e-mail: valtuboblog@gmail.com

Previsioni Meteo Chianciano Terme

Previsioni Meteo Chianciano Terme
Previsioni Meteo Chianciano Terme aggiornate ogni Sabato

Euroservice Solution Italian Real Estate

Euroservice Solution Italian Real Estate
CLICCA BANNER PER SAPERE DI PIU'! ​Euroservice Solutions Italian Real Estate di Oreste Castrini Da oltre 30 anni Agenzia Immobiliare e di Servizi P.zza A. Gramsci 1/F 53042 Chianciano Terme (SI) Tel e Fax +39 0578 20187 Mobile: +39 3355336475 www.euroservicesolutions.it ​mail: info@euroservicesolutions.it Orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; 15-18

martedì 13 dicembre 2011

“Blitz” degli Albergatori in Comune per dire no alla tassa di soggiorno!



Valtubo Blog WEB TV video esclusivo
Dopo l’assemblea di Federalberghi Chianciano tenuta nel pomeriggio di lunedi 12 dicembre, i soci dell’Associazione Albergatori hanno deciso di presentarsi in forze per manifestare il loro dissenso all’introduzione della tassa di soggiorno per il 2012.
Ieri sera alle 21,00 in una riunione, convocata dall’assessore Piccinelli, che doveva vedere presenti solo i rappresentanti delle categorie, Confcommercio, Associazione Albergatori, Asshotel e Confesercenti si sono presentati oltre 30 albergatori.
L’incontro si è tenuto nella sala consiliare (come si vede nel video esclusivo di Valtubo blog) alla presenza della giunta quasi al completo infatti oltre all’assessore Piccinelli erano presenti il Sindaco Gabriella Ferranti e gli Assessori Giani, Claudio Rossi ed Altobelli, l’Associazione Albergatori ha sostenuto di non volere la tassa di soggiorno per il 2012 e di discutere un’eventuale introduzione per il 2013, primo perché in un Comune dove si richiede lo stato di crisi è un controsenso introdurre una nuova tassa, anche perché avendo gli alberghi già sottoscritto con le agenzie contratti sul prezzo per la prossima stagione, c’è la concreta possibilità che il costo della tassa per il prossimo anno finisca a carico delle aziende.
La Confcommercio tramite le parole del presidente Camisa si è allineata dicendo che la posizione contraria è sostenuta in tutta la provincia, a sorpresa  la Confesercenti con Pericoli e l’Asshotel con Duchini e D’amico si sono detti favorevoli all’introduzione immediata della tassa sostenendo la tesi che tanto la paga il turista.
La Giunta ha a quel punto dichiarato che l’assenza di denaro e di fondi provenienti dagli enti pubblici e dal Monte dei Paschi, che in un incontro con i 36 sindaci della provincia per bocca di Gabriello Mancini ha parlato di “…cambio del modello economico da parte del MPS per l’immediato futuro…”
Il dibattito sempre più acceso ha coinvolto anche i molti albergatori presenti che hanno contestato l’introduzione della tassa, esprimendo molti timori e la loro difficoltà nel lavoro, adesso verranno programmati una serie di incontri tra Amministrazione e categorie, per definire l’argomento e delineare eventuali tempi e modalità.

Valtubo
Foto Valtubo - Albergatori in Comune 

Foto Valtubo - Albergatori in Comune

17 commenti:

valtubo ha detto...

Il Sindaco ha anche assicurato che le piscine termali finiranno entro il 2012, che i lavori di Piazza Italia inizieranno i primi di gennaio e sono stati assegnati alla ditta CCC (la stessa che sta lavorando alle piscine termali) e che per Borgonovo non è ancora definita la data per il riavvio del cantiere.

Anonimo ha detto...

In realta' quello che forse e' stato ottenuto e' un rinvio di sei mesi, per organizzare non si sa bene che cosa da parte degli albergatori, quindi niente tassa di soggiorno a maggio giugno ma dal 2013. Fare risse e barricate puo' essere spettacolare ma non risolve i problemi. Se questa tassa deve arrivare, e arrivera', e'bene che venga canalizzata in obbettivi ben precisi che portino vantaggio al turismo e quindi al paese. Certo era bene prima discuterne con gli amministratori e arrivare ad accordarsi su una linea che fosse favorevole innanzi tutto agli albergatori, che tra l'altro hanno dato un pessimo esempio di loro stessi ieri sera.

Mazzetti Stefano ha detto...

per quello che mi e ci riguarda come categoria agrituristica-agricola, non cambia niente come al solito, non siamo considerati e nemmeno rappresentati nelle riunioni,quindi come al solito "subiamo" le decisioni che altri prendono senza possibilità di esprimere democraticamente almeno le nostre opinioni, vabbè ci siamo abituati ,l'atteggiamento è sempre il solito dimostrato da 3 diversi sindaci e amministrazioni che rifiutarono la consegna del "confalone" (stendardo o come si chiami,)a rappresentanti agricoltori per partecipare con il nome di Chianciano a manifestazioni di settore, dicendo :"chianciano vive di altro, l'agricoltura è in'influente e l'amministrazione non ha nessun interesse ad essere rappresentata a manifestazioni del vostro settore"...........POI PERò TUTTI IN MODO IPOCRITA SI PIENANO LA BOCCA DI VERDE,TUTELA PAESAGGIO, PRODOTTI A KM 0, NATURALITA,ETCTEC,............. grazie a Valerio almeno qui pareri personali li possiamo dare, parlando solo a nome , se necessario ,ok anche alla tassa di soggiorno, tanto una più o meno,ma sono d'accordo con il gruppo di albergatori che dovrebbe essere inserita dal 2013, per dar modo di prendere le prenotazioni già sapendo di doverla ammortizzare,ed educare il cliente a sapere in anticipo di doverla pagare in modo che non si trasformi in un costo non "digerito" dal cliente perchè inconsapevole di doverlo pagare che farebbe si di "incattivire" il cliente nei riguardi di chi chiede i soldi e quindi l'albergatore,personalmente nel mio piccolo ho già prenotazioni con 2 tour-operator nero su banco con contratti firmati fino a maggio 2013,e certo come hanno evidenziato parte dei colleghi albergatori in questi casi il costo non è per il cliente,ma per noi, perchè (almeno per me) non posso modificare contratti fatti con agenzie che operano a livello internazionale , così la cara tassa la dovrò pagare io, non il cliente, comunque è necessario e quindi ok pagheremo anche questa...........

Anonimo ha detto...

COMUNQUE DAI ADDOSSO AGLI ALBERGATORI !!!!
DEVONO CHIUDERE TUTTI!!!!
O ALMENO IL 90% , POI VEDRAI COME DIVENTERA' BELLO E ATTRATTIVO CHIANCIANO...
TUTTO CALMO E TRANQUILLO...
POCHI POCHISSIMI NEGOZI, FORSE PUNTI...
QUANDO C'E' LA COOP E' ANCHE TROPPO..
UNA BANCA, LA POSTA, UNA FARMACIA,
E COSA SONO TUTTI STI STUDI DI COMMERCIALISTI, TUTTI STI ARTIGIANI, TUTTI STI DOTTORI...
DOVRETE EMIGRARE QUASI TUTTI...
CHIANCIANO LA FUTURA CASTIGLIONCELLO SUL TRINORO...
VIA GLI ALBERGHI E GLI ALBERGATORI E ABBIAMO RISOLTO TUTTI I PROBLEMI !!!

Roby 53 ha detto...

Scusare ma non ho ancora capito come verranno usati gli introiti ricavati dalla "famosa" tassa di soggiorno? In un paese quasi morto che cavolo hanno intenzione di dare a quei pochi clienti che ancora hanno il coraggio di avventurarsi in questo mortorio. In che modo impiegheranno quei pochi soldi? In tante promesse ?

Anonimo ha detto...

La tassa di soggiorno va applicata.
Deve servire a coprire le maggior spese che il Comune sostiene per i turisti:
Maggior numero di autobus pubblici in estate, maggiori spese per la manutenzione delle strade ecc.
esattamente come era prima che fosse abolita.
Chi consuma di più è giusto che paghi di più

Anonimo ha detto...

Come sospettavo la tassa di soggiorno verrà probabilmente introdotta "per fare cassa". E quindi non per pagare gli autobus e rifare i marciapiedi a chi li consuma (mamma che post surreale!!!) ma soprattutto per continuare a pagare lo stipendio agli incompetenti e ai parassiti, affondare del tutto l'economia del paese e mantenere in piedi un'amministrazione che viaggia beatamente tra il comico, il ridicolo e lo stralunato. Già sarebbe difficile, ma con questi è obiettivamente impossibile andare avanti. Speriamo saltino presto la Fondazione e il MPS. Forse ci siamo. Se affondano loro di certo si tirano dietro questa gestione disgraziata delle terme, tutti quei carrozzoni delle partecipate e queste amministrazioni improponibili. Allora forse si riparte, dal niente ma si riparte. Certo non si riparte da sindaci che hanno bisogno di google maps per capire dove sono, non da presidenti con la faccia del bravo funzionario di partito, che neanche ci sperava da giovane in tanto ben di Dio aggratis, non da direttori assurdi con stipendi da centomila euro e più per scaldare arrogantemente la sedia. Per quello che hanno dimostrato solo parassiti di primordine in gara con quelli di roma, che di buono hanno avuto solo la capacità di vendersi bene in questo sistema rosso-fioso. Come quelli della pubblicità, avete presente? il parassita del cane ecc.

Forza vanga ha detto...

La differenza la fanno quelli che se la mattina non si alzano e non vanno a lavorare, si crea un problema ed in molti se ne accorgono; in confronto a quelli che, se la mattina non si alzano e non vanno a lavorare, nessuno se ne accorge e, questi ultimi, sono in parecchi!
W la vanga!

Anonimo ha detto...

Chianciano Incontro movimentato in Comune ma la decisione sembra presa

La città si spacca sulla tassa di soggiorno

Non solo gli albergatori ma anche i commercianti si dividono

CHIANCIANO TERME - Sulla possibile introduzione della tassa di soggiorno e soprattutto sulla data di eventuale introduzione, si spaccano gli Albergatori e i Commercianti. Se gli albergatori di Federalberghi presieduti da Simonetta Mencarelli dichiarano la loro contrarietà almeno all'introduzione nel 2012 e sono possibilisti per il 2013, gli Albergatori che hanno seguito Anna Duchini in Assohotel Confesercenti sono invece a favore della tassa di soggiorno da subito. Favorevole anche Confesercenti, contraria Confcommercio: spaccati dunque anche i commercianti della città.
Così Massimo Rondoni, segretario comunale del Partito democratico auspica un accordo e chiarisce che, se tassa deve essere, che la sua applicazione deve nascere da una unità di intenti. "Può essere anche considerata una opportunità purchè le risorse versate dai turisti vengano destinate ad interventi finalizzati ad incrementare le presenze, innescando un circolo virtuoso. Ma il nostro auspicio è che l'applicazione della misura derivi da un accordo sereno e condiviso fra l'Amministrazione e le categorie economiche". Chi non rema a favore, sostiene che sia un controsenso chiedere al Governo lo stato di crisi e poi applicare la tassa senza battere ciglio. Mentre qualcuno degli albergatori si gioca la carta in chiave promozionale "Potremmo dire in uno slogan "Sono le uniche Terme dove non si paga la tassa di soggiorno'!'. Scendendo nel dettaglio delle cifre, si può ipotizzare per il cliente, una cifra di 0,30-0,40 euro al giorno con un gettito stimato, nella migliore delle ipotesi a regime, di 6-700 mila euro di entrata annua. Lunedì scorso in una riunione serale in Comune per discutere della city tax, c'erano Confcommercio, Associazione Albergatori, Assohotel e Confesercenti e anche diversi singoli albergatori che hanno espresso preoccupazione e rivolto domande agli Amministratori . "Non è emerso alcun veto alla tassa di soggiorno, considerata anzi dalle categorie economiche una opportunità - precisa il sindaco Gabriella Ferranti - L'incontro di lunedì sera è stato molto fattivo e anzi auspico che ce ne possano essere altri così partecipati. Non c'è stato alcun nessun blitz, mi auguro che ci siano altri incontri così. Le categorie hanno posto l'accento sostanzialmente sulla tempistica, sul quando cominciare ad applicare la tassa. Creeremo dunque un tavolo finalizzato ad un lavoro comune su due piani, da un lato il regolamento applicativo, dall'altro i canali di spesa. Nessun veto dunque. Si è parlato di molti argomenti, non solo della tassa di soggiorno".
"Il Comune ci chiede un contributo di idee su come promuovere la città -spiega Anna Duchini, leader dei soci Assohotel- L'analisi deve partire da una ipotesi di regolamento che tuteli l'albergo evidenziando che non si tratta di un costo aggiuntivo, ma una "City tax", Quindi stiamo studiando altri regolamenti, che prevedono ad esempio la doppia ricevuta fiscale. Ma deve essere chiaro che la tassa di soggiorno sia abbinata ad una card legata ai servizi. Penso ai trasporti: queste risorse potrebbero permettere di aumentare il numero dei bus, anche creando navette private". Il tavolo sarà dunque riconvocato per definire modalità e tempistiche. E sulla tassa si o tassa no, ma soprattutto sul quando scatterà l'applicazione, non è ancora detta l'ultima parola.

Anonimo ha detto...

la menate fortemente soci, su anche se. dobbiamo anticipare un si morira' mica, con i clienti che ho avuto io la pago con qualche biglietto da cento e tutto e' finito.Le polemiche lasciatele a casa, o si manifesta o si paaga

Gabriele Lazzerini ha detto...

Io c'ero..... Vorrei dire che durante questa "riunione" non sono emerse spaccature, in quanto ha prevalso il NO deciso e concreto di associazione albergatori (Simonetta Mencarelli) e Confcommercio (Massimo Camisa). Il NO e' stato ampiamente motivato, con la volonta' di parlare di questa tassa nel 2013. Sul fronte del SI (non specificato molto bene da chi e' composto) e' apparsa la volontà di usare la tassa a mo' di rata per progetti finanziari ( mutui ventennali milionari) non meglio specificati. Ora e' chiaro che il primo che si alza la mattina e butta la un idea tutta "stelle e strisce" viene applaudito, ma la (oltre oceano) le idee se le pagano con i propri soldi, da noi e' un po' diverso.
A Chianciano poi non se ne parla, non puoi fare neanche le cose con i TUOI di soldi. Vi immaginate se arrivassero questi soldi?? 20/30 milioni di euro!!! Chi li gestirebbe??? E poi chi ci mette le firme?? E se non vengono pagate le rate??? Ok, era un ipotesi.... La tassa viene usata senza mutuo: E oggi con 600.000 euro che ci fai??? Manco 4 parcheggi Perché per farli 6 ci vogliono 800.000 (a Chianciano s'intende...) Facciamo così, invece della tassa di soggiorno, date (voi del Comune) permessi per far aprire nuove attivita', siate più docili a recepire esigenze di mercato che cambiano ( ad ogni congresso fioccano solo multe per divieti di sosta) la musica d'esate e'vietata dopo certe ore,e tutte le menate burocratiche del caso sarebbe ora che finissero. Forse qualcuno allora vedrebbe uno spiraglio e magari du soldi ce li spenderebbe in questo paese. Soldi senza tasse senza stress.....

NATHAN NEVER ha detto...

X UOMO OMBRA.
Prendo atto del tuo ottimismo sull’esistenza di un Monti Chiancianese
Ma non ne sono così convinto, almeno a vedere sia chi ci governa che chi fa opposizione.
X ANONIMO 12 dicembre 2011 20:56
Mi dai dell’ignorante dicendo che non sapevo che il commissario ha una nomina prefettizia.
Mi dici che cosa centra la tua affermazione con quello che avevo chiesto io ?????

Quando ce vò ce vò ha detto...

NATHAN NEVER le difficoltà di Chianciano si rispecchiano anche nella pochezza dei commentatori mediocri e qualunquisti di questo blog che tu rappresenti molto bene!!

Anonimo ha detto...

a chianciano non ci sono albergatori (imprenditori), ma proprietari di alberghi, il che è tutt'altra cosa!

Anonimo ha detto...

Dal Centritaliaonline:
Chianciano: la tassa di soggiorno della discordia

Chianciano (16.12.2011) - Tassa sì, tassa no: è questo il leitmotiv che nelle ultime settimane si rincorre nella cittadina termale di Chianciano sulla prospettata introduzione dell'’imposta sui vacanzieri.
Da una parte gli operatori turistici e i commercianti contrari alla nuova imposizione che, anche a seguito delle recenti misure fiscali introdotte dalla manovra Monti, temono un possibile calo delle presenze nella prossima stagione oltre che una generale perdita di competitività dell'’intero comparto ricettivo, mentre dall'’altra l’'amministrazione comunale che pare fortemente intenzionata all'’istituzione di quella che è stata ribattezzata la “city tax”. Un dibattito molto variegato che ha acceso il confronto tra la cittadinanza e anche sul blog Valtubo dove qualche commentatore ha perfino puntato il dito contro l'’amministrazione comunale giudicata inadeguata a gestire le finanze pubbliche e poco sensibile alle reali problematiche delle attività. Tuttavia, malgrado le vibranti proteste in atto, le categorie produttive appaiono ampiamente divise al proprio interno. Divergenze sulla strategia da adottare e sul merito della questione che sono emerse in maniera chiara e definita nel corso nell'’incontro organizzato nei giorni scorsi dalla Giunta Comunale con i commercianti e gli albergatori chiancianesi. L'’Associazione Albergatori Chianciano Terme aderente a Federalberghi ha sostenuto la propria ferma contrarietà all'’introduzione della tassa di soggiorno nel corso del prossimo anno mentre si è dichiarata più possibilista per quanto concerne il 2013 in quanto molte aziende alberghiere, a suo giudizio, hanno già sottoscritto con le agenzie contratti sul prezzo per la prossima stagione è c'’è la concreta possibilità che il costo del tributo finisca per ricadere sulle singole attività e non su i villeggianti. La stessa ha inoltre giudicato l’'iniziativa una contraddizione, in quanto relazionata alla contestuale richiesta per lo Stato di crisi. Anche Confcommercio, tramite il proprio presidente Massimo Camisa, si è allineata sulle posizioni di Federalberghi in virtù della posizione contraria sostenuta dall’'associazione in tutta la provincia. Sul fronte del sì, invece, si sono schierati la Confesercenti e la propria diretta emanazione in ambito alberghiero, ovvero la neo costituita Asshotel guidata da Anna Duchini. La ex presidente di Terme di Chianciano si è espressa positivamente sulla city tax purchè i proventi generati dalla nuova imposta (si parla di circa 600.000-700.000 euro) vengano destinati ad interventi mirati al rilancio turistico e l'’iniziativa sia “collegata ad una card dell'ospitalità che riservi al turista, che pernotta a Chianciano, vantaggi esclusivi, sia nei servizi pubblici che nella rete commerciale”. Come prevedibile anche la politica si è fortemente spaccata sulla tematica.

Anonimo ha detto...

(segue)
Il segretario del PD cittadino Massimo Rondoni, ribadendo piena fiducia nel percorso di rilancio intrapreso dall'’amministrazione comunale con il coinvolgimento delle associazioni di categoria, ha dichiarato che "la tassa di soggiorno non è una tassa sugli albergatori” ma “un contributo richiesto ai turisti” e rappresenta un'’opportunità per reperire risorse finanziarie da destinare al settore". Del resto, secondo la Giunta Comunale, le difficoltà finanziarie generate dell'’assenza di fondi provenienti dagli enti pubblici e dal riassetto del modello economico da parte del MPS nell'’immediato futuro, necessitano di interventi fiscali alternativi. Il PDL fin dall’'inizio ha espresso invece la propria assoluta contrarietà all’'imposizione della tassa di soggiorno giudicando, per bocca del coordinatore comunale Pierpaolo Giglioni, la proposta come “fuori dalla realtà e dalla logica” in quanto suscettibile di incrementare l’'effetto depressivo sull’'economia locale. Il consigliere di opposizione Andrea Angeli ha promesso inoltre “le barricate” in Consiglio Comunale e ha invitato l’'amministrazione ad intraprendere tutte le azioni politiche possibili per bloccare la paventata rivalutazione delle rendite catastali sugli immobili che rischia di rappresentare “una mannaia” per le aziende del comprensorio oltre che per le famiglie stesse.

Anonimo ha detto...

..DUE COSE:
INNANZITUTTO LA TASSA DI SOGGIORNO POTREBBE ESSERE ANCHE UNA COSA GIUSTA SE CHIANCIANO AVESSE DI NUOVO UN'ATTRATTIVA COME SICURAMENTE HA SAN GIMIGNANO...ALLORA AVREBBE UN POTERE E QUEL POTERE ATTRATTIVO POTREBBE FRUTTARE.
SECONDO:
SONO MOLTO SOLIDALE CON GLI ALBERGATORI,ALMENO CON QUELLA PARTE CHE SI DA' DA FARE E FA' LE COSE PER BENE....MA UNA DOMANDA MI SORGE SPONTANEA...DOVE HANNO MESSO TUTTI I SOLDI CHE HANNO FATTO NEGLI ANNI D'ORO?...VI SEMBRA GIUSTO CHE ALLORA HANNO "INTASCATO" E SI SONO ARRICCHITI SENZA(A PARTE QUALCUNO) PROGETTARE IMPRENDITORIALMENTE E PENSARE AL FUTURO,CREDENDO CHE SAREBBE STATA SEMPRE UNA FESTA E QUINDI NON INVESTENDO..E ADESSO CHE LE COSE VANNO MALE CHIEDANO LO STATO DI CRISI? SECONDO ME è UN PO' IPOCRITA! SE STATO DI CRISI SARà...E LO SARà OVVIAMENTE,BISOGNA FAR QUADRATO E PRIMA DI TUTTO RITORNARE(O MEGLIO INIZIARE PERCHè NON LO SIAMO MAI STATI!) AD ESSERE UMILI E COLLABORARE PENSANDO ALLA COLLETTIVITà,ELIMINANDO LE INVIDIE E LE CATTIVERIE E UNENDO LE FORZE....ALBERGATORI,COMMERCIANTI,ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA,COMUNE PER UN UNICO FINE...IL BENE DEL PAESE CHE POI DIVENTERà IL BENE E IL GUADAGNO DI NOI TUTTI!