e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

venerdì 3 ottobre 2008

Lavori In Piazza Italia

Palazzo ex-Sip, nei pressi di Piazza Italia (foto by staff blog)


Buongiorno, abbiamo saputo che verranno eseguiti dei lavori sulla pavimentazione di Piazza Italia, la nostra piazza principale, che negli ultimi anni ha subito modifiche sostanziali più o meno azzeccate, mi picerebbe molto vedere alla fine dei lavori un solo cambiamento, la FONTANA della Piazza, o eliminandola o dandole un aspetto esteticamente più piacevole invece di quella piscina che è stata costruita a scapito di parcheggi e fermate per autobus, che portavano i clienti, molto più utili e comode delle attuali.

Saluti,

Valtubo

13 commenti:

Anonimo ha detto...

Piazza Italia, che è il centro moderno di Chianciano, secondo me ha bisogno di una riqualificazione radicale dal punto di vista urbanistico, pur non snaturando la sua funzione di nodo viario per la circolazione stradale. Mi ricordo che anni fa erano state proposte alcune soluzioni tipo ZTL o chiusura totale al traffico per creare una "piazza-giardino", ma penso che a Chianciano non si possa realizzare un tale progetto perchè Piazza Italia è comunque uno svincolo tra 5 strade importanti (viale della Libertà, viale Roma, viale Buozzi, via della Pineta e via S.Agnese) ed è impensabile che il crescente numero di auto possa essere smaltito soltanto attraverso il Viadotto della Ribussolaia.
La riqualificazione di Piazza Italia è necessaria anche e soprattutto per dare un decoro a tutta la zona. E' uno scempio il palazzo ex SIP-Telecom che è da tempo in condizioni pietose a soli 30m da quello che dovrebbe essere il "salotto" di Chianciano, ed anche lo squallore del distributore dismesso all'angolo di viale Roma.

Anonimo ha detto...

Io credo che qualsiasi ipotesi di ristrutturazione di P.zza Italia vada di pari passo con la costruzione di un parcheggio GRANDE, VICINO e BEN COLLEGATO.
Non a caso anche il progetto Bodega prevedeva la costruzione di un parcheggio, ma essendo l'intero progetto strampalato, altrettanto strampalata era la sua collocazione sotto, avete capito bene, sotto la pineta dietro il cinema.
A questo proposito credo che la zona a valle compresa tra il viadotto e via sabatini sia l'unica adatta allo scopo, pur considerando eventuali problemi di costi e di consolidamento.
Due rotonde alle estremità del ponte risolverebbero tutti i problemi di viabilità, compresa l'eliminazione dello stop presso l'ex Florida e lo sblocco dell'annosa situazione del parcheggio coperto già costruito (ex arena cinema).
Detto questo concordo con il precedente post sull'incresciosa situazione del'ex distributore e sull'incredibile situazione dell'ex immobile Telecom.
L'ideale sarebbe, a fronte di un accordo con Poste Italiane, la completa demolizione, per far posto ad un multipiano, magari più arretrato, in parte sempre ad uso postale, in parte ad uso privato (pagando s'intende) di quelle strutture ricettive che orbitano sulla piazza e che attualmente sono del tutto prive di parcheggi privati, in parte dei privati cittadini.
Per ultimo continuo a credere che Piazza Italia debba divenire il centro pulsante di questo paese, ma che per farlo debbe almeno in parte essere chiusa al traffico e collegata pedonalmente verso via Baccelli.
Un'ipotesi potrebbe essere la chiusura, per provare anche per un solo inverno, di quei venti metri che vanno dalla fioriera uso birillo verso via Buozzi, a fronte della creazione di un'ampia area pedonale che dalla BPE arrivi fino alla libreria Giunti per estendersi fino all'APT, con copertura nella zona rialzata di fronte all'MPS.
Sogni, sogni, direte voi.
E' vero, ma questi sono e rimarranno sogni solo a Chianciano.
In ogni altra parte d'Italia ben amministrata questi si chiamerebbero progetti a corta, media, e lunga scadenza.
Si chiamerebbero programmi da rispettare, date di avanzamento lavori. Si chiamerebbero certezze capaci di dar nuova fiducia ed indirizzare nel loro operare i tanti chiancianesi che ancora credono nelle potenzialità del loro paese.

Anonimo ha detto...

Da chiancianese posso dire che Piazza Italia non e mai stata nè un salotto nè il biglietto daq visita di Chianciano.
E' un parcheggio ( come la chiamae una distesa di asfalto??) a poco sono valsi gli interventi del nostro sempre verde sindaco.....
Appena eletto ha mandato un ape a comprare un pò di poroton e ci ha fatto la piscina/fontana (lavoretto al livello di un omino il sabato e la domenica al nero) e ha piantato 4 alberi nell'asfalto (troppo bravo, ancora non sono morti)eccoci,
Scusate, ma non ho percepito la differenza di novità se non perchè si sono persi parcheggi ed i rimanenti sono diventati a pagamento in tutto il paese.....
Un consiglio: investiamo su cose che possano attrarre gente...
Al turista di Piazza Italia non gliene frega un c...o, quello che vuole sono i negozi aperti la domenica, vuole parcheggiare gratis, vuole divertirsi in centri ludici, andare a bere una cosa in locali all'altezza, i ristoranti veri, comprare in negozi dove le commesse sono belle gnocche....
ma dai, io quando vado in giro mica vado a deprimermi in paesi come Chianciano, voglio stare bene, spendere, divertirmi, lavoro tutta la settimana e devo stare a Chianciano a fare cosa???
Basta fare 30/40 km che il mondo offre di tutto.....
Qui niente, alberghi scalcinati, strade piene di buche, negozi con raba primi 900', vecchi con ciabatte, aziende con carelli VENDESI.....
Di qualcuno sarà la colpa no????
Io ho la mia teoria: a Chianciano comandano si e no 10 persone, stanno nei posti chiave e vogliono che tutto vada così tutti sanno chi sono, ma o "politicamente parlando" o per paura di ritorzioni (magari uno di loro sà che abbiamo l'orto non condonato) sono intoccabili e innominabili...
Ok, ora che sapete come la penso 4 domande.

Perchè il parcheggio silos che è pronto da anni (zona cinema estivo) non è attivo??

Perchè lo stabile Sip non viene convertito in qualcosa (so che ci sono state offerte).

Perchè non si è fatto il casinò al Grand Hotel??

Perchè esistono i comunisti solo a Chianciano???

Anonimo ha detto...

La Piazza Italia, è PRIVATA e i proprietari della stessa sono gli UNICI RESPONSABILI di quel poco decoroso che cè. Bravi!!!!!Somari

Anonimo ha detto...

Arriva al dunque, se bisogna dì al Continetale di rifà la facciata gli si dice, a quei negozianti di spende du lire per le panchine e il lastricato si può fare, ma la TROSCIA DI PANZINO???? quella chi la cava??? E la pineta??? Avete notato che è li a 50 metri in linea d'aria?? Quella non conta niente?? Valoriziamola tagliando l'erba, aggiustando i camminamenti, illuminandola e magari farci un teatro o un cinema estivo all'aperto...Certo che bisogna divvi tutto!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Sono andata a prendermi un caffè al bar Continentale CONSIGLIO: a tutti coloro che vogliono bene a Chianciano, di parlare con il proprietario affinchè si faccia Deportare al Polo Nord almeno cosi ce lo leviamo di torno per sempre.....................

Anonimo ha detto...

Poro Paolino, pensà che se andasse da Luna a S.Albino con 100 euro, sai quanti secchi di tintura al quarzo comprerebbe pè dà du pennellata a quella facciata.....

Anonimo ha detto...

Hanno iniziato a lavorare sull'area dell'ex distributore di Piazza Italia. Sono solo lavori di bonifica dalla vecchia cisterna e impianti, oppure una vera risistemazione generale? Qualcuno sa' qualcosa?

Anonimo ha detto...

Ma è arrivato alle vostre orecchie che il Garden ha chiuso definitivamente? Quindi niente più cinema, niente piu spettacoli, niente più concerti della banda, niente più spettacoli delle scuole. Che tristezza farà la fine del Cinema Moderno...... come la sora Camilla tutti la vogliono ma nessuno la piglia. Il progetto di Piazza Italia poteva andare avanti per quanto sia criticabile anche perchè nessuno si è fatto avanti per proporre un progetto diverso.... troppo comodo stare alla finestra e criticare. Sappiate che per colpa di qualcuno del condominio di Piazza Italia il progetto si è arenato. Bravi! L'amministrazione Comunale per sentire tute le campane, come succede sempre per qualsiasi progetto (ippodromo, casinò, palazzo congressi, multisala ecc.......) rimaniamo sempre con un pugno di mosche. Troppa politica e poco sale in zucca.
Le proposte fatte dai precedenti commenti sono buone e parecchie inserite nel progetto Bodega. Tanto sempre per il solito bastian contrario non se ne farà nulla passeranno altri 50 anni....
Saluti CHIANCIANESE

Anonimo ha detto...

-Io non te la do se prima te non me lo fai vede'
-No! Te prima me la dai, poi io te lo fo' vede'!
E così via, all'infinito...
Di cosa sto parlando?
Del surreale dialogo dialogo intercorso tra la proprietà attuale di quella parte di Piazza Italia dietro la fontana su cui andrebbe ad insistere la copertura e questa amministrazione.
Ovviamente ci si riferisce alla nuda proprietà del terreno, "quella che non si vuole dare", quel troiaio sotto quei cessi di pini, con quel travertino scalcagnato e sbeccato, con quelle due ridicole aiuole e relativo pollaietto verde, ed al relativo progetto di copertura, "quello che non si vuole far vedere".
O meglio, che si fa vedere, ma su cui non si può dare nessuna garanzia, né sul fatto che i lavori vadano a termine, né sul fatto che il progetto strada facendo non venga modificato.
Insomma, sembra che l'accordo non sia stato trovato e così "per ora" tutto salta.
Da notare che nei rarissimi casi in cui "c'è l'accordo" ci si mette dieci anni a fini' un lavoro!
Intanto ho visto qualcuno di quelli della piazza (si sa chi) saltellà quà e là come se avesse fatto sei al superenalotto! :
- Ho vinto! Ho Vinto!
Poraccio!
Mah! Intanto staremo a vedere a cosa ci porteranno le guerre intestine al PD provinciale.
Il primo banco di prova è l'apertura delle buste circa l'appalto dell'APT Terre (bruciate) di Siena, sezione valdichiana.
Chi può si informi, sono quantomeno curiosi i termini su cui è stato impostato il bando.

Anonimo ha detto...

Scusate, ma in piazza Italia, dove era il distributore, ho visto che stanno facendo un grosso scavo sicuramente inerente alla bonifica degli impianti. Ho sentito che dovrebbe sorgere sull'area dell'ex distributore una nuova struttura.
Di che tipo? C'è qualche informazione al riguardo?
Grazie e ciao a tutti.

Anonimo ha detto...

Forse i proprietari della piazza Italia non hanno capito che il rifacimento porterà un cambiamento non solo di immagine a CHIANCIANO ma più che altro a loro stessi: nuove persone nuovo movimento,nuovo ricavo ecc.Non mi meraviglio altrimenti non avrebbero ridotto in quello stato....Mi picerebbe anche che cambiassero diversi proprietari(Simonetta Paolo Simonetta Paolo Sim Pao e via discorrendo grazie

Anonimo ha detto...

in piazza italia dove tutti andiamo ci dovrebbe essere più manutenzione come ad esempio non so se avete notato che vicino alla farmacia c'è un abbassamento del terreno e lo stesso vicino al negozio Melton e in quel labirinto di pini dove c'è il bar escono tutte le radici nello scordino poi per aver un pò di giro o per far ritrovare i bambini che stanno sempre in casa o ai giardini a giocare con quei 2 gichi rotti invece per farli stare un po fori quindi dovremmo far chiamare ogni tanto dei giostrai come adesso che c'è la giostra a 2 piani ,l'ex palazzo della sip secondo me dovrebbe essere buttato giù o farci il magazino delle poste

a. 5 el. e. de amicis