e-mail: valtuboblog@gmail.com

Amministrazione Immobili Condomini

venerdì 5 luglio 2024

Addio alle Terme 2: Arriva la Magistratura

 


Oggi è arrivata la notizia che Massimo Caputi è stato indagato per un finanziamento ottenuto da Quinzi pari a 700.000,00 Euro e con in cambio l'assunzione di un'amica. (Leggi qui articolo su Corriere)

Arrivati i comunicati stampa di Terme di Chianciano Spa che si dichiara estranea ai fatti:

“In relazione alle ultime notizie stampa su Terme di Chianciano Spa relative ad un’inchiesta della Procura di Milano - ribadendo piena fiducia nell’operato della Magistratura - si precisa che la società non ha mai beneficiato a suo vantaggio diretto di contributi citati nell'ordinanza, perché i fondi assegnati sono a favore esclusivamente di interventi su beni pubblici. La Società inoltre - si precisa - grazie all’impegno ed alle risorse dei nuovi azionisti, ha evitato il fallimento e sta avviando un faticoso percorso di rilancio anche a favore del territorio".

Anche Federterme ha inviato un comunicato:

"In riferimento alle notizie di stampa relative ad una inchiesta della Procura di Milano, si assicura piena collaborazione con i magistrati e fiducia totale nel loro operato, nella convinzione che si chiarirà presto la mia posizione personale, essendo totalmente estraneo ai fatti ipotizzati" lo afferma Massimo Caputi, azionista di maggioranza di Terme di Chianciano e presidente Federterme.

Nel frattempo sul profilo Facebook di Alessandra De Paola, la consulente non consulente della precedente Amministrazione Puntoeacapo di Chianciano Terme, è apparso un post dove annuncia che anche lei è stata indagata.




Questa notizia è un'ulteriore mazzata per Chianciano e per il futuro delle sue Terme, infatti proprio ora che si era concluso il concordato e si profilava l'inizio del tanto auspicato e promesso rilancio, se le indagini andranno avanti, anche oggi i carabinieri del Ros erano negli uffici delle Terme, si rischia che tutto venga bloccato o che addirittura Caputi abbandoni la gestione delle Terme di Chianciano, vedremo cosa succederà, ma se le indagini dovessero andare avanti e trovare conferme le ombre sul futuro delle Terme si fanno molto nere.


Saluti,


Valtubo

103 commenti:

Anonimo ha detto...

De Paola occhio che nella terra di mezzo invece che l’anello ci potresti trovare un braccialetto elettronico

Anonimo ha detto...

Ma no, tutti quelli che l acclamavano
Saranno tristi
Anche se è tutto da dimostrare Vi ricordo che vi avevano avvertiti o no
Vero Piccinelli

Elisabetta Pallecchi ha detto...

Spero che la magistratura, come è arrivata, rimanga a Chianciano, non che si fermi ai soliti titoli e poi va a finire tutto a niente.

Anonimo ha detto...

Ma chi è questa De Paola?

Anonimo ha detto...

Qualcuno a Chianciano starà stringendo le chiappe ?

Anonimo ha detto...

Chianciano in mano ai delinquenti….complimenti!

Anonimo ha detto...

Sempre le solite belle parole di circostanza… anche i mafiosi si professano innocenti!

Anonimo ha detto...

Tanto Caputi da quando ha preso le terme nn ha fatto nulla...era un fantasma e le terme erano senza una guida anche prima.. quindi se lascia le terme a sto punto meglio.. meglio senza nessuno che qualcuno che ci luci.. nn so la regione che devidera di fare.. di certo per un bel po resterà tutto bloccato.. ma tanto erano già abbandonate a s stesse.. bello schifo si

Anonimo ha detto...

La Depaola è la moglie di quello che suonava al Caos? … ma guarda un po’ che coincidenza

Anonimo ha detto...

cominciassero a controllare anche altri uffici, studi di professionisti, comune, alberghi, strutture di richiedenti asilo ecc. Vedrai che gran bel puttanaio verrebbe fuori. Io invece ci credo poco nella magistratura. Pagano sempre i piccoli o chi non c'entra. Comunque é un inizio. Un noto assessore quando gli contestavano comportamenti non trasparenti o che erano in evidente conflitto di interesse diceva sempre di denunciarlo alla magistratura (ben sapendo che aveva il culo bello parato). Sará mica che lo anticipino loro stavolta?

Anonimo ha detto...

faccio notare come a chianciano ci sia la juventus........ dove sono loro c'è evidenza di reato. Sará un caso ma ci credo poco.

Anonimo ha detto...

Dai che forse lo ripuliamo sto paese e non solo dallo schifo nei marciapiedi!! Viva la legalità!

Anonimo ha detto...

Ai giardini rimangono da una settimana gli striscioni di Chiancianoterradimezzo, peraltro evento fallimentare. Restano a monito? A ricordo? Per abbellimento?

Anonimo ha detto...

Esposito all'inizio del 2023 portò alla luce i fatti, più di un anno prima della magistratura, fu accusato di dire il falso e di essere denunciato per diffamazione dalla indagata e dai due super assessori al tutto... Ora sarebbe il caso che la denuncia la facessero direttamente agli ufficiali della gdf che li interrogherà visto che dovranno passare diverso tempo insieme 😉

Anonimo ha detto...

Parlate sempre di ripulire il paese mai una volta che i chiancianesi compiessero azioni con le proprie capacità?? La pulizia la deve fare la magistratura (cosa che si poteva fare negli anni dagli stessi cittadini visto che le magagne erano alla luce del giorno e a favore sempre dei soliti personaggi, però vi siete sempre e solo lamentati) le amministrazioni devono riportare i turisti ( ma voi non siete disposti a ristrutturare i vostri alberghi fatiscenti nascondedovi dietro al fatto che non ci sono introiti ma i soldi li avete e come altrimenti già sareste scesi in piazza ma vi sta bene campare di rendita). Gli anni d'oro di questo paese non è sicuramente merito dei chiancianesi ma del periodo storico economico di quei tempi, in poche parole avete lavorato per inerzia. Ditelo apertamente che c'è una parte di paese se non addirittura la maggior parte che vuole vivere tranquilla e in pace senza nessuno tipo di caos turistico (perché ripeto avete evidentemente ancora qualche soldo sotto al materasso) dispiace ovviamente per quegli imprenditori di ogni settore che con le loro attività devono campare e far crescere i propri figli. Chianciano è l'esempio vivente che il passato con il presente e il futuro non hanno punto d'incontro, sono distanti anni luce. Questo paese vuole sempre tutto dagli altri mai una volta si siano rimboccati le maniche per affrontare e risolvere qualche problema. Pensavo che avendo avuto contatti con gente di cittá quindi di metalitá aperta rispetto ai paesini circostanti un po' si era aperta anche qui ma purtroppo mi rendo conto che forse quella di Chianciano è la mentalità più chiusa di tutti i paesi limitrofi.

Pasquino ha detto...

Ahahahah

Anonimo ha detto...

Ora gli prude e parecchio.

Anonimo ha detto...

Quanta verità nel commento delle 10.22 .
Difficile ammerterlo ma la mentalità dei chiancianesi è proprio questa "aspettare che qualcuno risolva i problemi al posto nostro "

Gazzettadisiena.it ha detto...

Chianciano, primo bilancio per Torelli: “Impatto faticoso”

Primi giorni di disbrigo delle pratiche burocratiche. La neo sindaca di Chianciano Torelli: “Difficoltà messe in conto, anche a dispetto di chi aveva ritenuto che andasse tutto bene”

“Sono passati pochi giorni ma a me sembra già un’eternità”. Per l’esattezza, al momento in cui questo articolo osserva la sua pubblicazione, ne sono passati appena 25. Dire che il primo (quasi) mese di Grazia Torelli da primo cittadino di Chianciano Terme è stato positivo sarebbe esagerato: un lasso di tempo troppo corto per qualsiasi valutazione. E soprattutto, carico di disbrighi burocratici atti a sancire il passaggio da un mandato all’altro. La visione raccontata dalla stessa sindaca però, è quella che in termini calcistici si definirebbe da “normalizzatore”, ovvero colui – in questo caso colei – che riporta la normalità. “Dall’11 di giugno – racconta – non è passato un giorno che non sono stata in Municipio da mattina a sera. È stato veramente un impatto faticoso, dopo una campagna elettorale non del tutto semplice”.

“Ho avuto modo di ridirlo: quando si entra in un ente lo si fa anche un po’ in punta di piedi, si ragiona con gli attori e con tutte le persone, si prendono informazioni. Questo permette di avere un quadro definito dell’ente, che non era del tutto organizzato” ha ammesso la sindaca di Chianciano Torelli. “Ci sono posti di lavoro non coperti, persone un po’ demotivate e che auspicano miglior organizzazione. Poi ci sono state attività istituzionali: il prossimo consiglio comunale porta ancora con sé pratiche obbligatorie, che portano via tempo agli uffici. Insieme a questo dobbiamo anche pensare alla salvaguardia degli equilibri di bilancio che scade il 31 luglio e che non è in una situazione brillante, come la TARI e altre cose. Tutte messe in conto, anche a dispetto di chi aveva ritenuto che andasse tutto bene“.

“Difficoltà economiche ce ne sono. L’impegno è di andare avanti stringendo la cinghia e cercando di ragionare con gli operatori, rivalutando anche alcune scelte già fatte per fine anno. Risparmiare vuol dire dare la possibilità di erogare contributi a quelle categorie che hanno sofferto. Oltre a questo, cominceremo il processo di rigenerazione, tanto che ci sono processi già avviati. I contatti che abbiamo si stanno perfezionando: Chianciano deve avere una visione pluriennale ed avere ben chiaro cosa vuole in futuro, che è un elemento che agli imprenditori interessa. Abbiamo stretto contatti con la Regione e in generale abbiamo anche avuto l’onore di inaugurare gli eventi in calendario in questo periodo che hanno permesso di vivacizzare la città e a noi di dare il nostro benvenuto alla cittadinanza, alle federazioni sportive, ai tour operator e a tutto ciò che stimola il nostro tessuto economico”.

“Ora – conclude – preferisco parlare di programmi. Vogliamo lavorare su settori precisi, ci sono in ballo diversi finanziamenti: siamo tutti impegnati. Voglio che questa città offra qualche standard in più: abbiamo già pianificato alcuni interventi di decoro, necessari, imprevisti. Anche ieri notte si sono divertiti a rompere una cannella nel parcheggio dei pullman, senza motivazione. Sono situazioni che non si vedono ma che tolgono via tempo per altro, prendendo una squadra di operai per una mattinata intera”.

La Nazione.it ha detto...

Terme, indagato Caputi. Il presidente nell’inchiesta milanese sulla corruzione

Per la Procura, un finanziamento da 700mila euro alla società di Chianciano sarebbe stato legato all’assunzione di una persona. Perquisizioni del Ros.

Indagato per corruzione Massimo Caputi, presidente di Terme Italia, nell’àmbito dell’ inchiesta milanese, che ha portato all’arresto del generale dei carabinieri Oreste Liporace e dell’imprenditore Ennio De Vellis. Con lui anche Alessandra De Paola, all’epoca dei fatti referente delle relazioni istituzionali del gruppo Terme Italia. I Carabinieri del Ros hanno svolto perquisizioni nell’azienda Terme di Chianciano acquisendo documenti.

Nell’indagine, condotta dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza e coordinata dal pm milanese Paolo Storari, è coinvolto anche il dirigente del Ministero delle infrastrutture Lorenzo Quinzi.

Sarebbe proprio a causa dei contatti con lui che l’avviso di garanzia ha raggiunto il presidente di Terme Italia Caputi, al quale verrebbe contestato di aver ricevuto, attraverso Quinzi, un finanziamento da circa 700mila euro per le Terme di Chianciano e in cambio avrebbe assunto, stando alle ipotesi delle indagini, una persona amica di Quinzi.

Il finanziamento, assegnato nel 2023, è un contributo a valere sul fondo unico nazionale per il turismo in conto capitale, di 700mila euro per cofinanziare il progetto ’Chianciano Terme - destinazione benessere’, sostenuto anche da risorse per 160mila euro dal Ministero del turismo e dal Comune di Chianciano per 45mila euro. La società Terme è il soggetto attuatore e i contenuti dell’investimento coinvolgono riqualificazione energetica e illuminazione del Parco Fucoli e Acqua Santa, un impianto di fotovoltaico, altri investimenti fra cui la segnaletica rinnovata.

Il decreto, firmato dai ministri Santanchè e Giorgetti, prevede un cronoprogramma e un monitoraggio degli interventi oggetto. È pubblico anche l’atto del Comune, che prevede un sostegno economico a fronte degli interventi attuati; fondo che non è stato erogato ma solo stanziato. Le indagini, che raccolgono più filoni, fra cui questo chiancianese, si legge nella nota diffusa ieri dal procuratore Marcello Viola, si sono "concentrate su illecite assegnazioni di fondi e appalti pubblici in cambio di denaro e altre utilità, nonché mediante la concertazione dei soggetti economici fittiziamente partecipanti alle procedure di gara. Sono in corso perquisizioni e acquisizioni di atti in varie province d’Italia, presso enti pubblici, persone fisiche e società a vario titolo coinvolte nelle vicende oggetto di approfondimento giudiziario".

Fu proprio Lorenzo Quinzi, allora segretario generale del Ministero, a portare i saluti di Daniela Santanchè durante gli stati generali del turismo che si svolsero nella cittadina termale nell’ottobre 2022. Il finanziamento oggetto dell’indagine è successivo all’evento.

iIl Tirreno.it ha detto...

Il caso
Montecatini, indagata Alessandra De Paola

A dare la notizia è stata la stessa ex assessora: «Sono serena e ho fiducia nella giustizia ma fino a quando la vicenda non sarà chiarita l’attenzione sarà per me e la mia famiglia»

La notizia ieri (venerdì 5) si è diffusa in un lampo in città, destando stupore ma, soprattutto, incredulità, anche se la fonte era la più attendibile possibile, ossia la stessa protagonista. Alessandra De Paola, ex assessora al turismo della giunta Bellandi, forte sostenitrice della candidatura, rivelatasi poi vincente, di Claudio Del Rosso a sindaco di Montecatini, è indagata. A comunicarlo è stato, come detto, lei stessa, con una nota sui social: «Risulto da ieri (venerdì 5 ndr) indagata per un’ipotesi di reato che non ho commesso, ma per il quale devo difendermi, dimostrandolo. Sono serena e ho sempre avuto fiducia nella giustizia, ce l’ho anche ora. Tuttavia, fintantoché la situazione non sarà completamente chiarita, la mia concentrazione e la mia attenzione saranno rivolte alla tutela di me stessa e della mia famiglia. Chi mi conosce sa chi sono: vi ringrazio sin da ora per il supporto morale in questo frangente difficile, sicuramente il più difficile della mia vita».

Stando alla prima ricostruzione l’indagare sull’ex assessora è collegata all’inchiesta milanese per corruzione che ha comportato, negli ultimi giorni, gli arresti domiciliari del comandante dei carabinieri Oreste Liporace, e dell’imprenditore laziale Ennio De Vellis e per la quale risultano indagati il capo dipartimento del ministero delle Infrastrutture Lorenzo Quinzi e il presidente di Federterme Massimo Caputi. Caputi che è anche socio di maggioranza delle Terme di Chianciano, e qui starebbe il collegamento con l’ex assesore montecatinese, visto che De Paola lavora a Terme Italia che comprende appunto Chianciano). Di più, al momento, non è dato di sapere, e anche la diretta interessata spiega di voler capire la vicenda: «Al momento non posso rilasciare dichiarazioni – spiega al Tirreno – anche perché devo prima vedere le carte».


Alessandra De Paola, forte della sua esperienza universalmente riconosciuta nel campo del turismo e della promozione, era la principale, anzi, l’unica persona candidata alla guida della Dmo (acronimo di “Destination management organization”) , ossia l’organismo chiamato a gestire il rilancio turistico. Ma adesso è tutto congelato, come fatto intuire dal suo messaggio sui social e come ribadito al nostro giornale: «Ne riparleremo solo quando sarà fatta completa chiarezza sulla vicenda, quando non ci sarà nessuna ombra sulla mia persona».

Tra i primi a testimoniare la vicinanza ad Alessandra De Paola proprio il neo sindaco, Claudio Del Rosso, con poche, semplici, ma dirette e perentorie parole, sotto una foto che lo ritrae assieme a lei: «Massima stima, amicizia e fiducia verso questa donna».

Giuseppe D'Alesio ha detto...

Quando si muove la Magistratura (purtroppo in ritardo) significa che la Politica (locale) ha fallito).
Auguriamoci che la nuova Amministrazione ne faccia tesiro ed agisca per il rilancio di Chianciano e per il benessere dei propri cittadini.

Anonimo ha detto...

Ma per aver assunto 1 persona tutto sto casino

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti, io scrivo per la prima volta su questo blog, ma ho sempre letto tutti i post e tratto le mie conclusioni nel tempo. Ho da sempre apprezzato quanto detto dal dr. Gagliardi relativamente all'operato della precedente giunta Marchetti prendendo atto che allo stato dei fatti ha sempre avuto ragione, esprimendo coraggiosamente il suo pensiero. Vorrei in proposito sentire, considerando la situazione che si è venuta a creare ultimamente e la nuova Sindaca insediata quale sia il suo pensiero e come giudica appunto i buoni propositi della nuova amministrazione. Se leggerà il post dott.Gagliardi sarò ben lieto di conoscere il suo pensiero.

Anonimo ha detto...

Comunque il sudicio nei marciapiedi c’era prima e c’è ora se un è zuppa è pan bagnato.

Anonimo ha detto...

Per aiutare la nuova amministrazione creiamo un gruppo su Facebook dove postare foto delle cose che non vanno. Tubino pensaci tu

Anonimo ha detto...

Dopo che hai fatto questo commento fine a se stesso che hai ottenuto, un sacco di frasi fatte che si sentono dire da 30 anni, ti mancava solo “non ci sono più le mezze stagioni”.

Anonimo ha detto...

La de Paola è in attesa della magistratura ora pensa solo alla famiglia ahahah

Anonimo ha detto...

Tipico di Fratelli d’Italia è stato già detto?

Anonimo ha detto...

Dove è finito l’illuminato che prendeva in giro gli altri che evocavano un Commissario?
Era forse nel cerchietto di Giano?
La gestione di .capo è stata un capolavoro al contrario.
Ma ricordatevi come hanno funzionato le Terme negli anni passati, non c’era un’assunzione che fosse raccomandata da qualche partito e, il più delle volte chi era assunto non aveva quella qualifica, l’importante intanto era entrare, poi dall’interno diventavano tutti direttori.

Anonimo ha detto...

Anonimo 10.22 in parte concordo con lei, in parte sul discorso che molto nn vogliono il caos turistico c e da fare alcune considerazioni. Intanto nei 10 anni della giunta Marchetti sono stati tolti servizi ai cittadini il paese e stato degradato molto di più e nessuna spesa del comune è stata fatta x migliorare jn qualsiasi servizio ai cittadini.. inoltre I turisti sono cambiati.. certo nn c e più il turista che veniva a fare la cura alle terme ma sj e deciso di puntare su sport e tornei vari che portano gruppi di ragazzini e la gioventù e gli adulti che vanno in vacanza oggi mi creda sono molto meno educati di una volta.. prenda l esempio della violenza di quella ragazzina subita proprio qui a chianciano. Questa giunta faceva feste tutte le sere e nn aveva minino rispetto x la gente che ci abitava.. devi ricordarle la festicciola a villa simoneschi in periodo di lockdown? Hanno smantellato il corpo di polizia municipale volontariamente così erano liberi di fare ciò che volevano.. nel frattempo la casina dell acqua nn e stata aggiustata..il campo da skate ha preso fuoco x ven 2 volte x ragazzini senza controllo.. un muro granato che è lì da oltre 2 anni.. ogni volta che ci sono pullman da quando c'è il ponte chiuso le macchine sono ostaggio di questi ultimi.. quindi.. va bene il turismo ma deve 9ensare che c e gente che vive di altri lavori e occorrono equilibrio e regole x tutelare anche chi ci abita in questompaese...cosa che questa giunta nn ha minimamente fatto anzi.. ha pensato solo a far venire chi volevano loro, dove volevano loro e nn e stato speso 1 euro della tassa di soggiorno per portare migliorie ai servizi.. ci metta la maleducazione e l ignoranza e il livello del turista che è molto sceso.. ed il quadro è completo.. quindi.. prima di dire che qui i turisti nn si vogliono tenga a mente queste cose che sono quelle che hanno portato all esasperazione chi ci abita

Anonimo ha detto...

Sì chiedetegli quanto ci teneva alla famiglia tempo fa …. Ora che serve ci tiene ?

Anonimo ha detto...

I capolavori della de Paola: soldi buttati per babbo natale e terra di mezzo!

Anonimo ha detto...

Se la nuova giunta tiene veramente al paese deve essere lei per prima a far intervenire un commissario, anche per non rendersi complice con quelli di prima, Pizzinelli prima diceva di voler fare le denunce, ebbene, l’occasione adesso ce l’ha! Si dia una mossa, invece di pensare a qualche altro dannoso senso unico!

Anonimo ha detto...

Aiuto è ripartito Basettoni che proprio non capisce la differenza tra queste indagini della magistratura che speriamo faccia luce sulle nefandezze delle ultimi 10 anni e il commissariamento di un comune che tra l'altro da pochissimo ha un nuovo sindaco una nuova giunta vivaddio di un altro colore politico.
Basettoni sei un disco che prima era rotto e ora nemmeno gira più. Ragiona!!!

Anonimo ha detto...

Pizzinelli e di Montepulciano

Anonimo ha detto...

Anonimo del 01:04 tutto giusto quello che dice ma il discorso non era rivolto solo al turismo ma al fatto che in questi 10 anni di malefatte che lei ha elencato come mai i chiancianesi si sono limitati alle lamentele senza prendere mai provvedimenti in merito???

Anonimo ha detto...

Sembra quasi che la paura dei controlli l’abbiate più voi sinistri che gli altri, ma d’altronde era ridondante la sintonia con i cugini sinistri! Alè ChianGiano, c’è speranza.

Anonimo ha detto...

Ma i clandestini stanno aumentando a Chianciano o la nuova amministrazione ha messo uno stop?

Anonimo ha detto...

Anonimo 17.09 per la naturale inclinazione tipica degli italiani che si lamentano ma nn ci mettono la faccia.. punto primo.. punto secondo perché tanti secondo me nn si rendevano neanche conto.. perché il livello culturale è basso.. mettiamo anche qusto.. e cmq qualcuno ha provato a fare qualcosa.. ma qualcuno di loro aime era ed è sempre stato protetto mi creda.. e cmq la corte dei conti li ha richiamati x 2 volte in questi 10 anni quindi qualcuno qualcosina ha fatto.. ma purtroppo sappiamo come funzionano queste cose.. anche se nn e un buon motivo per tacere

Anonimo ha detto...

Hanno potato il gelso che prima era abitato e non hanno raccolto la potatura. Ti piace vincere facile. Fenomeniiii

Anonimo ha detto...

Ma durante le perquisizioni hanno portato via anche i titoli di studio alla De Paola?
Perchè quando le è stato conferito l'incarico che sembrava fosse arrivata la luminare del turismo aveva un CV pieno di lauree, master e periodi di studio in America, ora su Linkedin è rimasto solo un diplomino del liceo..

Anonimo ha detto...

Questo è il CV della De Paola pubblicato on line dal Comune di Montecatini

https://www.comune.montecatini-terme.pt.it/upload/montecatiniterme_ecm8/gestionedocumentale/cv%202014%20DE%20PAOLA_784_9333.pdf?

Oreste Castrini Tutti per la Ripresa di Chianciano Terme ha detto...

Credo che sia proprio giusto dire: errare è possibile ma perseverare, è stata una costante vera continua diabolica volontà. La regione toscana con i suoi dirigenti ha dimostrato ampiamente e lo sta facendo tutt’ora, di non avere a cuore le sorti e il futuro di Chianciano Terne.
Da sempre, dopo la costituzione delle società di proprietà ed a seguire dell’affitto degli impianti è stato evidente “una gestione esclusivamente politica”, per avere consensi distribuendo incarichi direttivi con lauti stipendi in quantità superiori alla reale necessità, così con il personale, trascurando il vero interesse di fare profitti utili necessari per-migliorare la cittadina termale-quindi mantenere e migliorare il patrimonio esistente, sempre stato il vanto di Chianciano T., tutto questo è stata l’attrazione di una clientela di medio e alto livello, quindi bastava che si fossero impegnati a mantenere con la normale manutenzione ciò che era esistente, come il verde, i parchi, adeguare gli Impianti termali, rifare la viabilità con i marciapiedi, la pista ciclabile, la vecchissima rete idrica e fognaria, riorganizzare il centro storico. In sintesi una normale ed ottima gestione di tutto, Utile e Necessaria per riorganizzare, rifare la nuova Chianciano Terme. Questa saggia politica se fosse stata attuata non avrebbe creato, come in realtà ha creato la disfatta; fallimenti, chiusure dei negozi, il crollo dei valori immobiliari, l’abbandono generale di tutto.
Quello indicato è una realtà VERA non può essere smentita, una semplice ma evidente costatazione, i paesi limitrofi pur non avendo impianti termali, in questi anni sono riusciti comunque a migliorare in generale anno provveduto a mantenere e migliorare la loro situazione.
Quindi è evidente i milioni di Euro che la regione Toscana ha inviato indicando come impegnarli, l’amministrazione comunale di questi decenni, non hanno mai indicato la necessità di impegnare i soldi per le reali esigenze connesse alle necessità delle cittadina termale. Quindi viva Dio la magistratura, e la Guardia di Finanza di Milano, sperando che si la motrice per attaccare i vagoni della magistratura e della Finanza di Siena, mai interessata a Chianciano Terme.

Oreste C.Tutti - per la ripresa di Chianciano Terme

Anonimo ha detto...

Ma i titoli di studio, quali sono?

Anonimo ha detto...

Chianciano ormai è diventato un centro accoglienza. È sarà sempre peggio. Scappi chi può

Anonimo ha detto...

Ma il sindaco non commenta i fatti che sono sulla bocca di tutti i chiancianesi in questi giorni?

Anonimo ha detto...

Autobus SCANDORAMA con targa svedese parcheggiato sulla strada chiusa ingresso ponte. Vogliamo iniziare a dare qualche esempio di legalità.
Grazie

Anonimo ha detto...

Sa bene le lingue …

Anonimo ha detto...

Leggete il cv che fate due risate

Anonimo ha detto...

Diploma Classico
, cameriera
Casiera con sua sorata organizzatrice di meeting che chiunque lo puo fare
Master inglese capirai a Pisa
Ma che cazz scrivono dottoressa
Laurea della terza età forse
Parla con la Vanga

Anonimo ha detto...

credo dovrebbero dire qualcosa chi l ha messa lì anche dentro al comune e non sono questi nuovi
Sicuramente Torelli dirà la sua ma non è che sappiamo ancora molto …. È sparita da tutto

Anonimo ha detto...

Finora ha accolto tanta gente che vantava titoli senza, averne e prometteva di risollevare il paese con eventi mirabolanti. Ecco chi ha accolto. E pure in pompa magna

Anonimo ha detto...

Ecco i segnali che hanno fatto capire al Marchetti e co. che la De Paola era proprio la consulente che faceva per loro:

- Millantava esperienze, lauree, titoli e un CV inventato di sana pianta

- E' stata consigliere in comune a Montecatini, ovvero l'unico posto in Italia messo forse peggio di Chianciano... (infatti, vi ricordate da dove proveniva l'ultima organizzazione che doveva imbastire il Natale a Chianciano -quello super fallimentare e chiuso in anticipo-? MA GUARDA UN PO', proprio di Montecatini)

E ciliegina sulla torta

- E' stata pagata come consulente esterna per decidere chi doveva aggiudicarsi un bando per la comunicazione e il marketing del Paese che è stato ATTRIBUITO AL RIBASSO, come fosse un appalto per rifare i marciapiedi, non sfruttando la cifra massima disponibile... da che mondo è mondo, più spendi in pubblicità più ritorno hai, no?
Ancora mi chiedo chi ci fosse da favorire in Pirene per far vincere un bando con una proposta talmente insensata.

Dai Marchetti, che se ti convoca la magistratura vai a dire due aforismi anche a loro

La Nazione.it ha detto...

Denunciò violenza sessuale, “muro di silenzio sul caso: la Federazione non ha fatto nulla”

La schermitrice raccontò di essere stata abusata durante un ritiro a Chianciano Terme. La replica della Fis: “Abbiamo agito correttamente”

Roma, 8 luglio 2024 – Denunciò di essere stata abusata sessualmente durante un ritiro a Chianciano nell’agosto 2023: da allora, secondo quanto denuncia il legale della schermitrice, la Giustizia sportiva non ha mosso un dito nei confronti dei due giovani schermidori indagati.

“Vogliamo abbattere il muro di silenzio che circonda questa vicenda e per questo abbiamo depositato un esposto alla procura della Federscherma e per conoscenza al procuratore generale dello Sport, Ugo Taucer al fine di accertare le responsabilità disciplinari dei due schermidori. In casi così gravi non si possono attendere i tempi della giustizia ordinaria", dice l'avvocato Luciano Guidarelli che assiste, in collaborazione l'associazione ChangeTheGame, la giovane atleta, all'epoca dei fatti minorenne.

I due giovani sportivi sono indagati dalla Procura di Siena per l'accusa di violenza sessuale di gruppo. “Su quanto avvenuto, fino ad oggi, la Fis non ha mosso un dito - prosegue il legale -. Solo uno degli schermidori si è autosospeso per una sola gara. La mia assistita non è stata mai ascoltata e a nulla sono serviti i miei solleciti”.

"È accaduto anche di peggio, la giovane, nei mesi scorsi, si è recata per delle gare in Turchia e lì, nello stesso albergo, c'erano i ragazzi che lei accusa di stupro. La madre è dovuta intervenire per cambiare hotel”.

L’avvocato prosegue: “La ragazza mi ha riferito, inoltre, di sentirsi isolata ed emarginata della Federazione quasi come se denunciando quanto subito abbia fatto qualcosa di sbagliato”. Sostenuta dell'Associazione la ragazza ora chiede a Coni e Fis di intervenire. “Questi atleti - al netto di quanto deciderà la giustizia penale - hanno infranto le regole di comportamento previste proprio dalla Fis con condotte gravi e inopportune”, conclude Guidarelli.

Non si è fatta attendere la risposta della Fis, che ha replicato per mezzo di un comunicato. "La Federazione Italiana Scherma, in merito all'inchiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena e a seguito di alcune dichiarazioni a mezzo stampa apprese nella giornata di oggi, ribadisce, con totale fermezza, la correttezza, la trasparenza e la responsabilità del proprio operato, nel rispetto delle regole, dell'indipendenza della Giustizia sportiva, dei ruoli e del Diritto".

"La FIS - com'è noto e come è stato confermato dagli Inquirenti - ha seguito il caso fin dal primo momento in cui è giunta l'informazione di una denuncia – si legge ancora – con la tempestiva trasmissione della medesima alla Procura federale. Rapportatasi di continuo con la Magistratura ordinaria, alla Federazione fu rappresentato, e continua ad oggi a essere rappresentato a un anno di distanza dalla denuncia, l'assenza di presupposti per l'applicazione di misure cautelari (neppure le meno restrittive), oltre all'impossibilità di condividere informazioni investigative in quanto coperte da segreto istruttorio".

Prosegue la Federscherma. "Dinanzi alla totale inesistenza di qualsivoglia nuovo elemento, neppure a seguito dell'incidente probatorio celebratosi a Siena, la Fis respinge ogni tipo di accusa e rivendica l'assoluta correttezza del proprio operato, che ribadisce essere, così come lo è stato fin dall'inizio, responsabile e volto alla tutela dei più basilari - e per la Federazione Italiana Scherma irrinunciabili - diritti, della denunciante e di tutti gli altri soggetti a diverso titolo coinvolti"

Anonimo ha detto...

Ma scusate il paese si muoveva a favore di questa onesta figura, anche brutta da più fronti allora ? Ma perché ? Ma cosa portava ?

Oreste Castrini ha detto...

Come dire!! A fagiolo la trasmissione televisiva su RAI 1 TECHE -TECHE- TE di ieri sera, una carrellata di successi canori dei migliori cantanti e attori anni 1970/80, un folto pubblico presentatore da Pippo Baudo, tutto all'interno del Parco Fucoli nel famoso anfiteatro, abbattuto per costruire, nel terreno con vincoli tali che proibivano "costruzioni", ma per volontà e per finanziamenti, oggi abbiamo Orrendi capannoni. Questo è stato uno dei tanti errori della (combina) REGIONE-sindaco Marchetti. QUINDI resta chiaro a tutti, L'INCAPACITA' delle amministrazioni di non sapere MANTENERE ciò che di bello avevamo lo costatiamo tutt'ora "vedasi la scalinata della Macerina" e dell'abbandono dei servizi Urbani. Allo stato attuale i finanziamenti PUBBLICI Regionali avuti utilizzati NON per migliorare la cittadina termale, ma solamente per peggiore, vedasi lo scempio ai giardini pubblici utili al centro storico (l'arroganza di un tecnico in conflitto di interesse) ha permesso di costruire nel terreno con il vincolo paesaggistico. Questa è la reale situazione locale di Chianciano T. mentre i paesi limitrofi nel rispetto delle leggi, migliorano la loro posizione ambientale economica sociale. TUTTI perla ripresa di Chianciano T.

Anonimo ha detto...

Dai che se ti convocano si stappa quello buono andrew

Anonimo ha detto...

Nemmeno dopo questa vicenda vi siete resi conto di ciò che ha fatto punto e a capo in 10 anni? MAI PIÙ

Anonimo ha detto...

ma sta torelli apparte tutto che avrebbe fatto fin’ora??🤔

Anonimo ha detto...

Sta meditando.
Si vocifera che voglia donare a qualche associazione il compenso da amministratore della cittadina.
SI attendono sviluppi.

Anonimo ha detto...

Quanto vi brucia mamma mia, consiglio del Maalox, non è passato nemmeno un mese e mi sembra che già ci sia più ordine sotto molteplici aspetti. Ma li sapete i tempi della burocrazia per insediarsi o parlate a vanvera? Il Vostro Marchetti in nemmeno 30 giorni che aveva fatto? Gliene sono serviti 10, di anni, per fare danni e basta.

Pasquino ha detto...

L'i lluminazione è veramente pericolosa

Sienafree.it ha detto...

Chianciano Terme, di nuovo operativo l’ufficio postale

I cittadini possono ora richiedere direttamente a sportello il cedolino della pensione, la certificazione unica ed il modello “OBIS M”

Venerdì 12 luglio riaprirà al pubblico secondo la tipologia “Polis” l’ufficio postale di Chianciano Terme.

Sono terminati, infatti, i lavori di ristrutturazione della sede finalizzati ad accogliere, non appena saranno operativi, tutti i principali servizi della pubblica amministrazione grazie al progetto “Polis – Casa dei Servizi Digitali”, l’iniziativa ideata da Poste Italiane per promuovere la coesione economica, sociale e territoriale nei 7 mila comuni con meno di 15mila abitanti contribuendo al loro rilancio.

Nell’ambito degli interventi, si è proceduto a una completa riorganizzazione degli spazi finalizzata a ottimizzare la fruizione dell’ufficio con particolare attenzione al miglioramento del confort ambientale e alla facilitazione dell’accesso ai servizi. In quest’ottica, tra le altre opere, si inseriscono la nuova configurazione della linea di sportelleria, con altezze ribassate per agevolare tutti i segmenti di clientela e postazione di lavoro ergonomica per favorire una corretta postura.

L’ufficio postale di Chianciano Terme sarà a disposizione dei cittadini dal lunedì al venerdì dalle ore 8,20 alle 13,35, il sabato dalle 8,20 alle 12,35.

Anonimo ha detto...

Ore 22.15 del 10 luglio 2024
Una volta sarebbe stata stagione piena. Adesso tutti i negozi sono chiusi, la maggior parte chiusi ormai anche di giorno. In Viale Roma c’è solo il bar le Fonti aperto e con una ventina di avventori. Molto più numerosi sono gli avventori in quella che fu Piazza Italia, una cinquantina, tutti appollaiati sopra i blocchi di travertino a scacciarsi i 🦶 piedi 👣. Non c’è male un ottimo cambio di qualità e clientela, oltretutto pagata, nemmeno a pagamento.

Anonimo ha detto...

Aspettiamo con impazienza l'ordine sulle strade che la Sindaca aveva promesso.Ma non credo che si riuscirà a fare qualcosa.La Sindaca e i vigili che vanno in comune.non vedono le auto parcheggiate nel centro Storico,davanti alla banca in piazza Matteotti uno scandalo,in via madonna della rosa e porta al sole un altro scandalo,in viale libertà trattiS.elena e fruttivendolo compreso bar marabissiecc.ecc.ecc..e le telecamere in Centro Storico...passano tutti a tutte le ore..scsndaloso veramente che non si intervenga ...e non ci Venite a dire che è solo un mese....queste cose si potevano iniziare a fare il giorno dopo...anche perché ci vorranno anni a riprendere in mano un po' di legalità ed ordine stradale.

Anonimo ha detto...

Pericolosissimo via Madonna della Rosa incrocio porta del sole.
Cosa dobbiamo fare per risolvere il problema viabilità a Chianciano.
C'è lo dica dottoressa Torelli. Grazie

La Nazione.it ha detto...

Schermitrice violentata a Chianciano: chiuse le indagini sui due indagati

Dal punto di vista della giustizia sportiva, invece, l’avvocato della ragazza aveva accusato la Fis di immobilismo

La Procura di Siena ha annunciato la chiusura delle indagini sui due indagati per la violenza sessuale denunciata da una schermitrice della nazionale dell’Uzbekistan durante un ritiro a Chianciano. Il fatto è avvenuto nell’agosto dello scorso anno, quando la ragazza era ancora minorenne.

Fu lei a denunciare di essere stata abusata sessualmente da due giovani promesse della scherma italiana dopo una serata trascorsa insieme. Le indagini, coordinate dalla stessa procura senese, si sono concluse con la notifica agli indagati. Adesso potrebbe arrivare la richiesta di rinvio a giudizio.

Sul fronte sportivo, invece, non sono stati presi provvedimenti. Nei giorni scorsi uno degli avvocati della ragazza, Luciano Guidarelli, aveva accusato duramente la federazione. “Su quanto avvenuto, fino ad oggi, la Fis non ha mosso un dito - aveva detto il legale -. Solo uno degli schermidori si è autosospeso per una sola gara. La mia assistita non è stata mai ascoltata e a nulla sono serviti i miei solleciti”.

La federazione aveva risposto ribadendo “con totale fermezza la correttezza, la trasparenza e la responsabilità del proprio operato, nel rispetto delle regole, dell'indipendenza della Giustizia sportiva, dei ruoli e del Diritto".

sorrieredelleconomia.it ha detto...

Daniele Barbetti eletto presidente di Confturismo Toscana: tutti i dettagli

L'Unione delle Federazioni turistiche regionali sotto la guida di Barbetti

Daniele Barbetti, già presidente di Federalberghi Toscana, è stato scelto all’unanimità come nuovo presidente di Confturismo Toscana, l’organismo che rappresenta le federazioni turistiche regionali nel sistema Confcommercio. Confturismo Toscana include, oltre a Federalberghi, Fipe per i pubblici esercizi, Silb per i locali da ballo, Fiavet per le agenzie di viaggio, Faita-Federcamping per la ricettività all’aperto, Rescasa per i residence, Sib per gli stabilimenti balneari e Confguide.

In Toscana, il settore turistico conta circa 40.000 imprese e professionisti, tra cui 22.000 pubblici esercizi e circa 12.000 strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere, oltre a numerose agenzie di viaggio e guide turistiche. Questo settore impiega mediamente più di 93.000 persone, con picchi che superano i 120.000 lavoratori durante l’alta stagione.

Daniele Barbetti, 41 anni e laureato in filosofia, rappresenta la quarta generazione di una famiglia di albergatori di Chianciano Terme. Oltre a gestire diverse imprese ricettive a Chianciano Terme, ha sempre dedicato il suo impegno all’attività sindacale a favore della categoria. Al suo secondo mandato come presidente di Federalberghi Toscana, Barbetti è anche revisore dei conti di Federalberghi nazionale, membro del consiglio direttivo di Federalberghi Terme e Federalberghi Extra, e presidente di Federalberghi Chianciano Terme-Valdichiana per il terzo mandato. Dal 2022, in Confcommercio Toscana, è responsabile del coordinamento tecnico del comparto turistico, della programmazione dei fondi strutturali europei e del settore legislativo.

Al fianco di Barbetti nella guida di Confturismo Toscana, per i prossimi cinque anni, ci saranno i presidenti delle altre federazioni che compongono il coordinamento: Aldo Cursano (Confcommercio Toscana e Fipe Toscana), Alessandro Trolese (SILB Toscana), Pier Carlo Testa (Fiavet Toscana), Andy Fedi (Faita Federcamping Toscana), Chiara Pelagotti (Rescasa Toscana), Alberto Nencetti (SIB Toscana) e Paola Migliosi (Confguide Toscana). Franco Marinoni, direttore generale di Confcommercio Toscana, ha dichiarato: “La presenza di Barbetti nel Consiglio di Confcommercio Toscana rafforzerà la sinergia all’interno del sistema, in un settore strategico per la nostra rappresentanza”.

Daniele Barbetti ha affermato: “Il turismo è un pilastro fondamentale per lo sviluppo economico della nostra regione e necessita di politiche condivise tra pubblico e privato. Confturismo, che rappresenta il più grande coordinamento di imprese turistiche in Toscana, è l’entità ideale per garantire un dialogo istituzionale continuo e qualificato. Lavoreremo per presentarci alle istituzioni con una voce unica, forte e ascoltata, su temi cruciali come gli incentivi agli investimenti e il sostegno all’occupazione nel settore, le proposte di modifica del testo unico sul turismo e le concessioni balneari. Sarà fondamentale conciliare l’innovazione e la crescita delle nostre imprese con quella del territorio e delle sue infrastrutture, affrontando le nuove sfide legate alla sostenibilità ambientale e sociale del turismo e alla difesa degli equilibri urbani”.

Anonimo ha detto...

Ripulire il tagliato sotto il gelso in passeggiata che fa letteralmente schifo

Anonimo ha detto...

Barbetti pluridecorato, ora più che mai Chianciano non trema.

Anonimo ha detto...

L’associazione albergatori ha raggiunto le stanze dei bottoni : Barbetti con il medagliere olimpico delle presidenze in Regione e la Giani le stanze delle cartelle TARI : aridatece er puzzone!

Anonimo ha detto...

come potete vedere, la politica paga sempre !

Anonimo ha detto...

Possono avere mille cariche, ma rimangono sempre degli squallidi e, anche conoscendo il tipo molto provinciali!

Anonimo ha detto...

Effettivamente non so chi l’ha potato ma lasciare lì i rami è da polentoni

Anonimo ha detto...

Comunque possono servire a darli nel groppone a qualcuno

Anonimo ha detto...

La nuova giunta ha già fatto capire quanto tiene al verde.. sig piccinelli e sindaca che fastidio davanti gli oleandri fioriti intorno alla rotatoria? Non si portano le piante e gli alberi quando sono in fiore per di più con queste temperature. L oleandro è forte e riprende ma per quale motivo portarli ora? Quel poco di bello rimasto dobbiamo distruggerlo? Per vostra informazione avete infranto una direttiva europea 2009/147 CE e legge 157 del 1992 a tutela della fauna selvatica. C è divieto di potature da fine marzo a ottobre x nidificazione..sareste soggetti a sanzione. E poi.. almeno il decoro di raccattare le ramaglie. Invece di potare potare è potare annaffiate piante e alberi che ne hanno bisogno. Danno ossigeno anche a voi. Rispettateli

Anonimo ha detto...

Io non credo che Piccinelli e Torelli scelgano le piante da potare ahhahahaha ci sono i giardinieri del ex sindaco a lavorare
Anche perché da quanto si dice non è possibile assumerne altri grazie agli ex
Inoltre Se è un vivaista come vuol far intendere dia lei i consigli a queste figure
…. Se non tagliano vi lamentate, se tagliano vi lamentate , se non raccolgono vi lamentate , se raccolgono vi lamentate e dite che è tutto tempo perso
Credo che Torelli e Piccinelli abbiamo altri incarichi e problemi da risolvere
Non è che abbiano trovato una situazione idilliaca .
Diamo tempo e fiducia ,
Se vi andavano bene loro dopo 10 anni di trascuratezza due mesi li potrete aspettare
Ormai la stagione è bella che ita
Dobbiamo far conto sulla prossima
State calmi

Anonimo ha detto...

Mi piace " l'arroganza di un tecnico in conflitto di intetesse'"..👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏

Anonimo ha detto...

Se il buongiorno si vede dal mattino allora la vedo buia

Anonimo ha detto...

Ma che vuoi calmà ! Ma ancora non hai capito ? Siamo già commissariati con la Sindaca chiusa in ufficio e non parla pubblicamente su nulla! Ma il Comune non è mica casa sua e non ha mica vinto un concorso pubblico. Lei è lì perché ce l’hanno messa i cittadini ed è il Sindaco di tutti e noi tutti si paga. Ci deve far sapere cosa sta facendo! Alla faccia delle promesse elettorali evaporate col caldo!

Anonimo ha detto...

Sta calmino kosino

Anonimo ha detto...

Ma sti paki so tutti a piede libero?

Anonimo ha detto...

Regalo torcia per girare di notte a Chianciano contattatemi in privato.

Anonimo ha detto...

Ma un paese i vari musei sono sempre chiusi nonostante la sinistra Trovate un accordo economico per aprirli soprattutto nei fine settimana. Ma devo amministrare io sto paesello in via di estinzione???

Anonimo ha detto...

Il più grande problema a Chianciano é la potatura! Ma ci rendiamo conto!!!! É come il pizzaiolo che posta che fuori c'é tanta ignoranza!!!! É dentro ma con la "gn" maiuscola!

Anonimo ha detto...

Il 30 % degli aventi diritto al voto.
Ma questo dice la legge

Anonimo ha detto...

Di quali musei parla? Il museo etrusco è aperto

Anonimo ha detto...

Ma, Marchetti ha perso lingua e spavalderia?? Si nasconde nel silenzio sperando che la magistratura non riesca a trovare elementi sufficienti per incriminare i suoi pupilli, o prega la Madonna sperando che non venga iscritto nel registro degli indagati?

Anonimo ha detto...

Ma organizzare una notte bianca come ai vecchi tempi no???? Basta poco

Anonimo ha detto...

La potatura alla rotonda va bene in quanto non si vedeva chi attraversava sulle strisce pedonali. Però raccogliete il potato anche sotto il gelso. Signora sindaca controlli

Anonimo ha detto...

Se è per questo i pedoni non di vedono a prescindere di sera in quanto persiste il problema dell illuminazione.. appalto 20ennale dato dai delinquenti che hanno preceduto la torelli.. e più di un anno che è stato fatto il lavoro senza controllare se andava bene e nessuno ci ha più rimesso mano.. ma il Rocchi continuava a dire che li avrebbero cambiati e che avrebbero controllato. Ora mi chiedo.. se una di queste sere viene tirato sotto jn pedone qualcuno pagherà? Oramai un paese dove vige l incuria totale. E nn mi sembra questa giunta at stia facendo meglio.. già lasciare ramaglie in giro nn e un bel presentarsi

Anonimo ha detto...

Ma i due pizzaioli campioni del mondo, dopo la delusione post elettorale hanno perso la parola?
Non dicono più nulla?

Anche il Giorni, dopo il salto della quaglia non ha più da dire nulla?

Anonimo ha detto...

E'vero che i 10 anni di punto e a capo sono stati una grossa sciagura per Chianciano ma è anche vero che sono stati eletti dai Chiancianesi. Si conoscevano la loro boria, la loro arroganza, la loro presunzione eppure sono stati votati. Certo non si poteva sapere che si sarebbero accordati con falsi chiancianesi e cecoslovacchi, tuttavia era prevedibile che ciò prima o poi sarebbe potuto accadere. Fatta questa premessa però non è che chi li ha preceduti abbia brillato per capacità considerando che il declino di Chianciano era già iniziato con la chiusura di alcuni alberghi, negozi, fuga dei professionisti. Erano segnali che non sono stati letti ed interpretati in maniera corretta. La disgregazione della comunità per le invidie, le furbizie, ha preso il sopravvento su quello che era stato il punto di forza della crescita e cioè il senso di appartenenza ad una comunità ,umile ma desiderosa di migliorarsi
E allora è normale che oggi ci si preoccupi delle potature, che si pensi ad accogliere giovani che non danno alcun contributo al paese che li ospita, che si preoccupa di erudirli ( anzi contribuiscono a renderlo più sporco ) e che non si preoccupa invece dei propri vecchi e di coloro che avevano dedicato energie e sacrifici senza nulla chiedere.
Il degrado non è solo nei nostri immobili ma è soprattutto nella nostra cultura. E se non avverrà un recupero di questa ogni sindaco risulterà , a mio modesto parere ,inutile

Anonimo ha detto...

Con la vecchia amministrazione ogni giorno si leggevano critiche e post su Facebook segnalando disservizi, mancato ritiro di rifiuti, cattivo spiazzamento taggando il Rocchi.
Da quando è cambiata Amministrazione, non mi sembra di aver letto segnalazioni simili al Piccinelli.

Due pesi e due misure ?

Anonimo ha detto...

Tic toc c’è qualcuno della nuova amministrazione che risponde. Che fate

Anonimo ha detto...

Ma du operai che hanno voglia di lavorare al parco fucoli no. Ci sono alberi che cadranno addosso alle persone e dopo. Di chi è la colpa?

Anonimo ha detto...

Ben detto

Pretorius ha detto...

Due su un monopattino...la legalità

Anonimo ha detto...

Anonimo 16.37 concordo completamente con lei.. neanche prima di Marchetti avevano brillato.. anzi.. forse.. e non ricordo quale sindaco ma forse l ultimo che ha fatto veramente qualcosa x migliorare il paese e lo ha fatto e colui che ha fatto il parco a valle.. che e molto prezioso e va custodito e a mio avviso anche lì lì giunta marchetti ci ha messo troppo le mani snaturandolo

Anonimo ha detto...

“Il silenzio dei comunisti” libro di
Vittorio Foa - Miriam Mafai - Alfredo Reichlin… coi Comunisti al potere è così !

Anonimo ha detto...

Il Nudeo d’arte è aperto da aprile su appuntamento

Anonimo ha detto...

Sta lavorando tutti i giorni per risolvere quello che hanno lasciato loro … tonto. non hanno mica la bacchetta magica . Te lo sei chiesto perché Marchetti non ha accettato il ruolo si opposiIone si o no ….. uno più uno fa due …. Non era mica possibile criticare le proprie decisioni
Mah siete proprio un popolo con i paraocchi e poco sveglio
secondo me