e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

venerdì 7 giugno 2019

Nominata la Nuova Giunta di Punto e a Capo

Fabio NardiRossana Giulianelli, Andrea Marchetti, Damiano Rocchi, e Laura Ballati
Con queste parole Damiano Rocchi, riconfermato Assessore ha commentato l'insediamento della nuova giunta di Punto e a Capo:

"Giuramento del Sindaco, comunicazione di nomina dei componenti della Giunta e presentazione delle linee programmatiche. 
Il Gruppo Consiliare PuntoeaCapo a fedele sostegno dell’amministrazione comunale in direzione Chianciano Terme 2024. 😉"

Nella successiva foto gli altri componenti della maggioranza presenti in Consiglio, da notare la Lo Scalzo, che per preferenze poteva essere in giunta, ma che è stata "scalzata" dalla già prevista prima delle elezioni Ballati.
Giulianelli riconfermata vicesindaco.



Saluti,

Valtubo

56 commenti:

Movimento 5 Stelle Chianciano Terme ha detto...

Il M5S di Chianciano Terme ieri sera era presente al primo consiglio comunale svoltosi nella sala Fellini. Sono stati illustrati da parte del sindaco Andrea Marchetti tutti i punti del programma e come prima impressione appare ampio e dettagliato. Noi come gruppo M5S nonostante non siamo presenti in consiglio comunale seguiremo passo dopo passo tutte le azioni che intraprenderà questa amministrazione cercando di svolgere un opposizione seria e costruttiva seguendo quelli che soni i principi del M5S sempre nell'interesse dei cittadini Chiancianesi. Ci teniamo a precisare che non faremo mai mancare la nostra voce sia in senso positivo che negativo e verrà sempre tutto condiviso con i nostri concittadini illustrandone i motivi. Cogliamo l'occasione nuovamente per chiedere a chiunque abbia voglia di partecipare all'interno del nostro gruppo e portare le proprie idee a farsi avanti e auguriamo un buon lavoro a questa amministrazione!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Dispiace molto, che il tifo da stadio venga fatto ad un consiglio comunale. Purtroppo anche il rispetto verso un avversario politico, è mancato. Risatine è pacche sui gomiti, potevano essere risparmiati. Dopo la Schiacciante vittoria,l'arroganza la fa da padrona. Uno che Vi ha dato fiducia.

Anonimo ha detto...

Purtroppo l'arroganza gli è aumentata e si sentono gli invincibili comandanti di Chianciano. Ma sono convinto che un opposizione gentile sempre ma determinata potrà ricondurre presto il nostro paese su nuove strade.

Anonimo ha detto...

Siamo proprio di Chianciano, votiamo in massa un parte, poi ci pentiamo, poi diamo degli arroganti ai vincitori, crediamo che chi ha perso fosse migliore, non siamo contenti delle nomine, si stava meglio quando di stava peggio, ma a Montepulciano c'è sempre gente, a Chianciano non c'è mai nessuno, il trenino è sempre in mezzo alla strada e rallenta il traffico, poi andiamo in un altro paese e contenti ci saltiamo sopra anche se lì costa il doppio, non cambieremo mai

Anonimo ha detto...

Ma io ieri sera l'arroganza l'ho vista nel sorrisetto ironico del Piccinelli che ascoltatava il Sindaco con aria di sufficenza...

Anonimo ha detto...

Vorrei chiedere un parere al Sig. Piccinelli riguardo il ponte di Chianciano se sulla mancata riapertura l'amministrazione poteva fare qualcosa in più oppure pensa sia stato fatto tutto il necessario

Grazie anticipatamente per la risposta
R.G

Marcello Palazzi ha detto...

Mail arrivata al Blog:

Sono Marcello Palazzi che ha che ha collaborato dal punto di vista Geologico alla stesura del Piano Strutturale e del Piano Operativo del Comune di Chianciano, trattando in particolare i problemi di impoverimento ed inquinamento e quindi della gestione delle nostre sorgenti termali e di conseguenza di tutto il bacino termale che da S. Casciano Bagni arriva fino a Rapolano.
Una giornaliste di Rai 3 del programma Reporter, leggendo le mie relazioni, le ha ritenute così importanti e quasi uniche per l'Italia da affrontare l'argomento nella trasmissione REPORTER per cui circa un mese fa sono venuti ad intervistarmi.
Il reportage andrà in onda Lunedi 10 Giugno ore 21 su RAI 3.
Penso che l'argomento possa interessare a tutta la comunità chiancianese per cui credo che il vostro blog abbia la possibilità di divulgare la notizia.

Ringrazio e saluto cordialmente

Marcello Palazzi

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Mi è venuto da sorridere solamente nei punti che erano in programma 5 anni fa e che ieri il Sindaco ha riproposto iniziando il discorso con "vorremmo fare", "si potrebbe fare" come se in questi 5 anni ci fosse stato qualcun altro ad amministrare, o sulla torta Chianciano per diabetici come elemento promozionale o sul fatto che il rilancio di Chianciano debba essere legato ad un collegamento con l’aeroporto di Fiumicino. Mi sono stupito quando ha proposto la promo commercializzazione, tema della nostra campagna elettorale e sul quale la risposta che ci é tornata indietro é stata ironica, così come sull’abbattimento dei volumi, sembrava di essere in “tre uomini e una gamba” 3 cc di precipio...
Per il resto mi é venuto da sorridere quando il Nardi si é rivolto al Sindaco dicendo “ma tutte ste cose ce bastano 5 anni?” ma ha sorriso anche la maggioranza.
Semmai ho sentito una risposta davvero sgarbata da parte del Sindaco alla dottoressa Mucci rea di aver fatto una critica al percorso per diabetici, critica tra l’altro pertinente perché il sentiero non é così sicuro e forse é adatto solo a persone giovani e senza alcun tipo di patologia. Ma il Sindaco non l’ha fatto e credo che dopo averlo percorso, rivedrà qualcosa.
Andrebbe poi spiegato a qualcuno che in consiglio comunale chi assiste non può fare battute o rispondere a chicchessia, per quello ci sono le tribune dello stadio.

Anonimo ha detto...

Caro sig. Piccinelli io non la conosco personalmente ma dalle sue parole capisco che Lei e' solamente molto deluso di aver perso la partita e di averla persa molto male.
Da quello che mi dicono la sua carriera a partire dalla scuola e' sempre stata molto zoppicante, non abbiamo capito bene di che cosa si occupa ma sicuramente non gli viene fatto in modo particolarmente brillante.Ora bisogna dire noi tutti siamo stati molto fortunati a non averla come sindaco perche' a parte quell'aria di supponenza che si porta dietro non si capisce che qualita' Lei possa sfoderare.Lasci lavorare chi ha competenza e un istruzione un tantino piu' alta di Lei...

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Anonimo 22,30 Il ponte non é di competenza diretta del Comune, quindi nemmeno la decisione di chiuderlo o riaprirlo.
Ci sono tuttavia normative precise che impongono 4 controlli visivi all’anno su tutti i ponti e noto che la chiusura é arrivata dopo 10 giorni dal crollo del ponte Morandi, farebbe quasi pensare che questi controlli non ci siano stati, ma é solo una considerazione personale.
Certo se la cosa é così grave da non essere riaperto, come ha detto il Sindaco durante l’incontro pubblico, allora abbiamo corso tutti un bel rischio.
Ho sentito qualcuno dire che prima di procedere alla realizzazione della rotonda si doveva avere la certezza che non ci fossero problemi su tale struttura, però onestamente dare responsabilità all’amministrazione mi sembra troppo facile.
Semmai come ho detto allo stesso incontro, io chiederei l’aiuto degli altri sindaci (perché rappresenta un problema anche per altri comuni) affinché qualcuno tra Anas e Provincia ci possa dire, a quasi un anno di distanza dalla chiusura, come stanno realmente le cose e quando si pensa di poter prendere provvedimenti.Insomma un po’ più di pressione mediatica da parte del Comune.
Sapere che si potrà riavere il ponte tra 2 anni o tra 10, potrebbe cambiare alcune amministrative da fare nel paese, in termini di viabilità ma anche di valutazioni commerciali da parte dei privati o per quanto riguarda l' organizzazione di eventi.

Punto e a Capo ha detto...

Dichiarazione di voto PuntoeaCapo - Programma di Mandato letta dal capogruppo Meniconi.

In primis rivolgo il mio saluto e quello dei consiglieri di maggioranza a tutti i cittadini.
La vostra partecipazione nel primo consiglio comunale dimostra sensibilità ai lavori del Consiglio e vicinanza all’Amministrazione. Ci auspichiamo che la stessa partecipazione ci sia per tutto il mandato amministrativo.
Vorrei esprimere al Sindaco il nostro apprezzamento sul programma di mandato appena descritto,  linee programmatiche che vanno in continuità con il precedente mandato amministrativo e che al contempo individuano azioni e progettualità nuove ed importanti per Chianciano Terme.
La sfida più importante è quella della crescita del sistema economico e turistico, basato sul riposizionamento turistico di Chianciano Terme. Riposizionamento della destinazione turistica che deve passare attraverso la valorizzazione della natura (salvaguardia delle riserve naturali, come la riserva di Pietraporciana, e attenzione verso la natura e l'ambiente circostante), cultura (Chianciano Terme Terra Etrusca), tradizione (preziose acque termali, tradizioni millenarie, tecniche d’avanguardia, costante ricerca scientifica) e sport (Chianciano Terme Città Europea dello Sport. Una nuova visione del sistema di offerta turistica e culturale per migliorare qualitativamente l’attuale modo di visitare e comprendere i patrimoni locali. Tutto quanto sopra ben si coniuga con il turismo termale (Terme di Chianciano) e della “salute” (corretti stili di vita attraverso l’azione sul territorio dell’UPMC) che è sicuramente la forma più consona per rispondere a questo tipo di esigenze. La peculiarità dell’industria termale è proprio la sua versatilità e la possibilità di operare tanto nel settore sanitario (fornendo prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione, anche in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale) quanto in quello del benessere e del turismo.
Ma non solo.
Compito di un’Amministrazione è quello di essere sensibile alle politiche culturali, sociali, ambientali, urbanistiche, scolastiche e in quanto tale sostenerle. Le funzioni che un’Amministrazione deve esercitare in ogni ambito riguardano aspetti molteplici della vita del cittadino che richiedono un aiuto diretto o indiretto dell’ente.
Nelle linee programmatiche descritte questa sera dal Sindaco troviamo tutto questo e molto altro.
La nostra lista civica “Punto e a Capo” è nata nel 2014 con l’obiettivo di creare una nuova classe dirigente per amministrare la nostra Città, come espressione della realtà sociale, economica, lavorativa e dell’intera società civile. Un gruppo di persone con grande entusiasmo e tanta voglia di condividere un’unica vera passione: l’amministrazione del nostro paese caratterizzata da un gestione responsabile delle risorse e dei servizi, tesa alla valorizzazione del territorio e alle sue risorse umane ed economiche.
Cinque anni fa avevamo chiesto discontinuità e avevamo avuto l'onore di amministrare  questo comune. Lo abbiamo fatto con senso di responsabilità, mossi da un immenso amore per il nostro Paese, con l’unica ambizione di poter dare il nostro contributo alla crescita economica, sociale e culturale di Chianciano Terme.
Siamo di nuovo qui e questo grazie ai cittadini che hanno creduto nel nostro gruppo e soprattutto nel nostro Progetto.
Il voto del 26 maggio non era scontato. I risultati però ci hanno tributato un ampio consenso, maggiore di quello di cinque anni fa. Questo ci gratifica e al contempo ci carica di responsabilità. Crediamo nel programma che questa sera è stato presentato e crediamo che ognuno di noi Consiglieri (di maggioranza e di minoranza) potrà portare il proprio contributo alla vita politica e amministrativa, perché la democrazia non è un fatto numerico ma di sostanza.
Parafrasando una frase di James Freeman Clarke non vogliamo guardare alle prossime elezioni, ma alle prossime generazioni.

Per questo, la nostra dichiarazione di voto non può essere che favorevole per il mandato politico 2019/2024.

Anonimo ha detto...

Il diavolo fa le pentole e non i coperchi. Bravo palazzi!
E vediamo se era opportuno il rilancio termalismo richiesto da
Bezzini senza fare un minimo accenno all' impoverimento e inquinamento falda termale.

Anonimo ha detto...

"Un'istruzione"... é femminile! La grammatica é fondamentale se si vuol dare lezioni di superiorità intellettuale....supponenza e presunzione ma con stile!!

Anonimo ha detto...

per chiarezza questo commento era In risposta alla "dott.ssa"delle 8:23

"Un'istruzione"... é femminile! La grammatica é fondamentale se si vuol dare lezioni di superiorità intellettuale....supponenza e presunzione ma con stile!!

Anonimo ha detto...

Impoverimento falda termale dichiarato da Marcello palazzi ?
Il pd ha toppato un' altra volta.
Questo dimostra quanto tiene alla tutela del nostro territorio.


mazzetti stefano ha detto...

"La sfida più importante è quella della crescita del sistema economico e turistico, basato sul riposizionamento turistico di Chianciano Terme. Riposizionamento della destinazione turistica che deve passare attraverso la valorizzazione della natura (salvaguardia delle riserve naturali, come la riserva di Pietraporciana, e attenzione verso la natura e l'ambiente circostante), cultura (Chianciano Terme Terra Etrusca), tradizione (preziose acque termali, tradizioni millenarie, tecniche d’avanguardia, costante ricerca scientifica) e sport (Chianciano Terme Città Europea dello Sport. Una nuova visione del sistema di offerta turistica e culturale per migliorare qualitativamente l’attuale modo di visitare e comprendere i patrimoni locali"..............
---------------------------------------------------
OHHH, MI TROVO PERFETTAMENTE D'ACCORDO CON QUESTA DICHIARAZIONE.........MA MI CHIEDO COME SI POSSA DICHIARARE QUESTO, E POI CHIEDERE DI ADERIRE A INIZIATIVE ABBASSANDO I PREZZI :
-BABBO NATELE IN INVERNO APEERTURE DI 1 GIORNO..... 40,00 EURO BB 2P,
-EVENTO ACQUA TRA POCO....30,00 AP MP, 35,00 CAMERA COLAZIONE PRANZO CENA.(NON COPRE I SOLI COSTI GESTIONE)....la stessa cifra che paghiamo(paga lo stato quindi tutti noi) ad alberghi chiancianesi che ospitano "turisti mediterranei di stato",,,,con la differenza che sono continuativi ogni giorno,ogni settimana,ogni anno, con servizi ridotti e certo non turistici, come può la stessa cifra essere adeguata e equa per un evento di solo pochissimi giorni???? ma ci sono sovvenzioni statali a chi aderisce a queste iniziative???? non lo sapevo.
-SPORTIVI VARI a 15-25 euro mp.......
-FOR FAMILY E GIANO---------BOOH NON SO NEMMENO CHE DIRE, HA ADERITO 1 SOLO ALBERGO....FARANNO PROMOZIONE PER SOLO QUELL'ALBERGO CON I SOLDI DI TUTTI.....BELLO DA SAPERE, EQUO,
-chi accetta ricatti e aderisce, e riscuote quelle cifre.....puo essere la persona + benefattrice del mondo......ma a meno che non sia un masochista che paga lui servizi che poi da ai clienti....... riscuotendo quello PUO DARE SOLO IL PEGGIO DEL PEGGIO,SERVITO NEL PEGGIORE DEI MODI, CON I PRODOTTI PIU SCADENTI, RIDUCENDO SERVIZI AL MINIMO, RISCALDAMENTO E ARIA CONDIZIONATA FORSE SI FORSE NO, MA BASTA CHE I CLIENTI SI PORTINO VENTILATORE E COPERTE DA SE........., ORA....... COME QUESTA COSA POSSA ESSERE PUBBLICITà PER INVOGLIARE CHI PARTECIPA A QUESTI EVENTI A TORNARE IN "VACANZA" COME CLIENTE INDIVIDUALE....IO PROPRIO NON LO COMPRENDO.....SICURAMENTE COLPA DEI MIEI LIMITI MENTALI E L'INSUFFICIENZA DI AVERE SOLAMENTE 36 ANNI DI ESPERIENZA NEL SETTORE......, ANCHE SE E UN PO STRANO...NESUNO DEI PROFESSIONISTI CHE QUESTO LAVORO NON LO FANNO, MA CE LO INSEGNANO, VIVE E PAGA MUTANDE E CALZINI CON GLI INCASSI DI CAMERE VENDUTE COME LORO CHIEDONO A NOI------VENDENDO INVECE I LORO DI SERVIZI, A PREZZI PIENI----------
"NUOVA VISIONE TURISTICA"???????????? CIOE? SVENDERE CHIANCIANO E OBBLIGARE GLI OPERATORI A NON POTER RISPETTARE LEGGI NORME PERCHE NON GLI VIENE PAGATO A SUFFICIENZA PER FARLO, MA GLI VIENE CHIESTO INVECE DI PAGARE TUTTE TASSE, E CREARE TDS (pagata in molti casi di tasca nostra) CHE VIENE SPESA PER AZIONI CHE NON AIUTANO E IN ALCUNI CASI DANNEGGIANO LO STESSO COMPARTO CHE LA CREA....... BOOH A ME MI SEMBRA UN FILM DI FANTASCIENZA.

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Anonimo 08,23 la risposta é nella tua premessa, non mi conosci personalmente.

Jessie Carfora ha detto...

Non capisco chi vuole il ponte riaperto a tutti i costi se non è sicuro! Piuttosto un po' più di controllo davanti al bar Grand'italia,macchine parcheggiate alla come mi pare.

Partito Comunista Toscana ha detto...

Avevamo parlato in propaganda elettorale e comunque durante tutte le nostre iniziative da quando siamo nati come Partito Comunista dell'impoverimento della falda acquifera termale e di quale sia lo stato della qualità della stessa. Avevamo promesso battaglia per approfondire la questione e lo stiamo facendo. Vogliamo ricordare a tutte le forze politiche ed alla cittadinanza che l'unica risorsa VERA di cui dispone Chianciano è l'acqua termale, un diritto averla come cura sanitaria con periodo di malattia per la nazione, un dovere rendere tale. Le altre forze politiche hanno espresso la volontà di tutelare l'acqua termale ma sono solo "chiacchere da bar", solamente noi con umiltà e ideologia politica abbiamo parlato dell'acqua termale come risorsa primaria e abbiamo anche detto che reputiamo urgente un controllo della stessa visto l'impoverimento della falda e un controllo sulla qualità. Nulla è stata fatto in questo senso, tutto ciò è sconvolgente, in tutta la regione la situazione è al limite del collasso. A Rapolano Terme, la società terme antica querciolaia spa, soc a partecipazione pubblica (amministrazione provinciale di siena + alcuni comuni), si avvale del logo "EMAS gestione ambientale verificata".
questo riconoscimento viene rilasciato a quegli Enti (DLgs 231/2001) che dichiarano di rispettare le norme internazionali, europee, italiane, per la salvaguardia dell'ambiente (iso 14001, registrazione emas), questo riconoscimento dà diritto a contributi a fondo perduto, agevolazioni, semplificazioni da parte della regione, dello stato, dalla UE.
dove stà il problema :
le dichiarazioni sono false. sappiamo che il concessionario non ha rispettato le Norme imposte dalla regione, ed ha comunque ottenuto il rinnovo della concessione (altro esempio di abuso di ufficio )a danno di un bene pubblico. Per fare un altro esempio: nel documento della regione del 26 gennaio 2015, la regione dichiara che le terme di montecatini spa, soc. partecipata dalla regione ( solo 1/3 dei concessionari ha installato gli strumenti di misura), non ha installato gli strumenti di misura obbligatori per legge pena la decadenza della concessione. (LR 38/2004) . La concessione è stata rinnovata il 27 marzo del 2012. Questo non è reato di abuso di ufficio ? perchè i consiglieri regionali della lega, 5 stelle, fratelli italia, pd, non hanno fatto una denuncia alla procura non appena sono venuti a conoscenza che era stato commesso un reato , così come recita l'art 361 del cpp ? tutti erano a conoscenza di tale documento. !!!
perchè nonostante ciò il consigliere regionale del pd Bezzini, il 30 gennaio del 2018 ha presentato una mozione per il rilancio del termalismo ?
Se non installi gli strumenti di misura per consentire il monitoraggio regionale finalizzato alla salvaguardia del patrimonio indisponibile già dalla LR 86/1994 e successiva LR 38/2004, non potresti aver commesso anche un reato ambientale per un'alterazione irreversibile dell'equilibrio dell'ecosistema ? legge 68/2015 : scarsità delle precipitazioni, mancanza di bilancio idrico, mancato rispetto delle Norme , emungimenti indiscriminati etc etc .
La regione legifera, non rispetta le norme e non le fa rispettare.
nel documento del 26 gennaio 2015 la regione dichiara che non può intervenire nei confronti dei Concessionari inadempienti. La LR 38/2004 art 6 comma 3 invece lo prevede,
Questo per esempio non è reato di falso ideologico?

Partito Comunista Toscana ha detto...

Continuiamo insistendo sul fatto che la risorsa termale debba essere tutelata e restituita di diritto alla popolazione e non sfruttata senza criterio! Il Partito Democratico che ha governato per anni ha distrutto la nostra fonte primaria di reddito, come a Chianciano, come in tutta la regione e gli altri partiti o liste civiche non si oppongono a tale situazione ma fanno finta di nulla, non sapendo come fare....perchè la verità brucia e se a monte non vi è una lotta politica accompagnata dall'ideale, si rimane inermi.....! Noi lo diciamo a gran voce, le Terme sono state il PASSATO, devono essere il PRESENTE, dovranno essere il FUTURO! Avete distrutto il nostro presente ma lotteremo per ricostruirlo e composto da diritti sociali e daremo FUTURO alle persone ma il NOSTRO FUTURO non il vostro che sarà ancor più pieno fatto di disinteresse, speculazione, depressione, privatizzazione e scoramento! LOTTA CON IL PARTITO COMUNISTA, LOTTA PER CHI CREDE NEL PROFITTO SOCIALE E NON IN QUELLO PRIVATO! LOTTA NON RIMANERE INERME, NEANCHE UN VERME LO E'!

Anonimo ha detto...

Quando c è qualcuno che dice la verità, tutti muti.
Perché?

Anonimo ha detto...

Giusto Stefano, fatti rispondere da quei signori che fanno IL tifo per il bel programma di politica industriale chiancianese. Il loro stipenndio arriva puntuale tutti i mesi. CHI FA impresa se lo deve guadagnare.

Anonimo ha detto...

Piccinelli non ti preocuppare che se non ce la fanno in 5 anni a fare tutte queste cose finiranno a quell'altra legislatura , tanto se continuate così ribattete una musata anche fra 5 anni !

W Fallarino !!!!

Damiano Rocchi Assessore Ambiente, Rifiuti, Risorse Idriche, Protezione Civile, Partecipate Comune di Chianciano Terme ha detto...

La nostra comunità si sta sempre più riappropriando della propria identità culturale, formata anche da tradizioni antiche e da sani stili di vita passata.
E tutto questo grazie alle associazioni culturali che insistono sul territorio e alle persone che attorno ad esse gravitano.
Il loro contributo è stato e continua ad essere fondamentale, così come di fondamentale importanza è la passione e la dedizione che questi cittadini mettono nella promozione culturale.
“Du’ pici sotto le stelle” è senza alcun dubbio tra gli eventi e/o attività che sono cresciuti nel tempo e che costituiscono oggi un’importante offerta culturale e di intrattenimento anche per il turista.
Un immenso grazie e bravi a tutti!! 👏🏻👏🏻

Anonimo ha detto...

Li devi ringraziare bene
Sono gli unici che riescono a portare la gente in paese al contrario di voi che l'avete fatto svuotare.

Anonimo ha detto...

Perché il livello è parecchio basso e perché bastafa'.
Qui si vuol curare il brutto male con le tisane!!
Un bravo al Bettollini, analisi lucida e corretta.

Partito Comunista Toscana ha detto...

Mettiamo le basi, facciamo una prima analisi:

10-1 PROBLEMI DI PROTEZIONE E IGIENE DELLA RISORSA
IDRICA (Pozzi-Sorgenti-Laghi-Fiumi)
Nella nostra provincia non è difficile riscontrare, anche se in misura ridotta, quegli stessi fenomeni di inquinamento dell'acqua, del suolo ed in alcuni casi anche dell'aria che si riscontrano ovunque.
Anche se il nostro territorio sembra, per mancanza di grandi infrastrutture industriali, non soffrire gravi problemi di inquinamento, tuttavia in tempi brevissimi si sono verificati fenomeni di trasformazione dell'habitat biologico, che si possono, sia pure sommariamente, riassumere in:
-abbandono delle zone collinari e montane con mancanza di interventi sull'assetto
idrogeologico del territorio;
-degradazione delle opere elementari di regimazione delle acque;
-diffusione in alcune zone di monocolture e soprattutto uso indiscriminato in agricoltura
di antiparassitari tossici e diserbanti che, a causa del dilavamento delle piogge, possono
raggiungere sia le falde acquifere che i corsi d'acqua;
-inquinamenti di natura organica, provenienti da allevamenti zooagricoli;
-liquami di provenienza domestica e urbana con forti componenti di detergenti non
biodegradabili, oli minerali e rifiuti di vario tipo e composizione;
-rapida espansione degli agglomerati residenziali ed irrazionali insediamenti industriali
con distruzione delle aree verdi adiacenti alle zone abitative, come conseguenza di una
mancata disciplina urbanistica;
-movimenti di terra ed attività estrattive;
-moltiplicazione dei rifiuti solidi e liquidi;
-aumento del fabbisogno idropotabile in colle gamento alla crescita dei bisogni civili
della società:
-largo uso di detergenti;
-scarico di sostanze tossiche nell'atmosfera;
L'armonia di un tempo dei fattori ambientali (aria, acqua e suolo), che stava alla base della salute individuale, oggi è turbata dalla continua e crescente dispersione nell'ambiente dei più
diversi tipi di rifiuti e residui; il tutto avviene in tempi così ristretti e raggiunge concentrazioni e volumi di tale entità da superare le pur rilevanti capacità di autodepurazione ambientale.

Partito Comunista Toscana ha detto...

Analizziamo ora un altro passaggio, augurandoci che entrambe le forze politiche all'interno del consiglio comunale ci sappiano dire cosa è stato fatto in merito, visto che l'acqua termale è importante per Chianciano come risorsa primaria e non come ultima....

10-1-1 inquinamento
Mentre l'inquinamento delle acque superficiali è immediato quello delle falde acquifere sotterranee è più subdolo poiché arriva in un secondo momento. Infatti nelle falde acquifere profonde l'inquinamento è tanto più temibile in quanto arriva senza segni manifesti e la sua origine può essere anche molto lontana nel tempo e nello spazio. Questo perché, come precedentemente detto, le zone di ricarica delle falde acquifere possono essere anche a molti Km. di distanza. Inoltre questo inquinamento dura molto più a lungo ed e' di difficile eliminazione. Infatti nella zona di terreno superficiale non interessato dalla falda acquifera, l'autodepurazione naturale, specialmente se in presenza di terreno ricco di humus che rappresenta un vero e proprio filtro biologico, può avvenire in tempi molto brevi con meccanismi di biodegradazione;
nell'acquifero, invece, solo la diluizione e quindi il ricambio dell'acqua, ha un effetto depurativo. Nel bacino termominerale di Chianciano Terme l'inquinamento è maggiormente favorito a
causa dell'elevata permeabilità per fessurazione delle rocce calcaree, permeabilità che determina
una circolazione molto rapida.
A causa del terreno pe r lo più carsico, manca, oltretutto, una vera e
propria filtrazione soprattutto in prossimità delle doline che costituiscono un veicolo privilegiato per la percolazione dell'acqua nel sottosuolo (la sorgente dei Fucoli subiva e forse subisce ancora degli immediati intorbidimenti dopo forti precipitazioni). Pertanto qualsiasi elemento inquinante presente nei terreni calcarei può, attraverso il veicolo acqua, rapidamente raggiungere la falda termo-minerale con conseguenze irreparabili. I principali centri di pericolo per l'inquiname nto delle falde sotterranee presenti nelle nostre
aree sono:
-discariche -asportazione del suolo -trivellazioni -cave -insediamenti antropici-
smaltimento liquami con irrigazione a pioggia -pozzi neri -strade e parcheggi (sulle strade possono
transitare mezzi con sostanze inquinanti) -concimi inorganici, fertilizzanti ed antiparassitari -
allevamenti di massa -pozzi.
10-1-2 impoverimento
L'abbassamento della falda termale di Rapolano e la diminuzione di portata di alcune sorgenti della zona (Bertoldi-Fancelli-Nuti 1975) rispecchiano un fenomeno che, per le caratteristiche idrogeologiche sopra dette, non può essere limitato alla sola zona di emungimento. Esso deve necessariamente interessare l'intero bacino idrotermale, che, come abbiamo detto, si estende da S. Casciano Bagni fino a Rapolano.

Dr. Geol. Marcello Palazzi Piano Struttura Chianciano T.

Partito Comunista Toscana ha detto...

LA PROTEZIONE. Anche in questo caso chiediamo lumi sia all'amministrazione targata PD, sia a quella targata PUNTO E A CAPO.....,sempre con rispetto ma con fermezza sarebbe il caso di saperne di più...

10-1-4 protezione
Per la salvaguardia ed una corretta gesti one delle sorgenti termo-minerali e' necessaria
una presa di coscienza verso i problemi dell’i nquinamento e dell'impoverimento della falda non
solo come fatto culturale ma anche come probl ema socio-economico che investa sia le autorità
che il comportamento dei singoli cittadini.
Dobbiamo prendere atto che quando si emunge acqua da una sorgente o da un pozzo in modo indiscriminato, ignorando i reciproci rapporti fr a i bacini geologici di alimentazione delle falde e senza aver determinato il bilancio idrico, si rischia di alterare l'intero sistema dell'acquifero con inevitabili conseguenze negative per le sorgenti ad esso dipendenti e con danni all'intero sistema.
Siamo pertanto di fronte ad un problema di ampie dimensioni non solo idrogeologico ed igienico-sanitario ma anche economico e sociale, risolvibile comunque mediante scelte prioritarie di programmazione a livello regionale, provinciale e comunale, istituendo aree di protezione delle sorgenti entro le quali l'uso del territorio dovrà essere rigidamente disciplinato da una specifica normativa.
In considerazione di quanto sopra, nella Tav.G.5.1 è stato riportato il limite “dell'area di protezione delle sorgenti del Comprensorio Termale” (ex Art. 89 del PRG), tracciato tenendo conto degli affioramenti calcarei con una fascia di rispetto intorno ad essi di circa 40-50 m. e delle aree di vulnerabilità degli acquiferi delimitate dal PTCP (aree sensibili di classe 1 e 2).
Riguardo alle prescrizioni su quest’area si rimanda al Regolamento Edilizio.
Questa fascia è, a nostro avviso, necessaria per mantenere una zona tampone impermeabile
intorno agli affioramenti.
L'area Via Buozzi - Via Le Piane e' stata in serita riportando sulla carta la linea ideale che unisce gli affioramenti della formazione calcar ea presenti lungo via Baccelli e quelli presenti al di sopra dell'Hotel Raffaello. Tale linea ideale è presente nella realtà come linea di faglia (attraverso la quale, ormai è certo, risalgono i fluidi termominerali), come ben evidenziato nella
Carta Geologica e da varie emergenze di acque termali scaturite nell'area - edificio via Baccelli 22, area ex Hotel Centrale, frana piazza Italia e albergo Moderno (1952), area ex Tennis Club.
Da tutto quanto sopra emerge che nelle istruzi oni tecniche dello strumento urbanistico del
Comune di Chianciano Terme si dovrà tenere conto della realtà di cui sopra, adottando normative e
prescrizioni particolari per la protezione del bacino termo-minerale. Tali normative dovranno far
parte del nuovo P.S ed essere rigorosamente rispettate all'interno dell'area di protezione delle
sorgenti.
Si auspica inoltre che nelle istruzioni tecniche degli strumenti urbanistici dei Comuni
di tutto il comprensorio termale si adottino no rmative analoghe a quelle di Chianciano per la
protezione di tutto il bacino termale.
A tal proposito la Provincia di Siena nel PTCP ha emanato una Disciplina delle Aree sensibili (Approvata con D.C.P. n. 124 del 14/12/ 2011) perseguendo il fine della tutela degli acquiferi (vedi Cap. 11).

Dr. Geol. Marcello Palazzi Piano Struttura Chianciano T.

Anonimo ha detto...

Eh sì Chianciano affonda come il Titanic l'orchestra suona e si mangiano i pici.E comunque i chiancianesi con il cassetto vuoto hanno scelto di continuare così...rigirandola appunto a pici sperando perlomeno nella pancia piena.
Pullman di serie c eventi sportivi di serie c amministratori di serie c
economia retrocessa nei dilettanti.
Le tante ammirevoli associazioni fanno il suo non strumentializziamole.

mazzetti stefano ha detto...

purtroppo il lavoro,e l'impossibilità di assentarmi da azienda, mi impedisce di vedere personalmente o partecipare a qualsiasi evento, ma volevo cmq, fare complimenti a tutti i coinvolti di questi giorni, che hanno animato centro storico, GRAZIE!!!!!!

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Alle 21 di questa sera arriva il primo Freccia Rossa alla stazione di Chiusi. Immagino la schiera di fasce che si ritroveranno per festeggiare, giornalisti e lecchini vari che andranno a celebrare l’evento. Sarebbe il caso di iniziare a pensare a come potrebbe essere utilizzato. Ad esempio, è venuto in mente a nessuno che Chianciano potrebbe mettere tra le sue offerte, anche città come Napoli e Roma? Una e due ore di treno, partendo la mattina alle 8 e con rientro su Chiusi alle 21, quindi in tempo per la cena in albergo. Non è una cosa da poco. Perché nessuno l’ha promossa?
Un’offerta da fare sia al turismo italiano che straniero, tanto individuale quanto di gruppo. Si, anche ai gruppi che dormono a Chianciano per poi spostarsi a Roma con l’autobus in quasi 2 ore. Forse un’occasione per farli fermare a dormire una notte in più… Certo per avere risultati adesso, andava fatta una promozione già da mesi. Svegliamoci, altrimenti tra qualche mese lo fanno sparire…

Anonimo ha detto...

Piccinelli che chiacchieri che se avevi vinto l'elezioni c'eri anche te alla stazione ! INVIDIOSOOOOO !!!

Anonimo ha detto...

Piccinelli brucia ancora la sconfitta eh ? Che rabbia che non ci puoi essere te con i tuoi lecchini invece degli altri sindaci !

Le cerchi ma le trovi !

Anonimo ha detto...

Lui almeno ci sarebbe venuto a chiusi al contrario di qualcun altro. Ovvia.. Dove era aveva il virus??

Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano ha detto...

Scusate ma anziché rispondere a me perché non vi concentrate sul tema, dando un contributo su come sfruttare questa occasione, almeno io la ritengo tale, altrimenti ci verrà tolta.

Andrea Marchetti Sindaco di Chianciano Terme ha detto...

Presenze record a Sport in Tour Us Acli, in oltre 5 mila a Chianciano Terme

Nuoto, arti marziali e focus su Olimpiadi e nutrizione, week end da protagonisti

Chianciano Terme, 09 giugno 2019 - È giorno di premiazioni finali al Parco dell’Acquasanta di Chianciano Terme. L’epilogo del secondo dei tre week end dello Sport in Tour 2019 che quest’anno ha portato lo sport dell’Us Acli in giro per le località della Valdichiana. Nuoto con lo SwimAcli 2019, Arti Marziali in tutte le declinazioni e corsi rivolti a giornalisti e sulla nutrizione. Anche quello iniziato venerdì 7 giugno e terminato oggi, è stato un fine settimana bagnato dai colori dello sport e del sole. Squisito anticipo dell’ultimo week end di Chianciano che si svilupperà dal 14 al 16 giugno prossimi e che vedrà, tra le varie attività, nuovi stage di karate sportivo con maestri Fijlkam sui tatami del Pala Montepaschi, Stelle in Rosa con il campionato over 40 di pallacanestro femminile al Palazzetto dello Sport e la fase congressuale con la Presidenza Nazionale Us Acli. La penultima tranche appena conclusa, invece, è stata l’occasione per aggiornare i dati statistici e stabilire nuovi record rispetto alle ultime edizioni. Soltanto in questo week end infatti sono state circa 5.500 le presenze alberghiere a Chianciano Terme.

Non solo sport, perché il Tour Us Acli ha portato a Chianciano anche tanti responsabili dei Comitati provinciali che tra ieri sera e stamane si sono dati appuntamento all’Hotel Cristallo per fare il punto sullo sviluppo associativo. Nella serata di ieri è stato importante l’intervento del responsabile sviluppo associativo delle Acli nazionali, Paolo Petracca: “Sul tesseramento - ha rassicurato il delegato Acli - la volontà politica è continuare a dare continuità a queste strutture. Sulla parte di ammodernamento del tesseramento, alcuni nodi sono stati già sciolti dall’Unione Sportiva. All’esterno ci vedono come un unico mondo, anche se nel nostro interno siamo un arcipelago. L’Unione Sportiva è uno dei modi più moderni per intercettare certi tipi di persone in modo diverso rispetto all’aclista classico. Lo sport è un linguaggio universale per contrastare la semplificazione del linguaggio che oggi vogliono i populismi”. Il Presidente dell’Us Acli, Damiano Lembo, ha quindi aggiunto: “La riforma del Terzo Settore e il sistema sportivo sono argomenti che si stanno evolvendo di giorno in giorno. Fondamentale è il contatto sul territorio. Stiamo entrando in contatto con un nuovo sistema che si sta riformando in termini schizofrenici. Con Sport e Salute i contributi potrebbero essere esclusivamente su bandi, per questo stiamo girando il territorio ovunque con qualsiasi scusa pur di marcare il territorio”. Il Vice Presidente Vicario Antonio Meola, ha quindi rinnovato il suo invito alle Acli nazionali: “Oggi stiamo facendo proprio quello che avevamo pensato tempo fa: sport e formazione. Ci sono più di 5500 persone tra i tre week end. Se ci contiamo tutti all’interno delle Acli siamo più di un milione, siamo una bella famiglia: perché non farla tutti insieme questa festa? Il turismo sportivo è qualcosa di molto interessante da approfondire, bisognerebbe coinvolgere anche il Cta: noi vogliamo stare nel sistema”. Stamane l’incontro ha avuto un secondo tempo con il Vice Presidente Us Acli Luca Serangeli in cui sono stati analizzati temi riguardanti il Registro Coni 2.0, attività sportive e formative, programma tesseramento, temi assicurativi e nuova normativa privacy.

#chiancianotermetownofsport2019 #lombelicodelmondo #piubellacosanonce #lavitaebella

Anonimo ha detto...

Che ideona Piccinelli, portare la clientela a fare shopping a Roma. Saranno entusiasti i commercianti chiancianesi!

Associazione Albergatori Chianciano Terme ha detto...

Primo consiglio direttivo del nuovo mandato di Presidenza dell'Associazione Albergatori Chianciano Terme.
Ospiti per un confronto il direttore generale di Federalberghi Nazionale, dott Alessandro Massimo Nucara e la nuova Giunta del Comune di Chianciano Terme con il Sindaco riconfermato Andrea Marchetti

Anonimo ha detto...

Vorrei fare un plauso a gli albergatori di Chianciano, che a €30 accolgono atleti per le manifestazioni sportive, diventando così veri sponsor di tali iniziative per il gaudio di Bar e Ristoranti. E permettere a questa amministrazione di gioire per queste fruttifere presenze.

Anonimo ha detto...

Dispiace vedere che si confrontano con il Sindaco persone che non sono albergatori...

stefano mazzetti ha detto...

c'è un iniquità incredibile, non è sbagliato fare promozione anche con estemporanee offerte low cost..... prezzi civetta sono in tutti i supemercati, ma li, a fronte di 1 prodotto sottocosto si esce con una sportata di roba pagata a prezzo pieno......... qui la civetta è l'alloggio e basta, e le sportate tutto il resto,minimale magari anche quello, ma che per Chianciano sia un pro, è innegabile, non per le civette però......, ma ste civette, oltretutto protette, hanno diritto di mangia na beccata di ciccia.......o devono fare dieta obbligata ???all'asino che provarono a fargli fa dieta perenne, quando ci riuscirono mori.......

Anonimo ha detto...

Abbiamo visto affrettarsi l'amministrazione nella settimana prima delle elezioni a fare asfalto in piazza italia e poi passato le elezioni tutto fermo nemmeno la segnaletica stradale.
Quindi mi viene il dubbio che una volta ripresa la poltrona ripasseremo 5 anni bui senza scappare da questa crisi imminente. Pensano solo a fare festicciole e nomi di immagine.
Io queste 5000 persone non l'ho viste anzi si vedono sempre meno.

Anonimo ha detto...

Ormai siamo un paese dormitorio da quattro soldi possono venire anche 20000 tanto facciamo sempre i saldi.
Se per caso prendiamo un evento di livello poi è un ecatombe di lamentele come quando venne il giro d'Italia di qualche anno fa.
Dopo la trasmissione di report di stasera e tutti gli altarini che hanno tirato fuori il futuro è ancora più nero.

Anonimo ha detto...

Occorrerà rispondere al servizio "poco gradevole" sul capitolo che riguardava la non efficacia delle cure termali fatto da Report:
Tanto per citare una delle possibile risposte:
La medicina termale è parte intrinseca della medicina e, pertanto, si è adeguata alle caratteristiche fondamentali dell’approccio contemporaneo. Non si ispira al riduzionismo o alla parcellizzazione dell’organismo, ma alla nuova concezione positiva di salute promossa dall’OMS:
La salute è uno stato di benessere fisico, mentale e sociale e non consiste soltanto nell’assenza di malattia o di infermità. Il possesso del miglior stato di salute che ciascuno di noi è capace di raggiungere costituisce uno dei diritti fondamentali di tutti gli esseri umani […].
Altra cosa è invece la parte della tutela delle sorgenti, su quella non si può che essere d'accordo; controllo più preciso possibile sugli attingimenti.

Anonimo ha detto...

Un asino può anche fingersi cavallo ma prima o poi raglia....

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 19.09 hai ragione,ma come e' formato il consiglio dell'associazione ? A me non mi rappresenta...

Anonimo ha detto...

se non ti rappresenta, la prossima volta candidati e vediamo se sei eletto/a.

Anonimo ha detto...

Lo sai che le elezioni sono organizzate in due giorni??

Anonimo ha detto...

Per anonimo del 11 giugno 2019 07:19,
Solo per diritto di cronaca, prima di dire che non ti rappresenta, va fatta una precisazione, l'Associazione Albergatori (Federalberghi) alla quale credo che ti riferisca, è un'associazione composta dagli albergatori iscritti a tale associazione e non di tutto coloro che possiedono/gestiscono un albergo sul territorio comunale, inoltre per avere il diritto di voto, devi pagare l'iscrizione annuale come in tutte le associazioni, credo.
Sei hai le caratteristiche sopra esposte, puoi votare ed essere rappresentata, altrimenti è ovvio che tu non sia rappresentata, NON PUOI VOTARE ED ELEGGERE NESSUNO!
Per chiudere, l'Associazione in questione NON rappresenta TUTTI gli albergatori, ma solo quelli con le caratteristiche sopra citate. Magari sarebbe interessante sapere quanti sono gli aventi diritto al voto e quindi rappresentati da tale associazione, questo si, ma è cosa diversa da fare lamentele a caso.

Anonimo ha detto...

E se io le quote le avessi pagate???

Anonimo ha detto...

Cari albergatori associati e non, anche stavolta avete esercitato come da sempre l'arte della delega. Nessuno che si sia candidato a sindaco che ci abbia messo finalmente la faccia. La politica va fatta da dentro e chi da sempre detiene il potere economico nelle località turistiche non dovrebbe delegarla ma entrare nei partiti e cavalcarla, prendendo le decisioni giuste per se è per gli altri.
In Romagna per esempio è quello che è successo tutti nel partito di maggioranza e tutti a remare dalla stessa parte ed è questo che li ha portati anni luce avanti a noi.
Sicuramente organizzati come sono anche in momenti di prezzi bassi quello che li rimane in tasca è ben più cospicuo di ciò che rimane alle nostre strutture.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 14.33 ma tu fai parte dell'associazione,o sei l'avvocato d'ufficio?

Anonimo ha detto...

Alla festa per la fermata del primo frecciarossa alla stazione di Chiusi-CHIANCIANOTERME erano presenti quasi tutti i sindaci della zona meno UNO. A rappresentare Chianciano c'erano Daniele Barbetti pres. A.A. e Mauro della Lena dir. delle Terme. Come mai l'amministrazione di Chianciano era assente ? potremo sapere il perchè di questa assenza pesante ?

Anonimo ha detto...

Vergogna.... nella fermata della stazione c è SCRITTO CHIUSI _ CHIANCIANO TERME, Tonto te tutto il tuo seguito. Sicuramente prima delle elezioni avrebbero portato loro la porchetta, ma dopo solo salamini

Anonimo ha detto...

Il Natovecchio vicino al treno nuovo....ahahahahahha