e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

giovedì 2 dicembre 2021

Aumento TARI a Chianciano Terme ecco perchè!


L'Assessore Damiano Rocchi in questo video intervistato da Giacomo Testini per Ideanews spiega le motivazioni dell'aumento della bolletta TARI 2021 per uso domestico e cosa succederà nelle bollette 2022. 


Dal canale valtuboblog su youtube

Saluti,


Valtubo

mercoledì 24 novembre 2021

La Consulente per Chianciano Terme



Questa la mail di segnalazione arrivata al blog da Paolo Piccinelli capogruppo dell'Opposizione Insieme per Chianciano: 

Consulente non consulente” seconda puntata
Ricorderete tutti la questione della “consulente non consulente”, da noi denunciata poiché sembrava inopportuno, avvalersi di una figura già prevista all’interno del bando di promozione da 350 mila euro.
Per lo stesso motivo, avevamo criticato la scelta di prendere a distanza di pochi giorni dalla pubblicazione del suddetto bando, una delibera di assegnazione (con incarico diretto) per la realizzazione di un portale, cosa anche questa del tutto incoerente perché già prevista nel bando.
Le reazioni nei giorni immediatamente successivi alla nostra denuncia? appena un po’ d’imbarazzo (ma davvero poco…) da parte degli addetti ai lavori, considerato che la “consulente” teneva incontri vari per conto dell’Amministrazione, senza di fatto averne titolo.
Aggiungete a questo il particolare che la “consulente” è anche membro interno della Commissione che ha decretato la vittoria del Bando e ci siamo quasi.
Cosa manca ancora? Un incarico ufficiale, ovvio. Nessun problema.

Il 13 ottobre alle ore 12.46 viene protocollata in Comune, un’offerta indirizzata all’ Amministrazione, con oggetto “Servizio di supporto tecnico alla struttura della destinazione turistica Chianciano Terme” (già dal titolo andava scartata).
I servizi offerti? “alta formazione agli operatori, definizione di un calendario di eventi, partecipazione ai tavoli di concertazione, ideazione di progetti turistici alternativi, organizzazione, partecipazione e coordinamento in ambito turistico/culturale, individuate dall’Amministrazione, sentita anche la commissione Speciale per la promozione di Chianciano….” Insomma, tutti servizi che il bando di promozione da 350 mila euro, già ci assicura.
Il pomeriggio successivo, (e qui va fatto un plauso alla Giunta per la rapidità con la quale hanno analizzato tale richiesta e non solo, anche per come abbiano fatto a stabilire la professionalità dell’azienda che l’ha proposta) alle 16,30 del 14 ottobre, la Giunta prende la delibera n.181 accettando la proposta e affidando al proponente l’incarico per la cifra di 25.620.

Che sia chiaro, il nome della consulente non figura in nessun documento, ancor meno nella proposta protocollata.

Continua… (forse)

Saluti,

Valtubo

mercoledì 10 novembre 2021

Parliamo di Chianciano....




Questo il video dove, ospite di NTI nella trasmissione Newsroom affronto alcuni temi di Chianciano Terme tra i quali: Bonus Terme, Palamontepaschi, Piazza Italia, Parco Letterario etc

Dal canale valtuboblog su youtube

Aspetto eventuali commenti!


Saluti, 


Valtubo

lunedì 1 novembre 2021

Chianciano Terme Ecco la Nuova Piazza Italia



Parte la gara per aggiudicarsi l'appalto della "ennesima" nuova Piazza Italia un ulteriore intervento a correzione del precedente per una piazza che negli ultimi 20 anni ha visto almeno 7 modifiche, ora ci spendiamo altri 240.000€.
Ecco la presentazione dell'Assessore Rocchi su facebook:

Pubblicata la gara di appalto per la realizzazione degli interventi di riqualificazione funzionale di Piazza Italia, per un investimento complessivo di circa 240.000 €.
Un intervento resosi necessario anche per cercare di porre rimedio ad alcuni errori del passato, con una attenzione particolare alle dotazioni impiantistiche ed alla delocalizzazione dei locali tecnici (attualmente il locale interrato, così come una impiantistica discutibile, implica una gestione onerosissima ed una funzionalità mediocre).
I lavori (su progetto dell'Arch. Francesco Santoni) prevedono infatti la delocalizzazione dei suddetti locali in soprassuolo e la installazione - previa chiusura delle vasche oggi aiuole - di sedute e composizioni floreali, ma anche la realizzazione di scale di collegamento tra i diversi livelli in modo da migliorare la fruizione, il ripristino della fontana centrale e la installazione di una struttura di valenza architettonica e strutturale a copertura delle attuali sedute in marmo, così da trasformarle - anche mediante installazione di idonei collegamenti - a dei veri e propri salotti smart dotati di prese per la ricarica di cellulari o pc. Intervento questo con il quale, oltre a caratterizzare l'area, si auspica di poter rendere la piazza maggiormente fruibile sia in estate che in inverno.
Procedura di aggiudicazione il cui termine è previsto per l'ultima decade di Gennaio ed a seguito della quale saranno immediatamente avviati i lavori.

Il link per accedere alla documentazione di gara è il seguente:


Saluti,


Valtubo

venerdì 29 ottobre 2021

Chianciano Terme altri soldi buttati? A vantaggio di chi?



Ieri abbiamo appreso la notizia, pubblicata in un post dal leader dell'Opposizione di Chianciano Terme Paolo Piccinelli della vendita all'asta del Palamontepaschi a fine gennaio 2022.
La speranza è che il Comune acquisti l'immobile che verrà venduto con il diritto di superficie, dunque chi lo acquista possederà non solo l'immobile ma anche il terreno del lotto.
Il problema nasce se l'acquirente sarà qualcun altro rispetto al Comune, perchè allora i 2 milioni spesi nell'edificio a supporto del Palamontepaschi, che non fanno parte del lotto, che fine fanno? Chi usufruirà della struttura? Come verrà gestita e da chi? Inoltre il Palabruco è costato 5 milioni per la realizzazione (+2 milioni per struttura al posto del bar) e verrà venduto con una base d'asta di 410.000,00 Euro, quindi con una perdita secca di 4,5 milioni e pensare che solo 2 anni fa era stato valutato 1,2 milioni per eventuale asta!!!
Insomma in vendita la villa delle Terme in viale Roma, in vendita separatamente il Palabruco, dunque come dissi in un post già a febbraio 2017 (clicca qui per leggere!) tra le contestazioni di tutti, Amministrazione in primis, sta avvenendo quello spezzatino del patrimonio termale a causa della scelta dell'Amministrazione di mettere le Terme in liquidazione, ma il tutto a vantaggio di chi?

Saluti,

Valtubo

giovedì 28 ottobre 2021

Il Caso del Bug delle Terme di Chianciano che promuove Saturnia...



“Dottore dottore…..”
“Che succede Catarella?!?”
“Hanno lasciato questo giornale che avvolgeva un bicchiere da cura dell’acqua Santa e la stampa di una mail ufficiale a firma di Saturnia!”
“Ma che cattivo gusto Catarella fammi leggere, ma non vedo reato….se non la circonvenzione di incapace, dove purtroppo gli incapaci sono i chiancianesi….”
“Hai ragione Catarella la mail risponde a 2.500 clienti che hanno applicato al bonus terme Chianciano, ma il messaggio promozionale e l’offerta riguarda le terme di Saturnia.”
“Ma dottore non è colpa di Caputi che ha ‘rubato’ tutti gli indirizzi dei clienti della terme di Chianciano, ma è stato un baco…..”
“Catarella un baco da terme!!! Sarà stato un BUG ed allora Catarella arrestiamo il BUG!”
“Dottore quello non s’arresta … il baco striscia via ! Legga dottore legga cosa dice il giornale!”

Milano, Corriere della sera di Eleonora Lanzetti:

Salice Terme, dopo l’abbandono il rilancio: riparte il turismo di lusso

Il nuovo proprietario Massimo Caputi: i lavori inizieranno a marzo 2022. Il centro comprende stabilimenti termali, due hotel, il Nuovo e il Grand Hotel ora fatiscente, il Caffè Bagni, il Parco di Salice, cascina Galbicella e la Chiesa di S. Maria Nascente.

Pavia Hotel 4 stelle, piscine riscaldate per l’inverno e un’offerta turistica che punta a rilanciare il polo delle acque benefiche di Salice Terme. Le potenzialità ci sono, ora anche il proprietario. Non resta che definire le progettualità abbozzate sulla carta e far partire i lavori di riqualifica dello stabilimento e delle strutture ricettive e ricreative connesse. Chi potrebbe davvero far risorgere le terme di Salice è Massimo Caputi, presidente di Federterme e Feidos, la società di investimento che con un’operazione da 40 milioni ha acquisito, insieme a York Capital, le Terme di Saturnia Spa & Golf Resort, nel settembre del 2017, il 47% di Terme di Chianciano Spa e che gestirà le prime Terme di Milano a San Siro. Caputi si è aggiudicato le terme di Salice alla quinta asta per 1 milione e 575 mila euro, dopo aver acquistato, sempre al ribasso, il Nuovo Hotel Terme per 932 mila euro. Ora che il pacchetto è completo, si può pensare alla ripartenza di un centro che, non solo comprende gli stabilimenti termali, ma anche due hotel, il Nuovo e il Grand Hotel ora fatiscente, il Caffè Bagni, il Parco di Salice, cascina Galbicella e la Chiesa di S. Maria Nascente. Ci sono poi le attività collaterali: la discoteca Club House, la piscina Lido, il dancing La Buca, il Boccio, il Naki Beach che hanno registrato il tutto esaurito nella stagione 2021, grazie al turismo di prossimità.

I lavori «Stiamo studiando come rilanciare Salice Terme creando un polo di prevenzione, riabilitazione, benessere e, nel contempo, una base di turismo sanitario — spiega Caputi —. Oltre all’attività di cura, realizzeremo piscine riscaldate con acque termali per la balnoterapia anche nei mesi invernali. I lavori potranno iniziare, se non ci saranno intoppi burocratici, entro marzo 2022».Per quanto riguarda i due hotel, invece, ci si rivolgerà a fasce alte di turismo: «Il Nuovo Hotel Terme verrà trasformato in un quattro stelle — prosegue Caputi —. Per il Grand Hotel Terme stiamo valutando con la Sovrintendenza il possibile recupero, in quanto la struttura presenta notevoli criticità e rischio di crollo». Servizi termali e alta hotellerie per Salice che punta a diventare il polo termale più importante della Lombardia.

Il Commissario Montalbano alla fine della lettura dell’articolo fra alcune considerazioni a bassa voce…

“I Picciuli sunnu nta vucca di tutti e nta sacchetta di nuddu ….( i soldi sono sulla bocca di tutti e nella tasca di nessuno…)

Caputi, a parte Saturnia, compra tutto già all’asta o sull’orlo del baratro. Ha fatto sgorgare le terme a San Siro, dice a tutti le stesse cose con la differenza che per alcuni investimenti tira fuori i soldi e per altri invece se li fa prestare dal Comune per fare la campagna del bonus terme o da Invitalia per pagare i dipendenti… Negli altri posti arriveranno turisti danarosi e qui invece dico che il target è in linea con i marciapiedi….

“Catarella vieni ? non soltanto il morto è nella bara….. cosi cuntati, criditini mità, si menu criditi, megghiu faciti… ( credete la metà di quanto vi raccontano, e se ci credete di meno è ancora meglio!)

Vs, Salvo Montalbano

mercoledì 20 ottobre 2021

Bonus Terme un'occasione ma con un ma....



In questi giorni a Chianciano Terme ci sono stati due incontri interessanti, il primo lunedi per la presentazione del progetto ICE per l'internazionalizzazione dell'offerta Termale italiana con la presenza di una trentina tra giornalisti ed influencer internazionali, nel video potete ascoltare la dichiarazione del Direttore di Federterme Aurelio Crudeli rilasciata al blog.

Dal canale valtuboblog su youtube

Il secondo incontro Martedi dove invece c'è stata la presentazione del Bonus Terme.
Il bonus funziona con un accredito delle Terme al Mise, che erogherà ai richiedenti del servizio termale, tramite un form nel sito delle Terme, un voucher del valore di 200€ da spendere presso le Terme di Chianciano su tutti i servizi che offre.
La richiesta il cliente può farla a più Terme ma gli verrà concessa un solo voucher presso le Terme che l'8 novembre per prime caricheranno la sua richiesta in una sorta di “click day” per gli stabilimenti termali, ad oggi le Terme di Chianciano dichiarano di aver ricevuto circa 1.400 richieste (90% fuori area) e stimano di poter raggiungere le 5.000 richieste.
Quasi la totalità delle richieste arrivano da destinazioni lontane e dunque per poter “spendere” i 200€ il cliente dovrà soggiornare almeno una notte, infatti le Terme stanno studiando pacchetti che vanno dai 2 ai 4gg, le prospettive dunque sono buone e porteranno sicuramente un incremento di presenze per il periodo tra novembre e dicembre visto che il periodo per spendere il voucher è di 60 giorni.
Le Terme inoltre per diluire le prenotazioni ed evitare di concentrarle nel solo fine settimana hanno impostato un metodo di prenotazione calendarizzato dei servizi per limitare ingolfamenti e overbooking ciò dovrebbe favorire un aumento delle presenze anche dal lunedi al venerdi, tutto bello ma c'è un ma.
Il ma sta nel fatto che i numeri che sono stati dati di stima, e che molto probabilmente potrebbero essere anche superati, se divisi in 60 giorni, porteranno la prenotazione di circa 83 camere al giorno nella migliore delle ipotesi che basteranno a soddisfare 5-6 strutture, ora sicuramente il bonus Terme sarà di sostegno all'economia, sicuramente aiuterà le aziende che comunque sarebbero state aperte per il periodo, ma non sò quanti albergatori, già in forte difficoltà, rischieranno i costi del riscaldamento, personale etc per aprire appositamente per il bonus Terme, che dunque sarà un'opportunità che non tutti potranno cogliere anche perchè tenere aperto per questi due mesi, se i numeri non saranno sufficienti, potrebbe voler dire non riuscire ad aprire per la prossima stagione....


Saluti,


Valtubo

lunedì 11 ottobre 2021

Squid Game Chianciano Terme



Squid Game è una serie di Netflix dove i protagonisti devono giocare a giochi per bambini e chi sbaglia o perde il gioco viene ucciso, Chianciano Terme è nella stessa situazione, solo che a morire sono le aziende.
Nell'anno dopo la fase acuta della pandemia, grazie alle vaccinazioni, e definita dal Governo della ripartenza del turismo, Chianciano si è fatta trovare quasi del tutto impreparata, piena di cantieri, strade chiuse, frane, alberghi e locali chiusi e con una stagione con pochi eventi, qualcuno azzeccato, come i concerti in paese, e le Terme in una fase di passaggio con aperture a singhiozzo tra maggio e giugno.
Adesso dovrebbe arrivare il bonus Terme, ma in contemporanea arriva anche il rincaro dei costi dell'energia che spingerà molte attività a non tenere aperto visto gli scarsi numeri di settembre.
Mentre non si riesce a chiudere un cantiere l'Amministrazione punta ancora ad un evento natalizio, ormai mal digerito dalla comunità ed alla creazione dell'ennesima attività ludica il pump-truck, che sicuramente sarà una cosa in più per Chianciano, ma messa li senza alcuna strategia o logica turistica.
Proprio questo andare e spendere in tentativi in base alle possibilità, magari offerte dai vari bandi regionali, ma senza un'idea di una Chianciano turistica che possa sfruttarli o una strategia ben precisa per cui andare a cogliere solo progetti che seguano una logica ben delineata mi da l'impressione che ci stiamo riempiendo di parchi giochi, giochini, percorsi per bici etc e come in Squid Game mentre si gioca si uccide l'economia di Chianciano Terme.


Saluti,


Valtubo

Percorso Pump-Truck Chianciano Terme


lunedì 4 ottobre 2021

Elezioni Suppletive per la Camera dei Deputati a Chianciano Terme


Ieri ed oggi fino alle 15 è possibile votare per le Elezioni Suppletive per la Camera dei Deputati per eleggere il sostituto per il posto lasciato vacante da Pier Carlo Padoan.
Domenica l'affluenza è stata scarsa infatti alle 23 hanno votato soltanto il 19,2% una delle percentuali più basse di tutta la Provincia di Siena, vero che come elezione "tira poco", ma comunque chiunque vinca sarà il referente per il nostro territorio e quindi "dovrebbe" portare le nostre richieste in Parlamento vedremo nel pomeriggio i risultati...questi i dati dell'affluenza:

Domenica 3 ottobre votanti 5.369

ore 12: 309 - 5,75%
ore 19: 885 - 16,48%
ore 23: 1031 - 19,2%

Lunedi 4 ottobre

ore 15: 1516 - 28,23% 1466 voti validi 10 bianche 40 nulle

Risultati Definitivi Chianciano Terme:

Enrico Letta 717 - 48,91% PD + M5S
Tommaso Marrocchesi 565 - 38,54% Centrodestra
Marco Rizzo 80 - 5,46% Partito Comunista
Elena Golini 31 - 2,11 Potere al Popolo
Mauro Aurigi 27 - 1,84% Italexit
Tommaso Agostini 26 - 1,77% 3V
Angelina Rappuoli 20 - 1,36% Movimento Nazionale Italiano


Saluti,


Valtubo

giovedì 23 settembre 2021

Chianciano e la "consulente non consulente"


Mail arrivata al Blog da Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano:

Navigare a vista in condizione di nebbia fitta sarebbe già una condizione difficile da affrontare, ma di fronte all’obiettivo di fermare l’emorragia di presenze di cui Chianciano soffre, l’Amministrazione sta andando ciecamente alla deriva.
Rimaniamo su un argomento recentemente dibattuto, ma facciamo un passo indietro:
Ad inizio anno l’Amministrazione ha indetto un bando sulla promozione (350 mila euro) un lavoro dal quale le destinazioni si aspettano solitamente un’analisi sul prodotto, una strategia di riposizionamento e un portale di promo-commercializzazione in cui inserire i vari contenuti che aiuteranno il rilancio della destinazione.
L’Amministrazione dopo nemmeno una settimana e con una delibera che riporta motivazioni simili a quella del bando stesso, affida ad un soggetto esterno e con incarico diretto da 22 mila euro, proprio la realizzazione di un portale di promo-commercializzazione. (?)
Andiamo avanti.
Sempre a inizio anno, grazie ad un ristoro del Governo di 50 mila euro da destinare al Turismo, l’Amministrazione porta in discussione nella Commissione Speciale, la possibilità di utilizzare tale somma chiedendo ai membri della stessa un parere e ricorderete che la scelta (giudicata da noi autolesionista) dell’Ass. Albergatori fu di devolvere quella somma alla riqualificazione di P.za Italia. La nostra proposta fu di utilizzare quelle risorse per promuovere “idee di vacanza” ben definite e costruite in modo da soddisfare in maniera sicura, l’aspettativa del turista, ma non fu scelta.
Fu comunque ripresa in seconda battuta dal Vice Sindaco che si rese disponibile ad approfondire la questione ed incontrare i tour operator di Chianciano per valutare una proposta.
La stagione, causa Covid, ha tardato poi a partire e attualmente quel progetto si dovrebbe sviluppare sull’opportunità del bonus terme.
Nel frattempo però (pur nelle more –molto lente- delle verifiche burocratiche) il bando sulla promozione da 350 mila euro è stato assegnato.
Agli ultimi recenti incontri con i tour operator, e con Terme, il Sindaco è intervenuto affiancato da una persona che lui stesso ha presentato come consulente dell’Amministrazione su promozione e turismo. Tutti voi penserete, sarà qualcuno del gruppo che ha vinto il bando e che, considerato che lo stesso aveva tra i punti cardine proprio il rilancio del prodotto termale, sarà stato invitato dal Sindaco per iniziare ad entrare -come dire- nella parte.
E invece no. La signora è uno dei membri della commissione che ha assegnato il bando stesso. Avete letto bene...
Abbiamo chiesto agli uffici quale tipo di incarico avessero dato a questa persona e come pensavano di uscire da quello che qualcuno poteva vedere come un sospetto conflitto di interesse, ma abbiamo ricevuto indietro un “no comment” unito ad una chiosa finale… “nessun incarico”.
Il Sindaco è un professionista, il suo vice un avvocato e sicuramente sanno ciò che fanno, ma presentare qualcuno come consulente sulla promozione senza avergli dato un incarico è alquanto strano, in particolare perché si troverebbe a lavorare con i vincitori del bando a cui lei stessa ha decretato la vittoria.
Dunque abbiamo 22 mila euro di risorse sprecate, per un portale che doveva essere compreso nel bando.
Abbiamo 50 mila euro circa di altre risorse sprecate, per il progetto da sviluppare con i tour operator sul bonus terme, che a questo punto, dovrebbero essere inserite all’interno della progettualità del bando, dato che ha lo stesso obiettivo.
E abbiamo risorse, al momento non quantificate per una “consulente non consulente” che appena avrà ricevuto l’incarico, andranno a sommarsi alle altre, perché va da sé che i consulenti ci sono già, hanno appena vinto un bando da 350 mila euro e devono fare esattamente tutto quello che oggi potremmo chiedere ad una nuova consulente, … altrimenti ditecelo, facciamogli subito un bonifico e mandiamoli via…
Ma ciò che stupisce maggiormente in tutta questa situazione è che a tutti va bene così? Silenzio assoluto e generalizzato.
Non c’è un consigliere di maggioranza, un rappresentante di categoria o di associazione, che prenda una posizione in merito.
Certo in una situazione “rosea” sarebbe forse comprensibile, ma considerato che siamo “alla canna del gas”, possibile che a nessuno venga fuori un minimo di orgoglio, fosse solo per le persone, le aziende, gli operatori che rappresentate e che anno dopo anno rischiano la chiusura.

Siamo noi che ci preoccupiamo in maniera esagerata? Speriamo.


Paolo Piccinelli Insieme per Chianciano


Saluti,


Valtubo

martedì 14 settembre 2021

Elezioni Suppletive di Siena Matteo Salvini a Chianciano Terme


Tanta gente presente al Parco Acquasanta, oltre 200 persone, per partecipare all'incontro ed al pranzo light con Matteo Salvini che ha tenuto banco all'evento.
Nel blog il video con l'intervento del leader della Lega che ha oscurato il candidato per le suppletive Marrocchesi Marzi che ha parlato soltanto con la stampa affermando principalmente il fatto che lui è persona del territorio e che si occuperà di portare il Parlamento gli argomenti dell'area senese aretina, poi ha fatto un incontro con i vari responsabili e senatori della Lega presenti per organizzare la campagna elettorale.

Dal canale Valtuboblog su youtube


Salvini nel suo intervento ha parlato di Mps e della storia del collegio e di Padoan, molto il ritardo con cui si sono presentati e breve la permanenza.
Sicuramente un ottimo successo in termini di presenze, ma dal punto di vista della campagna per le suppletive avrei preferito un intervento del candidato Marrocchesi Marzi, che comunque ha promesso un video per i chiancianesi che invierà a breve al blog, invece praticamente della sola presenza al fianco di Salvini.


Saluti,


Valtubo



Dal canale Valtuboblog su youtube

PS: Ancora pochi giorni per votare nel Sondaggio sulle Elezioni Suppletive in barra a destra!!!

giovedì 9 settembre 2021

Elezioni Suppletive di Siena Enrico Letta a Chianciano Terme


Ieri sono stato agli incontri che si sono tenuti alle Terme ed a Villa Simoneschi di Enrico Letta segretario nazionale del Partito Democratico per la campagna elettorale alle elezioni suppletive per l'area senese ed aretina che mi ha rilasciato una dichiarazione video per i chiancianesi.

Dal canale Valtuboblog su youtube

Nell'incontro alle Terme con gli imprenditori erano presenti una trentina di persone, l'AD delle Terme Martellozzo, Barbetti ed altri albergatori e negozianti.
Letta ha prima ascoltato le richieste dei presenti che si possono riassumere nella richiesta di aiuti su tasse, mutui, recupero immobili e sostegno per intraprendere un percorso di rilancio della città termale, Letta nella sua risposta, prima ha descritto la Chianciano che lui ha vissuto vent'aani fa' tramite congressi e la differenza con quella che ha ritrovato poi ha unito le richieste in una risposta dove non ha preso impegni precisi o fatto promesse ma ha “accolto le istanze”.
Successivamente sono stato anche all'incontro a Villa Simoneschi dove c'erano un centinaio di persone, qui Letta ha ripetuto il discorso su Chianciano Terme e poi ha trattato argomenti di politica nazionale perchè, come ha precisato, il collegio senese-aretino per la camera dei deputati riguarda la politica nazionale.
Il discorso più interessante è stato sull'eperimento politico che viene fatto che sarà la base della politica nei prossimi 10 anni, cioè l'alleanza PD-M5S contro il centrodestra ed il ritorno ad un bipolarismo, ha parlato di lottare contro i listini bloccati ed i candidati scelti da parte dei partiti, ma la sua candidatura a Siena non mi sembra il massimo degli esempi contrari, poi ha affrontato il discorso sul voto contrario di Salvini all'adozione del green pass e sul sostegno all'europeismo che ci finanzierà l'uscita dalla crisi dovuta alla pandemia.
Sinceramente riconosco a Letta una capacità oratoria notevole, ma in concreto non ho visto la voglia o la passione di prendere a cuore le problematiche di Chianciano e penso anche del territorio e come detto prima ha dato risposte senza fare promesse o prendersi di fatto nessun impegno.


Saluti,


Valtubo


PS: AVVISO: PER VOTARE NEL SONDAGGIO SU ELEZIONI SUPPLETIVE CON SMARTPHONE O TABLET ACCEDERE AL SITO IN MODALITA' WEB!!!

venerdì 3 settembre 2021

Museo D'Arte una Proposta per il Sindaco ed i Chiancianesi



Proposta per stagione 2022 arrivata al blog tramite mail per Sindaco di Chianciano Terme Andrea Marchetti e per i Chiancianesi: 

Attn Sig. Sindaco di Chianciano terme
Dottor Andrea Marchetti

Abbiamo il piacere di presentare la proposta del Museo d'Arte per la stagione 2022.

A Chianciano serve un programma definito, facilmente comunicabile, costante e ricco di eventi culturali e manifestazioni concrete con una copertura solida e continua per tutta la stagione. Questa linea di promozione permette di realizzare una campagna marketing semplice nel messaggio ma efficace e costruttiva con il beneficio concreto nella creazione di un'identità per la cittadina, distinta e fuori dagli schemi abituali.

Questa è la motivazione principale per dare a Chianciano Terme un posizionamento unico nella realtà toscana come luogo di svago, divertimento e cultura. Si propongono eventi settimanali musicali o di folklore ogni venerdì e sabato, collegati all'apertura di 13 mostre ad entrata libera nel centro storico che fanno da corollario ai ristoranti, bar e attività commerciali, con la diffusione di un messaggio facilmente comunicabile e di grande interesse per il turista. Il Museo d'Arte sarà inoltre aperto ad entrata libera.

La nostra proposta si basa sul cambiamento dei gusti e delle esigenze del cliente. L’offerta di Chianciano si dimostra inadeguata per un cliente che non cerca necessariamente le TERME (negli ultimi anni la Clientela termale vera e propria non rappresenta neppure il 20/25% della clientela della cittadina) mentre è ampiamente dimostrato il successo delle Terme Sensoriali e delle Piscine Theia.

CHIAN | EXPO inizierebbe Sabato 4 giugno per concludersi a fine settembre aperto 6 giorni a settimana (martedì a domenica) con 32 eventi (ogni venerdì e sabato per tutta la durata della manifestazione). Saranno necessari inoltre un adeguato numero di collaboratori per la gestione delle 13 gallerie e del museo, che saranno ad entrata libera. L'inaugurazione sarà effettuata sulla base di quelle delle biennali di arte contemporanea organizzate dal Museo d'Arte. Sarà inoltre necessario avere un buon ufficio stampa e un coordinamento con i vari eventi che saranno programmati. (Proloco, Associazioni, altre promozioni)

La nostra organizzazione utilizza il posizionamento organico di Google, Facebook e instagram che sono la più potente forma di promozione se supportata da una sostenuta spesa giornaliera creata da professionisti.

Verranno pubblicati importanti articoli utilizzando le strategie di comunicazione, per migliorare l'immagine di Chianciano e interessare potenziali turisti alle Terme, alla natura, alla storia.

PROGRAMMA CHIAN|EXPO 2022

Durata: Giugno - Settembre (4 mesi)

32 Eventi musicali/folkloristici (tutti i venerdì e sabato in Piazza Matteotti)
Mostre nelle 13 gallerie del centro storico (vedere sito https://www.chiancianoexpo.com/it/)
Mostre nel Museo d’Arte (vedere sito https://www.chiancianoexpo.com/it/)

Nel caso la nostra iniziativa dovesse essere accolta dall’Amministrazione e ritenuta di utilità pubblica dai vari soggetti interessati è essenziale iniziare una programmazione di tutti gli eventi della stagione potenzialmente collegabili.

La nostra offerta è valida da Venerdì 3 settembre con scadenza Venerdì 1 Ottobre 2021. I tempi di preparazione e organizzazione sono considerevoli con la partenza della pubblicità agli inizi del 2022.

Chianciano con la nostra proposta non viene scelta esclusivamente per necessità come succede adesso (la vicinanza con le località turistiche, a Roma, Siena, Montepulciano e altre) ma per la sua unica ed interessante identità. Il centro storico, con i ristoranti, i negozi, le nostre 13 gallerie, i musei, gli eventi settimanali saranno un volano per tutti gli esercizi e gli alberghi.

Chianciano, con le Terme Sensoriali, le Piscine Theia, Viale Roma, i parchi, il centro storico, inserendo un'offerta più interessante e continuativa, calendarizzata e adeguatamente promossa, diventerà un punto di attrazione per una clientela più numerosa, più qualificata e più propensa alla spesa.

Verrà presentata copia scritta definitiva dell'offerta finale nel caso si raggiungesse un accordo.

Visti e considerati solo gli ultimi contributi assegnati di €19 mila alla realizzazione di un nuovo sito internet e lo stanziamento di €23 mila alla ProLoco per i tour turistici guidati, si spera che venga proposto un contributo adeguato che rifletta il nostro consistente sforzo finanziario e gli importanti vantaggi d'immagine ed economici per la cittadina. Infatti, CHIAN | EXPO migliorerebbe certamente l'offerta in un modo tangibile e significativo.

Solo per fare un esempio (tra tutti gli esborsi), si può facilmente verificare che il costo di un operaio ad una impresa è di 100 euro al giorno pertanto solamente 4 addetti avrebbero un costo di 400 euro giornalieri (€12.000/mese, €48.000 solo di personale per la stagione di 4 mesi). Il costo di buoni eventi settimanali, anche se sostenuto, è necessario per dare a Chianciano quella vivacità obbligatoria in una città turistica e termale, più il costo della pubblicità online calcolata sulla base di 10 milioni di visualizzazioni (numero certificato). Dalle nostre previsioni si potrebbe superare nettamente i €70.000 euro di costi operativi, costi di allestimento mostre, organizzazione/logistica e pubblicità cartacea. Pertanto non sarebbe fattibile l'organizzazione di CHIAN | EXPO senza un contributo di almeno €39.000 euro.

Esiste la necessità ormai improrogabile di fare e organizzare eventi concreti di grande interesse e di facile comunicabilità per un vero cambiamento tangibile, che dia un primo segnale di rinascita.

Si prega di visionare il sito internet di CHIAN | EXPO


Cordiali Saluti

Roberto Gagliardi


Saluti,


Valtubo

giovedì 19 agosto 2021

Truffa Online o Mancata Comunicazione?

Recensioni online di turisti che hanno trovato chiuso

In un estate che ha visto un week-end di Ferragosto chiancianese martoriato da disservizi come interruzione della luce e dell'acqua in molte strutture in orari di servizio, cantieri bloccati, strade chiuse e frane sono arrivate al blog molte segnalazioni di turisti che arrivati davanti all'ingresso del “Grand Hotel Le Fonti” con prenotazione fatta online hanno scoperto che l'albergo è chiuso.
Ho contattato l'Associazione Albergatori che mi ha confermato il fatto che alcuni turisti sono andati da loro per segnalare la situazione e sono stati indirizzati mestamente in altre strutture.
Da una piccola indagine fatta online, ho scoperto che sono in vendita ancora camere dell'albergo Le Fonti su It.hotels.com, Expedia.it e Trip.com al prezzo di 200€ a notte, tra l'altro precisando “Tariffa non Rimborsabile” ora mi chiedo come sia possibile una cosa del genere, si tratta di una truffa o di una mancata segnalazione ai siti? In altri, Booking.com ad esempio, è specificato che l'albergo non offre camere disponibili al momento. Questi accadimenti danneggiano ulteriormente l'immagine già danneggiata di Chianciano Terme!


Saluti,


Valtubo

Segnalazione a Sindaco, Assessore alle Attività Produttive e Capo Vigili dell'Associazione Albergatori su Albergo Le Fonti


PS: AVVISO: PER VOTARE NEL SONDAGGIO CON SMARTPHONE O TABLET ACCEDERE AL SITO IN MODALITA' WEB!!!

giovedì 5 agosto 2021

Gli amici dei miei amici sono miei amici


Mi sono fatto persuaso che andrebbe svolta una indagine dalla magistratura a Chianciano sul corposo elenco di delibere per incarichi progettuali di opere pubbliche che non vedranno mai la luce e mentre ripenso che con soldi pubblici si sta valorizzando l’amico mi torna in mente una bella canzone, che inizio a canticchiare “…per un amico in più… per un amico in più….” Che cantava Cocciante.

“Trasformiamo in realtà la casa dei vostri sogni in Toscana.

Archidomus è uno studio di architettura e design fondato nel 2000 dall’architetto Monica Rossi e dall’architetto Claudio Cencetti, composto da liberi professionisti con molteplici competenze.” Fra queste competenze troviamo quelle di Damiano Rocchi, che appare in foto nel team.

Questa volta gli architetti Cencetti e Rossi devono disegnare una nuova scuola al posto della Tozzi.

“nuovo ed unico plesso scolastico, mediante intervento di sostituzione edilizia con recupero della volumetria esistente”, si legge nella delibera della giunta dove siede Rocchi per un affidamento diretto di 15 mila euro. Leggendo la delibera si capisce che la nuova scuola di Chianciano è questione di vita o di morte e che “dato atto, stante l’urgenza, per l’affidamento della prestazione si è proceduto a chiedere preventivo per via telematica….” Guarda caso proprio allo studio Archidomus. Non ci sono soldi a Chianciano, visto il default di centinaia d’aziende ed allora la Giunta Machetti ha deciso che pagherà i colleghi del Rocchi con “il capitolo di spesa in conto capitale in corso 279100 assunto con mutuo presso la cassa depositi e prestiti…” insomma questo incarico lo pagano i cittadini chiancianesi, non ci sono bandi a fondo perduto o opportunità europee: siamo sempre noi.

“Commissario, Commissario…!” “Che c’è Catarella ?!?” “La legga ora Commissario che poi svanisce e gli oppositori che dovrebbero controllare, sono amici anch’essi!” La delibera pubblicata nel caldo pomeriggio del 3 agosto è online, disponibile agli occhi di tutti fino al 18 agosto; dopo di che si perderanno le tracce della nuova scuola e della relativa realizzazione. 


Vs Salvo Montalbano

sabato 31 luglio 2021

Grandi Eventi a Chianciano Terme


Mama Africa Meeting.....

(senza parole)


Saluti,


Valtubo


Protesta Albergatori per la confusione dell'evento.

Non ce ne libereremo mai riappare Giano:




sabato 10 luglio 2021

La Macerina resta Chiusa


Mentre Chianciano si rianima grazie ai campionati italiani di ciclismo che hanno riportato un po di turismo e vita nel paese i lavori per la sistemazione e riapertura dell'area pedonale della Macerina che dovevano cominciare il 13 luglio, leggermente in ritardo rispetto a quanto promesso dall'Assessore Rocchi, ma comunque nei tempi non partiranno.
Purtroppo i costi per la risistemazione sono lievitati a quasi 60.000 €, le Terme responsabili dell'area non hanno i soldi, la cassa si aggira intorno alle 250.000 €, il Comune che non aveva previsto questa cifra, ma circa 10.000 €  non sta facendo pressioni sulla nuova società di gestione delle Terme per ottenere la cifra mancante, inoltre sembra che serva un parere della Soprintendenza Paesaggistica e che ci vorranno 2 mesi per avere il parere, dunque risultato Macerina chiusa fino a settembre.
La cosa non è stata sicuramente gestita al meglio ed è l'ennesimo colpo alle gambe per il turismo in una “stagione” già piena di difficoltà per le aziende e per l'immagine di Chianciano Terme.


Saluti,


Valtubo

lunedì 5 luglio 2021

Chianciano che Sagome




“Avvistati cartonati di zi Maria al parco a giocare a carte”
. Una frase pronunciata con un fazzoletto davanti alla bocca per richiamare l’attenzione sulla totale assenza di clienti nel parco acqua santa. 
La pattuglia fa un sopralluogo e scopre pensionati chiancianesi a fare tornei fra carte e scacchiere per far finta di rianimare il deceduto parco dell’acqua santa.
Un decesso annunciato, per il quale (volontà di Caputi) il necrologio è stato pubblicato solo successivamente al funerale. Lo ha ufficializzato Caratozzolo ai Sindacati a concordato già depositato.
I sindacati sono usciti dalla stanza con un pugno di mosche, ma siccome devono far credere che in realtà va tutto bene, hanno ritenuto non opportuno commentare, ma piuttosto far credere a qualche stagionale che forse farà qualche ora di lavoro a ferragosto…. 
Nel frattempo sul tavolo del commissariato un altro pizzino con il prezzo stracciato per il villino della direzione, con il fastidio che magari Franceschini ci possa ripensare e bloccare tutto; difficile però che questo accada se tutta la comunità tace. E proprio il peso del silenzio, che la cultura dell’omertà siciliana ha trasmesso in questo fazzoletto di Toscana sta per fare una vittima eccellente…. Bussano alla porta ed il solito Catarella mi passa una telefonata …. 
“Commissario abbiamo trovato copia di un ricorso contro il bando per la promozione di Chianciano; l’hanno avvolto ad un sasso e scagliato contro la porta del Comune. Che faccio ?”
“E che ci faccio io ? Se tanto è già arrivato in tribunale ? ( risponde Montalbano )
“Commissario e se invece si fossero fatti persuasi di gettarlo contro il palazzo comunale proprio come avvertimento ?”
“Ma secondo te il Sindaco non conosce già tutta la storia ? Lascia perdere il foglio e vai a controllare i cartonati…. Se respirano ancora!”

Vs Salvo Montalbano


Video intervento di Nicola Bettollini PC su Terme di Chianciano:

Dal canale valtuboblog su youtube

giovedì 17 giugno 2021

Gossip Chianciano tra Terme e Promozione

 


Cosa bolle in pentola a Chianciano Terme? Intanto si attende entro fine mese la manifestazione promossa dal PD per la scelta del concordato in continuità per le Terme di Chianciano dove il Sindaco si scontra con Fallarino all'Agenda Rossa su NTI come potete vedere nel video, nel frattempo ieri il Mise (Ministero per lo sviluppo economico) ha dato l'Ok ed entrerà nelle Terme con il fondo di salvaguardia.


Dal canale Valtuboblog su youtube

Nel frattempo l'attesissimo bando di promozione ha avuto 6 partecipanti, ma 4 devono produrre entro 10 giorni dei documenti suppletivi, in corsa sono rimaste al momento solo due cordate, una con la Convention Bureau di Firenze e l'altra con la Toscana Expirience di Torrusio....qui risulta forse galeotto l'incontro a tavola (prima della scadenza del bando) alle Terme tra Caputi, il Sindaco, D'Amico e Torrusio? Direi il perfetto mix per il futuro di Chianciano tra Terme e Promozione....


Saluti,


Valtubo


Articolo della Nazione di Siena su ingresso Mise nelle Terme di Chianciano clicca per scaricare o ingrandire:




venerdì 11 giugno 2021

Chiacchierata con Daniele Barbetti su Terme, Chianciano....


Ieri pomeriggio ho incontrato Daniele Barbetti presidente di Federalberghi Toscana e Chianciano nel suo albergo Ambasciatori ed abbiamo parlato di Chianciano Terme e della sua situazione in vista della nuova stagione.
Il primo punto che abbiamo affrontato sono le prospettive a livello regionale per questa estate 2021 ed il Presidente Barbetti ha disegnato un quadro positivo per la costa ed altre situazioni diversificate fra città d’arte, montagna ed altri prodotti; la stagione turistica non solo per la ripartenza dei congressi e del turismo organizzato dovrebbe ripartire e protrarsi anche nel mese di novembre.
Il settore, ovunque, è in difficoltà a trovare il personale e questo aspetto necessità di interventi e strumenti diversi proprio a livello nazionale. Analizzando invece Chianciano la positività espressa da Daniele Barbetti è calata il giudizio espresso parte da una criticità sulla situazione urbana della città e dei disagi che eventuali turisti troverebbero in città. 
Anche se grazie ad un intervento si potrà riaprire la Macerina a fine mese, molte situazioni non offriranno ai turisti un'immagine ideale del paese ed anche in termini di intrattenimento ed animazione della città lo scenario non è roseo. 
Le Terme hanno chiesto all'Associazione Albergatori un contributo per gli l'intrattenimento nel Parco Acquasanta, ma in realtà il Presidente Barbetti è fortemente preoccupato per quello che sta accadendo alle Terme. 
Lo scenario è complesso, secondo il Presidente degli albergatori, nella nostra chiacchierata Barbetti ha raccolto le informazioni pubbliche emerse in questi giorni sulla stampa, anche in vista di un fantomatico e sconosciuto piano industriale la cui cifra ballerina, ed il totale riserbo dei contenuti, potrebbe fare sospettare che in realtà i soldi li devono mettere i soggetti pubblici ed il nuovo azionista Massimo Caputi, investirà solo poco più di due milioni di euro necessari per chiudere il concordato in tribunale. 
Ricapitoliamo le cifre: il Sindaco parla di 10 milioni di euro, 2/3 milioni concessi da Invitalia ed il resto ? I soci privati delle terme non sono stati preventivamente informati del concordato e neanche del piano industriale. 
Con quale delibera o documento ufficiale si è parlato con Giorgetti, con Invitalia, con il Mise, insomma con tutti i soggetti che dovrebbero rifinanziare il rilancio? L’associazione albergatori chiede di riportare il dibattito in consiglio comunale, da svolgere in forma pubblica ed inoltre gli albergatori lanciano la preoccupazione per le conseguenze sui fornitori locali, per i dipendenti delle Terme, che ovviamente con l’apertura di questa crisi d’impresa non hanno più certezze e più in generale sullo scenario di debolezza e crisi che si apre.
Secondo Barbetti quindi prima di prendere le “temperature” fra congelamento e fiamme è necessario conoscere ed aprire in città un dibattito.
E’ centrale secondo Barbetti difendere gli interessi generali della città e non gli interessi solo di alcuni. In questo senso è importante che l’amministrazione comunale non diventi quasi-portavoce di Caputi ma piuttosto recuperi il suo ruolo di garante per tutta la città.
Abbiamo poi parlato anche del bando di promozione per Chianciano Terme e dell'assegnazione separata per la creazione dell'ennesimo sito… poi tuonava troppo fuori dalla finestra e sul futuro di Chianciano, abbiamo dovuto interrompere.



Saluti,


Valtubo

La risposta del Sindaco Andrea Marchetti su concordato in continuità e trasparenza su passaggio Terme di Chianciano video


Dal Canale Valtuboblog su youtube

Camion brucia a Chianciano Terme dopo mercato video


Dal Canale Valtuboblog su youtube

giovedì 3 giugno 2021

Chianciano Finalmente Arriva la Promozione ma di Cosa?


Come si legge nell'articolo della Nazione di Siena (Clicca nell'immagine per ingrandire) ci sarebbero 6 concorrenti per aggiudicarsi il bando di promozione per il termalismo e Chianciano Terme.
Bene, era da tempo che a Chianciano e nel blog si chiedeva una promozione, da troppo tempo assente per rilanciare Chianciano e le sue Terme.
Adesso verrà selezionata la proposta migliore, spero si punterà sulla qualità, ma che cosa si promuoverà? Le Terme? Quali Terme? L'idropinica? Il benessere? La famiglia? Gli over 60? In questo periodo di transizione per le Terme, con il passaggio di proprietà non ancora ben definito, non sappiamo ancora se le Terme avranno un futuro e con quale piano di sviluppo e dunque in quale direzione promuoverle, si rischia di avere lo strumento quando non abbiamo più il prodotto.
Stesso discorso per Chianciano ridotto ai minimi termini con Sant'Elena chiusa, il Parco Fucoli quasi inagibile per un cantiere, il Parco Acquasanta aperto 3 ore al giorno solo la mattina, cantiere al Castagnolo, Macerina chiusa e non sappiamo se dopo il 30 giugno (data scadenza ordinanza) riaprirà, frana ai giardini molte aree degradate, anche qui cosa promuoviamo? Certo abbiamo molte cose belle, ma agli occhi dei turisti questo è quello che appare.
Anche se dopo il covid si prevede un periodo di forte crescita ho paura che siamo arrivati ad avere la promozione troppo tardi per Chianciano Terme.


Saluti,


Valtubo

giovedì 13 maggio 2021

Lo Strano caso delle Acque Calde


Montalbano si trova a dover indagare sui più vari fatti della sua terra....ma come si comporterebbe ad indagare fra le acque calde ?

Svelerebbe, per esempio un piccolo conflitto d'interessi....

E’ stato revocato, da parte delle terme di Chianciano immobiliare l'incarico al Sindaco Marchetti quale consulente del lavoro ? La lettera d’incarico è stata firmata il 29 gennaio 2007, quando Andrea Marchetti non era ancora Sindaco e quindi azionista delle Terme immobiliare:
un’ incarico fino a revoca….ma la revoca ?

Svelerebbe per esempio un piccolo intreccio....

Dalla Russia con…Italia Viva Che fine ha fatto Elena Loss, sostenuta dal Presidente della BCC di Chiusi , il giostratore Fabio vicino politicamente a Stefano Scaramelli ? E’ finita ad investire i suoi soldi a Latronico in Basicilata, dopo essere passata dalla sorgente Sant’Elena lasciata esattamente così , come nel giorno del rogito dell’acquisto.
In compenso ha fatto, prima di Caputi, quello che lo stesso Caputi pensa di fare con Chianciano e cioè indebitare i soldi…degli altri = leggi Invitalia.
Fausto de Maria Sindaco di Italia Viva di Latronico non ha dubbi e cioè, sono loro il modello di sviluppo. La CNN ha acceso i suoi riflettori su questo borgo termale in provincia di Potenza ed ha raccontato l’accordo con Geolander.it e Rurarity per uno sviluppo sostenibile; così come è diventato sostenibile a Latronico l’investimento della scaltra Elena Loss
La Giunta Regionale della Basilicata nella sua ultima riunione del 2020 ha deliberato un finanziamento di 3 milioni di euro a favore del piano di investimenti che prevede la riqualificazione e l'ampliamento di un complesso turistico e la realizzazione di un Centro Sensoriale, a seguito di interventi su fabbricati siti nel comune di Latronico in Contrada “La Calda”, già utilizzati per turismo termale. I costi complessivi del progetto, presentato da Russit srl (Elena Loss) ammontano a circa 23,58 milioni di euro, di cui 11,2 milioni finanziati dal MISE e 3 dalla Regione…..

Riuscirà Caputi a superare la Maestra ?


Vostro Salvo Montalbano


PS: AVVISO: PER VOTARE NEL SONDAGGIO CON SMARTPHONE O TABLET ACCEDERE AL SITO IN MODALITA' WEB!!!

martedì 4 maggio 2021

Lettera Aperta di un Ospite di Chianciano ai Chiancianesi



Questa la mail arrivata al blog di un cliente di Chianciano che racconta la sua nostalgia per la Chianciano che fu e che descrive come l'ha vista adesso.

Buongiorno,
seguo da tempo il tuo blog (perdonami se ti dò del tu, ma mi sei diventato familiare) ed è un modo per avere ancora notizie e legami con la "mia" Chianciano.
La prima volta che sono venuto a Chianciano era l'estate del 1974, insieme ai miei genitori. Avevo 6 anni ed era la prima volta che andavo in vacanza e lontano da casa per due settimane!
Sarebbe diventata una consuetudine nella mia famiglia: per anni e anni avremmo frequentato Chianciano, portando con noi parenti, amici, convincendoli di quanto valesse la pena passare un paio di settimane a Chianciano, in tranquillità e senza annoiarsi.
Inutile dirlo, era bellissima Chianciano negli anni '70/'80: forse un modo molto diverso da oggi di far vacanza ma... tanta gente ovunque, alberghi pieni, la routine dell'Acquasanta la mattina, i pomeriggi al Fucoli (e c'era sempre uno spettacolo, artisti importanti, pienone), le passeggiate serali passando per la Macerina, via Roma e Piazza Italia illuminate dai negozi aperti anche dopo cena. Er0 un bambino, naturalmente i ricordi dolci si amplificano; ma vivevo con grande serenità quei giorni, in compagnia dei miei genitori, felici per quei momenti. E io felice con loro.
I miei amavano profondamente Chianciano e - anche quando le cure termali non sono state più fruibili con le convenzioni di prima - hanno continuato questa tradizione. Fino al punto estremo, in cui una sera del 2005, dopo una serata passata a ballare, mio padre ha avuto un malore improvviso ed è morto. Proprio lì, mentre era felice, insieme alle persone che amava di più e nel posto che amava di più dopo casa sua. E mentre ero con lui, perché aveva invitato me e mia moglie a trascorrere un paio di giorni insieme, in ricordo dei tempi che furono.
Sono tornato anch'io, con mia moglie e mio figlio, un paio d'anni fa, per respirare ancora l'aria della mia infanzia, ma anche per un passaggio in notturna, in famiglia, alle piscine Theia.
Tutto un lungo preambolo per dirti questo: sono appena tornato da un weekend passato in casa di amici da quelle parti e sono passato per Chianciano.
Certo, era il 1 maggio, pioveva ed era tutto chiuso. Certo, c'è l'attenuante della pandemia, che ha dato una mazzata tremenda al sistema già in crisi da anni. Ma quello che ho visto va oltre. Il degrado, l'abbandono, una città fantasma, destrutturata, senza capo né coda.
Erbacce che invadono l'ingresso del Fucoli, dove una volta si giocava a tennis, a basket, a bocce, a minigolf. Un silenzio incredibile, viali spenti, un'imbarazzante sensazione di sconfitta.
E quando mio figlio mi ha chiesto, nella sua trasparente ingenuità, "Papà, quando torniamo a Chianciano?" per la prima volta nella mia vita non sarei stato felice di tornare. E ho cercato una scusa qualunque per non dire che non era in programma, che non sapevo quando saremmo tornati.
E ho provato una fitta di dolore, ho trattenuto le lacrime. Come se qualcosa di mio, di caro, di viscerale, mi fosse stato strappato via.
Non voglio addentrarmi in analisi economiche e finanziarie sulle potenzialità di Chianciano, sulle capacità ricettive, sulla cortesia e disponibilità degli albergatori, dei commercianti, di un sistema che funzionava come una macchina da guerra e che sembra sia stato sconfitto proprio da quella stessa macchina; voglio solo manifestarti il mio stato d'animo, sfruttando il tuo blog per trasmetterlo a tutta Chianciano, che amo come fosse mia, a cui mi sento legato ancora oggi, anche se soffro ad ogni articolo che leggo, sperando in buone notizie che davvero sembrano non arrivare mai.
Scusami se ti ho fatto perdere del tempo con una mail così lunga, ma avrei da scrivere un libro pieno di ricordi e volevo solo condividere le cose salienti.

Grazie per la pazienza.

Enzo Vallozza
Pescara

Questa nell'immagine la lettera (Cliccateci per ingrandirla) dell'Associazione Albergatori indirizzata a Sindaco, Presidente  di Terme Immobiliare e Presidente Terme di Chianciano, che chiede la data di riapertura della Macerina ricordo che l'ordinanza di chiusura scade il 30 giugno!



Saluti,


Valtubo

venerdì 30 aprile 2021

Delitto nella Gestione Terme......



Prefazione di Valtubo
Questo post come potete leggere è il primo non scritto e pubblicato da me ma da una nuova firma di un collaboratore del blog che ogni tanto stimolerà la discussione con notizie ed informazioni molto interessanti.

Saluti e buona lettura,

Valtubo


Quale è il vero futuro per i 45 dipendenti fissi di Terme di Chianciano? Chi pagherà i 9 milioni di euro debito? Come nella “forma dell’acqua”, primo romanzo delle indagini di Montalbano, ricostruiamo gli indizi.

Il 10 febbraio Massimo Caputi decide di comprare per poco meno di 30.000 euro le azioni del MPS delle Terme di Chianciano gestione.

Il 24 febbraio salta l’assemblea: si scopre che il debito della società è arrivato a 8 milioni e 800 mila euro

Il 31 marzo viene cancellato il CDA; dato il benservito a Fabio Cassi, è l’assemblea a maggioranza dei voti impone un deciso cambio: vengono nominati due professionisti di fiducia di Massimo Caputi esperti in fallimenti.

Si apre l’era dell’Avvocato Enrico Caratozzolo e del commercialista Speranza che hanno, per mandato dell’assemblea, 1 anno di tempo: per fare cosa?

E’ uno di quei casi nei quali si cerca di evitare il “delitto”, perché gli indizi ci portano ad un unico esito: fallimento.

Gli indizi ci portano a questo scenario: nuova linea di credito per Terme di Chianciano nella quale Massimo Caputi farà arrivare i suoi soldi, al riparo del vecchio debito ed è il luogo sicuro nel quale saranno versati gli incassi di quest’anno e contemporaneamente la società porterà i libri in tribunale per un concordato in continuità per la società di gestione. Nella crisi d’impresa c’è la possibilità, scritta nero su bianco di riorganizzare e licenziare i dipendenti e non ci sono accordi sindacali che tengano. Le future terme appalteranno all’esterno la maggior parte dei servizi: giardini, bar, marketing, fino ad arrivare a fare uno spezzatino anche per gli stabilimenti termali. Da chi andranno i dipendenti a protestare con i cartelli e megafoni: dal Sindaco ovviamente, che ha steso un tappeto rosso per l'arrivo di Caputi fino a fare pressione nei confronti del super milionario gruppo sanitario “Villa Maria” di accelerare l'uscita per fare spazio a Mister Federterme, che di finanza, spezzatini ecc. è un leader italiano, ma certamente neofita per il settore termale e sanitario.
Tutto il resto è fatto di promesse a vuoto, bugie e rassicurazioni finte.
I costi sui quale fare leva per far tornare i conti delle terme sono due: il costo dell’affitto, il costo del personale.
Pensate che in questo scenario sia credibile aumentare gli incassi? Pensate che sia possibile aumentare i clienti delle terme di Chianciano? Pensate che sia realistico aumentare il valore delle convenzioni con il Servizio Sanitario Nazionale?

Ma soprattutto pensate che riusciamo a evitare questo “delitto”?


Vostro Salvo Montalbano

giovedì 22 aprile 2021

Riapertura Terme? Ma il Sillene cade a pezzi....




Ieri in un articolo della Nazione (cliccare nella foto per ingrandire o scaricare) si parla della possibile riapertura delle Theia, senza indicare una data precisa, ma allungando comunque i tempi per le Sensoriali.




Nel frattempo mi è arrivata una segnalazione di un lettore, che mostra la situazione pericolosa in cui versano alcune parti dello stabilimento Sillene, che casca letteralmente a pezzi.
La persona che mi ha inviato le immagini sullo stato dell'immobile, mi ha scritto che un pezzo di quelli nelle foto sia caduto, rimbalzando in una terrazzina, poco dopo il suo passaggio a piedi.
Speriamo in un pronto intervento per evitare qualche incidente grave.
L'Assessore Rocchi, come pubblicato ieri nel blog, annuncia che per il 2024, se tutto va bene, avremo un nuovo ponte forse il pesce di aprile del blog ha dato lo stimolo decisivo.....


Saluti,


Valtubo