non volevo offenderti e tantomeno denigrare il tuo lavoro che ritengo ottimo.

pelagalli ha detto...

mi date la ricetta per fare i veri crogetti, quelli fini, le frappe, non lo saccio come si chiamano , ma sono fine fine e buoneeeeeeeeeeeeeeeee

prosciutto e cacio ha detto...

Dai Mazze, appena è andata via sta neve, bisogna organizzà una cena da te.....dai organizza con Valtubo!

Mazzetti Stefano ha detto...

nooo, tranqui per queste cose non me la prendo, e ho detto anche che il post era ganzo, ma capire tutto non è il mi forte,sono durello, e me la sono presa un po, mi sembrava ironico si, ma con vena polemica su piante e spala la neve per i vecchini,e adoprà il trattore o mo di ente benefico etctec, (per altro l'ho fatto sul serio), coop etctec,beh!!! rileggilo e dimmi come facevo a ridere???, cmq, no problem, i problemi sono altri, e......visto che volevi ironizzare su piante secche ti comunico che m'è crollato sotto la neve anche un pergolato schiacciando una macchina e un carrettone.........ma vabbè......invece di incazzarci tutti qui a sto giro l'abbiamo presa a ride........, i danni li conteremo poi,c'è chi sta peggio purtroppo...........

Fatti non pugnette ha detto...

E' da quando c'è il mondo che esiste la neve, non ci vedo niente di strano in una nevicata abbondante, anche se 1 metro a Chianciano è da considerarsi straordinario.
Nel 1985 successe la stessa cosa e la neve di febbraio durò quasi fino a marzo dato il grande gelo, ci fu solo una differenza in quegli anni: I MEZZI DI COMUNICAZIONE.
Fateci caso, oggi ogni evento è amplificato da tutto e tutti grazie a Internet, telegiornali a raffica,giornali di ogni testata e quant'altro.
Fino a 15/20 anni fa non c'era internet, il telegioenale era alle 13 e alle 20 ( solo su RAI) i giornali erano si e no erano 10 quelli ufficiali, cioè quelli che la gente reputava veri, il resto era chiacchiera da bar e rimaneva li.
Oggi se cade un aereo, si scopre che ne cadono tutti i giorni, se affonda una nave, affondano tutti i giorni i tutto il mondo, se c'è un pedofilo si scopre che in ogni città ce n'è uno, e così via....
Date meno retta alla nuova droga: L'INFORMAZIONE.
Le guerre si fanno così oggi, con l'informazione, vera o sbagliata (la maggior parte dei casi sbagliata) che sia, una società di rating ti declassa e sei nella merda.
Quanti missili si risparmiano a distruggere uno stato, quando declassandolo economicamente lo annienti??
Quanti soldi si risparmiano denunciando un'azienda onesta invece che fare giusta concorrenza?
E i danni chi li ripaga??
In quell'albergo si sò sentiti male, in quel ristorante ci sò i topi....
La bocca ce l'hanno tutti, si sà, ma andrebbe usata a ragione e sempre avendo le prove (non dico scritte e fotografiche) ma almeno che davanti al fatto siano incontrovertibili.
Sull'operato del comune in questa situazione di straordinaria nevicata si sò sentite di tutti i colori, vere o false che siano comunque nessuno ha fatto un esposto o raccolto delle firme contro qualcuno, per cui siamo in ambito "bar" come sempre succede a Chianciano, se qualcuno vuole dire di questo e di quell'altro faccia pure, tanto LA BOCCA CE L'HANNO TUTTI......

Anonimo ha detto...

noi da restaurare non abbiamo nulla?
;)
"Montepulciano: dagli USA, arriva un investimento da mezzo milione di Euro per la Fortezza "

http://www.centritaliaonline.com/journal/varie-di-cultura/montepulciano-dagli-usa-arriva-un-investimento-da-mezzo-milione-di-euro-per-la-fortezza.html

Anonimo ha detto...

Noi da restaurà ci s'ha solo la sindaca!!!

Gruppo Consiliare Chianciano per la Libertà ha detto...

Il gruppo consiliare PDL-Chianciano per la Libertà si dimette dalle commissioni consiliari per protesta

Il testo della lettera protocollata in Comune:

Dimissioni da Presidente e Membro delle Commissioni Consiliari.

Caro Sindaco, cari Colleghi,

con dispiacere e rammarico siamo costretti a rassegnare le dimissioni da Presidente e membro delle varie commissioni consiliari in cui siamo stati nominati a seguito di deliberazione del Consiglio Comunale.

Premettiamo che, come nostro costume, siamo abituati a non mantenere ruoli che non siano veramente utili e, soprattutto, che non possano dare delle risposte ai cittadini.

Purtroppo i limiti di queste Commissioni, evidenziatesi in questa prima fase di lavoro, sono sia di carattere organizzativo che di carattere politico.

Per quanto riguarda l’aspetto politico, già più volte in sede di adunanza del Consiglio Comunale abbiamo invitato a riflettere sul problema rappresentato dall’impossibilità di avere uno stretto rapporto con la Giunta.

Tutto ciò mette le varie Commissioni nella difficoltà oggettiva di avere risposte da parte della Giunta relativamente alle problematiche affrontate. Nella nostra esperienza personale all'interno della Commissione "Politiche Sportive", della Commissione speciale "Sostegno al Sistema Produttivo" e della Commissione "Garanzia e Controllo" abbiamo fatto riunioni e redatto documenti di lavoro e ci siamo impegnati direttamente con i cittadini e le associazioni economiche, per poi non essere in grado di poter dare nessuna risposta concreta.

Inoltre, spesso, abbiamo appreso di iniziative sui temi di competenza della Commissione "Politiche Sportive" senza essere stati coinvolti minimamente e delle decisioni prese durante le adunanze della Commissione non è mai passato nessun atto in Consiglio Comunale.

Crediamo infine che se si vuole dare un contributo vero sui temi oggetto delle varie commissioni consiliari si dovrebbe dotarle di una adeguata struttura e metterle in condizione di poter avere un rapporto di stretta collaborazione, sia consultiva che propositiva, con la Giunta sulle iniziative da intraprendere.

Il Consigliere Andrea Angeli continuerà a svolgere le sue mansioni unicamente all'interno della "Commissione Elettorale" per garantirne il regolare funzionamento.

Cordialmente.

Firmato Gruppo Consiliare Chianciano per la Libertà

Anonimo ha detto...

BISOGNA ' NON DARE NESSUN APPIGLIO DI GIUSTIFICAZIONE POLITICA A QUESTA MAGGIORANZA....
FARE SOLO OPPOSIZIONE, LASCIATELI CUOCERE NEL LORO BRODO,
QUALCOSA, CON QUESTO SFACELO, DOVRA' PUR CAMBIARE....
E RICORDATEVI CHE SECONDO LORO LA COLPA DI TUTTO E' DELLA MINORANZA (sic!) CHE PERO' IN CINQUANTANNI "NON HA MAI GOVERNATO" QUINDI AVANTI COSI' !!!!!!

so' pel sugo ha detto...

Guarda un po', dopo aver lasciato per giorni interi parcheggi sotto la neve, è stata liberata una gran parte di viale Roma per permettere la sosta esclusivamente ai partecipanti di salsa terme, da venerdi pomeriggio fino a tutta la domenica. Ora dico, in questo periodo di difficoltà economica e con molti meno parcheggi a disposizione a causa della neve, per quale motivo mezzo viale deve essere riservato per far sostare i ballerini, che svolgono il loro evento in una struttura privata? Non sarebbe meglio lasciare i pochi posti ad uso dei cittadini e clienti e magari ricavare i posti riservati in zone meno centrali e commerciali?

Anonimo ha detto...

Da Centritalia Online:

Chianciano: opposizione all’attacco, adesso chiede anche il commissariamento del comune

Chianciano (17.02.2012) - Seduta movimentata quella di giovedì in consiglio comunale a Chianciano Terme. Le premesse c’erano tutte con le recenti dimissioni dell’assessore Antonio Altobelli, ufficialmente per motivi professionali, e le dimissioni a sorpresa della minoranza di centrodestra da tutte le commissioni consiliari giunte nelle ore immediatamente precedenti il consiglio comunale.



La querelle verbale è scoppiata durante la discussione della surroga dell’assessore dimissionario quando il consigliere Pierpaolo Giglioni ha preso la parola giudicando inammissibile la perdita di due assessori da parte della Giunta nel corso di metà mandato.

Giglioni, che è anche coordinatore comunale del PDL, ha quindi proposto il commissariamento del comune esortando la Giunta e la maggioranza a prendere atto della grave situazione di impasse economica in cui versa la cittadina. Una presa di coscienza dolorosa da ammettere - secondo la minoranza - ma necessaria.

Le parole di Giglioni sono state prontamente replicate dal Vice Sindaco Claudio Rossi il quale ha affermato che l’opposizione probabilmente non è a conoscenza delle attuali problematiche che il patto di stabilità pone ai piccoli comuni e ha sollevato alcune perplessità sulla reale compattezza e unità di vedute all’interno del centrodestra riguardo il commissariamento.

A questo punto della discussione è intervenuto il consigliere Andrea Angeli che smentendo il Vice Sindaco Rossi ha ribadito l’univocità delle posizioni presenti all’interno del PDL e sottolineato il “silenzio assordante” della Giunta su tematiche quali il completamento delle piscine termali, il Borgonuovo e l’utilizzo delle risorse finanziarie già destinate al palacongressi il cui progetto di realizzazione è stato abbandonato.

Anche il capogruppo di minoranza Ottavio Chiezzi ha rimarcato come la decisione maturata dall’opposizione di abbandonare le commissioni sia frutto di una ponderata riflessione nell’interesse della cittadina con l’intento di spingere la Giunta a prendere piena coscienza della situazione di deterioramento non solo economico ma anche politico che si è venuta a creare. Proprio per questo - secondo Chiezzi - quella del commissariamento non è una proposta “scandalosa”.

Nel serrato botta e risposta tra maggioranza e opposizione sono intervenuti inoltre per il centrodestra Fabio Nardi che a suffragio delle divisioni presenti all’interno della maggioranza ha ricordato che due loro consiglieri non hanno votato il bilancio e Andrea Marchetti che rivolgendosi al Sindaco ha fatto riferimento alla metafora del comandante che guardando la nave non si accorge che sta affondando; per la maggioranza il consigliere Monica Rossi che ha enfatizzato le paradossali dimissioni della minoranza dalle commissioni così come quelle degli ultimi due candidati a sindaci del centrodestra dal consiglio comunale, e l’assessore Marco Rossi che ha giudicato le affermazioni del centrodestra come fuori luogo in quanto – a suo giudizio - la Giunta ha piena coscienza dei problemi di Chianciano. Lo stesso Rossi ha poi respinto nettamente la proposta di commissariamento.

A conclusione del lungo dibattito ha preso la parola anche il Sindaco Gabriella Ferranti la quale ha dichiarato di prendere atto dell’appello lanciato dalla minoranza ma ha invitato la stessa a informarsi meglio prima di fare proposte “depresse e depressive” come quella sul commissariamento.

Anonimo ha detto...

SEGUE
Da Centritalia Online:

La seduta consiliare è successivamente proseguita con l’insediamento del nuovo consigliere di maggioranza Gianluigi Giglioni, che ha dichiarato di essere pronto a portare fino in fondo l’impegno assunto con gli elettori.

Tra le continue schermaglie durante la seduta si è parlato anche di sanità a seguito di un’interrogazione presentata dal PDL in merito alla paventata chiusura di alcuni ambulatori nell’ex presidio ospedaliero di Chianciano. Imminente chiusura confermata dal Sindaco Ferranti che ha motivato la scelta della ASL in relazione a problematiche di carattere economico e di razionalizzazione della spesa.

Il Sindaco ha anche aggiunto che la decisione è maturata nonostante le pressioni contrarie esercitate dai comuni del comprensorio che stanno comunque lavorando per potenziare il trasporto pubblico in direzione dell’ospedale di Nottola dove verranno trasferiti gran parte dei servizi di ambulatorio.

Infine si è discusso anche di un altro ordine del giorno presentato sempre dalla minoranza in riferimento ai lavori di consolidamento di un muro pericolante adiacente un condominio in località le Piane. Una situazione di criticità che si trascina ormai da molti anni e in relazione alla quale l’amministrazione comunale ha assicurato l’avvio dei lavori nel giro di circa tre mesi.

17 febbraio 2012

Anonimo ha detto...

Paventata chiusura di alcuni ambulatori nell’ex presidio ospedaliero di Chianciano. Imminente chiusura confermata dal Sindaco Ferranti che ha motivato la scelta della ASL in relazione a problematiche di carattere economico e di razionalizzazione della spesa.
Si, infatti tali ambulatori vengono spostati a Chiusi e no a Nottola, capito!!?? A Chiusi, dove evidentemente contano di più ed hanno parecchio più testa, smentitemi pure, trappuloni!
La ASL ci risparmia???!!!
Potenziati i mezzi pubblici per Nottola ???!!!!
Uah, uah, uah, uah, uah!!!
Fate bene a dì le cazzate, tanto c'è sempre chi vi ci crede.

Anonimo ha detto...

> Siena > Auto blu, ecco la mappa Comune per Comune.
Auto blu, ecco la mappa Comune per Comune


Siena, 18 febbraio 2012 - Ecco, comune per Comune, le auto possedute dalle amministrazioni. I dati sono tratti dal sito www.censimentoautopa.gov.it. Riguardano anche altri enti della nostra provincia, quali policlinico, Asl 7 e Università. Rapolano non figurava ma, in realtà, si trattava solo di una mancata comunicazione. Il Comune dispone infatti di 5 mezzi, fra cui una vecchia 156', poi due vetture per la polizia municipale, una per l'ufficio tecnico e l'altra per i servizi sociali.
COMUNI**
- Abbadia: 3
- Asciano: 7
- Buonconvento: 2
- Casole: 2
- Castellina in Chianti: 4
- Castelnuovo Berardenga: 3
- Castiglione d’Orcia:3
- Cetona: 4
- Chianciano Terme: 10
- Chiusdino: 2**
- Chiusi: 3
- Colle:5
- Gaiole: 2**
- Montepulciano: 8
- Montalcino: 3
- Monteriggioni: 8
- Monteroni:7
- Monticiano: 2
- Murlo: 2
- Piancastagnaio: 2**
- Pienza: 2
- Poggibonsi: 31
- Radda: 2
- Radicofani: 2
- Radicondoli: 2
- Rapolano: 5
- San Casciano: 2
- San Gimignano: 3
- San Giovanni d’Asso: 2**
- San Quirico: 2
- Sarteano: 4
- SIENA: 41
- Sinalunga:6**
- Sovicille: 4
- Torrita: 7
- ........................... no comment......a voi chiancianesi una risosta sana e seria siamo di sinistra non lo dimentichiamo

Anonimo ha detto...

Comunque non c'è che dire questo blog è lo specchio del paese.
Quando l'opposizione non si fa sentire ecco spuntare i soloni campioni dell'antipolitica pronti a criticarla e a dire: sono tutti uguali i politici, facciamo tabula rasa, rinnovamento totale, bla bla bla bla.
Se invece l'opposizione rovescia i tavoli ecco che spariscono tutti, stranamente hanno tutti meglio da fare piùttosto che commentare.
Ecco verrebbe da dire che forse Chianciano ha i governanti che si merita!!

Robin Hood ha detto...

Beh, tanto siamo tutti consapevoli che a Chianciano per le cose serie non si muove nessuno, vedi ambulatori ex ospedale, ma per lo spreco sono tutti bravi, vedi parco macchine.

Anonimo ha detto...

Se veramente esistesse la dignita' maggioranza e opposizione andrebbero a casa.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 20.09 ecco il classico esempio di ZUCCA CHIANCIANESE. hai detto la str.... del sabato sera sei contento?

Anonimo ha detto...

Si torso sono molto contento.

Anonimo ha detto...

torso sarai tu comunista di m.....

Anonimo ha detto...

Lettera aperta al Sindaco di Chianciano Terme Gabriella Ferranti
e.p.c. ai Capigruppo consigliari

Gentile Sindaco Ferranti,
premetto che scrivo da cittadino di questo comune e quindi scevro di ogni vincolo rispetto al ruolo istituzionale dovuto alla mia carica di consigliere provinciale, al ruolo politico rispetto al coordinamento comunale del Partito della Rifondazione Comunista e tantomento al ruolo associazionistico per l’impegno personale nei confronti dell’associazionismo sportivo e culturale di questo paese.
La premessa mi è d’obbligo per eliminare qualsiasi collegamento con le funzioni di rappresentanza che ricopro.
Le scrivo perché molto preoccupato di come viene gestita l’organizzazione della città in termini di viabilità e di controllo del territorio, in particolare mi riferisco ai lavori relativi alla sistemazione della nostra Piazza principale. Infatti in Piazza Italia è presente una rete che delimita il 100% dell’area pedonale, che, probabilmente sarà oggetto di intervento di manutenzione straordinaria o comunque di lavori inerenti l’ammodernamento della stessa.
Personalmente non conosco l’entità dell’opera, le modalità di appalto, le complessità dell’iter e tantomeno le responsabilità dell’eventuale ritardo dell’inizio dei lavori.
Le preoccupazioni sono dovute al fatto che generalmente i lavori da eseguire in zone di presenza turistica, vengono sempre iniziati a fine stagione, anche perché si rende necessario lanciare due messaggi:
1) rendere partecipi i turisti dell’opera che si dovrebbe realizzare;
2) incuriosirli in modo da stimolarne il loro ritorno.
Nel caso di Piazza Italia, purtroppo non si è provveduto a rispettare questi usi ed abitudini dei paesi turistici ed in particolare di quelli termali. Ripeto, non conosco le motivazioni e quindi ignoro i particolari. Tuttavia mi permetto di invitarla ad assumere personalmente, quindi in titolo delle sue Responsabilità di Primo Cittadino, il controllo e la gestione di questa problematica. Sarebbe grave se a fine marzo non venissero terminati i lavori previsti. Questo oltre a penalizzarci per le motivazioni suddette porterebbe un grave danno sia all’immagine della nostra cittadina termale e sia per i disagi che causerebbe alla viabilità ed alla vita economica e sociale dei nostri ospiti, delle nostre azienda e dei cittadini tutti.
Questa mia modesta osservazione, si pone anche l’obiettivo di sensibilizzare i capigruppo consigliari in modo che oltre alle dimostranze di un semplice cittadino ci possa essere uno stimolo politico che sostenga la Sua azione di eventuale “verifica e controllo” istituzionale.

Cordiali saluti

Chianciano Terme 19/02/2012

Antonio Falcone

L'nvidia è un mostro verde..O.W ha detto...

X SO' PEL SUGO:

Anche io la penso come te era meglio laascare i parcheggi per i clienti (il 16 di febbraio!!!)
Era meglio liberare parcheggi meno vicini (quelli dei pulman?? o quelli alle terme??)
In fondo se qualcuno viene a Chianciano è sempre meglio pigliallo a schiaffi nel muso e trattallo di merda....
Continua a pensà al sugo perchè il tuo cervello ipertrofico non può comprendere altro che quello

P.s
Ti rode il culo che qualcuno lavora e te no??
Sei te e quelli come te che rovinano Chianciano

Sci di fondo ha detto...

Grazie alla nevicata ed alla grande maggioranza dei proprietari di cani chiancianesi e dico proprietari, perchè, tutto questo, non è certo merito del miglior amico dell'uomo...
A Chianciano è nato un nuovo sport: slalom su merde, disciplina avvincente e difficile, che in questi giorni è possibile praticare nei nostri marciapiedi.
Personalmente, al quarto tentativo ho fatto il percorso netto della passeggiata pedonale parallela a Viale della Libertà, da zona piscine fino all'inizio del viadotto Ribussolaie, in 15'22'' e, vi sfido a fare di meglio.
Stasera provo anche il percorso in notturna, roba da brividi!!!
E, mi raccomando, segnalate alle autorità competenti chi raccatta le cacche del suo cane, perchè danneggia le attività sportive e ricreative che danno lustro al nostro bel paese.

Confesercenti Siena ha detto...

TRAGEDIA Gianni Pericoli ci ha lasciato

E' scomparso ieri a Chianciano Gianni Pericoli, presidente comunale di Confesercenti. Pericoli è rimasto vittima di un incidente stradale nel pomeriggio in viale della Libertà. La notizia lascia sgomenta tutta la città termale: Gianni Pericoli, commerciante del settore abbigliamento, era divenuto Presidente del Direttivo comunale di Confesercenti nel novembre 2009. Alla famiglia dello scomparso le condoglianze del Presidente provinciale e del Direttore, a nome dell'associazione tutta.

Fabrizio Camastra ha detto...

CHIANCIANO TERME: UNA TRAGEDIA ANNUNCIATA

A giugno avevamo presentato una interrogazione in Provincia perchè volevamo sapere quando sarebbe stata costruita la rotonda all'intersezione di viale della Libertà con il ponte delle Ribussolaie a Chianciano Terme. Per questa opera la Provincia ha speso già 300.000 euro di progettazione e i lavori dovevano iniziziare quest'anno. Ma poi hanno deciso che l'opera non era più urgente, grazie al nuovo piano del traffico messo in atto dalla Giunta comunale e si poteva rinviare l'inizio dei lavori sine die.

Oggi in quell'incrocio è morto un amico di tutti a Chianciano

Di seguito l'interrogazione che avevo presentato in Provincia come gruppo Pdl:

Siena, 15 giugno 2011

Al Presidente della Provincia di Siena

Al Presidente del Consiglio Provinciale

Oggetto: Interrogazione relativa all’intersezione che insiste sulla strada provinciale SS146, tra via delle Terme e viale della Libertà, in Chianciano Terme, conseguente al nuovo piano del traffico sperimentale adottato dal Comune.

Vista la deliberazione della Giunta comunale di Chianciano Terme, n. 49 del 4 marzo 2010, con la quale venivano introdotte modifiche alla viabilità nel comune termale;

Letta la relazione del 16 febbraio 2011, redatta dal comandante della Polizia Municipale di Chianciano Terme, ed allegata alla sopra citata deliberazione di Giunta;

Vista la deliberazione della Giunta comunale di Chianciano Terme, n. 149 del 14 giugno 2010, con la quale venivano definiti aspetti lasciati in sospeso dalla precedente delibera del 4 marzo 2010;

Vista la deliberazione della Giunta comunale di Chianciano Terme, n. 188 del 29 luglio 2010, con la quale veniva previsto il senso unico di marcia in viale della Libertà.

Vista la deliberazione del Consiglio comunale di Chianciano Terme, n. 34 del 23 maggio 2011, dove il Sindaco, in merito alla progettazione della nuova viabilità nel proprio comune, afferma testualmente che: “l’Amministrazione, nella realizzazione del progetto, è stata assistita da un tecnico, lo stesso consulente della Provincia di Siena, che si occupa di complessi problemi di viabilità, impegnato dall’amministrazione nel disegno della viabilità del Piano Strutturale.

Ritenuto che la nuova viabilità non rimuove la criticità esistente all’intersezione di via delle Terme con viale della Libertà. Laddove, con il vecchio senso di marcia, a lettura della relazione del comandante della Polizia Municipale, unica consulenza tecnica rinvenuta agli atti, vi era “uno degli Stop più problematici della stazione termale”. Problema che aveva portato a numerosi studi progettuali per realizzazione di impianti semaforici prima e poi di una rotatoria. In particolare la progettazione di una specifica rotatoria ad opera della Provincia è costata all’incirca 100.000 euro e la cui realizzazione è contemplata nel piano delle opere pubbliche che l’Ente Provincia si è impegnato a realizzare, seppur posdatata rispetto alla iniziale previsione.

Nella relazione del comandante della Polizia Municipale, la stessa affermava che il nuovo senso unico in viale della Libertà avrebbe eliminato il pericolo di questa intersezione senza che vi fosse il bisogno di opere.

Fabrizio Camastra ha detto...

La Giunta di Chianciano Terme, in sede di modifica sperimentale del piano del traffico, ha fatto proprie le ragioni contenute nella relazione del comandante, che però non risultano supportate da studi tecnici comprovanti le affermazioni di garanzia di sicurezza stradale che vengono date.

Infatti, per effetto delle modifiche apportate alla viabilità che interessa l’intersezione in oggetto, ora è possibile, per chi percorre la strada provinciale SS146, nel tratto di via delle Terme, in direzione centro storico, dopo aver rispettato lo Stop, immettersi sulla SP40, viale delle Libertà.

In pratica lo stop, che prima era giudicato problematico, esiste ancora ed è ancora causa di problemi.

Questi problemi vengono causati sia dagli autoveicoli, ma diventano evidenti quando si tratta di grossi autobus, che da via delle Terme si immettono su viale della Libertà. In particolare è proprio quest’ultimo caso, quello degli autobus, che è oggetto di molte preoccupazioni, in quanto questi grossi mezzi per poter svoltare a sinistra, provenendo dal viadotto delle Ribussolaie, e prendere viale della Libertà, devono compiere non meno di tre manovre in una intersezione esistente su una strada a viabilità scorrevole. Si noti che in questo caso non si parla mai di traffico rallentato, ma bensì di traffico completamente arrestato, perché gli autobus in manovra occupano le carreggiate di entrambe le strade che danno luogo all’intersezione, quindi sia alle automobili provenienti da via delle Terme che marciano in direzione centro storico che alle auto che provengono da viale della Libertà e marciano in direzione Chiusi.

In ogni caso l’intersezione in discussione si trova su una strada provinciale, la SS146.

Per quanto esposto

Si interroga per avere notizia di eventuali pareri offerti all’Amministrazione comunale di Chianciano Terme, relativi alla intersezione in parola.

Se, come ha riferito il Sindaco di Chianciano Terme, l’Amministrazione provinciale ha assistito il Comune nella programmazione della nuova viabilità del comune termale, e quindi se esiste una relazione tecnica della Provincia che si esprime in merito alla questione della sicurezza stradale sull’intersezione oggetto della presente interrogazione. Quindi nell’eventualità che esista la relazione tecnica della Provincia se gentilmente se ne può avere copia.

E per sapere se, in virtù delle modifiche al piano del traffico del comune termale, sia stata presa in considerazione l’ipotesi di anticipare l’inizio dei lavori della rotatoria sulla SS146, la cui progettazione è bene ricordare essere già stata finanziata e fatta dalla Provincia, proprio per eliminare il pericolo della intersezione di cui si è ampiamente parlato.

Anonimo ha detto...

Per Camastra.
Caro Fabrizio, penso che in questo momento Chianciano sia assorta nel dolore per la perdita di un amico. Di una persona che ha lavorato sempre e molto per la sua comunità. Ultimamente ci eravamo avvicinati molto di più, rispetto a prima, spesso scambiavamo le nostre riflessione sulle questioni della Provincia, su Chianciano e sul suo futuro. Trovavo in Gianni una persona pacata e dolce, ma non per questo poco rigorosa, Lui riusciva con poco chiasso a protestare molto di più di tanti altri. Io non sono ancora andato a trovarlo, voglio ricordarmelo con il sorriso dell'ultima volta che ci siamo visti, ma il mio dolore non è poco. Caro Fabrizio tu sai bene che ho presentato in CP la questione prima di te (ottobre 2010) e quindi condivido molte cose di quelle che dici, anche se ci sono delle inesattezza. Penso, però, che in questo momento si debba tacere, tutti, far fare le indagini alla procura e rispettare il dolore della sua famiglia prima di tutto e poi di tutti quelli che lo conoscevano. Ti chiedo di rimandare la questione delle responsabilità, ci sarà poi il momento delle responsabilità politiche e non. Ora salutiamo tutti insieme ed in silenzio il nostro caro amico Gianni.

Anonimo ha detto...

per l'anonimo delle 14.03 che risponde a Camastra.
Visto che rispondi a qualcuno che mette la firma ti dispiacerebe dire chi sei, visto anche che hai già fatto e detto a suo tempo qualcosa di preciso.
Fallo, sennò sembra un avvertimento criptico in stile mafioso, con la scusa delle(giuste) condoglianze, per non parlare di qualcosa di scomodo alla solita cricca locale (e non)

Anonimo ha detto...

Mi scuso con Valtubo ed i suoi collaboratori ma non ho messo la firma per dimenticanza. La stessa nota l'ho mandata a Fabrizio Camastra.
Antonio Falcone

Brodo ha detto...

Bella Piazza Italia, vedo che i lavori di rifacimento sullo stile Bodega (hai detto scansati!) stanno andando avanti senza interruzione.
Se andiamo avanti così, prima dell'inizio dell'estate saranno terminati......chissà di quale anno però!

RobY 53 ha detto...

Caro anonimo 15,15, ma che ti credevi che i lavori in P.zza Italia iniziassero e poi terminassero nei termini prestabiliti????? Ma fammi ridere!!!!! Tu credevi di abitare in un normale paese della provoincia di Siena? Noooooooo, non è cosi, Forse tutto funziona meglio nel Biafra; sensa offendere nessuno. Un saluto

Anonimo ha detto...

Io la lascerei cosi e' bellissima....Piazza Italia...

Brodo ha detto...

Ma avete visto anche tutti i rami dei pini rotti dalla neve (vedi viale Roma e zona Le Piane), dove sono caduti e dove sono adesso....nessuno che si è preoccupato di portarli via.
Che vergogna!

tempus fugit ha detto...

caro roby 53,
in quale provincia d'Italia i lavori iniziano e terminano nei termini?
... specie quando i dindi sono pochi?

Fabrizio Camastra ha detto...

Consiglio Provinciale di Siena Gruppo Consiliare - Il Popolo della Libertà

Siena, 24 febbraio 2012

Al Presidente della Provincia di Siena

Al Presidente del Consiglio Provinciale

e p.c. al Sindaco di Chianciano Terme

Oggetto: Mozione – Intersezione sulla strada provinciale SS146, tra via delle Terme e viale della Libertà, in Chianciano Terme.

Il 19 febbraio u.s. a Chianciano Terme vi è stato un terribile incidente automobilistico nel quale ha perso la vita un uomo.
L’incidente è avvenuto su una strada provinciale, in un punto che si caratterizza per l’insistenza di intersezioni plurime, a nostro giudizio molto pericolose.
Nel mese di giugno del 2011 il Gruppo provinciale Pdl aveva presentato una interrogazione mirata a chiarire se la Provincia aveva cognizione in scienza di questo pericolo e per avere notizia di quando la rotatoria già progettata e prevista nel piano delle opere triennali sarebbe stata realizzata.
Di seguito si riporta il testo integrale dell’interrogazione:
# Vista la deliberazione della Giunta comunale di Chianciano Terme, n. 49 del 4 marzo 2010, con la quale venivano introdotte modifiche alla viabilità nel comune termale;
Letta la relazione del 16 febbraio 2011, redatta dal comandante della Polizia Municipale di Chianciano Terme, ed allegata alla sopra citata deliberazione di Giunta;
Vista la deliberazione della Giunta comunale di Chianciano Terme, n. 149 del 14 giugno 2010, con la quale venivano definiti aspetti lasciati in sospeso dalla precedente delibera del 4 marzo 2010;
Vista la deliberazione della Giunta comunale di Chianciano Terme, n. 188 del 29 luglio 2010, con la quale veniva previsto il senso unico di marcia in viale della Libertà.
Vista la deliberazione del Consiglio comunale di Chianciano Terme, n. 34 del 23 maggio 2011, dove il Sindaco, in merito alla progettazione della nuova viabilità nel proprio comune, afferma testualmente che: “l’Amministrazione, nella realizzazione del progetto, è stata assistita da un tecnico, lo stesso consulente della Provincia di Siena, che si occupa di complessi problemi di viabilità, impegnato dall’amministrazione nel disegno della viabilità del Piano Strutturale.
Ritenuto che la nuova viabilità non rimuove la criticità esistente all’intersezione di via delle Terme con viale della Libertà. Laddove, con il vecchio senso di marcia, a lettura della relazione del comandante della Polizia Municipale, unica consulenza tecnica rinvenuta agli atti, vi era “uno degli Stop più problematici della stazione termale”. Problema che aveva portato a numerosi studi progettuali per realizzazione di impianti semaforici prima e poi di una rotatoria. In particolare la progettazione di una specifica rotatoria ad opera della Provincia è costata all’incirca 100.000 euro e la cui realizzazione è contemplata nel piano delle opere pubbliche che l’Ente Provincia si è impegnato a realizzare, seppur posdatata rispetto alla iniziale previsione.
Nella relazione del comandante della Polizia Municipale, la stessa affermava che il nuovo senso unico in viale della Libertà avrebbe eliminato il pericolo di questa intersezione senza che vi fosse il bisogno di opere.
La Giunta di Chianciano Terme, in sede di modifica sperimentale del piano del traffico, ha fatto proprie le ragioni contenute nella relazione del comandante, che però non risultano supportate da studi tecnici comprovanti le affermazioni di garanzia di sicurezza stradale che vengono date.
Infatti, per effetto delle modifiche apportate alla viabilità che interessa l’intersezione in oggetto, ora è possibile, per chi percorre la strada provinciale SS146, nel tratto di via delle Terme, in direzione centro storico, dopo aver rispettato lo Stop, immettersi sulla SP40, viale delle Libertà.
(segue)

Fabrizio Camastra ha detto...

In pratica lo stop, che prima era giudicato problematico, esiste ancora ed è ancora causa di problemi.
Questi problemi vengono causati sia dagli autoveicoli, ma diventano evidenti quando si tratta di grossi autobus, che da via delle Terme si immettono su viale della Libertà. In particolare è proprio quest’ultimo caso, quello degli autobus, che è oggetto di molte preoccupazioni, in quanto questi grossi mezzi per poter svoltare a sinistra, provenendo dal viadotto delle Ribussolaie, e prendere viale della Libertà, devono compiere non meno di tre manovre in una intersezione esistente su una strada a viabilità scorrevole. Si noti che in questo caso non si parla mai di traffico rallentato, ma bensì di traffico completamente arrestato, perché gli autobus in manovra occupano le carreggiate di entrambe le strade che danno luogo all’intersezione, quindi sia alle automobili provenienti da via delle Terme che marciano in direzione centro storico che alle auto che provengono da viale della Libertà e marciano in direzione Chiusi.
In ogni caso l’intersezione in discussione si trova su una strada provinciale, la SS146.
Per quanto esposto
Si interroga per avere notizia di eventuali pareri offerti all’Amministrazione comunale di Chianciano Terme, relativi alla intersezione in parola.
Se, come ha riferito il Sindaco di Chianciano Terme, l’Amministrazione provinciale ha assistito il Comune nella programmazione della nuova viabilità del comune termale, e quindi se esiste una relazione tecnica della Provincia che si esprime in merito alla questione della sicurezza stradale sull’intersezione oggetto della presente interrogazione. Quindi nell’eventualità che esista la relazione tecnica della Provincia se gentilmente se ne può avere copia.
E per sapere se, in virtù delle modifiche al piano del traffico del comune termale, sia stata presa in considerazione l’ipotesi di anticipare l’inizio dei lavori della rotatoria sulla SS146, la cui progettazione è bene ricordare essere già stata finanziata e fatta dalla Provincia, proprio per eliminare il pericolo della intersezione di cui si è ampiamente parlato.

Con la presente mozione
Il Consiglio provinciale fa voti affinché l’inizio dei lavori dell’opera progettata per rimuovere le condizioni di pericolo nell’intersezione in menzione possano avere inizio entro l’anno 2012.

f.to Fabrizio Camastra
f.to Francesco Michelotti
f.to Massimo Mori

e io pago! ha detto...

Il Comune è senza un becco di un quattrino e come confermato da alcuni dipendenti comunali, in occasione della nevicata, alcuni mezzi sono dovuti rimanere fermi causa mancanza assicurazione.
Qualcuno sa dirci quanto ci costerà tale negligenza?
Divo e il ciolino si faranno pagare profumantamente (e mi sembra anche giusto) per il lavoro svolto!

Comune di Chianciano Terme ha detto...

COMUNE DI CHIANCIANO TERME
PROVINCIA DI SIENA


COMUNICATO STAMPA n. 17 del 24 febbraio 2012

Task Force per il rilancio di Chianciano Terme
Il Secondo incontro lunedì 27 febbraio 2012: coordina la Regione Toscana. Sarà presente l’Assessore regionale Cristina Scaletti

INVITO

Chianciano Terme (24 febbraio 2012) – Si terrà lunedì 27 febbraio 2012 alle ore 10.30, presso il Comune di Chianciano Terme (Sala del Consiglio), il secondo incontro della Task Force tecnica per il rilancio di Chianciano Terme. L’incontro è stato programmato dal gruppo di lavoro (dirigenti e rappresentanti) composto dalla Regione Toscana, Provincia di Siena, Comune di Chianciano Terme e Camera di Commercio di Siena. Sono invitati a partecipare i rappresentanti delle categorie di Chianciano Terme, i coordinatori dell’attività dell’Osservatorio Turistico di Destinazione (Università di Siena, CNR Ibimet e, per il processo partecipativo, “Contesti e Cambiamenti”). La Task Force, insediatasi lo scorso 9 dicembre, ha l’obiettivo di affrontare le problematiche relative alla grave situazione economica e occupazionale della realtà chiancianese.

Roby 53 ha detto...

Carissimo Tempus fugit, quando i dindi ci sono pochi o non ci sono per niente non si fanno progetti astronomici come si usa in questo cavolo di paese, ma ci si accontenta di quel poco che abbiamo. Qui sono tutti megalomani. Un saluto

Anonimo ha detto...

Da Centritalia online:

Roma: Cenni (Pd), "incontro positivo al Ministero dello Sviluppo sul caso Chianciano"

Roma (24.02.2012) - Si è svolto oggi, venerdì 24 febbraio, l’incontro richiesto dall’onorevole Susanna Cenni, deputata toscana del Partito democratico, tra i dirigenti del Ministero per lo sviluppo economico e gli enti locali coinvolti, per parlare della situazione di crisi di Chianciano Terme.

Il dottor Bianchi e il dottor Castano, della direzione generale per la politica industriale e la competitività hanno, infatti, incontrato l’assessore al turismo e al commercio della Regione Toscana, Cristina Scaletti; l’assessore al termalismo della Provincia di Siena, Marco Macchietti; il coordinatore delle aree turismo, commercio e terziario della Regione Toscana, Paolo Bongini e il sindaco di Chianciano Terme, Gabriella Ferranti.



“È stato un incontro utile e positivo - commenta Susanna Cenni, parlamentare senese del Pd - che ha consentito di individuare, almeno in modo ipotetico, alcuni possibili strumenti concreti che potrebbero essere utili alla riconversione di Chianciano Terme. Durante l’incontro gli enti locali e la Regione hanno esposto i dati comprovanti lo stato di crisi della città e del territorio e, su questa base, i rappresentanti della dirigenza del Ministero dello sviluppo economico hanno individuato l’ipotesi di approfondire la possibilità di utilizzo di alcuni strumenti, come il contratto di sviluppo, per consentire il rilancio e la riconversione di Chianciano. La nuova normativa, infatti, consentirebbe di includere tra i settori di intervento di questi strumenti, anche quello turistico e alberghiero, oltre al settore industriale”.

“Una vicenda complessa come questa - continua Cenni - ha bisogno, del lavoro di tutte le istituzioni coinvolte, ma anche del protagonismo delle imprese. Forse abbiamo individuato una buona strada, che però è lunga da percorrere e richiede un grande impegno da parte di tutti, in modo costante e coordinato Non ci aspettavamo di trovare con quest’incontro le soluzioni per un quadro così complesso come quello della crisi del termalismo di Chianciano. Tuttavia, grazie anche la disponibilità dimostrata dal Governo sembra aprirsi uno spiraglio”.

“E’ stato molto importante l’incontro di oggi - dichiara Cristina Scaletti, assessore al turismo e al commercio della Regione Toscana - nel quale è stata manifestata la volontà di istituire un tavolo tecnico di confronto tra Regione, Ministero e Invitalia per la definizione di un contratto di sviluppo il cui fine è la creazione di una rete d’imprese che potrebbe consentire la realizzazione di un progetto finanziabile direttamente dal Ministero. Non è uno strumento semplice ma siamo convinti che con l’impegno di Comune Provincia, Camera di Commercio e imprese questa sfida potrebbe essere accolta”.

Di questo si tratterà lunedì 27 febbraio nell’ambito della riunione della task force che si terrà a Chianciano “Già la prossima settimana - continua Scaletti - la Regione convocherà una riunione della task force tecnica costituitasi per il rilancio di Chianciano, con la presenza di rappresentanti della Regione, della Provincia di Siena, dell’amministrazione comunale e della Camera di Commercio di Siena, per iniziare a impostare il lavoro sul contratto di sviluppo assieme alle imprese”.

tempus fugit ha detto...

@ roby 53
questa sua replica è assolutamente condivisibile.
progetti esemplari possono essere:
http://www.ilcittadinoonline.it/news/146217/Anche_Monteroni_ha_la_biblioteca_hi_tech.html

e questo (dolorosamente vicino a noi):
http://www.centritaliaonline.com/journal/varie-di-cultura/chiusi-e-book-e-medialibrary-on-line-per-tutti.html

qualcuno di noi se la sente di promuovere qualcosa di analogo?

Anonimo ha detto...

E' dal 2003 che nascono progetti e task force (ricordo le piscine, il palacongressi, il centro universitario, il rilancio delle terme). L'unica cosa realizzata veramente è stata la vendita della farmacia, unica azienda di Chianciano con un'utile netto di 50.000 euro l'anno. Siamo stati veramente bravi.
Ora sento odore di elezioni (Sarteano) e si rifanno i tavoli, l'unica cosa certa è che lor signori fanno i tavoli e le famiglie di Chianciano fanno la fame. Una cosa da fare al più presto è quella di togliere quel recinto di Piazza Italia, non si può chiamare cantiere, non c'è neanche il cartello!
Antonio Falcone

tumpus fugit ha detto...

Antonio... mi meraviglio della tua apparente credulità.
Le task force, le commissioni parlamentari, i "stiamo monitorando attentamente la situazione", le cabine di regia...
Solo "ammuina", cioè mezzucci, tattiche dei politici per far vista di operosità quando per mancanza di soldi, per disaccordi di coalizione, per incapacità, non si ha intenzione di far niente.
Possibile che questo ci sia ancora che non lo capisce?
Su, Antonio, c'è ancora qualcuno che se la beve?

Anonimo ha detto...

La task force ci vuole per mandare via i nostri politici locali veramente bravi......VERGOGNATEVI

Roby 53 ha detto...

Si, bravo, e chi li manda via questi. A proposito di Piazza Italia, ho sentito dire che l'ha presa in affitto Giacomo e in quel recinto ci metterà le pecore e che per ora è tutto fermo perchè devono decidere dove fargli fare il ricovero per non far stare le pecore sotto la pioggia. Un saluto